Design






 
 
 

Il progetto di Flavia: mobile bagno sospeso con doppio lavabo

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Design

Un mobile bagno con due lavabi è la soluzione ideale per quelle case in cui c’è un solo bagno e più persone che necessitano di usare il lavandino in contemporanea. Lo sa bene il Cliente che ci ha contatto per realizzare il progetto di un mobile bagno per due persone e Flavia, la nostra esperta arredatrice che lo ha assistito nella scelta.

Vorrei un mobile bagno sospeso con due lavandini profondo circa 50 cm, con apertura ad unghiatura, in laccato opaco colorato. Vorrei completare il mobile con due basi contenitore laterali per occupare tutta la parete di larghezza cm 236.

Il mobile bagno che ha più colpito il nostro Cliente è quello nell’immagine qui sotto. Si tratta del mobile bagno doppio N11 – Atlantic, una soluzione di arredobagno di qualità artigianale 100% Made in Italy con lavabi ad incasso soprapiano.

Come progettare un mobile bagno?

1. prendere le misure
Nel caso specifico la parete è lunga cm 236 e la profondità utile dal muro ai sanitari è di circa cm 70.

2. valutare il posizionamento di scarichi, impianti idraulici e prese di corrente
Nel caso specifico è possibile scegliere il posizionamento di tutti questi elementi poiché la casa è in costruzione.

3. individuare eventuali impedimenti
La particolare pianta del bagno obbliga il posizionamento ravvicinato del mobile bagno e dei sanitari. Per sfruttare a pieno tutta la lunghezza della parete è necessario prevedere dei vani a giorno in corrispondenza del bidet. Il poco spazio presente non permetterebbe l’apertura di cassetti e ante.

4. disegnare uno schema
Sono sufficienti carta, matita e righello per disegnare una bozza del mobile. L’importante è indicare con precisione le misure e le quote necessarie (lunghezza pareti, eventuali elementi già presenti nell’ambiente, prese elettriche, scarichi dell’acqua, finestre, caloriferi, rientranze e irregolarità del muro).

Dall’idea al progetto

Schemi che mostrano il mobile bagno dall'alto e dal davanti

Render mobile bagno sospeso con doppio lavabo

Il progetto ipotizzato vede la presenza dei seguenti elementi (da sinistra a destra):
- n.1 base cm 35 p.50 h.50 con anta battente con cerniera a sinistra e ripiano divisorio interno;
- n.1 mobile bagno cm 140 p.51 h.50, 2 basi lavabo con 2 cassetti ciascuna;
- n.1 base cm 50 p.50 h.50 con due vani a giorno (realizzata su misura per il cliente).

Approfondimento Tecnico

  • Lunghezza: il mobile così progettato è lungo cm 225, per occupare l’intera parete di 236 cm mancano 11 cm. Per riempire al meglio questo spazio è possibile prevedere delle fasce di tamponamento che si presentano come fianchi aggiuntivi da applicare alle basi.
  • Top: è possibile prevedere un top unico che copre il mobile bagno, le basi laterali e i fianchi aggiuntivi.
  • Dimensioni di ciascun lavabo: cm 55 p.45 con vasca cm 47,5 x 12 x 30.
  • Cassetti: il primo cassetto ha una sagomatura centrale di cm 19 x 33 che garantisce il passaggio degli scarichi. Tra il cassetto e il retro della base vi è uno spazio di vuoto sanitario di circa 4 cm (schienale libero). I cassetti sono dotati di scocca in metallo con guide ad estrazione totale e chiusura rallentata.
  • Maniglie: ad unghiatura orizzontale.
  • Finiture: mobile bagno in nobilitato Frassino 533 Tobak (visualizza il campione del materiale e il colore).

A quale altezza va posizionato e montato un mobile bagno sospeso?

Non esiste una quota fissa e precisa alla quale posizionare e montare un mobile bagno sospeso, esistono delle quote indicative e delle misure orientative che garantiscono fruibilità e comodità d’utilizzo. In genere un mobile bagno va montato a circa 85 / 87 cm da terra ma molto dipende dall’altezza della persona che lo utilizzerà. Se è molto alta si può prevedere il fissaggio anche a 90 cm, se al contrario è molto bassa anche a 80 cm. Da ricordare: le persone molto alte, nel piegarsi, hanno bisogno anche di profondità e spazio.

Nel seguente schema sono presenti le misure indicative da noi consigliate per il mobile bagno N11-Atlantic, comprese di quote per il posizionamento degli scarichi.

Perché averlo uguale è bello ma poterlo personalizzare è meglio

Le immagini dei cataloghi e le foto trovate sul web sono studiate per mostrare il potenziale di un mobile o di una collezione e spesso propongono soluzioni grandiose e fuori dall’ordinario. Via libera allora a progettazione e personalizzazione.

PROGETTAZIONE – Progettare bene il mobile bagno prima può far risparmiare tempo e soldi dopo. Un progetto intelligente e studiato nei minimi dettagli fin dall’inizio evita di imbattersi in spiacevoli inconvenienti e assicura di non dover ricorrere a tagli su misura e interventi idraulici, elettrici e di muratura.

PERSONALIZZAZIONE – Un mobile bagno su misura è la soluzione ideale per i più esigenti e per arredare ambienti difficili. L’arredo bagno perfetto è quello che offre la possibilità di combinare diversi elementi, scegliere le misure al centimetro, prevedere riduzioni e allungamenti ad hoc, prediligere una particolare maniglia, materiale e colore. (I nostri mobili bagno con doppio lavabo permettono addirittura di scegliere lo spessore del top e dei fianchi!)

 

Mobile bagno con doppio lavabo, doppi vantaggi.
Ti capita spesso che la tua ragazza la mattina mentre si sta facendo il trucco non accenna minimamente a lasciarti usare il lavandino mentre tu vorresti solamente lavarti faccia e denti in un nano secondo e scappare fuori casa perché sei già in tremendo ritardo? Capita anche a te che quando tuo marito si sta facendo la barba non accenna a spostarsi nemmeno di un centimetro per farti lavare le mani, nemmeno se lo minacci che non gli preparerai la cena? Hai bisogno di un mobile bagno con doppio lavabo!
Dai un’occhiata al nostro catalogo e gioca con i configuratori presenti in ogni scheda prodotto. Attraverso il configuratore puoi scoprire in quali modelli e dimensioni è disponibile il mobile, quali materiali e colori esistono e puoi anche calcolare il preventivo.
Se preferisci contatta (gratuitamente e senza obbligo d’acquisto) il nostro Servizio Clienti. I nostri arredatori sono a tua disposizione per informazioni e progetti personalizzati. Clicca qui sotto.

Tags: ,

 
 

ILLUSTRATOR MONDAY ☆ Giulia Dragone

Pubblicato da blog ospite in Design, Paz Garden

Buon lunedì amici belli, una nuova settimana ci aspetta ed ecco che puntuale arriva la prima intervista per la rubrica “Illustrator Monday” che tanto amate!!!
Anche quest’anno gli illustratori e le illustratrici che ho selezionato per voi sono assolutamente dei talenti incredibili e, come vedrete, hanno mille passioni in comune con noi appassionati di piante, giardini e decorazioni.
Pronti a conoscere la romantica illustratrice del giorno? Lei si chiama Giulia Dragone e il suo mondo colorato fatto di foglie e fiori è assolutamente tutto da scoprire… la potete trovare insieme alle sue opere sui suoi principali canali social cliccando GIULIA DRAGONE e ovviamente conoscerla meglio leggendo la sua intervista :-)
Davvero molto ma moooolto brava ;-) vero? 
ps. Io vi consiglio anche un giro tra le bellissime creazioni nel suo negozietto Etsy.

1. Quando ti sei avvicinata al mondo dell’illustrazione?

Da quando ho imparato a tenere in mano i pastelli da bambina ho sempre disegnato ma non avrei mai detto che disegnare sarebbe stato il mio lavoro. Credo di essermi avvicinata al mondo dell’illustrazione per caso durante la terza o quarta superiore, quando grazie ad un’insegnate del liceo parlavamo di disegni, colori, forme, composizioni e dall’armadio ha tirato fuori un vecchio catalogo di una mostra di illustrazione a Sarmede. L’ho subito sfogliato affascinata dai colori delle illustrazioni di Stepan Zavrel e da lì in poi ho scoperto che si, l’illustratore era un lavoro!
Finito il liceo Artistico ho cominciato ad interessarmi sempre di più al mondo dell’illustrazione e del mestiere dell’illustratore, iscrivendomi prima ai corsi a Sarmede e in seguito mi sono diplomata all’istituto Palladio a Verona in illustrazione editoriale.

2. Cosa ami di più del tuo lavoro? 

Del mio lavoro amo molte cose, sicuramente il poter comunicare emozioni e raccontare una storia che con un testo non si può descrivere.
Mi piace quando ricevo commenti da chi guarda i miei lavori e mi descrive le sensazioni che volevo comunicare, ma ancor di più mi sorprende quando qualcuno trova qualcosa che non avevo visto, un messaggio nascosto e inaspettato.

3. Quali sono le tre parole che meglio descrivono i tuoi lavori?

Questa domanda è difficilissima perché non amo dare delle definizioni a quello che faccio ma ci provo!
Acquerello, natura, leggerezza.

4. Puoi descriverci la tua giornata tipo?

Inizio la giornata verso le 9 dopo aver fatto colazione con un immancabile cappuccino e biscotti.
La prima cosa che faccio è aprire le mail per vedere se c’è qualcosa di importante e in caso rispondo, se no parto subito a lavorare a progetti commissionati o in caso a quelli personali. Nel caso ci sia qualche acquisto sul mio Etsy shop rispondo all’acquirente e preparo il pacchetto che in seguito partirà il prima possibile per arrivare a destinazione.
Se non ho lavori con consegne urgenti cerco di finire verso le 7.30/8 e in caso riordino lo studio che spesso è in totale disordine. Quando lavoro utilizzo diversi materiali oltre gli acquerelli e il tavolo di lavoro diventa ben presto un campo di battaglia!

5. Come hai sistemato la tua zona di lavoro?

La mia zona di lavoro è una stanza di casa adibita a studio comporta da un un tavolo verde acqua recuperato da una vecchia scrivania abbastanza grande ma se ho bisogno di più spazio alle mie spalle ho un vecchio tavolo rotondo della mia bisnonna. Sempre alla mie spalle ho una tenda magica che nasconde una nicchia, l’ingresso a mondi fantastici popolato da oggetti di ogni tipo e creature mitologiche!  Qui si trovano colori vecchi, foto vintage, pezzi di carte colorate dai pattern differenti, riviste di illustrazione, e molto altro..
I materiali che utilizzo più spesso invece sono custoditi in una cassettiera sotto la scrivania che presto dovrò svuotare perché ormai non ci sta più nulla!
Sulla parete dove è appoggiata la scrivania invece ho una sorta di bacheca fatta con dei fili di corda che uso per i progetti a cui sto lavorando o per raccogliere foto e immagini di ispirazione, un po’ come un Pinterest analogico.
Sul tavolo a portata di mano ho dei barattoli con matite, pennelli, altri materiali per schizzare, disegnare e accanto a questi invece si sono computer e tavoletta grafica.

6. Pensi che un illustratore abbia bisogno di uno stile personale? e quali sono i tuoi consigli per svilupparne uno? 

Sperimento cercando di migliorare e spesso mi piace illustrare cose differenti, ho una mia voce o almeno provo a farla sentire, ma non amo fossilizzarmi su un solo stile.

Il mio consiglio quindi è rimanere se stessi ma sperimentare stili differenti che siano affini alla mano di chi disegna anche se questo è un consiglio un po’ in contrasto con quello che solitamente cercano alcuni editori o clienti che invece cercano uno stile omogeneo e definito.

Tags:

 
 

Tv Oled, tecnologia e design per la casa

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking

Meravigliose tecnologie per la Tv che porta il futuro in casa. Le Tv Oled sono una delle ultime frontiere dell’intrattenimento domestico: questi speciali sistemi sono fantastici per guardare la Tv, oltretutto arredano con una discrezione affascinante!

Certo non può essere altrimenti, immaginate un bel salone con divano in pelle e un arredamento minimal-futurista, e nel bel mezzo della parete, preferibilmente bianca, una di queste Tv Oled, piattissima quasi impercettibile, ben posizionata nel centro della parete senza alcuna appendice, cavi ecc … Sotto la Tv il corpo o blocco dei comandi poggiato su un mobile non troppo appariscente per non distogliere l’attenzione dallo schermo, non male noo?!

tv oled

Sottile come un quadro

Questi apparecchi Tv Oled sono molto sottili, offrono nello spessore di un quadro la sensazione che il salotto sembri concentrarsi appositamente sulla Tv, sembra quasi riempire la stanza con la sua presenza, ovviamente dipende anche dalle dimensioni.

Le Tv Oled oltre all’ottima qualità visiva, sono esteticamente accattivanti, si possono installare in qualsiasi parete e in base alle dimensioni usare questi schermi come “tele” digitali, sulle quali lanciare applicazioni che riproducono acquari che sembrano reali, una specie di intrattenimento vecchio stile, ma senz’acqua!

tv oledIn una casa arredata con stile futurista non può mancare una Tv Oled, intrattenimento e divertimento puro, vivacizza il salotto o la stanza relax, poi ovviamente con gli opportuni accessori acustici si può trasformare la stanza in un piccolo cinema privato.

tv oled

Arredare con la Tv Oled

Certo che uno schermo di questo tipo si adatta meglio ad un ambiente molto sintetico, quasi “asettico” e decisamente sobrio al tempo stesso. Una stanza dai toni chiari è sicuramente ideale in quanto risalteranno meglio i tratti scuri della Tv.

In sostanza con uno schermo di questo tipo se di dimensioni discrete, gran parte dell’arredamento diventerà superfluo. Installarne uno di dimensioni di solito notevoli nel un salotto ridurrà al minimo la necessità di mobilio.

tv oled

Con la Tv che occupa una buona porzione della parete, per arredare non saranno più necessari altri suppellettili, che in fondo sono più di intralcio e disturbo nell’insieme che utili.

Il solo mobiletto necessario sarà quello per supportare la consolle della Tv, che in alternativa può essere sostituito da una bella mensola in tinta con la parete o scura per spezzare i due elementi, Tv e consolle, una sintesi perfetta d’arredo tecnologico.

tv oled

La casa del futuro l’abbiamo vista in molte pellicole hollywoodiane, dove schermi giganti avevano un ruolo predominante e prendevano il posto anche delle finestre. Diciamo che la Tv Oled può essere un buon sostituto dell’arte pittorica, almeno nel salotto-relax. In quanto a finestre, una boccata d’aria meglio non sostituirla!

 

L’articolo Tv Oled, tecnologia e design per la casa proviene da easyrelooking.

Tags: ,

 
 

Cucine con isola: funzionalità, estetica e design

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor

Una soluzione d’arredo pensata per ambienti open space dove cucina e living convivono in un unico grande spazio all’insegna della convivialità.

Le cucine con isola centrale sono la scelta ideale per chi deve arredare uno spazio ampio e caratterizzato dall’assenza di pareti divisorie e la loro collocazione può essere a vista sulla zona pranzo oppure sul living. Anche se in questo caso lo spazio non manca, occorre organizzarlo con attenzione scegliendo con cura i vari elementi al fine di garantire la massima funzionalità.
dettagli home decor
Cucina Bijou di Aran

Normalmente le cucine con isola prevedono l’inserimento del piano cottura e del lavello nel bancone centrale, mentre la dispensa è organizzata nelle basi o nelle colonne disposte intorno. Le cucine con isola dispongono di ampi piani lavoro e ante scorrevoli ma per muoversi e cucinare in piena libertà è importante disporre sempre di almeno 100-120 cm liberi intorno al bancone. Naturalmente l’isola può essere organizzata con solo una delle due funzioni, i fuochi oppure il lavello.

dettagli home decor
Cucina Easy di Doimo
dettagli home decor
Cucina Class Line di Febal

In base allo spazio a disposizione e alle diverse esigenze, l’isola può essere concepita esclusivamente per la preparazione del cibo, oppure si può optare per un’isola con banco snack, ideale per uno spuntino veloce o per la prima colazione. Se lo spazio è davvero molto ampio e il lay out della stanza lo permette, l’isola può essere dotata di un prolungamento che funge da vero e proprio tavolo da pranzo.

dettagli home decor
Cucina First di Snaidero

Cucina Favilla di Scavolini
Cucina Favilla di Scavolini

In fase di progettazione non dimenticate di pensare a tubi, scarichi, luce e gas. E’ importante definire la posizione di ogni elettrodomestico, dalla cappa alla lavastoviglie, dove posizionare i fuochi e il lavello, i punti luce e prevedere la disposizione di alcune prese elettriche per i piccoli elettrodomestici.  La predisposizione degli impianti normalmente viene fatta nel pavimento, ma se volete evitare la demolizione del rivestimento è possibile realizzare una pedana sotto la quale si nasconde il tutto. 

Le cucine con isola sono una soluzione contemporanea perfetta per chi ama cucinare e apprezza i momenti di convivialità.



Tags:

 
 

L’attitudine di Lema ad un arredo da slow living

Pubblicato da blog ospite in Design, Non Solo Arredo

Oggi ci dedichiamo ad un altro dittico per l’arredo della zona living, scelto tra il catalogo di un’azienda poliedrica come Lema che ha fatto dell’eccellenza manifatturiera italiana nel settore del mobile una realtà industriale che non tradisce la tradizione artigiana.

Il desiderio di una zona living sobria e quasi austera è concretizzato dal sistema di librerie Selecta, un evergreen della collezione di arredamenti Lema perché è una presenza costante tra le sue proposte sin dal 1978, quando ha debuttato come primo sistema a spalla portante realizzato in Italia.

Da allora le sue evoluzioni sono state incessanti, per adeguare il progetto al gusto dei tempi correnti ed alle esigenze con nuovi elementi e nuove finiture, ma il suo carattere di libreria per eccellenza è rimasto sostanzialmente immutato.
La sua versatilità, che permette infinite composizioni e combinazioni, rende Selecta una soluzione di arredo che si può plasmare ad hoc su qualsiasi tipo di ambientazione, e trasformando qualsiasi spazio in una opportunità da sfruttare.
La progressiva aggiunta di elementi a corredo, anche altamente tecnologici, la rende anche perfetta per allestire una parete attrezzata multifunzione completa di mobile TV: il tutto sempre incardinando nel legno di prima scelta e lavorato a mano degli avanzatissimi dettagli tecnici.

E dopo aver scelto uno dei tanti libri custoditi da Selecta per sfogliarlo seduti su un comodo divano le cui linee siano “gemelle” e complementari, la scelta non può che ricadere sul divano Lema Yard, un perfetto interprete di tutta una filosofia improntata sul relax di qualità.
Le caratteristiche di Yard sono presto dette: benché il suo design sia relativamente recente in quanto risale al 2014, il suo ideatore Francesco Rota ha omaggiato in maniera quasi spudorata la tipica creatività degli anni ’60, pur reinterpretandola secondo canoni da terzo millennio.

Accostarlo a Selecta vuol dire mantenere la continuità con un concept modulare, in quanto le possibili configurazioni di Yard permettono di costruire intorno alla sua robusta struttura in metallo rivestito in tessuto un completo sistema fatto di mensole, piani di appoggio e tavolini che lo rendono un armonico complemento di arredo multifunzione.
Ad integrare il tutto ed accrescerne la praticità, anche le componenti contenitive, per arredare con un gusto fatto di solido pragmatismo che non tralascia, ed anzi esalta, la resa estetica.

Come Selecta, anche Yard rispetta in pieno il DNA dell’arredo firmato LEMA, che offre solo idee basate su accoglienza e convivialità per creare caldi ambienti nei quali godersi un rigenerante slow living.

ShareThis

Tags:

 
 

POTAFIORI: il Bistrot dei fiori a Milano

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor

Uno spazio affascinante dove i fiori e il buon cibo sono i protagonisti indiscussi.

Situato nel quartiere dell’Università Bocconi di Milano, POTAFIORI è un negozio di fiori con cucina della cantante e fiorista Rosalba Piccinni. 
POTAFIORI è un nuovo concetto di stare insieme. Aperto 7 giorni alla settimana, dalle 8 alle 24, si può entrare la mattina per fare colazione in un ambiente accogliente e apprezzando il momento della preparazione dei fiori freschi; si può pranzare osservando come si lavorano i fiori di stagione usando corda, fili, e cortecce; oppure ci si può ritrovare in serata per un aperitivo o per gustare una buona cena ascoltando la strepitosa voce di Rosalba mentre canta.

Lo spazio è stato progettato dallo studio di architettura milanese Storage Associati, che ha dato vita ad un suggestivo ambiente scandito dai toni scuri e dal cemento grezzo che fa risaltare il verde e i fiori.  L’affascinante connubio tra fiori e sapori, si completa con una collezione di oggetti di design in vendita e realizzati in esclusiva per POTAFIORIda Elisabetta Campana e Lorenzo Gaetani con i tessuti di William Morris.

Come per i fiori, particolare attenzione è dedicata alla mise en place, con accostamenti insoliti di materiali differenti in grado di trasformare un semplice piatto in un’esperienza unica anche dal punto di vista estetico.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Fotografie di Paola Pansini via Wallpaper
POTAFIORI
via Salasco 17,
Milano


 
 

Progettare una parete attrezzata lunga (massimo) 3 metri

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

La parete del mio soggiorno misura 3 metri, vorrei attrezzare questo spazio con un mobile che ho visto sul vostro catalogo ma il mobile è troppo lungo per la mia casa, come faccio?”
Dubbio legittimo per chi non è un addetto ai lavori e si trova a dover acquistare mobili e arredamento sulla base delle immagini trovate su internet e sui cataloghi. Per ragioni estetiche e per mostrare il potenziale dei mobili, le fotografie e i render rappresentano spesso soluzioni grandiose ma è bene sapere che tutti i nostri mobili sono componibili, modulari e personalizzabili.
Se cerchi una parete attrezzata lunga 3 metri puoi rivolgerti ad un esperto arredatore presente presso i punti vendita autorizzati Napol oppure puoi progettarla in autonomia usando gli schemi che mostrano tutti gli elementi componibili disponibili con relative larghezze, altezze e profondità. Continua a leggere per scoprire come disegnare e comporre il tuo mobile per soggiorno.

 

Continua a leggere l'articolo per scoprire come progettare una parete attrezzata lunga massimo 3 metri.


Parete attrezzata che occupa massimo 3 metri
, PARTIAMO DALL’ABC, DEVI VALUTARE…

  1. l’effettivo spazio a tua disposizione
  2. gli elementi da inserire e quelli da escludere
  3. i materiali e i colori che ti piacciono.

1. Procurati metro, carta e penna, armati di pazienza ed estrema precisione. Se vuoi sfruttare l’intera parete in larghezza (e altezza) devi conoscere le misure al millimetro. Ricordati che per montare correttamente e agilmente gli elementi sono necessari alcuni centimetri laterali vuoti, utili sopratutto nel caso di pareti non perfettamente dritte e quando è fondamentale fissare delle attaccaglie a muro.

2. Elenco degli elementi che possono comporre una parete attrezzata: basi a terra o sospese, basi con ante o con cassettoni, pensili contenitore con anta a ribalta o battente, pensili quadrati o rettangolari, vani a giorno con o senza divisori interni, vani libreria, mensole con o senza schienale, vetrinette o teche, vani porta tv dotati di pannelli di supporto o di pannelli scorrevoli.
Valuta quali di questi elementi ti servono realmente e quali al contrario non sfrutteresti a pieno. Ad esempio, se hai un servizio di piatti e bicchieri al quale sei molto affezionato e vuoi metterlo in bella mostra ti servono elementi a vetrina con divisori. Se hai tanti soprammobili o se fai collezione di piccoli oggetti è bene che tu abbia tante mensole d’appoggio. Se la parete attrezzata deve far spazio anche al televisore è necessario valutare in precedenza se questo verrà appoggiato sulla base, appeso al muro, fissato su un pannello o nascosto all’interno del mobile.

3. Parlando di finiture e colori ci infiliamo in un campo insidioso fatto di molteplici soluzioni arredative che si scontrano con gusti personali e fasce di prezzo. Se stai progettando in autonomia la tua parete attrezzata puoi valutare i materiali disponibili guardando il campionario materiali digitalizzato e organizzato per tipologie e categorie che mostra scansioni e foto scattate direttamente al campione originale.

DALLA VALUTAZIONE AL PROGETTO
Per progettare una parete attrezzata di 3 metri ti serve sapere che…
- puoi abbinare a piacere tutti gli elementi che ti interessano;
- puoi conoscere le dimensioni di basi e pensili cliccando qui e visualizzando gli schemi;
- tutti gli elementi possono essere utilizzati in forma “libera” (cioè singolarmente o semplicemente accostati) oppure integrati in composizioni con colonne a spalla portante (cioè moduli a colonna con fianchi senza schienali);
- le colonne a spalla portante possono essere montate a terra o in sovrapposizione a delle basi contenitore oppure applicate a parete fino a diventare elementi pensili;
- le colonne a spalla portante possono essere forate su richiesta per agevolare le operazioni di montaggio;
- le dimensioni disponibili per i moduli garantiscono sempre perfetta linearità e compatibilità.

Adesso che conosci tutti questi dettagli prendi matita e foglio a quadretti e disegna la tua parete attrezzata. Le varianti sono infinite anche se, avendo a disposizione soli 3 metri di lunghezza, sarai costretto a compiere delle scelte.

DAL PROGETTO ALLE SOLUZIONI
Abbiamo studiato per te 4 (+3) soluzioni per arredare il tuo soggiorno con parete che misura 3 metri.

1^proposta: soggiorno moderno in laccato e ciliegio
Questa composizione così fotografata misura cm 276 p.35,3 / 45 h.194,2 ed è composta da:
- due basi a terra con cassetto affiancate, la prima cm 138 p.45 h.43,8, la seconda cm 138 p.45 h.34,2, con unico top cm 138 p.42,6 h.18
- un pensile a ribalta: cm 92 p.35,3 h.41,6
- un pensile basculante: cm 92 p.35,3 h.41,6
- due pensili battenti: cm 46 p.35,3 h.64
- una teca in vetro con schiena in legno: cm 92 p.33 h.32

2^proposta: parete attrezzata sospesa con teche in vetro
Questa composizione così fotografata misura cm 295 p.23,9 / 35,3 h.196 ed è composta da:
- due teche in vetro con schienale in legno: cm 91,6 p.23,9 h.64
- quattro fianchi pensili: cm 36 p.33 h.67,6
- sei ripiani in legno: cm 27,1 p.30,5 h.2
- un pensile a ribalta: cm 138 p.35,3 h.33,8
- un pensile basculante: cm 138 p.35,3 h.32
- due mensole: cm 61,3 p.33 h.3,6
- un pannello porta tv: cm 122,7 p.42 h.90,8

3^proposta: mobile per parete soggiorno lungo quasi 3 metri
Questa composizione così fotografata misura cm 276 p.35 / 44,9 h.228 ed è composta da:
- tre basi contenitore a due ante
- libreria formata da 2 colonne pensili con ripiani e un anta battente

4^proposta: parete attrezzata con libreria sospesa
La libreria pensile così fotografata misura cm 248,7 p. 35,3 h.131,6 ed è composta da:
- sei fianchi pensili: cm 3,6 p.33 h.131,6
- 17 ripiani di diverse dimensioni: cm 27 p.33 h.3,6 / cm 88,4 p.33 h.3,6 / cm 57,7 p.33 h.3,6
- 2 schiene per colonna: cm 88,4 p.1,5 p.38 / cm 57,7 p.1,5 h.38
- un anta a ribalta: cm 91,7 p.2,3 h.31,7
- un anta battente: cm 61 p.2,3 h.41,3
La base contenitore così fotografata misura cm 245,4 p. 45 h.34,2 ed è composta da
- due elementi di dimensioni cm 122,7 p.45 h.34,2 ciascuno
- un top: cm 245,4 p.42,6 h.1,8

Se una di queste alternative ti piace ma non ti convince del tutto ricordati che puoi modificarla. Inoltre, se preferisci lasciarti ispirare da altre pareti attrezzate guarda le immagini qui sotto. Le seguenti composizioni misurano più di tre metri ma, con un pizzico di fantasia e una manciata di personalizzazione, si trasformano facilmente in un mobile per soggiorno che occupa massimo 3 metri.

5^proposta: parete attrezzata in ciliegio e bianco
La composizione proposta nell’immagine è lunga cm 341. Eliminando la colonna libreria con cinque ripiani e il pensile in legno con anta in vetro raggiunge soli 245,4 cm.

6^proposta: parete attrezzata con pensili orizzontali
La composizione così proposta misura cm 306,7; è possibile ridurre la lunghezza scegliendo elementi di dimensioni minori. Ad esempio la base dritta fotografata è lunga cm 184 ma potrebbe essere scelta con lunghezza cm 138 o addirittura 122,7, stesso ragionamento per pensili e mensole.

7^proposta: mobile soggiorno con pannello tv
La composizione fotografata misura 325,7 cm; eliminando il pannello porta tv (e di conseguenza il televisore appeso) è possibile ricavare spazio da sfruttare per allineare gli elementi sospesi con le basi a terra. In questo modo lo spazio occupato in larghezza si riduce notevolmente.


Sfoglia il nostro catalogo “Pareti Attrezzate” in cerca di altre valide alternative che possano soddisfare i tuoi gusti e le tue esigenze. RICORDATI CHE…
Tutte le pareti attrezzate Napol possono essere personalizzate e ogni dettaglio può essere modificato: dalle dimensioni di un singolo modulo al suo posizionamento, dal colore della struttura alla finitura di frontali, ante, cassettoni, mensole e divisori. Le dimensioni totali della composizione possono essere ridotte o aumentate a seconda delle necessità.

Contatta il rivenditore Napol più vicino a casa tua e prenota senza impegno un appuntamento con un arredatore.

Tags: , ,

 
 

Foto ritoccate per immagini surreali: il mondo incantato di Nois7

Pubblicato da blog ospite in Design, Things I Like Today


È conosciuto come Nois7 ma il suo vero nome è Robert Jahns ed è una star di Instagram, con più di un milione di follower che adorano le sue incredibili foto ritoccate

Robert Jahns è uno dei più interessanti digital artist e art director al mondo, segnalato come uno dei 50 migliori fotografi da seguire su Instagram e famoso per le sue incredibili foto ritoccate.
Il suo approccio all’editing di immagini è sorprendente e il risultato è sempre un’emozione unica e travolgente.
Nois7, vero mago del fotoritocco, riesce a rendere bella e sognante ogni cosa, creando momenti inaspettati e surreali dove la natura, le persone e le emozioni sono protagoniste.

La cosa più importante per me è fare in modo che la gente provi qualcosa quando guarda le mie immagini. Racconto sempre una storia con le mie opere e cerco di ispirare le persone a pensare positivo. In generale mi piace creare immagini surreali che sembrino realistiche così non sai mai se un’immagine è reale o no, il che la rende eccitante.

Foto ritoccate Nois7
Non c’è bisogno di dire che le sue foto ritoccate, così suggestive lo hanno reso uno degli art director più richiesti dai grandi brand internazionali, dalla Nike all’Adidas, dalla Microsoft all’HP, Asus, Philips, Huawei, e chi più ne ha più ne metta.

E’ tutta una questione di emozioni
Nois7 racconta l’ispirazione dietro alle sue fantastiche foto ritoccate, sospese fra realtà e fantasia

Robert Jahns  vive e lavora a Amburgo, quando non è in giro per il mondo a scattare le sue foto.
Grande appassionato di viaggi, si è creato un immenso archivio fotografico da cui attingere per creare queste immagini impossibili e meravigliose utilizzando i suoi programmi di grafica preferiti: usa Photoshop da 15 anni oltre a Lightroom e altre app come Artstudio e VSCO cam.  E a seconda dell’idea e del concept, può impiegare poche ore o addirittura giorni per realizzare le sue stupefacenti foto ritoccate.

Nois7 compone paesaggi incantati, panorami mozzafiato e situazioni da sogno assemblando insieme immagini diverse e mescolando realtà e fantasia. La cosa più incredibile è che le sue foto ritoccate non sembrano affatto manipolate digitalmente!
La sua abilità consiste proprio nel rendere queste immagini surreali assolutamente realistiche, così che guardandole si rimanga sempre col dubbio se siano vere o no… D’altra parte il suo motto è “Imagination takes you everywhere” e Nois7 lo mette in pratica ogni volta.

Nois7 Foto ritoccate

Foto ritoccate surreali Nois7

Foto ritoccate Robert Jahns

Nois7 foto ritoccate surreali

Foto ritoccate surreali Robert Jahns

Robert Jahns foto ritoccate

Foto ritoccate Robert Jahns Nois7

Tags:

 
 

Maison&Objet2017: riprendiamoci il silenzio

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking

Da oggi si apre a Parigi Maison&Objet 2017, la fiera che da anni sembra dettare tendenza in ambito interior design e casa, raccogliendo diversi brand, soprattutto d’oltralpe!

E’ sempre fonte di ispirazione anche solo fare un giro virtuale tra gli espositori, vecchi e nuovi!

Ho notato che quest’anno la fiera Maison&Objet divide gli arredi da “adulti” dagli arredi da bambini: anche le camerette dei più piccoli ormai hanno un mondo a parte! avevamo già visto gli arredi in legno per la cameretta, ma ho voluto fare un’accurata selezione tra i brand presenti a Maison&Objet.  Ovviamente non potevo non guardare anche gli arredi da adulti, per cui in questo post trovi una selezione anche di quelli!

Questa selezione è accumunata da un tocco nordico e scandivano: non c’è niente da fare, sono portata per natura a orientarmi verso questo stile. Le immagini però si ricollegano all’idea di casa che vuole comunicare il tema di quest’anno di Maison&Objet2017. Continua a leggere!

Il Silenzio come elemento da ritrovare attraverso la casa

Parliamo anchedel tema che caratterizza la fiera: il SILENZIO.

Il silenzio che si deve riflettere nello spogliare la nostra casa dal superfluo, con linee pulite e leggere, in modo che ci possa accogliere con un senso di serenità in contrasto con la vita incessante e ricca di impegni.

Da questo tema sicuramente può partire una riflessione, su come la vita frenetica spesso ci scorra tra le dita quasi senza accorgercene. Pensiamo quindi alla casa come a un luogo di rifugio, dove rintanarci per leggere un buon libro e assaporare i minuti che passano. In Silenzio.

Qui sotto trovate il video di presentazione della tematica di Maison&Objet2017.

Maison&Objet2017

Dove: Parigi

Quando: 20 -24 Gennaio 2017

Sito internet: www.maison-objet.com

 

 

L’articolo Maison&Objet2017: riprendiamoci il silenzio proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

LuceSolida, il brand che trasforma il plexiglass in design

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor

Dall’incontro tra artigianalità, innovazione e creatività prende vita LuceSolida, l’esclusivo brand di articoli d’arredo di design in plexiglass che dona alla casa uno stile unico e ricercato.

LuceSolida è il nuovo brand di articoli di arredamento dal design genuinamente italiano che nasce da un’azienda che ha una tradizione di oltre 40 anni nel settore del metacrilato o plexiglass. Questa lunga esperienza, a cui si unisce la creatività di abili designer e macchinari di ultima generazione, dà vita ad articoli d’arredo moderni, originali e di grande qualità. Situata a Poggio a Caiano in Toscana l’azienda pone particolare attenzione alla scelta dei materiali, al processo produttivo e alla cura dei dettagli grazie alla rifinitura artigianale di ogni elemento.

Ricercati e funzionali tutti gli articoli LuceSolida donano un tocco di stile ed eleganza in più alla casa. La zona living si arricchisce di originali elementi di design come appendiabiti, portariviste, tavoli e sgabelli.  

dettagli home decor

Il piacere della cucina non si ferma al palato ma coinvolge anche la vista con i raffinati intagli e le decorazioni che caratterizzano vassoi, portatovaglioli e contenitori multiuso.

dettagli home decor

Funzionali e di design le grucce, gli appendiabiti, i fermalibri e le mensole donano alla camera uno stile minimal ma allo stesso tempo sofisticato.

dettagli home decor

Eleganti accessori per il bagno in plexiglass come mensole, ganci, sgabelli e portasalviette impreziosiscono e illuminano il bagno.

dettagli home decor
dettagli home decor

I giochi di luce del plexiglass impreziositi con dettagli in legno massello e ottone cromato trasformano semplici oggetti quotidiani in veri e propri elementi d’arredo perfetti per ogni tipo di ambiente, dal moderno al classico, dall’usuale al ricercato. La gamma dei colori proposta, la loro versatilità e la possibilità di combinarli in diversi modi permette una completa personalizzazione degli spazi.
Il plexiglass, protagonista assoluto delle creazioni LuceSolida, è anche un materiale non tossico e riciclabile al 100% per il pieno rispetto dell’ambiente in cui viviamo. Per questo LuceSolida è Ecodesign.
DESIGN IS EASY 
Gli esclusivi articoli di design per la casa sono a disposizione di tutti con un semplice click. Il nuovo brand propone infatti i suoi prodotti esclusivamente online. Intuitivo, facile da navigare e sicuro l’e-commerce LuceSolida permette all’azienda toscana di portare in ogni parte d’Italia l’originalità e l’eleganza dei suoi prodotti senza costi di intermediazione.
LUCESOLIDA
Via Giotto 34
59016 Poggio a Caiano (PO)
Tel:+39 055 8797845
www.lucesolida.com

Tags:

 
 




Torna su