18 Maggio 2019 / / Nook Twelve

14 Maggio 2019 / / +deco

Sliding into the cold, rough North Atlantic Ocean, there is a unique semi-submerged restaurant called Under near Lindesnes, in Norway

C’è un ristorante chiamato Under vicino Lindesnes, in Norvegia che sembra essere scivolato nelle acque fredde e impetuose dell’Oceano Atlantico.

Appoggiato in un incredibile scenario, Under offre ai suoi ospiti un unico punto di vista a 5 metri e mezzo sotto il mare e un menu semplicemente accattivante.

Il ristorante, progettato da Studio Snøhetta in collaborazione con le maestranze locali, è perfettamente integrato nella costa e a proprio agio in un angolo battuto dai cambi d’umore del tempo.

Lo stile è essenziale; la luce rarefatta che viene dalle grandi finestre affacciate sul profondo oceano e un condominio di pesci è la vera decorazione.

Guarda il video on You Yube dove lo chef Nicolai Ellitsgaards spiega la filosofia di Under e non potrai che voler trovare il modo di prenotare un tavolo.

Immagini per gentile concessione di Under.

The post Il ristorante sotto il mare appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

8 Maggio 2019 / / Interiors

Una nuova tendenza si affaccia nell’interior design. Il contemporary shabby chic, che questo hotel di Roma rappresenta perfettamente.

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

Forse lo avrete notato anche voi: lo shabby chic è di ritorno. Dopo essermi occupata per anni di questo stile, tanto da aver scritto un libro sull’argomento, riconosco a colpo d’occhio le pareti con l’intonaco scrostato, i mobili con la patina decapé, gli oggetti recuperati nei brocante.

Ma il contemporary shabby chic è ben diverso dal suo predecessore. Per prima cosa, non c’è più il predominio del bianco o del grigio. Tutti i colori sono ammessi, compresi quelli più accesi, come dettano le tendenze comporanee.

Per quanto riguarda l’arredo, il contemporary shabby chic subisce le contaminazioni del design vintage, così si possono trovare anonime poltroncine anni ’50 accanto a pezzi storici, tavoli di formica e divani di velluto. Tutta colpa, o merito, secondo i punti di vista, della tendenza eclettica, che predilige il mix di stili diversi.

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

In questo hotel di Roma, ospitato in un palazzo del 1600 in Piazza Navona, il mix tra shabby chic e vintage design è la firma stilistica dell’architetto che ha curato la ristrutturazione. Giorgia Cerulli è un’appassionata di arte e di antiquariato e i committenti, che desideravano mantenere il più possibile la struttura originale, non potevano scegliere progettista migliore.

L’architetto ha conservato le travi di legno originali, i meravigliosi pavimenti rivestiti di cementine, e ha lasciato sulle pareti i diversi strati di intonaco allo stato grezzo.

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

Il progetto è stato completato con gli interventi degli artisti e designer Benedetta Salini e Vittorio Mango, che hanno selezionato, per l’arredo, pezzi di design italiano dagli anni ’30 agli anni ’70.

Capita così di trovare, nelle dieci suite, mobili di Silvio Cavatorta, Ico Parisi, Guglielmo Ulrich e Giò Ponti, e opere in vetro di Murano di Paolo Venini e Livio Seguso. Una curiosità: ogni suite dell’hotel porta il nome di un grande designer italiano.

Il G-Rough hotel è un luogo magico, in cui si respira la storia della creatività italiana, dalle mura di epoca barocca fino all’arredo di design dei giorni nostri.

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

Source: Yazer

Photo by Serena Eller


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

3 Maggio 2019 / / Nook Twelve

27 Aprile 2019 / / Architettura

Riad Jaaneman è un boutique hotel situato a Marrakech nella parte più bella ed elegante della medina.

Una romantica ed elegante oasi di pace dal fascino autentico; il luogo ideale per vivere l’atmosfera della città ed immergersi nell’esplosione di colori, sapori e profumi del souk.

Jaaneman è un magnifico rifugio, un connubio di comfort eleganza e stile che coniuga l’ elegante architettura araba con il gusto estetico del suo proprietario Leonardo Giangreco, che ne ha curato con passione la ristrutturazione e l’interior design.

L’atmosfera sofisticata, esclusiva, avvolgente, di colori e forme che si alternano tra velluti voluttuosi e legni decorati, lampade di design e arte contemporanea,  accoglie gli ospiti con lo stesso calore di una casa.

“Jaaneman” e’ una parola Indiana il cui significato letterale e’ “il mio spirito” e che viene utilizzata colloquialmente per chiamare il proprio amore “Caro” o “Tesoro”.

 Non ci resta che varcare la soglia ed immergerci nell’universo marocchino del riad.

riad-jaaneman-1

riadjaaneman03

La struttura si sviluppa attorno al cortile centrale che è il cuore della casa.

Uno spazio piacevole per rilassarsi all’ombra e fare un bagno in piscina fra fiori e piante.

riad-jaaneman-11

riad-jaaneman-5

riad-interni-2

riad-interni

riad-terrazza

La terrazza e’ un luogo magico a tutte le ore della giornata. In lontananza a Sud si vedono le montagne innevate degli Atlas.

riadjaaneman

riad-jaaneman-3

Le cinque eleganti suites, una diversa dall’altra accolgono gli ospiti con un’atmosfera raffinata, arredi curatissimi dove il fascino dell’ architettura araba si fonde con mobili ed arte che spaziano dal Design Italiano all’Art Deco attraverso contaminazioni del continente Africano.

LEALE: La suite Leale e’ una “Riad nella Riad” . Dispone del suo patio privato su cui affacciano da un lato la spaziosa camera da letto, e dall’altro il bagno decorato in marmo bianco di Carrara e tadelakt marocchino. Palme, aiuole fiorite ed una monumentale fontana rendono questa suite un piccolo paradiso privato.

riad-suite-colazione

riadjaaneman02

PARTENOPE e’ l’antico nome Greco di Napoli, citta’ natale del proprietario. La camera raccoglie la sua collezione privata di antiche foto dell’ 800 della citta’, unendo in un  matrimonio mediterraneo il mistero del Marocco e la passione italiana. Un elegante corridoio affacciato sul patio interno, porta alla grande sala da bagno in marmo verde sudamericano e tadelak grigio.

riadsuitepartenope

NEFELIBATA e’ una parola Indiana che significa letteralmente “colui che cammina sulle nuvole”, una persona che sfida le convenzioni della societa’ e conduce una vita guidata esclusivamente  dalla propria immaginazione. Questa elegante suite ha un bellissimo letto matrimoniale a baldacchino e dispone di due ampie e attrezzate cabine armadio. Alle pareti, antiche stampe Italiane, fotografie di safari Indiani e contaminazioni Africane. Il bagno, in marmo Imperiale, ha la doccia con il soffitto a vetri che crea un particolare effetto skylight.

riad-suite-nefelibata

GEMEAUX significa gemelli. Questa lussuosa suite si affaccia con due grandi e luminose finestre sul patio principale della casa. Preziosi mobili Art Deco ,e fotografie d’autore in bianco e nero impreziosiscono la camera.  Il bagno, in marmo rosso antico, e’ illuminato a giorno da uno skylight sopra la vasca della doccia.

suite-riad

Letteralmente HIMA significa “ un posto segreto dove gli uccelli in migrazione riposano sicuri e lontano dai pericoli”. Il soffitto della romantica suite e’ affrescato in puro stile marocchino  ed il bagno, in marmo e tadelak color tabacco, s’ispira alle atmosfere coloniali.

riad-hima-2

riadsuite-hima

suite-hima-riad

riad-esterni

Un riad veramente unico, dove tutto è curato nei minimi dettagli.

La meta ideale per concedersi una piccola fuga all’insegna del romanticismo e di tramonti sul deserto!

Fa subito venire voglia di partire!

Foto per gentile concessione di Riad Jaaneman

 

L’articolo Riad Jaaneman; boutique hotel a Marrakech. proviene da Charme and More.

8 Aprile 2019 / / News

25 Marzo 2019 / / +deco

Questo è senza dubbio uno dei più affascinanti ed interessanti progetti che ho visto di recente.

Mi piace tutto di questo appartamento: i colori, i materiali, il livello di personalizzazione, lo spazio.

The Beldi, originariamente una fabbrica di scarpe, è un loft situato a Shoreditch , un vivace quartiere nell’est di Londra.

L’appartamento è stato progettato da una coppia di architetti, marito e moglie, Chan e Eayrs , titolari dello studio omonimo.

Il duo si concentra su un progetto per volta e ristruttura solo case proprie, non hanno clienti esterni e viveno nel cantiere durante tutta la fase. In questo modo riescono a realizzare esattamente quello che hanno in mente, senza compromessi. Dal 2004 hanno ristrutturato 4 proprietà che affettuosamente chiamano homes.

Lavorare come interior designer o architetto a volte non è così eccitante come ci si immagina. La parte creativa va di pari passi con un’enorme dose di contrattazione: con il cliente, i fornitori, gli artigiani, a volte addirittura anche con i vicini. Si contratta per fare quello che si ha in mente, si contratta per rimanere in budget, per avere più budget, si discute quando le cose non vengono ben o si discute perchè le cose non arrivano in tempo.

L’altra settimana sono andata alla presentazione di un progetto dello studio cinese Neri e Hu patrocinato da Elle Decor Italia. L’architetto italiano venuto come portavoce dello studio sottolineava che il loro lavoro è un continuo tira e molla con il committente per convincerlo della necessità di una spesa o l’essenzialità di un’idea.

E Neri e Hu è uno studio di fama internazionale che si può permettere di dire “o così o nulla”.

Per la maggiorparte di noi, fare le proprie case è l’opportunità migliore per realizzare la propria idea senza interferenze, budget permettendo; non è un caso che tre quarti degli spazi che vedete pubblicati sulle riviste sono case proprie.

The Beldi è disponibile come location o come casa vacanze su Airbnb.

Guarda un post precedente di +deco per altre immagini di interni verdi.

+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london
+deco_the_beldi_chan_eayrs_london

(Fotografie dal sito di Chan and Eayrs Studio)

The post The Beldi, imperdibile appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

22 Marzo 2019 / / Architettura

In questa affascinante villa a Mykonos lo stile minimalista si incontra con gli elementi distintivi della tradizionale architettura delle Cicladi, costruita su una collina, grazie alla sua posizione privilegiata, domina la magnificenza del Mar Egeo e gode di panorami incontaminati dell’isola

Beautiful Villa in the Cyclades

In this charming villa in Mykonos the minimalist style meets with the distinctive elements of the traditional Cycladic architecture, built on a hill, thanks to its privileged position, overlooking the magnificence of the Aegean Sea and enjoying pristine views of the island.

Le vacanze non sono ancora finite; prenota ora su Airbnb e risparmia 25€! 
Holidays are not over yet book now on Airbnb and save 25€!

immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

21 Marzo 2019 / / Architettura

Nella città di Hanghzou, in Cina, Li Xiang, architetto e designer dello studio X+Living, ha curato il progetto del nuovo hotel. Si tratta di un concept innovativo dalla forte componente grafica il cui design è dedicato al tema degli animali.

La struttura si sviluppa su una superficie di 18.000 mq nel centro della metropoli cinese. In fase progettuale il cliente ha richiesto espressamente che il tema degli animali fosse predominante in tutto l’hotel. Li Xiang, però, non si è limitata a presentare gli animali come semplici elementi di design, ma ha voluto evidenziare il fatto che molte delle specie presenti sono ormai in via di estinzione, con lo scopo di sensibilizzare il pubblico su questo tema importante.  Da qui l’idea di creare diverse ambientazioni e particolari scenografie che rappresentano tutto ciò che riguarda il mondo e la vita degli animali.

A partire dalla hall fino ad arrivare alle camere, si possono ammirare divertenti e coloratissimi ippopotami, elefanti, zebre, fenicotteri e molte altre specie, tutti esposti come se fosse una galleria d’arte moderna. Il tema degli animali è stato utilizzato anche per creare una varietà originale di arredi e complementi, ma anche quadri e diverse installazioni murali.

Ci auguriamo che il Park Zoo Hotel possa contribuire a sensibilizzare il pubblico su quanto è importante la tutela e la conservazione di tutte le specie animali presenti nel mondo.

Progetto Li Xiang – studio X+LIVING

Fotografo: Shao Feng

L’articolo Park Zoo Hotel, il nuovo progetto di Li Xiang proviene da Dettagli Home Decor.

15 Marzo 2019 / / Architettura

Questo piccolo hotel situato a Tulum, progettato dallo studio di architettura Jaquestudio è composto di cinque cottage, una sala da pranzo e un padiglione yoga sospeso a sbalzo sulla piscina.

Le costruzioni, sparse lungo il lotto, tra alberi e sentieri in pietra, sorgono tra gli alberi, integrandosi con la natura esistente, dando la sensazione di trovarsi in un piccolo villaggio nella giungla Maya.

A boutique hotel in Mexico

This small hotel located in Tulum, designed by the Jaquestudio architectural firm is composed of five cottages, a dining room and a yoga pavilion suspended from the pool.

The buildings, distributed along the lot, among trees and stone paths, rise among the trees, integrating with the existing nature, giving the feeling of being in a small village in the Mayan jungle.

Le vacanze non sono ancora finite; prenota ora su Airbnb e risparmia 25€! 
Holidays are not over yet book now on Airbnb and save 25€!

Immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura