21 Settembre 2020 / / Blog Arredamento

La scelta di una ditta di traslochi

Se il lavoro fin qui ci è sembrato semplice, è perché la parte più complicata è quella inerente allo smontaggio, trasporto e montaggio dei mobili. Qui dovremo decidere se rivolgerci a dei professionisti esperti, che sanno come effettuare queste operazioni senza fare danni.
Quali sono i criteri con cui dovremmo scegliere una ditta di traslochi a Roma o a Milano, laddove le difficoltà legate agli spostamenti sono maggiori?
Innanzitutto dovremmo scegliere una ditta con esperienza. Sicuramente, tra le cose da trasportare ci saranno mobili ed oggetti più delicati. Personale esperto e qualificato sarà in grado di effettuare il trasloco senza danneggiare nulla delle nostre cose.

Scegliere una ditta disponibile a mandare un dipendente a fare un sopralluogo nella nostra casa per ascoltare le nostre esigenze è indice di professionalità e competenza.

Leggere le recensioni online sulla ditta che abbiamo scelto ci permetterà di valutare l’indice di gradimento dei precedenti clienti.

Con un po’ di programmazione, l’aiuto di qualche amico e l’intervento di professionisti qualificati, potremo effettuare il nostro trasloco senza stress e goderci la nostra nuova casa.

Le difficoltà legate al trasloco

Chi ha provato almeno una volta nella vita l’esperienza di dover traslocare si rende conto di quanto questo possa essere stressante. Impacchettare e trasportare i propri oggetti, i propri mobili ed i vestiti richiede necessariamente un’attenta pianificazione e tanta pazienza.

Se ci dobbiamo trasferire in una grande città poi, gli ostacoli possono essere amplificati dalle difficoltà dovute agli spostamenti, dall’impossibilità di entrare in alcune zone, a trovare il parcheggio adatto per poter sostare il mezzo con cui effettueremo il trasloco senza interrompere la viabilità stradale e senza disturbare eccessivamente i vicini.

Per effettuare un trasloco in una grande città, rivolgersi a dei professionisti è quasi una scelta obbligata.

Come prepararsi al trasloco

Cambiare casa costringe a renderci conto di quanti oggetti accumuliamo nel tempo, oggetti che abbiamo acquistato e raramente utilizzato. Dover traslocare ci pone davanti al primo quesito: cosa vorrò portare con me nella nuova abitazione? Iniziamo a mettere da parte i mobili e gli oggetti che non vogliamo portare con noi.

Molte persone potrebbero essere interessate al loro acquisto. Possiamo venderli sui siti più utilizzati nella nostra zona per gli acquisti di cose di seconda mano. Naturalmente, se desideriamo disfarci di quello che non ci serve più, prima iniziamo e meglio è.

La preparazione degli scatoloni è forse la parte più delicata ed importante in chiave trasloco. Innanzitutto dobbiamo avere chiaro in mente la data esatta del trasloco. Questo ci permetterà di scegliere il momento giusto per iniziare a riempire i nostri scatoloni con calma. Non è consigliabile, comunque, iniziare questo lavoro troppo in anticipo.

Ora non ci resta che riempire i nostri cartoni. Farlo utilizzando il giusto criterio semplificherà di molto il lavoro una volta che saremo giunti nella nuova abitazione. Dovremmo riempirli cercando di mettere nello stesso scatolone le cose che sono presenti in una stanza.

Non riempiamo gli scatoloni all’eccesso, rischiando che si rompano durante il trasporto.

I documenti importanti, dovrebbero essere conservati in una cartellina richiudibile. Così facendo li avremo sempre a portata di mano e non rischieremo di perderli.

21 Settembre 2020 / / Easy Relooking

READ IN ENGLISH

L’amore per il design spesso e volentieri sfocia in uno stile di arredamento a dir poco stravagante: si ha spesso la convinzione che una casa di design debba essere per forza carica di colori, di materiali di pregio e suppellettili da museo. In realtà ci sono stili, soprattutto se applicati alle proprie abitazioni, che si rivelano moderni e al passo con i tempi, senza però rinunciare alla semplicità come lo splendido progetto realizzato dall’Atelier Lígia Casanova per una casa nella località portoghese di Alcácer do Sal.

Una casa arredata con i colori del mare

Lígia Casanova nell’arredare questa casa in terra di Portogallo si è ispirata alle tendenze degli anni 70 quando nelle case a colpire non era tanto la mobilia o le suppellettili, quanto l‘uso del colore. Questo mood è stato rivisitato creando uno stile minimal, dove il superfluo è lasciato fuori dalla porta assieme a ricche decorazioni, per lasciare spazio a pochi ed essenziali pezzi.

Interior design by Atelier Lígia Casanova
Photography by Bruno Barbosa

Dalle foto dell’appartamento noterai due cose: l’uso del turchese come colore predominante e i materiali naturali nelle loro tinte neutre anche nei soprammobili, nella tappezzeria e nei contenitori.
Questa casa arredata con i colori del mare appare come un paesaggio costiero della regione dell’Alentejo cristallizzato, con la sabbia morbida, il mare e la spuma delle onde: sedendoti su quelle sedie in legno o sul dondolo sospeso al soffitto nella zona living, ti sembrerà di stare effettivamente distesa su un lettino. L’effetto relax è incentivato dall’uso del colore turchese, che è praticamente ovunque in questo progetto, persino nelle stoviglie, nelle imposte delle finestre e nelle salviette da bagno.

L’unica eccezione al colore turchese è il bianco con cui sono stati dipinti i soffitti in legno con tanto di travi a vista, così come il vecchio pavimento in legno scuro che è stato sostituito da cemento lucido sempre bianco, coperto da grandi tappeti color canapa.

Un’idea in più per la cucina

Il legno in questa casa arredata con i colori del mare è presente nelle panche adagiate alla parete nella zona da pranzo, nel piano del tavolo e nelle scale, il cui corrimano è però sempre turchese. Gli stessi lampadari fatti da un intreccio ligneo catturano l’attenzione, nella loro forma bombata che si ripete in ogni singolo ambiente, tranne in bagno dove invece c’è un punto luce metallico.

Interior design by Atelier Lígia Casanova
Photography by Bruno Barbosa

La cosa che più ti avrà colpito di questa bellissima e luminosa soluzione abitativa è certamente la cucina, anch’essa rigorosamente turchese: la sua particolarità è che si tratta di una sorta di boiserie, essendo incassata nella parete e nascosta da ingegnose ante scorrevoli. Capirai bene l’utilità di questo modello di cucina che salva dall’imbarazzo di visite inaspettate nel pieno di una preparazione culinaria un po’ disordinata. Se questa tipologia di cucina ti piace particolarmente, prendila in considerazione se la tua casa è piccola e vuoi sfruttare al massimo il tuo open-space, proprio come questo progetto.

La camera da letto e il bagno

Questa casa riprogettata da Lígia Casanova comprende anche una piccola camera da letto dove trovano spazio il letto, due comodini, un mobiletto di legno dipinto di azzurro, proprio come le ante dell’armadio anch’esso incassato nel muro.

Il minimalismo della casa si respira anche nel bagno: guarda le linee pulite ed essenziali del sostegno squadrato dei due piccoli lavabi, con sotto due cesti in materiali naturali con asciugamani azzurri: la doccia è un vetro trasparente che non interrompe la continuità della camera da bagno.

L’articolo Una casa arredata con i colori del mare e con un cucina nascosta proviene da easyrelooking.

19 Settembre 2020 / / Design

Dulux ha scelto il colore dell’anno 2021: si chiama Brave Ground ed assomiglia ad un classico beige. Ecco come abbinarlo nei progetti d’interni.

Brave Ground color of the year 2021

Si chiama Brave Ground e fa parte della palette dei neutri che da un paio d’anni dominano le tendenze in fatto di colori per gli interni. Niente di rivoluzionario, sorprendente ed entusiasmante, ma sicuramente Brave Ground incontrerà il favore del pubblico.

Il motivo è semplice, come spiegano gli esperti di AkzoNobel, leader mondiale nel settore e proprietaria di aziende come Dulux e Sikkens. Il 2020 è stato un anno particolarmente difficile, che ha messo a dura prova sia le collettività che gli individui. L’emergenza legata al virus Covid19 ha inciso profondamente nelle nostre abitudini, ha limitato la nostra libertà e ci ha sottoposti a dosi sempre crescenti di ansia. 

Lampada a sospensione Montreux by Its About RoMi on Lime Lace

La scelta di un colore neutro, luminoso e legato alla terra è stata una conseguenza quasi inevitabile: i trend forecaster hanno scommesso sulla voglia di benessere, sicurezza, direi anche di banalità. Dunque ben venga questa nuance di beige rassicurante e capace di dare agli interni un’aspetto caldo ed accogliente, naturale e rilassante.

Gli abbinamenti di Brave Ground

Gli esperti con cui collabora AkzoNobel, ovvero trend forecaster, specialisti del design, redattori e architetti di tutto il mondo, hanno messo a punto una serie di tavolozze, le Color Futures 2021, per gli abbinamenti con Brave Ground.

Accenti di rossi e rosa sofisticati compongono la palette Expressive, adatta ad ambienti con arredi moderni, motivi grafici e pavimenti in legno chiaro.

Brave Ground color of the year 2021

Timeless invece raggruppa gradazioni calde di ocre e gialli, e fornisce una solida base per qualsiasi tipo di arredamento, tradizionale o moderno, e funziona bene con i materiali naturali.

Brave Ground color of the year 2021

Per il tono su tono ci si può affidare alla palette Trust Colours, con le sue tinte delicate ed eleganti che si sposano bene con i mobili della metà del secolo scorso e con le ricche finiture, come il rame, il marmo e il velluto.

Brave Ground color of the year 2021

Lo spettro dei blu e dei verdi è raccolto sotto il nome di Earth Colours, perfetti con il legno naturale, i mobili di recupero, le ceramiche grezze e le piante d’appartamento.

Brave Ground color of the year 2021
Brave Ground color of the year 2021

Per aiutarvi nelle scelte di arredi e complementi, ho preparato una mood board con alcuni selezionati prodotti.

Shop the look: 1 Poltrona by HoF Living, on House of Flora / 2 Alpaca Throw by Annabel James / 3 Lampada a sospensione Z2 by Nedgis / 4 Cuscino in ciniglia by Yorkshire Fabric Shop / 5 Cementine Memoir by Walls and Floors / 6 Vaso in sabbia by Abode Living / 7 Lampada da tavolo Foscarini on Nedgis / 8 Samona Right Hand Facing Chaise End Sofa by MADE.COM / 9 Pouf in lino on Oka UK / 10 Tappeto in poliestere by Traumteppich.com

Se volete saperne di più sul colore dell’anno Dulux, potete visitare il sito.

Ora aspettiamo cosa ci riserva per il 2021 Pantone, che a giorni dovrebbe annunciare il suo Color of the year. A mio parere l’istituto spiazzerà tutti come al solito, presentando una palette allegra ed ottimista, per guardare al futuro senza chiudersi in se stessi.

18 Settembre 2020 / / Design

mobile lavanderia coprilavatrice integrato

La lavatrice è un elettrodomestico indispensabile all’interno di un contesto abitativo domestico, motivo per cui deve essere sempre individuato un angolo dove collocarla.
L’allestimento di quest’ultimo non deve essere lasciato al caso, ma deve essere fatto in modo accurato, scegliendo idee che possano contenere l’elettrodomestico in modo discreto ed elegante.

Un coprilavatrice su misura è la soluzione ideale per sfruttare al meglio gli spazi, mantenerli ordinati e coniugare stile e funzionalità. Mastro Fiore azienda italiana leader nella produzione di arredo bagno innovativi e di qualità, ideati per risponde alle diverse esigenze dell’abitare moderno, realizza coprilavatrice personalizzati in base alle richieste del cliente.

Una lunga esperienza nella lavorazione nel legno, la passione per il design e la capacità di anticipare i cambiamenti degli stili di arredo sono i punti di forza di Mastro Fiore che propone alla clientela mobili nuovi, progettati per definire lo stile della casa e completarla con elementi esteticamente ricercati, versatili e pratici. Caratteristiche queste ultime che si possono ritrovare nei coprilavatrice Wash.

bagno con mobile coprilavatrice

Wash: coprilavatrice innovativo e personalizzabile

Wash è l’esclusiva collezione di coprilavatrice Mastro Fiore, destinata a rispondere alle esigenze dei contesti abitativi moderni e fornire soluzioni intelligenti e accattivanti per migliorare la fruibilità degli spazi.

La serie si compone di mobili in diversi modelli, personalizzabili nelle dimensioni, finiture e colori e soprattutto ampiamente configurabili, pensati per trovare facile collocazione in qualsiasi ambiente, dalla lavanderia, al bagno o alla cucina. Chi cerca idee nuove e al passo con i tempi per il posizionamento della lavatrice e dell’asciugatrice, la linea di coprilavatrice Wash è perfetta per allestire una zona lavanderia moderna, funzionale e di grande impatto visivo. Modulari, progettati per contenere elettrodomestici di varie misure, i mobili coprilavatrice Wash sono dei veri alleati per ottimizzare gli spazi domestici e renderli accoglienti e confortevoli.

Il punto di forza di questi arredi è data dal design elegante e curato nei dettagli, dalla possibilità di poterli coordinare con altri mobili, come lavabi, cassettiere della stessa linea e creare combinazioni inedite.

Wash si compone di una serie di moduli, a giorno, con anta, contenitori e armadi, che possono essere combinati tra loro e con gli arredi bagno Mastro Fiore e adattarsi a qualsiasi contesto. Il punto di forza della collezione è dato dalla possibilità di poter acquistare un coprilavatrice su misura, in grado di contenere elettrodomestici di qualsiasi dimensione, scegliendo tra finiture effetto legno, spazzolate, laccate, opache e colori che spaziano tra quelli naturali del legno, della pietra, ai pastello e a tonalità forti e decise.

mobile bagno con cassetti e coprilavatrice

Coprilavatrice su misura in legno

I coprilavatrice Mastro Fiore sono realizzati in legno e sono progettati per essere integrati con sistemi di mobilio, come il lavabo del bagno oppure per creare una vera zona lavanderia, con sezioni contenitive dirette a ospitare il bucato, detergenti, asse e ferro da stiro e ogni altro accessorio utile per migliorare le attività domestiche.

Gli arredi Wash rappresentano un vero investimento, per chi desidera organizzare l’ambiente con classe, con elementi piacevoli da ammirare e da vivere. Tra le tante versioni del copilavatrice Wash, ci sono i modelli Closed o Open, il primo è un vero mobile completo di ante, il second è un vano a giorno, che posizionati accanto al lavabo del bagno o anche della cucina, consentono di integrare l’elettrodomestico e allo stesso tempo usare il top del mobile per tenere a portata di mano oggetti e accessori.

Non passa inosservato anche Wash Frame con lavabo integrato Tidy o Box Frame, che sono delle idee originali per avere un bagno moderno e al passo con i tempi, senza rinunciare alla comodità della lavatrice. Naturalmente per chi dispone di lavatrice e asciugatrice, Mastro Fiore produce due armadi Wash Maxxi Open e Closed pensati per contenere entrambi gli elettrodomestici uno sopra l’altro, con il minimo ingombro.

arredo bagno con mobile coprilavatrice

Mobili coprilavatrice artigianali per ambienti di classe

I moduli coprilavatrice Wash possono avere un interno in mdf, conforme alle normative, mentre la parte esterna può essere ricoperta con decorativi melaminici Matrix attraverso un processo di pressatura, come nelle varianti Rock, proposte nei colori Sabbia, Tabacco e Ardesia.

Tinte ideali per chi predilige stile d’arredo contemporanei come quello industrial o scandinavo. I mobili della linea Sherwood si presentano con un interno in truciolare di pioppo italiano e con finiture in quercia ambrata, antica, grigia e nera che conferiscono loro un effetto naturale adatto a ambienti di ispirazione scandinava.

Un risultato che si può ottenere anche le versioni Spazzolato e Alaska, con legni abilmente lavorati per mettere in risalto le loro caratteristiche venature e che sono indicati per essere inseriti in qualsiasi tipo di contesto, assicurando un effetto scenico anticonvenzionale.

Non mancano nel catalogo Mastro Fiore, mobili coprilavatrice con finiture laccate opache o lucide, in varie tonalità di colori, dal classico bianco, al nero e ai colori pastello, quelli effetto pietra, come nel caso della serie Trend e le versioni laminati oro e argento Laminox. Un’ampia gamma di prodotti artigianali, ideati per dare estro agli ambienti e riservare uno spazio alla lavatrice, senza alterare gli equilibri stilistici della stanza.

arredo bagno minimal bianco

immagini di Mastro Fiore

 

L’articolo Coprilavatrice, ma solo su misura proviene da Dettagli Home Decor.

17 Settembre 2020 / / Dettagli Home Decor

ascensore bianco interno casa open space

Gli ascensori interni ed esterni rappresentano uno strumento importante per garantire comfort abitativo agli inquilini e sicurezza in casa alle persone con problemi di disabilità o ridotte capacità motorie.

Ci si chiede quali siano i prezzi degli ascensori esterni e interni perché si ritiene che l’investimento sia molto elevato. In realtà non è così, perché le soluzioni sono diverse e, grazie alle detrazioni, i costi risultano molto più accessibili di quanto si creda. Non bisogna dimenticare infatti che l’installazione degli ascensori in casa e nei condomini rientra tra gli interventi che godono di agevolazioni fiscali, poiché contribuiscono all’abbattimento delle barriere architettoniche. Si può quindi rientrare in larga parte dell’investimento, chiedendo una restituzione in dichiarazione dei redditi.
I modelli di ascensori attualmente disponibili in commercio sono numerosi e rispondono a molteplici esigenze. Ciascun intervento poi, se affidato ad aziende specializzate e con anni di esperienza nel settore, può essere personalizzato in base all’edificio e alle necessità del nucleo familiare.

ascensore esterno con vetrate panoramiche

Ascensore Esterno

L’ascensore esterno è l’opzione più consigliata se si abita in edifici costruiti prima degli anni ‘80 o se non si ha molto spazio interno. In Italia infatti l’obbligo di installare un ascensore in un condominio con più di 3 piani è stato sancito dal D.M. 236/89, quindi tutte le costruzioni antecedenti a quell’anno potrebbero non avere gli spazi giusti per poterlo inserire e, magari essendo edifici storici, sono vincolati a livello di struttura e non si possono modificare.
Nella scelta del modello più idoneo da installare si può scegliere tra ascensore e miniascensore. Nel 1° caso parliamo di un macchinario con portata e velocità maggiori, pensato per trasportare un costante flusso persone e di materiale. Viene quindi scelto in condomini, centri commerciali, uffici ed ospedali. Nel 2° caso invece intendiamo una struttura più ridotta, con portata e velocità minori e che consente di trasportare poche persone.
I costi degli ascensori esterni non si possono stabilire con certezza, perché dipendono dalla tipologia di ascensore, dal tipo di intervento che si deve effettuare sulla struttura e dai dettagli estetici, come l’opzione tra una cabina panoramica o in acciaio.

ascensore rosso interno casa

Ascensori Interni

Gli ascensori interni richiedono un intervento murario importante, anche se ci sono dei modelli che limitano al massimo i cambiamenti interni. Sono obbligatori in tutti i condomini e le case con oltre 3 piani dal 1989 e godono di agevolazioni fiscali con riduzione dell’IVA al 4%. Come per gli ascensori esterni, anche gli interni si dividono in ascensori e miniascensori. Questi ultimi sono preferibili in contesti di abitazione singola, con poco flusso di persone, in modo tale da risparmiare sia sui costi sia sul consumo energetico, considerando che gravano su una sola famiglia.
In merito ai costi totali dell’intervento, anche in questo caso ad incidere sono la scelta della tipologia di cabina e gli allestimenti interni.

Installare un ascensore in casa è certamente un impegno, sia in termini economici sia di gestione, considerando che necessitano di manutenzione ordinaria. Il comfort che ne consegue però e soprattutto la maggiore accessibilità degli spazi, ripaga di tutto lo sforzo: è fondamentale infatti impegnarci per diffondere pratiche di inclusione per consentire alle persone spostamenti sicuri ad ogni altezza!

L’articolo Ascensori interni ed esterni: come vivere meglio in casa! proviene da Dettagli Home Decor.

17 Settembre 2020 / / Charme and More

Etsy Finds of the Week: attesa d’autunno.

 

copia-di-etsy-finds-2

L’autunno sta arrivando: la natura si tinge di colori caldi e avvolgenti, le giornate si accorciano, le temperature scendono e riscopriamo il piacere di trascorrere del tempo nel tepore delle nostre case.

Autunno è sinonimo di tinte che richiamano le sfumature della terra e del foliage (rosso scuro, arancio, giallo e ocra) e di morbidi e avvolgenti tessuti.

Da Etsy ecco di seguito la selezione della settimana; dettagli di stile  per rinnovare il look in vista del cambio stagione e idee d’arredo per dare personalità e atmosfera alla casa.

1.| Morbido vestito  in maglia  fatto a mano da BLUEBLUEUS. Un capo trendy caldo e avvolgente da indossare con le sneakers o con un paio di stivali bianchi per aggiungere al look un twist grintoso. (€ 66,11+)

2.| Mood autunnale: abbandonarsi alle serate da passare sul divano sotto una calda coperta. Questa coperta realizzata da a mano da ScandiMAMA è di lana di pecora al 100% e non è stata trattata chimicamente.  Ecologica e etica. (€ 109,30+)

3.|Calde pantofole in feltro di lana di pecora naturale , fatte a mano da VASlippers.  Perfette per essere indossate sia durante l’inverno che in estate in quanto la lana  aiuta il piede nella naturale regolazione della temperatura. (€ 60,30+)

4.| Il cappotto è il capo spalla per eccellenza da indossare all’arrivo del primo freddo. Questo cappotto vestaglia nei toni della terra in lana e cashmere è realizzato artigianalmente da Metaformose. (€ 379,06)

5.| Candela vegan-friendly in cera di soia naturale al 100%, al profumo di fico è realizzata a mano da EmbersandRoot(€ 6,28 +)

6.| Vaso Ikebana  realizzato in ceramica raku. tecnica di cottura della ceramica giapponese, nata in sintonia con lo spirito zen, in grado di esaltare l’armonia delle piccole cose e la bellezza nella semplicità e naturalezza delle forme.  Realizzato da KateVoronina si adatta a una casa rustica o in stile boho. (€ 154,27)

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest per non perdere i post.

𝐿𝑒𝓉’𝓈 𝓀𝑒𝑒𝓅 𝒾𝓃 𝓉𝑜𝓊𝒸𝒽!

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Etsy Finds of the Week: attesa d’autunno. proviene da Charme and More.

17 Settembre 2020 / / Idee

L’articolo Complementi d’arredo: come scegliere le placche per gli interruttori è stato scritto da Biagio Barraco e si trova su Questioni di Arredamento.

Lo stile di un arredamento non dipende soltanto dai mobili o dalle superfici (pavimenti e pareti), ma anche dai complementi. Costituiti da dettagli che possono sembrare marginali, contribuiscono a rendere armonico l’arredo di un intero ambiente o di tutta la casa. Tra i “dettagli” che possono completare l’allestimento di un determinato ambiente ci sono anche le placche per gli interruttori. Vediamo di seguito di cosa si tratta e come scegliere quelle più adatte alla propria casa.

Cosa sono le placche per interruttori

Gli interruttori e le prese sono i “terminali” principali dell’impianto elettrico, le uniche parti che restano visibili anche dopo il completamento dei lavori di rifinitura. Pur trattandosi di elementi funzionali, devono essere adeguatamente “rifiniti” così da potersi integrare in maniera adeguata con tutti gli altri componenti presenti nel medesimo ambiente. A tale scopo esistono le già citate placchette per interruttori e prese. Si tratta di una cornice rettangolare o quadrata, realizzata in materiale plastico, che viene applicata a incastro alla cassetta di alloggiamento dei dispositivi elettrici. Siccome gli interruttori generalmente sporgono al di sopra della superficie della parete, le placche “risolvono” questo problema grazie ai profili inclinati. Questi permettono di alleggerire il dislivello tra l’interruttore e la parete.

placche per gli interruttori

Oltre alle placche ‘fisse’ ci sono anche quelle modulari: le parti laterali sono fissate ad un doppio binario. Questa caratteristica agevola il processo di installazione in quanto presenta, al contempo, gli attacchi per il modulo dell’interruttore e la rifinitura estetica – costituita dai moduli laterali; è bene che l’elemento funzionale sia congruente con quello decorativo di rifinitura così da evitare discrepanze antiestetiche.

A cosa servono le placche elettriche

Le placche per gli interruttori hanno sia un ruolo estetico che funzionale. Nel primo caso, come accennato, fungono da rifiniture e complementi d’arredo. Esse infatti coprono le parti in plastica in cui sono alloggiati gli interruttori o le prese e coprono eventuali imprecisioni della tinteggiatura degli orli. In sintesi rappresentano una soluzione pratica ed economica per far apparire i lavori di installazione come “ben rifiniti” anche nei minimi dettagli. Inoltre, dal punto di vista pratico, aiutano a proteggere la parte interna degli interruttori, le “cassette” in cui sono collegati i cavi elettrici del circuito di alimentazione delle prese o dei comandi unipolari e bipolari. In tal modo, le operazioni di pulizia e di manutenzione risultano più semplici.

Come scegliere le placche giuste

Una scelta oculata delle placche per gli interruttori e le prese consente di completare l’arredamento di una o più stanze in maniera armonica, valorizzando le scelte d’arredo e di design.

Va considerato, inoltre, che non è necessario avvalersi dei consigli di un esperto per individuare l’articolo che meglio soddisfa le proprie esigenze- Le placchette possono essere scelte, comprate ed installate in completa autonomia, sulla base dei propri gusti.

L’unico parametro da tenere in considerazione è rappresentato dalle misure dell’interruttore o della presa alla quale applicare il dispositivo; per il resto, non serve altro che farsi un’idea della vasta scelta che offre il mercato (soprattutto per quanto riguarda gli effetti estetici e le colorazioni della cornice). Inoltre, le placche sono facilmente reperibili, a poco prezzo, nei tradizionali negozi fisici specializzati in articoli elettrici (o di ferramenta); in alternativa, è possibile sfogliare i cataloghi digitali dei portali di settore, come ad esempio Emmebi Store. Gli shop online consentono all’utente di avere informazioni circa vari prodotti, così da individuare quello le cui caratteristiche si adattano meglio alle proprie esigenze. Il consiglio è quello di orientare la propria scelta verso prodotti di marca, come la placchetta Bticino, così da avere maggiori garanzie circa l’articolo che si acquisterà eventualmente.

L’articolo Complementi d’arredo: come scegliere le placche per gli interruttori è stato scritto da Biagio Barraco e si trova su Questioni di Arredamento.

17 Settembre 2020 / / Idee

Le librerie in cartongesso sono un elemento della casa con cui poter giocare per creare degli spazi contenitivi accattivanti e di design. Infatti, grazie alla versatilità di questo materiale, sono possibili disegni anche molto particolari e con forme curve. L’unico limite della loro progettazione è la propria immaginazione!

librerie in cartongesso

Sono una soluzione ottimale per organizzare, ad esempio, una parete caratterizzata da tanti arredi singoli, come il mobile del televisore, mensole con libri, nicchie chiuse, ecc. Tutti questi elementi generano discontinuità, che si può sistemare realizzando una struttura a tutta parete in cartongesso che li inglobi. 

Come potete vedere nelle immagini, questa soluzione è molto più uniforme, e permette anche di sfruttare appieno tutto lo spazio a disposizione.

Il vantaggio di costruire queste strutture è il costo contenuto. Il cartongesso, infatti, è un materiale piuttosto economico e consente di realizzarle a costi inferiori rispetto al legno.

Caratteristiche principali a cui ispirarsi

Vediamo quali sono le caratteristiche principali a cui ispirarsi per ideare una libreria in cartongesso. 

– Simmetriche o asimmetriche

Potete scegliere se avere una che sia simmetrica secondo un asse verticale. Queste librerie appaiono più composte, equilibrate e in qualche modo più classiche. Viceversa quelle asimmetriche risultano più dinamiche. 

– Regolari o irregolari

Altro elemento da valutare sono i riquadri e le nicchie. Questi possono essere tutti uguali e quindi regolari, come ad esempio tutti vani quadrati o rettangolari; oppure possono essere di diverse forme e dimensioni, rendendo la libreria più scomposta.

– A terra o sospese

Se preferite una struttura che arrivi fino a terra, potete scegliere se avere i ripiani a tutta altezza, oppure se prevedere un basamento che abbia sportelli chiusi.

È anche possibile realizzare una libreria sospesa, staccata qualche decina di centimetri dal pavimento. Oppure può essere collocata nella parte superiore della parete a cui è addossato il divano.

Altre particolarità delle librerie in cartongesso

Per rendere ancora più particolare la propria libreria in cartongesso, si può giocare anche con altri elementi: i materiali, i colori e la luce. 

È possibile aggiungere al cartongesso un secondo materiale, come il vetro o il legno. Il vetro può essere impiegato per realizzare dei ripiani molto leggeri visivamente, sia per la trasparenza che per lo spessore. Il legno può essere utilizzato come rivestimento delle mensole orizzontali o dell’intera nicchia, oppure come materiale di eventuali ante.

– Colori

Il cartongesso può essere tinteggiato con una normale pittura per pareti. Potete scegliere se colorare completamente la libreria, dipingerne soltanto i riquadri interni. Un’altra possibilità è mantenere la libreria bianca, ma dipingere la parete di fondo.

– Illuminazione

Per rendere ancora più d’effetto le librerie in cartongesso, usate la luce. Le nicchie possono essere illuminate con faretti o con strisce LED. I primi genereranno un fascio di luce conico, mentre le strisce permettono un’illuminazione lineare e uniforme.

Se avete bisogno della progettazione su misura per la vostra libreria in cartongesso, consultate il sito https://zeumadesign.com.

Credits:

1) Ernesto Fusco interior designer

2a, 2b) Knauf

3a) Lorenzo Pennati; 3b) Juri Favilli design

4a) Sofía Gómez Fonzo; 4b) Dwell – Amizmiz House

5a) Graf Arquitetura & Interiores; 5b) Ildikó Buzogány

6a) Blue Desert Interiors; 6b) Berzah Dekorasyon

7a) Heju Studio; 7b) Studio Amandine; 7c) Thrifty Decor Chick

8a) Bianchi e Bosoni Architetti Associati; 8b) bdastudio Milano 

16 Settembre 2020 / / Dettagli Home Decor

mobili multifunzionali Ikea

Ikea lancia RÅVAROR la nuova collezione di arredi multifunzionali: mobili flessibili, trasformabili e facili da spostare pensati per adattarsi alle tue esigenze di vita quotidiana.

Puoi vivere comodamente anche in uno spazio piccolo. Progettata con la semplicità, la funzionalità e la flessibilità che contraddistinguono il design scandinavo, la nuova collezione RÅVAROR è facile da spostare, sia nella tua casa attuale che in quella futura.

Secondo Viveca Olsson, Head of Product and Design di  IKEA , “È essenziale disporre di mobili flessibili, trasformabili e facili da spostare per creare una vita quotidiana che funzioni per te“.

RÅVAROR è la nuova collezione Ikea di arredi multifunzionali di alta qualità che ti permetteranno di sentirti a casa negli spazi più piccoli, ovunque tu viva ora e in futuro. Progettata per adattarsi a qualsiasi cambiamento, dandoti la libertà di vivere ovunque, riorganizzarti secondo un capriccio, trasferirti quando vuoi. Qui ogni cosa svolge mille funzioni. Un contenitore su ruote che funge anche da tavolino. Una panca su ruote che può essere anche un ripiano portaoggetti e scorre sotto il tavolo per fare più spazio quando serve. Un vassoio con gambe pieghevoli che ti permette di trasportare mille cose, mangiare a letto o alzare il tuo laptop per creare velocemente un comodo spazio di lavoro.

RÅVAROR è una parola svedese che significa “prodotto fresco” ed è ciò che identifica i materiali di alta qualità che caratterizzano l’intera collezione: legno, acciaio, denim e lana. Quindi, quando ti trasferisci, puoi portare con te tutta la tua casa, poiché gli arredi sono costruiti per durare nel tempo e per adattarsi anche alla tua prossima casa.

guardaroba con rotelle in acciaio

Il guardaroba con rotelle, dotato di binari per le grucce, ti permette di organizzare e trovare facilmente tutti i tuoi vestiti e ti offre tanto spazio extra per impilare dei contenitori con all’interno i tuoi capi piegati, i piccoli oggetti e gli accessori. Grazie alla struttura in acciaio stabile e resistente, questo stand appendiabiti diventa un pratico carrello per trasportare ogni cosa quando traslochi.

minicucina Ikea

La tua minicucina si fa in due, trasformandosi in una toeletta dove iniziare e concludere la tua giornata. Durante il giorno è il posto dove prepari pranzi e cene, lavi i piatti e hai tutto a portata di mano, in contenitori intelligenti: dagli utensili da cucina al sapone, dalle erbe aromatiche alle soluzioni per la raccolta differenziata. Solo quello che ti serve, senza sprecare spazio.

tavolo da pranzo per lavorare

C’è spazio per mangiare e lavorare sul tavolo da pranzo in legno. Utilizza il vassoio per servire in tavola o per trasportare tutto l’occorrente per il tuo lavoro, inoltre, è dotato di gambe che ti permettono di sollevare il computer portatile e creare una postazione dove lavorare in piedi.

divano letto Ikea

Riposo e relax in un unico arredo che funge sia da divano per socializzare e sia da letto su cui dormire. La resistente copertura in denim resiste all’usura e il suo aspetto migliora nel tempo. La borsa in denim abbinata può essere utilizzata per riporre la biancheria da letto durante il giorno oppure come cuscino aggiuntivo.

divano letto aperto

Il letto, una volta aperto, non ha nulla da invidiare ai letti tradizionali e ti garantirà il massimo comfort.

L’articolo La nuova collezione Ikea di arredi multifunzionali che si adatta a qualsiasi cambiamento proviene da Dettagli Home Decor.

15 Settembre 2020 / / Charme and More