BLOG ARREDAMENTO Posts

4 Agosto 2020 / / Design

lavabo sistema Oblon di Novello

Novello presenta Oblon, i nuovi lavabi che evocano le scatole da tè giapponesi disegnati da Stefano Cavazzana

Ispirati ai tradizionali barattoli giapponesi con doppio coperchio per la conservazione ottimale del tè, i lavabi del sistema Oblon si distinguono per il bordo superiore formato da uno o due anelli spessi, proposti in delicati colori, che si incastrano perfettamente con la parte superiore del bacino. Il risultato è un lavabo unico, dal bacino capiente, lineare nella costruzione e curato nei dettagli.

lavabo sistema Oblon di Novello

Doppio colore, contrasti che si amano

Gli elementi ad incastro (lavabo + uno o due anelli si impilano senza accessori aggiuntivi) danno vita ad un originale e armonico gioco dicotomico di colori. La palette, infatti, presenta una scala cromatica dai toni zen che è possibile scegliere a piacere sia per il lavabo che per gli anelli, a contrasto o ton sur ton. Il Teknorit, materiale eletto per questa collezione, è proposto infatti in bianco, panna, cappuccino, grigio chiaro e grigio cemento.

lavabi doppio colore sistema Oblon di Novello

lavabo sistema Oblon di Novello

Sistema Oblon

Non solo lavabi ma un vero e proprio programma. Il sistema Oblon, infatti, oltre ai catini prevede diversi altri elementi d’arredo per la stanza da bagno come il vassoio del lavabo che diventa un comodo beauty, mensole, consolle, contenitori, specchi dotati di porta tablet/smartphone, sgabelli che possono essere usati anche come porta-salviette, aste attrezzate con portabiti e tanto altro. Il tutto per dar vita a composizioni estremamente personalizzabili e originali.

lavabi sistema Oblon di Novello

lavabi sistema Oblon di Novello

Novello

Rigore geometrico, sartorialità e grande attenzione ai dettagli. Le collezioni arredo bagno di Novello evidenziano il cammino di ricerca di azienda e designer, improntato alla realizzazione di prodotti che uniscono funzionalità e uno stile mai seriale interpretati dalla cura dei particolari e dalla scelta di nuovi materiali, finiture e nuance inaspettati.

www.novello.it

L’articolo Lavabi ispirati ai barattoli da tè giapponesi proviene da Dettagli Home Decor.

4 Agosto 2020 / / Dettagli Home Decor

The Wild Hotel Mykonos

Situato in posizione dominante su una punta dell’isola ancora grezza e pura, il Wild Hotel è un capolavoro di design dove vivere un’esperienza indimenticabile.

Bello e selvaggio, lo spirito di questo hotel 5 stelle, affacciato sulla spiaggia di Kalafati, coniuga tradizione e contemporaneità. Circondato dalla natura incontaminata il Wild Hotel è una vera e propria oasi di relax per dormire, rilassarsi, ricaricarsi, leggere, meditare e godere dei fantastici spazi all’aperto.

Per alcuni ambienti sono stati scelti gli arredi Baxter della collezione Open Air disegnati da Paola Navone dove le pelli, morbide e accoglienti ma allo stesso tempo di grande carattere, vengono accostate a materiali come il rame e il giunco di Manila. Pelli morbide, naturali e avvolgenti come tessuto lavorate per stare all’aria aperta e per regalare quella sensazione di coccola. I colori che tingono gli arredi e che prevalgono in tutta la struttura sono quelli del blu e di tutte le nuances dei colori della terra; sfumature che richiamano i colori della natura dell’isola.

Il segreto di un relax memorabile risiede sicuramente nella massima attenzione ai dettagli, non solo degli arredi. I rivestimenti e le finiture sono realizzati mediante delle lavorazioni artigianali e i materiali scelti, sempre di alta qualità, rispettano la naturalezza della materia prima. La vista dalle camere è semplicemente mozzafiato.

The Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel MykonosThe Wild Hotel Mykonos

PhotoCredit: Christopher Kennedy, George Kordakis

L’articolo The Wild Hotel a Mykonos: bello e selvaggio proviene da Dettagli Home Decor.

4 Agosto 2020 / / Coffee Break

Questo loft di circa 120 mq si trova sulla Riva Destra, a Parigi; è stato recuperato e trasformato in abitazione e atelier da un’artista ma conserva evidenti tracce del suo passato industriale.
Infatti oltre l’arredo di design dal gusto contemporaneo e con qualche accento vintage, e il pavimento in parquet ad omogeneizzare gli ambienti, è stato lasciato a vista il soffitto in travi e pignatte che da un tocco particolare a tutto il loft.

An artist loft in Paris

This 120m2 loft is located on the Right Bank in Paris; it was recovered and transformed into a home and atelier by an artist but retains clear traces of its industrial past.
In fact, besides the design furniture with a contemporary taste and with a few vintage accents, and the parquet floor to homogenize the rooms, the beamed and pinned ceiling has been left exposed which gives a particular touch to the whole loft.

Via

4 Agosto 2020 / / Charme and More

La Petite Alice è una linea di abbigliamento e accessori in lino per bambini e donne, fondata da Justina in Lituania.

Un’ azienda artigiana che produce su ordinazione capi interamente fatti a mano riciclando scampoli e tagli di lino biologico certificato Oeko-Tex acquistati da una fabbrica di biancheria del posto.

Rispetto per l’ambiente, alta qualità dei prodotti finali e uno stile davvero unico sono le caratteristiche degli articoli del brand.

La Petite Alice non ha collezioni stagionali, proprio perché nell’ottica green dello Slow Fashion, i suoi vestiti sono fatti con amore e con cura del dettaglio per durare nel tempo.

la-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano-3

la-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano-2

Gli abiti prima di essere ricamati a mano da un’artista giapponese, Kazuko Aoki, vengono lavati con sapone da bucato non tossico e biodegradabile e prima della spedizione vengono incartati con cura e sempre accompagnati da un bigliettino di ringraziamento per l’acquisto.

Scopriamo assieme alcuni capi per bambini di La Petite Alice.

la-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano-5
Pantaloni unisex disponibili in più colori e camicia in lino naturale.

la-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano-6

la-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano-5

la-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano

Kimono per bebè
Kimono per bebè
Giacca di lino disponibile in più colori pastello
Giacca di lino disponibile in più colori pastello
Borsa reversibile ricamata a mano
Borsa reversibile ricamata a mano

a-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano-8

a-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano-9

Camicia di lino Charlie con maniche corte.
Camicia di lino Charlie con maniche corte.

la-petite-alice-vestiti-e-accessori-in-lino-fatti-a-mano-11

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo  sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest per non perdere i post.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo La Petite Alice: vestiti e accessori in lino fatti a mano. proviene da Charme and More.

4 Agosto 2020 / / +deco

Ai piedi del Monte Rosa (dal colore che prende in certi momenti della giornata), in una sorte di valle tempestata di massi caduti come briciole dalle parete rocciose, siede un rifugio costruito nel 1925 e ri-decorato nel 1980 (vedi i tavoli in formica), il Rifugio Zamboni-Zappa.

Ho passato una notte lì con Alex e Giulio e all’occasione ho fatto almeno una trentina di foto. Svegliarsi in questa location meravigliosa e fare colazione in questo rifugio dagli interni così particolari, è stata sicuramente un’esperienza da rifare.

Il rifugio si adagia proprio sotto la parete Est del Monte Rosa, offrendo un punto di vista unico sull’imponente massiccio. Per arrivare al rifugio, bisogna prendere due seggiovie da Macugnaga (o camminare, dipende dalle tue gambe) e poi arrampicarsi per sentieri panoramici e ghiacciai per circa un’ora (anche in questo caso, dipende dalle tue gambe).

Il rifugio è gestito da una coppia molto carina e amichevole e ospita la notte o anche solamente a pranzo.

Io vi raccomando vivamente di dormire lì (non vi scordate di prenotare).

Quando, a metà pomeriggio, l’ultimi gruppetti di visitatori va via, ti ritrovi all’ombra delle vette del Monte Rosa, circondato dalla forza della natura, in una solitudine epica ma al protetto fra le pareti di questo bellissimo rifugio.

The post Mi sono innamorato di questo rifugio appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

4 Agosto 2020 / / Idee

Finalmente, nonostante tutto, siamo tutti abbastanza in proncinto di partire. Oppure di chiudere le nostre attività per qualche giorno e, dunque, di lasciare tutto incustodito per qualche girno..

per questo credo sia importante parlarvi ancora una volta dell’importanza di avere una buona porta blindata e di come saperla riconoscere.

Come scegliere una porta blindata: sicurezza contro i furti

Negli ultimi anni, l’incremento di furti in appartamento ha portato molte persone a rivolgere la propria attenzione verso le porte blindate. Queste, infatti, rappresentano uno dei primi e più importanti elementi di sicurezza contro le effrazioni da parte di malintenzionati.

Tuttavia è bene sapere che in commercio esistono molte tipologie diverse di porte blindate.

Esse sono caratterizzate da classi anti-effrazione differenti e serrature più o meno complesse, per una maggiore garanzia contro i tentativi di violazione di domicilio.

Il primo aspetto da valutare, quindi, riguarda la classe anti-effrazione: in commercio esistono infatti sei differenti classi di sicurezza. Dalla prima alla sesta classe, il livello di protezione offerto dalla porta è sempre più elevato. Si può quindi dire che le porte blindate di classe 1 offrono una protezione minima, in grado di resistere ai tentativi di effrazione di scassinatori inesperti. La sesta classe, invece, è quella che offre il massimo livello di sicurezza possibile; scassinatori esperti con strumenti professionali non riuscirebbero ad accedere ad ambienti protetti da questo tipo di porte che, infatti, sono tipicamente impiegate presso banche, gioiellerie e ambienti militari.

Per gli appartamenti, invece, solitamente si fa uso di porte blindate di classe 3 oppure 4. In caso di ville o piccoli condomini si può scegliere di utilizzare non una classica porta, ma un portone blindato. In tal modo l’accesso agli appartamenti sarà maggiormente protetto e sicuro.

come scegliere la porta blindata

Portoncino blindato ad anta singola

come scegliere la porta blindata

Portone blindato ad anta doppia

come scegliere la porta blindata

Portoncino blindato con vetrata ad anta singola

come scegliere la porta blindata

Portone blindato con vetrata ad anta doppia

Come scegliere una porta blindata e la serratura adeguata

Un livello ancora maggiore di sicurezza può essere raggiunto abbinando alla porta blindata una serratura adeguata. Le serrature per porta e per portone blindato sono solitamente a 3, 5 o 7 punti di blocco, posti intorno al perimetro della porta stessa. Si può facilmente comprendere che quelle con un maggiore numero di punti di blocco rappresentano la scelta più sicura, in quanto più difficili da manomettere. Attenzione però: per avere la massima garanzia di resistenza è fondamentale che la serratura di elevato livello sia associata a un cilindro altrettanto solido e sicuro. Se un ladro dovesse riuscire a rimuovere questo elemento, la porta non avrebbe più protezione, e potrebbe essere aperta con un normale cacciavite. Alcune serrature per porte e portoni blindati sono dotate anche di un accessorio di sicurezza chiamato defender. Si tratta di una borchia in acciaio temprato montata a protezione del cilindro della serratura, bloccata tramite viti passanti dall’interno e senza alcun fissaggio che possa essere manomesso dall’esterno.

come scegliere la porta blindata
come scegliere la porta blindata

Non solo sicurezza ma anche benessere

L’utilizzo di una porta blindata presenta anche un’altra serie di aspetti interessanti che, tuttavia, spesso passano in secondo piano. In particolare, questo tipo di porte rappresenta una barriera non solo contro i malintenzionati, ma anche contro i rumori, il caldo e il freddo. La funzione di elemento non solo di protezione, ma anche in grado di assicurare un ottimo isolamento termico e acustico non va assolutamente sottovalutata.

Soprattutto nelle grandi città questo può portare un maggiore benessere quando si sta in casa, in termini sia fisici che psicologici.

L’articolo Come scegliere una porta blindata proviene da Architettura e design a Roma.

4 Agosto 2020 / / Interiors

Vi parlerò ora del progetto di uno dei lavori più interessanti se non IL PIU’ interessante che mi è capitato di intraprendere da quando faccio questo mestiere.

Si tratta della realizzazione di una guest house deluxe al centro di Roma, ispirata alle quattro stagioni di Vivaldi. In questa struttura ognuna delle 4 camere, di cui due suite, è arredata seguendo le suggestioni delle 4 stagioni (Autunno, Inverno, Primavera ed Estate). Per completare l’opera la sala colazioni si ispira al teatro e vi è anche un miniappartamento intitolato a Vivaldi!

Un lavoro molto bello per la grande creatività che vi è stata espressa all’interno. Certamente impegnativo, poiché la realizzazione di 4 camere con bagno, così diverse l’una dall’altra, ha richiesto il lavoro progettuale ed esecutivo equiparabile a quello per 4 piccoli appartamenti distinti. Non dimentichiamo poi che ci sono anche la sala colazioni e il miniappartamento, due realtà ancora completamente diverse.

Concept progetto completo e obiettivi

Per questo lavoro mi sono occupata della creazione del concept, studio dell’interior design, scelta di arredi e materiali e disegno e progettazione di tutti gli arredi di falegnameria realizzati su misura, che vi sono all’interno della ghuest house.

Il committente, un architetto e imprenditore illuminato che si è lasciato trascinare da me nel vortice della creatività, osando e andando oltre i propri limiti, si è occupato personalmente della direzione lavori e progettazione tecnica. Insieme abbiamo creato un team assolutamente vincente, che ha portato ad una struttura funzionale, magica, accogliente e davvero unica.

Suggestiva ed emozionante, una struttura ricettiva che si distingue dalle altre. Distinguersi significa fare la differenza in un business, dove se non ti differenzi, ti riduci a fare quotidianamente la guerra al centesimo, per essere scelto nel mare magnum delle strutture mediocri che popolano una città grande come Roma.

La concorrenza è tanta e la si può sconfiggere solo con qualità, unicità e convenienza.

Cavour Suites è una struttura ricettiva di altissimo livello estetico e di servizi. Essa ha una posizione invidiabile ad un passo dal Vaticano, dal centro, dalla metro e dalla maggior parte dei punti nevralgici della capitale. Cosa da non sottovalutare…a prezzi accessibili.

Tutte le camere sono caratterizzate dalla scelta di una carta da parati che ha determinato fortemente la connotazione estetica degli ambienti . Questo vale anche per la sala colazioni.

Sala colazioni

Camera Autunno

Bagni da suite

Camera Primavera

Inverno

Estate

Autunno

La camera Autunno è una suite molto elegante, con accenti decò dati dagli stucchi alle pareti, dall’uso delle finiture rame e nero, dall’ottone del letto di recupero e dalle poltroncine. Anch’ esse recuperate e ritappezzate in velluto nero e tessuto lavorato color sabbia. A pavimento come un grande tappeto troviamo incastonata nel marmo una bellissima e affascinante moquette nera che riscalda e caratterizza la zona notte.

La stanza è arredata con letto matrimoniale in ottone e comodini ramati appoggiati sulla testata tappezzata da carta da parati raffigurante grandi foglie autunnali, retroilluminata. Vi è poi un tavolo stile Tulip per la colazione in camera e uno scrittoio da lavoro. Lo scrittoio insieme alle mensole che lo sovrastano è stato realizzato sfruttando una nicchia preesistente.

Completa la suite l’anticamera arredata con mobili in rovere laccato con dettagli in tubolare di rame (sezione quadrata), realizzati su misura su mio disegno. Si tratta di un armadio a giorno e di un elemento multifunzione: porta valigia, specchiera e frigobar.

Tutti i tessuti sono di altissima qualità, ignifughi, scelti con infinita accuratezza ed in linea con il tema di ogni stanza. Tende, copriletto, runner e in alcuni casi la moquette, che si staglia sul pavimento in gres effetto marmo Calacatta. Il marmo bianco caratterizza tutta la struttura e ricopre i pavimenti di tutti gli ambienti e i rivestimenti di tutti i bagni, poi personalizzati ognuno da vari dettagli.

Nel bagno della camera Autunno, oltre al marmo Calacatta, che riveste anche il piano del lavandino, troviamo la bellissima parete della grande doccia walck in, rivestita di marmo Frappuccino. Per completare il bagno di questa suite abbiamo inserito un soffione cromoterapico.

Progetto

Tavola arredi

Foto camera Autunno

tavolarealizzazione bagno camera Autunno

Per tutti gli arredi della camera autunno si sono scelte eleganti finiture ramate e vetri bruniti; per creare un’atmosfera calda ed autunnale caratterizzata dai colori dorati e bruciati di questa stagione. 1. tavolino rame/nero cromato con piano in vetro su Amazon. 2. Tavolo stile Tulip. 3. Lampada da parete con due interruttori Amazon. 4. carta da parati su Bimago.

Le scelte per il progetto e i materiali della camera Autunno, come della maggior parte degli ambienti, sono state praticamente sempre quelle delle prima proposta. Questo è avvenuto grazie alla grande fiducia del committente. Rivestimenti effetto Marmo Marazzi

Tra i varie elementi di recupero inseriti all’interno del progetto ci sono anche tre poltroncine in stile decò che abbiamo ritappezzato e riportato a un nuovo splendore

All’interno delle cornici piccoli quadri

testata con carta da parati retroilluminata

Nel palazzo d’epoca dagli alti soffitti dove erano già presenti degli stucchi abbiamo voluto riproporre tutta una serie di cornici che giocano tra il clasico e il moderno, così come l’illuminazione.

Prima colazione autunnale

Anticamera con mobili di falegnameria

Sala da bagno

Per i bagni abbiamo scelto di posare il rivestimento ad altezza boiserie e poi di dipingere le pareti con uno smalto effetto resina

Lo specchio è di Ikea. In una ristrutturazione così preziosa ci si può anche permettere di mimetizzare un pezzo della grande distribuzione che farà comunque una buona figura

Inverno

Dopo l’Autunno si sa, arriva sempre l’Inverno e la camera Inverno nella guest house suite Cavour è una comodissima ed elegantissima camera singola con letto ad una piazza e mezza, arredata nelle varie sfumature dei bianchi e dei grigi.

Alla parete dietro alla testata del letto, su cui troviamo una boiserie realizzata su disegno completata da un mobile contenitore, abbiamo posato una carta da parati di Caselio.

La carta è chiaramente in stile nordico e molto caratterizzante, non può non ricordare l’inverno, si tratta infatti di una foresta di tronchi di conifere grigio argento su bianco.

Abbiamo progettato in rovere sbiancato, sempre realizzato su disegno, anche l’angolo scrivania, guardaroba, posa valigia e il pannello per sostenere la tv attaccata a parete.

Il piccolo bagno è dotato di ogni confort, vaso bidet, ampia doccia e finestra. Nel bagno, a ricordare l’inverno, troviamo un rivestimento di mosaico irregolare e sfalsato di Porcellanosa. Questa regolare candida irregolarità di quadratini ci ha fatto subito pensare ai fiocchi di neve, così come il lavandino da appoggio, doppio zero di ceramica Flaminia. In origine doppio zero nasce come ispirato dalla forma di una tortiera ma a noi ha subito riportato alla mente l’immagine dei cristalli di neve!

Nonostante nella camera Inverno ci sia molto bianco non risulta assolutamente asettica e fredda, anzi. Anche qui gli elementi decorativi sono numerosi, tutti studiati a perfezione, avvolgenti, confortevoli; i tessuti preziosi e movimentati da trame e pattern, la carta da parati, come i tessuti e gli arredi. La nostra concezione di Inverno, che volevamo trasmettere all’ospite, è quella del comfort e piacevolezza dello stare al caldo sotto le coltri con una tazza di tè mentre fuori scende la neve.

Progetto camera Inverno

Tavola arredi camera Inverno

Foto realizzazione camera Inverno

Tavola realizzazione bagno camera Inverno

i materiali e gli arredi selezionati per la camera inverno si declinano nella scala di grigi, anche qui troviamo un mix equilibrato di classico e moderno. 1. Lavandino doppio zero ceramica Flaminia. 2. Applique Kartell. 3. Poltroncina Confalone. 4 rivestimento effetto mosaico di pietra irregolare di Porcellanosa. 5. Carta da parati Oh la la di Caselio.

Nella camera inverno, come nelle altre, è stata realizzata una decorazione a parete composta da una scritta in legno su plexiglas raffigurante dei versi del sonetto collegato alla sinfonia inverno di Vivaldi

I tessuti per il letto sono stati scelti con cura, un mix di ruvido e soffice, chiaro e scuro.

Dietro la parete del letto è stata realizzata una boiserie e sulla parte superiore è stata posata una carta da parati

Anche la boiserie della camera inverno è retroilluminata.

L’ingresso della camera, l’unica a non avere un’anticamera, è stato ribassato per creare comunque una soluzione di invito

Questa è l’unica stanza in cui gli arredi realizzati su misura prevedono l’utilizzo del rovere sbiancato, insieme alle parti laccate.

Anche il pannello che sostiene la tv, posizionato sulla parete dove sta il cassonetto della porta a scrigno, è stato progettato e studiato con attenzione

Nel bagno il rivestimento è realizzato con un effetto mosaico irregolare

Il piano realizzato, come tutti gli altri, in uno scatolato di legno, è posato il lavabo doppio zero di ceramica Flaminia

La parte superiore del rivestimento ceramico e dipinta con un effetto resina color burro.

Primavera

La suite Primavera è la più grande e romantica. Un’ampia stanza elegantissima, connotata dai colori dei fiori a primavera i porpora, violetti, magenta. Li troviamo sulla carta da parati e tessuti, in particolare la bellissima moquette, illuminati dai bianchi i color panna e crema delle poltroncine e pareti.

Anche in questa stanza abbiamo realizzata una boiserie dietro alla testata del letto. La boiserie è retroilluminata, poiché in ogni ambiente si è fatta grande attenzione all’illuminazione e a giochi di luce.

Sui soffitti delle stanze, dove troviamo spesso dei tagli di luce; dietro le testate dei letti con le boiserie e le carte retroilluminate e anche negli ambienti comuni.

Anche nella camera Primavera abbiamo sia il tavolo per la colazione in camera (dal quale possiamo godere della meravigliosa chiesa del complesso ‘Istituto Nazareth davanti alla struttura) che la scrivania da lavoro; l’anticamera con il guardaroba a vista e un ampio bagno.

Il bagno della suite Primavera è dominato da un fantastico e maestoso rivestimento ceramico basso spessore raffigurante dei fiori di Lotus in colori pastello (dimensioni 3mx2). Il rivestimento sembra una carta da parati e ricopre la parete della grande doccia walck in.

Anche Qui abbiamo inserito un soffione cromoterapico che insieme al marmo bianco Calacatta comunica la preziosità e piacevolezza di questa sala da bagno.

Anche l’impostazione della camera Primavera è rimasta più o meno la stessa sin da subito, abbiamo poi ragionato un pò più approfonditamente sul disegno della boiserie e la scelta della carta da parati

Una delle prime proposte di carta da parati di Elitis e il disegno recnico esecutivo della boiserie retroillinata, con mensoline

Per la stanza primavera si sono scelti arredi dai colori chiari e romantici, i crema, violetti, rosati. 1. Comodino Viola della serie I Componibili di Kartell, disponibile anche su Amazon. 2. Rivestimento ceramico formato maxi basso spessore di Kerlite con disegno Lothus. 3. poltroncina color tortora su Amazon. 4. Attaccapanni per il bagno di Kartell. 4. Tavolo bianco stile Tulip

Progetto

Tavola arredi

Foto realizzazione camera

Realizzazione bagno

La camera primavera risulta elegante, luminosa e romantica proprio come la primavera, grazie alla scelta equilibrata dei colori e della carta da parati che ritroviamo anche sul cappello della lampada di recupero vicino al tavolo

In questa, come in tutte le stanze, gli arredi sono stati accuratamente eseguiti su disegno e realizzati in rovere e lastre di plexiglas 4cm

Alla parete decorativa dietro alla testata del letto si contrappongono colori e linee tenui e regolari

Dall’anticamera si può veder esplodere la primavera

Il rivestimento ceramico 300×200 di Kerlite “Lotus” è stata una scelta scenografica e veramente mozzafiato

Anche in questo caso gli specchi sono di Ikea, ci tengo a sottolinearlo perchè è importante quando si ha un budget cercare di rispettarlo e sapere dove è il caso di investire e dove invece si possono ottimizzare i costi ottenendo sempre un buon risultato

Estate

In fine troviamo la camera Estate, una doppia. La stanza più piccina ma comunque dotata di tutto il necessario tanto è che anche qui abbiamo inserito il tavolo per la colazione in camera. Una possibilità che viene data agli ospiti per aver maggior privacy e libertà. Oltre alla zona colazione c’è sempre la scrivania da lavoro, poiché molti degli ospiti della struttura sono persone che si muove per business.

La camera estate non poteva che essere caratterizzata dai colori della stagione più calda e luminosa dell’anno, che ovviamente sono l’azzurro e il color sabbia. Abbiamo cercato di utilizzare queste nuance con gusto e sempre in maniera non banale.

Abbiamo scelto per l’occasione delle bellissime carte da parati di Elitis. L’azzurra sembra quasi un tessuto batik con fantastiche sfumature; mentre quella color sabbia dorata, retroilluminata, dietro alla testata del letto, vorrebbe richiamare un prezioso incannucciato, come quelli che siamo soliti vedere al mare.

Gli arredi per il resto sono bianchi, come i comodini minimal in plexiglass e il tavolino con sedie stile Tulip con deliziosi cuscini turchesi. Anche la moquette scelta per il pavimento ha un incredibile color azzurro e sembra proprio di tuffarsi nel mare!

Per il bagno abbiamo scelto per la parete dietro al lavandino un rivestimento che si rifà alle onde sabbiose. Lo specchio sembra realizzato con i vari legni portati dal mare o quelli scoloriti delle barche sulla battigia.

In tutte e quattro le stanze, come decorazione a parete abbiamo fatto realizzare una frase con lettere di legno su plexiglas, tratta da ognuno dei sonetti collegati alle quattro sinfonie delle quattro stagioni di Vivaldi

Per la camera estate abbiamo fatto diverse prove prima di scegliere la finitura delle pareti

E alla fine la scelta è ricaduta su due bellissime Carte di Elitis un’azienda raffinatissima, leader nel settore dei parati

Per gli arredi la palette cromatica è tutta in bianco e turchese. 1. Per il bagno rivestimento a parete che imita le dune di sabbia. 2. Lo specchio che sembra realizzato con legni di recupero lasciati dal mare è di maison du Monde.3. Applique a forma di conchiglia di Kartell. 4. Tavolo trasparente stile Tulip. 5. sedie stile Tulip con cuscino turchese 6. Moquette in nuance

Progetto camera estate

Tavola arredi camera Estate

Foto realizzazione camera estate

Bagno camera estate

Anche nella camera estate, come nelle altre ritroviamo la scritta in legno su plexiglas a decorare la parete dell’angolo colazione

Ai lati della testata retroilluminata e leggermente aggettante, rivestita di carta effetto incannucciato, troviamo due comodini in plexiglas bianco. Sono realizzati su nostro disegno e al di sopra vi sono due applique bianco latte di Kartell, che richiamano la forma di una conchiglia

Tagli di luce a soffitto

l’angolo giorno con il tavolino per la colazione e la scrivania è completato da le mensole realizzate in rovere nella nicchia preesistente

La camera, più piccola delle suite Primavera e Autunno è molto luminosa e dà comunque una sensazione di ampiezza anche grazie ai colori e giochi di luce.

In bagno il rivestimento che sembra richiamare le dune sabbiose ricopre la parete di doccia e lavabo.

Anche la camera Estate ha la sua anticamera con ampio armadio e posa valigia

Progetto e realizzazione miniappartamento Vivaldi

Oltre alle 4 camere c’è anche un miniappartamento, come accennavo, intitolato proprio al compositore. L’appartamentino è arredato in modo sobrio ed elegante. Per esso abbiamo scelto come elemento decorativo un fascione di Fornasetti raffigurante dei calamai.

L’appartamento è composto da un salottino, cucinino a scomparsa, un grande ed elegante bagno e un’ampia camera da letto, con scrivania in plexiglass, materiale che vediamo tornare in diverse occasioni all’ interno del progetto e letto in ottone, per un gioco di contrasti tra materiali.

Per l’appartamento abbiamo optato per colori ed elementi tenui e rilassanti come i verdi e le foglie del bellissimo rivestimento di Porcellanosa nel bagno. Del resto per comporre sinfonie di successo eterno ci vuole certamente calma e concentrazione!

Abbiamo scelto complementi d’arredo e materiali abbastanza diversi tra loro ma che insieme creassero un ambiente accogliente e rilassante proprio come quello di una vera casa, un rifugio, un luogo in cui concentrarsi, riposarsi, ristorarsi dalla frenesia della città. 1. scrivania in plexiglas su Amazon. 2. armadio Ikea. 3. Fascia decorativa con pennini di Fornasetti. 4. Lampada da tavola Amazon. 5. rivestimento ceramico per il bagno Porcellanosa

Per la camera da letto abbiamo fatto varie prove di colore anche se sapevamo che in qualche modo ci sarebbbe stato il verde

Per l’area giorno state fate diverse ipotesi di parete attrezzata

Prospetto cucinino a scomparsa

Progetto

Tavola arredi

Foto realizzazione appartamento Vivaldi

Bagno dell’appartamento Vivaldi

Il salottino ha divano letto matrimoniale che può accogliere altri due ospiti e la consolle che diventa tavolo per mangiare se si vuole usare il cucinino

Nella zona giorno sono presenti i colori scelti per il look del miniappartamento, verde, grigio e marsala usati anche per il velluto che ricopre e rinnova la poltroncina di recupero. Il divano è di Confalone

L’elegante atmosfera dell’ambiente un pò retrò è richiamata anche dall’utilizzo del velluto che troviamo sulla poltroncina di Confalone e nei cuscini

La testata in ottone ramato del letto è stata recuperata e restaurata dalla decoratrice Francesca rossetti così come altri arredi utilizzati in questa ristrutturazione. Anche la struttura delle Applique a parete è stata recuperata da un altro appartamento e rinnovata la veletta.

Anche qui tessuti, tendaggi, parati, sono stati studiati con cura nei toni dei verdi per donare relax, smorzati e resi più contemporanei dai grigi e una punta di color Marsala

All’ingresso della camera troviamo una grande scrivania, che però non risulta ingombrante alla vista data la sua trasparenza

Le porte di bagno e camera sono quelle originali dell’appartamento d’epoca, restaurate. Esse presentano al di sopra della porta un elemento in vetro satinato e righettato che lascia filtrare la luce naturale nel corridoio

La zona della doccia e la parete di fondo seno caratterizzate da un bellissimo rivestimento ceramico con foglie in rilievo che rende ancora più elegante, prezioso e romantico questo bagno

Lo specchio è un semplice specchio molato recuperato dal vecchio appartamento che però calza a pennello in questo ambiente un pò retrò elegante e decorato ma anche semplice e minimale nella sostanza

Il bagno dell’appartamento Vivaldi è molto spazioso, luminoso e piacevole. Una vera sala da bagno. Abbiamo senz’altro preferito dare spazio a questo ambiente che al cucinino a scomparsa

Arredamento eclettico

A proposito di Plexiglas, tutte le scrivanie delle stanze vedono questo materiale accoppiarsi al rovere, in un disegno semplice ma ricercato e raffinato. La richiesta è stata fatta espressamente dal proprietario e si è rivelata di successo per la bellezza, l’eleganza e la leggerezza del risultato.

L’arredamento della struttura è senz’altro eclettico ed è proprio questo che lo rende così affascinante ed unico. Le boiserie e altri dettagli dalle linee classiche insieme a mobili di recupero reinterpretati il tutto mixato ad arredi di design contemporaneo, come le carte da parati di Fornasetti e le lampade Kartell e classici del design come i comodini della suite Primavera della serie “I componibili” degli anni 50.

Tutte le scrivanie delle camere hanno una zampa in plexigles. Alcune, come in questo caso, hanno anche incorporato l’elemento portavaligia.

Tutti gli arredi pur seguendo lo stesso stile sono diversi e realizzati su misura e dettagliatamente per ogni stanza. Il mobile poggia valigia e con vano per il frigobar della camera autunno riprende il motivo dell’ottone nel tubolare di metallo a sezione quadrata presente nella struttura

Arredi in rovere naturale con parti laccate

Preparazione delle scritte in legno su plexiglas

1. Comodino Viola della serie I Componibili di Kartell, disponibile anche su Amazon 2. Sedia stile Tulip.

La bellissima carta da parati Teatro di Fornasetti troneggia nella nostra sala colazioni

Progetto e realizzazione reception e sala colazioni

La reception è stata risolta con un semplice scrittoio d’epoca e poltroncina by Confalone. Abbiamo posizionato entrambi alla fine del lungo corridoio, chiuso nella parte posteriore da un armadio a muro realizzato con due ante scorrevoli a tutta altezza.

Appena si entra, invece ci si trova subito davanti alla sala colazioni che colpisce per la scelta molto caratterizzante della carta da parati di Fornasetti “il Teatro”, trait d’unione di tutto il mood scelto per la struttura. Anche per questo ambiente abbiamo progettato una boiserie retroilluminata, completata da una panca contenitore che vi è appoggiata (per unire l’utile al dilettevole).

Anche il mobile sotto la finestra così come i tavolini, che al centro della cornice in rovere presentano incastonato il grès effetto marmo Calacatta del pavimento, sono stati realizzati su disegno.

Davanti all’area colazione/relax, arredata con panca e tavolini, c’è poi la cucina a vista Lube, laccata nera, senza pensili, per un suggestivo contrasto black & white, classico e moderno.

Sopra alla cucina abbiamo progettato un soppalco contenitore vano tecnico e anche nei corridoio abbiamo fatto realizzare un lungo armadio a muro come contenitore per i materiali di manutenzione e gestione della struttura. Perché oltre all’estetica in questo progetto è racchiusa anche tanta sostanza e soluzioni tecniche.

Le parole non possono bastare per descrivere la soddisfazione per la realizzazione di questa struttura ricettiva. Per me è davvero un fiore all’occhiello e rappresenta tutto quello che l’arredamento dovrebbe essere: creatività, gioia, funzionalità e coraggio.

La carta da parati Teatro di Fornasetti è stata una certezza fin dal primo momento, abbiamo ragionato un pò di più sulla scelta dei complementi, sedie e lampade

La progettazione degli arredi su misura della sala colazioni, boiserie con panca e sopratutto mobile sottofinestra e l’armadio del corridoio, ha richiesto molto attenzione e professionalità. Grazie anche al supporto di un’ottima falegnameria siamo stati tutti soddisfattissimi del risultato.

Foto sala colazioni

Reception

La reception di questa struttura è davvero minima poichè la guesthouse è tutta domotica e i clienti a cui viene inviato un codice per messaggio possono tranquillamente essere autonomi in tutto. E’ pur sempre importante il rapporto con i clienti e la presenza anche solo per un saluto o un’informazione.

Appena entriamo veniamo accolti dalla bellissima sala colazioni che può anche essere utilizzata durante la giornata come punto d’appoggio o lavoro essendo dotata di wii-fi, macchina del caffè distributore dell’acqua ecc. In fondo al corridoio sulla sinistra troviamo la piccola reception, informale e poco invasiva.

La panca contenitore con boiserie illuminata è stata progettata per essere bella comoda e funzionale, i tessuti dei cuscini sono stati scelti in abbinamento alla carta da parati ed è stato pensato un vano contenitore dato i pochi spazi di archiviazione per le scorte presenti nell’appartamento

La cucina della Lube, laccata nera con anche il piano e il rubinetto neri, è elegante e minimale , per nulla invasiva e veramente mimetica, anche il piano cottura nero è praticamente invisibile. Al di sopra del piano è stato realizzato un soppalco (vano tecnico) con luce ad incasso e due scaffali laterali in muratura, a cui sono stati applicati degli sportelli con la stessa finitura della cucina.

L’armadio a muro realizzato nel corridoio che porta alle stanze è sagomato e studiato nel minimo dettaglio per quanto riguarda ingombri, funzione ed estetica

L’articolo Progetto completo per una guesthouse di lusso proviene da Architettura e design a Roma.

3 Agosto 2020 / / Dettagli Home Decor

concorso European Product Design Award

I migliori prodotti di design premiati al concorso European Product Design Award 2020

L’European Product Design Award, evento globale all’avanguardia nato con lo scopo di dare risalto e promuovere i migliori prodotti di design, ha appena annunciato i vincitori dell’edizione 2020 sia in ambito professionale che studentesco.

Il concorso ePDA 2020 ha ricevuto iscrizioni da ogni parte del mondo con prodotti di design tra i più rivoluzionari e innovativi proposti nelle diverse ​​categorie, da Home Interior Products e Illuminazione a Packaging Design e Sustainable Living, tutti in competizione per aggiudicarsi i migliori premi di questo prestigioso concorso, che offre la meritata visibilità ad aziende, designer, progettisti e studenti di tutto il mondo.

La giuria ha selezionato lo studio Foster + Partners come Product Design of the Year 2020, per l’innovativo design del televisore “LG SIGNATURE OLED TV R”.

TV LG progettato da Foster + Partners

Foster + Partners ha stretto una partnership con LG, utilizzando la sua tecnologia di schermo OLED roll-roll all’avanguardia, per ridefinire l’idea della televisione e degli spazi abitativi che occupa. La nuova tecnologia consente una pianificazione spaziale flessibile preservando la purezza degli spazi abitativi.

TV LG a scomparsa

La giuria ha premiato come Emerging Product Design of the Year 2020, il designer Wojciech Morsztyn diplomato al Royal College of Art nell’ambito dell’Intelligent Mobility, con il progetto “OCEAN COMMUNITY” nella categoria Trasportation.

casa galleggiante

Si tratta di una serie di case galleggianti interconnesse che, collegate tra di loro tramite passerelle, rendono la vita autonoma trasformando mari e oceani in spazi abitabili, come se fossero delle estensioni naturali delle città costiere. Ogni abitazione modulare sarà autonoma e avrà la capacità di immagazzinare e filtrare l’acqua, canalizzare il flusso d’aria per rinfrescare e raccogliere l’energia del sole e del vento.

case galleggianti

Hossein Farmani, fondatore e presidente di ePDA e della sua società madre, Farmani Group, ha commentato:

“ePDA riconosce non solo grandi progetti di prodotti, ma anche grandi designer, visionari, artisti e creatori che danno vita a questi progetti. Sappiamo che ognuna delle iscrizioni al premio di quest’anno rappresenta innumerevoli ore di lavoro appassionato e impegno instancabile, e i risultati sono davvero stimolanti. Sono orgoglioso ed eccitato mentre accendiamo i riflettori su questi fantastici prodotti che aiuteranno a plasmare il nostro futuro!”

Per conoscere tutti i vincitori vai su www.productdesignaward.eu

L’articolo European Product Design Award 2020 annuncia i vincitori proviene da Dettagli Home Decor.

3 Agosto 2020 / / Dettagli Home Decor

Ottica Mascagni a San Miniato

L’architetto Marco Stacchini di msplus architettura progetta il nuovo negozio Ottica Mascagni a San Miniato, uno spazio moderno e dallo stile ricercato.

Il progetto nasce dal ribaltamento cromatico dello spazio: non il semplice bianco, ma il suo opposto, il nero.  Una parete rivestita completamente con mattonelle nero lucido valorizzano, attraverso il contrasto cromatico e il riflesso, i “cassetti ripiani” che come per magia fuoriescono dal muro e si illuminano valorizzando i veri protagonisti del progetto: gli occhiali.

L’orizzontalità enfatizzata anche dal cromatismo fucsia della stuccatura della parete, guida lo sguardo del cliente verso la parete rivestita con una carta da parati in stile tropical, quinta scenografica di tutto l’ambiente. Un ambiente “semplice”, dove le linee parallele generate dalla conduttura della areazione centrale e dai binari delle luci enfatizzano e accentuano la fuga prospettica verso la quinta della carta da parati.

Lo spazio, caratterizzato da pochi cromatismi, è riscaldato dalla presenza del legno naturale, che dalla fascia sottostante le cassettiere tecniche, genera per estrusione il “ceppo” geometrico del bancone tornado poi a essere il materiale principe per i piani orizzontali dei tavoli.

A completare la ricerca stilistica di questo negozio di ottica, le scenografiche lampade da tavolo “Giraffe in Love”.

Con il progetto Ottica in Black, l’architetto Marco Stacchini ha volutamente sradicato il classico stereotipo di negozio per questo settore commerciale.

Ottica Mascagni a San Miniato

Ottica Mascagni a San Miniato

Ottica Mascagni a San Miniato

Ottica Mascagni a San Miniato

Ottica Mascagni a San Miniato

Ottica Mascagni a San Miniato

Ottica Mascagni a San Miniato

Ottica Mascagni a San Miniato

Progetto: Marco Stacchini – msplus architettura

Foto: Chiara Tuccini, architetto di MSplus architettura

 

L’articolo Ottica in black di msplus architettura proviene da Dettagli Home Decor.

3 Agosto 2020 / / Design

doccia walk in Ayo di Flair

Il bagno è sempre più area welness con servizi che perfezionano e arricchiscono le capacità di questo spazio della casa. L’azienda irlandese Flair ad esempio propone una collezione di docce anticonformiste che si adattano a tutte esigenze progettuali per un sistema doccia walk in elastico ed estetico.

Flair propone la collezione Ayo, un programma doccia completo e dalle mille sfaccettature. La sua versione di doccia che nelle case di oggi tende ad essere sempre più grande, risponde alla richiesta di angoli relax che restino areosi, funzionali meno tecnici ma più belli da vedere.

L’innovativa collezione AYO dona la libertà di giocare con le varie combinazioni disponibili per offrire autentiche soluzioni all’avanguardia su misura ad ogni spazio bagno.

Prima di tutto con Ayo si va ad eliminare la porta della doccia, gli elementi fissi sono in vetro trasparente e le strutture sono rigorose, stile già confermato dal brand che si abbina perfettamente alle soluzioni d’arredo bagno contemporanee.

doccia walk in Ayo di Flair

Altre qualità? Le garanzie di sicurezza con spessori dagli 8 ai 10cm del vetro, facilità di montaggio e tenuta all’acqua. I profili possono essere incassati nella parete, rispondono alla continua ricerca del mercato dell’estetica essenziale.

Tutti gli elementi della collezione sono testati e ispezionati dal reparto R&D di Flair che verifica la qualità delle guarnizioni, dei profili in alluminio, oltre ad effettuare continue prove di trazione, impatto, movimento per le alette rotanti aggiuntive e di corrosione in nebbia salina.

doccia walk in Ayo di Flair

Un prodotto dal design fiero, Designed for life, fatto per durare nel tempo e per migliorare la vita di tutti i giorni, assicurando un vero piacere a chi lo usa. Oggi possiamo dire con certezza che l’innovativo design della collezione AYO, la rende la scelta migliore tra le collezioni disponibili sul mercato del settore.‎

Il rivestimento protettivo di Flair, incluso, è in grado di rendere idrorepellente la superficie del vetro prevenendo così la formazione del calcare e sporcizia.

profilo doccia walk in Ayo di Flair

In totale Flair offre 37 combinazioni possibili per la collezione Ayo nella prima fase di lancio, confermata da un’ampia scelta tra le finiture e lo spessore del vetro, i profili e i colori, le tipologie di guarnizioni e accessori vari.

www.flairshowers.com

Articolo di Silvia Fabris

L’articolo Minimal per la collezione doccia Ayo proviene da Dettagli Home Decor.