16 Gennaio 2020 / / Design

poltrona realizzata con materiali di riciclo

Una nuova sensibilità green investe e cambia le nostre abitudini di consumo, impattando anche su accessori e oggetti per la casa .

Anche a HOMI le scelte ecofriendly e attente all’ambiente rappresentano una delle tendenze più interessanti e diffuse: tante sono le proposte delle aziende espositrici alle quali HOMI affianca #HOMINext un nuovo progetto dedicato al futuro e alla sostenibilità.

A curare questa prima edizione , che prende il nome di ECOSOCIALLY by Luca Gnizio è l’omonimo ecosocial artist pioniere dell’arte ecologica e sociale, che porta in mostra le più innovative e originali soluzioni di design eco ed etico.

La spazio #HOMINext – ECOSOCIALLY by Luca Gnizio accoglie dunque una ricca antologica di questo artista, realizzata interamente con i più disparati materiali di scarto che diventano, non solo opere d’arte, belle e funzionali, ma nuovi brevetti e innovazioni ecologiche, sconfessando anche l’idea che creazioni realizzate con materiale di scarto restituiscano prodotti di minor valore.

FORDESERT by Luca Gnizio

Le iconiche sculture-sedia di Gnizio per esempio, sono il rimando ad un prodotto comprensibile, domestico, ma che al tempo stesso è portatore di messaggi importanti di sensibilizzazione e critica all’inquinamento. Altre suggestioni arrivano da opere come fordesert ricavata dagli scarti di pneumatici, che parla dei cambiamenti climatici, oppure dai sorprendenti effetti luminosi del cristallo forsoul e del tessuto forblackligh, entrambi brevetti che ha ottenuto riciclando la fibra di carbonio.

FORCLOUD by Luca Gnizio

Il progetto #HOMINext prevede però anche un coinvolgimento diretto con le aziende presenti in mostra: Luca Gnizio durante i giorni mostra dialogherà con gli espositori che vorranno prender parte a questa iniziativa, con l’obiettivo di cooperare riciclando i loro materiali di scarto, al fine di ricavarne nuove soluzioni creative, artistiche, funzionali, di aiuto sociale, che saranno le protagoniste dell’evento Ecosocially by Luca Gnizio che HOMI metterà in scena nell’edizione di gennaio 2020.

Un progetto molto ambizioso che mostrerà il risultato di quella che in assoluto sarà la prima cooperazione ecologica tra centinaia di aziende di varie aree merceologiche e che, per le aziende partecipanti , renderà il problema di smaltimento diventare una nuova risorsa per la propria attività e magari un nuovo anello di collaborazione con altre realtà.

www.homimilano.com

L’articolo A HOMI, Il Salone degli Stili di Vita un nuovo progetto dedicato al futuro e alla sostenibilità proviene da Dettagli Home Decor.

11 Gennaio 2020 / / Design

Il design 100% Made in Italy di Pedrali scelto per scuole e università

I luoghi dedicati all’apprendimento, come scuole, università e campus, sono oggi sempre più ripensati in ottica funzionale. Non vengono più concepiti come spazi esclusivamente dedicati allo svolgimento delle lezioni, ma flessibili al fine di garantire più utilizzi differenti. Grazie alle loro configurazioni utili allo svolgimento di molteplici attività didattiche, gli arredi presenti all’interno di questi ambienti non sono più utilizzati per creare un semplice contesto, ma diventano protagonisti. Tavoli, sedie, poltrone, sgabelli e pouf si prestano alla creazione di svariate configurazioni coerenti con tutte le attività previste nelle diverse fasi dell’apprendimento. Al fine di assecondare le diverse attività, sono proprio la flessibilità e la modularità degli arredi a permettere la composizione e la scomposizione degli ambienti didattici.

Caratterizzate da un design moderno e funzionale, le collezioni Pedrali soddifano le nuove esigenze di spazi dinamici e in continua evoluzione, rispondendo ai requisiti di durata e qualità che queste realtà richiedono. I prodotti in materiale plastico sono infatti realizzati con materie prime di alta qualità e sono riciclabili ed eco-compatibili. Quelli realizzati in legno sono certificati FSC e verniciati con vernici a base acqua composte per lo più da resine di derivazione organica per garantire ambienti più salubri e limitare l’inquinamento dell’aria.

Gli arredi Pedrali per il progetto “Torino fa scuola”

Un segnale forte di questa trasformazione arriva dal progetto “Torino fa scuola”, promosso dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Giovanni Agnelli, in collaborazione con Città di Torino e Fondazione per la Scuola, che ha permesso il rinnovamento delle scuole medie Enrico Fermi e Giovanni Pascoli. Attraverso questi interventi volti a “far uscire la cultura dalle aule” e far dialogare gli istituti con la vita urbana che li circondano, le scuole hanno tutti gli elementi per diventare una best practice in tema di community school.

Il rinnovamento della scuola media Enrico Fermi è stato firmato dallo studio BDR Bureau. La struttura originaria si apre alla città attraverso  nuovi elementi spaziali, trasparenze  e addizioni. L’ingresso è ora collocato nel piano seminterrato, che diventa un “hub” luminoso e fruibile anche in orari non scolastici. L’edificio offre infatti spazi aperti al pubblico, come la palestra, la caffetteria e la biblioteca che è anche teatro e auditorium, all’interno dei quali sono state scelte le sedute modulari imbottite Buddy di Busetti Garuti Readaelli e Social di Patrick Jouin e la collezione in acciaio Nolita di CMP Design. A est e a ovest della scuola è stato posto un esoscheletro aperto ma schermato da una griglia metallica, che regala a tutte le aule un ampio spazio di confronto. Altri arredi Pedrali sono stati scelti per questo importante restyling, come le collezioni Dome e Babila disegnate da Odo Fioravanti e i tavoli Ypsilon Tilting di Jorge Pensi, estremamente funzionali e versatili grazie al loro piano ribaltabile.

Il progetto di rinnovamento della scuola  media Giovanni  Pascoli è stato invece curato dagli studi  torinesi Archisbang e Area Progetti. L’intervento ha voluto valorizzare i punti di forza dell’edificio originale, creando spazi ampi e luminosi in costante sintonia con l’esterno. Anche in questo caso la scuola si apre alla città attraverso un nuovo ingresso e un’emeroteca situata al primo piano aperta al pubblico. La biblioteca è dislocata ai diversi piani ed è stata ripristinata la palestra e creata una terrazza verde sul tetto dell’edificio. Arredi e sistemi adeguatamente studiati hanno offerto la possibilità di ricavare ambienti dedicati all’approfondimento e al lavoro informale negli spazi che prima erano solo di passaggio. Per queste aree sono stati scelti gli arredi Pedrali: le sedie Tweet di Marc Sadler abbinate ai tavoli Arki-Table e le poltrone Malmö disegnate da CMP Design. I pouf Wow, le poltrone Gliss e i tavolini Ikon danno vita invece ad angoli relax.

Pedrali arreda la AUC Tahir Cafeteria presso l’American University al Cairo

Gli arredi dell’azienda italiana sono stati inoltre scelti per la nuova AUC Tahrir Cafeteria dell’American University in Cairo. Fondata nel 1919, l’ AUC, è uno dei principali istituti di istruzione superiore in Egitto, riconosciuta a livello internazionale per l’eccellenza nell’insegnamento, nella ricerca, nell’espressione creativa e nei servizi. A 100 anni dalla sua nascita, il campus è stato recentemente rinnovato e riprogettato per fungere da centro culturale. Si basa su concetti quali l’apertura alla comunità e l’ampia diffusione di spazi di relazione. Lo scopo, infatti, è quello di offrire alla comunità l’opportunità di avere accesso ad eventi culturali, mostre d’arte, concerti, letture e molto altro.

L’opera di rinnovamento del centro culturale Tahrir ha previsto anche l’apertura di una caffetteria, progettata dallo studio Style Design Architects, all’interno della quale sono stati inserite le collezioni Pedrali.

Un luogo di svago e condivisione, caratterizzato da un design contemporaneo in armonico contrasto con le antiche pareti in pietra, pronto a ospitare momenti di socialità grazie ai tavoli Arki-Table posti al centro dello spazio stando comodamente seduti sulle poltrone Fox di Patrick Norguet, qui proposte nella versione con scocca in polipropilene nelle tonalità sabbia e carta da zucchero, che donano un tocco di colore a tutto l’ambiente, in abbinamento al profilo in frassino curvato e alle gambe in frassino. Il tepore del legno viene proposto anche attraverso le sedie e gli sgabelli Nym, disegnati da CMP Design, dove ci si può sedere per godere di una pausa caffè o per un pranzo. Completano l’arredamento le poltrone Malmö, i tavoli Lunar con le poltrone Intrigo e gli sgabelli Babila.

www.pedrali.it

L’articolo Arredi moderni e funzionali per i nuovi spazi educativi proviene da Dettagli Home Decor.

8 Gennaio 2020 / / Design

sedia vintage di Lalabonbon

Per la prossima edizione di Maison et Objet, in programma dal 17 al 21 gennaio a Parigi, Lalabonbon presenta in fiera la collezione di sedie Miss, Miss in versione contract e i nuovi tavoli Madame, Gastone e Monsieur. Uno stile vintage che si rifà agli anni ‘50/‘60, accuratamente rivisitato e reso contemporaneo grazie all’utilizzo del colore e del metallo. Collezioni giovani e fresche, moderne e originali.

Collezione Miss

Un’esplosione di velluti cangianti dai colori intensi e dalle dense sfumature, con classici del tessile come tartan, pied de poule, Prince of Wales e spigati e texture dalle geometrie black & white.

Questa la collezione Miss, composta da 5 modelli: Mina, Tina, Ava, Lola e Gina, con seduta e schienale imbottiti in prezioso velluto o tappezzeria vintage dalla struttura in metallo – bronzo, rame, ottone e con strutture verniciate opache – avio, neve, nero, tabacco, bosco. Il terminale della gamba è lo stivaletto realizzato in finitura a contrasto: laccato nero e ottone.

L’idea alla base di Lalabonbon è di Cristina Zanni, di professione Interior designer, mentre la produzione è affidata a Design Cifsa, storica azienda nei pressi di Forlì-Cesena, specializzata nella lavorazione del metallo e produttrice di sedie dal 1961.

La lavorazione artigianale, così accurata, attenta e professionale, garantisce unicità a ogni pezzo Lalabonbon: ogni piccola imperfezione di saldatura o di sfumatura di colore diventa traccia proprio di quella manualità che è valore aggiunto e prova di un metodo di realizzazione fatto proprio come una volta.

Miss per il Contract

La collezione Miss si arricchisce con una linea dedicata all’ospitalità, con tessuti tecnici adatti a essere utilizzati dalla ristorazione.

Una linea esclusivamente pensata per il contract e caratterizzata da sedute ignifughe certificate per ambienti pubblici, bar e ristoranti e a uso contract. Elevate prestazioni e qualità estetica dunque, garantite dalla scelta dei tessuti di Dedar: una tela di lino, cotone e viscosa spalmata in poliuretano, un’eccellente robustezza con oltre 100.000 giri di Martindale, stabilità del colore, idrorepellenza e antimacchia. I poliuretanici utilizzati sono materici: fiammati e morbidi, con una naturale goffratura, e dalle texture e mano contemporanee.

Le 5 Misses, Mina, Tina, Ava, Lola e Gina, mantengono le stesse strutture e le stesse forme della collezione principale presentando un totale di 5 modelli per 8 colori di telaio (bronzo, rame, ottone e strutture verniciate opache – avio, neve, nero, tabacco, bosco) e diversi rivestimenti.

Le sedute possono essere personalizzate, come in pieno stile del brand, mixando le tinte unite a tutte queste fantasie d’eccezione.

Tavoli

Concepiti per abbinarsi perfettamente per colore e stile alle collezioni di sedie, i tavoli Lalabonbon arredano con gusto e originalità salotti e cucine.

Iniziando con Madame, tavolo rotondo dal diametro di 140 cm e altezza di 76 cm, la struttura è in metallo verniciato con colori metallizzati – ottone, rame e bronzo – oppure con colori opachi – bosco, tabacco, nero, neve e avio – esattamente come quelle disponibili per le collezioni di sedie Miss, per un perfetto abbinamento.

tavolo da pranzo rotondo stile vintage

La base che sorregge il tavolo è composta da sei elementi in metallo che si aprono come la corolla di un fiore. Il piano invece, realizzato in vetro colorato, è disponibile in otto colori: curry, rosso beige, rosso corallo, verde bluastro, blu oceano, blu azzurro, verde pallido e turchese menta. Colori vivaci e brillanti che risaltano ulteriormente grazie alla superficie in vetro.

Segue Gastone, il tavolo dagli angoli smussati con altezza 76 cm e disponibile in due dimensioni 80×80 cm e 140×140 cm nella versione quadrata; la versione rettangolare, più grande, ha un piano da 90×220 cm. Le quattro gambe in metallo si dividono per ricongiungersi alla base formando una X, elemento che dona alla struttura un forte carattere geometrico e definito. Anche Gastone hai il piano in vetro ed è disponibile in otto colori, come Madame, e con le stesse strutture.

tavolo da pranzo vintage con angoli smussati

Infine Monsieur, un tavolo particolarissimo, ettagonale a sette lati irregolari. La dimensione massima che raggiunge sul lato più esteso è di 156×172 cm, sempre con altezza di 76 cm come i precedenti due modelli. Sempre otto i colori della struttura in metallo, geometrica ma più solida rispetto a Gastone, grazie alle quattro gambe piene che si intersecano a X sulla base. Il top innovativo è realizzato dalla giunzione di grosse lastre di gres, anche in abbinamento al vetro. Il primo modello ha il top suddiviso in tre parti: un binario centrale in vetro e ali in gres o viceversa, con bonario centrale in gres e lati in vetro.

tavolo ettagonale stile vintage

Il secondo modello invece è realizzato dall’unione di quattro lastre asimmetriche in gres.

I colori del top in gres dall’effetto marmo sono undici: onice ambra, onice giada, onice verde, eramosa, sahara noir, onice alabastrino, onice malaga, onice grigio, gem rose, amazonite e agata black.

Lalabonbon a Maison et Objet – padiglione 6, stand F47

L’articolo Lalabonbon a Maison et Objet con le sedute Miss e i nuovi tavoli proviene da Dettagli Home Decor.

3 Gennaio 2020 / / Charme and More

Fashion, stile e tendenza.

+

Living, home décor.

Ad ognuno il suo stile; cosa indossiamo e dove viviamo.

Ph via Pinterest nordicdesign.ca
Ph via Pinterest
nordicdesign.ca

La casa dell’architetto svedese Andreas Martin-Löf è arredata nei toni neutri e in sfumature terrose, soft e rilassanti.

Un abitazione dall’atmosfera retrò contemporanea, molto elegante e chic.

fashion-living-lifestyle-ispirazioni-della-settimana-3
Ph via Pinterest nordicdesign.ca
Ph via Vogue Jonathan Daniel Pryce alla London Fashion Week Primavera Estate 2020.
Ph via Vogue
Jonathan Daniel Pryce alla London Fashion Week Primavera Estate 2020.

 Dallo street style la tendenza del tailleur pantalone in versione XXL.

fashion-living-lifestyle-pantaloni-clark

Pantalone Clark marrone scuro e giacca Dickens in pura lana vergine di Margaux Lonnberg, blogger di moda e influencer.

@jessalizzi Via Pinterest
@jessalizzi
Via Pinterest

fashion-living-lifestyle-vitra

La Lounge Chair Vitra è uno dei progetti più noti di Charles & Ray Eames.

Fu realizzata nel 1956 ed è ormai un classico della moderna storia del mobile.

Cappotto di lana Lorraine realizzato a mano da Metaformose
Cappotto di lana Lorraine realizzato a mano da Metaformose

Scoprite di più qui se siete interessati all’interior décor o qui per essere aggiornati sulle tendenze e sui must-have del momento.

Vi è piaciuto questo post?

Condivididetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Fashion| Living| Lifestyle: ispirazioni della settimana proviene da Charme and More.

3 Gennaio 2020 / / Amerigo Milano

Amerigo Milano è un Concept Store ubicato nel centro storico di Monza dove vengono esposti è una selezione di oggetti esclusivi e personalizzabili.

Un ambiente accogliente dove andare non solo a fare shopping, ma anche a scoprire le nuove tendenze.

La boutique Amerigo Concept Store è collocata in uno spazio molto raffinato dove fare shopping diventa un’esperienza.

Il negozio comunica attraverso storytelling e spazi esperenziali.

Amerigo concept store monza

Amerigo Milano Concept Store presenta una collezione di accessori iconici per la casa ed il lifestyle, ispirati al patrimonio culturale dello stile milanese ed interpretati in chiave contemporanea.

Le creazioni Amerigo Milano sono pezzi unici, realizzati a mano e customizzati per esprimere così la personalità dei proprietari, persone in grado di apprezzare il contenuto artistico degli oggetti e la ricerca dell’eccellenza in ogni dettaglio.

Amerigo milano concept store

Il concept store di Monza punta sul genius loci, sulla cultura e sulla specificità locali per trasformare lo shopping in qualcosa di memorabile.

Appena entrati nel negozio il visitatore viene trasportato in un’altra realtà grazie anche all’uso sapiente di profumi e musica.

L’idea è un luogo che permetta al cliente di vivere un’esperienza intima in uno spazio dall’eleganza senza tempo.

amerigo concept store

Amerigo Milano concept store trasmette il piacere di sentirsi a casa più che in un punto vendita …

Amerigo Milano Concept Store

Via Carlo Alberto 35 MONZA

www.amerigomilano.com

2 Gennaio 2020 / / Architettura

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

Un vecchio teatro risalente alla fine del XIX secolo e convertito nel tempo in un fienile e poi in un magazzino di carta igienica oggi è diventato una casa-studio dallo stile unico grazie all’ dell’intervento di recupero e restauro, firmato dagli architetti Cadaval & Solà-Morales.

The Theater“, nome che ha mantenuto l’edificio nonostante i cambi di destinazione d’uso, è situato nel cuore di Barcellona, ​​nel vivace distretto  22 @ nel quartiere di Poblenou a pochi metri da Diagonal Avenue e dal nuovo Central Park of the Glorias.

Il progetto è stato studiato per adattarsi all’edificio sfruttando l’ampiezza e l’altezza dello spazio centrale.  Su ciascun lato dell’edificio sono stati ricavati 2 monolocali illuminati da due grandi finestre. Gli studi, caratterizzati da uno spazio a doppia altezza, dispongono di cucina e bagno.

Dal grande atrio centrale si accede sia ai monolocali, sia all’abitazione principale. In questo spazio si trova anche una bellissima Porsche 911 inserita come se fosse una scultura. Due porte scorrevoli di legno a tutt’altezza permettono l’accesso all’abitazione principale, e nel muoversi modificano continuamente il disegno della parete e la percezione degli spazi. Il grande spazio centrale è diventato il cuore della casa. Uno spazio alto e diafano pensato come un loft, caratterizzato da mattoni a vista, pavimento di cemento e capriate di legno che rendono lo spazio caldo e accogliente.

In corso d’opera è stato eliminato parte del tetto per ricavare un piccolo patio con piscina da sfruttare in estate. Le due grandi pareti vetrate che separano il patio dall’abitazione contribuiscono a portare abbondate luce naturale all’interno.

Le camere sono situate sul retro del magazzino, nella vecchia torre scenica. 2 camere al primo piano e una terza con terrazza all’ultimo piano, tutte con vista verso il patio e sopra il tetto.

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

El Teatro by Cadaval & Solà-Morales architects

Progetto: Cadaval & Solà-Morales – Photos: Sandra Pereznieto

 

L’articolo Ex teatro trasformato in una scenografica casa-studio proviene da Dettagli Home Decor.

21 Dicembre 2019 / / Design

Quattro regali di design per un Natale doppiamente speciale.

“Se ci diamo la mano i miracoli si fanno e il giorno di Natale durerà tutto l’anno” scriveva Gianni Rodari nella filastrocca Lo zampognaro. E se non si può arrivare a tanto, cosa può esserci di meglio che trovare sotto l’albero un regalo così speciale da valere doppio?

Un corpo scaldante che è anche luce, un nuovo modello di cuffie, per ascoltare Mozart in piena libertà avvolti da un morbido piacere tattile, una lampada che da spenta si fa vaso e un tavolino che, all’occorrenza, diventa sgabello.

Eve di Tubes

Calore e luce, due elementi vitali ed essenziali per l’equilibrio del corpo e della mente, si uniscono e diventano punto di partenza per la realizzazione di un oggetto capace di regalare energia e serenità nell’uso quotidiano: è EVE,  la sfera “nomade” riscaldante e luminosa disegnata da Ludovica+ Roberto Palomba per Tubes , che ci segue ovunque, portando con sé calore, luce e benessere.


Non solo d’inverno. Grazie alla funzione luminosa, EVE supera ogni limite imposto dalla stagionalità, per poter essere piacevolmente utilizzato anche nelle serate dei mesi più caldi. Eve fa parte della collezione Plug&Play di Tubes, oggetti scaldanti che liberi dai vincoli dell’installazione, superano la staticità dell’architettura per aprirsi alla dimensione umana, per sua definizione in costante movimento ed evoluzione.

Cuffie Amiron Wireless copper di beyerdynamic

Qualità del suono eccezionale e design sofisticato. Caratterizzate da preziose finiture in rame e dettagli in morbida Alcantara le nuove cuffie Amiron Wireless copper di beyerdynamic sono il regalo perfetto per gli appassionati di musica e di design.  Grazie al morbido tocco di Alcantara®, utilizzato nei toni del grigio e del nero per archetto e cuscinetti, questo modello oltre a garantire la rinomata qualità del suono beyerdynamic, offre un vero piacere tattile.


Le Amiron Wireless copper uniscono la qualità sonora tipica delle cuffie cablate top di gamma, alla completa libertà di un modello wireless Bluetooth®.  Per ascoltare la propria musica preferita muovendosi nello spazio in piena libertà e nel massimo comfort.

Vaso e lampada da tavolo Madre di Foscarini

Si ispira alle forme generose e accoglienti delle dee madri, divinità che proteggevano la fertilità della terra, ma anche al vaso, originariamente inteso come contenitore di vita MADRE, la lampada da tavolo disegnata da Andrea Anastasio per Foscarini.

MADRE offre una luce intima e calda; il grande corpo luminoso accoglie nell’incavo superiore un vaso in vetro borosilicato satinato, dove è possibile alloggiare alcuni rami decorativi, per creare un insieme sobrio ed elegante, ottenendo un oggetto personalizzabile e sempre diverso.

Molto più che una lampada, è un oggetto iconico dal contenuto poetico e profondo che vive anche da spento. Ideale per zone relax, hall, zone living o camere da letto, per creare oasi d’illuminazione emozionale, dall’intensità modulabile grazie al dimmer.

Ueno il tavolino di Lapalma

Ha il nome di uno dei quartieri di Tokyo, famoso per il suo parco e la magnifica fioritura dei ciliegi. Con questo rimando alla storia della città e alla bellezza della natura, nasce UENO il tavolino impilabile disegnato da Takashi Shinozaki  per Lapalma, che all’occorrenza può diventare sgabello.

Ispirato al tipico panchetto in legno delle scuole giapponesi, UENO è l’unione perfetta di linea e superficie: il tubolare si piega e incontra il piano a L. Vuoto e pieno si incastrano con semplicità ortogonale e creano un volume dagli angoli sempre arrotondati, ammorbiditi dalla curva.


Una proposta giocosa e versatile, per arredare diversi ambienti della casa (dal soggiorno, alla camera da letto, alla cameretta) con uno stile sempre sobrio ed elegante.

L’articolo Per Natale i regali che valgono doppio proviene da Dettagli Home Decor.

20 Dicembre 2019 / / Design

Il design sostenibile aiuta il nostro pianeta eliminando l’impatto negativo sull’ambiente attraverso un design intelligente e sensibile.

Zane & Reinis sono due designer da Lettonia e la loro azienda si chiama Honey furniture. Creano oggetti di design sostenibile fatti artigianalmente dal legno di recupero. Dal legno al vetro, dai metalli come il rame diventano risorse per l’arredamento. Ispirando nuove creazioni che uniscono design e sostenibilità a tutto vantaggio dell’ambiente. Creano oggetti dal design contemporaneo utilizzando il legno vecchio più di 200 anni dandogli una terza vita. Ogni prodotto che creano ha una sua storia da raccontare. Tutti legni recuperati sono unici e per questo motivo sopra tutti complementi d’arredo che creano con il legno c’è un certificato in acciaio inciso. Questo certificato indica l’anno e il luogo di nascita del legno.

Vi presento qui di seguito alcuni loro lavori e progetti di design sostenibile

Sidelight box è la loro nuova collezione in cui il comodino in legno di recupero e la lampada diventano un unico oggetto.

Design sostenibile
Design sostenibile
Design sostenibile

Fliying lights è la collezione di plafoniere che è stato creato recuperando il legno delle travi di vecchi edifici con un tocco di rame.

Lampada
lampada
lampada

Tra le proposte di design della azienda Honey Furniture ci sono anche arredobagno dallo stile rock’n’roll. Questi arredi sono stati creati dal legno di recupero dalle travi o pavimenti di vecchi edifici.

Design sostenibile
Design sostenibile
Design sostenibile

Fare delle scelte rispettose dell’ambiente, oltre a farci sentire più consapevoli e responsabili, ci permette di ricreare un ambiente che trasmette sensazioni positive.

Se anche tu ci tieni all’ambiente e il futuro del nostro pianeta e vorresti arredare la casa con il design sostenibile, allora clicca qui e scopri tutte le loro creazioni.

Leggi anche questo post per scoprire come riscaldare la casa ecosostenibile.


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram , facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornato.


 

 

 

 

 

 

 

 

L’articolo Design sostenibile e una terza vita al legno proviene da Design ur life blog.

17 Dicembre 2019 / / Design

letto in tessuto modello Osaka di Noctis

Il paese del Sol Levante si è rivelato fonte d’ispirazione per la creazione del nuovo letto Osaka di Noctis per la sobrietà delle sue linee e per la capacità di miscelare tradizione e modernità, lavorazione artigianale e produzione industriale.

Le linee eleganti ed essenziali del letto Osaka esaltano le caratteristiche materiche dei vari rivestimenti disponibili, combinando l’alta qualità e lo spessore dei tessuti con la particolarità della lavorazione artigianale.

All’ampia gamma di rivestimenti disponibili che spaziano dalle tonalità più tenui e brillanti alle sfumature più intense e decise, si aggiungono tre nuove proposte: il tessuto a tela Penelope, a superficie piana, idrorepellente e resistente all’abrasione e all’usura, il morbido Bouclè che dona una piacevole sensazione al tatto e il Galles dall’aspetto più materico; quest’ultimo è frutto della ricerca Noctis per l’uso di tessuti green, privi di additivi e coloranti non naturali.

Osaka rappresenta la soluzione ideale per creare un ambiente notte confortevole e accogliente; la leggera piega del rivestimento, ai lati della testata imbottita dalla forma leggermente curva, ricorda l’angolo ripiegato della pagina di un libro o la conformazione di un origami.

 

Per chi ha necessità di ottimizzare lo spazio e di ordinare la camera in modo rapido ed efficace, il modello Osaka consente di sfruttare l’area sottostante la rete per riporre oggetti e biancheria.

In base all’altezza del giroletto che si preferisce, è possibile scegliere tra due innovativi sistemi contenitore, ideati e brevettati da Noctis: Secret Box® per i modelli con giroletto sottile (altezza 17 cm) oppure, per una maggiore capienza, Folding Box®, per i modelli con giroletto standard (altezza 27 cm).

Secret Box® è costituito da un originale cassetto su guide e un vano contenitore che scorre all’interno del telaio del letto; la movimentazione avanti/indietro che regola le funzioni, lo rende alternativamente visibile/invisibile.

Folding Box®consiste, invece, in un pannello di fondo, posto all’interno del box salvaspazio, ripiegabile senza alcun sforzo che rende estremamente facile l’accesso al pavimento sotto il letto, per pulirlo comodamente, senza dover spostare o sollevare la struttura. E’ prevista anche una versione Automatic, che consente di aprire/chiudere il box salvaspazio, azionando con il piede il sensore posto al centro della pediera.

Infine, per una maggiore originalità, Noctis offre il servizio Esclusiva Pantone® che permette di scegliere il colore dei piedi in tutte le varietà della gamma Pantone® in modo da poterli abbinare perfettamente al rivestimento del letto, semplicemente indicando il codice del tessuto di riferimento.

www.noctis.it

L’articolo Osaka: il nuovo letto di Noctis che si ispira al Giappone proviene da Dettagli Home Decor.

16 Dicembre 2019 / / +deco

Ciao miei meravigliosi lettori, scusate se non ho postato per oltre una settimana ma ho avuto dei problemi con il mio computer. Dopo essermi incollata quel macigno del mio IMac 27′ per ben due volte per portarlo in all’Assistenza, ho gettato la spugna e ne ho comprato un altro, che purtoppo non è ancora arrivato. Non posso lamentarmi, suppongo, perchè il mio vecchio caro Apple mi ha servito per quasi 10 anni, nonostante i continui e ripetuti abusi. Fatto sta che cambiare computer e cellulari non è mai un processo indolore, forse perchè non va mai così liscia come dovrebbe, c’è sempre qualcosa che non va secondo i piani. Non ho ancora sistemato la situazione ma volevo assolutamente condividere con voi qualcosa di nuovo e originale prima di Natale.

Dietro Faina, il marchio materico e scultorico di cui parlaremo oggi c’è una ragazza Ucraina, Victoriya Yakusha.

Victoriya, un architetto e designer, ha creato Faina nel 2014 “con l’intento di rendere la (sua) identità nazionale comprensibile e riconoscibile nel mondo. La collezione ha le sue radici nello studio delle tradizioni, materiali e tecniche artigianali domestiche che sono state trasformate in minimalisti contemporanei oggetti di design”.

La bionda designer usa elementi tipici dell’Ucraina come feltro, vimini, lino e legno per creare collezioni organiche e pezzi che si fanno notare.

La linea ZTISTA, ad esempio, ha vinto Elle Decoration International Design Award Ukraine 2019 per la sua bellezza e sostenibilità. Gli arredi di questa linea -il tavolo color mattone e la sedia blu nelle prime foto qui sotto- sono fatti di acciaio, lino, cellulosa, trucioli di legno, argilla e hanno un aspetto meravigliosamente primitivo. Sono modellati a mano infatti.

Guardate bene questi design perchè li vedrete ancora e spesso.

faina, victoriya yakusha,  ukrain design, plusdeco boig, +deco, +deco blog, interiors blog, interior blog, clay furniture, elle decoration awards, sustainable interior design

Foto per gentile concessione di Faina.

The post Una designer da tenere sott’occhio: Faina appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.