Interiors






 
 
 

L’autenticità del design

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Room by Room
“Dopo tutto un’opera d’arte non si realizza con le idee, ma con le mani.”

Cent clés pour, Picasso

E’ proprio vero con le mani si possono fare cose meravigliose, si può dare forma alle idee più creative della nostra mente! Crediamo che mani esperte, segnate dal tempo e dal lavoro, possano raccontare e tramandare vere e proprie tradizioni da generazione a generazione che quando incontrano il design più ricercato può nascere qualcosa di unico e speciale! Il design che noi tutti conosciamo, guardiamo, osserviamo, fotografiamo e acquistiamo è il frutto della storia e del passare degli anni che hanno modificato e fatto nascere stili e pensieri artistici. Room by Room è un contenitore di idee, pensieri, stili e ispirazioni! Oggi abbiamo deciso di lasciarci ispirare da oggetti UNICI nel loro genere, pezzi unici che fanno la differenza perchè ugnuno di essi ha dietro un’artista con la propria storia e il proprio vissuto! Allora cosa aspettate? Chiudete gli occhi e provate a viaggiare con noi… 
Sei alla ricerca di comodità? I tappeti Beni Ourain sono i tappeti più comodi che potrai mai trovare!!

Essi sono costituiti da lana di pecora 100% e sono al 100% non tinti. Questi tappeti-cimelio sono fatti per coloro che apprezzano veramente il mondo naturale. I disegni geometrici sono la cifra stilistica condivisa da tutti i tappeti berberi. È un design classico adatto a ogni spazio, anche per la tua casa in città! La loro forza sta nell’essere pezzi unici di una tradizione unica, perchè raccontano storie vere della vita di ogni tessitore. Questi magnifici tappeti hanno una capacità affascinante: mettono in contatto la lunga storia delle tribù berbere nomadi con gli interni moderni. Porta a casa tua un vero e proprio pezzo di patrimonio culturale marocchino.

E’ proprio cosi, le vite di chi li fa sono tutte parte del processo. Di solito sono le donne a tessere questi tappeti. Nei disegni, utilizzano creativamente elementi delle loro vite. Si può trattare di riferimenti a eventi naturali. A volte si vedono aspetti della vita quotidiana. Abbiamo visto disegni sulla nascita, la fertilità, la natura e la femminilità. Abbiamo visto emergere storie di vita rurale e convinzioni personali.

Un processo unico inizia con il procurarsi la lana. Le artigiane prendono le pecore speciali dalle montagne del Marocco. Poi le tosano per ottenere la loro lana naturale. La lana delle pecore deve quindi essere pulita e strofinata. Altrimenti contiene oli naturali. La lana viene poi filata a mano. Questo processo di filatura trasforma la lana. Torce insieme le fibre e fa il filato. La lana è trasformata in fili, perfetti per la tessitura. Quindi vengono preparati il telaio e l’ordito. Quando acquisti un tappeto berbero Sukhi, sai per certo che l’ordito è realizzato con lana naturale 100%.

La parte successiva del processo di produzione del tappeto è l’annodatura. È qui che si vede il vero talento delle artigiane. Prima che il tappeto sia completo, il modello è tinto con tinture naturali. È poi tagliato dal telaio e rifilato. Il pelo viene tagliato con delle forbici speciali. Questo viene fatto per garantire che la lunghezza del pelo sia di dimensioni standard.

Ogni tappeto richiede molti, molti giorni di lavoro, e da parte di più tessitrici. Per un periodo di settimane, le artigiane sono occupate a filare la lana e a legare i singoli nodi del pelo. Il risultato finale è una magnifica opera d’arte. È un tappeto molto ricercato. La tradizione gioca un ruolo fondamentale perchè sono tappeti tessuti a mano e richiedono una grande abilità. La conoscenza è tramandata di madre in figlia. Vedrai sorprendenti elementi di design. Molti riflettono la vita reale della tessitrice. Emergono temi come la nascita, la fertilità, la natura, la femminilità, la vita rurale e le credenze religiose. Alcuni credono anche che siano barriere contro gli spiriti maligni. Ecco perché spesso sono presenti simboli portafortuna e presi da cerimonie tribali.

I tappeti berberi sono tessuti con lana di pecora naturale color avorio. È la lana che copre il corpo della pecora. A prima vista, il modello può sembrare nero. Ma in realtà si tratta di un colore marrone scuro. La lana marrone scuro proviene dalla testa della pecora. I tappeti Beni Ourain sono considerati i più prestigiosi di tutto il Marocco. Sono fatti con quella che è considerata una delle lane più pregiate sulla terra. 

Veri e propri gioielli? No lampade!! La superficie esterna della lampada “the Queen” è realizzata in acciaio corroso, mentre l’interno della lampada è placcata in oro 23.75 carati. La forma sferica dorata crea l’illusione che l’intera superficie interna della sfera irradia luce. Le sue linee pulite e la sua semplicità caratterizzano la forma di “the Queen”.

L’ambiziosa combinazione di materiali crea un’immagine veramente impressionante. In questa lampada la faccia più preziosa del metallo incontra la più povera. Queste due superfici sono interamente realizzate a mano; la lucentezza dorata della regina è garantita dal sapiente lavoro artigianale di orafi esperti, mentre la natura disegna superfici spontanee e imprevedibili sulla ruggine. Ed essendo vere e proprie regine, non ne esistono due identiche sulla terra!
FUGA | CIRCLE design by Yana Osmanova

Kika è una collezione di piatti da tavola e piatti da portata che si integrano a vicenda. I copricapi russi da donna hanno ispirato il designer a creare questi splendidi complementi. La collezione è composta da tredici pezzi (nove piatti da portata e quattro piatti da tavola). Gli elementi della collezione possono essere usati sia singolarmente che come set da tavola.

Questo piatto è realizzato con legno di quercia. Per la realizzazione di questi prodotti è stato utilizzato legno secco. La superficie interna del piatto è perfettamente levigata ed è stato realizzato a mano con la sega a catena. La superficie del piatto è trattata con olio di lino per esaltar la struttura naturale del legno.

Inoltre, l’impregnamento con olio rende la superficie idrorepellente: il legno non si secca e non crepa. La finitura a olio, analogo della lacca naturale, è assolutamente innocua. Data la specificità del lavoro manuale, non ci sono articoli identici: sono tutti diversi, si distinguono dall’intensità di tono, dalle piccole irregolarità e dalle microfessure, che inevitabilmente accompagnano il materiale.
MADE A MANO | NOVECENTO design by Rosario Parrinello
Le collezioni esclusive di Made a Mano, sono il frutto di una rinnomata tradizione ed esperienza artistica del suo fondatore Rosario Parrinello che è riuscito a coniugare i decori, colori del mediterraneo con le migliori espressioni delle civiltà orientali ed africane per proiettarsi in realizzazioni di assoluto minimalismo tipico delle civiltà del nord Europa, il tutto per dare grande risalto alle materie usate. 

La pietra, al naturale o ceramizzata è quella lavica,i decori sono eseguiti a mano libera, i colori applicati a pennello sono ottenuti con antiche tecniche, ogni piastrella o manufatto che viene fuori dai laboratori sono un concentrato di ricerca e di emozioni, perchè sono un mix culturale perfetto che trova la sua espressione nel calore della materia più antica.

Ed ecco che la storia diventa decoro, colore. Le collezione Novecento riprende lo stile siciliano dei maestri artigiani di Caltagirone a fine ‘800.  Tutte le decorazioni vengono realizzate manualmente con tecniche artigiane realizzate da abili decoratori che mantengono fedele le tradizioni secolari. Oltre alla loro bellezza, il loro pregio e valore e’ dato principalmente dal luogo di produzione, la citta’ di Caltagirone, famosa da oltre 3000 anni per le produzioni di manufatti in ceramica.

Tags:

 
 

Ibiza, villa di lusso con piscina a sfioro

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
Can Trull Ibiza

Can Trull  è una villa situata in posizione strategica con una splendida vista sul Mar Mediterraneo. 

Un progetto realizzato da  Blakstad Design Consultants, un prestigioso studio di architettura che opera da oltre 40 anni con la filosofia di combinare tecniche di costruzioni antiche e moderne per rispondere al meglio allo stile di vita contemporaneo.

Can Trull, perfettamente integrata nel paesaggio che la circonda, è scandita da ampi spazi interni che si aprono verso l’esterno.  Le pareti in calce bianca, i soffitti in legno a vista sono un chiaro richiamo alla tradizione mediterranea.

L’arredamento scelto coniuga elementi dal design moderno con particolari elementi dallo stile etnico chic che donano carattere alla casa.

Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Esternamente si sviluppa un elegante cortile, una ampio salone vista mare e una grande piscina a sfioro con zona relax.
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Foto: Conrad White


Villa Can Trull dispone di 7 camere da letto ed è dotata di ogni comfort, per affittarla cliccate qui.


Tags:

 
 

Un loft in stile industriale in Messico

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors

Influenzata dallo stile industriale che caratterizza i loft di New York, la designer di interni Margaret Bissu ha recuperato lo spazio di un edificio industriale dismesso situato a Città del Messico in un loft dal sapore cosmopolita e sofisticato, rispettandone tuttavia la struttura originale.

An industrial style loft in Mexico

Influenced by the industrial style characterizing the New York lofts, interior designer Margaret Bissu has recovered the space of a dismantled industrial building located in Mexico City in a cosmopolitan and sophisticated loft, while respecting the original structure.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell

Pubblicato da blog ospite in Interiors, La Gatta Sul Tetto

Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell soggiorno

Buon inizio settimana. Avete voglia di fare un salto in California, a Malibu? Oggi per la rubrica arredare piccoli spazi vi porto a casa della designer più amata dai fan dello stile Shabby Chic: Rachel Ashwell.

Rachel ha scelto nientemeno che una mobilhome per trascorrervi tranquilli week end sulle rive dell’oceano, ed è riuscita a ricavare un piccolo angolo di paradiso affrontando la sfida di arredare in modo funzionale e gradevole i piccoli spazi della sua casa mobile.
Seguendo il motto “less is more”, la designer ha scelto pochi mobili e una palette freschissima di bianchi e azzurri, in linea con il suo stile e in armonia con il paesaggio marino.
“Un giusto equilibrio tra elementi usurati e chic permette di ottenere un ambiente bello, funzionale e confortevole” spiega Rachel, che ha utilizzato mobili e complementi che portano la sua firma, come bellissimo divano letto angolare del soggiorno, o come la biancheria dai delicati motivi floreali.
Personalmente adoro il suo stile, che negli anni non è mai cambiato, sordo alle sollecitazioni delle varie mode del momento; amo la sua attenzione per i dettagli e l’atmosfera fresca e pulita che traspare dai suoi interni.
Cominciamo dal living che contiene l’angolo relax e la cucina:
Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell before soggiorno

BEFORE

Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell soggiornoArredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell divano lettoArredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell soggiornoArredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell

Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell before cucina

BEFORE

Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell cucinaArredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell cucina

Ecco la zona notte, in cui si trovano un bagno, una camera e un disimpegno fornito di una nicchia in cui Rachel ha posizionato un letto:

Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell before camera
BEFORE
Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell camera
Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell cameraArredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell before camera
BEFORE
Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell camerettaArredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell cameretta
Infine, uno sguardo al piccolo spazio esterno, semplice ma accogliente:
Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell before esterno
BEFORE
Arredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell esternoArredare piccoli spazi: la mobilhome shabby chic di Rachel Ashwell esterno

Idee salva spazio:

L’isola della cucina serve allo stesso tempo da piano di lavoro, tavolo e porta oggetti.
Utilizzare la base dei letti come ripostiglio.
Source: My domaine
Ph before: Sarah Pankow
Ph after: Christofer Patey

Tags:

 
 

Un appartamento duplex a Sydney

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors

Questo appartamento moderno, dal sapore contemporaneo, si trova a Sydney e si sviluppa su due livelli, molto luminoso, è caratterizzato dalla monocromaticità delle finiture, in bianco e nero.

A modern apartment in Sydney

This contemporary, contemporary apartment is located in Sydney and is spread over two levels, very bright, featuring the monochrome finishes in black and white

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Hotel di design: Hotel Continentale a Firenze

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Interiors

READ IN ENGLISH

Collocato nel cuore di Firenze, l’Hotel Continentale rappresenta un vero e proprio rifugio dallo stress e dagli impegni della quotidianità. Mi piace definire Hotel come questi “Hotel di design”, dove si può respirare la passione dei progettisti in ogni suo angolo.

Il suo design, contraddistinto da forme armoniose e da colori tenui, si caratterizza per una straordinaria cura di ogni dettaglio e per la volontà di rinunciare a tutto ciò che è superfluo, così da cogliere l’eleganza dell’essenziale.

Tutti i complementi d’arredo utilizzati sono dotati di elevato potere ornamentale ma, al tempo stesso, risultano funzionali e resistenti.

hotel design

In questo Hotel di design si respira un’atmosfera d’altri tempi, anche grazie al suggestivo panorama che gli ospiti possono contemplare dalla terrazza. I locali suggeriscono un’immagine di leggerezza, equilibrio, bellezza: immerso in un contesto tanto affascinante e al contempo rassicurante, non potrai fare a meno di sentirti a casa. L’arredamento dell’Hotel è impreziosito da una serie di raffinati particolari, tra cui spiccano i bauli-scrittoi lavorati a mano e gli originali tavolini-orologio.

Le camere da letto e il loro pregevole design

Le camere da letto dell’Hotel Continentale si distinguono per uno stile lineare e minimalista e per l’eccellente illuminazione. Si tratta di locali accoglienti, moderni, valorizzati da una splendida vista e da un sapiente uso dei colori. La tinta dominante è il bianco, emblema di ordine e di purezza: i pavimenti in legno e le sfumature chiare delle pareti costituiscono la cornice ideale di uno spazio intimo, familiare, da condividere con le persone amate.

Tutte le camere sono arricchite da dettagli accuratamente selezionati, come le delicate tendine in mussola che avvolgono il letto e le fresche lenzuola di lino, un’autentica garanzia di pulizia e di igiene. In alcune stanze avrai la facoltà di usufruire di un comodo tappetino da yoga, in altre potrai ammirare delle lampade di design di ottima fattura.

La bellezza di molti ambienti è accentuata dalla presenza di fotografie di moda in bianco e nero: un vero tocco di classe, frutto di una longeva esperienza nel settore nonché della volontà di dar vita a una struttura completa in ogni singolo aspetto. Tutti questi elementi vanno a delineare un quadro generale in grado di far leva sulle emozioni dei clienti.

 

 

 

 

 

La conciliazione perfetta di eleganza e funzionalità

Nell’Hotel Continentale di Firenze hai la possibilità di trascorrere piacevoli ore di relax sulla Terrazza Rooftop Bar, situata all’ultimo piano della struttura e garante di una spettacolare visione dei capolavori della città, tra cui la Cupola del Brunelleschi e il Campanile di Giotto. Davvero stupenda!

 

 

 

 

 

In un simile spazio puoi sorseggiare un gustoso cocktail al tramonto, conversare con gli amici, oppure semplicemente godere in silenzio delle bellezze circostanti. Ogni ambiente dell’Hotel, del resto, è progettato per farti sentire a tuo agio anche se lontano da casa. Ciò vale anche per i bagni, di notevole raffinatezza nel loro rigore e dotati di ogni comodità. I materiali utilizzati per i complementi d’arredo, come il legno e il vetro, contribuiscono ad accentuare la luminosità, l’eleganza e il calore dell’insieme.

Insomma, la posizione dell’Hotel è invidiabile e l’arredamento è stupendo nelle linee e colori! Direi che l’Hotel Continentale rientra tra i miei favoriti 🙂

L’articolo Hotel di design: Hotel Continentale a Firenze proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

IHF Italian Hotels & Friends: Nuova affiliazione con la Casa sull’Albero

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio

IHF – prima rete italiana di hotel indipendenti – presenta il suo nuovo affiliato: La Casa sull’Albero, dimora esclusiva a Malgrate, immersa in un parco con alberi secolari sul lago di Como, dove godere momenti di libertà e riservatezza. Più che un rifugio è un nido di design eco-sostenibile, dove il legno sposa le ampie vetrate e i dettagli moderni e minimaldell’arredamento. 

La Casa sull’Albero è composta da due ville affascinanti e moderne realizzate in vetro e legno, con 12 camere da 20 a 35 mq con incredibili viste panoramiche sul lago e sul parco privato, dove un suggestivo viale la collega direttamente al lungolago ed al suo ristorante, lo storico “Da Giovannino”, che propone una cucina legata al territorio secondo la filosofia Slow Food

La Casa sull’Albero dispone di una particolare sala bar e libreria denominata “Honesty Kitchen”una sala cinema e riunioni, una splendida piscina all’aperto, una palestra attrezzata e un ampio spazio dedicato al wellness. 
Tutti gli ambienti sono caratterizzati da ampie pareti in vetro che consentono di ammirare le bellezze paesaggistiche del lago di Como e del parco secolare, arredato con dei focolari di design e con divani e poltrone da esterni, donando la sensazione tangibile di ritrovarsi immersi nel paesaggio naturale. 

Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio

La natura è il cuore pulsante della Casa sull’Albero: dalle piante secolari del parco, alle montagne che incoronano il paesaggio che la circonda, dal blu del lago, fino ai prodotti a km zero che l’hotel offre ai propri ospiti. Le materie prime vengono selezionate accuratamente dallo Chef e provengono dalle fattorie circostanti del Lago di Como, dalle valli limitrofe e dalla Brianza. Gli ospiti riscoprono così  la natura del territorio, fatto di luoghi suggestivi, naturali e inaspettati.

Molto attenta al turismo ecosostenibile, la Casa sull’Albero mette a disposizione per i propri ospiti delle e-bike per scoprire il territorio circostante e ha da poco installato all’interno della proprietà una colonnina per la ricarica TESLA per autoelettriche. L’hotel ha inoltre un impianto fotovoltaico e solare e utilizza legno di recupero proveniente dai boschi locali per l’arredo dei tavoli, ripiani e rivestimenti. 


Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio

Per maggiori informazioni: www.ihf-hotels.it


Tags:

 
 

home tour | COLORI FRUTTATI PER UNA RISTRUTTURAZIONE SVEDESE

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Picsilli

Siamo in Svezia, a Stoccolma e oggi ti voglio raccontare del recupero di uno spazio all’interno di un palazzo storico dei primi del ‘900, adibito ad ufficio.

(Leggi fino alla fine, come al solito ti lascio la mia ispirazione per casa tua!)
Lo spazio si presentava come impersonale e privo dei servizi primari che deve avere una residenza, con gli stucchi originali del tempo coperti da vernici bianche.

Durante i lavori, abbattendo muri per permettere la creazione degli impianti, sono riemersi i colori che erano stati ricoperti. Il color senape gialla scoperto ha fatto scaturire la scelta degli altri colori che hanno fatto da unione tra i nuovi colori e quelli originali nascosti nell’appartamento.

Il progetto è di Note Design Studio  che ha trasformato lo spazio a disposizione in appartamento, conservando il più possibile i materiali e i colori. Progettando su misura i mobili per non alterare gli equilibri degli spazi originali.

credits: Note Design Studio

Come ispirarsi a questo bellissimo appartamento? Ecco la mia proposta

  • Scegli colori soft che ti facciano pensare all’estate, ai colori della frutta, ai sorbetti freschi. Poi abbinali tra di loro, è impossibile che stridano ma vedrai che creeranno armonia da soli.
  • Se abiti in una casa d’un tempo puoi evidenziare con il colore e le vernici, particolari (come nelle foto ad esempio) di modanature o stucchi, o riccioli di ferro battuto.
  • le scelte che puoi fare sono tante, ad esempio arredi, accessori, tessuti etc.

lampada  vassoi  tappeto  tavolino poltrona mobili contenitori 

Se anche tu vuoi riproporre a casa tua uno stile oppure colori che hai visto sulle riviste ma non sai come, la consulenza online ARREDAMENTO SMALL è quella giusta per te! 

L’articolo home tour | COLORI FRUTTATI PER UNA RISTRUTTURAZIONE SVEDESE proviene da serena barison.

Tags:

 
 

Un loft minimalista a New York

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors

A New York non è difficile imbattersi in una ex fabbrica del secolo scorso trasformata in loft; questo appartamento a TriBeCa non era stato toccato negli ultimi 50 anni e, anche adesso, dopo la ristrutturazione, è ancora caratterizzato da molti dettagli originali. Recuperato dallo studio di Søren Rose, rappresenta un perfetto equilibrio tra l’architettura di New York e il minimalismo scandinavo.

A minimalist loft in New York

It is not difficult in New York to come across a former factory of the last century transformed into a loft; This apartment in TriBeCa had not been touched in the last 50 years and, even now, after the renovation, is still characterized by many original details. Retrieved from the Søren Rose studio, it represents a perfect balance between New York architecture and Scandinavian minimalism.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Il sapiente recupero della Masseria “Le Edicole”

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana

Completamente reinterpretata dall’architetto Arturo Montanelli, che con il suo progetto ha trasformato l’edificio in un’unica dimora, la masseria ha mantenuto la sua natura rustica e semplice, divenendo al contempo un laboratorio d’arte.


Situata in uno degli scenari più suggestivi della Sicilia, la Masseria “Le edicole” è immersa in un paesaggio tipicamente mediterraneo dell’altopiano ibleo, Ragusa.
L’edificio è stato sottoposto ad un accurato intervento di restauro volto al recupero conservativo e alla sua valorizzazione
In corso d’opera sono stati eseguiti lavori di consolidamento delle strutture, di ripristino delle tessiture murarie, di pulitura e levigatura di tutte quelle parti che manifestavano patine biologiche e degrado superficiale, inoltre sono state integrate alla casa nuove parti, realizzate con materiali come il corten, l’acciaio e il legno. 
Un progetto dove la materia è l’elemento dominante.


Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Fotografo Mads Mogensen

Tags:

 
 




Torna su