9 Luglio 2020 / / Decor

Restyling della casa con due piccoli cambiamenti

Cambia colore! È possibile rinnovare gli interni anche solo in due mosse? Dipende, certo, da quanto studio viene fatto su questi cambiamenti, piccoli ma in parte essenziali. Siccome la perfezione è nei dettagli, non possono essere certo trascurati quando si vuole un restyling della casa minimo ma efficace.

Per esempio, si può trasformare l’ambiente con i rivestimenti di tessuti sulle nostre sedute: sembra facile ma… lo è, e dà risultati!

Cambia colore al divano

È possibile modificare l’impatto di un ambiente come il soggiorno, grazie alla trasformazione di colore del divano. Si può fare in modo veloce, grazie alla scelta del copridivano adatto, ne puoi trovare di qualità sul sito Pettihome.shop.  Si deve capire quale sia migliore nella forma, nel colore più adeguato, nelle sfumature del tessuto. Una volta deciso il tutto, coprire il divano diventa un’idea utile per dare un tocco di rinnovamento alla living room, con poco.

Si può scegliere un tono vivace e chiaro per contrastare mobili scuri, oppure su un soggiorno bianco, inserire una “macchia” di colore squillante. Se l’arredo è già abbastanza dinamico, si può pensare ad un copridivano a fantasia che si abbini bene con gli altri complementi d’arredo.

Bastano anche pochi dettagli di colore o fantasia per creare un legame – una geometria nel copridivano può riportare alle linee squadrate della libreria accanto o nella parete opposta, ad esempio.

A volte un telo copridivano o un trapuntato, possono dare vita ad un effetto shabby oppure bohémien – chic. Ultimamente sono molto utilizzati anche i copridivani che donano un senso di “precarietà”, ossia sembra che possano essere tolti da un momento all’altro ma non accade perché il vero ospite è sempre “di casa”. Perché l’accoglienza vera è quella di chi si sente a suo agio in pochi secondi, specialmente sul divano!

cambia colore al divano
cambia colore al divano
cambia colore al divano
cambia colore al divano
cambia colore al divano
cambia colore al divano

Cambia colore alle sedie

Anche in questo caso, si può pensare di inserire dei coprisedie, ne puoi trovare di qualità sul sito Pettihome.shop, per dare un effetto di rinnovamento alle sedute, magari in accostamento con il divano, le tende, i tappeti.

Un colore deciso per le sedie di legno scuro, può creare un effetto “sontuoso” al soggiorno, oppure alla cucina. Nel caso di mobili chiari e neutri, un colore vivace sulle sedie sarà una nota utile a dare un tocco visivo nuovo in casa.

In quest’ultima eventualità, è bene pensare quale sia il colore adatto, dato che la sua vivacità può compromettere l’arredo oppure esaltarlo. Un rosso forte con mobili in legno scuri, può creare un effetto che alza i toni e dona meno serietà al living; al contrario, se il tono di rosso non è adatto, si rischia di creare un disturbo cromatico.

cambia colore alle sedie
cambia colore al divano
coordina i tessuti

Spesso la scelta del colore è consigliabile farla valutando accessori come tovaglie, cuscini, quadri, che possono creare dei rimandi. Giocare sui toni oppure riprenderli, sicuramente fa andare sul sicuro nel rinnovo della casa. Un’idea è anche quella di prendere prima i coprisedie o copridivano, e poi cambiare gli accessori di tovagliati o tendaggi intorno.

Modificando anche questi dettagli, infatti, il gioco è fatto e un soggiorno può diventare veramente un altro spazio, per chi lo guarda con occhio attento!

cambia colore al divano
cambia colore al divano
coordina i tessuti

L’articolo Restyling della casa: cambia colore di sedie e divano proviene da Architettura e design a Roma.

8 Luglio 2020 / / Decor

L’estate è arrivata e la tendenza del 2020 vede in primo piano colori come il corallo e l’arancio. Ecco come giocare con questa vivificante palette.

Tendenza estate 2020

Mai come quest’anno i colori estivi in tendenza sono stati così vivificanti. L’energia del giallo, del rosso, dell’arancione ci possono aiutare a superare un periodo difficile e oscuro come quello del confinamento che abbiamo subito a causa del Covid.

Niente di eccessivo, sia chiaro. Le gradazioni sono morbide e ricordano la freschezza e i colori dei frutti estivi o esotici come l’anguria, il melone, il mango, la pesca. 

Tendenza estate 2020
source

Come possiamo integrare questa allegra palette nelle nostre case? Per chi desidera dare una rinfrescata  per una nuova partenza, si possono dipingere le pareti di casa, tenendo presente che questi colori sono adatti anche agli esterni. Per chi non ha in previsione di imbarcarsi in lavori tanto impegnativi, ci sono sempre arredi e accessori

Tendenza estate 2020, una palette vivificante

Energia, entusiasmo, voglia di vivere: forse è questo che ci manca all’inizio di questa estate 2020, che per alcuni non sarà allietata dalla solita vacanza.

I colori possono aiutarci a stimolare il nostro umore, soprattutto se scegliamo quelli giusti. La palette dei colori del sole evoca tramonti e albe spettacolari, con i rossi, i gialli, gli arancioni e qualche tocco di rosa. Accoppiateli con un turchese, un blu Navy, con colori neutri o con una gradazione diversa dello stesso colore per un effetto tono su tono, sono adatti ad ogni ambiente.

Il corallo, eletto colore dell’anno Pantone nel 2019, è più che mai attuale. Questa vivace tonalità, a cavallo tra il rosa e l’arancione, riscalda tutto ciò che tocca con il suo intrinseco ottimismo. Usatelo per infondere gioia ed entusiasmo in uno spazio. Il pesca è un colore chiaro e luminoso, usatelo per dipingere la parete della testata di un letto vestito in lino bianco e azzurro. 

L’arancione è un’esplosione di energia, da usare comunque con moderazione. Rinnovate le pareti di un piccolo ingresso, magari dipingendo le porte con la versione lucida.

Il mango si declina bene con altri gialli, e può essere perfetto per una camera da letto con pavimento in rovere o per una cucina con ante in acero.

Tendenza estate 2020

1. Amaca Coral Tassel di Ella James / 2. Poltrona Sunset design Christophe Billet for Cappellini / 3. Tavolino Naïve D45 giallo di etc.etc. per Emko / 4. Pouf da giardino Garda Furniture / 5. Divanetto Higgs di made.com / 6. Tappeto per esterni Paola Lenti / 7. Cuscino Pink Coral Reef by Postcards Home / 8. Ombrellone giallo – Amazon / 9. Coppetta gelato Watermelon di Micucci Interiors / 10. Lanterna da esterni di Garden Trading / 11. Poltroncine da esterni e tavolino Acapulco /


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la Kitchen Trends Guide 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

4 Luglio 2020 / / Decor

Mobili color cemento: la tendenza per te che ami lo stile industriale ma non vivi in un loft. Una selezione di otto pezzi per l’interno e l’esterno.


Il cemento fa subito stile industriale.

New York, Londra, i grandi fabbricati industriali. Ma anche i mattoni, il ferro, quello stile industriale un po’ mascolino e grezzo che tanto ci piace in questi anni.

Però rivestire un pavimento in cemento è una scelta importante, perché se ci si affida ad un’impresa che ha poca esperienza, che lavora male o che usa materie prime scadenti, i problemi sono dietro l’angolo.

Come fare a portare un po’ di questo affascinante materiale in casa?

Te lo dico subito.

Soggiorno con tavolo in color cemento e sedie in velluto rosa, circondato da piante
Limited Abode

Mobili color cemento: un tocco di stile industriale in casa

Lo stile industriale sta impazzando ormai da diversi anni, complici anche le grandi catene di distribuzione come Maisons du Monde. Questi spazi ampi e alti, resi accoglienti e sofisticati dai materiali grezzi hanno un che di affascinante e irresistibile.

Il ferro scaldato dal legno lasciato naturale è una combinazione immancabile in qualsiasi interno in stile industriale, così come il cemento. Ma il cemento anche da solo è un elemento in grado di conferire grande unicità agli ambienti.

Se però stai pensando che sia difficile da abbinare, sto per dimostrarti che non è così. Già il suo colore è di base abbastanza neutro, quindi con gli accostamenti con le altre tonalità avrai pochi problemi (con il rosa, il verde, il marrone…) .

Per quanto riguarda la sua texture granulare e grezza, il cemento tira fuori il meglio se è abbinato a materiali sofisticati e preziosi come il velluto, l’oro, il marmo. Il contrasto tra materiali esalterà i pregi di entrambi, creando un insieme multi-sensoriale.

Soggiorno e ingresso. Arredare con stile e un tocco rock

Scegli con coraggio i complementi e gli accessori che caratterizzeranno le due parti di casa tua che più ti rappresenteranno agli occhi del mondo. Non aver paura di andare troppo in là, perché potrai sempre bilanciare con qualcos’altro.

Prendi ad esempio la consolle per ingresso dell’immagine qui sotto. L’ingrombro è minimo, il che la rende perfetta anche per chi non ha un vero e proprio ingresso ma vuole comunque attrezzare una piccola parte di parete con pochi ma giusti accessori all’entrata di casa.

Bastano 30 cm ed un paio di piani d’appoggio, sui quali riporre degli svuotatasche, dei cesti per le scarpe, le coperte, le riviste e delle belle piante. Completa lo styling con uno specchio per controllare che sia tutto in ordine e il tuo piccolo ingresso è a posto.

In questo caso il mobile color cemento è stato abbinato ad una carta da parati tridimensionale effetto mattone, che in un piccolo spazio contribuisce ad allargare visivamente lo spazio.

Mobili color cemento in una consolle d'ingresso con gambe in ferro
Melody Maison

In soggiorno un tavolo con piano color cemento è un ottimo protagonista della scena, abbinato a delle splendide poltroncine in velluto rosa, che ingentiliscono le linee dure del tavolo.

Il verde è sempre un alleato da inserire in qualsiasi progetto d’interni. Ricorda che noi siamo nati in mezzo alla natura, è l’elemento al quale tendiamo e che ci fa stare meglio.

Lo sai che se in una foto c’è un elemento naturale ed uno particolarmente strano, la tua mente escluderà quello naturale in favore di quello strano? Questo perché la mente umana da per scontata la natura, in quanto nostro primo habitat indispensabile.

Mobili color cemento in ufficio, in bagno, nei complementi…

Le potenzialità di questo materiale non finiscono qui. Puoi inserirlo davvero ovunque, ad esempio all’interno di un pavimento effetto legno. Ma non alternando i listoni e il grés effetto cemento tra cucina e soggiorno, come ormai si vede fare dappertutto.

Scegliendo delle piastrelle esagonali in legno scuro, che hanno all’interno un cuore di cemento. Piastrelle in grés davvero preziose, che creeranno un effetto tappeto in casa. Sarà quasi un peccato coprire un pavimento del genere con tessili di qualsiasi tipo.

Piastrelle in grés esagonali in legno scuro e cemento
WOW Design

Devi attrezzare il tuo angolo ufficio?

Cosa c’è di meglio di una scrivania dalla forma lineare e pulita, spaziosa e tutta da organizzare? Con gambe in legno chiaro e piano liscio in color cemento, è la compagna perfetta di chi ama lo stile nordico e vuole un angolo Home Office semplice ma non banale.

scrivania con piano color cemento
einrichten-design.de

Da completare con una lampada da tavolo che ti permetta di avere la giusta quantità di luce, magari in stile un po’ moderno. Una lampada che all’occorrenza potrai spostare in soggiorno o perché no, in camera da letto.

einrichten-design.de

Infine, la finitura cemento a pavimento sta bene anche in bagno, in accoppiata con il marmo. Due materiali differenti tra loro ma che insieme riescono ad esaltare i reciproci pregi, creando un ambiente sia sofisticato che contemporaneo.

Non troppo classico e non troppo modaiolo. Il giusto compromesso per un bagno che vuole essere minimal ma chic, con la vasca freestanding che ormai è d’obbligo.

Ovviamente se hai abbastanza spazio.

WOW Design

Finiamo con gli spazi all’aperto

Potevo non parlarti forse degli spazi all’aperto? Il cemento è uno dei materiali più usati quando ci si sposta all’esterno. Vuoi per le sue caratteristiche fisiche, vuoi perché il suo aspetto ruvido ben si lega con il verde della natura e il legno.

Sono tante le aziende che sfruttano questo elemento per produrre arredi veri e propri, così come rivestimenti per il pavimento o piccoli complementi.

Ed è proprio di questi ultimi che ti parlerò tra poco. Vasi di medie e piccole dimensioni con cui decorare i tuoi spazi esterni, per portare quell’ultimo tocco industriale anche fuori xasa.

Gisela Graham London

Possono essere i classici vasi da appoggio, decorati con motivi a rilievo per dare un po’ di classicità e preziosità in più al cemento, quasi fosse di ceramica.

Oppure possono essere i tanto di moda vasi da appendere nelle corde e agganciare qui e là nei balconi e nei giardini. Ma puoi anche fare un mix dei due, dislocandoli in varie posizioni nei tuoi spazi.

Gisela Graham London

Ti è piaciuta questa selezione di mobili color cemento?

Hai visto come è possibile arredare in stile industriale senza dover per forza portare in casa ferro e mattoni?

Come ti dico sempre devi capire quale è il tuo stile personale e apportare quelle piccole modifiche che ti permetteranno di adattare quello che vedi in Internet e sulle riviste alle tue abitudini.

E se hai visto qualcosa che ti piace ma non sei ancora abbastanza sicura di come potrebbe stare in casa tua non ti preoccupare: contattami e lo capiremo insieme!

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Mobili color cemento. La selezione di pezzi che ti farà sentire in un loft sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

3 Luglio 2020 / / Decor

Adori le piante e ti piacerebbe includerle come arredamento ufficiale nel tuo appartamento? Non importa se hai o meno il pollice verde, esisterà un’alternativa verde in ogni caso. Grandi, piccole, sempre verdi o caduche, ognuna di loro è perfetta per giocare con la loro presenza in ogni angolo di casa.

Negli ultimi anni si è prestata sempre più attenzione alla decorazione con le piante e al modo per farle integrare perfettamente negli ambienti domestici. Oltre al fatto che ci sono piante che sono più difficili da curare di altre, possono diventare veri e propri oggetti decorativi, e questo i vari negozi di arredamento, giardinaggio e oggettistica lo sanno, e offrono un supporto in materiali e strutture per tutte le soluzioni abitative.

Alcuni consigli di base sono però doverosi: bisogna assicurarsi che abbiano un minimo di luce, non troppe correnti d’aria e che si trovino in luoghi temperati (dove non ci sono molti cambiamenti di temperatura). Se stai cercando piante facili, nel senso che non che non richiedono molta irrigazione, puoi optare per i cactus, le piante grasse in generale, ma con un minimo di impegno in più, nessuna pianta avrà più segreti per te ed il tuo appartamento.

Dal soggiorno al bagno, le piante verdi sono state le stelle del nostro design d’interni per diversi anni e si adattano a tutti gli ambienti. Vegetare la tua casa con le piante è la soluzione per sentirti bene nel tuo regno e mantenere il morale alto durante la stagione invernale. Troviamo adesso dei bei modi per decorare con le piante ogni tipologia di appartamento.

  1. Piante per illuminare il soggiorno

Rendi le piante il fulcro del tuo salotto. Scegli con cura la fioriera e decidi la posizione ideale: vicino al divano, accanto al vecchio camino o ad un mobile. In alternativa perché non inserirle sugli scaffali? Uno scaffale è un supporto preferenziale di scelta per ospitare le piante, sia che tu scelga di posizionarle sopra di esso o che ne inserisca alcune tra i tuoi libri o oggetti preferiti. Avrai l’imbarazzo della scelta per sistemare lì le tue piante in vaso, che sublimeranno immediatamente l’immagine della tua zona relax. Un piccolo consiglio in più: per questo scenario, le piante utilizzate non dovrebbero essere troppo grandi per ottenere l’effetto previsto. Ottima soluzione è anche quella di usare piante cadenti che porteranno bellissimi volumi all’insieme.

  1. Piante in bagno: relax garantito

Immagina di tornare a casa dal lavoro e immergerti in un bagno caldo strabordante di bolle di sapone, circondato da piante verdi sublimi per rilassarti. Un ambiente idilliaco che ti farà sentire come in vacanza. Non è utopia, ritaglia un angolo della vasca per una composizione di piante grasse e candele profumate, avranno più o meno le stesse altezze e il risultato sarà perfettamente organico. Via libera alle piante cadenti anche in questo caso.

  1. Un cesto di vimini: un’idea economica per la decorazione con le piante

I cestini di vimini o di rattan sono contenitori molto naturali per sistemare le tue piante verdi e che porteranno alla tua decorazione una nota esotica delle più esotiche. Ce ne sono molti con proporzioni e trame diverse che aspettano solo che le tue piante li riempiano! Assicurati però di posizionare un piatto o un piattino sul fondo che proteggerà il fondo dall’umidità quando innaffi le tue piante.

  1. Piante per arredare la cucina: le spezie

La cucina è il regno della regina di casa, ma anche la stanza in cui il cibo la fa da padrone. Allora perché non restare fedeli a questo diktat e scegliere anche piante che oltre ad avere la funzione estetica possano essere commestibili? E cosa c’è di più adatto delle piante aromatiche? Il rosmarino, il prezzemolo, il basilico, o il timo e la maggiorana, o i coloratissimi peperoncini potranno trovare un loro spazio perfetto in cucina, come uno scaffale apposito o una mensola. Cibo a km 0 e decorazione, cosa volere di più come arredamento casa?

  1. Rendi verde il tuo davanzale

Se la configurazione dei tuoi interni lo consente, sarai in grado di vedere in un davanzale di una finestra un luogo da sogno per le tue piante che avrà tutto da guadagnare soprattutto in luminosità. Avrai così tutto il tempo libero per goderti uno spettacolo sublime di piante dentro e fuori.

immagini collezione Botansik Ikea

L’articolo Decorare con le piante, le migliori ispirazioni creative per un appartamento proviene da Dettagli Home Decor.

1 Luglio 2020 / / Decor

outdoor colori neutri

Le tonalità che vanno dal bianco al beige, così come le diverse gradazioni di grigio, diventano il miglior alleato del nuovo design d’interni grazie alla versatilità e leggerezza che donano agli spazi.

I colori neutri come il bianco, il beige, l’avorio, il marrone, il grigio o il nero si abbinano perfettamente agli interni dallo stile minimalista o nordico e la loro scelta condiziona il design delle case e la disposizione di ogni spazio.

Come ottenere il massimo dai colori neutri

Il vantaggio principale delle tonalità acromatiche è che possono abbinarsi a colori più vivaci e consentono di unire materiali e texture naturali con altri più elaborati. È il caso di quelle composizioni che mischiano la ceramica con il legno, il lino con la pietra o il metallo con il vimini.

I colori neutri aumentano la luminosità degli spazi e influiscono sull’immagine di pulizia e igiene di cui hanno bisogno le aree come il bagno, la cucina o il terrazzo.

Prima di selezionare la palette cromatica da aggiungere alla tua casa, il consiglio è di progettare una moodboard con le diverse miscele di colori che desideri applicare in base al design degli interni che sceglierai.

soggiorno nelle gradazioni del grigio

Soggiorni neutri

Per progettare un soggiorno con arredi neutri, puoi intercalare tessuti leggeri e setosi, come il velluto o il raso, a colori come il bianco o il grigio. I pavimenti in pietra naturale o la pietra ceramica STON-KER di Porcelanosa e Venis possono essere il complemento perfetto per questo mix&match.

Un’altra opzione è quella di fondere il bianco con il legno. Il parquet ceramico Par-ker di Porcelanosa o il legno ceramico Starwood esalteranno l’aspetto caldo e la resistenza dei soggiorni con un tocco più rustico.

terrazza dai colori neutri

Il comfort dei salotti

I colori neutri consigliati per i salotti includono i vari tipi di bianco, di beige o di marrone, tre tonalità che rafforzeranno gli spazi dotati di legno naturale o ceramico e che possono essere integrate con rivestimenti a effetto ondulato o sabbioso.

camera da letto in bianco e neige

Soluzioni pratiche per la camera da letto

L’arredamento neutro della camera da letto può passare per pareti e pavimenti bianchi, tessuti leggeri in lino e cotone, mobili laccati in bianco o testiere realizzate con il minerale compatto Fitwall™ di Krion. Questa superficie solida è caratterizzata da un’elevata resistenza alle alte temperature, alla flessione e alle radiazioni solari e la sua assenza di porosità consente una migliore pulizia.

cucina con isola dai colori neutri

Il trionfo del beige nelle cucine

Le cucine di Gamadecor come Wabi E9.30 XLight Bottega Caliza Silk E2.65 Sugi Black Sugi Té hanno come tonalità predominante il beige. Vale lo stesso per il compatto minerale sinterizzato XTONE, che si ispira alle texture e allo splendore del marmo di Carrara.

sanitari sospesi colori neutri

Bagni neutri: la chiave del Wellness

Il minimalismo ‘total white’ o le strutture in bianco e nero possono dare al bagno un’aria più autentica e originale. Se desideri dare un tocco di colore ai servizi igienici, Noken ti consente di personalizzare i lavandini, i water e i piatti doccia in qualunque colore della tabella RAL.

Scopri di più sui colori neutri

Cosa sono i colori neutri

Si considerano colori neutri quelli a bassa saturazione o intensità. In questa definizione rientrerebbero il bianco, il nero o il grigio. Anche i colori terra, brunastri e metallici possono essere considerati neutri.

Quali colori si abbinano meglio a quelli neutri

I colori neutri si possono abbinare a qualsiasi tonalità, sia che si tratti di colori vivaci (gialli, arancioni, verdi o rossi) che di colori tenui.

Quali combinazioni sono di tendenza

Le tonalità calde neutre come grigio e talpa, nero e crema, marrone e crema, oro e crema, beige con un tocco di rosso e crema e avorio sono alcune delle tendenze più popolari nel design degli interni.

L’articolo I colori neutri irrinunciabili per questa estate proviene da Dettagli Home Decor.

2 Giugno 2020 / / Decor

È online la guida definitiva all’abbinamento sedia-tavolo

Se lo stai facendo sai di cosa stiamo parlando.

Trovare gli abbinamenti perfetti tra gli arredi può essere una vera sfida. Soprattutto se sei alle prese con l’arredamento di una nuova casa e, noi lo sappiamo, hai in testa mille cose. Ci sono i pavimenti, le piastrelle, il colore delle pareti, i serramenti, il box doccia, per non parlare della burocrazia, del trasloco da organizzare…e chi più ne ha più ne metta.

Ma i mobili sono il cuore pulsante di ogni ambiente e quindi bisogna dedicarsi a loro con particolare attenzione.

Per questo stiamo creando tantissime guide per darti una mano nelle varie fasi di scelta.

Cosa troverò nella guida?

Scoprirai quali sono le linee guida seguite dagli interior designers per trovare gli accostamenti migliori partendo da:

  • dimensioni e proporzioni
  • ambienti
  • colori
  • stili
  • materiali
  • design particolari

Clicca e leggi la GUIDA COMPLETA PER ABBINARE TAVOLO E SEDIE >>

Tavolo e sedie bianche, abbinamento infallibile

 

Ricorda: non esistono regole, quelle che trovi nella guida sono idee che possono aiutare ad orientarsi verso una scelta più consapevole. Le scelte che farai dovranno riflettere la tua personalità e non quella di un venditore.

Hai bisogno di un consiglio da un arredatore esperto? Clicca qui sotto e raccontaci cosa stai cercando

 

 

Altre guide qui

25 Maggio 2020 / / Blog Arredamento

Un bagno accogliente ma elegante, funzionale ma d’impatto dà nuovo valore alla casa e assicura puri momenti di relax.

Le nuove tendenze per l’arredamento stanno gradualmente abbandonando i progetti minimalisti, total white e vagamente scarni dell’architettura d’ispirazione scandinava per tornare ad abbracciare le correnti d’ispirazione più mediterranea, legate alla materialità delle texture naturali, alla ricercatezza del dettaglio, alla funzionalità moderna ed elegante. Senza rinunciare alle linee pulite e alla sobrietà dello stile nordico, che ha spopolato nelle riviste d’arredamento del 2019, il design sembra volgersi a una maggiore apertura nei confronti di altre influenze, di ambienti più caldi, di spazi meno vuoti.

Un indirizzo simile si sta diffondendo nell’arredamento del bagno, soprattutto nel caso di spazi già costituiti, che necessitano di una ristrutturazione ma che devono essere armonizzati con il resto dell’arredamento domestico. Il nuovo interesse per i rivestimenti – con particolare attenzione per quelli materici e dall’aspetto naturale, come nella linea proposta da Marazzi Clays Bagno – è importato anche nelle strutture degli arredi: piccole trasformazioni che segnano il confine tra bello e pratico, senza marcarlo, bensì sfumandolo. Ecco dunque cinque idee di tendenza per arredare o ristrutturare il bagno in base ai gusti della moda 2020.

  1. Riformulare lo spazio
    Il minimalismo di stampo nordico ama distendere le superfici, creare ampi vuoti che liberino la mente. Ma lo spazio del bagno ha spesso un’importanza strategica nell’economia della casa, ed è giusto sfruttarlo al meglio, senza con ciò sacrificare la pulizia delle linee e delle forme. Una soluzione di gran tendenza è sviluppare l’arredamento in altezza, sfruttando zone della stanza che altrimenti andrebbero sprecate. Scaffalature dalle linee essenziali, armadi a scomparsa che arrivano fino al soffitto, nicchie a tutta altezza: sono ottime soluzioni per stipare oggetti da non tenere a vista, o addirittura per nascondere un vero e proprio angolo lavanderia. Arredi composti da armadiature su misura sono la soluzione ideale soprattutto per gli ambienti stretti o di piccola metratura: con uno sforzo minimo, si potranno sfruttare appieno i centimetri che rimarrebbero altrimenti inutilizzati, conservando il senso della misura e limitando quello di claustrofobia
  2.  

  3. L’attenzione è direzionata
    Più che una tendenza, è una buona norma da seguire per armonizzare l’arredamento di spazi grandi e piccoli, a prescindere dalla moda che si segue. Focalizzare l’attenzione su un elemento, un dettaglio, una parete, diluendo il focus su tutto il resto è importante per dare equilibrio alla composizione e non rischiare di sovreccitare lo sguardo. Uno dei migliori espedienti in questa direzione è valorizzare una delle pareti – con piastrelle particolari, una tinta colorata, carta da parati, mosaici –, possibilmente privilegiando quella destinata allo specchio e al lavabo o al vano doccia/vasca: non è elegante, invece, concentrare l’attenzione sui sanitari
  4.  

  5. Cercare l’eleganza dei dettagli
    Non molti oggetti, ma pochi, ben posizionati e con accostamenti ragionati. Lasciate spazio alle linee di una rubinetteria di design, valorizzatela lasciandole del vuoto attorno: tutti i complementi di arredo potranno trovare una corretta ubicazione, ma lasciate che pochi elementi siano davvero protagonisti. La differenza può farla anche un elemento molto sottovalutato nell’arredamento del bagno: l’illuminazione. Una lampada di design nel posto giusto, un’illuminazione soffice e diffusa, ben integrata con lo spazio circostante può costituire il punto di forza di un ambiente piccolo ed eventualmente privo di abbondante luce naturale quale il bagno
  6.  

  7. Texture diverse per un unico scopo
    Se si vuole stupire, le tendenze del 2020 dicono è bisogna farlo con i materiali. Accostare texture e superfici diverse, anche a contrasto, sembra essere un must per il bagno moderno. Se da un lato il mercato favorisce questa tendenza – a livello di rivestimenti ormai si trova una gran varietà di possibilità – dall’altro spetta all’arredatore trovare il giusto mix tra forme, sfaccettature, trame, effetti, materiali. Il marmo, ad esempio, tradizionalmente utilizzato per sanitari e rivestimenti, può ora passare a contraddistinguere gli arredi, per un effetto davvero insolito ed elettrizzante senza rinunciare all’eleganza di un materiale senza tempo
  8.  

  9. Look “drammatico”
    L’ultima idea proposta non è certo una tendenza che rispecchia i gusti di tutti, ma va proprio nella direzione che abbiamo indicato inizialmente: quel graduale allontanamento dal minimalismo un po’ asettico del look scandinavo, per ritrovare il gusto del ricercato, di una raffinatezza sostenuta, di un effetto ricercato e provocatorio. Il look “drammatico” è una soluzione originale che si adatta perfettamente a bagni molto piccoli: si tratta di un indirizzo d’impatto, che gioca sui contrasti e le note scure, spesso valorizzato da carte da parati singolari e fantasiose. Lo scopo e trasmettere un’emozione, un messaggio, un particolare stato d’animo. In rete si trovano molte idee che possono fungere da ispirazione al riguardo: provare per credere.
25 Maggio 2020 / / Charme and More

Nel cabinet delle chic curiosities di Charme and More non possono mancare preziosi oggetti di ceramica riparati con l’arte kintsugi.

Il kintsugi  (kintsukuroi) è una tecnica di restauro giapponese per riparare gli oggetti di ceramica rotti utilizzando oro liquido o lacca con polvere d’oro per rimettere insieme i pezzi.

Kintsugi significa letteralmente “riparare con l’oro” per  dare nuova vita al vasellame quando si rompe trasformandolo in un oggetto unico e di maggior valore.

L’arte di valorizzare le ferite considerando l’imperfezione di una crepa e dandole un nuovo valore estetico di perfezione.

Una metafora e lezione simbolica che ci aiuta ad accettare le nostre fragilità e debolezze o traumi.

 

Gli oggetti in ceramica riparati con l’arte kintsugi, diventano vere opere d’arte.

Ph via
Ph via 

“Amate la semplicità. Amate il vecchio.

Non nascondete le cicatrici, mostratele con orgoglio.”

Ph via
Ph via
PrideOfJapan Ceramiche giapponesi d'epoca riparate con polvere d'oro.
PrideOfJapan
Ceramiche giapponesi d’epoca riparate con polvere d’oro.

curiosity-chic-kintsugi-4

Ph via
Ph via
curiosity-chic-kintsugi-5
Tazza minimalista realizzata con tecnica kintsugi da KinaCeramics

Kintsukuroi, ‘to repair with gold’: the principle that something can become more beautiful after being broken.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L'articolo Curiosity Chic; kintsugi. proviene da Charme and More.

15 Maggio 2020 / / ArtigianaMente

In questi ultimi due mesi il simbolo dell’arcobaleno ci ha accompagnati in tanti luoghi, sulle finestre e sui terrazzi, in televisione sui giornali. L’arcobaleno è uno dei fenomeni più belli, ma anche più transitori della natura. Porta speranza, gioia e felicità – e poi, così come appare, scompare. C’é chi ha pensato di fissarlo su una tovaglia. Bellissima!

Una tovaglia incorniciata da un colorato Trompe L’Oeil di un arcobaleno smerlato, è come il desiderio di creare qualcosa di universale e magico, che non svanisce quando la pioggia si ferma. Sicuramente è una tovaglia che cattura in modo permanente la magia dell’arcobaleno, portando la luce e la gioia sul tavolo.

Sono sempre una grande fan dei tessili – dalle tovaglie alle coperte, dai cuscini ai centrini, dalle lenzuola agli asciugamani – perché ci aiutano a cambiare subito l’atmosfera delle nostre case.

Rendere speciale ogni pasto al palato e alla vista, è tra le sfide più stimolanti della quotidianità. Certo con una tovaglia così è facile trasformare il tuo tavolo da pranzo in un luogo speciale, perfetto per intrattenere o dare un tocco in più ai pasti in famiglia.

L’allestimento di queste immagini è molto elegante e cerimonioso. Penso che con una tovaglia così colorata e particolare si possa giocare anche con la semplicità e donare uno stile più rilassato.
Come?
– mettendo a tavola fiori di campo {il mese di maggio è il momento giusto per raccoglierli} anziché mazzi “preconfezionati”
– usando bicchieri e piatti dello stesso colore
– sfoggiando vettovaglie moderne, dalle forme più lineari
C’é solo un errore da evitare:
– non creare confusione apparecchiando con piatti spaiati, bicchieri uno diverso dall’altro.

Immagini Summerill & Bishop

The post La tovaglia arcobaleno appeared first on Artigianamente Blog - artigianato, stile & design.

12 Maggio 2020 / / Charme and More

Con la sua facciata bianca e le sue tradizionali persiane verde scuro, questa casa dal fascino rurale sull’isola di Minorca, con la sua vista sul mare e un grande giardino, è un vero antidoto allo stress per i suoi proprietari.

Questa coppia londinese ha chiesto a Miquel Gomila, dello studio di interior design  Aquitania, di creare la loro oasi di pace.

Un nascondiglio segreto nel Mediterraneo, un paradiso naturale dove rallentare i ritmi a contatto con la natura, lontani dalla frenesia di Londra.

una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-2

I proprietari volevano che l’ambiente esterno, la natura e la luce fossero protagonisti.

Per questo hanno optato per uno stile molto sobrio, con molto bianco, con pochi pezzi d’arredo e grandi finestre che guardano il mare.

una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-3 una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-4 una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-5 una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-7 una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-8

Nelle camere da letto la decorazione segue la stessa linea del resto della casa, ma è ancora più semplice, con un aspetto quasi monastico.

una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-9 una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-10

Mangiare con vista mare.

Per sfruttare al meglio l’ambiente naturale di questa casa, la sala da pranzo estiva è stata allestita sul grande portico, da dove si può godere di una vista sul giardino e persino sul mare.

 una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-11

La bouganville, bella e appariscente, con i suoi fiori rosa regala uno splendido tocco estivo agli esterni di casa.

una-casa-dal-fascino-rurale-con-vista-mare-12

Foto: Pepa Oromí. Styling: Gabriela Conde

Ph via El Mueble 

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo  sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi su Instagram , Facebook e Pinterest per non perdere gli aggiornamenti dal blog.

 

L'articolo Una casa dal fascino rurale con vista mare. proviene da Charme and More.