Stili






 
 
 

Concept Provence; quando la bellezza è green.

Pubblicato da admin in Charme and More, Decor, Stili

Concept Provence è un’ elegante collezione di prodotti cosmetici bio e eco-friendly per prendersi cura di sé secondo i principi dello “slow living”.

conceptprovencelogo

Un brand francese fondato dalla coppia Renata and Jean-Paul Negroni e ispirato alla flora e alla fauna del Sud della Francia.

Una gamma che comprende sapone di Marsiglia, latte per il corpo e candele profumate prodotte con cera di soia pura al 100% e ingredienti di origine rigorosamente naturale derivati da agricoltura biologica di origine provenzale.

Cosmetici green, cruelty-free, rispettosi dell’ambiente e della pelle pensati per persone attente alla qualità dei prodotti e che cercano un momento di pace quotidiana per rilassarsi,  prendersi cura di sé, pensando al  benessere del corpo e della mente.

Scopriamoli assieme.

Sapone di Marsiglia in cubi

conceptprovence-15det

concept-sapone-marsiglia-cubi

Tradizionale panetto di sapone di Marsiglia in cubi da 300 gr, al 72% di Oli Vegetali realizzato artigianalmente in calderone a base 100% vegetale senza prodotti di sintesi.

Grazie alle sue proprietà ipoallergeniche e antibatteriche, è altamente raccomandato dai dermatologi per le pelli sensibili.

Sapone di Marsiglia liquido e latte per il corpo

sapone-liquido-e-latte-corpo

Eucalipto e menta piperita nera / Fiori della vite provenzale.

Il sapone liquido è prodotto ecologicamente con metodi tradizionali che prevedono l’impiego di oli di oliva e di cocco biologici arricchiti con estratti di eucalipto e glicerina a base di piante organiche.  Privo di agenti coloranti  è biodegradabile al 98% esente da parabeni, da Edta, da Bht  e Peg.

concept-provence-sapone-liquido

concept-provenze-latte-corpo

Latte per il corpo eucalipto e menta piperita nera.

Arricchita con estratti naturali di foglie di eucalipto e Vitamina E.

Senza parabeni, siliconi, oli minerali e grassi animali.

latte-per-il-corpo-concept-provence

Latte per il corpo ai fiori delle vite.

Arricchita con vitamina E, estratto di vite rossa organica e olio di semi d’uva, da agricoltura biologica, questo lozione per il corpo facilmente assorbibile idrata e rigenera la pelle preservandola dall’invecchiamento cellulare lasciandola delicatamente profumate.

Senza parabeni, siliconi, oli minerali e grassi animali.

Candele profumate

candele-concept-provence

Collezione di candele profumate lavorate a mano con cera di soia vegetale naturale al 100% e stoppino di cotone non sbiancato con profumo di Grasse.

candela-concept-provence-pin

candela-concept-provence-immortelle

candela-figue-concept-provence

 Scoprite le varie linee sul sito ufficiale del marchio.

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Concept Provence; quando la bellezza è green. proviene da Charme and More.

Tags: ,

 
 

5 elementi per arredare casa in stile nordico

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

elementi per arredare casa in stile nordico

Scegliere uno stile nordico per l’arredamento della casa oggi, significa privilegiare un design d’interni di qualità, funzionale, bello e davvero accogliente. Un’estetica rilassata che, soprattutto negli ultimi anni, ha influenzato gli interni di tutto il mondo e potrebbe diventare lo stile perfetto per la tua casa.

Gli scandinavi hanno un inverno piuttosto rigido da affrontare, trascorrendo molto tempo in casa, per questo il design delle loro abitazioni influisce davvero sullo stile di vita. Quindi adottare un approccio “Scandi” nell’arredo delle nostre case significa creare uno spazio vivibile, quanto bello.

È uno stile che è stato spesso descritto come “minimalista” (da non confondere con lo stile minimal), perchè si basa su pochi pezzi di buon design ben scelti e perchè le linee sono sempre pulite e “apparentemente” semplici, regalandoci un arredamento senza tempo.

Gli interni che si ispirano allo stile nordico sono sempre più numerosi, a tutte le latitudini. Sono incentrati sul principio “less is more”, trovando come principali ingredienti la funzionalità, le linee pulite, il calore, l’attenzione al dettaglio e, soprattutto, la luce.

Ecco alcuni elementi che possono portare un po’ di stile nordico nella tua casa.

Nordic design

Quando si parla di arredamento d’interni, la prima cosa ovvia a cui pensare sono i mobili. Il design nordico, ormai lo sappiamo bene, è caratterizzato da linee semplici e funzionalità, che danno origine al loro fascino. Sedie, tavoli, poltrone e letti raggiungono tutti insieme la bellezza della semplicità.

Senza eccessive decorazioni e l’ingombro visivo della stanza, che disturbano l’occhio, l’approccio nordico nella disposizione dei mobili crea effettivamente l’impressione di avere spazi più ampi. Non è un’impresa da poco riuscire a rendere accogliente un ambiente, pur rimanendo nel campo della sobrietà e semplicità. Forse dovremmo tutti prendere spunto da qui per liberarci del nostro disordine inutile.

Linee perfettamente studiate e un design di qualità, che non subisce il passare delle mode, sono caratteristiche distintive di questo stile di interni, molto versatile. Questo è il motivo per cui ci sono ancora alcuni pezzi degli anni 50, diventate vere e proprie icone di design, in vendita ancora oggi. Come il divano “Poet” del marchio danese OneCollection, disegnato dall’architetto Finn Juhl e prodotto molti anni dopo la sua scomparsa. Questo a testimonianza del fatto che il nordic design è un gusto contemporaneo che sa essere anche squisitamente senza tempo.

arredare-casa-stile-nordico-divano-onecollection-finn-juhl

E luce sia!

Sappiamo bene quanto la luce sia importante per un’abitazione. E quando il sole tramonta è l’illuminazione artificiale che ha il compito di rendere accoglienti i nostri ambienti. Dalle lampade a sospensione, alle piantane, fino alle lampade da tavolo, avere una varia ed ampia illuminazione nella stanza, è la chiave per creare l’atmosfera giusta, proprio come negli interni nordici.

Per questo, in fase di ristrutturazione, occorre studiare attentamente l’impianto elettrico. Nelle stanze principali, predisponendo almeno tre punti luce differenti, si permette alla luce di diffondersi in modo caldo ed omogeneo.

Le lampade e i corpi illuminanti andranno scelti con forme pulite e lineari, perchè, come sempre, si tratta di trovare il giusto equilibrio tra forma e funzione.

E parlando di impianto di illuminazione, da non dimenticare gli accessori, come le placche elettriche. Anche in questo caso la qualità e il design caratterizzato dal rigore delle geometrie sono la scelta da fare per un interno nordico. Le placche elettriche BTicino “Living Now” hanno un’estrema pulizia del disegno e sono un accessorio perfetto per questo stile.

biticino-placche-elettriche-living-now

Gioca con i colori

Lo stile nordico è spesso caratterizzato da uno schema di colori specifici: sfumature di grigio, nero, beige (dato dal colore del legno chiaro) e naturalmente un sacco di bianco. Di solito, infatti, le pareti interne, sono tutte tinteggiate di bianco (o al massimo grigio).

Ma se i colori neutri ti sembrano noiosi, sappi che negli ultimi tempi, lo stile nordico si è aperto (o meglio, ha ripreso altre tradizioni del passato) verso il colore. Toni pastello, come il rosa pallido e verde menta, ma anche toni più scuri, soprattutto blu e verdi in differenti nuance, sono diventati di tendenza per offrire un’estetica più contemporanea e fresca. Sono perfetti come tonalità di contrasto, perché fanno risaltare ancor di più la luminosità dei mobili e dell’insieme.

Quindi se un interno completamente bianco è un pensiero che ti spaventa o ami aggiungere un po’ di colore nella tua vita, sappi che puoi ancora seguire questo stile, in linea con le ultime tendenze.

arredare-casa-stile-nordico-scandinavo-colori

Aggiungi un tappeto

Nonostante i lunghi e freddi inverni, la moquette non è qualcosa che si vede nei veri interni scandinavi (per fortuna!), che di solito hanno bei pavimenti in legno di colore chiaro. Tuttavia non mancano i tappeti in ogni stanza. Oltre ad aggiungere calore e comfort, i tappeti sono utilizzati come dichiarazioni di stile, anche per mettere in risalto gli arredi.

Se si tratta di cercare un tappeto per un interno ispirato allo stile nordico, l’azienda svedese Kasthall, grazie alla trama e alle tonalità neutre splendidamente “scandinave”, ti assicura di aggiungere un po’ di spirito Scandi al tuo ambiente.

arredare-casa-stile-nordico-tappeto

Il calore di un camino

Un camino può aggiungere bellezza e comfort ad un appartamento e si inserisce bene nelle zone living open space di ispirazione nordica. Ma se nella nostra tradizione il focolaio si trova al centro della stanza, nei Paesi nordici il camino non occupa spazio inutile, per cui lo troviamo spesso posizionato in un angolo o in una nicchia. L’interior design nordico preferisce il vantaggio di avere più spazio a disposizione per un comodo divano o un tavolo per ricevere gli amici.

Molto spesso invece di un camino, troviamo addirittura una bella stufa: in questo modo il calore del fuoco può essere goduto in sicurezza, diffondendosi attraverso lo spazio.

arredare-casa-stile-nordico-camino

Lo stile nordico-scandinavo è uno degli stili di interior design più popolari e abbiamo capito perché: è senza tempo, ma attuale, fresco, ma caldo, studiato, ma accogliente, insomma è l’ideale per creare quella giusta atmosfera in casa in cui cui amerai immergerti.

elementi per arredare casa in stile nordico 

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Simple is better: un appartamento in puro stile nordico

Pubblicato da blog ospite in Architettura, ChiccaCasa, Stili
La semplicità è sempre un’idea vincente. L’home tour che ti sto per mostrare ne è la prova!
Gli interni di questo appartamento non hanno toni superstrong e non sfoggiano abbinamenti azzardati. Altrochè! L’arredamento è incentrato sulla purezza del minimalismo scandinavo.

Il bianco fa da padrone nella palette della casa, accompagnato da toni neutri e qualche sfumatura di blu. Sono gli accenti in legno e la parete originale a mattoncini a dare quel magico tocco di calore all’insieme.
Intramontabli must have firmati IKEA sono mixati con pochi ed essenziali pezzi di design.

Questo accurato lavoro di interior design dimostra che no, non c’è bisogno di spendere una vera fortuna per avere una casa da copertina e che no, non sono necessari fronzoli e complementi iper sofisticati per raggiungere l’ambito effetto wow!

Alla fine del post, trovi i nomi dei pezzi salienti!

Buon tour!

Vuoi conoscere i nomi dei pezzi più fighi della casa, per copiare lo stile di questo appartamento? Eccone una lista!

Scaffale in cucina, usato come dispensa open: String System
Divano in tessuto: Stocksund, Ikea
La cassettiera bianca in camera da letto è realizzata accostando due cassettiere Malm, Ikea
Il mobile basso bianco è formato da strutture Besta di Ikea sorrette dai piedini Pretty Pegs
La sedia nera di metallo con schienale quadrettato è la Bertoia Side Chair di Knoll
Le sedie attorno al tavolo da pranzo sono le Wishbone di Carl Hansen & Søn.

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Natale Etnico Chic e Minimal

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Decor, Stili

Natale Etnico Chic e Minimal

Si avvicina dicembre e con lui la voglia di entrare nella giusta atmosfera natalizia. Lasciamo da parte per una volta lo stile tradizionale e maximalista e facciamoci ispirare invece dall’ Etnico Chic e Minimal! Scoprirai che c’è una freschezza nella semplicità ed essenzialità delle decorazioni di cui non sapevi nulla. Vediamo dunque come coniugare motivi etnici e design minimal nordico.

E’ quello che ha scelto di fare Shelley Street, nella sua casa così lontana dalle latitudini scandinave. Del resto si dice che gli opposti si attraggono! E così che incontriamo un Natale etnochic e minimal.

Siamo in Sud Africa e qui troviamo una tavolozza di colori nordica per il Natale: bianco e nero e qualche accenno di blu scuro e legno. Per un Natale minimalista il black and white è super trendy! Grazie a queste nuance si sono potuti unire elementi di origini molto diverse. Le decorazioni natalizie, infatti, sono un mix di artigianato locale africano, elementi tradizionali e ispirazioni “Scandi” che fanno della semplicità delle forme, sobrietà, minimalismo le note da cui attingere.

Del resto la proprietaria ha scelto il bianco come protagonista di tutti gli interni della sua abitazione: lo troviamo sia nei pavimenti in resina, sia nelle pareti, sia negli infissi, che nei soffitti. Ma come spesso avviene nello stile scandinavo, alcuni accenti di nero negli arredi e complementi, creano un contrasto interessante e danno profondità. Le decorazioni natalizie non si discostano da questa palette e stile.

Un Natale etnochic e minimal può essere il tipo di stile di festività semplice che stai cercando. Se vuoi copiare lo stile, per prima cosa, opta per un albero semplice fatto di rami dipinti di bianco, ad esempio. Addobba il tuo albero con decorazioni in legno etniche (come i deliziosi uccellini intagliati artigianalmente) e palline optical. Minimal è la parola d’ordine: poche cose ma sapientemente accostate tra loro.

Per la tavola delle Feste cerca runner e portatovaglioli dal sapore etnico e sobrio, piatti dai disegni grafici e bicchieri che sono un mix di tradizione e design.

Le ghirlande non devono essere per forza grandi ed appariscenti. Nelle case del nord Europa nessuna ghirlanda è considerata troppo piccola. è sempre una risorsa per l’home decor natalizio e invernale. Raggruppane diverse su una mensola, appendine una sulla maniglia della finestra o di un armadio.

Anche la carta per avvolgere i regali potrai sceglierla in bianco e nero o disegni geometrici.

Ecco le altre immagini da cui trarre ispirazione per un Natale eclettico etnochic e minimal.

Natale Etnico Chic e Minimal

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (3)

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (9)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (10)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (11)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (12)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (13)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (14)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (15)

Fonte: www.homestolove.com.au

Ti può interessare anche:

Natale in Stile Nordico in bianco-nero e legno

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Midnight Blue, la collezione di Natale di Zara Home

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Stili

Argento e oro, velluto e marmo, sullo sfondo di un blu profondo, caratterizzano la nuova collezione Midnight Blue di Zara Home; un mood sofisticato e raffinato per il Natale 2018.

Midnight Blue, the Christmas collection of Zara Home

Silver and gold, velvet and marble, against a deep blue background, characterize the new Midnight Blue collection by Zara Home; a sophisticated and refined mood for Christmas 2018.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Quando lo stile British incontra lo Stile Scandinavo

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

Quando lo stile British incontra lo Stile Scandinavo

Questa casa messa in vendita a Londra mostra un uso equilibrato dei colori neutri e di diversi stili di arredamento.

L’edificio in stile vittoriano presenta tutte le caratteristiche architettoniche che siamo soliti vedere nella capitale britannica, eppure l’arredo strizza l’occhio allo stile scandinavo. Questo mix rende gli ambienti freschi e confortevoli e al tempo stesso ricchi di fascino.

Lo stile British non ha delle caratteristiche così specifiche ed univoche come lo stile scandinavo: si va dalle case di campagna che ci ricordano i romanzi di Jane Austen, alle dimore con una fusione di lusso e glamour e un’aria di romanticismo shabby chic, fino a un tipo di immagine pop molto colorata ed esagerata.

Tuttavia molti interni britannici contemporanei stanno iniziando a riconoscere e comprendere il bisogno di semplicità, comfort e design durevole.

Lo stile nordico è pulito, senza ostentazione e fa uso di materiali naturali. L’ Hygge danese parla di condivisione di comfort e calore con amici e familiari. Gli spazi sono spesso informali, tranquilli e comodi, con un occhio attento sia al dettaglio che alla semplicità.

Le regole universali dello stile nordico generano sensazioni nel nostro cervello di benessere e rilassamento a cui è difficile resistere ad ogni latitudine.

Questo appartamento è apparso in alcuni siti di vendita immobiliare in Gran Bretagna, per cui è probabile che abbia subito alcuni interventi di Home Staging ovvero di “preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita.”. Una tecnica di marketing immobiliare ancora troppo poco conosciuta nel nostro Paese, eppure così necessaria per aiutare a vendere più rapidamente e al miglior prezzo una casa (leggi di più in questo post).

Comunque sia l’appartamento offre numerosi spunti ed ispirazioni.

Le cornici sui soffitti delle case d’epoca sono eleganti e danno un tocco speciale di autenticità, ma se vuoi un look più contemporaneo, ti accorgerai che è così facile inserire elementi dal design nordico: il contrasto è semplicemente perfetto. Alcuni dettagli, come la poltrona sospesa o il vecchio baule, conferiscono un tocco di personalità.

Ecco che la casa diventa un mix di semplicità ispirata allo stile scandinavo, così calda ed accogliente.

Buone idee da ricordare:

  • L’ispirazione scandinava si sposa anche con appartamenti d’epoca: materiali naturali, colori chiari, luminosità, ampi spazi e niente di ingombrante o barocco.
  • Poche cose, ma di carattere aiutano a mantenere l’ordine e la sensazione di serenità.
  • Durante il giorno cercare di far entrare la maggior quantità possibile di luce naturale. Di sera scaldare l’ambiente con le candele.
  • Trovare un equilibrio tra: semplice e funzionale spazio bianco e  atmosfera accogliente e confortevole.
  • Tocco DIY: creare un tavolo low budget con un piano di legno e due cavalletti.

Quando lo stile British incontra lo Stile Scandinavo

Quando lo stile British incontra lo Stile Scandinavo

arredamento-stile-british-scandinavo (4)

arredamento-stile-british-scandinavo (6)

arredamento-stile-british-scandinavo (9)

arredamento-stile-british-scandinavo (7)arredamento-stile-british-scandinavo (8)

arredamento-stile-british-scandinavo (10)

arredamento-stile-british-scandinavo (11)

arredamento-stile-british-scandinavo (12)

arredamento-stile-british-scandinavo (13)

Fonte: freshlocations.com

Segui Casa e Interni su Facebook e Instagram.

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Essenziali con stile: 12 Cucine minimal con un tocco classico

Pubblicato da blog ospite in Design, HomeRefreshing, Stili

Bianca o colorata, con il piano in mineralmarmo o in laminato, con maniglia o con anta a gola, con il frigorifero free standing o a incasso, in linea o ad angolo? Quando bisogna scegliere la cucina, le domande che ci si trova ad affrontare sembrano essere infinite. In più, ben prima di arrivare a queste domande, la questione più importante è decidere che stile vogliamo dare a quello che sarà l’ambiente più vissuto della nostra casa.

Classica o moderna? Fino a non molto tempo fa questa decisione sembrava essere salomonica: o tradizionale o minimalista e, inevitabilmente, una volta deciso da che parte stare, la cucina sarebbe stata o come quella della bisnonna, oppure accogliente come un  laboratorio di microbiologia. Ho visto davvero scegliere cucine rustiche, in pieno stile casa nella prateria, con la motivazione che “deve dare il senso di famiglia”oppure con la scusa che è più semplice da gestire, perché una cucina moderna ha bisogno di essere mantenuta sempre in un ordine monacale, non si può lasciare nulla in giro, nemmeno un barattolo di zucchero o un cucchiaio di legno a vista.

Riflettendo su questa spinosa questione ho iniziato a cercare immagini che mettessero d’accordo le due fazioni . Quindi ecco a voi delle cucine minimal con un leggero tocco classico. Essenziali, raffinate, nei colori più di tendenza e con attualissimi dettagli decor ma con piccoli e sofisticati richiami al passato: l’anta specchiata, il piano in marmo, il legno scuro, i pomoli o le maniglie in ottone . Cucine in cui sentire tutto il calore di casa senza per forza riprodurre lo stile di una fattoria del Minnesota.

 

 

 
Questi sono gli esempi di cucine che proporrei a chi mi chiedesse di progettare una cucina classica, che sa di famiglia: lineari, di un caldo e raffinato minimal, con piccoli dettagli che richiamano la tradizione. 
Enjoy Your Home!
Credits

1.  2.  3.  4.  5.  6.  7.  8.  9. 10.  11.  12. 
Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ proprio qui sotto. Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche un lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!

Tags:

 
 

Mix di stili e low budget (e i consigli per copiare lo stile)

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee, Interiors, Interni, Stili

Mix di stili e low budget

Ecco nuove ispirazioni e spunti per arredare una casa funzionale e moderna, ma con un tocco chic ed un budget ridotto.

Oggi andiamo in Danimarca a visitare la casa di Christina L. Jensen, che pur abitando nel nord Europa, è un’amante dello stile del sud della Francia. Quello Brocante, in particolare, che utilizza oggetti e piccoli mobili d’epoca recuperati nei mercatini delle pulci, per arredare la casa.

E proprio per questo è difficile ricondurre ad uno stile unico tutto l’arredamento della casa, che è un mix di funzionalità scandinava, stile industriale e tocco provenzale. Quello che ne esce fuori è uno stile personale, rustico-metropolitano chic con l’attenzione al recupero, al riuso e alle soluzioni economiche o fai da te.

Leggi fino in fondo il post per trovare i consigli per copiare lo stile!

I colori prevalenti dell’appartamento cittadino sono il bianco e il grigio (chiaro e scuro), che si sposano magnificamente con i materiali naturali, come il cuoio, il legno, il metallo invecchiato, il vimini e il verde delle piante.

L’architettura della casa d’epoca ha pareti bianche e luminose e un parquet in legno di abete sbiancato, tipico delle case nordiche. I mobili e gli oggetti provengono dai mercatini delle pulci locali o francesi, dai negozi dell’usato, dagli shop franchising economici o addirittura dai centri del riuso.

Nel soggiorno l’arredo è molto semplice e la zona relax prevede un divano di forma classica appoggiato ad una panca recuperata, che accoglie alcune piante, lo stereo e un dipinto che è opera di Christina. Entrambe le lampade da terra provengono da Casa shop, catena economica belga, presente anche in Italia. In un angolo vicino alla finestra, una vecchia poltrona di pelle vintage e un altro quadro della proprietaria. Sul davanzale della finestra trova posto una collezione di vasi, dai toni verdi e neri.

Nello studio lo schedario è perfetto per conservare documenti e piccoli oggetti ed aggiunge un tocco industriale all’ambiente.

Nella ristrutturazione, la piccola zona pranzo è stata unita alla cucina, eliminando la parete che le divideva e aumentando così visivamente lo spazio. Anche qui troviamo un arredo informale: le sedie Tolix di metallo e il tavolo da pranzo dal design semplice, personalizzato da Christina con un paio di ruote.

I mobili della cucina (senza pensili), sono stati disposti lungo la parete sotto la finestra. Ad un’estremità troviamo una parete dipinta con vernice effetto lavagna, dove Christina ha disegnato lo schema con i tagli di un bovino. Di fianco troviamo una porzione di parete con mattoni lasciati a vista (ancora un dettaglio rustico/industriale).

Sotto l’altra finestra, il padre della proprietaria ha realizzato una bella panca, che, resa accogliente da morbidi cuscini, diventa il posto ideale per bere una tisana o leggere un libro.

Il sogno di una cabina armadio è stato in cima alla lista dei desideri di Christina. Ecco che è riuscita a realizzarlo, anche in una camera da letto dalle piccole dimensioni e con un budget molto ridotto!

Un muro basso fa da testata per il letto (una semplice rete). Sopra sono state montate delle vecchie finestre acquistate a basso prezzo in un centro per il riuso. La separazione della camera da letto dalla cabina armadio con questa parete vetrata di recupero, risulta di grande impatto e funzionale per mantenere la giusta dose di luce naturale in entrambi gli spazi. Per l’attrezzatura della cabina armadio, la proprietaria si è rivolta all’immancabile Ikea.

Il bagno, su cui non sono stati fatti grandi interventi di ristrutturazione, presenta ancora il pavimento “terrazzo” originale e le classiche piastrelle bianche. Per questo motivo, la sostituzione dell’impianto è stata lasciata a vista, cosa abbastanza impensabile qui da noi. Più stile industriale di così!

Nonostante siano stati utilizzati differenti stili d’arredamento e diversi mobili a basso costo o recuperati, questo mix&match riesce a dare alla casa un aspetto raffinato e allo stesso tempo informale e accogliente.

Consigli per copiare lo stile:

  • Per un arredamento mix&match sobrio come questo, occorre mantenere una palette di colori chiari e neutri, con alcuni accenti scuri, che aiutano a dare profondità e rendere più interessante l’insieme.
  • Se hai un budget limitato, punta su pochi pezzi buoni e di carattere (come un bel divano, lo schedario…).
  • Le opere d’arte aiutano molto a caratterizzare un ambiente, ma se non sei un’artista, come la proprietaria di questa casa, puoi cercare stampe che mantengano la stessa palette di colori e lo stile. Puoi anche incorniciare alcuni vecchi tessuti o ricami, se trovi delle trame e fantasie adatte.
  • I mercatini delle pulci, i negozi dell’usato, le catene economiche e i centri del riuso (ci sono anche in Italia in molte città) sono tutti posti dove guardare con interesse se si ama questo stile personale e low cost.
  • L’uso di pareti vetrate l’abbiamo visto spesso nelle case francesi, presentate nel nostro blog. Un espediente, utile soprattutto nei  locali di piccole dimensioni, che aiuta a separare senza dividere otticamente. Qui si è risparmiato un po’ utilizzando finestre di recupero, quindi tieni d’occhio i vicini di casa, che stanno sostituendo gli infissi! Se hai timore di mostrare il disordine, puoi anche prevedere una tenda a rullo.
  • Se ci fai caso, questa casa ha piante verdi in ogni stanza, che aiutano dare una nota di colore viva e fresca.
  • Presta attenzione ai dettagli: candelabri, vasi, scatole, bauli, cesti…

Guarda le foto e prendi ispirazione!

Mix di stili e low budget

Mix di stili e low budget

Mix di stili e low budget

Mix di stili e low budget

Mix di stili e low budget

Mix di stili e low budget

Mix di stili e low budget

arredare-mix-stili-economico (9)

Mix di stili e low budget

Mix di stili e low budget

Mix di stili e low budget

Fotografie: Lars Kaslov

Fonte: boligmagasinet.dk

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo su Facebook!

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Tendenze: contemporary Art Déco

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto, Stili

Elegante e raffinato, lo stile Art Déco riproposto in chiave contemporanea rivoluziona gli interni con audaci geometrie e inediti accostamenti.

Tendenze contemporary Art Deco Sella Concept

Tra le varie tendenze che costellano il mondo dell’interior design, forse quella che vede il ritorno dell’Art Déco è la più rivoluzionaria. Da molti anni, infatti, non si vedevano negli interni geometrie singolari, materiali lussuosi e colori audaci proposti contemporaneamente.

L’Art Déco delle origini

L’Art Déco è un movimento che ha caratterizzato l’estetica degli anni Venti e Trenta influenzando l’arredamento, ma anche la gioielleria, la moda, la grafica e l’architettura, la letteratura, la musica e il cinema (Pensate al Jazz e al grande Gatsby). Proprio per la sua trasversalità, l’Art Déco fu più uno stile di vita che un fenomeno circoscritto all’ambito della decorazione.

E’ uno stile eclettico che si fonda sul predominio della geometria astratta, dei colori intensi, dei materiali luccicanti come i metalli, il vetro, le lacche. Abbondano i motivi decorativi, da quelli geometrici come il triangolo in tutte le sue declinazioni, a quelli stilizzati ispirati alla natura (raggi solari, fiori, foglie, uccelli, onde).

Qualche esempio famoso nel campo dell’arte e del design? Il Chrysler Building e l’Empire State Building a New York, l’Art Déco Historic Districts a Miami, i dipinti di Tamara de Lempicka, le ceramiche di Giò Ponti, solo per citarne alcuni.

L’Art Déco contemporaneo

Salito alla ribalta inizialmente nei locali pubblici, il Contemporary Art Déco è più minimalista e meno decorativo rispetto all’originale, è comunque uno stile dal grande impatto estetico e tra i più innovativi, grazie anche alla contaminazione con il Memphis-style di Ettore Sotsass.

Tendenze contemporary Art Deco Daria Zinovatnaya

La collezione Cherokee della designer ucraina Daria Zinovatnaya si ispira al Memphis Style

Tra le geometrie, predominano i cerchi, gli archi, le forme composte e le linee rette. Molto gettonata la forma ovale, ma con i lati maggiori dritti, utilizzata soprattutto per specchi, lampade, frontali dei mobili, come si vede nella consolle di Daria Zinovatnaya.

Tendenze contemporary Art Deco porte ad arco

Gli uffici di Vizor Interactive progettati da STUDIO11 a Minsk

Tendenze contemporary Art Deco

Casa a Barcellona, by Colombo and Serboli Architecture (CaSA)

Tenete d’occhio anche i motivi a scanalature, che ormai sono utilizzati un po’ ovunque, dalle decorazioni delle pareti, alle gambe dei tavoli, agli schienali di sedie e poltrone e via via fino agli accessori.

Tendenze contemporary Art Deco Nana patisserie

NANAN Patisserie © PION Basia Kuligowska, Przemysław Nieciecki

I materiali sono spesso sinonimo di lusso: marmo, legni pregiati, ottone, velluti e carte da parati, mentre i colori sono giocati su palette dai toni intensi oppure in accostamenti di colori pastello, con una netta predominanza del rosa. Una curiosità: questo stile è particolarmente apprezzato dai designer dei paesi dell’Est Europa.

Tendenze contemporary Art Deco HARRY NURIEV

Progetto del designer russo Harry Nuriev e del suo studio Crosby Studios

I must have

Ecco i mobili e gli accessori che non devono mancare se si desidera arredare la casa in stile contemporary Art Déco:

Tendenze contemporary Art Deco

Charlotte Sofa by India Mahdavi

Tendenze contemporary Art Deco julius chair

Julius Chair by Carlyle Collective

Tendenze contemporary Art Deco azucena caccia dominioni

Il pouf Azucena di Luigi Caccia Dominioni

Tendenze contemporary Art Deco IC lights

IC Lights by Michael Anastassiades

Tendenze contemporary Art Deco ceramica cielo specchio

Specchio ovale collezione I Catini by Ceramica Cielo

Tendenze contemporary Art Deco prettypegs

I frontali per mobili Ikea by Prettypegs

Tendenze contemporary Art Deco letto Essential Home

Letto Sophia by Essential Home

Crediti foto di copertina Sella Concept


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 

Tags:

 
 

Arredare casa in montagna. Pensando alle prime nevi.

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Stili
come arredare e rendere acccogliente la casa di montagna

Siamo nel pieno dell’autunno e noi stiamo già pensando all’inverno, al calore e all’atmosfera piacevole che si respira durante le corte giornate invernali, in montagna. 

Chi ha la fortuna di godere di una casa vacanza in montagna, può seguire i nostri consigli per arredarla e renderla il rifugio invernale perfetto per tutta la famiglia.

Il primo passo per rendere la casa in montagna accogliente è il legno, materiale immancabile quando si parla di case in montagna. Questo materiale è  talmente versatile che si può utilizzare per rivestire il pavimento, le pareti, il soffitto. Che sia di tonalità chiare oppure scure poco importa, l’effetto desiderato rimane lo stesso, e non delude mai. 
In commercio, oggigiorno, esistono diverse e appetibili soluzioni anche per chi non ha intenzione di investire grossi capitali nella ristrutturazione della casa di montagna. Per esempio si trovano pannelli e laminati compatti a effetto decorativo che sono davvero molto simili al materiale naturale, a un prezzo economico.


come arredare e rendere accogliente la casa di montagna
Se il legno è il materiale predominante, meglio optare per un arredamento lineare, pulito e minimale dai colori chiari. Lo stile nordico (o scandinavo) si è diffuso tantissimo nell’ultimo decennio ed è caratterizzato dalla predominanza del bianco con un colore a contrasto, per esempio il marrone o il nero. Si possono trovare un sacco di ispirazioni facendo riferimento all’arredo nordico.


come arredare e rendere accogliente la casa di montagna
come arredare e rendere acogliente la casa di montagna

Solitamente la zona living, nelle case in montagna, riveste un ruolo fondamentale. Un caminetto al centro della stanza sarebbe la ciliegina sulla torta per trascorrere piacevoli serate in famiglia e con gli amici. Un momento di aggregazione reso ancora più piacevole da una sedia a dondolo e una tavola decorata in perfetto stile shabby chic. Per decorare una tavola in questo stile un che si avvicina anche al country, sono sufficienti pochi accorgimenti: il bianco deve essere il colore predominante vivacizzato da dettagli oro come per esempio calende e un centrotavola naturale.

come arredare e rendere accogliente la casa di montagna
come arredare e rendere accogliente la casa di montagna
L’illuminazione nelle case di montagna è fondamentaleperché d’inverno diminuisce la luce naturale e si vivono molto di più gli spazi interni. Si, a luci da parete ma anche da terra che permettono di sfumare l’illuminazione e garantire quell’atmosfera avvolgente e calda.

In montagna lo spazio è importante, basti pensare al guardaroba invernale e all’attrezzatura dei vari sport alpini. Optate per dei mobili costruiti su misura o delle nicchie salvaspazio in cartongesso. In questo modo riuscirete a massimizzare gli spazi e a sfruttare la casa in ogni suo centimetro.


come arredare e rendere accogliente la casa di montagna
come arredare e rendere accogliente la casa di montagna
come arredare e rendere accogliente la casa di montagna
In una casa in montagna non devono mai mancare tre elementi: un tappeto in pelliccia (sintetica) bianca, plaid di lana avvolgenti a pié divano e una boiserie in cucina in stile vintage (oppure in alternativa una credenza boho chic). 
come arredare e rendere accogliente la casa di montagna

Applicando questi consigli al proprio gusto personale, il risultato sarà perfetto e su misura.

Tags:

 
 




Torna su