16 Ottobre 2019 / / Architettura

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

La zona giorno è stata studiata in modo particolare per poter ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Nel corridoio è stato creato un armadio a muro/sgabuzzino e una nicchia con mensole

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Bagno PRIMA…

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Bagno DOPO!

Prima durante e dopo

Realizzare la ristrutturazione dell’appartamento dei signori
O., i nonni di un’amichetta di mio figlio, è stata davvero una gioia immensa e
una gran bella esperienza, perché, aldilà del design, dello stile, delle
tendenze, facendo questo lavoro ho capito che mi piace rendere felici le
persone e amo il contatto la gente e quando incontri persone come i signori O.
non puoi che uscirne arricchita.

La ristrutturazione del nuovo immobile acquistato, che era precedentemente uno studio dentistico, è stata completa e mi ha affiancato il mio collega, l’architetto Marco Ferranti; insieme abbiamo ridistribuito gli spazi dell’appartamento, che era stato diviso in tante piccole stanzette e ambienti tecnici.

Abbiamo dovuto anche fare i conti con gli arredi dei padroni di casa, che sarebbero dovuti entrare nel nuovo appartamento di dimensioni più piccole rispetto al precedente.

Ristrutturare mantenendo i vecchi arredi è possibile, gli spazi vanno studiati preliminarmente in modo attento, sopratutto quando si passa da un appartamento più grande a uno più piccolo come in questo caso.

Ante e post operam

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Demolizioni e costruzioni

L’appartamento è stato completamente riproggettato in ogni sua parte

Zona giorno

Dopo un attento studio di tutte le misure anche in relazione alle misure del mobilio, abbiamo realizzato un grande salone che accogliesse divani, tavolo da pranzo e la libreria dei proprietari, che abbiamo fatto modificare per adattarla alla nuova parete. Ciò ci ha permesso di ristrutturare mantenendo i vecchi arredi di famiglia.

Appena entrati sulla destra, nella nicchia che un tempo accoglieva
la reception dello studio dentistico, abbiamo inserito il bel mobile che
possedevano i signori O. e che doveva assolutamente essere collocato
opportunamente.

Sulle pareti del soggiorno, già da progetto, abbiamo studiato il posizionamento della bellissima collezione dei famosi piatti di natale “Royal Copenaghen” del signor O. che orgogliosamente desiderava farne bella mostra.

Nel corridoio che conduce al resto della casa, abbiamo
realizzato un armadio a muro/ sgabuzzino, molto ambito dai committenti che si
dovevano trasferire da un appartamento più grande a uno più piccolo e avevano
bisogno di parecchio spazio per riporre, è stata realizzata anche una nicchia
con mensole per rompere la monotonia del corridoio e renderlo più piacevole.

Nel salone è stata progettata una nicchia che accogliesse la libreria della vecchia casa, modificata nelle misure. quindi è possibile ristrutturare mantenendo i vecchi arredi, grazie ad un’attenta progettazione

Un’altra nicchia è stata creata per posizionare il grande mobile di famiglia

La nicchia nel corridoio

La Regia Fabbrica di Porcellana internazionalmente nota con il marchio Royal Copenhagen è una manifattura danese di porcellane fondata a Copenaghen nel 1775 . Essa da quando realizzò il suo primo piatto di Natale di porcellana con l’anno in rilievo continuò a farlo ogni anno fino ad oggi. Questi piatti sono ambiti pezzi da collezioni, ne trovate alcuni esempi disponibili anche QUI, QUI, QUI e QUI.

Corridoio, camere e servizi

La cucina accoglie un piccolo piano snack per colazioni e
pranzi veloci, anche in questo caso sono stati riutilizzati i mobili della
vecchia casa, modificati e riadattati per i nuovi spazi.

Troviamo poi una camera/ studio, la grande camera da letto e
il bagno; alla nostra proposta di realizzare due piccoli bagni i committenti
hanno preferito l’opzione di averne uno solo ma di più grandi dimensioni, così
abbiamo inserito un piatto doccia 90×70, i sanitari di dimensioni standard e
non ridotte, il grande lavabo con mobile e specchio che era già presente nell’altra
casa, la lavatrice e tutti i mobiletti come richiesto.

Sotto la finestra alta del bagno abbiamo anche chiuso il vano
con degli sportelli, per creare un altro contenitore ancora e, poiché lo spazio
non è mai abbastanza, anche nel controsoffitto del corridoio, accessibile dalla
cucina, è stato realizzato un soppalco per riporre.

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Anche per la cucina è stato possibile ristrutturare mantenendo i vecchi arredi. La cucina del vecchio appartamento è stata modificata e ridimensionata per essere inserita nella nuova cucina

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Nella nicchia sotto alla finestra è stato realizzato un vano contenitore chiuso da sportelli

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Il bagno è stato progettato al dettaglio per contenere lavatrice, mobile lavabo preesistente e colonna contenitore. Anche in bagno si è potuto ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Nuove finiture

Per quanto riguarda le finiture, rivestimenti, porte, colore
delle pareti, seppur in linea con i mobili classici e con i gusti dei
proprietari, abbiamo fatto delle proposte personalizzate e contemporanee, come
il pavimento effetto pietra a correre, uguale per tutta la casa, compresi bagno
e cucina, che ampliasse lo spazio con un senso di continuità, unificasse gli
ambienti e rendesse l’insieme più moderno.

Per bagni e cucina abbiamo proposto un rivestimento ad esagoni,
bicolore random per il bagno e decorati di dimensione un po’ più grande per la
porzione di parete tra piano di lavoro e pensili in cucina, mentre il resto
della cucina e dipinta con una vernice tecnica traspirante, anti condensa
altamente lavabile.

In ogni stanza della casa dal salone alla camera da letto fino alla cucina alcune pareti sono valorizzate dal colore, una bella nuance cappuccino, moderna ed elegante che ben si abbina ai mobili e ai pavimenti, Per il salotto sono state dipinte la parete su cui poggia la libreria con tv così che i vani a giorno risultano essere dei quadrati colorati e la parete di fianco alla porta dove appoggia l’antico mobile che in questo modo viene degnamente riquadrato. Nella camera padronale è stata dipinta la parete su cui posa la testata del letto mentre in cucina la parete libera accanto alle colonne attrezzate che in questo modo rende la cucina più moderna e non viene ulteriormente appesantita da altre mattonelle.

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

La parete color caffellatte dietro alla testata del letto

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Il rivestimento ad esagoni della cucina, posizionato tra piano e pensili. Si tratta di Esagona di CIR

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Le porte bianche con decorazione scelte per dare movimento al corridoio, solo quella della cucina, in parte vetrata, si distingue dalle altre.

ristrutturare mantenendo i vecchi arredi

Rivestimento bicolore a esagoni del bagno

In tutto l’appartamento è posato lo stesso pavimento Bourgogne di Mirage

Anche la parete dietro al grande mobile nella zona giorno è stata dipinta colo caffè e latte per mettere ancora più in risalto l’arredo

Conclusioni!

Tutte le nostre proposte sono state subito accolte a braccia
aperte e se tutti i clienti fossero così decisi, risoluti e fiduciosi come
signori O. tutti i cantieri andrebbero lisci come l’olio!

Certo questa predisposizione sarà stata anche frutto della
lunga esperienza di vita e dei tanti traslochi affrontati per lavoro durante la
loro esistenza, che gli ha insegnato ad essere pratici e non perdersi dietro a
sciocche inezie perditempo. Per noi è stato un piacere e un onore realizzare
quella che sarà forse la loro ultima casa cercando di renderla il più
confortevole e gradevole possibile e senza falsa modestia credo che ci siamo
riusciti.

L’articolo Ristrutturare mantenendo i vecchi arredi proviene da Architettura e design a Roma.

13 Ottobre 2019 / / Idee

Torniamo a parlare di materiali e oggetti di recupero per realizzare arredi interessanti e anticonvenzionali. Un elemento molto semplice da recuperare e trasformare anche in un arredo importante come un tavolo e un divano, date le sue dimensioni spesso consistenti, è il classico fusto di benzina od olio.

Arredare con i fusti di metallo può dunque essere una interessante soluzione.

La bellissima e imponete opera dell’artista Christo, denominata the wall e realizzata all’interno del gasometro di Oberhausen, in Germania, uno dei più grandi serbatoi di gas al mondo. L’installazione di Christo e Jeanne-Claude comprende 13.000 barili di petrolio multicolori che spiccano per la loro luminosità tra le tenebre.

arredare con i fusti di metallo

Non si ditrebbe ma questo fusto è in realtà un barbecue multifunzione a carbone e legna e lo trovate disponibile QUI

Un vero fusto di benzina vi sembra troppo ingombrante e impegnativo? Allora potreste cominciare da questo grazioso posacenere da automobile che trovate disponibile QUI

arredare con i fusti di metallo

Arredare con con i fusti di metallo anche il bagno è possibile! Incredibile con un fusto di metallo possiamo realizzare anche un originalissimo portalavabo

arredare con i fusti di metallo

Aziende moderne e lungimiranti come bidonedesign.it hanno realizzato dei prodotti di design molto affascinanti con i fusti di recupero, molto divertenti i vasi da esterno con i bidoni schiacciati denominati Monster!

arredare con i fusti di metallo

Un vecchio fusto può anche rinascere a nuova vinta e diventare un arredo molto elegante come lo sono i complementi disegnati dall’architetto
Francesca Cutini per Barrel12

arredare con i fusti di metallo

da un vecchio fusto di recupero possono nascere arredi molto originali e di gran carattere

Certo
potrebbe essere non facile da reperire e leggermente complesso da pulire e
riutilizzare, ma certamente non impossibile e la soddisfazione di avere un
arredo fatto con un fusto recuperato sarebbe immensa.

Se però vi piace l’idea di arredare con i fusti di metallo, ma non siete di quelli che vogliono andare alla ricerca della materia prima, sappiate che visto l’affascinante design dei barili di metallo (che evidentemente non riconosco solo io!) diverse aziende si sono messe a produrre arredi realizzati con questi elementi, dall’aspetto più o meno industriale o più o meno artistico.

Vi segnalo in particolare tre aziende che mi hanno colpito di cui due italiane; parlo di barrel12.com un progetto che nasce da un’idea dell’architetto Francesca Cutini di studio 12, bidonedesign.it un’azienda di cui adoro gli arredi con i bidoni schiacciati ed infine una società olandese indusigns.nl, i cui prodotti hanno un aspetto più industrial e meno “fighetto”, sono molto vari, artigianali e spiccano le adorabili cucce per animali.

arredare con i fusti di metallo
Barrel 12 il bidone di design
arredare con i fusti di metallo
Sono le finiture che fanno la differenza. Effetto corten+mucca ecologica
arredare con i fusti di metallo
Barrel 12 il bidone di design si apre e diventa libreria

Bidonedesign realizza complementi d’arredo fashion anche con fusti schiacciati che arredano con brio sia la zona notte…

arredare con i fusti di metallo

…che la zona giorno

Meravigliose le cucce degli olandesi di Indusigns

arredare con i fusti di metallo

Arredare con i fusti di metallo anche all’outdoor

La prima,
Barrel12, nasce dalla mente di un’architetto e designer attenta alla
sostenibilità e con un grande senso dell’estetica (non convenzionale) che ha,
tra gli altri, trasformato in vere e proprie opere d’arte alcuni dei barili usati
per realizzare la sua line d’arredi.

La seconda è un’azienda di metallizzazione e
verniciatura industriale di semilavorati, che è stata molto lungimirante
e dai propri scarti di lavorazione ha saputo creare un nuovo business interessantissimo.

Entrambe sono aziende
italiane che hanno saputo donare un’allure elegante persino ad un fusto di
benzina e hanno trovato il modo di recuperare un materiale di scarto
trasformandolo in arredo di design.

La terza azienda, come
dicevo, è olandese e i prodotti hanno un aspetto più vissuto proprio perché realizzati
artigianalmente dalle mani dei due fratelli fondatori, creativi, intraprendenti
e con le mani d’oro.

  • Barrel 12 il bidone di design
  • gli arredi di Barrel 12 spesso sono decorati in modo artistico
  • opere d’arte contemporanee
  • Bidonedesign, l’eleganza del minimalismo

Aspetto vissuto, molto industril e dall’animo rock il divanetto di Indusigns

coffetable non convenzionale
Intero o schiacciato fa la sua figura!
Tavolino industriale
Design industriale e di recupero per gli amici a quattro zampe

Dunque se vi affascina l’idea di arredare con i fusti di metallo recuperati, potrete trovare molte proposte sul mercato in diversi stili, da quello minimal a quello più rustico.

Molte altre produzioni industriali e persino un oggetto cult come una famosa linea di arredi che, a parer mio, potrebbe esser stata ispirataalla forma del fusto di metallo. Sto parlando della intramontabile serie de i componibili di Kartell disegnata da Anna Castelli Ferrieri negli anni ‘70 e ancora attualissima, forse è la mia immaginazione ma in questo articolo mi piace immaginare questo.

Per gli amanti del
vintage, in fine, come dimenticare i bidoncini/pouf contenitori degli anni 80,
coca cola, snoopy, pantera rosa, Mafalda e molte altre icone di quegli anni
troneggiavano su questo accessorio che chiunque sia nato nei fantastici anni
ottanta ha avuto nella propria cameretta!

Meravigliosa e senza tempo la serie di contenitori i”i componibili” disegnata da Anna Castelli Ferrieri negli anni ’70 per Kartell. Ideali per ogni ambiente della casa

arredare con i fusti di metallo
Una panca molto originale
arredare con i fusti di metallo
Bidone sgabello contenitore di design by Fimar
arredare con i fusti di metallo

Anche Maison du Monde ci propone la sua interpretazione del bidone d’arredo

arredare con i fusti di metallo

Come poteva risparmiarsi dall’esprimere una proprio visione del bidone d’arredo un’azienda provocatoria e sperimentale come Seletti?

I fantastici bidoni vintage anni 80, ormai entrati a far parte del campo del collezionismo, li trovate in vendita su ebay e sui siti di usato e collezionismo

Ne potete comunque anche trovare in commercio di nuovi come quello della coca cola QUI, quello arancione QUI e la coppia con la birra QUI…ma certo non sarà la stessa cosa!

Se poi anche voi avete facilmente a disposizione dei fusti e barili in metallo potreste creare dei bellissimi arredi mettendo in atto una fantastica economia circolare, come nel caso del mio cliente che lavorava nel campo delle auto e, avendo deciso di aprire un ristorante, mi ha proposto di realizzare le basi di alcuni tavoli alti con i fusti di recupero della benzina, missione pienamente riuscita per il locale Lievito 48.

Altrimenti i
fusti possono essere anche acquistati, certo in questo caso non si tratta né di
recupero né di riciclo.

Per la ristrutturazione della Pizzeria Lievito 48 abbiamo creato le basi di alcuni tavoli con dei fusti di benzina recuperati e acquistato un divanetto realizzato sempre con un fusto, poichè il tema del locale era proprio quello industriale ispirato al mondo delle automobili

Bidoni di tutte le dimensioni e colori completamente aperti o meno, li trovate QUI QUI QUI QUI e QUI!

Per arredare con i fusti di metallo una delle cose più semplici da fare è utilizzare il barile per creare basi per i tavoli, poiché sarà sufficiente sovrapporre un piano al fusto, a seconda dell’altezza del fusto potrete realizzare tavoli tavolini, piani snack.

Ancora più
semplice realizzare sgabelli pouf e tavolinetti, mobiletti d’appoggio poiché sarà
sufficiente utilizzare il barile come mamma l’ha fatto, magari personalizzandolo
con stampe o dipingendolo come fa guido Borgonovo.

Certamente
più complesso creare sedie, poltroncine e divanetti poiché la lamiera dei bidoni
dev’essere tagliata, ma con gli strumenti giusti e un po’ di manualità si rivela
essere un lavoro non troppo complesso.

  • Per una cucina o moderna o un bar un bellissimo bancone industrial style
  • Tavoli con personalità
  • Black & White
  • immagine coordinata!
  • fusti di birra in birreria
  • Design di recupero by indusigns
  • Arredamento outdoor
  • Personalizzazione
  • anche i fusti di metallo possono diventare chic!
  • personalizzazione by Guido Borgonovo
  • Colore e creatività

Il materiale,
la forma e dimensione si presta molto a realizzare anche dei mobiletti
verticali, dei barbecue, perfetti soprattutto per gli esterni e, udite udite,
un bellissimo mobile bagno con lavandino integrato, se ne trovano diversi
esempi da acquistare o realizzare.

Avevate mai pensato di realizzare un mobile da bagno con un fusto di benzina? Ebbene si è possibile e anche abbastanza semplice. Le personalizzazione possono essere le più svariate da adattare a tutti gli stili

arredare con i fusti di metallo

Mobile bar o magiolone?!

arredare con i fusti di metallo
Barrel 12 il bidone di design

Bellissimo e molto rock il bbq nascosto nel bidone. Lo potete trovare disponibile QUI

Tornando agli esterni, oltre a bbq e arredi outdoor, potrete arredare con i fusti di metalli anche gli esterni creando rastrelliere per bici, aiuole e portavasi.

Qualcuno si è
spinto anche molto oltre, creando vere e proprie giostrine, come il
meraviglioso trenino per i più piccoli che vi mostro.

Insomma ce ne è davvero per tutti i gusti e non è così difficile arredare con i fusti di metallo anche per chi non ama eccessivamente lo stile industriale perchè il risultato a seconda della finitura che si sceglie può essere vario, sempre creativo ed insolito, questo si.

Ora non resta che andare alla ricerca della materia prima e divertirsi a realizzare un nuovo arredo unico e speciale per la nostra casa.

  • Portabici
  • Aperitivi trendy in esterno
  • la semplicità…
  • Lavabo adatto anche agli esterni di Barrel12
  • Vaso da esterni su ruote by Indusigns
  • Romanticismo in giardino!
  • Raccolta differenziata con secchi di recupero

Impresa eccezionale quella di realizzare un trenino con il recupero dei fusti

L’articolo Arredare con i fusti di metallo di recupero proviene da Architettura e design a Roma.

1 Ottobre 2019 / / Interiors

cameretta in stile industriale
cameretta in stile industriale

Proposta 1 cameretta in stile industriale per due bambine arredata con mobili ikea e Maison du Monde

cameretta in stile industriale
cameretta in stile industriale
cameretta in stile industriale

Proposta 2 cameretta in stile industriale per due bambine arredata con arredi su misura

Una cameretta rock

E dopo tante principesse finalmente una coppia di sorelle rock, con la passione per le balene, per le cartine geografiche e per i viaggi.

Mi ha
contattato Anna per realizzare la nuova cameretta delle sue due bambine, ancora
piccola ma già con le idee precise e con un carattere da guerriere, niente
rosa, niente colori pastello, stile industrial e amore per la natura.

Queste erano
le caratteristiche decorative che avrebbe dovuto avere la nuova stanza che
doveva accoglierle, mentre a livello funzionale c’era bisogna di tanto, tanto
spazio per contenere.

Come di
solito faccio ho realizzato due proposte, una con arredi di produzione
industriale e una con arredi realizzati artigianalmente che è stata poi quella
prescelta.

PRIMA
PROPOSTA

Mobili di produzione industriale

La prima
proposta vedeva impiegati due blocchi a ponte della collezione Stuva di Ikea, che
prevedono letto soppalco e area studio al di sotto, il blocco comprende anche
scaffali e un armadio, che andrà integrato da altri due moduli per ogni
bambina, in questo modo ognuna delle sorelle avrà il suo spazio personale.

I colori
scelti si distinguono dai soliti e accanto al bianco ho proposto di abbinare
delle ante rosse e nere effetto lavagna, con la possibilità di disegnarci sopra
come una vera e propria lavagna.

La struttura
viene inoltre decorata con stickers cargo style, decorazioni che imitano le
scritte e i bolli postali poste sui grandi container in viaggio per mare.

Completa
l’arredamento una cassettiera di maison du monde che si rifà sempre allo stile
cargo e che piaceva molto alla committente, in legno e metallo, il metallo nero
riprende le finiture lavagna degli armadi mentre il legno riscalda e viene
richiamato dalla targa Factory di maison du monde.

cameretta in stile industriale

La sedia Tolix potete trovarla anche QUI, e QUI e QUI dei piccoli stickers che riproducono timbri postali e etichette “fragile” con cui decorare in stile cargo!

cameretta in stile industriale
cameretta in stile industriale

Per decorare
una delle due pareti ho scelto una meravigliosa carta da parati con megattere,
che immerge l’intero ambiente in un sogno; una volta entrati nella cameretta
sembrerà davvero di partire all’avventura per un viaggio fantastico.

In tutte e due
le proposte ho scelto sempre come sedie il modello Tolix versione rossa…cosa potrebbe
esserci di più industrial? Io le adoro!

Anche se
ormai potrebbero ritenersi inflazionate ritengo che si tratti di un vero
classico del design industriale che va sempre benissimo, anche per il
lampadario e le lampade da lettura e scrivania stile industriale minimal con la
serie Skurup di ikea.

cameretta in stile industriale
Carta da parati di Mr Perwall
cameretta in stile industriale

Il modello Tolix è un classico del design industriale, progetto dell’architetto e designer Jean Prouve. La riproduzione in rosso e altri colori potete trovarla disponibile anche QUI,

cameretta in stile industriale

La serie di lampade Skurup di Ikea è di marcato stile industriale e comprende sospensioni, lampade da tavolo e da terra.

SECONDA
PROPOSTA

Struttura realizzata artigianalmente su misura

Per la
seconda proposta ho realizzato un progetto su misura che prevede un blocco con uno
dei due letti posizionato sul soppalco e l’altro a pavimento.

Lo spazio
sotto al soppalco è occupato da un’ampia cabina armadio, vi sono poi due
scalette contenitore, di cui una funge anche da comodino per il letto al piano terra,
per accedere al soppalco.

Il soppalco
prevede un piccolo corridoio/ballatoio che permette di servirsi facilmente dell’ampia
parete attrezzata con libreria e pensili contenitori che arrivano fin sopra
alla porta e di rifare con semplicità il letto, comodità non indifferente.

Un unico
grande armadio alto fino al soffitto, con terminale a libreria aperta per non
bloccare la visuale appena entrati nella stanza, si occuperà di contenere tutto
il guardaroba delle bambine, anche la scrivania per le due sorelle è un unico
piano in legno davanti alla finestra, che può essere completato con mensole e
cassettiere a seconda delle esigenze.

Un progetto da completare con complemento d’arredo vezzosi come i cuscini a stelle o righe Chevron, sempre nella palette dei grigi, che trovate QUI e QUI e contenitori in perfetto stile cargo come i bauli disponibili QUI

Accessori per completare la zona studio in stile industrial come l’orologio di Maison du Monde che riprende il rosso delle sedie e il bellissimo scaffale vintage in Ferro

Oppure lo scaffale realizzato con assi di legno e tubi di ferro che trovate QUI abinato all’ orologio in metallo rosso e nero con la scritta loft disponibile QUI

Variante alla seconda proposta

La carta da
parati con la balena, che era molto piaciuta alla committenza, con il grande
armadio sulla parete a questo punto potrebbe essere un po’ sacrificata, quindi
ho suggerito la possibilità di decorare con la stessa immagine il fronte dell’armadio,
per mezzo di un disegno eseguito dalla decoratrice a regola d’arte mentre
ritroviamo carta a cartina geografica sulle pareti delle finestre più libere.

Per rompere
la monotonia del color legno alcune parti della struttura sono dipinte color
petrolio, con vernice all’acqua che lascia intravedere tutte le venature del
legno, perfetta in questo caso la scelta di un’essenza rustica e dall’aspetto
un po’ industriale come ad esempio il pino
Arauco, molto resistente ed economico. Le maniglie dell’armadio potrebbero
essere realizzate in metallo nero o dei semplici fori in cui infilare il dito
per l’apertura.

cameretta in stile industriale
cameretta in stile industriale
cameretta in stile industriale
Carta da parati di Muralwallpaper
cameretta in stile industriale
Maniglione in ferro nero

Il centro della stanza viene in ogni caso lasciato libero per permettere alle bambine di giocare e muoversi agevolmente magari con l’aggiunta di un soffice tappeto sul quare giocare e immaginare di salpare per fantastiche avventure.

Un tappeto è sempre un complemento d’arredo molto apprezzabile nella camera dei ragazzi, arreda, crea un’area comoda e morbida su cui giocare e rilassarsi e riscalda, permettendo di camminare a piedi scalsi piacevolmente, cosa che i più piccoli amano fare. In alto a sinistra tappeto rotonda con fantasia astratta nei toni del blu disponibileQUI in diversi diametri, di seguito tappeto gioco, color blu, raffigurante la campana, che trovate QUI e in basso tappeto rotondo grigio disponibile QUI anche in altri colori

L’articolo Cameretta in stile industriale proviene da Architettura e design a Roma.

27 Settembre 2019 / / Architettura

 coperture per piscine

L’estate, ormai finita, arriva come un ciclone e ogni anno sconvolge la routine di tutti: sia chi lavora  a tempo pieno, sia chi dispone di maggior tempo libero. Allora c’è chi parte e sceglie  di andare in vacanza in località balneari o nelle isole, e chi invece già vive  vicino alle spiagge. Chi invece vive lontano dal mare e non può spostarsi facilmente? Per questi la soluzione è la piscina, dove  convivono  modi diversi di trascorrere il tempo libero: giocare, rilassarsi  o mantenersi in forma facendo sport.

Anche per chi cerca l’abbronzatura la piscina è un’ottima
soluzione: i tanti “professionisti della tintarella” che prendono estremamente
sul serio l’abbronzatura e si dotano  di
oli, lettini, specchi e quant’altro, quando non frequentano un solarium possono
raggiungere il colorito tanto desiderato proprio in piscina.

Un altro vantaggio della piscina è che non è esclusivamente
un’esperienza diurna: d’estate la piscina è fantastica anche durante la notte,
grazie alle tecnologie che consentono di regolare e impostare la temperatura
dell’acqua,  rendendo possibile la
permanenza fino a quando si desidera.

La piscina è una grande alleata anche per chi vuole arrivare
pronto alla prova costume e pianifica in anticipo l’ attività fisica,sia in
acqua che a bordo piscina. Se poi si possiede una piscina in giardino, con
l’aggiunta dei giusti attrezzi può diventare facilmente una palestra perfetta
per scaricare lo stress e rimettersi in forma.

La piscina, poi, è perfetta per chi ha dei bambini e vuole
farli giocare in acqua senza il pericolo delle correnti e delle onde. È sempre
bene controllarli, anche se le migliori piscine 
dispongono già di tutti i requisiti di sicurezza progettati per loro.
Basta quindi acquistare qualcuno dei tantissimi oggetti e giochi per la
piscina, e si può combinare svago ed esercizio fisico per i propri figli.

Certo, chi ha una piscina in casa propria, deve dedicarvi
attenzione, soprattutto per quanto riguarda la manutenzione dell’impianto. La
tecnologia offre un notevole aiuto ma per le 
attività che richiedono maggiore impegno ci sono soluzioni che
permettono di risparmiare tempo. Ad esempio, le coperture per
piscina Abrisud
, che oltre a mantenere la temperatura dell’acqua
costante impedendone l’evaporazione, evitano che la sporcizia vada a finire
nella piscina.

Una volta installata la copertura, la piscina è ancora più desiderabile, grazie al superiore livello di pulizia e a un design totalmente nuovo. Con la scelta di alcune coperture, la piscina sembrerà un vero e proprio salotto all’aperto, perfetto per organizzare feste con gli amici, passare fantastiche giornate all’insegna del relax e del divertimento.

Dunque, se non si può lasciare la città per andare al mare o si preferisce avere la possibilità di fare il bagno restando a casa, la piscina è la soluzione perfetta: tra lusso e comodità si potrà godere dell’estate in ogni momento, senza nulla da invidiare a chi scappa  al mare!

Se poi sceglierete una copertura alta potrete sfruttare la piscina veramente durante tutto l’anno e sarà come stare sempre in vacanza.

La copertura alta è un’oasi di pace nel cuore del giardino perfetta per chi ama il fitnes, il relax e il benessere.

La copertura permette di creare un vero e proprio spazio da vivere sempre, come fosse una nuova stanza, un’espansione della casa. Il suo volume interno permette di restare sul bordo della vasca anche senza fare il bagno. 

Per approfittarne al massimo potete arredare questa nuova “stanza” con tavoli e divanetti e trascorrere anche un inverno a 5 stelle!

L’articolo Piscina: tra lusso e comodità proviene da Architettura e design a Roma.

23 Settembre 2019 / / Interiors

arredare un ristorante
arredare un ristorante

È molto bello quando i clienti tornano e devo dire che mi è
capitato spesso e mi ha dato una gioia immensa, meglio ancora quando si tratta
di clienti che devono realizzare dei ristoranti, così insieme al cuore gioisce
anche la pancia!

Uno dei primi lavori indipendenti, quando ho cominciato a
fare questo mestiere e forse non sapevo ancora che sarebbe diventata la mia
strada, è stata la progettazione della bisteccheria “EliQuin”, i cui
proprietari mi hanno recentemente ricontattata per effettuare il restyling di
un nuovo locale che avevano rilevato.

Se nel primo caso si era trattato di una ristrutturazione
completa questa volta bisognava dare il giusto look e una marcia in più ad un
locale preesistente da ampliare leggermente e perfezionare.

Una preesistenza da personalizzare

Il locale di base era molto neutro quindi una buona tavola
su cui lavorare, abbiamo seguito lo stile del primo Eliquin con un guizzo di
creatività e gusto bohemienne in più, per questo abbiamo posizionato quattro
lampadari differenti, tra cui un bellissimo chandelier con gocce di cristallo e
la stessa varietà la troviamo sulla parete a destra dell’ingresso arredata da
specchi di diversa foggia e una mensola d’appoggio sorretta da colonnine, per
brevi soste e aperitivi prima di accomodarsi al tavolo.

Arredare un ristorante utilizzando un mix & match di specchi alla parete per ampliare ed arricchire lo spazio

Arredare un ristorante con un mix e match di lampadari per movimentare il soffitto e creare aree con illuminazioni diverse

Nel nuovo Eliquin anche per i tavoli si è deciso di variare un po’ per realizzare diverse soluzioni confortevoli e accoglienti, che facessero sentire gli ospiti un po’ a casa propria, così nella prima sala troviamo un bel tavolo rotondo classico, con sedie differenti e un angolo più riservato con panca, sul quale troneggio lo stemma di Eliquin, un gioco di parole tra la parola Queen, regina in inglese e il cognome della titolare.

Accogliente come un ambiente domestico

Oltre il varco un’altra accogliente postazione è realizzata
con un antico fratino per diversificare e movimentare lo spazio, renderlo caldo
e vario proprio come una casa, per questo null’ultima sala è presente anche un
bel comò con un grande specchio, arredi che potremmo trovare anche in un’ abitazione
e qui, mescolati a perfezione tra loro in un elegante mix & match, tra
bottiglie di buon vino, una bella e semplice apparecchiatura, le luci e i
colori giusti, creano un’atmosfera perfetta per un ristorante in cui
trascorrere piacevoli ore.

Arredare un ristorante con un mix&https://myinteriordesign.it/13901/match anche per i tavoli realizzando diverse soluzioni a seconda del tipo di cena: romantica, in famiglia, tra amici…

Alle pareti varie decorazioni studiate con grande attenzione
che vedono l’accoppiamento di quadri, oggetti, cassette di vino e di ostriche,
due dei pregiati prodotti di questo ristorante che oltre ad essere
specializzato nella carne e nella pinsa originale ha anche delle specialità di
mare.

La volontà è stata quella di recuperare e organizzare in modo
coerente tutta una serie di arredi che erano già in possesso dei proprietari
creando un look rustico chic accogliente e confortevole come il focolare
domestico e che è una delle caratteristiche distingue questo ristorante oltre
all’ottimo cibo e alla bella posizione.

Arredare un locale con un mix&match alla parete di oggetti che abbiano un filo conduttore e lo stesso sapore, accomunati dalla medesima atmosfera

Per dare un tocco di colore è stato scelto dalla
proprietaria e la figlia una particolare e bellissima sfumatura di azzurro/blu,
utilizzata per dipingere alcune sedie e rimarcare la parete del varco che
delimita il passaggio da una sala all’altra.

Lo spazio esterno

Altro pezzo forte del locale è lo spazio esterno, anch’esso
curato con attenzione e che si presta a diverse esigenze, con tavoli e un’area
salottino con divanetti per aperitivo.

Il locale è lontano dal caos, anche all’esterno sembra di stare a cena a casa in giardino da amici, lontano dalla strada e dallo smog e con un comodissimo parcheggio vicino…insomma non manca proprio nulla per passare del tempo lontano dallo stress e mangiare buon cibo in luogo curato nel dettaglio, elegante e accogliente proprio come casa vostra.

L’articolo Arredare un ristorante con mix& match shabby chic proviene da Architettura e design a Roma.

20 Settembre 2019 / / Decor

La regina della frutta esotismo ed eleganza
Un motivo creativo

L’importanza dei piccoli dettagli: vasetto in ceramica che richiama la forma dell’ananas completato da un vassoio di bambù Verde, lo trovate QUI

Fenicotteri e ananas insieme in questo stickers da parete, due must dell’estate, che porteranno la gioia della bella stagione nella nostra casa per tutto l’anno. Lo trovate QUI

L’ananas può essere anche un elemento raffinato e sobrio, lo dimostra l’utilizzo fatto nel passato e alcuni complementi d’arredo come la federa di questo cuscino che trovate QUI

Fa molto party in piscina la catena luminosa con lucine a forma di ananas che trovate QUI, ma potremmo utilizzare anche sul terrazzo o in qualche angolo della nostra casa in città, accompagnate magari da un buon mojto

Composizione in stile coloniale molto elegante

Party pineapple coffe table by Kiki Collagist

Si sognerà certamente l’estate con questo completo letto di La Redoute

Se vi piace non passare in osservati allora l’elemento ananas potrebbe essere quello che fa per voi!

Poiché la bella stagione è finita e, mi duole dirlo, è più
vicino Natale del prossimo bagno al mare, ho deciso di parlare in questo post
di un elemento decorativo di benvenuto e buon augurio, ma anche dal sapore
estivo e addirittura tropicale, entrato ormai a far parte della tendenza decòr
degli ultimi anni.

Si tratta di un elemento che porterà l’estate e l’allegria in
casa nostra anche durante l’inverno, grazie ai suoi colori e alla sua forma
originale.

Sto parlando dell’ananas, che potremo portare in case come
elemento decorativo, per arredare le nostre stanze, sotto forma di cuscino,
carta da parati, lampada, soprammobile e molto altro.

Adorabili adesivi da parete che creano un pattern perfetto per le camerette ma non solo, sono in vinile e le trovate QUI

Set di 2 soprammobili a forma di ananas che trovate QUI, perfette per portare un tocco esotico nella vostra casa

Riproduce l’ananas nel suo aspetto realistico il piattino posamestolo in ceramica comodo e grazioso per la cucina disponibile QUI

4 fodere per cuscini 45×45 con allegre fantasie tropicali per portare l’estate in casa tutto l’anno. Le trovate QUI

una bella stampa raffigurante un ananas può arricchire e personalizzare con poco qualsiasi ambiente, questa la trovate QUI

Elegante e affascinante la lampada con cappello nero e come base un ananas dorata disponibile su lampade.it

Una tavola allegra ed estiva tutto l’anno con la tovaglia che trovate QUI

Anche il letto può essere arricchito da una simpatica fantasia di ananas, come nel caso della parure che trovate QUI

Un tappetino davanti alle porte finestra è molto comodo per non sporcare il pavimento di casa entrando e uscendo, possiamo sceglierlo in una simpatica fantasia perché diventi un divertente complemento d’arredo. Quello con le ananas lo trovate QUI

Meravigliosa questa carta da parati che trovate disponibile sul sito buru-buru.com. Perfetta per una zona giorno molto briosa e di carattere.

Un elemento decorativo adatto a tutti gli stili

Questo frutto, stampato su varie superfici o proposto nella
sua forma come base per tavoli e lampade, sarà perfetto per chi ama lo stile
jungle e tropicale, per chi apprezza l’antiquariato e il modernariato, ma anche
per chi è più moderno e/o minimale e potrà arricchire il proprio arredamento
magari con una versione in ceramica bianca o metallo dorato, Ad ogni modo sarà l’elemento
ideale per tutti quelli che vorranno dare un tocco di esotico.

  • l’ananas è l’elemento ideale per chi ama lo stile eclettico
  • Lampade d’antiquariato con il classico decoro di ananas
  • L’ananas grazie alla sua speciale forma si presta particolarmente come elemento decorativo
  • Bellissimo il lampadario vintage anni ’60 disponibile su Panomo.it

Tavolo in vetro e ottone della famosa azienda francese Maison Jansen con sede a Parigi, una delle più famose ed influenti case di decorazioni per interni del XX secolo

Decorazioni moderne dorate per chi desidera dare un tocco luminoso ed esotico. A sinistra un grazioso vassoio dorato che trovate QUI e a destra un decorazione in oro ramato disponibile QUI

Per gli amanti del home decòr contemporaneo a sinistra ananas decorativa in metallo smaltato disponibile QUI e a destra vassoio in tondino di metallo dorato di Kasanova

Pianta di ananas decorativa in vaso a tema

Cuscini perfetti per un ambiente contemporaneo anche dal gusto minimale, per dare un piccolo tocco di brio. A sinistra cuscino rettangolare in tela di cotone e al centro cuscino quadrato decòr entrambi disponibile su trouva.com. A destra cuscino con ananas grafica dipsonibile su shirtcity.net

Tovagliolini di carta di H&M home ideali per un party estivo…e perchè no invernale!

L’ananas, grazie alla sua forma un po’ bizzarra, si presta
benissimo anche alle interpretazioni in versione POP, con colori sgargianti e
fluo e si trova perfettamente a suo agio anche negli ambienti dedicati ai più
piccoli, deliziosa pure nella versione kawaii, con teneri occhietti e
simpatiche faccine!

  • Originale e divertente la decorazione della nursery con grandi ananas

Cesto portagiochi Juicy disponibile su rocket baby per rendere exotic anche la camera dei bimbi

Cuscini divertenti e colorati per portare l’estate in casa anche d’ inverno. In alto a sinistra sagomato disponibile trouva.com, quello blu a fianco lo trovate su Eminza.it e quelli in basso su vente-unique.it

Allegro e colorato il vaso contenitore a forma di ananas di La Redoute, perfetto per creare una bella composizione su una mensola o mobile della zona giorno

Due lampade divertenti e graziose per la cameretta ma non solo. A sinistra lampada decorativa a LED, disponibile QUI a destra Ananas al Neon, che trovate QUI, entrambe adatte anche come luce notturna per la camera dei bambini

Esotica, colorata e fresca, la cameretta per bimbi ispirata al frutto dell’ananas e ai suoi colori. Ideale per decorarla è la ghirlanda di maison du monde

Nella stanza dei più piccoli l’elemento a forma di ananas può portare un pò di originalità, colore e allegria, a sinistra decorazione per interruttori, al centro giostrina per culla disponibile su Etsy a destra tappeto di Sass And Belle disponibile QUI

Elegante e ricercata la camera di una giovane ragazze che vede un’ananas in metallo dorato come applique alla parete by La Redoute

Allegro, brioso in una parola amabile, “kawaii” in giapponese. Questi arredi sono perfetti per la cameretta dei bimbi, ma per gli amanti del genere sono adatti a tutti gli ambienti. In alto a sinistra lampada da tavolo, di seguito cuscino sagomato disponibile su Etsy. In basso a sinistra adorabile stampa che trovate su su http://www.ungrandmarche.fr e in fine federa rettangolare con ananas Kawaii disponibile QUI

La carta da parati a fantasia ananas rallegrerebbe qualsiasi cameretta

L’ananas, la principessa della frutta, sembra strano, ma veniva sfruttata come elemento decorativo già in tempi molto remoti e veniva utilizzata soprattutto per adornare gli ingressi delle ville e dei palazzi come simbolo di lusso e benvenuto; per lo stesso motivo si usava portala come omaggio durante i pranzi e le feste.

Un pò lo stesso utilizzo e lo stesso valore che ha il famoso pumo pugliese, lo avreste mai detto?

Probabilmente
risale a questa usanza anche l’utilizzo all’ananas come ornamento, elemento che
troviamo spesso negli spazi esterni come abbellimento architettonico su frontoni,
cancelli, fontane e nella progettazione architettonica, usanza ancora molto in
voga soprattutto oltreoceano.

La
storia ci racconta che i capitani di mare americani già nel 600, al ritorno da
un viaggio, mettessero in mostra questo prezioso e raro frutto fuori dalle loro
case, come segnale del loro ritorno.  Forse
per questo, sin dai tempi coloniali, in America troviamo spesso l’ananas come elemento
decorativo posto su di un piedistallo?

L’ananas
era un tempo anche ritenuta simbolo di lusso poiché rara e costosa e quindi
dono molto apprezzato dai reali e non solo. Certamente oggi non è più così, ma
il suo valore decorativo e il suo aspetto regale continuano a donare fascino, pregio
e personalità agli ambienti di chi la sceglierà come elemento decorativo.

Ai giorni nostri il benvenuto in casa lo possiamo dare agli ospiti scegliendo lo zerbino giusto! Questo è di Maison du Monde

  • In molte abitazioni d’pepoca ritroviamo l’elemento dell’ananas

Il Dunmore Pineapple, in Scozia, è un edificio divenuto famoso in tutto il mondo per la sua ad forma di un ananas.

Un dettaglio decorativo che fa molto pensare ai pumi pugliesi posti sui cancelli a protezione delle masserie

Pineapple Tower una delle meraviglie di Dubai

Per arredare gli esterni con il classico decoro che veniva utilizzato per i giardini potete scegliere questa panchina di Plow and Hearth

Certo quando Cristoforo Colombo scoprì l’America e portò in Europa l’ananas chissà se avrebbe mai immaginato una cosa del genere!

Una delle classiche decorazioni a forma di ananas, che in molti scambiano per pigne, sempre eleganti e affascinanti.

Come simbolo di ospitalità e abbondanza si può portare in tavola una brocca o un centrotavola a forma di anana, entrambi di Maison du monde, in memoria delle antiche usanze

Molti arredi che possono trovare spazio nei nostri appartamenti anche al giorno d’oggi si rifanno al motivo decorativo classico dell’ananas

Attenzione
comunque all’utilizzo di questo elemento, sia che preferiate l’espressione classica
e ricercata, che vede l’utilizzo di arredi di antiquariato e modernariato, ma
ancor di più se scegliete l’ananas come decoro moderno e contemporaneo, poiché potreste
rischiare di cadere nel kitsch.

Una stampa a tema ananas è una delle cose più semplici da inserire in qualsiasi arredamento, porterà il giusto tocco di brio e potrà essere scelta in svariatissimi stili. Su Posterlounge ne troverete diversi esempi

Divertenti e un po’ kitsch la sedia da campeggio di sun squad e il pouf contenitore a forma di ananas che trovate su e bay

Moderno o classico, l’interpretazione dello stile pineapple si può interpretare in tanti modi

Un piccolo angolo

Un piccolo angolo decòr molto elegante e dettagliato che ha come protagonista la regina della frutta

Pianta di ananas di Ikea, nordic Pineapple!

Con i cuscini ci possiamo permettere di osare un po’ di più e portare un po’ di colore e allegria magari su un divano total white. Quello a sinistra lo trovate QUI e quello a destra QUI

    Se
    saprete usare il giusto equilibrio, potrete utilizzare anche elementi eccentrici,
    allegri e creativi come cuscini, stampe e soprammobili, dimostrerete di avere
    gusto, di essere persone, allegre, solari e ospitali e porterete un pizzico di
    dolce estate in casa vostra per tutto l’anno.

    L’articolo Arredare con le ananas, saluto all’estate. proviene da Architettura e design a Roma.

    18 Settembre 2019 / / Idee

    Vi ho già detto in passato quanto
    il bagno sia passato dall’essere una stanza esclusivamente di servizio a cui
    non dare troppa attenzione, ad un ambiente molto importante della casa. Ai
    giorni nostri le cose sono profondamente cambiate, il bagno è una stanza con
    pari dignità rispetto alle altre, anzi forse sta riscuotendo maggiore interesse
    anche da parte di architetti e designer che amano cimentarsi in un arredo bagno che sia elegante,
    personalizzato
    e sempre di tendenza.

    I primi elementi a dare il carattere alla stanza sono i mobili da bagno, come quelli di Arcshop, che sanno regalare allo spazio un’atmosfera unica e ricercata. Ecco perché non si dovrà sottovalutare la scelta dei mobili così come quella del rivenditore che dovrà essere affidabile e proporre prodotti di alta qualità. L’arredo bagno che si può trovare corrisponde alle diverse esigenze e gusti personali.

    I mobili dovranno essere flessibili, confortevoli e pensati per durare nel tempo, ideali per ogni tipologia di cliente. Basta quindi mobili da paret, così come il total white, oggi le tendenze cercano il colore, la flessibilità degli arredi, sistemazioni che non siano fisse.

    Insomma, uno spazio da vivere come tutte le altre stanze della casa.

    Nuove tendenze nell’arredo bagno

    Colori fluo e arredi minimal

    Pochi ma buoni, si direbbe in alcuni
    casi. Per l’arredo bagno è davvero così. Gli arredi di queste stanze secondo le
    nuove tendenze sono minimal e pochi, in modo da lasciare spazio alla stanza di
    parlare, di raccontare di sé senza essere soffocata da oggetti, elementi,
    dettagli, spesso inutili.

    Anche i mobili sono essenziali, la loro funzione è quella di essere utili
    certo, ma anche piacevoli, personalizzati. Tutto deve rispecchiare la
    personalità e i gusti degli abitanti della casa. Certo, il carattere
    minimalista sembrerebbe non riuscire a rispondere alla perfezione a questo
    criterio ma non è così. L’essenzialità riesce a descrivere un ambiente e chi lo
    abita.

    I colori sono fluo, nelle tonalità che vanno dal rosa al giallo, dal verde all’azzurro, in una perfetta sintonia di nuance che trasmettono energia, accoglienza, unicità.

    Tornano le piastrelle  

    Tra i ritorni di fiamma, dopo un
    periodo trascorso in qualche angolo dimenticato, c’è anche quello delle piastrelle. Le versioni sono più
    sbarazzine, con forme non tradizionali.
    Ci sono quelle esagonali, ci sono quelle rettangolari, ci sono quelle quadrate.
    A fare tendenza, in questo caso, non è certo la piastrella in sé, ma il modo di
    posizionarle. Nel 2019 le tendenze per l’arredo bagno vogliono la fuga in
    vista. Questa è sì una scelta di design, ma anche pratica. Pulire le fughe non
    è mai stata una delle cose più semplici, ecco perché vanno di moda in vista,
    che facciano contrasto con il colore della piastrella. Contrasto che è
    assolutamente voluto.

    Di tendenza anche le piastrelle di colori e dimensioni diverse
    tra loro per creare un ambiente dinamico e di tendenza.

    L’importanza dello specchio

    Lo specchio è uno degli elementi che non possono mancare in un bagno di tendenza dove niente è lasciato al caso. Potrà essere rettangolare, quadrato o tondo o meglio ancora di una forma particolare, l’importante è che non manchi e che si faccia notare perché, nella sua semplicità, conferisce il carattere deciso e personale di una stanza.   

    L’articolo Mobili da bagno, colori fluo e personalizzazione: ecco le nuove tendenze dell’arredo bagno proviene da Architettura e design a Roma.

    2 Settembre 2019 / / Architettura

    • Prima proposta con dettagli rossi
    • Seconda proposta con dettagli gialli

    Al rientro
    dalle ferie vi voglio parlare della consulenza di qualche tempo fa, realizzata
    per una giovane ragazza alle prese con l’arredamento della sua prima casa;
    questo è un genere di lavoro che mi capita spesso di fare e potrebbe sembrare
    semplice, poiché non si tratta di grandi e impegnative ristrutturazioni ma consulenza
    di interior design.

    In realtà
    anche dover contribuire a scegliere “solo” i complementi d’arredo e i dettagli
    dell’arredamento di una casa è un lavoro complesso e, soprattutto, importantissimo,
    poiché saranno proprio quei complementi a rendere la casa speciale, unica e
    personalizzata con carattere.

    Mi capita infatti
    spesso anche di intervenire come interiore designer in ristrutturazioni d’architettura
    appena terminate, perché non è detto che avere una casa nuova appena ristrutturata
    significhi averla personalizzata e perfezionata in ogni dettaglio decorativo e
    funzionale.

    La richiesta di Carla era quella di organizzare al meglio la zona giorno del suo nuovo appartamento, con gli arredi che aveva già acquistato, un tavolo con sedie, un divano e una parete attrezzata.

    Gli arredi già acquistati dalla committente che andavano valorizzati con il colore e con i giusti accessori

    La necessità era anche, se possibile, di riuscire ad inserire un altro divano, infatti le mie proposte sono state due, una che prevede l’inserimento di un secondo divano e una che preferisce privilegiare lo spazio e vede solo la collocazione di una poltroncina in filo di metallo poco invasiva a livello visivo.

    Carla Inoltre
    desiderava arredare l’ingresso in modo pratico e funzionale.

    Tutti gli arredi che aveva già acquistato erano bianchi e grigi, molto lineari e minimali, ho ritenuto necessario, come prima cosa, dare un pizzico di colore di carattere e di brio all’ arredamento, personalizzandolo, soprattutto considerando che si trattava della prima casa di una ragazza giovane piena di energia e di gioia.

    Poi ho
    pensato di dividere la zona di ingresso dalla cucina, a vista nel living, con
    un separé, per distribuire un po’ lo spazio e mascherare la parte più
    operativa.

    Le due proposte di paraventi Maison du Monde, per schermare la zona operativa della cucina dall’ingresso e dal passaggio che porta alle camere

    Come in molti
    casi, per entrambe le opzioni, ho proposto di delimitare la zona conversazione
    con un tappeto, anch’esso grigio per accordarsi agli arredi e creare una base
    neutra, nello specifico il modello Stenlille a pelo corto con una graziosa
    grafica geometrica o Hodde in materiale plastico, facile da pulire e
    manutenere.

    Sono entrambi
    di Ikea e abbastanza ampi per coprire completamente l’area davanti al divano,
    circoscrivendola visivamente, poiché la zona giorno comprende salotto, zona
    pranzo, cucina e ingresso.

    Nella prima
    proposta ho verificato la possibilità di inserire un secondo modello di divano,
    che si accordasse con quello già acquistato, la scelta è ricaduta su klippan
    bianco di Ikea.

    Lanciato negli anni ’80 continua ad essere un classico senza tempo perfetto in ogni contesto, ho scelto l’ecopelle che riprende il dettaglio dei braccioli dell’altro divano e crea un bel contrasto con la seduta.

    Nella prima proposta con cuscini rossi, come richiesto dalla committenza, ho inserito un secondo divano dalle linee minimali nella zona relax.

    Il divano Klippan in ecopelle ben si abbina al divano grigio e bianco scelto da Carla

    Il tocco di colore, in questa prima proposta, viene dato dai complementi rossi come il tavolino e i cuscini fantasia.

    A completare la zona giorno c’è una
    lampada da terra in stile industriale in metallo nero, presente in entrambe le
    proposte e che pone l’accento al gusto industriale rappresentato dal grigio e
    da complementi in tondino di ferro.

    Il tavolo viene corredato e arredato da un ranner e un centro tavola, in linea con il resto dell’arredamento.

    Molto belli i cuscini rossi in fantasie miste che danno il giusto tocco decor di colore. Li trovate QUI

    Tavolino e lampada da terra Ikea per completare e accessoriare la zona relax

    Il tavolo bianco viene allestito con runner e portafrutta in filo di ferro, abbinamento che si addice ad entrambe le proposte. 

    Il runner lo trovate QUI mentre il portafrutta è disponibile QUI

    Nella seconda proposta la nota di colore è data dal colore giallo ocra dei cuscini, che donano un importante tocco cromatico all’insieme in bianco e nero.

    Anche in questo caso è presente il tavolino
    Burvik di Ikea in versione nera invece che rossa, divertente e comodo da
    spostare al bisogno.

    Completa la zona conversazione la poltrona Raane di Ikea, da colorare con i cuscini.

    Il paravento di Maiosn du monde per
    schermare la cucina, che nella proposta precedente era bianco con stampa 3d,
    qui è nero marmorizzato; sotto alla finestra in entrambi i casi trova spazio
    una composizione di piante in bellissime ceste di vimini.

    Per la seconda proposta ho scelto colori
    più scuri ed uno stile più industriale, dato il maggior spazio disponibile reso
    possibile dalla mancanza del secondo divano; l’open space con salotto cucina e
    ingresso si presta ad una reinterpretazione stile loft. Nella prima proposta
    erano stati privilegiati i colori chiari con qualche pizzico di cromia decisa e
    un arredamento più POP.

    Molto bello e fresco il tocco di colore dato dall’ocra nei cuscini fantasia che trovate QUI

    In entrambe le proposte sono presenti delle piante nella parte più luminosa del salotto inserite in delle bellissime ceste che trovate QUI

    Stampe alle pareti

    Per la parete all’ingresso ho scelto e
    proposto una stampa molto bella con una frase in inglese che parla di casa,
    cosa che amo spesso fare nelle mie ristrutturazioni come se si trattasse
    dell’angelo custode della dimora.

    Sulla parete del divano troviamo la
    composizione Knoppang di Ikea semplice e creativa, perfetta per chi non ha molta
    dimestichezza nel realizzare una composizione fai da te. Sulla parete vicino
    alla porta che reca alla zona notte c’è una stampa artistica delle Seichelle,
    paese d’origine della padrona di casa.

    A sinistra stampa grafica Home e a destra una bella rappresentazione grafica colorata delle seychelles, si possono trovare entrambe su Etsy

    Composizione di Ikea…per i più pigri! Può essere ampliata e completata da altre stampe a scelta, ma è comunque graziosa ed equilibrata anche da sola, riprende il tocco naturale delle piante sotto alla finestra.

    Ingresso

    Per arredare l’ingresso ho utilizzato una
    comodissima panchetta multifunzione, utilizzabile anche come scarpiera e
    contenitore, il quadro è completato da uno specchio a tutta altezza e un
    attaccapanni proposto in due versioni, grigia o con elementi rossi a seconda se
    si scelgano i complementi in rosso o in giallo.

    In entrambe le proposte sono presenti la panchetta scarpiera svuotatasche e lo specchio che trovate QUI e QUI. Inoltre, se preferite al colore una tonalità neutra, per entrambi gli abbinamenti (rosso o ocra) sarà perfetto l’appendiabiti grigio di Umbra che trovate QUI

    Appendiabiti a forma di uccellini bianchi e gialli. Bello da vedere anche quando spoglio, sembra un’installazione. Gli uccellini li trovate QUI

    Per la versione in rosso portaombrelli e appendiabiti in tinta

    Complementi d'arredo per la zona giorno

    L’articolo Come personalizzare e arredare la zona giorno proviene da Architettura e design a Roma.

    5 Agosto 2019 / / Colori

    Raimbow mania
    Un meraviglioso arcobaleno acquerello in salotto per tornare bambini , romantici e poetici
    • Parete arcobaleno per rallegrare gli uffici
    • Raimbow
    • Singapore

    Una bellissima carta da parati di Caselio con righe arcobaleno per l’allegro relooking di un appartamento destinato a casa vacanza, Progetto NDAA

    Se anche voi amate i colori e avete un animo romantico e un po’ bambino, non potrete fare a meno di essere coinvolti anche voi dall’arcobaleno mania!

    Tendenza e design

    Uno dei trend allert più divertenti ed energici degli ultimi tempi è sicuramente quello che ha come protagonista l’arcobaleno in tutte le sue accezioni, una vera Raimbow mania.

    Vi sarete accorti che ormai gli arcobaleni, fratelli degli amici unicorni, sono da per tutto e non solo per quanto riguarda l’arredamento e il life style dei bambini, che anche grandi aziende e designer come Patricia Urquiola e Cappellini hanno scelto di affrontare questa tematica nell’interior design.

    Raimbow mania
    Questa serie di imbottiti che imitano l’arcobaleno nella forma e nel colotre è stata disegnata da Lubo Majer per l’azienda slovacca di mobili DIZAJNO
    • Orijeen, studio di Seoul, ha progettato una collezione di mobili colorati,
      Color Flow collection , che sembra cambiare a seconda dell’angolo di visione come un arcobaleno.
    • Anche l’ architettura si fa arcobaleno
    • Rainbow Furniture By Patricia Urquiola
    • Cubit, modular bookcase by Mymito
    • Il famoso frigo Smeg versione multicolor
    • Il divano Air di Lago ha una modularità senza eguali,
      si possono scegliere profondità della seduta l’altezza dello schienale mescolando tessuti e colori

    Pareti

    Il colore influisce tantissimo sul nostro umore, la
    scelta dei colori per dipingere le pareti della casa è una delle più complesse,
    perché abbiamo paura di sbagliare, di stancarci, perché un conto è vedere il
    colore su una mazzetta o su un campione a parete, un conto è immaginare tutte
    le pareti dipinte in quella tonalità.

    Insomma quando si parla di colori la situazione non è
    mai semplicissima, soprattutto se si parla di muri, eppure c’è qualcuno che in
    barba ad ogni timore sceglie il tema raimbow anche per dipingere le pareti di
    casa e, come ci dice una briosissima stylist di Los Angles, bisogna lasciare da
    parte i timori e tornare bambini!

    Esistono carte da parati, spesso più adatte alla camera
    dei ragazzi, raffiguranti arcobaleni o a strisce o geometrie multicolor, ma
    sono meravigliose anche le fantastiche decorazioni a parete da far realizzare
    da decoratori professionali o veri artisti. L’effetto sarà sorprendente e di certo
    la vostra casa non sarà più la stessa se lascerete che l’arcobaleno possa entra
    tra e sulle vostre mura.

    Tanti modi di decorare le pareti con un arcobaleno, non solo la camera dei ragazzi: camere da letto, corridoi, salotti. Arcobaleni colorati, psichedelici, boho chic o stile seexteen ma pur sempre una ventata di energia

    Raimbow design
    Adesivo murale su stikid
    Raimbow design
    Carta da parati di Muralwallpapers
    raimbow design
    carta da parati di Wallpapper, si chiama invasion of the light bulb della collezione Naive ed è stata disegnata da Archmazelab
    raimbow design
    La casa con pareti arcobaleno di una stylist di Los Angles
    Raimbow mania

    Arcobaleno e stelle adesive per un angolo magico disponibili QUI

    Raimbow mania

    Sono piccoli e graziosissimi adesivi che trovate QUI quelli che compongono questa deliziosa decorazione a parete, ma potete applicarli anche su superfici più piccole, come quella di un mobiletto o un cassetto

    righe Chevron arcobaleno per la bellissima carta da parati che trovate disponibile QUI in diversi formati

    Raimbow mania

    Adorabile e perfetto per rallegrare diversi angoli della casa lo stickers 84x49cm con gocce in colori pastello che trovate QUI

    Raimbow mania

    perché non scegliere un allegro elefante che spruzza acqua arcobaleno per decorare in modo originale la parete della cameretta? Lo trovate QUI

    ARREDI

    Per i meno audaci, ma in questo caso non ve ne faccio
    una colpa in quanto mi rendo conto che le pareti arcobaleno siano davvero
    impegnative, sia che decidiate di disegnare un vero e proprio arcobaleno,
    bellissima tematica per un murales domestico, sia che utilizziate solo i colori
    dello spettro dell’iride, esistono tanti divertenti complementi d’arredo a
    forma di arcobaleno.

    Ancora una volta si tratta di arredi ottimi per la camera dei piccoli ma che da essa possono uscire per popolare di allegria tutta la casa, come lampade, cuscini e decorazioni a parete; bellissime quelle che spopolano su ogni sito di interior design realizzate in corda e macramè.

    Con lo stile raimbow potete rinnovare anche vecchi arredi o angoli della casa, come una scala o le persiane della cameretta, per portare una luce tutta nuova

    Sono davvero meravigliose le decorazioni in corda Macramè raffiguranti degli arcobaleni, le potete trovare anche su Etsy realizzate da abili artigiani

    Adorabili i cuscini a forma di arcobaleno, non solo per la camera dei bambini, quello a sinistra lo trovate QUI e quello a destra con nuvoletta QUI

    • di In Wood by Cun Sa Linna
    • Un modo davvero creativo di decorare le persiane e far entrare i colori in casa
    • Avete mai pensato a una scala multicolor?
    • Decorazione a parete complementi per un interno arcobaleno
    • Specchio arcobaleno di maison du monde
    Raimbow style

    Simpatica lampada a batteria a forma di arcobaleno, disponibile QUI

    Sedie arcobaleno in sala da pranzo

    Raimbow style

    Federa per cuscino a colori variopinti, ottimo per ravvivare qualsiasi divano! Lo trovate disponibile QUI

    In cucina

    Il raimbow style è anche la scelta perfetta per l’ambiente
    cucina che in molte case è la stanza più allegra e vissuta da tutta la famiglia
    all’interno della casa e allora via a tovaglie, stoviglie, canovacci fino ad
    arrivare a una vera e propria cucina raimbow!

    Anche la cucina può essere arcobaleno

    Tovaglie e tovagliette in versione arcobaleno per tutti i gusti. In alto a sinistra sottobicchieri in lana cotta, antigraffio con pom pom multicolore disponibili QUI di seguito bellissime le tovagliette con arcobaleno vintage che trovate QUI.
    In basso a sinistra tovaglia multicolor QUI, al centro tovagliette perfette anche per i gusti più minimalisti, le trovate QUI e infine pois arcobaleno sulla tovaglia che potete trovare QUI insieme a tanti altri accessori per organizzare una festa perfetta

    Per una tavola arcobaleno teiera tazze tazzine tovaglia e piatti

    Raimbow style
    La cucina arcobaleno di un influencer di Los Angles che ha scelto lo stile raimbow per tutta la sua casa

    Tappeti

    Anche il tappeto è un complemento d’arredo che può
    aiutarci a portare l’arcobaleno in ogni stanza dal bagno al salone alle camere
    da letto, per le quali potremo scegliere anche parure per il letto tema raimbow;
    complementi d’arredo tessili che porteranno allegria ma che se dovessero
    stancarci non ci vorrebbe nulla a sostituire.

    I tappeti sono un bellissimo complemento d’arredo che con un gesto può portare l’arcobaleno in ogni stanza della casa dal bagno all’ingresso. In alto a sinistra zerbino d’ingresso effetto tavole di legno arcobaleno che trovate QUI, di seguito un bellissimo tappeto variopinto per soggiorno o camera da letto disponibile QUI in varie misure. Al centro a sinistra tappeto con esagoni arcobalena super trendy disponibile QUI in varie misure accanto tappetino per il bagno antiscivolo e antimuffa disponibile QUI. in basso a sinistra tappeto a forma di arcobaleno per una cameretta piena di gioia che trovate QUI; lo trovate QUI infine tappeto colorato perfetto per per ogni ambiente lo trovate QUI

    • Avete sempre sognato un pavimento multicolor? Potete risolvere con una bellissima passatoia
    • Semplici mobili bianchi e un tripudio di colore con il tappeto
    • Salotto creativo
    • Arcobaleno in salotto

    Vintage

    Altro particolare di questa tendenza che sembra così
    millenial è che in realtà si tratta di una decorazione già molto sfruttata
    negli anni ‘60’70, dunque l’arcobaleno ha anche un certo fascino vintage e questo
    per non dimenticare che i grandi amori fanno dei giri immensi e poi ritrornano!

    • Anche gli arcobaleni possono essere vintage lo sapevate? io no!
    • Una cucina raimbow davvero moderna per avere 60/70 anni
    • Immagine pubblicata su Better Homes and Gardens, una vecchia rivista americana di arredamento, ricette, “come ricevere ospiti” e tutto per la casa. potrebbe essere attualissima ed invece risale al 1975
    • Bagno vintag raimbow
    • Stile anni ’70
    • Bagno arcobaleno, come se fosse stato progettato oggi
    • bellissimo questo interno sixteen con sullo sfondo la meravigliosa
      Ball Chair di Eero Aarnio

    Arcobaleno e colori

    L’arcobaleno in se è un fenomeno ottico, non tangibile, composto da degli archi di 7 colori, che in ordine dall’esterno verso l’interno dell’arco sono: rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e viola.

    Nelle varie decorazioni e complemento d’arredo poi potremo vedere questi colori variare a seconda del gusto del designer, decoratore ecc. fino ad arrivare a trovare delle decorazioni di arcobaleni in bianco e nero o colori neutri, molto lontani dalla realtà; arcobaleni che    comunque mantengono il fascino di questa meraviglia della natura, riconoscibile per i suoi colori, ma anche per la sua famosissima forma ad arco.

    Raimbow style
    Doppio arcobaleno grigio
    Raimbow style
    un arcobaleno soft
    Raimbow style
    Poster in b/n di Pixers
    Raimbow style
    I colori dell’arcobaleno. Poster di spreadshirt.it

    Per quanto possa piacervi o appassionarvi o meno questa tendenza che voi abbiate un animo bambino o siate ormai degli adulti rigorosi e minimalisti se vedrete un arcobaleno nel cielo il vostro cuore non potrà fare a meno di sorridere.

    Parola d'ordine raimbow, uno dei trend allert dell'anno più divertenti e gioiosi. La Raimbow mania ha colpito tutti, grandi e piccini, qui tante idee

    L’articolo Raimbow mania proviene da Architettura e design a Roma.

    31 Luglio 2019 / / Decor

    lampada da autdoor

    Mi è  arrivato un regalo bellissimo e inaspettato, una lampada da outdoor favolosa.

    Io non amo le sorprese, perché  di solito subodori sempre qualcosa e a me viene l’ansia, ma quando la sorpresa è  riuscita suscita  davvero una bellissima sensazione!

    E fu così che  mi sono vista recapitare a casa un voluminoso pacco con all’interno una meravigliosa lampada di Linea Zero, un’azienda 100% italiana in continua evoluzione dal 1973, esattamente ho avuto il piacere di ricevere tra le mie braccia Queen della nuova collezione outdoor.
    Insieme alla lampada c’era una base per caricarla e un telecomando, è  stato semplicissimo capirne il  funzionamento e già  questo è stato un regalo graditissimo.

    Si tratta di una lampada da esterno, impermeabile e che può  dunque essere lasciata all’aperto senza preoccupazioni, grazie al telecomando si può  impostare il timer, l’intensità della luce, si può  accendere e spegnere comodamente mentre si sta spaparanzati.

    Oltre:
    1) alla bellezza dell’oggetto (dimensioni, forma, proporzioni tutto magico)
    2) alla qualità  dei materiali tutti certificati, per un prodotto assolutamente made in italy,

    3)alla semplicità  di utilizzoo, sembrerà  sciocco ma io sono avversa a qualsiasi forma di tecnologia, invece questa lampada con le sue funzioni high tech l’ho sentita subito mia e mi ha dato una gran soddisfazione!

    Oltre a tutto ciò dicevo, la cosa più  bella di questo oggetto è  che… fa subito estate!

    La accendi, anche sul tuo piccolo balconcino di città  e ti sembra subito di essere in vacanza sulla terrazza di un bellissimo resort a Ibiza, in Grecia, Sardegna.

    Accendi la lampada, una musica che ti piace, ti metti comoda, socchiusa gli occhi e il gioco è  fatto, l’estate, quella bella, spensierata, magica e sempre giovane, arriva tutta in un colpo e ti avvolge.

    lampada da autdoor
    lampada da autdoor
    lampada da autdoor

    Certo Queen è  perfetta per il giardino, bordo piscina, una grande terrazza ma ripeto che anche nei nostri piccoli spazi cittadini riesce ad immergerci in un’atmosfera magica.
    Poiché  è alimentata da batteria a lunghissima durata possiamo anche portarla con noi in spiaggia o durante un pic nic per vivere delle esperienze bellissime con complicità  e gioia nei luoghi che amiamo.
    Grazie a Queen ho potuto assaporare la magia dell’estate anche sul balconcino di casa mia ed è sempre una sensazione bellissima, se anche voi volete rendere la vostra estate più  magica potete acquistare Queen, la lampada outdoor di Linea Zero, nello shop con uno sconto del 25% inserendo il codice promo myinteriordesign2019.

    Queen di Linea Zero è una luce da autdoor perfetta da portare con sè, grazie alla batteria ricaricabile a lunga durata, per creare un'atmosfera magica ovunque

    L’articolo Queen lampada da outdoor per la luce d’estate proviene da Architettura e design a Roma.