Non Ditelo all’Architetto






 
 
 

Sukhi: tappeti artigianali di design

Pubblicato da blog ospite in Decor, Non Ditelo all'Architetto

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

Qualche tempo fa ho conosciuto una meravigliosa azienda di tappeti fatti a mano, che mi ha appassionato e affascinato, non solo per lo splendore dei suoi prodotti, tappeti artigianali realizzati completamente a mano frutto di antichi saperi ma dall’aspetto contemporaneo e perfetto per la casa moderna, decorata, fresca e creativa, ma anche per l’impegno sociale in cui questa azienda è impegnata in modo serio e tangibile.

Sto parlando di Sukhi, un’azienda che permette di acquistare tappeti fatti a mano direttamente dal produttore, cosa che ci dà la possibilità di avere il prodotto a prezzi più convenienti, inoltre i tappeti possono essere personalizzati al massimo, nel deign e nelle dimensioni,  trattandosi di manufatti. In fine, cosa fondamentale per questa azienda, permettere, con la realizzazione artigianale dei tappeti, di dare un lavoro con un buon stipendio e condizioni di vita ottime ad artigiani di tutto il mondo.

tappeti artigianali

Sukhi in nepalese vuol dire felice e sono assolutamente  d’accordo con il concetto che un bel complemento d’arredo e l’amore e la cura per la propria casa contribuiscano alla felicità dell’uomo.

Sukhi unisce due caratteristiche per me fondamentali: la VERA artigianalità e il design; i tappeti che ci propone quest’azienda sono davvero bellissimi, creativi e con una grandissima forza decorativa.

Perfetti per arredare ogni stanza della casa, lasciando un segno non indifferente di fascino e caratterizzazione.

I tappeti Beni Ourain del Marocco sono probabilmente i tappeti più comodi che si possano immaginare, sono costituiti da lana di pecora 100% e sono al 100% non tinti, perfetti per la camera dei bambini.

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

I tappeti nepalesi sono coloratissimi e originalissimi, speciali quelli realizzati con migliaia di palline di feltro fatte a mano ideali per dare carattere e rendere speciale un angolo della casa.

tappeti artigianalitappeti artigianali

tappeti artiianalitappeti artigianali

I tappeti patchwork della Turchia sono pensati per essere divertenti e colorati. Questi tappeti fatti a mano sono realizzati con pezzi di tappeti diversi cuciti insieme. Il risultato finale è un’opera d’arte veramente unica nel suo genere che potrà arricchire e valorizzare la zona giorno come quella notte.

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

Un tappeto è un arredo davvero speciale e insostituibile, che in un attimo può cambiare volto all’arredamento della casa, valorizzare dei mobili anonimi, migliorare un pavimento che non ci piace, donare eleganza, fascino, carattere e accoglienza ad ogni ambiente.

Sia che voi amiate i tappeti, sia che non li abbiate mai presi troppo in considerazione, una volta visti quelli di Sukhi non potrete più farne a meno!

L’articolo Sukhi: tappeti artigianali di design proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Arredi in pallet di design per uno studio di doppiaggio

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Non Ditelo all'Architetto

   arredi in palletarredi in palletarredi in pallet

Un’importante società romana di doppiaggio sta cambiando sede e si stabilirà in un elegante stabile del centro, in affitto, dunque non possono essere fatti grandi lavori di ristrutturazione.
E’ il mese di luglio dell’anno scorso (eh si ce la siamo presa un po’ comoda nello scrivere l’articolo!!) e il relooking dev’essere rapido e di successo, l’interesse del committente si rivolge subito verso gli arredi in pallet per realizzare una sede moderne, accattivanti, di design ma anticonvenzionale, creativa e anche con un budget contenuto.
Grazie alla nostra collaborazione con Arredopallet riusciamo in poco tempo a fare un progetto e a scegliere i pezzi che andranno ad arredare questo ufficio, che sarà la sede della società di doppiaggio e che è importante abbia anche la giusta immagine per presentarsi, creativa, fresca e stimolante.
Dopo i sopralluoghi, la visita ai magazzini di Arredopallt per scegliere i mobili e il giusto colore di finitura, tutto e pronto, in brevissimo tempo per essere montato ed allestito.
Un intervento rapido e riuscitissimo, degli arredi bellissimi e di design; in questo caso non pensate al divanetto realizzato in pallet che anche chi è bravo con il bricolage potrebbe realizzare (ne abbiamo parlato in diversi articoli), ma a dei mobili artigianali di altissima qualità,completamente realizzati con legno di recupero dei pallet, trasformati e riadattati in modo magico, elegante e stupefacente, grazie all’impeccabile lavoro di Arredopallet.

arredi in palletarredi in palletarredi in palletarredi in palletarredi in pallet
Questo è stato uno dei casi in cui ci siamo sentite un po’ Wolf, ricordate il tipo di pulp fiction? Quello che risolveva i problemi?!
Un incontro fugace al centro di Roma, un sopralluogo rapido ma accurato, un’intensa contrattazione, accordi, pianificazione, con ArredoPallet e la nostra missione impossibile si è compiuta sotto il sole cocente della Roma estiva!

arredi in pallet

L’articolo Arredi in pallet di design per uno studio di doppiaggio proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Arredare con i tessuti

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

rinnovare con i tessuti

Il relooking della testata del letto di questa camera di una guest house di cui ci siamo occupate recentemente è stato realizzato ridipingendo la vecchia testa in legno con un effetto foglia d’argento e applicandovi un elemnto imbottito rivestito con un tessuto in abbinamento a cucscini e coperte. L’elemento è sfoderabile e lavabile.Arredare con i tessuti

Bellissimo tessuto con stampa tribale multicolore disponibile QUI a 11.50€

Arredare con i tessuti

Anche per le sedie possiamo confezionare un bel vestitinoArredare con i tessuti

Doniamo brio e creatività ad un mobile classico grazie ad applicazioni in tessuto

Arredare con i tessuti

QUI trovate 20 pezzi di tessuto stampato autoadesivo in cotone perfetto per i vostri DIY

Le sedie si rinnovano e diventano super creative basta cambiare il tessuto della seduta

Arredare con i tessuti

Testata tessile ed un’esplosione di colori.

  

I vecchi mobili possono essere facilemnte rinnovati con una mano di colore e dei bei tessuti

Abbiamo spesso parlato di carta e vernici per recuperare e trasformare i vecchi mobili in nuovi arredi o per crearne e decorarne in modo creativo, ma non dimentichiamo che esiste anche la stoffa. In passato era proprio questo il materiale preferito dalle nostre mamme e nonne per rinnovare i mobili, soprattutto le sedute ed i rivestimenti di poltroncine divanetti e testate del letto; possiamo imparare da loro ed usare tutta la nostra creatività per utilizzare i tessuti anche in altre maniere.

Grazie ai tessuti potremo rinnovare i vecchi arredi secondo i nostri gusti e così anche un vecchio sofà potrà diventare ultramoderno e contemporaneo se scegliamo la stoffa giusta, o adatto alla cameretta dei bambini.

 

Arredare con i tessuti

Per gli amanti dello shabby

Arredare con i tessuti Arredare con i tessuti

Bellissime le vecchie e solide sedie alle quali sarà sufficiente rifare il rivestimento e imbottitura per avere dei pezzi originali e di grande arredoArredare con i tessuti

Per rinnovare il rivestimento di una sedia può esserci utile un cartamodelloArredare con i tessuti

Stile nordico

Arredare con i tessuti

Un bel puf grande e comodo!

Arredare con i tessuti

Una vecchia panchina è stata rinnovata da noi per essere utilizzata nella cameretta di un bimbo, con l’aggiunta di un grazioso cuscino con stampa di macchinine.  Arredare con i tessuti

Sgabello creativo

Per ringraziare le mamme e le nonne che ci hanno insegnato con amore tante cose, nel giorno della festa della mamma, potremmo confezionare un bel regalo utilizzando proprio i tessuti, certo forse non saremo bravi come loro con ferri, maglia, forbci e macchine da cucire, ma potremo di certo realizzare in poco tempo un dolce regalo.

arredare con i tessuti

Bellissimo il tappeto realizzato con tessuti di scarto.o che potete realizzare seguendo il tutorial

arredare con i tessuti

Tenero scaldami da realizzare seguendo il tutorial

arredare con i tessuti

Cuori di stoffa

arredare con i tessuti

Bracciale realizzato con plastica riciclata e tessuto

Un portaocchiali realizzato tramite il recupero delle vecchie camicie o un cestino portalovoro possono essere due graziosi regali per la festa della mamma

arredare con i tessuti

Cuscino con riso o noccioli di ciliegia per scaldarsi in inverno

arredare con i tessuti

Segnalibro

Per arredare la casa con i tessuti possiamo usare la fantasia e non limitarci a rinnovare il rivestimento degli imbottiti. Possiamo ad esempio rinnovare mobili e complementi come comò, librerie, tavolini ecc. utilizzando le stoffe come utilizzeremmo una carta adesiva, per rivestire il fondo della libreria o gli sportelli di un armadio, ma in realtà qualsiasi cosa ci venga in mente, persino una mensola.

Un colore sgargiante per l’esterno e un bel tessuto per l’interno e l’armadio è rinnovato!

Un semplice armadio diventa speciale e double faces con un rivestimento di tessuto.

Armadio di design con patchwork e rotelle

Bellissime fantasie floreali

Le cassettiere si rinnovano con gli scampoli di tessuti

 

Anche su internet potete acquistare scampoli di tessuto utili per le vostre creazioni. QUI trovate tanti abbinamenti di tessuti per tutti i gusti dallo stile navy a quello shabby

arredare con i tessuti

Effetti sorpresa grazie ai tessuti che rivestono l’interno degli armadi.

Per rinnovare i vecchi arredi, prima di tutto, dovremo scegliere il metodo giusto per attaccare il tessuto che potrà essere inchiodato, incollato o attaccato con scotch biadesivo, pulendo sempre prima bene la parte dove andrà attaccata la stoffa e poi, eventualmente, passare una mano di vernice trasparente di finitura per proteggere il tessuto dalla polvere, Questa tecnica farà perdere l’aspetto caratteristico morbido del tessuto quindi, se decidiamo di lasciarlo al naturale, possiamo farlo stando attenti a prestare un po’ più di attenzione alla pulizia. Grazie all’arte della tappezzeria potremo realizzare anche arredi molto graziosi ed utili come la testata di un letto o trasformare un semplice tavolino di Ikea in un bel pouf comodo e d’arredo per il salotto.

Arredare con i tessutiUn tavolino lack, un pò di gomma piuma, un bel tessuto e l’elegante pouf è fatto. Seguite il Tutorial

Arredare con i tessuti

Possiamo anche realizzare o rifoderare un classico pouf con il tessuto che preferiamo
Arredare con i tessuti

Con gli avanzi di tessuti che abbiamo conservato possiamo realizzare una bella testata creativa composta da riquadri variegati.

Arredare con i tessuti 

Una testata del letto può essere realizzata con una tavola rivestita con gomma piuma e tessuto o tanti riquadri con tessuti diversi che possono rivestire anche l’intera parete.Arredare con i tessuti

Seguite il tutorial per realizzare una bellissima testata capitonnèArredare con i tessuti

Sfumatere di coloreArredare con i tessuti

Fantasia florealeArredare con i tessuti

Mix&match

Arredare con i tessuti

Una bella testata rivestita con i tessuti giusti può cambiare le sorti dell’intera camera da letto!

Con gli scampoli di tessuto possiamo anche realizzare dei quadri decorativi, per arredare in modo creativo e con poco prezzo le pareti, che spesso restano spoglie, in attesa del quadro giusto, che in alcuni casi non arriverà mai.

La creatività, sapere abbinare i colori, scegliere la fantasia giusta, a volte sono doti molto importanti che ci permetteranno di decorare le pareti anche senza grandi opere d’arte attaccate al muro.

Quadri di tesuto di diverse forme e dimensioni

I telai diventano quadri

Quadri di stoffa di Marisa Daly studio

 

Piccoli o grandi, bellissimi nel colore del cielo e del mare

Quadro arlecchino

Un modo semplice e veloce per riempire con gusto una parete spoglia

Quadri tessili su tela…

…o incorniciati

composizioni a parete incorniciate o nude

arredare con i tessuti

Se volete realizzare un quadro con fiori di feltro seguite il tutorial

Possiamo acquistare scampoli di tessuto o stoffe a buon prezzo sia on line che in numerosi outlet, ma possiamo anche recuperare e trasformare tessuti dismessi come i jeans o i vecchi calzini.

Con il jeans, materiale molto resistente e dall’aspetto caratteristico, potremo realizzare davvero tantissime cose, molto affascinati e di design, dai cuscini alle tovagliette per il pranzo.

Ceste e cestini si possono realizzare con i vecchi jeans

Diari e portapenne per i propri hobies

 

Accessori per la cucina

 

Cuscini per tutti i gusti. In alto a sinistra basic, di seguito caratterizzato dalle tasche. In basso a destra con tasca porta telecomando ed infine sfumati disponibili QUI

Paralume

arredare con i tessuti

Bottigliette di vetro e scampoli di jeans sono sufficienti per realizzare dei vasi di design

arredare con i tessuti

Dei semplici sgabelli, come potrebbero essere anche i frosta di Ikea, possono diventari degli originali complementi d’arredo grazie ad avanzi di jeans

arredare con i tessuti

tasca porta telecomandi

arredare con i tessuti

A sinistra un grande e comodo pouf jeans fai da te. a destra un pouf contenitori rivestito con tessuto jeans che potete trovare QUI

arredare con i tessuti

la vecchia poltrona del nonno si rinnova con il jeans!

Con i vecchi calzini potremo creare lampade e rivestimenti per barattoli portapenne, portacandele e vasetti, che anche in questo caso si potrebbero rivelare dei graziosi regalini per la festa della mamma; in questo caso il lavoro sarà davvero semplice e non occorrerà alcuna dote sartoriale…anche i più imbranati potranno riciclare e realizzare complementi d’arredo con i tessuti!

Anche il designer Jay Watson ha realizzato delle lampade pendenti di design utilizzando dei calzini riciclati, trattandoli con eco-resina derivata dai girasoli e inserendovi luci a LED per un risultato super ecologico.

Recuprare i vecchi arredi con i tessuti potrà essere un piacevole passatempo che ci permetterà anche di risparmiare denaro per arredare in modo creativo ed originale la nostra casa.

Arredare con i tessuti

Rivestiamo i vecchi vasi…con i calzini!Arredare con i tessuti

Vecchi calzini, nuove spilleArredare con i tessuti

Portacandele con calzino!Arredare con i tessuti

le lampade di design del designer Jay WatsonArredare con i tessuti

Un allegro serpentelloArredare con i tessuti

Barattoli portapenne, portaposate, portatutto!Arredare con i tessuti

Dolce orsetto

L’articolo Arredare con i tessuti proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Come illuminare una casa arredata in stile moderno

Pubblicato da blog ospite in Design, Non Ditelo all'Architetto

lampade moderne

lampade moderne

lampade modernelampade moderne lampade modernelampade moderne

 

Come scegliere i lampadari moderni

Quando si vive in una casa arredata in stile moderno la scelta dei lampadari è fondamentale. Questo accessorio, infatti, permette di sottolineare le caratteristiche della stanza e di fungere da vero e proprio complemento d’arredo. I lampadari moderni possono essere di vario tipo, pendenti, fissi al soffitto, a bracci orientabili o a corpo centrale unico, per farsi un’idea di quanti modelli siano disponibili basta navigare sul web, all’interno del sito http://www.illuminazioneshop.com dove sono presenti centinia di modelli da acquistare online.

I materiali che solitamente caratterizzano i lampadari moderni sono il vetro, leghe metalliche (cromate o meno) o materiali plastici. Anche la scelta delle lampadine è varia: oggi quasi tutti i lampadari fanno uso di LED, che permettono di selezionare diverse colorazioni e garantiscono una luce sempre perfetta e viva, ma con consumi molto contenuti.

La scelta del lampadario va effettuata anche tenendo conto delle dimensioni della stanza in cui si inserisce, del tipo di camera (sia essa una zona giorno o notte) e, soprattutto dello stile dell’arredo. Se, infatti, ci si trova in presenza di una stanza in stile minimalista diventa fondamentale puntare su un lampadario essenziale, in grado di completare in maniera elegante l’arredamento dell’ambiente.

lampade modernelampade modernelampade moderne

lampade modernelampade modernelampade moderne

Scegliere lampade da tavolo per un ambiente in stile moderno

Le lampade da tavolo sono una soluzione perfetta per un gran numero di stanze, sia di ambienti notturni che diurni. Possono essere caratterizzate da design differenti. Se si cerca un elemento esclusivamente arredante, infatti, si potrà optare per lampade creative e colorate, in grado di catalizzare tutta l’attenzione degli ospiti anche da spente.

Viceversa, se la lampada da tavolo deve essere usata soprattutto per creare l’illuminazione giusta durante la sera, va selezionata tra modelli in grado di garantire una luce più o meno forte a seconda delle esigenze e delle necessità. Per questo motivo, oltre alla tipologia della lampada è necessario valutare anche la potenza e la tipologia della lampadina, che può essere a luce calda o fredda, a LED, alogena o di altro tipo.

La praticità di una lampada da tavolo è sicuramente data dal fatto che essa può essere spostata facilmente. Tuttavia, nella maggior parte dei casi essa viene lasciata sempre in una posizione fissa, dove potrà svolgere la doppia funzione di elemento d’arredo e fonte luminosa. I materiali che caratterizzano la lampada da tavolo possono essere molto differenti: si potranno quindi selezionare modelli in vetro e acciaio, in materiali plastici, in carta o tessuto e molto altro ancora.

lampade modernelampade modernelampade moderne

lampade modernelampade modernelampade moderne

Lampade da terra: illuminazione e arredo

Le lampade da terra, più di quelle da tavolo, rappresentano non solo dei punti luce di fondamentale importanza, ma soprattutto elementi d’arredo in grado di caratterizzare lo stile di una stanza. Le lampade da terra moderne sono solitamente caratterizzate da forme e materiali sempre nuovi e differenti. Esse permettono di coniugare, in un unico elemento, una fonte di luce e un complemento d’arredo dall’estetica e design che tali da rendere la lampada il centro attrattore della stanza.

Le piantane per gli ambienti moderni presentano spesso forme particolari, dal design essenziale e minimal e in grado di fornire diversi livelli di luminosità grazie alla presenza di dimmer. Molti modelli di lampade da terra sono vere e proprie strutture decorative progettate e realizzate per arricchire l’ambiente anche quando sono spente.

A seconda dell’utilizzo che si vuole fare delle lampade da terra si potranno scegliere modelli a bracci regolabili o fissi. Uno dei punti di forza delle moderne lampade da terra, infine, è dato dal tipo di lampadine utilizzate, spesso LED, che garantiscono non solo un’elevata luminosità, ma anche un basso consumo, permettendo di coniugare design, economia e rispetto per l’ambiente.

lampade moderne

lampade modernelampade moderne

lampade modernelampade modernelampade moderne

Acquistare plafoniere moderne per un’illuminazione centrale

Illuminare un appartamento moderno con lampade centrali o plafoniere da parete o da soffitto permette di avere un’illuminazione omogenea e ben distribuita in tutta la stanza. Quando si parla di plafoniere moderne si devono sempre considerare lampade che possono essere caratterizzate da materiali, forme e colori diversi, in grado di illuminare ma anche di decorare con gusto le pareti o il soffitto, a seconda del modello.

I modelli di design sono inoltre caratterizzati da forme sempre nuove e originali e possono essere realizzati in uno stile ricco o essenziale a seconda della tipologia di plafoniera e, naturalmente, dell’arredo in cui si inseriscono. Colori e stile della plafoniera, infatti, dovrebbero essere scelti in modo da rappresentare un continuum con l’arredamento, sia quando la luce è spenta che quando è accesa.

Anche il modello a plafoniera può, duqnue, essere interpretato in modo moderno e spesso assume l’aspetto di una versa scultura da parete.

lampade moderne
plafoniera in gesso di Belfiore

lampade modernelampade modernelampade modernelampade modernelampade moderne

Scegliere faretti da incasso per cartongesso

Un’altra soluzione di grande effetto, in grado di assicurare un’elevata illuminazione agli ambienti è quella data dai faretti da incasso, perfetti per controfittature in cartongesso o in altre tipologie di controsoffitti. I faretti permettono di realizzare linee luminose, ma anche vere e proprie fantasie di luci di colori e posizioni differenti a seconda del tipo di controsoffittatura.

Con strutture tonde, quadrate o di altre forme geometriche, i faretti da incasso moderni sono soprattutto a LED: questa fonte luminosa, infatti, permette di realizzare soluzioni sempre diverse e con elevata capacità di illuminazione.

lampade modernelampade modernelampade modernelampade moderne

Studiate con attenzione l’illuminazione della vostra casa, pensando anche a diversi tipi di illuminazione per uno stesso ambiente, a seconda delle attività che vi andrete a svolgere.

I corpi illuminanti sono essenziali per realizzare un bell’arredamento e donarsi una buona qualità della vita indoor. Buon divertimento!

L’articolo Come illuminare una casa arredata in stile moderno proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Ance: intervenire presto contro paralisi Paese

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

materiali per allestimento cantiere

Arriva dall’Ance, l’associazione nazionale dei costruttori edili, un allarme che apre gli occhi sulla situazione dei cantieri italiani. Rischio fallimento, perché tutto è fermo da troppo tempo.

Le parole dei costruttori

Il 2017 per l’edilizia italiana rappresenta il decimo anno di una crisi che sembra non voler passare mai. A generare questa difficoltà costante sono fattori diversi: dalla congiuntura economica internazionale negativa, che solo oggi sembra riprendersi, ai mancati pagamenti da parte della clientela, a partire dalla Pubblica Amministrazione. “Bene fa il Ministro Delrio a richiamare il problema dei ritardati pagamenti delle amministrazioni pubbliche nei confronti delle imprese di costruzioni. Ma si tratta solo della punta dell’iceberg”, sottolinea il presidente dell’Ance, Gabriele Buia. “Il 2017 è stato il decimo anno di crisi per il settore delle costruzioni che ha perso oltre 600 mila posti di lavoro. Nonostante un cospicuo aumento di risorse messe a disposizione dagli ultimi due Governi il comparto non solo è fermo, ma continua ad arretrare”, prosegue Buia.

materiali per allestimento cantiere

Priorità intervenire sulla cause

Nel mese di aprile i costruttori hanno lanciato una campagna finalizzata proprio a sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi. Per l’Ance il sistema è andato in tilt a causa di “una burocrazia asfissiante che blocca tutto invece di decidere, di procedure incomprensibili anche per le stesse amministrazioni che le devono applicare e di un Codice appalti che ha completamente fallito l’obiettivo di rendere più efficiente e trasparente il settore, creando tante e tali ulteriori disfunzioni da dover essere ripensato al più presto”.

Ripartire dai cantieri

La strada per la ripresa passa per i cantieri. Nell’epoca dell’Industria 4.0, tra l’altro, nonostante le difficoltà anche il comparto dell’edilizia ha imparato a innovarsi e rinnovarsi. lo ha fatto investendo in tecnologie e nuovi strumenti ma anche in nuove modalità di acquisto. Oggi, infatti, è possibile comprare le migliori attrezzature edili direttamente on line, grazie al portale Giffi Market, con un semplice click, infatti, si finalizza l’acquisto di una betoniera Polieri e tanto altro. I cantieri, quindi, devono diventare segnale di una rinascita. “Aprire i cantieri per fare manutenzioni, mettere in sicurezza il territorio, avviare e completare opere strategiche è di vitale importanza per il sistema paese”, aggiunge il Presidente dei costruttori Buia, “deve diventare un priorità assoluta ed è per questo che tutto il sistema Ance sta avviando una massiccia campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica per far sì che il Parlamento e il prossimo Governo si occupino al più presto di questa emergenza nazionale”.

materiali per allestimento cantieremateriali per allestimento cantiere

Sbloccacantieri

La campagna passa ancora una volta per il web. Da poco, infatti, è on line il sito http://www.sbloccacantieri.it, “una grande operazione di trasparenza e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e dei decisori nazionali – scrive l’Ance –  alla quale potrai partecipare anche tu inviandoci le tue segnalazioni a info@sbloccacantieri.it”. Lo scopo è quello di effettuare un censimento delle opere che si fermano o non riescono a partire. Il sito riporta su una cartina dell’Italia le singole Regioni, con l’indicazione dei cantieri sospesi. Nel Lazio, solo per fare un esempio, “12 lotti di lavori di manutenzione ordinaria delle strade del Comune di Roma per 78 milioni di euro (appaltati un anno fa) che non riescono ad essere aggiudicati per le difficoltà di trovare commissari disponibili a fare parte delle commissioni di gara, per gli effetti prodotti dalle nuove procedure introdotte dal Codice degli appalti e dal sistema di responsabilità (contabile, amministrativa, penale …) vigente” e la gara avviata 3 anni fa per il primo stralcio della riqualificazione del Mausoleo di Augusto e di Piazza Augusto imperatore a Roma, che “non risulta ancora aggiudicata per l’incapacità e i ripensamenti della Commissione di gara”.

materiali per allestimento cantiere

materiali per allestimento cantiere

L’articolo Ance: intervenire presto contro paralisi Paese proviene da Architettura e design a Roma.


 
 

Fasi e costi per la progettazione di un giardino

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

costi per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardino

costi per la progettazione di un giardino

costi per la progettazione di un giardino

Finalmente è esplosa la primavera e pare sia già arrivata l’estate e così, anche a chi fino ad ora non ci aveva ancora pensato, è venuta voglia di prendersi cura di terrazzi e giardini.

Se anche per il terrazzo ci vuole un’attenta progettazione del verde, magari sostenuta da un professionista del mestiere, ancora di più questa è necessaria per un giardino.

Progettare attentamente gli spazi e le essenze che andranno a creare il nostro giardino è fondamentale per far si che sia sempre rigoglioso, di facile manutenzione, colorato tutto l’anno.

costi per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardino

Dovremo scegliere insieme alle ditte di giardinaggio le piante adatte al clima in cui ci troviamo, che abbiano diverse fioriture nelle varie stagioni dell’anno in modo da avere il nostro giardino fiorito e profumato il più a lungo possibile.

Dovremo studiare con il giardiniere la giusta esposizione delle piante e il sistema di irrigazione; più sarà preciso il nostro lavoro all’inizio, più sarà semplice occuparci del giardino in seguito.

È difficile calcolare la spesa che si dovrà affrontare per la corretta progettazione del giardino, poiché essa dipende dalla dimensione del giardino e dal tipo di interventi e di piante che desideriamo utilizzare; ci sono anche ditte di giardinaggio che effettuano gratuitamente la progettazione del verde per i loro clienti.

costi per la progettazione di un giardino

costi per la progettazione di un giardino

costi per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardino

Una corretta progettazione del verde si divide in 4 fasi:

  • studio preliminare;
  • bozza del progetto;
  • simulazione fotografica;
  • progetto definitivo.

Lo studio preliminare, come abbiamo detto, prevede l’analisi dell’area climatica in cui si vuole intervenire. In Italia esistono ben 7 zone climatiche, ognuna con temperature e caratteristiche diverse che influenzano la vegetazione che potrà crescere nel nostro giardino. Per quanto riguarda il terreno, ne esistono principalmente due con diverse proprietà: quello argilloso mantiene bene l’acqua, mentre quello sabbioso ne richiede di più.

La bozza del progetto: Una volta studiato il terreno e l’area del progetto, il giardiniere si confronterà con il committente per conoscere i gusti personali e le esigenze, ad esempio se si ha poco tempo per la manutenzione del giardino verranno selezionate piante che non richiedono una cura eccessiva. Successivamente verrà presentata una bozza del progetto nella quale saranno indicate le principali zone: quella di ombra, di sole e le zone di arredo.

La simulazione fotografica: si tratta di un servizio che non tutti i professionisti forniscono ma che può risultare molto utile per avere un’idea più precisa di quello che sarà il giardino. Attraverso varie tecniche, viene ricreato un modello del giardino combinando la fotografia dell’area con elementi in 3D che riproducono la bozza del progetto.

Progetto definitivo: Una volta ricevuta l’approvazione, il professionista procederà alla redazione del progetto definitivo, che includerà anche gli impianti idraulici, i materiali e tutto quello che sarà necessario per la sua realizzazione.

costi per la progettazione di un giardino

costi per la progettazione di un giardino

costi per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardino

Anche se è con la bella stagione che ci viene voglia di avere un giardino da favola questo va progettato con largo anticipo e dunque, è arrivato il momento di progettare il vostro verde per l’anno prossimo.

I giardini iniziano a vivere in primavera: le foglie degli alberi tornano ad essere verdi e sbocciano i fiori. Per far sì che questo avvenga bisogna iniziare a progettare il giardino in tempo per la primavera. L’autunno è un buon momento per iniziare i progetti dei giardini e lasciare tutto il tempo alle piante di maturare… mi sembra che con i tempi ci siamo, ma chi ha tempo non aspetti tempo!

costi per la progettazione di un giardino

costi per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardinocosti per la progettazione di un giardino

L’articolo Fasi e costi per la progettazione di un giardino proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Il fascino delle piscine naturali

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

Piscine naturaliPiscine naturaliPiscine naturaliPiscine naturaliPiscine naturali

Il giardino o gli spazi verdi costituiscono dei luoghi in cui rilassarsi e trascorrere dei momenti di divertimento con le persone care. Coloro che hanno la fortuna di avere una casa dotata di tali aree esterne cercano di arredarle nella maniera più elegante e funzionale. L’acqua costituisce un elemento naturale che si inserisce perfettamente all’interno di questi contesti proprio perchè ha come finalità quella di arredare gli ambienti e di renderli maggiormente attraenti dal punto di vista estetico.

Oltre all’indubbio scopo arredativo, che viene rispettato in toto, l’acqua, convogliata attraverso piscine e fontane, attribuisce un tocco in più ai giardini di tutti i tipi. Le dimensioni della piscina devono essere individuate in base alla misura dello spazio verde in cui viene collocata in maniera da uniformarsi anche al resto dell’arredamento. Nonostante si tratti di un accessorio di enorme rilevanza, deve potere essere inserito nell’ambiente considerato con una certa discrezione, adottando anche forme e modelli più vicini alle atmosfere della natura.
Quando si parla di piscina, viene quasi automatico immaginare una vasca rettangolare di colore azzurro, simile a quelle dedicate alle gare sportive. In realtà, con il cambio delle tendenze e il desiderio di personalizzare maggiormente questo specchio d’acqua in base ai gusti degli utilizzatori finali, la piscina si trasforma e cambia aspetto.

Le piscine naturali

Per piscine naturali si intendono quelle piscine disegnate con ispirazione tratta dalla realtà, prendendo spunto da laghi di montagna, cascate e scorci suggestivi. Il fondo, in particolare, lascia l’antiestetico colore azzurro chiaro, per adottare delle tonalità più armoniose, anche per adattarsi a quanto stabilito da molte ordinanze comunali. Infatti, alcune amministrazioni pubbliche, per tutelare il decoro delle loro città, in particolare quelle costruite in pietra o tufo, hanno obbligato i costruttori a realizzare esclusivamente piscine con fondali di colore che possa amalgamarsi perfettamente a quello dell’abitato.

In base a queste ordinanze, l’azzurro acceso tipico delle piscine olimpioniche viene sostituito con i colori della terra, più delicati e perfetti anche da abbinare. Con riferimento inoltre ai modelli, ricreare un angolo di paradiso, sfruttando le piante e gli spazi verdi si dimostra il metodo migliore per valorizzare il proprio giardino e renderlo diverso da tutti gli altri. Contribuisce a questo arricchimento anche la pietra naturale che, attraverso le sue sfumature, riesce a convogliare la luce e a rendere tutto l’ambiente molto più allegro e vivace.

Piscine naturaliPiscine naturali  Piscine naturali

La pietra naturale

La pietra naturale è una materiale nobile ed antico, ricavato dal procedimento estrattivo che avviene in cava, attingendo dai giacimenti, oppure con la raccolta diretta. Si tratta di una materia prima estremamente versatile, adatta per la realizzazione di pavimentazioni, da interno o da esterno, rivestimenti, suppellettili e altri accessori. Per le sue caratteristiche non teme l’umidità e gli sbalzi di temperatura e, cosa da non trascurare, non richiede faticose attività di manutenzione.

Grazie a queste peculiarità, la pietra naturale diventa il materiale di realizzazione preferito per le piscine di design in quanto riesce a donare loro un aspetto curato, ricreando un angolo naturale anche nella propria casa. La pietra viene utilizzata sia come rivestimento della vasca ma, soprattutto, come decorazione del bordo e della superficie. Gli architetti e gli arredatori di esterni utilizzano la pietra proprio per giocare con le sue qualità ed individuare delle soluzioni di grande impatto visivo che, oltre all’estetica, puntano anche sulla funzionalità. La pietra assume una valenza particolare proprio perchè, a differenza dei materiali plastici, non viene attaccata da funghi e altri microrganismi, per questa ragione viene suggerita caldamente anche a livello sanitario. Infine, parlando delle forme, la pietra può essere modellata in mattonelle e listoni oppure lasciata ruvida nel suo aspetto naturale, anche in questo caso vi è una innegabili utilità in quanto la superficie irregolare salva da eventuali cadute.

Piscine naturaliPiscine naturaliPiscine naturali

Piscine dal design elegante

La soluzione di realizzare piscine in pietra naturale permette di ottenere delle piscine dal design elegante e d’effetto. Molto belle sono le piscine di forma tondeggiante con cascata, interamente rivestite, oppure interessante è anche il modello più moderno, con pietre squadrate e forme sobrie.

Poiché la pietra può essere tagliata a piacimento, diventa più semplice la posa che si adatta al disegno realizzato dal progettista. Anche per quanto riguarda il colore il materiale consente di spaziare. La pietra naturale, infatti, non ha un unico colore, vi sono ad esempio pietre dalla tinta grigia perchè composte di grafite oppure pietre bianche perchè composte da tufo o, addirittura, pietre rosa per la presenza di componenti di quarzo. La bellezza delle pietre sta appunto nelle loro sfumature che, a seconda delle angolazioni del sole, assumono tono differenti e di grande effetto.

Una piscina coreografica è quella realizzata tenendo conto dell’orientamento del sole, rivestita di pietra bianca che, al contatto con i raggi solari al tramonto, diventa una tavolozza di colori che spaziano dal rosso all’arancio sino anche al violetto. La soluzione più idonea per ciascun giardino può essere individuata effettuando uno studio approfondito dello spazio verde e della sua esposizione, tendendo conto ovviamente delle richieste dei clienti. Alcuni preferiscono uno stile più minimale altri, invece, desiderano uno stile hollywodiano, basato sull’opulenza e sulla ricchezza dei particolari. La pietra naturale riesce ad adattarsi ottimamente ai diversi stili, esprimendo tutto il suo fascino senza tempo.

Piscine naturaliPiscine naturaliPiscine naturaliPiscine naturaliPiscine naturali

Piscine Ecosostenibili

La qualità che contraddistingue maggiormente la pietra naturale è l’ecosostenibilità, ossia il basso impatto ambientale. Poiché la pietra viene ricavata da un processo estrattivo che non risulta inquinante, rispetta appieno l’ecosistema e non comporta sprechi. Inoltre, proprio per la particolarità del materiale, anche la posa avviene con collanti e cementi totalmente biodegradabili che non rilasciano sostanze dannose.
Tale accortezza viene eseguita soprattutto perchè l’acqua, a diretto contatto con le pietre e con le fughe, non deve essere minimamente intaccata da composti chimici. Oggi, aziende come Acqua Tecnica Piscine, leader in questo settore, utilizzano dei composti fissati realizzati solo con componenti naturali che, nonostante forniscano un’alta resa, non producono alcun effetto collaterale alla salute. La pietra naturale non perde nel tempo la sua solidità e difficilmente si stacca dal sito al quale viene applicata, proprio a riprova della sua robustezza in materia.

L’articolo Il fascino delle piscine naturali proviene da Architettura e design a Roma.


 
 

Come si organizza e quanto costa un trasloco

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

organizzazione pacchiattimi di relaxattimi di crisi!

C’è una cosa ancora più stressante di ristrutturare casa, ed è traslocare,  ve lo dice una che di traslochi se ne intende, purtroppo nella mia vita ne ho fatti talmente tanti da averne perso il conto.

Mentre una ristrutturazione genera un grande stress ma anche grandi soddisfazioni un trasloco è davvero una fatica necessaria ma molto noiosa e può essere di essenziale aiuto una ditta specializzata.

Il preventivo per un  trasloco varia da caso a caso, a seconda della distanza tra i due immobili, della quantità e tipologia degli oggetti che andranno trasportati e del tipo di assistenza che si richiede: solo trasporto, facchinaggio, imballaggio, smontaggio e montaggio mobili ecc.

A voi toccherà di certo il compito di organizzare il materiale da imballare negli scatoloni e vi sarà di grande aiuto realizzare delle liste dettagliate e scrivere fuori dagli scatoloni con esattezza il loro contenuto.

lita e scritte sui pacchifragiletrasclochi a Roma

Se ci si affida ad una ditta specializzata sarà opportuno farsi fare un preventivo chiaro che comprenda tutte le voci e le relative spese, non diamo mai per scontate le cose, ad esempio: chi trasporta non necessariamente include nel prezzo anche il facchinaggio dei pacchi fino all’interno della nuova abitazione, ma spesso intende il trasporto solo fino al piano strada. Ne tantomeno include lo smontaggio e il rimontaggio dei grandi mobili come armadi, cucine & co. quindi chiediamo e verifichiamo tutto con attenzione a tempo debito.

Per avere le idee il più chiare possibile l’ideale è farsi fare un preventivo per il trasloco dettagliato e professionale, visto la complessità che questo intervento può avere, soprattutto in una città come Roma, fatta di grandi distanze, zone ztl, edifici storici con accessi difficili e mille altri imprevisti, che una ditta seria valuterà e calcolerà al dettaglio, per non farvi avere nessun tipo di brutta sorpresa.

Credete a me per i traslochi a Roma c’è davvero bisogno di aiuto!

traslochi a roma professionalitrasloco felicetraslachi a Roma

L’articolo Come si organizza e quanto costa un trasloco proviene da Architettura e design a Roma.


 
 

Carta da parati floreale: un ever green

Pubblicato da blog ospite in Decor, Non Ditelo all'Architetto

In questo post voglio parlarvi di carta da parati, uno dei miei grandi amori, non c’è progetto ultimamente in cui non abbia sentito l’irresistibile desiderio di metterla anche su una sola parete.

In particolare vorrei parlare della carta da parati floreale, un trend del  2018 ma sarebbe meglio dire un ever green.

Si, perché la carta da parati floreale evoca emozioni, ricordi, sensazioni, è estremamente decorativa, romantica ma anche eccentrica, viva e sembra quasi di sentire il profumo dei fiori che vi sono raffigurati.

Il tema floreale si è usato in tutte le epoche ed è stato sempre un carattere predominante delle arti decorative, durante il barocco, l’art nouveau, la pop art.

In tempi recenti domina da diversi anni ormai lo stile shabby, di cui i fiori sono i re indiscussi e negli ultimi tempi si è fatto sempre più dominante il jungle style, tropicale, colorato, strabordante e ironico.

carta da parati floreale  carta da parati florealecarta da parati floreale   carta da parati florealecarta da parati floreale   carta da parati floreale

carta da parati floreale

Indubbiamente i fiori sono portatori di gioia, bellezza e gentilezza ed è per questo che non se ne può fare a meno.

Se si desidera scegliere una carta da parati floreale si avrà davvero l’imbarazzo della scelta e sarà dunque impossibile non trovare quella che fa al caso nostro, persino chi ha sempre pensato di non amare il floreale scoprirà dei decori di cui si innamorerà.

Si potrà scegliere tra sofisticati bouquet, eteree combinazioni di colori, espressioni pop, barocche, romantiche, macro fiori, micro fiori, tono su tono o dai grandi contrasti; carte dallo stile fortemente contemporaneo o dall’aria vintage o persino minimal chic.

Il mondo della carta da parati floreale è vastissimo e meraviglioso ed io amo perdermici ogni volta che inizio un nuovo progetto, i motivi floreali conferisco un fascino esclusivo ed un carattere carismatico sia ad un’abitazione privata che ad un locale o un negozio, poiché attirano inevitabilmente l’occhio dell’osservatore, svolgendo al meglio il loro compito decòr.

carta da parati floreale

carta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati floreale

La carta da parati, ed in particolare quella floreale, è una mia grande alleata, perché a volte è in grado da sola di salvare le sorti dell’arredamento di una stanza, donando una nuova luce e un nuovo look, che farà risplendere di vita nuova anche il vecchio arredamento.

Di certo un living acquisterà un grande fascino grazie alla scelta di una carta da parati floreale ad effetto, di grande impatto decorativo, è proprio questo il luogo dove possiamo osare di più.

carta da parati floreale  carta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati floreale

carta da parati floreale

Le camere da letto saranno valorizzata dalla scelta di una fantasia più romantica e dai colori tenui; non dimentichiamo che possiamo valorizzare con la carta da parati floreale anche spazi spesso lasciati a se stessi, come i corridoi e disimpegni, che in questo modo diventeranno strepitosi, magari anche solo creando una sorta di boiserie alta 1.40, se il corridoio e stretto e lungo.

carta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati floreale

Anche in ambienti come cucina e bagno la carta da parati può trovare il suo spazio, certo bisognerà usare qualche accortezza e posizionarla nei giusti punti strategici, lontani da acqua e umidità.

carta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati floreale

Un negozio, un ristorante, un locale ed anche un ufficio acquisteranno carattere e personalità e conquisteranno avventori e clienti se ne cureremo con attenzione l’interior design e, se non abbiamo grandi idee e budget, sarà sufficiente scegliere la carta da parati giusta e quella a tema floreale sarà certamente una tipologia che trasmetterà la giusta energia e gioia a chi ci verrà a trovare.

La primavera durerà tutto l’anno se sceglierete una carta da parati floreale…enjoy.

 

 

 

L’articolo Carta da parati floreale: un ever green proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Progettare un bagno di design grazie all’uso di accessori raffinati e funzionali

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

bagno di design

Accessori Colombo designbagno di design

In un bagno di design tutto viene studiato con attenzione, accessori, materiali ed illuminazione.

bagno di designbagno di design

Accessori di design Colombo Design

bagno di design

Oasi di relax 

bagno di design

Porta asciugamani e mensolina Colombo design

bagno di design

Stile orientale

bagno di design

Stile contemporaneo

Serie Cool Sandy di Colombo design

Abbiamo già parlato diverse volte dell’ambiente bagno, poiché non solo deve essere arredato con gusto ma anche progettato con attenzione, avendo spesso anche dimensioni ridotte. E’ questa, certamente, una delle stanze che necessita di più cura nello studio degli spazi e dei complementi, che devono essere belli e funzionali.

Per rendere confortevoli gli ambienti domestici, realizzare la casa dei propri sogni, regalare agli spazi quotidiani il giusto compromesso fra stile e gusto estetico, non può dunque mancare un progetto di design dedicato al bagno.

Nelle case del nuovo millennio la stanza da bagno occupa un posto rilevante.

Considerato, e non a torto, uno degli spazi più importanti della casa, il bagno ha assunto con il passare degli anni un ruolo sempre più centrale e di prim’ordine.

Piccolo o grande ci ospita tutti i giorni e rappresenta un angolo indispensabile nel quale dedicare del tempo a se stessi, rilassarsi per concludere una giornata di lavoro e cominciare con la giusta serenità un  nuovo giorno.

Sempre più spesso nel realizzare le linee progettuali di un ambiente così intimo si utilizzano accessori di design, per donare quel tocco di raffinatezza in grado di rendere l’ambiente unico ed esclusivo, ma soprattutto accogliente e dotato di tutti i comfort.

Se il  dubbio ruota attorno alla scelta dello stile, e degli arredi da utilizzare, una proposta decisamente interessante è quella offerta dagli accessori bagno Colombo.

Scegliere per il proprio bagno uno stile elegante, affascinante e di design può essere una scelta vincente, visto anche lo spazio conntenuto e la necessità di avere accessari di qualità in una stanza come questa.

bagno di design

Un bagno di design con gli accessori Colombo design

 

Mensole per accessori vasca e doccia, angolari o in linea, Colombo design.

Appendini porta ascigamani Colombo Design

 

Porta scopino con o senza portrotolo integrato Colombo Design

bagno di design

Cesti portapanni collezion Black & White di Colombo design

Anche un portarotolo della carta igienica può essere elegante! Ecco due modelli di Combo design

   

Porta asciugamani singolo e doppio ma sempre di design. Colombo design

Una proposta di design per arredare un bagno moderno

Per arredare il bagno in linea con il gusto personale di chi ne farà uso, dopo aver stabilito il budget da dedicare al progetto è importante partire dalla scelta degli accessori.

Una proposta di design ben si amalgama ad un’idea di stile sia essa minimalista o dalle linee più sofisticate.

Nel bagno, se la metratura lo consente, accanto ai sanitari trovano spazio elementi tecnologicamente avanzati che nascono dal matrimonio perfetto fra estetica e funzionalità.

Parliamo di docce termali e vasche idromassaggio, e di un uso sempre più accentuato di rivestimenti in resina e miscelatori di ultima generazione.

Le tendenze degli ultimi anni in tema di progettazione hanno stravolto l’idea di un ambiente come il bagno, protagonista di spicco del modo di abitare contemporaneo.

Un ambiente di design grazie alla scelta di elementi curati

Si può ottenere un bagno di design anche se l’ambiente non vanta un’ampia metratura, basterà infatti puntare sulla scelta di elementi curati, in grado di fare la differenza.

Osare sembra essere la parola chiave.

Anche un piccolo bagno può essere impreziosito dalla presenza di bellissimi sanitari a parete, sofisticati termoarredi colorati, rubinetteria di design, specchi dalle grafiche interessanti, mobili e mensole dal gusto impeccabile e, se lo spazio lo consente, vasche dalla forme più strane o da incasso, box doccia dove regnano sovrane le luci emozionali, pareti sovravasca in cristallo.

bagno di design

Doccia emozionalebagno di design

Luci ad effetto

bagno di design

Docce di design comode e funzionali con gli accessori Colombo deisgn

Rubinetti di design

Termoarredi colorati, multifunzione e di design

Vasche da bagno protagoniste

Studio dell’illuminazione 

Proposte di design anche in tema di illuminazione, con punti luce adeguati alle varie esigenze, con luminosità più decisa attorno agli specchi, e più soft laddove vengono sistemate doccia o vasca.

Un bagno di design considera anche la presenza di oggettistica ed accessori originali e sofisticati dal portasciugamani alle varie tipologie di portasapone e portascopino, quindi concentratevi e scegliete gli accessori e i complementi giusti per un bagno elegante e di design!

bagno di design

Le luci in un bagno sono un aspetto fondamentale.

 

Accessori di design by Colombo designbagno di design

design industriale

 

 

bagno di design

Piantana completa di porta ascigamani, portarotolo, portascopino e porta saponetta, utile, comoda e bella. Colombo design.

bagno di design

Specchio ingranditore luminoso di Coombo designbagno di design

Lampada da specchio Colombo design

Linee sinuose o più quadrate per realizzare il bagno di design secondo i propri gusti 

L’articolo Progettare un bagno di design grazie all’uso di accessori raffinati e funzionali proviene da Architettura e design a Roma.


 
 




Torna su