BLOG ARREDAMENTO Posts

30 Novembre 2022 / / Dettagli Home Decor

promozioni e sconti del Gruppo Gabel per il Black Friday
tessile letto Gabel

Lunedì 21 è iniziata la black week del Gruppo Gabel, che durerà fino al 28 novembre e che propone grandi sconti e promozioni su tutto l’assortimento Gabel1957, Somma1867, VallesusaCASA e Pretti.

In attesa del “venerdì nero”, il gruppo industriale comasco, storico produttore di biancheria per la casa, offre la possibilità di accedere a sconti dal 20% al 50% su una selezione di articoli del catalogo on line. Il 25 novembre, Black Friday, l’azienda propone uno sconto del 20% su tutto il catalogo dei prodotti on line. Gli sconti, naturalmente, saranno presenti anche nei punti vendita GabelCASA.

Black Friday anche sulle novità di Natale

Da non perdere, poi, le novità di Natale in promozione. Con l’occasione VallesusaCASA presenta Merry Christmas, una collezione natalizia pensata per impreziosire la propria tavola in vista delle feste. Durante il Black Friday sarà acquistabile con il 40% di sconto: prodotti 100% realizzati in Italia e certificati per garantire la salute dei consumatori. La collezione dedicata al Natale offre diverse tipologie di tovaglie e runner disponibili in 5 nuovi disegni: Aiko, Flora, Rudolph, Vixen e Dasher.

Black Friday sulle novità Natale del Gruppo Gabel
collezione Merry Christmas

Alberi, decorazioni, stelle e colori tradizionali che richiamano lo spirito delle feste, rendono questi prodotti adatti per decorare le tavole di tutte le case incontrando i gusti differenti di ogni consumatore!

Date e informazioni sulla Black Week del Gruppo Gabel

Ecco di seguito gli sconti previsti in base alle date:

21-24 NOVEMBRE BLACK WEEK: Sconti sino al 50% su una selezione di articoli (con categoria dedicata BLACKWEEK)

25 NOVEMBRE BLACK FRIDAY: Sconto del 20% sull’intero catalogo + sino a 50% su una selezione di articoli (con categoria dedicata BLACKWEEK)

26-28 NOVEMBRE BLACK WEEK: Sconti sino al 50% su una selezione di articoli (con categoria dedicata BLACKWEEK)

Come da calendario le promozioni terminano col Cyber Monday, lunedì 28 novembre, con altri imperdibili sconti fino al 50% su una selezione di prodotti.

Informazioni sul Black Friday del Gruppo Gabel
plaid e coperte Somma

Sostenibilità e qualità Made in Italy

In un momento in cui i grandi della Terra si riuniscono per ripensare il rapporto fra l’uomo e il suo ambiente, il Gruppo Gabel cerca di fare la sua parte, dando ai consumatori la possibilità di fare scelte consapevoli, proponendo un assortimento unico di prodotti 100% Made in Italyeco-sostenibili e di elevatissima qualità, con cui rendere più caldi e accoglienti i momenti più importanti della vita.

Tutte le collezioni sono disponibili in tutti i punti vendita GabelCASA, sugli shop online www.gabel1957.it e www.somma1867.it e nei migliori negozi di biancheria.

L’articolo Con il Gruppo Gabel il Black Friday dura una settimana intera proviene da Dettagli Home Decor.

30 Novembre 2022 / / Dettagli Home Decor

Land on Water, le architetture galleggianti progettate dallo studio MAST

Lo studio danese di architettura marittima MAST ha sviluppato il progetto “ Land on Water”, un sistema modulare e sostenibile per la costruzione di architetture galleggianti.

Si tratta di una soluzione adattabile, che permette di costruire quasi tutto sull’acqua: case galleggianti, campeggi, anche piccoli parchi e centri comunitari. Il progetto rappresenta una risposta al riconoscimento dell’innalzamento del livello del mare e dell’aumento dei rischi di inondazione urbana, che ha portato a un crescente interesse nell’adattare l’architettura per essere costruita sull’acqua.

Il progetto Land on Water

“Land on Water” propone una soluzione flessibile e sostenibile, punto di partenza dalle architetture galleggianti precedenti, che si sono rivelate difficili da adattare e da trasportare. Le quali, inoltre, utilizzano spesso materiali non sostenibili come fondazioni in cemento armato di polistirene o pontoni di plastica. Il progetto è sviluppato con il supporto di Hubert Rhomberg & venture studio FRAGILE.



Com’è fatto

Il sistema si basa su fondazioni galleggianti flat-pack, facili da trasportare e assemblare con diverse configurazioni. Il sistema si ispira alle costruzioni di gabbioni, una tecnologia che utilizza gabbie in rete riempite di macerie per creare fondamenta o pareti a basso costo. In questo caso, le gabbie flat pack, realizzate in plastica rinforzata e riciclata, sono riempite con materiali di galleggiamento riciclati di provenienza locale in grado di sostenere il peso della struttura sulla parte superiore. Ciò ha l’ulteriore vantaggio che il materiale di galleggiamento può essere adattato o adattato in qualsiasi momento al peso dell’edificio soprastante.

Architetture galleggianti sostenibili

Il progetto Land on Water promette di creare una soluzione sostenibile sia sopra che sotto l’acqua. Le fondazioni possono fornire un buon habitat per pesci e crostacei. Inoltre, forniscono anche un punto di ancoraggio per molluschi e alghe, contribuendo così ad arricchire la biodiversità dell’ecosistema locale. Il sistema evita l’utilizzo di materiali tossici come le vernici antivegetative, spesso utilizzate per il trattamento delle fondazioni in acciaio e cemento.

L’articolo Architetture galleggianti: il progetto Land on Water by MAST proviene da Dettagli Home Decor.

30 Novembre 2022 / / Dettagli Home Decor

Scegliere l'albero di Natale, vero o artificiale?

E’ tempo di pensare all’irrinunciabile albero di Natale e se il vostro dubbio è se acquistarlo vero o artificiale, la risposta è sicuramente vero! Ecco tutto ciò che c’è devi sapere.

Sono molti i vantaggi nell’acquistare un albero di Natale vero. Innanzitutto possono essere collocati sia fuori che dentro casa, regalando un inconfondibile profumo di festa, inoltre l’albero di natale vero è senza dubbio una scelta sostenibile e rispettosa dell’ambiente.
Pensate infatti che la maggior parte degli alberi di Natale artificiali sono realizzati in PVC e metallo, materiali non certo biodegradabili, inoltre provengono principalmente dalla Cina e il loro trasporto comporta emissioni elevate di anidride carbonica. Secondo una stima di Coldiretti, i 500 mila alberi artificiali acquistati ogni anno in Italia liberano ben 115 mila tonnellate di CO2.

Gli alberi di Natale veri, pini o abeti, in Italia non provengono dai boschi ma sono quasi tutti coltivati da vivai e solo una minima parte proviene dall’Europa settentrionale.

Naturalmente un albero di natale vero necessita di cure e attenzioni rispetto a quello artificiale, ma nulla di così complicato da farci optare per un albero finto!

Come scegliere e prendersi cura di un albero di Natale vero

L’albero di Natale vivo ha un fascino straordinario e merita quindi di ricevere cure adeguate, a partire dalla scelta della tipologia. Esistono infatti diversi tipi di abeti natalizi che offono alcuni vantaggi nella forma degli aghi, più morbidi, e nella loro resistenza. Si tratta di alberi che si possono conservare in vaso oppure in giardino, come preferite. Prima di acquistare l’albero è bene misurare lo spazio in cui andrà collocato e capire anche se la dimensione scelta è trasportabile con l’auto.

Scegliere l’esemplare migliore

In fase di scelta basteranno alcuni rapidi controlli per scegliere un albero sano e robusto.

  • Sollevate l’albero per verificarne il peso. Un albero pesante ha ancora un elevato contenuto di acqua e quindi dura più a lungo.
  • I rami devono essere sani e vigorosi. Prova a scuotere leggermente la pianta, se cadono solo alcuni aghi secchi va bene, se invece cadono aghi verdi una volta a casa ne cadranno molti di più.
  • Fai scorrere la mano lungo gli steli, gli aghi non dovrebbero cadere.
  • Se la pianta è in vaso, tocca il terreno per verificare se è umido

Come conservarlo una volta a casa

Una volta portato a casa il tuo albero di Natale vero metti la base in un secchio d’acqua fresca per almeno uno o due giorni all’aperto. Questo, perché il calore dentro casa favorisce la caduta degli aghi e così facendo l’alberò resisterà di più.

Prima di spostarlo all’interno verifica la chioma e se occorre taglia i rami troppo pieni. Così facendo si favorisce anche il mantenimento dell’umidità e quindi degli aghi sui rami.

Quando bagnare l’abete

Gli abeti in vaso richiedeono un terreno sempre leggermente umido, evitando il ristagno d’acqua nel sottovaso. Vaporizzare acqua sugli aghi è d’aiuto a mantenere in salute l’albero e ridurre il fenomeno della caduta.

Dove posizionarlo in casa?

Lontano dai termosifoni e qualsiasi altra fonte di calore. Un ambiente arioso e luminoso aiuta la pianta a stare in salute. Infine, di notte meglio spegnere le luci perché aumentano il calore proprio vicino agli aghi.

L’articolo Albero di Natale vero o artificiale? Meglio vero proviene da Dettagli Home Decor.

30 Novembre 2022 / / Case e Interni

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni e idee per trasformare la tua casa per il periodo delle Feste visitando un’elegante casa scandinava.

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, viene spontaneo rivolgersi al nord Europa, in cerca di ispirazioni. Le eleganti case scandinave offrono sempre spunti interessanti.

Oggi abbiamo una villa nobiliare di 250 metri quadrati, del 1927, situata nei sobborghi di Copenhagen. Qui ci vive Emilie – la fondatrice del brand di lifestyle danese Studio Belle-Soeur – con la sua famiglia. Non sorprende che la padrona di casa, esperta di moda e bellezza, trasferisca nei suoi interni eleganza e raffinatezza. Le decorazioni natalizie non potevano essere da meno e sono in stile con il resto dell’arredamento.

Riguardo i colori, Emilie si attiene alle classiche tonalità natalizie, verde e rosso. Un classico Natale, sobrio ed elegante, dove la proprietaria trasmette i ricordi della sua infanzia.

Nell’ingresso troviamo una splendida scala in legno dipinto di bianco tranne il corrimano, con passatoia nera, in abbinamento al pavimento a scacchi bianco e nero. Le pareti sono grige e presentano una decorativa boiserie bianca. Una ghirlanda di abete si snoda lungo il bel corrimano fino al primo piano.

Dall’ingresso si passa attraverso un bel disimpegno che collega soggiorno e pranzo. E’ qui che troneggia l’albero di Natale, vero e non artificiale, addobbato di palline rosse e bandierine danesi e illuminato da candeline. I regali di Natale sono avvolti in carta dalle fantasie raffinate, provenienti del negozio online di Emilie, Studiobellesoeur.com.

Nel soggiorno dai toni neutri, il divano lineare, disegnato da Børge Mogensen, trova posto al centro della grande finestra bow-window. Questo angolo accogliente è completato da una comoda poltrona (disegnata da Phillip Arctander) e un tavolino quadrato dagli angoli arrotondati, addobbato con le candele dell’Avvento.

Nella sala da pranzo, il lungo tavolo di legno chiaro è circondato dalle iconiche “Y-chair”, disegnate da Hans J. Wegner per Carl Hansen & Søn, qui in colore nero. Scendono giù da un classico rosone due lampade a sospensione dorate per illuminare la tavola delle Feste.

Dalla sala da pranzo, attraverso una porta, si intravede la cucina, i cui mobili sono di un bellissimo ed originale color cipria, con bordo in multistrato a vista. Il lavandino si trova proprio al centro della finestra, per facilitare l’apertura della stessa. Sul piano, sempre rosa, piatti ed alzatine sono ricchi di dolci dai colori pastello. 

Interessante il pavimento in piastrelle bianche rettangolari, posate a spina di pesce, come il parquet del soggiorno: un’idea da copiare per interni new classici.

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Ispirazioni di Natale in un'elegante casa in Danimarca

Foto: Anitta Behrendt / Styling: Rikke Graff

Fonte: Bolig

___________________
Anna e Marco DMstudio – CASE E INTERNI

30 Novembre 2022 / / ChiccaCasa

Non fare l’albero di Natale: ecco perché non è una scelta così assurda

Unpopular opinion: l’albero di Natale non mi piace.

Bel colmo per una che, da sempre, è appassionata (forse meglio ossessionata) di decorazione di interni.

Eppure, quando a novembre le grandi catene di negozi trasformano il sacro reparto delle piante in un villaggio natalizio, a me viene il voltastomaco.

Quel tripudio di stucchevoli palline di Natale e stelline glassate con lustrini, paillette e finta neve corrisponde alla mia istantanea fuga verso altre direzioni, il più possibile lontane e prive di ogni riferimento alle feste.

Non sono il Grinch, ho solo sviluppato una certa avversione a tutto ciò che è un bene legato esclusivamente al consumismo: la rovina del senso estetico. 

Al contrario, apprezzo molto l’autenticità. Una banale pallina di vetro, mi appaga molto di più di un articolato e super glitterato alberello.

Inutile dire che non sento mai il forte bisogno di cospargere di lucine anche il soffitto, quando le temperature esterne iniziano a farsi più rigide e mancano solo 64 giorni a Natale.

l'albero di natale - chiccacasa - albero di natale con lucine

Perché non fare l’albero di Natale?


Se è finto, inquina. Solitamente gli alberi di Natale sono in PVC, un tipo di plastica difficilmente riciclabile, oppure in altri materiali rigorosamente derivanti dal petrolio. 
Ogni anno, in Italia, vengono venduti 5 milioni di alberi di plastica (dato Coldiretti). C’è una buona probabilità che una cospicua parte di essi venga comprata in sostituzione di un albero vecchio, che diventa automaticamente rifiuto plastico, difficilmente riciclabile. 
Un’altra pianta di plastica. Detesti le piante di plastica, ma hai un albero di Natale finto? Forse non hai mai riflettuto sul fatto che… l’albero di Natale è una pianta finta. Visto da questa prospettiva perde un po’ di poesia, no?
L’albero di Natale vero, è stupendo. Su questo non contesto. Ha un profumo inebriante ed è tutta un’altra storia rispetto a quello in PVC.
Ci sono due tipologie commerciali di alberi di Natale naturali: 
  • quello con il panetto di terra, e le radici che non è altro che un baby abete;
  • il cimale: lo sfalcio della cima di un abete in natura, senza radici.
Qual è meglio? Dal mio punto di vista, il secondo.
L’abete con le radici è, ricordiamocelo, un essere vivo. Lo portiamo in casa quando i riscaldamenti sono accesi, appesantiamo i rami con medaglioni dorati, lo fasciamo di lucine e, magari, lo piazziamo pure in un angolo buio della casa. Ah, poca acqua, sennò sgocciola e nessuna nebulizzazione: si rischia il cortocircuito.
Finite le feste, dopo più di un mese a 20°, al buio, lo sbattiamo fuori a tre gradi e ci stupiamo che muoia dopo due giorni.
Ogni anno, ne vengono venduti 13,5 milioni soltanto in Italia. Secondo te quanti sono quelli che superano l’inverno?
Io l’ho fatto questo errore e non ho intenzione di ripeterlo.
albero di natale - chiccacasa - abete secco

Il cimale è la soluzione più sostenibile, in termini pratici e ambientali. Non dobbiamo preoccuparci dell’esposizione, né dei pesi. 
I contro del cimale sono di natura etica, estetica e botanica. Cimare una pianta che si sviluppa a cono  significa cambiare il suo tipico aspetto. La punta dell’abete non ricrescerà, ma sarà sostituita da rami apicali che andranno a deformare l’estetica della pianta, alterando il suo bilanciamento. 
Non sono sicura ne valga davvero la pena.
Tu che ne pensi? Scrivilo in un commento sotto questo articolo.

Addobbare casa senza albero di Natale


Non ho intenzione di lasciarti senza decorazioni verdi per Natale.
L’albero non è una scelta obbligata. Sei liber3 di farne a meno, se vuoi.
Ci sono addobbi alternativi che porteranno all’istante la magia delle feste in casa.
Un’ottima alternativa all’albero è rappresentata dai rami di conifere.
Attenzione, ho detto rami, non cime.
Derivano da alberi che vengono sfalciati. I rami, al contrario delle cime, ricrescono.
Comprale in vivaio o dal fioraio: queste attività commerciali hanno rami di abeti e pini coltivati proprio per i rami decorativi.
Possono essere utilizzati per costruire ghirlande oppure come festoni da far scivolare su un mobile, sul camino, intorno a un’apertura passante o sul corrimano delle scale.
Guarda queste immagini e dimmi: si nota tanto l’assenza dell’albero?
rami di abete - chiccacasa - addobbi con conifere
fonti, in senso orario: 1. 2. 3.
albero di natale - chiccacasa - albero di natale parete
In vaso, combinate con pigne e altri elementi naturali, i rami di conifere danno la stessa percezione invernale e naturale del classico albero di Natale.


albero di natale - chiccacasa - alternative all'albero di natale
fonti, in senso orario, da in alto a sinistra; 1.  2. 3.

Avevi mai ipotizzato un Natale senza albero? Come la pensi?
Fammelo sapere in un commento qui sotto.

30 Novembre 2022 / / Nell'Essenziale

Ciao creativa oggi vediamo come fare un fiocco senza cucire e con la macchina da cucire! ho creato più tutorial per realizzare fiocchi, cominciamo da quello più semplice ossia senza cuciture!

Come fare un fiocco senza cucire

Materiale occorrente per realizzare il fiocco con le alette:

  • Tessuto scozzese 70x20cm e 50x20cm.
  • Velluto 12x6cm.
  • Cordino.
  • Colla a caldo.

Materiale occorrente per realizzare il fiocco semplice:

  • Tessuto scozzese 50x20cm.
  • Velluto 12x6cm.
  • Cordino.
  • Colla a caldo.

Video tutorial

 

Procedura:

  1. Taglia il tessuto scozzese nelle misure 70x20cm e 50x20cm.
  2. Prendi il tessuto 70x20cm piegalo sul lato ungo e taglia le punte per creare gli angoli.
  3. Incolla tutto intorno mettendo un filo di colla ad 1cm dal margine, lascia una apertura per girare sul dritto al centro.
  4. Gira sul dritto.
  5. Prendi la sezione di tessuto 50x20cm Incolla anche questa tutto intorno mettendo un filo di colla ad 1cm dal margine, lascia una apertura per girare sul dritto al centro.
  6. Gira sul dritto.
  7. Raccogli il tessuto al centro creando una fisarmonica e lega con il cordino. Io ho utilizzato un cordino elastico, ma uno qualsiasi va bene. Con lo stesso cordino lega le alette.
  8. Prendi la sezione di velluto, piega 1 cm da un margine e 1cm dall’altro ed incolla sul retro creando un’asola.
  9. Copri il cordino con il velluto incollando i due capi sul tetro, uno sull’altro.

Tempo necessario: 10 minuti

Tutorial Fiocco sagomato

Ora ti mostro come realizzare un fiocco sagomato, perfetto come decorazione natalizia per le tue creazioni!

Come fare un fiocco sagomato

Materiale occorrente

  • Tessuto scozzese. Per il fiocco piccolo 2 sezioni 15x12cm mentre per il fiocco grande 2 sezioni 20x16cm.
  • Nastro da 1 cm o tessuto .
  • Colla a caldo ago e filo.

Procedura:

  1. Stampa e ritaglia il cartamodello.
  2. Riporta il cartamodello sul retro del tessuto
  3. Doppia il tessuto posizionando dritto su dritto.
  4. Cuci intorno alla sagoma disegnata.
  5. Ritaglia lasciando 1 cm di margine, in alcune zone dovrai lasciar meno margine.
  6. Crea con molta cura dei tagli in tutte le zone concave. Questo passaggio è fondamentale.
  7. Crea un taglio di 3 cm sul retro del fiocco.
  8. Gira sul dritto aiutandoti con un ferro per lavorare a maglia.
  9. Cuci il taglio se necessario.
  10. Crea un punto filza al centro del fiocco.
  11. Copri il punto filza con un nastrino da 1 cm oppure crea un’asola piegando il tessuto in tinta unita 3 cm x 5.
  12. Blocca sul retro con qualche punto.

Tempo necessario: 15 minuti

Scarica qui il cartamodello.

Novità in arrivo !

Sto attivando una nuova funzione di abbonamento con contenuti esclusivi. Questi contenuti comprendono una serie di video corsi e progetti da me creati su articoli per la casa come copriforno, runner tovaglie ecc.. visibili sono al gruppo di abbonati.

Cosa troverai quindi nel gruppo? Nel gruppo troverai una serie di corsi , progetti e cartamodelli esclusivi solo per te che ti abboni alla cifra simbolica di 1.99 al mese.

Alcuni di questi saranno disponibili sempre, ed altri solo per un periodo di tempo. Presto pubblicherò la programmazione! Intanto Vai al gruppo di abbonati su Facebook da mobile, trovi la funzione nella mia pagina Nell’Essenziale su Facebook.

Ciao ed al prossimo video!

Rosa

Questo articolo Come fare un fiocco senza cucire proviene da NellEssenziale.

30 Novembre 2022 / / Nell'Essenziale

Ciao Creativa! Oggi ho realizzato un tutorial per creare il corno portafortuna in stoffa con dei bellissimi fiocchi natalizi!

corni portafortuna
Corni portafortuna imbottiti.

Tutorial corno portafortuna in stoffa

Materiale occorrente per creare il corno portafortuna in stoffa:

  • Velluto rosso
  • Imbottitura pe bambole.
  • Nastro scozzese.
  • Nastro in velluto.
  • Cordino rosso.
  • Pigne piccole da 3cm.
  • Ago, filo e colla a caldo.

Procedura:

  1. Stampa i cartamodelli che trovi infondo al paragrafo, disegnali e ritagliali sul retro del velluto lasciando 1 cm di margine. Disegna 1 sagoma per ogni corno che vuoi realizzare, io ho utilizzato il modello medio e due piccoli.
  2. Posiziona una sagoma dritto su dritto del velluto e cuci sulla linea del disegno.
  3. Ritaglia il tessuto in eccesso, effettua dei taglietti sulle zone concave e rigira sul dritto.
  4. Imbottisci con l’imbottitura per bambole.
  5. Chiudi l’apertura del corno più grande cn ago e filo realizzando un punto filza.
  6. Blocca il cordino ed incolla il velluto verde (Io ho utilizzato un nastro altro 3 cm).
  7. Incolla fiocchi e decorazioni.
  8. Chiudi i corni piccoli incollando il nastro scozzese e inserisci il cordino.
  9. Decora i corni piccoli con i fiocchi scozzesi.
  10. Incolla il cordino dei corni sul fiocco grande che preferisci.

Tempo necessario: 35 minuti

Scarica qui il cartamodello del corno

Cosa puoi fare con questo corno portafortuna imbottito?

Ecco delle idee fantastiche! Puoi infatti lasciare questi corni portafortuna da soli per appenderli all’albero di Natale, alle maniglie delle porte, ai pomelli dei mobili, oppure puoi unirli a dei fiocchi per farne dietroporta, ghirlande e fiocchi portafortuna!

fiocco corno portafortuna in stoffadietroporta con corno portafortunacorno portafortuna in stoffa

Ed anche per oggi è tutto! Ci vediamo al prossimo video tutorial!

Per rimanere sempre aggiornata sui miei tutorial iscriviti al mio canale Nell’Essenziale su YouTube! Visita anche la sezione corsi di cucito creativo, qui troverai tanti video per realizzare i coordinati che vedi in questo sito

Ciao!!

Rosa

Questo articolo Tutorial corno portafortuna in stoffa proviene da NellEssenziale.

30 Novembre 2022 / / Nell'Essenziale

Buongiorno Creativa! eccoci qui oggi con un nuovo super video tutorial! oggi ti mostro come creare una presina a stella natalizia! Questa presina è perfetta come regalo di Natale fai da te, economico ma di grande effetto!

presina a stella natalizia

Materiale occorrente per una presina a stella natalizia:

  • 2 tessuti natalizi diversi 30x20cm
  • Passamaneria coordinata con inserto da cucire 30cm.
  • Imbottitura in silicone e/o imbottitura ignifuga.
  • Tessuto per il retro 40x40cm.
  • Tessuto per l’asola 5×15 cm.
  • Fettuccia o nastro coordinato per creare il fiocco.
  • Ago filo, spilli, macchina da cucire.

Video tutorial su come creare una presina a stella natalizia

Procedura:

  1. Stampa la lista del materiale occorrente.
  2. Stampa e ritaglia il cartamodello, assemblala le due parti unendole con del nastro adesivo.
  3. Posiziona i tessuti scelti sul piano di lavoro, allinea la passamaneria scelta e cucila sul dritto di uno dei tessuti.
  4. Posiziona il secondo tessuto dritto su dritto e cuci come in video.
  5. Apri i tessuti cuciti ed impuntura.
  6. Disegna il cartamodello sul retro dei tessuti assemblati e ritaglia lasciando 1 cm di margine dal disegno.
  7. Crea l’asola ripiegando il tessuto 5×15 cm su se stesso come in video e cucilo.
  8. Piega in due l’asola e fissala sul dritto di una delle punte.
  9. Prepara sul piano di lavoro imbottitura e retro del tessuto rivolto con il rovescio sull’imbottitura (il lato dritto del tessuto deve essere rivolto verso di te), posiziona i tessuti assemblati dritto su dritto sul tessuto per il retro.
  10. Cuci tutto intorno al disegno lasciando un’apertura per girare il lavoro sul dritto.
  11. Togli gli spilli e ritaglia il tessuto in eccesso lasciando circa 1cm di tessuto in eccesso.
  12. Crea dei taglietti nelle zone concave.
  13. Gira sul dritto.
  14. Cuci l’apertura con un punto nascosto.
  15. Stira.
  16. Crea un fiocco e cucilo su una delle punte.

Tempo necessario: 35 minuti

Scarica qui il Cartamodello della Presina

Oggi oltre a questo video ti do una fantastica news!

Sto attivando una nuova funzione di abbonamento con contenuti esclusivi. Questi contenuti comprendono una serie di video corsi e progetti da me creati su articoli per la casa come copriforno, runner tovaglie ecc.. visibili sono al gruppo di abbonati.

Cosa troverai quindi nel gruppo? Nel gruppo troverai una serie di corsi , progetti e cartamodelli esclusivi solo per te che ti abboni alla cifra simbolica di 1.99 al mese. 

Alcuni di questi saranno disponibili sempre, ed altri solo per un periodo di tempo. Presto pubblicherò la programmazione! Intanto Vai al gruppo di abbonati su Facebook

Ciao ed al prossimo video!

Rosa

Questo articolo Presina a stella natalizia proviene da NellEssenziale.

30 Novembre 2022 / / Things I Like Today

Olafur Eliasson Nel tuo Tempo Mostra Palazzo Strozzi Firenze

“Nel tuo tempo” di Olafur Eliasson è una mostra coinvolgente che ci fa conoscere da vicino uno dei più importanti artisti contemporanei

Olafur Eliasson è un artista danese di origini islandesi, uno degli artisti contemporanei più noti e quotati a livello mondiale. La sua ricerca sperimentale si concentra sulla percezione attraverso la luce e i colori in varie forme e modalità. Lavorando non solo con la scultura ma anche con le installazioni multimediali o i video digitali, l’artista crea ambienti immersivi in cui lo spettatore ha un ruolo centrale e diventa parte integrante delle opere attraverso un’esperienza collettiva.
“Nel tuo tempo” la mostra di Palazzo Strozzi a Firenze, presenta alcuni suoi pezzi famosi affiancati a nuove installazioni site specific.

Under the weather Olafur Eliasson Palazzo Strozzi Firenze

“Under the weather” Olafur Eliasson per Palazzo Strozzi Firenze

Appena arrivati si viene accolti da “Under the weather”, un’enorme ellisse sospeso all’interno della corte di Palazzo Strozzi in cui l’artista sfrutta l’effetto moiré per ingannare la nostra percezione. Muovendosi all’interno del cortile e spostandosi avanti e indietro, i nostri occhi vedono l’opera muoversi e trasformarsi mentre in realtà si tratta solo un’illusione ottica.

Olafur Eliasson propone esperienze sensoriali emotivamente coinvolgenti che alterano la normale percezione della realtà

Lungo tutto il percorso, lo spettatore è chiamato ad “entrare” dentro le opere per renderle vive: giochi di ombre in costante mutamento si proiettano al passaggio dei visitatori, specchi riflettenti modificano la percezione della realtà, filtri colorati ci immergono in un’atmosfera sospesa che altera i nostri sensi.

Olafur Eliasson utilizza le luci colorate come un pittore usa il pennello e dipinge i suoi effetti visivi sfruttando i fenomeni naturali della riflessione e rifrazione anche grazie all’impiego di superfici specchianti. Moltiplica l’ambiente circostante nel suo caleidoscopio esagonale (Colour spectrum kaleidoscope, 2003), duplica e capovolge la realtà grazie a un gigantesco specchio a soffitto (How do we live toghether, 2019) o la ridefinisce completamente, utilizzando lampade gialle monofrequenza che impediscono ai nostri occhi di percepire gli altri colori (Room for one colour, 1997).

Nel tuo Tempo Mostra Palazzo Strozzi Firenze - Colour spectrum kaleidoscope, 2003

Olafur Eliasson – Colour spectrum kaleidoscope, 2003

“Firefly”, una bellissima lucciola iridescente

Il cuore della mostra, è Firefly double-polyhedron sphere experiment, 2020 una bellissima scultura luminosa su cui l’artista ha lavorato e sperimentato per diversi anni. E’ composta da due poliedri rotanti incorporati uno nell’altro, le cui facce sono realizzate in un materiale iridescente che filtra selettivamente i colori. La luce proviene da piccoli faretti colorati posti al suo interno e proietta la forma della struttura verso l’esterno, disegnando forme colorate in costante movimento. Un oggetto meraviglioso dall’effetto ipnotico, che incanta lo spettatore.

Lungo il percorso espositivo si incontrano molte altre installazioni affascinanti che ci fanno riflettere sulla realtà che ci circonda e sul modo in cui la percepiamo, in relazione alle condizioni esterne e al tempo.

Olafur Eliasson (1967) è un artista cresciuto tra la Danimarca e l’Islanda, nel 1995 si è trasferito a Berlino, dove ha fondato il suo studio. Se ti piacciono le sue opere guarda anche Your Rainbow Panorama un’installazione a grande scala mozzafiato, che l’artista ha realizzato sul tetto del museo d’arte contemporanea di Aarhus, in Danimarca.

Olafur Eliasson Palazzo Strozzi Firenze

Olafur Eliasson Palazzo Strozzi Firenze

Olafur Eliasson Palazzo Strozzi Firenze

Olafur Eliasson Palazzo Strozzi Firenze

Nel tuo tempo - Palazzo Strozzi Firenze

Olafur Eliasson Palazzo Strozzi Firenze


Olafur Eliasson NEL TUO TEMPO
Fondazione Palazzo Strozzi
fino al 22 gennaio 2023

30 Novembre 2022 / / Things I Like Today

ritratti a matita © Nick Bond

Nick Bond è un maestro nel cogliere l’espressione più autentica di attori e celebrità nei suoi stupefacenti ritratti a matita

È strano come pochi tratti scuri, semplici segni su una pagina bianca riescano a trasmetterci un incredibile senso di realtà. Non è da tutti ma a guardare questi incredibili ritratti a matita dell’artista Nick Bond rimaniamo a bocca aperta perchè i suoi personaggi sembrano vivi e pronti a schizzare via dal foglio!

Nick Bond è un artista di base a Londra dove lavora come Art Editor della rivista Boxing News. Ma sul suo account Instagram posta regolarmente i suoi incredibili schizzi in bianco e nero in cui ritrae celebrità e star di Hollywood. Ritratti a matita che riescono a cogliere una somiglianza incredibile e l’espressione più autentica di questi attori, tanto che sembra di averli davanti a noi.

Tom Hardy, ritratto a matita © Nick Bond

Tom Hardy, ritratto a matita © Nick Bond

Tom Hardy, ritratto a matita © Nick Bond

Tom Hardy, ritratto a matita © Nick Bond

Pochi tratti di matita che rendono vivi i personaggi

Con un tratto veloce e deciso tutt’altro che pulito ma proprio per questo molto espressivo, Nick Bond si concentra sui tratti distintivi di ogni volto, sulle irregolarità o sui segni del tempo. Grazie al tratteggio fitto ed elaborato dona tridimensionalità e volume per fa risaltare ancor di più la somiglianza con i personaggi reali e creare un interessante chiaroscuro.

Nick Bond sembra concentrarsi in particolare sui ritratti maschili e la lista dei suoi attori preferiti è davvero lunga, da Tom Hardy a Jake Gyllenhaal, da Ryan Gosling a Robert Pattinson, ma basta guardare la gallery sul suo sito web o visitare il suo account Instagram @madeinhammersmith per vedere i ritratti a matita di altre celebrità, anche del mondo della musica e dello sport. Tutti imperdibili!

Game of Thrones ritratti a matita © Nick Bond

Game of Thrones ritratti a matita © Nick Bond

Sean Connery, ritratto a matita © Nick Bond

Sean Connery, ritratto a matita © Nick Bond

Ryan Gosling, ritratto a matita © Nick Bond

Ryan Gosling, ritratto a matita © Nick Bond

Robert Pattinson, ritratto a matita © Nick Bond

Robert Pattinson, ritratti a matita © Nick Bond

Jake Gyllenhaal, ritratto a matita © Nick Bond

Jake Gyllenhaal, ritratto a matita © Nick Bond

Tom Hanks, ritratto a matita © Nick Bond

Tom Hanks, ritratto a matita © Nick Bond

 

LEGGI ANCHE: Stavros Damos ritrae attori, cantanti e… antichi filosofi greci!