Case e Interni






 
 
 

Pantone Living Coral – Consigli su come usare il colore dell’anno

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Colori
Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

Ogni anno Pantone, l’azienda che si occupa del colore, rivela la tonalità che si suppone vedremo ovunque per l’anno a venire. Per il 2019 hanno scelto Living Coral, una nuance vivace a metà tra il rosa e l’arancione. Oggi ti diciamo come puoi usare questo bellissimo colore nella tua casa.

Pantone conduce molte ricerche per stabilire il colore ogni anno, in modo da aiutare le aziende, i creativi e i professionisti a sfruttare la potenza, la psicologia e l’emozione del colore nella propria strategia di progettazione. Ciò che tengono in maggior conto gli esperti di Pantone sono il clima politico e sociale globale, le tendenze (in arte, design, moda, cinema…), la psicologia del colore e il proprio archivio storico sui colori.

Pantone Living Coral

Living Coral che prende ispirazione dalle barriere coralline, non è propriamente un arancione, non è un pesca, ma secondo il celebre Istituto Pantone, il colore ricorda un vibrante tramonto.

Si abbina perfettamente ai recenti colori degli anni passati: Ultra Violet del 2018, Greenery del 2017 e Rose Quartz del 2016, che usano tutti la natura come punto di partenza. “A causa di tutto ciò che accade oggi, abbiamo cercato un colore che comunicasse l’umanità, in risposta alla disumanizzazione dell’era digitale. Questo colore porta conforto e ci fa sentire bene” dicono gli esperti del Pantone Color Institute.

Il Living Coral è un colore luminoso, molto piacevole, che irradia positività, invita alla socializzazione e ad un certo ottimismo per il 2019. Inoltre, questo color corallo si abbina bene sia con toni caldi che freddi, il che significa che dovrebbe essere facile da inserire nel tuo arredamento attuale, senza dover fare un restyling completo. Sicuramente tutti buoni motivi per portare questa tonalità nella tua casa.

Ricorda che le tendenze non sono mai regole da seguire pedissequamente, ma semplicemente ci danno nuovi stimoli e strumenti con cui giocare nelle nostre case. Usa questa nuova nuance come ispirazione per provare qualcosa di nuovo o per rinnovare lo stile che hai già.

Tre consigli su come usare il colore Living Coral nella tua casa

Scegli un punto focale

Un buon modo per creare un rinnovamento con il colore è quello di acquistare un solo elemento d’arredo da far risaltare in un ambiente neutro, come ad esempio una poltrona, un grande quadro o un tappeto. Anche dei vecchi mobili (una credenza, una poltroncina o uno scrittoio…), se ridipinti in questa tonalità, possono essere posti al centro dell’attenzione.

Complementi e tessili colorati

Ecco un modo economico per introdurre il colore. Per cui, prendi in considerazione l’acquisto di una tovaglia oppure anche solo qualche tazza per la colazione, che ti aiuti ad aggiungere una macchia di colore. Per il soggiorno puoi puntare su qualche cuscino oppure un plaid, mentre in camera da letto un nuovo set di lenzuola (anche fantasia) potrà rendere la stanza più accogliente.

Dipingi una sola parete

Sperimenta con una parete colorata. Immagina la tua stanza in una palette di colori neutri abbinata ad un vivace muro Living Coral. Puoi farlo semplicemente usando una vernice, per dare un colore tinta unita pieno ed intenso oppure, per un aspetto più delicato, scegliere una carta da parati che utilizzi Living Coral al suo interno.

  
  

Abbinamenti con il colore Living Coral

Una combinazione di colori tono su tono è una delle più semplici con cui lavorare, quindi mescola Living Coral con terracotta e rosa cipria, ad esempio. In un ambiente prevalentemente bianco con mobili di legno chiaro non puoi sbagliare.

I toni neutri del legno e del bianco possono essere sicuramente i principali colori di sfondo per temperare il Living Coral, tuttavia fai attenzione all’essenza del legno: per bilanciare, sarebbe meglio evitare tutte le essenze dalle note aranciate o rosse.

Puoi abbinare Living Coral con colori neutri come bianco, grigio antracite, tortora e persino marrone. Tuttavia, per contrasti più evidenti, puoi raffreddare notevolmente il corallo con i verdi, i blu e i viola che sono i colori opposti nello spettro.

Fonte immagine d’apertura: Marcus Lawett per H&M home.   
   

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[Fonte: Ikea, divano  Nockeby]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[Fonte: freshdesign]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[fonte: Anthology Mag]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[fonte La Redoute Interiors]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[fonte qui]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[fonte qui]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[fonte qui]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[fonte littlebigbell]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[fonte qui]

Pantone Living Coral - Consigli su come usare il colore dell'anno

[fonte qui]

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags: ,

 
 

[Piccoli spazi] Ispirazioni eclettiche per il Monolocale e tanto colore

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors, Interni, Stili

Il monolocale ha cambiato look grazie a ispirazioni eclettiche luminose e colorate, icone di design e rivestimenti che sorprendono per la loro originalità. Un piccolo appartamento arredato nei minimi dettagli con tante idee facili da copiare per personalizzare la tua casa.

L’appartamento di 50 mq si trova nel centro storico di Madrid, in un quartiere molto alla moda, che ha sicuramente condizionato la decorazione d’interni. La casa è accogliente, luminosa, eclettica e caratterizzata da molto colore.

La pianta, lunga e stretta, ricorda quella di molti bilocali delle case di ringhiera “nostrane”, che prevedono quasi sempre due grandi ambienti, uno successivo all’altro, con esposizione unica su un lato. Qui gli ambienti sono tre, ma non sono divisi da porte (a causa della mancanza di finestre sul lato lungo), per cui un unico locale dai soffitti alti, presenta la cucina con bagno, seguito dalla zona notte ed infine la zona giorno illuminata da due porte-finestre.

La progettazione degli spazi è riuscita a sfruttare pienamente la metratura, come ad esempio, la cucina aperta sull’ingresso, con una strategica dispensa ricavata nelle colonne, nell’angolo che altrimenti rimarrebbe inutilizzato.  Le pareti della cucina sono di un turchese brillante in contrasto con il total white dei mobili, una nota allegra nella parte della casa sicuramente più buia.

In camera da letto troviamo una parete con una carta da parati dai disegni geometrici gialli, di ispirazione vintage, che fa da sfondo al candido letto a baldacchino. Per gli arredi e complementi la gamma cromatica qui si è concentrata su tre colori: oro, che apporta un tocco glamour all’ambiente; nero, un tocco di sofisticata eleganza; e bianco, che offre serenità allo spazio.

Gli sfondi chiari della zona giorno, invece, contribuiscono a mettere in risalto la vivace palette cromatica scelta per gli elementi d’arredo, dove predominano il turchese e il giallo. Un divano contemporaneo invita al relax, accompagnato da due poltrone ormai icone di design, in stile vintage.

Per la stagione invernale le fantasia tartan, sia per i cuscini, che per le tovaglie disposte a strati sul tavolo tondo, sono una scelta azzeccata e di carattere.

La poltrona gialla di design anni ’50, lo sgabello-tavolino etnico, i due tappeti sovrapposti, i tavolini di metallo, le tende turchesi, le sedie e lampade vintage e dettagli come i cuscini o i candelabri in legno, creano un’atmosfera vivace, ma equilibrata. Tutti questi elementi caratterizzano il piccolo appartamento con molta personalità.

Da questo monolocale possiamo trarre alcuni consigli:

  • Puoi combinare tutti gli stili che vuoi (vintage, industrial, contemporaneo ecc.) l’importante è avere ben in mente una tavolozza di colori coerente, uniformemente distribuita in tutto lo spazio, con una buona dose di sfondi neutri intorno.
  • Mixare vecchio e nuovo è sempre una buona idea, per aggiungere personalità. Se una stanza è piena di soli arredi di design contemporaneo, può sembrare banale e perdere carattere. Fai un mix di vecchio e nuovo per ottenere un ambiente con più anima.

   

    Fonte: www.micasarevista.com

    Cerchi altre ispirazioni per monolocali o piccoli appartamenti? Guarda gli altri esempi di “Piccoli spazi” scelti da noi di Case e Interni!

    Anna e Marco – CASE E INTERNI

    Tags:

     
     

    La casa di un artista tra stile scandinavo e industriale

    Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors, Interni

    La casa di un artista tra stile scandinavo e industriale

    Grande parete vetrata e stile a metà strada tra scandinavo e industriale, nell’appartamento svedese dallo spirito bohémien. Semplici, ma affascinanti idee da copiare per dare un’impronta loft ad un bilocale di città.

    Sfruttare la luce naturale negli interni nordici è una priorità, per cui spesso anche l’interior design si preoccupa di progettare spazi che possano beneficiare il più possibile dei preziosi raggi del sole.

    L’appartamento dell’home tour di oggi è di soli 64mq e si trova a Stoccolma, in un vecchio edificio della città. E’ appartenuto ad un artista, in seguito è stato venduto ed è dalle pagine dell’immobiliare che avevamo salvato queste belle immagini.

    La luce naturale penetra grazie alle ampie finestre e alla parete vetrata, che divide l’atelier dalla camera da letto. Si tratta di un divisorio costituito da vetro e un serramento nero metallico di tipo industriale, che aiuta a far comunicare visivamente gli ambienti.

    Questo tipo di soluzioni, sempre più di moda, ci piacciono molto perchè arricchiscono un ambiente donando personalità, oltre a far fluire la luce. Le pareti vetrate sono sempre più utilizzate, non solo negli ingressi, nelle zone di passaggio, nelle cabine armadio, ma anche per dividere stanze principali, come ad esempio uno studio dal soggiorno, un bagno dalla camera, una cucina dalla zona living ecc.

    Per cui, se hai uno spazio che pensi di dividere in due, prendi in considerazione questo tipo di soluzione progettuale, da far realizzare da un fabbro o da un falegname (naturalmente le stanze divise devono rispettare i parametri urbanistici di illuminazione e aereazione).

    La combinazione di colori e texture dell’appartamento svedese è in completa armonia: pareti bianche e tocchi di grigio, mattoni a vista, legno chiaro a pavimento, legno vissuto nei mobili, pelle e cuoio per divano e poltrona vintage…

    Il muro di mattoni a vista dietro la cucina, la stufa svedese antica in camera da letto, la scelta degli arredi vintage e gli scaffali metallici, accentuano il sapore di vecchio loft, a cui l’appartamento aspira. Il frigorifero Smeg tricolore, strizza anche un occhio all’Italia.

    Tutti gli elementi decorativi sono stati scelti per formare un’immagine di affascinante loft dallo spirito bohémien. Sopra il ripostiglio è stato anche ricavato un soppalco per un secondo letto per gli ospiti. Un altro dettaglio interessante, che fa di questo piccolo appartamento un luogo piacevole e versatile.

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (1)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (1)b

    La casa di un artista tra stile scandinavo e industriale

    La casa di un artista tra stile scandinavo e industriale

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (4)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (5)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (6)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (7)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (8)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (9)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (9)b

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (10)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (11)

    appartamento-stile-scandinavo-industriale (12)

    fonte: Fantastic Frank

    Altre piccole case interessanti che utilizzano le pareti vetrate per dividere gli spazi:

    [Piccoli Spazi] Interni Parigini Retrò Chic in 52 mq

    [Piccoli Spazi] Monolocale in grigio

    [Piccoli Spazi] Monolocale diviso da vetrata – 38 mq

    Anna e Marco – CASE E INTERNI

    Tags:

     
     

    5 consigli per arredare la tua casa

    Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Design

    consigli per arredare la tua casa

    Scegliere l’arredamento giusto per la propria casa può essere stressante ed è facile lasciarsi trasportare dall’euforia da shopping, senza avere le idee chiare. Leggi i nostri consigli.

    Prima regola dell’interior design: non ci sono regole fisse nell’interior design. Ogni ambiente dovrebbe essere confortevole e pieno di oggetti e mobili che ami veramente. Certo, non è così facile come può sembrare e spesso chi si trova ad arredare un intero appartamento, può rischiare di avere molta confusione ed indecisione, che sono anche causa di stress.

    Creare ambienti accoglienti e in sintonia con gusti e desideri specifici non è sempre semplice e divertente. Ma con alcuni suggerimenti professionali potrai creare spazi belli, funzionali e ricchi di carattere.

    Quindi, prima di partire alla ricerca dell’arredamento giusto, leggi i nostri cinque migliori consigli per arredare la tua casa.

    1. Non concentrarti su uno stile

    Spesso, alla ricerca di nuove tendenze, parliamo di stili specifici: scandinavo, country chic, industriale, contemporaneo… Ma per avere ambienti accoglienti ed affascinanti è meglio non seguire una sola linea di arredo: combinare i linguaggi, mixare gli elementi di stili differenti, rende ogni ambiente più interessante.

    Una cosa che notiamo come professionisti di interior design è che molte persone vogliono uno stile particolare per una stanza, ma tendono ad esagerare. È bello seguire il tuo gusto, ma se riempi il soggiorno solo di mobili bianchi shabby chic, divani e cuscini bianchi retrò, senza tener conto di alcuni elementi importanti per l’interior design, l’insieme inizierà ad apparire monotono e poco personale.

    La scelta di un tema (colori, materiali e mood) può aiutarti di più che propendere per uno stile preciso. Quindi, parti certamente dal tuo stile di arredamento preferito, se è quello che vuoi, ma cerca di aggiungere un tocco personale con elementi provenienti da altre espressioni stilistiche. Ti possiamo assicurare, che gli interni più apprezzati ed accoglienti, sono quelli che non seguono un unica tendenza dell’arredamento. Il mix di stili è la nuova tendenza!

    consigli per arredare la tua casa

    [fonte]

    2. Scegli un punto focale e dai il giusto spazio ai mobili

    Poche persone si sentiranno a proprio agio in una stanza piena zeppa di mobili ed oggetti. Se ci sono troppe cose da guardare, l’occhio non saprà dove posarsi, creando confusione. Questo è il motivo per cui ti consigliamo di dare il giusto spazio all’arredamento della tua casa, per farlo risaltare. Come? Facendo delle scelte.

    Dovrai scegliere il punto focale della stanza a seconda della tipologia di spazio in cui ti trovi. Decidi quindi fin dall’inizio quale sarà il punto focale dell’ambiente, quindi organizzerai la maggior parte dei mobili intorno a questo.

    Ad esempio in un soggiorno, il punto focale potrebbe essere il camino, la tua bellissima poltrona vintage o la grande finestra ecc. Sarebbe un vero peccato se la tua stanza fosse piena di cose belle, ma poco valorizzate.

    consigli per arredare la tua casa

    [fonte]

    3. Vivere la casa ed arredare “lentamente”

    È particolarmente importante, soprattutto per chi sta arredando una nuova casa senza farsi aiutare da un professionista dell’interior design, farlo in modo “lento” e progressivo. Ciò significa, che devi letteralmente vivere gli ambienti, prima di prendere decisioni importanti, visto che ogni decisione ha un costo (anche rilevante) e potresti pentirtene a breve.

    Ad esempio, quando andrai in un negozio di arredamento, non lasciarti convincere ad acquistare tutti i pezzi di un set perchè li vedi lì esposti: la tua stanza rischierebbe di sembrare la pagina di un catalogo, totalmente priva di personalità ed interesse.

    Prenditi del tempo per acquistare un po’ alla volta i diversi elementi di una stanza: questo ti dà la possibilità di valutare come ogni pezzo si adatta all’ambiente, prima di aggiungerne un altro e di capire se hai realmente bisogno di qualcosa di nuovo.

    Scegli i mobili principali, quelli di cui non puoi proprio fare a meno. Se non hai le idee ben chiare, cerca di preferire linee pulite e semplici, che rendono gli arredi senza tempo. Poi aspetta di vedere cosa la vita quotidiana dentro quella casa ti suggerisce. Non c’è niente di peggio che spendere soldi, che hai messo da parte così duramente, per poi rimpiangere le scelte fatte. A volte, ci si accorge che puoi riutilizzare un pezzo esistente o recuperato in soffitta o in un mercatino dell’usato. Altre volte basta solo aggiungere nuovi tessili o semplicemente spostare i mobili.

    consigli per arredare la tua casa

    [fonte]

    4. Tieni conto dell’architettura

    Non c’è bisogno di trasformare una stanza in qualcosa che non è. Se hai delle modanature d’epoca siamo tutti d’accordo a metterle in evidenza, ma aggiungere cornici attorno a soffitti e pareti in una casa degli anni ’70 e ’80, non è proprio la migliore delle idee.

    Il discorso è simile a quello che si fa riguardo l’abbigliamento: occorre enfatizzare le nostre doti e minimizzare i difetti o punti deboli, non cercare di essere qualcun altro. Solo in questo modo, si riesce a dare la migliore impressione di noi stessi agli altri.

    Metti in evidenza i punti di forza dell’architettura della tua casa (grandi vetrate, un bel camino, l’esposizione…) e non combatterla, volendo farla apparire totalmente diversa, perchè non è in linea con il tuo ideale di casa.

    consigli per arredare la tua casa

    [fonte]

    5. Ogni stanza dovrebbe avere 3 qualità

    Nel progetto di arredo della tua casa, assicurati che ogni ambiente abbia queste 3 qualità:

    • Personalità: Il tocco unico e personale è quello che rende interessante una stanza. Ad esempio, inserisci un elemento insolito, un cimelio di famiglia, un’opera d’arte o anche qualcosa di vintage. Riempire la tua casa con mobili ed oggetti nuovi di zecca può essere bello, certo, ma è solo con pezzi che la rendono unica e speciale, che si aggiungono quella personalità e anima di cui ogni ambiente ha bisogno.
    • Funzione: E’ la forma che determina la funzione o viceversa? E’ una vecchia battaglia stilistica. Secondo noi, ogni stanza dovrebbe essere altrettanto funzionale, quanto bella. Se la distribuzione degli arredi ostacola il tuo vivere quotidiano, quella stanza non sarà mai accogliente.
    • Illuminazione: Non tutte le stanze hanno la fortuna di avere una buona fonte di luce naturale, ma un impianto di illuminazione ben studiato può creare uno spazio davvero confortevole e farà risaltare gli elementi e i punti di forza della stanza.

    [fonte immagine di apertura]

    Anna e Marco – CASE E INTERNI

    Tags: ,

     
     

    Moodboard nell’angolo studio per l’ispirazione e la decorazione

    Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee

    Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

    Se stai cercando un’idea decorativa ed originale per il tuo angolo studio, quale modo migliore di aggiungere una mood board fai-da-te?

    Molti creativi usano le moodboard per raccogliere le idee, lo facciamo anche noi, come professionisti di interior design. Le mood board, infatti, sono un ottimo strumento per aiutare il processo creativo.

    Una moodboard è semplicemente una bacheca dove si appuntano immagini, disegni, tessuti, palette di colori, ma anche cartoline, poesie, citazioni e qualsiasi altra cosa permetta di definire il progetto che dobbiamo realizzare.

    Quello che appare sempre più spesso sulle pagine di Pinterest, sono mood board a puro scopo decorativo. Generalmente sono griglie metalliche, dove appendere illustrazioni, piccoli oggetti o frasi motivazionali con semplici mollette.

    La cosa divertente è che, puoi facilmente modificare il contenuto della bacheca, a seconda dell’umore, della stagione, dello stile, delle idee creative che hai in mente. Una bacheca di questo tipo, infatti, è anche molto bella da vedere, a patto di non renderla troppo disordinata.

    Oggi raccogliamo per te alcune idee fai da te, che puoi realizzare in meno di mezz’ora, per avere una mood board, che possa raccogliere suggerimenti, promemoria e citazioni ispiratrici per il tuo prossimo progetto creativo, ma che riesca anche a rendere più originale ed accogliente il tuo angolo studio.

    Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

    Foto: Frida Ramstedt, Trendenser.se

    Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

    Fonte e tutorial: ohcaro

    Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

    Fonte e tutorial: forthemakers.com

    Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

    Fonte e tutorial: abeautifulmess.com

    Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

    Fonte qui

    Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

    Fonte: tamsynmorgans.com

    Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

    Fonte: homedit.com

    idee-arredare-studio-scrivania

    Fonte

    Anna e Marco – CASE E INTERNI

    Tags:

     
     

    Ispirazioni per una casa in montagna da affittare

    Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee, Interiors, Interni

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (1)

    In questa casa di vacanza tutto ha un ruolo decisamente importante per garantire il massimo del comfort e il meritato relax agli ospiti. Vediamo insieme ispirazioni e suggerimenti per aiutarci ad affittare i nostri spazi, creando ambienti accoglienti.

    Gli alloggi in affitto a breve termine raramente hanno un arredamento accogliente. Molti proprietari, spesso, non si preoccupano di curare l’aspetto e la funzionalità. Eppure oggi c’è molta concorrenza, grazie ai portali web di affitti brevi (vedi Booking o Airbnb). L’immagine quindi gioca un ruolo fondamentale. Le fotografie dell’appartamento dovranno attirare e catturare l’attenzione (discorso simile lo abbiamo affrontato con l’Home staging per le case da mettere in vendita).

    Naturalmente ci sono accorgimenti che vanno presi per evitare gli incidenti domestici o i danni di usura, che i turisti potrebbero fare. Ma se si vuole emergere tra le migliaia di proposte che si trova davanti chi vuole prenotare una vacanza, occorre progettare un luogo dove far sentire gli ospiti come a casa propria.

    Ci sono riusciti i proprietari di questo luminoso appartamento, situato in una delle località sciistiche della Spagna. L’atmosfera è talmente piacevole, che sembra che una famiglia viva qui costantemente tutto l’anno. Una casa vacanze fresca e rassicurante, ma anche ambienti arredati con senso pratico e buon gusto.

    Nelle stanze, invece di puntare sul legno, come in molte tradizionali case ad alta quota, si è scelto di dipingere tutto di bianco, sia pareti, che soffitti con travi a vista.

    Suggerimento: questo è particolarmente indicato per una casa che viene affittata, non solo per le settimane bianche, ma anche in vari periodi dell’anno, dalla primavera all’estate.

    L’arredamento degli interni gioca tra tradizione e modernità, mixando con equilibrio luce, finiture e materiali. Il soggiorno e la camera principale, sfruttano l’illuminazione naturale proveniente da grandi vetrate, risultando più ampi.

    Suggerimento: non coprire le finestre con tende troppo pesanti, perchè una casa in montagna ha sicuramente un panorama tutto da ammirare.

    La zona living è fondamentale in una casa di vacanza. Le ferie trascorse in un luogo di villeggiatura, sono momenti in cui il tempo viene dedicato allo stare assieme, al divertimento e al relax. E’ qui dove ci si riunisce con la famiglia o con gli amici, dopo lo sci d’inverno o le camminate d’estate.

    La cucina con penisola, aperta sul soggiorno e il tavolo da pranzo, permettono di restare in contatto con il resto nella famiglia, mentre si cucina. L’ampia zona relax vicino al camino, ha due comodi divani e poltroncine con cuscini. Lo spazio è stato progettato sapendo che è qui che si sta insieme, si chiacchiera, si gioca in famiglia.

    Suggerimento: fai in modo che la zona living sia un open space, rendilo più ampio non riempiendolo di troppi mobili o oggetti ingombranti. Fai in modo che lo spazio possa essere adeguato alla vita di condivisione e relax in famiglia.

    In questa casa, le scelte decorative hanno puntato su colori neutri, accesi da note di colore. La tonalità corallo di alcuni tessili (cuscini, tovaglia, copriletto…) è molto simile al colore dell’anno 2019 scelto da Pantone, il Living Coral, che, a detta degli esperti Pantone, “è un colore rassicurante che si manifesta nella natura che ci circonda”.

    Suggerimento: chi affitta un appartamento si aspetta un po’ di calore in più rispetto alla stanza di un anonimo hotel. La cura nei dettagli dell’arredo e qualche oggetto decorativo è particolarmente importante. Inoltre, prima di fare le foto, aggiungi un po’ di freschezza e calore con piante verdi o mazzi di fiori e candele accese. Ed è subito casa!

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (2)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (3)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (4)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (5)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (6)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (7)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (8)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (9)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (10)

    ispirazioni-consigli-casa-montagna-affitto (11)

    [fonte elmueble.com]

    Anna e Marco – CASE E INTERNI

    Tags:

     
     

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors, Interni, Stili

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Tonalità neutre, sobria eleganza e mobili ben scelti caratterizzano questa casa in Belgio dallo stile country-chic. Le forme pulite, i toni neutri e le trame naturali trasmettono una semplicità raffinata ed accogliente.

    La casa di campagna dell’ home tour di oggi prende tutto il suo fascino da un arredamento dove il romantico shabby chic di impronta francese incontra la sobrietà del Nord Europa. Questo mix si esprime in una decorazione d’interni che sembra pulita e semplice, ma che trasmette anche classe ed eleganza casual. Lo stile country-chic di questa casa, infatti, incorpora in uno stile rustico più contemporaneo, tradizione e raffinatezza.

    Ecco gli elementi principali per copiare lo stile:

    • La palette cromatica vira sui toni del tortora, dei bianchi cremosi e del grigio antracite.
    • Gli arredi hanno linee aggraziate e semplici, pensati con una particolare attenzione alla durata e alla praticità. Il legno decapato con le sue venature a vista diventa un filo conduttore importante, ma un tocco speciale e di carattere è apportato da credenze recuperate e ridipinte in tonalità polverose.
    • Le travi in legno e i soffitti non sono lasciati a vista, come nelle tradizionali case di campagna, ma dipinti di bianco. Così anche la perlinatura a parete è dipinta con vernice matt in tonalità tortora o scure, molto raffinate.
    • La pavimentazione è realizzata in un moderno parquet grigio decapato in tutta la casa, tranne in cucina, dove vediamo posato un grès di colore scuro.
    • I complementi e gli oggetti decorativi sono molto dosati, mettendo in evidenza gli aspetti e i materiali naturali o gli elementi country.
    • Le finestre non sono caricate di pesanti tende e tessuti, come si vedrebbe in una casa in stile classico tradizionale. Tende a pacchetto lasciano entrare la luce del sole, pur garantendo la privacy.

    Insomma, in tutta la casa troviamo un linguaggio formale che unisce lo spirito tradizionale dello stile shabby chic rustico ad un segno più contemporaneo. L’effetto generale crea un’atmosfera morbida e sobria, calda ed accogliente, diversa da qualsiasi altra.

    Un albero di Natale non può mancare in questo periodo dell’anno, ma il tradizionale rosso non poteva entrare qui. Anche le decorazioni natalizie sono sobrie ed eleganti e rispettano la palette di colori e lo stile: ghirlande e rami verdi, lucine, candelabri, plaid e palline di vetro soffiato.

    Questo stile di arredamento ha un aspetto sofisticato, contemporaneo e caldo che si può adattare perfettamente anche alla tua casa.

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Country-chic nordico: eleganza contemporanea

    Fonte: WONEN Landelijke Stijl 06-2016 |Foto: Jole Lemmens

    Anna e Marco – CASE E INTERNI

    Tags:

     
     

    Natale in stile scandinavo total white

    Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Decor

    case-interni-natale-scandinavo-bianco

    Buon Natale da Case e Interni!

    [fonte immagine: www.livingetc.com]

    Anna e Marco – CASE E INTERNI

    Tags:

     
     

    5 centrotavola per la cena di Natale – Fai da te last minute

    Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Decor, Idee

    5 centrotavola per la cena di Natale last minute  

    Niente stress con queste idee fai da te last minute per il centrotavola di Natale.

    Si arriva spesso al 24 dicembre con corse frenetiche e budget ridotto, il che significa che la probabilità di acquistare o assemblare un elaborato centrotavola per la cena della Vigilia o per il pranzo di Natale è praticamente nulla.

    Fortunatamente, poiché il resto della casa è già addobbato, non occorre esagerare con le decorazioni della tavola. In effetti, il momento è davvero dedicato al cibo e alla famiglia, quindi le decorazioni più semplici sono le migliori.

    Il centrotavola può essere realizzato con un po’ di facile fai da te e con materiali semplici, da recuperare anche in casa o in giardino. Chi l’ha detto che il centrotavola di Natale debba essere per forza costoso per essere bello?

    Cosa usare nelle composizioni del tuo centrotavola di Natale
    • Ricordati di guardare nel tuo giardino, cortile o nel parco vicino casa. Quando esci di casa porta un paio di forbici da giardinaggio e potrai recuperare qualche rametto, foglia, bacca, utile per la tua composizione. In pieno inverno è facile trasformare alcuni ramoscelli di siepi e cespugli in perfetti bouquet festosi. Pino, alloro, bosso, agrifoglio e pigne sono un ottimo modo per avere un bouquet economico (assicurati di indossare i guanti per tagliare l’agrifoglio).
    • Altri oggetti utili per le composizioni del centrotavola sono piccole e medie palline o altre decorazioni dell’albero di Natale. Anche campanellini, spago o nastri possono aiutare.
    • Anche la frutta secca, come noci, mandorle, nocciole o alcune spezie come bastoncini di cannella o anice stellato, sono utili per riempire una ciotola o un vassoio.
    • Candele o lumini aiutano a dare atmosfera all’ambiente. In alternativa si possono usare lucine a led.
    • Un’altra idea low budget sono finti pacchetti regalo, recuperando qualche scatolina o imballo, da incartare e infiocchettare: basta della semplice carta da pacco e dello spago.
    • Non dimenticare che anche qualche frutto fresco come melograno o mele rosse, possono creare subito qualcosa di interessante per un centrotavola invernale, quindi dai un occhio al reparto frutta e verdura del tuo supermercato.

    Se sei riuscita a recuperare il materiale, non resta che trovare dei contenitori adatti per le tue composizioni natalizie.

    Ecco 5 idee a basso costo, dell’ultimo minuto, che richiedono uno sforzo minimo e rappresentano un’ottima alternativa alle costose composizioni floreali.

    5 centrotavola per la cena di Natale last minute

    1. Pesca tra i tuoi bicchieri

    I bicchieri sono ottimi centrotavola soprattutto se a tavola c’è poco spazio. Prova a mettere ramoscelli singoli o bacche in un bicchiere cilindrico o in un flut per un’eleganza sobria. Puoi anche mescolare tipologie ed altezze.

    Un’altra idea con i bicchieri? Capovolgi i calici a testa in giù, da usare come campane di vetro, dentro cui potrai mettere le tue piccole composizioni fatte di rametti di agrifoglio o mini palline dell’albero di Natale. Poi puoi appoggiare le candeline sulle basi rovesciate dei calici. Ecco fatto il tuo centrotavola low budget e tres chic!

    5 centrotavola per la cena di Natale last minute

    2. Riempire una ciotola o zuppiera

    Le ciotole, le zuppiere  ma anche i cestini per il pane, possono diventare un centrotavola con poco sforzo. Puoi mettere all’interno della carta di giornale per alzare la composizione, sull’ultimo strato metti carta velina o carta bianca di stampante, per nascondere la carta da giornale. Appoggia sulla carta palline e decorazioni dell’albero oppure usa lucine led e qualche pigna, ma anche mele rosse e rametti di pino. Insomma qui non c’è che da sbizzarrirsi.

    5 centrotavola per la cena di Natale last minute

    3. Barattoli di vetro

    Non c’è nulla di più versatile dei barattoli di vetro delle conserve. Tenerne da parte qualcuno torna sempre utile, soprattutto per le decorazioni di Natale.

    Riempi un barattolo di vetro con un po’ di sale (che imita la neve) dove appoggerai le candele o frutti rossi e foglie. Trovi il tutorial su Yellow Bliss Road.

    5 centrotavola per la cena di Natale last minute

    4. Un’alzatina per torte o frutta

    Se in casa hai un’alzatina ti basterà appoggiare delle candele di altezze diverse circondate da ramoscelli di pino, foglie di agrifoglio o altre piante.

    centrotavola-natale-barattolo-latta

    5. Barattolo di latta

    Questo incantevole centrotavola è realizzato con un semplice barattolo di latta riciclato e alcuni rami appena tagliati. Una bella decorazione per la tavola a costo zero, basta mettere da parte una bella latta grande della salsa di pomodoro e recuperare qualche rametto di pino e pigna. Per vestire il barattolo ti basterà un nastro di juta o altro avanzo di tessuto, ma anche un bel tovagliolo legato con lo spago andrà bene. Se vuoi puoi dare un tocco di finta neve alle pigne, con un po’ di acrilico bianco. Trovi il tutorial su apieceofrainbow.com.

    Insomma, non importa come deciderai di decorare la tua tavola delle Feste, ricorda solo di fare un centrotavola basso, in modo che tutti al tavolo possano vedersi, chiacchierare e scambiarsi sorrisi. Dopotutto è questo che si fa a Natale in famiglia!

    Scopri altri modi semplici per decorare la tua casa durante le Feste leggendo tra le pagine del nostro blog o visitando la nostra pagina Facebook.

    Anna e Marco – CASE E INTERNI

    Tags:

     
     

    Pacchetti di Natale con un po’ di verde

    Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee

    regali-pacchetti-natale-rami (0)

    Lo shopping natalizio è finalmente finito e hai comprato tutti i regali per i tuoi cari? Ma hai pensato a come fare i pacchetti dei tuoi regali di Natale? L’abito non fa il monaco, certo, ma una bella confezione è già un regalo!

    Trova l’ispirazione intorno a te, per un tocco originale e fresco puoi provare a decorare i pacchetti regalo con semplici rami di siepi ed alberi sempreverdi.

    Dal fioraio, ma anche nel parco vicino casa troverai tanti tipi di bellissimi rami, da usare per i tuoi packaging. Non hai bisogno di molto, un piccolo rametto di una siepe dà subito un bell’effetto! Ecco alcune idee.

    wrap-christmas-presents

    fonte burkatron.com

    regali-pacchetti-natale-rami (1)

    fonte vtwonen.nl

    Christmas-wrapping-paper-printable-1

    fonte HomeyOhMy.com c’è anche la carta con gli alberelli da stampare

    regali-pacchetti-natale-rami (3)

    fonte MonikaHibbs.com

    regali-pacchetti-natale-rami (2)

    fonte TodaysCreativeLife.com

    regali-pacchetti-natale-rami (4)

    fonte qui

    Tags:

     
     




    Torna su