BLOG ARREDAMENTO Posts

22 Maggio 2022 / / Charme and More

Cordera è un marchio di design contemporaneo e minimale, che si contraddistingue per una produzione etica e sostenibile, al 100% made in Spain.

Le due sorelle Mónica e María sono le fondatrici del marchio e insieme si impegnano dal 2008 a portare avanti i propri valori e a creare collezioni senza tempo, curate con un design puro e minimale.

Il marchio ha sede in Galizia, dove tutti i capi sono creati e lavorati in modo etico e artigianale da piccoli laboratori a conduzione familiare. Cordera riduce il più possibile l’uso della plastica a favore di materiali riciclati, sia per i suoi imballaggi che per i suoi abiti.

Le collezioni donna e uomo, caratterizzate da tagli ampi e dai colori neutri, trascendono la tendenza del momento con uno stile semplice, elegante e senza tempo.

Gli abiti di Cordera sono disponibili su Smallable.

Camicia in lino naturale Slippers avorio

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.

 

L’articolo Fashion Editorial|Cordera Estate 2022 proviene da Charme and More.

21 Maggio 2022 / / Dettagli Home Decor

la guida completa per effettuare la manutenzione del montascale

Un montascale può essere un’ancora di salvezza, fornendo un aiuto essenziale per la mobilità a chi ne ha bisogno. Tuttavia, come qualsiasi cosa meccanica, il tuo montascale avrà bisogno di una manutenzione frequente per garantire che funzioni sempre al meglio.

Senza una precedente esperienza meccanica, può essere un po’ scoraggiante effettuare la manutenzione del montascale. Ecco perché abbiamo messo insieme alcuni semplici suggerimenti per aiutarti a mantenere il tuo montascale in ottime condizioni.

Quando e come pulire il montascale

Se stai pensando di pulire il tuo montascale, dovresti assicurarti che sia in fondo alle scale e spento (l’ultima cosa che vogliamo è che l’ascensore si attivi mentre stiamo pulendo!).

Assicurati di aver letto il manuale da capo a piedi e di sentirti sicuro di iniziare; se non ti senti sicuro al 100% su cosa fare, allora potrebbe essere meglio evitarlo per ora e chiedere a un esperto.

Mantenere pulito e privo di polvere un montascale per disabili o per anziani è davvero importante. Se lasciato per un lungo periodo senza un’adeguata pulizia, l’accumulo di polvere e sporcizia può causare prestazioni scadenti o addirittura un guasto totale, quindi questo è un passaggio da non perdere.

Puoi usare un piumino o un panno per spolverare e per rimuovere la parte peggiore della polvere che potrebbe essersi depositata sul binario/sedia. Se necessario, è possibile utilizzare un panno umido per pulire rapidamente il tutto. Ciò aiuterà sia l’igiene che la funzionalità e dovrebbe essere fatto almeno una volta alla settimana, se possibile.

Lubrificazione delicata

Lubrificare il binario del tuo montascale ti aiuterà a farlo funzionare senza intoppi. Assicurati di lubrificare la pista dopo la pulizia per assicurarti di avere una superficie pulita su cui applicare il lubrificante. Dovresti farlo ogni 2-3 mesi, pulendo sempre tra un’applicazione e l’altra per evitare brutti accumuli.

Il motivo per cui si lubrifica il binario è che il montascale continuerà a rotolare. Non vogliamo introdurre troppo lubrificante in quanto ciò può causare lo scivolamento o l’instabilità della sedia.

Può essere abbastanza difficile lubrificare il binario del tuo montascale. Se pensi che sarà difficile per te rimanere in equilibrio sulle scale durante il processo, o se soffri di problemi alle articolazioni delle mani, allora vale sicuramente la pena chiedere a qualcuno di aiutarti in questo.

Assicurati di effettuare la manutenzione regolarmente

La maggior parte dei montascale, sia nuovi che usati, dovrebbero essere dotati di un piano di servizio di una certa varietà. Ti consigliamo vivamente di attivare questo servizio e di avere (almeno) servizi annuali. Ciò significa che le attività di manutenzione importanti verranno eseguite in modo tempestivo e qualsiasi problema con il montascale verrà segnalato e risolto immediatamente.

Aggiorna e mantieni i cavi del tuo montascale

Con il passare del tempo, il cavo del tuo montascale si tenderà e non funzionerà con la stessa efficacia di quando era nuovo. L’ aggiornamento a un cavo rivestito in PTFE offre la tranquillità che meriti, poiché questi cavi hanno una comprovata esperienza di robustezza, affidabilità e lunga durata.

Segni chiave di problemi

Mentre i montascale sono costruiti per durare, come qualsiasi cosa meccanica, sono soggetti a guasti ogni tanto. I montascale sono progettati per funzionare in modo relativamente silenzioso, il che significa che se si sentono rumori insoliti durante l’uso, vale la pena contattare un esperto. Questi problemi potrebbero derivare da qualsiasi luogo: i rulli potrebbero essere allentati, il cavo potrebbe essere lento o il motore potrebbe essere in fase di uscita.

In aggiunta a questo, il movimento del tuo montascale dovrebbe essere coerente e regolare. Ti consigliamo inoltre di contattare un professionista se il tuo ascensore inizia a sussultare o si muove troppo velocemente/troppo lentamente.

Non usare mai solventi o candeggina

Solventi, candeggina o altri prodotti per la pulizia della casa possono danneggiare le apparecchiature sensibili del montascale. Questo danno probabilmente invaliderà la garanzia e sarebbe un errore costoso. Se devi rimuovere il vecchio lubrificante, la polvere densa o lo sporco accumulato, ti consigliamo di utilizzare un panno leggermente umido per pulire tutto (è più che sufficiente!).

Verificare con un esperto se non sei sicuro

Se ti trovi con un problema a cui non sei sicuro al 100% di come affrontare, ti consigliamo di metterti in contatto con un professionista – mentre alcuni dei lavori di manutenzione che abbiamo elencato sono relativamente facili da fare, non vale la pena il rischio se pensi che farai fatica a farlo.

L’articolo Come effettuare la manutenzione del montascale: la guida completa proviene da Dettagli Home Decor.

21 Maggio 2022 / / Case e Interni

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Tocchi di giallo e materiali naturali sono stati scelti per questo appartamento dal tipico stile scandinavo.

Come in tutti i cambi di stagione, possiamo cogliere l’occasione per selezionare, raccogliere, smistare, riciclare e soprattutto fare progetti per rinnovare la nostra casa. A questo proposito, questo appartamento di circa 60 mq, ci sembra una buona ispirazione di partenza: è così luminoso e fresco, con la sua base bianca e quei bei tocchi di giallo accostati a legno chiaro e materiali naturali.

Nonostante le apparenze, non è una casa di vacanza, ma un piccolo appartamento di città che, attraverso l’arredamento d’interni ed un’accurata scelta della combinazione di colori per tutta la casa, riesce ad avere un’atmosfera rilassante e accogliente.

Bianco e giallo per l’appartamento di città

La cromoterapia ci suggerisce un mondo, dove determinati toni o intere gamme di colori, sono in grado di trasformare non solo la decorazione d’interni, ma anche noi stessi. Guarda la vita in giallo sole, bianco luce e il colore della sabbia! Queste tonalità tengono fuori di casa l’ansia, aggiungendo un carattere hygge, che ti aiuterà a vedere la tua dimora in modo diverso.

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Pavimenti in legno, modanature, toni neutri accesi dal giallo e sottolineati da accenti scuri (nero e grigio antracite), vecchi mobili dipinti, nonché una carta da parati a fiori vintage nell’ingresso, rendono questa casa ricca di piccole, semplici idee di rinnovamento d’arredo.

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Se vuoi copiare lo stile ecco alcuni suggerimenti.

SCEGLI IL GIALLO COME COLORE ACCENTO

Se ricordi il nostro post sulla regola dei colori 60-30-10 nell’arredamento, saprai che il colore di accento è quello che puoi usare a piccole pennellate per dare personalità ad una stanza o a tutta la casa, senza correre il pericolo di caricare troppo l’ambiente. La regola 60/30/10, sembra una formula matematica, ma è uno dei trucchi più utilizzati dagli interior designer per trovare equilibrio ed armonia.

Leggi “La regola dei colori 60-30-10 come usarla nella tua casa”

BiancoÈ il colore non colore per eccellenza, il più utilizzato nell’arredamento degli ultimi decenni. Dona freschezza, lucentezza, ordine e ‘pulizia’. Tuttavia, da solo, può essere un po’ freddo o senz’anima, quindi, come non ci stanchiamo mai di ripetere, è opportuno “rinforzarlo” con molte texture, che gli conferiscono calore e profondità, come cuscini, tappeti o un semplice plaid sul divano.

GialloSiamo di fronte a uno dei colori che, bene o male, non passa mai di moda. Elegante e moderno nella versione senape, il giallo è vitalità, gioia, calore, luminosità e ottimismo ed è anche uno dei colori che ha il dono di aiutare la concentrazione e le relazioni personali (perfetto per il soggiorno e per lo studio, quindi). Si combina egregiamente con il bianco, il beige e i materiali naturali. Il suo inevitabile richiamo al sole che disegniamo fin da bambini, lo rende un colore pieno di forza. Se non ami i colori accesi, puoi provare i toni contemporanei di giallo senape e ocra.

COME USARE IL GIALLO NELL’ARREDAMENTO

In generale, possiamo dire che, hai due possibilità per usare il giallo nell’arredamento: utilizzarlo per un punto focale oppure usarlo a piccole dosi. Nel primo caso il colore sarà il protagonista principale, diventando l’attrazione della stanza, attorno al quale ruota il resto dell’arredamento. Stiamo parlando, ad esempio, di una parete o il divano o una poltroncina o una credenza dipinta di giallo, in un ambiente dai toni neutri.

Se, invece stai cercando qualcosa di più soft, fallo a piccole dosi, come in questo soggiorno che ti abbiamo mostrato oggi. Puoi farlo sfruttando i tessuti o altri elementi decorativi. Il vantaggio di questo secondo sistema è che rinnovi la casa in poco tempo e puoi sostituire il colore d’accento quando vuoi, se cambierai idea. Qualche idea? I cuscini, un vaso, un quadro o poster, dei porta candele.

Continua a scorrere per vedere ogni angolo di questo grazioso appartamento a Göteborg.

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Bianco e giallo per l’appartamento di città

Fotografie e fonte: Alvhem

E a te piace questo tipo di atmosfera per un appartamento?

Come sempre ti invitiamo a rivedere uno qualsiasi dei  post disponibili sul nostro blog, dove trovare idee e trarre ispirazione per dare un aria nuova alla tua casa.

Leggi anche: 8 combinazioni di colori che non passeranno di moda

___________________
Anna – CASE E INTERNI


Gres porcellanato effetto legno

Il gres porcellanato è uno dei materiali che negli ultimi tempi troviamo più spesso nelle case, il suo grande successo si può attribuire, non solo all’oggettiva incredibile bellezza, ma anche alla sua estrema versatilità, funzionalità e facilità di manutenzione rispetto ad altri materiali.

Al fine di andare incontro a tutti i gusti dei clienti, è stata messa sul mercato una vasta gamma di piastrelle in gres porcellanato caratterizzata da numerose, cromie e dimensioni, grazie alle quali sarà possibile creare il pavimento effetto legno dei propri sogni.

Il gres porcellanato effetto legno di Atlas Concorde è la soluzione ideale per assicurare al proprio pavimento sia il caldo aspetto del legno, sia la resistenza del gres porcellanato, in quanto, a differenza del tradizionale parquet, richiede meno manutenzione, si adatta a qualunque ambiente ed è a prova di graffi

Quali colori scegliere per le piastrelle

A seconda del colore delle piastrelle per il quale si opta, è possibile creare abbinamenti e ottenere effetti diversi.

Se si desidera un ambiente luminoso, dallo stile nordico ed essenziale, si consiglia di scegliere delle nuance chiare con sfumature beige, rovere oppure avorio.

Gli amanti della tradizione ameranno invece i grandi listoni in noce e impreziositi dai segni del tempo, i quali ricordano le case antiche capaci di trasmettere calore al primo sguardo.

Per evocare terre lontane saranno infine perfetti i complementi che fanno riferimento all’ebano e al palissandro.

Queste ultime possono essere collocate indoor e outdoor, in modo da creare un giardino dall’aspetto elegante e ricercato.

Dimensioni e decori

Una volta scelta la colorazione, non resta che prendere in considerazione le dimensioni e i decori delle piastrelle.

Esistono infatti sia medie che grandi dimensioni da disporre all’ungherese, all’italiana, a spina di pesce, a intarsio a cassettoni oppure a mosaico, in modo da conferire personalità a qualsiasi tipologia di ambiente.

Piastrelle in gres porcellanato effetto per interni

Le piastrelle della suddetta tipologia possono essere impiegate per rivestire i pavimenti interni di molteplici ambienti, poiché trattasi di prodotti provvisti di superfici gradevoli al tatto e dotate di spiccate prestazioni antiscivolo.

Pertanto ben si prestano alla zona living, nella quale la sensazione di calore e comfort aumenterà in men che non si dica.

Grazie alla sua estrema facilità di pulizia e durabilità, il gres porcellanato effetto  legno si rivela inoltre un’ottima soluzione per bagno e cucina, dove abrasioni, umidità e urti sono all’ordine del giorno.

Non a caso viene sempre più scelto e apprezzato da parte di ristoratori e titolari di attività commerciali.

Gres porcellanato effetto legno
Gres porcellanato effetto legno

Pavimenti effetto legno per esterni

Oltre al tradizionale impegno negli ambienti interni, il gres porcellanato in finto legno trova ampio spazio in quelli esterni, in quanto trattasi di un materiale molto resistente a intemperie, umidità e acqua.

È dunque possibile trovarlo in piscine, terrazzi, patii, giardini, aree benessere, terme e SPA.

In questi casi si raccomanda di prestare attenzione agli spessori: quello da nove millimetri è adatto per garantire un eccellente effetto antiscivolo, mentre quello da venti millimetri è indicato per una semplice posa a secco su ghiaia oppure erba.

Gres porcellanato effetto legno

Tutti i vantaggi del pavimento in gres porcellanato effetto legno

Posare un pavimento in gres porcellanato effetto legno offre un grande numero di vantaggi, tra cui:

– elevata resistenza a graffi, abrasioni, calpestio, sostanze chimiche aggressive e macchie;

– estrema facilità di pulizia;

– non assorbe odori e sporco;

– contrasta lo sviluppo di muffe e batteri;

– non richiede alcun genere di trattamento successivo alla posa;

– assicura una lunghissima durata nel tempo;

– è perfetto per gli ambienti dotati di riscaldamento a pavimento, in quanto, oltre a sopportare le alte temperature, conduce e distribuisce il calore alla perfezione;

– è ingelivo, ovvero resiste alle basse temperature e al gelo;

– resiste al fuoco;

– grazie alla bassa porosità, è praticamente impermeabile;

– elevata resistenza al costante calpestio;

– necessita della minima manutenzione ed è dunque ideale per case abitate da bambini e animali domestici;

– offre un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Come pulire un pavimento in gres porcellanato in finto legno

Per pulire un pavimento in gres porcellanato in finto legno sarà sufficiente procurarsi un comune detersivo per la casa disinfettante e igienizzante oppure dei semplici alcol etilico e candeggina.

Questo materiale è infatti pratico, igienico e se si utilizzano detergenti chimici aggressivi non si danneggia.

L’articolo Gres porcellanato effetto legno un fascino intramontabile proviene da Architettura e design a Roma.

21 Maggio 2022 / / Clever

Camera da letto e salotto insieme: un interior design problem alla disperata ricerca di una soluzione d’arredo salvaspazio e moderna.

E lo sanno bene colore che, abitando in un monolocale o un appartamento piccolissimo, si trovano tutti i giorni a fare i conti con una zona giorno e una zona notte inserite – senza separazioni – nello stesso ambiente.

Ma come fare, nella pratica, quando non si può ricavare una stanza in più e non si vuole rinunciare alla comodità di un letto?

Si opta per un mobile a scomparsa, ovvero un arredo di ultima generazione pensato proprio per offrire soluzioni trasformabili funzionali, pratiche ed esteticamente impeccabili.

Tra letti verticali, ribaltabili o richiudibili, noi abbiamo selezionato i nostri preferiti: 9 modelli indispensabili per far coesistere soggiorno e camera nella stessa stanza.

Quale sarà il tuo preferito?

SCOPRI I MOBILI TRASFORMABILI CLEVER

Indice

Letto in salotto: le soluzioni


Idee per soggiorno con trasformabile a parete

Perfetti per chi abita in piccole metrature, i mobili a scomparsa sono dei veri campioni di trasformismo progettati per svolgere funzioni diverse a seconda delle necessità o del momento della giornata.

Adatti alle situazioni più estreme (micro appartamenti, mini case, monolocali piccolissimi) sono indicati anche per aggiungere un posto letto nella camera dei ragazzi, nello studio, in un locale da adibire a stanza per gli ospiti, in una casa vacanze oppure in affitto.

Il plus della soluzione sta nella possibilità di allestire un angolo notte senza utilizzare un divano trasformabile, un pouf letto o, peggio ancora, una brandina d’emergenza.

Vediamo quali sono le soluzioni di tendenza per nascondere il letto in soggiorno.

Letto singolo verticale



Letto singolo verticale IM20_03

Parola chiave: discrezione. Completamente nascosto e chiuso all’interno di una struttura-armadio dal design minimalista, questo letto singolo ribaltabile offre un comfort ottimale senza rinunciare alla funzionalità.

Il comfort deriva dalla possibilità di allestire il letto con un comodo materasso alto 18 cm adatto per l’uso quotidiano. La funzionalità, invece, è motivata dalla movimentazione assistita che consente di aprire e chiudere la rete rapidamente e senza sforzo, in pochi istanti e in totale sicurezza.

A metà tra una parete attrezzata su misura e un vero letto, questo sistema componibile offre tutto ciò che serve sia nella zona giorno che nella zona notte. Contenitori a colonna, pensili e basi con cassetti da un lato e LED, prese, testiere imbottite e mensole sopra letto dall’altro.

Letto matrimoniale a ribalta



Letto matrimoniale a ribalta IM20_02

La prima casa condivisa con la dolce metà… e lo spazio sembra non bastare mai. Anche nella vita a due la tendenza premia i mobili trasformabili, soprattutto quelli che includono un letto matrimoniale a scomparsa. Sì, un matrimoniale, ovvero un piano di riposo a due piazze capace di accogliere altrettante persone.

Alla grande funzionalità dell’arredo corrisponde un progetto dimensionale intelligente, che contribuisce ad allestire un vero e proprio letto doppio limitando la profondità iniziale. Infatti, rete e materasso sono contenuti dentro un armadio poco profondo che, da chiuso, non occupa più di 50 cm.

Letto di sera e parete attrezzata di giorno, ma non solo. Come ogni salotto che si rispetti, non può mancare un insospettabile divano ribaltabile, che scompare sotto la struttura quando la rete viene movimentata. E per rendere l’ambiente davvero funzionale, resta valida l’idea di organizzare un angolo pranzo a scomparsa attrezzato con un tavolo ultra slim richiudibile a parete.

Armadio con letto richiudibile



Letto incassato nell'armadio IM20_11

Quello per il tuo duplex è stato un amore a prima vista, un colpo di fulmine che ti ha fatto optare per un appartamento su due livelli con zona giorno sotto e zona notte sopra. Ma ora, a distanza di tempo, una camera in più non sarebbe poi così male…

Dimentica pareti da innalzare e opere murarie da intraprendere. Opta piuttosto per un letto-divano incassato nell’armadio, un arredo polifunzionale facilmente richiudibile all’interno di quello che appare come un guardaroba scorrevole.

A dispetto della profondità ridotta, la struttura componibile integra 3 mobili per adattarsi a esigenze o momenti della giornata differenti: un divanetto con struttura sincronizzata per i pomeriggi di relax, un letto ad apertura laterale per ospitare qualche amico e un armadio ponte con ante scorrevoli per prepararsi al meglio al cambio di stagione.

Soggiorno trasformabile in zona notte



Soggiorno trasformabile in zona notte IM20_15

Organizzare salotto e camera da letto insieme non significa per forza rinunciare alla praticità della zona giorno e al comfort della zona notte. Al contrario, con qualche accorgimento è possibile inserire gli elementi indispensabili per il salotto senza tuttavia sacrificare l’accoglienza e la comodità di una vera stanza.

L’ambiente deve contenere un porta TV? Valuta un mobile con letto incorporato e vano per schermo piatto integrato nella struttura.

Hai bisogno di mobili capienti o di uno spazio per esporre libri? Componi un soluzione modulare con mensole, pensili e cassetti in cui contenere biancheria o piatti, cancelleria o manuali.

Vuoi allestire una piccola zona pranzo da usare solo quando è necessario? Opta per una credenza con piano scorrevole nascosto al suo interno.

Letto a scomparsa ribaltabile con divano



Letto a scomparsa ribaltabile IM20_01

Chi lo dice che i mobili trasformabili servano solo nei monolocali? Anche gli open space possono nascondere un letto in soggiorno se la necessità lo richiede.

Nati come arredi salvaspazio, i trasformabili si adattano alla perfezione ad ambienti grandi e ariosi, e questo grazie alla modularità che consente di progettare soluzioni quasi su misura facilmente adattabili allo spazio a disposizione.

L’esempio perfetto di fusione tra salotto e camera è dato dalle pareti attrezzate con letto, armadio e divano, delle soluzioni componibili altamente personalizzabili per dimensioni, accessori e finiture che consentono di invertire la zona notte con la zona giorno e viceversa.

Dotato di un meccanismo brevettato, lo schienale del divano si piega su se stesso per consentire simultaneamente la discesa del frontale e l’apertura di un letto matrimoniale pronto all’uso. La trasformazione è semplice, avviene in qualche secondo e non richiede alcuno sforzo.

Armadio a ponte con letto a scomparsa



Armadio a ponte con letto matrimoniale IM20_13

Appartamenti piccoli sì, ma non solo. Come gli ambienti open space, anche i loft metropolitani offrono un potenziale d’arredo illimitato – ma non sempre ben sfruttato, come accade per quelle pareti che, in attesa di essere occupate, rimangono vuote e spoglie.

Se disponi di un grande muro spoglio, puoi valutare di ottimizzare lo spazio a disposizione allestendo un grande armadio a ponte con letto incorporato dall’estetica minimalista.

Da un lato, l’armadiatura componibile offrirà uno spazio capiente dove organizzare il guardaroba estivo o quello invernale, sistemare documenti o scatole contenenti vecchi ricordi e suppellettili. Dall’altro, la rete ad apertura orizzontale permetterà di organizzare un posto letto aggiuntivo facile da aprire e da richiudere e completo di materasso da 90 o 140 cm.

Letto a vagone orizzontale



Letto vagone orizzontale IM20_09

Il letto singolo a scomparsa con apertura orizzontale e dormita trasversale è il mobile salvaspazio per eccellenza. Soluzione indispensabile per i mini appartamenti e i monolocali, riscuote un certo successo anche nelle case di giovani adulti o di studenti universitari alle prese con la vita da fuori sede.

Inserita sotto un armadio a ponte molto capiente, la zona notte propriamente detta è composta da un lettino ad apertura orizzontale e da una scrivania a ribalta installata sul frontale del letto. L’idea è quella di arredare uno spazio che sia pratico di giorno e comodo di notte limitando lo spazio occupato.

Il punto di forza sta, infatti, nell’ingombro limitato: grazie alla rete trasversale, la profondità del letto aperto supera di poco i 100 cm per il modello singolo e non arriva a 160 cm per il modello matrimoniale francese.

Parete attrezzata con divano e letto



Parete attrezzata con divano letto IM20_06

Monolocale con soppalco? Croce e delizia di chi abita su un micro appartamento su due piani. Se la struttura soppalcata permette di moltiplicare la superficie a disposizione, è altrettanto vero che diventa indispensabile organizzare la suddivisione tra zona giorno e zona notte.

Spesso collocata al livello soppalcato, la stanza finisce per dominare completamente il piano superiore senza lasciare spazio a sufficienza per il guardaroba. Ma per fortuna c’è il piano inferiore…

Sfrutta il potenziale del soggiorno per fare una camera in più senza usare pareti mobili. Non rinunciare al divano, incorporalo in una parete attrezzata componibile che funge da armadio, da libreria e, allo stesso tempo, anche da letto richiudibile a muro.

Salotto e camera occupano lo stesso ingombro ma tengono ben separate le funzioni, condividendo solo lo spazio contenitivo utile a sistemare libri, riviste, vasi, portafoto oppure cuscini, plaid e suppellettili.

Letto a scomparsa con tavolo



Letto a scomparsa con tavolo e scrivania IM20_04

Soggiorno, sala da pranzo e camera da letto nella stessa stanza? Non è così raro come può sembrare. I monolocali sono l’esempio più lampante di come aree funzionali tra loro diverse debbano coesistere garantendo, allo stesso tempo, l’armonia e la fruizione degli spazi.

Serve allora un’idea versatile, una soluzione 3 in 1 che disponga di uno spazio dove mangiare, uno dove dormire, e un’area relax dove sistemare TV e qualche libro.

L’idea è di sfruttare un muro intero con una parete attrezzata che integri tavolo, letto, mobile TV e mensole portalibri. Il punto di forza di questo soggiorno di piccole dimensioni? La facilità e la rapidità di trasformazione che consente di ribaltare il tavolo, abbassare il letto, richiudere la rete… insomma, di creare nel soggiorno una camera accogliente e originale.

SCOPRI I MOBILI TRASFORMABILI CLEVER

Leggi anche:

21 Maggio 2022 / / La Gatta Sul Tetto

Dall’efficienza energetica alle pareti green, una mini guida in 5 passi per rendere la casa ecosostenibile secondo i principi della bioedilizia.

casa ecosostenibile

Negli ultimi anni il tema della sostenibilità ambientale è diventato di estrema importanza per la vita delle persone, tanto che anche il settore immobiliare sta focalizzando l’attenzione sullo sviluppo di soluzioni che permettano di rendere la propria abitazione più sostenibile, sotto svariati punti di vista. Qui di seguito vi proponiamo una mini guida per rendere la vostra casa ecosostenibile in 5 punti.

Rendere la vostra casa ecosostenibile in 5 punti

Un’abitazione può considerarsi ecosostenibile quando i materiali che vengono adoperati hanno cura dell’ambiente e l’energia utilizzata è pulita, rispettando i principi basilari della bioedilizia. Vediamo dunque quali sono, nello specifico, gli interventi che consentono a una casa di essere considerata ecologica.

1 – Efficienza energetica e isolamento termico

Nel momento in cui si va a isolare l’ambiente interno da quello esterno, si avrà un’efficienza energetica ottenuta proprio grazie all’ isolamento termico che, in sostanza, permette uno spreco esiguo di risorse e consente anche di limitare i costi in bolletta. Grazie a questi interventi, dunque, ci saranno meno sprechi di energia e questo sarà possibile con l’installazione di infissi con vetri doppi o tripli, che aumentino l’isolamento e il rifacimento dell’involucro edilizio. Quest’ultimo è ottenuto mediante il cappotto che avrà il vantaggio di isolare termicamente l’abitazione, riducendo al minimo le dispersioni di calore. 

2 – Riscaldamento e illuminazione

In secondo luogo, occorre fare attenzione al riscaldamento e all’illuminazione della propria casa. Il primo, che comunemente viene utilizzato negli ambienti interni, è considerato una delle maggiori fonti di inquinamento nelle città. Oggi, fortunatamente, esistono soluzioni a basso impatto ambientale che permettono di limitare al massimo i consumi. Tra queste, le più consigliate, sono le stufe a pellet che, utilizzando un combustibile ottenuto dagli scarti del legno, garantiscono non solo una soluzione sicura rispetto agli altri carburanti, ma anche più ecologica ed economica. Per il secondo, invece, è consigliabile optare per lampadine a LED che permettono una migliore sostenibilità della casa, sono più efficienti, durevoli e facilmente riciclabili. Il loro vantaggio si traduce anche nei costi di bolletta, permettendo un risparmio energetico ed economico che arriva fino al 90% rispetto alle classiche lampadine alogene. 

3 – Fonti rinnovabili vs fonti non rinnovabili

Inoltre, per rendere una casa davvero ecosostenibile, si deve necessariamente ridurre il consumo di energia non rinnovabile e sfruttare il più possibile l’enorme risorsa data dalle fonti rinnovabili. In tal senso, l’opzione green più diffusa è quella del pannello fotovoltaico, che si realizza installando sul tetto della propria abitazione o del proprio condominio un impianto che consenta di rendere la casa maggiormente autonoma dal punto di vista energetico, abbattendo anche drasticamente i consumi.

4 – Materiali ecologici

Un altro aspetto da tenere in considerazione sono le pareti della propria casa. Per trasformare le mura domestiche in ottica ecosostenibile, i materiali che si scelgono per effettuare gli interventi sulle pareti dovranno essere composti da vernici ecologiche che sono costituite da un basso numero di solventi e hanno anche il vantaggio di non trasportare metalli pesanti. 

5 – Mobili di recupero

Infine, un ultimo intervento deve essere fatto a livello di arredi. Quando si parla di arredamento sostenibile si intende scegliere un arredo che sia rivolto a un recupero creativo di vecchi oggetti, destinati poi a un uso diverso, oppure al riciclo di mobili o oggetti già utilizzati. I materiali di cui si compongono solitamente gli arredi sostenibili riguardano il bambù, il vetro e il cartone, ma il più sostenibile e versatile in assoluto è il legno. In quest’ultimo caso, però, per essere coerenti con la propria scelta di propendere all’ecosostenibilità ambientale, sarà bene accertarsi che il legno prevenga da foreste gestite in modo responsabile.

21 Maggio 2022 / / Dettagli Home Decor

consigli per creare un flusso di colori coeso in tutte le stanze di casa
immagine via pexels

Le preferenze di colore variano tanto quanto le personalità. Alcune persone amano i brillanti e gli audaci, mentre altri si sentono più sicuri circondati dai neutri. La buona notizia è che quando si tratta di colore, non esiste davvero una tavolozza “corretta”.

Detto questo, siamo stati tutti all’interno di case in cui un’esplosione di colori creava una sensazione instabile tra le stanze e, a volte, la voglia di correre via. Un ottimo modo per evitare questo risultato è assumere un designer o un consulente del colore, sia per guidare il tuo intero progetto di ristrutturazione o decorazione o semplicemente per consigliarti sui colori migliori per i tuoi spazi.

Continua a leggere per scoprire tutti i segreti per ricreare un flusso di colori idoneo per casa tua.

i segreti per ricreare un flusso di colori idoneo per casa tua
imm. Dulux Colour

Scegli una pittura fluida

Un modo semplice per creare una sensazione coesa è usare un colore di pittura coerente sulle pareti degli spazi di collegamento. In modo particolare nelle case che hanno più di una pianta aperta, è meglio scegliere un colore che fungerà da colore principale o neutro. Ciò significa che deve essere beige o bianco o grigio.

Ma l’atrio, i corridoi e quella stanza di collegamento principale dovrebbero essere tutti dello stesso colore perché vuoi avere quel colore dominante nel tuo spazio.

Prestare attenzione alle linee guida

Quando si preferisce una varietà di colori, si consiglia di considerare la visuale. Quando sarai in soggiorno, quali altre stanze vedrai?

Quali sono i colori delle sedie della sala da pranzo? e l’atrio? i colori per quegli spazi devono funzionare bene insieme. Può iniziare a sembrare davvero strano se hai una combinazione di colori diversa in ogni stanza.

Akzo Nobel

Scegliere i gruppi di colori

Un modo per aumentare la probabilità che una combinazione di colori fluisca da una stanza all’altra è limitarsi ai colori nella stessa famiglia di temperature. Alcune persone si atterranno a una tavolozza di colori caldi – rossi, arancioni e gialli; altre ad uno schema freddo – grigi, verdi e blu.

Un’altra opzione è selezionare uno o due colori e poi usarne le variazioni. Se il colore principale è il blu, puoi selezionare un grigio-blu, un blu puro e un blu navy mentre ti muovi da una stanza all’altra. Magari anche per gli arredi come il mobile tv o il divano. Lo stesso concetto può essere utilizzato per gli accessori decorativi.

Per la pittura murale, puoi chiedere al negozio di vernici di creare una “tinta” di un colore particolare, magari abbattendo il colore principale del 50%, cosa che il miscelatore farà aggiungendo il bianco. Si può creare una versione più chiara o più scura; è un buon modo per unire senza mettere lo stesso colore ovunque.

Limitare i colori più sgargianti alle stanze chiuse

Le stanze fuori dalla visuale delle altre stanze sono buoni posti per scatenarsi. Le camere da letto principali, le stanze di servizio, le stanze dei bambini e qualsiasi altra stanza racchiusa da quattro pareti sono luoghi ideali per fare qualche pazzia.

Gli accessori sono un modo meno costoso per introdurre colori drammatici rispetto all’acquisto di un divano o un tappeto dello stesso tono, e sono anche più facili da sostituire se ti stanchi di un colore.

Limitare i colori audaci agli accessori ti aiuta anche a evitare l’effetto scioccante che può verificarsi quando una tonalità drammatica viene dipinta su tutte e quattro le pareti.

La chiave è trovare un modo per iniettare il colore che renda le stanze interessanti ed eccitanti senza sentire il bisogno di scappare.

i segreti per creare un flusso di colori coeso in ogni ambiente
Dulux Colors

Usa la formula 60-30-10

Un altro modo per creare un flusso coeso da una stanza all’altra è pensare alla tavolozza della tua casa come a un problema di matematica. Usa un colore di base che ti piace davvero dal 60% al 70% di ciò che dipingerai per i tuoi interni. Il tuo prossimo colore deve essere compreso tra il 25% e il 30%. Il restante 5% o ​​10 % lo puoi dedicare al colore che ti convince un po’ meno.

Per tirare i colori in tutta la casa, potresti usare una variazione dello schema in una sala da pranzo adiacente. Le pareti potrebbero essere dipinte di blu e forse il grigio potrebbe essere usato come accento, con alcuni piccoli accessori arancioni che forniscono la dose del 10%di colore. Finché lo mantieni coeso in tutta la casa, avrà più senso.

i segreti per ricreare un flusso di colori idoneo per casa tua

Prendi in considerazione l’utilizzo di strumenti di pianificazione del colore

Coloro che amano approfondire i principi del design potrebbero voler leggere un po’ sulla teoria del colore o almeno chiedere al tuo interior designer. Una delle cose principali da conoscere è la ruota dei colori. Per mantenere quella sensazione di coesione in tutta la casa, una delle cose principali che puoi fare è consultarla.

Una regola pratica di base è che l’uso di colori analoghi (o adiacenti) sulla ruota creerà meno contrasto e una sensazione più calma, mentre la scelta di colori complementari (uno di fronte all’altro sulla ruota) creerà un contrasto maggiore e una stanza con più energia.

Comprendere le relazioni tra i colori ti aiuterà a capire perché determinate combinazioni hanno determinati effetti su di te.

L’articolo Come creare un flusso di colori coeso in tutta la casa proviene da Dettagli Home Decor.

20 Maggio 2022 / / Charme and More

Sia che stiate andando in vacanza, o che stiate trascorrendo qualche bella giornata a casa al sole, o semplicemente che siate felici per il caldo che è arrivato, date il benvenuto all’estate di &Other Stories.

Maxi abiti con maniche a sbuffo, gonne a ruota e crop top realizzati in tessuti morbidi e sostenibili come lino, cotone e organza sono alcuni dei modelli della nuova collezione.

Stampe floreali e una palette di colori vivaci con sfumature di azzurro, verde chiaro, rosa pastello e proposte neutre, caratterizzano questa collezione e vi faranno iniziare la stagione calda indossando abiti leggeri e freschi.

Naturalmente, un guardaroba estivo non sarebbe completo senza costumi da bagno. Anche i costumi da bagno di &Other Stories sono perfetti per prendere il sole e rinfrescarsi un po’ nuotando in mare o in piscina.

La borsa di paglia, l’accessorio estivo must have.

Vi è piaciuto questo post?

Condividitelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram, Facebook e Pinterest per non perdere i post.

 

*Questo post contiene link affiliati.

 

 

L’articolo Estate 2022, la nuova collezione di &Other Stories. proviene da Charme and More.

19 Maggio 2022 / / Dettagli Home Decor

Dal 6 al 12 giugno, durante la MilanoDesignWeek 2022, il meglio del design anglosassone sarà protagonista al fuoriSalone in zona Brera. Ecco un’anteprima di ciò che vedremo.

Il design internazionale al Padiglione Brera

PADIGLIONE BRERA, format di location innovativo che unisce alla centralità un’organizzazione a 360 gradi e l’arte al design, ospiterà alcune delle più importanti aziende internazionali. Le aziende Britanniche Case Furniture, SCP e Very Good & Proper, assieme alla Neozelandese Resident, presenteranno le loro ultime novità e dei loro cavalli di battaglia. La presentazione si terrà nel chiostro maggiore del complesso di San Simpliciano, luogo segreto e ricco di storia nel cuore della città.

il meglio del design anglosassone al fuoriSalone durante la MilanoDesignWeek
selezione arredi e complementi Case Furniture

A fianco del Chiostro, l’elegante Galleria del complesso farà da palcoscenico ai progetti di EDIT Napoli, presentati per la prima volta a Milano, tra i quali quelli premiati come migliori inediti.

Nel Chiostro cinquecentesco saranno in mostra progetti di numerosi designer di fama, tra i quali AC/AL, Barber & Osgerby, Cheshire Architects, Ilse Crawford & Oscar Peña Angarita, Robin Day, Matthew Hilton, David Irwin, Simon James, Nazanin Kamali, Sarah Kay, Philippe Malouin, Jamie McLellan, Jasper Morrison, Patricia Perez, Tim Rundle, Wilkinson & Rivera e Terrence Woodgate.

Il meglio del design anglosassone al fuoriSalone durante la MilanoDesignWeek
divano SCP

Saranno inoltre presentati da SCP complementi di arredo e oggetti realizzati da Studio Floris Wubben, Jochen Holz e Reiko Kaneko.

Nell’adiacente esposizione sponsorizzata da PADIGLIONE BRERA per EDIT Napoli, la manifestazione curata e diretta da Domitilla Dardi ed Emilia Petruccelli, tra i talentuosi designer figurano ccontinua+mamt, Caterina Frongia, Alexander Kirkeby e Stamuli.

arredi Very Good & Proper

Padiglione Brera promuove e sostiene il design, offrendo al pubblico del fuoriSalone un evento imperdibile per gli addetti del settore e per tutti coloro che vogliono scoprire ammirevoli realtà durante la MilanoDesignWeek 2022.

PADIGLIONE BRERA
Via Cavalieri del Santo Sepolcro, 3
Brera Design District – 20121 Milano – metropolitana MM2, fermata Lanza
6-12 giugno 2022 | dalle ore 10 alle 21,30

www.padiglionebrera.it

L’articolo MilanoDesignWeek 2022, il meglio del design anglosassone al fuoriSalone proviene da Dettagli Home Decor.

19 Maggio 2022 / / Dettagli Home Decor

Come trasformare la casa con decalcomanie e adesivi murali
via Unsplash

Gli adesivi sono divertenti. Allora perché non usarli per aggiungere un tocco personale alle vostre quattro pareti? Queste bellissime decorazioni adesive potrebbero non essere la prima cosa che vi viene in mente quando siete in vena di DIY

Tuttavia, in questo articolo vi mostreremo esattamente perché e come potete usare adesivi e decalcomanie per trasformare il vostro spazio. Ci occuperemo di tutto, dalla differenza tra decalcomanie e adesivi, ai migliori usi degli adesivi per finestre e a come trovare quello più adatto a voi. Entriamo subito nel merito.

decalcomanie e adesivi murali per trasformare le pareti di casa
Fonte: stickerit.co

Decalcomanie vs. adesivi

Quando si cercano adesivi da utilizzare in casa, si trovano molti termini. Le parole più comunemente usate sono sticker e decalcomania.

Non c’è alcuna differenza intrinseca tra i due termini. Entrambi sono pezzetti di carta o vinile con un retro adesivo e possono essere utilizzati per decorare la casa.

Tuttavia, il termine decalcomania viene solitamente utilizzato per descrivere un adesivo più grande. Per questo motivo si trovano spesso parole come decalcomanie per pareti o decalcomanie per finestre. Quando si ordinano gli adesivi personalizzati online, è possibile inserire le dimensioni personalizzate, quindi non c’è da preoccuparsi.

  1. Scegliete il posto giusto

Le decalcomanie e gli adesivi funzionano meglio quando vengono applicati su una superficie liscia come una parete, una finestra o una porta. Prima di scegliere il luogo, assicuratevi che l’area da coprire sia pulita e priva di sporco, polvere o detriti.

  1. Misurate lo spazio

Prima di acquistare la decalcomania o l’adesivo, è opportuno misurarne le dimensioni. In questo modo si avrà la certezza di ottenere le dimensioni giuste e si potrà capire quale tipo di decalcomania o adesivo scegliere.

adesivi murali a parete
Fonte: stickerit.co
  1. Pensate al vostro stile

Le decalcomanie e gli adesivi sono disponibili in un’ampia gamma di stili, texture e colori, quindi assicuratevi di sceglierne uno che si adatti all’aspetto e all’atmosfera della vostra casa. L’adesivo giusto dipende anche dallo spazio scelto.

Se volete utilizzare gli adesivi in cucina o in bagno, assicuratevi di utilizzare adesivi in vinile impermeabili. Questi resistono alla condensa e agli occasionali schizzi d’acqua.

  1. Applicate la decalcomania o l’adesivo

Dopo aver trovato il punto perfetto e aver ottenuto la decalcomania o l’adesivo, è il momento di applicarlo. Assicuratevi di seguire le istruzioni fornite con il prodotto, ma in generale dovrete iniziare a staccare il supporto e poi lisciare lentamente la decalcomania o l’adesivo sulla superficie, partendo dal centro.

onsigli per trasformare la casa con decalcomanie e adesivi murali
Fonte: stickerit.co
  1. Godetevi il vostro spazio trasformato

Dopo aver applicato e levigato la decalcomania o l’adesivo, fermatevi ad ammirare il vostro lavoro. Sarete stupiti di quanto uno spazio possa apparire diverso semplicemente con l’aggiunta di alcune decalcomanie o adesivi murali!

State già utilizzando adesivi personalizzati per la vostra casa? O siete ancora in cerca di ispirazione? Fatecelo sapere nella sezione commenti.

L’articolo Come trasformare la vostra casa con decalcomanie e adesivi murali proviene da Dettagli Home Decor.