4 Ottobre 2017 / / Blogger Ospiti

Quali sono le differenze più rilevanti fra le case in cui si abitava negli anni Cinquanta e gli appartamenti di oggi?
Per conoscere la risposta affidiamoci all’infografica Ho bisogno dei miei spazi – come sono cambiate le case nel tempo, realizzata da MAN Casa negozi per l’arredamento, che illustra in maniera chiara e originale l’evoluzione dell’interior design nel corso dei decenni.

Una casa può essere definita come uno specchio degli stili di vita più diffusi in un determinato periodo storico: per questo negli anni Cinquanta la cucina era adibita esclusivamente alla preparazione dei pasti, la camera da letto era di dimensioni maggiori rispetto a oggi e il bagno era solitamente piuttosto ampio (dai 12 mq in su).
Le soluzioni di arredo tendevano a sottolineare l’unicità della zona giorno, mentre dagli anni Settanta in poi si diffondono gli open space e di conseguenza le distinzioni fra un ambiente e l’altro della casa sfumano.

Il soggiorno, nel corso degli Ottanta, acquisisce una nuova centralità, dovuta soprattutto alla diffusione del televisore nelle case degli italiani, per poi divenire, negli ultimi anni, l’area più grande della casa (circa il 40-45% dell’intero appartamento).

La diversa concezione degli spazi è correlata anche alle mutate esigenze delle persone, perché oggi si acquistano case più piccole, sfruttando soluzioni salvaspazio per arredare gli interni e valorizzare ogni angolo della casa.

Secondo quanto riportato dall’infografica, ci sono ragioni di risparmio dietro la scelta di vivere in case sempre più piccole: risparmio non solo economico, perché di certo la crisi ha ridotto la possibilità di comprare casa a molte persone, ma anche risparmio di risorse energetiche, perché si cerca di ridurre l’impatto sull’ambiente con una maggiore attenzione ai consumi domestici, una consapevolezza che in passato era assente.

Quali sono le città italiane dove le case costano di più?

L’ultima parte dell’infografica è incentrata sui prezzi al metro quadro delle case, sia per l’affitto che per l’acquisto. Qui emergono dati piuttosto sorprendenti, come il costo medio di un appartamento a Savona (3670 € al mq) confrontato con Trento (2279 € al mq), Belluno (3408 € al mq) con Firenze (2841 € al mq), Roma (2722 € al mq) con Milano (2415 € al mq).

È anche per questa ragione che molti giovani preferiscono vivere in affitto anziché fare il “grande passo” e comprare casa, senza per questo trascurare l’interior design e lo stile del luogo in cui si sceglie di vivere, perché anche in mancanza di liquidità non si rinuncia a personalizzare tutti gli spazi della casa.

5 Giugno 2017 / / Idee

Lo so, lo so: pulire casa non piace a nessuno. Dite la verità: sapete con quale frequenza va pulito cosa? Vi aiuto con una semplice infografica.

……….

Donne e uomini, di casa e non, l’argomento pulizie è il più noioso e spinoso di tutti. A nessuno e dico proprio nessuno, piace pulire casa. Ci si stanca da matti, si perdono giornate intere a fare mestieri di cui molto spesso non vediamo l’utilità.

D’estate poi… un bagno di sudore per rendere la casa quantomeno decente. Diciamoci la verità però: una casa pulita e in ordine fa sempre la sua figura. Vuoi mettere accogliere gli amici in un salotto dove non ci sono coperta, ciabatte e giornali sparsi per il divano? Dove il telecomando si trova alla prima occhiata?

Come fare allora per non dover perdere giorni interi della settimana per le faccende domestiche?

Non è necessario fare tutto, tutti i giorni (anche perché soprattutto chi lavora, non ha tempo materialmente). Ho preparato una piccola infografica, che potete scaricare e stampare come promemoria.

PULIRE CASA IN MODO EFFICIENTE: COSA E QUANTO SPESSO

Come vi dicevo, ho pensato di prepararvi una velocissima infografica, che potete stampare e appendere dove più vi fa comodo. Se come me anche voi dimenticate anche come vi chiamate, allora vi sarà utilissima.

Io ogni volta che si tratta delle “grandi” pulizie, dimentico sempre quand’è stata l’ultima volta che le ho fatte. Le tende? Chissà. I lampadari? Mah.

È una faticaccia, perché magari finisce che nel dubbio pulisco due volte la stessa cosa. Che poi, già le pulizie sono uno stress, figuriamoci fare confusione e fare il lavoro doppio.


Pulirò la casa quando uscirà sul mercato un aspirapolvere che si può cavalcare – R. Barr
Condividi il Tweet


pulire

Ho pensato che potesse essere utile per tutte (e tutti) gli smemorati come me, per tenere il punto di quello che è già stato fatto e quello che ci sarà da fare.

È anche utile per rendersi effettivamente conto di quali siano le faccende domestiche che è bene fare tutti i giorni, per tenere la casa in ordine e per metterci meno quando si tratta delle pulizie settimanali.

Alla fine già tenere in ordine è metà del lavoro: il disordine (e ve lo dice una iper-disordinata) fa percepire trasandata anche una casa ultra pulita.

Che le casalinghe disperate siano con voi!

 

L’articolo Pulire casa: un’infografica per ottimizzare i tempi sembra essere il primo su VHD.

26 Gennaio 2017 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Lasciare lavori incompleti tra le mura domestiche? Crea tensione e disturbo nelle relazioni di coppia.   

A pensarlo il 50% degli intervistati dal nuovo ‘Barometro dei servizi per la casa’ di Instapro.it: il marketplace dedicato ai servizi della casa sbarcato in Italia oltre un anno fa forte del suo grande successo olandese e che trimestralmente racconta gli ultimi trend di mercato e gli ‘usi e consumi’ degli italiani in ambito casa.
La casa è il ‘nido di coppia’ per eccellenza, il ‘centro nevralgico’ di umori ed emozioni, il luogo dove si vivono grandi gioie ma anche talvolta piccoli conflitti. E quando si parla di questioni legate ad interventi domestici, più o meno grandi, come rubinetti gocciolanti da sostituire, tubature difettose da rinsaldare, o pavimenti sconnessi da sostituire, per citarne solo alcuni, la faccenda può iniziare a farsi più tesa.
Secondo i dati del ‘Barometro dei servizi per la casa’, il sondaggio condotto trimestralmente, su di un panel d’età compresa tra i 30 e i 65 anni e con residenza nei maggiori centri urbani d’Italia, le decisioni che ruotano attorno ai lavori di casa sono spesso causa di attriti che si ripercuotono sull’armonia della coppia. Ma entriamo un po’ più nel dettaglio.
Di fronte all’affermazione ‘un lavoro incompleto a casa crea litigio e contrasto’ il 50% degli intervistati ne è convinto. E uomini e donne si trovano concordi in questo pensiero.
dettagli home decor

Curiosa, inoltre, la reazione degli intervistati alle scuse del proprio partner per non effettuare un lavoro: il 29% si definisce stanco di sentirle, mentre un buon 42% sembrerebbe gradirle avvalorando la tesi che ‘il tema dei lavori in casa’ è spesso pretesto di discussione tra coniugi e che il posticipare i lavori rappresenta un aiuto per ‘allontanare il pensiero’ o per scoraggiare una discussione che potrebbe diventare fastidiosa (il 29%, invece, si mostra neutrale).
Infine, è il 39% degli intervistati a pensare che la risoluzione dei lavori di casa, di vario genere, ha un effetto molto positivo sulla vita sessuale di coppia. 
Ma la soluzione sta, nella maggior parte dei casi, nell’affidarsi alle mani esperte di un professionista di fiduciache, risolutore, sarà in grado di smussare eventuali contrasti di coppia regalando una nuova armonia. Oggi, inoltre, grazie alla rete, sono davvero tante le opportunità di individuare la persona più indicata per risolvere il nostro problema in casa: come la piattaforma instapro.itche mette in contatto il consumatore finale e diversi professionisti della casa specializzati in tanti settori (manutenzione, progetti di ristrutturazione fino alle opere di costruzione).Dati alla mano: oltre il 79% degli intervistati decide di affidare i lavori di casa ad una figura specializzata per la sicurezza di ottenere un’esecuzione del lavoro impeccabile. A pensarla così sono per lo più donne (53,3%) contro il 46,7% di uomini.
Le donne inoltre appaiono con più spiccate doti organizzative rispetto agli uomini: è ben il 53% a creare una ‘to do list’ per il proprio partner.


4 Luglio 2016 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Ikea, grazie alle molteplici soluzioni d’arredo di design e low cost,  è diventata da tempo il principale punto di riferimento per chi deve arredare o rinnovare l’arredamento della propria casa.
Con Ikea possiamo arredare ogni stanza di casa, il balcone e anche il giardino, con gusto, inoltre per rendere unica e speciale la nostra casa, possiamo personalizzare un particolare mobile o complemento d’arredo.
La nuova infografica Wimdu, realizzata da NeoMam Studios,  ci  svela 8 trucchi per aggiungere un tocco artistico in ogni ambiente di casa grazie a Ikea.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli home decor




22 Giugno 2016 / / Idee

Noi Italiani non siamo solo un popolo di poeti, artisti, navigatori e amanti della buona cucina ma anche di “traslocatori”. Nell’ultimo anno i trasferimenti di residenza nell’ambito dei confini nazionali sono stati circa 1,3 milioni. Fra le regioni italiane con il più alto numero di trasferimenti interni tra Comuni, il primato spetta al Trentino Alto-Adige.

Con questo dato si apre l’infografica Italiani e cambio casa: tutti i trend realizzata da Fazland.com, portale specializzato nella comparazione di preventivi online per servizi destrutturati dedicati a casa, eventi, aziende e privati.

Fazland_infografica_mappe
Ma quanto costa cambiare casa in Italia? Quale arco di tempo coprono mediamente le attività di ristrutturazione e trasloco? Quali sono le variabili che fanno aumentare il prezzo e quali accorgimenti adottare per risparmiare?

Secondo quanto illustrato, rinnovare un’abitazione della dimensione media di 80 m² in
Italia può richiedere un investimento economico compreso tra i 100 e i 600 euro/m², a
seconda dell’entità dei lavori, per una spesa media di 322 euro al metro quadro. La regione più cara è il Trentino Alto-Adige: qui, per lavori che includono il rifacimento di impianti e l’attuazione di modifiche strutturali importanti, si possono superare anche gli 800 euro al metro quadro; la regione più economica è invece la Basilicata, con un costo medio di 255 euro al metro quadro.tempi_trasloco

Traslocare da soli o farsi aiutare?

come_traslocare
Cifre altrettanto salate per il trasloco: la media italiana è di circa 650 euro per i servizi di
imballaggio, trasporto, carico e scarico di mobili e scatoloni entro brevi distanze. Se da un
lato procedere completamente in autonomia può quasi completamente azzerare i costi di
trasloco, dal altro lato porta con sé il rischio di danneggiare mobili e oggetti, allungare i tempi e subire stress.
A questo proposito Fazland suggerisce una soluzione “mista”: imballaggio in autonomia e
trasporto pacchi a carico della ditta di traslochi, un’alternativa in grado di far scendere il prezzo a soli 150 euro.

Un’ottima soluzione visto che molte volte non si contano tutti gli aspetti emozionali che comporta cambiare casa e questi vanno a sommarsi agli aspetti pratici mettendoci ancora di più sotto pressione e a dura prova. Ci siamo passati tutti per il trasloco e come scrive la mia amica giornalista Cristina Maccarrone ogni casa in cui abbiamo abitato porta con se la sua storia, tante emozioni e tante cose che ti riportano a momenti della vita “Perchè una casa non è solo una casa”.

 

Archiviato in:consigli arredamento, interiors design Tagged: cambio casa, emozioni, infografica, interior design, italiani, progettazione d’interni, progettazione di interni, ristrutturazione, trasloco, trend

2 Giugno 2016 / / Coffee Break

11 Marzo 2016 / / Dettagli Home Decor

Ognuno di noi desidera sempre essere un perfetto padrone di casa, ma cosa succede se ospiti inattesi arrivano all’ultimo minuto? Ovviamente andiamo in panico perché non è detto che la nostra casa sia perfettamente in ordine e pulita.

Niente panico perché oggi, grazie alla nuova infografica realizzata da NeoMam Studios in collaborazione con WIMDU, vi sveliamo come sistemare il vostro alloggio in poco tempo, rendendo piacevole e accogliente ogni ambiente domestico, dall’ingresso di casa alla zona notte e persino il giardino!

dettagli home decor


dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor