Interiors






 
 
 

Soggiorno in stile country chic

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Interiors, Interni, Stili

READ IN ENGLISH

Chi non l’ha mai confuso con lo stile Shabby Chic? È facile confonderli, ma lo stile Country Chic ricorda prevalentemente le case di campagna e i materiali naturali.

Ricorda la semplicità e le case genuine del West degli Stati Uniti, con un pizzico di stile cottage inglese e provenzale. A differenza dello stile Shabby Chic, che utilizza molti colori pastello anche nei mobili, lo stile Country Chic predilige mobili bianchi e color legno.

I miei clienti volevano un soggiorno proprio così, per la loro seconda casa dove passano i weekend.

Il progetto ha preso in considerazione:

  • studio dei colori
  • studio dell’illuminazione
  • selezione arredi

Colori e materiali

La presenza del legno, laccato o naturale, è immancabile in ogni elemento di arredo per ricreare lo stile Country Chic.

Gli arredi scelti in questo progetto hanno linee semplici ma trasmettono un aspetto robusto. Lo stile Country Chic infatti pone attenzione particolare alla durata e alla praticità.

I colori dei mobili rimangono chiari, sui toni del bianco o, al massimo, leggeri toni pastello.

La madia dietro al tavolo, unico arredo mantenuto, è stato rilaccato con colore RAL a campione. Dalle foto non sembra, ma è di un verde pastello molto molto chiaro!

Lo stile inglese viene richiamato dall’ampia porta a vetri che si apre sul soggiorno.

A parete sono stati utilizzati il verde Lichen e il grigio Mole’s Breath, entrambi della Farrow&Ball. Ho voluto introdurre il verde per inserire un tocco di colore che potesse ricordare i prati delle campagne e allo stesso tempo inserire un colore che contrastasse con i toni chiari utilizzati per i mobili.

stile_country_chic

L’illuminazione

In linea con lo stile Country Chic, ho voluto inserire due Nur a sospensione di Artemide,  di diametro 55cm.

Queste lampade hanno linee morbide che ben si adattano allo stile Country Chic, ma allo stesso tempo la loro finitura bianco lucida dona il giusto pizzico di modernità.

L’illuminazione è completata da due ribassamenti con faretti sui lati corti del soggiorno, oltre al punto luce a parete sopra il divano dove troviamo la Tolomeo di Artemide.

Cosa ne pensi di questa realizzazione in stile Country Chic?

 

L’articolo Soggiorno in stile country chic proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Una casa francese, ricca di storia.

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Interni, Le Cose Semplici

Oggi facciamo un piccolo tour nella bellissima casa della scrittrice di cucina Mimi Thorisson.

CNSTMMGLPICT000002873353-house-15jul16-Greg-Funnell_b

Una spledida dimora del diciannovesimo secolo, nel cuore di un piccolo e affascinante villaggio nel Médoc.

8-mimi-thorrison-Pg.12

Mimi vive oltre che col marito, il fotografo Oddur, con i loro sette figli e ben nove cani, per lo più di razza terrier .

mimipeoniesboucherie1-710x1065

roses2-710x536

La casa, a Saint-Yzans-de-Médoc, risale al 1870 e un tempo era di proprietà della moglie di un fornaio che aveva una relazione appassionata con il sindaco locale , che gliela offrì come dono. Colse l’occasione per realizzare i suoi sogni e ha aprì un hotel e un ristorante diventato famoso nella regione. Era particolarmente popolare tra i commercianti di vino, che soggiornavano nell’hotel mentre visitavano i vigneti di Saint-Estèphe e Pauillac nelle vicinanze. L’hotel e il ristorante sono stati attivi fino alla fine degli anni ’50, poi la casa è passata attraverso varie dispute familiari , prima di essere finalmente acquistata dai Thorissons nell’estate del 2014.

LR_MimiThorisson_0196-house-15jul16-Greg-Funnell_b

CNSTMMGLPICT000002873344-house-15jul16-Greg-Funnell_b

La casa era in buone condizioni. Si è riuscito a recuperare durante gli interventi di restauro gli armadi, i pavimenti e gli elementi del camino .

CNSTMMGLPICT000002873338-house-15jul16-Greg-Funnell_b

Mimi è nata e cresciuta a Hong Kong, con un padre cinese e una madre francese;l’estati sono state trascorse a Moissac, nella regione francese del Tarn-et-Garonne, dove Mimi si è avvicinata al mondo della cucina francese da una zia.

CNSTMMGLPICT000002873352-house-15jul16-Greg-Funnell_b

CNSTMMGLPICT000002873347-house-15jul16-Greg-Funnell_b

La casa racchiude tutto il suo mondo, dove il cibo è sempre protagonista, tra elementi di un tempo e altri moderni , inseriti ad hoc.

hudsonhorn-710x478

LR_MimiThorisson_3333-house-15jul16-Greg-Funnell_b

LR_MimiThorisson_3758-house-15jul16-Greg-Funnell_b

LR_MimiThorisson_8509-house-15jul16-Greg-Funnell_b

LR_MimiThorisson_8636-house-15jul16-Greg-Funnell_b

LR_MimiThorisson_8622-house-15jul16-Greg-Funnell_b

LR_MimiThorisson_9009-house-15jul16-Greg-Funnell_b

LR_MimiThorisson_9197-house-15jul16-Greg-Funnell_b

Tags:

 
 

La Casa del Porto a Valencia

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors, Interni
 

In vista del weekend volevamo farvi sognare e venir voglia di partire presentandovi una casa vacanze deliziosa: la Casa del Porto si trova a Valencia, Spagna, ed è in affitto.
A parte ciò, ci è piaciuta l’aria da loft che caratterizza questa piccola abitazione recuperata e lo stile neorustico che la pervade, con le murature originarie di mattoni a vista e il tetto in legno e laterizio.
Il colore predominante, oltre al bianco, è un azzurro che richiama il mare, vista la posizione, un binomio che suggerisce freschezza durante le torride giornate estive; dal terrazzo ovviamente si gode un’ottima vista del porto di Valencia.

The Port House in Valencia


Beacuse weekend is coming, we wanted to make you dream about travel with a delightful holiday home: the Casa del Porto, located in Valencia, Spain and available for rent.
Apart from that, we liked the loft atmosphere that characterizes this small recovered house and the neo-rustic style that pervades it, with the original brick walls and the roof made of wood and bricks.
The predominant color, in addition to white, is a light blue that recalls the sea, a combination that suggests freshness during the hot summer days; from the terrace, of course, you can enjoy an excellent view of the port of Valencia.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Ristrutturare 70 mq per ricavare due camere con bagno privato

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Dettagli Home Decor, Interiors, Interni
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
Lo studio DC.AD ha ristrutturato un appartamento di 70 mq a Lisbona, destinato ad affitti brevi. Prima dei lavori l’appartamento era in forte stato di degrado. Dopo un’attenta analisi dell’edificio esistente, gli architetti hanno proposto delle soluzioni mirate alla conservazione e valorizzazione delle sue caratteristiche originali, introducendo nuovi elementi in perfetta armonia con il contesto.

Il primo intervento si è concentrato sulla riqualificazione completa della struttura esistente, è stato ripristinato l’intonaco danneggiato mantenendo la finitura originale come prova della sua storia passata. Tutte le aperture delle finestre sono state ridimensionate e sostituite con nuovi elementi caratterizzati da un design simile all’originale.

In un secondo tempo è stata applicata una zoccolatura alta in legno, bianca e liscia, per contrastare la ruvidità delle pareti esistenti. Questa zoccolatura corre lungo l’intero perimetro della casa e si mimetizza con il tavolo da lavoro posto nel soggiorno, il quale unisce da un punto di vista della visuale la zona giorno e la zona notte.


progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
Lo spazio ora è suddiviso in soggiorno con zona pranzo, cucina, due camere con bagno privato a vista
Per suddividere gli ambienti, senza intaccare la struttura originale, gli architetti hanno utilizzato quattro pannelli che facilitano l’accesso indipendente ai bagni delle due camere da letto.
In questo modo si è cercato di garantire una coerente interconnessione tra la struttura esistente e i nuovi elementi necessari a ricreare le stanze, mantenendo il giusto equilibrio tra passato e presente.


progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD

Tags: ,

 
 

Un appartamento dal sapore maschile

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors, Interni

Quest’appartamento, progettato per un giovane uomo single, è caratterizzato da uno stile rigoroso, quasi severo, nei toni del grigio e del nero. Gli interni si articolano intorno al blocco multifunzionale realizzato su misura, che separa la cucina dalla zona giorno, e che funge su un lato da supporto per la tv, verso il soggiorno, dall’altro da piccolo home office nascosto.

An apartment with a masculine touch

This apartment, designed for a young single man, is characterized by a rigorous style, almost severe, in shades of gray and black. The interiors are built around the custom-made multifunctional block, which separates the kitchen from the living area, and which acts on one side as a support for the TV, towards the living room, and on the other by a small hidden home office.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Un sottotetto a doppia altezza per una giovane famiglia

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors, Interni
Casa DM - arch Stefano Viganò

Un sottotetto a doppia altezza, un intervento a lavori già iniziati, una giovane famiglia che sta ristrutturando la propria casa. Il progetto di Casa DM dell’architetto Stefano Viganò è focalizzato sulla riorganizzazione dello spazio abitativo open space, mogliorandone la verticalità e preservando la disposizione dell stanze, ad esclusione dei bagni.


La zona giorno è il fulcro dello spazio, un’area conviviale organizzata attorno al camino che separa da un lato la zona pranzo e dall’altra lo studio. Lacucina a isola è caratterizzata da una pergola in ferro inserita per riequilibrare la doppia altezza. Sul lato opposto lo studio è separato dal resto dell’ambiente da un’ampia porta a quattro ante in ferro e vetro ed è dominato da una libreria che si sviluppa a tutta altezza. 
Una scala in ferro e legno collega il livello con il soppalco adibito a zona tv.
Nell’area privata della casa si trova da un lato la camera da letto principale e dall’altro quella dei bambini. Particolare attenzione è rivolta al design dei tre bagni, volutamente diversi, realizzati deliberatamente con diverse finiture in modo da poter svolgere diverse funzioni: bagno padronale, bagno per bambini e lavanderia.

Legno di abete rigenerato, rovere, ferrovetro e pietra sono i materiali scelti per il progetto volto a sottolineare la materialità di questi elementi naturali.

Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. stefano Viganò
Casa DM - srch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò

Tags: ,

 
 

Soggiorno con pareti color ruggine

Pubblicato da blog ospite in Decor, Easy Relooking, Idee, Interiors, Interni

READ IN ENGLISH

Il color ruggine sembra essere uno dei colori in voga in questo momento.

Una rosso con una punta di marrone che può essere adatto a molti interni. Ne avevo già parlato settimana scorsa in questo post.

E’ stato il caso del progetto che ho seguito per Cristiano, per il suo appartamento nel nuovo complesso Parco Vittoria a Milano.

Il color ruggine è diventato protagonista del soggiorno, con spicchi di parete decorati appositamente per creare un effetto ossidato.

color_ruggine_soggiorno

@EasyRelooking

La scelta del color ruggine

Durante il primo incontro con il cliente, l’indicazione iniziale che mi aveva dato era di usare pochi colori. Non amava troppi colori tutti insieme, quindi meglio concentrarsi sui grigi abbinate a tonalità calde.

Ho proposto quindi di creare delle porzioni di parete decorate con l’effetto ruggine. Un effetto di una tonalità calda, non troppo tendente al rosso ma più verso le sfumature dell’arancio.

Per non rendere l’ambiente davvero troppo minimal, ho scaldato l’arredamento con un tavolo con gambe in legno massello, il Decapo di Miniforms e le sedie Hat di Ozzio Italia.

Lo studio delle luci è stato fondamentale.

Trattandosi di un piano terra, l’appartamento non riceve molta luce naturale.

E’ stato essenziale andare a rinforzare l’illuminazione: ho optato per ribassamenti che potessero illuminare a dovere la zona cucina e pranzo, proseguendo poi in soggiorno con luce d’effetto sopra il mobile TV.

Completano l’illuminazione le lampade Parentesi di Flos , lato divano, e la Tolomeo di Artemide, sopra il tavolo.

I render di progetto han presentato a Cristiano quello su cui, anche insieme al cliente, avevo lavorato in termini di selezione arredi e disposizione finale.

Il color ruggine dal vivo è ancora meglio! 

Quando ho potuto vedere la realizzazione e fotografarla, posso assicurarti che il color ruggine, con un vero e proprio effetto ossidato, dal vivo è molto bello. Al tatto è ruvido al punto giusto!

Dona particolarità al soggiorno senza appesantirlo.

Il colore ruggine è stato ripreso anche con i cuscini del nuovo divano. L’arredo e i colori sono stati studiati per essere equilibrati, visto che si è andati ad introdurre un elemento – il color ruggine – che è di impatto e deve essere ben dosato.

Cosa ne pensi dell’utilizzo del color ruggine in questo progetto?

L’articolo Soggiorno con pareti color ruggine proviene da easyrelooking.

Tags: ,

 
 

Casa vacanze a Comporta, Villa Sandro di Le Collectionist

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors, Interni
Villa Sandro Comporta Le Collectionist

Le Collectionist è una azienda francese operante nel settore alberghiero con numerose ville e chalets situati negli angoli più belli e suggestivi del mondo. Tra le tante proposte disponibili sul loro sito, abbiamo scelto di mostrarvi un delizioso rifugio a pochi passi dalla bella spiaggia di Comporta, in Portogallo: Villa Sandro.


Raggiungibile in auto da Lisbona in meno di 1 ora, Comporta è la meta ideale per chi è alla ricerca di una vacanza nel segno del relax e della natura e Villa Sandro è certamente la location perfetta.


Villa Sandro è una moderna casa vacanze composta da più edifici ad un piano caratterizzati da ampie vetrate. All’esterno si trova una bella piscina e una veranda attrezzata
L’edificio principale, fronte piscina, ospita un ampio open space suddiviso tra cucina, zona pranzo e living, al cui centro si trova un moderno camino sospeso.

L’edificio a fianco, invece, ospita una delle 5 camere da letto matrimoniali, mentre le altre 4 camere sono collocate nei restanti edifici. Ogni camera da letto dispone di bagno privato con vasca o doccia.


L’arredamento di design e la cura dei dettaglirendono Villa Sandro un rifugio semplice ma al tempo stesso lussuoso in grado di offrire il massimo comfort.

Villa Sandro Comporta Le Collectionist
Villa Sandro Comporta Le Collectionist
Villa Sandro Comporta Le Collectionist
Villa Sandro Comporta Le Collectionist
Villa Sandro Comporta Le Collectionist
Villa Sandro Comporta Le Collectionist
Villa Sandro Comporta Le Collectionist
Villa Sandro Comporta Le Collectionis
Villa Sandro Comporta Le Collectionist
Villa Sandro Comporta Le Collectionist

Tags:

 
 

Una casa del secolo scorso in Norvegia

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors, Interni, Stili

Il punto forte, che caratterizza in maniera inequivocabile questa casa norvegese, è sicuramente la libreria a parete della zona giorno; realizzata su misura, scandisce non solo il muro su cui è alloggiata ma lo spazio vero e proprio della casa. La cucina, moderna ed essenziale, è realizzata su misura con piano in marmo e elettrodomestici Miele. Una curiosità: in vista del weekend, abbiamo scelto questa casa che può essere affittata tramite Airbnb!

A house of the last century in Norway

The strong point, which unequivocally characterizes this Norwegian house, is definitely the wall bookcase of the living area; made to measure, not only marks the wall on which it is housed but the real space of the house. The modern and essential kitchen is made to measure with marble top and Miele appliances. A curiosity: in view of the weekend, we have chosen this house that can be rented through Airbnb!

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 

Un loft dal sapore tropicale a Londra

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors, Interni, Stili

Questo loft dall’atmosfera tropicale si trova invece al terzo piano di Pattern House, l’ex fabbrica di orologi Ingersoll, a Londra.
Pattern House è stato progettato negli anni ’30 dall’architetto Stanley Waghorn; negli anni ’50, il magazzino è stato acquistato da Condé Nast ed è diventato la fabbrica di modelli per la rivista Vogue, guadagnandosi il suo soprannome, Pattern House.
Gli interni sono davvero ampi e sono organizzati, naturalmente, a pianta aperta; si compongono di un’ampia cucina e zona giorno, illuminate da grandi finestre di sapore industriale fabbrica e due camere da letto.
Esteticamente, Pattern House mantiene molti dei caratteri propri della sua origine industriale, come le pareti con mattoni a vista, le travi in ​​acciaio, le grandi finestre Crittall e i radiatori in ferro battuto.
Una particolarità divertente: in una delle camere da letto, lo spazio è in condivisione con il bagno, lasciato a vista!

A loft with a tropical flavor in London

This loft with a tropical atmosphere is on the third floor of Pattern House, the former Ingersoll watch factory in London.
Pattern House was designed in the 1930s by architect Stanley Waghorn; in the 1950s, the warehouse was bought by Condé Nast and became the model factory for Vogue magazine, earning its nickname, Pattern House.
The interiors are really wide and are organized, of course, open-plan; they are composed of a large kitchen and living area, illuminated by large windows of industrial factory taste and two bedrooms.
Aesthetically, Pattern House maintains many of the characteristics of its industrial origin, such as exposed brick walls, steel beams, large Crittall windows and wrought iron radiators.
A fun feature: in one of the bedrooms, the space is shared with the bathroom, left exposed!

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: , , ,

 
 




Torna su