Decor






 
 
 

La storia del terrazzo alla veneziana tra passato e presente

Pubblicato da blog ospite in Decor, Stili, VDR Home Design

La storia del terrazzo alla veneziana si perde nella notte dei tempi e non smette di affascinare. Le ultime tendenze lo vedono grande protagonista del 2019


Il terrazzo alla veneziana cos’è? Vi starete chiedendo. Si tratta di una pavimentazione storica diffusa soprattutto nell’area della laguna veneta, ma che trae le sue origini già nell’antica Grecia.

Le piastrelle di terrazzo sono composte da granulati di marmo tenuti insieme da calce di ciottolo (o cemento), graniglia fine e cocciopesto. Lo si trova nei palazzi storici di Venezia, quello originale, ma ultimamente ne esistono versioni nuove che ne celebrano la storicità.

Magari le avete anche viste ma non sapevate che fossero proprio queste piastrelle, anche perchè ultimamente sono davvero di tendenza. Ma non solo piastrelle: il decoro terrazzo ha invaso tutti gli oggetti di design e non.

La storia del terrazzo oggi, tra decor e arredo

storia del terrazzo
Dall’alto a sinistra | Carta da parati UnikNordic | Stampa NoirGalleryDecor | Tessuto SpoonFlower |Decalcomania KennaSatoDesign | tappeto GildedLivingHome | Federa AnnyWho|

Eccola qui una selezione di sei oggetti per casa che io ho trovato davvero carini. Tutti elementi facilmente utilizzabli al di là dello stile che avete, perché non hanno colori particolarmente accessi o impegnativi.

Cominciamo con la carta da parati e la decalcomania murale, presente in più varietà di colori. Se dovessi scegliere, penso che opterei per la decalcomania che è semplice da mettere e togliere ed è meno impegnativa della carta (che di solito richiede uno specialista che la applichi). Però c’è da dire che anche la carta è davvero sofisticata ed elegante.

Se però di decorazione a terrazzo ne volete giusto un accenno, allora il quadro (venduto con o senza cornice) è perfetto. Il giusto mix di colore e bianco, luminoso e rilassante. Perfetto per un ufficio o una zona notte.

Il tessuto è la scelta giusta se volete cucirvi da voi tende, cuscini o accessori vari perché non trovate quello che dite voi. E che ne dite del cuscino e del tappeto? Quanto starebbero bene nella cameretta dei nostri piccoli?

L’articolo La storia del terrazzo alla veneziana tra passato e presente sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Valorizzare il salotto con gli accessori

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, Non Ditelo all'Architetto

PRIMA le pareti sono troppo spoglie e il divano non è servito da accessori funzionali.DOPO vengono scelte delle decorazioni a parete dallo stile industrial vintage e un tavolino e una lampada da terra che servano il divano

Versione romantica in cui il divano viene arredato con diversi cuscini in varie fantasie

Controcampo industrial

Controcampo shabby

Una giovane coppia sta per sposarsi è ah chiesto il mio
aiuto per dare più carattere al salotto di casa, molto grazioso, quasi
perfetto…troppo perfetto.

Arredato in stile country chic tutto è coordinato alla perfezione in questo ambiente, che però risulta un po’ piatto e spoglio, dunque il mio compito è stato quello di caratterizzarlo e personalizzarlo, con tessili, cuscini e tappeti, quadri e decorazioni alle pareti, lampade e tavolini.

Le proposte sono state due, una che vede una contaminazione industrial a rompere la monotonia del country chic, che altrimenti potrebbe cadere nella leziosità, ed una più romantica ed in linea con l’arredamento e i gusti della committente…infatti sarà quest’ultima ad essere scelta, ma che non si dica che io non ci ho provato!

Per la versione industrial vintage mi sono fatta ispirare dalle antichi mappamondi e planisferi geografici, molto affascinanti e decorativi. Accanto al divano ho posizionato un tavolino da un lato e lampada da terra dall’altro, funzionali e che rendono l’area del divano più comoda e fruibile.

Per i tessili, i cuscini sul divano ed il tappeto, ho scelto tonalità neutre in linea con la scaletta cromatica, mentre, come da richiesta della cliente, è stata aggiunta una vetrinetta contenitiva a parete, della stessa linea di arredi già in suo possesso.

Sopra al termosifone, parete che la committente desiderava
arredare, ho scelto di mettere uno specchio per ampliare lo spazio non
vastissimo, con profili in metallo, in perfetto stile industriale.

Valorizzare il salotto industrial vintage
Proposta industrial vintage

Se vuoi dare un look industrial vintage al tuo salotto segui i nostri consigli. In alto a sinistra poster che riproduce una mappa antica 100×140, disponibile QUI, di seguito decorazione a parete che riproduce la pergamena di una mappa QUI e a destra antico mappamondo che trovate QUI. In basso a sinstra Tavolino in stile industriale in legno e metallo, comodo da mettere accanto al divano, disponibile QUI, di seguito lampada da terra con cappello in cotone “Cologne” di Maiosn du Monde come lo specchio nero in metallo “Orangerie”

Per i tessili scegli un mix variegato di cuscini nei toni neutri e bruciati e pizzico di oro, bronzo o rosa per impreziosire. In alto a sinistra cuscini con foglia disponibili QUI, di seguito federa realizzata a maglia con bottoni che potete trovare QUI e in alto a destra cuscino “Trona” di maison du Monde. In basso a sinistra cuscino con orso di maison du Monde, al centro cuscino rettangolare con triangoli bronzo/rosa, infine tappeto asimmetrico a tessitura piatta di Ikea

Nella seconda opzione ho scelto lampade in legno decapato con paralume, in tessuto in accordo assoluto con il resto dell’arredamento shabby, come nel caso precedente ho mantenuto tavolino e lampada da terra a servizio del divano. Due grandi stampe di Maison du Monde arredano la parete del divano, mentre una vetrinetta romantica è posta sopra al termosifone.

Cuscini dalle fantasie mix rallegrano il divano con tinte leggermente azzurrate, mentre il tappeto délavé riprende uno stile vagamente barocco/bohemien, per cercare di variare lo stile shabby, evitando che sia troppo presente e ridondante.

Valorizzare il salotto stile shabby
Proposta romantic shabby

Se vuoi dare un look shabby romantico al tuo salotto segui i nostri consigli. In alto a destra lampada da terra in stile shabby disponibile  QUI mentre la lampada da tavolo la trovate QUI. In alto a destra 2 tele in legno e lino 80×120 di Maison du Monde. In basso a destra mensola/scaffale romantica, al centro tavolino in legno azzurro decapato e infine tappeto “Villandry” tutto Maison du Monde 

Valorizzare il salotto
Proposta alternativa per la parete sopra al termosifone

Lo stile shabby è caratterizzato dai colori pastello, in questo caso si è scelto di arricchire la palette cromatica con un celeste chiaro che ritroviamo nella composizione dei cuscini. A sinistra cuscino con fantasia geometrica disponibile QUI al centro cuscini tinta unita celeste che trovate QUI e a destra cuscino fantasia chevron di Maison du Monde

Sulla parete della Tv ho deciso di realizzare una
composizione varia di diversi elementi decorativi per dare un po’ di movimento
e di modernità, quadretti di varie dimensioni, un orologio, una targa e un
portafotografie.

Valorizzare il salotto schema quadri
La parete sopra al mobile della televisione viene progettata al centimetro per realizzare una composizione armoniosa

Per una bella composizione a parete crea prima il progetto su carta per studiare bene forme e dimensioni. trai ispirazione dalla nostra galleria. In alto a sinistra cornice multipla che trovate QUI, di seguito quadretti shabby disponibili  QUI. In alto a destra stampa su tavola (potete trovare l’immagine che preferite e stamparla on line). In basso a sinistra cesta con manici “Jassa”  di Ikea, al centro orologio ovale de  http://www.lamaisonderose.it  
e infine targa in legno di maison du Monde

Successivamente abbiamo deciso di realizzare una soluzione
di mensole di legno scuro sopra al termosifone, anche perché mancava lo spazio
per dei libri, non richiesto dai committenti, ma sempre necessario all’interno
di un salotto, a mio parere.

Valorizzare il salotto con mensole libreria
La semplicità vince

Alla fine l’ambiente è risultato più completo ed armonico;
in questo caso la base era perfetta andava solo completata con i giusti
accessori…e così è stato!

L’articolo Valorizzare il salotto con gli accessori proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Carta da parati panoramica per interni scenografici

Pubblicato da blog ospite in Decor, La Gatta Sul Tetto

Oggi voglio parlarvi di una tendenza che mi piace molto: quella della carta da parati panoramica. Scopriamo di cosa si tratta.

Carta da parati panoramica

Carta da parati panoramica è una delle ultime mode, soprattutto qui in Francia. Tra gli architetti e i designer d’interni non è una novità, come potete vedere da questo articolo dedicato ad uno dei miei architetti preferiti, Caroline Andreoni: per lei questo rivestimento è una firma, e io adoro il modo in cui lo utilizza negli interni. In effetti, con questo tipo di decorazione si rischia di sconfinare nell’eccesso o nel kitch: tra i soggetti che ho selezionato non troverete fotografie dei Caraibi o altre amenità, ma paesaggi dipinti che invitavano a viaggiare nei paesi esotici, oppure delicati motivi botanici.

Carta da parati panoramica
Progetto di Caroline Andréoni a NEUILLY SUR SEINE 

Cos’è la carta da parati panoramica

Questo rivestimento è formato da rotoli di carta stampata di dimensioni standard che, una volta uniti sulla parete, formano un decoro di grandi dimensioni, solitamente un paesaggio. Si può accomunare ai trompe-l’œil, con la differenza che questi ultimi sono realizzati con la tecnica dell’affresco e rappresentano un’estensione illusoria della stanza.

Carta da parati panoramica
Carta da parati di Kek Amsterdam

La carta da parati panoramica haa una lunga storia, come testimoniano i pezzi conservati al  Musée du Papier Peint  di Rixheim.

Carta da parati panoramica
Vue de Paris, Ohmywall
A sinistra e sopra, carte da parati di
Bien Fait

Come utilizzarle negli interni

Le tappezzerie panoramiche sono perfette per rivestire vestiboli, corridoi o pareti divisorie. Come vedrete dalle immagini, sono fantastiche anche in bagno. Il massimo livello scenografico si ottiene applicandole ad una parete nel living, dietro la testata del letto e nelle camerette.

Carta da parati Ananbo mural via elle decor france

Carta da parati panoramica
Cactus garden di Rebel Walls

Foto di copertina: Valerio Geraci per The Socialite Family Carta da parati Ananbo collezione Tana Grisaille


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Motivazione del lunedì; emozioni positive.

Pubblicato da admin in Charme and More, Decor

Un lunedì ricco di emozioni positive che ci danno la giusta carica per affrontare con grinta ed energia la nuova settimana.

Non rimandare mai, non rinviare mai a domani un piacere possibile qui e ora, non abbandonare mai la preda per l’ombra. Vivere, vivere e ancora vivere.
~ Michel Onfray, L’arte di gioire, 1991
lunedi-vivere
La gioia di vivere e di amare.
Amare se stessi, amare gli altri, farsi amare.
Amare la vita e le opportunità che ci dà senza lasciarsele sfuggire.
Vivere intensamente e non sprecare tempo che è limitato.

 

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via
Un mazzo di fiori mette sempre positività, un piccolo piacere che ci possiamo regalare al lunedì per illuminare la giornata.
lunedi-le-piccole-cose
DiaryOfLove Printable Art

 

 

La bellezza e la felicità delle piccole cose.

 

 

Le cose più nobili e belle della vita non sono fatte per essere raccontate, lette o viste, sono fatte per essere vissute.

~ Søren Kierkegaard

 

Felice settimana a tutti.

 

FirmaFellinSMALL

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Motivazione del lunedì; emozioni positive. proviene da Charme and More.

Tags:

 
 

5 consigli per ricaricarsi durante il weekend.

Pubblicato da admin in Charme and More, Decor, Idee

Ricaricarsi durante il weekend.

Ecco cinque consigli da seguire per recuperare energia fisica e mentale dopo una settimana di lavoro o di studio.

1. Colazione lenta

La colazione del fine settimana; un rituale rilassante da assaporare lentamente, in pigiama, mangiando una torta fatta in casa o pane, burro e marmellata con la musica, quella giusta che ci accompagna.

Ph via
Ph via

2. Socia Media Detox

Durante il weekend evitiamo di essere “always on the social” e proviamo a staccare la spina prendendoci una pausa dalla tecnologia e dai social media secondo il mantra  del digital detox: “disconnettersi per riconnettersi”.

Ph via
Ph via

3. Contatto con la natura

Dedichiamo del tempo per stare a contatto con la natura per ricaricarci di energia positiva e vitalità.

Prendiamo la sana abitudine di fare una passeggiata all’aria aperta, in un parco o nel bosco per riconnetterci con noi stessi spegnendo pc e smartphone e respirando a pieni polmoni.

La natura è un potentissimo anti-stress.

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via

4. No alla sveglia

Abbandoniamo la sveglia al sabato e alla domenica, recuperiamo il sonno e crogioliamoci fra le lenzuola.

Ph via
Ph via

5. Dedichiamoci alla nostra bellezza

La parola d’ordine del weekend e rigenerasi, quindi mettiamo da parte lo stress per dedicarci alla cura noi stessi, concedendoci un momento di puro relax facendo un bagno caldo a lume di candela utilizzando i nostro prodotti beauty preferiti.

Ph via
Ph via

weekend-relax-candele

LuazurHOME candele profumate fatte a mano, 100% cera di soia  per creare un’atmosfera rilassante e liberarci dallo stress.

Ph via
Ph via

FirmaFellinSMALL

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo 5 consigli per ricaricarsi durante il weekend. proviene da Charme and More.


 
 

Frange!!!

Pubblicato da blog ospite in Decor, Ecce Home
C’é chi dice che il minimalismo è superato; io penso invece che attualmente nell’ambito dell’arredamento e della decorazione ci sia una maggiore libertà (finalmente!), una maggior voglia di uscire dai rigidi schemi e di sentirsi liberi di seguire lo stile che più ci è congeniale.

Certo se qualche anno fa ci avessero detto che sarebbe tornato di moda un elemento squisitamente decorativo e retrò come le frange -e le passamanerie in genere- forse non ci avremmo creduto.

Ma è proprio così, alle ultime fiere, come Maison & Object a Parigi, si sono viste frange ovunque.
Frange per poltrone, pouf, divani, ma anche per lampade, cuscini e perfino specchi, in tinta ma anche a contrasto. Alcuni esempi? Guardate immagini qui sotto. (foto da Pinterest)

Fringes!!!

There are those who say that minimalism is overcome; I think instead that currently in the field of furniture and decoration there is greater freedom (finally!), a greater desire to get out of rigid patterns and feel free to follow the style that is most congenial to us.

Of course if a few years ago they had told us that an exquisitely decorative and retro element like the fringes – and the trimmings in general – would have come back into fashion – maybe we would not have believed it.

But that’s right, at the last fairs, like Maison & Object in Paris, fringes were seen everywhere.

Fringes for armchairs, poufs, sofas, but also for lamps, cushions and even mirrors, in the same color but also in contrast. Some examples? See images below. (photo from Pinterest)

Tags:

 
 

Paris Maison & Object: tendenze e colpi di fulmine

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, HomeRefreshing

Parigi è sempre Parigi e Maison & Object è sempre Maison Object.

Tastare il polso delle nuove tendenze di  Design e Decòr in questa splendida cornice è sicuramente il modo migliore di iniziare l’anno lavorativo. Dopo aver fatto il pieno di tanta bellezza, si torna a casa cariche di entusiasmo e di idee ( e anche di brochure, cataloghi e foto…) e non si vede l’ora di iniziare i nuovi progetti.

Ci abbiamo messo qualche giorno a filtrare e riordinare tutto il materiale raccolto ma anche a dare un filone logico a quello che abbiamo visto, per raccontarvelo in maniera compiuta. Abbiamo selezionato una serie di colpi di fulmine che, un po’ sono delle vere e proprie tendenze che si rincorrevano attraverso i vari stand e un po’ sono singoli marchi che ci hanno ispirato per linee e qualità dei materiali.

 

LE TENDENZE

In generale la tendenza è verso forme morbide e rassicuranti,  il leit motiv che si poteva leggere tra i vari stand era fatto di linee curve, velluto, colore, dettagli metallici in oro o ottone,  richiami più o meno accennati all’Art Déco o agli anni ’60.

I colori di tendenza che hanno dominato il salone sono senza dubbio tre: terracotta abbinato all’azzurro e al rosa. La tavolozza completa di questi abbinamenti la trovate riassunta nella creazione di Patricia Urquiola per CC Tapis, nella seconda foto.

Gli stessi colori li abbiamo ritrovati nello stand  di SKLO e di Alki (foto 2 e 4), nei dettagli degli arredi di Objecto (foto 5) e nei mobili e complementi per bambini di Gambettes (foto 6). Per l’Outdoor, Pedrali propone, per la sedia Tribeca, le stesse tonalità (foto 7).

 

maison & object eno studio

 

SKLO vasi colorati

 

 

mobili in legno chiaro

 

objecto

 

mobili per bambini gambettes

 

pedrali sedie

 

Con grande piacere abbiamo potuto constatare una grande attenzione verso i materiali e le metodologie produttive. Sostenibilità  era una parola ricorrente e speriamo che questa non sia una tendenza ma una nuova filosofia di intendere il mondo dell’abitare e non solo.

Le Pet Lamp di Alvaro Catalan de Ocon ne sono un esempio. Sono state pensate nel 2011, per riutilizzate le bottiglie in PET che hanno la grande contraddizione di un brevissimo tempo di utilizzo contro un tempo lunghissimo di decomposizione. Il progetto prevede di far incontrare questo materiale di scarto con le tradizionali tecniche di impagliatura e con la produzione industriale di apparecchi illuminanti. Avviato in Colombia questo progetto è poi stato portato in Cile,Etiopia e Giappone dove, le differenti tecniche artigianali di intreccio hanno dato vita a creazioni che rispecchiano le antiche tradizioni locali, pur partendo da un materiale di scarto.

 

Alvaro Catalan de Ocon

 

Anche le creazioni di Ay Illuminate uniscono l’ispirazione dei designers con le tradizioni locali di artigiani Africani ed Asiatici.

 

illuminazione artigianale ay illuminate

 

Ay illuminate

 

Riguardando le foto una volta rientrate da Parigi ci siamo accorte che moltissime erano dedicate agli stand di illuminazione.

Tantissimi gli spunti di ispirazione. La luce è una grande protagonista in ogni progetto di arredo e le proposte dei brand presenti a M&O erano tutte assolutamente d’effetto. Ci sono piaciute molto le lampade in ceramica di Myriam Ait Amar, e le luci con richiami all’Oriente presentate da Forestier e da Market Set.

 

Myriam Ait Amar

 

 

forestier illuminazione

 

forestier illuminazione

 

illuminazione market set

 

Ancora oriente nello stand di Moheim che ha presentato una serie di prodotti di quel raffinato minimalismo tipico dei giapponesi.

 

complementi di arredo moheim made in japan

 

moheim

 

 

Un post a parte meriterebbero i mobili e gli accessori per l’infanzia: materiali naturali, colori  sofisticati, come da Muskhane e fantasie coordinate come da Lorena Canal dove i tappeti sono stati pensati e realizzati per poter essere lavati in lavatrice. Le nuove collezioni hanno fantasie dedicate agli english gardens, fiori di cotone e all’animale simbolo di quest’anno, dopo i tucani e i fenicotteri, ecco a voi… l’ aragosta!  Eccola nella versione di Lorena Canals, in quella tricottata a mano di Anne Claire Petit e nella stampa sulla sediolina di Rice.

 

Muskhane arredamento bambini

 

tappeti lorena canals

 

tappeti lorena canals

 

 

 

 

Questa è solo una piccola selezione di quello che abbiamo visto.Alcuni Brand che ci hanno colpito ci piacerebbe raccontarli singolarmente, con dei post dedicati. Alcuni li conoscevamo già ma altrii sono stati delle vere e proprie scoperte. Il bello delle fiere e delle manifestazioni del Design è proprio questo: poter scoprire nuovi prodotti e i loro progettisti, nuovi materiali e i loro utilizzi. Si torna a casa con gambe e schiena doloranti ma anche con tantissime idee.

A breve faremo un breve resoconto dei brand che ci hanno colpito di più, tra M&o Parigi e Homi Milano.

Enjoy Your Home!

 

Qui trovate i link diretti ai marchi fotografati.

Foto 1.Enostudio –  Foto 2. SKLO – Foto 3 CCTapis  –  Foto 4 Alki –   Foto 5. Objekto  –  Foto 6 Les Gambettes. – Foto 7. PedraliFoto 8. Pet Lamp

Foto 9 e 10. Ay Illuminate  –   Foto 11. Myriam Ait Amar Foto 12, 13 e 14. Forestier LightFoto 15. Sospensioni Market set

Foto 16 e 17 Moheim.  –  Foto 18. Muskhane –  Foto 19, 20e 21. Lorena Canals  –  Foto 22. Anne Claire Petit  –  Foto 23. Rice

L’articolo Paris Maison & Object: tendenze e colpi di fulmine proviene da Home Refreshing.

Tags: , , , ,

 
 

CROCHET, MINIMALISMO e POESIA DEL QUOTIDIANO BY VITAVI HANDMADE

Pubblicato da blog ospite in Decor, Paz Garden

Vista l’accoglienza felice che avete riservato al mio ultimo Post dedicato al Minimalismo caldo e accogliente… rieccomi qui pronta a regalarvi qualche altra immagine poetica e rilassata!!!
Questa volta però sappiate che non sono affatto sola, ma anzi in super compagnia della mia amica Vita, mia fornitrice ufficiale di delicate e poetiche creazioni con cui sto riempiendo la mia Casetta pe trasformarla, a piccoli passi, nel mio nido felice a tema Slow living.
Vita è una designer che ammiro e seguo da tantissimo, creatrice di piccole meraviglie lavorate all’uncinetto con davvero tantissima cura e attenzione. Creatrice del piccolo brand indipendente VITAVI HANDMADE, potevo non invitarla a passare un po’ di tempo insieme a noi, vista la sua passione per la Natura, lo stile di vita semplice e il design nordico?
Dai sottopentola alle presine, passando dai cestini portatutto, per arrivare a fantastiche collanine ricche di semplicità e dettagli fioriti.
Finalmente ho avuto il piacere di poterle chiedere piccole curiosità sul suo mondo fatto di grandi e piccole passioni,  per permettere anche a voi di conoscerla meglio e farla entrare a braccia aperte tra le vostre fonti di ispirazione, proprio così come è capitato a me.
Io vi lascio sbirciare la sua intervista e anche le foto che ho realizzato per raccontare al meglio le incantevoli creazioni di Vita (che voglio sappiate hanno trasformato in bellissimo anche il mio bagno non proprio romantico e bellissimo!!!).
Buona lettura Pazzerelli e come sempre vi aspetto qui… al prossimo post 🙂

CROCHET STORAGE BASKETS BEIGE – S, M, L

Ciao Vita. Raccontaci subito chi sei, dove vivi e quali sogni custodisci nel cassetto.

Ciao! Sono una ragazza d’origine russa. Quando avevo 20 anni mi sono trasferita in Italia dove ho vissuto per tre anni. Dopo ci sono stati altri tre anni in Finlandia e adesso è da poco più di 6 mesi che vivo a Zurigo, in Svizzera. 
Nella mia vita ci sono stati tanti spostamenti, lingue, esperienze e cambiamenti. L’unica cosa che è sempre rimasta la stessa è la mia passione per creare cose fatte a mano, grazie all’influenza di mia madre che è sempre stata una persona molto creativa, e il sogno di aprire un giorno il mio negozio / studio creativo. 

BOTANICAL CREAM & BEIGE WREATH


Come è nato il tuo progetto “VITAVI Handmade”?
Ho cominciato a creare all’uncinetto quando vivevo ancora in Italia, però il progetto e il negozio online di vitavihandmade è nato in Finlandia. Sono stata molto ispirata dal design minimalista nordico e dallo stile di vita lento e semplice, molto presente nella cultura scandinava.
A cosa si ispirano le tue creazioni?
I miei gioielli e ghirlande decorative si ispirano perlopiù a fiori e piante. Le idee le cerco e trovo ovunque. Nella natura, nelle illustrazioni, nei giornali, nei social media e sopratutto nelle persone. 
Niente mi ispira e spinge ad andare avanti così come la compagnia delle persone dal forte animo artistico. Per fortuna ne ho conosciute tante nei paesi in cui ho vissuto e, grazie ai social media, riesco a rimanere in stretto contatto con loro.

Hai solo 3 Parole per descrivere il mondo di “VITAVI”.
Naturale, semplice e femminile.

Cosa credi sia indispensabile per vivere consapevolmente, con più lentezza?
Trovare e fare ciò che realmente ci piace. Cercare di eliminare dalla vita tutte le cose negative e inutili. Circondarsi di persone che ami e ammiri. 
Crescere cercando di sviluppare al meglio le tue capacità personali. Passare più tempo con la propria famiglia e imparare a godersi i momenti semplici che la vita ci offre ogni giorno.

KNIT POT HOLDERS/COASTERS, BEIGE

Styling & Photography by me for VITAVI HANDMADE
Tags:

 
 

Arredare con i tappeti e rinnovare la casa

Pubblicato da admin in Decor, Design Ur Life

Arredare con i tappeti che sia per rinnovare la zona pranzo o per rimodernare la zona soggiorno può essere un valido alleato per cambiare il look ad alcune parti dell’ambiente.

Arredare con i tappeti può servire per raccogliere oppure dividere in più zone funzionali un locale. Ad esempio in soggiorno può dividere la zona divano, poltrone e tavolino da tutto il resto. In commercio esistono tanti tipi di tappeti realizzati con vari materiali come il cotone o in lana acquistabili comodamente online.

 

Arredare con i tappetiIl tappeto moderno è molto versatile come complemento d’arredo perché può trovare spazio dappertutto. In casa, dal bagno, alla cucina e il soggiorno anche la camera da letto diventa una soluzione originale per caratterizzare lo spazio. I colori tenui o accesi, ispirazione orientale oppure nordica, cotone a trama piatta o intrecci di lana, fantasie astratte o geometriche, potete scegliere in base alle vostre esigenze.

Come arredare con i tappeti

Rinnovare la casa con dei tappeti è una vera espressione di design sopratutto nella zona soggiorno. Basta una colorazione in contrasto con il divano per ottenere un effetto sorprendente. Si può anche giocare con i richiami ai dettagli presenti in casa e abbinare il colore del tappeto. Importante è che il risultato finale unisca ambienti divisi e crei armonia. Inoltre la sensazione del calore che tanto desideriamo è conferita dal tessuto del tappeto. Infatti alzarsi dal divano e toccare con i piedi un morbido tappeto è molto piacevole.

Arredare con i tappetiArredare con i tappeti

Invece nella zona notte, i tappeti moderni per la casa possono costituire pratici e gradevoli scendiletto. Potete scegliere un tappeto allungato e posizionarlo sotto il letto, in modo da sporgersi da entrami i lati.

Arredare con i tappeti

Se ti è piaciuto questo articolo condividi sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto. Puoi scriverti al mio blog per non perderti i miei post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

Credits: carpetliving.com

L’articolo Arredare con i tappeti e rinnovare la casa proviene da Design ur life blog.

Tags:

 
 

Le meraviglie del Mercanteinfiera

Pubblicato da blog ospite in ArchitettaMI, Decor

Antiquariato, modernariato, design e collezionismo vintage gli indiscussi marchi di fabbrica di Mercanteinfiera.

Una delle kermesse internazionali più ricche e strabilianti sta per tornare ad animare gli spazi delle Fiere di Parma. Dal 2 al 10 marzo, Mercanteinfiera aprirà i battenti ed io sarò lì insieme ad altre 3 fantastiche blogger e a migliaia di visitatori a gustarmi l’evento.

Mercanteinfiera non è solo un’esposizione, ma una vera e propria città antiquaria. Nel tempo si è conquistato il rango di uno tra i più importanti appuntamenti del settore su scala europea, più di mille espositori  esibiscono le loro preziose opere a decine di migliaia di appassionati, collezionisti e cultori della memoria.

 

I miei occhi luccicheranno davanti alle rarità esposte che abbracciano cinque secoli di storia e il mio entusiasmo salirà semplicemente alle stelle davanti alle creazioni  dei grandi maestri del design, Gio Ponti, Joe Colombo e Franco Albini  (giusto per citarne alcuni).

A Mercaneinfiera  inoltre non può mancare la moda vintage dove potrete trovare  tra l’altro le “Marlene”, le scarpe in piuma di Jimmy Choo rese celebri da Carrie Bradshow in Sex and the City, i collier di Larry Vrba monumentale firma delle sfilate di Victoria’s Secret, le famose mini-bag di Morris Moskowiz o i coloratissimi abiti da sera firmati Versace, LV, Hermés , Chanel.  I signori uomini non devono temere, però, c’è tantissimo anche per voi.  Molto vasta la sezione dedicata all’orologeria: Rolex, Audemars Piguet, Vacheron Constantin, Patek Phlippe, Hublot.

E i figli?  Questo è un viaggio che potrete fare con tutta la famiglia, ci saranno due straordinarie mostre collaterali all’interno dei Padiglioni, la prima è:

Let’s play: come giocavamo. Giochi e giocattoli della collezione Gianni Marangoni, collezione privata che abbraccia gli anni ’30 e ’60 del Novecento.  Un viaggio nella fantasia da intraprendere con i vostri bimbi, alla scoperta dell’universo ludico dei nostri genitori e dei nostri nonni.

L’altra è Storie della città di Luna. Frammenti di vita all’ombra di Roma. Realizzata in collaborazione con il Polo museale della Liguria, la mostra è un viaggio nell’antica città di Luna (oggi Luni) fondata nel 177 a.C come avamposto militare romano grazie al console Marco Emilio Lepido (uno dei triunviri cui si deve la Via Emilia).

Disegni inediti realizzati da Carlo Promis nel 1857 sugli scavi condotti sul sito a partire dal 1800, faranno da sfondo, negli spazi di Fiere di Parma, a materiali archeologici, bronzi, formelle di età augustea, come ad esempio la testa di Marte. Opere importanti finora sconosciute al grande pubblico perché collocate nei depositi del Museo di Luni.

Questa mostra permette di scoprire quegli oggetti che non vengono esposti nei musei, che restano nei depositi, ma che comunque sono importantissimi frammenti della nostra storia. E di questi oggetti “nascosti” sono ricchi non solo i musei italiani, ma quelli di tutto il mondo.

L’offerta di Mercanteinfiera è talmente vasta che ce n’è per tutti i gusti, basta staccare il biglietto e  intraprende questo fantastico viaggio. Parma vi attende! La sera, la capitale della Food Valley vi delizierà  il palato con proposte gastronomiche da gourmet e appuntamenti dedicati alla musica classica e all’arte.  Quale occasione più glam per organizzare un bel weekend!

INFORMAZIONI:

Luogo: Fiere di Parma – Viale delle Esposizioni 393/A

Data: da sabato 2 marzo a domenica 10

Orari: dalle ore 10 alle ore 19

Prezzo giornaliero: Euro 10 (intero); gratuito per ragazzi fino a 14 anni

 

Tags:

 
 




Torna su