Pc, tablet, smartphone sono ormai parte integrante della nostra vita quotidiana. Sempre più persone lavorano da casa (o si portano a casa il lavoro). Una cosa è certa: chi per il tempo libero, chi per studio o lavoro, tutti abbiamo bisogno di un angolo computer in soggiorno con una scrivania, una consolle oppure un mensolone su cui poter organizzare un’area attrezzata da piccolo home office.

Progetti e idee per una postazione pc in salotto

Magari sei tra i fortunati ad avere una stanza adibita a studio o un home office, se non è così allora avrai bisogno di una postazione per il computer nella zona giorno.

Richieste di progetti per un angolo computer in soggiorno sono costanti, in particolare nelle grandi città dove moltissimi single e coppie vivono in monolocali e bilocali. Anche le nuove costruzioni impongono una riorganizzazione delle aree della casa, perché le famiglie scelgono sempre più spesso la formula del trilocale (cucina e soggiorno in open space, 2 camere, 1 o 2 bagni). Nelle case tradizionali e nei grandi appartamenti degli anni 60 e 70 esisteva spesso “lo studio” ma nei trilocali moderni un ambiente dedicato è oggi impensabile, a meno che non si trasformi – almeno temporaneamente – la cameretta in home office.

#1: scrivania a penisola

Per rispondere alle esigenze di case dagli spazi ridotti l’arredamento si deve adeguare con soluzioni versatili e salvaspazio, alternative ai soliti standard: la scrivania non deve per forza avere 4 gambe, si può fissare alla parete e deve offrire un’ampia flessibilità. L’esempio perfetto è la scrivania a penisola di questo progetto.

Plan scrittoio è l'ideale per sfruttare l'angolo del soggiorno con un piano a penisola

In questo progetto il committente desiderava un angolo home office in soggiorno.

Questi scrittoi sono pensati per essere integrati a mobili soggiorno perfettamente abbinati. La componibilità è stata studiata proprio per andare incontro a chi per ragioni di spazio deve integrare più funzioni all’interno dello stesso mobile.

Esempi di come utilizzare queste soluzioni:

Scrittoio alto a penisola Hyperion

Scrittoio Plan integrato in mobile soggiorno

#2: una vera e propria scrivania attrezzata per un pc

Se hai spazio non rinunciare a creare il tuo personale angolo da dedicare ai tuoi dispositivi elettronici e strumenti tecnologici. In questo caso c’è solo l’imbarazzo della scelta. Il nostro consiglio è una scrivania super attrezzata con foro passacavi e copri cavi per evitare il disordine e mantenere uno spazio ordinato e presentabile, visto che si trova in soggiorno o in salotto.

#3: postazione pc sospesa

Ecco un altro progetto in cui abbiamo sfruttato i moduli di una parete attrezzata per ricavare un angolo studio-lavoro. In questo caso la postazione pc è ricavata da una mensola con schienali a protezione della parete e mensole superiori.

Se preferite arredi non coordinati alla parete attrezzata, potete optare per altre soluzioni come consolle a parete o mensole apribili.

Consolle sospesa per pc Kosmos

Mensola apribile Riddle

#4: angolo pc integrato a mobile tv

Qualsiasi parete attrezzata componibile che si rispetti comprende sicuramente dei moduli ideati per creare una zona dedicata a studio e lavoro al computer. Nel progetto qui sotto la parete attrezzata e il mensolone porta computer sono perfettamente integrati. La postazione risulta così completa di pensili contenitore e piccola libreria.

#5: libreria con postazione per pc

Le librerie componibili sono la soluzione perfetta per integrare tutte le funzionalità che cercate in un unico mobile per il soggiorno. Oltre a poter essere trasformate in pareti attrezzate porta tv, le librerie modulari possono integrare scrivanie, scrittoi, ripiani profondi adatti ad ospitare un angolo dedicato al lavoro o allo studio

Libreria a montanti con scrittoio integrato Airport

Scaffale componibile Bagel con ripiano porta pc

Libreria componibile su misura Almond a ponte con scrivania

#6: ricavare un angolo studio in una nicchia

Può accadere di trovarsi con nicchie che non si sa mai come utilizzare. In questo caso sono bastate poche mensole e un armadio a muro su misura per ricavare una zona studio nel piccolo soggiorno con cucina a vista.

Progetto di un monolocale con angolo studio in nicchia

L'angolo studio è stato ricavato da una rientranza, attrezzata con ripiani

#7: una consolle dietro al divano

Se il divano è a centro stanza, lo usi per separare la zona living dalla cucina o per delimitare un’area di passaggio o un ingresso, puoi posizionare una consolle proprio dietro allo schienale. Puoi completarla con una sedia o un pouf in base allo spazio che hai a disposizione. A seconda della profondità del mobile potrai usarlo per un pc fisso o per un portatile. Se vuoi davvero una soluzione perfetta opta per una consolle su misura in larghezza ed altezza, in modo da rispettare le proporzioni del divano. Il tocco in più: una lampada da tavolo di design e una pianta.

#8: uno scrittoio per un angolo computer di classe

Se hai tanto spazio in soggiorno, magari con una zona dedicata solo alla libreria, alla lettura, allo studio e al lavoro, la scelta diventa più semplice. Non dovendo scendere a compromessi con metri e centimetri puoi optare per la soluzione ideale: un vero e proprio scrittoio, moderno o di design, perfetto per definire la tua “area tecnologica”.

#9: consolle fissa o allungabile

La profondità di una consolle standard si aggira tra i 35 e i 50 cm, ma tutto dipende dal modello e dallo stile. Le consolle allungabili possono essere più profonde perché contengono le prolunghe e i meccanismi. Semplici nella forma e sempre più spesso adornate da gambe dal design spettacolare, questi mobili sono diventati fondamentali nelle case moderne, in particolare i modelli trasformabili ed estensibili. Il vantaggio di questa soluzione è che puoi usarla come arredo “di bellezza” quando non ti serve per lavorare, e trasformarlo in scrivania da pc solo se necessario. Se il piano si apre o si allunga, ancora meglio!

#10: un piccolo home office in sala

Se hai uno spazio vuoto abbastanza capiente puoi pensare di attrezzarlo con un piccolo home office completo di postazione pc, ripiani e armadietti. Nel progetto qui sotto l’angolo computer è stato addirittura ricavato all’ingresso.

#11: mensola porta computer o laptop

Un’altra valida soluzione è una semplice mensola o un piccolo scaffale. Una soluzione relativamente low cost (dipende dal materiale che scegli!) e che occupa il minimo spazio. Perfetta se lavori con laptop o tablet, per pc fissi controlla bene dimensioni e peso.

Quale sedia scegliere per la postazione pc in salotto

La risposta è: dipende. Dipende da quante ore usi il computer e di conseguenza da che tipo di supporto hai bisogno.

Lavori da casa

Se la tua postazione è in realtà il tuo home office allora meglio optare per una sedia da ufficio ergonomica. Non sarà esteticamente in linea con il resto della zona giorno, ma non puoi rischiare di rovinarti la schiena lavorando 8 ore al giorno su una seduta non adeguata.

Usi la postazione per studiare

Tu – o i tuoi figli – usate l’angolo pc per studiare o fare i compiti. Anche in questo caso l’ideale sarebbe una sedia da ufficio, ma non è strettamente necessaria se punti su uno sgabello o una sedia ergonomica. L’obiettivo è favorire una postura corretta.

Usi il pc poche ore a settimana

Se la zona computer è usata saltuariamente o qualche ora nell’arco della settimana, puoi puntare molto di più sull’estetica. In ogni caso, non dimenticare il comfort. La postura davanti a laptop portatili e pc è sempre poco naturale, quindi una buona seduta può aiutare a scongiurare fastidi al collo, alla cervicale e alla zona lombare. Una poltroncina con braccioli è sempre la più indicata.

Spero di averti aiutato con i suggerimenti che hai trovato in questo articolo. Hai visto che, come sempre, anche in una casa piccolissima è possibile creare un angolo computer in soggiorno o una postazione pc in salotto…perfino all’ingresso di casa. Basta cercare e organizzare al meglio gli spazi, anche i più impensati.

Non dimenticare gli angoli, spesso impiegati male o semplicemente ignorati. Una nicchia nella parete, un ingresso, un disimpegno: se hai bisogno di un angolo computer per lavorare, studiare, giocare, non disperare ma guardati intorno e individua le aree della casa con maggiori potenzialità. Poi, immagina cosa puoi farci e comincia a cercare quello che ti serve: una mensola? degli scaffali componibili o una parete attrezzata modulare? uno scrittoio o una vera scrivania da lavoro? o magari la soluzione è un piccolo porta pc dal design curato?

Il decalogo ANTI-mal di schiena

  1. 1. usare sedie convenzionali quando si lavora al pc è una delle principali cause di disturbi muscolo scheletrici, meglio optare per sedie da ufficio o sedie ergonomiche o a seduta attiva
  2. 2. la postura ideale è la neutral position della colonna vertebrale: mantenere in verticale l’asse collo schiena per non sovraccaricare nessun punto
  3. 3. il tuo peggior nemico è la staticità, stabilisci delle pause in cui alzarti per sgranchire le gambe e muoverti, mentre sei al telefono approfitta per alzarti dalla sedia e camminare o fare dei piccoli esercizi (alzarsi sulle punte dei piedi, ruotare collo, spalle, tronco, flettere le gambe in avanti e indietro)
  4. 4. una seduta “attiva” con opportuni sistemi di oscillazione e che permette il cambio di posizione è l’ideale
  5. 5. ogni tanto fermati e fai caso alla postura che stai mantenendo: sei troppo in avanti col collo? sei troppo indietro e stai inarcando la zona lombare? hai le gambe accavallate? siedi sul bordo della sedia? cosa fanno i piedi? le spalle sono troppo rigide? Questo ti aiuterà a capire di cosa hai bisogno: occhiali? una seduta con supporto lombare? una sedia con braccioli? un poggiatesta?…
  6. 6. se passi tanto tempo davanti agli schermi scegli una sedia ad altezza regolabile e ricorda che la posizione degli avambracci rispetto al corpo deve essere di 90°
  7. 7. i piedi attivano il flusso di ritorno del sangue verso il cuore e le gambe lavorano come un sistema di “pompaggio”, ma quando non camminiamo questo diventa più difficoltoso: un poggiapiedi regolato alla giusta altezza può aiutare
  8. 8. la lordosi lombare (una leggera curvatura in avanti) è normale, non è possibile stare completamente dritti con la schiena e anzi potrebbe essere origine di dolori
  9. 9. se lo schermo del pc è troppo basso alzalo con appositi supporti per evitare di sforzare troppo gli occhi
  10. 10. bevi! Acqua, si intende. Con i caffè meglio non esagerare!

Ti stai ancora chiedendo dove mettere il computer in casa? Parlane con i nostri arredatori

Contatta un arredatore di ArredaClick

3 Aprile 2019 / / GiCiArch

E’ da diverso tempo che pensavo di scrivere un articolo dedicato all’home office e ultimamente ho ricevuto alcune richieste di progettazione per questo ambiente quindi credo sia proprio arrivato il momento di parlarne! Sono tanti i freelance che svolgono il proprio lavoro da casa, blogger, web editor, architetti, interior. Questo articolo è dedicato a voi, indicherò alcune idee di arredo e i punti essenziali per arredare l’home office nel modo corretto.

La stanza dedicata allo studio è generalmente disposta vicino alla zona living, anche se non tutti gli appartamenti dispongono di un ambiente dedicato. Lavorare nel modo migliore e trovare la giusta concentrazione non è semplice, per questo motivo è importante arredare e decorare questa zona della casa nella maniera corretta. Sappiamo bene che arredare non è sempre una cosa semplice, sopratutto quando abbiamo a che fare con spazi ridotti e in questo caso specifico bisogna fare attenzione a diversi aspetti, uno per esempio è la luce, sia naturale che artificiale. Il colore delle pareti è altrettanto importante, non tutti i colori sono adatti ad un ambiente lavorativo.

Ikea.com

Per arredare il perfetto home office basta seguire dei semplici passi:

  1. scegliere lo stile di arredo
  2. lista degli arredi indispensabili
  3. scegliere la palette colori da seguire
  4. lista di decorazioni

Lo stile è importante, sia che si tratti di una stanza separata dal resto della casa ma sopratutto se si tratta di una zona dedicata allo studio all’interno di altre aree funzionali (come ad esempio il salotto) è fondamentale che ci sia un legame con lo stile di arredo della casa . Questo aiuterà nella scelta dei vari arredi che saranno indispensabili per la definizione dell’home office.

Pinterest.com

Ho già definito quanto la luce sia indispensabile per la defnizione del perfetto home office, infatti la zona dovrà avere un’adeguata illuminazione naturale, dei tendaggi adeguati per evitare che la luce del sole possa risultare fastidiosa durante il giorno ed avere le luci corrette per la sera, sia in quanto a posizionamento sia per quanto riguarda la tipologia ed il colore.

Maisondumonde.com

In base alla tipologia di attività il tipo di pc, sappiamo qual è lo spazio che ci occorre e che tipo di scrivania acquistare. Serve una cassettiera? Bastano alcune mensole? Per aquistare arredi e complementi consiglio di visitare alcuni siti web che io amo particolarmente, per esempio ikea, maison du monde, Westwing sono tra i miei preferiti.

Scrivania Maison du Monde
Schedario Ikea.com
Cassettiera Ikea.com

Scegliere una palette di colori vi aiuterà a non sbagliare e a scegliere nel modo corretto gli arredi e le decorazioni. Se l’arredo è bianco sarà utile utilizzare i colori per rendere più caldo e personale l’ambiente. Sono perfette le palette con azzurri, verdi, rosa, grigi. Meno adatte le colorazioni forti come rosso e arancio.

Per rendere l’home office accogliente, dopo aver arredato con gli elementi base sarà utile scegliere le giuste decorazioni. Quindi sono perfette le cornici, lampade, pouf, carta da parati, cuscini, specchi, oroogi, e tutti i vari dettagli che saranno utili per lo svolgimento del proprio lavoro e per attrezzare al meglio lo spazio sulla scrivania.

Organizer- Weswing.it
Orologio parete Lovethesign.com
Bacheca Westwing.it

Ho creato per voi una bacheca su Pinterest dove ho raccolto una serie di immagini di home office da cui predere spunto. Uso spesso Pinterest, trovo tantissime idee e spunti per acquisti online davvero interessanti.

1 Febbraio 2019 / / Design Ur Life

Sono tanti professionisti che lavorano da casa oppure hanno la necessità di avere home studio. Non importa che la casa sia grande o piccola ma renderla tranquilla e accogliente per lavorare o studiare. Ci sono ancora i saldi online e per rinnovare il look del vostro angolo studio non c’è il momento migliore.

I colori hanno un ruolo decisivo per stimolare la produttività, la concentrazione e la creatività. Quindi la scelta del colore con cui dipingere le pareti del nostro home studio è molto importante. Solitamente è sconsigliato i colori scuri, perché tendono ad assorbire la luce della stanza. La scelta migliore sono i colori luminosi e chiari e per chi ama i colori più accesi, allora è bene stare sulle tonalità pastello.

Nella moodboard di oggi ho pensato di proporvi verde menta e il rosa antico. Infatti questa moodboard è molto girly e trendy.

Stampa decorativa da parete, Cactus//Scrivania Limber//Lampada da tavolo Philips//Camino Bioetanolo//Set da 4 Sedie in tessuto e metallo//Tappeto Tondo in cotone//JEANE Fodera cuscino 45×45//JARED Fodera cuscino 45×45//Set 2 pouff//Libreria LITTLE KROSS

Home studio Moodboard, shopping con i saldi

1-Stampa decorativa da parete su canvas, Cactus (EUR 165,00 EUR 82,90)

2-Per avere un’atmosfera calda e cozy nel tuo angolo studio, aggiungi il camino a bioetanolo con bruciatore in acciaio e coprifiamma in vetro curvato. Questo camino non richiede nessun tipo di manutenzione. (EUR 345,00 EUR 99,90)

3- La lampada da tavolo ispirata alla lente d’ingrandimento, con la tecnologia High power Led che è un’esclusiva soluzione sviluppata da Philips. C’è un occasione super conveniente sul sito di Ventis. Cliccate sulla lampadina per accedere direttamente. (EUR 149,90 EUR 49,90)

4- Scrivania Limber con vani laterali in truciolare melaminico. (EUR 219,00 EUR 83,90)

5- Tappeto tondo in cotone per dare un tocco di personalità al tuo angolo studio. (EUR 110,00 EUR 74,90)

6- Set da 4 sedie Lissy In tessuto e metallo. (EUR 378,00 EUR 239,90)

7 e 8- Fodere del cuscino 45×45 cm. (EUR 29,00 EUR 14,90)

9- Libreria LITTLE KROSS (EUR 170,00 EUR 49,90)

10- 2 Pouff color verde salvia, per arredare il tuo studio, ma anche per appoggiare le gambe mentre lavori alla scrivania. (EUR 330,00 EUR 99,90)

Avete già approfittato dei saldi per fare un pò di shopping e rinnovare i vostri spazi?

Home Studio

Se ti è piaciuto questo articolo condividi sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto. Puoi scriverti al mio blog per non perderti i miei post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

Credits: Design UR Life Blog,  ©2019

L’articolo Home Studio, Weekly Moodboard #07 proviene da Design ur life blog.

31 Gennaio 2019 / / Idee

Immagine dal profilo Instagram di Lauren Saylor
Siamo in pieno mood lavoro.
Gennaio, Febbraio e Marzo sono i tre mesi non stop:
sono freddi, hanno pochi giorni di vacanze e spesso si cerca di recuperare gli arretrati dei mesi successivi.
E tutto questo ci porta a trascorrere diverse ore nelle nostre postazioni lavoro.
In una simile situazione, è doveroso per amor proprio cercare di rendere questi momenti il più piacevoli possibile e ci sono riuscita seguendo dei piccoli accorgimenti che rendessero confortevoli sia la postazione lavoro che il lavoro.
In altre parole, se nel tunnel devo entrare cerco di attrezzarmi al meglio e di attraversarlo nel migliore dei modi.
I miei strumenti di salvataggio sono:
1. UN BUON PLANNING E UN BUON PLANNER
È al primo posto perché come prima cosa devo cercare di rendere il mio lavoro ben organizzato e attraente.
Quindi organizzo per bene la giornata, definisco i tempi e le pause, faccio liste degli impegni quotidiani facendo in modo che le varie voci si possano facilmente depennare, quindi non creo un planning carichissimo, perché poi so già che non lo concluderò.
E mi compro a tal fine una splendida agenda.
Di quelle pratiche ed esteticamente belle.

Le meravigliose agende di Kikki.K

2. UNA LAMPADA A BRACCIO LUNGO
Questa dev’essere moderna e pratica. Deve avere il braccio ben lungo in modo che illumini bene quello che sto leggendo. Linee pulite perché non devo avere distrazioni. No lampade in tessuto e con i fiocchetti.
Non devono accumulare polvere. Questo spazio dev’essere pratico.

Le lampade da tavolo orientabili.
In senso orario, partendo dall’alto a sinistra:
Momento di Normann Copenhagen, la versione applique di Frandsen, la statuaria Tolomeo di Artemide, la Wood Lamp di Muuto



3. CREMA PER LE MANI E IDRATANTE PER LE LABBRA
Tutto questo tempo dev’essere utile anche per prenderci cura del nostro corpo e le mani sono una parte importante e sempre esposta all’aggressione degli agenti atmosferici ma anche allo sguardo delle persone.
Per le labbra ti consiglio questo prodotto della Dior che oltre a idratarle le colora leggermente ma restando sempre molto naturali.

La crema mani di Erbolario all’Olio di Argan, Il Lip Glow di Christian Dior

4. LO SCALDASONNO E UNA COPERTA CALDA
Questo è il punto forte di questo post, l’avrei scritto solo per inserire questo punto.
Se non lo conosci lo puoi vedere qua, ma ti spiego come lo utilizzo in questo contesto.
È una coperta elettrica che puoi posizionare sopra la tua sedia, la nascondi poi con un telo, ad esempio con uno in eco pelliccia che tanto si usano in questo periodo e ti assicuro che non avrai più voglia di alzarti da lì.
Se lavori in ufficio o in un ambiente dove non puoi fare tutto questo, usa le borse elettriche calde, quelle si nascondono facilmente!

La coperta in cachemire, lo Scaldasonno Imetec

5. UNA PIANTA CHE DEPURI L’ARIA O UNA PIANTA FIORITA
Ti metto sotto un’immagine con una lista di piante che hanno la funzione di rendere più pulita l’aria che respiri durante tutte queste ore di lavoro.
Se invece preferisci optare per le piante fiorite, loro ti regalano colore e fanno compagnia.

L’azalea, La tabella con le piante da scrivania

6. IL DEUMIDIFICATORE E  DIFFUSORE DI OLI ESSENZIALI
Il deumidificatore ti aiuta a rendere l’aria meno secca dovuta al riscaldamento mentre gli oli essenziali regalano profumi delicati. Scegli quelli puri e usa poche goccine altrimenti diventa troppo forte e sgradevole.
7. LE CANDELE NATURALI PROFUMATE
In sostituzione, o in accompagnamento, al diffusore di oli essenziali, le candele creano un angolo molto caldo e creano quinte profumate molto accoglienti. Non ti dimenticare di sceglierle naturali perché altrimenti, in ambienti chiusi, i fumi della combustione sono nocivi.

Lampada diffusore di essenze, Candela di cera naturale di soia

8. UNA BELLA TAZZA E LO SCALDATAZZA
Lo scaldatazza si attacca direttamente al PC e permette di tenere calda la tazza.
Avere delle buone tisane a disposizione permette di sfruttare questo tempo a disposizione per depurarsi e idratarsi. Oltre che a riscaldare spirito e corpo.

La mug di Iittala, Lo scaldatazza USB su Amazon

Hai degli altri accorgimenti da aggiungere alla mia lista comfort?
Se vuoi approfondire il tema sulle postazioni di lavoro, ho scritto dei post che ti potrebbero essere utili. Li trovi cliccando qua e qua.

12 Gennaio 2019 / / Case e Interni

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Se stai cercando un’idea decorativa ed originale per il tuo angolo studio, quale modo migliore di aggiungere una mood board fai-da-te?

Molti creativi usano le moodboard per raccogliere le idee, lo facciamo anche noi, come professionisti di interior design. Le mood board, infatti, sono un ottimo strumento per aiutare il processo creativo.

Una moodboard è semplicemente una bacheca dove si appuntano immagini, disegni, tessuti, palette di colori, ma anche cartoline, poesie, citazioni e qualsiasi altra cosa permetta di definire il progetto che dobbiamo realizzare.

Quello che appare sempre più spesso sulle pagine di Pinterest, sono mood board a puro scopo decorativo. Generalmente sono griglie metalliche, dove appendere illustrazioni, piccoli oggetti o frasi motivazionali con semplici mollette.

La cosa divertente è che, puoi facilmente modificare il contenuto della bacheca, a seconda dell’umore, della stagione, dello stile, delle idee creative che hai in mente. Una bacheca di questo tipo, infatti, è anche molto bella da vedere, a patto di non renderla troppo disordinata.

Oggi raccogliamo per te alcune idee fai da te, che puoi realizzare in meno di mezz’ora, per avere una mood board, che possa raccogliere suggerimenti, promemoria e citazioni ispiratrici per il tuo prossimo progetto creativo, ma che riesca anche a rendere più originale ed accogliente il tuo angolo studio.

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Foto: Frida Ramstedt, Trendenser.se

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte e tutorial: ohcaro

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte e tutorial: forthemakers.com

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte e tutorial: abeautifulmess.com

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte qui

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte: tamsynmorgans.com

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte: homedit.com

idee-arredare-studio-scrivania

Fonte

Anna e Marco – CASE E INTERNI

31 Gennaio 2018 / / Idee

Stavo “sfogliando” i miei soliti siti e blog che parlano di interiors, per tenermi aggiornata e trovare le ispirazioni per riprendere a scrivere il blog con continuità.
Così, mentre guardavo un post di sfgirlbybay, mi sono incantata davanti alle due fotografie che vedete qua sotto.

Senz’altro il tappeto dai colori così vivaci e vissuti ha contribuito a far soffermare il mio sguardo… spero di averne uno prima o poi! E ammetto che vorrei andare in Marocco solo per poterne acquistare!

Tappeto a parte, sono sempre stata attratta dagli angoli studio perché sono parte della mia vita, delle mie esigenze. Io ho un vitale bisogno di avere un angolo tutto mio dove mettermi a studiare e lavorare. Prendere appunti, fare i miei elenchi e schemi, creare progetti… dove mettere in moto il mio cervello!

E uno studio mi piacerebbe organizzato così:
postazioni da lavoro rettangolari appoggiate al muro… perché qui entra la mia parte puntigliosa e matematica che vuole tutto schematico, lineare e privo di distrazioni.
Un bel divano per leggere con comodità, per i momenti di relax e per ricevere.
E un tavolo con sedute attorno per riunioni e quando si ha la necessità di spazi più grandi.
Di queste due foto apprezzo soprattutto la disposizione delle aree, la funzionalità.

Ed è un periodo che ho veramente bisogno di un angolo lavoro tutto mio!
Sto iniziando un corso di modellazione 3D e rimango ore attaccata al pc dove devo avere tutto a portata di mano, perché l’ordine e l’organizzazione quando si studia e si lavora è fondamentale.
Ma devo anche essere comoda per le tante ore che resto seduta, devo avere una copertina perché stando fermi si ha freddo.
E allora, in questa nuova casa dove l’angolo lavoro non c’è, almeno per il momento, sapete come mi sono organizzata?
Con poltrona e tavolo da campeggio!
O mio Dioooo, lo so, lo so, è assurdo……………….. ma giuro, è così comodo che non vedo l’ora di sedermi e iniziare a lavorare. Almeno fino a quando non troverò una valida alternativa, ma che sia così comoda!

Sotto ho messo delle foto di angoli lavoro che per me sarebbero l’ideale, perché hanno proprio tutto quello che mi servirebbe. Guardate i pannelli da appendere alle pareti per attaccare gli appunti o per creare delle moodboard. Penso di aver scelto queste immagini solo per la presenza proprio di questi pannelli… e per il clima caloroso, informale ma pulito e ordinato, che tanto mi piace.

Quest’ultima postazione lavoro è per chi ha lavori creativi, immagino un angolo di una fiorista, una crafter… che meraviglia!

E da qui, dalla nostra Maison Rock CouCou è tutto per questa sera!
Buonanotte cari amici!

Elena

Crediti fotografici in ordine di apparizione:
thehousethatlarsbuilt, sfgirlbybay, thehousethatlarsbuiltbloglovin, bloglovin

12 Settembre 2016 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Da questa settimana riaprono le scuole e i bambini vivono molto intensamente questo periodo. Una piccola strategia che aiuta a rendere più piacevole questo momento di passaggio, in particolare per bambini che riprendono la scuola primaria, è senza dubbio l’acquisto di tutto ciò che serve sui banchi di scuola così come a casa per completare l’angolo dedicato allo studio. 

Lasciate ai bambini ampio spazio di scelta, permettendogli di scegliere  tra i molti accessori utili e divertenti. 
Qualche idea? Ecco una selezione di accessori e complementi d’arredo che renderanno più divertente il momento dedicato allo studio!

dettagli home decor
Zaino in tessuto impermeabile con disegno squalo di Tuctuc € 29,00
dettagli home decor
 Crocodile Note Book in vendita nello store online The Contemporary Home £3.50
dettagli home decor
Brooklyn Desk di Oeuf NYC in vendita da Sisters Guild – una scrivania eco friendly realizzata in legno di betulla 
dettagli home decor
Set 2 porta penne in legno con decori geometrici – in vendita su DaWanda  a €20,99

dettagli home decor
Carta da parati effetto lavagna magnetica, disponibile in 3 misure è in vendita da Sisters Guild
dettagli home decor
Sedia Scuola dallo stile retrò, €99,00 in vendita nello store online designbotschaft GmbH
dettagli home decor
World Map Storage, contenitore in latta in vendita da The Oak Room
dettagli home decor
Lampada da scrivania in Bamboo by Jean-Michel LOLIA in vendita su DaWanda.com 


16 Aprile 2016 / / Case e Interni

arredare angolo studio-cameretta ragazzi-0

La foto che abbiamo scelto oggi è un buon esempio di arredamento di uno studio domestico per due persone.

Può essere lo spazio destinato alle le attività professionali di una coppia di freelance oppure la parete con scrivania della camera di due adolescenti o semplicemente uno spazio per tutta la famiglia per leggere, scrivere o raccogliere le idee.

La disposizione è semplice ed il tutto occupa una sola parete.

Il piano di lavoro è composto da due scrivanie, comode, spaziose e attrezzate con un secondo piano. Al posto delle due scrivanie, si può anche immaginare un unico piano appoggiato su cassettiere o contenitori.

Linee pulite e design essenziale, colori neutri, con prevalenza di bianco, grigio scuro e nero, in linea con lo stile nordico scandinavo. Amiamo il minimalismo nordico, ma si può aggiungere anche un po’ di colore, togliere un po’ di grigio, se la stanza dovesse essere destinata a due ragazze, ad esempio, poichè è chiaro che lo spazio di lavoro deve essere costruito a seconda delle proprie esigenze e dei propri gusti.

La cura degli accessori dà un tocco di carattere alla camera, che risulta piacevole e confortevole.

Una buona illuminazione è sempre molto importante, perchè aiuta a concentrarsi al meglio. Qui oltre alla lampada da scrivania, in stile vintage, si è optato anche per una lampada a sospensione, di tipo industriale, per illuminare meglio l’ambiente.

Gli altri arredi sono un una libreria “pensile” asimmetrica, che permette di riporre diversi oggetti e libri senza appesantire, mentre un contenitore di tipo industriale, aiuta a riporre altri oggetti e a mantenere tutto in odine.

Guardate tutti i dettagli dele foto e prendete appunti per creare il vostro angolo studio!

arredare angolo studio-cameretta ragazzi-1

arredare angolo studio-cameretta ragazzi-2

arredare angolo studio-cameretta ragazzi-3

[fonte Vtwonen]

Anna e Marco – CASE E INTERNI


Prima o poi crescono, e quando crescono le esigenze cambiano: stiamo parlando dei figli e dei loro bisogni in fatto di spazi privati in cui poter studiare, rilassarsi e invitare gli amici. La cameretta perde quel suo infantile “-etta” e diventa la camera dei ragazzi, da organizzare al meglio per permettere loro di sfruttarne tutti gli spazi e di avere il giusto spazio per viverla quotidianamente.

Vediamo insieme come arredare e organizzare la camera dei ragazzi.

Il letto per la camera dei ragazzi più grandi

Ricordatevi che il letto dei ragazzi li ospiterà fino a ben dopo il liceo, un piccolo consiglio è quello di scegliere un materiale come il legno o il ferro battuto (evitando il rosa shocking o l’azzurro puffo) oppure un letto singolo imbottito con rivestimenti in colori non prettamente infantili.

Ecco tre alternative:

    • letto singolo con contenitore: o anche senza, ma volete davvero rinunciare alla comodità di un contenitore? Di spazi per riordinare non se ne hanno mai abbastanza, soprattutto nella stanza di ragazze e ragazzi. Il consiglio è inoltre quello di scegliere un letto che vi permetta di personalizzare rivestimenti e dimensioni: i ragazzi crescono in un batter d’occhio, meglio scegliere un letto singolo più profondo rispetto allo standard per non doverlo poi cambiare quando vostro figlio supererà in altezza anche il papà!
    •  

    • letto a una piazza e mezza: i vostri figli apprezzeranno sicuramente un letto più grande di un normale singolo. Complici le serie americane in cui le camere da letto dei ragazzi sono veri e propri monolocali attrezzati, i letti ad una piazza e mezza (larghezza 120 cm) sono comodi e segnano il definitivo distacco dal lettino singolo. Anche in questo caso sceglietelo con contenitore per recuperare spazio
    •  

    • divano letto singolo con seconda rete: un divano letto è la soluzione ideale per la camera dei ragazzi che durante il giorno potranno avere a disposizione un divano su cui leggere, guardare la tv o giocare con la loro consolle preferita. Inoltre, un divano fa sembrare la camera una vera e propria stanza da vivere con gli amici durante il giorno
    •  

Una camera con zona studio

A seconda della grandezza della camera la scrivania sarà più o meno piccola, a parete, ad angolo o a penisola, anche se ormai le soluzioni per aggirare la mancanza di spazio sono molteplici. Vediamo alcune scrivanie ideali per arredare le camere dei ragazzi, dalle più spaziose a quelle più piccole o in condivisione tra fratelli.

    • libreria con scrivania: la scelta perfetta per chi vuole creare in camera una vera e propria zona studio attrezzata. La libreria componibile permette di ideare composizioni flessibili, anche a ponte con scrivania parallela alla parete o a L. Una scrivania a penisola è la scelta giusta se la stanza è occupata da due o più fratelli che potranno disporsi uno di fronte all’altro e posizionare entrambi i loro pc sul piano scrittoio
    •  

    • scrivania sospesa a parete: una soluzione per camere di piccole dimensioni in cui sfruttare lo spazio in verticale senza ingombrare il pavimento diventa fondamentale (anche per facilitare le pulizie!)
    •  

    • scrittoio allungabile: ve l’avevo detto che ormai le soluzioni per le stanze più piccole spopolano! Uno scrittoio come Kosmos può essere allungato a seconda delle esigenze, per ospitare fino a 3 persone e permettere ai ragazzi di studiare insieme
    •  

L’armadio: capiente e multifunzionale

L’armadio per la camera dei ragazzi deve essere capiente e se le dimensioni della stanza lo richiedono, deve anche essere multifunzionale: armadi con libreria, vano tv o a ponte sotto cui mettere un divano o una scrivania, sono la soluzione perfetta per ottimizzare al massimo lo spazio occupato da questo importante arredo.

La camera da letto dei ragazzi si trasforma in un luogo sempre più personale, in cui è fondamentale per poter avere spazi da dedicare ai propri hobby, un angolo per studiare e un’area per chiacchierare con gli amici (sì, per un po’ non parleranno più in salotto sotto i vostri occhi e soprattutto vicino alle vostre orecchie!).

19 Gennaio 2016 / / BlogArredamento Aziende

Oggi vediamo insieme alcuni piccoli consigli e idee per scegliere e posizione la scrivania in cameretta e per realizzare la zona studio nella stanza di ragazzi. Non sottovalutate questa area della camera, infatti scrivanie attrezzate e ben organizzate si trasformano in vere e proprie work station in grado di stimolare la concentrazione e rendere le ore di compiti e studio più produttive.

Le misure del piano di lavoro

La profondità minima di una scrivania per i ragazzi su cui si prevede di posizionare un pc è di 60 cm.
Secondo la American Academy of Optometristry e la Legge 626/94 sulla Sicurezza del Lavoro, la distanza minima dello schermo dagli occhi deve essere di circa 50 centimetri (70 per schermi da 17 pollici), anche se la distanza ideale è quella che permette di toccare lo schermo solo allungando completamente le braccia di fronte a sé.

Il piano di lavoro deve essere abbastanza largo e profondo da consentire di appoggiare comodamente gli avambracci, formando quindi un angolo di 90° con le braccia: in questo modo le spalle non saranno in tensione. L’altezza del piano da terra deve aggirarsi tra i 70 e gli 80 cm.

Attrezzare la zona studio

Per avere tutto a portata di mano potete attrezzare l’area intorno alla scrivania: mensole o cubi contenitore sulla parete, un cestino per la carta, una bacheca su cui i ragazzi possono mettere foto o post it, una cassettiera. Ci sono scrivanie salvaspazio che integrano molti di questi accessori.

Scrivanie per studiare insieme

Se i ragazzi sono due, tre…o di più, la scrivania perfetta per studiare insieme deve permettere loro di lavorare l’uno di fronte all’altro. Se questo è il vostro caso scegliete una scrivania a penisola, così i ragazzi potranno disporsi sui tre lati. Per ospiti e amici potete prevedere sedie pieghevoli o pouf, che possono facilmente essere riposti quando non utilizzati.

Dove posizionare la scrivania in camera?

Potete posizionare la scrivania dove preferite e dove lo spazio a disposizione lo consente, l’importante è che la luce naturale non provenga da dietro le spalle: una finestra dietro la schiena impedirebbe di vedere bene lo schermo del pc e creerebbe fastidiosi riflessi sulle pagine dei libri.

L’ideale è posizionare la scrivania in modo da avere la finestra su un lato, ponendo comunque attenzione a schermare la luce diretta quando si sta studiando. Per far ciò basta chiudere le tende, meglio se di un colore chiaro e naturale per non oscurare troppo l’ambiente.
La luce proveniente dalla finestra inoltre non è l’ideale per scrivere a mano: meglio una fonte luminosa artificiale che provenga da sopra.

Come illuminare il piano della scrivania?

Gli studenti del liceo e dell’università lo sanno: lo studio serale spesso si protrae ben oltre la mezzanotte.
È necessario illuminare al meglio il piano della scrivania ed è importante ricordare che quando si lavora sul pc, l’illuminazione proveniente dallo schermo non è sufficiente e comporta uno sforzo di adattamento per gli occhi: deve essere integrata con una fonte esterna.

Tra le fonti luminose artificiali, è meglio privilegiare le lampade da terra che forniscono un’illuminazione diffusa e quindi più indiretta.
Anche le lampade da tavolo vanno bene, assicuratevi però che siano dotate di un paralume indicato per evitare che la luce colpisca direttamente gli occhi o lo schermo del computer. Esistono lampade da scrivania il cui design è stato studiato appositamente per illuminare correttamente l’area di lavoro senza disturbare la vista. Ideali sono le lampade con braccio regolabile, con lampadine alogene o a incandescenza con luce bianca neutra o bianca calda. Anche queste sono da posizionare lateralmente.

Ergonomia: la sedia giusta

L’ergonomia della postazione di studio è tanto importante quanto, purtroppo, ignorata. Bambini e ragazzi sono sempre più sedentari e rischiano di assumere, già in giovane età, atteggiamenti e posture che possono portare a scogliosi e dolori cervicali.

Prevenire è meglio che curare: scegliere una sedia ergonomica è il primo passo per usufruire intelligentemente della zona studio aiutando i vostri figli a migliorare il livello di concentrazione e muoversi, seppur da seduti. Aziende come Varier e Hag hanno fatto dell’active sitting (seduta attiva) una filosofia: le loro sedie inducono l’assunzione della postura corretta ma soprattutto sono progettate per stimolare il movimento e il cambio di posizione.

I bambini crescono ed una buona soluzione può essere quella di acquistare una sedia o uno sgabello ergonomico regolabili in altezza. Questo può esserer d’aiuto anche per garantire una più corretta fruizione del piano di lavoro e del pc il cui schermo non deve essere disposto troppo in alto o troppo in basso per non affaticare i muscoli del collo, delle spalle e della parte superiore della schiena.