BLOG ARREDAMENTO Posts


arredo d'ufficio
Interior of modern office room 3 D rendering

Un tempo l’ufficio rappresentava un luogo di lavoro statico e formale; organizzato solo in funzione del massimo sfruttamento degli spazi a disposizione. Da alcuni anni, e ancor di più nel periodo post-pandemia, sono emerse nuove esigenze, soprattutto in termini di comfort, flessibilità e vivibilità; anche in considerazione di quanto sia aumentato esponenzialmente il lavoro a distanza. L’interior design di settore non può ovviamente trascurare le nuove necessità di carattere organizzativo che contraddistinguono un ambiente di lavoro moderno e funzionale; non stupisce come, per l’anno in corso, sono quindi emerse svariate nuove tendenze; queste sono destinate a caratterizzare le scelte di arredo degli uffici per tutto il 2022 e non solo.

arredo d'ufficio
Interior modern open space office 3 D illustration

Layout dinamico: office pod e arredi d’ufficio modulari

Da tempo ormai i cubicoli sono stati accantonati, così come le rigide partizioni dello spazio. Il design moderno abbraccia soluzioni meno rigide, adottabili in contesti diversificati e che consentano di sfruttare gli spazi in maniera dinamica e flessibile. Va poi tenuto in conto un altro aspetto a tal proposito: si va verso un lento, ma progressivo, ritorno al lavoro in presenza; di conseguenza, dopo l’isolamento ‘forzato’ a causa della pandemia, il design degli uffici deve fisiologicamente favorire la collaborazione tra i dipendenti; questo può avvenire mettendo a disposizione di questi ultimi un ambiente lavorativo versatile ed accogliente.

Una delle soluzioni più innovative è certamente rappresentata dagli office pod; ossia degli spazi operativi semiaperti o solo parzialmente circoscritti che possono essere destinati a uno o più lavoratori. Ne esistono di vari tipi, da quelle in stile micro ufficio personale alle penisole con due divani ai lati. In generale, si pongono come compromesso tra l’ufficio privato e le aree di coworking; questi spazi garantiscono sia la possibilità di collaborare con i colleghi quanto di godere di un buon grado di privacy qualora necessario. In alternativa, qualora non sia possibile implementare una soluzione di questo tipo, resta sempre molto apprezzato l’arredo modulare; strutturato in maniera tale da poter essere configurato per soddisfare al massimo le esigenze pratiche e lavorative dei dipendenti.

arredo d'ufficio

Fare ‘storytelling’ del brand

Gli uffici non sono solo spazi funzionali ma anche ambienti di rappresentanza; in quanto in grado di comunicare molto circa i valori e la mission su cui si fonda l’operato dell’azienda. Le ultime tendenze di interior design interpretano l’ufficio come un vero e proprio strumento di marketing, capace di veicolare un messaggio ai visitatori, anche quelli saltuari. A tal proposito, si possono unire elementi vintage e moderni, cercando di creare un arredo armonioso e originale. L’arredo d’ufficio per farne una sorta di biglietto da visita per il brand, o l’azienda, può fare ricorso anche a gadget personalizzati economici; accessori, articoli da ufficio e simili, da tenere a vista e regalare a clienti e fornitori al termine di una riunione o di un appuntamento. Anche i gadget di questo genere, facilmente reperibili tramite e-commerce specializzati come Gedshop.it, possono contribuire a consolidare lo storytelling del marchio.

Palline antistress
arredo d'ufficio

Creare un’atmosfera domestica con l’arredo d’ufficio

La pandemia che ha segnato gli ultimi hanno ha notevolmente sfumato i confini tra ambiente domestico e lavorativo; ragion per cui, uno dei trend più in voga in questo momento consiste nel rendere più ‘familiari’ gli spazi dell’ufficio e l’ arredo d’ufficio; si può fare integrando nell’arredo piante da interno (che migliorano anche la salubrità dell’aria) o mobilio confortevole e di qualità, come poltrone e divani, in grado di rendere l’ambiente di lavoro più accogliente e rilassante. Anche il ricorso alla luce naturale, in luogo di quella artificiale, è una tendenza in ascesa; la luce naturale fa sì che gli spazi sembrino più spaziosi e meno opprimenti, influenzando positivamente l’umore e la produttività dei dipendenti.

arredo d'ufficio

L’articolo Arredo d’ufficio: quali sono le principali tendenze del 2022 proviene da Architettura e design a Roma.

25 Giugno 2022 / / La Gatta Sul Tetto

La qualità del cuscino gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione della cervicalgia, un disturbo molto diffuso. Come scegliere quello giusto.

cuscino

Cervicalgia è il termine medico che indica una condizione caratterizzata da dolori al collo, localizzati nella zona delle prime sette vertebre cervicali; si tratta, in altre parole, di quella che viene comunemente chiamata, seppur in maniera impropria, “cervicale” o “dolori alla cervicale”. Le cause di questo disturbo estremamente comune possono essere diverse; nella maggior parte dei casi deriva da uno stress di natura meccanica (un trauma, come il cosiddetto “colpo di frusta”) o sovraccarichi articolari o, più banalmente, l’abitudine a tenere per molto tempo una postura scomposta o scorretta, a casa, a lavoro o in altri contesti. La cervicalgia, infatti, colpisce spesso chi lavora molte ore alla scrivania o al PC

Un aspetto non meno secondario che può influire negativamente sullo stress a carico della zona cervicale è l’utilizzo di supporti per il riposo non adeguati. La qualità del materasso e, soprattutto, del cuscino gioca un ruolo di primo piano nella prevenzione della cervicalgia. In particolare, è bene utilizzare un cuscino di prima scelta, meglio se ergonomico: di seguito, vediamo come sceglierne uno adatto alle proprie esigenze, specie se si tende a soffrire di dolori alla cervicale.

Quali fattori valutare

In commercio è possibile reperire diversi modelli di cuscino per cervicale, come quelli disponibili nel catalogo di inmaterassi.it, un e-commerce specializzato. Ma come scegliere quello più adatto alle proprie esigenze? Bisogna anzitutto tenere presente che ci sono numerosi elementi da prendere in considerazione e valutare con attenzione.

Il primo è la forma: i modelli “a onda” oppure “a farfalla” sono adatti ad essere integrati in sistemi di riposo più ampi mentre quelli “a ciambella” è bene utilizzarli soltanto in viaggio, in aereo, in treno oppure in nave.

Altro aspetto da non sottovalutare è quello delle dimensioni; un cuscino ergonomico non deve essere né troppo alto né troppo basso ma adattarsi alla statura dell’utilizzatore. In genere, questo tipo di supporti ha un’altezza compresa tra i 10 cm e 15 cm, una lunghezza pari a 70 cm e una larghezza di 40 cm. I modelli ‘a onda’ presentano una parte più bassa da 10 cm e una più alta (di almeno 12 cm).

Le ‘prestazioni’ di un cuscino per la cervicale dipendono molto dal materiale dell’imbottitura e del rivestimento esterno. Per quanto riguarda il primo, è consigliabile optare per il lattice o il memory foam, simili per morbidezza ed elasticità ma caratterizzati da alcune differenze sostanziali. L’involucro esterno, invece, deve essere duraturo e pratico da sfoderare per poter essere lavato in lavatrice.

Come scegliere il cuscino giusto

Tenendo presente quanto sottolineato fin qui, è possibile orientarsi tra i tanti prodotti disponibili in commercio.

I cuscini a onda sono di gran lunga l’opzione più indicata per chi tende a soffrire di cervicalgia. Grazie alla doppia zona ad altezza differenziata, offre il giusto supporto alle strutture dell’area cervicale, favorendo il mantenimento della corretta postura durante il riposo.

Per ciò che riguarda i materiali, lattice e memory foam sono entrambe ottime scelte. Quest’ultima (una schiuma poliuretanica viscoelastica) ha una spiccata elasticità ma, al contempo, è in grado di sostenere la testa e il collo adattandosi perfettamente al profilo ergonomico della zona cervicale. Di contro, è meno traspirante rispetto al lattice, il quale è anche un materiale anallergico e antibatterico. In aggiunta, questo materiale non trattiene il calore, una prerogativa che lo rende fresco e traspirante anche durante i periodi più caldi dell’anno.

Infine, è bene valutare con cura anche la qualità del rivestimento; alcuni sono contraddistinti da un trattamento specifico (uno dei più diffusi è quello con l’aloe vera), che conferiscono alla federa particolari proprietà antimicrobiche.

Naturalmente, il cuscino non è il solo modo per prevenire o risolvere i problemi a carico della zona cervicale; è importante anche assumere una postura corretta durante il sonno, evitando di dormire di lato oppure a faccia in giù. 

24 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

I nuovi tappeti moderni e come disporli Sirecom Tappeti

Sono molte le novità per i tappeti moderni quest’anno ma è un elemento d’arredo che si ama o non si ama. Noi siamo della filosofia a favore dei tappeti perché risultano essere elemento complementari e fondamentali per uno spazio. Ma cosa contraddistingue la moda dei tappeti 2022? Colore, forme e tanta fantasia.

Tappeti moderni di design, lo stile di tendenza

La tendenza del momento è quella di avere tappeti moderni colorati. Ebbene il colore se non usato sulle pareti si riversa sul pavimento anche attraverso i tappeti. Possono essere interi blocchi monocromatici, a scacchi, a strisce o disegni fantasia. Kyoto di Illulian ne è un esempio con le sue forme semplici e pulite che rilassano rimandando ai giardini zen orientali.

Tappeti moderni di design
Kyoto – Illulian

Ma soprattutto spicca il movimento che si denota sia sul disegno sia sul volume: sovrapposizione di strati, superfici irregolari e sagome. I tappeti moderni non sono più semplicemente rettangolari ma prendono le forme più strane, futuriste e fantasiose.

tappeti moderni le novità 2022
Habitus Garden e Multifarious Flora

Alcuni esempi arrivano sempre dal brand Illulian che presenta Habitus Garden e Multifarious Flora firmati della stilista Paula Cademartori. Qui si sottolinea proprio il gioco cromatico e il forte impatto visivo applicato sulle forme sull’onda delle atmosfere eclettiche della Canifornia anni ‘50.

Tappeti moderni, ispirazioni naturali

Osservando la natura designer dei tappeti moderni trovano lo spunto per creare. Anche l’eruzione di un vulcano e la sua calata di lava disegna linee artistiche che posso trasformarsi in una tavolozza o nel nostro caso in un tappeto.

tappeti moderni design novità 2022
The Floor is Lava – Carpet Edition

Lo dimostra Carpet Edition che ha presentato la collezione The Floor Is Lava, una vera esplosione di energia sui pavimenti di casa, tra linee, colori e sagome che si rifanno alle immagini che la natura offre.

Tappeti moderni le novità 2022
Cut Out di Carpet Edition

Ma natura significa anche tradizione e quindi un viaggio nella cultura di un luogo. Così il tappeto Cut Out di Carpet Edition firmato Marcante – Testa riprende le tradizioni. Un ponte con i popoli che ci hanno trasmesso l’arte della filatura riporta con questo modello i tappeti moderni a linee più rigorose e geometriche.

Come disporre i tappeti

Il dilemma per chi già non è abituato ad un tappeto è quello di scontrarsi ulteriormente con forme e colori nuovi e fuori dal comune. Il cuore della casa per un tappeto è il soggiorno, lo spazio della convivialità e dell’ospitalità.

Il tappeto moderno in soggiorno può essere abbinato con un richiamo ai quadri, a dei dettagli cromatici dell’oggettistica. Centrato sulla zona divani, posizionato sotto il tavolo o traslato per coprire un’area più ampia può essere lui stesso un quadro da ammirare a terra. In camera un tappeto coccola ed avvolge, il bagno è un elemento di servizio pratico e irrinunciabile.

Per chi ha difficoltà nella scelta e nella configurazione del proprio ambiente con l’inserimento di un tappeto l’azienda Sirecom aiuta i propri clienti. Oltre a produrre tappeti moderni completamente personalizzabili propone un configuratore online con il quale l’utente può testate visivamente i prodotti e vederli inseriti nella propria casa. Una volta scelto il tappeto del cuore è possibile salvare il progetto per procedere con l’acquisto una volta convinti definitivamente. Più facile di così!

 

 

L’articolo Tappeti moderni: novità e idee d’arredo proviene da Dettagli Home Decor.

24 Giugno 2022 / / La Gatta Sul Tetto

Scopriamo la porta blindata in vetro, un’interessante novità che ci regala un’estetica accattivante pur garantendo elevati livelli di sicurezza.

Porta blindata in vetro

La porta blindata, si sa, è un elemento strutturale fondamentale dal punto di vista tecnico, imprescindibile “baluardo” per rendere sicura la propria casa, ma non bisogna trascurare il suo apporto in termini di design. Quella della porta blindata, d’altronde, è una superficie importante, di conseguenza sarebbe davvero un grosso errore sottovalutarla dal punto di vista estetico. Negli ultimi tempi si è affacciata, nel settore, una novità davvero intrigante, ovvero la porta blindata con vetro: scopriamo di cosa si tratta e soprattutto perché merita di essere considerata così speciale.

Vetro in una porta blindata: perché è una novità così interessante?

Il vetro è un materiale dal fascino proverbiale, non si afferma davvero nulla di nuovo nel sottolineare quanto sia piacevole ed accattivante, tuttavia il suo impiego per la produzione di una porta blindata rappresenta una novità assoluta.

Il vetro, infatti, non è sicuramente tra i materiali più inviolabili, di conseguenza il suo impiego per la realizzazione di un elemento che deve saper garantire la miglior sicurezza potrebbe suscitare qualche perplessità.

Eppure, come si può leggere su siti di aziende specializzate come www.arieteporteblindate.it, le porte blindate con vetro sono una realtà e riescono a far coesistere le ovvie esigenze di sicurezza ed inviolabilità con l’inconfondibile eleganza di questo materiale. Scopriamo in che modo.

Anzitutto, è utile sottolineare che per produrre queste porte non si utilizza un vetro qualunque, bensì uno speciale vetro anti-sfondamento in grado di resistere senza problemi anche a tentativi di effrazione particolarmente forti.

A livello tecnico, il vetro utilizzato per produrre queste porte blindate rappresenta a tutti gli effetti il cristallo più resistente che si sia mai utilizzato per creare delle porte.

Altri interessanti aspetti tecnici

A rendere interessanti queste porte blindate ci sono anche altri aspetti, come ad esempio la presenza di una lama parafreddo che ottimizza l’articolo dal punto di vista della resistenza alle intemperie, garantendo un isolamento termico impeccabile anche quando le temperature esterne sono particolarmente accentuate.

Non è da meno il cosiddetto “spioncino elettronico”, vera e propria telecamera che si sostituisce allo spioncino tradizionale e che propone le immagini di quanto è presente dietro la porta di casa direttamente sullo smartphone.

Questo sistema domotico consente di gestire l’abitazione anche quando si è fuori di casa, tramite l’apposito microfono, ad esempio, si può dire al corriere di lasciare un pacco dietro la porta, senza trascurare l’aspetto relativo alla sicurezza: la registrazione si avvia automaticamente quando qualcuno sosta dietro la porta per oltre 3 secondi, e questo può essere utilissimo per proteggere la casa.

I vantaggi della porta blindata in vetro

Al di là delle specificità del prodotto, quali sono i vantaggi legati all’utilizzo di una porta blindata con vetro?

Il primo, quello più evidente, è quello di natura estetica: porte come queste hanno una grande valenza decorativa, sia per gli interni che per le facciate esterne dell’immobile, e questo non è un aspetto da trascurare.

Allo stesso tempo, installare una porta blindata in vetro significa esaltare la luminosità degli ambienti, peraltro assicurarsi dell’illuminazione naturale è particolarmente importante nell’ingresso, dal momento che questo è, tradizionalmente, una delle stanze più buie della casa.

Non solo: la presenza del vetro può fungere da utile deterrente per i malintenzionati, dal momento che le trasparenze di questo materiale consentono di percepire subito la presenza di qualcuno al di là della porta.

Al contempo, le porte blindate in vetro assicurano la massima privacy, dal momento che dall’esterno, invece, non è possibile vedere al di là della porta.

23 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

Cappe sospese Elica arredano, illuminano e tolgono cattivi odori

Elica rinnova la gamma di cappe sospese. Ecco i loro pezzi iconici che arredano, illuminano e tolgono i cattivi odori con stile.

L’ambiente casa ha da tempo ridefinito i propri spazi, cambiando il modo in cui li viviamo e li concepiamo. Cucina e zona living, in particolare, si trovano spesso uniti in un’unica area, il fulcro della casa, e accolgono tanti momenti diversi della nostra giornata: relax, lavoro, allenamento, occasioni di convivialità…Questo dice molto sulle attuali esigenze del mercato, che chiede sempre di più prodotti in grado di coniugare estetica, funzionalità, elevate performance in un design unico e ricercato.

L’iconica gamma di cappe sospese Elica

Tutto ciò ha portato Elica al restyling dell’iconica gamma di cappe sospese che arredano, illuminano e tolgono i cattivi odori. Nate nel 2005 dall’idea creativa di Fabrizio Crisà, Elica è stato il primo brand a lanciarle. L’azienda ha saputo trasformare la cappa da cucina in un oggetto sospeso con la stessa forza evocativa di una lampada. I prodotti implementano tecnologie ed efficienza integrate in grado di migliorare la qualità della vita delle persone. L’evoluzione di questa linea agevola la valorizzazione del nuovo progetto di architettura che vede cucina e living uniti, proprio come complementi decorativi d’arredo.

I prodotti di questa linea si configurano come punti luce strategici e d’atmosfera. Il design esprime un linguaggio suggestivo, in grado di conferire carattere a qualsiasi spazio.

cappe da cucina decorative
modello Easy Ux

Easy UX, Wave UX e Summilux

Oggi Elica propone un restyling di tre modelli chiave: Easy UX, Wave UX e Summilux.

Wave UX ed Easy UX rappresentano una pietra miliare per Elica, dove la leggerezza della luce si accosta a potenti cuori aspiranti per dare vita a due prodotti dall’alto valore estetico. Cappe che diventano scenografici lampadari.

Wave UX ed Easy UX sono il frutto di un’intuizione che attinge dal passato per rinnovare il presente e inventare il futuro. Grande attenzione è stata dedicata al nuovo comando soft touch integrato nel pannello di aspirazione tramite una morbida curvatura sporgente che, pur restando nascosta, offre una ottima ergonomia di interazione e accesso diretto a tutte le funzioni.

cappe cucina moderne
cappa WAVE UX

Per la cappa Wave UX un tasto dedicato offre possibilità di controllo indipendente della luce ambiente che si diffonde attraverso le onde, sinuose fessure decorative che caratterizzano l’intera superficie. Le finiture esprimono forte personalità: inox e nero effetto soft touch per entrambi i modelli, a cui si aggiunge il bianco per la Easy UX. Sospese a soffitto con cavi regolabili in altezza, questi modelli possono essere installati anche a parete, tramite supporto accessorio per offrire la massima flessibilità per adattarsi a tutte le esigenze.

Cappe sospese per cucina e living insieme
Elica cappa Summilux

Summilux è dotata di una luce ambiente dall’intensità regolabile, perfetta per creare sempre la giusta atmosfera. Rinnovata per incontrare le nuove tendenze estetiche delle cucine moderne, offre due nuove finiture: effetto ghisa e Light Grey. Da oggi, inoltre è disponibile il nuovo sistema di installazione ad isola facile, veloce e sicuro oltre alla possibilità d’installazione a parete grazie al kit staffa accessorio.

cappe cucina sospese
INTERSTELLAR NERA

Cappe sospese Interstellar, Juno Urban, Ikona Light e Pix

Tra le cappe sospese di Elica troviamo anche altri modelli iconici che hanno fatto il successo di questa gamma. Tra queste Interstellar, la cappa con prismi in vetro che diffondono giochi di luce e di colori.

cappa sospesa con luce
Juno Urban

Il modello Juno Urban, caratterizzata da finiture in metallo effetto ghisa ed effetto zincato perfetto per cucine dallo stile urban e industrial.

Cappe sospese Elica
cappa lampadario IKONA LIGHT

Ikona Light, la cappa lampadario che sembra fluttuare nell’aria.

Infine, ecco Pix con il suo design essenziale, dotata di griglie in alluminio effetto ghisa e quattro eleganti finiture: bianco, nero, cemento e denim.

la gamma Elica di cappe sospese
PIX

Tutti modelli sono in grado di conferire carattere anche all’ambiente più essenziale, grazie alla forte attitudine contemporanea e alle funzioni tecnologiche, sapientemente integrate: così la cappa, da elemento essenziale per qualità della nostra vita, si eleva a oggetto di arredamento e design.

L’articolo Cappe sospese che arredano, illuminano e tolgono i cattivi odori proviene da Dettagli Home Decor.


Struttura a ponte
Struttura semplice con due piccole colonnine ai lati del letto
6 contenitori per riporre in ordine gli oggetti sugli scaffali, disponibili QUI in vari colori

Ci hanno commissionato una nuova struttura per una cameretta.

La famiglia possiede già un bel letto matrimoniale in pelle con testata iumbottita e lo vuole utilizzare per la cameretta del bambina sdrammatizzandolo ed inserendolo in un contesto più fanciullesco. Ho deciso di proporre una struttura a ponte, che ricrea il tanti amato castello, in modo da creare una cameretta da sogno per la bambina ma anche una struttura funzionale con librerie e contenitore. La struttura si può ampliare con gli elementi che si preferiscono: Un armadio con chiusura che riproduce un pone levatoio; panchetta trono; scaletta contenitore ecc. ecc. Questa è la grande differenza quando si acquistano arredi artigianali realizzati su misura e soprattutto su progetto; cioè disegnati proprio come li volete voi; personalizzati in ogni dettaglio costruttivo e decorativo

Struttura a ponte
Le colonnine si ingrandiscono
Struttura a ponte
Armadio ponte levatoio
Struttura a ponte
Librerie, trono e cappelliera e altri scaffali nella parte superiore
Scatole di varie dimensioni per arredare e contenere, come queste
Struttura a ponte
scaletta contenitore
La struttura può essere completata con cesti portaoggetti . Questo 31x31x31 lo trovate QUI
Struttura a ponte

Cuscino da vera principessa disponibile QUI

L’articolo Struttura a ponte su misura per il letto di una principessa proviene da Architettura e design a Roma.

23 Giugno 2022 / / La Gatta Sul Tetto

Scopriamo i vantaggi tecnici, estetici e funzionali delle porte in alluminio, un materiale versatile dalle innumerevoli qualità.

porte in alluminio

Dopo aver acquistato un appartamento, scelto il colore dei mobili e lo stile degli interni da voler seguire affinché si rispecchi il proprio estro e la propria personalità, tra le scelte più difficili da fare c’è quella delle porte, finestre, persiane, etc. Insomma, tutto ciò che riguarda quest’ambito. 

Per molti potrà essere una decisione di poco conto, in realtà è fondamentale per rendere la propria abitazione conforme al proprio essere. C’è bisogno di estrema attenzione sia per quanto riguarda l’ambito tecnico, quindi la manifattura, sia per quanto riguarda l’aspetto estetico

Un’ottima porta, curata nei minimi dettagli, che segue lo stile della propria casa, potrà già fornire, a colpo d’occhio, un’idea di come potrebbe essere l’interno della propria abitazione. Infatti, la scelta di una porta in alluminio può fare al caso vostro. Prima di addentrarci e analizzare questo tipo di materiale utilizzato e perché sceglierlo rispetto ad altri, per la costruzione del vostro ingresso e non solo, bisognerebbe affidarsi ad https://aluprof.com/it, azienda leader nel settore

L’alluminio: un ottimo materiale

L’alluminio, rispetto ad altri materiali, ha diverse proprietà che lo rendono il migliore per realizzare, appunto, porte in alluminio, oppure finestre e persiane in alluminio, etc. È molto resistente ed è sopratutto conforme ai principi di ecosostenibilità, tema molto importante e che, ad oggi, sta diventando principio fondamentale alla base di ogni tipo di costruzione e in ogni tipo di settore. 

Oltre a questo, l’alluminio è un materiale accattivante nell’estetica, permette di realizzare porte in alluminio contemporanee nel design e non solo. Chi deciderà di sceglierlo, vuol dire che era alla ricerca di quel modello in grado di rispettare il contesto dell’architettura moderna. Lo stile minimalista aiuterà tutti coloro che hanno intenzione di definire e rifinire gli ambienti per essere all’avanguardia e rispettare gli ultimi trend

Ovviamente questo materiale può essere scelto sia per chi sta pensando di ultimare la propria abitazione e sia per chi vuole, ad esempio, creare un sistema ad hoc di infissi esterni utilizzati nella costruzione della facciata di un edificio, come banche, hotel, uffici pubblici, etc.

Sistemi di porte e finestre in alluminio

La scelta di sistemi di porte e finestre può ricadere su quelle in alluminio, oltre per un fattore estetico, anche per diversi fattori citati poc’anzi. L’alluminio offre un ottimo isolamento termico, questo porta con sé il risparmio energetico. Infatti, delle porte d’ingresso in alluminio o delle finestre che assicurano un isolamento termico, garantiranno un funzionamento elevato degli impianti di riscaldamento e di raffreddamento. 

Inoltre, sarà garantito un alto livello di sicurezza. I serramenti in alluminio favoriscono una maggiore resistenza allo scasso rispetto ad altri materiali. Non solo, le porte d’ingresso in alluminio hanno un’elevata resistenza al fuoco. Un altro vantaggio è quello della manutenzione, essendo l’alluminio un materiale durevole nel tempo, vien da sé una ridotta manutenzione, i costi sono minimi. La cosa importante è occuparsi della pulizia ordinaria. Non sono richiesti per le porte in alluminio prodotti speciali o introvabili. 

Ricapitolando, per tutti coloro che hanno intenzione di scegliere la manifattura della propria porta, dovrebbe orientarsi su quella in alluminio e lo stesso vale per le persiane o per le finestre e non solo. Affidarsi a chi è specializzato nel settore, garantirà un prodotto d’eccellenza realizzato con precise caratteristiche per soddisfare anche il cliente più esigente. 

22 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

Cottage per le vacanze ispirato alla cabina di una nave

Siamo nella Repubblica Ceca, non lontano dalla diga di Vranov, sulle rive di un lago artificiale. In questo luogo, circondato dalla natura, sorge il piccolo cottage da sogno ispirato alla cabina di una nave progettato dallo studio Prodesi/Domesi.

Il committente aveva un desiderio preciso: realizzare un cottage in legno costruito sulle fondamenta della piccola casa ereditata dal nonno, dotata di tutto ciò che le moderne costruzioni in legno permettono oggi per diventare un comodo rifugio per le vacanze in famiglia. Naturalmente con la possibilità di accogliere anche gli amici.

Gli architetti Prodesi/Domesi hanno esaudito il desiderio realizzando la casa vacanze sulle fondamenta di quella esistente.  Il risultato è un piccolo cottage rivestito con assi di larice bruciate dal sole, in linea con la locale tradizione vernacolare.

Il progetto

La costruzione del cottage è andata di pari passo con il design degli interni in modo da poter sfruttare al meglio ogni centimetro di spazio disponibile.

Cottage da sogno sulle rive del lagoCottage in legno ispirato alla cabina di una nave

Al piano terra, nonostante la superficie ridotta di circa 5 x 8,5 m, i progettisti hanno ricavato cucina, sala da pranzo e soggiorno con vista fantastica sul livello dell’acqua; oltre al bagno con wc separato, una dispensa e un ripostiglio. L’ampio ingresso, attrezzato con una panca per cambiarsi, nasconde la scala che porta al piano superiore. Nella mansarda i progettisti hanno  ricavato due camere da letto e uno spogliatoio.

Cottage in legno ispirato alla cabina di una naveCottage sul lagocottage progettato dallo studio Prodesi/Domesi

“Abbiamo adottato un approccio inverso durante la progettazione del piano superiore. Per prima cosa abbiamo creato gli spazi necessari per le camere da letto e poi abbiamo “tagliato” la parte eccedente del tetto, in modo che la casa fosse il più piccola possibile. Il nostro obiettivo era progettare un edificio che si integrasse umilmente nel verde pendio sopra l’acqua con vecchie case per lo più modeste”, spiaga la progettista Klára Vratislavová.

Cottage da sogno costruito in legnoPiccolo cottage vacanze ispirato alla cabina di una navecasa vacanze sul lago

L’interno della casa è interconnesso, ma allo stesso tempo la mansarda offre molta privacy. Le pareti interne interamente rivestite in legno di abete offrono un rifugio accogliente, mentre le grandi vetrate si affacciano sull’acqua.

Nonostante le dimensioni contenute, la casa offre comunque uno spazio interno sorprendentemente grande, in grado di ospitare la famiglia del proprietario e gli amici in visita. Ci sono spazi di stoccaggio nascosti in ogni angolo della casa e ogni cosa ha il suo posto, proprio come una cabina di una nave.

casa vacanze in legno sul lago

Anche il contrasto tra l’esterno e l’interno è impressionante. Dall’esterno la casa risulta prettamente funzionale e modesta per il materiale utilizzato. Al contrario, l’interno è moderno, spazioso e curato nei minimi dettagli.

Fotografie di BoysPlayNice

L’articolo Cottage da sogno ispirato alla cabina di una nave proviene da Dettagli Home Decor.

22 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

 

shopping estivo da The Masie per arredi in rattan
collezione NOLI

Finalmente estate, da quanto attendavamo questa parola, quasi magica. The Masie è lo shop online perfetto per questa stagione, qui abbiamo trovato una selezione di arredi per esterni davvero interessanti. Parola d’ordine: rattan! Ecco cosa abbiamo scelto per voi.

Rattan naturale o sintetico?

Il rattan è un materiale naturale ricavato da diverse piante tropicali, elegante e ristente alle intemperie. Le fibre naturali rappresentano un simbolo di tendenza e stile e allo stesso tempo una scelta ecologica e sostenibile. Gli arredi per esterni in rattan richiedono poca manutenzione e sono resistenti agli agenti atmosferici. È consigliata una protezione dalle intemperie per prolungare la sua durata nel tempo.

Il rattan sintetico, invece, è un materiale industriale costituito da polietilene ad alta densità. Dall’aspetto simile alla versione naturale, offre il vantaggio di essere più durevole, resistente ai raggi UV del sole e all’acqua. Per la pulizia degli arredi in rattan sintetico è sufficiente un panno umido.

The Masie e gli arredi per esterni

Spesso incontriamo arredi in rattan nelle verande o per chi ama lo stile boho o country anche per complementi ed accessori all’interno della casa. Ma torniamo al vero focus di questa ricerca da The Masie per arredi da esterni per questa estate caliente.

shopping estivo da The Masie

Apriamo le danze con la poltroncina Balar in rattan sintetico si presta per ambienti dal carattere bohémien e un po’ etnico oppure per terrazzi. Balar fa parte di una collezione completa di elementi come Noli.

Poltroncine, divanetti e tavolini dalle basi intrecciate donano un tocco di aria fresca proprio per chi ne è alla ricerca fuori casa. Come tutte le fibre di questo genere il colore può variare leggermente per lavorazione e per luce solare.

Estate anche dentro casa

L’arredo fa stagione, così si potrebbe dire, perché basta cambiare qualche dettaglio e la casa muta in funzione del periodo che stiamo vivendo. Con The Masie vestiamo la casa per l’estate.
Ecco che il divano Evans, sempre in rattan, sembra essere un dettaglio che definisce l’estate anche dentro casa. E se non fosse estate potrebbe essere un luogo latineggiante oppure un harem in mezzo al deserto. Per camere da letto, soggiorni e, perché no, uffici ha una decorazione che lo caratterizza ed è completato da morbidi cuscini.

shopping estivo da The Masie per arredi in rattan

Anche Tahiti è una vera chicca che ci catapulta direttamente in un paradiso tropicale. È una credenza realizzata in rattan naturale con ripiani per molteplici usi, anche lei da posizionare sia all’ interno sia all’ esterno. Due bicchieri, del liquore, ghiaccio, palme e l’atmosfera è pronta.


E non può mancare un punto luce come la lampada Hopp, la sospensione con paralume in rattan, un progetto artigianale con i suoi intrecci unici.

facciamo shopping estivo da The Maise

Ultima ma non per importanza una sedia diversa dal solito rattan. Si chiama Orka e si ispira agli anni Sessanta con la sua forma sinuosa e i suoi braccioli. Ma quello che la contraddistingue è il colore che la rende assolutamente contemporanea.

L’articolo Rattan, shopping estivo da The Masie proviene da Dettagli Home Decor.

22 Giugno 2022 / / Romina Sita

Qual è il passaggio creativo che avviene tra la moodboard e la scelta esatta degli arredi da acquistare? Come si fa, da un collage di immagini di ispirazione, ad estrapolare l’idea di progetto per la propria casa? In questo articolo ti insegno a leggere e interpretare una moodboard, in modo da saper cogliere i giusti dettagli che ti portano a fare le corrette scelte che riguardano l’arredo della tua casa.

INDICE DEI CONTENUTI
A cosa serve la moodboard?
Perché la moodboard ti spaventa?
Interpreta correttamente la tua moodboard
3 esempi di moodboard e relativa idea di arredo
#1 – Nordico Rustico
#2 – Soft Minimal
#3 – Tropical Moderno

A cosa serve la moodboard?

Quante volte hai sentito parlare di moodboard? Probabilmente parecchie, soprattutto se segui questo blog da un pò.
La moodboard, non mi stancherò mai di dirlo, è una componente fondamentale di ogni progetto di arredo, perché è l’ingrediente base che getta le fondamenta, quello che evita di farci compiere errori, mantenendo sempre una logica sensata, senza farci sbandare o cambiare rotta (a meno che non siamo noi a deciderlo con volontà e consapevolezza).

“La moodboard rappresenta l’insieme di forme, materiali e colori che il vostro progetto di arredo deve contenere. Gli elementi che sceglierete (pareti, pavimenti, arredi e oggetti decorativi) avranno le stesse caratteristiche contenute nella moodboard. Solo così riuscirete a ricreare quel mood, quello stile e quelle tre paroline chiave che avete definito durante la creazione della moodboard. “

“Uno spettacolo di casa” di Romina Sita

Perché la moodboard ti spaventa?

Io lo so, la moodboard ti spaventa, pensi che sia uno spreco di tempo e che non servi a nulla. Ascoltami, il motivo di questa sensazione è dovuto dal fatto che ti manca un passaggio fondamentale dal comprendere la sua utilità.

Scommetto che non riesci mai a capire esattamente come tutte quelle bellissime immagini ispirazionali possano aiutarti a scegliere il tavolo, le sedie, il divano della tua casa.

Quelle immagini, che non necessariamente contengono un tavolo, una sedia e un divano, possono però darti le giuste indicazioni per portarti a scegliere il giusto tavolo, le giuste sedie e il giusto divano.

Sono qui per aiutarti, per renderti semplice questo concetto, ma che quando lo avrai compreso, ti si aprirà un mondo!

Interpreta correttamente la tua moodboard

Realizzare una moodboard è facile e divertente, qui ti spiego la mia ricetta per crearne una da zero. Dopo averne creata una tutta tua che segue i tuoi gusti e personalità, ti ritroverai in mano una raccolta di magnifiche immagini, ma che a questo punto potresti trovare difficili da leggere ed interpretare.

Partiamo dalla palette colori. La moodboard è sempre corredata di palette colori, elemento grafico fondamentale, che ti aiuta ad ottenere a colpo d’occhio un’idea precisa di tutti i principali colori rappresentati nella moodboard.

Questi saranno i colori che la tua stanza dovrà esprimere. Ma per quanto riguarda lo stile, le linee degli arredi e i materiali?

Per quelli, sono le immagini stesse che parlano, che contengono uno stile (o più di uno), delle forme, dei pattern e delle emozioni. Ed è proprio questo il passaggio, la trasformazione che devi cercare. Devi identificare i segni distintivi della moodboard e trasportarli nella tua idea di arredo, rispettando la funzionalità e le esigenze della casa e della famiglia.

Per spiegarti ciò che intendo, ti mostro

3 esempi di moodboard e relativa idea di arredo

Per ognuno dei 3 esempi qui di seguito, trovi una MOODBOARD e un collage di arredi selezionati (che io chiamo TAVOLA ARREDI), che rappresentano proprio il passaggio creativo di cui ti parlavo all’inizio. 

Gli arredi rappresentati nella tavola arredi potrebbero ad esempio essere esattamente gli arredi che andrai a selezionare e acquistare per la tua stanza della casa.

Osserva le MOODBOARD qui sotto e concentrati sulle immagini contenute al suo interno. Per ognuna chiediti:

  • quali sono i materiali principali?
  • quali sono le forme più ricorrenti?
  • che tipi di pattern vedo?
  • quali sono i 5 colori principali?
  • che sensazioni (mood) mi trasmettono queste immagini?

Le risposte a queste domande rappresentano le caratteristiche degli arredi che andrai a scegliere per arredare la tua stanza.

Ogni volta che cerchi un arredo o oggetto da inserire nella TAVOLA ARREDI, chiediti:

  • rispetta uno o più dei materiali, forme, pattern e colori della moodboard?
  • rispetta il mood della moodboard?

Se la risposta è SÌ, allora è approvato.

Se la risposta è NO, cerca qualcos’altro di più adatto.

Ricorda, se la moodboard ai tuoi occhi funziona, cioè è armonica e bella da vedere, allora sicuramente anche gli arredi selezionati in funzione di essa lo saranno.

Vediamo insieme i 3 esempi che ho preparato per te.

MOODBOARD #1

Nordico Rustico

moodboard-idea-arredo-es.1A
MOODBOARD #1

Elementi distintivi MOODBOARD #1

  • MATERIALI: legno grezzo, legno bianco, acciaio
  • FORME: semplici e comode
  • PATTERN: geometrico
  • COLORI: nero, blu, bianco sporco, nocciola e giallo senape
  • MOOD: naturale, accogliente e trendy
moodboard-idea-arredo-es.1B
TAVOLA ARREDI #1

MOODBOARD #2

Soft Minimal

moodboard-idea-arredo-es.2A
MOODBOARD #2

Elementi distintivi MOODBOARD #2

  • MATERIALI: marmo, metallo, legno scuro
  • FORME: morbide e geometriche
  • PATTERN: disegni astratti
  • COLORI: verde salvia, nero, grigio chiaro, bianco e rosa pastello
  • MOOD: minimal, fresco e raffinato
moodboard-idea-arredo-es.2B
TAVOLA ARREDI #2

MOODBOARD #3

Tropical Moderno

moodboard-idea-arredo-es.3A
MOODBOARD #3

Elementi distintivi MOODBOARD #3

  • MATERIALI: tessuti materici (bouclè, velluto, goffrato), legno naturale
  • FORME: morbide e organiche
  • PATTERN: astratti e geometrici
  • COLORI: verdi caldi, bianco burro, nocciola e nero 
  • MOOD: tropical, moderno ed elegante
moodboard-idea-arredo-es.3B
TAVOLA ARREDI #3

Per creare le mie moodbord utilizzo sempre Canva, piattaforma gratuita e molto intuitiva, quindi ideale anche per i principianti. Qui ad esempio puoi trovare del template già pronti per creare le tue moodboard.

Ora sai esattamente come leggere e interpretare una moodboard e conosci i dettagli a cui devi prestare attenzione quando avviene il passaggio tra moodboard e idea di arredo.

Non ti resta che metterti all’opera. Mi farebbe molto piacere vedere i tuoi traguardi, se ti va scrivimi a info@rominasita.it, anche solo per un confronto.

Ciao e buon lavoro!! 😉

L’articolo Il segreto per trasformare una moodboard in un’idea di arredo per la tua casa sembra essere il primo su Romina • Home Lover.