Idee






 
 
 

Krapfen tirolesi

Pubblicato da admin in Charme and More, Idee

 

Quella dei “Krapfen tirolesi” è la ricetta di oggi inserita nella rubricaRicette dell’ Alto Adige ~ Südtirol”.

Una specialità locale da servire come dessert o per la merenda del pomeriggio.

I krapfen sono dei dolci fritti da farcire con con marmellate fatte in casa (albicocche, prugne o anche di castagne) o semi di papavero.

Dolci che vantano un lunga tradizione in Alto Adige e che vengono serviti in numerose occasioni e nelle  feste di paese.

Serviti  ancora caldi e spolverati di zucchero a velo sono specialità amate da grandi e piccini.

Ecco la ricetta tratta da: So kocht Südtirol (Cucinare nelle Dolomiti.

Ph via
Ph via

Ingredienti per ca. 40 Krapfen al papavero

Per l’impasto:

500 g di farina
60 ml di latte tiepido
60 ml di olio
60 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio di rum
1 cucchiaio di zucchero
2 tuorli d’uovo
1 uovo
1 pizzico di sale

Per il ripieno:

200 ml di acqua
250 g di zucchero
250 g di semi di papavero, macinati finemente
1 cucchiaio di miele
1 pizzico di buccia di limone grattugiata
1/2 cucchiaino di cannella
1 bustina di zucchero vanigliato
1 cucchiaio di rum

Inoltre servirà 1 uovo per spennellare, olio per friggere e zucchero a velo..

Preparazione dell’impasto:

Versare la farina in una grande ciotola e mescolarla con il latte, l’olio, l’acqua, il rum, lo zucchero, i tuorli, l’uovo intero e impastare fino ad ottenere una pasta liscia. Lasciare riposare l’impasto coperto per 20 min.

Preparazione del ripieno:

Bollire l’acqua con lo zucchero, aggiungere il papavero e continuare a cuocere. Aggiungere il miele, la buccia di limone, la cannella, lo zucchero vanigliato e il rum.

Completamento:

Dividere l’impasto in due parti, con una macchina per la pasta tirare una sfoglia sottile e tagliarla a strisce larghe 10 cm. Disporre il ripieno sulla metà delle strisce, ripiegare la pasta, premere i bordi e tagliare la pasta con l’apposita rondella.

Friggere a 190° fino a quando non sono dorati e croccanti da entrambi i lati. Poi far asciugare e spolverare con zucchero a velo.

Ricetta via

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Krapfen tirolesi proviene da Charme and More.

Tags:

 
 

Perché mi piacerebbe avere una serra tutta mia

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

L’idea di avere una serra in giardino, o in terrazzo, non è cosa comune.

Non tutti conoscono i vantaggi che una serra può dare e non tutti immaginano che esistono soluzioni anche per viverci!

Dopo che leggerai questo articolo secondo me ti verrà voglia di approfondire la “questione serra”. E parlo di serre di design ovviamente!

Le piante sono al riparo dal freddo

Ogni inverno abbiamo il problema di dove mettere al riparo le piante.

La questione “riparare le piante dal freddo” mi riguarda da vicino, visto che adesso abitiamo in una casa dove abbiamo diversi cactus, un limone, un rosmarino gigante, una pianta di chinotto e un mandarino, un Ficus Benjamin comprato all’Ikea 5 anni fa che ormai sta crescendo a vista d’occhio. In primavera e d’estate sono all’aperto, sul terrazzo.

Puntualmente il Ficus Benjamin e i cactus, al primo freddo, vengono portati in casa, mentre le altre piante vengono coperte. La situazione è che siamo sommersi di piante (anche se un po’ di verde in casa non guasta mai!)

Una serra, anche piccola, risolverebbe la situazione e ho trovato tra le proposte di Unopiù, brand noto da tempo per la sua qualità degli arredi da esterno, la serra Floralia adatta sia a spazi piccoli che a spazi più grandi, essendo disponibile in varie misure.

Si può creare un angolo lettura con vista

Anche d’inverno le serre mantengono una temperatura piacevole, soprattutto se adeguatamente esposte al sole.

E’ quindi possibile disporre nella serra, oltre alle piante, anche un divano, una poltrona e dei tavolini a seconda dello spazio a disposizione. Aggiungiamo un buon libro, una coperta e una tisana, e il relax è assicurato.

In questo caso sarebbe adorabile poter arredare la serra Orangerie, altra proposta di Unopiù, di dimensioni decisamente più grande della precedente! Adatta a chi ha un grande giardino.

Orangerie – Unopiù

 

E’ una soluzione di design… anche dentro casa

Non mancano le proposte di architetti che utilizzano le serre anche negli spazi interni delle case. Si tratta solitamente di spazi di grandi dimensioni, come nei progetti di recupero di ex magazzini industriali.

E’ il caso di Gregoire de Lafforest che in un suo progetto ha inserito la cucina proprio in una serra.

Project by Gregoire de Lafforest

Oppure le serre sono molte utilizzate per la creazione di giardini di inverno o nella copertura di passaggi tra due parti separate di un’abitazione.

Soluzioni accattivanti che mi fanno sognare e che mi fanno desiderare un angolo caldo e accogliente, circondata dal verde, anche d’inverno!

L’articolo Perché mi piacerebbe avere una serra tutta mia proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Piccoli giardinieri crescono con yougardener

Pubblicato da blog ospite in Idee, Paz Garden

Vi avevo promesso, su Instagram, che presto vi avrei parlato di alcune piantine che abbiamo scelto di regalare ai bimbi, per cominciare ad insegnare loro quanto sia bello e interattivo prendersi cura di un essere vivente (che non sia il solito triste pesce rosso!).
In nostro aiuto sono arrivati gli amici di YOUGARDENER, un team appassionato e fortissimo di veri amanti delle piante, che hanno messo su un sito ricco delle migliori varietà e specie, grazie anche al supporto logistico di una rete di vivaisti eccellenti e riconosciuti per l’alta qualità delle piante che producono.
Abbiamo scelto varie piante che man mano vi mostrerò, ma tra queste alcune spiccano per originalità e livello di interazione possibile con i bambini.
Oggi ad esempio vi parlo della falsa Rosa di Gerico, il cui vero nome è Selaginella lepidophylla, che conosciuta anche come pianta della resurrezione, è capace di dar vita ad un vero e proprio spettacolo super affascinate per i bimbi.
Pianta tipica del Medio Oriente, si dice sia stata importata dalla Terra Santa, per via delle sue proprietà magiche.
La sua caratteristica principale è di richiudersi completamente nel momento in cui si trova a vivere un periodo di siccità, per poi riaprirsi e sbocciare come fosse un fiore non appena riesce a recuperare qualche goccia d’acqua o anche solo più umidità nell’aria che respira.
Inutile dirvi quanto tempo i bimbi sono rimasti ad osservare la pianta sperando si aprisse immediatamente dopo averle dato da bere!!!

La procedura per cominciare a prendersi cura di lei infatti è molto semplice.
Basterà riempire con mezzo centimetro d’acqua tiepida un sottovaso o un piattino, facendo attenzione che si bagnino bene tutte le sue radici e aspettare di guardare cosa succede.
Dopo che l’acqua sarà stata completamente assorbita potrete tornare ad ammirare il processo con cui ritornerà a chiudersi su se stessa, decidendo successivamente di aspettare un po’ lasciandola disidrata o ricominciare l’intero esperimento. Qui la scusa del pollice nero non esiste, ve lo assicuro!

Altra sua caratteristica non da poco è il suo profumo molto particolare di bosco e la sua capacità di catturare i cattivi odori, motivo per il quale l’abbiamo posizionata, dopo varie indecisioni, proprio in cucina ;-).

Spero di potervi mostrare presto altre foto della piantina completamente aperta, ma nel frattempo se volete provare ad adottarne una anche voi potete trovare la Rosa di Gerico qui.
Io intanto vi saluto con un… arrivederci al prossimo verdissimo Post ;-)))) !!!

Post scritto in collaborazione con YOUGARDENER.

Tags:

 
 

San Valentino: come scegliere i fiori e farle una piacevole sorpresa

Pubblicato da blog ospite in Idee, Maison Rock Coucou

Mio caro, oggi il mio  post è per te.
Ormai è da tempo che hai una compagna ed è importante farle ogni tanto delle piccole sorprese, dei pensierini che la renderanno sempre felice.
So che tu la sorprendi sempre, che le spese da affrontare sono tante e che quindi il tuo regalo è quotidiano. So anche che tu non sei così tanto romantico e sai pure che a lei San Valentino non piace, però qui ti voglio svelare dei piccoli suggerimenti validi per tutte noi donne.
Innanzitutto non è vero che a lei San Valentino non piace. Anche se ti giura che è così io ti garantisco che non è vero.
Si, a lei non piacciono queste forzature, è una festa che snobba e che mai ammetterà che le piace festeggiare… perché fa un po’… kitch?
Ma azzardati a tornare a casa senza un fiore!
Quel broncio, quelle risposte pungenti, quelle finte affermazioni sono la conseguenza della tua mancanza di accorgimenti perché si, è così, almeno un fiore a casa lo devi portare. Senza preavvisi, senza grandi show plateali, ma in quella tua giornata lavorativa e affaccendata, devi trovare il momento per acquistarle dei fiori e donarglieli con un sorriso.
Oggi ti vengo in aiuto con piccoli accorgimenti fondamentali che dovrai avere.
Per i suggerimenti non mi baso solo sulla mia esperienza personale di donna sposata, amica e conoscitrice delle donne, figlia di una famiglia matriarcale, ma ho consolidato le mie convinzioni attraverso una serie di interviste che ho fatto ad altre donne che ho scelto con cura, quelle  “apparentemente disinteressate”, quelle che pensi che siano lunatiche e che non capisci mai bene cosa veramente vorrebbero.
Ah, dimenticavo! Le ho scelte di diverse età e nonostante tutto, a parte dei piccoli dettagli caratteriali, tutte hanno dato le stesse risposte.
Le indicazioni da seguire sono poche ma le devi seguire con cura:

1. Senza preavviso, senza dire che stai festeggiando, facendo finta di niente, rientra a casa con un mazzo di fiori. Non deve essere una pianta ma proprio dei fiori comprati dal fioraio.
Ti scrivo dei piccoli accorgimenti importanti per acquistare un bel mazzo di fiori:
non deve avere retina o carta crespa, spighe, oggettini e ninnoli vari, deve contenere solo foglie, fiori e un nastro di RASO per legarli.
Niente cellophane, niente fiori di sposa, niente fiori colorati.
Se seguirai questi NO, vedrai che il mazzolino uscirà grazioso.
Se poi sai qual è il suo fioraio di fiducia, hai fatto bingo!

2. Il regalo.
Qui è un po’ più complicato. Se le devi fare un regalo che sia veramente bello e di valore, di quelli che sai che a lei piacciono, come un gioiello, una borsa o un viaggio. Qual è la donna che non lo apprezzerebbe?
Altrimenti, e questo è il consiglio più gettonato, stupiscila, falle una sorpresa.
Puoi ad esempio scegliere di portarla nel fine settimana a fare una scampagnata, aspettare che esca il sole per stare all’aperto, in un posto bello e romantico, solo voi due.
Oppure accompagnala a fare un massaggio rilassante. O ancora organizza un incontro romantico la sera stessa, a cena, ma questo te lo descrivo nel prossimo punto.
3. La cena.
Andare in ristorante il giorno di San Valentino è come andare in pizzeria l’8 marzo.
Lo sconsiglio vivamente.
Meglio creare un’atmosfera romantica a casa.
Se sei bravo ai fornelli cucinerai le sue pietanze preferite;  se invece hai altre qualità non sforzarti di imparare per l’ occasione, ce ne saranno delle altre, però potresti comprare un buon dolce che sai che lei gradisce e accompagnarlo ad un buon vino. Ho scritto dolce perché piace alla maggior parte delle donne, ma se preferisce il salato acquista quello che sai che a lei piace di più.
Ora tocca a te!
Fonte delle immagini: 1, 2, 3, 4

Tags:

 
 

Ispirazioni, tendenze, moda e idee da copiare per San Valentino

Pubblicato da admin in Charme and More, Idee

Una raccolta di immagini ispirate alla ricorrenza di San Valentino, con idee & ispirazioni da indossare, da vivere e copiare.

Franz von Stuck
Franz von Stuck

Cupido fra le nuvole dell’amore è pronto a scoccare i suoi dardi.

Ph via
Ph via

Questo elegante set è proprio quello che serve per abbellire la vostra scrivania con amore.

Questo elegante set è proprio quello che serve per abbellire la vostra scrivania con amore.

(IceyDesigns)

 

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via 

Waiting Saint Valentine

Ph via
Ph via

“Amare se stessi è l’inizio di una storia d’amore lunga tutta la vita.”

 ~ Oscar Wilde

saintlaurent_on_mytheresa-fw2018-19still-life-9202681-img_courtesy_trendfortrend

Questioni di cuore e di stile.
Una borsetta che vi farà innamorare.
Perfetta come idea regalo e un accessorio da regalarci come segno di amore verso noi stesse.
Borsa a spalla Love Box in vernice
MyTheresa
image courtesy TRENDFORTREND

bacio-di-san-valentino

“Perché tutto deve essere fatto con amore.”

Elegante biglietto dipinto a mano a Copenhagen.

(brownpapermovement)

Felice San Valentino a tutti gli innamorati e ricordiamoci di celebrare l’amore ogni giorno dell’anno.

FirmaFellinSMALL
*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Ispirazioni, tendenze, moda e idee da copiare per San Valentino proviene da Charme and More.

Tags:

 
 

Bagno piccolo? Ecco come arredarlo per renderlo confortevole e ordinato

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

Le case di oggi sono sempre più piccole, e sempre più spesso ci si ritrova a dover condividere l’unico bagno presente nell’abitazione con tutta la famiglia. Per questo motivo è importante arredare questa stanza in modo pratico e funzionale, creando spazi contenitivi in grado di accogliere tutto ciò che serve.

Per rendere confortevole e sempre in ordine un bagno piccolo, non servono necessariamente molti metri quadrati, quanto piuttosto una buona ottimizzazione degli spazi e i prodotti giusti. Esistono, infatti, innumerevoli soluzioni salvaspazio per creare pratici spazi contenitivi in un bagno piccolo in cui riporre i tanti oggetti di uso quotidiano di tutta la famiglia o la biancheria da bagno.

Bagno piccolo:  le soluzioni d’arredo per creare utili spazi contenitivi

I mobili sottolavabo sono un buon punto di partenza per tenere in ordine il proprio bagno. In questo modo, tutti i prodotti e gli oggetti che non devono essere lasciati in giro, trovano posto in cassetti o pratici ripiani. Le dotazioni interne dei cassetti permettono di organizzare al meglio lo spazio e sono quindi la scelta ottimale. In commercio si trovano svariate soluzioni che coniugano estetica e funzionalità, basta scegliere un modello di dimensioni adatte al proprio bagno.

Molto di tendenza i modelli sospesi, perfetti per arredare un bagno piccolo perché una volta fissati a parete, lo spazio in basso resta libero e questo crea un senso di leggerezza che fa sembrare la stanza più grande.

mobili sottolavabo sospesi di Villeroy e Boch

base sottolavabo con cassetti serie LUV di Duravit

Ulteriore spazio contenitivo possiamo ricavarlo attrezzando la parete sopra il lavabo con un pratico armadietto a specchio.

Gli armadietti a specchio presentano molti più vantaggi rispetto al semplice specchio, infatti offrono maggior spazio e un’ulteriore fonte di luce.  I ripiani interni sono perfetti per contenere tutti quei prodotti che lasciati in giro creano disordine dai profumi alle creme per il viso e per il corpo di tutta la famiglia. In questo modo si abbina la necessità di potersi guardare nei preparativi di ogni giorno, al bisogno di sfruttare ogni centimetro a disposizione.

Armadietto a specchio My View di Villeroy e Boch

Ma anche le mensole sono piccole meraviglie per riporre vari oggetti, perché non solo arredano la stanza, ma rendono anche utilizzabili superfici apparentemente inutilizzabili. Troppo spesso, infatti, le pareti verticali sono trascurate o non utilizzate. Per guadagnare centimetri preziosi si possono sfruttare bene le pareti sopra il lavabo aggiungendo delle comode semicolonne sospese  o delle colonne alte.  A seconda della forma del bagno potremmo, ad esempio, posizionare una colonna vicino alla zona  lavabo o alla vasca da bagno, oppure utilizzarla per “dividere” i sanitari dal resto del bagno.

L’ampio assortimento di colori e finiture tra cui scegliere, permettono di trovare facilmente il modello che più si adatta allo stile della stanza.  Per il bagno piccolo, è sempre meglio scegliere colori chiari e luminosi che hanno la capacità di allargare gli spazi.

Superbath.it: il bagno dei tuoi sogni al miglior prezzo

Quando si decide di rinnovare il bagno per migliorarne la funzionalità, il fattore spesa è quello che incide sulle nostre scelte. Oggi, però, grazie al portale superbath.it , possiamo acquistare direttamente i prodotti dal produttore al prezzo migliore!

Grohe, Villeroy e Boch, Ideal Standard, Kaldewei, Duravit sono solo alcuni dei marchi trattati e non solo per quanto concerne l’arredo bagno, infatti Superbath propone anche un ricco assortimento di rubinetteria, docce, vasche,  sanitari, lavabi, accessori e persino pezzi di ricambio.

L’ulteriore vantaggio nello scegliere Superbath, è dato dal fatto che lo sconto “cresce” con il volume dell’ordine.

Tra le aziende più note del settore bagno, proposte da Superbath, vi suggeriamo Duravit perché con la sua ampissima gamma è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di budget e stili di vita. Grazie infatti alle molteplici combinazioni dei mobili  e all’ampia scelta di misure e finiture, la progettazione di un bagno piccolo è ancora più semplice e più personalizzabile. Un esempio è la serie L-CUBE.

composizione serie L-CUBE di Duravit finitura Bianco laccato lucido

Con il suo design pulito e lineare, L-Cube è la scelta ottimale per organizzare in modo pratico e funzionale anche un bagno di piccole dimensioni. L-Cube rinuncia a qualsiasi elemento superfluo, perché meno sono i fattori di disturbo e più il bagno risulterà rilassante, ordinato e confortevole.

Grazie all’unione perfetta di lavabo e base, senza fughe visibili, e alla scelta dei mobili L-Cube in finitura Bianco laccato lucido, l’insieme sembra un pezzo unico, estremamente minimalista.

La serie di mobili bagno L-Cube, disegnata da Christian Werner per Duravit, risulta molto leggera. A questo contribuisce anche il fissaggio a parete del mobile, mentre quando non è possibile un’installazione sicura, i piedini cromati permettono di garantire la necessaria stabilità al mobile e possono essere installati a scelta frontalmente o lateralmente.

mobile sottolavabo L-CUBE di Duravit con piedini cromati

Per mantenere ordine e avere tutto a portata di mano, la serie L-Cube è perfettamente organizzata anche al suo interno e i suoi cassetti possono essere dotati di una suddivisione interna.  I cassetti privi di maniglia sono dotati di un meccanismo che permette l’apertura mediante tecnologia tip-on e la chiusura automatica con una leggera spinta.

composizione L-CUBE di Duravit finitura grigio laccato

La serie comprende anche pratiche colonne sospese con vani a giorno che variano in lunghezza e numero degli scomparti e possono essere installati in orizzontale oppure in verticale. L’alternanza di elementi chiusi e a giorno crea composizioni non convenzionali ed accattivanti. È inoltre possibile combinare finiture diverse.

elementi d’aarredo serie L-CUBE di Duravit

Per completare la zona lavabo, la serie L-Cube comprende  anche un armadietto a specchio dal design essenziale che offre un’illuminazione perfetta grazie ad una barra LED che lo incornicia e che può essere accesa, spenta o dimmerata attraverso un sensore. Dietro le ante a specchio bifacciali si nasconde una comoda presa elettrica. Disponibile in quattro dimensioni, l’armadietto a specchio può essere installato sulla parete o persino incassato nel muro.

arredo bagno serie L-CUBE di Duravit con armadietto a specchio

Acquistare nel portale superbath.it è facile e veloce. I prodotti sono descritti in modo chiaro e riportano tutte le informazioni necessarie per fare la scelta giusta. Per qualsiasi informazione o consiglio in fase di acquisto, è inoltre disponibile un servizio di assistenza telefonica con personale qualificato.

Per maggiori informazioni visita www.superbath.it

L’articolo Bagno piccolo? Ecco come arredarlo per renderlo confortevole e ordinato proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Valorizzare il salotto con gli accessori

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, Non Ditelo all'Architetto

PRIMA le pareti sono troppo spoglie e il divano non è servito da accessori funzionali.DOPO vengono scelte delle decorazioni a parete dallo stile industrial vintage e un tavolino e una lampada da terra che servano il divano

Versione romantica in cui il divano viene arredato con diversi cuscini in varie fantasie

Controcampo industrial

Controcampo shabby

Una giovane coppia sta per sposarsi è ah chiesto il mio
aiuto per dare più carattere al salotto di casa, molto grazioso, quasi
perfetto…troppo perfetto.

Arredato in stile country chic tutto è coordinato alla perfezione in questo ambiente, che però risulta un po’ piatto e spoglio, dunque il mio compito è stato quello di caratterizzarlo e personalizzarlo, con tessili, cuscini e tappeti, quadri e decorazioni alle pareti, lampade e tavolini.

Le proposte sono state due, una che vede una contaminazione industrial a rompere la monotonia del country chic, che altrimenti potrebbe cadere nella leziosità, ed una più romantica ed in linea con l’arredamento e i gusti della committente…infatti sarà quest’ultima ad essere scelta, ma che non si dica che io non ci ho provato!

Per la versione industrial vintage mi sono fatta ispirare dalle antichi mappamondi e planisferi geografici, molto affascinanti e decorativi. Accanto al divano ho posizionato un tavolino da un lato e lampada da terra dall’altro, funzionali e che rendono l’area del divano più comoda e fruibile.

Per i tessili, i cuscini sul divano ed il tappeto, ho scelto tonalità neutre in linea con la scaletta cromatica, mentre, come da richiesta della cliente, è stata aggiunta una vetrinetta contenitiva a parete, della stessa linea di arredi già in suo possesso.

Sopra al termosifone, parete che la committente desiderava
arredare, ho scelto di mettere uno specchio per ampliare lo spazio non
vastissimo, con profili in metallo, in perfetto stile industriale.

Valorizzare il salotto industrial vintage
Proposta industrial vintage

Se vuoi dare un look industrial vintage al tuo salotto segui i nostri consigli. In alto a sinistra poster che riproduce una mappa antica 100×140, disponibile QUI, di seguito decorazione a parete che riproduce la pergamena di una mappa QUI e a destra antico mappamondo che trovate QUI. In basso a sinstra Tavolino in stile industriale in legno e metallo, comodo da mettere accanto al divano, disponibile QUI, di seguito lampada da terra con cappello in cotone “Cologne” di Maiosn du Monde come lo specchio nero in metallo “Orangerie”

Per i tessili scegli un mix variegato di cuscini nei toni neutri e bruciati e pizzico di oro, bronzo o rosa per impreziosire. In alto a sinistra cuscini con foglia disponibili QUI, di seguito federa realizzata a maglia con bottoni che potete trovare QUI e in alto a destra cuscino “Trona” di maison du Monde. In basso a sinistra cuscino con orso di maison du Monde, al centro cuscino rettangolare con triangoli bronzo/rosa, infine tappeto asimmetrico a tessitura piatta di Ikea

Nella seconda opzione ho scelto lampade in legno decapato con paralume, in tessuto in accordo assoluto con il resto dell’arredamento shabby, come nel caso precedente ho mantenuto tavolino e lampada da terra a servizio del divano. Due grandi stampe di Maison du Monde arredano la parete del divano, mentre una vetrinetta romantica è posta sopra al termosifone.

Cuscini dalle fantasie mix rallegrano il divano con tinte leggermente azzurrate, mentre il tappeto délavé riprende uno stile vagamente barocco/bohemien, per cercare di variare lo stile shabby, evitando che sia troppo presente e ridondante.

Valorizzare il salotto stile shabby
Proposta romantic shabby

Se vuoi dare un look shabby romantico al tuo salotto segui i nostri consigli. In alto a destra lampada da terra in stile shabby disponibile  QUI mentre la lampada da tavolo la trovate QUI. In alto a destra 2 tele in legno e lino 80×120 di Maison du Monde. In basso a destra mensola/scaffale romantica, al centro tavolino in legno azzurro decapato e infine tappeto “Villandry” tutto Maison du Monde 

Valorizzare il salotto
Proposta alternativa per la parete sopra al termosifone

Lo stile shabby è caratterizzato dai colori pastello, in questo caso si è scelto di arricchire la palette cromatica con un celeste chiaro che ritroviamo nella composizione dei cuscini. A sinistra cuscino con fantasia geometrica disponibile QUI al centro cuscini tinta unita celeste che trovate QUI e a destra cuscino fantasia chevron di Maison du Monde

Sulla parete della Tv ho deciso di realizzare una
composizione varia di diversi elementi decorativi per dare un po’ di movimento
e di modernità, quadretti di varie dimensioni, un orologio, una targa e un
portafotografie.

Valorizzare il salotto schema quadri
La parete sopra al mobile della televisione viene progettata al centimetro per realizzare una composizione armoniosa

Per una bella composizione a parete crea prima il progetto su carta per studiare bene forme e dimensioni. trai ispirazione dalla nostra galleria. In alto a sinistra cornice multipla che trovate QUI, di seguito quadretti shabby disponibili  QUI. In alto a destra stampa su tavola (potete trovare l’immagine che preferite e stamparla on line). In basso a sinistra cesta con manici “Jassa”  di Ikea, al centro orologio ovale de  http://www.lamaisonderose.it  
e infine targa in legno di maison du Monde

Successivamente abbiamo deciso di realizzare una soluzione
di mensole di legno scuro sopra al termosifone, anche perché mancava lo spazio
per dei libri, non richiesto dai committenti, ma sempre necessario all’interno
di un salotto, a mio parere.

Valorizzare il salotto con mensole libreria
La semplicità vince

Alla fine l’ambiente è risultato più completo ed armonico;
in questo caso la base era perfetta andava solo completata con i giusti
accessori…e così è stato!

L’articolo Valorizzare il salotto con gli accessori proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Come arredare la camera da letto con il colore blu

Pubblicato da blog ospite in Colori, Idee, lacasadieloisa

Il colore blu indica calma e sicurezza ed è da sempre il colore preferito da tutti. Forse perché ci ricorda il cielo, il mare dolcemente ondulato, le vacanze e la quiete dei dei  fiumi e dei laghi  più belli del mondo.

Chi predilige questo colore è una persona pacata con  sentimenti profondi e con una forte capacità di trovare il proprio equilibrio interiore. Il blu è anche associato alla sfera della comunicazione e dell’ascolto del proprio intuito.

L’accostamento di colori quando è fatto in maniera studiata crea una situazione di benessere e secondo i seguaci della cromoterapia è perfino in grado di alleviare i sintomi di alcuni disagi interiori  e di alcune malattie.

Usato all’interno delle camere da letto il colore blu crea spazi che infondono tranquillità e calma conciliando il sonno.

Il blu è un colore primario, questo significa che non lo si può ottenere con la mescolanza di altri colori. Il suo complementare, il colore che  meglio si abbina al blu, è l’arancione, tuttavia il blu in tutte le sue varianti cromatiche è un colore estremamente facile da abbinare.

Pensiamo al blu e al giallo limone, oppure al blu accostato al verde mela oppure al color mattone fino ad osare accostamenti più difficili e arditi.

Fu lo scienziato Michele Eugene Chevreul (1786-1889) a studiare l’influenza reciproca dei colori e a classificarli, dando vita alle moderne teorie della storia dell’arte, applicate da molti pittori anche oggi.
Chevreul intuì che due colori accostati tra di loro tendevano a tingersi l’un l’altro del corrispettivo colore complementare. Ad esempio, il giallo tendeva a colorare di un blu violaceo i colori vicini, il rosso di un verde tendente all’azzurro, il blu di un giallo aranciato.
Dall’osservazione e dallo studio di questi fenomeni Chevreul formulò la legge dei contrasti simultanei: l’occhio percepisce due colori adiacenti in modo diverso da come sono realmente.

Eccovi allora alcuni esempi di camere da letto dove il colore blu viene dosato ed accostato agli altri colori creando ambientazioni suggestive.blu1blu2blu3blu4blu5blu6blu7blu8blu9blu10blu11blu12blu13blu14

 

Tags: ,

 
 

5 consigli per ricaricarsi durante il weekend.

Pubblicato da admin in Charme and More, Decor, Idee

Ricaricarsi durante il weekend.

Ecco cinque consigli da seguire per recuperare energia fisica e mentale dopo una settimana di lavoro o di studio.

1. Colazione lenta

La colazione del fine settimana; un rituale rilassante da assaporare lentamente, in pigiama, mangiando una torta fatta in casa o pane, burro e marmellata con la musica, quella giusta che ci accompagna.

Ph via
Ph via

2. Socia Media Detox

Durante il weekend evitiamo di essere “always on the social” e proviamo a staccare la spina prendendoci una pausa dalla tecnologia e dai social media secondo il mantra  del digital detox: “disconnettersi per riconnettersi”.

Ph via
Ph via

3. Contatto con la natura

Dedichiamo del tempo per stare a contatto con la natura per ricaricarci di energia positiva e vitalità.

Prendiamo la sana abitudine di fare una passeggiata all’aria aperta, in un parco o nel bosco per riconnetterci con noi stessi spegnendo pc e smartphone e respirando a pieni polmoni.

La natura è un potentissimo anti-stress.

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via

4. No alla sveglia

Abbandoniamo la sveglia al sabato e alla domenica, recuperiamo il sonno e crogioliamoci fra le lenzuola.

Ph via
Ph via

5. Dedichiamoci alla nostra bellezza

La parola d’ordine del weekend e rigenerasi, quindi mettiamo da parte lo stress per dedicarci alla cura noi stessi, concedendoci un momento di puro relax facendo un bagno caldo a lume di candela utilizzando i nostro prodotti beauty preferiti.

Ph via
Ph via

weekend-relax-candele

LuazurHOME candele profumate fatte a mano, 100% cera di soia  per creare un’atmosfera rilassante e liberarci dallo stress.

Ph via
Ph via

FirmaFellinSMALL

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo 5 consigli per ricaricarsi durante il weekend. proviene da Charme and More.


 
 

Cos’è un letto sommier?

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Design, Idee

Cos’è il letto sommier? Quanto misura? Quali sono i modelli più richiesti? Se anche per te la definizione di “sommier” è piuttosto oscura, sei nel posto giusto. Nell’articolo troverai informazioni utili su questo particolare letto senza testiera, spesso dotato di contenitore, il vero alleato salvaspazio delle camere piccole. Scopriremo quali sono i meccanismi di alzata che ne regolano l’apertura e faremo un piccolo approfondimento sulle dimensioni e le misure più comuni.

In questa mini guida vediamo:

  • Letto sommier: significato
  • I meccanismi di apertura: alzata semplice e doppia
  • Letti sommier: modelli e dimensioni

Letti sommier: cosa sono?

Cosa significa “letto sommier”?

Si tratta di un letto senza testiera, spesso dotato di un ampio contenitore in cui riporre cuscini, coperte, biancheria e molti altri accessori.

Lo spazio contenitivo è collocato sotto il materasso, ed è reso accessibile da un meccanismo che permette di sollevare il piano di riposo in pochi pratici gesti. I sommier moderni nascono da un bisogno pratico: ottimizzare gli spazi sfruttando fino all’ultimo centimetro la superficie occupata dal letto. Difatti, l’uso del contenitore non comporta un ingombro maggiore, bensì un uso intelligente della profondità del letto stesso.

Letto sommier in legno Freeport

Letto sommier contenitore Cinnamon

I meccanismi di apertura del letto sommier

Come abbiamo visto, il sommier è un letto senza testiera che, nella versione più moderna, è dotato di box contenitore. Il motivo del suo successo è evidente. La base del letto, che è cava, mette a disposizione un pratico vano in cui collocare numerosi oggetti. Lo spazio è generoso, ma l’ingombro è ridotto al minimo: infatti, la superficie occupata dal contenitore corrisponde a quella del letto.

Nella versione con box, l’accesso al vano interno è resa possibile da sistemi di apertura pratici ed innovativi. In commercio ne esistono tre: il meccanismo ad alzata semplice, quello a doppia alzata e il meccanismo ad alzata laterale. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

  • letto sommier con alzata singola: è il meccanismo più comune, che permette di sollevare il piano rete con un solo gesto. Il movimento di apertura è verticale e, una volta sollevato, il materasso resta fermo in posizione diagonale. Il riassetto del letto è altrettanto semplice: basta accompagnare delicatamente il piano rete verso il basso, fino a farlo appoggiare al giroletto.
  • letto sommier con alzata doppia: è un meccanismo innovativo, dotato di pistoni idraulici che permettono la movimentazione del piano rete in due tempi. In questa tipologia di sommier, il materasso si alza in verticale e in seguito assume una posizione orizzontale. L’apertura avviene in maniera rapida, senza sforzo e in totale sicurezza, e accedere al vano interno è davvero semplicissimo. I vantaggi dei meccanismi a doppia alzata non finiscono qui. Il piano di riposo del letto contenitore si alza tutto, svelando completamente lo spazio sottostante. Inoltre, l’alzata orizzontale permette di portare il materasso ad un’altezza utile per rifare il letto comodamente, senza piegare la schiena.
  • letto sommier con alzata laterale: è il meccanismo di apertura dei letti singoli e ad una piazza e mezza. Permette di accedere lateralmente al vano interno, un dettaglio che favorisce il posizionamento del letto contro il muro o sotto un armadio a ponte.

Esempi di letto sommier con alzata singola e doppia alzata

Letto sommier singolo ad alzata laterale

Letto sommier: misure e modelli

Per quanto riguarda le misure, i sommier offrono una gamma dimensionale ricca e variegata. Qui sotto troverai alcune dimensioni indicative, che potrebbero variare a seconda dei modelli e dei produttori. In generale, se vuoi farti un’idea, le misure dei letti sommier sono le seguenti:

 LETTO SOMMIER / SOMMIER CONTENITORE
MISURE STANDARD INDICATIVE
Letto Sommier Singolo cm 80 / 90 / 100 / 110 x 200
cm 90 / 100 x 210
cm 100 x 220
Letto Sommier Una Piazza e Mezza cm 120 x 200
cm 130 x 200 / 210 / 220
Letto Sommier alla Francese cm 140 x 190 / 200
Letto Sommier Queen Size cm 150 x 190
Letto Sommier Matrimoniale cm 160 x 200 / 210 / 220
Letto Sommier Matrimoniale Large cm 170 x 200 / 210 / 220
Letto Sommier King Size cm 180 x 200 / 210 / 220
cm 190 x 200 / 210 / 220
Letto Sommier Rotondo Ø cm 220 / 230 / 260

Letto sommier 1 piazza e mezzo Etienne

Letto sommier rotondo Record

Il letto sommier è il salvaspazio per eccellenza.

Nella versione con box può essere addirittura utilizzato come piccolo armadio, e questo in virtù della funzione contenitiva che lo caratterizza.

Ma cosa rende un sommier diverso da un comune letto con contenitore?

La sua struttura: il giroletto privo di testiera permette di risparmiare preziosi centimetri in profondità e di posizionare il letto in centro stanza. A sostegno di questa ipotesi, bisogna ricordare che il design dei moderni letti sommier è davvero impeccabile: il giroletto è curato nei minimi dettagli, e accorgersi della presenza del vano contenitore è quasi impossibile.

I tipi di giroletto esistenti sono davvero tantissimi e la scelta di un modello a scapito di un altro è spesso dettata da motivi di spazio. Se non si hanno molti centimetri attorno al letto, i sommier in legno o con giroletto slim sono l’opzione migliore, poiché riducono l’ingombro perimetrale e agevolano la circolazione nella stanza. Tuttavia, se non hai particolari esigenze di spazio (o se sei un fautore dell’arte per il gusto dell’arte), sappi che esistono dei letti imbottiti senza testiera davvero originali, alcuni addirittura romantici. Tra gli esempi più lampanti non mancano grandi basi con lavorazione capitonné, oppure coperte da gonne o mantovane (rivestimenti tessili che scendono fino a terra nascondendo i piedini del giroletto).

Letto sommier salvaspazio con giroletto slim e piedini alti
Letto sommier imbottito con giroletto arrotondato

Letto con copri sommier a mantovana

 

Un’alternativa al posizionamento in centro stanza?

Collocare il sommier contro il muro e utilizzare la boiserie* al posto della testiera. Una variazione sul tema consiste nel ricoprire il muro con pannelli imbottiti e rivestiti. Sono elementi decorativi davvero funzionali, spesso usati nella cameretta dei bambini o nella camera dei ragazzi. Oltre ad essere utilizzati come testiera (dietro al letto, quindi), questi pannelli possono essere impiegati su più pareti per creare schienali e protezioni laterali. Per non parlare della resa scenografica che danno… impagabile.

 

* Da sapere:

quando si parla di boiserie per letto ci si riferisce ad un sistema di pannelli modulari e componibili, utilizzati per creare testiere su misura e personalizzate. Per saperne di più, dai un’occhiata all’articolo Cos’è la boiserie per letto.

Letto sommier matrimoniale con boiserie Beat P17

Letto sommier singolo con pannelli imbottiti Tamia

Riassumendo:

In questo articolo abbiamo scoperto cosa sono i letti sommier, quali sono i meccanismi che ne regolano l’apertura ed elencato le misure più comuni in commercio. Ora non ci resta che fare un breve riassunto delle ragioni per cui vale la pena di optare per un letto sommier!

Sommier matrimoniale capitonné More&Plus

Scegli un letto sommier se:

  • sei alla ricerca di un letto originale, da posizionare in centro stanza
  • ti affascina l’idea di poter integrare al piano di riposo una testiera su misura e personalizzata
  • stai cercando un’alternativa al classico divano letto: in questo caso, i sommier singoli possono fare al caso tuo

Scegli un sommier contenitore se:

  • devi arredare una camera matrimoniale piccola e devi risparmiare centimetri in profondità
  • vuoi disporre di uno spazio contenitivo in più ma i cassetti sotto-letto non rispondono alle tue esigenze
  • cerchi un modello di letto che si possa rifare senza sforzo (i sommier contenitore ad alzata orizzontale sono i veri best seller)

Ora che sai tutto sui letti sommier, che ne dici di conoscere anche gli altri modelli? Ecco i nostri approfondimenti:

Letto singolo
Letto ad una piazza e mezza
Letto alla francese
Letto matrimoniale
Letto king size

Vuoi saperne di più sui materassi? Nella guida “Come scegliere il materasso” puoi scoprire le caratteristiche dei modelli a molle tradizionali o indipendenti, in memory o lattice.

Hai bisogno di un consiglio per arredare al meglio la camera da letto? Non sai quale sommier scegliere? Clicca qui sotto e chiedi aiuto ai nostri arredatori.

Contatti servizio clienti ArredaClick

Tags:

 
 




Torna su