Come avere una cucina con stile

Pubblicato da admin in Decor, Design Ur Life

La cucina è il cuore della casa, il luogo in cui si creano i pasti per la propria famiglia ed è la stanza in cui si passa tanto tempo.

La cura di stile e i dettagli di design in cucina è molto importante. Infatti, basta qualche accorgimento per rendere questa stanza più piacevole e con stile.

Mobili a vista

Gli ultimi trend di home decor e cucina vogliono tutto in bella mostra. Utensili, stoviglie, ma anche piccoli elettrodomestici non vanno più nascosti, ma esposti e pronti per essere usati. Innanzitutto, è meglio partire dallo stile già presente in casa. La scelta delle mensole lineari e molto semplici sono perfette in una cucina contemporanea. Per le cucine molto anguste, si potrebbe usare la barra porta utensili per un effetto visivo più leggero.

cucina con stile

cucina con stile

Un tocco di colore in cucina con stile

Nuance allegre o pastello che vivacizzano la cucina e danno un tocco di personalità. I colori sono magici e hanno un potere forte nell’arredare un interno. Gli accessori colorati in cucina oltre ad avere una loro funzione sono anche belli da vedere. Ad esempio, tendiamo sempre a nascondere la pattumiera negli armadi oppure fuori dalla vista. Invece, se va scelta con cura può trasformarsi in un oggetto di design e rendere più bella la nostra cucina con stile.

botouchbin-08_lowrescucina con stile485220-FlatBack+40L-Passion-Red-Mood-01Mood_Shot_Bo_Touch_Bin_NR-10955_lowres

Organizzare la cucina

Una cucina con stile deve essere ordinataorganizzata e funzionale. Tutto quello che usi ogni giorno più volte va in vani che puoi aprire senza sforzo. Invece, tutte le cose che utilizzi di meno possono stare nei ripiani più alti nei contenitori di legno o plastica. Puoi trasferire la pasta e il riso in barattoli trasparenti, cosi hai tutto sott’occhio e tieni lontane le farfalline.

cucina con stile

Se ti è piaciuto questo articolo condividi sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto. Puoi scriverti al mio blog per non perderti i miei post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

Credits: brabantia.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’articolo Come avere una cucina con stile proviene da Design ur life blog.

Tags: ,

 
 

Cucina nera: come e perché

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Colori

Questo post è ispirato alle chiacchiere con un’amica che intende ristrutturare il suo appartamento. A lei piacciono molto le cucine nere e io condivido questa sua idea. Finora abbiamo visto un sacco di cucine bianche e luminose in giro, ma per quanto riguarda il lato oscuro? amo una cucina buia e di carattere, nonostante pensi di non essere ancora capace di optare per uno spazio totalmente nero. Però guarda, quanto sono sofisticate e belle queste cucine?! Al momento tutto ciò che potrei fare è ammirarle o prendere un barattolo di vernice per colorare una parete o forse potrei creare tocchi neri con delle bellezze come quelle delle piastrelle Clé . Oppure potrei provare volentieri con delle stoviglie nere {sono fantastiche, ci penso da tempo e in effetti avevo scritto un post}, degli elettrodomestici da cucina o il frigorifero di Smeg!

Ci sono molti modi per affrontare una cucina nera {ultima tendenza}.

Ecco i miei consigli:

1. Se hai una cucina a vista sul soggiorno, come nel caso della mia amica, e vuoi creare un ambiente unico in cui la funzione cucina non sia separata dal resto, i mobili di colore scuro sono una scelta perfetta ed elegante. La cucina tende a mimetizzarsi con la parte attrezzata.

2. La cucina nera si abbina perfettamente a pavimenti speciali, come quelli in cementine antiche che di solito hanno colori scuri {bordeaux, a scacchi neri e bianchi}.

3. Il colore nero dà un tocco raffinato a un ambiente rustico.

4. Se ami lo stile nordico, il nero – abbinato al bianco e al legno chiaro – è immancabile.

5. Se hai una casa con cucina a semi-vista, per esempio divisa dal soggiorno da una parete vetrata, la cucina nera è elegante e crea giochi di visuale interessanti.

6. Una cucina nera con elementi in legno nocciola è l’ultima tendenza del design: è una soluzione che adoro perché il color nocciola riscalda molto il nero creando un ambiente accogliente e confortevole.

7. Se non te la senti di optare per un total black giocatela con gli utensili da cucina, gli elettrodomestici, le cementine come accennavo all’inizio del post.

Di seguito potrai trovare una carrellata di immagini da cui farti ispirare.

1. NERO CON TOCCHI INDUSTRIALI O RUSTICI

2. NERO RUSTICO

3. NERO SU BIANCO

4. NERO, BIANCO E LEGNO

5. NERO E VETRO

6. TOCCHI DI NERO

Tutte le immagini sono salvate nella mia bacheca “Cucine nere” di Pinterest: ne troverai altre ancora e potrai anche risalire alla fonte da cui sono state copiate.

Non posso terminare il post senza la domanda fatale: sei pronto per la cucina nera?

The post Cucina nera: come e perché appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 

Cucina ecologica con stile. Soluzioni di design sostenibile

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

Protagonista più che mai, in casa la cucina è anche l’epicentro di uno stile di vita più salutare e sostenibile.

Arredare la cucina in maniera ecologica è possibile, oggi più che mai, e per farlo è importante valutare alcuni aspetti fondamentali.

La cucina ecologica, per essere definita tale, deve infatti rispettare alcuni criteri: consumo minimo di materie prime e di energia impiegate per la produzione, riciclabilità dei materiali, impiego di legni provenienti da foreste certificate, utilizzo di vernici naturali e prive di elementi tossici, minima emissione di formaldeide, elettrodomestici a basso consumo energetico quindi in classe A o superiori.

Se il tuo desiderio è una cucina ecologica, ecco alcune soluzioni che coniugano design, estetica e sostenibilità

Cucine moderne rispettose dell’ambiente

Sin dalla fase di sviluppo, i produttori prestano attenzione al risparmio di materiale, alla riduzione della spesa energetica nei processi di fabbricazione e allo smaltimento ecologico dei prodotti. L’utilizzo di elementi di minor spessore conferisce ai nuovi modelli di cucine eleganza e leggerezza, riducendo al contempo la quantità di materiale.

Bulthaup, nota a livello internazionale per le sue cucine all’avanguardia e fortemente innovative, è cosapevole della responsabilità verso la società e l’ambiente. Nell’ideare, progettare e costruire ciascun elemento delle proprie cucine, l’azienda presta la massima attenzione agli standard aziendali ed ai requisiti di qualità. Le cucine Bulthaup sono  realizzate in legno massello e laminati originari dell’Europa e Nord America, non ritenuti dannosi a livello ecologico, mentre per le finiture impiega esclusivamente vernici ecologiche a base d’acqua.

cucina Bulthaup b1

Ikea, ad esempio, ha inserito nel proprio assortimento KUNGSBACKA, l’anta progettata pensando all’ambiente. Il pannello in legno riciclato è rivestito con una lamina in plastica riciclata da bottiglie in PET. Molto resistente e facile da pulire, questa finitura ha una garanzia di 25 anni. I designer John Löfgren e Jonas Pettersson l’hanno progettata con un bordo smussato a 45° che permette di creare combinazioni pulite e lineari, da completare con luci e accessori interni.

cucina IKEA METOD con ante KUNGSBACKA

Anche Scavolini da sempre ritiene prioritaria la salvaguardia dell’ambiente. Per le strutture delle proprie cucine  utilizza il Pannello Ecologico F****, realizzato con materia prima post consumo e con le più basse emissioni di formaldeide  certificate attraverso il Cosmob Qualitas Praemium: Indoor Hi-Quality, certificazione che attesta le basse emissioni di VOC (tra cui la formaldeide) attraverso controlli periodici e continuativi sia sul prodotto che sul processo produttivo.

Scavolini Diesel Open Workshop

Rubinetti innovativi che permettono di risparmiare

Pensa per un attimo a quante volte al giorno hai bisogno dell’acqua bollente, e quanto tempo sprechi ad aspettare che l’acqua vada in ebollizione. Per risparmiare tempo ed energia, Grohe propone modelli innovativi in grado di erogare acqua calda istantaneaGrohe Red, o acqua filtrata e, a scelta, gassataGrohe Blue. Le ripercussioni ecologiche di questi rubinetti sono evidenti: nel primo caso si risparmia l’energia consumata per riscaldare l’acqua sul fornello o con il microonde; nel secondo si compensalo le emissioni di CO2 derivate dalla produzione di acqua minerale.

rubinetto Grohe Red – Grohe Blue

Piani di lavoro naturali

Le superfici dei piani di lavoro devono essere resistenti agli urti e ai graffi, impermeabili e dalle ottime proprietà igieniche.  Cosentino propone Silestone, un materiale composto per il 94% da quarzo naturale che include nella sua composizione un sistema di protezione batteriostatica grazie al rilascio controllato di ioni d’argento che impedisce la diffusione di batteri. Questa caratteristica garantisce al consumatore un alto grado di sicurezza nella preparazione degli alimenti sulla superficie del materiale.

piano lavoro Silestone di Cosentino

Cucinare senza odori risparmiando energia

L’aspiratore per piano cottura BORA originale è più efficace delle tradizionali cappe aspiranti. Perché? Con BORA i vapori di cottura e gli odori non salgono in alto, ma vengono aspirati nel punto in cui si formano. Dietro si nasconde la fisica applicata secondo i principi base della fluidodinamica: la corrente trasversale è maggiore della velocità di ascensione del vapore di cottura che si forma nelle pentole e nelle padelle. Vapore e odori salgono al massimo a 1 m/s verso l’alto. L’aspiratore per piano cottura BORA aspira tuttavia direttamente verso il basso con una potenza di circa 4 m/s. In questo modo il vapore viene totalmente aspirato, le particelle di grasso e gli odori non possono disperdersi nell’ambiente, né depositarsi sulle superfici dei mobili o penetrare nei tessuti. Le particelle di grasso rilasciate mentre si cucina non si disperdono nel locale, ma vengono imprigionate nel filtro per i grassi in acciaio inossidabile.

aspiratore per piano cottura originali BORA

Gli aspiratori per piano cottura originali BORA, diversamente dalle tradizionali cappe aspiranti, vantano notevoli vantaggi: consumano decisamente meno energia e aspirano meno aria ambiente, riscaldata con grande dispendio di costi, infatti si lavora con la velocità del flusso e non con il volume di aria. Funzionano in modo più efficace, in quanto il vapore che si trova direttamente sopra il piano cottura non può diffondersi nell’aria liberamente come avviene in una cappa. Il motore efficiente e potente risparmia corrente e funziona in modo decisamente più silenzioso.

Forno autopulente dai consumi ridotti

I forni pirolitici hanno rappresentato un grande progresso nell’ambito della cucina. L’unico inconveniente è che utilizzano alte temperature, fino a 500°C,  per scomporre la materia organica e trasformarla in cenere, consumando molta energia. Per ovviare a ciò, Gaggenau ha progettato un sistema completamente automatico con connessione diretta al carico e scarico d’acqua, che pulisce l’interno del forno con acqua e una cartuccia di detergente con una temperatura decisamente inferiore.

forno pirolitico Gaggenau

 

L’articolo Cucina ecologica con stile. Soluzioni di design sostenibile proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

STYLISH KITCHENS – ANCORA BELLE CUCINE!

Pubblicato da blog ospite in Creative & Ordinette, Design, Idee
Il fine settimana è praticamente dietro la porta e non vedo l’ora di passare un po’ di tempo di qualità in famiglia. Beh, a dirla tutta, non sarà il classico weekend di riposo e di relax assoluto, come non lo è per la maggioranza di noi mamme lavoratrici che nel fine settimana, se riescono, cercano di eliminare la maggior parte degli impegni segnati nelle infinite to-do lists che popolano le loro borse. Comunque, sarà anche il tempo di mettere insieme qualche pranzetto degno di questo nome. Tante sono le idee e poco il tempo durante la settimana per realizzare tutto quello che abbiamo in testa. Ma per dedicarsi all’arte culinaria, un piacevole ambiente e una bella / organizzata cucina è la condizione primaria per lasciarci andare a creazioni culinarie di livello. Insomma, un ambiente pieno di luce o di fascino, come nel caso delle cucine dalle pareti verde scuro, aiuta sicuramente la fantasia. Io personalmente, non saprei quale scegliere. Amo le cucine bianche piene di luce e quelle col tocco rustico della parete in mattoncini, ma amo anche quelle glam dai tocchi scuri e dai lampadari scenografici. Insomma, spero che questa carrellata di belle cucine vi sia di ispirazione per il vostro week-end. Alla prossima!

The weekend is almost here and I can’t wait for some relaxed family time. Saturday is always a very busy day. I have a full to do list that I can’t wait to throw away.Anyway, tomorrow I hope I will feel a little bit more relieved. Speaking about weekends, it is not only time for getting some well deserved rest, but it is alwo the perfect time to spend some value time in our kitchens. I never have time to properly think about our weekly menus and have soooo many ideas about what to cook and how to prepare good dishes. Of course, if you want to cook, you need a beautiful kitchen or at least a well organized one. Here is a selection of my ideal kitchen. From the brick wall kitchen with that very rustic and chic flair that is sooo inviting to the minimalist one, total white loook to the dark green and glamour pending lamps. I can’t say which one do I love best. The dark one is so elegant and chic, the bright ones are just so happiness infusing….. Hope you love them! Can’t wait to hear from you and the yummy dishes these kitchens have inspired you. Have a great weekend!

Tags:

 
 

Cucina in legno, perché piace sempre di più

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

cucina moderna legno naturale di Stosa

Cucina in legno, un classico? Si. Senza tempo. Ed è proprio per questa sua peculiarità che in un’epoca dove tutto ha vita breve e dove le cose vengono create per essere utilizzate e gettate nel breve termine, tutto ciò che racchiude in sé le caratteristiche di durevolezza e atemporalità conquista sempre più consensi.

Una cucina di legno è per sempre. Il suo carattere atemporale la rende irresistibile. Non ci si stanca perché è facile darle un nuovo look adattandola alle tendenze del momento. Sembra un paradosso però è proprio così: a differenza dei più moderni laccati e delle cucine colorate, che vincolano molto di più possibili cambiamenti, il legno permette di essere sempre al passo con la moda, adattandosi con piccoli dettagli di stile. Un esempio? Gli elettrodomestici colorati, come il frigorifero Smeg. Una nota di colore che darà un volto nuovo alla nostra cucina in legno.

cucina legno scuro con figorifero smeg colorato

cucina in legno di Febal

Per chi invece preferisce il ton sur ton, il legno e i marroni possono anche combinarsi insieme. Molto diffuso nell’ultimo periodo è il pavimento in parquet che si interrompe nella zona lavoro per lasciare spazio alle piastrelle, più funzionali e meno delicate. La cucina in legno si abbina perfettamente anche al pavimento bianco, creando un piacevole contrasto di tonalità.

cucina moderna di Stosa

cucina moderna in legno naturale di Stosa

cucina Boffi

isola cucina moderna di Boffi

Il legno si combina con stile non solo con tutti i colori, ma anche con tutti i materiali. I tessuti dei complementi d’arredo, l’acciaio del piano cottura, la ceramica delle piastrelle e la pietra del top cucina sono in completa armonia proprio grazie alla presenza importante del legno che funge da connettore.

cucina BRASS di Miniforms

cucina legno e ottone modello BRASS di Miniforms

Chi l’ha detto che legno significa antiquato? In passato si è pensato erroneamente che una cucina in legno sia una cucina antiquata e che sia molto più interessante sperimentare materiali nuovi, dimenticando il grado di personalizzazione offerto dal legno e la sua capacità di adattarsi alle linee più moderne. Proprio grazie alla sua capacità di fondersi con ogni materiale, il legno può essere accompagnato da piani cucina realizzati con materiali di ultima generazione o pareti in microcemento.

cucina moderna Cloe di Cesar

cucina legno e finitura cemento Cloe di Cesar

piano cucina in acciaio

cucina in legno con piano di lavoro acciaio. Miniforms

Non dimentichiamoci infine dello scopo fondamentale dell’arredamento: l’importanza di stare bene in un ambiente. E se si parla di calore e senso di casa, il legno non ha rivali, soprattutto in cucina, luogo di aggregazione per antonomasia all’interno dell’ambiente domestico. La cucina deve essere accogliente e esprimere calore. E cosa c’è di più caldo del legno?

cucina Artematica di Valcucine

cucina Artematica di valcucine

Un consiglio: quando si sceglie una cucina in legno è importante prestare attenzione alla provenienza della materia prima. Il legname deve sempre essere certificato e proveniente da zone controllate e non soggette a disboscamento.

L’articolo Cucina in legno, perché piace sempre di più proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Tendenze per l’arredo cucina 2019

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

cucina freestanding colorata

Le tendenze per l’arredo cucina 2019 si riflettono nei nuovi prodotti built-in e freestanding Bertazzoni, ideali per gli appassionati di design e della cucina di alto livello

Gli elettrodomestici Bertazzoni, da più di 135 anni sinonimo di Made in Italy di qualità, ridefiniscono in chiave contemporanea il design dell’ambiente della convivialità quotidiana per eccellenza: la cucina. Ogni Serie Bertazzoni è progettata per interpretare uno stile preciso caratterizzato da elementi unici e distintivi. I nuovi prodotti built-in presentati a Eurocucina 2018 e le iconiche cucine freestandig colorate declinano nelle diverse serie del brand le tendenze per l’arredo cucina del prossimo anno. Valentina Bertazzoni, Direttore Stile e Comunicazione dell’azienda, ha identificato i trend da non perdere per il design 2019.

FINITURE SPECIALI MADE IN ITALY

Bertazzoni coniuga le più alte competenze ingegneristiche con l’amore per il design italiano. Questa filosofia ha dato vita a quattro nuove finiture speciali ispirate all’eccellenza dell’artigianato italiano, portando a nuovi livelli la sintesi tra forma e funzionalità, tecnologia e stile inimitabile. Designer e progettisti si sono ispirati alle impeccabili verniciature delle auto supersportive di lusso italiane, alla lavorazione dei metalli e alle finiture a polvere create dagli artigiani italiani, oltre che ai tradizionali smalti originali delle cucine Bertazzoni della metà del Novecento. Ogni finitura si abbina a serie diverse e completa un’estetica raffinata e immediatamente riconoscibile. Qualunque sia la serie o la finitura scelta, i prodotti Bertazzoni regalano un tocco unico al design e allo stile della cucina all’insegna dei trend di design del prossimo anno. 

UN AMBIENTE CUCINA UNICO, ALL’INSEGNA DEL COLORE

Il Giallo, l’Arancio e il Rosso delle iconiche cucine freestanding Bertazzoni interpretano il trend del colore 2019. Le tonalità pastello lasciano il passo a colori più accesi e brillanti. “Il nostro Centro Stile svolge una ricerca continua sulle tendenze del design italiano ed internazionale, cercando di interpretarle e declinarle secondo le linee guida che caratterizzano lo stile unico Bertazzoni. Ne è un esempio la palette di colori automotive Bertazzoni, la cui ispirazione nasce dal territorio dell’Emilia e dai colori brillanti delle auto sportive di lusso che qui vengono prodotte” afferma Valentina Bertazzoni. “I clienti Bertazzoni che acquistano un elettrodomestico colorato lo fanno per esprimere la propria personalità, per creare un ambiente unico”.

cucina freestanding Bertazzoni Serie Professional

cucina freestanding Bertazzoni Serie Professional

DESIGN MULTIFUNZIONE

I mobili e gli elettrodomestici multifunzione rappresentano una soluzione vincente per arredare con stile ogni singolo spazio della propria casa. I piani cottura a induzione Bertazzoni si distinguono per l’elegante grafica minimalista e per la semplicità di utilizzo. I comandi touch permettono intuitivamente di azionare fino a nove livelli di cottura oltre alla funzione Booster per cuocere a piena potenza. Le quattro zone di cottura garantiscono ampio spazio e facilità di movimento delle pentole sul piano a induzione grazie anche alla tecnologia Flexi. Il sistema di aspirazione integrata aggiunge un ulteriore livello di funzionalità ed è disponibile in due opzioni: con la griglia di aspirazione posizionata al centro del piano cottura oppure con una sottile cappa con apertura automatica sulla parte superiore del piano. Ideale per installazioni ad isola, tutti i filtri e i motori di questi innovativi piani cottura Bertazzoni sono perfettamente integrati in modo che l’aspetto sia quello di un normale piano cottura a induzione. La cucina assume così un design funzionale, elegante e moderno.

elettrodomestici serie Modern Bertazzoni

piano cottura, cappa e forno Serie Modern Bertazzoni

IL RITORNO DEL VETRO NELL’ARREDAMENTO MINIMAL

Bello ed essenziale: anche l’arredo 2019 si declina nel minimalismo di design. In questo contesto, il trend più rilevante è l’utilizzo del vetro. Le nuove serie Modern e Professional Bertazzoni presentate a Eurocucina 2018 esprimono alla perfezione questa tendenza nello stile dell’azienda. I piani cottura a induzione, così come i gas on glass, realizzati in vetro nero temperato termo-resistente si abbinano perfettamente alle maniglie con finitura in cristallo nero dei nuovi forni Bertazzoni della Serie Modern. Della stessa finitura sono anche le eleganti e innovative cappe a parete Bertazzoni con comandi touch, che permettono di completare l’ambiente cucina all’insegna di questa nuova tendenza.

L’articolo Tendenze per l’arredo cucina 2019 proviene da Dettagli Home Decor.

Tags: ,

 
 

La pattumiera, un vero e proprio complemento d’arredo

Pubblicato da blog ospite in Design, Non Ditelo all'Architetto


pattumiera  pattumiera pattumiera pattumiera pattumiera

CONSIGLI D’ARREDAMENTO

Avreste mai detto che anche una pattumiera può essere di design? Ebbene sì, è proprio così!

Personalmente è già da diverso tempo che presto particolare attenzione a questo tipo di elemento, all’interno degli arredamenti da me progettati.

Credo fermamente che anche un oggetto così semplice e di uso comune, che per tanto tempo siamo stati portati a nascondere, possa invece essere eletto a complemento d’arredo e contribuire all’estetica dell’arredamento.

Ogni ambiente, ogni spazio, ogni stanza, merita di essere allestito con cura ma anche in modo funzionale, spesso un cestino della carta o una pattumiera possono essere davvero utili anche in ambienti diversi dalla cucina.

In bagno per me è ormai assolutamente imprescindibile la presenza di un piccolo cestino, posizionato sotto al lavandino o in prossimità.

In camera da letto, soprattutto se si ha una toletta per il trucco, può essere comodo un secchietto grazioso e poco invasivo.

Nella camera dei bambini, da piccolissimi a più grandi, è sempre utile un cestino per tenere in ordine ed insegnargli sin da piccoli, ad esempio, la raccolta differenziata.

Anche per il terrazzo possiamo scegliere una bella pattumiera di design, colorata o dalla forma particolare, per arredare lo spazio che accoglierà i nostri momenti di svago, cene, aperitivi, merende e pomeriggi in allegria.

In un salotto con cucina vista è assolutamente necessario organizzare un’area dedicata alla raccolta della spazzatura, che sia anche esteticamente gradevole e si inserisca armoniosamente nel resto del contesto.

In ufficio non rinunciamo ad un cestino funzionale ed elegante, per arredare con cura e amore anche il nostro luogo di lavoro, in cui trascorriamo tanto tempo e che merita la stessa attenzione, nella scelta dei complementi, di una casa.

pattumierapattumiera  pattumiera 

pattumierapattumierapattumierapattumiera

pattumierapattumiera

In tutte queste occasioni bisogna prestare particolare attenzione alla scelta della Pattumiera:

colorata – perfetta per essere coordinata agli altri complementi d’arredo della stanza, per un effetto moderno, allegro, variopinto e curato in ogni dettaglio.

Dalla casa contemporanea, a quella dallo stile POP, fino alle classiche case senza una gran personalità, a cui vogliamo dare un po’ di carattere con pochi tocchi, la pattumiera colorata potrà di certo essere un’ottima soluzione.

Industrial o high tech – Se amate il look dal sapore industriale, caratterizzato dall’uso di cuoio, metalli, cemento e colori neutri, e/o la tecnologia, potete optare per una pattumiera nera o cromata. Sarete sicuri di non sbagliare e di mantenere intatto il vostro stile.

Di design gli amanti del design non devono rinunciare alla loro passione nemmeno in quest’occasione, esistono pattumiere dalle linee eleganti e fashion, progettate e disegnate proprio come se fossero un pezzo d’arredamento.

pattumierapattumiera  pattumiera pattumiera

pattumiera pattumiera

pattumierapattumiera pattumiera

CARATTERISTICHE TECNICHE E DIMENSIONI

Ci sono aziende specializzate come Barbantia che hanno nel loro catalogo un’ampia selezione di pattumiere e gettacarte, bellissimi e performanti, per tutti i gusti e le necessità.

Per trovare quello che fa per voi vi do qualche altra informazione utile: le pattumiere possono avere diversi tipi di apertura, a pedale, Chiusura soft-touch o Touch Bin, comoda da aprire e chiudere con un semplice tocco della mano, esiste poi il semplice cestino gettacarte senza coperchio o la pattumiera con il classico coperchio da sollevare.

Le dimensioni sono le più svariate, da scegliere in base alle vostre esigenze: di dimensione extralarge da mettere in cucina o terrazzo (30 lt), dimensioni medie ma capienti, per chi non ha troppo spazio (15,20, 10 lt), o piccine (3, 5 lt), adatte ad ogni stanza, dal bagno alla toletta, all’ufficio alla cameretta dei bimbi. Anche le pattumiere possono avere un design salvaspazio o forme stravaganti e accattivanti e, inoltre, possono essere molto funzionali, oltreché belle e possedere un doppio o triplo scomparto per la raccolta differenziata.

Le più comode sono quelle con chiusa silenziosa soft close, in cui lo sportello non sbatte mai, la Chiusura anti-odore o la base antiscivolo che protegge il pavimento e mantiene ferma la pattumiera.

pattumiera pattumiera pattumiera pattumiera pattumiera  pattumiera pattumiera pattumiera

Non credevate che anche una pattumiera potesse avere anche tutte queste interessanti specifiche? Invece è proprio così, perché si tratta di un complemento d’arredo come tutti gli altri da scegliere e selezionare accuratamente.

 

L’articolo La pattumiera, un vero e proprio complemento d’arredo proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Essenziali con stile: 12 Cucine minimal con un tocco classico

Pubblicato da blog ospite in Design, HomeRefreshing, Stili

Bianca o colorata, con il piano in mineralmarmo o in laminato, con maniglia o con anta a gola, con il frigorifero free standing o a incasso, in linea o ad angolo? Quando bisogna scegliere la cucina, le domande che ci si trova ad affrontare sembrano essere infinite. In più, ben prima di arrivare a queste domande, la questione più importante è decidere che stile vogliamo dare a quello che sarà l’ambiente più vissuto della nostra casa.

Classica o moderna? Fino a non molto tempo fa questa decisione sembrava essere salomonica: o tradizionale o minimalista e, inevitabilmente, una volta deciso da che parte stare, la cucina sarebbe stata o come quella della bisnonna, oppure accogliente come un  laboratorio di microbiologia. Ho visto davvero scegliere cucine rustiche, in pieno stile casa nella prateria, con la motivazione che “deve dare il senso di famiglia”oppure con la scusa che è più semplice da gestire, perché una cucina moderna ha bisogno di essere mantenuta sempre in un ordine monacale, non si può lasciare nulla in giro, nemmeno un barattolo di zucchero o un cucchiaio di legno a vista.

Riflettendo su questa spinosa questione ho iniziato a cercare immagini che mettessero d’accordo le due fazioni . Quindi ecco a voi delle cucine minimal con un leggero tocco classico. Essenziali, raffinate, nei colori più di tendenza e con attualissimi dettagli decor ma con piccoli e sofisticati richiami al passato: l’anta specchiata, il piano in marmo, il legno scuro, i pomoli o le maniglie in ottone . Cucine in cui sentire tutto il calore di casa senza per forza riprodurre lo stile di una fattoria del Minnesota.

 

 

 
Questi sono gli esempi di cucine che proporrei a chi mi chiedesse di progettare una cucina classica, che sa di famiglia: lineari, di un caldo e raffinato minimal, con piccoli dettagli che richiamano la tradizione. 
Enjoy Your Home!
Credits

1.  2.  3.  4.  5.  6.  7.  8.  9. 10.  11.  12. 
Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ proprio qui sotto. Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche un lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!

Tags:

 
 

Quando anche la pattumiera è di design

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Per noi italiani è difficile pensare che nelle nostre case la pattumiera possa essere a vista, magari in cucina. Ed è anche raro che la inseriamo tra la lista di arredi indispensabili in bagno. Io, ad esempio nella casa nuova, ho optato per creare la zona pattumiera sul balcone, attrezzando un angolo per la raccolta differenziata.

Quando però la pattumiera diventa un pezzo di design dalle linee eleganti, con i colori più svariati, ecco che anche noi italiani possiamo cambiare idea!

In particolare ho scoperto il marchio Brabantia, che mi ha colpito, oltre che per i prodotti, anche per la loro campagna sulla sostenibilità ambientale.

Tra le varie collaborazioni, è attiva quella che sostiene il progettoThe Ocean Cleanup. Per ogni pattumiera a pedale newIcon e Bo che vendono, fanno una donazione a The Ocean Cleanup, che si dedica a ripulire l’oceano dalla plastica (non so se ne avete già sentito parlare).

La pattumiera in cucina

Bella la loro nuova linea di pattumiere rettangolari, con gambette sottili che la slanciano. E’ disponibile in moltissimi colori, dal grigio al rosso.

Chi ha tanto spazio e ha una cucina open space, la può sistemare al lato dell’isola. Oppure nulla vieta di tenerla sul balcone.  Contiene due vani separati per la raccolta differenziata.

 

In alternativa, Brabantia propone anche una collezione dalle linee più classiche. In particolare mi sono piaciute le pattumiere rotonde con pedale, che spesso avrete visto nelle case scandinave.

 

 

La pattumiera in bagno

Dall’estero (e dagli alberghi) arriva anche la proposta di inserire la pattumiera in bagno.  Di certo utile a noi donne, magari per buttare il cotone dopo che ci strucchiamo alla sera.

Con questi colori poi diventa un vero elemento di design per il bagno!

 

Non mancano infine le proposte per la zona lavanderia, davvero carine e pratiche e che riprendono sempre la forma tondeggiante della classica pattumiera.

 

Mi sta venendo voglia di cambiare il mio set pattumiera… a voi no?

L’articolo Quando anche la pattumiera è di design proviene da easyrelooking.

Tags: ,

 
 

Come gestire la raccolta differenziata in modo pratico ed esteticamente gradevole

Pubblicato da blog ospite in Idee, Maison Rock Coucou

Da pochi mesi a Cagliari è iniziata la raccolta differenziata col sistema porta a porta, ed è stata una bella rivoluzione.
Da una parte c’è l’entusiasmo di constatare che l’esigenza di salvaguardia dell’ambiente sta diventando una consapevolezza e un dovere, dall’altra la poca praticità che consegue ai nuovi cambiamenti perché, detto francamente, ora siamo pieni di mastelli dell’immondezza che non sappiamo più dove mettere, brutti e ingombranti.
E’ quindi necessario affrontare un nuovo problema pratico in casa: 
la gestione delle pattumiere!

Come risolverlo?
La mia soluzione l’ho trovata in questi tre punti:
1.       Suddividere subito i rifiuti, per evitare di fare in seguito sgradevoli e ingrate cernite, predisponendo di tutte le pattumiere necessarie per una corretta differenziazione.
2.       Predisporre un’apposita area riciclo in casa che sia facilmente agevole e valutare anche il tipo di pattumiera che ci è più utile, ad esempio, se preferiamo pattumiere ad incasso, da nascondere dentro i mobili, oppure sceglierle a vista.
3.       Utilizzare delle pattumiere che siano oltre che funzionali anche esteticamente gradevoli.
Ti dico come ho deciso di risolvere questo problema a casa mia che ha una cucina molto piccola e a vista sulla zona pranzo. Per cui con problemi di spazio e di design.
Ho concentrato l’area rifiuti nella zona cottura perché per me è importante avere tutto sotto mano e vicino. E ho utilizzato due tipi di pattumiere, tre ad incasso da mettere nel sottolavello e due a vista.
Era quindi importante investire su questi nuovi accessori, perché oltre che pratici e resistenti, dovevano essere belli alla vista.
Una buona soluzione a questo problema l’ho trovata nei prodotti della linea di pattumiere del marchio Brabantia, i cui prodotti sono un connubio di stile, resistenza e praticità.
Il brand offre una vasta gamma di prodotti che si contraddistinguono oltre che per la resistenza e praticità, per il loro design e per la varietà di colori, al punto che la pattumiera non è più un elemento da nascondere, ma acquisisce la nuova veste di elemento di arredo, rendendo la loro scelta e acquisto più facile e gradevole.
Ti faccio vedere subito alcuni modelli in modo che anche tu possa farti un’idea.
Quelli che ti mostro sono quelli che ho messo nella mia lista di acquisti per la casa, perché soddisfano le mie esigenze di spazio ed estetica.
Per vedere gli altri, che potrebbero essere più adatti per la tua casa, sfoglia il catalogo completo che trovi nella pagina di Brabantia, nel settore pattumiere, cliccando qua.
Ecco la mia wishlist:
1.       La pattumiera BO TOUCH BIN
Questo modello è quello che esteticamente trovo il più elegante, un vero e proprio elemento di design, piacevole da vedere anche dalla zona living.
In più, occupa poco spazio, ed è molto pratico perché si apre e chiude silenziosamente con un semplice tocco della mano.
È il modello ideale per la pattumiera a vista.
Si può scegliere tra tre modelli, ad uno, due o tre secchi. Io ho scelto quello a due, per l’umido e l’indifferenziata, in modo da occupare meno spazio.




2.       La pattumiera ad incasso SORT & GO BUILT-IN
L’ho scelta perché si nasconde all’interno dei mobili della cucina, risparmiando così spazio, ed è molto pratica perché è appesa all’anta, quindi appena le apro, il coperchio si solleva in automatico ed è subito accessibile.
Comodissima!

 

 

3.       La pattumiera BIG BIN da 60 L
Per la necessità di avere una pattumiera con una grande capacità.
E poi mi sono innamorata del suo design, semplice e lineare come piace a me.

 

4.      La pattumiera SORT & GO, da 6L

Piccola e celeste, da tenere sopra il piano da lavoro in cucina, per un immediato smaltimento dei rifiuti organici. In più col manico, è pratica da trasportare!
Mi è piaciuta molto anche la linea  NEWICON, dallo stile lineare e dalla vastissima scelta di colori.
I miei preferiti sono il rosa delicato e  il verde bosco.
Ma non sono deliziose?
Un aspetto che mi fa piacere mettere in evidenza è che questi prodotti hanno la certificazione CRADLE TO CRADLE, perché valutati come materiale per la salute, materiale da riciclo, utilizzo di energia rinnovabile e gestione del carbone, amministrazione dell’acqua ed equità sociale.


Post scritto in collaborazione con Brabantia

Fonte delle fotografie: dal sito Brabantia

Tags:

 
 




Torna su