Specchio in legno rustico in bagno

In questo articolo vi voglio parlare della scelta dello specchio del bagno, che, come sapete, è un ambiente della casa a me molto caro; ma anche a voi mi pare di capire! Spesso, infatti, i miei committenti mi chiedono consigli proprio riguardanti questa stanza.

Lo specchio per il bagno deve essere funzionale senza dubbio; supportato da un’ottima illuminazione; oltre che decorativo. Come sempre però anche l’occhio vuole la sua parte. Lo specchio del bagno è uno degli elementi più caratterizzanti dello stile di questo ambiente; in base alla scelta che faremo sicuramente contribuiremo a rendere speciale il bagno di casa.

Ultimamente mi sono trovata a progettare l’arredamento di una casa all’Argentario; la richiesta era quella di concentrarsi molto sui bagni, sui complementi d’arredo e sui dettagli. Il desiderio della committente era proprio quello di creare uno stile accogliente ed elegante dai colori neutri, ispirati al legno e ai materiali naturali.

Ho scelto dunque di proporre uno specchio in legno rustico per il bagno; perfetto per donare uno stile deciso e creare un ambiente di design, caldo e curato. Meglio ancora se lo specchio in legno rustico è realizzato in maniera artigianale; cosa che renderà l’effetto ancora più naturale e metterà ancora più in risalto i pregi di questo bellissimo materiale

Per completare l’atmosfera ho scelto lampade in rattan, accessori in bamboo e qualche elemento di colore blu che riprendesse le sfumature del mare.

Nel mio caso la committente desiderava uno stile marinaro chic, ispirato alle barche, alla natura, al legno e all’estate.

Proposte per il bagno stile marinaro all’argentario con specchio rustico in legno d’ulivo

Come abbinare ai vari stili uno specchio in legno rustico per il bagno:

Lo specchio in legno però sta benissimo con tantissimi altri stili: dall’industriale, al contemporaneo, dal classico, allo shabby chic, dal nordico al minimale; basta saperlo abbinare bene anche con gli altri accessori e colori dell’ambiente.

Se nel mio caso ho optato per uno specchio in legno rustico abbinato ad accessori realizzati in altri materiali naturali e colori naturali come il sabbia e ispirati al mare come il blu, nel caso di un arredamento in stile industriale andrò ad abbinare lo specchio in legno rustico ad accessori in metallo effetto acciaio o corten o ferro nero e colori più industrial come la scala di grigi.

Con lo stile moderno potrete sbizzarrivi con il colore e i materiali; ben venuti anche i materiali plastici come plexiglass e polipropilene che faranno un bel contrasto con il legno rustico. I rivestimenti sono di grandi dimensioni e nei bagni più moderni viene usata anche la resina per evitare ogni tipo di fuga tra le matonelle

Per lo shabby prediligete colori chiari, in primis il bianco, legno e fantasie rustiche come piccoli quadretti o fiorellini, ma anche trine e merletti per tendine e asciugamani. In un bagno in questo stile sarebbe perfetta una vasca da bagno vintage a libera installazione su piedini. I rivestimenti sono di piccole dimensioni e possiamo inserire anche complementi realizzati con materiali di recupero come vecchie persiane o barattoli di metallo come contenitori.

Nordico e minimale preferiscono entrambi linee pulite e regolari e colori chiari.

Se desiderate realizzare un bagno classico l’ideale potrebbe essere un mobile da bagno con specchio abbinato in arte povera da completare con complementi preziosi per creare contrasto, lampade con gocce di cristallo, o metallo dorato. Con questo stile è perfetto anche un elegante top in marmo per il lavandino, Classico è anche un bellissimo bagno in stile inglese dalle caratteristiche ben precise a partire dai sanitari; lavandino a colonna, vasca da bagno su piedini, linee perlopiù squadrate, rubinetti a stella a tre fori, spesso abbinamenti in black & white; per dare un tocco originale e personale potremmo inserire uno specchio in legno rustico ma dalle misure contenute.

Specchio in legno rustico in bagno
Un bagno shabby chic contemporaneo
Specchio in legno rustico in bagno
Abbinamento industrial
Specchio in legno rustico in bagno
English style
Specchio in legno rustico in bagno
bagno classico
Specchio in legno rustico in bagno
Stile nordico

Le dimensioni dello specchio in bagno

Anche le dimensioni dello specchio, infatti, sono importanti da considerare e non vanno sottovalutate.

Certamente, per comodità, lo specchio del bagno deve essere il più ampio possibile; questo dipende anche dallo spazio che abbiamo a disposizione e dallo stile che abbiamo scelto. Solitamente, sia che sviluppi in altezza che in lunghezza, io consiglio sempre un’ampia superfice specchiata in bagno; questo per tornare al discorso di unire funzione ed estetica, poiché alcuni piccoli specchi sono molto graziosi e decorativi ma poco funzionali.

È anche vero però, che con determinati stili come lo shabby o lo stile classico e soprattutto l’english style, è più adatto uno specchio dalle piccole dimensioni che rispetta maggiormente i criteri di quello stile. Del resto, le grandi superfici di vetro un tempo non si usavano, erano difficili da utilizzare e molto costose; dunque in uno stile rustico o meno moderno sarebbe incoerente inserirle.

Molto comodo quindi avere la possibilità di optare per un modello di specchio che abbia diverse misure a disposizione tra cui scegliere a seconda delle nostre possibilità e dei nostri gusti ed esigenze.

Specchio in legno rustico in bagno
Se abbiamo abbastanza spazio è bella l’idea di uno specchio a figura intera anche in bagno

Diversi tipi di legno per lo specchio in bagno

In fine se ci piace l’idea di uno specchio in legno rustico per il bagno ricordiamo di scegliere la giusta essenza, poiché anche le varie tipologie di legno possono essere più o meno adatte a un determinato stile.

A volte però, non lo dimentichiamo, può essere un’ottima scelta d’arredo anche creare un contrasto. Questo tipo di scelte vanno fatte però in modo equilibrato e spesso con il supporto di un arredatore; per non rischiare di fare solo un’accozzaglia di elementi.

In linea di massima con uno stile marinaro potrebbe essere adatti dei legni invecchiati e un po’ sbiancati come quelli portati dal mare; il teak che ricorda il lucido legno delle barche, ma anche un bel legno di ulivo che ricorda, ad esempio, le bellissime manifatture della Puglia e i suoi paesaggi di mare e natura.

Il classico è amante delle essenze pregiate come il noce; per uno stile nordico prediligeremo i legni chiari come larice, acero e betulla; nello stile più rustico sceglieremo un legno più nodoso e invecchiato; con lo stile contemporaneo…molta libertà ma anche molta attenzione agli equilibri!

Specchio in legno rustico in bagno

L’articolo Specchio in legno rustico in bagno, quali sono le misure consigliate in bagno proviene da Architettura e design a Roma.

23 Dicembre 2022 / / Non Ditelo all'Architetto

Costruire alla perfezione gli ambienti della casa in cui si andrà ad abitare, potenzialmente anche per tutta la vita, è il sogno di tutti, anche se non è così facile realizzarlo perché spesso bisogna scontrarsi con la realtà e soprattutto lasciarsi guidare da esperti del campo, che in base alle esigenze e all’ambiente sapranno consigliare nel modo migliore sia a livello estetico che funzionale. Questo diventa più che mai vero per la cucina, spazio dell’abitazione in cui si passa buona parte del tempo e indubbiamente uno dei più sfruttati. Trattandosi di un contesto dove versatilità e funzionalità la fanno da padrone, la progettazione per questa stanza dovrà richiedere maggiore cura e dettaglio. La cucina perfetta non è solo quella che esprime un design personalizzato, seppur anche tale aspetto sia importante, ma dev’essere un contesto in cui impianti, arredi ed elettrodomestici riescono a combinarsi al meglio.

Cucina: le tipologie compositive

Una buona progettazione della cucina deve partire dalla considerazione degli spazi a disposizione, dalle esigenze di chi dovrà viverla, dalle misure minime dei mobili, dalle distanze degli spazi minimi ergonomici e dal rispetto di tutte le indicazioni normative, soprattutto per quanto riguarda gli impianti elettrici, le altezze e i requisiti igienico-sanitari. Per essere funzionale una cucina deve saper sfruttare al meglio l’ambiente circostante. Se la stanza è lunga e stretta la cucina in linea rappresenta la soluzione ottimale: qui gli elementi d’arredo vengono disposti lungo un’unica parete, consentendo un risparmio di spazio nel muro centrale. In presenza di ambienti allungati, ma sufficientemente larghi da permettere di muoversi agilmente, si può pensare anche a una cucina in linea doppia. Altrimenti, in caso di contesti molto ampi, la cucina con isola al centro è la scelta più congeniale, specialmente se l’idea è di puntare su un arredo contemporaneo o sullo stile open space. In questo caso si avrà una parte distaccata dagli altri elementi che compongono la cucina, utilizzabile come lavello, piano cottura o piano da lavoro. Nella cucina ad angolo invece gli arredi vengono disposti lungo due pareti adiacenti, con uno spazio centrale che funge da passaggio tra un ambiente e l’altro. Per far sì che la disposizione non vada a scapito della funzionalità però è importante posizionare lavello, fornelli e frigorifero vicini, così da ridurre le distanze e concentrare le mansioni collegate tra loro in un unico spazio.

Studio ergonomico e impianti
Le cucine alto design fanno certamente gola, ma senza prestare attenzione alle dimensioni degli arredi e all’analisi dei percorsi che si effettueranno nello spazio, la cucina perderà la sua funzione principale ovvero quella di essere un “ambiente di lavoro”, prima che uno spazio abitativo, dove i movimenti dovranno risultare comodi e facili da eseguire, senza oggetti ad intralciarli. Da prendere in esame per primi piano cottura, lavello e frigorifero, che generalmente assumono una forma a triangolo o, qualora non fosse possibile svilupparlo, vengono intervallati da piani di lavoro. L’altezza ideale per collocare i pensili è fissata a 55 cm dal piano lavoro, mentre l’altezza delle basi è solitamente 90 cm da terra. Tra tavolo e parete dovranno intercorrere almeno 120 cm per consentire a una persona di passare agevolmente. A determinare la posizione di lavello e fuochi, laddove già presenti, saranno gli attacchi e lo scarico, a meno che non si decida di optare, come spesso avviene nella progettazione cucine di design, per un piano a induzione. Il frigorifero dovrà essere disposto vicino al lavabo e il forno incassato in una colonna per evitare di doversi continuamente chinare per controllare la cottura dei cibi.

Creare una cucina di lusso
Vero che la cucina è prima di tutto uno spazio funzionale, ma al giorno d’oggi è frequente trovare cucine di lusso moderne che sono anche pratiche. Se si prediligono ambienti raffinati non bisogna rinunciarvi, anche se non è semplice combinare l’eleganza con la praticità, ed è per questo che molti apprezzano le cucine già arredate ed esposte negli showroom, perché cercare di arredare di proprio pugno o un pezzo alla volta un ambiente dove il design la fa da padrone può rivelarsi un’impresa tutt’altro che semplice.
Sicuramente una cucina su misura o artigianale si differenzierà sempre dalle soluzioni standardizzate industriali, che di contro possono non riuscire a soddisfare appieno le necessità dell’acquirente.
Chi ha la possibilità di progettare una cucina di lusso spesso dispone di uno spazio abbastanza grande da poter accogliere un’isola centrale, o addirittura due, in cui includere anche molti spazi di conservazione estraibili dove riporre oggetti antiestetici o rifiuti per sottrarli alla vista. Espressione di design in una cucina di lusso può essere anche la pavimentazione, che grazie all’introduzione di materiali innovativi ora può essere sia di classe che pratica. Un esempio è il legno tecnico, che rispetto al legno massello richiede meno manutenzione ma non manca di conferire all’ambiente la stessa eleganza della sua controparte.
Non possono inoltre mancare dei pezzi distintivi per distinguersi come una cantinetta per il vino, così da avere sempre a portata di mano una selezione di bottiglie per ogni occasione.

L’articolo Come progettare una cucina di lusso proviene da Architettura e design a Roma.

14 Dicembre 2022 / / Non Ditelo all'Architetto

piccola decorazione in legno per rallegrare ogni stanza dalla camera dei ragazzi al soggiorno, la trovate QUI
divertiamo ad addobbare nel verso senso della parola ogni stanza!
Cominciamo dalla porta di ingresso co il festone natalizio effetto neve di Satur
Se avete delle scale non possiamo resistere alla tentazione di addobbare anche quelle con un bel festone luci a led e decorazioni
Molto originale il tappetino per porta a semicerchio con supporto in gomma antiscivolo tema natale vintage che trovate QUI

Come canta la famosa canzone Santa Clau is coming to town! E voi siete pronti per accogliere il Natale?

Siete di quelli che già ai primi di Novembre hanno cominciato ad addobbare casa, oppure come i tradizionalisti fate l’albero l’8 dicembre? O ancora siete i soliti ritardatari che si riducono all’ultimo momento?

A qualunque categoria apparteniate è innegabile che arredare la casa a Natale sia molto divertente e la renda ancora più accogliente e gioiosa. Anche i più cinici e restii non possono comunque resistere alla tentazione di una tovaglia natalizia, di un bel pigiama con disegni a tema o un caldo cuscino con fantasia festosa. Ci sono poi i veri cultori del Natale che trasformano completamente l’arredamento di tutta la casa con arredi, lucine, soprammobili, tessuti e decorazioni!

Anche se non siete amanti di pupazzi e pupazzetti, renne e Babbi Natale, sappiate che fantasie moto natalizie sono anche l’elegantissimo tartan, sia in rosso e verde che in rosso e blu, per plaid, tovaglie, lenzuola e cuscini; fantasia che renderà la vostra casa natalizia e glamour.

Una tavola elegantissima con la tovaglia stampa tartan rossa che trovate QUI

Graziosa decorazione a forma di doppia stella luminosa per creare la giusta atmosfera. La trovate QUI

ARREDARE LA CASA A NATALE: CAMERA DA LETTO

In camera da letto la prima cosa da fare è comprare una bella parure a tema natalizio, non solo per la cameretta dei ragazzi ma anche per la camera matrimoniale, con questo nuovo vestito per il nostro letto matrimoniale ci sembrerà subito di tarsferirci in un bello chalet in montagna, potremmo perfezionare la scenografia con un bel festone verde da mettere sopra alla testata del letto magari con una bella ghirlanda. Lo stesso vale per la camera dei ragazzi nella quale potremmo divertirci ad applicare dei graziosi stickers removibili sulle pareti e alle finestre a forma di fiocchi di neme o altri elementi natalizi.

se non amate le fantasie natalizie scegliete comunque dei colori che richiamo la festività come il rosso e il bianco

Vetrofanie per tutti i gusti. 1) fiocchi di neve di diverse dimensioni disponibili QUI. 2) Fiocchi di neve dorati e glitterati per notti magiche e scintillati disponibili QUI. 3) La bellissima vetrofania con renne la trovate QUI e 4) QUI trovate il villaggio innevato

atmosfera incantata con l’oro
Addobbiamo anche il letto…perchè no!

Per creare l’atmosfera: 1) festone natalizio con luci incorporate che trovate QUI e 2) ghirlanda natalizia disponibile QUI

Completi matrimoniali 1) di Catherine Lansfield il completo Copripiumino, Rosso e Bianco disponibile singolo e matrimoniale QUI. 2) Sempre di Catherine Lansfield il bellissimo completo con le alci che trovate QUI. 3)Ancora renne per le bellissime lenzuola in flanella che trovate QUI disponibili in tre colori. 4) Elegantissime le lenzuola fantasia tartan in pura flanella antipilling disponibile QUI e per chi non ama il rosso 5) simpatici gnomi natalizi sulle lenzuola che trovate QUI .

Per la camera dei ragazzi preferite il tema di Babbo Natale e villaggio innevato QUI anche matrimoniale o le simpatiche rennine che trovate QUI?

E per chi ama distinguersi anche a Natale completo copripiumino con alberi di Natale su fondo azzurro disponibile QUI

E se vogliamo esagerare e creare veramente una notte magica esageriamo con la tenda di lucine che trovate QUI

SALOTTO E CAMERA DA PRANZO

Ovviamente dovremmo addobbare a dovere anche la zona giorno, non crederete che basti il semplice albero di natale!

Cominciamo con rallegrare il divano con dei bei cuscini Natalizi se non addirittura un copridivano, che risulterà anche molto utile durante le feste quanro avremo in casa diversi ospiti.

Proseguiamo con un centrotavola per decorare il tavolo tutto il giorno non solo durante cene e cenoni e continuiamo con ghirlande e festoni; chi ha anche il camino saprà sicuramente che cosa deve fare!

Un caldo plaid in pile Sherpa fantasia Patchwork Natalizio sarà perfetto per riscaldare le nostre feste. Lo trovate QUI

Con un camino a portata di mano il Natale diventa davvero magico

lucine, scritte a tema e piccole ghirlande per creare adorabili angolini natalizi

Io adoro le scritte in legno e questa che trovate QUI è perfetta per decoarre la casa a Natale. Disponibili varie tipologie.

Comodo e bello il Copridivano Telo Arredo Tartan Scozzese in Cotone Made Italy che trovate QUI

A Natale sia che optiate per l’eleganza delle federe tartan che trovate QUI o la simpatia delle fodere a tema natalizio che trovate QUI di certo non sbaglierete

Tanto stili di centrotavola per decoarre la tavola. 1) Originalissimo il camioncino natalizio che trovate QUI. 2) Rustico ma elegante il centrotavola con base il legno e candele disponibile QUI 3) Moderno e raffinato il centrotavola composto da tre portacandele a cilindro di diverse altezze disponibile QUI. 4) Un vero ever green la ghirlanda con le candele disponibile QUI

ARREDARE LA CASA A NATALE: LA CUCINA

In cucina sbizzarriamoci con tovaglie, cuscini per le sedie, presine, tazze, vassoi e chi più ne ha più ne metta. Io penso che la cucina sia il regno del Natale!

Tartan anche in cucina o in camera da pranzo con la tovaglia che trovate QUI

Gnomi di Natale disponibili QUI o alberi di Natale disponibili QUI? Cosa preferite per la tovaglia della cucina?

Ed anche in tema di presine ce ne è per tutti i gusti e tutti gli stili. 1) graziose e di buon augurio quelle che sembrano degli addobbi per l’albero e che trovate QUI. 2) divertenti quelle che imitano il vestito di Babbo Natale disponibili QUI. 3) Simpatiche quelle con il disegno Natalizio disponibili QUI e 4) super glamour e very english quelle tartan con l’alce che trovate QUI

I cusicni per le sedie si tingono di Natale. Li trovate QUI

Anche decorativo e non solo utile il bellissimo vassoio natalizio di Villeroy & Boch disponibile QUI

  1. Perfette anche per un regalo o per prendere il caffè la mattina di Natale le tazze Thun sweet christmas disponibili QUI 2. Ciotoline a forma di alberelli per gli aperitivi delle feste disponibili QUI. 3. Elegantissimo il servizio da tavola che trovate QUI. 4. Bicchieri con il simpatico gnomo del natale disponibili QUI. 5. Set di tazzine per il caffè sempre con il nostro amico gnomo disponibili QUI. 6. Ed in fine il servizio di piatti Thun con gli angioletti che potete trovare QUI

NATALE ANCHE IN BAGNO!

Non tralasciamo ovviamente il bagno, che come ormai saprete per me è una stanza proprio come tutte le altre e come tale deve essere trattato; con la stessa accuratezza e accorgimenti.

Quindi oltre a mettere anche in questo ambiente un piccolo alberello di Natale o una ghirlanda, possiamo scegliere asciugamani, carta igienica e accessori a tema natalizio.

Arrediamo il bagno con gli asciugamani a tena natalizio. 1) classici ed eleganti rossi con la rouches tartan, disponibili QUI. 2. semplici e graziosi quelli con il ricamo natalizio che trovate QUI. 3. Personalizzati quelli disponibili QUI perfetti anche per un regalo

Simpatica e un pò Kitsch la carta igienica natalizia che trovate QUI
Tappetino da bagno natalizio, disponibile QUI in due dimensioni

Ed ora che avete addobbato tutta, ma proprio tutta la casa, che la magia del Natale abbia inizio!!

L’articolo Arredare la casa a Natale proviene da Architettura e design a Roma.

14 Dicembre 2022 / / Non Ditelo all'Architetto

Si calcola che una famiglia media impieghi il 5% della propria spesa energetica nell’illuminazione. Questo è un settore che sta andando incontro a numerosi cambiamenti, anche perché ormai da qualche tempo sono state bandite le lampadine a incandescenza tradizionali, sostituite da lampadine a risparmio energetico. Si punta sempre più ad un’illuminazione efficiente, per risparmiare e per supportare la sostenibilità ambientale. Infatti, le indagini rivelano che le lampadine a risparmio energetico non solo durano di più rispetto alle lampadine tradizionali, ma riescono a consumare fino all’80% in meno.

Come scegliere le lampadine a risparmio energetico

La prima cosa da fare, se si vuole risparmiare sui consumi elettrici, è scegliere le giuste offerte luce casa. Ce ne sono tante, perché vari fornitori mettono a disposizione diversi tipi di contratti. Ciascuno di noi deve decidere in base alle proprie abitudini di vita.

Così poi può passare a considerare quali sono i fattori fondamentali per scegliere le lampadine a risparmio energetico. Innanzitutto, la tipologia, perché è importante sapere dove e come vengono usate le lampadine a basso consumo. Poi si deve considerare quello che in gergo tecnico viene chiamato valore del lumen, che consiste nei watt per determinare la luminosità e la potenza.

I watt costituiscono un modo molto pratico per misurare la luminosità delle lampadine a risparmio energetico. Il lumen indica in maniera più generale quanto sarà luminosa la lampadina stessa.

Le tipologie

Non pensiamo che l’illuminazione non incida in maniera determinante sui consumi in bolletta. Quindi passare alle lampadine a risparmio energetico è un ottimo modo per ridurre i consumi.

Inizialmente ci si poteva basare soltanto su un tipo di lampadina a basso consumo, oggi invece le tecnologie si sono evolute molto, consentendo di scegliere fra più tipologie.

Per esempio, ci sono in commercio le lampadine fluorescenti compatte o le lampadine a incandescenza di tipo alogeno. Tutto dipende dalle proprie preferenze. Infatti, si deve considerare che le lampade fluorescenti compatte, oltre ad essere ad alta efficienza, hanno anche una durata maggiore.

Le lampadine a incandescenza di tipo alogeno possono soddisfare standard minimi di efficienza energetica, ma presentano un ventaglio molto ampio di scelta per soddisfare ogni esigenza di illuminazione a livello domestico.

Una lampadina a LED consente di operare una piccola rivoluzione nell’illuminazione della casa, anche perché queste luci non presentano materiali pericolosi e inquinanti ed emettono quantità molto ridotte di anidride carbonica.

L’articolo Lampadine a risparmio energetico: una scelta green proviene da Architettura e design a Roma.


La fandom di Harry Potter è scatenatissima: gli aspiranti maghetti ora cresciuti, hanno un’età tale da avere non solo una stanza ma una vera e propria casa tutta per sé e non sono poche le persone che scelgono di arredare casa in stile Hogwarts portando un po’ di magia nelle proprie vite. In questo articolo vogliamo svelarvi come arredare casa sfruttando il tema di Harry Potter e utilizzando i libri della saga ma non solo!

L’ordine dei libri di Harry Potter è importante perché ogni libro è stato accuratamente creato e scritto per basarsi sugli eventi accaduti nel libro precedente. Gli eventi di ogni libro sono collegati e intrecciati con quelli degli altri libri, quindi è naturale leggerli nell’ordine in cui sono stati pubblicati. Se non conoscete la serie di Harry Potter e non sapete da dove cominciare, vi consigliamo di partire dal libro 1, Harry Potter e la Pietra Filosofale, e di arrivare fino al libro 7, Harry Potter e i Doni della Morte. Ma come arredare casa in stile Potter? E come ricreare l’atmosfera di Hogwarts? Vi sveliamo tutto in questo articolo su myinteriordesign.it!

Arredare casa in stile Harry Potter

Molte persone potrebbero pensare ad un tema piuttosto infantile ma i veri fan della saga non ammettono critiche e possono pensare di trasformare le stanze in veri e propri omaggi al capolavoro di J.K- Rowling. L’autrice ha scelto di ispirarsi ad Edimburgo per la creazione di Hogwarts e quindi per quanto riguarda lo stile di arredamento prediletto consigliamo quello classico, con forti atmosfere retrò. Tanto legno, statue, specchi sono solo alcuni degli elementi che potete utilizzare. Insomma, abolito lo stile d’arredamento moderno e soprattutto quello shabby chic.

Camera da letto in stile Hogwarts

Volete che la vostra camera da letto sia arredata in stile Hogwarts? Potete partire acquistando un kit letto a tema; online si trovano moltissimi brand tra cui anche Primark che propongono trapunte, coperte e lenzuola a tema. Ma non limitatevi alla parure letto, acquistate una lampada a forma di gufo o civetta, bauli a cui applicare adesivi a tema e ancora altri elementi che richiamano la saga.

Trasformare il salotto in stile Hogwarts

Volete che anche il vostro salotto profumi di magia? Per ricreare l’ambiente Hogwarts in questo caso consigliamo di acquistare librerie a muro e riempirle di volumi, proprio come nelle librerie del film. Non acquistate per forza solo volumi nuovi, andare per mercatini dell’usato e acquistare libri vecchi e di seconda mano potrebbe aiutarvi a ricreare un’atmosfera ancora più credibile. Divano e poltrone di design vintage e magari una scacchiera possono completare l’ambiente in questo stile. Sì anche alle luci, purché calde e dallo stile retrò.

Portare Harry Potter in cucina

Potrebbe essere la stanza più complicata da trasformare in stile Harry Potter ma con un po’ di ingegno è possibile vivere la magia anche in questo ambiente. Come arredare la cucina? Iniziate acquistando prodotti a tema: tazze, bicchieri e magari brocche a cui applicare scritte a tema magia come “pozione”. Per quanto riguarda invece lo stile della cucina, anche qui vi consigliamo di rimanere sul vintage e puntare su credenze.

 Quale casa scegliere per arredare casa in stile Harry Potter

Un passo importantissimo per tutti i fan di Potter è scegliere la casa a cui appartenere. Se nel film e nel libro è il celebre cappello ad assegnare, online si trovano test per svelare a quale clan associarsi ma ci sono fan che semplicemente tifano per uno dei gruppi e quindi sentono di farne parte. Scegliere arredamento a tema grifondoro, corvonero, tassorosso o serpeverde è sicuramente un’ottima idea ed è anche semplice trovare oggetti e idee regalo in linea. 

L’articolo Come arredare casa in stile Hogwarts con i libri di Harry Potter proviene da Architettura e design a Roma.

17 Novembre 2022 / / Non Ditelo all'Architetto

casa moderna

Lo stile moderno per la casa è quello adottato spesso da chi desidera coniugare funzionalità e design. Tuttavia, le stanze della casa hanno subito una vera e propria evoluzione rispetto agli anni precedenti.

L’arredamento moderno può essere una tendenza applicata in ogni ambiente dalle camere da letto al salone, passando per angoli dedicati alla lettura, postazioni per lo smart working, sala tv o qualsiasi altro ambiente.

Questo stile di arredamento, negli ultimi anni, fa da padrone in moltissime case, rendendolo tra i più apprezzati e variegati, ricco di idee originali. Vediamo qui di seguito qualche consiglio pratico, per rendere la propria casa moderna, grazie all’arredamento

casa moderna
casa moderna

Camere da letto: come arredarle?

Nella realizzazione della zona notte è importante sapere come arredare una camera da letto moderna; non solo per venire incontro alle esigenze in termini di funzionalità, ma anche per adottare soluzioni versatili che possano evolversi nel tempo.

La camera da letto va ripensata nei suoi spazi e tutto va giocato intorno ai classici elementi d’arredo immancabili; come il letto, l’armadio e i mobili con i cassetti. Tra questi elementi statici, però, è importante inserire qualcosa di nuovo. Si può cambiare il concetto stesso di stanza da letto, che da spazio “intimo” diventa un luogo in comunicazione con gli altri ambienti della casa.

Molto spesso dalla camera da letto si intravede il bagno; adottando degli escamotage in funzione del design e della funzionalità e inserendo soluzioni con vetrate che lasciano filtrare la luce; quasi a suggerire un continuum tra gli spazi. Oppure, ci sono camere da letto che danno su un’ampia cabina armadio o che sono collegate direttamente a spazi outdoor, come terrazzi e balconi.

camera da letto moderna
camera da letto moderna
camera da letto moderna
camera da letto moderna

Salone e arredamento generale per una casa moderna

Altre interessanti tipologie di arredamenti moderni, che si possono adattare al salone o ad altri spazi generali, come studi o angolo TV, sono le soluzioni di design; dove l’architettura si unisce all’aspetto pratico e funzionale degli arredi. In questo caso, oltre a scegliere mobili belli da vedere, con dettagli originali e insoliti, si giocherà anche con gli spazi; creando ad esempio dei pieni e vuoti o dei contrasti con le tinte di pavimenti e pareti. Molto interessante, ad esempio, è il connubio tra legno e alluminio; tra superfici opache e lucide o addirittura unendo materiali molto diversi, ma guidati da un unico e coerente filo conduttore.

L’essenziale è il punto di forza degli ambienti moderni arredati in stile minimal. In questo caso, la stanza e gli arredi sono caratterizzate da linee semplici e pulite; da colori neutri e tinte tenui che vengono riprese da più elementi. Per esaltare l’essenzialità dell’ambiente, senza andare nel banale, il salone in stile minimale deve puntare su soluzioni di design, che abbiano carattere e che possano unire l’impatto estetico al comfort.

Ad esempio spesso si abbina una parete tv dalle forme semplici e dalle geometrie ben definite con pareti colorate e vivaci, con wallpaper o tinte particolari, mentre il pavimento viene preferito in legno naturale per offrire calore e comfort, oppure con piastrelle di grande formato senza fughe per dare una soluzione di continuità. 

casa moderna
casa moderna
casa moderna
casa moderna

L’articolo Idee di arredamento per una casa moderna proviene da Architettura e design a Roma.


Relooking camera
Tavola progetto
Relooking camera
Organizzazione e decòr
Relooking camera
Ivar di Ikea si presta ad essere decorata, come in questo caso con colori pastello che riprendono la carta da parati

Relooking camera in cui devono dormire, studiare e trascorrere del tempo tre persone, più un eventuale posto letto aggiuntivo per amici o ospiti. Come fare?

Relooking camera per vivere in armonia

Innanzi tutto, l’obiettivo è quello di rendere l’ambiente più vivibile possibile, ma anche esteticamente accogliente e allettante; anche l’aspetto psicologico è fondamentale in una ristrutturazione e questo era proprio uno di quei casi in cui si aveva bisogna di un ambiente funzionale ma anche piacevole, vivo, affascinante…che rendesse felici!

Questa stanza sarà il microhabitat, l’oasi felice di queste tre persone (e chi non vorrebbe averne una!). Con la famiglia ci sarà anche un gatto e bisognerà trovare il posto per l’amato pianoforte; fortunatamente il guardaroba si trova in un’altra stanza.

Zona notte

Ho optato per un letto a castello a tre posti che si sviluppa dunque in altezza e occupa il minor spazio possibile; in aggiunta un eventuale poltrona letto comoda per guardare la Tv e per ospitare un amico a dormire.

Letto a castello a tre posti
Nella stanza sono riuscita a d inserire tre posti letto fissi più un eventuale aggiuntivo con poltrona letto; parete attrezzata, scrivania e pianoforte

A destra letto a castello a tre posti di wnm-group a destra letto a castello a tre posti Erst Holz disponibile QUI

Jarvsta poltrona letto di Ikea dalle dimensioni più contenute rispetto alla media sul mercato

Relooking camera: zona studio

Il mobile Ikea della serie Ivar con tavolo pieghevole è perfetto per contenere libri sui suoi ripiani e tutto quello che occorre negli sportelli. Il tavolo pieghevole è ideale per essere usato all’occorrenza e ripiegato quando serve spazio.

La collezione Ivar, realizzata in pino massiccio grezzo, è poi un’ottima scelta per essere personalizzata dipingendola o rivestendola con carta adesiva o carta da parati.

Per quanto riguarda la parte decorativa ho giocato molto con la carta da parati della parete dietro alla scaffalatura proponendo una carta molto scenografica e green oppure dei pattern colorati e pieni di vita, ho dovuto fare molta attenzione all’abbinamento dei colori e dei pattern con il pavimento preesistente in graniglia che bon sarebbe stato cambiato. A seconda della carta da parati scelta saremmo poi andati a personalizzare la struttura IVAR con colore o con la carta stessa.

un ulteriore tocco di colore può essere dato da alcuni complementi come la lampada per illuminare il letto superiore del letto a castello o una seduta.

La carta da parati è stato l’elemento che ha cambiato volto all’ambiente
il modulo Ivar con tavolo richiudibile è stato molto utile nella composizione della nostra parete attrezzata

A livello funzionale ho cercato di sfruttare tutti gli spazi e così  ho progettato il vano sotto alla finestra per accogliere una scaffalatura, chiusa o meno da sportello a seconda delle preferenze.

Alla fine, siamo riusciti a creare un ambiente trasformabile, multiuso e funzionale, allegro, moderno e colorato, proprio quello che serviva ai committenti

L’articolo Relooking camera multifuzione proviene da Architettura e design a Roma.


Per realizzare questa bellissima suite della Guesthouse Suite Cavour, ispirata all’autunno ho utilizzato questa carta da parati trovata su Bimago che si chiama autunno addormentato

Le feste in autunno non devono essere solo a tema halloween possono essere anche a tema bosco! Adorabili i piattini per feste a forma di fungo disponibili su trouva.com

Molto realistiche le mensole a forma di fungo by Leily cloud disponibili su Etsy
Piccole scatoline a forma di funghetti disponibili su madeindesign.it
Chi non ha mai desiderato una candela a forma di scoiattolo? Io si! SQUIRREL la trovate su casashop.com

Oggi parliamo di atmosfera autunnale e design!

Quali sono gli elementi naturali che vi fanno venire in mente l’atmosfera autunnale?

Dopo zucche e castagne, foglie e rami secchi quest’anno io mi sono innamorata dei funghi; complice forse anche la mia vicinanza sentimentale con l’Abruzzo. Funghi e animali del bosco: Istrici, scoiattoli, cervi ma anche orsi.

atmosfera autunnale: indian summer

Il meraviglioso popolo del bosco in autunno vive i colori della natura e la gioia di questo paesaggio che, davvero, è tutt’altro che triste.

L’indian summer, come vi ho già accennato in un precedente articolo, è infatti un’espressione utilizzata nel Nord America; espressione per indicare il momento dell’anno che va da metà ottobre ai primi di novembre. In questo periodo le temperature si fano più tiepide e la natura si colora della magica palette autunnale; un fenomeno meraviglioso conosciuto più comunemente come foliage,  durante il quale le foglie di migliaia di alberi diventano un’esplosione di colori accesi, prima di cadere. Una magica autunnale veramente da favola.

L’espressione, estate indiana, trae origine dalla storia dei nativi americani,  che approfittavano di questo periodo dalle temperature più miti e il cielo azzurro, per terminare di fare le provviste prima dell’arrivo dell’inverno.

Nella mitologia irochese i colori dell’autunno hanno un significato speciale. Le foglie gialle simboleggiano i fuochi degli spiriti, mentre le foglie rosse sono intrise del sangue dell’orso, che i cacciatori celesti hanno ucciso.

Carte da parati con foglie di vari colori. In senso orario. 1) Di inkiostro bianco AUTUNNO 2) Carta da parati Natura in autunno, di Carta da parati artistica. 3) Foglie-in-autunno su cartadaparatideco.it. 4) Su etsy trovate la carta di DsunSHOP

I funghi simbolo autunnale ultra decor

Ma torniamo ai nostri simboli autunnali, non solo foglie, ultrasimboliche dell’autunno quelle di Acero, ma anche funghi, magari porcini; poiché non siamo in nord America ma al confine con l’Abruzzo!

La grafica del fungo la trovo davvero adorabile, in primis come fantasia per carte da parati, che come sapete adoro, ma anche come forma stilizzata per oggetti di design come lampade e tavolini; e perché no anche in versione più realistica per complementi d’arredo che contribuiscano a portare un po’ di natura e spirito decorativo non estremamente minimalista, (che a me mette un po’ d’ansia, ma non ditelo all’architetto!) in casa.

Di solito si parla di portare la primavera in casa, ma perché invece non portiamo un po’ d’autunno? Con i suoi colori meravigliosi, le sue forme naturali, i suoi animali del bosco, le sue atmosfere accoglienti, avvolgenti, ovattate e dorate. Prepariamo anche noi al nostro letargo invernale e  sorseggiare un te, leggere un libro sul divano, guardare un film sotto la coperta mentre fuori piove, organizzare un gioco da tavola con gli amici, non sarà mai stato così bello.

Quella del fungo mi pare la forma o la decorazione perfetta per una tazza con cui sorseggiare una bella tisana. In ordine orario. 1) Set di tazze da tè con infusore, a forma di fungo più teiera in vetro con coperchio e piattino disponibile QUI . 2) Di Wrendale Designs la deliziosa tazza decorata anche all’interno che trovate QUI. 3) Un vero e proprio funghetto la tazzina da caffè con Coperchio che trovate QUI. 4) Graziosa illustrazione per chi ama la vita e gli animali del bosco, quella con la rana e il fungo che trovate QUI

Figura decorativa a forma di fungo, in metallo e legno, 11 cm, decorazione autunnale

Schiaccianoci in legno d’ulivo, design a fungo. Lo trovate QUI

Anche la mitica Seletti ha realizzato un bellissimo appendiabito a forma di fungo.

Carta da parti a tema fungo a sinistra e a destra Vintage Mushrooms Forest disponibile su happywall.com

La serie di mobili organici, creati con funghi e legno, sono il risultato della collaborazione tra il designer Sebastian Cox e la pensatrice Ninela Ivanova.

Postazione high tech con la lampada da scrivania Dimmer Touch ricaricabile, che funziona anche da Stazione di ricarica USB. La trovate QUI

lampade da tavolo a forma di fungo di Peil Putzler, anni 70 disponibile su Pamono bellissimo negozio on line di arredamento vintage di altissimo livello.

L’ atmosfera autunnale del bosco

Dopo i funghi un aspetto molto gradevole dell’autunno che mi piacerebbe riportare in casa è quello del bosco e degli animali del bosco in questa stagione. Anche in questo caso sicuramente potranno venirci in aiuto le carte da parati che creeranno magiche atmosfere e piccoli oggettini decorativi ma anche funzionali.

Se anche voi amate l’autunno e le sue atmosfere; gli elementi che lo caratterizzano e che lo animano di energie, emozioni e suggestioni allora questo è il post che fa per voi. Buon autunno a tutti.

Belle e molto suggestive le carte da parati ispirate al bosco autunnale e ai suoi animali. In senso orario 1) Amici animali della foresta ad acquerello su bilderwelten.it. 2) Sempre su bilderwelten.it la carta da parati Amici della foresta orso con scoiattolo 3) carta da parati autoadesiva disponibile su Etsy con volpe, lepre, cervo, uccello e scoiattolo. 4) Ancora una carta che trovate sul sito bbilderwelten.it Betulle in autunno

Adorabili schiaccianoci a forma di scoiattolo. A sinistra versione di Alessi con scoiattolo cromato su una base di legno , lo trovate QUI. A destra in metallo rosso disponibile QUI

In autunno l’ideale è mettersi sul divano a sorseggiare una buona tisana. perfetto e a tema l’infusore a forma di scoiattolo che trovate QUI

L’articolo Trend allert: atmosfera autunnale proviene da Architettura e design a Roma.


Non tutti hanno la fortuna di vivere in una casa indipendente o anche in un appartamento condominiale con un piccolo terrazzo coperto. Se questo è il vostro caso potrete sbizzarrirvi ad arredarlo e sfruttarlo in mille modi. Vi accorgerete ben presto del valore aggiunto di questo spazio, che rappresenta un “continuum” con l’abitazione.

Ma come arredare un piccolo terrazzo coperto? Non fatevi intimidire dalla metratura limitata; basterà qualche idea originale da mettere in pratica senza troppa spesa per ottimizzare gli spazi e dare corpo ad un terrazzino da sogno.

Cosa non deve mancare su un piccolo terrazzo coperto

Se il vostro terrazzo coperto è piccolino niente paura; con un po’ d’ingegno e creatività troverete nel metro un valido alleato per ritagliare gli spazi giusti. Molto dipende anche dalle vostre abitudini, hobby e passioni.

Siete appassionati lettori? Niente di meglio di una rilassante poltroncina su cui trascorrere qualche ora di piacevole lettura sul vostro terrazzo coperto. In alternativa, non potrà mancare un pratico tavolino dove sostare per la pausa caffè o per sorseggiare una tisana anche nei mesi più freddi.

In tutti i casi la parola d’ordine è comodità, a prescindere dal suo utilizzo. Largo, quindi, ad arredi per terrazzi “minimal”, meglio se “eco” e con un occhio al riciclo. Moderno, classico o shabby chic, il vostro piccolo terrazzo coperto potrà trasformarsi in un nido d’atmosfera; per sedute all’insegna del massimo relax, magari “condite” da un tocco di verde.

Come rendere accogliente un terrazzo coperto

Trovate che il vostro terrazzo coperto sia troppo vuoto o abbia bisogno di un restyling? Nessun problema, con poco sarà possibile farlo diventare un ambiente accogliente e di design. Eccovi di seguito qualche dritta consiglio.

Intanto, prima di correre in negozio – fisico o virtuale che sia – accertatevi degli spazi disponibili per non rischiare di ingombrarli a dismisura. Altro elemento da non sottovalutare è l’esposizione del terrazzo, se necessita di pavimentazione o di rinnovo della copertura. Magari il vecchio lastricato non è il top, meglio sostituirlo con un rivestimento di gres per esterno o deck in legno.  

Idem per la copertura che potrebbe richiedere una ventata di novità. Fra le ultime tendenze troviamo pratici pergolati con lamelle orientabili per dosare i punti luce e le zone d’ombra o, ancora, eleganti coperture a vela da ancorare agli angoli del terrazzo.

Per circoscrivere il terrazzo si possono utilizzare piccole pareti mobili o gazebi fissi per delimitarne il perimetro. Non dimenticatevi, poi, dell’illuminazione; fondamentale per il massimo comfort in terrazzo, la luce è da dosare con sapiente armonia tra faretti strategici e lanterne per un’illuminazione soffusa e romantica. Una volta che “il contenitore” è a posto si può procedere alla scelta del “contenuto”.

Come arredare un terrazzo moderno

Se il vostro terrazzo coperto è di piccole dimensioni potrete orientarvi all’acquisto di arredi salva-spazio, senza sacrificare l’estetica. Esistono in commercio tavoli e sedie chiudibili e di piccolo taglio in legno o in ghisa.

È importante porre attenzione alla scelta dei materiali; per una durevolezza garantita sono preferibili i materiali anti-graffio, ignifughi e resistenti all’usura, come l’economico rattan sintetico o il legno composito Wpc.

Se poi volete “strafare” con gli accessori sbizzarritevi pure con cuscini colorati, lanterne e candele profumate; il vostro terrazzo ci guadagnerà di sicuro e anche i vostri ospiti vi ringrazieranno per la calda accoglienza.

Lo stile di arredo di un terrazzo coperto può variare a seconda degli stili. Se preferite il moderno, non avrete che l’imbarazzo della scelta per arredarlo; potendo scegliere fra arredi per terrazzi particolarmente “stilosi” che strizzano l’occhio ai design più avanguardistici del momento, senza perdere di vista dettagli e accessori che fanno la differenza.

Ovvio che se il terrazzo coperto è piccolo non si potrà esagerare con arredi e accessori; quindi fate attenzione a non avventurarvi in acquisti che potrebbero rivelarsi “fuori misura”. Se desiderate qualche consiglio sul come arredare un terrazzo, leggete anche questo articolo.  

Come sfruttare il terrazzo coperto anche in inverno

Se pensate che un terrazzo, per piccolo che sia, possa essere sfruttato solo nella bella stagione siete fuori strada. Se, poi, è coperto da una tettoia o da un solaio partite già in vantaggio; vi dovrete soltanto organizzare per ripararvi da pioggia, freddo e vento. Eccovi qualche consiglio per vivere il vostro piccolo terrazzo coperto anche d’inverno.

Per ovviare agli spifferi e renderlo vivibile anche a basse temperature sarà sufficiente, se possibile, climatizzarlo e dotarlo di pannelli protettivi anti-pioggia in Pvc o di pareti mobili occhiellate agganciabili ad appositi binari, che possono essere sia verticali che orizzontali.

Se avete il pollice verde e lo spazio ve lo consente potreste anche realizzare delle micro-serre bioclimatiche; oppure degli orti verticali ideali per sfruttare al meglio gli angolini del terrazzo e renderlo ancora più attrattivo. Gli amanti di fiori e piante potrebbero optare per rampicanti e sempreverdi; mentre chi preferisce l’orticello in terrazzo avrà a disposizione una mini-riserva di ortaggi freschi da portare sul piatto.

Come arredare un piccolo terrazzo coperto spendendo poco

Volete arredare il vostro piccolo terrazzo spendendo poco? Niente di più facile! Se siete indecisi su come arredarlo seguite lo stile che meglio rispecchia la vostra personalità. Se il vostro budget è risicato, non lasciatevi scoraggiare e andate a caccia di sconti e offerte a tema di cui pullulano negozi ed e-commerce.

Non dovrete infatti svuotarvi le tasche per trasformare il terrazzino di casa in un’accogliente oasi di relax.  Rimarrete sorpresi dalle innumerevoli proposte di un mercato sempre più in espansione per arredare il vostro terrazzo con gusto e raffinatezza.  

Qualche esempio? Per trasformare un piccolo terrazzo coperto in un angolo lettura o in un salottino da the basterà una poltroncina a dondolo e una seduta con pouf colorati. Per un tocco di classe potrete scegliere fra una vasta gamma di accessori ultra-economici; dalle candele profumate alle erbe aromatiche, piuttosto che un albero di limoni “scaccia-zanzare”. Con poche mosse e poca spesa il vostro terrazzo riacquisterà smalto e stile; diventando un ambiente più trendy per occasioni da vivere al meglio, da soli o in compagnia.

L’articolo Come arredare un piccolo terrazzo coperto proviene da Architettura e design a Roma.

28 Settembre 2022 / / Non Ditelo all'Architetto

I recipienti per la cucina oltre ad essere molto comodi per organizzare i materiali, i cibi e lo spazio, possono anche essere altrettanto decorativi ed aiutarci a donare carattere all’ambiente, con dettagli di colore o di design; sopratutto in un epoca in cui è tornata molto di moda anche la cucina a vista sulla zona giorno.

Anche la cucina più bella e più nuova senza complementi ed oggettistica risulterà sempre spoglia e un po’ triste; quindi, divertiamoci ad arredarla con barattoli, contenitori e recipienti che contribuiranno a donare un certo stile alla cucina, industriale, shabby, colorato, pop, ironico, creativo, elegante, minimale. L’importante, anche in questo caso, è individuare lo stile adatto a noi e alla nostra casa.

Tom Dick e Harry Set porta the, zucchero e caffè divertente e originale

Molto POP come piace a me la biscottiera di Alessi che trovate QUI

Industrial style per i contenitori in Metallo Stile Vintage che trovate QUI

Elegante e di design il portapane di Alessi Mattina in Acciaio Colorato e Legno di Bambù. Lo trovate QUI

Romantica in stile shabby la mensola da mettere sopra al forno a microonde in ferro battuto che trovate QUI

Recipienti per la cucina di design

Se amate il design tra le marche che per me, che sono un’amante del colore e della fantasia, rimane sempre il top c’è Alessi; meravigliosi i barattoli ispirati al circo;  scrissi anche un post completamente ispirato a questo tema che amo: vintage, eclettico, creativo, ironico, ricercato e con un pizzico di malinconia.

Ci sono tantissimi contenitori di design da quelli più eleganti e minimali a quelli divertenti e colorati adatti ad ogni tipo di cucina.

Adorabile la collezione Circus di Alessi in Vetro Serigrafato con Coperchio in Banda Stagnata. Il designer Marcel Wanders trasforma i classici barattoli da cucina in allegre giostre miniaturizzate

Sempre di Alessi i barattoli in metallo, una versione glamour di conytenitore per la cucina si chiama Kalistò ed è realizzato in Acciaio Inossidabile lucido

Nascono come contenitori per cibo per gli animali questi barattoli di Alessi ma io sinceramente li userei anche per altri alimenti. QUI il cane, QUI il gatto

Elegante e divertente allo stesso tempo il contenitore design water tower di Alessi che trovate QUI

Elegantissimi e carissimi (600€ su Pamono) i barattoli 4SEASONS della serie STONELAND di Studio Tagmi per StoneLab Design, set di 3

Molto carino il contenitore ermetico, siggillato con tappo di sughero a sfera di DragonX che trovate QUI

Recipienti per la cucina fai da te

Ci sono poi gli amanti del fai da te che potranno realizzare simpatici contenitore con la sapiente arte del riuso e del riciclo, utilizzando e trasformando contenitori in latta o plastica, da dipingere e decorare nei modi più creativi. Se poi vi piace lo stile upcycling ma non avete molto manualità, ci sono dei designer che ci hanno pensato per voi come quelli di X-Lab o il designer Jack Bresnahan con il suo set di barattoli in alluminio. Cercando in rete ho trovato, tra l’altro, una soluzione per realizzare contenitori in momenti di emergenza davvero geniale, utilizzando una bottiglia di plastica tagliata in due. A chi non è mai capitato di trovarsi in vacanza o in una casa in cui mancano contenitori e non saper dove mettere pasta, zucchero, farina e quant’altro?

Sia X-LAB, con i recipienti a sinistra, che il designer Jack Bresnahan, con la serie a destra, si ispirano al mondo del riuso. X-Lab è un laboratorio artigianale on line che si ispira spesso alla filosofia del riuso. il designer Jack Bresnahan ha realizzato invece un set di 9 barattoli d’alluminio riclati e resi funzionali grazie ad alcune aggiunte.

Se siete bravi con i ferri realizzate un bel nuovo maglioncino per i vecchi barattoli!

Pittura bianca, vernice lavagna e il gioco è fatto

Tappi in sughero per realizzare il portaposate

Comoda soluzione salvaspazio

Soluzione molto ingegnosa!

Contenitori a parete

Vecchie lattine nuovo portaposate

stile shabby

Recipienti per la cucina stile retrò

Adorabile anche lo stile retrò, tornato tanto di moda; il fantastico stile degli elettrodomestici bombati anni ’50 dagli eleganti colori pastello, così come le iconiche grafiche, lo possiamo ritrovare anche nelle scatole e contenitori da cucina.

Nostalgia è il contenitore in acciaio per farina beige, dalle linee vintage che trovate QUI

Ma quanto è bello il contenitore Porta-Pane Anni ’60 Navaris in Metallo e Legno verde acqua che trovate QUI ?!

Bellissime le scatole con riproduzioni di stampe vintage che trovate QUI e QUI

Le scatole vintage sono le vere protagoniste di questa cucina

Attrezzare la cucina con le mensole al posto dei pensili

I contenitori, posizionati con ordine su delle mensole, possono poi essere un’ottima soluzione in alternativa ai pensili della cucina; scelta adatta a chi è particolarmente ordinato e minimale!

In questo caso in cui tutto sarà a vista dovremo curare particolarmente la scelta di ogni dettaglio che dovrà avere una grande valenza sia funzionale che estetica.  Possiamo scegliere mensole di legno, di metallo, cassette di recupero e soluzioni di design come la mensola magnetica di Kalamitica.

Esistono anche mensoline attrezzate, con ganci, portaspezie, accessori e vani specifici, che potranno aiutarci ad organizzare tutti gli strumenti per la cucina.

Stile retrò

Parete magnetica da attrezzare con vari accessori di Kalamitica.com

Scatole al posto dei pensili

Stile country

Minimal ma creativo

Less is more

Romantico

Metallo

Vencipo Mensole da Muro a 2 Piani con 8 Ganci Rimovibili disponibile QUI

Attrezzare i pensili e le basi con organizer

Altra categoria di contenitori e accessori che ci saranno utilissimi per personalizzare la nostra cucina sono tutte le mensole e organizer per l’interno dei pensili; queste ci aiuteranno ad ottimizzare lo spazio e sfruttarlo al meglio e contribuiranno anche esse ad una perfetta resa estetica; del resto, quando apriamo uno sportello e vi troviamo tutto risposto ordinatamente è proprio bello!

Mottinox è un comodo estello Sottolavellocon con un ripiano e due cassetti, ottimo per spugnette detersivi e buste. Lo trovate QUI

Tutto a posto!

Le alzatine che trovate QUI, perfette per organizzare l’interno dei pensili possono essere utilizzate anche all’esterno sul ripiano per raddoppiare lo spazio

Scaffale a Ripiani con 2 Cestini estraibili in metallo. Lo trovate QUI

le basi della cucina Elite di Torchetti perfettamente attrezzati

Sistema ad angolo per attrezzare i ripiani disponibile QUI

… e ancora un’altra tipologia di contenitori per la cucina

In fine, altri accessori utili e graziosi sono tutti i contenitori con vari cassettini e ripiani da integrare sul piano, che contribuiscono a tenere in orine e “servire” vari elettrodomestici come i porta capsule da caffè, minimobiletti per il forno a microonde taglieri portapane ecc.

Organizzatore verticale multiscomparto per Caffetteria. Tutto il necessario a portata di mano, perfetto per casa e ufficio, lo trovate QUI

Base con Cassetto Porta Cialde realizzato in Legno di Bambù disponibile QUI anche con doppio cassetto QUI

Scaffalatura Porta Microonde in Metallo con Ripiano in Legno MDF, Cassetto Organizer e Mensola Porta Utensili disponibile bianco QUI quercia QUI e doppio ripiano QUI

Cassetta Porta Pane salvafreschezza in Legno con Coperchio, con Vassoio Tagliapane e Griglia Raccogli Briciole. Lo trovate QUI

Sembra proprio di stare in una bakery con il contenitore portapane a due ripiani che trovare QUI anche angolare QUI

Comodo Organizer per il lavello disponibile QUI

L’articolo Arredare con i recipienti per la cucina proviene da Architettura e design a Roma.