17 Settembre 2019 / / lacasadieloisa

Luogo di aggregazione di ogni casa è la zona pranzo dove si può cenare in famiglia o con gli amici.

Oggi desidero proporvi alcune interessanti soluzioni per questo spazio che gli inglesi chiamano living room se si tratta di una zona aperta sul salotto o dining room se è una vera e propria sala da pranzo separata.

Come sempre vi suggerisco di scegliere lo stile che più si adatta alla vostra casa e al vostro budget ponendo attenzione agli abbinamenti di colore, all’accostamento tra tessuti e materiali e agli oggetti di design che rendono unico ciascun ambiente.

Pensate ad un vaso particolare, un lampadario, una scultura vegetale, un centrotavola o qualsiasi elemento di decoro che possa rendere unico il vostro ambiente.

Eccovi numerosi esempi di zone pranzo più o meno raccolte e di diverso stile

d 3d 1d 4d 2d 29d 20d 11d 13d 12d 9d 5d 7d 8d 9d 10d 22d 21d 27d 28d 18d 17d 16d 23d 0

 

 

 

17 Settembre 2019 / / Baliz Room

Al Gorgeous George Boutique Hotel di Cape Town si danno appuntamento influssi africani e design contemporaneo. Il progetto del designer Tristan Plessis si avvale di elementi dello stile industriale e colori forti negli interni, e di quelli di architettura vittoriana negli esterni.

balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-exterior.jpg

balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-entrance.jpgA sentirlo così, potrebbe suonare come un mix azzardato. Ma sono proprio i contrasti inaspettati a rendere il Gorgeous George Boutique Hotel indimenticabile. A partire dall’entrata. La doppia porta intarsiata, non grandissima ma di impatto per i suoi decori elaborati, non lascia immaginare cosa ci aspetti al di là.

Una grande mappa di Cape Town, composta da centinaia di piastrelle dipinte a mano dall’artista Lucie de Moyencourt occupa un’intera parete della lobby, dichiarando fin da subito il carattere eclettico del Gorgeous George. Lo stile delle famose ceramiche di Delft, con disegni azzurri su sfondo bianco, è un chiaro richiamo al patrimonio olandese della città africana.

balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-luciedemoyencourt-reception-ceramic.jpg

Nella sezione dedicata all’hotel un deciso pattern floreale riveste i pavimenti dei corridoi, per poi lasciare il testimone a palette più neutrali nelle camere, ravvivate da tappeti multicolori. Il Gorgeous George Hotel offre ai suoi ospiti 20 stanze e 12 suite, al cui interno sfumature di blu e di verde, combinate con colori chiari, gridano alla contemporaneità senza dimenticare l’estetica africana. Infine, il tocco di “uncompleted” dato dalle travi in cemento a vista, completa il quadro studiato dall’interior designer Tristan Plessis.

balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-suite-blue-colours.jpg

balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-suite-desk.jpgIl Gigi Rooftop Bar & Restaurant è l’alter ego estroso di Gorgeous George. Un vero salotto a cielo aperto, dove ospiti e visitatori possono godersi la golden hour, davanti a un drink personalizzato e immersi in una giungla in miniatura allestita sul tetto.balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-gigi-rooftop-terrace.jpg

balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-pool-gigi-rooftop.jpgPer chi ama la tintarella, la pedana del solarium e una spiritosa piscina outdoor rivestita a righe bianche e verdi sono una tappa obbligata. Di un incantevole verde petrolio è anche il soffitto del ristorante, in cui ritroviamo le ceramiche di Lucie de Moyencourt a decorare i tavoli, stavolta rappresentando eventi legati alla storia della città.balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-restaurant-tables.jpg

balizroom-interiorblog-gorgeousgeorge-hotel-restaurant-bookshelf.jpgScelte estetiche quasi irriverenti e nuove interpretazioni della tradizione africana conducono l’ospite attraverso un’esperienza di soggiorno che va oltre i canoni convenzionali.  Con il Gorgeous George Boutique Hotel, Cape Town alza senza dubbio l’asticella dell’hospitality a un nuovo livello.

 

 

 

 

17 Settembre 2019 / / Dettagli Home Decor

vetrate scorrevoli che si aprono sul giardino

Ampie superfici vetrate in grado di regalare vedute a tutto schermo. In serramenti robusti, poco ingombranti e ad alto potere isolante. In questo articolo trovi tutte le informazioni necessarie per scegliere il modello più adatto alla tua casa.

I vantaggi delle porte finestre scorrevoli

Se le ante a battente sono ancora le più diffuse per i normali infissi, per le porte finestre oggi si prediligono i modelli scorrevoli, soprattutto nelle abitazioni che dispongono di uno spazio esterno come un giardino o una terrazza. Molte portefinestre utilizzano questo tipo di apertura perché permette di sfruttare al massimo lo spazio all’interno degli ambienti.

I serramenti scorrevoli permettono di realizzare ante di grandi dimensioni e, nonostante ciò, presentano diversi vantaggi. Sono resistenti, ad alta tenuta, ma anche leggeri e maneggevoli; garantiscono un’ottima sicurezza e non necessitano operazioni di manutenzione costanti. Inoltre, questi modelli, oltre a garantire la massima luminosità agli ambienti, permettono un risparmio sia economico che ambientale. È possibile infatti sfruttare a pieno tutta la luce naturale, ma anche conservare meglio il calore durante la stagione fredda.

zona giorno con vetrate scorrevoli

sistema scorrevole Oknoplast

Porte finestre scorrevoli a scomparsa

I serramenti a scomparsa sono la soluzione ottimale per chi desidera aumentare la quantità di luce naturale all’interno e godere della vista dell’esterno senza alcun ostacolo. Ma non solo, perché questi modelli sono anche un’ottima soluzione salvaspazio e quando l’ambiente è piccolo, l’apertura delle ante può risultare troppo ingombrante.

I modelli più attuali di porte finestre scorrevoli sono caratterizzati da un telaio sottilissimo e invisibile, che offre una maggiore vista sull’esterno e la realizzazione di ampie superfici vetrate.

L’installazione dei serramenti a scomparsa richiede delle opere murarie, occorre infatti murare un apposito controtelaio, per questo sono consigliati in caso di ristrutturazione o nelle nuove costruzioni.

porta finestra scorrevole a scomparsa

sistema scorrevole a scomparsa Oknoplast

 

Porte finestre scorrevoli tradizionali

Nel caso di una semplice sostituzione dei vecchi serramenti, senza quindi eseguire alcun lavoro di ristrutturazione della casa, il nostro suggerimento è di optare per le classiche porte finestre scorrevoli. In questo modo l’ambiente risulterà comunque più ampio e luminoso. L’unico svantaggio rappresentato da questo modello di infisso è che non si ha la possibilità di aprire completamente la finestra stessa.

In questo caso il sistema alzante scorrevole è il più usato e permette di realizzare ampie superfici vetrate. Girando il maniglione l’anta si solleva e scorre lungo il binario, richiudendolo l’anta ritorna nella sede originaria. Inoltre, se realizzati in legno e alluminio, questi serramenti offrono massima protezione dagli agenti atmosferici e isolamento termo-acustico.

soggiorno con vetrata scorrevole

sistema scorrevole Oknoplast

Materiali, finiture e posa

In fase di acquisto è opportuno valutare bene la scelta dei materiali. I serramenti devono fare da barriera contro gli agenti atmosferici e isolarci da caldo, freddo e rumori. I materiali di finestre e porte finestre scorrevoli devono risultare resistenti, PVC e alluminio sono indubbiamente i due materiali da prediligere. La soglia termica è un altro fattore da non sottovalutare in quanto evita che acqua e aria penetrino all’interno. Un buon serramento deve avere almeno tre o quattro guarnizioni tra anta e telaio, realizzate in epdm o pvc, con grande potere elastico per resistere agli sbalzi di temperatura.

Porte e finestre sono elementi d’arredo molto importanti per questo è importante poter scegliere il colore al fine di ottenere un risultato armonioso. Gli infissi Oknoplast, ad esempio, sono completamente personalizzabili, dalle tonalità più brillanti a quelle più opache, dall’effetto legno alla possibilità di realizzare l’interno e l’esterno di colori differenti.

infissi scorrevoli pvc bianco

sistema scorrevole Oknoplast

Per quanto concerne la posa è opportuno affidarsi a posatori esperti in grado di isolare bene i giunti e tutti i punti di contatto con la muratura, al fine di evitare eventuali spifferi e ponti termici.

 

L’articolo Porte finestre scorrevoli. Meglio a scomparsa o tradizionali? proviene da Dettagli Home Decor.

16 Settembre 2019 / / Coffee Break

Questa casa è stata progettata e costruita dallo studio olandese studiopublic per essere ecosostenibile, si trova nella città olandese di Utrech; la casa è stata progettata per generare essa stessa energia e provvedere passivamente al proprio fabbisogno energetico, grazie ad una pompa di calore innovativa, un isolamento eccezionale e un gran numero di pannelli solari.. I suoi oltre 185 m2 si snodano in una struttura a forma di cubo, distribuiti in tre aree perfettamente definite: le aree comuni che ospitano la cucina, il soggiorno e il portico, la zona notte con una camera da letto e il bagno e infine uno spazio riservato per gli ospiti.
La parte rivestitra in acciaio corten ospita la zona giorno, ed è collegata al giardino da un’enorme vetrata scorrevole.
Inoltre, l’acqua della piscina viene filtrata dalle piante, eliminando ogni tipo di sostanza chimica. In questo modo, oltre a risparmiare sulla manutenzione e godere di un bagno naturale, l’ambiente viene preservato.

An eco-friendly Dutch home

This house was designed and built by the dutch studiopublic to be environmentally sustainable, is located in the Dutch city of Utrech; the house was designed to generate energy itself and passively provide for its own energy needs, thanks to an innovative heat pump, exceptional insulation and a large number of solar panels. Its more than 185 m2 wind in a shaped structure of cube, distributed in three perfectly defined areas: the common areas that host the kitchen, the living room and the porch, the sleeping area with a bedroom and the bathroom and finally a space reserved for guests.The part covered in corten steel houses the living area, and is connected to the garden by a huge sliding glass window.
Furthermore, the pool water is filtered by plants, eliminating all types of chemicals. In this way, in addition to saving on maintenance and enjoying a natural bath, the environment is preserved.

Info

_________________________
CAFElab | studio di architettura

16 Settembre 2019 / / Design Ur Life

Milano Bedding per l’esclusivo progetto “21-5”

I divani letto dell’azienda Milano Bedding contribuiscono a creare l’atmosfera unica e distintiva degli appartamenti 21-5. Questo progetto è un innovativo concetto, nato in Danimarca, di gestione di case vacanza in tutto il mondo. 21famiglie possiedono 5 residenze uniche per location e stile, che si alternano durante l’anno lasciando l’organizzazione a 21-5. Infatti, l’organizzazione si prende cura di tutto, dall’acquisto alla ristrutturazione, dall’arredamento alla gestione. Ed è proprio nell’arredamento, estremamente curato sotto ogni aspetto, che troviamo protagonista Milano Bedding. Gli architetti danesi di Bo-Tikken Indretning, che firmano il restyling di varie case, hanno più volte scelto per la zona living i divani letto dell’azienda.

Dal mare, alla montagna, alla città, ogni appartamento ha il suo carattere che rispecchia le particolarità del luogo. Colori, finiture e dettagli sono sapientemente studiati e utilizzati per creare location di charme per un relax esclusivo e familiare allo stesso tempo. Vi facciamo quindi scoprire nove appartamenti situati a Barcellona, Maiorca, New York, Parigi e Roma.

Appartamenti a Barcellona

Per tre appartamenti a Barcellona è stato scelto il divano letto a dormita trasversale Andersen, un modello sempre attuale grazie alle proporzioni equilibrate, squadrate ed essenziali. Bordato da un elegante e sottile profilo, è caratterizzato anche da una comoda seduta impunturata. Sempre a Barcellona sono situate altre due abitazioni. In una spicca il divano letto Clarke, dal rivestimento con lavorazione a “volant” e cucitura a vista. Mentre, nell’altra Dave, modello contemporaneo, leggero ed elegante.




Milano Bedding a Maiorca, New York e Parigi

Per l’appartamento nella splendida Maiorca, dove predominano nuance fresche ed accese tipiche del mare, è stato scelto il divano letto Lampo nel colore blu.

Milano Bedding

Il viaggio continua a New York con Andersen nel colore grigio e a Parigi, dove fa bella mostra di sé Morgan, divano dal gusto Art Deco con schienale alto, che dà vita a una bergère rivisitata in chiave moderna.

Appartamento New York progetto 21-5
Appartamento a New York
Milano Bedding_21-5_Morgan - Parigi 1
Parigi

Appartamento a Roma

Infine, a Roma in un appartamento raffinato, dai toni delicati, chic, arredato con uno stile che mixa elementi classici e moderni, è stato inserito il divano letto Clarke in un grigio tenue, un modello ricercato e allo stesso tempo informale.

Milano Bedding a Roma


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.


GUEST POST Vincenti & Volonté comunicazione

L’articolo Milano Bedding per il progetto “21-5” proviene da Design ur life blog.

16 Settembre 2019 / / La Gatta Sul Tetto

I vantaggi di un riscaldamento smart e connesso sono molteplici, dal risparmio energetico al benessere. Ecco come fare in poche mosse.

L’autunno sta per arrivare e ancora non avete pensato a come rendere smart e connesso il vostro impianto di riscaldamento. Forse perché siete convinti di dover affrontare lavori in casa o spese esorbitanti, oppure per semplice pigrizia.

Eppure, esistono oramai soluzioni alla portata di tutti, che presentano anche innumerevoli vantaggi. 

I vantaggi di un impianto smart e connesso

Con un impianto smart e connesso si possono realizzare notevoli risparmi in bolletta e godere di un maggior benessere. Con un impianto tradizionale, infatti, per consumare mono energia spesso si è costretti ad abbassare la temperatura, rinunciando al benessere. Nel caso degli impianti centralizzati poi, non essendo possibile modulare la quantità di calore, la spesa e il benessere sono soggetti a variabili che non possiamo controllare.

Riscaldamento smart termostato wireless

I sistemi smart garantiscono una maggiore autonomia e flessibilità nella gestione del riscaldamento di casa. Tramite l’accensione o lo spegnimento programmati, la gestione zonale, la coordinazione con le previsioni meteo, andremo a riscaldare solo per il tempo e la quantità necessarie. 

Installando una caldaia a condensazione di ultima generazione, inoltre, il rendimento del vostro impianto vi permetterà di ridurre i consumi fino al 30%.

Il termostato senza fili

Per rendere smart l’impianto di riscaldamento senza affrontare lavori in casa, oggi il mercato offre i termostati senza fili, o wireless.

Il termostato è l’elemento centrale dell’impianto di riscaldamento, come vi ho già spiegato in questo post sul risparmio energetico.

Tramite i termostati wireless si possono impostare numerosi scenari, a seconda della marca e del modello.

Riscaldamento smart termostato senza fili

Di base, questi dispositivi consentono di controllare la temperatura, di impostare il riscaldamento personalizzato in base alle abitudini degli utenti, e di gestire l’impianto a distanza tramite apposite App installate sullo smartphone.

I modelli più evoluti arrivano a modulare la temperatura in base alla temperatura esterna e alle previsioni meteo. Oppure, tramite un collegamento GPS allo smartphone dell’utente, il termostato farà una valutazione dei tempi di rientro a casa per attivare il riscaldamento a tempo debito.

Se poi possedete un assistente vocale, potete comandare il termostato con la vostra voce, a patto che i due dispositivi siano compatibili. Per questo, controllate le specifiche del costruttore prima di acquistarlo.

Valvole termostatiche wireless

E se vivete in un condominio con il riscaldamento centralizzato? Niente paura, con le valvole termostatiche wireless potete avere il vostro riscaldamento smart.

Queste “teste” si applicano alle valvole termostatiche dei radiatori e, connettendosi al wi-fi di casa, funzionano come un vero e proprio termostato.

Riscaldamento smart valvole termostatiche

Inoltre, con le valvole termostatiche possiamo controllare la temperatura in modo più selettivo, intervenendo sui singoli radiatori in base alle necessità. 

Le caldaie di ultima generazione

Mi preme ricordare che, per legge, dal 2015 tutti i produttori di caldaie hanno l’obbligo di produrre e commercializzare sul mercato europeo apparecchi che utilizzano la tecnologia a condensazione.

Riscaldamento smart caldaia a condensazione

Se dovete cambiare la caldaia e siete indecisi sul modello, in un’ottica che predilige il controllo smart della temperatura di casa, forse è meglio optare per un apparecchio dotato di sistema wireless integrato.

E’ vero che i termostati wireless si possono collegare a qualsiasi caldaia tramite un relè, come si vede nello schema riportato qui sotto:

Tuttavia, acquistando una caldaia a condensazione che si può comandare e gestire da remoto con un sistema sviluppato dal produttore stesso, eviterete questo passaggio e ogni problema di compatibilità.

Un impianto così strutturato, con una regolare manutenzione della caldaia unita ad una buona coibentazione della casa, vi garantirà risparmio energetico ed un alto livello di benessere per molti anni a venire.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile e la guida Kitchen Trends 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

15 Settembre 2019 / / +deco

Ho sempre pensato che il mio anno comincia a Settembre e non a Gennaio.

Credo negli anni scolastici, probabilmente perché da sempre vado in vacanza ad Agosto e a Settembre mi sento mentalmente stimolata e ispirata, pronta a cominciare un nuovo periodo della mia vita.

Sto leggendo l’autobiografia di Michelle Obama che ha un titolo potente, “Becoming”. Nella prefazione, spiega perché ha deciso di scrivere un libro e dice: “C’è ancora molto che non so sull’America, sulla vita, su quello che il futuro porterà. Ma conosco me stessa.”

Ecco, così mi sento: a mio agio con me stessa, con i miei difetti e i miei pregi, con i miei punti di forza e le mie vulnerabilità. Mi ci è voluto molto tempo per arrivare a questo punto e tanto sforzo nel varcare limiti, anche piccoli e anche quando ero terrorizzata.

Come Michelle chiarisce: “Anche quando non è bello o perfetto. Anche quando è più reale di quello che vorresti che fosse. La tua storia è quello che hai, quello che avrai per sempre. E’ qualcosa da possedere.”

Ed è per questo che dovremmo cercare di renderla allegra ed interessante, assumendo qualche rischio e collocando sempre le cose nella giusta prospettiva.

Buon anno a tutti voi ❤❤❤

Nella foto in alto Gurnard’s Head, in Cornovaglia. Nella foto in basso alberi a Caprera, Sardegna. Entrambe le foto sono mie.

The post Riflessioni di Settembre appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

14 Settembre 2019 / / La Gatta Sul Tetto

Qualche consiglio per iniziare l’autunno con stile: abiti e accessori per rientrare col piede giusto.

Silvian Heach e Max Mara marchi campioni di stile

Le foglie sugli alberi lasciano intravedere le prime screziature di giallo, noi siamo tornati quasi tutti in ufficio, quasi riusciamo già a scorgere le piovose mattine autunnali che fanno capolino da una finestra: mattine nelle quali la voglia di uscire per andare al lavoro ci verrà a mancare più del solito e avremo bisogno di un piccolo turbo per l’anima. Ci sentiamo di darvi un suggerimento, in vista di questo piccolo accenno di malinconia montante: acquistate un capo che possa fare la differenza in quei momenti, qualcosa che avrete voglia di indossare, di sfoggiare. Questo sarà un forte antidoto contro la tristezza di alcune mattine! Quindi, mettetevi comodi: nelle prossime righe, grazie a Stileo, vi daremo alcuni consigli per capi scaccia-noia, abiti e accessori che sapranno come tirare su anche l’umore più nero solo posandovi sopra lo sguardo nel guardaroba!

Silvian Heach, eleganza e stile alla portata di tutti

Una sola parola: capispalla. Poi, certo, ci sarebbero molte altre parole da scrivere (tipo, ad esempio, “maglioni” o “accessori”) ma questa è la parola chiave della prossima collezione autunno/inverno del celebre marchio Silvian Heach: ecopellicce lunghe ed eleganti, oppure più corte e sbarazzine (anche color rosa confetto! Adorabile!), cappotti stilosissimi, giacche di pelle dal taglio severo, piumini invernali con pelo a contrasto. E poi maglioni, cardigan, abiti lunghi e caldi,piumini metallizzati…tantissimi sono i capi che potrete trovare nella nuova collezione di questo marchio e che farebbero un figurone dentro al vostro guardaroba: impossibile continuare a tenere il muso lungo davanti a un ecopellicciotto color rosa cipria, giusto? Appunto. Quindi, ecco il momento: preparate ora il buonumore dei prossimi mesi!

Max Mara: la classe non è acqua

Parliamo ora di un altro marchio, dallo stile un po’ diverso dal primo, ma con la stessa carica di energia avvolgente, perfetta per affrontare le stagioni fredde che verranno. Stiamo parlando di Max Mara, una linea che storicamente si adatta alle donne dal piglio elegante ed energico, che però non rinunciano a un pizzico di sensualità: stile a profusione per i nuovi cappotti dal taglio severo, quasi geometrico, e molto ci colpiscono le borse, dalle linee tutt’altro che scontate e create utilizzando un mix di materiali originali e di alta qualità. Nessuna donna rimarrà delusa dalla nuova collezione autunno/inverno di Max Mara, ognuna di noi troverà qualcosa che fa al caso suo. Basterà sfogliare con calma (magari sorseggiando un buon caffè) le pagine di www.stileo.it per rendersi conto di come bene può abbinarsi questa collezione ai capi già in nostro possesso, che stanziano tranquilli nel nostro armadio in attesa che torni il loro tempo.

Shopping online: tanti sconti ma attenzione alle truffe!

Nessuno regala niente: questo il mantra che dovrete ripetervi quando su un sito troverete alcuni marchi a prezzi decisamente troppo bassi per essere credibili. Solitamente, infatti, prezzi del genere nascondono una truffa. Golosi sconti sì, attraenti promozioni anche, ma nessuno ci sconterà mai un capo del 90%, per cui stiamo all’occhio: quando dovessimo imbatterci in capi scontati a questo modo, drizziamo le antenne e indaghiamo di più. Shopping online, ma solo su siti sicuri!

Ecco altri articoli su moda e lifestyle


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile e la guida Kitchen Trends 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

14 Settembre 2019 / / Charme and More

13 Settembre 2019 / / lacasadieloisa

Oggi vi voglio mostrare gli interni di due progetti di appartamenti in stile asiatico il primo più tipicamente industriale dagli spazi fluidi ed il secondo in stile contemporaneo, suddiviso in maniera tradizionale.

In entrambi gli appartamenti la palette di colore dominante è legata alle diverse tonalità di verde.  Di primo acchito entrambi i progetti vi potrebbero sembrare molto lontani dagli stili delle case a cui siamo maggiormente abituati uno fra tutti quello nordico.

Vi dò ragione ma il gusto,  deve nutrisi di stili e spunti sempre nuovi e diversi, dobbiamo lasciarci suggestionare da linee, forme, materiali e immagini  come accade quando si approccia l’arte o la musica per poi affinare il nostro  gusto e immaginare nuovi scenari.

Via libera al verde…

asian 1asian 2asian3asian 4asian 5asian 6asian 7asian8asian 10asian 11asian 13asian 14asian 15asian 17asian 20asian 1