Stili






 
 
 

Cucina e soggiorno stile industrial contemporaneo

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking, Stili

LEGGI IN INGLESE

cucina_industrial

Andrea è un ragazzo che ha ereditato un appartamento anni ’60 in provincia di Monza e Brianza. Erano già stati previsti  cappotto, revisione muri interni, sostituzioni infissi, riscaldamento a pavimento e ristrutturazione delle camere.

A me ha voluto affidare il compito di arredare la zona cucina e soggiorno, di circa 45mq, con altezza del soffitto di i 3,15metri.

Le esigenze

Andrea mi ha subito indicato dei punti fermi per il suo progetto di interni:

  • assolutamente no bianco
  • colori sul grigio, nero, terra e legno
  • cucina aperta con zona pranzo vicina
  • no bancone snack

Queste indicazioni mi hanno subito portato a pensare a una cucina e soggiorno stile industrial contemporaneo!

Il progetto

Pianta2DLa cucina aveva a disposizione uno spazio davvero grande dove potersi sviluppare. Ma siccome bisogna fare i conti tra costi – funzionalità – estetica ho optato per una cucina angolare con isola di un grigio perla molto opaco abbinato ad una boiserie in legno rovere scuro con mensole della stessa finitura. La cucina risulta comunque di dimensioni molto generose.

Nella fase di progettazione ho voluto dare al cliente la possibilità di chiudere all’occorrenza il locale cucina, grazie alla creazione di due pannelli scorrevoli rivestiti in carta da parati fatti creare su misura.

Un’altra cosa che mi ha stupito in questo progetto e che fino ad ora non mi era mai capitato, è stata la richiesta di eliminare la TV, anche in soggiorno.  Si è quindi optato per l’inserimento di una bella libreria a parete laccata nera opaca e un telo automatizzato nascosto nel ribassamento sopra la libreria. Il proiettore verrà appoggiato sopra il muretto dietro al divano, decorato con pittura effetto bronzo.  Soluzione interessante, non credi? questo sì che rappresenta un vero tocco industrial!

Inoltre il muretto diventa elemento decorativo che permette di appoggiare quadri e oggetti ma anche elemento funzionale sia per il proiettore che per la zona scrivania, di fronte alla quale viene ricavato un vano contenitivo nel muretto stesso.

Luci e ribassamenti

Completano il progetto i giochi di luce creati. L’altezza del soffitto di 3,15metri ha permesso di creare un ribassamento di 30cm all’ingresso con striscia led, sopra la libreria del soggiorno con 3 faretti e sopra i pannelli scorrevoli. Il ribassamento in ingresso permette di nascondere la trave portante tra soggiorno e cucina e di includere i binari per lo scorrimento dei pannelli. In cucina il ribassamento è alto solo 18cm per i cassonetti delle finestre che non permettevano di abbassarlo ulteriormente. Sono state inserite due linee di faretti (8 faretti in totale) in cucina per un’illuminazione diffusa, a supporto dell’illuminazione con luci led sotto i pensili.

Sull’isola e sul tavolo, sono state inserite le bellissime Aplomb di Foscarini effetto cemento.

La Castore di Artemide da terra supporta l’illuminazione nella zona pranzo e la AIM di Flos caratterizza la zona scrivania in soggiorno.

Cosa ne pensi di questo progetto di una cucina e soggiorno stile industrial contemporaneo? Un progetto di cui anche io sono rimasta piacevolmente colpita per come si è potuto evolvere e per scelte portate avanti!


Tutti i quadri inseriti nei render sono disponibili su Arthewall! Con il codice promozionale “easyrelooking” avrai uno sconto del 15% su tutti i quadri e stampe

Il tappeto inserito e altri tappeti valutati nel corso di progetto sono disponibili su De Dimora, con cui ho instaurato una partnership con sconti fino al 40% per tutti i clienti di EasyRelooking.

L’articolo Cucina e soggiorno stile industrial contemporaneo proviene da easyrelooking.

Tags: ,

 
 

Un’oasi minimalista

Pubblicato da blog ospite in Stili, Voglia Casa

Una ristrutturazione effettuata 15 anni fa in questa bella e tranquilla villetta ad Anversa, in Belgio.

Un modernismo senza tempo. Pur essendo tutto pensato e studiato all’insegna del minimalismo, guardandola la si può davvero definire CASA!

VVDII-Residence-Antwerp-Belgium-sunday-sanctuary-oraclefox01 VVDII-Residence-Antwerp-Belgium-sunday-sanctuary-oraclefox02 VVDII-Residence-Antwerp-Belgium-sunday-sanctuary-oraclefox04 VVDII-Residence-Antwerp-Belgium-sunday-sanctuary-oraclefox05 VVDII-Residence-Antwerp-Belgium-sunday-sanctuary-oraclefox06 VVDII-Residence-Antwerp-Belgium-sunday-sanctuary-oraclefox07 VVDII-Residence-Antwerp-Belgium-sunday-sanctuary-oraclefox08

Salva

Tags:

 
 

Un loft dal sapore industriale a Parigi

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Stili
Questo loft a Parigi è decisamente caratterizzato da un mood industriale; strutture in cemento liberate dall’intonaco e riportate a vista, così come le pareti in mattoni e gli infissi della parete interna in ferrofinestra grigio scuro. Gli arredi, di design, mischiano vari stili ed epoche, per un risultato decisamente interessante.

 

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags: ,

 
 

Idee e suggerimenti per una casa al femminile

Pubblicato da blog ospite in Design d' Ingegno, Stili

Arredare la casa ispirandosi alla femminilità, può aiutare ad aggiungere luminosità e vitalità agli ambienti. Quando un designer progetta un ambiente lo fa anzitutto elaborando quegli elementi e selezionando quei dettagli che possono garantire la migliore vivibilità e piacevolezza per chi vi abita, seguendo il budget fornito.

A questo si aggiunge qualcosa di personale: un gusto per certe tonalità, una particolarità nella texture, una visione d’insieme che segue un trend oppure che evoca qualcosa o un sentimento. Ma cosa significa esattamente? Il tocco personale di chi progetta uno spazio ci racconta qualcosa che va oltre le sue competenze e che ci descrive invece una parte della sua personalità, incluso il suo essere uomo o donna.

Quali sono le caratteristiche di un design femminile?

Ci sono diversi modi per esprimere la femminilità in un ambiente ed è quindi possibile fare dei cambiamenti nel design d’interni di una abitazione ricorrendo a degli espedienti estetici che ci fanno subito pensare al classico “tocco femminile”.
Dimenticate gli stereotipi, perché un design femminile ha molto a che vedere con le varietà di toni, le forme degli arredi, le tendenze più glamour, l’uso di accostamenti e contrasti, la scelta accurata dei materiali, dei motivi, delle texture e la sensibilità.

A mio parere, un design può dunque ritenersi “femminile” quando riesce ad essere comunicativo, evocativo ed emozionale. Naturalmente, il carattere femminile di una stanza ha sempre una sua riconoscibilità e questo perché alcune scelte ed alcuni accostamenti – sia tonali che concettuali – possiedono una particolare sensibilità di tratti e di composizione che ci fanno subito pensare al tocco di una donna.

Qualche esempio? Uno stile fra tanti, molto in voga di recente, è lo Shabby Chic: fortemente femminile ed elegante, con quell’attenzione ai dettagli che rendono un arredo o un oggetto solo apparentemente vecchio e trasandato, ma è invece frutto di elaborazioni ed accorgimenti per bilanciare e dosare ogni parte in un perfetto equilibrio che spicca per la sua delicata eleganza.

salotto con cucina a vista in stile Shabby Chic

Un arredamento femminile non deve necessariamente essere adottato in ogni spazio della casa, ma può essere sufficiente ricorrere all’uso di colori chiari sulle pareti, di richiami a quelle stesse tonalità sui tessuti, giocando con fantasie particolari come l’animalier, con gli abbinamenti di colori e tra gli accessori e i pavimenti.
Tenete a mente che il termine “femminile” non deve essere considerato una limitazione per gli uomini, poiché simboleggia più che altro uno stato d’animo, un sentimento, ed è quindi un’idea piuttosto che una caratteristica fisica.

Scegliere i colori più femminili

Non si parla soltanto di aggiungere tocchi di rosa qua e là, perché il fascino femminile si esprime anche attraverso l’utilizzo di tonalità delicate e tenui, attraverso i colori pastello o ricorrendo a sfumature particolari. La caratteristica che ne determina il grado di femminilità sta nel modo in cui viene gestita la colorazione di un ambiente: dando risalto ai tono su tono, mettendo in evidenza i colori soft e dando vitalità a quegli angoli della casa generalmente più “statici”, cui si presta solitamente poca attenzione.

Le donne però vanno oltre l’essere dolci e tenere. È vero che molti ambienti femminili tendono a trasmettere un senso di calma e serenità, ma si può anche di optare per look diversi, facendo accostamenti con colori accesi o scuri (o addirittura contrastanti) per dare maggior peso ad un ambiente e fare in modo di creare interesse visivo per un particolare punto della stanza.

I colori molto chiari si sposano perfettamente con i marroni scuri, i blu intensi e naturalmente con il nero. D’altra parte una stanza femminile è spesso ricca di vivacità e per fare ciò si può ricorrere ad abbinamenti che richiamano lo stile Pop oppure prendono ispirazione dal mondo della moda.

Pastel colour living

Forme e linee che evocano femminilità

Le linee morbide e curve sono notoriamente associate alla femminilità, poiché evocano dolcezza, ma si possono anche creare dei deliziosi contrasti di geometrie, come accade negli ambienti moderni che sono generalmente lineari. Un classico esempio di forme femminili è dato da gli stili di arredamento tradizionali e romantici che, possedendo di norma varie rifiniture e decorazioni graziate o elaborate, risultano chiaramente femminili nell’aspetto.

Si può anche scegliere di giocare con le forme e questo è possibile facendo accostamenti tra gli elementi rigidi e quelli morbidi presenti nell’arredamento di tutta la casa. Uno stile femminile consente inoltre di attingere a vari temi per arredare: si può andare dallo stile Bohemien a quello elegante, dallo stile moderno a quello provenzale, dal rustico al contemporaneo e così via.

Linee e forme, infine, non riguardano solo i profili delle cose, ma sono ampiamente usate nelle stampe dei tessuti o nelle lavorazioni delle superfici. Le più femminili e le più gettonate sono chiaramente le stampe floreali, quelle animalier e i moduli decorativi graziosi. Infine, per mettere in evidenza le forme si può ricorrere all’aggiunta di numerosi dettagli come nappe, maniglie, nastri, ricami e bordature, riuscendo così a creare ed arricchire con fantasia, aggiungendo quel pizzico di femminilità che fa la differenza.

Bohemian style living

Materiali e tessuti per un arredamento femminile

I materiali più frequentemente utilizzati per ottenere uno stile femminile sono sicuramente quelli raffinati ed eleganti, perché tutte le donne adorano essere glamour e alla moda. Tuttavia, anche i materiali e i tessuti soffici sono considerati molto femminili. Solitamente si parla di ambienti ed arredi dall’aspetto lussuoso, con punti luce creati magari dalla cristalleria, dagli specchi e dall’uso di vari metalli.

Questo genere di spazi ha sempre un carattere molto marcato che li rende particolarmente accoglienti e affascinanti. In pratica anche gli arredi tendono adessere seducenti, proprio come una donna!

La morbidezza, inoltre, può essere evocata grazie all’uso di particolari tessuti e fantasie, con texture che si possono anche percepire al tatto, oppure ricorrendo a sedute e tappeti che hanno una consistenza rilevante in modo da richiamare il senso di morbidezza desiderato. In questo i tappeti e le tende, con le loro numerose varianti, sono davvero un valido elemento per rendere più femminile una stanza, insieme alle cornici e all’uso di inserti preziosi che servono ad abbellire un ambiente.

Feminine furnishing

Un pizzico di caos ed imprevedibilità

Noi donne abbiamo un’innata capacità di cambiare, di adattarci e di lasciarci coinvolgere dai mutamenti e le trasformazioni. Siamo piene di risorse e spesso possediamo pure una certa dose di imprevedibilità che può diventare un nostro punto di forza. Quando, ad esempio, una donna decide di cambiare il proprio taglio di capelli non sta solo adottando un nuovo look, ma sta cambiando qualcosa nella sua vita. Vi è familiare questa situazione?

Proprio per tale ragione, le geometrie casuali e le asimmetrie sono spesso frutto di una scelta femminile. La casualità e l’imprevedibilità di accostamenti, purché mantengano comunque una certa qualità estetica, ci suggeriscono infatti un animo libero e deciso. Sono abbinamenti frutto di un estro creativo e – ovviamente – con un carattere molto femminile.

In questa tipologia di decori femminili rientrano sicuramente anche quelli che ricreano un cosiddetto “caos organizzato”: ovvero un ambiente che appare falsamente caotico (e in un certo senso “vissuto”), ma che in realtà è stato attentamente elaborato ed organizzato.

Colour contrast bedroom

Conclusioni

Qualunque siano gli elementi femminili che vi piacciono e che vorreste inserire in casa vostra, non lasciatevi limitare dagli stereotipi e scegliete quegli elementi decorativi che meglio si accordano con la vostra personalità, per aggiungere fascino, dolcezza ed un prezioso tocco femminile alla vostra abitazione.

Tags: ,

 
 

Arredare piccoli spazi: shabby chic romantico in 60 mq

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto, Stili
Fiori, farfalle e cuori fanno capolino in questo delizioso appartamento di soli 60 mq arredato in stile shabby chic romantico. La tavolozza dei colori è dominata dal rosa e dal grigio, vivacizzata da pochi tocchi rosso corallo e riscaldata dai toni miele del legno: una palette essenziale che crea continuità e armonia tra gli ambienti.
La proprietaria, Gabriela García López, che gestisce un negozio di decorazione a Malaga, ha progettato personalmente, oltre alla decorazione, la distribuzione degli spazi: tutto è curassimo fino al più piccolo dettaglio, e il risultato è un ambiente caldo e raffinato senza essere lezioso.
tavolo pranzo shabby chic
 ufficio shabby chic
 salotto shabby chic
La zona giorno comprende l’ingresso, la cucina, e il living con un angolo conversazione e la zona pranzo, che si trasforma in piccolo ufficio semplicemente addossando al muro il tavolo pieghevole.
La piccola scrivania è inserita nell’incavo del bowindow ricavato da un balcone: alzi la mano chi non sogna un angolo come questo in cui lavorare!
La zona notte è divisa tra la camera da letto, il bagno e un piccolo ma funzionale dressing aperto sul disimpegno, attrezzato con mensole e aste e rigorosamente a vista, per avere tutto a portata di mano e in ordine.
In camera da letto, Gabriela ha eliminato il grande guardaroba che, data l’altezza elevata del soffitto, risultava decisamente incombente, per sostituirlo con due piccoli armadi resi leggeri da un ingegnoso stratagemma: sono stati rimossi tutti i pannelli, sostituiti da una delicata stoffa a fiorellini rosa. 
camera da letto shabby chic
armadi shabby chic
 

idee salvaspazio:

sfruttare le nicchie e ed eliminare ante e porte: la libreria originale era inserita in una grande nicchia alta fino al soffitto e chiusa da ante. Gabriela ha deciso di eliminarle lasciando la libreria a vista, per dare più profondità alla zona living.
Guardaroba, armadi a muro e credenze sono stati privati dei pannelli, sostituiti dalla stoffa: questa astuzia aiuta a rendere l’ambiente più leggero e arioso. Anche la porta del dressing è stata rimossa per guadagnare spazio.

dressing shabby chic

Source: El mueble

Tags:

 
 

Come arredare con il jungla style

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto, Stili

Una giraffa rarefatta è stata scelta come decorazione di un ufficio di San Pietroburgo.

Simaptico stickers zebra di Groovy Magnets da abbinare alla carta da parati lavagna

Un simpatico scolaposate, ma potrebbe essere anche un portapenne, prtaspazzolinoe molto altro, a forma di elefentino. Disponibile QUI in molti colori a 13.99€

Un decoro affascinante ed elegante per una parete mobile unica.

Elegante e glamour la carta da parati zebrata nei toni chiari.

Casetta jungle un pò trash!

 

Poltrona e parete tono su tono con patchwork di cornici. A destra set di 7 cornici in legno disponibili QUI

Un tavolino realizzato con un tronco, cuscini zebrati ed è subito jungle.

Arredamento eclettico, un mix di stili equilibrato e fashion.

Arredamento minimale nell’appartamento progettato da Peter Zaytsev di Za Bor Architects a Mosca, dove i due animali sulla testata del letto rappresentano i proprietari di casa.

Ci sono gli anni in cui va di più, gli anni in cui va di meno, ma l’animalier è sempre un must, anche nell’arredamento.

C’ è chi lo ama e chi lo odia, chi lo trova fashion, chi ironico, chi trash, ma di certo in molte siamo state indotte in tentazione dalle fantasie animalier. Come direbbe la mia amica Cecilia “welcome to the jungle”, perché anche se non siamo più le gheparde di una volta c’è un po’ di leopardato in ognuna di noi!

Per quanto riguarda l’arredamento le fantasie animalier colpiscono anche gli uomini, che mi è sembrato di intuire preferiscano i pattern zebrati a quelli maculati, di certo lo zebrato black and white fa molto fashion, mentre con il leopardato e il tigrato si può rischiare di cadere nel kitch.

carta da parati zebrata. A destra lussuosa carta da parati di fine decor con trama di seta disponibile QUI. Al centro versione noire latrovate QUI e a destra interpretazione optical QUI

 

Molto elegante lo zebrato chiaro.

 

cuscini zebrati! Li trovate anche QUI la coppia 40×40 a 18.90€

 

Pouf zebrati che si intonano a qualsiasi arredamento per un tocco jungle.Ne trovate anche QUI una versione glamour su zampe di legno.

Zebra moderna e zebra classica…per tutti i gusti!

 

Testate zebrata? Una soluzione faschion per la camera da letto…di genitori e figli.

Per chi vuole uno zebrato più concettuale e contemporaneo perfette le righe bianche e nere.

Un tappeto zebrato è perfetto per ogni ambiente della casa che si desidera valorizzare.

Complementi d’arredo zebrati per un arredamento eclettico. A destra poltroncina da cocktail in ecopelle che trovate QUI

 

Eleganza zebrata a tavola con la tovaglia nei toni tortora o la tazzina da tè con piattino, fine bone china finiture in oro, che trovate QUI

Ci sono poi le fantasie meno comuni come quella giraffata, affascinante ed originale, molto jungle, non ancora inflazionata e che potrebbe piacere anche a chi non ama eccessivamente il genere. Le giraffe e gli elefanti poi saranno personaggio preferiti dai nostri bambini per arredare le loro camerette a tema safari.

Elefanti e giraffe per arredare gli spazi di grandi e piccini. A sinistra Pouf di  hkliving e a sinistri appendini giraffosi in 5 colori giraffa di Rowenandwren.

Stampa bohemien

Lampade o elefantini? A sinistra si nasconde dietro un paralume l’elefantino della lampada di Jonathan Adler. A destra un foglio di plastica piegato crea la elephant lamp nightlight.

Le meravigliose carte da parati di  Groovy Magnets sono popolate da animali africani.

Moquette, eleganti e morbidi carpet, divrtenti tappeti nell’originale fantasia giraffa!

Poltrone giraffate in diverse tonalità di marrone

Motivo giraffato realizzato da Fabio Novembre in mosaico per Bisazza

Una tenera giraffa lavagna by Snuggledust Studios

Tappeto con disegno naif di una allegra giraffa che potete trovare QUI in diversi colori

cuscini giraffati o raffiguranti una divertente giraffa occhialuta, come quello che potete trovare QUI insieme ad altri simpatici animali.

Lo jungla style quest’anno va in modo particolare, anche grazie al trend del momento dato da colori come il verde greenery, colore pantone dell’anno, caratteristico del fogliame e della natura in generale e del diffondersi dell’utilizzo di piante, anche sospese, come complemento d’arredo.

Quindi non solo pattern maculati ma tutta un’atmosfera tropicale in generale avvolgerà i nostri ambienti.

 

Una piccola giungla dal bagno al salotto.

 

Camerette in perfetto stile safari.

 

Piante verdi e lussureggianti su carta da parati e cuscini. A sinistra carta da parati di Cole & Son a destra un bellissimo cuscino in cotone misto lino con stampa di foglie di vari tipi che potete trovare QUI

Una fantastica giungla da colorare conla carta da parati interattiva “jungle duders” di Mrperswall

Mix di fantasie maculate nel colore pantone dell’anno, un bellissomo greenery

Verde come il colore pantone dell’anno, verde come le piante tropicali, verde perfetto per il nostro stile jungle!

Naja vinyl by Kravet

Il verde lussureggiante della giungla in casa con una carta da parati. A sinistra e a destra giungla tropicale di Muriva disponibile QUI.

Meravigliosa Carta da parati di Roberto Cavalli ®.  Pannello Decorativo con Fiore Zebrato e Cristalli in due teli disponibile QUI.

Un perfetto tropical parti con i piatti di carta rosa zebrati a sinistra, lo shaker per cocktail
in acciaio INOX al centro e i bicchieri di carta zebrati con ibisco  a destra.

Questo stile può essere ricreato spesso in modo ironico anche con stickers e maxi stampe dei nostri amici animali. Coccodrilli, scimmie ed elefanti popoleranno la nostra casa come in un grande safari e con allegria e humor i nostri ambienti riecheggeranno di un’anima moderna, vivace e fresca e un po’ selvaggia!

Bagno decò con carta da parati rossa a zebre.

 

Bellissime le maxi stampe di  wall & decò tema “Wilde”

 

Dolcissimi animali by Inke

 

Carte da parati a tema animali esotici perfetti per la camera dei bambini ma anche per qualche interno allegro ed originale. in alto a sinistra carta da parati Carousel di fine Decor QUI a 17.00€, di seguito carta da parati che trovate su http://www.paperboywallpaper.co.uk. In basso a destra animali su fondo azzurro polvere per la carta MisMatch Collection by Kirath Ghundoo di seguito animali verdi su fondo bianco di Ferm Living e in fine “jungle animaux” di Lilipinso .

 

Stickers di giraffe per una casa jungle! Lo stickers a destra lo trovate QUI a 11.66€

jungle style

Meravigliosa e mooolto bohemien la maxistampa con zebra che trovate QUI

 

jungla style

Piccolo delizioso stickers con animaletti di Lilipinso che potete trovare QUI

Stile perfetto per la cameretta dei bambini, per chi ama gli interni eclettici e spesso ironici, popolati da complementi d’arredo dalle forme zoomorfe ed originali o da fantasie animalier declinate magari in colori anticonvenzionali. Come dicevo, nella veste più canonica e classica, può essere anche una scelta di stile molto glamour e fashion da rivista patinata!

Affascinanti bagni giraffa

 

Nursery a tema jungle style

 

Bellissimi i cuscini maculati declinati in colori POP

Tappeti moderni collezione abstract che reinterpreta lo jungle style by Niba design

Simpatiche sedute a forma di elefante. A sinistra l’adorabile sgabello disegnato per i bambini dai famosi designer americani Charles e Ray Eames, distribuito da Vitra. E’ una icona di design, ma soprattutto un simbolo di simpatia che ha più di 50 anni, ma continua a essere adorato da grandi e piccini. A destra l’affascinante  Petstools a forma di pachiderma della designer Hanna Ernsting

 

Arredi ispirati agli animali della giungla, divertenti, ironici ed eclettici. A sinistra consolle a forma di giraffa e a destra poltrona zebra by Dizajno

Spazzi eclettici, con accostamenti bizzari, pieni di energia e molto decòr.

 

Giungle cittadine con maxi peluches anche in soggiorno.

  

Simpatici arredi zoomorfi come il tavolino scultura, in brozo e cristallo, raffigurnte un ippopotamo, del designer Mark Stoddart, potte trovare anche rinoceronti, coccodrilli ed elefanti, tutti in edizione limitata. a Destra lampada, per bambini ma non solo, a forma di leone disponibile su Bassetto bimbi.

tappeto zebrato e dettagli fuxia per rendere speciale un vecchio studio.

I maculati sono sempre un grande classico mentre, tra tutti, quello che mi piace meno è il pitonato…ma è questioni di gusti!

 

Scale…

 

Sedute…

 

Tappeti. A sinistra una versione chiara molto glamour. A destra una fersione shaggy più spiritosa, disponibile QUI.

 

Perfetti i cuscini lepardati
per ravvivare salotti in bianco.

Fashion jungle vintage.

Mosaico Bisazza in versione leopard.

Snakeskin decor  PVC by Duralee in un particolare color turchese

In cucina e in bagno complementi pitonati! A sinistra piatti  by Kiln Design Studio

Arredi pitonati dal gusto colonile. A destra sgabello  Royal Python bench by Two’s Company;

Bisazza propone questo elegante rivestimento effetto rettile

In ogni stanza della casa potrete portare un tocco giungla con una fantasia animalier o la presenza di un amico a quattro zampe che può trasformarsi per l’occasione in specchio, pouf, stampa di un cuscino o di una carta da parati. Di certo dopo quest’intervento lo spazio acquisterà tutta un’altra atmosfera e non passerà più inosservato!

Anche per la nursery è perfetto lo stile animalier anche in versioni più soft e candide.jungla style

Stickers, stancil, mirales, disegni…ogni tencica per disegnare animali selvaggi sulle nostre pareti.

 

Sapete quanto io adori i finti i trofei. Versione peluches  QUI trovate elefante, QUI leone. a destra testa d’elefante in legno disponibile QUI

jungle stile

Mix di fantasie

jungle style

Carta da parati true colors di Mrperswall

Simpatici gli specchi a forma di animali su www.mungaimirrors.co.uk.

Angolo jungla style in salottojungla style

carta da parati Boa wallpaper by Osborne & Little 

Basta un tappeto zebrato e anche la stanza più anonima acquista carattere.

Se ancora non vi siete lasciati tentare e arrivato il momento di sciogliervi e di liberare la belva che è in voi!

L’articolo Come arredare con il jungla style proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Arredare piccoli spazi: una meraviglia shabby chic in 49 mq

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto, Stili
Buondì cari amici, per iniziare bene la settimana, oggi vi porto a visitare un appartamento in Scandinavia: una meraviglia shabby chic in soli 49mq. Le pareti, rivestite con un’elegante boiserie, sono rigorosamente bianche, come pure il rivestimento della cucina in piastrelle stile metrò parigino: uno sfondo luminoso e omogeneo, perfetto per disporre i pochi elementi che compongono l’arredo del living con cucina a vista. Il pavimento è composto dal legno ricavato dalle casse per bottiglie di vino, di provenienza francese, come si deduce dai nomi delle marche stampigliati su alcune tavole.
Il pezzo forte di tutto l’arredo è senza dubbio l’ampia bergère rivestita con tela grezza, collocata in una nicchia con accanto il battente di una porta di recupero, una lampada da terra e una grossa lanterna riempita di candele: un angolo lettura dalla forte personalità, intorno al quale si sviluppa la distribuzione degli spazi del living, divisi tra cucina, pranzo e angolo conversazione. 
La palette é ridotta al minimo, dal grigio dei frontali della cucina all’écru dei rivestimenti delle sedute, perfino nel delizioso terrazzino. Il risultato, oltre che funzionale, è molto gradevole ed elegante.

Le idee salva-spazio

In cucina, i pensili a tutta altezza e gli angolari che consentono di sfruttare il massimo spazio possibile e che, grazie alle ante a vetri e all’illuminazione interna, danno maggior profondità allo spazio. Un divano al posto delle sedie per il tavolo da pranzo, così da poter allargare l’angolo conversazione semplicemente spostando il tavolo pieghevole. 

Source: planete-deco.fr

Tags:

 
 

Casale New Country tra modernita’ e tradizione

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-1

Una costruzione tradizionale, con il fascino della modernità. Siamo a Maiorca nelle isole Baleari.

Il casale prima della ristrutturazione era disabitato da tempo. A parte alcuni aggiustamenti strutturali per adattare gli spazi alle nuove esigenze, si sono conservati molti degli elementi e dei materiali originali.

Questo rispetto per la costruzione originale e l’ambiente circostante è il segreto per realizzare spazi accoglienti e di carattere.

La gamma cromatica parte da una base neutra dove sono stati aggiunti toni morbidi e alcuni accenti di colore. Toni pastello mescolati con colori acidi, il tutto riscaldato da lampade con luci calde.

Per combinarsi con le pareti, che mantengono la muratura in pietra tradizionale dell’isola, i pavimenti sono stati rivestititi da listoni in legno di rovere sbiancato.

In linea con il carattere rustico dell’edificio, le finestre, la scala e gli elementi in ferro, che danno un look industriale, ma che sono anche in perfetta armonia con l’architettura della zona.

Riguardo l’arredamento i pezzi vecchi o di antiquariato sono accostati a mobili contemporanei, tessuti naturali, dalla texture grezza e opere d’arte selezionate.

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-2

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-4

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-5

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-6

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-6b

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-7

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-8

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-10

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-11

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-12

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-13

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-15

Fonte: nuevo-estilo.micasarevista.com
Progettista: Damián Sánchez

 

Anna e MarcoCASE E INTERNI

Tags:

 
 

Una mansarda bohemienne a Madrid

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Stili
 

Questa mansarda, situata fra i tetti di Madrid, a prima vista può sembrare una vera e propria stamberga; guardandolo con più attenzione, ne emerge l’anima bohemienne, l’attenzione per i dettagli, gli arredi di design. Insomma, un piccolo rifugio-bomboniera per due!

 

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags: ,

 
 

Fuga dalla città

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors, Stili

Un piccolo rifugio in legno, secondo lo stile tradizionale scandinavo, per scappare dalla città.


Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags: ,

 
 




Torna su