25 Luglio 2019 / / Blog Arredamento

Amaca: quanti e quali tipi esistono e perché ci piace così tanto

Anche voi avete sempre sognato di avere un’amaca?
Io ne sono sempre stata affascinata e da piccola desideravo averne una al posto del letto.

Sono convinta di averla vista la prima volta in Peter Pan, forse ci dormivano i bambini sull’Isola che Non C’è, sta di fatto che per me divenne una sorta di ossessione che mia mamma si è puntualmente ostinata a sabotare.

Non avendo mai avuto un giardino o un terrazzo abbastanza grandi, il mio sogno è rimasto tale (fino ad oggi!).
Crescendo mi sono resa conto che forse dormire tutti i giorni in questo giaciglio pensile può non essere così piacevole come dondolarsi qualche ora in riva al mare, magari con un cocktail gelato tra le mani…ma nonostante le avversità e i sabotaggi materni, la fascinazione per questo esotico letto sospeso è rimasta sempre fortissima.

Cosa ci piace così tanto dell’amaca?
Perché anche da adulti continua ad esercitare su di noi un’attrazione magnetica? Sarà il dondolare che ci culla verso stati di relax assoluto? Sarà che ci trasporta subito verso assolate isole tropicali e acque cristalline?

Partiamo dalla sua storia e vediamo quanti e quali modelli di amaca esistono. Preparati, perché c’è solo l’imbarazzo della scelta tra amache tradizionali, freestanding, a poltrona, a letto, giganti…

Storia

Prima cosa da sapere è come si pronuncia. L’accento va sulla seconda “a” quindi: amàca.

Il termine deriva dallo spagnolo hamaca, di origine caraibica, e sembra derivi dal nome dell’albero fibroso che veniva utilizzato per tessere la tela (hamack).
Questo comodo giaciglio in rete o tela nasce nell’America del Sud e pare sia stata presto adottato da Cristoforo Colombo per far dormire più comodamente i marinai, ma soprattutto per evitare il contatto con i pavimenti sottocoperta, bagnati, sporchi e infestati da insetti e topi.

Probabilmente anche gli Indios dell’America Latina e dei Caraibi le usavano proprio per una questione igienica e di sicurezza contro animali, insetti e rettili. Anche la funzione termica non è da sottovalutare: con il caldo e l’umidità meglio stare sospesi dal suolo e su una superficie traspirante.
Sembrerebbe inoltre che le definissero “culle degli dei”: sarà per questo che continuano ad esercitare su tutti noi un enorme fascino?

La storia dell’amaca accompagna la nostra, la vediamo in dipinti, cartoni animati, film. Ancora oggi è sinonimo di relax e pace dei sensi, non a caso ne vediamo una stupenda nel capolavoro di Sorrentino “La Grande Bellezza”: una raffigurazione potente del “dolce far niente”.
Tony Servillo scena amaca Grande Bellezza

Materiali

Se le più antiche amache venivano prodotte con fibre naturali intrecciate (hamack tree, agave sisalana o Sisal) oggi ne possiamo trovare di tutti i tipi: cotone traspirante, corda, rete, stoffa.

Per esterni e campeggio ci sono materiali sintetici “tecnici” e performanti super robusti (ci sono lettini sospesi e tende-amaca studiati per resistere a temperature estreme e prodotte in poliammide, polipropilene, nylon).

Tipologie

Esistono due grandi famiglie:

    • amache autoportanti: si appoggiano a terra e hanno una struttura di sostegno o supporti in legno, metallo, acciaio

    • amache da appendere: le più tradizionali si sospendono agganciando le estremità a due sostegni che possono essere alberi, pali, rocce. Si possono fissare tramite nodi o con ferramenta idonea (ganci, moschettoni, corde…). Esistono inoltre le poltrone-amaca o sedie-amaca con aggancio a soffitto


Entrambe le tipologie possono essere portatili (le autoportanti dotate di struttura sono in realtà fisse e meno agevoli da spostare, ma ci sono autoportanti pieghevoli che sono invece facilmente richiudibili e spostabili).

Il giaciglio più essere inoltre dotato di bastoni alle due estremità. In questo modo il piano su cui ci si sdraia rimane teso. Quelle prive di bastone sono più avvolgenti e si adattano alle forme del corpo.

E tu che amaca vuoi?

Amaca da giardino

La più amata: torni a casa la sera dopo il lavoro e ti fiondi a rilassarti con un buon libro o con il semplice cinguettare degli uccellini (magari se ti doti di zanzariera è meglio).
In giardino puoi scegliere l’autoportante o quella più tradizionale appesa a due alberi.

Se la vuoi in terrazzo probabilmente la soluzione migliore è quella da terra con supporti free standing, oppure la poltrona-dondolo da soffitto.

Amaca matrimoniale o doppia

Soluzione maxi, l’amaca doppia o gigante ospita comodamente due persone. Non lanciarti in acrobazie perché potreste ribaltarvi in men che non si dica.
Pare esistano anche i modelli familiari per 3 o 4 persone…sinceramente io concepisco l’amaca come un angolo di relax individuale o al massimo in coppia, ma sono sicura che un pisolino all’ombra insieme ai bambini possa essere ugualmente rigenerante.

Amaca da interni

L’amaca in casa è più difficile da gestire. Dove si appende e come?
In appartamento può trovare spazio in balcone, nello studio o nella cameretta dei bambini (anche i ragazzi apprezzano). Altra opzione indoor è il salotto…ma stiamo parlando a mio parere di ambienti da rivista patinata o da Instagrammer. Anche se una valida alternativa è un’amaca o una poltrona sospesa con struttura autoportante. Comunque le ispirazioni ci sono, guarda qui sotto!

Amaca dondolo e poltrona

Ci sono quelle a sacco, i cocoon (amatissimi dai più piccoli e ideali in cameretta per costruire una “tana”) e le poltrone con aggancio a soffitto “a forma di uovo”. Solitamente possono essere in tessuto, nylon o rattan.

Amaca brasiliana

A righe o tinta unita in tela di cotone, con inserti in macramé per gli amanti dello stile boho chic.

Amaca messicana

Le migliori sono prodotte in Yucatan dove vengono tessute a mano come una volta. Sono caratterizzate da struttura a rete traspirante e sono leggerissime. Poco indicate per i bambini.

Amaca da campeggio

Non voglio entrare nei meandri del mondo outdoor, perché ne so davvero poco. La mia idea di amaca è relax a bordo piscina o in spiaggia…insomma scalate e trekking non sono il mio pane quotidiano. Mi limito a segnalare l’esistenza di modelli pazzeschi e resistentissimi, dalla semplicissima amaca da bivacco da attaccare fra due alberi, alle tende sospese, amache da 3 e 4 persone, sacchi a pelo pensili realizzati per resistere a bassissime temperature in mezzo a cime innevate.

Amaca letto

Parlando di sacchi a pelo, l’amaca può essere usata come letto. Dopotutto è la sua funzione originaria! Se intendete usarla outdoor mi affiderei ad amache come quelle appena descritte sopra: resistenti e costruite per offrire performance di alto livello. Se volete usarla in casa, optate per l’opzione matrimoniale con agganci alle 4 estremità.

Amaca da spiaggia

Se vuoi portare l’amaca in spiaggia scegli un materiale traspirante, facile da piegare e che occupi poco spazio. Attrezzati con i ganci giusti e trova l’angolo perfetto. Puoi anche optare per un modello pieghevole tipo lettino da camping. Se invece avevi in mente di stare a mollo, sappi che esistono le amache galleggianti e gonfiabili (ideali anche in piscina in alternativa al materassino).

Dove comprare un’amaca?

La citazione tratta da I Simpson è d’obbligo: “…c’è “Amica Amaca” sulla quinta, “Amaca Magò”, “Hai mica un’amaca”. Ah già, ora che ci penso sono tutti nel DISTRETTO DELLE AMACHE!!!”

Nel mondo reale il mio consiglio è di comprare l’amaca online. I siti sono tantissimi, partendo dai grandi colossi (Amazon, ebay) fino ai portali specializzati, quindi potete trovare amache economiche e vere e proprie Rolls Royce delle amache.
Io preferisco i siti specializzati perché spesso tra questi si trovano piccole aziende che prestano maggiore attenzione alla qualità dei materiali e ai processi di produzione. Ad esempio Tropilex, da cui ho comprato la mia, si rifornisce da tessitori tradizionali colombiani e indiani, dona l’1% delle vendite a organizzazioni no profit che si dedicano alla salvaguardia ambientale ed ha certificazioni FSC® per il legno e OEKO-TEX® per i tessuti.

Misure ce ne sono di tutti i tipi. Non esiste uno standard, a meno che non siate dei puristi e non vogliate un’amaca tradizionale intrecciata a mano nello stile dei Maya…allora credo che lo standard fosse quello di un letto singolo. Oltre alle dimensioni controlla anche il peso massimo consentito, ma non ti preoccupare, ci sono anche quelle per orsi!


Foto di Chris Favero

21 Giugno 2019 / / +deco

La seduta Filicudi è entrata prepotentemente nella mia lista dei desideri. E’ elegante, Mediterannea e con una forma accattivante

Disegnata da Marcantonio Raimondi Malerba, uno dei più promettenti designer del momento, Filicudi Chair è prodotta dal divertentissimo marchio Qeeboo.

La sedia prende il nome dalla bellissima Filicudi, una delle isole delle Eolie, su cui crescono ovunque tantissimi fichi d’India.

La seduta è fatta di politilene e la base è in metallo; è perfetta per interni ed esterni, in tutte le sue versioni: nera, bianca, verde balsamo e verde intenso.

Come la Nemo di Fabio Novembre prodotta da Driade, è stato amore a prima vista.

Devo assolutamente averne una, grazie al cielo ha un prezzo ragionevole!

The post Amore a prima vista, la sedia Filicudi appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

5 Giugno 2019 / / Design

La poltrona sacco, ovvero la seduta più informale e irriverente della storia del design, conquista gli esterni, portando un tocco pop in giardino.

poltrone sacco pop in giardino

La prima poltrona sacco fece la sua apparizione nel 1968, all’apice dell’era pop. La poltrona destrutturata e informe ideata da tre giovani designer piacque a Zanotta, che da allora non ha mai smesso di produrla. Successivamente, molti designer si sono cimentati con citazioni,  versioni e rivisitazioni di questa atipica seduta.

Oggi vi presento 5 modelli di poltrone da esterno ispirate a questa intramontabile icona, perfette per dare un tocco pop al giardino. 

Scopri i must have dell’estate 2019 per il mare e la piscina

Le poltrone sacco da esterno di Arketicom

Se cercate su Google le parole “poltrona sacco” vi si apre in mondo di offerte, soprattutto di imitazioni dell’originale, tra le quali può essere difficile orientarsi. Così si rischia di scegliere in base al prezzo, dimenticando la qualità, che per un oggetto destinato all’esterno è essenziale, viste le dure prove che lo attendono.

poltrone sacco pop in giardino

Puntare sulla qualità dei materiali, su una lavorazione accurata e su una progettazione attenta al confort, alla praticità e ai dettagli, significa mettersi in casa, in questo caso in giardino, un prodotto destinato a durare nel tempo. Particolare non trascurabile, i modelli che vi presento oggi sono tutti sfoderabili, così potrete lavare il rivestimento ogni volta che volete e la vostra poltrona sacco sembrerà sempre nuova di zecca.

Con le sedute di Arketicom abbiamo già arredato un piccolo terrazzo e riempito la piscina di galleggianti, non ci resta che allestire un angolo salotto-relax in giardino. Con un tocco pop.

Dal sessantotto con amore 

Ispirarsi alle icone che hanno fatto la storia, per un designer spesso è un atto d’amore. È così che nasce 68 Sessantotto, il pouf poltrona imbottito di palline di polistirolo espanso, nella versione da esterno è rivestita con tessuto impermeabile firmato da Arketicom. Il polistirolo di alta qualità non si appiattisce ne tempo, come può capitare con alcuni prodotti che potete trovare on line, e in ogni caso l’imbottitura è contenuta in una cellula chiusa impermeabile. Divertitevi a creare il vostro salotto pop scegliendo poltrone dai colori diversi, tra le 20 nuance disponibili.

Diletta, la poltrona sacco gigante e Bermuda, il sacco triangolo

Diletta e Bermuda rappresentano l’evoluzione del classico e semplice sacco. La taglia XXL e la circonferenza più larga di Diletta garantiscono comodità e stabilità. Inoltre, è  dotata di una doppia cerniera protettiva per rabboccare o svuotare l’imbottitura senza riempire la casa di palline di polistirolo volanti.

poltrona sacco pop in giardino

Bermuda si presenta nell’inconsueta forma a triangolo e promette di inghiottire nella morbidezza chiunque ci si sieda, come il famoso triangolo che inghiottisce ogni oggetto. Pur essendo anche questa una poltrona XXL, pesa solo 6 kg, ed è rivestita con il tessuto per esterni Cheope, firmato Arketicom.

Soft Chill, il pouf sacco elegante

Elegante nella sua semplice forma cilindrica, Soft Chill é un pouf soffice e leggero, e allo stesso tempo stabile e solido. Si può usare come seduta, ma anche come poggiapiedi o piano d’appoggio. Il tessuto morbido, ultraresistente, è in fibra di manifattura italiana, come il pouf stesso, realizzato a mano. È perfetto per completare il salotto all’aperto.

poltrona sacco pop in giardino

Concludiamo con la novità di quest’anno, la poltrona sacco Gina Soft, cugina della versione rigida. Gina Soft nasce come seduta da esterno, e del classico sacco conserva la morbidezza e la leggerezza. Pensate che pesa solo 5 kg, eppure sostiene il corpo perfettamente, anche grazie alla forma ergonomica. Gina Soft è inoltre modulare, il che significa che potete creare dei divanetti da esterno super pop: basta abbinare colori come il turchese, il lime, il fucsia, ed il gioco è fatto.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

8 Febbraio 2019 / / Design

La collezione di poltrone Ditre Italia si allarga con le novità 2019, studiate per un living elegante e contemporaneo in cui il relax è protagonista assoluto.

Ditre Italia lancia il nuovo Catalogo Armchairs 2019 con 4 prodotti completamente nuovi, 2 modelli best seller rivisti e impreziositi da nuove finiture e oltre 90 pagine di immagini inedite.

I modelli di punta vengono trasformati in prodotti unici che si distinguono per la lavorazione sartoriale e per l’attento studio che combina materiali, tessuti e pellami, in perfetta armonia con il total look Ditre Italia. Una ricca collezione di poltrone che comprende modelli studiati per il living e nuove proposte ideate per il contract.

Il designwear è nuovamente protagonista dei progetti Ditre Italia in un’ottica in cui la continuità formale è al centro dei nuovi imbottiti, conferendo un alto livello di personalizzazione dei nuovi modelli che si adattano perfettamente allo stile del gusto esclusivo e personale.

Poltrone che nascono da un progetto di continuità formale che reinterpreta i divani simbolo dell’azienda in cui stile, design e bellezza rappresentano l’idea di casa che Ditre Italia vuole trasmettere attraverso i nuovi prodotti del Catalogo Armchairs 2019: Bend design Daniele Lo Scalzo Moscheri, Beyl design Gabriele e Oscar Buratti, Softy design Edi & Paolo Ciani e Lucia design Federica Biasi. Tra le rivisitazioni dei modelli di punta arrivano Chloè Luxury dei designer Spessotto&Agnoletto e Claire Swivel dell’Art Director Ditre Italia Daniele Lo Scalzo Moscheri.

Softy design Edi & Paolo Ciani

Bend design Daniele Lo Scalzo Moscheri

Beyl design Gabriele e Oscar Buratti

Chloè Luxury dei designer Spessotto&Agnoletto

Lucia design Federica Biasi

Claire Swivel dell’Art Director Ditre Italia Daniele Lo Scalzo Moscheri

Per maggiori informazioni www.ditreitalia.com

L’articolo Nuove poltrone per un living elegante e contemporaneo proviene da Dettagli Home Decor.

30 Ottobre 2018 / / Design

Scopriamo insieme le tendenze nel mondo del complemento d’arredo, che quest’anno vede come protagonista la poltroncina. Avvolgente, curvy e soprattutto imbottita.
Ecco le nostre preferite ideali per qualsiasi ambiente, dal living al contract!
NOVAMOBILI | ORIGIN
design by Makoto Kawamoto

Disegnata da Makoto Kawamoto, la poltrona Origin si ispira alle donne, sia per le forme sinuose sia per la capacità poliedrica di cambiare e combinarsi in modo differente, rivestendosi di cromie, tessuti e trame che esaltano i volumi e le linee.
MOLTENI&C | ELAIN
design by Vincent Van Duysen
Elain, dalle forme tonde ed avvolgenti, è una poltroncina progettata per essere inserita in ogni ambiente grazie alle sue dimensioni contenute. Composta da due soli elementi, la seduta e lo schienale, che unendosi danno vita ad un oggetto a tutto tondo dove accomodarsi viene spontaneo.
PEDRALI | BUDDY 215S
design by Busetti Garuti Redaelli
Linee morbide e un design pulito contraddistinguono la collezione di pouf e tavolini Buddy che, grazie al suo carattere amichevole e versatile, può essere collocata in qualsiasi ambiente completandone l’arredo.
PORRO | KITE
design by GamFratesi Design
La poltroncina Kite, design GamFratesi, è un prodotto dall’estetica pura e avvolgente, studiata nel confort e nelle proporzioni, ideale per le zone di attesa cosi come in ambienti domestici, dal living alla zona notte. Kite e composta da una struttura in tondino metallico verniciato nero che disegna un semplice tracciato nello spazio, su cui si appoggiano un confortevole cuscino e un’avvolgente schienale che si ripiega sulla struttura dando vita al dettaglio peculiare del prodotto: un invitante bracciolo che ricorda il bavero ripiegato di un cappotto.
BLå STATION| BOB JOB
design by Stefan Borselius, Thomas Bernstrand
Il lavoro non deve legare necessariamente ad una scrivania. Le riunioni non hanno bisogno di sale conferenze. BOB Job è la soluzione perfetta per uno spazio di lavoro casual e creativo: un sistema di divani che può essere configurato in qualsiasi modo immaginabile.
25 Settembre 2018 / / +deco

Anche se a Roma l’estate sembra non voler finire mai, già mi vedo raggomitolata su una bella poltrona, avvolta da un maglione e con un libro in mano (e un bicchiere di vino sul tavolino accanto).

Sicuramente mi sarò anche stufata del caldo ma la verità è che amo l’Autunno. Mi piace la sua luce dorata e nostalgica, tipica di Ottobre, mi piace la sensazione delle maniche lunghe sulla pelle dopo i mesi estivi, mi piace dormire con una copertina dopo un lungo periodo di sudate, mi piace fare la lista dei buoni propositi anche se poi la tradirò (ebbene sì, io sono una di quelle che si organizza mentalmente secondo l’anno scolastico).

Per aiutarvi ad entrare nel mio umore autunnale che di triste non ha proprio nulla, vi farò vedere delle poltrone sexy e irresistibili.

La maggiorparte dei modelli sono nuovi, alcuni sono usciti l’anno scorso ma tutti trasformeranno la tua sala o camera o studio e nessuno dei ospiti resisterà la tentazione di sedercisi sopra!

Sexy armchairs, Geo by Saba.

“Nilson” by Verzelloni

“Vincent” by Swoon.

“Hepburn” by The Conran Shop

“Blendy” by De Padova.

“Archibold” by Frau.

“Fanny” by Fendi Casa.

 

The post Poltrone sexy appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

23 Maggio 2018 / / Design

nuova collezione Living Divani 2018

Il profondo legame con le tradizioni del proprio territorio e la naturale propensione alla contemporaneità traspaiono dalla nuova collezione Living Divani 2018, presentata ufficialmente in occasione del Salone Internazionale del Mobile 2018.


Impegnata in un ampliamento progressivo del proprio catalogo per abbracciare in un unicum fluido l’intero spazio della casa e del contract, Living Divani non trascura la cura al dettaglio di ogni suo singolo prodotto, affrontato e analizzato da molteplici prospettive e punti di vista. Le superfici inedite, le trame dei tessuti e il virtuosismo tecnico dei particolari, se da un lato raccontano la storia e il valore del Made in Italy, dall’altro rivelano l’anima internazionale del brand, impegnato in una incessante ricerca di nuovi talenti, spunti e suggestioni che non conosce confini geografici, ma privilegia affinità, influenze e commistioni creative.


nuova collezione Living Divani 2018
nuova collezione Living Divani 2018
nuova collezione Living Divani 2018
nuova collezione Living Divani 2018
nuova collezione Living Divani 2018
nuova collezione Living Divani 2018
nuova collezione Living Divani 2018
nuova collezione Living Divani 2018
nuova collezione Living Divani 2018

Per maggiori informazioni www.livingdivani.it

10 Maggio 2018 / / ChiccaCasa

Una simpatica lettrice mi ha scritto dicendo che ha appena arredato il salotto della sua casa al mare. Si tratta di un appartamento arredato in stile moderno, con molti richiami al mood scandinavo.
La chicca che conferisce carattere alla sua dimora estiva è rappresentata dai tocchi di blu, declinato in tutte le sue sfumature.
Manca ancora qualche dettaglio finale. Per esempio una seduta singola da affiancare all’ampio divano. Il colore? Qualsiasi, purché sia blu!

Il budget che la padrona di casa ha prefissato per la sua seduta extra è 250 €.
Ecco le proposte che ho pensato per lei. Magari puoi trovare anche tu quella che fa per te!


1. Pouf rotondo blu navy, Eglooh, Etsy. Un pouf elegante dall’aspetto ricercato in tessuto morbido e scamosciato, effetto velluto. Il bordo della seduta tonda è delimitato da un nervo bianco che contrasta con il meraviglioso blu navy di fondo. Il tessuto è sfoderabile e antimacchia, due caratteristiche che faranno felici le famiglie con cani e bambini! Questo è un pezzo made in Italy, o meglio, made in Treviso! 137€

2. Pouf nodo blu elettrico, KNOTSTUDIO, Etsy. L’ormai celebre brand handmade KNOTSTUDIO, realizza sedute e cuscini dal design intrecciato, ispirandosi ai nodi nautici. Questo pouf  ha una circonferenza di 60 cm. Il nodo del lungo cilindro imbottito è assicurato da anelli di legno. Questo pouf non passerà di certo in secondo piano neanche accanto ad un lungo divano! 230,72€

3. Pouf Flot jeans, SKLUM. Sembra in equilibrio precario, invece si regge da solo, grazie alla pressione dell’aria. Il polietilene è rivestito in tessuto effetto jeans. Comodo e curioso, è un pezzo che non passa inosservato! 149,69€

4. Strandmon turchese chiaro, IKEA. Nuovo colore, stesso stile da sessant’anni. Uno dei classici IKEA, tutto da sfruttare per rilassarsi, sferruzzare, guardare un film o sfogliare una rivista. Il design tradizionale consente di creare un’atmosfera familiare e accogliente. 199€

5. Sedia a dondolo Balance, PRIVATE FLOOR. Cosa c’è di meglio di lasciarsi cullare da una bella sedia a dondolo in una fresca sera d’estate? Il design è modern-scandinavian e la seduta monoscocca è rivestita in cachemire! La base è robusta e composta da materiali di qualità. I braccioli non faranno altro che rendere più comoda la tua permanenza. 134,90€

6. Poltrona COSMOS blu anatra, MAISONS DU MONDE. Dal gusto nordico mescolato con il retrò, questa poltroncina ha tutta l’aria di essere nata per durare nel tempo. Il suo design, d’altronde è facile da combinare ed è sempreverde. La sfumatura blu anatra gli conferisce carattere e raffinatezza. 139€


Quale ti ha colpito di più?

Scopri qui come richiedere una shopping list gratuita per arredare – rinnovare uno dei tuoi ambienti!

Leggi anche…

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
9 Marzo 2018 / / Coffee Break

Basta solo nominare la parola “poltrona” per evocare nel pensiero momenti di calma, rilassatezza e riposo trascorsi nella tranquillità domestica.
Dopo essere tornati a casa dal lavoro, o semplicemente nei momenti di relax che di tanto in tanto ci concediamo, è sempre un piacere accomodarsi in poltrona per leggere, guardare la televisione o magari anche schiacciare un pisolino.

Lo sapevate, però, che esiste una particolare tipologia di poltrona che è in grado di far crescere in maniera esponenziale tutti i benefici psicofisici delle tradizionali poltrone, aprendo le porte a un modo innovativo di trascorrere felicemente il proprio tempo libero?
Stiamo parlando delle poltrone di tipo relax, che troverete disponibili in un’ampia varietà di modelli nel catalogo online di Miliboo, punto di riferimento online per l’acquisto di mobili per la casa moderni e realizzati con materiali di qualità e costruiti per restare belli e inalterati a lungo nel tempo.

Le poltrone relax Miliboo sono caratterizzate da una struttura e da dotazioni tecnologiche studiate appositamente per far vivere agli utilizzatori di questi complementi d’arredo un’esperienza estremamente piacevole.
Eccone i tre vantaggi principali:

Struttura reclinabile

Le poltrone Miliboo presentano meccanismi di apertura che permettono di passare, in modo semplice e rapido, da una tipica configurazione dritta a una modalità “relax” in cui lo schienale di inclina all’indietro e, contemporaneamente, il poggiapiedi si alza. L’utilizzatore potrà quindi assumere una posizione semi-sdraiata, ideale per riposare ma anche per dare sollievo alle gambe gonfie e stanche al termine di una giornata faticosa.

Tecnologie evolute

Mentre alcuni modelli di poltrone relax Miliboo sono ad azionamento manuale, altri invece presentano un sistema elettrico di apertura e di chiusura. Si ricordano, ad esempio, i modelli con telecomando in cui basta premere un pulsante per mettere in moto il meccanismo della poltrona, ed eventualmente anche per inclinarla in avanti allo scopo di aiutare l’occupante ad alzarsi in piedi senza fatica. E se proprio volete concedervi un rilassamento senza paragoni… potrete anche optare per una poltrona relax massaggiante!

Ampio assortimento di modelli e colori

Le poltrone reclinabili di Miliboo non sono solamente comode e pratiche, ma anche di aspetto ricercato. I prodotti in catalogo presentano stili diversi che faranno felici tanto gli amanti dell’arredamento classico quanto gli estimatori della modernità. In più, alcuni modelli sono disponibili anche in una gamma di diversi colori e, ultimo ma non meno importante, si può optare per rivestimenti in materiali come pelle o tessuto.

Collegandovi al sito Miliboo.it potrete scoprire il design, le caratteristiche tecniche e i singoli vantaggi offerti da ciascun modello relax presente in catalogo. Ordinando online, potrete acquistare la vostra nuova poltrona reclinabile in tutta sicurezza e riceverla a casa vostra nel giro di pochi giorni!

*post sponsorizzato*
_________________________
CAFElab | studio di architettura

22 Luglio 2017 / / Design

poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon

La poltrona a sacco è una seduta dal design intramontabile, apprezzata e desiderata da molti per la sua forma originale e ironica, per la sua comodità e praticità d’uso.

Nel panorama del design italiano ci sono mobili e complementi d’arredo che hanno mantenuto inalterato nel tempo il loro successo, diventando dei veri e propri “best seller” e tra questi non poteva mancare la mitica poltrona sacco.

Ideata nel 1968 dagli architetti Piero Gatti, Franco Teodoro e Cesare Paolini per Zanotta, l’originale seduta Sacco negli anni è stata imitata e rivisitata con successo da molte aziende diventando un “must have” nell’arredamento moderno.


Il fascino di questo complemento d’arredo è dato proprio dalla sua particolare forma che ha saputo rivoluzionare il concetto di normale seduta. Vincitrice della selezione Compasso d’oro nel 1970, l’originale poltrona a Sacco è diventa un pezzo esposto in diversi musei di arte moderna e di design nel mondo.
poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon

Leggera e facile da trasportare ovunque, la poltrona a sacco è perfetta come complemento d’arredo nel living, nella camera da letto o nella zona ufficio, ideale per l’angolo relax dedicato al riposo o alla conversazione.

Nel sito modaedesign, e-commerce specializzato nella vendita di illuminazione, arredi e complementi di design, tra le tante proposte in assortimento, è possibile acquistare ad un prezzo davvero conveniente, una fantastica riproduzione della poltrona a sacco realizzata rigorosamente in Italia con materiali di qualità da Avalon.

Disponibili in diverse dimensioni, colori e materiali, noi abbiamo testato la poltrona sacco Grande BGXXLJV che misura circa 110 cm di diametro per 130cm di altezza. Il rivestimento è realizzato in tessuto tecnico Jive e quindi caratterizzato da un’elevata resistenza all’abrasione e alle pieghe, inoltre è completamente sfoderatile e lavabile, sia con acqua e sapone, sia in lavatrice.  La poltrona arriva già riempita di palline di polistirolo e il sacco dispone di un sistema di chiusura doppio che ne evita la fuoriuscita.

poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon

Estremamente leggera, la poltrona sacco può essere facilmente trasportata in qualsiasi parte della casa o del giardino. Grazie al suo rivestimento che la rende completamente impermeabile, la poltrona può essere utilizzata come seduta da esterno a bordo piscina, in questo caso è importante che ci sia una zona ombreggiata dove collocarla perché non può essere esposta ai raggi diretti del sole per lunghi periodi.

Per quanto concerne la pulizia giornaliera è sufficiente utilizzare una spugna imbevuta di acqua calda e del sapone neutro, sciacquare con acqua pulita e poi asciugare bene con un panno morbido. Nel caso di macchie specifiche, è consigliabile pulire, sciacquare e asciugare subito la parte che si è sporcata.

Noi la stiamo utilizzando da oltre 10 giorni e ne siamo davvero entusiasti, una seduta comodissima, morbida e che invita al relax.  

poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon


La caratteristica che rende unica la poltrona sacco è certamente la sua capacità di acquisire immediatamente la forma di chi si siede. Questa dimensione specifica, garantisce agli adulti libertà di scegliere la posizione più comoda sia da seduti che da sdraiati. La poltrona, infatti, può essere utilizzata in base alle diverse esigenze diventando una comoda seduta da lettura, per guardare la TV o per un po’ di relax !

poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon

Se vi piace e la volete acquistare su modaedesign.com troverete un ricco assortimento di poltrone sacco Avalon nei colori più di tendenza e in diverse dimensioni, anche per i bambini che ne andranno pazzi.

La produzione delle poltrone sacco avviene tutta in Italia e questo permette all’azienda di realizzare anche un prodotto personalizzato! Se ti piace, questo è certamente un motivo in più per non rinunciare alla tua poltrona sacco!