26 Settembre 2022 / / Blogger Ospiti

Non c’è niente di più bello ed elegante che il marmo. L’effetto che riesce a donare è unico e renderà la vostra casa unica. Un’alternativa molto valida che si è diffusa negli ultimi anni è quella del gres porcellanato. Ecco come usarlo e come abbinarlo all’arredamento.

Il marmo è utilizzato da tempo immemore per le abitazioni private. A differenza della pietra naturale, particolarmente porosa, la scelta di un pavimento in gres effetto marmo garantirà una resistenza invidiabile nel corso degli anni.

Il pavimento in gres può essere ovviamente modellato nella forma e nel colore. Le possibilità di personalizzazione sono infinite e permettono anche di adeguarsi a un arredamento preesistente. Che tipo di gres effetto marmo scegliere per la propria casa? Vediamolo insieme.

Colore del gres e venature: quali sono le migliori?

Il gres porcellanato può anche riprodurre le venature caratteristiche del marmo. Il colore specifico rende la pietra adatta a uno o più stili di arredamento. Ad esempio il pavimento in simil marmo bianco è ampiamente riflettente: per questo è consigliato in abbinamento a grandi vetrate e ambienti molto luminosi (il soggiorno è ideale, ad esempio). Al marmo bianco si può rifare anche un certo stile contemporaneo, se si adoperano anche acciaio e ferro.

Chi ama l’arredamento classico, magari con elementi in legno o shabby chic, potrebbe optare per marmo con venature scure (marrone, ad esempio). Si avrà un bel contrasto fra mobili tradizionali e pavimento più fresco. Navigando in tonalità più scure (nero o verde scure) si avrà un effetto barocco o neo-classico, ideale per chi ama il mobilio in stile Impero.

Se non si ha paura di osare, infine, si può scegliere anche del gres con venature molto accese e stravaganti (rosso, giallo), da abbinare con mobili di contemporary design.

Abbinamento con le pareti: accoppiamenti consigliati

Il pavimento dovrebbe essere in tinta anche con le pareti. Paradossalmente ridipingere le pareti è un’operazione più semplice ed economica rispetto al cambio del mobilio, ma è bene comunque progettare ogni dettaglio cromatico della casa, in modo da non dover programmare lavori aggiuntivi.

Andiamo per ordine. In caso di marmo bianco le pareti dovrebbero essere beige o grigio chiarissimo. I due colori neutri renderanno il soggiorno ancora più raffinato e luminoso. Se si
cercano contrasti di colore si potrà ampiamente rimediare col mobilio. Per il marmo scuro le alternative sono differenti: fermo restando i colori neutri si può optare anche per la creatività. In tal caso il colore rosso per le pareti costituisce la scelta adatta. Perfetto è anche l’effetto “mattone rosso”.

Il marmo beige, invece, andrebbe per contrasto con un colore acceso e luminoso: il giallo potrebbe essere l’alternativa ideale. Per marmi in colori stravaganti, invece, non esiste una vera e propria regola: è l’occasione perfetta per sfoggiare il proprio peculiare gusto. L’importante, infatti, è che la casa piaccia a chi la vive. In quest’ottica non abbiate paura di sperimentare!

6 Settembre 2022 / / Blogger Ospiti

Con l’estate quasi finita, l’autunno, con le sue giornate uggiose, ma contornate da splendidi colori e profumi, è ormai alle porte e ci si inizia a chiedere come fare per arredare l’ambiente bagno in modo idoneo alla stagione. Colori, forme e tendenze sono le parole d’ordine di questo periodo, per rendere anche questa stanza un luogo rilassante, esteticamente piacevole e alla moda. Mobilio e rivestimenti sono entrambi elementi determinanti per creare un perfetto bagno
autunnale. Ma cosa scegliere e in che modo decidere? Se prendiamo in considerazione i rivestimenti, ad esempio, i prodotti sul mercato sono quasi infiniti e si adattano a ogni esigenza e gusto. Le piastrelle bagno Terratinta, ad esempio, offrono una varietà di colori, temi e formati, che si adattano a creare un ambiente funzionale e, allo stesso tempo, unico.
Ma vediamo ora alcuni piccoli consigli per rendere il proprio bagno in tema con la stagione autunnale.

Colori e sfumature

I colori autunnali sono spesso colori caldi, alcuni di essi, come l’ocra e il marrone, sono chiaramente ispirati dal colore delle foglie secche che cadono dagli alberi. Altri, invece, possono variare di anno in anno a seconda delle tendenze. Esistono, però, dei “sempreverdi” che non tramontano quasi mai. Oltre ai due sopra nominati, figurano certamente il nero pece, l’arancione e il vermiglio, un colore caldo e piuttosto luminoso a metà strada tra l’arancione e il porpora. Per quanto concerne le tendenze, invece, potremmo rivedere la conferma del rosa e soprattutto del tortora, molto presente e amato l’autunno scorso. Si tratta di un colore che è un misto tra grigio e marrone, che conferisce eleganza all’ambiente ed è spesso accoppiato a tonalità molto chiare, come il bianco, oppure a colori più forti come il marrone.

Stile e ottimizzazione degli spazi

L’impostazione autunnale di un bagno si sposa perfettamente con lo stile minimal, molto presente sulla scena ormai da un po’ di tempo. Quello minimalista è uno stile che prevede mobili dalla forma pulita ed essenziale. Per quanto riguarda il materiale, va per la maggiore il legno. I sanitari si preferiscono di forma rettangolare e soprattutto sospesi. In questo modo si può occupare un minor spazio, ottimizzando quindi la gestione dello stesso e permettendo di sfruttare anche spazi molto ridotti. Dal punto di vista stilistico ed estetico, questa impostazione ha il doppio vantaggio di accoppiarsi perfettamente con arredi moderni e contemporanei e, contestualmente, di creare un contrasto splendido con arredamenti o stili più classici.

Arredamento ed efficienza energetica

Per accordare estetica, stile ed efficienza energetica, la cura deve riguardare ogni elemento della stanza. Per l’illuminazione, ad esempio, è consigliabile utilizzare lampadine a led, molto luminose e personalizzabili nei colori. Per quanto attiene al riscaldamento, la progettazione di un impianto che permetta di mantenere costante la temperatura, limitare i costi e che non stoni con il resto dell’arredamento, è senza dubbio un tocco in più. Una delle possibilità è rappresentata dall’installazione di un termoarredo da bagno (anche detto scaldasalviette), un modo efficace per evitare di disperdere calore e ridurre i costi in bolletta, adattandosi allo stile e all’arredamento della stanza.

2 Settembre 2022 / / Blogger Ospiti

Decidere lo stile per l’arredamento di esterni e interni è sempre una scelta difficile. Le esigenze da conciliare sono diverse e vanno sempre coordinate con le nostre preferenze dal punto di vista estetico. Oggi la scelta di stili e materiali è ampia e riuscire a restringere il campo può risultare più complicato del previsto. Tuttavia, ci sono delle caratteristiche e dei vantaggi di alcuni materiali che possono sicuramente orientarci verso la scelta giusta. Tra queste, c’è l’alluminio, un materiale che ha dalla sua parte diversi vantaggi, in parte sconosciuti.

A essere sconosciuta è anche la versatilità di questo materiale, che può essere utilizzato in tanti modi diversi, sia in relazione al tipo di finitura e di arredamento, ma anche per la varietà di stili che riesce a completare. Se decidiamo di optare per questo materiale, la soluzione migliore è affidarsi a un’azienda che sia in grado di offrire una proposta a 360° di finiture e arredi, in modo da partire da un unico concept che si sviluppi su tutti gli aspetti dell’arredo: dalle finiture fino agli schermi solari, passando per le zanzariere.

Tra i vari siti su cui è possibile visualizzare un’ampia scelta c’è https://aluprof.com/it. Si tratta di un’azienda che vanta una lunga esperienza nelle applicazioni dell’alluminio all’arredamento, al punto da definirsi quasi pioniera nel settore. Con una storia di oltre 70 anni alle spalle, Aluprof si posiziona ai primi posti tra le società che producono ed esportano alluminio in Europa. Il suo catalogo, consultabile comodamente online, comprende cancelli, persiane, zanzariere, finestre, maniglie, per nominarne solo alcuni.

I vantaggi dell’alluminio

Quali sono i vantaggi effettivi dell’alluminio e perché dovremmo optare per questo tipo di materiale?

  1. Come accennato prima, l’alluminio è estremamente versatile e può essere utilizzato per un’ampia serie di arredi e finiture, che includono  l’home décor. Sarà semplice quindi riuscire a personalizzare ogni aspetto della nostra abitazione e del nostro ufficio, sia all’esterno che all’interno. Anche la superficie stessa può essere può avere diversi stile: da quello più tradizionale a una lavorazione testurizzata;
  2. Durata: l’alluminio è un materiale di lunga durata, una qualità che si rivela fondamentale nello scegliere l’arredo di un ambiente. Basti pensare agli spazi esterni, come il patio o gli infissi: il sole, la pioggia e l‘umidità possono rovinare in poco tempo altri materiali, ma non l’alluminio che conserva quindi nel tempo la sua bellezza e la sua funzionalità. Lo strato superficiale di questo materiale impedisce l’ossidazione e ci dà la serenità di poter tenere i nostri arredi all’esterno tutto l’anno;
  3. Leggerezza: un altro aspetto importante da valutare, dal punto di vista pratico, è la leggerezza del materiale. Avere degli arredi in legno o in ferro può essere un problema quando si tratta di doverli spostare o rimuovere, anche per una pulizia o per una sostituzione. L’alluminio invece rimane leggere e può essere tranquillamente maneggiato senza particolare fatica e ti consente ad esempio di spostare l’arredamento esterno all’interno della tua casa, senza dover chiamare i rinforzi per procedere!
  4. Convenienza: anche se quando si tratta di arredi e di altre componenti importanti della casa il risparmio non è la prima qualità da prendere in considerazione, tuttavia se è possibile conciliare la qualità a un prezzo conveniente, è sicuramente un vantaggio rispetto agli altri materiali disponibili sul mercato;
  5. Richiede una manutenzione minima: eh sì, anche la manutenzione ha la sua importanza sia in termini di tempo che di costi. Il lego ad esempio è un materiale molto delicato che richiede una manutenzione costante e molto accurata. L’alluminio si accontenta di poco invece: una semplice passata con un panno umido e del sapone delicato è sufficiente.
31 Agosto 2022 / / Blogger Ospiti

Il cuore di ogni casa, il soggiorno, merita un’attenzione particolare, specialmente quando, per una ragione o per l’altra, si decide di cambiare complementi di arredo e dunque lo stile dell’ambiente. In alcuni casi, si può optare per un’autentica rivoluzione, ma è sempre il caso di rispettare alcuni criteri, che possono fare da guida per qualsiasi operazione di arredamento.

Arredare il soggiorno: da dove iniziare

Quando si tratta di arredare il soggiorno, sia esso interno o esterno, il primo passaggio da effettuare è certamente quello di analizzare le proprie abitudini e i propri bisogni. Soltanto così, infatti, si potrà curare la parte più viva della casa, adattandola al proprio stile di vita e alle proprie esigenze.

Un soggiorno all’aperto, così, prevederà una cura particolare per delle fodere per cuscini da esterno e per una disposizione attenta dell’arredamento, che ovviamente sacrificherà elementi pensati più che altro per degli ambienti interni. Si tratta di un dettaglio non indifferente, poiché le fodere per cuscini rappresentano già la prima differenza che separa l’arredamento di un ambiente interno da quello di un soggiorno interno: al di là di questa distinzione, tuttavia, optare per delle fodere cuscini su misura rappresenta un buon punto di partenza per dare un tocco diverso al soggiorno.

Data dunque la premessa di come dei cuscini esterno su misura possano arricchire sapientemente un soggiorno all’aperto, si può guardare con più attenzione a una sala da giorno interna. Ferma restando l’analisi delle proprie abitudini, bisognerà capire quale elemento valorizzare in base alle proprie attività preferite. Nel caso in cui si desideri fare del soggiorno un ambiente in cui dedicarsi alla lettura, ad esempio, andranno valorizzati elementi che risulteranno sacrificati nel caso in cui si voglia adibire la stanza a tranquille serate o sereni pomeriggi da passare davanti la TV. Stessa distinzione, infine, vale anche nel caso in cui si voglia fare del salotto un ambiente dove passare molto tempo con ospiti, amici e parenti.

Un salotto per la lettura

Tra gli elementi da valorizzare certamente nel caso in cui si sia scoperta la propria vena letteraria, non potranno mancare:

  • Una libreria, preferibilmente non in vecchio stile, con ante in vetro e altezze poco pratiche alla consultazione dei testi più in alto.

  • Una poltrona, magari reclinabile, di solito preferibile al divano. Quest’ultimo, tuttavia, resta comunque una valida opzione, soprattutto se a penisola.

  • Una lampada a piantana, per facilitare la lettura nelle ore serali.

Un salotto per la televisione

In un soggiorno pensato per tranquille serate davanti la TV, ovviamente sarà il televisore il fulcro di tutta l’opera di riarredamento. Tra i consigli da seguire, si possono elencare:

  • Posizionare la TV su una parete senza porte o finestre, per facilitare la visione dello schermo.

  • Curare la disposizione di mobili, in maniera tale da nascondere i cavi della TV e di eventuali accessori, tra cui decoder, console e lettori DVD.

  • Utilizzare un divano a penisola, o uno più classico, accompagnato da poggiapiedi, per rendere più confortevole la visione di film e serie TV.

Un soggiorno per ricevere gli ospiti

Infine, se le proprie preferenze sono orientate verso allegre serate in compagnia di amici e parenti, il soggiorno andrà certamente arredato privilegiando i posti a sedere, tramite divani e poltrone, e i piani d’appoggio, per la comodità di tutti i presenti.
La cura del soggiorno implica un’attenzione particolare verso il cuore della propria casa: questa, com’è ovvio, deve rispecchiare i propri gusti e le proprie esigenze, da mettere in primo piano per poter godere della propria abitazione nel migliore dei modi.

26 Agosto 2022 / / Blogger Ospiti

Quante volte vedendo un bel pavimento in marmo abbiamo immaginato come potesse stare all’interno della nostra casa? Seppur molto costoso, il marmo si distingue ancora oggi per un irresistibile fascino, affiancato però da molteplici svantaggi, tra cui il già citato prezzo e l’eccessiva delicatezza. Una soluzione in grado di accontentare tutti e già apprezzata da moltissimi è il gres porcellanato effetto marmo, materiale ideale per pavimentazioni e rivestimenti e, soprattutto, acquistabile a prezzi più bassi rispetto al marmo.

Nei paragrafi successivi introdurremo tutte le informazioni necessarie a comprendere ogni dettaglio e ogni caratteristica del gres porcellanato effetto marmo, in maniera tale da poter acquistare un prodotto non solo bello esteticamente, ma anche pratico e funzionale.

Perché optare per il gres porcellanato effetto marmo?

Come brevemente anticipato in precedenza, sebbene la bellezza estetica sia indiscutibile, pavimenti e rivestimenti in marmo vero e proprio sono tutt’altro che pratici. Optare per un materiale come il gres porcellanato comporta una serie di importanti vantaggi. In primo luogo, questo è caratterizzato da una maggiore resistenza e un’importantissima durevolezza, risultando impermeabile e capace di non macchiarsi a contatto con agenti acidi.

Di grande rilevanza è anche l’estrema facilità con cui è possibile pulire il rivestimento. A differenza del marmo vero e proprio, bisognoso di trattamenti come levigatura e lucidatura, il gres porcellanato effetto marmo garantisce una perfetta lucentezza delle piastrelle per moltissimo tempo e non necessita di alcun intervento manutentivo in merito proprio a quest’ultimo aspetto.

In aggiunta, visivamente, piastrelle di questo tipo non presentano alcuna differenza con il marmo vero e proprio, materiale con cui hanno in comune la stessa eleganza e raffinatezza.

In poche parole, acquistare piastrelle in gres porcellanato, disponibili in più formati e a prezzi più bassi rispetto al marmo vero e proprio, permetterà di dire addio o di evitare del tutto le problematiche relative alla gestione di pavimentazioni o rivestimenti in marmo e, soprattutto, consentirà di aggiungere all’estetica anche funzionalità e praticità.

Effetto lucido o opaco?

Proprio questa è la domanda che moltissime persone si pongono in fase di acquisto. Premesso che è buona regola scegliere il colore in base agli arredi della casa, i rivestimenti o il pavimento in gres porcellanato effetto marmo sono disponibili nelle più svariate tipologie, da quelle più classiche fino a quelle più inedite. Tra le opzioni più apprezzate rientrano senza ombra di dubbio quella caratterizzata da finiture naturali, capace di riprodurre fedelmente l’effetto del marmo vero e proprio, e la pavimentazione lucida, adattabile a ogni tipo di colore.

L’unico modo per effettuare la scelta corretta è, quindi, quello di comprendere con precisione quale tipo di effetto si desidera creare, se lucido o opaco, e cercare di acquistare delle piastrelle in grado di abbinarsi agli arredi.

E il colore?

Anche nel caso della colorazione, il gres effetto marmo permette di scegliere tra una vastissima gamma di soluzioni. Veri e propri must have sono le piastrelle color bianco, scelta stilistica dai canoni classici che permette di attribuire maggiore eleganza e grande fascino a qualsiasi ambiente. Di gran moda negli ultimi anni è anche la colorazione beige, anch’essa dal retrogusto vintage e altrettanto in grado di creare ambienti accoglienti e distinti allo stesso tempo.

Scelta ben più audace è quella che, invece, riguarda il gres porcellanato nero. Utilizzato soprattutto all’interno di abitazioni arredate in stile moderno, quest’ultimo può essere abbinato a materiali differenti, consentendo accostamenti inusuali e garantendo una resa migliore se esposto alla luce naturale.

Opzione perfetta non solo per abitazioni, ma anche per attività commerciali o uffici è, invece, il gres porcellanato effetto marmo di colore grigio, soluzione caratterizzata da un carattere moderno, chic ed ideale all’interno di contesti minimal.

Gres porcellanato effetto marmo: una soluzione pratica e vantaggiosa

In conclusione, il gres porcellanato effetto marmo rappresenta, al giorno d’oggi, una delle soluzioni più amate nel campo dell’edilizia proprio in virtù delle sue vantaggiosissime caratteristiche e del prezzo minore rispetto al marmo. Adatto sia ad ambienti moderni sia ad ambienti dallo stile classico, questo materiale permette, grazie alla sua indiscussa versatilità, di creare ambienti su misura e personalizzati secondo il proprio gusto, talvolta offrendo anche la possibilità di mixare diversi materiali e più texture, senza doversi preoccupare di eseguire una continua manutenzione.

Ora che si è a conoscenza di ogni dettaglio riguardo il gres porcellanato effetto marmo e le sue importanti caratteristiche, non resta che scegliere la pavimentazione adatta alla propria abitazione e rendere ogni ambiente il più elegante e caloroso possibile!

19 Agosto 2022 / / Blogger Ospiti

Quando in casa si dispone di un piccolo spazio da dedicare al bagno, è importante progettare e arredare quest’ultimo in modo tale da sfruttarne ogni angolo. Se organizzato in modo accurato e coerente con lo spazio che si ha a disposizione, infatti, è possibile rendere il bagno una delle stanze più belle ed eleganti della casa. Al giorno d’oggi, per arredare un bagno piccolo, esistono tantissimi prodotti pensati proprio per questo scopo, tantissimi mobili, sanitari o anche box doccia in vari modelli e misure, ovviamente non saranno grandi e capienti come le soluzioni pensate per i grandi spazi, ma avranno la stessa bellezza, funzionalità ed eleganza… solo in dimensioni un po’ ridotte. Importante è organizzare gli spazi e sfruttare al meglio ogni singolo centimetro a disposizione.

Sfruttare lo spazio sia in orizzontale che in verticale

Arredare un bagno piccolo potrebbe sembrare all’apparenza una sfida abbastanza complicata: combinare funzionalità e raffinatezza non è semplice, soprattutto se gli spazi sono piuttosto ridotti. Seguendo i giusti consigli, però, è possibile creare un ambiente comodo e dall’alto valore estetico. Dopo aver calcolato in modo dettagliato la dimensione del bagno da arredare, dalle superfici alle finestre, si può passare alla scelta dei vari elementi. Per evitare che i sanitari siano troppo vicini (basti considerare che la distanza minima di base è di 20 e 25 centimetri) è preferibile optare per quelli dalle dimensioni ridotte, così da non rinunciare alla comodità.

Un’idea molto apprezzata, per la sua efficienza ed estetica, è quella di sfruttare bene le pareti con mobiletti, mensole, pensili e tutti i mobili che possono restare sospesi. Cercare spazio in altezza, predispone una riduzione dell’ampiezza dei mobili che devono essere il più snelli possibile per non risultare troppo ingombranti per il piccolo ambiente.

La doccia: la soluzione ideale per un piccolo bagno

Se si vuole arredare un bagno di piccole dimensioni, per sfruttare al meglio lo spazio limitato, è preferibile scegliere la doccia: per le sue dimensioni la vasca da bagno è una soluzione da evitare, ovviamente tutto in relazione alla forma della stanza e alle sue metrature. Per posizionare un box doccia, è ideale sfruttare la parte finale del bagno, permettendo così di non occupare spazio ingombrante e di non interrompere la continuità della stanza.

Colori, rivestimenti bagno e illuminazione: ecco come fare con
uno spazio limitato

Uno degli elementi essenziali all’interno di un bagno è sicuramente lo specchio: più questo sarà grande, più il bagno lo sembrerà di conseguenza. Uno specchio grande quanto un’intera parete, per esempio, è capace di dare l’illusione di un ambiente visivamente più ampio.

Per quanto riguarda i rivestimenti, adatti per arredare un piccolo bagno, sono molto apprezzate le superfici omogenee senza interruzioni, che conferiscono all’ambiente un tocco di continuità. In generale, lo stile minimal moderno è una delle soluzioni migliori, ma spesso, soprattutto con le piastrelle, si tende a variare con delle colorazioni particolari, creando un contrasto con le pareti più neutre e chiare.

L’illuminazione è un altro elemento essenziale in un bagno di piccole dimensioni: se la luce naturale è minima, un’alternativa perfetta sono le strisce LED, capaci di creare un’atmosfera rilassante e adattabile a tutti i colori proposti nell’ambiente.

10 Agosto 2022 / / Blogger Ospiti

I congelatori a colonna sono elettrodomestici che negli anni hanno conquistato un posto in cucina non solo per la loro funzionalità, ma anche per il loro impatto estetico.
Belli e smart. Ecco come si presentano al mercato i congelatori a colonna, che abbracciano a 360° l’esigenza attuale di chi ama vivere la cucina, oltre i fornelli.

Congelatori a colonna: il know how di Signature Kitchen Suite

Signature Kitchen Suite è marchio di elettrodomestici built-in di alta gamma parte del gruppo LG, che all’interno della sua gamma, annovera i congelatori a colonna.
Filosofia del brand è il “True to Food”, che mette al centro la passione per il cibo e la riscoperta del suo valore in virtù della sua origine, delle caratteristiche nutrizionali degli alimenti e del loro potenziale in ambito culinario.
Signature Kitchen Suite propone elettrodomestici smart, soluzioni di qualità superiore e un’avanzata tecnologia, dando la possibilità di cucinare nel modo migliore e con la massima flessibilità, rispettando il cibo in ogni sua forma. Prestazioni, design e precisione, un mix che onora in maniera sincera e genuina tutti gli attori della filiera.
La linea completa degli esclusivi elettrodomestici ad incasso Signature Kitchen Suite permette nuovi modi di preparare il cibo e conservare il cibo nei suoi modelli di congelatori a colonna.

Elettrodomestici smart e sempre connessi

La collezione di elettrodomestici Signature Kitchen Suite è l’incontro perfetto tra tecnologia e design. Abilitati alla connessione Wi-Fi, rendono semplice, smart e hi-tech ogni esperienza domestica. Tutti questi dispositivi sono dotati di tecnologia intelligente per portare ogni azione a un livello superiore in termini di conservazione, garantendo freschezza e semplicità, con un occhio di riguardo allo stile.

Compressore Lineare Inverter

Il Compressore Lineare Inverter garantisce una minore usura rispetto ai compressori tradizionali, per una durata maggiore e performance d’eccellenza. È particolarmente silenzioso, in quanto non contiene componenti meccaniche tra motore e pistone, ma solo 1 punto di attrito nel suo funzionamento rispetto ai tradizionali 4. Offre un risparmio energetico del 60% rispetto ai compressori tradizionali, in quanto il motore adatta il raffreddamento alle esigenze di utilizzo.

Temperatura con solo 1°C di tolleranza

I congelatori a colonna lunga durata Signature Kitchen Suite hanno solo 1°C di variazione tra la temperatura impostata e quella effettiva. Questo controllo preciso della temperatura permette un trasferimento del freddo estremamente rapido e quindi una maggiore efficienza generale, da un punto di vista di classificazione energetica e garanzia di conservazione ottimale di cibo e alimenti.

Illuminazione LED a induzione

Il sistema intelligente True-View™ offre luce discreta e puntuale su ogni ripiano, mai direttamente rivolta verso lo sguardo di chi apre il frigorifero grazie al funzionamento a induzione magnetica. Ciascun ripiano ha una sua illuminazione e può essere regolato o rimosso a seconda delle esigenze. Anche i balconcini laterali e il contenitore snack sono riposizionabili e removibili per avere la massima flessibilità di utilizzo.

Brilliant Interior

L’interno in acciaio inox non solo ha un aspetto migliore della plastica, ma consente anche una temperatura di refrigerazione costante per mantenere più a lungo la freschezza degli ingredienti.

Balconcini regolabili Lift and Go™

Ogni alimento trova il suo posto, grazie ai balconcini regolabili e ai cassetti capienti. Anche il contenitore snack è riposizionabile, più in alto o più in basso, creando così spazio anche per grandi volumi quali piatti di portata, insalatiere o verdura voluminosa. I cassetti dispongono di una chiusura ben sigillata, per garantire un controllo nella conservazione ed evitare dispersione di umidità.

Auto Ice Maker

Ogni cubetto di ghiaccio è unico, contenuto nel cassetto con capienza fino a 2,3kg, perfetto per intrattenere i tuoi ospiti quando vuoi.

Certificato Star-K Kosher

Il termine ebraico “Kosher” significa “adatto” e vuole indicare l’insieme delle regole religiose che governano l’alimentazione ebraica. I congelatori da incasso a colonna Signature Kitchen Suite sono dotati di questa certificazione, pertanto progettati e prodotti con attrezzature e materiali che a loro volta sono certificati Kosher.

Smart control panel

Da qui è possibile modificare tutte le impostazioni: temperatura, produzione ghiaccio, funzione WI-FI. Qui è posto anche l’allarme porta aperta e l’alert di cambio filtri (da fare indicativamente 1 volta ogni 6 mesi). Quando l’apparecchio è chiuso, il display si spegne per risparmiare energia.

Combinazioni Built-in con cabinet

Frigoriferi, congelatori e vino cantina vengono combinati in soluzioni personalizzate e professionali, per essere installate a parete all’interno di un cabinet realizzato ad hoc. Le combinazioni built-in permettono di creare infiniti accostamenti in termini di design e prestazioni, per soddisfare ogni tipo di necessità e rendere la cucina perfettamente armonica.

10 Agosto 2022 / / Blogger Ospiti

Negli ultimi anni, il bagno non è più visto come una semplice stanza funzionale per la casa, ma è diventato un ambiente destinato all’igiene e alla salute del corpo, in assoluta armonia stilistica con il resto della casa. Quando si decide di arredare un bagno, uno degli stili sempre più in voga e maggiormente apprezzato è senza dubbio lo stile moderno.

Arredare un bagno in stile moderno vuol dire, come prima cosa, dare all’ambiente una perfetta coerenza stilistica. Per prima cosa si può scegliere l’elemento centrale del bagno come, per esempio, i sottolavabo per bagno moderni su Parama, dalle linee essenziali, eleganti, disponibili in varie finiture, che si abbinano facilmente poi ai sanitari, al box doccia, e agli altri complementi del bagno da scegliere in base alle proprie preferenze.

Lo stile moderno: tutte le caratteristiche

Per arredare un bagno in stile moderno, è necessario seguire una serie di regole essenziali.
Indipendentemente dalla grandezza del bagno, infatti, è importante rispettare dei concetti fondamentali per rendere l’atmosfera accogliente, luminosa ed in perfetto stile.
Sicuramente, è consigliabile per un bagno moderno evitare mobili sfarzosi e troppo appariscenti. Uno bagno in stile moderno, deve avere:

● colori neutri;
● mobili e sanitari dalle linee essenziali, pulite e nette;
● decorazioni minimali.

Tra i colori neutri, si predilige il beige, il grigio o il bianco, spesso anche combinati tra loro. Un’altra idea potrebbe essere quella di utilizzare qualche mobile dominato da un colore acceso come blu, verde o arancio, per conferire un valore estetico più d’impatto all’ambiente. Per quanto riguarda i materiali, i più gettonati sono il legno, il gres porcellanato, la pietra e il vetro: questi sono consigliati sia per estetica che per efficienza. In sintesi, lo stile moderno si ispira ad un design essenziale e basic, ma mai povero o banale.

Bagno in stile moderno: pavimento e rivestimenti

I pavimenti più utilizzati per un bagno in stile moderno sono il gres e il parquet. Il primo offre una grande resistenza in qualunque contesto, il secondo ha, senza dubbio, un altissimo valore estetico. Entrambi, però, garantiscono all’ambiente quel tocco di eleganza ed essenzialità necessario allo stile moderno.

Per quanto riguarda i rivestimenti di un bagno in stile moderno, la ceramica è sicuramente la scelta ideale. Le piastrelle garantiscono una massima libertà per quanto riguarda le misure e le forme, lasciando maggiore spazio al gusto personale.

Sanitari, doccia e lavabo in stile moderno

I sanitari godono di una vasta gamma di forme, dimensioni e nuance. Non esistono davvero limiti né per quanto riguarda la tipologia, né per le linee. Anche la scelta cromatica è molto ampia: sia la varietà di tonalità sia gli effetti (lucido e opaco) danno la possibilità di arredare il bagno con assoluta originalità e personalizzazione.

Per quanto riguarda la doccia in un bagno in stile moderno, è importante la scelta del piatto. È consigliabile preferire piatti doccia dotati di uno spessore molto sottile e posati a filo pavimento. Anche qui, vi è una grande libertà di scelta per molti aspetti, quali:

● materiale;
● dimensione;
● forma;
● effetto di superficie.

Il lavabo moderno è la perfetta sintesi di funzionalità e design. La scelta ricade su lavabi in grado di esaltare l’equilibrio tra le forme geometriche e le proporzioni dell’ambiente, senza eccessi o sfarzi.

1 Agosto 2022 / / Blogger Ospiti

Il giardinaggio è un hobby piacevole, appagante e fa bene alla salute. Coltivare il proprio giardino o orto, infatti, aiuta a ridurre i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, favorendo il benessere generale dell’organismo. Tuttavia, che tu sia un neofita o un esperto, saprai che bene che questa attività può darti anche qualche grattacapo. Gli agenti atmosferici, il freddo estremo e i parassiti possono, infatti, danneggiare le piante, a volte in modo irreparabile.

Una serra fai-da-te può sicuramente aiutarti a risolvere tutti questi problemi.

I primi elementi da valutare sono la struttura e la dimensione. Costruire la tua serra in autonomia ti offre certamente una maggiore flessibilità nella scelta e nella costruzione.

In generale, il primo fattore da considerare è lo spazio a disposizione.

Se disponi di un giardino, potresti cimentarti nella costruzione di una serra classica a casetta. Questo tipo di struttura è la soluzione ottimale per orti o coltivazioni più ampie. Trattandosi di una struttura complessa, è importante procedere solo dopo aver elaborato il progetto delle fondamenta, della struttura centrale e del tetto. Inoltre, sarà importante scegliere i materiali adatti per assicurarti di costruire una serra robusta e funzionale. I pannelli in plexiglass o policarbonato sono perfetti: semplici da lavorare, leggeri ma resistenti agli agenti esterni, come raggi UV, acqua e urti. Sebbene queste materie plastiche siano molto semplici da lavorare, se non hai particolare esperienza ti consigliamo di visitare il sito Pannelliplastica.it per acquistare il pannello che preferisci tagliato su misura per il tuo progetto.

Nel caso, invece, tu disponga solo di spazi ridotti, allora una struttura a terra in legno con ante superiori richiudibili è l’ideale. Questo tipo di serra è particolarmente adatta per terrazzi, aiuole o piccoli spazi verdi. Si tratta di una “cassetta” non particolarmente difficile da realizzare anche per chi non ha molta esperienza con il bricolage. Ti basterà costruire una struttura interna con dei listelli in legno di altezza variabile, attorno a cui inchiodare le tavole di legno. Per la copertura puoi costruire delle finestre utilizzando dei semplici listelli in legno e dei pannelli in plastica (plexiglass e policarbonato sono materiali particolarmente adatti a questo scopo) e collegarle alla struttura tramite delle cerniere.

Infine, se non sei particolarmente pratico con il fai-da-te, potresti valutare una serra “a tunnel”, una versione decisamente più semplice da realizzare rispetto ai modelli precedenti. In questo caso sarà sufficiente disporre delle canaline o tubi flessibili nel suolo formando degli archetti e poi ricoprire la struttura con un telo in plastica trasparente di medio spessore.

26 Luglio 2022 / / Blogger Ospiti

L’alluminio, assieme al PVC, è il materiale più utilizzato per la produzione di infissi e serramenti, almeno per quanto riguarda l’edilizia abitativa e altre applicazioni in ambito civile. I sistemi in lega di alluminio, infatti, garantiscono numerosi vantaggi, sia agli operatori del settore sia ai clienti che scelgono questo tipo di soluzione. Di seguito, vediamo quali sono i parametri da tenere in considerazione quando ci si appresta a scegliere serramenti e infissi in alluminio per la propria casa.

Le principali proprietà dell’alluminio


Perché l’alluminio è così diffuso nel mercato degli infissi domestici (e non solo)? La risposta è semplice: si tratta di un materiale dalle numerose proprietà, che ben si adattano alla lavorazione per la realizzazione di sistemi destinati all’edilizia abitativa e civile. In particolare, le leghe di alluminio hanno:

  • proprietà termocoibenti; questo materiale, avendo una scarsa conduttività termica, è in grado di ridurre al minimo i fenomeni di dispersione del calore e abbattere sensibilmente il consumo energetico all’interno del singolo ambiente o dell’intera unità abitativa;
  • caratteristiche fonoisolanti; un infisso in alluminio ottimizza l’isolamento acustico rispetto a fonti di rumore provenienti dall’esterno;
  • resistenza e durevolezza, per via della particolare resistenza agli agenti atmosferici e all’usura;
  • sicurezza; l’alluminio è resistente al fuoco e, in caso di combustione, non sprigiona nell’aria sostanze tossiche o nocive. In aggiunta, se abbinato a vetri anti effrazione e ferramenta di qualità, costituisce un valido sistema di sicurezza

I fattori da valutare per scegliere infissi in alluminio

Individuare la soluzione più adatta per sostituire le vecchie imposte è molto importante, in quanto infissi e serramenti incidono non soltanto sull’aspetto estetico e decorativo ma possono contribuire anche a migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Questo, però, è solo uno degli aspetti da prendere in considerazione; ciascun sistema di serraggio deve essere valutato in base ai seguenti parametri:

  • budget disponibile: l’alluminio non è l’opzione più economica in assoluto, pur non avendo costi particolarmente elevati; a parità di metratura, costa più del PVC ma meno del legno e dell’acciaio;
  • dimensioni degli infissi da installare; questo aspetto rappresenta un’altra discriminante da prendere in considerazione in quanto non tutti i materiali si adattano ad ogni contesto applicativo. L’alluminio, in particolare, è indicato per infissi di grandi dimensioni;
  • caratteristiche climatiche e ambientali dell’immobile; le condizioni termoigrometriche, dalle quali dipendono in buona parte le prestazioni energetiche dell’edificio, possono influire anche sulla scelta dei sistemi di serraggio in alluminio; questi, come detto, si contraddistinguono per la scarsa conducibilità termica e le ottime proprietà isolanti;
  • possibilità di personalizzazione; infissi e serramenti in alluminio possono essere ‘personalizzati’, abbinando all’intelaiatura metallica una finitura in legno o realizzata con un trattamento specifico. Questo aspetto riguarda tanto la parte interna quanto quella esterna, che devono coordinarsi con gli arredi e l’aspetto complessivo della facciata. La ditta che si occupa della posa in opera deve poter garantire la durata della finitura delle parti in alluminio in condizioni normali di esercizio.

Rivolgersi a ditte specializzate

Il modo migliore per individuare gli infissi in alluminio più adatti ad uno specifico contesto applicativo, è consigliabile anzitutto rivolgersi ad una ditta specializzata come, ad esempio, G. Emme Serramenti, un punto di riferimento per l’installazione di finestre in alluminio a Parma e provincia.

Il supporto di professionisti del settore è indispensabile per valutare, in maniera precisa ed accurata, i parametri elencati in precedenza; inoltre, è necessario esaminare a fondo anche
le caratteristiche strutturali ed ambientali del contesto di installazione

Più in generale, è bene scegliere un sistema di serraggio formato da componenti di elevata
qualità
(infissi, serramenti, vetri, ferramenta accessoria); in tal modo, si avranno maggiori garanzie di beneficiare a pieno delle migliori qualità dell’alluminio e delle prestazioni che questo tipo di materiale può offrire.