9 Aprile 2021 / / Idee

C’è chi non può farne a meno e chi lo odia , sto parlando del “letto matrimoniale con contenitore”,

uno tra i tanti complementi d’arredo che genera dubbi durante il suo acquisto:

“meglio letto matrimoniale con contenitore o senza?”

E si perché spesso ,

quando si parla di letto matrimoniale con contenitore,

la prima cosa a cui si pensa è la polvere:

“no, no tutta quella polvere che si forma li sotto”

oppure,

“la rete e il materasso non respirano di sicuro”,

insomma,

oggi vi darò qualche dritta per aiutarvi a sciogliere qualche dubbio su questo importante elemento d’arredo.

Letto matrimoniale con contenitore: i meccanismi

Esistono vari tipi di letto matrimoniale con contenitore, con diverse tipologie di meccanismi alza rete:

Sistema alza rete frontale

E’ il meccanismo più comune.

Si tratta si un sistema di apertura verticale , azionato tramite molle a gas che permettono di sollevare rete e materasso.

L’apertura avviene tramite una maniglia posizionata di fronte al letto e agganciata alla rete.

Questo tipo di sistema, può essere anche motorizzato,

ovvero,

attraverso un comando, è possibile attivare elettricamente l’alza rete del letto .

Sistema con doppia alzata

Azionato tramite molle a gas

è un tipo di sistema che permette di sollevare la rete ed il materasso in due modi:

  • Il primo frontalmente per accedere al contenitore,
  • il secondo in maniera orizzontale, per rifare comodamente il letto

Letto matrimoniale con contenitore: il fondo

Per tornare dal discorso da cui sono partita,

ovvero il pensiero e il dubbio che in molti hanno rispetto alla polvere che si può formare sotto un letto con contenitore ,

nonché la mancanza di circolazione d’aria per rete e materasso,

il mio consiglio è optare per alcune tipologie di letto matrimoniale con contenitore che , grazie ad alcune caratteristiche, sono in grado di ovviare a queste possibili problematiche.

Un esempio è la presenza del fondo pratico che traspira,

si tratta di un sistema scorrevole in acciaio verniciato, completo di ruote di scorrimento ,grazie al quale è possibile estrarre ciò che si trova all’interno del contenitore, garantendo anche traspirabilità a rete e materasso.

Grazie a questo meccanismo è possibile accedere al pavimento sotto il letto , senza dover svuotare tutte le volte il contenitore,

in modo da poter effettuare la pulizia.

Lo so,

molti di voi staranno pensando che in questo modo , ciò che viene sistemato dentro al contenitore è sempre a contatto con il pavimento.. e quindi sempre comunque con un pò di polvere,

per questo c’è una soluzione,

una tela copri fondo che permette di proteggere dalla polvere , ma anche di non rinunciare alla traspirabilità.

E se neanche questa soluzione vi convince?

C’è un altra tipologia di letto con contenitore che ha il fondo chiuso da dei piani estraibili in legno agglomerato , corredato di spazzole antipolvere sul perimetro.

Anche in questo caso, seppure in maniera diversa, è possibile accedere sotto al letto , sollevando i pannelli con delle maniglie .

Letto matrimoniale : i mie top 5

Come per tutto ciò che riguarda gli arredi, io ho i miei preferiti,

nel caso dei letti , con contenitore e non , i miei top 5 sono questi:

Al primo posto il letto Dream di Tomasella, che adoro sia nella versione fissa che contenitore, bellissimo

Al secondo posto Il letto Noha di Noctis

con Secret Box®il contenitore che c’è ma non si vede – metafora e funzione operativa – ideato e brevettato da Noctis

Al terzo posto Free

il letto di Dall’Agnese,

non trovate che le finiture in questa immagine siano fantastiche?

Al quarto posto Fusion di Tomasella,

un unico sistema integrato tra letto e comodini

in ultimo, ma non ultimo Extra Bed

il letto di Dall’Agnese dall’eleganza estrema.

idee e consigli

Ora che vi ho presentato qualche modello di letto contenitore vi do qualche consiglio:

  1. La polvere in un modo o nell’altro si può sempre formare, quindi se pensate che questi meccanismi allontaneranno per sempre la polvere dal vostro letto , il letto contenitore non fa al caso vostro
  2. Se l’idea del letto contenitore vi piace , ma non volete far fatica a spolverare il pavimento sottostante, optate per letti con i piedi alti, sfatiamo il mito che i letti con questi meccanismi devono essere tutti raso terra, non è così
  3. Scegliete sempre prodotti di qualità

Infine,

Se vi state ancora chiedendo se è meglio il letto matrimoniale con contenitore o quello senza, sappiate che dipende solo da voi,

infondo si tratta della possibilità di ricavare uno spazio in più , certamente comodo in una casa di piccole dimensioni,

ad ogni modo,

non disperate perché esistono anche tanti altri modi per ottimizzare lo spazio.

L’articolo Meglio letto matrimoniale con contenitore o senza? proviene da Laura Home Planner.

8 Aprile 2021 / / Dettagli Home Decor

illuminazione da esterno

La primavera è arrivata e la voglia di trascorrere più tempo all’aria aperta aumenta: ma se non sempre ci è possibile uscire, possiamo sfruttare al meglio gli spazi all’aperto della nostra casa, sia di giorno che di sera.

Per godere di terrazzi, balconi e giardini nelle ore serali è opportuno illuminarli in modo adeguato. Scopriamo come scegliere l’illuminazione da esterno in base alle diverse esigenze. 

Scegli la tipologia di lampade adatte per uso esterno

A seconda di dove intendi posizionare le lampade da esterno dovrai prestare attenzione all’indice IP, che classifica il livello di protezione dei prodotti contro l’ingresso di corpi solidi e liquidi.

Il valore IP è costituito da due numeri: il primo indica l’indice di protezione dai solidi mentre il secondo dai liquidi. Il grado di protezione IP44 viene normalmente utilizzato per le installazioni luminose coperte da pergolati e tettoie. Il grado di protezione IP65, invece, è l’ideale per le lampade esposte ad acqua e pioggia, perché garantisce una elevata impermeabilità.

Un altro aspetto di cui tener conto è senza dubbio il consumo energetico. I corpi illuminanti che consentono un maggiore risparmio, come il LED, sono sicuramente da preferirsi.

catena luminosa da esterno
String light HOOP di Fermob

Stabilisci quale funzione deve svolgere la lampada da esterno

L’illuminazione esterna deve sempre essere funzionale, mettendo in evidenza zone specifiche quando necessario, o creando un’atmosfera rilassante se è quello di cui hai bisogno.

A ogni funzione corrispondono differenti tipologie di lampada:

  • le applique da esterno sono la soluzione ideale per illuminare l’ingresso della tua casa, rendendolo più sicuro, oppure il terrazzo dove vorresti passare più tempo. Creano una luce diffusa e sono perfette per dar luce alle tue cene all’aria aperta.
  • in un patio o un porticato le lampade a sospensione offrono un’illuminazione omogenea e diffusa, perfetta per i tuoi momenti di relax all’aperto in qualsiasi stagione dell’anno.
  • le catene di luci, invece, sono la soluzione ideale per creare un’atmosfera speciale su balconi di ogni metratura o sotto una pergola, riscaldando le tue serate e le tue occasioni speciali con un’illuminazione diffusa su più aree.

Qualsiasi illuminazione deciderai di scegliere per i tuoi spazi esterni è importante illuminare senza eccessi: assicurati sempre che la luce scelta non sia troppo abbagliante e rispetti le norme di inquinamento luminoso del tuo comune.

lampada senza fili da giardino
lampada senza fili UMA di Pablo Designs

Verifica il tipo di predisposizione elettrica esistente

Infine, l’ultimo aspetto da considerare per illuminare gli spazi esterni della tua casa è la predisposizione elettrica dello spazio dove desideri inserire una lampada.

  • Le lampade a sospensione e da parete devono essere collegate direttamente alla corrente elettrica da mani esperte: assicurati che lo spazio che vuoi illuminare sia già predisposto.
  • Le lampade plug-in, invece, sono complete di spina e puoi collegarle alla presa più vicina. Puoi trovare illuminazione plug-in sia sotto forma di catena luminosa con più punti luce, oppure come sospensione singola, con una sola fonte luminosa.
  • Se invece vuoi illuminare un punto del giardino privo di corrente elettrica, allora puoi optare per delle comode e pratiche lampade da esterno senza fili.

L’articolo Come scegliere l’illuminazione per esterni? Guida all’acquisto proviene da Dettagli Home Decor.

7 Aprile 2021 / / Dettagli Home Decor

pulizie di primavera

Il desiderio di tutti è mantenere la casa ordinata e pulita, anche durante la settimana e nonostante i costanti impegni quotidiani. Per affrontare le pulizie senza stress e senza sprechi di energia sono necessari metodo e organizzazione, in modo che tutto sia tenuto sotto controllo, evitando accumuli e rimandando le cose da fare.

Pulizie di casa: tutti i trucchi per gestirle al meglio

Un ordinario e abituale “modus operandi” ti aiuterà a tenere monitorata la mole di lavoro per garantirti una visione della casa sempre pulita ed ordinata; insomma fare il giusto (anche poco), ma tutti i giorni è il primo fondamentale consiglio. Dedica ai pavimenti un’attenzione regolare e costante, per esempio pulendo le superfici subito dopo aver mangiato.

Riserva alla stanza da bagno una particolare cura, igienizzando ogni giorno i sanitari e cambiando asciugamani e accappatoi con frequenza. Anche la cucina, quando si tratta di pulizie, non va mai trascurata; sono sufficienti semplici interventi quotidiani per evitare l’accumularsi eccessivo di piatti, bicchieri, posate e stoviglie di ogni tipo. 

pulizia pavimento

Preziosi alleati per rendere le pulizie di casa veloci e meno faticose

Per svolgere giornalmente alcune piccole azioni, utili a tenere sempre pulita la propria casa, è necessario avere i prodotti adatti, sempre pronti all’uso, che ti saranno enormemente di aiuto per rendere il lavoro più veloce e meno faticoso, garantendo risultati impeccabili.

Tra i preziosi alleati, di cui non riuscirai più a fare a meno, segnaliamo Vileda 1-2 Spray Max, il nuovo sistema lavapavimenti spray sempre pronto all’uso e ideale per la pulizia quotidiana, che ti assicurerà un risparmio notevole di tempo senza rinunciare a risultati eccellenti. Grazie al serbatoio integrato nel manico, non avrai nessun secchio da riempire e portare in giro; con il grilletto potrai comodamente controllare il getto spray che, finemente nebulizzato, copre il panno in tutta la sua larghezza e garantisce così il livello di umidità necessario per la pulizia dei pavimenti. L’ampia piastra piatta, ribaltabile di 180°, ti permette di pulire i pavimenti 2 volte più a lungo e rapidamente, senza bisogno di fermarti.

Il suo panno in microfibra di altissima qualità – ideale per tutti i tipi di pavimento, anche quelli più delicati, come il parquetassicura la rimozione di oltre il 99% dei batteri e virus* anche solo con acqua, senza l’uso di detergenti chimici. La combinazione di due fibre differenti – bianche e rosse/grigie – garantisce pavimenti brillanti ed efficace pulizia, persino dello sporco più ostinato.

pulizie di casa

Vileda 1-2 Spray Max, una scelta sostenibile

Oggi la salvaguardia del pianeta è una delle sfide più importanti che ci troviamo ad affrontare. Vileda 1-2 Spray Max, grazie al panno lavabile in lavatrice fino a 200 volte, rappresenta la tua scelta sostenibile, permettendoti di ridurre così gli sprechi rispetto a prodotti usa&getta. Inoltre, grazie al sistema spray, puoi lavare i pavimenti con un minor consumo di acqua e detergenti.

L’articolo Come organizzare le pulizie di casa, per risparmiare tempo ed energie? proviene da Dettagli Home Decor.

7 Aprile 2021 / / Dettagli Home Decor

balcone arredato

Come dare un valore ai balconi cittadini, spazi spesso non sfruttati o poco vissuti? URBN BALCONY nasce dall’intuizione di Unopiù, in collaborazione con i designer Meneghello Paolelli Associati, per rispondere a questa esigenza.

Sistema prodotto dal design semplice ma innovativo, URBN BALCONY si compone a partire da una struttura modulare in raffinato e resistente legno iroko, fissabile a parete o a soffitto, che fa da supporto o da contorno a una serie di accessori che permettono di creare soluzioni di micro arredamento e di svolgere più funzioni in uno spazio ridotto.

In continua evoluzione, versatile e componibile, nel 2021 URBN BALCONY si arricchisce di nuovi accessori: inediti mobili/panche contenitori multifunzionali, sistemi di tendaggi, un piccolo e raffinato treppiedi e una mini collezione di tavolo e seduta pieghevole pensata al 100% per essere riposta nei mobili contenitori URBN BALCONY.

Tavolo e seduta sfruttano la tecnologia Wood-Skin®: sulla struttura in acciaio viene adagiato un “tessuto ligneo” che si modella, diventa seduta, schienale o piano del tavolo e, grazie alla sua caratteristica di essere un “tessuto strutturale”, si arrotola nel momento in cui i mobili devono essere piegati e riposti nel mobile contenitore.

tavolo pieghevole da balconesedia pieghevole da balcone

Tavolo e seduta, così come il treppiedi, si prestano a essere utilizzati non solo sui balconi, ma in tutti quegli ambienti outdoor dove lo spazio è esiguo.

Il treppiedi Unopiù, che trae la sua ispirazione dall’arredo da campeggio ma interpretato in una veste elegante e moderna, è impreziosito da un anello che fa da perno ma al tempo stesso è decorativo. Oggetto nomade, trasportabile, di piccole dimensioni ma robusto, questo elemento d’arredo è adatto ad essere inserito all’ultimo momento su un balcone, per accomodare un amico ad esempio, così come per un picnic in un parco.

sgabello richiudibile da balcone

I mobili/panche possono diventare fioriere o contenitori; i sistemi di tendaggi donano ombra o semplice privacy a seconda delle necessità. Questi inediti accessori, configurabili a proprio piacimento, si aggiungono a fioriere, vasi, armadietti, mensole e stendibiancheria che si trasformano in piani da lavoro e viceversa.

mobili/panca da balcone

Mangiare, leggere, studiare, lavorare da casa ma all’aria aperta, stendere, prendersi cura di piante e fiori e riposarsi sono solo alcune delle attività realizzabili nello spazio ‘rinnovato’ di un balcone 2/2 che, per quanto piccolo, grazie a URBN BALCONY può essere vissuto e diventare un prezioso prolungamento della casa, quando la voglia di affacciarsi all’aria aperta, soprattutto nei centri urbani con l’arrivo delle prime belle giornate, diventa irrinunciabile.

Urbn Balcony ha ottenuto la Special Mention per il German Design Award 2021 nella categoria Excellent Product Design – Furniture.

L’articolo URBN BALCONY di Unopiù si arricchisce di nuovi accessori proviene da Dettagli Home Decor.

7 Aprile 2021 / / Idee

Appena varcata la soglia di casa il caos ti circonda… non sai dove appendere la giacca, dove appoggiare la borsa e riporre le scarpe. SOS disordine. Urge un armadio ingresso: un armadio guardaroba ma anche scarpiera, un’armadiatura con tanti ripiani e vani per riporre le scatole degli attrezzi, i contenitori dei giochi dei bambini, i detersivi per la pulizia di tutte le superfici.
Un armadio all’ingresso può essere il migliore alleato salvaspazio per sfruttare ogni centimetro e garantire ordine e rigore, soprattutto in un monolocale o in una casa piccola o piccolissima. Con un armadio capiente e ben organizzato è scongiurato il pericolo di trasformare l’ingresso in un deposito disordinato. Tutto è in ordine, tutto è nascosto dalla vista.

Un disimpegno e un corridoio si prestano ad essere arredati con un armadio più o meno grande a seconda dello spazio a disposizione. Se l’ingresso è piccolo o il corridoio è lungo e stretto scegli armadi ad ante scorrevoli che permettono di guadagnare spazio in apertura: le ante scorrono su binari paralleli al muro, non prevedono apertura frontale, il loro ingombro da aperte è praticamente nullo.
Se invece la porta d’ingresso si affaccia direttamente sulla zona living e non ci sono i presupposti per inserire un armadio il nostro consiglio è comunque quello di non rinunciare ad un contenitore chiuso dove riporre tutti gli accessori che non si vogliono (o non si possono) lasciare in bella vista. Il contenitore può essere un mobiletto multiuso capiente che non sembra quello che in realtà è. Un armadietto alto e stretto magari con anta a specchio, una scarpiera slim con ante a ribalta, un contenitore scarpiera che sembra una credenza ma che è dotata internamente di griglie per le scarpe. Oppure potresti optare per un pannello specchiera e guardaroba: pannello con specchio sul davanti e asta per grucce nascosta sul retro. Se lo spazio è proprio ridotto o se queste idee non ti convincono potresti scegliere semplicemente mensole e cassetti svuotatasche per appoggiare mazzi di chiavi, occhiali e portafogli.

Gli armadi per ingresso più richiesti

Alias quello che gli Italiani digitano di più su Google in fatto di armadi da ingresso.
6 ricerche, 6 soluzioni firmate Maconi.

Armadio ingresso poco profondo

Mobile ingresso profondo 30 cm con due armadietti che contengono appendiabiti, ripiani, kit postazione stiro.

Composizione ingresso con armadietti e pannello centrale con specchio e mensole

Armadio guardaroba ingresso

Armadio guardaroba poco profondo con colonne contenitore, specchio, asta appendiabiti, panca-scarpiera.

Armadio con specchiera e tubo per grucce appendiabito

Armadio appendiabiti ingresso

Armadio guardaroba a due ante e tre cassetti. Ganci appendiabiti nascosti nell’armadio.

Armadio ingresso con cassettiera inferiore e pannello laterale

Armadio ingresso con specchio

Grande armadio ingresso a 6 ante. Le due ante centrali sono a specchio.

Armadio ingresso a 6 ante con ante centrali a specchio

Armadio ingresso con scarpiera

Mobile ingresso con due armadietti e un pannello centrale attrezzato. Un armadietto è organizzato con ripiani porta scarpe.

Armadio ingresso con ante scorrevoli

Mobile ingresso con due armadietti sospesi con ante scorrevoli.

Armadio ingresso con armadietti contenitore e pannello centrale appendiabito

Come organizzare internamente un armadio ingresso

Scegli un armadio componibile o su misura con attrezzature interne personalizzabili. I nostri armadi sono composti da moduli liberamente abbinabili tra loro. Con gli elementi a disposizione puoi creare veri e propri armadi, cappottiere, armadietti per giacche, con vani scarpiera e spazi per borse e accessori, ma anche ripostigli per detersivi e prodotti di pulizia o per attrezzature sportive, postazioni con asse da stiro. Inoltre tutti i moduli possono essere posizionati a terra o agganciati a parete, per il massimo della personalizzazione. Grazie alla profondità limitata i nostri armadi sono i validi alleati di ingressi piccoli. Armadi slim e salvaspazio con profondità di soli 30 cm, minimo ingombro ma grande spazio contenitivo.

Gli elementi indispensabili più richiesti e più sfruttati in un armadio da ingresso sono due: appendiabiti e ripiani. Ganci o aste appendiabiti per giacche, cappotti, sciarpe; ripiani per scarpe, scatole, organizer vari. Se l’armadio all’ingresso ha questi due elementi la maggior parte dei tuoi problemi di organizzazione è risolta.
Se c’è spazio extra o se hai particolari esigenze potresti scegliere anche griglie in metallo per scarpe, cassetti singoli o cassettiere, specchi, kit per predisporre una postazione stiro. Questi elementi sono utili ma non indispensabili, se ci sono ne guadagna l’organizzazione e la praticità.

Se hai giacche, cappotti e impermeabili lunghi prevedi una vera e propria cappottiera, ovvero un armadio con anta verticale alta per appendere tutto in altezza, scongiurando il pericolo di avere vestiti piegati o stropicciati. Se hai poco spazio non esagerare con il numero di capi da appendere all’ingresso, piuttosto riponi qui quello che usi quotidianamente e sfrutta l’armadio della camera per il cambio di stagione. Se invece all’ingresso vuoi appendere solo capispalle e soprabiti corti come giubbotti, giacche di jeans, chiodi o bomber hai bisogno di meno spazio e puoi optare quindi per un guardaroba a mezza colonna. La parte superiore di una colonna armadio puoi destinarla appunto al guardaroba, la parte inferiore puoi organizzarla con ripiani multiuso per scarpe o borse.
E le scarpe? Lasciare le scarpe in bella vista non è un’ottima idea, nè per estetica nè per igiene, soprattutto se hai bambini piccoli che gattonano e toccano tutto quello che trovano alla loro altezza. Per riporre scarpe da ginnastica, stivaletti, ballerine, tacchi ma anche ciabatte e pantofole bastano dei ripiani (ricoprili con carta da giornale per non rovinarli) oppure delle griglie in metallo fatte apposta per ospitare le calzature.
I ripiani, must have indispensabili per riporre in modo ordinato tantissimi oggetti, anche la borsa che usi quotidianamente e qualche immancabile sacchetto shopper.
Se avanzano centimetri preziosi o se proprio non riesci a trovare uno spazio in casa per l’asse da stiro puoi scegliere di posizionarla nell’armadio da ingresso. Puoi attrezzare una colonna armadio con un kit con asse a ribalta da aprire all’occorrenza e ripiani per appoggiare il ferro da stiro, i vestiti da stirare o quelli appena stirati o uno spray appretto.

Vediamo ora degli esempi di organizzazione interna degli armadi da ingresso. Lasciati ispirare e ricordati che possiamo realizzare soluzioni su misura e predisporre gli elementi come preferisci tu.

Colonne e vani contenitore per prodotti per la pulizia di casa, asta portagrucceColonne scarpiera, vani per scatole e contenitore, ripiano ad uso seduta, asta per grucce portabito

Ingresso con armadio…ma non solo

Un armadio all’ingresso di casa è una delle migliori soluzioni contenitive possibili ma se l’armadio non basta, se vuoi qualcosa di più di un contenitore o se lo spazio lo consente, puoi affiancare altri elementi altrettanto funzionali. Per esempio un pannello a muro con ganci, specchio, mensole e cassetti, oppure cassetti e mensole singole. I pannelli possono anche essere dotati di asta per grucce portabito, per appendere pochi capi selezionati. Sempre utile: uno specchio. Oltre a donare luminosità e profondità all’ambiente, permette di darsi un’ultima occhiata prima di uscire di casa. Lasciati ispirare.

Ingresso con armadio a specchio e pannello con mensole e cassetto.


Ingresso sospeso con armadietto e pannello con ganci appendiabiti, specchio, mensole.


Ingresso con armadietto guardaroba chiuso, contenitori modulari, panchetta, pannelli con aste portabito a vista.


Ingresso con armadietto guardaroba, cestoni modulari, pannello con appendiabiti, specchio, cassetti.


Ingresso sospeso con armadietto ad anta scorrevole a specchio, pannello con mensole.

Le soluzioni mostrate in questo articolo ti hanno colpito? Ti piace qualche armadio fotografato e pensi che starebbe proprio bene all’ingresso di casa tua? Vuoi personalizzare una soluzione ingresso? Cerca il rivenditore Maconi più vicino a casa tua e contatta o visita di persona il negozio. Un arredatore ti aiuterà a realizzare l’armadio ingresso perfetto.

Rivenditori scarpiere Maconi

Potresti essere interessato a…

6 Aprile 2021 / / Design

mobile bagno sospeso

L’economia è drasticamente cambiata negli ultimi periodi a causa della recente situazione sanitaria. Infatti, le chiusure forzate di negozi e centri commerciali hanno dato un enorme spinta in avanti al commercio on-line sui siti e piattaforme di e-commerce. Se prima della pandemia il settore andava bene, con l’arrivo del periodo più duro, è andata addirittura benissimo perché sono diventati evidenti punti di forza di questo sistema per acquistare tutto quello che serve. È vero che in generale i consumi dei cittadini hanno subito un freno, ma a ben guardare ci sono settori che sono riusciti a rispondere meglio al colpo. Si tratta proprio della Web economy che permette di acquistare ogni genere di prodotto attraverso la rete internet.

I punti di forza dello shopping on-line

Sono davvero molti i benefici e i vantaggi che hanno spinto moltissime persone a preferire lo shopping on-line, iniziando ovviamente dalla presenza di chiusure e limitazioni. A questo si aggiungono altri fattori come, per esempio, i prezzi più economici e abbordabili. Sui siti di e-commerce sarà sicuramente più facile trovare prezzi scontati che aiutano a risparmiare. Lo stesso prodotto venduto in un negozio fisico tradizionale sicuramente ha un prezzo maggiore rispetto a quello proposto dai siti di e-commerce dove spesso si trovano offerte, promozioni, sconti. Per esempio, un mobile bagno acquistato su www.importforme.it ha un prezzo migliore e più conveniente.

Non si tratta solo ed esclusivamente di convenienza economica poiché tra i punti di forza dello shopping on-line bisogna parlare anche delle tempistiche. Chi preferisce acquistare i prodotti on-line può contare oggi sulla consegna veloce e praticamente immediata. Si tratta di un vantaggio non da poco potere avere tutti i prodotti per la casa, bagno, giardino direttamente consegnati all’indirizzo indicato in appena un giorno. La velocità è un fattore che dà un’ulteriore spinta alla web economy, un settore che registra sempre maggiori introiti a causa delle chiusure che sembrano prolungarsi ancora per diverso tempo. Oggi la maggior parte del brand punta proprio sui siti di e-commerce per limitare le perdite legate alla chiusura dei vari punti vendita.

Per completare l’elenco dei punti di forza dello shopping on-line bisogna anche citare la vasta gamma di scelta e la disponibilità pressoché illimitata.

arredo bagno moderno

Assistenza post vendita per gli acquisti on-line

Nel momento in cui si sceglie di acquistare prodotti on-line sui siti di e-commerce, molte persone hanno il timore di non ricevere adeguata assistenza alla vendita e soprattutto nel post vendita. In certi casi effettivamente può accadere ma il segreto è quello di affidarsi a un partner affidabile e di grande profilo come può essere Import For Me che segue il cliente anche nella fase post vendita.

Si tratta di un enorme vantaggio di cui tutti possono beneficiare in seguito all’acquisto dei prodotti per la casa, il bagno, il giardino grazie a uno staff sempre preparato e pronto a fornire tutto l’aiuto che serve. È un valore aggiunto che assicura maggiore affidabilità.

L’articolo Acquistare arredo bagno online: non solo economico ma anche veloce! proviene da Dettagli Home Decor.

6 Aprile 2021 / / Decor

Fortskrida di IKEA

Nuova vita alla plastica e ai jeans vecchi con Fortskrida di IKEA, la nuova collezione sostenibile in edizione limitata.

Con la nuova linea FORTSKRIDA puoi rinnovare lo stile della tua casa e, al tempo stesso, contribuire a un futuro più sostenibile. Le fodere per cuscini, le tende e le tovaglie di questa serie, vivaci e colorate, sono realizzate al 100% con materiali riciclati: jeans e bottiglie di plastica.

IKEA si è posta l’obiettivo di usare materiali rinnovabili o riciclati in tutti i suoi prodotti entro il 2030. Questo significa che dobbiamo studiare nuovi modi per usare le risorse. Un esempio? Mescolare le bottiglie di plastica e i vecchi jeans per trasformarli in un tessuto morbido e resistente,” spiega Luca Clerici, impegnato nello sviluppo di FORTSKRIDA.

Fortskrida di IKEA

Riciclando due materiali IKEA ne ha ottenuto uno nuovo. Nella prima fase del processo, le bottiglie di plastica vengono lavate e trasformate in piccoli pellet, mentre i jeans vendono sfibrati e diventano soffici balle di cotone. Dopodiché i due materiali vengono uniti e filati su telai.

Non è sempre facile riciclare i tessuti perché spesso sono un misto di materiali diversi, ma se si riesce, ne vale la pena. Per ogni chilo di cotone riciclato risparmiamo 2000 litri d’acqua rispetto a quanto accadrebbe se usassimo nuovo cotone,” prosegue Luca. “Il 45% di FORTSKRIDA è costituito da bottiglie in PET e il 55% da denim. La plastica riciclata serve per rinforzare le fibre di cotone: se non ci fosse, il tessuto non sarebbe in grado di resistere all’usura quotidiana.

Fortskrida di IKEA

Piccoli passi, grandi risultati. Ogni volta che ricicli qualcosa, fai la differenza. Luca spiega che è possibile realizzare 10 metri quadri di tessuto FORTSKRIDA con 30 bottiglie di plastica e due paia di jeans soltanto.

Collaboriamo con altre aziende e organizzazioni che vedono i prodotti scaduti come risorse preziose e non come rifiuti. FORTSKRIDA è un piccolo ma importante passo in questa direzione. Un modo per salvaguardare le risorse e, al tempo stesso, arredare la casa con tessuti colorati e più sostenibili.”

La serie FORTSKRIDA, che ricordiamo essere una collezione in edizione limitata, è disponibile online e in tutti i punti vendita IKEA.

L’articolo IKEA lancia la nuova linea di tessili green ricavata dal riciclo di plastica e jeans proviene da Dettagli Home Decor.

5 Aprile 2021 / / Case e Interni

Rifare il look al tuo giardino: ecco tutti i migliori suggerimenti

Dagli arredi, all’illuminazione alla pavimentazione: tutto quello che può esserti utile se vuoi dare un nuovo carattere al tuo spazio esterno

Le recenti statistiche ci dicono che quando si acquista una casa, la scelta ricade soprattutto su quegli appartamenti nei quali è presente anche uno spazio verde esterno. L’effetto covid sta influenzando le scelte immobiliari di molti di noi: il lockdown e le restrizioni, hanno costretto molte persone a rivedere le priorità abitative. Dallo scoppio della pandemia, infatti, il valore di questa tipologia di case è cresciuto.

[fonte immagine di apertura: @ohmymaison]
Un piccolo giardino può diventare il luogo prediletto per il tuo tempo libero durante i mesi più caldi, che si stanno avvicinando rapidamente! Non importa se hai un giardino, un ampio balcone o un piccolo cortile, rendilo uno spazio di cui essere orgoglioso!
In questo, dovremmo imparare di più dal popolo scandinavo, che sfrutta appieno anche microscopici balconi, rendendoli accoglienti anche solo per leggere un libro o sorseggiare una tazza di tè.
Se il tuo giardino o balcone è abbastanza grande per stare seduti fuori, abbastanza grande per poche piante, abbastanza grande per donare una bella vista dall’interno della casa, allora non è piccolo, è giusto. E se lo tratti bene, ti ricompenserà durante tutto l’anno.

Avere un’area verde da poter sfruttare è l’ideale per passare del tempo all’aria aperta, per far giocare i bambini, per cenare all’aperto nelle serate più calde o anche per darsi al giardinaggio e sconfiggere lo stress. Puoi coltivare il tuo albero di limone, creare un delizioso orto o, se preferisci iniziare in modo semplice, provando a coltivare una piccola collezione di piante grasse.
Per quanto piccolo sia il tuo spazio esterno, crediamo che tu possa creare qualcosa di bello e funzionale, quindi continua a leggere per ulteriori ispirazioni.
Rifare il look al tuo giardino
[fonte: Lights4fun]

Alcune semplici regole per il tuo giardino

Per iniziare… riordina. A volte semplici gesti hanno il maggiore impatto. Quindi, metti da parte i piani ambiziosi per una fontana o un giardino delle erbe e inizia in piccolo: elimina le erbacce, le foglie cadute, rimuovi le piante morte e falcia il prato. Pulisci a fondo la pavimentazione, se sembra sporca e sostituisci le piastrelle rotte o scheggiate. Se la tua recinzione sta cadendo a pezzi, aggiustala e se il tuo capanno degli attrezzi sembra un po’ stanco, dagli una nuova mano di vernice. Queste attività di riordino e pulizia renderanno il tuo giardino più bello in poche ore.
Rimani sempre su un layout semplice e ricorda che la “regola del tre” si applica alla maggior parte delle cose sia in casa che in giardino. Quindi il nostro consiglio è di utilizzare un massimo di tre tipi di materiali per pavimenti ed arredi. Questo darà una coerenza e omogeneità al tuo giardino, che sarà l’invidia di tutti coloro che vi entreranno. È possibile far sembrare un giardino bello con una più ampia varietà di materiali, ma è anche più difficile e perché rendersi la vita più difficile?
[fonte ikea]

Gli arredi da giardino

E’ il comfort la tendenza dell’estate 2021: sarà probabilmente perché siamo davvero sempre tutti sotto pressione, ma l’angolo verde della casa viene percepito sempre di più come la zona perfetta per rilassarsi e rigenerarsi.

E’ per questo che molti complementi di arredo di design, gradevoli alla vista, ma sicuramente dalle forme non ergonomiche, vengono preferiti e sostituiti da complementi d’arredo in cui la bellezza si sposa con la comodità.
Nell’ottica di rendere il giardino uno spazio da vivere, anche insieme alla famiglia, pensa bene a come vuoi arredare lo spazio esterno. Vuoi avere un tavolo e fare una sala da pranzo esterna? O vuoi oziare sui divani e trasformare il tuo giardino in un salotto all’aperto? Se sei fortunato potresti avere spazio per entrambi, ma vale la pena pensare a dove dovrebbero essere posizionati: a che ora del giorno ogni area prende il sole?
Semplicità e tonalità naturali sono le tendenze che ancora perdurano nel 2021. Bianco, panna, beige, color corda, grigio, marrone, legno sono i colori maggiormente in voga. La scelta di mobili in legno, colori tenui negli accessori e decorazioni naturali richiamerà maggiormente i grandi spazi aperti, migliorando naturalmente le dimensioni dell’ambiente circostante.
Se lo spazio è poco, i mobili da esterno devono essere studiati attentamente. Se si sceglie la tipologia sbagliata possono ingombrare e potrebbero occupare spazio prezioso che non puoi permetterti di perdere.
Invece di grandi divani o sedute ingombranti, scegli modelli più compatti. Se un tavolo da pranzo a sei posti è fuori discussione, un set da bistrot con un sottile tavolo in metallo e due sedie pieghevoli potrebbe trasformare lo spazio e può essere facilmente riposto quando non è in uso.
Anche i mobili multifunzione possono aiutare, come una panca contenitore. Aggiungi un cuscino a un tavolo basso robusto per fungere da pouf o sgabello occasionale.

[fonte ikea]

Illuminazione per esterni

L’ illuminazione è davvero fondamentale. Non solo per quando sei là fuori nel tuo giardino a goderti la serata, ma anche per la vista dall’interno della casa.
Prova a diversificare l’illuminazione. Il primo punto è a favore della praticità: illumina i gradini, le aree di seduta, i percorsi. Successivamente, illumina qualsiasi elemento tu abbia voglia di valorizzare: una piccola fontana, un albero, muri dalle texture interessanti.

Scegliere lampade LED è la soluzione migliore in quanto a risparmio: viene stimata una spesa minore del 90% rispetto alle altre tipologie di luci.

Se parliamo di segna scale, segna passi e luci di sicurezza, allora i LED integrati nei nuovi apparati ad energia solare ricaricabile, sono l’ideale. In pratica, durante il giorno l’energia solare accumulata dal pannello viene trattenuta dalla batteria e poi liberata quando cala la luce naturale e veicolata verso il sensore che comanda l’accensione delle luci a LED.
Per quanto riguarda invece le lampade da esterno a sospensione, le maggiori novità riguardano il design e le texture dei corpi illuminanti, che diventano un vero e proprio elemento di arredo.
Materiali sempre più resistenti e un’integrazione di tecnologia efficace e semplice sono invece le nuove chiavi di sviluppo per applique, faretti e luci da incasso.
Rifare il look al tuo giardino
[fonte: Rust-Oleum]

Pavimentazione esterna: quale scegliere

Un aspetto sicuramente da curare è la pavimentazione. Oltre all’area verde, bisogna essere certi di dove si mettono i piedi e che la pavimentazione si sappia adattare al resto dell’arredamento e, anzi, magari renderlo ancora più suggestivo.

La pavimentazione è un modo davvero efficace anche per suddividere in zone uno spazio giardino.
Tra le nuove tendenze troviamo le lastre in pietra di recupero per pavimenti esterni, esteticamente gradevoli e anche facili da reperire. Se vuoi l’aspetto delicatamente invecchiato, la posa di lastre pietra di recupero piuttosto che di nuove, può creare un delizioso effetto vissuto. Il riutilizzo dei materiali è anche un atteggiamento più rispettoso dell’ambiente.
Bordure di aiuole, segnapassi, gradini per esterno in pietra di recupero riescono a dare un senso di naturalezza al tuo giardino e sono anche abbastanza facili da posare: a secco, solamente con la sabbia, per permettere all’acqua di drenare ed evitare così la formazione di fastidiose pozze quando piove o si annaffia.
[fonte: Jody Stewart]

Protagoniste: le piante

Fiori e piante portano tanta bellezza in ogni spazio in cui entrano, grande o piccolo, dentro o fuori la casa. Ma oltre al valore estetico, il giardinaggio può anche essere un hobby rilassante.
Un layout semplice ti aiuterà con la manutenzione. Una vegetazione rigogliosa, ma senza eccessi è la regola da seguire per le piante nei piccoli giardini. Ricordati che le piante crescono in fretta e la manutenzione diventa difficile. Avere diversi gruppi di piante di una varietà limitata, non solo farà sembrare il tuo giardino ampio ed accogliente, ma ti aiuterà anche a non perdere troppo tempo per la cura. Tieni limitata la varietà di piante per mantenere limitato il lavoro: se hai solo tre o quattro diversi tipi di piante, avrai un lavoro molto più semplice da fare, quando dovrai prendertene cura.
Più è semplice, meglio è. Due o tre vasi grandi avranno un impatto maggiore e un aspetto più elegante di una dozzina di vasi più piccoli mal assortiti  e saranno più facili da annaffiare. Un albero, dove è consentito, è meglio di tre arbusti di dimensioni medie.
La scelta di piante adatte anche all’ambiente invernale sarà la chiave per ottenere la vista bella tutto l’anno. Scegli cespugli di bosso o altre piante robuste e sempreverdi per non avere un giardino spoglio e triste nella stagione fredda.
In tutto questo, non dimenticare l’effetto “wow”. Cerca di aggiungere piccoli sprazzi con piante che esibiscano i loro colori per un lungo periodo. La lavanda è una vera vincitrice in questo campo, con i suoi fiori profumati in estate, ma se viene tagliata in autunno, starà bene tutto l’inverno. Vale sempre la pena pensare ai profumi: i giardini più piccoli sono i luoghi perfetti per apprezzare gli odori.
Infine, anche l’utilizzo di scaffali per esterni per mettere in mostra le piante è un’ottima idea per creare spazio senza ingombrare troppo il pavimento.
Anche se non sei un giardiniere, il tuo giardino può e ti darà così tanta soddisfazione se gli dai una possibilità.
Rifare il look al tuo giardino
[fonte: Little Greene]
______________________________

Anna e Marco CASE E INTERNI

2 Aprile 2021 / / Dettagli Home Decor

Lo scaldasalviette non è più solamente un elemento da collocare nella stanza da bagno, ma un vero e proprio progetto multi-funzione e personalizzabile.

Ogni arredo, soprattutto in bagno, è chiamato a svolgere più funzioni: lo specchio è un corpo illuminante, il lavandino offre un piano di appoggio, il radiatore accoglie salviette e accappatoi fino a diventare, in alcune situazioni, una pratica mensola.

La stanza per eccellenza dedicata al benessere all’interno della casa, richiede soluzioni capaci di assolvere a più destinazioni d’uso, spesso anche per superare le ridotte dimensioni dello spazio. Ideate e sviluppate con questo obiettivo, le collezioni di Antrax IT aggiungono alla praticità l’alto grado di personalizzazione, sia per le finiture – proposte per quasi tutti i modelli in oltre 200 varianti cromatiche – sia di dimensioni.

Serie T è l’emblema di un approccio che unisce design, tecnologia e multifunzionalità: disegnato da Matteo Thun & Antonio Rodriguez e realizzato in alluminio 100% riciclabile, deve il suo nome al celebre estruso metallico a T tradizionalmente usato nelle costruzioni, che reinterpreta quindi nelle forme e nei materiali. Il profilo può essere utilizzato nella versione singola o doppia, dando origine a svariate configurazioni che rendono il radiatore una mensola orizzontale, un modulo libreria con ripiani in legno o un arredo accessoriabile con ganci a cui appendere gli accappatoi. Questo progetto di design, disponibile nella versione idraulica ed elettrica, è progettabile al cm e permette di essere customizzato a seconda delle esigenze.

V8 & Pieno sono gli scaldasalviette formati da due profili tubolari verticali ai quali sono ancorati elementi orizzontali che si ripetono con un ritmo differente, modificandone la configurazione. Pieno, infatti, ha un impatto estetico più importante rispetto a V8 per il maggiore numero di componenti orizzontali. Entrambi, proposti in oltre 200 nuance, sono realizzati in alluminio 100% riciclabile e hanno dimensioni ridotte, con larghezza di 40 o 50 cm e altezza di 101,6 o 159,2 cm, e possono essere dotati di un apposito gancio per sostenere l’accappatoio.  

Flaps è una piastra ad alta efficienza termica di soli 3 mm e in alluminio 100% riciclabile, interrotta e arricchita da alcune pieghe – “flaps” appunto – poste in diagonale, che si rivelano ideali per l’alloggiamento delle salviette. Disegnato da Victor Vasilev, ha un’immagine contemporanea, linee essenziali e può essere ordinato nella versione idraulica o elettrica, in due altezze e con alette nella parte alta o bassa, oltre che nelle numerose cromie proposte a catalogo da Antrax IT e con gancio porta accappatoio.

www.antrax.it

L’articolo Tre radiatori per tre stili di bagno proviene da Dettagli Home Decor.

2 Aprile 2021 / / Idee

La lavanderia , stanza più amata dalle donne o forse.. Ma bando alle ciance! Come possiamo organizzare la zona lavanderia in modo funzionale e perchè no anche esteticamente affascinante? Innanzitutto dobbiamo sottolineare che questo ambiente deve essere collocato vicino alla cucina o al bagno , per usufruire degli scarichi. A seconda dello spazio che si ha a disposizione , si sceglie dove è meglio ricavarla , ma ciò dipende anche dalle esigenze dei proprietari o di chi abita la casa e dalla pianta dell’abitazione. Se disponete di grandi metrature , la lavanderia si può destinare in un lato della casa (preferibilmente nord) che abbia le giuste regole stabilite dal Regolamento Edilizio. In una piccola casa , la si può collocare nella zona giorno o creare una stanza nelle vicinanze di un bagno. Altri luoghi in cui poterla collocare sono : i balconi oppure stanze caldaia. Se prendiamo in considerazione ambienti interni alla casa , dovremmo tener presente la presenza di una finestra che se nel caso non si possa avere per vari motivi , è necessario creare un impianto meccanico di aerazione.
 (fig.2)
Non è detto che debba essere per forza una stanza dedicata ma anzi si può ricavare uno spazio e mimetizzarla in un armadio. 
COME POSSIAMO FARE?
Per ottenere questa disposizione , occorre aggiungere l’ingombro della lavatrice , che di solito è circa 
60×60 , successivamente ricavare 10 cm dietro per gli attacchi elettrici ed idrici , altri 10 cm avanti ed infine almeno 6cm ai lati. Sappiamo che lavatrice ed asciugatrice sono un’accoppiata vincente ,anche se l’ultima generazione prevede ambedue le funzioni in un solo elettrodomestico , quindi bisogna ricavare anche le misure per essa sia se la si vuole mettere al lato sia al di sopra della lavatrice. Ovviamente non possiamo ricavare questo spazio in un ambiente stretto ma deve essere abbastanza largo da tener conto della presenza dell’uomo che opera ( relazione/rapporto uomo-oggetto). Come possiamo vedere dalla figura 2 in alto , se lo spazio è sufficiente , in un locale lavanderia si possono inserire anche attrezzi inerenti non solo al lavaggio ma appenderia o stendibiancheria ed infine stireria. Possiamo inserire mensole , barattoli , piccola dispensa per detersivi o deposito cesta , il tutto sempre coordinato e funzionale a ciò che possiamo permetterci in quello spazio.
PRONTI PER CREARE IL VOSTRO SPAZIO LAVANDERIA??


M.