Non Ditelo all’Architetto






 
 
 

Arredare con il grigio

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

Mobile grigio su parete grigia per arredare con il grigio con eleganza e cura dei dettaglicameretta in grigio

Cameretta in una palette cromatica eleganta e alla moda: grigio giallo e verde acqua. Perfetto da abbinare il tappeto con fantasia chevron grigio e giallo disponibile QUI in varie dimensioni. Con il formato 2×3 mt potrete rivestire la stanza come con una soffice moquette.

Arredare con il grigio in Stile nordico con la sedia con scocca in materiale plastico e gambe in legno che trovate QUI

Veramente affascinante ed insolito il copripiumino da letto double faces grigio chiaro e grigio fumo che renderà davvero speciale la camera da letto. Lo trovate QUI

Un bellissimo interno moderno con arredi in varie sfumature di grigio

 

Arredare con il rigio con i cuscini in grigio cretivi o alla moda. A sinistra cuscino con piume, al centro con motivi stile marocchino e a destra chevron

Arredare con il grigio anche gli ambienti classici

Arredare con il grigio in stile eclettico con tocchi industriali

Arredare con il grigio per uno stile mediteranneo contemporaneo

 

Lo sapevate che le 50 sfumature di grigio esistono davvero?

Le ha codificate nel 1912 un ornitologo americano (altro che pantone color insitute…ma non ditelo all’architetto!).

Robert Rigley, in un libro intitolato Color standards and color nomenclature, ha censito 1115 colori (e poi dicono che siano le donne a conoscere meglio le sfumature cromatiche!) per descrivere il piumaggio degli uccelli; di queste 50 furono le sfumature di grigio.

A noi il grigio interessa parlando di interior design e non di ornitologia ma ringraziamo comunque Robert che, già nel lontano 1912, avvalorava la nostra tesi, ormai largamente diffusa, che il grigio sia un colore davvero speciale.

Ormai dipingere le pareti di grigio è diventata la quotidianità; il grigio è il nuovo bianco, il neutro moderno!
Se fino a qualche tempo fa qualcuno aveva ancora paura di arredare con il grigio e dipingere le pareti di casa di questo colore (ricordo ancora quando la mia amica V., dopo un colpo di audacia, mi disse quasi in lacrime “ho fatto un garage”!), oggi conosciamo tutti o quasi il fascino e la grande resa estetica di pareti grigie in un interno domestico.

Dovremo scegliere attentamente la tonalità adatta per il nostro ambiente ma per ognuno di noi esisterà certamente il grigio giusto, vista l’infinita possibilità di scelta.

Due sgabelli alti imbottiti dalle linee molto eleganti che trovate QUI

Arredare con il grigio una moderna cameretta con dettagli rossi. Il tappetino chevron lo trovate anche QUI

Tappeto in varie sfumature di grigio QUIin due misure, il più grande a 38.90€

6 federe cotone lino per  cuscini 45×45 nelle fantasie più trendy in un bellissimo grigio segnale. Li trovate QUI

Molto elegante e graziosa la cameretta grigio tortora per il piccolo Carter 

Il grigio è uno dei colori che ha più sfumature.

Arredare con il grigio scuro gli interni di carattere

Ecco come rendere speciale la parete della camera da letto, una boiserie dipinta di grigio e cambia l’atmosfera. Il copriletto fantasia chevro in nero lo trovate anche QUI

 

Di wink design il pouf effetto crochet disponibile in grigio chiaro e scuro QUI

La libreria si confonde con la parete in un’elegante e soffice nuance grigia

 

Potremo optare per un grigio più freddo e moderno, che evidenzierà i toni del blu, o uno più caldo e avvolgente, che metterà in risalto i toni del giallo; nel grigio ad ogni modo possiamo trovare praticamente tutte le sfumature ed abbinarlo al meglio con qualsiasi colore.

Dimenticatevi il concetto che il grigio sia adatto solo ad ambienti industriali, uffici o peggio ancora cantine!

Dimenticate espressioni come “che grigiore”!

Il grigio è un colore elegante, moderno, emozionante, adatto ad ogni ambiente della casa, soprattutto la zona giorno, ma potrà essere utilizzato anche in camera da letto e addirittura nelle camerette dei più piccoli soprattutto, se sapremo completarlo con i giusti complementi d’arredo colorati.

Il grigio può essere utilizzato sia per la camera dei maschietti che delle femminucce perché è bellissimo abbinato sia con il rosa che con il blu ma anche perché permette realizzazioni bellissime e unisex con il giallo e il turchese, tiffany, ottanio.

Arredare con il grigio scurissimo smorzato dalle geometrie una cameretta very cool

 

Grigio e rosa l’abbinamento perfetto per la camera di una bambina

 

Anche l’azzurro è perfetto con il grigio.

Arredare con il grigio una cameretta creativa per giovani avventurosi!

I cuscini grigi con le stelle sono perfetti per le camere dei ragazzi. A sinistragrigio con stelle bianche e a destra bianco con stella grigia…o viceversA!

 

Per rendere la camera dei ragazzi moderna ed elegante possiamo scegliere una cassettiera in legno grigio oppure rivestire la nostra vecchia cassettiera con una simpatic carta adesiva grigia a pois che potete trovare QUI

Anche una bella cassettiera antica potrà fare mostra di se in una romantica ed elegante cameretta in cui è fondamentale l’equilibrio dato da pareti e lettino grigio.

Una cameretta molto rock in grigio scuro

Il grigio è perfetto per sdrammatizzare e spezzare l’eccessiva stucchevolezza di alcune camerette piene di fronzoli. In questo modo si crea l’equilibrio giusto ed un ambiente creativo ed eclettico

Una cameretta semplice ma speciale, dal gusto shabby proprio come piace a noi che potete ammirare su http://www.shabbylab.it

E’ inoltre uno dei colori più adatti per rinnovare i vecchi arredi e renderli più freschi e contemporanei.

Rinnoviamo i vecchi termosifoni con una bella mano di vernice creativa

Un mobile torna a nuova vita grazie a Restyling mobili e ad una buona passata di grigio scuro

Un elegante appartamento d’eèoca acquista una nuova allure grazie ad una mano di grigio su tutte le superfici!

La cucina si rinnova

Ecco cosa succede quando si seguono i consigli di Non ditelo al’Architetto! Brava Antonella

Le porte bugnate in stile inglese mi piacciono molto ma il colore grigio le rende ancora più affascinanti e contemporanee.

Ci sono infinite sfumature di grigio, abbiamo già detto, che vanno da quelle chiarissime quasi bianche a quelle molto scure che si avvicinano addirittura al nero.

Carta da parati molto decorativa in diverse gradazioni di grigio.

Tappeto a disegni geometrici sfumati in scala di grigi, disponibile QUI in diverse dimensioni a partire da 14.90€

Interni in scala di grigi dal sapore metropolitano

 

Palette di grigi per uno stile nordico

Dover. Effetto acquerello sfumato, dai tratti irregolari, nei toni del grigio che scalano verso quelli del bianco sporco, per una carta da parati dal segno contemporaneo. Si tratta di una speciale carta da parati di Italian Wallcoverings, appositamente studiata per la decorazione di tutti gli ambienti ad alto tasso di umidità grazie alla composizione con fibra di vetro C/E apprettato con una miscela di amido e sostanze sintetiche, indicata per la decorazione di stanze da bagno, spa e persino interni doccia

Il grigio balena è un grigio particolare, delicato ma intenso, accogliente, rilassante, con un tocco di blu, che può intensificarsi al punto da trasformare il colore in “blu balena”.

Una graziosa cameretta dal sapore vintage in scala di grigi con letto e tenda color grigio balena

Carta da parati Melville, prende ispirazione dai viaggi marini del passato, onde gentili con animali marini quali tartarughe, balene, calamari ed è disponibile in 5 sfumature di grigioisponibile in cinque colori, disponibile su http://www.lecivettesulcomo.com

Grigio blena, intenso, compatto, perfetto nella versione opaca 

Parete grigio balena; grigio con una piccola punta di blu

Di che colore sono le balene grige o blu?!

Parete blu blena, blu con una piccola punta di grigio 

Il blu balena è un colore freddo ma profondo e avvolgente e molto rilassante.

Un colore speciale per la camera da letto che metterà d’accordo lui e lei

Tra i più scuri troviamo il grigio antracite, un grigio che deve il suo nome proprio all’omonimo carbone fossile, dal fascino indiscusso ma che va indubbiamente ben dosato e spesso può trovare applicazione soprattutto nei complementi d’arredo. Un colore perfetto per lo stile industriale, può correre il rischio di essere troppo rigido e maschile e dobbiamo trovare dunque il modo di addolcirlo, impreziosirlo o…sconvolgerlo un po’!

Cucina color antracite di Modulnova riscaldata dal piano in legno

Il color antracite è certamente un colore scuro che va ben modulato in un ambiente, quindi è preferibile non dipingere tutte le pareti di questo colore a meno che non si voglia dare volontariamente un aspetto molto maschile e notturno

parete attrezzata moderna per la zona giorno, disponibile su miliboo

Di solito è preferibile dipingere di questo colore una sola parete con elementi d’arredo a contrasto bianco, che risalteranno ancora di più sullo sfondo scuro

Una camera da letto color antricite per un eleganza moderna e senza vezzi

Parete e tappeto color grigio antracite e divano color grigio chiaro a contrasto per un equilibrio di chiari e scuri

Il grigio antracite potrebbe essere il colore che stavate cercando per i mobili del soggiorno, perfetto sia opaco che laccato.

Il grigio perla ha una tonalità nettamente più chiara e luminosa a volte scelto per le pareti con una finitura setosa e leggermente…perlescente appunto! Tra i grigi è quello che si è sempre considerato più femminile ed elegante; può abbinarsi facilmente ad altre gradazioni di grigio più scure per creare atmosfere davvero speciali con sfumature in grey. Insomma, un’ottima base per chi vuole scegliere questo colore a piccoli passi!

Grigio perla per una cucina rustica contemporanea con mix di complementi nordici e industriali

il grigio perla può essere il colore perfetto per rinnovare dei vecchio arredo,  compresi i mobili della cucina.arredi,equilibrato e aggraziato andrà in contro ai gusti di molti

Versione lucida per le mattonelline rettangolari grigio perla…ancora più brillanti

Il grigio perla è perfetto sia lucido che opaco ma è davvero meraviglioso nella versione cangiante del velluto che lo rende ancora più prezioso.

Pareti grigio perla per chi non vuole esagerare

il grigio perla è luminoso e rilassante, perfetto anche per un bagno, magari in mosaico di vetro 

Il grigio perl è un colore adatto anche ad ambienti più classici e decòr

Bianco e grigio perla per un salotto luminoso e romantico con brio

Stile eclettico per la camera vagamente bohemienne che diventa davvero speciale grazie al colore delle pareti

Grigio perla alle pareti, stucchi ed un maestoso camino per un classico contemporaneo

Anche il grigio cenere è una tonalità chiara di questo colore con cenni vellutati e polverosiperfetta per mobili e complementi poichè con il suo colore fumoso valorizza ancora di più le texture. 

Coperta invernale grigio cenere, disponibile QUI anche in altri colori

Composizione da ingresso in un elegante grigio cenere di Pezzani Design

Divertenti e soffici nodi/cuscini decorativi che potete trovare QUI in un vellutato color grigio cenere

Divano grigio cenere, elegante, sofficie e conviviale

Vaso Nicoli Hera, diametro 40 cm, altezza 30 cm, colore grigio cenere opaco disponibile QUI. Il materiale poroso dall’aspetto polveroso è perfetto per esaltare questo colore

Un bel tappeto grigio cenere disponibile su Dalani. Anche in questo caso il manto cangiante del tappeto è perfetto per valorizzare ed essere valorizzato dal grigio cenere

Dall’effetto polveroso, moderno, unico, è il  rivestimento in marmo PULSAR di Raffaello  Galiotto  

Poltrona grigio cenere Hilda design amadeus di http://www.maisonbel.com

Il grigio piombo (o canna da fucile) è un colore scuro e affascinante che ha numerose sfumature e che rientra nei grigi da saper dosare con attenzione, negli arredi è perfetto con finitura laccata o metallizzata, riprendendo in qualche modo il colore del metallo da cui prende il nome.

Divano grigio piombo con penisola su  http://www.centrorappresentanzemobili.com…maschile rigoroso, minimale.

Lube cucine presenta il modello closer accato in un moderno grigio piombo…bellissima, non sembra nemmeno una cucina e può essere inserita perfettamente a vista in una zona giorno.

Una graziosa lanterana in metallo grigio piombo tra il vintage e l’industriale. Disponibile QUI a 8.29€

COLORX scaldaslviette grigio piombo di Tubes, linee semplici, colre industrial.

Grigio tè verde è un colore davvero speciale, il colore cangiante di occhi ammalianti, di bevande benefiche, del cielo che muta. Nell’interior design può raffreddare una stanza molto soleggiata (ideale per la sala da bagno che assumerà un’atmosfera refrigerante) o donare un aspetto sereno e tranquillizzante alla camera da letto.

Si tratta in realtà di una tonalità di verde dalle sfumature grigie e non viceversa ma ve ne ho voluto parlare comunque perché lo trovo molto interessante.

Un bello sfondo grigio te verde per una parete pien di quadri

Il color grigio te verde è perfetto per un ambientazione dal sapore nordico come questa 

Colore perfetto per l’ambiente bagno, rilassante e rinfrescante

Un colore chiaro, speciale, non scontato, mai banale, ma tenue che personalizza senza invadare e che sobriamente rende l’ambiente unico.

Il color grigio te verde si abbina perfettamente anche con ambienti dal sapore shabby

Un colore speciale

Il colore del benessere.

Il grigio Talpa e il grigio tortora sono tonalità calde di questo meraviglioso, multiforme colore, hanno in se delle punte di giallo e marrone e prendono i loro nomi dai soffici manti di due graziosi animaletti.

A seconda di come doseremo le componenti potremo muoverci verso tinte più chiare che virano al grigio o più scure che virano al marrone

Grigio talpa per le piastrella Vision Cube 25X75 di Leroy Merlin

parete grigio tlpa, calda ed elegante

Tessuto color grigio talpa di Robert Kaufman disegnato da  Erin Dollar 

Poltrona bergère grigio talpa in lino Manoir di Maison Du Monde,

Una camera elegante in grigio tortora

Avorio e tortora per una cucina moderna elegante ed essenziale

Il grigio cemento non si distingue tanto per la sua tonalità, che può essere chiara o scura, quanto per la sua finitura, che imita appunto quella del cemento; sarà dunque ideale utilizzarlo su superfici con effetto materico e certamente dall’aspetto un po’ industriale.

interno dannunziano con parete color cemento fangoso

pavimento in cemento

Arredare con il grigio un simpatico bagno moderno rivestito in resina cementizia color grigio cemento

Orologio da parete rotondo materico in cemento grigio e metallo rame, disponibile QUI

Arredi che imitano il colore e l’effetto materico del cemento. A sinistra libreria 120x121x35 a destra scrivania 140×74.2×69 entrabe di Avanti Trend Store

carta da parati in tessuto non tessuto che imita la cassaforma di cemento dei cantieri. Disponibile QUI

Coffe table grigio cemento chiaro in legno, dimesnione 90x60x21 cm, disponibile QUI

Set di 3 Scatole quadrate multiuso in MDF colore grigio cemento che potete trovare QUI

Questo è solo un minimo accenno delle 50 sfumature di grigio, ognuno di noi troverà certamente la tonalità che è più nelle proprie corde.

Calibrando bene le varie sfumature si possono realizzare bellissimi interni in scala di grigi, il grigio è però un colore perfetto da abbinare anche a qualsiasi altra cromia: con il rosso e il porpora assumerà un tono teatrale, Pop, anticonvenzionale ed eclettico, per chi ama gli abbinamenti non scontati e gli effetti scenografici.

Rosso e grigio per un effetto scenografico e un pò dagli accenti barocco pop

Due salotti dall’ atmosfera completamente diversa ma entrambi resi speciali dall’abbinamento rosso/grigio

Il velluto è il tessuto perfetto per l’abbinamento con questi colori dagli effetti teatrali

Linee rigorose e minamli rese vive dalle pennellate di rosso

Arredare con il grigio e il rosso un Interno eclettico

Due effetti completamente agli antipodi creati dall’unione degli stessi colori: porpora e grigio

Porpora e grigio decòr

Un interno classico al quale il porpora dona il giusto brioArredare con il grigio e il porpora un interno eclettico molto affascinante

Contemporaneità in grigio e porpora

L’associazione con il verde è inusuale ma riuscita, il colore della città e quello della natura si incontrano in un mix esplosivo.

velluto verde e grigio scuro per un interno crespucolarearredare con il grigio

Arredare con il grigio un interno classico anticonvenzionale

arredare con il grigio arredare con il grigio

Verde mela e verde prato con il grigio per interni freschi e moderni.

arredare con il grigio
interno eclettico e artistico in grigio e verde

arredare con il grigio

Un tocco di verde acido e il salotto anonimo prende vita arredare con il grigio

Quando il colore fa la differenza

Grigio e blu sono due colori freddi ma nonostante questo insieme stanno molto bene e a seconda della tonalità di blu che si sceglie cambia completamente l’effetto finale.

arredare con il grigio

Arredare con il grigi e il color ottanio un salotto metropolitano, giovane, allegro e dinamicoarredare con il grigio

Il lato femminile dei colori freddiarredare con il grigio

Guardaroba moerno e di design di Presotto, dove i colori giocano un ruolo fondamentale.

arredare con il grigio

Blu petrolio e grigio un accoppiamento perfetto per due colori di grande tendenzaarredare con il grigio

Restyling in blu e grigio: navy ed elegante arredare con il grigio Turchese per equilibrare il rigorearredare con il grigio

Due colori dal fascino indiscusso

arredare con il grigio

Arredare con il grigio per creare un equilibrio polverosoarredare con il grigio

Scala di grigi e bluarredare con il grigio

Arredare con il grigio un interno classico contemporaneo

Giallo e grigio è uno degli abbinamenti più riusciti, la vitalità del giallo e la neutralità del grigio si incontrano in un’esplosione di energia.

arredare con il grigioarredare con il grigio

Un raggio di sole tra le nuvole in ogni ambiente… arredare con il grigio

Poche mosse per uscire dal grigiore!arredare con il grigio

Arredare con il grigio e il giallo un salotto moderno e rigoroso…con brio.

arredare con il grigioarredare con il grigio

Un pizzico di giallo in ogni stanza porterà allegria e gioia di viverearredare con il grigio

Il giallo che accende il grigioarredare con il grigio

L’elemento protagonista…

Il marrone si abbina benissimo alle tonalità di grigio come il tortora e il talpa, con le quali crea ambientazioni confortevoli e calde, assume invece un effetto particolare e di contrasto con le tonalità più fredde di grigio.

arredare con il grigio

Arredare con il grigio per uno stile rustico nordico.arredare con il grigio

Arredare con il grigio per uno stile Classico, contemporaneo, autunnalearredare con il grigio

Arredare con il grigio in stile Country chic

arredare con il grigio

Il marrone si addice di più ai grigi caldi come il tortora ma anche in questo caso, con un grigio freddo, si può ottenere un buon risultato più di contrasto.

arredare con il grigio

Una pennellata di colore avvolgente

arredare con il grigio

Arredare con il grigio e marrone per un tocco di modernità in un interno shabby

Il grigio mette in risalto qualsiasi colore gli sia vicino mettendosi in secondo piano, il segreto è scegliere il grigio che proviene dalla famiglia del colore che si vuole utilizzare (caldo o freddo), in questo modo si creerà un’armonia certa.

Ormai non avete più scuse, se ancora non siete riusciti a scegliere il colore che fa per voi di certo quello giusto è proprio il grigio!

L’articolo Arredare con il grigio proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

La Casa del Futuro: le innovazioni da non perdere

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

casa del futuro

La tecnologia al servizio delle persone è una delle cose più utili del vivere in quest’epoca e il futuro si prospetta ancora più brillante. Ogni giorno le aziende hi-tech presentano facilitazioni per le persone, supporti fondamentali per alleggerire la vita quotidiana o per garantire la sicurezza tra le pareti domestiche.

La casa del futuro si chiama Smart Home. E’ in un’abitazione così che tutti sogniamo di vivere, un posto accogliente in cui vivere e che ci aiuta nella gestione della quotidianità.

A darci i primi supporti ci pensa la domotica, l’automazione di processi spesso noiosi o la possibilità di programmare attività e scenari. E’ solo il primo passo verso un futuro in cui la casa sarà in grado di interagire con le persone, fare da sé molte più cose e decisamente cambiare la vita.

Tapparelle che possono essere alzate o calate con un click, scenari luminosi che aiutano a rilassarsi o creino la giusta atmosfera, videocamere di sorveglianza, elettrodomestici programmabili via smartphone e poi ancora televisori connessi ad internet, sistemi di illuminazione regolabili da remoto e via dicendo. Queste sono le prime applicazioni di casa intelligente che hanno iniziato ad alleggerire la nostra vita.

casa del futurocasa del futurocasa del futurocasa del futurocasa del futuro

Il futuro prevede in tempi non troppo distanti l’arrivo di televisori a scomparsa, che si integrano perfettamente negli arredi, o trasparenti realizzati con schermi OLED.

In cucina la modernità sarà assolutamente green, incentrata sull’auto-produzione delle materie prime con orti verticali biologici o posizionati nei pressi del piano cottura.

Nei prossimi anni quel che è certo è che risparmieremo sui consumi energetici ed idrici in modo efficiente. Sia per una questione di rispetto dell’ambiente che di contenimento dei costi. La tecnologia led, i sanitari a risparmio d’acqua, i controlli dei consumi in real time e il miglioramento delle già presenti tecnologie illuminotecniche. Anche il termostato che regola la temperatura in casa può essere programmabile e gestire in autonomia il  funzionamento dei termosifoni.
casa del futurocasa del futurocasa del futurocasa del futuro

casa del futuro

casa del futuro

Nella casa del futuro anche le noiose faccende quotidiane possono essere lasciate alla tecnologia. È in sviluppo un letto che si rifà da solo il mattino, ad un semplice comando da cellulare e sono in progetto sistemi che monitorano la qualità del sonno per migliorare  il riposo di ognuno di noi.

L’intrattenimento diventerà sempre più multisensoriale, accompagnando gli utilizzatori in un’esperienza via via più perfetta. Impianti home theatre integrati, controllabili wireless, schermi a scomparsa, proiettori, consolle di gaming e tante altre piccole accortezze che permettono di vivere le vere emozioni cinematografiche o musicali tra le pareti domestiche.

La programmabilità degli elettrodomestici è una manna dal cielo per l gestione della casa. Poter programmare la cena in forno per trovarla pronta al rientro, stabilire l’orario di avvio della lavatrice e della lavastoviglie, ricevere via sms la lista della spesa direttamente dal frigorifero, trovare i panni perfettamente stirati e piegati con le più moderne macchine da stiratura sono solo alcuni degli innumerevoli vantaggi della smart home.

In termini di sicurezza domestica i sistemi che si stanno sviluppando nelle maggiori aziende specializzate, offriranno una garanzia di serenità ottimale sia quando ci si trova in casa che quando si è fuori. Telecamere, rilevatori di movimento, sistemi di illusione della presenza di qualcuno in casa, allarmi connessi alle forze dell’ordine e tanto altro ancora.

Tutte queste tecnologie ci saranno di grande aiuto nei prossimi anni, alcune stanno già semplificandoci la vita, e cambieranno probabilmente le nostre esigenze in termini assicurativi o di manutenzione. Molte di queste tecnologie ci permettono di ottenere dei prezzi per le polizze casa ridotti, in quanto riducono i rischi in modo evidente. È possibile trovare tanti consigli utili online per ottimizzare costi e spese della casa, semplicemente sfruttando le migliori tecnologie a disposizione.

 

L’articolo La Casa del Futuro: le innovazioni da non perdere proviene da Architettura e design a Roma.


 
 

Tende da sole: design e vantaggi da non sottovalutare

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

tende da sole

I caldi mesi estivi sono sicuramente quelli in cui dotarsi di un efficiente sistema di protezione dal sole si rivela una soluzione che offre i massimi vantaggi, rispetto a tutti gli altri mesi dell’anno. Tuttavia, anche in inverno e nelle altre stagioni meno calde, le tende da sole si mostrano portentose sotto diversi punti di vista, promuovendo il risparmio energetico all’interno degli ambienti e aggiungendo un tocco di design senza tempo ad ogni immobile.

Perciò, possiamo dire con certezza di aver a che fare con un elemento da non sottovalutare, soprattutto se si punta su prodotti di qualità, realizzati con i migliori materiali sul mercato. Ad ogni modo, questi non sono gli unici fattori da prendere in considerazione quando si parla di questi importanti “accessori”. Quindi, quali sono i criteri e quali dovrebbero essere i dettagli da controllare al fine di fare la scelta giusta?

I principali benefici e le caratteristiche dei migliori prodotti

Sono diversi i modi di agire per valutare in senso positivo o negativo questa tipologia di tenda. Tuttavia, diciamo che, innanzitutto, la qualità è fatta in gran parte dal tessuto. Quest’ultimo dev’essere appositamente realizzato per lo scopo, in quanto solo così offrirà un’ottima protezione dai raggi UV, ovvero quelli più dannosi per gli occhi e la pelle. Altro fattore da non sottovalutare è sicuramente il colore della tenda: un colore scuro assorbirà una maggior quantità di raggi, ma avrà il difetto di trattenere più calore.

A tal proposito, un locale protetto adeguatamente da tende da sole presenta un ulteriore vantaggio: la refrazione dei raggi solari produce una diminuzione della temperatura (valutata a seconda dei casi, di tre o cinque gradi in meno), permettendo perciò un diverso utilizzo dei condizionatori di casa, con evidenti risparmi a livello energetico. In pratica, i tessuti appositi e di colore chiaro sono decisamente i migliori.

Naturalmente, grazie alla notevole varietà di tende da sole di qualità disponibili sul mercato, possiamo selezionare il tessuto e il colore tenendo conto del nostro gusto da un punto di vista estetico. Sono numerose le fantasie, i colori e, in generale, i disegni proposti, che si possono scegliere per dotare la facciata del nostro immobile di un piacevole diversivo e di una particolare personalità.

Un tessuto ben fatto e appositamente studiato, può durare nel tempo, non scolorire, resistere alle intemperie e strapparsi molto difficilmente. Tra l’altro, è utile sottolineare che un adeguato posizionamento di questi speciali tendaggi permette di mettersi al riparo da sguardi indiscreti e di tenere alta l’attenzione sulla nostra riservatezza.

tende da soletende da soletende da soletende da sole

Modello Markilux con luce integrata tende da sole

Il design e le tipologie di tende da sole

Oltre alle caratteristiche e alle opzioni relative al tessuto, che può proteggerci dai raggi solari e garantire un’elevata resistenza e durabilità, sono numerosi i dettagli da considerare nell’acquisto di tende da sole ideali per il nostro contesto abitativo e/o lavorativo. Una massima attenzione dev’essere prestata al telaio, alla struttura portante e ai vari sistemi di chiusura: tecnologia, innovazione e materiali resistenti come l’alluminio sono parte integrante delle migliori tende presenti sul mercato e si presentano come caratteristiche importanti e immancabili.

Grazie a questi elementi, possiamo scegliere tra due principali tipologie di prodotto: a braccio o a cascata (si differenziano a seconda del modo che sfruttano per dispiegarsi). Nel primo caso, un braccio meccanico aiuta ad allungare o ritrarre il telo in maniera semplice; mentre la seconda opzione prevede la discesa in verticale dall’alto ed è indicata per balconi e strutture private in genere. La scelta è comunque molto più ampia di quello che possiamo immaginarci e, una volta trovata la soluzione tra le migliori tende da sole, non potremo fare altro che goderci le tante funzionalità, i vantaggi e quel tocco di design che esse possono regalare a ogni ambiente esterno!

tende da sole

tende da sole

tende da soletende da sole

tende da sole

L’articolo Tende da sole: design e vantaggi da non sottovalutare proviene da Architettura e design a Roma.


 
 

Un’altra cameretta giunge a destinazione per realizzare un sogno…

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

letto a castello cameretta principessa

Abbiamo realizzato il sogno di un’altra bambina, grazie alla progettazione di un letto a castello che rappresenta un castello delle principesse, con scala contenitore e scivolo.

Una vera meraviglia per qualsiasi bambina, un letto che non è soltanto bello ma anche divertente grazie allo scivolo, vera attrazione per la cameretta dei piccoli.

letto a castello cameretta principessaletto a castello cameretta principessa

La struttura è lunga 3 metri, si adatta dunque a riempire un’intera parete in modo compatto, assolve alla funzione di letto, di contenitore (ha infatti dei vani interni, la scala contenitore e la possibilità di utilizzare la parte sottostante del letto coperta da tendine) e di libreria, dunque una vera e propria cameretta completa in soli 3×1.50mt.

letto a castello cameretta principessa

letto a castello cameretta principessaletto a castello cameretta principessaletto a castello cameretta principessa

Il progetto è stato realizzato grazie alla preziosissima collaborazione di Federica Raddi di Restyling mobili, che ha lavorato partendo da una base di mobili ikea (letto Mydal e scala) trasformandoli completamente non con un semplice hacker ikea fai-da-te, come siamo soliti vedere ultimamente, ma con sapiente maestria e conoscenza artigianale, curando con attenzione  professionalità ogni dettaglio e regalando anche qualche piccola raffinata sorpresa come le perline in vetro e i nastrini che coprono le viti.

 letto a castello cameretta principessa

Da così…a così!

letto a castello cameretta principessaletto a castello cameretta principessaletto a castello cameretta principessa

Questo letto può esser personalizzato nel colore, nei tessuti, nelle dimensioni e nei dettagli, come la forma della libreria, dei merli, dei cuscini che in questo caso rappresentano le punte delle torri.

Se il sogno dei vostri bambini però non è quello di vivere in un castello fatato, ma magari in una nave dei pirati o nella tana del Bianconiglio, noi siamo qui per far diventare realtà anche le loro fantasie e progettare insieme a voi il letto che i vostri bambini hanno sempre desiderato.

L’articolo Un’altra cameretta giunge a destinazione per realizzare un sogno… proviene da Architettura e design a Roma.


 
 

Palestra in casa per grandi e piccoli

Pubblicato da blog ospite in Decor, Non Ditelo all'Architetto

palestra in casapalestra in casa

Affascinante appartamento a Berlino con interni maschili per amanti della boxe

palestra in casa

Struttura  per arrampicarsi, con ancoraggio a soffitto, per bambini disponibile QUI

palestra in casapalestra in casa

Delle idee su come riordinare l’attrezzutura ginnica in casa

palestra in casa palestra in casa

Camerette creative per giovani sportivi

palestra in casa

A Montréal, lo studio  naturehumaine ridisegna gli spazi e i volumi di un edificio per creare due appartamenti destinati ai figli sportivi della committente

palestra in casapalestra in casasono davvero belle e divertenti le pareti per arrampicata potete trovarei pezzi QUI o realizzarne una fai da te

palestra in casa

Si può realizzare un area fitness in lavanderia…

palestra in casa

… o nel salotto!palestra in casa

Bike di Bross è uno sgabello con colonna verniciata nero opaco e sella Brooks  a molle in cuoio.

palestra in casapalestra in casa

Possiamo aggiungere semplici attrezzi nella camera dei ragazzi che non ingombreranno ed andranno a personalizzare l’ambiente, come l’altalena con anelli per ginnastica che trovate QUI

palestra in casa palestra in casa

Una simpatica parete da arrampicata in salotto per arredare…e divertirsi. QUI trovate il set da 5pz di prese colorate

Al rientro dall’estate quanti di noi sono pieni di buoni propositi come quello di iscriversi in palestra per smaltire i chili accumulati in vacanza?

Io certamente sono una di quelle, ma penso che un pensierino del genere lo faccia davvero la maggior parte delle persone.

Possiamo allestire anche in casa un’area fitness per fare esercizio fisico; esistono arredi bellissimi degni di presidiare il più elegante salotto, arredi trasformabili, versatili, prodotti dalle aziende leader del settore. Certo i costi di questi attrezzi e complementi d’arredo per un’area gym in casa non hanno prezzi bassi, ma del resto non c’è l’ha nemmeno l’abbonamento in palestra, che spesso poi non abbiamo la voglia o il tempo di sfruttare e va sprecato. A questo punto l’idea di una piccola palestra in casa potrebbe davvero essere la soluzione.

C’è chi ha la fortuna di avere una stanza dedicata ma altrimenti possiamo anche pensare alla possibilità di un angolo home-fitness, attrezzato con gusto e design, che ben si integri con il resto dell’arredamento.

palestra in casa

Ciclotte e la cyclette di design, evoluzione del ciclò il concept di monoruota di mobilità urbana sostenible che dal 2007 fa parte della collezione permanente del museo del design italiano di Milano (La Triennale). Oggetto di design, complemento d’arredo e strumento di fitness reaizzato in carbonio e fibra di vetro; la prima cyclette ad usare un sistema di resistenza elettrico-magnetico con trasmissione epicicloidale capaci di replicare la sensazione di guida su strada.palestra in casa

X-Fit è un progetto nato dall’ unione dell’ esperienza di Carpam Sport, che opera nel settore del fitness, e Tumidei, azienda di arredamento.

palestra in casapalestra in casa

Kinesis Personal di Technogym è una parete attrezzata di design che consente più di 200 tipologie di esercizio.palestra in casa

Wellness ball active sitting di Technogym trasforma il tempo che sipassa seduti in un’opportunità per fare esercizio ed essere più attivi. Un vero attrezzo ginnico che può essere utilizzato come un’interessante seduta alternativa per rafforzare la muscolatura e migliorare equilibrio, flessibilità, coordinazione e postura.palestra in casa

arredo versatile che può essere utilizzato come spalliera ginnica e come guardaroba a vista

palestra in casa palestra in casa

La designer Lucie Koldová realizza degli arredi  multiuso che possono essere sfruttati come mobili, tavoli e armadi, o attrezzi ginnici.

palestra in casapalestra in casa

La creativa azienda Campeggi realizza dei simpatici arredi che sono un incroci tra moderne sedute ed attrezzi sportivi come un tappeto elastico ed un canestro

palestra in casapalestra in casa

stare seduti facendo esercizio? Si può con gli sgabelli con pedali. A sinistra “Coppi” di campeggi srl e a destra sgabello di Colico disponibile in diversi colori.

 

palestra in casa palestra in casa

Manubri di design, per fare sport…con classe! A sinistragli eleganti manubri in marmo di Tingest firmati dal designer svedese Alexander Lervi e a destra in legno e metallo disponibili su Dalani

palestra in casa

Scalaa ™ è il quadro svedese home fitness di design che coniuga la scala a parete con barre per esercizi ginnicipalestra in casa

il vogatore di Frank e Claire Underwood, Disegnato da John Duke e prodotto da Waterrower dal 1988 è un modello vintage ma ancora attualissimo e molto elegante!

Il primo passo è individuare il luogo della casa più adatto, dal bagno al corridoio alla più comune camera da letto: una piccola aera wellness non richiede necessariamente una stanza in più ma può essere realizzata anche in appena 5mq o anche meno. La nuova piccola palestra deve trovare spazio in un luogo poco rumoroso e ben areato, per questo spesso la scelta ricade sulla camera da letto.

Come accennato, possiamo rivolgerci ad attrezzature avveniristiche e costose che faranno la gioia degli amanti del design e della tecnologia ma per chi vuole contenere le spese, o è amante del vintage sarà sufficiente una spalliera o una panca o anche un futon per gli amanti del buon caro vecchio yoga o il più “moderno” pilates.

palestra in casa

Una romantica palestra in casapalestra in casa

Area fitness in mansarda

palestra in casapalestra in casa

Un salotto allegro e informale, in una casa giovane e dove sono presenti anche bambini è perfetto per accogliere anche un’area gioco fitness per tutta la famiglia. A destra l’altalena a disco che potete trovare QUI a 16.16€palestra in casa

Chi ha la fortuna di avere uno spazio da dedicare alla palestra e area relax potrà comunque farlo in modo divertente e creativo, come in questo caso in cui vediamo la porta dipinta con la vernice lavagna

palestra in casapalestra in casa

in salotto tra tv e libreria saranno sufficienti attrezzi poco ingombranti e dei tappetini per fare un pò di esercizio tutti insieme palestra in casa

Anche in bel salotto di rappresentanza sarà possibile inserire una parete ginnica di design come quella di technogym

palestra in casa palestra in casa

Le sedute ergonomiche fitness di technogim sono perfette in qualsiasi ambiente da quello domestico a quello lavorativo.palestra in casa

L’hotel La reunion di Ravenna ha fatto la scelta originale, e salutare, di dotare la propria sala colazioni di sedute ginniche ergonomiche

palestra in casapalestra in casa

E’ fascile allestire in casa un’affascinante zona per fare yoga o pilatespalestra in casapalestra in casa

Zen circus chair è una seduta di design progettata da Caroline Kermarrec, Alexia Moisan e Kevin Geffroywould per fare esercizi di yoga, aiutandoci a  tonificare i muscoli liberati dagli effetti della gravità.

palestra in casa

Lo studio si trasforma in palestra e viceversa

Fino ad ora abbiamo parlato di area fitness per gli adulti, ma con il finire dell’estate si verifica anche un’altra situazione (oltre alla ciccia in avanzo dovuta a gelati e fritture) il fatto che i bambini, che fino a questo momento hanno giocato all’aperto in giardini e parchi gioco, si ritrovano a dover trascorrere l’inverno in casa. In questo caso possiamo decidere di allestire la loro cameretta in modo creativo con vari tipi di attrezzature per fargli fare movimento e farli divertire senza fargli rimpiangere troppo il tempo passato all’aria aperta.

chissà che ogni tanto non ci faremo una capatina anche noi per qualche esercizio con la palla ginnica, la spalliera, o sul tappetino!

 

In cameretta può trovare posto anche una parete attrezzata per fare esercizi di ginnastica adatta ai più piccoli come quella che trovate QUI o una zona per allenamento boxe in miniatura come quella che trovate QUI a 23.99€.

 

 

Bellissime, divertenti e creative le pareti da arrampicata che possiamo facilmente realizzare nella cameretta dei ragazzi con i pezzi che trovate QUI

Una rete sul soffitto per arrampicarsi come spyderman! La trovate QUI a 34.90€

  

Corda e scala di corda, che trovate QUI, per la camera di un giovane arrampicatore!

In cameretta area gioco, fitness e relax….al piano di sopra, per ottimizzare lo spazio e contenere il disordine

 

Anelli in camera per veri atleti! Disponibili QUI a 19.00€€

La sedia di Jaewook Kim lascia i genitori sedersi comodamente mentre i bambini giocano e si arrampicano.

 

un vero parogiochi  in casa grazie alle strutture che potete trovare QUI e QUI

boxing ring bed per una vera battaglia di cuscini!

L’articolo Palestra in casa per grandi e piccoli proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Mix & Match: Patchwork di piastrelle

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

patchwork

Patchwork di mattonelle di recupero per l’alzata della cucina

patchworkSelezione patchwork di 20 diverse pezze di carta da parati nei toni del turchese e del rosa, dimensioni 53x53cm disponibili QUI

patchwork

Carta da parati con motivo dio patchwork di piastrelle esagonali by Muriva disponibile QUIpatchwork patchwork

Tappeti effetto mattonelle patchwork….gioco di superfici! A sinistra Il tappeto Nani, disegnato dalle due designer belga di Atelier Blink, ricorda nel disegno i mosaici realizzati con frammenti di scarto di ceramiche e piastrelle. A destra tappeto da cucina a metraggio che imita le cementine viontage. Lo trovate QUI venduto a  multipli di 1 m

patchwork

Un patchwork di classici motivi vintage per un bellissimo bagno contemporaneo

patchwork

Pavimento composto da un incredibile mix&match di mattonelle tutte diverse tra loro ma di uguali dimensioni.

patchwork

Collezione block di Marazzi

patchwork

La serie di Mutina disegnata dalla grande Patricia Urquiola che, con la  nuova collezione Azulej, ripropone in chiave contemporanea le maioliche antiche a base di cemento idraulico. Anche i grandi architetti hanno amato cimentarsi con il mix&match del patchworkpatchwork patchwork

A sinistra aspetto vintage per il pavimento che trovate su tile.expert e a destra collezione Batik di Topps Tile entrambi siti su cui si può aquistare on line.

patchwork

Piastrelle di recupero per interni dal gusto boho chic

Vi ho già parlato della tendenza mix & match in questo blog, ma finora ci siamo limitati ad esempi di mix di elementi: mobili, oggetti, tessuti, soprattutto per realizzare interni dallo stile creativo ed eclettico. In realtà si possono mescolare anche gli elementi fissi della decorazione, come ad esempio i materiali utilizzati per rivestire gli interni, dalla carta da parati alle piastrelle in gres porcellanato.

Il patchwork a cosa vi fa pensare? Ad una trapunta colorata composta da tanti quadrati realizzati con stoffe decorate con disegni diversi? Esatto! Si può riproporre la stessa fantasia mixata anche su superfici di pareti, pavimenti e arredi con un mix di piastrelle e mattonelle.

L’effetto patchwork di pavimenti e pareti è salito alla ribalta da diverso tempo ormai, spesso imita le vecchie cementine o maioliche di un tempo, viste anche nelle cucine economiche dei film di Totò ed ha avuto grande successo grazie all’amore sconfinato che si è sviluppato in modo quasi incessante per il vintage.

Per realizzare pavimenti e pareti effetto patchwork possiamo dunque acquistare dei prodotti già confezionato per noi dalle aziende produttrici, che realizzano serie che mixano diversi decori in varie varianti di colore, stile e fantasia; ne esistono che si ispirano allo stile vietrese, allo stile marocchino, spagnolo o dell’epoca vittoriana oltre a reinterpretazioni contemporanee molto affascinanti.

patchwork

Piastrelle in stile azulejos (tipica lavorazione portoghese)per uno shabby (creativo patchwork

Piastrelle variopinte in stile brasiliano

patchworkpatchwork

bagno e cucina con pathcwork in stile morescopatchworkQUI potrete trovare un pacco da 50 mattonelle quadrate Talavera di 5x5cm fatte a mano, smaltate, realizzate nella città coloniale di San Miguel de Allende, decorate usando il processo della serigrafia con ombreggiature in blu, rosso, giallo, bianco e nero. Cinque diversi disegni di mattonelle sono compresi nel pacco. 

patchwork

14 bellissime cementine stile Liberty che potete trovare QUI a 44€
patchwork patchwork

Sono adesive le simpatiche piastrelle in stile portoghese per rinnovare le vecchie mattonelle senza impegno. Le trovate QUIpatchwork

collezione Macramè di Giovanni De Maio è un mix brioso del classico vietrese che diventa creativo ed originale.
patchwork

Macramè 24 è la collezione di Giovanni De Maio, che reinterpreta in chiave moderna alcuni dei decori classici della ceramica vietrese…bellissima

Possiamo scegliere anche in questo caso carte da parati e stickers che spesso riproducono in modo ironico e contemporaneo queste stampe variegate (o creare un vero e proprio patchwork con ritagli ed avanzi) o possiamo, grazie ad un lavoro certosino, realizzare da noi un vero e proprio patchwork di mattonelle di recupero da unire in un nostro personalissimo disegno, il segreto è quello di selezionare piastrelle di uguale dimensione (deliziosi i patchwork di 5×5) ma i più ardimentosi possono cimentarsi con maioliche di dimensioni diverse ed addirittura frammenti di coccio.

patchwork patchwork

Mattonelle adesive per rinnovare facilmente le vecchie piastrelle. Disponibili QUI nelle nuances del blu pastello

patchworkpatchworkpatchworkpatchwork

Effetto patcwork nella zona notte e nella zona giorno con carte da parate di design o creazioni artistiche con avanzi didiverse wallpaper.patchwork

Carta da parati patchwork Kismet colore indaco disponibile QUIpatchworkQuesto originale Colorwall consiste in una selezione di 20 diverse pezze di carta da parati da 53cm. Fiori e strisc di colore azzurro e rosa con ornamenti e stampe paisley. Questo pathwork da la possibilità di esprimere la propria creatività sulle pareti scegliendo a piacimento in quale ordine mettere le varie pezze . Disponibile QUI

patchwork

Un patchwork di frammenti di stoviglie per una decorazione davvero creativa.

patchwork

Frammenti di piastrelle per realizzare un portafoto.

Seguendo le indicazioni su questo TUTORIAL  potete imparare con poche mosse come realizzare un mosaico creativo con cocci di maioliche o stoviglie

Un mosaico artistico per le aiuole

Ghiaia creativa!

Per trovare la combinazione ideale, simulate delle prove di accostamenti sul tavolo o su un’altra superficie, prima di procedere con la posa definitiva delle piastrelle. Se optate per la posa fai-da-te, organizzate il lavoro formando pile di piastrelle uguali, a cui attingere in differenti combinazioni tutte le volte per creare un mix variegato ed armonico. Se scegliete piastrelle in colori differenti, assicuratevi che i colori si amalgamino bene e che non ci siano zone con “chiazze” di un unico colore. Come in tutti i casi in cui si mixano stili, fantasie e atmosfere bisogna fare molto attenzione a donare il giusto equilibrio. Questo tipo di realizzazioni sembrano semplici ma sono invece molto complesse, in quanto bisogna bilanciare correttamente forme, colori e fantasie.

Collage creativo alle pareti con gli avanzi delle carte da parati

Patchwork di fantasie nei colori del cielo e del mare.

Un’anonima cucina può diventare speciale grazie ad una parete patchwork

originale mix di forme e geometrie nelle sfumature del verde.

Commistione di stili per l’interno moderno con il mix & match di mattonelle alla parete.

patchwork in bianco e nero

Composizione di mattonelle della stessa dimesnione e colore con diversi tipi di ghirigori

Disposizione casuale delle mattoneline decorate sulla parete bianca

24 adesivi per piastrelle nei toni del verde  per rinnovare la parete dimensione 10 x 10 cmdisponibili QUI a 23.96€

Anche le Archistar non hanno saputo resistere alla tentazione di darsi alla moda del pathwork per dare corpo a pavimenti e rivestimenti fuori dal comune. E’ il caso di Philippe Starck che si è divertito a mixare diversi soggetti di formelle dal sapore retrò nel progetto per l’hotel La Co(o)rniche a Pyla-sur-Mer, dove le piastrelle in cemento si rincorrono tra le stanze disegnando motivi inattesi che segnalano i percorsi e delimitano le zone funzionali del progetto in modo estremamente decorativo.

Karina Wiciak ha realizzato per WamHouse questa serie della collezione XII che  ha come tema un grande patchwork effetto jeans .

 

L’hotel La Co(o)rniche a Pyla-sur-Mer progettato da Philippe Stark con i percorso in piastrelle  di cementi effetto tappeto Patchwork sia negli interni che in esterni.

Resort in Vietnam dell studio locale A21

Progetto a cura dello studio inglese Landmak Architecture per un appartamento all’undicesimo piano di un codominio vietnamita…ai quali a quanto pare piace molto il mix&match!

Locale progettato dall’architetto Simone Subissati

Pavimenti e pareti rivestiti da mattonelle patchwork un tempo erano segregati esclusivamente in bagno e cucina ma oggi li troviamo in ogni ambiente della casa e spesso anche in locali pubblici molto trendy.

Purtroppo quando le cose sono di tendenza tendono a diventare monotone e ripetitive e le persone, per essere alla moda, tendono ad omologarsi e a fare tutte le stesse cose… il bello del mix & match è che si può realizzare qualcosa sempre di diverso, quindi, anche se per semplicità doveste rivolgervi a prodotti di produzione disponibili sul mercato, cercate di essere originali, nella posa, negli abbinamenti, nella scelta dei colori, poiché purtroppo spesso capita di vedere solo copie di copie di copie…anche con un tema così creativo come il patchwork.

Interpretazione Patchwork contemporaneo di Villeroy Boch

Formato esagonale per il pavimento esagonale su tile expert

Originale mix & match su formato rettangolare sempre su 

Davvero unico il moderno patchwork di mattonelle in pietra lavica ceramizzata con diverse decorazioni ispirate alla cultra metropolitana by Masanomarmi

Total Patchwork!

Creativo il pavimento a schacchi patchwork

Insolito patchwork a soffitto

Molto affascinante e orginale il pavimento patchwork realizzato con cornici di mattonelline bianche

 

In bagno a destra Patchwork minimale e rigoroso in un loft by Cloud Studios;  a sinistra brioso, colorato e creativo.

Parete e pavimento in continuum

Una cucina allegra e collorata

Molto interessante è ad esempio l’abbinamento delle piastrelle mixate con altri materiali come cemento, legno o cotto.

Patchwork e cotto di  tile expert

Legno e mix colorato di mattonelle a pavimento

Effetto cemento

Ceramiche Keope presenta Cementine, un nuovo rivestimento in grés porcellanato perfetto per creare disegni sul pavimento in abbinamento al legno

Le mattonelle di ceramica vietrese di Cevi abinate ad un parquet

Anche nei locali pubblici è perfetto l’abbinamento patchwork e legno, questa in black & white

La collezione Cementine di Ceramiche Keope

Tappeto patchwork su fondo cemento

In fine per rinnovare i vecchi arredi e recuperare le vecchie maioliche, che spesso si trovano anche nei mercatini, possiamo scegliere, di rivestire tavoli, tavolini, muretti, sgabelli e piccole porzioni di muro (una nicchia, un riquadro) per creare pezzi speciali, unici e molto decorativi…vecchio+vecchio=nuovo, questo è il segreto del mix & Match!

Mattonelle recuperate per realizzare un’affascinante testata del letto

Mattonelline trasformate in appendini

Restyling di mobili realizzato con patchwork di mattonelle di recupero 

Bellissima l’idea di decorare l’alzata delle scale con piatsrelle di recupero

Bellissima realizzazione in esterno

Pannelli decorativi realizzati con ceramiche di recupero

Le mattonelle di recupero possono essere utilizzate per valorizzare una seduta in muratura, come in questo caso, in un grazioso stile mediterraneo

In un interno a Melbourne vengono utilizzate mattonelle di recupero per il piano di tavoli 

Cornice creativa per lo specchio

Mattonele di recupero utilizzate come vassoio e sottopiatti

L’articolo Mix & Match: Patchwork di piastrelle proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Arredare senza stress

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

Buongiorno a tutti.

Ieri pr me è stato l’ultimo vero giorno di ferie (e mi reputo anche molto fortunata) ma oggi invece di essere fresca e riposata sono assalita dall’ansia del rientro e di ricominciare!!

Allora cade a fagiuolo, come dice un vecchio motto, l’articolo pubblicato da Martina su Habitissimo: piccoli-grandi consigli per rendere la vostra casa un posto libero da ansia e stress… che ho trovato interessante e condivido e credo possa essere utile per tutti.

Seguendo alcuni piccoli consigli possiamo rendere la nostra casa più confortevole…per tutto il resto, c’è lo psicologo!

Buon rientro a tutti.

arredare senza stress

Decorazioni minimal

arredare senza stress

Fuori la tecnologia

arredare senza stress

Il letto secondo il Feng Shui

arredare senza stress

La ricerca del colore giusto

arredare senza stress

Luce in casa

arredare senza stress

Ordine e organizzazione arredare senza stress

Via gli specchi di troppo

arredare senza stress

Via l’ansia con piante e fiori

 

L’articolo Arredare senza stress proviene da Architettura e design a Roma.


 
 

Ristrutturazione in 20mq all’Argentario in by studio Boobee

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Non Ditelo all'Architetto

Questa volta accogliamo nel nostro blog il progetto di un giovane studio di Architettura e grafica il Boobee che si trova nel meraviglioso panorama dell’argentario e precisamente a Porto Santo Stefano.

Parleremo di un loro progetto, che è anche la loro abitazione, di 20mq; non so sesapete che io adoro i microappartamenti, delle vere e proprie sfide, delle adorabili tane, dei piccoli gioielli, in qualsiasi modo vogliate chiamarli Boobee argentario ci dimostra che anche in 20mq si può vivere comodamente e con stile.

Ristrutturazione in 20mqRistrutturazione in 20mq

La ristrutturazione è un mix di nordico e mediterraneo tra legno chiaro a pavimento e arredi in un quasi completo total white con piccoli elementi verdi (il colore pantone dell’anno non lo dimentichiamo!).

In poco meno di 20mq coesistono tutti gli spazi di cui necessita una casa: cucina con tavolo da pranzo, living con divano, camera da letto, bagno ed un piccolo ripostiglio.

L’arredamento, studiato al centimetro, è stato realizzato interamente in muratura con la sola eccezione di tavolo e sgabelli, che all’occorrenza possono essere spostati ed utilizzati nella cucina, nel living o nell’area esterna, eh si perchè questa microdimora ha anche la fortuna di avere uno spazio esterno da vivere…con vista mare, per chi ha la fortuna di vivere come in vacanza tutto l’anno.

Nella cucina i classici pensili sono sostituiti da capienti mensole che si sviluppano lungo tutta la parete, dando una continuità visiva all’ambiente e permettendo alla luce di entrare liberamente dalle finestre e percorrere lo spazio.

Ristrutturazione in 20mqRistrutturazione in 20mqRistrutturazione in 20mqRistrutturazione in 20mq

Una parete divisoria di circa due metri di altezza divide, senza separare nettamente, la zona giorno dalla zona notte. Anche qui la luce può fluire direttamente da sopra la parete ed illuminare il vano del letto appoggiato su un rialzo e fronteggiato da un’ampia cabina armadio.

 

Sfruttando la nicchia creata dal volume del bagno gli architetti dello studio hanno realizzato un’accogliente zona relax con divano in muratura che permette di sfruttare al massimo lo spazio disponibile.

In fine, parlando di accorgimenti intelligenti, tutte le pareti sono state tinteggiate con uno smalto lucido che, riflettendo la luce, aumenta la luminosità dell’ambiente riducendo al minimo l’utilizzo della luce artificiale, da accendere solo dopo il crepuscolo, consentendo un notevole risparmio energetico.

Ristrutturazione in 20mqRistrutturazione in 20mq

Fino ad ora abbiamo parlato del progetto architettonico in cui Ilaria e Riccardo hanno dato il meglio, dotando di tutti i confort questa microdimora confortevole e affascinante, ma mi voglio complimentare con loro anche per la scelta stilistica degli arredi e dei complementi: piccoli elementi verdi, piante e tessili per lo più, ironiche e creative stampe alle pareti (non dimentichiamo che si occupano anche di grafica e sul loro sito potete anche acquistare on line simpatici gadget) e design minimale, che completano alla perfezione questo progetto.

Ristrutturazione in 20mqRistrutturazione in 20mqRistrutturazione in 20mq

L’articolo Ristrutturazione in 20mq all’Argentario in by studio Boobee proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Colore e Interior Design: tendenze 2018

Pubblicato da blog ospite in Design, Non Ditelo all'Architetto

Colore e Interior Design: tendeze 2018

tendenze 2018

È noto già da secoli che i colori hanno diverse proprietà curative ed il nostro organismo essendo fatto di energia elettromagnetica risente molto dell’effetto dei colori che possono agire sui nostri equilibri. Le vibrazioni dei colori ci influenzano e il più delle volte non ce ne rendiamo nemmeno conto, insomma l’associazione tra colore ed emozione è naturale per ogni essere umano. Partiamo distinguendo i colori i due macro categorie:

  • Colori caldi, quindi colori aggressivi, irrequieti, stimolanti e positivi;
  • Colori freddi, quindi colori negativi, scostanti e riservati e tranquilli.

Attraverso ogni colore possiamo esprimere più emozioni e sentimenti rispetto alle parole. Quando dobbiamo arredare la nostra casa quindi non dobbiamo scegliere i colori a casaccio ma sceglierli, oltre che seguendo il nostro gusto personale, in base a quali si sposano meglio con la nostra personalità, per un migliore benessere psico-fisico.

Anche durante il Salone del Mobile di Milano si è posta l’attenzione sull’importanza del colore, e nel 2018 infatti utilizzeremo nuove palette pantone per arredare i nostri spazi, nuove tendenze quindi nei colori, nelle sfumature dell’interior design. E se una volta avevamo difficoltà a reperire oggetti e accessori di colori particolari, oggi è diventato tutto molto più semplice grazie alla nuova tecnologia. Grazie ad internet infatti possiamo avere libero accesso a centinaia di negozi online e trovare anche vere e proprie occasioni, possiamo acquistare per esempio direttamente online un originale orologio a muro dai colori personalizzabili in base alle proprie esigenze e adattabile quindi ad ogni stile che decidiamo di adottare.

tendenze 2018

Vediamo allora quali saranno i colori tendenza 2018.

I nuovi trend colore 2018 applicati al settore dell’arredamento

Grandi protagonisti 2018 sono i colori ispirati al mondo della frutta e della verdura, colori che richiamano la salute ed il benessere psico-fisico. I colori della natura sono colori rilassanti che favoriscono la riflessione, rappresentano i colori della vita e dell’equilibrio energetico, sono anche i colori di chi crede fortemente in se stesso e nelle proprie potenzialità.

tendenze 2018

Altro must della prossima stagione saranno i colori nelle tonalità del blu e dell’arancione. Il blu è il colore della calma e della tranquillità, esprime soddisfazione ed un’eleganza sobria, mentre il colore arancione è il colore della gioia per eccellenza, richiama la rinascita del sole, esprime amore e felicità. Questi due colori li troviamo solitamente in abbinamento ad un arredamento in perfetto stile vintage.

tendenze 2018

Per chi invece ha sempre voglia di giocare può sbizzarrirsi con le tonalità del giallo, specialmente l’acceso giallo Minion! Il giallo è sinonimo di vivacità ed estroversione ma anche di crescita e cambiamento. Tra i colori accesi andranno molto di moda anche i colori intensi come il viola, il colore della trasformazione e della metamorfosi, ed i colori fluo.

tendenze 2018

tendenze 2018

tendenze 2018

Oltre ai colori vivaci naturalmente troviamo anche tonalità più sobrie che vanno dal lilla alle sfumature del rosa per uno stile meno eccentrico e più introverso. Infine via libera ai colori metallici del rosso e del giallo, colori molto particolari ma di sicuro impatto.

tendenze 2018

L’articolo Colore e Interior Design: tendenze 2018 proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Arredare con il cemento…nuova tendenza

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

arredare con il cementoarredare con il cementoarredare con il cemento

arredare con il cementoarredare con il cemento

bellissime ed originali lampade in cemento per rendere speciale ogni ambente. In senso orario, partendo da in alto a sinistra la semplice lampada a sospensione resa particolare dall’effetto cemento disponibile QUI a 24.40 €, di seguito una bellissima lampada caratterizzata dalla presenza di una corda disponibile in diversi colori QUI, poi forma geometrica asimmetrica per il lampadario disponibile QUI a 40.49€. In basso a destra una lampada che sembra ricamata nel cemento (la trovate QUI) ed in fine cemento  e legno per la lampada a sospensione disponibili QUI a 38.65€

arredare con il cementoarredare con il cemento

Arredi in cemento. A sinistra conoslle in legno e cemento disponibile QUI a destra tavolo allungabile fino a 2.20cm che trovate QUI

arredare con il cementoarredare con il cemento

Interessanti arredi da esterni in cemento. A sinistra  coffee-tables Claps Stones di  De Castelli…sono incredibilmente leggeri! A destra Mobilier à Jardiner, by 5.5 Designers

arredare con il cemento

Un semplice TUTORIAL pr realizzare questa bella lampada

arredare con il cementoarredare con il cemento

Pavimentazioni di design in cemento per interni ed esterni. A sinistra Trinity by Virgile + partnrs per Ibankae. Adestra orto living covering un progetto di  Kriszta Balazs per Ivanka.

arredare con il cemento

Lowinfo è una società leader nella progettazione e nella fabbricazione di prodotti in calcestruzzo contemporaneicome questo bellissimo bancone.

arredare con il cemento

Affascinante architettura che utilizza il cemento sia in maniera strutturale che decorativa

arredare con il cemento

 

Anche un semplice interno può essere reso speciale da delle finiture effetto cemento

arredare con il cemento  arredare con il cemento

Cubi di cemento! A sinistra e a destra una serie di mobili creata dai designer danesi Komplot per marchio svedese Nola. 

Il B.H.Museum di Tadao Ando

Noi amiamo i materiali rubati al cantiere, ormai lo avrete capito, e tra questi c’è anche il cemento.

Dal brutalismo di Le Corbusier ai giorni nostri, che vedono il cemento rivalutato e molto glamour.

Un materiale così freddo, rude, grezzo che, come accennato, fu amato prima di tutti dal grande Architetto francese Le Corbusier padre del movimento moderno ed oggi è apprezzato da tutti i più trendy interior designer (ma non dite all’architetto che ho fatto questo accostamento sacrilego!)

Gli interni di Villa Savoye di Le Corbusier sono caratterizzati dalla pianta libera, possibile grazie alla creazione di uno scheletro in cemento armato ideato dal famoso architetto e che individuiamo nei pilastri e nelle travi in cemento a vista.

Un’altra caratteristica dell’architetture di Le Corbusier è il tetto giardino, per restituire il verde all’uomo che può così contemplare la natura nonché circondarsene,, sono comunque sempre presenti elemnti in cemento a vista.

Le Corbusier. Unità di abitazione a Marsiglia realizzata da Le Corbusier nel  1952.

La chieSA DI Nôtre Dame du Haut, a Ronchamp, Francia, realizzata da Le corbusier nel 1954, nel suo caratteristico stile brutalista che non lasciava spazio a vezzi e decorazioni.

Un’altra opera del grande architetto svizzero/francese: Il Palazzo dell’Assemblea di Chandigarh.

E’ un omaggio a Le Corbusier la riproduzione in cemento da parte di  Stefan Zwicky omaggio di un arredo disegnato dal grande architetto per Villa Savoye

Le Iniziali di Le Corbusier realizzati in cemento, nostro omaggio e vezzo decorativo.

Con il cemento (o calcestruzzo) non si realizzano solo pareti, soffitti e pavimenti ma anche affascinanti arredi e complementi d’arredo molto fashion e durevoli nel tempo adatti sia all’outdoor che agli interni; dalle lampade alle sedie, soprammobili, vasi, e mille altre cose che non immaginereste.

Materiale superminimalista è meraviglioso, a mio parere, quando accostato a finiture preziose come e lucenti come il rame o ad elementi romantici e delicati come la luce e i fiori. La bellezza di questo materiale è la possibilità di poterci creare facilmente affascinanti contrasti: liscio-ruvido, pesante-leggero, prezioso-povero, trasparente-coprente, naturale-colorato, morbido-duro…

 

Comuni accessori per la casa realizzati in un insolito materiale: Il cemento. A sinistra portachiavi da parete in calcestruzzo con inserto in feltrocolorato di Buchenbusch su Etsye; a destra orologio da parete in cemento disponibile QUI in due misure

Bellissime le sedie di Magis da outdor, con base in cemento,  che giocano tra il contrasto della seduta leggera e rarefatta e la base compatta e pesante. Disponibili anche QUI in vari colori

Da una fessura del cemento si fa spazio la luce…potete realizzare questa affascinante lampada seguendo QUESTO semplice tutorial

Sembra un tessuto cucito con filo giallo ed invece è cemento! Si tratta di simpatiche lampade a sospensione in calcestruzzo

Molto elegante il tavolo disegnato da Delatour Design Lab impreziosito dalla base realizzata da un intreccio di tondini di rame

E’ un progetto di Dragos Motica per Ubikubi la lampada la cui particolarità consiste soprattutto nella personalizzazione dell’oggetto e nel fatto che non è semplicemente una lampada fatta e finitama la si può modificare a piacimento

 

Giocano entrambi con il con il concetto del contrasto tra leggerezza e compattezza i vasi a sinistra di Drew Marcou e i “Nordic Flowe” a destra che trovate QUI in tre forme.

Un mix di materiali consistenze e colori per il tavolino da letto Dobrostol della designer russa Ekaterina Vagurina  

Impreziositi da vernice metalizzata, sono i vasi by oh laszlo che trovate su etzy

Le  taniche concreti sono una serie di tre aluci progettate da Alon Studio. Oggetti ibridi che giocano con le forme e i materiali, con la connessione tra il mondo industriale, le materie plastiche da un lato, e la creazione artigianale e glamour dall’altro.

Ancora l’impalpabile luce  a contrasto con il grezzo cemento e questa volta addirittura quella di una romantica candela per il candelabro di Doreen Westphal.

Uno degli accostamenti più riusciti è di certo quello con il legno, sia nel design che in archittetura, accoppiamento che mette in risalto le caratteristiche migliori di entrambi i materiali e che addolcisce molto l’effetto rude del cemento facendolo amare anche ai più scettici.

Per arredare un terrazzo in modo elegante e minimale possiamo realizzare una panca/fioriera in muratura con seduta in legno che magari riprenda la pavimentazione per un bellissimo effetto d’insieme.

La classica lampada da scrivania resa affascinante dall’utilizzo del cemento; è un progetto dell’ industrial designer Benjamin Hubert.

 

Tavoli e sedie. A sinistra Tavolo da pranzo artigianale in ciliegio e cemento, a destra sedia in stile nordico con seduta color grigio cemento e zampe in legno che trovate QUI

Sgabello in legno e cemento di takeovertime arredare con il cemento

Legno e cemento si divisono lo spazio in un equilibrio perfetto all’interno di questo progettoarredare con il cemento

Il tavolo e le sedie in stile classico, il pavimento in legno e pareti e soffitto di cemento creano il giusto equilibrio in questo internoarredare con il cemento

Dobrobox è una scatola portaposate in una fibra di cemento con piano in legno; della designer russa Ekaterina Vagurina  

Interno caldo ma dagli accenni industriali. arredare con il cemento

Sgabello by Bentu design; lo studio giapponese incontra il design ecofriendly realizzando quasi ogni pezzo con cemento e scarti edili

Il legno è l’indissolubile compagno di questo focolare in cemento disegnato da  hard-goods

Un gioco molto curioso e che ha divertito diversi designer è stato quello di far assumere agli elementi realizzati in cemento un aspetto soffice, cuscini scolpiti nel materiale che riproduce le curve e le pieghe tipiche di una superficie morbida e imbottita!

Il bello del cemento è certamente il suo aspetto grezzo e ruvido ma su questo materiale si possono imprimere diversi pattern, affascinanti quelli preziosi come l’effetto coccodrillo. Possiamo realizzare anche da noi piccoli lavori fai da te e a secondo della trama interna del recipiente che sceglieremo avremo una diversa grafica sull’oggetto in cemento che andremo a realizzare.

Spatolando su dei palloncini il cemento e lo stucco usati in purezza o mescolati tra loro, il designer Davide Giulio Aquini da vita ai fragiles, ognino ricco di crepe, rughe e imperfezioni.  La collezione combina la fragilità inaspettata e poetica del cemento e dello stucco con robusti profilati in metallo che soddisfano due funzioni: proteggere i Fragili e i supporti di supporto.

 

Concrete table di Doreen Westphal ha inciso sul piano un patern realizzato direttamente con dei centrini di pizzo.

I tavoli e gli sgabelli Plinio sono ispirati al grande naturalista e realizzati da su  Holmes Wilson.

Il vaso da fiori Cayman di Concrete Home design ha finitura del  calcestruzzo, materiale con il quale è realizzato, impreziosita da un pattern che imita la pelle di coccodrillo. Lo trovate QUI versione dark grey, liscia, oliatata

Sembrano realizzati in cuoio cucito a mano gli sgabelli in calcestruzzo realizzati da Florian Schmid

Semra un morbido sacco la panca portapianto da esterni di Solso architectural plant

Una serie di tre semplici portacandele impreziosite dalla stampa di strisce di merletto by  Alon Studio.

Volete realizzare un simpatico e naturalistico percorso per il vostro giardino? Ecco come farefacenoci aiutrare da grandi foglie.

L’effetto particolare, donato al calcestruzzo della seriedi mesnole e accessori realizzata dallo studio Ungherese AB concrete attraverso l’utilizzo di sacchetti di plastica,   crea un’impressione illusoria di morbidezza

Sembra una morbida borsa ed invece è un portaoggetti realizzato in cemento da Seletti, lo potete trovare QUI

Certamente la nuova tendenza è dunque questa: arredi e complementi in cemento e calcestruzzo ma tornando alle origini di un materiale nato per l’architettura, questo viene ancora utilizzato non solo come materiale da costruzione ma anche come finitura per pavimenti e pareti.

Certamente un pavimento in cemento grezzo avrà un aspetto molto freddo, minimale e per alcuni eccessivo (un po’ effetto garage!) ma sarà sufficiente ammorbidirlo ed arricchirlo con morbidi tappeti o magari rivestirlo con resina colorata; esistono anche in commercio prodotti specifici altamente tecnologici e di design che si chiamano nanocementi ed hanno una vasta scelta di colori…la versione fighetta del cemento!

Per le pareti invece del cemento vero e proprio potremo giocare ironicamente con una carta che ne riproduce l’aspetto o un colore grigio con una finitura materica; mentre la bellezza di un pilastro in cemento è per me indiscutibile, anche se mi rendo conto che possa trattarsi di un elemento molto forte all’interno di un arredamento.

Carta da parati effetto cemento 3D di Ugepa disponibile QUI

La carta da parati effetto cemento può essere utilizzata per arredare la casa o per scenografie temporanee come quella di una vetrina.

Dall’effetto molto grunge la carta da parati di Berlin tapete che trovate QUI

Fotomurale in diverse dimesnioni di Apalis disponibile QUI, pere una speciale camera da letto dall’aspetto romantico decadente

Carta da parati di Ugepa effetto cemento con i segni della cassaforma…molto industrial!  Disponibile QUI

Effetto molto speciale e bohemienne per questa foto murale di Apalis (disponibile QUI) che riproduce l’effetto di un vecchio muro in cemento con dei versi ormai sbiaditi di Bertolt Brecht 

Molto elegante la carta da parati effetto cemento di Concrete Wallpaper by Piet Boon che trovate QUI

Bellissimi minimali e anche un pò primitivi i bagni in cemento

Sia gli ambienti classici che quelli moderni si prestano ad ambientazioni speciali con la realizzazione di una bella parete effetto cemento

Pilastri a sezione rotonda o rettangolare ma sempre in cemento a vista

 

Zona notte e zona giorno

architettura in stile industriale con pavimento in cemento e travi a vista

L’utilizzo del cemento per l’architettura di interni potrebbe risultare troppo minimale (almeno a quelli che amano il colore e la decorazione come ma) ma come ho già detto sarà bellissimo creare contrasti con elementi romantici, preziosi, morbidi e colorati.

Questo materiale è poi certamente perfetto per gli amanti dell’industraial style come noi.

Se stavate pensate a qualcosa di originale e creativo per la vostra cosa forse non avevate pensate al cemento ma a questo punto potreste davvero prenderlo in considerazione!

 

Lo studio di design francese Delatour Design Lab  ha creato una nuova serie di bellissimi mobili in cementocome questo tavolo.

 

Il design si sbizzarriscono con l’utilizzo del cemento! A sinistra  gli altoparlanti in cemento del designer israeliano Shmuel Linski che ha la passione per i materiali grezzi. A destra complementi di Magnus Pettersen che sceglie il cemento per la sua linea di accessori per la scrivania che si chiama Solid Desk Accessories.

    

Amanti el lettering come noi? Il cemento è quello che fa per voi! Ecco alcune idee sfiziose da realizzare con grande semplicità con degli stampini in silicone o seguendo questo TUTORIAL 

arredare con il cemento

Eleganti e ingegnosi i vasi realizzati interamente in cemento da Xiral Segard, una designer francese che ha creato questi 4 elementi modulati impilabili

Iarredare con il cementoarredare con il cemento

Idee fai da te per il giardino, a sinistra un vialetto nuovo facilmente realizzabile con lo stampo che trovate QUI e a destra dei vasi di design che potete creare  seguendo il TUTRORIAL!arredare con il cementoarredare con il cemento

Ecco due semplici idee per rinnovare la vostra casa con il calcestruzzo a sinistra un divano realizzato con blocchi di cemento cellulare (gasbeton) ideale per realizzare divani, librerie, tavolie molto altro. A destra un’idea semplice per rinnovare il piano della cucina

arredare con il cemento  arredare con il cemento

arredare con il cemento arredare con il cemento

Delle simpatiche e semplici realizzazioni fai da te con i blocchetti di cemento forati.
arredare con il cemento

Legno e cemento…un’accoppiata vincente!arredare con il cemento

 

“Concrete Pots” di Alhambretto design studio sono degli originali vasi realizzati sfruttando le qualità indurenti del cemento e la flessibilità del tessuto; in sostanza si tratta di una striscia di tessuto impregnato di cemento avvolta attorno ad una struttura in Idroleb (pannello truciolare ecologico realizzato al 100% con legno post-consumo).

arredare con il cemento arredare con il cemento

I pannelli prefabbricati in calcestruzzo per pareti possono essere lisci,colorati, strutturati o anche tridimesnionali per creare profondità e interesse visivo, sono un modo innovativo per vestire le pareti sia interne che esterne

 

L’articolo Arredare con il cemento…nuova tendenza proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 




Torna su