30 Marzo 2016 / / Design

Nell’offerta di arredo, esistono soluzioni interessantissime per arredare la zona lavanderia: uno spazio che ritengo utilissimo!
Chi ha la fortuna di adibire un piccolo angolo o stanza a zona lavanderia, ha risolto gran parte dei suoi problemi in casa, perché la lavanderia si presta ad essere un luogo dove vale tutto: il disordine può regnare sovrano purché sia in ordine tutto il resto della casa! E‘ il luogo jolly insomma, dove puoi stendere, mettere il cesto della biancheria fino a ricavarti un posticino per il tuo hobby! È questo il caso di una cliente che, avendo una zona lavanderia spaziosa, mi ha chiesto anche di pensare a un angolino dove potesse lavorare indisturbata al suo hobby, cioè creazione di oggetti fatti a mano. Si tratta quindi di un mamma-crafter

Vediamo insieme le soluzioni proposte.

Arredare zona lavanderia

Gli elementi d‘arredo che non possono mancare in una zona lavanderia sono sicuramente:

  •  ampio lavatoio
  • lavatrice
  • asciugatrice

E‘ esteticamente bello prendere mobile lavabo coordinato con mobili in cui incassare lavatrice con sopra l’asciugatrice. Oltre che funzionale, perché si risparmia spazio nel mettere l’asciugatrice sopra la lavatrice!
Diversi produttori ormai propongono questo genere di soluzioni che a me piacciono molto e consiglio sempre perché danno senso di “tutto al loro posto”! 

La soluzione che ho proposto alla cliente infatti è stata proprio una di queste: qui sotto trovi la composizione RING di Gruppo Geromin che mi è piaciuta subito per la sua linearità.

Arredo zona lavanderia

Questa composizione invece è di un’altra azienda interessante che propone arredi anche per la zona lavanderia. Ha uno stile un po’ più industrial in questi colori e la lavatrice è nascosta nel mobile con le due ante. La stessa soluzione può essere scelta per l’asciugatrice. La composizione è della linea Acqua e Sapone della Birex.
Arredo zona lavanderia

Anche Arredaclick propone mobili lavanderia molto carini con ante pushpull dove nascondere lavatrice e asciugatrice. Utili soprattutto nel caso in cui dovessi inserire la lavatrice in bagno non avendo un locale lavanderia dedicato: si riesce a nasconderla e a creare una soluzione coordinata col mobile lavabo!
E’ il caso della serie Blizzard, abbinabile ai mobili della stessa serie, o della serie Atlantic
Arredare zona lavanderia

Serie Blizzard zona lavanderia – Arredaclick
Arredare zona lavanderia

Serie Atlantic zona lavanderia – ArredaClick
​Ma lo sai che EasyRelooking ha una partnership con Arredaclick? Progetta con me e potrai avere un consulente personale di ArredaClick che ti seguirà per i tuoi acquisti online, oltre ad inviarti foto dal vivo dei campioni di tessuti e colori! 
Nell’arredo della lavanderia, se c’è abbasta spazio, non può mancare un armadio porta scope con scarpiera e cesti porta biancheria! Se vuoi risparmiare qualcosina, il PAX dell’Ikea è una valida soluzione: componibile all’interno con diversi tipi di accessori. Consigliato! In particolare consiglio almeno due ante con:

  • anta libera con ripiano solo in alto per porta scope/secchi e altri accessori per la pulizia
  • anta con cestelli estribili porta biancheria e ripiani (per scarpe o asciugamani, a seconda delle necessità)
Arredare zona lavanderia

Armadio PAX – Ikea
Accompagna il Pax con un cesto portabiancheria: tra i più economici, consiglio quelli di Ikea e di H&M Home
Arredare zona lavanderia

Cesti biancheria Ikea e H&M

L’angolo dedicato alla mamma-crafter

​Come richiesta ulteriore, in questo caso ho dovuto pensare anche ad un angolo dedicato a una mamma crafter, cioè un angolo da creativi che al momento opportuno potesse essere sfruttato per dare sfogo alla creatività!
La soluzione è stata scovata su Arredaclick (mio fedele partner) e da Ikea:

  • il tavolo Spacebox appeso a parete di Calligaris con piano recrinabile, con inclusi piccoli vani a giorno dove sistemare tutto l’occorrente 
Arredare la zona lavanderia

Spacebox di Calligaris
  • lo scaffale Kallax di Ikea, con la possibilità di personalizzarlo con cassetti e ante. Perché lo spazio contenitivo serve sempre!
Arredare zona lavanderia

Scaffali Kallax – Ikea
Sempre per l’angolo craft, ma anche per il resto della lavanderia, è importante pensare all’illuminazione. 
Queste le proposte di EasyRelooking per l’illuminazione della zona lavanderia e della zona scrivania per la mamma-crafter.

L’illuminazione è sempre l’elemento che molti sottovalutano ma che è super importante, ricordatelo!

Arredare zona lavanderia

Cosa ne pensi dell’arredo di questa zona lavanderia? 
A me piacerebbe un sacco avere una stanza così attrezzata!! Cosa ne dici?
16 Marzo 2016 / / Lorenzo Magi

La lavanderia è lo spazio più funzionale della nostra abitazione, dove in pochissimo spazio è richiesta la presenza di tutto quello che serve per le pulizie di casa.

Molto spesso, però, è anche l’ambiente meno studiato, dove vengono lasciate molte cose senza un vero criterio logico, finendo per diventare la stanza più caotica.

Organizzare nel migliore dei modi questo spazio, soprattutto se abbiamo a disposizione soltanto pochissimi metri quadrati, diventa quindi fondamentale per riuscire a sfruttarlo nel migliore dei modi e avere una gestione del bucato ottimale.0LA LAVANDERIA MINIMALE

Abbiamo solo una piccolissima nicchia da organizzare? Niente paura, nella maggior parte dei casi basta davvero poco per costruire la nostra lavanderia!

L’elemento fondamentale da considerare è certamente la lavatrice, elettrodomestico essenziale, presente ormai in tutte le nostre case.

Altro elettrodomestico da tenere in considerazione è l’asciugatrice. Le case, soprattutto in città, sono sempre più piccole, con poco spazio per poter stendere il bucato: per questo considerare nel nostro  progetto un piccolo angolo per l’asciugatrice potrebbe essere un’ottima soluzione. In alternativa, per chi spazio proprio non ne ha, esistono lavatrici combinate con l’asciugatrice.

Un ulteriore elemento è il lavatoio, utile se vi è l’esigenza di lavare a mano alcuni indumenti: vi sono anche lavatoi di piccole dimensioni, che ben si adattano nella maggior parte delle situazioni, anche quelle più estreme.

finale 1

Saranno quindi sufficienti il modulo della lavatrice/lavasciuga da 60 cm e il modulo lavatoio, che è possibile trovare anche da 45 cm.

Con soli 20 cm in più è possibile adottare, in alternativa, un mobile a colonna (larghezza 80 cm) dove poter inserire sia la lavatrice che l’asciugatrice, oppure la lavatrice con dei ripiani utili per le varie ceste del bucato: un esempio è la colonna a due ante di Birex.

finale 2

CON UN PO’ PIU’ DI SPAZIO

Nella vostra lavanderia c’è ancora posto? Benissimo! Possiamo quindi aggiungere mobili e spazi utili a contenere le ceste dei vostri indumenti. Più mobili avremo, più sarà possibile organizzare tutto il necessario per il nostro bucato, evitando quindi di lasciare mezze cose a vista.

18

Attrezzare con logica la lavanderia è indubbiamente fondamentale per avere tutto a portata di mano e in ordine: questo ambiente troppo spesso sottovalutato, quindi, deve invece essere pensato e progettato con cura, per realizzare uno spazio (anche se piccolo) adatto alle vostre reali esigenze.

UN TOCCO DI FRESCHEZZA

Mi raccomando, ricordate di donare un tocco di colore alle pareti della vostra lavanderia!Per quanto possa essere minuta, merita di essere trattata e valorizzata come ogni altro ambiente della vostra casa, per aiutare anche voi ad essere felici e positivi mentre siete alle prese con panni sporchi e ferro da stiro.

Vi lascio con le immagini di alcune soluzioni per la vostra lavanderia. Sono sicuro che sapranno stimolare la vostra curiosità!

finale 3

4

finale 4

finale 5

Immagine di copertina:http: Birex

Fonti: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]

30 Novembre 2015 / / BlogArredamento Aziende

Cabina armadio e lavanderia, un’accoppiata insolita ma efficace. Parola di Sara e del suo ultimo progetto, preso come spunto per darvi alcune idee su come arredare la zona lavanderia di casa inserendo, al fianco di lavatrice, asciugatrice, stendibiancheria, asse e ferro da stiro, una cabina armadio componibile realizzata su misura.

La richiesta giunta al nostro Servizio Clienti non lasciava dubbi: la Cliente francese (si, avete letto bene! Vendiamo mobili online in tutto il mondo e spediamo anche in Francia) desiderava un progetto per una cabina armadio a vista con pannelli attrezzati unicamente con ripiani e barre appendiabiti. Allegata alla richiesta questa piantina della casa:

Piantina della casa con evidenziata la zona lavanderia.

Legenda: le frecce rosse indicano la zona lavanderia, la freccia azzurra la posizione di lavatrice e asciugatrice, la stellina verde la zona nella quale abbiamo previsto di inserire la cabina armadio.

Considerate le richieste, la disposizione dell’ambiente e la parete di 1,70 m, Sara ha individuato il prodotto ideale per la Cliente: Easy, una cabina armadio con pannelli sospesi. Easy è una cabina armadio componibile estremamente versatile. I pannelli sono disponibili di dimensione cm 86 e 66 con altezza cm 96 e sono abbinabili a piacere fino a realizzare la composizione desiderata. Sara ha sottoposto alla Cliente 3 possibili soluzioni ma tutti possono facilmente progettare una cabina armadio a pannelli utilizzando due facili ed intuitivi sistemi: un foglio da stampare e ritagliare con raffigurati i singoli pezzi e un file completo di grigia per disegnare a mano la propria composizione e aiutarsi nella corretta disposizione dei singoli moduli.

Progetto 1
Un pannello di cm 86 h.96 con tubo appendiabiti nella parte inferiore + due pannelli sovrapposti di cm 66 h.96 ciascuno con cassettiera nella parte inferiore.
Con questa soluzione si riesce ad ottenere uno spazio utile di circa 130 cm da dedicare all’appenderia.

Progetto 2
Una colonna da 86 cm composta da due pannelli h.96 sovrapposti con tubo appendiabiti nella parte inferiore + una colonna da 66 cm composta da due pannelli h.96 sovrapposti con cassettiera nella parte inferiore.
Con questa soluzione si riesce ad ottenere un cospicuo spazio contenitore nella parte superiore, ricavando allo stesso tempo una parte da destinare all’appenderia nella parte inferiore.

Progetto 3
Una colonna da 86 cm composta da due pannelli h.96 sovrapposti con tubo appendiabiti nella parte superiore + una colonna da 66 cm composta da due pannelli h.96 sovrapposti con cassettiera nella parte inferiore.
Con questa soluzione si riesce a destinare un comodo spazio all’appenderia e a ricavare numerosi spazi contenitivi, compresi di cassettiera.

In tutte le proposte è stata inserita una cassettiera a due cassetti di altezza cm 38,3 e una panca a terra di spessore cm 4, attrezzatura che completa alla perfezione questa cabina.
Tutte e tre le soluzioni, durante la fase di montaggio, richiedono uno spazio minimo di 4 cm in altezza nel caso in cui ci sia spazio lateralmente oppure almeno cm 6 nel caso di inserimento in nicchia.

Il progetto preferito dalla Cliente è il numero 1, con la richiesta di modifica di alcune dimensioni per poter occupare la parete nella sua interezza.
Le considerazioni di Sara sono state le seguenti: i pannelli sono disponibili unicamente in due dimensioni, cm 86 e 66, con altezza fissa cm 96; la parete misura m 1,70; è necessario uno spazio minimo utile durante le fasi di montaggio dei pannelli.
L’opzione di affiancare due pannelli di 86 cm è da scartare perché la composizione finale misurerebbe in totale cm 172. Per occupare l’intera parete è quindi necessario prevedere dei tagli su misura. Sara consiglia una riduzione in larghezza dei pannelli di sinistra poiché gli elementi da modificare sono di numero minore rispetto a quelli di destra e quindi il costo si presenta più contenuto.

Il progetto finale vede la cabina armadio così composta: parte sinistra formata da due pannelli di cm 78, il primo con ripiani, il secondo con tubo appendiabiti; la parte di destra formata da due pannelli di cm 89 h.96; una cassettiera nella parte inferiore destra; una panca a terra.

Non abbiamo tuttavia ancora affrontato un particolare aspetto: perché progettare una cabina armadio nella zona lavanderia
Perché lavare, piegare, stirare e mettere in ordine subito, nello stesso momento e nella stessa stanza è più comodo di dove frammentare e rimandare le azioni.
Perché avere l’intero guardaroba sempre a portata di mano e tutto sott’occhio aiuta ad organizzarsi e a prepararsi ogni volta che si deve uscire di casa.
Perchè avere una cabina armadio è il sogno di molti e se la lavanderia è l’unico ambiente della casa in cui è possibile inserirla non c’è nessun problema!

Per spunti arredativi su come realizzare la vostra cabina armadio a pannelli date un’occhiata a questa piccola gallery.

Cabina armadio Easy, realizzabile praticamente su misura, abbinando più moduli.
I moduli della cabina armadio Easy possono essere disposti e attrezzati come si preferisce.
I moduli della cabina armadio Easy possono essere modifiati con tagli su misura.

 

10 Ottobre 2015 / / Case e Interni

case e interni - lavanderia-arredo-beige-organizzazione

Il variare delle stagioni ci dà la scusa perfetta per rinnovare la nostra casa. Infatti, come cambiamo il nostro guardaroba, possiamo anche cambiare il nostro spazio abitativo! E così in autunno, con il freddo, il paesaggio che cambia colore e le ore di luce che si riducono… è tempo di pensare di più alla nostra casa.

A questo proposito, oggi vi diamo una piccola ispirazione per un locale spesso trascurato, ma molto utile per l’organizzazione domestica: la lavanderia.

Nella foto vi presentiamo uno spazio “compresso”, ma ben organizzato. Si tratta di un vano ricavato in una parte di cucina, largo appena 150 cm. Grazie ad un’attenta progettazione, anche questo luogo così ristretto è diventato uno spazio confortevole e ben organizzato per il lavaggio e la stiratura.

Si è sfruttato lo spazio sotto la finestra per sistemare il lavello, creando un grande piano d’appoggio, sistemando sotto le ceste dei panni sporchi e la lavatrice da incasso. La parete laterale è stata invece attrezzata con un armadio contenitore, con ante in vetro, che lascia anche un vano per l’asse da stiro.

Utili mensole nell’angolo, che altrimenti sarebbe poco sfruttato, permettono di avere a portata di mano spazzole e detersivi.

Nella parete di fronte alla finestra, una nicchia schermata con tende a pannello, nasconde un piccolo stendi-biancheria. Una barra posizionata sotto, permette di sistemare i capi appena stirati.

Nella trasformazione di questo locale, si è scelto di posare resina a pavimento ed usare lo smalto per il sotto finestra. I colori scelti sono tonalità naturali e rilassanti, come quelle dei beige e del legno chiaro.

[fonte El Meuble]

14 Settembre 2015 / / Decor

Questo week end ci siamo dedicati alla nostra lavanderia, uno spazio della casa ancora da terminare e che a poco a poco sta prendendo forma. Come per il resto della casa, abbiamo scelto di mantenere anche in questa stanza gli stessi materiali e colori. Per il pavimento un gres porcellanato effetto parquet rovere color biscotto, per le pareti le stesse piastrelle dei bagni (tutto di Imola Ceramica) e come colori il tanto amato bianco e grigio. Siamo sinceri, questo spazio non è mai stato così ordinato come in queste foto! Solitamente qui il caos regna sovrano! 😉 Comunque… cosa ne dite del nostro maxi wall sticker!?!? Noi lo adoriamo! Perfetto per sdrammatizzare i duri lavori da compire in questo tipo di ambiente! 
Questo adesivo murale lo potete trovare da  Evergreen Orange. Attaccarlo è stato davvero semplice. Basta seguire le dettagliate informazioni allegate all’adesivo… e il gioco è fatto!

Ecco il nostro vassoio con i prodotti di pulizia liberati dai loro orrendi packaging! 
Barattoli Ikea e Semeraro; Vassoio Ikea; Mollette in legno Esselunga;
Ceste bucato Ikea; Grucce in legno Semeraro
Questa è la situazione ad oggi: lungo la parete fronte “area stendibiancheria e stiraggio” abbiamo posizionato la lavatrice con accanto il lavello con la mitica asse in legno per lavare. A seguire “l’angolo bagno” con wc e doccia. I prossimi step prevedono delle mensole e una copertura per mascherare l’antiestetica parete con gli impianti di casa… stay tuned 😉
Buon inizio settimana a tutti!

Torniamo ad allietare la settimana di chi è alle prese con qualche dubbio d’arredo.
Oggi vi presento un progetto per arredare una lavanderia con un mobile della larghezza di 226 cm e la profondità di 62 cm, sfruttando una sola parete da cm 240 e una profondità massima di cm 65. Il locale lavanderia è un ambiente non più così diffuso nelle case nuove, ma chi ha la fortuna di averlo sa che è un ambiente molto utile e “scaccia disordine”. Infatti può ospitare lavatrice, asciugatrice, scarpiere, detersivi, mobiletti per le scope, portabiancheria sporca…fungendo anche da ripostiglio.
Ma vediamo la richiesta che ci è arrivata.

Ho una lavanderia stretta e lunga (sembra più un corridoio che una stanza vera e propria!) e vorrei trovare il mio mobile ideale.
La parete è di 240 cm in larghezza, mentre in profondità ho a disposizione 65 cm che vorrei sfruttare in pieno. Il mobile che vorrei progettare ha quindi una profondità ideale di almeno 60 cm.
Ho visto il modello “n34 Atlantic” e vorrei sapere se è creabile con una profondità maggiore, ad esempio 62 cm

Il mobile con porta lavatrice e lavatoio Atlantic N34 che ha colpito il nostro cliente lo vedete nella foto qui sotto:Mobile lavanderia cm 226 Atlantic N34

Cosa fare prima di progettare un mobile per la lavanderia

Siamo sempre pronti ad assistere chi ci chiede aiuto, ma troviamo sia giusto fornire tutte le indicazioni possibili a chi vuole cimentarsi nella progettazione autonoma di un mobile o di un ambiente. Molto spesso infatti il “lo voglio uguale alla foto” non può funzionare, soprattutto se si parla di arredi sistemici che richiedono impianti particolari o anche il semplice attacco alla corrente elettrica.
Progettare bene e a monte fa risparmiare tempo e soldi: come regola generale un progetto intelligente può evitare costosi tagli su misura e interventi di muratura, idraulici o elettrici.

Vediamo tutti gli step da seguire e uniamoli con le informazioni del progetto specifico che stiamo vedendo insieme:

1. larghezza, profondità e altezza a disposizione:
in questo caso abbiamo una parete da 240 cm, profondità cm 65;

2. se e dove sono posizionati gli scarichi, impianti, prese elettriche:
da quanto inviatoci dal cliente Sara nota fin da subito che lavatrice e lavabo condividono lo stesso scarico. Inoltre non c’è una presa della corrente a livello della lavatrice;

3. individuare eventuali impedimenti:
il cliente ha una stanza stretta e lunga, per cui il mobile deve per forza occupare una sola parete e non può svilupparsi ad angolo perché sulla parete adiacente è presente una rientranza con uno scaldabagno e una finestra;

4. disegnare una piantina:
usate gli strumenti che avete a disposizione, vanno benissimo anche foglio, matita e righello. L’importante è indicare precisamente le quote (distanza da terra e dalla parete adiacente) a cui si trovano impianti, prese, scarichi o possibili “impedimenti” (finestre, rientranze, vani, irregolarità…).

Dall’idea iniziale al progetto finale

Solo con i dati elencati sopra è possibile progettare una composizione di mobili ben strutturata, con vani contenitivi organizzati e alternati secondo una logica che risponda a funzionalità e armonia estetica.
Qui sotto vedete lo schema disegnato dal cliente.Misure della parete cm 240 su cui sarà posizionato il mobile lavanderia da cm 226Ecco invece il suo “mobile ideale”:

Progetto del mobile disegnato dal cliente.Progetto del mobile disegnato dal cliente.

Come ho già scritto prima, non tutto quello presentato in foto può essere realizzato tale e quale, lo stesso vale per un disegno. Quello che però ci impegniamo a fare è rispettare nel limite del possibile (anche se a volte cerchiamo di valicare il possibile!) l’idea iniziale di chi ci chiede aiuto.

Cosa abbiamo modificato e perché?

Viste tutte le misure e le quote degli scarichi e degli attacchi, Sara ha individuato una sola necessaria modifica rispetto al disegno del cliente:

scarico della lavatrice e del lavabo in comune = base portalavabo con ante

Lo scarico in comune ha reso necessario praticare un foro (scanso) sui fianchi del mobile portalavatrice e della base portalavabo, questo è indispensabile per il passaggio del tubo di scarico dalla lavatrice. I cestoni sono normalmente dotati di guide che avrebbero semplicemente intralciato il passaggio del tubo.
Lo scanso si trova all’interno del mobile ed è quindi invisibile. Richiede solo un piccolo supplemento.

Problemi risolti senza ricorrere a lavorazioni su misura

Uno degli impedimenti nella progettazione di questa lavanderia stretta e lunga erano le prese della corrente, situate in alto, sopra il top del mobile…dove attaccare la lavatrice?

Le soluzioni prospettate erano due:
– forare il top in mineralmarmo per consentire il passaggio del cavo
– spostare le prese di corrente / far installare una nuova presa della corrente dietro al mobile lavanderia
Il cliente ha preferito conservare intatta l’estetica minimalista del top facendosi spostare la presa della corrente più in basso.

Dettaglio del top in mineralmarmo lucido bianco con vasca integrata Wet.Dettaglio del top in mineralmarmo lucido bianco con vasca integrata Wet.

Dopo aver definito tutti i dettagli tecnici, aver scelto le finiture e le maniglie e aggiunti due accessori pensili e una mensola, il progetto viene disegnato per l’approvazione finale:
Schema definitivo mobile lavanderia cm 226

Spostata la mensola, aggiunto un portasalviette integrato al mobile pensile con anta unica…è finalmente giunto il momento di mostrarvi il risultato finale direttamente attraverso le foto inviate dal cliente.
Mobile lavanderia cm 226 Atlantic N34: foto di un clienteMobile lavanderia cm 226 Atlantic N34: foto di un clienteDettaglio top in mineralmarmo mobile lavanderia Atlantic N34: foto di un cliente

Insieme alle foto Sara ha ricevuto i complimenti del cliente…che fanno sempre bene :)
Buongiorno Sara. Come promesso le mando le foto del mobile. Purtroppo la lavanderia è lunga e stretta quindi la prospettiva ne risente…proprio bello! Peccato “nasconderlo” in un angolo della casa non accessibile a tutti!
Ancora grazie per l’ottima assistenza ed al prossimo acquisto! M.P.

Quasi dimenticavo: molti di voi si staranno ponendo delle domande sul montaggio, vero?
Don’t panic: i mobili vengono consegnati completi di istruzioni di montaggio, per tutto quello che non trovate nelle istruzioni abbiamo girato un video che potete vedere qui sotto:

Un altro tipico caso di “l’ho visto e lo voglio uguale (ma ci starà???)” brillantemente risolto dalla nostra Sara, proprio come il mobile bagno e lavanderia in meno 2 metri progettato qualche tempo fa.
Gli altri progetti di Sara li potete trovare qui.

Per qualsiasi informazione potete telefonarci allo 0362.682.682 o mandarci una email all’indirizzo servizioclienti@arredaclick.com

7 Febbraio 2015 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
Lavare e stirare in un ambiente piacevole e funzionale è il sogno di tutte le donne.

Birex, azienda fondata nel 1989, è una realtà specializzata nel settore dell’arredamento di bagni e locali di servizio ma con un occhio sempre attento al design più attuale.

Acqua e Sapone, design di Monica Graffeo, è la linea Birex dedicata all’arredo del locale lavanderia, con soluzioni davvero originali e di qualità per creare un ambiente pratico, funzionale ed esteticamente bello.
La collezione è composta da molteplici elementi componibili e versatili, realizzati in diverse misure e finiture, tutti da combinare con accessori di design e pensati per rispondere ad ogni esigenza di spazio. 

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Per maggiori informazioni su Acqua e Sapone e conoscere le altre proposte da Birex 
vi suggeriamo di visitare il sito www.birex.it

21 Novembre 2014 / / BlogArredamento Aziende

L’abbinamento bagno piccolo e lavatrice non è sempre facile da realizzare. Gli spazi sempre più ridotti delle case non aiutano certo ad inserire tutto il necessario in tutti gli ambienti. Quando si è costretti ad inserire la lavatrice in bagno si deve adottare un semplice accorgimento che aiuterà sicuramente a rendere l’ambiente funzionale, pratico ed esteticamente bello.
La soluzione è una sola: mobile bagno lavanderia. Le scelte invece sono due: bagno con lavatrice a vista o bagno con lavatrice nascosta.

Puntare sulla praticità.
Se si predilige la comodità e la funzionalità è necessario optare per un mobile bagno con lavatrice a vista. In questo caso infatti non ci sono ante e antine che intralciano l’apertura dell’oblo dell’elettrodomestico.
A seconda dello spazio si può completare la composizione con colonne lavanderia, basi contenitore o pensili in cui inserire detersivi, sapone e cesta del bucato.

Bagno con lavatrice Atlantic - 2Bagno con lavatrice Atlantic - 3Bagno con lavatrice Atlantic - 4
Bagno con lavatrice Atlantic - 5Bagno con lavatrice AtlanticBagno con lavatrice Atlantic - 1

Puntare sull’estetica
Se si predilige l’impatto visivo e si vuole arredare un ambiente armonioso e curato nei minimi dettagli è necessario optare per una lavanderia nascosta.
Ad un primo impatto il mobile sembra un comunissimo arredo bagno ma in realtà incassata tra basi e contenitori in appoggio a terra vi è la lavatrice. Ante battenti celano alla vista questo elettrodomestico e lo svelano solo all’occorrenza.

Bagno con lavanderia nascosta BlizzardMobile bagno lavanderia con lavatrice nascosta Blizzard.

Bagno con lavanderia nascosta AtlanticBase porta lavatrice Atlantic incassata e nascosta nell’arredo bagno.

Bagno con lavanderia AtlanticBase lavatrice Atlantic, lavatrice incassata con ante battenti che la nascondono.

Arredare un bagno piccolo con lavatrice è in realtà un gioco di incastri. I giocatori siete voi, le pedine sono i singoli elementi bagno, l’ostacolo è lo spazio a disposizione e la scorciatoia è l’estrema personalizzazione garantita dai mobili ArredaClick. L’ulteriore aiutino è dato dalle numerose finiture e colori a disposizione.
Con tutte queste possibilità, raggiungere l’obiettivo di arredare un bagno con lavanderia sarà facile e divertente.

Se oltre a questo elettrodomestico avete anche l’asciugatrice il gioco si complica leggermente ma la soluzione esiste ed è un mobile bagno che nasconde lavatrice ed asciugatrice.

14 Febbraio 2014 / / Decor

Le dimensioni sempre più piccole delle nostre case spesso ci costringono a rinunciare a qualche mobile d’arredamento che tanto ci farebbe comodo. Chi non vorrebbe una stanza dove poter lavare e stirare senza preoccuparsi dell’antiestetica montagna di vestiti che si accumula sulla sedia o sull’asse da stiro?! Purtroppo la lavanderia è uno dei primi spazi ad essere sacrificato ma a questo c’è un rimedio: mobili bagno lavanderia. Soluzioni pratiche che racchiudono nel mobile bagno questo importante elettrodomestico, al fianco di lavabo, specchio ed eventuali colonne e pensili. Aiutano a massimizzare gli spazi, offrendo in modo compatto e discreto tutto il necessario.
Ancora non siete convinti del risultato? Guardate queste immagini…

Lavatrice a vistaNatural K25-16

mobili-bagno-lavanderia-natural-k25

La composizione è formata da base porta lavabo sospesa, colonna e pensili con specchiera. A completare il tutto la lavatrice posizionata al di sotto del piano ed integrata perfettamente nella struttura. La scelta del colore bianco per l’intero mobile aiuta a mascherare visivamente l’elettrodomestico che frontalmente è lasciato completamente a vista. E’ una composizione compatta che occupa solamente una parete del bagno ed è pratica e funzionale grazie ai numerosi contenitori sempre utili per l’appoggio di prodotti per la cura del corpo e detersivi per il bucato.

Lavatrice nascostaDixi Aquna 168

mobili-bagno-lavanderia-dixi-aquna-168

Dov’è la lavatrice? C’è ma non si vede; solo gli ospiti più curiosi che decidono di aprire ante e cassetti si accorgeranno del trucco.
La composizione è formata da base lavabo a terra, colonna a tre cassetti, pensile, specchiera e mobile porta lavatrice con ante battenti. La presenza di questo elettrodomestico è minimizzata dal fatto che è perfettamente incastrata all’interno del mobile bagno ed è coperta visivamente dalle ante. E’ una soluzione pratica, funzionale ed elegante allo stesso tempo.

Utilizzare un unico ambiente come bagno e come locale lavanderia non è mai stato così semplice. Unico accorgimento: durante la progettazione e la scelta degli arredi bisogna valutare il volume e la profondità della composizione totale. Per estetica e praticità la lavatrice non dovrebbe sporgere dal mobile bagno.

mobili-bagno-lavanderia-tweed-tt18mobili-bagno-lavanderia-tweed-tt16mobili-bagno-lavanderia-oasis-ch29
mobili-bagno-lavanderia-oasis-ch28mobili-bagno-lavanderia-oasis-ch27mobili-bagno-lavanderia-natural-k25
mobili-bagno-lavanderia-flower-cn14mobili-bagno-lavanderia-flower-cn13mobili-bagno-lavanderia-estrella-el41
mobili-bagno-lavanderia-estrellamobili-bagno-lavanderia-cmpmobili-bagno-lavanderia


Quanti di voi hanno la lavanderia? Si sa, nelle case moderne è sempre più difficile avere lo spazio da adibire a locale “lavanderia-e-stiro” e proprio per questo motivo i mobili lavanderia sono spesso mobili bagno riadattati per svolgere più funzioni. Sono pensati per essere esteticamente presentabili proprio perché non più relegati a quella che fino a pochi anni fa era una stanza in cui probabilmente l’unica a metter piede era la donna di casa.
Questo non vuol dire che i classici mobili da lavanderia con lavatoio siano estinti, tutt’altro. Il lavatoio nonostante tutto continua a sopravvivere alla lavatrice.
Personalmente io lo uso per i bagnetti della mia amica a 4 zampe, ma sono sicura che ci siano donne là fuori che ancora si tirano su le maniche e si dedicano al lavaggio a mano. Avete tutta la mia ammirazione, soprattutto quando penso alle mie camicette in seta distrutte dalle fauci della lavatrice. Ma questa è un’altra storia.
I nuovi mobili lavanderia si fanno notare, vediamoli!

Mobili lavanderia con lavatoio
Per chi ha un locale lavanderia piccolo o non vuole la lavatrice incassata un’ottima soluzione è un mobile lavatoio come Oasis CH32: minimalista, con lavatoio incassato e un mobile contenitore ideale per contenere i detersivi.È completo di tutto quello che serve il mobile lavanderia con base portalavatrice Oasis CH29 dotato di mobile a due ante, pensili e specchiera. Comodo lo spazio vuoto al lato della base portalavatrice, qui utilizzato come storage per il bucato in attesa di lavaggio.Insomma i mobili lavanderia con lavatoio si sono adattati alle esigenze estetiche dei nostri tempi, in cui anche il locale lavanderia vuol farsi notare. Ecco che nascono mobili con lavatoio in elegante mineralmarmo come quelli della collezione Tweed, che a vederli sembrano proprio pensati per un arredo bagno moderno, giovane ed informale.

TweedTT17 Tweed TT18Tweed TT16

Molto particolare la finitura in cui i mobili lavanderia Tweed sono proposti, tra elementi colorati in netto contrasto tra loro, asimmetrie e ante con frontali che ricordano la texture di un tessuto tweed o jeans.
In una delle prossime puntate vedremo invece i mobili bagno-lavanderia: soluzioni d’arredo per bagni in cui, per ragioni di spazio, sia necessario inserire la lavatrice. Sapete che ho sempre un occhio di riguardo per le case piccole!
Intanto vi lascio con altre idee per arredare la lavanderia con altri modernissimi mobili con lavatoio.
mobili-lavanderia-lavatoio-estrella-el40
mobili-lavanderia-lavatoio-estrella-el41
mobili-lavanderia-lavatoio-estrella-el42
mobili-lavanderia-lavatoio-flower-cl14
mobili-lavanderia-lavatoio-flower-cn13
mobili-lavanderia-oasis-ch28