2 Ottobre 2019 / / Decor

letto con biancheria color ottanio

Il mondo Society vive di suggestioni, di visioni, di gusto, di colore, di tatto. Ogni collezione è il frutto del confronto tra gusto ed esperienza. Natura, arte, poesia dei colori e dei materiali si fondono e giocano tra loro.

La collezione Unexpected Visions di Society Limonta Autunno/Inverno 19―20 può contare su un lessico cromatico ampio che lavora con tonalità polverose accanto ad altre più sature.

La nuova palette cromatica propone un inedito color Cacao in una declinazione morbida, tendente al rosa, un intenso e speziato giallo Curcuma, un verde Bottle, profondo e brillante ed un Porpora caldo e acceso. I due toni più freddi, Iceberg e Ocean, nascono come reinterpretazione di due continuativi già esistenti, il primo vira il color Perla in un azzurro più deciso ed il secondo diventa una versione più blu dell’Ottanio.

Collezione Letto

Il letto invernale è un rifugio sensoriale in cui bellezza e benessere convivono, dove i tessuti si stratificano e si mescolano offrendo nuove emozioni tattili, nuove visioni. La collezione è ricca di proposte, di nuovi volumi e stampe.

tessile letto color porpora

Sul letto arriva il tartan disegnato con tecnica jacquard sul doppio voile di cotone, poi sovratinto in capo, realizzando due pattern diversi: Tart piu rigoroso, quasi classico e Cech, uno scozzese moderno dalle linee più morbide. La geometria esatta dello scozzese interagisce con la spontaneità di colori dal sapore speziato, con la morbidezza del tessuto e con pattern floreali o grafici.

tessile letto per l'autunno inverno

La rivitalizzazione di un classico della tradizione diventa parte integrante del mix senza prevaricare, cosi il Tartan si mescola al lenzuolo Peach in raso di cotone smerigliato che aggiunge una sensazione ‘vellutata’ sia al tatto che alla vista. Le federe in ramie stampato permettono di giocare con fiori, foglie o disegni astratti e concettuali, Nap Mon e Nap Leaf richiamano sul letto la natura floreale più o meno astratta, le federe Nap Cross riprendono il motivo dei tartan, ma con linee pittoriche, quasi acquarellate, mentre le federe Nap Fog interpretano un piccolo motivo affollato e multicolor.

Tre i nuovi plaid, ognuno con la propria particolare identità, Tel è un plaid in lana con un intreccio oversize, molto caldo e materico, Fin è un plaid in lana con effetto trapunta, mentre Ted è un morbidissimo telo ultra leggero in alpaca.

Collezione Tavola

Anche sulla tavola l’approccio è sensibile, sempre alla ricerca di armonia ed equilibrio, ma mai senza un tocco inaspettato, sperimentale, creativo. La tavola autunnale ha un grande impatto visivo con un disegno a maxi rose combinate ad un graffito dalle linee irregolari.

tavola autunnale

La tovaglia Match in abaca stampata è disponibile in due varianti di colore, una più dark e invernale, che mescola i toni del bosco e della terra, mentre la seconda, più femminile, tinge le rose in un tenero color verbena. Entrambe le varianti cromatiche si abbinano alle ceramiche handmade disegnate da Beatrice Rossetti, arricchite per questa stagione, dalla collezione di Tazze e Mug, disponibili in bianco, sable e nel caldo grigio fumo.

Torna una versione nuova della tovaglietta trasparente in crystal pvc.  All è realizzata con un disegno floreale deco, ricavato da un ‘documento in seta’ dipinto a mano, trovato nello storico archivio tessile di Limonta. Il disegno, piazzato in modo casuale, rende ogni tovaglietta americana un pezzo unico da usare direttamente sul piano del tavolo o da appoggiare su una tovaglia in tinta unita, per esaltare il prezioso motivo di fiori.

La collezione di tovaglioli stampati in ramie riprende come sempre i disegni delle federe, per dare un senso di continuità cromatica e stilistica alla casa.

Collezione Bagno

Intimità, bellezza nascosta nel quotidiano, spontanea armonia. Nell’ambiente del bagno la ricerca continua e la novità è rappresentata da due geometrie disegnate con lavorazione jacquard su un soffice cotone goffrato.

WALL è un macro pied de poule che apre il disegno fino quasi a sgranarlo, mentre PAT rinnova lo stile del bagno con un pattern stilizzato molto simmetrico e regolare. I due nuovi morbidi asciugamani jacquard invitano alla sperimentazione mixando le texture e i disegni alle tinte unite, per aggiungere alla visione stilistica una nuova contaminazione fatta di contrasti armonici.

Anche in questa stanza della casa Society conferma la sua natura elegantemente trasgressiva capace di unire con sobrietà immaginari, materiali e concetti diversi.

www.societylimonta.com

L’articolo Unexpected visions di Society Limonta proviene da Dettagli Home Decor.

3 Dicembre 2018 / / Coffee Break

Gli arredi e complementi della collezione di Natale di H&M creano un’atmosfera calda e rustica, nei toni invernali del bianco e del verde cupo.

The H&M Christmas collection


The furnishings and accessories of the H&M Christmas collection create a warm and rustic atmosphere in the winter tones of white and dark green.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

27 Novembre 2018 / / Coffee Break

 
La collezione Raw Edit AW 2028 di Zara Home è caratterizzata da una palette di colori neutri, pattern dal sapore etnico e forme organiche per i complementi di arredo. I materiali “grezzi” utilizzati come lino, raffia, legno e fibre naturali creano uno stile puro, con sfumature di terre naturali, che ricordano molto la campagna d’autunno e d’inverno.

Neutral shades and raw materials for Raw Edit AW 2028 by Zara Home

The Raw Edit AW 2028 collection by Zara Home is characterized by a palette of neutral colors, patterns with an ethnic flavor and organic shapes for furnishing accessories. The “raw” materials used as linen, raffia, wood and natural fibers create a pure style, with hints of natural earth, which are very reminiscent of the autumn and winter.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

21 Novembre 2018 / / Decor

Che gioia ritornare ritrovarvi qui!!! Immaginatemi mentre, seduta alla tastiera, faccio anche capriole volanti per aria. Così, giusto per rendere meglio l’idea di quanto io sia elettrizzata oggi, mentre scrivo!!!
Dopo quasi 2 mesi trascorsi sulle montagne russe, che bella sensazione la leggerezza di questi tasti sotto le dita. E a proposito di leggerezza e voglia di libertà, per lo meno a livello di pensieri, eccomi qui con un’intervista che da mesi aspettava il momento migliore per essere condivisa.
Sono felice? Si, tanto è dire poco. Oggi infatti, la nostra ospite per questa rubrica che vi piace cosi tanto è… rullo di tamburi please… Marieke Verdenius !!!
SIIII, avete capito bene, proprio lei, che con il suo seguitissimo profilo Instagram (potete trovarla con il nome di @verdenius) riempie di leggerezza e stile il nostro tempo passato su IG ūüėČ !!! Perchè scommetto che anche voi la seguite, vero?
Photo and Styling by MARIEKE VERDENIUS
Parlando con lei, dopo varie mail gentilissime e generose, ho avuto un’importantissima conferma, maturata personalmente anche in questi miei lunghi anni di vita da freelance. Restare umili, disponibili e aperti (s i n c e r a m e n t e) agli altri e ai loro bisogni, è una dote magica e speciale. 
Più spesso di quanto crediamo, è un talento (ovviamente coltivabile) che va di pari passo con il toccare il cuore di molti. Quando si riesce a condividere, senza la paura di essere copiati, quando si riesce a non prendersi troppo sul serio, si finisce per essere se stessi in una misura autentica e brillante. La stessa che trasmette immediatamente qualcosa e ci rende riconoscibili. Ricercati. Desiderati. Amati.
Marieke è una donna talentuosa e molto molto professionale. Con un gusto decisamente etereo e minimale che arriva subito dritta al dunque. Luminosa e calda, in maniera così morbida, che è un vero onore, ospitarla qui, per scoprire insieme a voi, il suo lavoro e il suo percorso professionale.
Siete pronte a conoscerla meglio?

Come sei diventata Interior Stylist?

Penso che per me sia stata un’evoluzione naturale. Per diversi anni ho lavorato per una rivista culinaria ( Jamie Oliver). All’inizio mi occupavo della parte online e social, poi lentamente la mia direzione si è evoluta mella produzione di storie legate ai viaggi, scrivendo rubriche inerenti le tendenze in ambito food, ritrovandomi poi a creare styling a tema culinario per la rivista. 
Circa 3 anni fa ho comprato la mia prima macchina fotografica professionale, questa cosa mi ha stimolata a creare più styling e altro legato al tema culinario. Mi è davvero piaciuto il processo attraverso il quale sono arrivata qui. 

Come descriveresti il tuo stile e cosa consideri davvero di tendenza nella tua vita?
Quando lavoravo per la rivista, il mio stile è stato inizialmente vibrante e vivace. Questo succedeva 6 o 7 anni fa e ovviamente ero molto ispirata dallo stile di Jamie Oliver. Dopo alcuni anni però, la mia vita personale è cambiata molto e mi ha fatto venir voglia di circondarmi di toni più morbidi. 
Ho cambiato il mio guardaroba, i miei interni e, di conseguenza, anche la mia fotografia è cambiata. Mi ha aiutato a calmarmi e a rallentare. Penso che questo stile mi rispecchi davvero, ma non si sa mai! Magari cambierà di nuovo tra qualche anno?
Qual è la prima cosa che fai quando cominci un nuovo progetto?
Creo un moodboard! Ricerco tutti i tipi di materiali e gli oggetti che rifletteranno il progetto. Il primo moodboard che ho creato è stato a casa di mia nonna. Lo avevo realizzato per avere qualcosa da appendere sopra il fornello, non lo dimenticherò mai. Mi è piaciuto molto!


Quali sono i tuoi consigli per mantenere in perfetto equilibrio decorazione e semplicità?

Trovare una tavolozza di colori e attenersi ad essa. Ti aiuta a concentrarti. Non esagerare con gli oggetti di scena, cerca di lasciare fuori cose che non hanno molto senso nella storia visiva che vuoi raccontare. Usa diversi tipi di materiali che funzionano bene insieme, come la pietra, l’ argilla, il lino, ecc. Io adoro usare materiali e trame naturali. Inoltre preferisco lavorare con la materialità della ceramica opaca invece delle alternative lucide.

Qual è la stanza di casa tua che preferisci?
Penso sia il soggiorno. Vivo in una vecchia casa di Amsterdam, costruita intorno al 1920, e conserva ancora intatti i legni originali. Adoro anche il camino in marmo nero, raramente ormai se ne trovano in giro.
Qual è il genere di progetto a cui preferisci lavorare?
Oh wow, sono davvero tanti. Ultimamente sono più concentrato sugli interni e altri spazi interessanti, l’architettura, la luce naturale e l’uso dei materiali. È qualcosa di più artistico credo. Ma amo anche cogliere il dietro le quinte delle storie di artigiani & makers. Recentemente l’ho fatto per la prima volta e mi sono davvero divertita!


Ti va di condividere con noi alcuni dei link o delle risorse che trovi particolarmente utili per te e il tuo lavoro?
Ceramiche di Annemieke Boots
Architettura di Axel Vervoort
Le Illustrazioni e le fotografie di Julian Piehler
Tutti i tipi di Ispirazione by Four Essentials & Clo Studio
Food styling di Mikkel Karstad

ENGLISH VERSION

How you came to be an stylist?
I think I kind of grew into it. For several years I have been working for a culinary magazine (Jamie Oliver magazine). First only the online and social media part and slowly my direction changed more into producing travel stories, writing food trend colums and eventually styling food features for the magazine. I think about 3 years ago I bought my first semi professional digital camera and that challenged me to create more (food) stills and other food related settings. I really enjoyed the journey. 
How would you describe your style and what is really trend in your life?
When I was working for the magazine, my style at first was bold and vibrant in colour. That was 6 or 7 years ago and of course I was very much inspired by the style of Jamie Oliver. But after a few years my personal life changed quite a lot and it made me want to surround myself with softer tones. I changed my garderobe, my interior and also my photography. It helped me to calm down, and slow down. I think this style really reflects me, but you never know! Maybe it’ll change again in a few years?
What is the first thing you do when you start a new design project?
Create a moodboard! Finding all kinds of materials and objects that reflect the project. The first moodboard I ever created was at my grandmothers home. We made something to hang above her kitchen stove, I’ll never forget that. I really enjoyed it!
What are your top tips for a perfect balance in decorating and remaining simple?
Find a colour palette and stick to it. It helps you to focus. Don’t overdo it with props, try to leave things out that don’t really make sense in the visual story you are creating. Use different kinds of materials that work together, like stone, clay, linen, etc. I love using natural materials and textures like this. I also am very much drawn to matte ceramics instead of shiny glazed alternatives.
What is your favourite room at your house?
I think the ensuite livingroom. I live in an old house in Amsterdam that was built around 1920 and it still has the original woodwork in tact. I also love the black marble fireplace there, you rarely see that anymore.
Do you have a favourite type of design project you like to be involved with?
Oh wow, so many. Lately I am more focussed on interiors and other interesting spaces, architecture, natural light and the use of materials. It is a more arty sidestep I guess. But I also love to capture behind the scenes stories of crafters & makers. Recently I did that for the first time and I truly enjoyed it.
Do you want to share with us some of the web links or resources you find really inspiring for you?
Ceramics by Annemieke Boots
Architecture by Axel Vervoort
Illustration and Potography by Julian Piehler
All kind of inspiration by Four Essentials & Clo Studio
Food styling by Mikkel Karstad

20 Novembre 2018 / / Dettagli Home Decor

Scopri il piumino più adatto alle tue esigenze

Morbidezza, leggerezza, volume, ottimo isolamento, traspirabilità e durata: nessun’altra fibra naturale ha in sé un così grande numero di pregi.

Il piumino si può confezionare su misura, per rispondere alle diverse esigenze di calore di chi dorme. Per scegliere quello più adatto bisogna controllare, al momento dell’acquisto, la pesantezza del prodotto, indicata dal numero di stelle riportate sopra l’etichetta: da 5 stelle per i più freddolosi, fino a 2 per chi ha sempre caldo e 1 sola per l’estate.


In alternativa si può scegliere il piumino “quattro stagioni”, pensato per ogni clima e stagione. I pratici piumini si adattano ai nostri bisogni assicurandoci sempre la massima confortevolezza.



Nelle immagini i piumini Dreamin’101, gli “artigiani del piumino” da ben 101 anni!
Soffici, leggeri e caldi, ad accomunare i piumini letto Dreamin’101, il pregio dei tessili impiegati (100% cotone) e un’imbottitura in vero piumino bianco naturale. Tutti i piumoni firmati dreamin’101 sono realizzati con materie prime di alta qualità per assicurare un sonno veramente riposante. Grazie all’esperienza centenaria nella lavorazione delle piume, per i piumoni dreamin’101 vengono selezionati solo piume e piumini di prima qualità, trattati e igienizzati secondo i più elevati standard di lavorazione.


Per maggiori informazioni www.dreamin101.com

29 Settembre 2018 / / Decor

Di recente ho scoperto questo brand francese che mi ha subito affascinata e conquistata.

gabrielle-logo-1475152276.jpg

Gabrielle Paris è una giovane azienda di tessuti per la casa.

bahia-colibri-pink.jpg

Le loro collezioni hanno la particolarità di essere insieme senza tempo ma contemporanee.

gabrielle-paris-evasion-collection-8

sur-matelas-gabrielle-paris-evasion-collection

Cuscini,plaid, biancheria da letto e da tavola , tutto in un mix di coloro tenui ma vibranti.

BAVOIR COLIBRI SILVER BLUE

SUR-MATELAS LIN LAVÉ RAYÉ BLACK MILK

I materiali utilizzati sono di altissima qualità: cotone e lino vengono selezionati in base al loro peso, alla tessitura e alla resa che possono avere nella realizzazione del capo.

couverture-colibri-pinksac-a-dos-colibri-pinktop-plume-blue-heaven

Gabrielle Paris è sicuramente un brand interessante: mi piace l’eleganza e quel tocco di sofisticato che riesce a trasmettere.

sur-matelas-imprime-plume-jaune-ambrehousse-de-couette-en-lin-lave-nuage-tabacnappe-en-lin-lave-raye-glaise-milktrousse-de-toilette-colibri-pink

 

25 Agosto 2018 / / Home Lacò

Se siete alle prese con la scelta dei tessuti per arredamento e dovete rivestire  divani, cuscini e poltrone, vi sarete sicuramente posti molte domande, cotone o velluto, broccato di seta o pelle,  lavorazione capitonnè ? Cosa significano questi termini?

Vi propongo allora una mini guida fra alcuni dei termini dei tessuti per arredamento e che anche solo per curiosità, vi farà sentire un pò come veri arredatori, aiutandovi fra tendenze, texture e tessuti.

In questi anni i tessuti per arredamento hanno detto addio al monotematico tono grigio, dando la possibilità a chi ama il colore di giocare ed esprimersi con tonalità decisamente più vivaci.

tessuti per arredamento mini guida dei terminiInoltre, se è vero che i tessuti per arredamento si ispirano alla moda è sempre vero anche il contrartio e cioè termini come tweed, piedipull, chanel possono essere abbinati ad un divano  come ad un vestito.

Fra le principali tendenze dei tessuti per arredamento, assistiamo al ritorno dei tessuti pregiati in chiave pop e coloratissima, broccato, damascato e lampasso, in velluto o in seta; Proviamo a conoscere quindi alcuni dei termini più usati nell’ambito dell’arredamento.

broccato tessuti preziosi arredamentotessuti per arredamento

tessuti per arredamento capitonnè1 2

QUALCHE CONSIGLIO

tessuti per arredamento - mini guida de simone

design LIVIO DE SIMONE

Le tendenze degli ultimi anni stanno riproponendo finalmente tessuti per arredamento con più colore.  Questo permette di caratterizzare e personalizzare gli ambienti, giocando fra tapezzeria, pareti mixando fra texture e fantasie.

Nell’immagine sovrastante, al divano in cotone grigio è stato abbinato uno sfondo con disegni geometrici definiti e in grande scala. Il consiglio è di non farsi spaventare dai colori perchè anche solo abbinando cuscini e tende si possono ottenere dei risultati non convenzionali che vi permetteranno di rendere più dinamico l’ambiente senza dover aggiungere molto altro. Fatevi consigliare da un bravo tapezziere!

Nota: molte delle immagini prese e delle informazioni sono state raccolte presso il negozio “la gatta in fiore” di Catania che ringrazio per la pazienza dedicatami e per avermi permesso di conoscere meglio le qualità  dei tessuti che trattano.

L’immagine di copertina è il dettaglio di un pouf realizzato da Blanco tapezzerie di Modica, è stata scattata presso il salone di Toni Pellegrino a Catania, hairstylist attento alla cura di ogni dettaglio e alla scelta degli oggetti di arredo proposti nei suoi saloni.

 

L’articolo Mini guida dei tessuti per arredamento. Rivestire divani e cuscini come un vero arredatore. proviene da .

3 Agosto 2018 / / Decor

cuscini d'arredo Elitis

I tessuti sono un elemento molto importante quando si decide di arredare la casa, e non sono affatto da sottovalutare. Pensate per esempio ai tendaggi: il colore e la consistenza di un tessuto può regolare la luce naturale di una stanza conferendo o meno luminosità.  Altre volte invece è sufficiente sostituire la fodera del divano del salotto per avere un immediato cambio look dell’intera abitazione. 

Ogni anno gli interior design ci propongono nuove stampe e fantasie per arredare al meglio le nostre case. Abbiamo selezionato alcune tele che, indipendentemente dalle mode, continuano a marcare l’identità di una casa.

Le fantasie romantiche floreali rimangono un classico dei tessuti, nei toni del rosa e verde pastello. In queste due ultimi anni però hanno preso piede anche i temi tropicali: palme dai colori sgargianti e ananas giallo oro. Il tropical style lo troviamo ovunque, dal salotto alle tende in camera da letto. Secondo noi è meglio scegliere solo alcuni complementi di una stanza per non rischiare di ritrovarci in mezzo ad una giungla. Per esempio se decidiamo di foderare i cuscini con una stampa tropicale, il divano dovrebbe essere di un unico colore. Possiamo optare per esempio per un tessuto elasticizzato a tinta unita.


cuscini arredo tropical style

Molto raffinato il tessuto a righe, bianco e blu oppure nero e bianco, una scelta elegante per i sofà e le poltrone. Così come quadri e quadretti Vichy, quest’anno più che mai di moda. Per chi invece desidera conferire all’ambiente un’atmosfera calda ed accogliente dovrà puntare su colori accesi come il bordeaux e il rosso e perché no, si può usare con un tessuto in pelle.

tessili casa quadretti Vichy rosso

Per i tendaggi invece gli interior design consigliano tele di lino o trasparenti nelle zone comuni, come per esempio il salotto o la sala da pranzo. La luce naturale oltre a permettere di risparmiare sull’energia e di conseguenza sulle bollette di casa, è un vero toccasana per il buon umore e la salute delle persone. Per cui non tappiamo le finestre ma lasciamo che la luce penetri senza rinunciare alla privacy. 

tende lino trasparenti
Per le camere da letto invece meglio una tenda scura, per cui SI! ai colori che vanno dal blu al nero, in velluto sono davvero chic.

tende coprenti per la camera da letto

Chi invece predilige uno stile di arredamento scandinavo e nordico, può optare per i tessuti con forme geometriche: rombi, cerchi e triangoli stilizzati stampati o ricamati su tessuti in cotone.

cuscini arredo stile scandinavo

Se siete amanti dello stile industrialeinvece i tessuti adatti al vostro arredamento saranno sicuramente quelli traslucidi, effetto lurex e metallizzato, dal grigio all’antracite.


tessili casa Vivaraise

17 Maggio 2018 / / ArchitettaMI

Finalmente ho trovato uno spazio per pubblicare sul mio sito l’articolo che ho realizzato per CasaFacile e che mi ha portato ad essere nel team.

L’articolo presentato lo trovate qui, mentre oggi vi mostrerò la prima stesura, dove ad aiutarmi c’è l’azienda C&C Milano, tessuti made in Italy rifiniti rigorosamente a mano.

Questi tessuti mi hanno trasportato nella terra dove sono cresciuta: la Sicilia. Un viaggio nell’infanzia e nella memoria. Un racconto fatto di emozioni lasciate incastonate per sempre da Siracusa, ma anche dalle bellezze vicine alla mia città.

E attraverso un viaggio immaginario voglio portare voi in questa terra.

Il tour inizia da una delle attrazioni più richieste e amate: il mare.

C’è chi lungo le coste si gode il sole, chi come me è sempre alla ricerca di tesori regalati o restituiti.

Così oltre alle conchiglie è facile trovare un ramo levigato dall’acqua o una vecchia piastrella. Le stoffe di C&C Milano fanno da sfondo. Trame più consistenti si accostano alla leggerezza del lino e alla morbidezza del velluto di seta.

I colori, i sapori e i profumi che questa terra offre sono davvero molti e per tutti i gusti. Le varie tipologie di lino richiamano vecchi tovagliati e tessuti da cucina. Il velluto di seta con decoro carciofino è perfetto.

La Sicilia è stata fulcro di diverse civiltà. La storia e il mito si sono mescolati a tal punto da creare racconti in bilico tra realtà e fantasia. Delfi, che con la sua texture rimanda alla natura greca della Sicilia, in colore nero rievoca la terra lavica dell’Etna. La roccia magmatica contrasta con il candore delle pietre calcaree dei numerosi monumenti, così come il lino nelle tonalità neutre.

Questa terra è luce e brezza marina. Grida giocose di bambini nei cortili e voci nei mercati. Finestre aperte in cerca di refrigerio, donne ai davanzali, leggerezza di panni stesi al sole. Così il lino si accosta alla lana in grammature lievi.

Spero che questo mio racconto sia l’inizio di un nuovo viaggio…

E lo è stato 😉

Oltre a C&C Milano nell’articolo sono presenti in ordine di apparizione:

  • colori di Kerakoll Design House;
  • collier, design Francesca Peratoni, ispirata al papiro dove la parte in oro è stata realizzata dal maestro orafo Roberto Banchi; la parte in ceramica realizzata dal maestro ceramista Alessio Sarri, storico ceramista di Ettore Sottsass;
  • testa di moro di Ceramiche Artistiche Carcò;
  • piastrelle di Cancian Pavimenti;
  • orecchini in oro bianco e rubino design Massimo Izzo.
17 Maggio 2018 / / Design

Society Limonta store Londra

Dopo le recenti inaugurazioni degli store di Ginevra e Vienna, il marchio italiano di home collection ha ufficialmente aperto il 16 maggio 2018 il suo primo flagship store di Londra al numero 170 di Walton Street. Nel cuore di Brompton Cross, l’area, situata tra Knightsbridge, Chelsea e South Kensington, conosciuta negli anni ’90 come il ‘London’s original luxury village’ è protagonista, in questi anni, di una rinnovata espansione commerciale.

Lo store monomarca soddisfa la richiesta di un pubblico attento ed affezionato che, dall’apertura del corner di Harrods, apprezza e sceglie le collezioni del marchio Made in Italy di moda per la casa. 

Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra

Lo spazio di 100 mtq è disposto su due piani con un’ampia vetrina ed un elegante giardino sul retro, disegnato da Martha Krempel.  Lo store, perfettamente in sintonia con la filosofia del lusso casual e unconventional di Society Limonta, esalta l’espressione stilistica delle collezioni di letto, tavola, bagno, accessori, homewear e delle porcellane per la tavola, disegnate da Beatrice Rossetti.


Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra
Il design dello spazio e degli arredi, pensati dall’architetto Ferruccio Laviani, continua a scegliere strutture essenziali in materiali e colori naturali che fanno vivere la moda per la casa come assoluta protagonista. 
Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra

Il sistema espositivo del flagship store di Londra permette al cliente di scoprire, attraverso un itinerario tessile, la qualità delle collezioni, all’interno di uno spazio dall’atmosfera calda e accogliente.

Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra

Socitety Limonta

170 Walton Street

London

SW3 2JL

+44 203 144 0000

Lunedì – Sabato: 10.30 – 18.30

www.societylimonta.com