25 Marzo 2020 / / Easy Relooking

READ IN ITALIAN

What are the best solutions to furnish your outdoor spaces with style, sophistication and without sacrificing practicality? Let’s discover together the furnishing accessories that make your garden the ideal place to live moments of relaxing conviviality with charm.

Stool and table Symple by Castil

Symple is a metal stool to be used as a piece of furniture in the garden, where it seems to find its natural place, together with the table of the same line. The metal construction gives strength to the structure, while the red, pink or vermilion finishes enhance the green of the garden, a color complementary to the chromaticism proposed by this elegant complement. Functionality is enhanced by a comfortable footrest, as well as a whimsical clothes and vase holder.

Gargantua Vase by Antonio Lupi

Gargantua vase in sturdy concrete seems to want to guide the guest on the way home. The massive and elegant appearance at the same time, with curved lines that give movement to the soils and volumes, expresses dynamism and prestigious presence. Gargantua hosts plants with low stem with monumental elegance, enhancing their shapes and colors. It can be painted with quartz to adapt to the type of plant and to the different outdoor furnishing contexts.

Holiday by Ethimo

Holiday by Ethimo  is a squared umbrella that embellishes your outdoor living with functionality and discreet elegance. The side post in solid wood that supports the shading structure rests firmly on a steel base embellished with square wire tiles.

The taut and angular lines of the adjustable and closable umbrella give lightness to the complement, as well as shelter from the sun and rain for guests, thanks to the acrylic fabric available in different colors.

Holiday Ethimo

Puffone by Gart

The Puffone by Gart completes with its soft and evanescent volumes the decisive lines of open spaces characterized by a design that expresses rationality and voluptuous essentiality. Its “non-structure” in polystyrene drops is wrapped in an embrace of high quality fabrics, to soften the linearity of the poolside of an outdoor swimming pool, or the taut geometries of an elegant outdoor pergola.

A sofa that welcomes with soft and elegant ergonomics, at an attractive price!

Puffone by Gart

Round Outdoor by Meme Design 

All-round functionality, but also discreet elegance for Round Outdoor, a round outdoor table made of lacquered metal. To furnish the garden, a table like this cannot be missing.

The pastel colors of the finishes and the different sizes available make Round outdoor an ideal complement for the living room, indoors or outdoors.

The round tray is slender by a 1.5 cm edge, while the three-legged base gives depth to the structure. The different proportions between the height of the top and its width offer furnishing versatility and expand the possible functionalities of this table with a good value for money.

Round Outdoor by Meme Design

Umbrella drying rack by Brabantia

The Brabantia umbrella drying rack seems to want to camp in the garden to combine its functionality with an interesting coup d’oeil. The tree-like development of the structure manages to distance the items lying in the sun from each other, leaving free circulation to the air between them, thus obtaining optimal drying based on sun, air and design.

Available in different sizes, Brabantia can remain outdoors even when not in use, because it can be folded and built with weatherproof materials, proving perfectly at ease between hedges and garden trees.

by Brabantia

 Wharf by EcoSmart Fire

Wharf is a bioethanol free standing fireplace suitable for outdoor installation. The model warms the environment and the view, with clean and essential lines and the refined contrast between the materials it is made of.

Glass, steel and concrete give back the idea of lightness and solidity, without neglecting the practicality of a stable support surface with a sure aesthetic impact, for outdoor environments with clean and refined lines at the same time. The 4.4 kWh of thermal power ensure the right warmth to the environment with wild fires of up to 13 hours, thanks to the integrated bioethanol tank with a capacity of 9 liters.

by EcoSmart Fire

Discovery 1000E by Beef Eater

With its 3 burners, this gas barbecue from the linea Discovery can be powered by either LPG gas or methane. The design is clean and linear, but the robust structure and the four swivel wheels ensure solidity and practicality in use and movement, in total safety. Solidity that you will also find in cast iron grates and burners. The two steel side surfaces are very comfortable for expanding the cooking area and storing the work tools.

 

Discovery by Beef Eater

L'articolo 8 inspirations to furnish your garden, with every comfort proviene da easyrelooking.

25 Marzo 2020 / / Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Quali sono le soluzioni migliori per arredare i tuoi spazi outdoor con stile, ricercatezza e senza rinunciare alla praticità? Scopriamo insieme i complementi d’arredo che rendono il tuo giardino il posto ideale per vivere con charme momenti di rilassante convivialità.

Sgabello e tavolo Symple di Castil

Symple è uno sgabello in metallo da utilizzare come elemento d’arredo in giardino, dove sembra trovare la sua naturale collocazione, insieme al tavolo della stessa linea. La realizzazione in metallo dona robustezza alla struttura, mentre le finiture rosso, rosa o vermiglio valorizzano il verde del giardino, colore complementare al cromatismo proposto da questo elegante complemento. La funzionalità si arricchisce di un comodo poggiapiedi, oltre che un estroso porta abiti e portavasi.

Vasi Gargantua di Antonio Lupi

Il vaso Gargantua in robusto cemento sembra voler guidare l’ospite nel cammino verso casa. L’aspetto massiccio ed elegante al tempo stesso, con linee curve che danno movimento ai suoli volumi, esprime dinamicità e prestigiosa presenza. Gargantua ospita con monumentale eleganza piante a basso fusto, valorizzandone forme e colori. Può essere verniciato al quarzo per adattarsi al tipo di pianta e ai differenti contesti d’arredo outdoor.

Holiday di Ethimo

L’ombrellone Holiday di Ethimo quadrato impreziosisce il tuo living outdoor con funzionalità e discreta eleganza. Il palo laterale in legno massello che sorregge la struttura ombreggiante poggia saldamente su una base in acciaio impreziosita da mattonelle quadrate a filo.

Le linee tese e spigolose dell’ombrello orientabile e richiudibile donano leggerezza al complemento, oltre che riparo da sole e pioggia agli ospiti, grazie al tessuto acrilico disponibile in diverse colorazioni.

Holiday Ethimo

Puffone di Gart

La seduta Puffone di Gart completa con i suoi volumi morbidi ed evanescenti le linee decise di spazi all’aperto caratterizzati da un design che esprime razionalità e voluttuosa essenzialità. La sua “non-struttura” in gocce di polistirene è avvolta in un abbraccio di tessuti di alta qualità, per ammorbidire la linearità del bordo vasca di una piscina all’aperto, o le geometrie tese di un elegante pergolato esterno.

Un divano che accoglie con morbida ed elegante ergonomia, ad un prezzo interessante!

Puffone by Gart

Round Outdoor di Meme Design 

Funzionalità a tutto tondo, ma anche discreta eleganza per Round Outdoor, tavolino da esterni rotondo realizzato in metallo laccato. Per arredare il giardino un tavolino così non puà mancare.

I colori pastello delle finiture e le diverse dimensioni disponibili rendono Round outdoor un complemento ideale per il soggiorno, interno o all’esterno che sia.

Il vassoio rotondo è slanciato da un bordo di 1,5 centimetri, mentre la base a tre gambe dona profondità alla struttura. Le differenti proporzioni tra l’altezza del piano e la sua larghezza offrono versatilità d’arredo e ampliano le possibili funzionalità di questo tavolino dal buon rapporto qualità prezzo.

Round Outdoor by Meme Design

Stendibiancheria ad ombrello di Brabantia

E’ strano, ma nessuno pensa mai a un oggetto di uno stendibiancheria di design per arredare il giardino!

Lo stendibiancheria ad ombrello Brabantia sembra voler campeggiare in giardino per unire alla sua funzionalità un interessante coup d’oeil. Lo sviluppo ad albero della struttura riesce a distanziare tra di loro i capi stesi al sole, lasciando libera circolazione all’aria tra di essi, ottenendo così un’asciugatura ottimale a base di sole, aria e design.

Disponibile in differenti misure, Brabantia può rimanere all’aperto anche quando non in uso, perché richiudibile e costruito con materiali resistenti alle intemperie, dimostrandosi perfettamente a suo agio tra siepi e alberi da giardino.

by Brabantia

 Wharf di EcoSmart Fire

Wharf è un caminetto free standing a bioetanolo adatto all’installazione in spazi esterni. Il modello scalda l’ambiente e la vista, con linee pulite ed essenziali e il ricercato contrasto tra i materiali di cui si compone. Vetro acciaio e cemento restituiscono l’idea di leggerezza e solidità, senza tralasciare la praticità di un piano d’appoggio stabile e di sicuro impatto estetico, per ambienti outdoor dalle linee pulite e ricercate al tempo stesso. I 4,4 kWh di potenza termica assicurano il giusto tepore all’ambiente con fuochi fatui fino a 13 ore, grazie al serbatoio integrato del bioetanolo dalla capienza pari a 9 litri.

by EcoSmart Fire

Discovery 1000E di Beef Eater

Con i suoi 3 fuochi, questo barbecue a gas della linea Discovery può essere alimentato sia a gas GPL che con metano. Il design risulta pulito e lineare, ma la struttura robusta e le quattro ruote girevoli assicurano solidità e praticità nell’uso e negli spostamenti, in totale sicurezza. Solidità che ritroverai anche nelle griglie e nei bruciatori in ghisa. Molto comode le due superfici laterali in acciaio per espandere la zona cottura e riporre gli strumenti di lavoro.

 

Discovery by Beef Eater

L'articolo 8 ispirazioni per arredare un giardino dotato di ogni comfort proviene da easyrelooking.

30 Gennaio 2020 / / diotti.com

READ IN ITALIAN

VeroLab and Marcella Renna at Homi 2020 - photography EasyRelooking

Homi 2020 has seen EasyRelooking as Ambassador, that is a figure who had the aim of visiting the stands and making the fair live to my audience on Instagram and Facebook, thanks to the sharing of live Stories and dedicated posts.

I had already participated in the same way in Homi Outdoor which had given me the opportunity to describe the outdoor trends of 2020.

In this article, however, I want to tell you something more about the brands that hit me at Homi and I will talk above all about the great return, in these fair, of small artisans who create great wealth in our country.


In these pictures, part of the Unitable stand, at Homi with different brands, among which La Porcellana Bianca.

 

Homi 2020

At the center of the event, as always, the house with the aim of providing architects, designers and sector operators with all the tools necessary to understand how the tastes and habits of the consumer of tomorrow will evolve.


Here below, some pictures at Bizzotto stand.


HOMI is a reference event for home decor and is characterized by a varied offer, especially in the textile sector, of everything that revolves around the decoration of the table, with small furnishing accessories and objects.

Attending a fair like Homi allows you to

  • discover creative talents and news of interest, especially among the youngest and most innovative companies
  • appreciate different sectors in a single event, thanks to a versatile display format that offers the visitor the opportunity to find new mixes between the different product categories of the exhibition

In these pictures, Penelope, a new collection by Sambonet, and myself sitting at the L’oca Nera stand. 

Below,  two pictures at De Dimora stand, EasyRelooking’s partner from many years.


Once again, HOMI confirms a tried and tested format, with already established reference appointments, which however are renewed edition after edition: in this way the event always proves to be able to represent the evolution of styles, combining elements of tradition and innovation in a world in constant change.

What I liked most about HOMI

Certainly the fact of being able to meet the traditions of design from Italy.

It’s nice to discover Italian realities that still create their products completely by hand.

These too are brands that contribute to ensuring that Italian design is always envied around the world. The creativity that we Italians have, the tenacity and the ability not to lose heart, make us an advantage that we must always be proud of.


In these pictures, some of the product of Vero Lab&shop, which creates light and elegant ceramic objects, that can be used as wall or table decor.


HOMI is an unmissable appointment for all professionals who move around the world of design and trends. The idea remains to tell the story behind each object and give visibility and emphasis to creativity, research and innovation in the field of design.

L'articolo HOMI 2020: meeting with the traditions of design proviene da easyrelooking.

30 Gennaio 2020 / / diotti.com

READ IN ENGLISH

VeroLab and Marcella Renna at Homi 2020 - photography EasyRelooking

VeroLab and Marcella Renna at Homi 2020 – photography EasyRelooking

Homi 2020 ha visto EasyRelooking come Ambassador , cioè una figura che aveva l’obiettivo di visitare gli stand e far vivere la fiera al mio pubblico su Instagram e Facebook, grazie alla condivisione di Storie in diretta e post dedicati.

Avevo già partecipato allo stesso modo anche a Homi Outdoor che mi aveva dato modo di descrivere le tendenze per l’outdoor del 2020. 

In questo articolo invece voglio raccontarvi qualcosa di più dei brand che mi hanno colpito a Homi e parlerò soprattutto del grande ritorno, in questi fiera, di piccoli artigiani che creano grande ricchezza nel nostro paese.


In queste foto, parte dello standi di Unitable, presente con vari brand tra cui La Porcellana Bianca.

Homi 2020

Al centro della manifestazione, come sempre, la casa con l’obiettivo di fornire ad architetti, designer ed operatori di settore tutti gli strumenti necessari a comprendere come si evolveranno i gusti e le abitudini del consumatore del domani.


Qui sotto, alcune foto presso lo stand di Bizzotto.


HOMI è manifestazione di riferimento per l’home decor e si caratterizza per un’offerta variegata, soprattutto nel settore del tessile, di tutto quello che ruota intorno al decoro della tavola, a piccoli complementi di arredo e oggettistica.

 

Partecipare a una fiera come Homi permette di

  • scoprire talenti creativi e novità di interesse, soprattutto tra le realtà più giovani e innovative.
  • apprezzare comparti differenti in un unico evento, grazie a un format espositivo versatile che offre al visitatore l’opportunità di trovare nuove commistioni tra le diverse merceologie della mostra

In queste foto, Penelope, una nuova collezione di Sambonet, e io mentre ero seduta nello stand de L’oca Nera

Sotto, due foto allo stand di De Dimora, partner già da diversi anni nei progetti di EasyRelooking.


Ancora una volta HOMI conferma un format collaudato, con appuntamenti di riferimento già affermati, che però si rinnovano edizione dopo edizione: in questo modo la manifestazione si dimostra sempre in grado di rappresentare l’evoluzione degli stili, coniugando elementi di tradizione e innovazione in un mondo in perenne mutamento.

Cosa mi è piaciuto di più di HOMI

Sicuramente il fatto di poter incontrare le tradizioni del design dall’Italia.

È bello scoprire delle realtà italiane che creano i loro prodotti ancora completamente a mano.

Anche questi sono brand che contribuiscono a far sì che il design italiano sia sempre invidiato in tutto il mondo. La creatività che abbiamo noi italiani, la tenacia e la capacità di non perderci d’animo, fanno di noi un vantaggio di cui dobbiamo andare sempre fieri.

 


In queste foto, alcuni prodotti dello stand Vero Lab&shop, che crea leggeri e eleganti oggetti in ceramica, che possono essere utilizzati per decorari le pareti o la tavola.


HOMI è un appuntamento immancabile per tutti i professionisti che si muovono intorno al mondo del design e delle tendenze.  L’idea rimane quella di raccontare la storia che si cela dietro ad ogni oggetto e dare visibilità e rilievo alla creatività, alla ricerca e all’innovazione nel campo del design.

 

L'articolo HOMI 2020: incontro con le tradizioni del design proviene da easyrelooking.

28 Gennaio 2020 / / diotti.com

READ IN ENGLISH

Un complemento di arredo classico, per essere tale, deve necessariamente rispondere ad un preciso canone estetico, fermo nel tempo e giudicato dalla storia.

In che modo quindi è possibile inserire arredi in stile classico in interni contemporanei?

La definizione di stile contemporaneo può aiutarci a capire come: se è vero che il classico è vincolato da precisi standard dai quali lo stile stesso prescinde, lo stile contemporaneo invece, è uno stile aperto, in continua evoluzione che si proietta verso il futuro con spirito innovativo, ma che ha imparato la lezione dal passato, quindi dal classico. Ecco perché è possibile far incontrare dentro un unico ambiente due espressioni così diverse del design.

Un invito a sedersi classico, in una cucina moderna

Fai uno sforzo di immaginazione e prova ad entrare mentalmente in una cucina arredata in stile contemporaneo, dove colori leggeri fanno da sfondo al minimalismo funzionale del piano cottura, dei pochi elettrodomestici così ben inseriti.

Il tutto sospeso dentro una luce bianca filtrata da tende a scomparsa bianche come le nuvole.

Improvvisamente, vieni invitato a sederti su una sedia di legno in ciliegio, classica come il nome del materiale di cui fatta. 

Una cucina bianca, seppur moderna, è un ottimo ambiente per inserire un tavolo o delle sedie classiche.

Una sala da pranzo attorno ad un tavolo classico

Poiché con l’immaginazione possiamo trasportarci nello spazio e nel tempo, adesso ti trovi sulla soglia di una sala da pranzo fatta di pavimento e pareti bianche vestite solo da un quadro monocole scuro grande e poi uno più piccolo fatto solo di cornice e luce. Dove finiscono le pareti, iniziano vetrate alte a dare continuità agli ambienti.

Sedie da sala d’attesa abbracciano un tavolo di quattro metri in legno, con le gambe raffiguranti leoni

Un tavolo color nocciola chiaro che sembra fluttuare al centro della stanza, trattenuto solo dai candelabri che lo inchiodano a terra. Riesci a sentire l’odore della cera?

Il bianco e il legno

Passiamo ora a un soggiorno più piccolo, caratterizzata da un tappeto a pelo lungo grigio, su pavimento in ceramica satinata nera. Il tavolo è in vetro e le sedie sono bianche, quasi come le pareti.

Di fronte a te, decentrata, si apre una finestra coperta da una tenda a scomparsa. La luce entra ad illuminare un armadio  in noce a due ante come se fosse un albero cresciuto dentro un vaso di ceramica bianca. Riesci a sentirlo il profumo del legno?

Nella seconda foto invece, è la zona conversazione che è caratterizzata da due poltrone Barcelona e due poltroncine classiche in legno. Il bianco è il protagonista. 

Quando gli interni contemporanei accolgono il classico

La natura accogliente di un interno moderno, neutralizza il rigore dello stile classico esaltandone il suo carattere eterno e quindi anche moderno e del futuro. Quindi, paradossalmente, inserendo un complemento di arredo classico in interni contemporanei non facciamo altro che omaggiare la ragione d’essere dello stile contemporaneo, che non può essere limitato da un canone preciso, ma solo vissuto nella nel suo spirito indefinito e cangiante.

 

L'articolo Inserire arredi classici in interni contemporanei proviene da easyrelooking.

28 Gennaio 2020 / / diotti.com

READ IN ITALIAN

To be such, a classic furnishing accessory must necessarily respond to a precise aesthetic canon, firm in time and judged by history.

So how is it possible to insert classic-style furnishings in contemporary interiors?

The definition of contemporary style can help us understand how: if it is true that the classic is bound by precise standards from which the style itself prescinds, the contemporary style instead, is an open style, in continuous evolution that projects itself towards the future with spirit innovative, but that has learned its lesson from the past, therefore from the classic. This is why it is possible to bring together two such different expressions of design within a single environment.

An invitation to sit classic in a modern kitchen

Make an effort of imagination and try to mentally enter a kitchen furnished in a contemporary style, where light colors are the background to the functional minimalism of the hob, of the few appliances so well inserted.

All suspended in a white light filtered by retractable curtains as white as clouds.

Suddenly, you are invited to sit on a cherry wood chair, as classic as the name of the material it is made of.

A white kitchen, albeit modern, is an excellent environment to insert a classic table or chairs.

A dining room around a classic table

Since with imagination we can transport ourselves in space and time, now you are on the threshold of a dining room made of white floors and walls dressed only in a large dark monocle picture and then a smaller one made only of frame and light. Where the walls end, tall windows begin to give continuity to the rooms.

Waiting room chairs embrace a four-meter wooden table, with legs depicting lions

A light hazel colored table that seems to float in the center of the room, held only by the candelabra that nail it to the ground. Can you smell the wax?

White and wood

Let’s move on to a smaller living room, characterized by a long gray pile carpet, on a black satin ceramic floor. The table is made of glass and the chairs are white, almost like the walls.

In front of you, decentralized, a window opens covered by a retractable curtain. The light enters to illuminate a two-door walnut wardrobe as if it were a tree grown inside a white ceramic vase. Can you smell the wood?

In the second photo, on the other hand, is the conversation area which is characterized by two Barcelona armchairs and two classic wooden armchairs. White is the protagonist.

The welcoming nature of a modern interior neutralizes the rigor of the classic style, enhancing its eternal and therefore also modern and future character.
 
So, paradoxically, inserting a classic furnishing accessory in contemporary interiors we do nothing but pay homage to the raison d’etre of contemporary style, which cannot be limited by a precise canon, but only lived in its indefinite and iridescent spirit.

L'articolo Insert classic furniture in contemporary interiors proviene da easyrelooking.

21 Gennaio 2020 / / diotti.com

READ IN ENGLISH

Il locale lavanderia non ottiene spesso l’attenzione che merita e di solito viene confinato in un vecchio armadio o in cantina, soltanto perché è il luogo in cui si desidera trascorrere il minor tempo possibile. Per questo motivo, questo ambiente tende ad essere sempre sporco e disordinato. Tuttavia, ci sono molti modi per semplificare, organizzare e arredare lo spazio dedicato alla lavanderia, in modo da creare un ambiente attraente e funzionale per soddisfare le esigenze di tutta la famiglia.

E’ importantissimo pensare a dove disporre la lavanderia già in fase di ristrutturazione o modifica del layout dei muri interni: vanno infatti predisposti gli opportuni scarichi e attacchi.

Partiamo dalla situazione in cui abbiamo a disposizione un vero e proprio locale da adibire a lavanderia.

Locale lavanderia ampio

Lo spazio minimo dovrebbe essere 200x120cm, in cui si può inserire almeno:

  • lavatrice
  • asciugatrice (non obbligatoria)
  • lavello
  • area in cui nascondere contenitori per i panni da lavare

I consigli che mi sento di darti per un locale lavanderia di questo tipo sono i seguenti!

Aggiungi la scaffalatura

La scaffalatura è un componente essenziale per una lavanderia organizzata e senza ingombri e può essere incorporata a prescindere dalle sue dimensioni. Gli armadi e gli scaffali sono utili da avere direttamente sopra la lavatrice per riporre i flaconi di detersivo e i vestiti da lavare. Inoltre, gli scaffali possono rivelarsi estremamente utili anche per sfruttare gli spazi più piccoli, in quanto si possono installare negli angoli inutilizzati della stanza.

Massimizza lo spazio disponibile

Se ti senti sopraffatto dal caos e dal disordine, sarà meglio creare uno spazio aggiuntivo lungo le pareti e dietro la porta del locale lavanderia. Ganci e portaoggetti sulla porta possono farti recuperare altro prezioso spazio sulle pareti, mantenendo il locale ben organizzato. Se hai abbastanza spazio ma non sufficiente per disporre un asse da stiro, considera di montarne uno sul retro della porta o su una parete. 

Installa una buona illuminazione

L’illuminazione di qualità è una caratteristica che viene spesso trascurata nel locale lavanderia, ma in realtà può avere un impatto enorme sull’estetica e il comfort della stanza. L’illuminazione è ancora più importante se la tua lavanderia si trova in cantina o in un ambiente senza finestre e quindi non gode di una fonte di luce naturale. L’ideale sarebbe installare una lampada che proietti la luce direttamente sui punti focali del locale (lavatrice, asciugatrice, lavabo).

Scegli il pavimento giusto

In un locale lavanderia, la pavimentazione dovrebbe essere resistente all’acqua, a bassa manutenzione e facile da pulire; pertanto, piastrelle e laminati sono una scelta migliore rispetto al parquet, poiché è molto probabile che il pavimento della lavanderia si bagni e subisca occasionali fuoriuscite di detergente dalla lavatrice. 

Colloca uno stenditoio

Per piccoli spazi, scegline uno che può essere piegato e riposto in spazi stretti quando non viene usato; oppure opta per uno stendino montato a parete o su una porta, che puoi usare in due modi: appendere gli abiti sulle aste e usare la superficie come tavolo pieghevole per oggetti più grandi. Se il tuo locale lavanderia è molto stretto, o se la tua porta è già in uso, un’altra opzione è quella di appendere uno stendino al soffitto.

Locale lavanderia piccolo

La zona lavanderia può essere ricavata anche in spazi più angusti, come:

  • nicchia chiusa poi con opportune ante
  • in un armadio inserito in un disimpegno
  • in bagno

In questo caso, il consiglio è di cercare di nascondere gli elettrodomestici con ante, in modo da rendere il tutto esteticamente in ordine.

I consigli di prima rimangono sempre validi!

L'articolo Arredare la lavanderia: consigli e ispirazioni proviene da easyrelooking.

21 Gennaio 2020 / / diotti.com

READ IN ITALIAN

The laundry room does not often get the attention it deserves and is usually confined to an old closet or cellar, just because it is the place where you want to spend as little time as possible. For this reason, this environment tends to be always dirty and messy. However, there are many ways to simplify, organize and furnish the laundry room, in order to create an attractive and functional environment to meet the needs of the whole family.

It is very important to think about where to place the laundry already during the restructuring or modification of the layout of the internal walls: in fact, the appropriate drains and connections must be prepared.

Let’s start from the situation in which we have a real room to use as a laundry.

The minimum space should be 200x120cm, where you can insert at least:
 
  • washing machine
  • dryer (not mandatory)
  • sink
  • area to hide containers for washing clothes

The advice I would like to give you for a laundry room of this type are as follows!

Add the shelving

Shelving is an essential component for an organized and space-saving laundry and can be incorporated regardless of its size. Wardrobes and shelves are useful to have directly above the washing machine for storing detergent bottles and clothes to be washed. In addition, the shelves can prove extremely useful even to take advantage of smaller spaces, as they can be installed in unused corners of the room.

Maximize available space

If you feel overwhelmed by chaos and clutter, it will be best to create additional space along the walls and behind the door of the laundry room. Hooks and storage on the door can make you recover more precious space on the walls, keeping the room well organized. If you have enough space but not enough to place an ironing board, consider mounting one on the back of the door or on a wall.

Install good lighting

Quality lighting is a feature that is often overlooked in the laundry room, but in reality it can have a huge impact on the aesthetics and comfort of the room. Lighting is even more important if your laundry is located in the cellar or in a windowless environment and therefore does not enjoy a source of natural light. The ideal would be to install a lamp that projects the light directly on the focal points of the room (washing machine, dryer, sink).

Choose the right floor

In a laundry room, the flooring should be waterproof, low maintenance and easy to clean; therefore, tiles and laminates are a better choice than parquet, as the laundry floor is very likely to get wet and occasionally spill detergent from the washing machine.

Place a drying rack

For small spaces, choose one that can be folded and stored in tight spaces when not in use; or opt for a drying rack mounted on a wall or on a door, which you can use in two ways: hang clothes on the rods and use the surface as a folding table for larger objects. If your laundry room is very narrow, or if your door is already in use, another option is to hang a drying rack on the ceiling.

Small laundry room

The laundry area can also be created in narrow spaces, such as:

  • niche then closed with appropriate doors
  • in a closet inserted in a hallway
  • in the bathroom

In this case, the advice is to try to hide the appliances with doors, in order to make everything aesthetically in order.

The previous advices are always valid!

L'articolo Furnish the laundry room: tips and inspirations proviene da easyrelooking.

7 Gennaio 2020 / / Decor

READ IN ENGLISH

Il tappeto è il complemento d’arredo che o si ama o si odia.
Se scegli di arredare la tua casa e la vuoi rendere più confortevole, sicuramente non ti limiterai a collocare un unico tappeto in una sola stanza ma gli ambienti e l’arredamento della tua abitazione saranno maggiormente valorizzati con tappeti speciali e particolari che esprimeranno il tuo carattere.

La scelta del tappeto giusto

Il tappeto perfetto per ogni ambiente è proporzionato alla stanza dove è collocato: un piccolo tappeto in una sala grande, appare come uno zerbino messo lì per caso; un tappeto molto grande rispetto alla superficie della stanza, invece, offre l’idea di un ambiente ridotto.

Il tappeto deve essere più corto almeno sessanta centimetri della parete più lunga: la sua collocazione deve essere prevista in ogni particolare e non deve ostacolare l’apertura di porte o finestroni a terra.

@EasyRelooking

La forma

La forma del tappeto può essere quadrata, rettangolare o tonda: la scelta del suo perimetro geometrico deve garantire sempre un buon effetto visivo, da dare la sensazione di omogeneità e armonia con il resto dell’arredamento.

soggiorno con archi

@EasyRelooking

La scelta del tappeto nel soggiorno

Il tappeto per il soggiorno dipende molto dalle dimensioni della sala.
È sempre elegante vedere un grande tappeto sotto il divano e le poltrone che rende la zona conversazione e relax molto accogliente.

Il tappeto dovrà sporgere almeno venti o venticinque centimetri dai mobili del salotto.

La forma può essere indifferentemente rotonda, quadrata, o rettangolare: deve essere, comunque, adeguata all’ambiente per renderlo armonioso.

color ruggine soggiorno

@EasyRelooking

In un salone molto ampio possono essere posti anche due tappeti, meglio uguali nel disegno e nel materiale, anche se di dimensioni diverse: su uno possono poggiare i mobili, sull’altro il divano.

Il tappeto giusto per la zona pranzo e cucina

Il tappeto nella zona pranzo deve essere equilibrato alle dimensioni del tavolo sotto cui è posto. Nella scelta del tappeto è bene tenere conto che tutte le sedie previste per il tavolo da pranzo devono essere posizionate sopra il tappeto, garantendo comodità nei movimenti e negli spostamenti per sedersi.

Per i tavoli con otto sedie, le dimensioni del tappeto devono essere intorno ai  240cm, possibilmente di forma quadrata.

Se il tavolo è più piccolo, per meno di sei persone, il tappeto può essere anche rettangolare, con misure tra i 160x230cm e i 200x290cm.
Una forma del tappeto identica al tavolo rotondo o quadrato è una scelta parecchio azzeccata.
Sotto il tavolo da pranzo è indicato un tappeto a pelo corto, comodo per spostare le sedie mentre ci si siede.

Il tappeto giusto per le camera da letto

Il tappeto in camera da letto è un tocco di classe, eleganza ma soprattutto di comodità. Alzarsi dal letto e trovare sotto i piedi il calore del tappeto, a ogni stagione, è sempre una peculiarità che denota attenzione verso ogni particolare.

Per la tua camera puoi scegliere tra vari modelli: se posizioni il tappeto sotto il letto, poni attenzione che sporga dai due lati allo stesso modo e con le medesime misure; altrimenti puoi sistemare due tappeti identici in entrambi i lati

Via Arthacollections.com

Ricercati e originali per la camera da letto sono, sicuramente, i tappeti in seta o misto lana.

L’articolo Scegliere il tappeto giusto: si parte dalle dimensioni! proviene da easyrelooking.

10 Dicembre 2019 / / Design

READ IN ENGLISH

I tavoli ad isola in cucina costituiscono una soluzione interessante nell’arredamento d’interni contemporaneo.

L’idea di un tavolo che sia l’estensione del piano di lavoro nasce, inzialmente, per sopperire alla mancanza di spazio e garantire, allo stesso tempo, piena funzionalità in cucina. Oggi i tavoli integrati nell’isola sono un elemento che dona un valore aggiunto, in grado di elaborare forme sempre nuove e diverse, a seconda della metratura disponibile nell’ambiente e della creatività del designer.

Alcune idee per tavoli ad isola: ispirazioni e idee per integrarli

La personalizzazione, nell’ambiente cucina, è la parola d’ordine del tavolo ad isola. Quest’ultima può essere un’estensione del piano di lavoro, e realizzata in legno massello, e avere un piede in ferro battuto che si adatta al taglio minimal della cucina e dona un tocco in stile industriale. In questo caso la funzionalità è assicurata, poiché i pasti sono preparati e consumati nello stesso ambiente.

Per questa soluzione è preferibile disporre di ampie metrature in cucina, per consentire il passaggio di più commensali nell’ambiente. Il fascino di un tavolo a isola è indiscutibile: questo elemento sarà il re indiscusso della cucina e del living, se si tratta di una zona unica.

Ispirazione moderna per i tavoli: ampio spazio alle forme geometriche

Nella progettazione dei tavoli ad isola la creatività regna a 360 gradi: è per questo che le sue forme possono essere non solo quadrate o rettangolari, ma anche rotonde.

La sagoma circolare è indicata negli spazi lunghi e stretti, e in quelle situazioni in cui la cucina si trovi nei luoghi di passaggio, poiché permette di risparmiare centimetri preziosi. Allo stesso tempo i commensali hanno la possibilità di riunirsi a un tavolo e fare colazione, pranzo e cena, o semplicemente leggere qualche pagina di un giornale prima di uscire.

Anche in questo caso l’elemento isola è integrato e contemporaneamente a sé stante, soprattutto se realizzato in un materiale diverso da quello di top e pensili, per distinguersi con armonia.

I monolocali funzionali sono contesti ideali ad accogliere un tavolo a isola, magari in legno massello, dall’aria un po’ vissuta e dalle liste irregolari, che può fungere anche da tavolino living.

Tra interno ed esterno: un grande spazio delimitato da tavolo e isola

Immaginando un’abitazione luminosa, in cui la cucina comunica con un patio esterno per grandi tavolate con gli amici, l’isola è un’estensione del piano di lavoro. In questa concezione la convivialità, tipica di una grande tavola allestita con raffinatezza ed eleganza, comunica con la dimensione interna della cucina, in cui si preparano piatti deliziosi da condividere con i commensali.

Ciò che contraddistingue questo concept sono gli spazi ariosi, luminosi, delimitati da arredi e complementi dai toni chiari, che riportano all’estate e a piacevoli momenti di svago. Non solo, quindi, risparmio di spazio: i tavoli uniti all’ isola della cucina, inseriti in ambienti comunicanti, sono la soluzione contemporanea che funge da raccordo tra dimensione intima, quella della preparazione dei pasti, e quella della condivisione e della riunione attorno a un tavolo, sia esso rettangolare, quadrato o dalle linee circolari.

L’articolo Tavoli e isola in cucina: ispirazioni e idee per integrarli  proviene da easyrelooking.