14 Novembre 2019 / / Decor

Le tendenze vanno e vengono, ma ci sono dei classici che resistono nel tempo, adattandosi al gusto del momento. Uno di questi evergreen è il sofisticato intreccio in fibre naturali meglio conosciuto come paglia di Vienna, tornato a essere molto presente nell’interior design. Non più solo sulle sedie ma in moltissimi arredi e complementi di qualsiasi genere, dove il caratteristico pattern diventa protagonista.

tavolino-da-divano-con-intreccio-in-rattan-e-metallo-nero-1000-14-13-195378_4
Tendenza Azuki, Maisons du monde

Uno dei punti di forza è l’eleganza del motivo grafico che contraddistingue la paglia di Vienna, un pattern che rende speciale qualsiasi interno, classico o moderno.  Inoltre si tratta di un materiale naturale, quindi sempre un’ottima scelta. Altra caratteristica è la resistenza di questa tipologia di intreccio così particolare.

Di seguito una selezione di proposte tutte accomunate dalla presenza di dettagli in questo fantastico materiale e dove poterli acquistare senza dover spendere una fortuna.

Maisons du Monde


Portalettere nero con intreccio effetto canna
Portalettere nero con intreccio effetto canna
Sedia vintage rosa intreccio di rattan e legno massello di betulla Mauricette

Sedia vintage rosa intreccio de rattan e legno massello di betulla Mauricette


Tavolino da divano con intreccio in rattan e metallo nero

Tavolino da divano con intreccio in rattan e metallo nero

Guardaroba a 3 ante con intreccio in rattan Canopy

guardaroba-a-3-ante-con-intreccio-in-rattan-1000-12-27-187233_6


Credenza a 3 ante in acacia bianco e bambù Izmir

credenza-a-3-ante-in-acacia-bianco-e-bambu-1000-3-39-175273_6.jpg

Zara Home

Sedia in tek e rattan

8074000800_1_1_2

Lampada in rattan

8246047999_2_5_2

Lampada con piede da terra in rattan

8253047999_1_1_2

Scatola in rattan e legno

6692099800_2_2_2

Specchio con rattan e legno

6691106800_2_7_1

Cornice in rattan con bordo nero

6693045800_2_7_2

miliboo.it

Poltrona in rattan sintetico per interni ed esterni

H&M Home

Cesto in vimini

Cofanetto in rattan

Kave Home

Comodino Kyoko

d6f4ae563ca2962447c5bc962c10cf5e

Ikea

Sedia a dondolo GRÖNADAL

0496940_pe628872_s5.jpg

Idee fai da te

Infine, da Pinterest ecco qualche progetto a cui ispirarsi per personalizzare un elemento d’arredo. Le idee per applicare la paglia di Vienna venduta al metraggio sono tante: realizzare testiere, rinnovare le ante dei mobili, trasformare un vecchio tavolino… Pensi di provarne qualcuna?

28 Giugno 2019 / / Design Ur Life

Classico chic è una versione rivisitata e attuale dello stile classico. I colori caldi, bianchi, beige, caramello e legni moderni come il mango nero, sono gli elementi per comporre un interno classico chic.

Non è facile creare un mood di questo stile classico chic e basta poco per fallire. Quello che però il nuovo classico propone è la capacità di osare con i mix inediti che alleggeriscono l’insieme. Ad esempio aggiungere un tocco contemporaneo come una lampada che è l’evoluzione del candeliere a otto bracci. Nella moodboard di oggi il paralume in vetro trasparente, ideale per mettere in risalto una graziosa lampadina a filamento, aggiunge quel tocco in più al sapore autentico di questa lampada a sospensione.

La poltrona crea un’atmosfera cosy e accogliente e attira tutti gli sguardi per la sua singolarità. Montata su gambe e struttura in mango massello nero, questa poltrona ti sedurrà con il suo rivestimento orlato da motivi grafici. L’ideale per modernizzare un salotto classico conferendogli un’impronta contemporanea.

Per una casa dallo stile classico chic, la consolle nero in legno invecchiato dalla facciata graziosa regala il fascino delle antiche e grandi dimore reali. I due vasi dalle linee moderne ed essenziali, posati sulla consolle, riscaldano l’atmosfera della stanza. Infine, la dolcezza e l’eleganza sprigionata di questi due quadri incantano. Creano un’atmosfera chic e romantica appendendo queste 2 tele alle pareti del salotto magari proprio sopra la consolle.

classico chic è il tema per la moodboard di questa settimana

Poltrona jacquard e legno massello di mango nero//Lampada a sospensione in vetro 39 cm//Cassettone nero in acacia e mango//2 tele dipinte ritratti, 60×75 cm//2 vasi in metallo color bronzo

Poltrona jacquard e legno massello di mango nero//Lampada a sospensione in vetro 39 cm//Cassettone nero in acacia e mango//2 tele dipinte ritratti, 60×75 cm//2 vasi in metallo color bronzo

Vuoi conoscere i vari stili di design interni? Di seguito un elenco di tutti i post dove ho trattato i vari stili negli interni:

Arredare in stile Art Dèco / Arredare in stile Nordico / Arredare in stile viaggiatore/ Arredare in stile Boho Chic/ Arredare in stile Industriale/ Arredare in stile Contemporaneo


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.


IN QUESTO ARTICOLO CI SONO I LINK AFFILIATI

L’articolo Classico Chic, Weekly Moodboard proviene da Design ur life blog.

13 Maggio 2019 / / Idee

Con una tenda possiamo realizzare la chiusura di una comoda e capiente scarpiera

In un piccolo appartamento una tenda serve a creare una nuova stanza. Il progetto è stato realizzato da KC Design Studio a Taipei, Taiwan, per una giovane coppia con due figli, di cui uno appena nato e l’altro di 3 anni.

arredare con le tende

Romantica e https://myinteriordesign.it/il-bianco-protagonista-white-in-the-city/ la soluzione con la tenda in tulle che trovate anche QUI

arredare con le tende
Per una soluzione più “chiusa” si può fissare un vetro divisorio a cui mettere la tenda per decorazione e privacy
arredare con le tende
La zona giorno si divide
arredare con le tende
Anche in cucina
arredare con le tende
La camera da letto rialzata sulla pedana contenitore diventa una stanza completamente divisa grazie alla tenda. Progetto per rendere funzionale un appartamento di 45mq by INT2 Architettura
arredare con le tende
Anche in un interno contemporaneo dal sapore industriale possiamo scegliere le tende (in un tessuto grezzo) come sportelli per le la cucina

Eleganza minimale, un telo di Lino Grezzoper chiudere il sottoscala

arredare con le tende

Dietro la bellissima tenda a balze, che trovate anche QUI,si nasconde l’armadio di questo eclettico ambiente in bianco e nero

Le tende a cosa servono?

Per essere messe alle finestre! RISPOSTA SBAGLIATA! Le tende
possono servire a tantissime cose e sono quell’espediente molto decorativo che
può aiutarci a risparmiare parecchio, pur ottenendo un ottimo risultato.

Arredare con le tende: Sportelli e ante

Possiamo utilizzare le tende al posto degli sportelli, che si sa, in un mobile, sono quelli che hanno il costo maggiore; provate a farvi fare un mobile dal falegname e scoprirete quanto costa uno sportello!

In bagno, cucina, soggiorno o camera da letto, le tende
possono venirci in soccorso per chiudere armadi, armadietti e mobiletti e, a
seconda del tessuto e della tipologia che sceglierete (a pannello, a pacchetto,
a veneziana a rullo) potrete declinarle nello stile che preferite.

arredare con le tende
Cabina armadio dietro al letto…
arredare con le tende
O armadio? Ad ogni modo possiamo risolvere la situazione grazie alle tende
arredare con le tende
In lavanderia una fantasia fresca e di design
arredare con le tende
Ogni nicchia diventa un armadio a muro con le tende
arredare con le tende
Curiamo i dettagli e riordiniamo grazie alle tende
arredare con le tende

Con una semplice struttura anche di Ikea, un bastone e una lunga tenda possiamo realizzare un bel guardaroba per la nostra camera

arredare con le tende
Stile shabby per la tena in tessuto grezzo impreziosita dalle balze, che chiude il sottolavello
arredare con le tende
stile shabby
arredare con le tende

Graziosa tendina in stile shabby, perfetta anche per fare da tendina sottolavello grazie ai comodi fiocchetti. La trovate QUI

Quelle in iuta, lino grezzo, canapa e tessuti similari sono perfette per lo stile shabby chic, tessuti geometrici in tonalità neutre si adattano allo stile nordico, tanto di moda nelle case contemporanee, mentre la tinta unita va sempre bene su tutto. Soluzioni più preziose se sceglieremo un velluto o una seta grezza, più sportiva se sceglieremo un cotone o una juta.

arredare con le tende
Una bella stampa colorata e contemporanea per la casa moderna
arredare con le tende
Stile nordico
arredare con le tende
Sfumature…
arredare con le tende
Vecchi sacchi di juta, tessuti grezzi e stampe retrò per lo stile rustico shabby
arredare con le tende
Rustico contemporaneo
arredare con le tende
Elegante e ricco il velluto

Anche le veneziane in alluminio possono essere utiizzate con elemento divisorio per interni, QUI le trovate in diversi colori pastello

arredare con le tende

Il tessuto grezzo è perfetto per ambienti rustici ma si adatta anche ad ambienti più minimali e contemporanei

Arredare con le tende: Porte

Una tenda può chiudere un mobile, piccolo o grande che sia, ma può chiudere anche una stanza facendo da porta; da sempre i teli vengono utilizzati per chiudere i varchi, è così in oriente, in sud America nelle isole del Mediterraneo e dunque perché non utilizzare anche noi questo espediente ed elemento decorativo. Certo una tenda non insonorizzerà gli ambienti come una porta, ne assicurerà la giusta privacy, ma possiamo utilizzarla in ambienti di passaggio, nella cameretta dei bimbi finché non sono cresciuti abbastanza, per sgabuzzini, cabine armadio e ripostigli.

arredare con le tende
Sembr di stare in terrazza grazie alla tenda che fa da porta a questa cucina
arredare con le tende
Ad ognuno la sua stanza!
arredare con le tende
La porta del guardaroba all’ingresso

La tenda che chiude le porte nella tradizione giapponese viene reinterpretata in chiave moderna da Feng Studio

Con una tenda si chiude la camera da letto, a seconda della tenda che sceglieremo potremo determinare anche lo stile dell’arredamento

arredare con le tende
Molto elegante la tenda in velluto rosa che fa da porta nel progetto della casa ad Hong Kong di Liu-Lu
arredare con le tende
Bellissima atmosfera coloniale

Pizzi, merletti e trine in un contesto rustico contemporaneo, aiutato dal total white, per un stile isolano, elegante e minimale

arredare con le tende
Relooking per la piccola zona giorno di una casa in affitto in cui lo sgabuzzino viene chiuso da una tenda

Arredare con le tende: Pareti

Le tende possono anche diventare pareti vere e proprie e dividere di netto un ambiente ma non in modo permanente, questa soluzione oltre che ad essere meno impegnativa e costosa della realizzazione di un muro, divide gli spazi senza richiedere la necessità di alcuna pratica burocratica. In fondo anche questa è una trovata antica quanto il tempo, perché in passato di certo era molto più semplice dividere due ambienti con una tenda che non con un muro come abbiamo visto fare spesso nei film negli accampamenti, monasteri, castelli, villaggi ecc.

arredare con le tende
Tende a rullo per dividere gli ambienti
arredare con le tende
Una adorabile ECO-alcova
arredare con le tende
Tenda per realizzare la parete che divide il letto dalla cabina armadio
arredare con le tende
Camera da letto nel sotto tetto con le pareti di tessuto

Tenda casa sperimentale dell’architetto giapponese Kengo Kuma

  • Una cameretta per due
arredare con le tende
una parete in tessuto può modificare la pianta di un piccolo appartamento in maniera rapida ed efficacie. Progetto realizzato da Alireza Nemati designer iraniana che vive a Mosca
arredare con le tende
Le pareti del loft progettato dall’ arch, Silvia rocio + Mariana Póvoa + esse studio sono delle bellissime tende

Una proposta contemporanea per le vecchie tende a fili della nonna. che ci sia o meno una parete vetrata (come nell’immagine) la tenda a fili total white che trovate QUI, dona un tono vezzoso all’ ambiente minimale

Sarà sufficiente attaccarle al soffitto con appositi binari e il gioco sarà fatto, potremo dividere in due la cameretta dei bimbi, perché ognuno abbia la sua privacy, la zona pranzo da quella conversazione nella zona giorno, per poter riordinare con calma più tardi, oscurare la cucina di un openspace, la cabina armadio in camera da letto.

In un monolocale o un loft, ambienti aperti per eccellenza,
le tende saranno un ottimo escamotage per dividere solo all’occorrenza.

arredare con le tende
Le soluzioni con tende si adattano benissimo allo stile industriale dei loft, spesso open space che all’occorrenza possiamo chiudere
arredare con le tende
Ma anche ambienti più classici possono giovare di questo tipo di soluzione
arredare con le tende
Tende a pannello in carta di riso e tante altre soluzione per una parete facile facile!
arredare con le tende
Elegante soluzione per la cabina armadio
arredare con le tende
Un pò di privacy
arredare con le tende
Bellissimo il colore della tenda che divide in due la zona giorno, all’occorrenza
arredare con le tende
La tenda verde acqua, con il binario a soffitto, all’occorrenza chiude uno studio casalingo per lavorare in tranquillità
arredare con le tende
Parete dello stesso colore della tenda e l’alcova è fatta

Small contemporary loft Apartment by Daniel Nyström

baldacchino moderno, la tenda una volta chiusa crea una stana nella stanza, letto by Lago

Le tende possono essere, dunque, un’ottima soluzione per chiudere mobili e suddividere gli ambienti di un interno in maniera non definitiva e trasformabile, con costi contenuti, tempi di realizzazione rapidissimi e risultatati ottimi e creativi.

L’articolo Arredare con le tende, soluzioni economiche e di design proviene da Architettura e design a Roma.

7 Febbraio 2019 / / Blog Arredamento

Per arredare nel modo giusto la tua casa non hai necessariamente bisogno di un professionista, ti basterà avere chiari alcuni punti e qualche regola d’oro per evitare errori comuni.
Il punto di partenza sono gli spazi, è in base a questi che dovrai scegliere i colori delle pareti, i mobili e tutto ciò che acquisterai (o realizzerai) per trasformare la tua casa donandole personalità e carattere.
Passiamo però ora a quelli che sono gli errori che dovrai evitare se desideri scegliere gli arredi giusti per la tua casa.
Creare ambienti monocromatici. Uno spazio total white o total black renderà l’atmosfera in un caso asettica e nell’altro pesante. Dovrai cercare di scegliere pezzi di design che abbiano carattere ma che non siano dello stesso colore, il consiglio è optare per il tradizionale tono su tono che fa sempre il suo bell’effetto.
Scegliere gli arredi con distrazione. Dovrai scegliere i singoli elementi, che siano mobili o complementi di arredo più piccoli, con estrema cura, senza fretta, pensando a quelli che sono i tuoi gusti ma anche lo stile della casa. Questo perché un elemento che stona con il resto dell’arredamento rischia di rendere poco accogliente l’intera casa.
Utilizzare colori diversi in una stanza. Ogni stanza ha un’anima, per questo è indispensabile che racconti qualcosa di sé e delle persone che la abitano. Per farlo dovrai scegliere colori che si addicano perfettamente gli uni con gli altri, che creino un equilibrio cromatico e che rendano l’ambiente elegante e ricco di stile. Più semplicemente dovrai scegliere una palette di colori invece di tinte diverse che rischierebbero di non risultare piacevoli insieme. Se lo farai per tutta la casa o soltanto per una stanza, sarai tu a sceglierlo.

La scelta degli arredi

Scegliere gli arredi della tua casa non è così semplice. La scelta infatti dipende da molti fattori come lo spazio, i colori, lo stile del resto dell’arredamento.
Prima ancora dei complementi di arredo è necessario capire a chi affidarsi. È importante rivolgersi a professionisti del settore come Barzotti che con i suoi 40 anni di esperienza propone prodotti di qualità che si fondono perfettamente con le esigenze dei clienti e degli ambienti.
Lo shopping online è diventata ormai una consuetudine per comodità e per convenienza, per questo sono sempre di più quelli che la scelgono come modalità di acquisto. Barzotti offre ai suoi clienti la possibilità di scegliere i suoi migliori prodotti (pavimenti e rivestimenti, arredo bagno, cucine, termoarredo, stufe, wellness, camini, arredo da esterno e da giardino) direttamente online sul sito ufficiale, così come nel suo showroom in provincia di Teramo.
Una volta ben chiaro a chi affidarsi è necessario scegliere gli arredi in base allo stile del resto dell’arredamento, perché una scelta sbagliata può portare a una sbagliata immagine degli spazi. Questo principio vale sia per i modelli che per le nuance dei mobili e di tutti gli altri elementi che decidi di
acquistare per la tua casa.

Qualche segreto sull’arredamento

Se hai deciso di arredare la tua casa ti farà comodo sapere qualche segreto per raggiungere risultati perfetti, proprio come desideri.
Uno di questi è legato alla scelta dei quadri. Fai attenzione all’altezza a cui si appendono. La regola sarebbe quella di appenderli a 160 cm da terra, assemblandoli per dimensione e colore, magari se fosse possibile sarebbe meglio scegliere una sola parete. Questo vale per i quadri, ma anche per le foto.
L’illuminazione ha la sua importanza. È necessario che tu sappia che la luce cambia profondamente la percezione della casa, per questo dovrai pensare all’inizio dei lavori alla disposizione delle luci, quindi punti luce, plafoniere e lampade.

21 Ottobre 2018 / / Decor

Vi piacciono le cucine semplici ed eleganti, meglio ancora se bianche? Anche a me e certamente la semplicità è sempre una carta vincente. Purché però non faccia rima con banalità. 

Ed in un ambiente in cui di solito l’acciaio fa da padrone che ne direste di osare invece dettagli color oro che lo impreziosiscano, rendendolo davvero unico e ricercato? 

Vi sembra  difficile? Basta saperli dosare con equilibrio e sobrietà. 

Provate a scegliere in color oro le maniglie degli sportelli, i rubinetti e le lampade. 
Sbizzarritevi poi con tutti quegli accessori che rimarranno a vista come barattoli e mestoli senza trascurare la scelta delle indispensabili pattumiere per la raccolta differenziata.
  
Non dimenticate infine un tocco di oro quando apparecchierete la tavola… ed il gioco è fatto. 
A precious kitchen
Do you like simple and elegant kitchens, better if white? Me too and of course simplicity is always a winning card. Provided however simplicity does not rhyme with banality.

And in an environment in which steel usually dominates, would you like to dare instead gold-colored details that embellish it making it truly unique and refined? 

Does it seem difficult? Just know how to dose it with balance and sobriety. Try to choose the handles of the furnitures and the lamps in gold. Have fun with all those accessories that will remain in sight like jars and ladles without neglecting the choice of the indispensable rubbish bin. Finally, do not forget a touch of gold when you set the table… and you’re done.

Foto da Pinterest

19 Ottobre 2018 / / Decor

rinnovare gli arrediQuando si vuole rinnovare l’arredo di casa, il fai da te è sempre l’opzione migliore. Fai da te non significa soltanto carta o forbici. Si possono realizzare decori incredibili anche usando stoffe e altri materiali tessili. Non sapresti come fare? Ecco qualche idea originale per rinnovare gli ambienti domestici!

La carta da parati

Quando si dice carta da parati subito viene in mente qualcosa di vecchio e polveroso. In effetti la carta da parati era usata per rivestire le pareti di casa qualche decennio fa, quando era di gran moda. Oggi è tornata alla ribalta per pareti ma anche per utilizzi creativi come ad esempio per rivestire il mobilio o i complementi d’arredo. Se hai un vecchio armadio che vorresti buttare, perché è un po’ sciupato o ti ha semplicemente annoiato, potresti pensare di rivestirne il fondo e i ripiani con della carta da parati colorata. Per creare un effetto cromatico d’impatto scegli un colore molto diverso da quello delle pareti e dell’armadio stesso. Quando al mattino aprirai le ante per scegliere cosa indossare ti sembrerà di aver spalancato una finestra su di un altro mondo! La carta da parati è ottima per rivestire cassetti e cassettiere. Ti puoi sbizzarrire soprattutto nella camera dei bambini. Trovando delle fantasie divertenti, magari che raffigurano i loro personaggi preferiti, puoi creare un mobilio ad hoc senza spendere una fortuna. Il segreto sta nell’acquistare la carta giusta, belle e poco costosa. Online puoi trovare un vasto assortimento sia di carta da parati che di stoffe per la tappezzeria di casa e, grazie ad una piacevole navigazione, puoi sicuramente elaborare il tipo di restyling che più si addice alla tua casa.

rinnovare gli arredirinnovare gli arredi  rinnovare gli arredirinnovare gli arredi  rinnovare gli arredi

Tessuti da tappezzeria

L’alternativa che hai per rinnovare un po’ il tuo mobilio è usare i tessuti per la tappezzeria. Anche in questo caso c’è chi pensa che questo tipo di rivestimento sia ormai demodè, ma non è affatto vero. Ancora una volta la chiave di lettura sta nelle fantasie da scegliere. La moda di quest’anno predilige il foliage, elementi naturali anche di grandi dimensioni che si possono usare nei modi più disparati. I tessuti possono esse infatti usati nel modo più classico, ma sempre efficace. Ovvero, li puoi usare per rivestire delle vecchie sedie, o un divano ormai rovinato dai graffi del gatto o dall’usura del tempo. Questi tessuti però si prestano anche ad usi molto più creativi! Ad esempio, ci potresti confezionare dei cuscinoni da usare nella cameretta dei bambini, messi sopra ad un vecchio sofà di legno o semplicemente sparpagliati in terra.

rinnovare gli arredi  rinnovare gli arredirinnovare gli arredirinnovare gli arredi

Un’idea molto originale consiste nell’usare i tessuti da tappezzeria per fare dei quadri. Esatto, proprio dei quadri da appendere alle pareti! Quante volte le pareti di casa restano bianche e spoglie nell’attesa di trovare il dipinto più adatto? Può succedere che l’attesa si protragga per anni! Se nel frattempo si confezionasse un quadro con le proprie mani? Basta scegliere una bella fantasia damascata, o a rombi, o a quadri. In questo caso ci si può semplicemente lasciar guidare dal gusto personale, o dal resto dell’arredo. I quadrati di stoffa vanno poi incorniciati a dovere e appesi al muro. Coloreranno in un attimo qualunque ambiente! Naturalmente i tessuti da tappezzeria sono adattissimi anche a rivestire molti complementi d’arredo, in primis le lampade. Se c’è un vecchio paralume che davvero ormai non sopporti più, basta coprirlo con un altro tipo di tessuto, scegliendo un colore, una tinta o una fantasia diversa. Oppure, se in camera da letto vorresti rinnovare un po’ l’ambiente, con i tessuti da tappezzeria puoi anche rivestire la testata del letto. Con un’operazione poco dispendiosa e non troppo faticosa la stanza cambierà completamente aspetto. Senza considerare che, se utilizzi anche un’imbottitura, la testata potrebbe diventare anche un luogo molto comodo su cui appoggiarsi quando si legge o si fa colazione a letto.

rinnovare gli arredirinnovare gli arredirinnovare gli arredirinnovare gli arredirinnovare gli arredirinnovare gli arredi

Spesso ovviamente è complicato capire dove trovare ed acquistare i tessili per la casa che ci servono, essendo certi di non spendere più del dovuto. In questo caso possiamo servirci di piattaforme che comparano i prezzi dei diversi prodotti, in modo tale da essere certi di avere il massimo rendimento col minimo sforzo, oppure naturalmente recarci presso i nostri negozi preferiti di complementi per la casa.

Gli usi possibili della carta da parati e delle tappezzerie sono molto più numerosi di quanto non si immaginerebbe. La fantasia è l’ingrediente indispensabile, insieme a materie prime di qualità e di ottimo gusto estetico che permettano di ottenere esattamente l’effetto finale desiderato

L’articolo Come rinnovare gli arredi di casa proviene da Architettura e design a Roma.

18 Ottobre 2018 / / Idee

calendario fotograficocalendario fotograficocalendario fotografico

State già pensando ai regali di natale? Dite che è troppo presto? Io non credo, soprattutto se vogliamo fare le cose con calma, in modo ragionato, senza spendere un patrimonio e magari anche in maniera personalizzata.

Dunque sto parlando di un regalo che andrebbe prima un po’ progettato!

Io pensavo a qualcosa come un bel calendario fotografico personalizzato, con fotografie o frasi o le immagini che più ci piacciono e ci rappresentano o rappresentano le persone a cui vogliamo regalarlo.

Un calendario da parete è comodo, e quasi tutti ne fanno ancora uso; anche nell’era di computer e telefonini appuntare qualcosa sul calendario può sempre tornare utile, in cucina, in ufficio, in camera dei ragazzi o dove più ci piace.

Inoltre un calendario fotografico ben progettato e con le giuste immagini sarà anche molto decorativo e ci permetterà di lanciare un messaggio d’affetto a chi lo riceverà e che ogni giorno potrà vedere le foto e le frasi che abbiamo scelto per lui. Per i nonni e gli zii, neanche a dirlo, cosa  c’è di più bello che un calendario con le fotografie e i disegni dei nipoti? Per amici e colleghi un bel calendario fotografico con immagini simpatiche dei momenti trascorsi insieme e per il nostro compagno di vita, uno con le foto dei nostri giorni felici magari completato da frasi ed aforismi. Vi sembra banale? L’amore, l’affetto, i ricordi e la condivisione non sono mai banali ricordatelo!

calendario fotograficocalendario fotograficocalendario fotograficocalendario fotografico

calendario fotografico Questo tipo di regalo può essere tranquillamente realizzato da casa on line su siti specializzati, basterà scegliere le immagini per ogni mese, l’impaginazione, la grafica e iniziare a creare il vostro calendario fotografico personalizzato come regalo natalizio.

Potrete realizzare il calendario nel formato e nello stile che preferite e di certo. quando l’anno sarà finito, non andrà a finire nella spazzatura ma sarà un album da conservare gelosamente.

calendario fotograficocalendario fotografico

calendario fotograficocalendario fotograficocalendario fotografico

Se poi siete dei creativi potete stampare le foto e realizzare un calendario fotografico originale organizzando le foto in vari modi, dando libero sfogo alla vostra fantasia, potrete creare una bellissima decorazione per la parete oppure un divertente calendario dell’avvento, stampate le foto e date libero sfogo alla fantasia!

calendario fotografico    calendario fotograficocalendario fotograficocalendario fotograficocalendario fotograficocalendario fotografico

Se poi l’idea del calendario fotografico non vi ispira, o non la ritenete adatta ad alcuni amici e parenti, pensavo anche che sarebbe simpatico regalare delle calamite sempre personalizzate.

La calamita sul frigo a mio parere ha sempre il suo fascino ed io ne ho tutt’ora tantissime a rendere allegra e colorata la mia cucina. Ultimamente ho notato che sono tornate di gran moda, sul frigo e sulla cappa come decorazione o ferma post-it e foto, ma anche su lavagnette magnetiche in ufficio o in camera dei ragazzi. Le calamite, l’ho scoperto da poco, possono anche esse essere personalizzate con frasi, immagini o fotografie e possono diventare un grazioso regalino senza impegno per colleghi ed amici. Ultimamente c’è anche chi ne ha fatto bomboniere per matrimoni e battesimi proprio a testimoniarne la nuova moda che le coinvolge!

Dunque se partite con un po’ di anticipo come ho deciso di fare io, avrete il tempo di selezionare con il cuore le foto giuste da stampare su calendari e calamite da regalare alle persone a cui volete bene e che certamente adoreranno un regalo personalizzato pensato e realizzato apposta per loro.

 

L’articolo Calendario fotografico o calamite personalizzate per un regalo di Natale fatto con il cuore proviene da Architettura e design a Roma.

17 Ottobre 2018 / / GiCiArch

La cucina è il centro della casa, è la stanza che preferisco e che mi diverte di più progettare. E’ sicuramente l’ambiente più frequentato e che più degli altri deve esser realizzato in modo funzionale ma anche esteticamente accattivante. Una delle maggiori difficoltà è quella di ottimizzare gli spazi senza però tralasciare l’aspetto estetico. L’organizzazione della cucina deve seguire delle regole ben precise, non può esser lasciata al caso o improvvisata.

cucina1

Per poter capire come organizzare la cucina è importante evidenziare le fasi di lavoro più importanti che caratterizzano questo ambiente della casa:

-conservazione dei cibi

-preparazione e cottura

-riordino e lavaggio

Gli elementi sicuramente più importanti sono quelli dedicati a conservazione, cottura dei cibi e lavaggio delle stoviglie, quindi frigorifero, piano cottura, forno, lavello dovranno esser disposti in modo adeguato. La regola è semplice, per poter svolgere in modo pratico tutte le operazioni si dovrà prevedere un giusto spazio di appoggio e preparazione ma i vari elementi non dovranno esser posizionati troppo distanti, sono funzioni che verranno svolte in modo sequenziale e quindi le operazioni dovranno esser pratiche e veloci. Una delle regole per organizzare la cucina al meglio è proprio quella di tener conto dello spazio di manovra tra preparazione-cottura-lavaggio.

Per poter riordinare la cucina sarà necessario poter avere un giusto spazio per riporre i piatti sporchi prima del lavaggio che potrebbero esser accatastati sul top della cucina, oppure direttamente dentro al lavello, se abbastanza grande.

Successivamente andranno gettati i rifiuti nella pattumiera, che dovrà esser ben posizionata. L’operazione del riordino è importante e, anche in questo caso, bisogna considerare che lavello, lavastoviglie e cestino dei rifiuti dovranno esser vicini e facilmente raggiungibili senza ostacoli, in modo che il lavoro sia svolto in modo facile e veloce. La pattumiera spesso viene nascosta all’interno della base sotto-lavello della cucina, per praticità consiglio di cercare un oggetto di design che possa esser posizionato a pavimento, in commercio esistono tante soluzioni carine, per esempio il modello Bo Touch Bin, di Brabantia. Per quanto riguarda pensili, basi e cassetti per pentole, tovaglie e stoviglie dovranno esser disposte e collocate in posizione vicina rispetto alla zona lavaggio.

brabantia

Foto: http://www.brabantia.com

Proprio perché si tratta della stanza più utilizzata e vissuta spesso è anche quella dove raccogliamo tantissimi oggetti e utensili non sempre utili, quindi se volete sapere sapere come organizzare la cucina in modo razionale la prima cosa da fare è quella di liberare gli spazi dagli oggetti superflui e tenere solo ciò che veramente utilizzate.

cucina2

Foto: http://www.westwing.it

Per organizzare al meglio lo spazio è utile disporre oggetti e utensili in modo intelligente: taglieri e set di coltelli dovranno avere posizioni vicine e dovranno esser a portata di mano, anche a vista su una mensola. Lo stesso discorso vale per barattoli e contenitori delle spezie, io amo posizionarle vicino al piano cottura ma non è una regola, l’importante è che siano vicine ad olio, aceto e sale.

E’ importante sfruttare al massimo lo spazio disponibile, non tutti gli appartamenti possiedono cucine molto ampie, per questo consiglio di sfruttare le pareti libere vicine alla zona operativa della cucina, attrezzandole con mensole e scaffali a giorno, in modo da disporre tutto ciò che utilizziamo maggiormente. Le mensole sono decorative e vi aiuteranno a rendere l’ambiente ricco e personale.

cucina3

Foto: http://www.domino.com

Sfruttate ogni angolo disponibile anche con armadiature a muro, cassetti separatori, isole, cercando di eliminare ciò che non serve.

cucina4

Foto: http://www.pourfemme.it

Spero questa piccola guida vi sia di aiuto per organizzare al meglio la cucina della vostra casa, si tratta di semplici regole che vi renderanno le attività quotidiane più semplici!

 

 

27 Settembre 2018 / / Idee

soppalchi e pedane Un insolito interno in stile industriale declinato in total white. Spesso i loft industriali sono caratterizzati daklla presenza di soppalchisoppalchi e pedane

Serve un letto in più in cameretta? Ecco una bellissima soluzione soppalcata realizzata artigianalmente

 

Le camerette soppalcate di Tumidei
soppalchi e pedane

Per una casa studio serve raddoppiare lo spazio come nel caso del progetto realizzato in Svizzera dallo studio B+2C. soppalchi e pedane

Soluzioni creative ed ingegnose per un mini appartamentosoppalchi e pedane soppalchi e pedane

Pedana attrezzata in camera da letto

soppalchi e pedaneLe pedane possono essere accessibili anche dall’alto per contenere.

 

Le pedane sono perfette sia per la zona notte che per la zona giornosoppalchi e pedane

Interno minimal e modernissimo con Soppalco con parapetto in cristallo

soppalchi e pedaneLetto soppalcato con graziosa area studio e relax al di sotto, composta da scrivania e poltroncina.Disponibile QUI a 767.00€

 

Non chiedetemi perché sia così affascinata dai soppalchi, bellissimi quelli che si affacciano come terrazzi su grandi saloni a doppia altezza, utili a graziosi quelli che rendono abitabili, con una stanza in più, piccoli spazi; sfiziosi quelli inutili,  virtuosismi di una mente amante del soppalco tout cour proprio come me. Ma se non posso arrivare al soppalco mi accontento anche di un rialzo, una pedana alta tre? Due? Anche un solo gradino!

Secondo me questo amore spassionato e questa attrazione incontenibile è legata un po’ alla parte bambina, i bambini si sa, amano i soppalchi, arrampicarsi, stare in alto (chi non ha mai desiderato da piccolo di dormire nel letto sopra del letto a castello).

Anche io, un po’ come i bambini, ho mantenuto questa passione di stare un po’ più in alto, che unita a quella per l’architettura e l’ interior design si è trasformata in una vera mania per questo tipo di soluzioni.

I soppalchi e le pedane oltre ad essere utili sono perfetti per movimentare gli ambienti banali, risolvono la necessita di una stanza in più, che sia una camera da letto o una cucina almeno idealmente divisa dal resto della casa.

soppalchi e pedane

Sembra un installazione artistica il piccolo soppalco in metallo con la sua scala…dove porterà?!

soppalchi e pedane

Il soppalco in legno si protende come un volume monolitico sulla zona giorno

soppalchi e pedane

Una pedana rialzata per avvicinarsi alle stelle…
soppalchi e pedane

Poco spazio, tante idee!

soppalchi e pedane

Bagno in camera

soppalchi e pedane

interno romantico econtemporaneo con soppalco basso

soppalchi e pedane

Letto a soppalcocon biblioteca integrata di Cinius

sopplachi e pedane

Letto a soppalco con armadio, libreria e scrivania, disponibile in 4 colori QUI

 

Zona giorno con soppalco basso…o pedana bassa? Una soluzione del genere è realizzabile anche negli ambienti con soffitti bassi

Se parliamo di soppalco abitabile, dunque a tutti gli effetti di una nuova stanza per la nostra casa, dovremo seguire severamente il regolamento edilizio della nostra città, poiché realizzare una struttura del genere richiede specifiche altezze e proporzioni di aero illuminazione.

In questo caso la realizzazione di un soppalco aumenterà la metratura vera e propria del nostro appartamento e sarà necessaria anche una pratica edilizia, ad opera di un tecnico specializzato, per costruirlo.

Com eregola di base consideriamo che di solito puoi soppalcare 1/3 dell’ambiente, se si ha un minimo di 210 cm di altezza sia sotto sia sopra, fino a metà ambiente, se c’è l’altezza minima di 220 cm sia sotto sia sopra. Il soppalco deve essere aperto almeno su un lato e l’area finestrata deve essere 1/8 dell’intera aerea sopra e sotto. Queste sono informazioni di massima, ma per progettare un soppalco è bene chiedere le norme specifiche del proprio comune.

I soppalchi di questo tipo sono i più complessi da realizzare, ma anche i più affascinanti perché spesso disegnano l’architettura stessa di un’ambiente, in modo affascinante ed un unico:

Il soppalco può essere sospeso all’interno di una stanza sulla quale si affaccia proprio come un balcone e con la quale dialoga amabilmente, può in questo modo raddoppiare lo spazio della sopracitata stanza o ridimensionarne il volume se troppo alta.

soppalchi e pedane

La zona giorno raddoppia con il soppalco vetratosoppalchi e pedane

Il soppalco si affaccia sulla zona giorno e sostiene l’altalenasoppalchi e pedane

Lo studio sul soppalco a vista in camera da lettosoppalchi e pedane

In un piccolo monolocale la zona notte è sul soppalco affacciato sul livingsoppalchi e pedane

La camera da letto affaccia a vista su tutta la casa open space sottostante. Una soluzione scenografica che si può comunque schermare all’occorrenza con una tenda.soppalchi e pedane

Il soppalco di cristallo trasparente raddoppia la zona giorno senza creare schermature

soppalchi e pedane

Il volume monolitico che accoglie il sopalco e si affaccia sul salotto e l’elemento architettonico che rende interessante questo interno

soppalchi e pedane

Cabina armadio a vista sul soppalco

Può essere comodo costruire un soppalco del genere in una camera da letto per creare ambienti separati per letto e guardaroba o area giochi o studio per i ragazzi.

Nella zona living può essere adibito a zona relax, studio o camera degli ospiti; in un loft o monolocale, caratterizzati da spazi aperti, il soppalco accoglierà sicuramente la zona notte. Come poi questo verrà realizzato starà solo a noi deciderlo secondo il nostro gusto, la nostra audacia e il nostro allenamento, poiché ve ne sono anche senza ringhiera e con ripidissime scale per arrivarci, adatti solo ai più audaci!

soppalchi e pedane

Soppalco biblioteca  soppalchi e pedane

Nella camera da letto il giaciglio trova spazio sul sopalco per lasciare spazio alla zona studiosoppalchi e pedane soppalchi e pedane

La zona notte sul soppalco è una delle scelte più frequenti

soppalchi e pedane

Una scala davvero audace per raggiungere il soppalco! pedane e soppalchi

Total white e scala ripidissima per un risultato super minimalsoppalchi e pedane

Cameretta rustica con soppalco, il sogni di ogni bambinasoppalchi e pedane

Zona notte sul soppalco, al’occorrenza la scala si leva e il soppalco scompare dietro alla tenda

C’è poi la possibilità di realizzare un vano, una stanza un luogo appartato proprio sotto allo spazio che si viene a creare grazie al soppalco.

Potrebbe trattarsi di un bagno o di uno sgabuzzino o anche di un’altra stanza vera e propria a seconda della dimensione del soppalco soprastante.

soppalchi e pedane

Cabina armadio sotto al soppalcosoppalchi e pedane

Lo spazio sotto al soppalco viene accuratamente progettato e attrezzato con armadiature e bagno in camerasoppalchi e pedane

Se trasferiamo il letto sul soppalco lo spaziosottostante potrebbe essere occupato da un secondo bagno in camerasoppalchi e pedane

Comodo ripostigliosoppalchi e pedane

Ampia cabina armadio in stile giapponesesoppalchi e pedane

Una tenda elegante e generosa chiude lo spazio sotto al soppalco per creare un pò di privacysoppalchi e pedane

Armadiature sotto al soppalco anche nella zona giorno, in questo caso non essendo abitabile lo spazio sottostante, si tratta di un armadio non di una cabina armadio, può anche avere un’altezza inferiore ai 240cmsoppalchi e pedane

Il soppalco ribassa e disegna il corridoio

 

Spesso il soppalco è aperto ed affaccia, come abbiamo detto, con la stanza sottostante dialogandoci ampiamente ma in alcuni casi esso è chiuso in modo da creare una stanza intima ed appartata, in questo modo si possono anche creare curiosi e interessanti volumi architettonici.

soppalchi e pedane

Un volume di legno per un effetto baita moderna

soppalchi e pedane

Un soppalco schermato disegnato da Studiomama, amanti del legno.soppalchi e pedane

Il soppalco è a vista ma chiuso da un cristallosoppalchi e pedane

Soppalco sottotetto schermato da listelli di legnosoppalchi e pedane

Legno e colorisoppalchi e pedane

Il soppalco chiuso dal sapore industriale

soppalchi e pedane

Una soluzione economica e scenografica per chiudere il soppalco…le tende!

A proposito di interessanti volumetrie, una zona soppalcata della casa può essere composta e delineata da un vero e proprio volume che si contrappone o si integra al resto dell’architettura.

Può trattarsi di un cubo in muratura che si protende e prende forma dalle pareti della casa o un elemento in altro materiale, vetro, metallo, legno, che crea movimento e dialoga con il resto.

Questi volumi possono essere puri oppure attrezzati, nascondere al loro interno delle funzioni: armadi, librerie e accessori vari.

   

Cubi di legno lisci o accessoriati

soppalchi e pedane

progettazione architettonica accurata per l volume della cucina che si integra con la scala e il soppalco sovrastante in modo articolato e variegato

soppalchi e pedane soppalco e pedane

Materiali diversi come la pietra o il legno creano volumi affascinanti

 

soppalchi e pedane soppalchi e pedane

Una scelta perfetta per tutte le occasioni? Il total white

soppalchi e pedane

Volume attrezzato

soppalchi e pedane

Bellissimo il volume in legno che compone il soppalco e allo stesso tempo il parapetto e il piano home hoffice

soppalchi e pedane

Ecco uno stratagemma architettonico che aumenta lo spazio in un appartamento di 50mq a Vigo in Spagna. Uno spazio completamente rivoluzionato dallo studio u+a arquitectura 

soppalchi e pedane

Un volume bianco che si ripiega su stesso

Per chi non vuole, invece, realizzare un vero e proprio soppalco, sia per una questione di costi, sia perché non si hanno i soffitti abbastanza alti, si può sempre sfruttare l’opportunità di mobili, soprattutto letti, soppalco; strutture removibili che non hanno bisogno di autorizzazioni. Ovviamente si tratta di tutt’altra soluzione e tutt’altro effetto estetico ma possono comunque risultare molto utili per raddoppiare lo spazio soprattutto in camera da letto, posizionando il letto al piano di sopra e sfruttando al massimo tutta l’area libera sottostante.

Questi letti soppalcati possono anche essere veri e propri mobili che hanno il letto nella parte soprastante e la parte sottostante superaccessoriata. In questo caso si tratta di strutture più basse perché la parte sotto al letto non deve essere praticabile ma solo contenitiva.

Se ne trovano tantissimi esempi in commercio ma una struttura del genere si può realizzare anche su disegno e progetto in modo da integrarsi a perfezione con il resto dell’architettura. Spesso si tratta di pedane dove viene posto il letto, mentre la parte sottostante è occupata da cassetti, armadi o altri contenitori, l’estetica può risultare anche del tutto liscia ed esserci delle botole nascoste nel piano.Le pedane possono avere la duplice funzione di identificare le varie zone della casa e contenere pratici armadi e contenitori.

soppalchi e pedane

Composizione 710 del sistema design 2.0

Letti singoli soppalcati in legno o metallo, per raddoppiare lo spazio

soppalchi e pedane

Ma esistono anche strutture più ampie adatte alla zona giorno

Modelli di letti soppalcati by Cinus , arredamento ecologico in legno massello. A sinistra il modello con piano mobile che si alza e si abbassa all’occorrenza. A destra modello Yen

soppalchi e pedane

Mobile soppalcato di falegnameria

Pedana attrezzata progetto Archifacturing

Letti matrimoniali di Cinius rialzati, lo spazio di sotto è occupato da ampi e profondi armadi

soppalchi e pedane

Pedane rustiche…

sopalchi e pedane

o moderne, sempre total white

Pedane artigianali per accogliere il letto, dotate di vani contenitori e non

soppalchi e pedane

Bellissimo l’accoppiamente di due materiali a contrasto

 

Due appartamenti dallo stile scandinavo in cui vengono utilizzate  soppalchi bassi, (o pedane alte!) per la zona notte. A sinistra miniappartamento a Budapest e a destra mini appartamento progettato dallo Studio Oink in una delle zone più ambite di Wiesbaden in Germania

Se un soppalco non è per tutti la pedana è ovviamente molto più semplice da realizzare e non ha limitazioni edilizie, potremo così esaudire il nostro desiderio di essere un po’ più in alto come quando da bambini salivamo sullo sgabello!

soppalchi e pedane

Pedana attrezzata per la zona notte

soppalchi e pedane

…e lineari e minimali per la zona giorno

soppalchi e pedanesoppalchi e pedane

I soppalchi nelle camerette comodi per integrare e nascondere letti e scrivanie

soppalchi e pedane

I letti a soppalco, come quello che trovate QUI, raddoppiano lo spazio della stanza ma non necessitano di pratiche edilizie

soppalchi e pedane

La Pedana Soppalco Armadio di cinius  è progettata per valorizzare anche il salotto più piccolo: i capienti carrelli scorrevoli salvaspazio sono perfetti per riporre indumenti, scatole, tovaglie, piatti e pentole! Si possono progettare i carrelli  con quanti scaffali si desidera.
Struttura realizzata su misura in legno massello di faggio lamellare.

soppalchi e pedane

Adorabile camera da letto con pedana.

L’articolo Soppalchi e pedane, un passo più vicini al cielo. proviene da Architettura e design a Roma.

21 Settembre 2018 / / Idee

Le decorazioni e i complementi d’arredo sono  dettagli importanti che rendono più bella e accogliente la vostra casa.

Decorazioni dettagli per abbellire la vostra casa

La casa non è solo il luogo in cui si pranza e si cena ma è il posto in cui una famiglia trascorre insieme buona parte del tempo libero. Per questo motivo la maggior parte degli italiani cerca di rendere più bella e accogliente la propria abitazione e spesso non basta scegliere il giusto arredamento, la perfetta pavimentazione o un particolare colore di pareti ma è fondamentale imprimere un tocco personale grazie all’utilizzo di decorazioni e complementi d’arredo che, in alcuni casi, possono fare davvero la differenza.

Niente spese esorbitanti, nessun intervento drastico e nessuna ristrutturazione invasiva, per rendere una casa più bella e accogliente è sufficiente un pizzico di originalità, una certa dose di buon gusto et voilà les jeux sont faits.

Se siete interessati ad acquistare delle decorazioni, accessori e piccoli complementi d’arredo, per donare un nuovo look alla vostra abitazione, potete consultare il sito Shopalike.it che offre l’opportunità di confrontare prezzi e offerte di tantissimi accessori e decorazioni per la casa di ultima tendenza. Inoltre, grazie alle numerose funzioni e ai vari filtri è possibile effettuare una ricerca mirata e funzionale, senza inutili perdite di tempo.

Come rendere più originale e accogliente la zona giorno

Da sempre la zona giorno rappresenta il cuore della casa, luogo di incontro e convivialità per eccellenza. Proprio per questo motivo è necessario creare un ambiente particolarmente caldo, gradevole e accattivante.

Decorazioni dettagli per abbellire la vostra casa soggiorno

Negli ultimi anni ad esempio è di grande tendenza lo stile minimal-chic che, seppure ripropone un ambiente estremamente moderno, funzionale e pratico, se non viene studiato in maniera equilibrata rischia di risultare freddo e asettico. Come riuscire quindi a creare un perfetto equilibrio tra modernità e tradizione, in grado di conferire un’atmosfera calda e accogliente? Puntando proprio su decorazioni e complementi d’arredo come tende, tappeti, mensole, fotografie, stampe, orologi, lampade dalle forme particolari, ecc…

Decorazioni dettagli per abbellire la vostra casa cucina

Senza dimenticare l’importanza degli accessori da cucina come dei fantasiosi contenitori nei quali tenere in ordine gli utensili e degli originali porta spezie e vasetti di erbe aromatiche in bella vista. Se poi non vi volete far mancare proprio nulla non dimenticate le piante verdi e un bel vaso di fiori freschi al centro del tavolo in grado di donare un tocco di allegria e fascino alla vostra zona giorno.

Come rendere più bello il bagno

Subito dopo la zona giorno, uno degli ambienti della casa che va menzionato in ordine d’importanza è sicuramente il bagno. Se la sala da pranzo o la cucina rappresentano gli ambienti in cui i membri della famiglia si riuniscono e trascorrono dei piacevoli momenti insieme, il bagno invece rappresenta il luogo in cui ognuno può ritagliarsi dei momenti per sé e, perché no, coccolarsi un po’. Ecco perché molti ci tengono a ricreare nel proprio bagno un ambiente carino e soprattutto rilassante. Come? Semplice, puntando sui dettagli. Un ruolo centrale ad esempio hanno gli specchi, elementi di design in grado di cambiare il volto di una stanza.

Decorazioni dettagli per abbellire la vostra casa bagno

Per abbellire l’ambiente potrebbe essere sufficiente uno specchio dalla cornice particolare, delle piccole ceste in vimini, delle nuove tende da abbinare agli asciugamani oppure disporre delle piccole mensole sulle quali collocare profumi, candele e sali da bagno. C’è chi addirittura, spazio permettendo, trasforma il bagno di casa in un piccolo salotto e sicuramente esistono mille piccoli trucchi, dettagli ed accessori in grado di rendere più carino il vostro bagno senza dover intervenire con costosi lavori di ristrutturazione.

Abbellire la casa con il fai da te

Siete delle persone creative, amate sperimentare sempre cose nuove e siete appassionati di bricolage? Allora per voi abbellire casa sarà, oltre che low-cost anche, un gioco da ragazzi. Oggi infatti sono sempre di più coloro che per necessità o per hobby si sono dati al fai da te creando, in alcuni casi, delle soluzioni decorative degne anche delle dimore più chic e ricercate. Ma il vero segreto, allo stesso tempo punto forte, del bricolage è la capacità di abbellire gli ambienti con degli accessori e complementi d’arredo estremamente personalizzati, che lasciano quindi emergere il gusto e la personalità dell’autore, utilizzando materiali e prodotti semplici oppure reinventando completamente vecchi oggetti oramai, da tempo, rimasti inutilizzati.

Decorazioni dettagli per abbellire la vostra casa pouf pneumatici

Pensate ad esempio ai vecchi pneumatici, sapevate che possono essere riciclati creando delle deliziose fioriere per esterni, oppure dei modernissimi pouf da mettere vicino al divano? Nel fai da te un largo impiego trova anche il cartone, utilizzato per la realizzazione di tavolini, cornici, sedie, librerie, lampadari e così via. Spesso però per rinnovare completamente la propria abitazione si può anche puntare semplicemente sulla decorazione delle pareti.

Dopo aver approfondito l’argomento le mura della vostra casa non avranno più segreti!


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER