22 Gennaio 2020 / / Idee

Lo stile shabby è uno stile caratterizzato da tratti ben distinti. La principale caratteristica la fanno i colori pastello tenui e sbiancati. Questo stile è perfetto per mobili chiari, invecchiati, oppure mobili vecchi portati a nuova vita. Oggi ti mostriamo i nostri runner a punta in stile shabby, perfetto per una casa arredata in questo stile.

Se sei  indecisa su quale stile scegliere per la tua casa leggi i nostri consigli di stile, in particolare ti consiglio di leggere la differenza tra stile shabby e stile country.

Runner a punta in stile shabby in tinta unita

Le tinte unite sono perfette per lo stile shabby, tessuti naturali, resistenti ed in puro cotone. Le nostre varianti per questa collezione sono  sono in tortora e avorio e tortora e bianco, il fiocco è personalizzabile e può essere realizzato in tutti i colori. Se ami lo stile shabby con un tocco di colore, non puoi rinunciare ad un coordinato di questa collezione.

Runner a punta in stile shabby
Runner a punta in stile shabby, collezione shabby basic con fiocco verde.

Runner a punta in stile shabby a pois

Nuova versione di questo runner è quella della collezione Shabby pois, perfetta se oltre allo stile shabby ami tessuti con  fantasie semplici e senza tempo.

table Runner shabby a pois e righe
Runner shabby della linea shabby pois, versione a righe.
dettaglio del runner Shabby a pois
Dettaglio del runner Shabby a pois

Caratteristiche

I tessuti utilizzati per creare questi runner rustico per la cornice e cotone con lavorazione Panama per la sezione interna, che sia bianca o avorio. Il tessuto in tinta unita ha una lavorazione panama, mentre il tessuto a pois è cotone tinto in filo.

I decori sono cuciti su spille, sono quindi amovibili per permettere il lavaggio separatamente, o per sostituirli con altri.

ISTRUZIONI DI LAVAGGIO:

Lavare a mano max 40°C – Non candeggiare – Non strizzare – Asciugare disteso all’ombra – Stirare a media temperatura.

Rosa

Questo articolo Runner a punta in stile shabby proviene da NellEssenziale.

21 Gennaio 2020 / / Charme and More

Da Etsy le ispirazioni e gli spunti della settimana per la Festa di San Valentino che è di nuovo alle porte.

Ecco alcune idee regalo e accessori da regalare per rendere questo giorno speciale e per stupire la propria partner o da farsi regalare.

etsy-finds-san-valentino

1.| Gioielli moderni; orecchini minimali dal gusto contemporaneo. Filo dorato realizzato da Rock Salt Vintage (€ 28,14)

2.| Candela in cera di soia profumata con note di ambra e di sandalo. Si tratta di candele vegane con stoppino di cotone, prodotte a mano in piccolo lotti da HopschotchLondon (€ 17,09)

3.|Biglietto San Valentino fatto a mano da Chelsea Chelsea Home (€ 3,84)

4.| Vestaglia lunga di LelaSilk in elegante seta nera lucida; sensualità e comfort di un capo senza tempo. (€ 241,63)

5.| Coppa Kubo in ceramica per le amanti del té; piccola e minimale è perfetta per la cerimonia del té. Fatta a mano da Odaka. (€ 28,14+)

6.|Mascherina per un sonno di bellezza in lino chambray e fodera in seta di MIZUBrand. (€ 36,58)



 

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.

 

L’articolo Etsy Find of the Week: Valentine’s Day Gifts. proviene da Charme and More.

21 Gennaio 2020 / / Design Ur Life

Amaca è una presenza irrinunciabile per creare un angolo relax sopratutto in un giardino oppure in un terrazzo e non solo. Infatti esiste anche la versione di amaca da interni. In questo post vediamo un pò quali sono le tipologie e i materiali proposti in commercio.

Creare un angolo relax in giardino o nel terrazzo da condividere con la famiglia e gli amici sarebbe bellissimo. Quindi, un’idea può essere attrezzarsi di una bella amaca, sedia o divano a dondolo che sono sempre il simbolo di riposo e relax.

Amaca

Come scegliere L’amaca e che tipologie ci sono

Per quanto riguarda il tessuto dell’amache, ci sono di vario genere. Come ad esempio il tessuto paracadute, cotone in filo pesante, amache in filato aperto a rete e infine amache leggermente imbottita. Invece per quanto riguarda la grandezza dell’amaca esistono quelle singole oppure doppie. La soluzione Maxi ospita due persone e invece se cerchi l’amaca per tre o quattro persone puoi optare per il modello famiglia. Come tipologia invece, ci sono due gruppi: amache autoportanti e amache da appendere. I supporti per amaca sono di tre tipi: In acciaio con moschettoni corda o catena, struttura in metallo oppure in legno. La struttura in legno è sicuramente la scelta esteticamente più bella e si presta molto bene con una terrazza o un giardino di design. Però potrebbe richiedere dei trattamenti periodici accurati di impermeabilizzazione. Quindi, le strutture in metallo sono adatti a chi Non vuole impegnarsi nelle manutenzioni  del legno.

Amaca

Amaca negli interni

Personalmente trovo difficile collocare e gestire un’amaca all’interno della casa. Però, ci sono le sedie amaca o poltrona che possono essere ideale da utilizzare negli interni. Questa tipologia di amaca può essere installata al soffitto oppure sono dotate di struttura a terra.

Amacasedia ama

Le amache si possono acquistare online e esistono siti specializzati che offrono prodotti di qualità come Tropilex. Le amache e le sedie sospese di questa azienda sono tessute e rifinite a mano dai tessitori tradizionali di amache in Colombia e India. Chi mi segue su Instagram ha già visto nelle stories che ho ricevuto una sedia amaca da provare. Infatti, la sera dopo il lavoro mi concedo un momento di relax con un buon libro oppure semplicemente ad ascoltare gli uccellini cinguettare.

hanging-chair-trinidad-earth-1

Che dite vi piacerebbe anche a voi rilassarvi e provare il senso di leggerezza e libertà dato dall’assenza di staticità?


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram , facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornato.


foto Credito Tropilex

 

 

 

 

 

 

L’articolo Amaca per un angolo relax in giardino proviene da Design ur life blog.

21 Gennaio 2020 / / Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Il locale lavanderia non ottiene spesso l’attenzione che merita e di solito viene confinato in un vecchio armadio o in cantina, soltanto perché è il luogo in cui si desidera trascorrere il minor tempo possibile. Per questo motivo, questo ambiente tende ad essere sempre sporco e disordinato. Tuttavia, ci sono molti modi per semplificare, organizzare e arredare lo spazio dedicato alla lavanderia, in modo da creare un ambiente attraente e funzionale per soddisfare le esigenze di tutta la famiglia.

E’ importantissimo pensare a dove disporre la lavanderia già in fase di ristrutturazione o modifica del layout dei muri interni: vanno infatti predisposti gli opportuni scarichi e attacchi.

Partiamo dalla situazione in cui abbiamo a disposizione un vero e proprio locale da adibire a lavanderia.

Locale lavanderia ampio

Lo spazio minimo dovrebbe essere 200x120cm, in cui si può inserire almeno:

  • lavatrice
  • asciugatrice (non obbligatoria)
  • lavello
  • area in cui nascondere contenitori per i panni da lavare

I consigli che mi sento di darti per un locale lavanderia di questo tipo sono i seguenti!

Aggiungi la scaffalatura

La scaffalatura è un componente essenziale per una lavanderia organizzata e senza ingombri e può essere incorporata a prescindere dalle sue dimensioni. Gli armadi e gli scaffali sono utili da avere direttamente sopra la lavatrice per riporre i flaconi di detersivo e i vestiti da lavare. Inoltre, gli scaffali possono rivelarsi estremamente utili anche per sfruttare gli spazi più piccoli, in quanto si possono installare negli angoli inutilizzati della stanza.

Massimizza lo spazio disponibile

Se ti senti sopraffatto dal caos e dal disordine, sarà meglio creare uno spazio aggiuntivo lungo le pareti e dietro la porta del locale lavanderia. Ganci e portaoggetti sulla porta possono farti recuperare altro prezioso spazio sulle pareti, mantenendo il locale ben organizzato. Se hai abbastanza spazio ma non sufficiente per disporre un asse da stiro, considera di montarne uno sul retro della porta o su una parete. 

Installa una buona illuminazione

L’illuminazione di qualità è una caratteristica che viene spesso trascurata nel locale lavanderia, ma in realtà può avere un impatto enorme sull’estetica e il comfort della stanza. L’illuminazione è ancora più importante se la tua lavanderia si trova in cantina o in un ambiente senza finestre e quindi non gode di una fonte di luce naturale. L’ideale sarebbe installare una lampada che proietti la luce direttamente sui punti focali del locale (lavatrice, asciugatrice, lavabo).

Scegli il pavimento giusto

In un locale lavanderia, la pavimentazione dovrebbe essere resistente all’acqua, a bassa manutenzione e facile da pulire; pertanto, piastrelle e laminati sono una scelta migliore rispetto al parquet, poiché è molto probabile che il pavimento della lavanderia si bagni e subisca occasionali fuoriuscite di detergente dalla lavatrice. 

Colloca uno stenditoio

Per piccoli spazi, scegline uno che può essere piegato e riposto in spazi stretti quando non viene usato; oppure opta per uno stendino montato a parete o su una porta, che puoi usare in due modi: appendere gli abiti sulle aste e usare la superficie come tavolo pieghevole per oggetti più grandi. Se il tuo locale lavanderia è molto stretto, o se la tua porta è già in uso, un’altra opzione è quella di appendere uno stendino al soffitto.

Locale lavanderia piccolo

La zona lavanderia può essere ricavata anche in spazi più angusti, come:

  • nicchia chiusa poi con opportune ante
  • in un armadio inserito in un disimpegno
  • in bagno

In questo caso, il consiglio è di cercare di nascondere gli elettrodomestici con ante, in modo da rendere il tutto esteticamente in ordine.

I consigli di prima rimangono sempre validi!

L’articolo Arredare la lavanderia: consigli e ispirazioni proviene da easyrelooking.

20 Gennaio 2020 / / Blog Arredamento

Anno nuovo, vita nuova… e sulla lista dei buoni propositi torna l’immancabile quanto temuto decluttering. Tenere in ordine la casa dovrebbe essere un gesto naturale, una coccola per sé e un gesto d’amore per la propria abitazione. Ma cosa fare quando l’appartamento è piccolo, la cantina manca e non c’è spazio extra dove archiviare gli innumerevoli oggetti che gravitano tra il salotto e la camera dei ragazzi? Semplice: si affitta un deposito provvisorio.

Esempio di self storage con depositi sicuri

Cosa sono i self storage?

Traducibili con magazzino fai da te, i self storage sono depositi da affittare per un periodo di tempo limitato, che può variare da poche settimane a diversi mesi. Hanno l’aspetto di un box e fungono da veri e propri luoghi di archiviazione dove privati o aziende possono riporre effetti personali, documenti, merci o attrezzature.

Tutti i vantaggi dei magazzini in affitto

I vantaggi offerti da un deposito provvisorio non sono da sottovalutare, anzi. Primo fra tutti, c’è il risparmio economico. La società di self storage BoxUp, per esempio, formula preventivi su misura adottando la formula “si paga quello che si occupa”. In altre parole, il cliente sceglie il box più adatto alle sue esigenze pagando per la superficie effettiva; se in termini di spazio non è soddisfatto, può chiedere di cambiare soluzione. Esistono depositi molto piccoli (di circa un metro cubo), veri e propri magazzini XXL o soluzioni intermedie di 2, 10 o 15 m³. Per dare un’idea delle dimensioni, un box mini può accogliere comodamente 3 valigie o 4 scatole.

Anche la durata del contratto è flessibile. Si può partire con un mese e prorogare l’affitto per il periodo utile a conservare le gomme invernali o a terminare una ristrutturazione. Va da sé, noleggiando un deposito per il tempo strettamente necessario non si spreca denaro, né si è obbligati ad acquistare un garage. Un gran risparmio di soldi ed energie, non c’è dubbio.

In termini di pulizia, i depositi temporanei si pongono su un altro livello rispetto a cantine o soffitte. I box sono puliti, asciutti e protetti da infiltrazioni, e questo è un vero sollievo. Ammettiamolo, non ci sarebbe nulla di più terribile che lasciare scatole e sacchetti in balia di polvere, perdite e umidità!

Ultime ma non meno importanti, la sicurezza e l’accessibilità. Se non si conosce il servizio, è legittimo pensare che un deposito temporaneo non sia propriamente sicuro. Ma sfatiamo il mito: i self storage sono dotati di sistema di videosorveglianza, allarme e vigilanza e ad ogni box è associato un codice identificativo noto solo all’affittuario. L’accesso al deposito è dunque esclusivo e, come nel caso di BoxUp, garantito tutti i giorni dell’anno, 24h su 24.

Quando utilizzare un deposito provvisorio?

Traslochi, rinnovo locali, ristrutturazioni. Se ci sei passato, sai di cosa parlo! Organizzare gli spostamenti o coordinare i lavori non è sempre facile, e può capitare di dover trovare agli arredi una sistemazione temporanea. I self storage servono anche a questo: depositare i mobili in un luogo sicuro prima di sistemarsi nel nuovo appartamento. Ma non temere, non bisogna per forza trovarsi nel tumulto di un trasloco per poter usufruire del servizio.

Nel quotidiano, infatti, i self storage vengono affittati da un pubblico davvero molto ampio. In ambito commerciale, aziende e professionisti in proprio li utilizzano come magazzino secondario per stoccare articoli o riconvertire attività commerciali basate sul dropshipping.

I privati, invece, ne fanno un uso più variegato. C’è chi trasforma il deposito nella dépendance di una casa troppo piccola e chi, come gli studenti fuori sede o i viaggiatori seriali, approfitta dei prezzi vantaggiosi per lasciare in custodia trolley, libri, indumenti di ricambio o attrezzature da campeggio.

Non meno importante, in molti considerano gli storage come depositi stagionali. All’arrivo dell’autunno, i box diventano il luogo ideale dove mettere al sicuro attrezzi per il giardinaggio o mobili da esterno. Al ritorno della primavera, si convertono in magazzini per il guardaroba invernale, gli sci e le gomme da neve.

Facciamo ordine: cosa mettere in un self storage

La chiave del successo dei self storage? L’autonomia. Del resto, la parola self è di per sé piuttosto evocativa: il Cliente gode della libertà di organizzare il suo deposito come meglio crede.

Come per tutti i contratti, esistono regolamenti che specificano cosa è permesso depositare e cosa è vietato detenere nello spazio affittato. Ogni società applica le proprie regole, ma in linea generale gli accorgimenti richiesti agli utenti sono gli stessi. Per citare nuovamente l’azienda dell’hinterland milanese, BoxUp vieta di depositare materiali pericolosi come esplosivi e prodotti infiammabili, o deperibili.

A parte poche ma doverose limitazioni, i box sono in grado di accogliere veramente qualsiasi cosa. Insieme ai beni di piccole dimensioni, contenuti in scatoloni o riposti su scaffali, possono essere depositati oggetti ingombranti come attrezzature sportive o strumenti per hobbistica.

Depositi in affitto: il nuovo modo di vivere lo spazio

Lo abbiamo visto, i self storage stanno trasformando il modo di organizzare i propri beni e percepire lo spazio personale. Un tempo impensabile, l’affitto di un deposito temporaneo è diventata una pratica comune e diffusa, forte della flessibilità e dell’affidabilità che garantisce. E non c’è da stupirsi che, a fronte della costruzione di abitazioni sempre più piccole e dell’impulso all’acquisto che caratterizza la nostra società, il fenomeno sia destinato a crescere.

20 Gennaio 2020 / / Blogger Ospiti

Quando si parla di arredo bagno il primo pensiero va ai sanitari che conferiscono un carattere ben preciso all’ambiente. Altra scelta fondamentale è quella dei mobili, disponibili in diverse varietà da quelli classici a quelli più moderni e contemporanei. La scelta dei mobili bagno è del tutto soggettiva, ma ha l’obbligo di rispondere a due criteri fondamentali: deve adattarsi ai sanitari ed all’ambiente circostante e deve avere forme, materiali e colori che maggiormente rappresentano l’utente. Infine, per dare un ulteriore tocco personale, è possibile aggiungere degli accessori bagno. Una vasta gamma di mobili e di accessori per il bagno sono disponibili sul sito di Sorelle Chiesa, dove gli utenti possono scegliere tra un ventaglio molto ampio di soluzione moderne, contemporanee ma anche classiche e vintage.

Prima regola: verificare lo spazio disponibile per una scelta mirata dei mobili

Il bagno deve essere arredato secondo due criteri fondamentali: comfort e praticità. Solo dopo è possibile dedicarsi al design, ma la prima regola è verificare lo spazio a disposizione. In tal modo la scelta risulta molto più oculata e, soprattutto, orientata a favorire una movimentazione in bagno sicura e pragmatica.

I mobili da bagno aperti privi di porte e cassetti, come ad esempio le mensole contenenti spazzolini, pettini, spazzole ecc. devono essere posizionati all’altezza dell’utilizzatore per favorire l’accesso immediato.

I mobili da bagno con cassetto richiedono uno spazio di apertura sufficiente e generalmente contengono prodotti più ingombranti come phon, scaldabagni, rasoi elettrici ecc. Devono essere installati ad un’altezza compresa tra gli 80 ed i 110 cm ed è consigliabile creare degli scomparti all’interno, per tenere i propri oggetti in ordine.

I mobili bassi sono utilizzati per contenere asciugamani e tappetini per la doccia, non hanno scomparti e garantiscono un maggior volume.

Nei bagni piccoli, può essere estremamente utile affidarsi ai ganci da muro per appendere prodotti non particolarmente pesanti e poco ingombranti.

Bisogna poi fare una scelta di campo tra mobili d’appoggio e mobili sospesi. I primi tendono ad occupare una superficie maggiore, quindi sono indicati nei bagni di grandi dimensioni. I secondi invece, occupano meno spazio e rendono più facile la pulizia: la scelta ideale per i bagni di piccole dimensioni.

Quale tipologia di mobili scegliere?

Ogni mobile da bagno ha una sua struttura che può ottimizzare le prestazioni di un ambiente.

Uno dei modelli più apprezzati per la sua versatilità è il mobile basso da bagno. Generalmente questo mobile è dotato di due rotelle che consentono di spostarlo, inoltre può anche essere usato come sgabello. Può essere dotato di uno o due cassetti e va collocato in un angolo o sotto un mobile più alto, così da non occupare troppo spazio.

Altro modello molto apprezzato è il mobile a colonna da bagno che si sviluppa in verticale verso l’alto, riducendo così l’ingombro. Questo modello può essere dotato di vari spazi aperti, cassetti, porte e ripiani dove collocare ordinatamente tutti i propri oggetti.

Il mobile sottolavabo è un’altra soluzione salvaspazio molto pratica, che può essere inserita in ogni angolo del bagno. Solitamente dispone di cassetti e porte dove riporre i propri oggetti.

L’armadio da bagno è un modello particolarmente versatile capace di adattarsi alle diverse esigenze. Può essere dotato di varie porte, specchi, cassetti, illuminazione a LED e lampadine a basso consumo.

Il portasciugamani da bagno può essere concepito in vari design per offrire il massimo comfort senza occupare troppo spazio. Alcuni modelli sono anche riscaldanti, così da asciugare velocemente asciugamani e tappetini.

Quali materiali scegliere per i mobili da bagno

La scelta dei materiali da bagno è estremamente soggettiva, l’importante è che i modelli si integrino con il design circostante così da garantire un senso di continuità.

Il legno massello conferisce un senso di calore e di intimità alla casa con un tocco esotico molto suggestivo. Questo materiale è resistente ma allo stesso tempo piuttosto delicato, quindi richiede una pulizia a base di oli o vernici specifiche.

Rappresentano soluzioni più moderne, i mobili realizzati in materiali compositi come il melaminato o l’MDF (Medium Density Fiberboard). Il melaminato è composto da piccole particelle di legno incollate e poi ricoperte col laminato. Questo modello può essere declinato in vari rivestimenti, colori e finiture. L’MDF è realizzato con fibre di legno ed un legante, spesso è ricoperto da un rivestimento laccato. Grazie alle sue finiture moderne, che spaziano dall’alluminio ai colori metallici, conferisce un aspetto deliziosamente contemporaneo.

Gli accessori bagno

Dopo aver scelto i mobili per il bagno è possibile dare un’occhiata agli accessori che contribuiscono a dare un senso di completezza all’ambiente. I colori e le forme degli accessori bagno devono sposarsi perfettamente con i sanitari e con i mobili. Gli accessori bagno comprendono una serie di prodotti molto ampi come: portasapone, portarotolo, sgabelli, mensole ed anche specchi che possono aumentare visivamente lo spazio disponibile. I materiali che spaziano dal marmo alla pietra, dal vetro al silicone, dalla plastica alla resina fino all’acciaio inox, che caratterizzano lo stile dell’ambiente, perciò vanno scelti con attenzione in base alle modalità di utilizzo del bagno e dell’arredo.

19 Gennaio 2020 / / Charme and More

Il beige e le sue sfumature nelle cinque ispirazioni della settimana.

Fashion, stile e tendenza.

+

Living, home décor.

Ad ognuno il suo stile; cosa indossiamo e dove viviamo.

beige

Eleganza easy.

Abbinamenti casual chic; il maglione in cashmere soffice e cozy indossato assieme ad un pantalone in velluto a coste è  il segreto vincente per un look elegante bonton e pratico al contempo.

Ph via
Ph via

Clicca qui per scoprire la selezione di maglieria da donna di Atuko scelta su Etsy.

fashion-living-2

I fiori secchi

I fiori essiccati sono perfetti per decorare la casa con gusto, in modo naturale creando bouquet eleganti e originali.

Sono duraturi, non richiedono innaffiature e danno alla casa un tocco personale e romantico con le loro tonalità calde.

Da utilizzare come complimenti d’arredo sistemati in vasi di design per valorizzare una mensola, per decorare la tavola, o l’ingresso di casa.

beige-fiori-secchi-fashion-living
Gli ingredienti perfetti in una combinazione di fiori che ti daranno una sensazione di freschezza dal primo sguardo! Coco Loco è il bouquet di fiori secchi con pungitopo, gipsofila, margherita e setaria dallo stile ibizenco. Inoltre, essendo un fiore secco, sta benissimo in ogni angolo: non dovrai preoccuparti di cambiargli l’acqua o di ripararlo dal sole!

fashion-living-3-beige

Il trench

Il trench è un must-have del guardaroba femminile.

Perfetto durante le mezze stagioni per fare fronte alle bizze del meteo e ai cambi improvvisi di temperatura.

Da abbinare ad un look casual o per l’ufficio così come ad una mise da sera più sofisticata.

Un capo da acquistare durante i saldi invernali che si andrà poi ad indossare in primavera.

Ph via
Ph via

fashion-living-beige-4

Neon Art

 

Neon art ; arredamento e illuminazione.Le scritte al neon che ricordano le vecchie insegne sono diventate elementi d’arredo di culto per illuminare le pareti in stile anni ’50.

Ph via
Ph via
 fashion-living-beige-5

Cuscini per divani

I cuscini in velluto danno morbidezza e un tocco di stile ai divani, arredando gli interni con personalità.

Scopri su Smallable una collezione di cuscini in velluto in tinte soft o vivaci che più si adattano al tuo stile d’arredamento.

Ph via
Ph via

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Fashion| Living| Lifestyle: ispirazioni della settimana in beige proviene da Charme and More.

18 Gennaio 2020 / / Case e Interni

interni dai toni neutri

Il beige è il nuovo grigio? Sempre più spesso negli interni nordici vediamo che le pareti grigio antracite e i toni grigio perla stanno lasciando il posto a qualcosa di più caldo: una combinazione di colori ispirata alla natura con sfumature di bianco che si amalgamano a tonalità sabbiose (ma anche ai grigi chiari) inserendo poi toni cammello, senape o mattone.

Amiamo ancora i toni grigi, non fraintendeteci, ma le nuove tonalità neutre possono offrire nuove opzioni nella decorazione d’interni che non possiamo farci sfuggire.

Il beige non deve essere per forza noioso. Se pensiamo al beige, probabilmente ci vengono in mente immagini d’interni insipidi, decorati con vernice avorio o caffè latte. Oggi i beige sono stati rivisitati in chiave contemporanea, sia che vengano utilizzati per pavimenti in resina, su mobili dalle finiture opache, su semplici tessuti in lino, per non parlare dei caldi complementi in legno chiaro.

Una stanza grigio-beige può sembrare subito elegante, tranquilla e serena, come attesta questo appartamento svedese, che per motivi di budget non ha subito una grande ristrutturazione, ma un relooking parziale, grazie a nuovi arredi e una studiata palette di colori neutri.

In questa casa il beige è uno sfondo neutro per inserire pezzi vintage e accenti più colorati. Il legno color “biscotto” del pavimento, del top cucina, delle sedie (CH24 | Wishbone Chair o Y Chair, modello Hans J. Wegner progettato esclusivamente per Carl Hansen & Søn nel 1949) si sposa alla perfezione con la cucina color sabbia. L’arredamento lineare dai colori chiari, mostra una forte connotazione scandinava ed è impreziosito dalle trame dei tessuti e da alcuni oggetti e mobili vintage che aggiungono carattere all’insieme.

I consigli per copiare lo stile

Come per tutti gli interni dai toni neutri, per rendere interessanti gli ambienti beige, aggiungere profondità allo spazio, è indispensabile giocare con:

  • le trame (contrasti tra morbido e duro, liscio e ruvido per esempio)
  • le fantasie (anche se è solo un tono su tono)
  • le piante, che danno un po’ di freschezza ad un interno neutro
  • qualcosa di personale ed originale (arredi ed oggetti vintage, ad esempio)

Per cui se ami i toni neutri, ma temi siano troppo freddi per la tua casa (specialmente nelle stanze esposte a nord), i nuovi grigio-beige sono moderni e freschi, ma molto più caldi dei grigi, indipendentemente da dove vengono utilizzati. I delicati toni di grigio-beige insieme al bianco e al legno chiaro, trasformeranno qualsiasi interno in uno spazio leggero, arioso e accogliente. Beige is the new Grey!

Fonte: Alvhem

Anna e Marco – CASE E INTERNI

18 Gennaio 2020 / / Idee

Oggi parliamo di un angolo della casa decisamente amato, ovvero il caminetto. Che sia un caminetto in stile shabby o un caminetto country chic questa struttura è sicuramente una parte della casa davvero suggestiva che saprà valorizzare al meglio il tuo arredamento.

Caminetto in stile shabby e caminetto country chic toppino
Caminetto in stile country realizzato da Toppino Home Design. La struttura incorpora anche un forno a legna.

Il caminetto in stile Shabby: cosa lo differenzia da quello Country chic?

Ci sono alcune differenze tra lo stile Country e lo stile Shabby che nel caminetto sono evidenti. Vediamo in modo dettagliato le due tipologie gli aspetti che li distinguono:

Caminetto Country chic

Nello stile Country il caminetto è il cuore della casa ed oltre ad essere un’eccellente fonte di calore, rappresenta anche un luogo di ritrovo e un invito alla convivialità. Può essere collocato in diverse stanze, ma spesso lo si può trovare in cucina o in taverna, proprio per ricordare la sua antica funzione di luogo dove si cucina. Infine, tradizionalmente funziona a legna, ma lo si può anche trovare elettrico.

Caminetto country
Caminetto country nella taverna di una villa in Puglia.

Caminetto in stile Shabby

Il caminetto nello stile Shabby, perde un po’ della sua primaria funzione ma acquista un aspetto decorativo davvero romantico e suggestivo. Ḕ infatti perfetto per creare un angolo suggestivo all’interno di una stanza da letto o un salotto, dove leggere, scambiare quattro chiacchiere o ascoltare buona musica. Il vantaggio del caminetto in stile shabby è che spesso, proprio per la sua funzione decorativa, è finto, quindi non necessita di una canna fumaria per realizzarlo.

caminetto in polistirolo per creare il tuo Natale shabby
Finto caminetto shabby in polistirolo realizzato a scopo decorativo.

Differenze principali tra il camino in stile country ed il caminetto shabby

Le principali differenze tra stile shabby e stile country sono i colori, ma non solo, nel caso del caminetto ci sono sostanziali differenze strutturali e funzionali.

Struttura

Nello stile Country il caminetto è più massiccio, può avere varie forme (frontale, angolare…) e spesso presenta mensole, nicchie o un basamento. Nello stile Shabby invece ha una forma quasi sempre squadrata ed è meno voluminoso. La cornice spesso è decorata con un fregio.

Funzionalità

Il caminetto Country è quasi sempre funzionante e conserva il suo utilizzo primario di scaldare una stanza. Il caminetto Shabby invece può essere funzionante oppure no, infatti spesso ha un ruolo puramente estetico.

Materiali

Nello stile Country vengono solitamente utilizzati legno, pietra e mattoni a vista, sia nella cornice che sul basamento, i cui colori sono naturali. Il caminetto Shabby invece è più spesso in muratura dipinta, mentre i mattoni vengono impiegati per “chiuderlo” nel caso fosse stato anticamente un camino vero che ora è stato riadattato ad una funzione di abbellimento. Spesso inoltre viene usato il ferro battuto per le griglie poste a decorazione.

Colori

I colori country sono prevalentemente colori scuri come marrone, rosso e grigio tipici di legna, mattoni e pietra. Nello Shabby prevalgono il bianco che dona luminosità ed i colori pastello sbiancati. Non mancano poi tocchi di grigio tortora e beige.

Decorazioni

Sul basamento del caminetto Country non manca mai la legna. Sulla mensola sono posti inoltre piatti, pentole in rame, presine e altri oggetti che ricordano la cucina. Il caminetto in stile Shabby invece è decorato con fiori in bellissime tonalità pastello, lanterne e candele. Queste possono essere poste all’interno del caminetto stesso per simulare il fuoco. Non mancano infine grandi specchi e candelabri, che danno al tutto un tocco di eleganza.

Tabella riassuntiva

Ecco di seguito una tabella che riassume le principali differenze tra camino shabby e country.

Caminetto country caminetto shabby
Struttura Massiccio, con basamento e mensole . Meno voluminoso, lineare, squadrato
Funzionalità Quasi sempre funzionante Decorativo
Materiali Legno, pietra, mattoni Muratura verniciata, mattoni
Colori Marrone, rosso, grigio scuro Bianco, grigio tortora
Decorazioni Piatti, pentole, presine Candele, candelabri, fiori, specchi

E tu preferisci un caminetto in stile shabby o in stile country chic?

Questo articolo Caminetto in stile shabby e caminetto country chic proviene da NellEssenziale.

17 Gennaio 2020 / / Amerigo Milano

Che vogliate dire “ti amo” o festeggiare un passo importante, una scatolina blu che racchiude un gioiello è sempre un dono che lascia senza fiato.

Un tenero gioiello è custode di un prezioso messaggio d’amore.

E’ un regalo perfetto anche per la ricorrenza più romantica dell’anno San Valentino.

san valentino monza

Un dono eterno per non dimenticare la magia del momento: per San Valentino SaraOro propone un indimenticabile creazione a forma di cuore.

Il simbolo universale dell’amore si trasforma in un anello di design che mescola tradizione e innovazione.

A volte non servono le parole, basta un gioiello che, a tutti gli effetti, rappresenta una dolce (e preziosa) dichiarazione d’amore.

Il cuore è il simbolo per eccellenza degli innamorati e l’orafa Sara lo trasforma in un anello unico.

anello a cuore

Un cuore scultura realizzato rigorosamente a mano nel suo laboratorio.

Per Sara un gioiello non deve semplicemente essere coordinato a un outfit o a uno stile, ma deve suscitare un’emozione: per questa ragione ogni articolo viene creato con una fattura artigianale unica e personalizzata.

Per una perfetta dichiarazione d’amore, proprio nel giorno degli innamorati, un gioiello a forma di cuore è quello che ci vuole.

Eterno, e unico come l’amore.

anello a cuore

Anello a Cuore 

Anello a forma di cuore in argento 925 o Bronzo rosso

(su richiesta è possibile realizzarlo anche in oro 9 o 18 kt )

Prezzo Anello a Cuore in argento o bronzo rosso euro 165,00 comprensivo di spese di spedizione ( Italia)

Spedizione in 48 ore

Per Acquisto Online scrivi a store@amerigomilano.com

oppure in negozio Amerigo Concept Store via Carlo Alberto 35 MONZA

anello a forma di cuore

ANELLO CUORE

Amerigo Concept Store

Via Carlo Alberto 35 MONZA

www.amerigomilano.com