Interiors






 
 
 

LIVING: semplice, elegante, ospitale!

Pubblicato da blog ospite in Colori, Idee, Interiors, Interni, Voglia Casa

Pochi colori per una zona living semplice, elegante e ospitale.

Il bianco fa da padrone dal soffitto alle pareti passando per gli arredi. Tocchi di legno nel parquet e in alcuni mobili scaldano l’atmosfera, resa ancor più accogliente dagli immancabili accessori in blu.

Immagini che parlano davvero da sole!

Idee da studiare e riprorre in nuovi progetti.

Tags:

 
 

Sobria eleganza

Pubblicato da blog ospite in Colori, Dettagli Home Decor, Interiors, Interni
restyling di un appartamento del XIX secolo a Berlino

La designer e stilista di interni Annabell Kutucu, in collaborazione con Michael Schickinger, ha recentemente curato il progetto di restyling di un appartamento del XIX secolo a Berlino per una coppia di appassionati viaggiatori.


Mettendo in evidenza il pavimento in legno lucidato, le finestre ad arco e preservando i soffitti decorati originali, in ogni stanza si respira una sobria eleganza.


Kutucu e Schickinger bilanciano il profondo rispetto per la storia dell’appartamento con eleganti tocchi contemporanei, dando vita a uno spazio dove un’antica stufa può essere decorata con stoviglie, opere d’arte e cimeli raccolti dai committenti nel corso dei loro viaggi.


La tavolozza di colori naturali, dove prevalgono i marroni e grigi, sapientemente abbinati a materiali come legno, pelle e lino, ampiamente utilizzati, regalano un’atmosfera rilassata in tutto l’appartamento.


dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

Interior design:  Annabell Kutucu e Michael Schickinger  

Fotografie:  Claus Brechenmacher

Tags:

 
 

Restyling camere Domus Hotel Cicerone

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Interni, Non Ditelo all'Architetto

Restyling camereRestyling camereRestyling camereRestyling camereRestyling camere

L’articolo Restyling camere Domus Hotel Cicerone proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

casa PL un moderno appartamento a Roma

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors, Interni
casa PL

La ristrutturazione di un appartamento anni 60 nell’elegante Monte Sacro a Roma completamente riprogettato da cafelab architetti per ottenere un’atmosfera luminosa e contemporanea

La ristrutturazione ha modificato la distribuzione interna:
gli appartamenti anni ’60 e ’70 hanno sempre ingressi grandi e corridoi importanti che attraversano tutta l’abitazione e su cui affacciano tutti gli ambienti della casa; curiosamente, anche in appartamenti di taglio medio-grande come questo, in fondo al corridoio c’è invariabilmente il bagno!

Questo pone seri problemi di privacy; nei nostri progetti separiamo sempre l’area pubblica del living room dalla zona privata delle camere da letto.

Nel caso di questa ristrutturazione abbiamo diviso la casa in tre fasce parallele: una zona giorno, una fascia centrale di servizi: cucina, bagni, stireria e una terza fascia dedicata alle camere da letto e ai bagni privati: una distribuzione che risolveva anche problemi impiantistici.
La zona giorno si sviluppa per tutta la lunghezza dell’appartamento, creando uno spazio molto articolato con zone per parlare, mangiare, guardare la tv o rilassarsi

vedi il progetto a 360 gradi

Entrando in casa ci si trova in una grande sala inondata di luce, con pavimenti in legno di rovere scuro e cucina centrale, in fondo alla sala una doppia vetrata  a tutta altezza in vetro retro-verniciato color latte divide il living dalla zona TV – studio che all’occorrenza si può trasformare in camera degli ospiti.

I controsoffiti a varie altezze incorporano l’illuminazione diretta e indiretta e individuano le diverse zone senza essere invasivi per l’estetica del design complessivo.

La cucina

La cucina è l’elemento centrale attorno a cui si articola la ristrutturazione dell’appartamento, aperta sul living con piano di lavoro e penisola in marmo di Carrara, gli elettrodomestici sono chiusi da pannelli laccati bianchi e pensili in rovere trattato

Il progetto prevede due camere per le figlie della coppia, che possono essere messe in comunicazione da una doppia porta scorrevole, in modo da creare una bella zona gioco in comune; la camera da letto principale è dotata di bagno privato e terrazza

Gli arredi sono realizzati su disegno in Noce Canaletto e Rovere Trattato

I colori

Per Casa PL abbiamo scelto una paletta di colori eleganti:
le pareti sono avvolte in un delicato bianco caldo, un colore che usiamo spesso e abbiamo definito Luxury White, selezionato per la sua eleganza e per il piacevole contrasto che crea con il parquet in legno scuro e i controsoffitti bianco ottico e greige e anche per la corrispondenza con le palette RAL dei nostri produttori di vernici preferiti.

I controsoffitti della cucina e del corridoio delle stanze sono nel colore Fine Greige, un grigio caldo che abbiamo individuato (dopo moltissime prove) e che funziona molto bene sui soffitti (vedi l’esempio di un altro appartamento, casa Tuscolana)

Hai bisogno di aiuto con il tuo progetto? Clicca qui per richiedere la nostra consulenza preliminare

PL house a modern apartment in Rome

A 60s apartment in the elegant Monte Sacro in Rome completely redesigned by cafelab architectsto create a bright and contemporary atmosphere

The design also involved internal distribution:
The apartments of the ’60s and’ 70s always include large entrances and important corridors that pass through the whole house and onto which all the rooms of the house overlook; curiously, even in apartments of medium-large size like this, at the end of the corridor there is invariably the bathroom!

This creates serious privacy problems; in our projects we always separate the public area of the living room from the private area of the bedrooms.

In this project we divided the house into three parallel bands: a living area, a central range of services: kitchen, bathrooms, ironing room and a third section dedicated to bedrooms and private bathrooms: a distribution that also solved plant engineering problems
The living area extends for the entire length, creating a very articulate space with areas for talking, eating, watching TV or relaxing

Entering the house you find yourself in a large room flooded with light, with dark oak floors and an open central kitchen with a carrara marble peninsula and treated oak wall units.

at the back a double full-height glass window in milk-colored retro-varnished glass divides the living area from the TV-Studio area, which doubles into a guest room if necessary (or more likely in a man’s den to lock up and watch the football match)

The ceilings at various heights incorporate direct and indirect lighting and identify the different areas without being invasive for the overall design aesthetics.

The project includes two rooms for the couple’s children, who can be put in communication by a double sliding door, in order to create a nice shared play area; the master bedroom has a private bathroom and a terrace

The furnishings are made to design in Canaletto Walnut and Oak

Colors

For Casa PL we have chosen a palette of elegant colors:
the walls are wrapped in a delicate warm white, a color that we often use and we have defined Luxury White, selected for its elegance and for the pleasant contrast that it creates with dark wood parquet and the optical and greige white countertops and also for the correspondence with the RAL pallets of our favorite paint manufacturers

The false ceiling of the kitchen and the corridor of the rooms are in the color Fine Greige, a warm gray that we have identified (after many tests) and that we think works very well on the ceilings

Let’s talk about your next project: click here to request preliminary advice

immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 

Bagni in resina e microcemento

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee, Interiors

LEGGI IN INGLESE

L’ambiente più intimo e riservato della casa diventa protagonista. Il bagno è, infatti, la stanza dove trascorriamo sempre più tempo per prenderci cura di noi stessi. Creare un ambiente funzionale ma allo stesso tempo elegante e rilassante diventa dunque la parola d’ordine quando si parla di home living e decor. Le tendenze abitative degli ultimi anni confermano che l’utilizzo di resine, malte e microcemento stanno conquistando gli addetti ai lavori e soprattutto la clientela.

Bagni in resina, una scelta di design e gusto estetico

Ambienti minimal, spesso monocromatici, che donano alla stanza un senso di continuità e ampiezza. Le resine impiegate come rivestimento per pavimenti e pareti del bagno sono in grado di conferire all’ambiente un aspetto materico, uno spiccato gusto industriale, un mood essenziale, lineare e pulito che si sposa con l’utilità di questo spazio. Bianco, tonalità di grigio e marrone, dai toni più chiari ed eterei a quelli più scuri e decisi, sono i colori più in voga, quelli che conferiscono allo spazio un aspetto più naturale. Ad arricchire (ma non troppo) gli ambienti ci pensano sanitari lineari e sospesi, lavabi dalle linee basiche poggiati su top ricercati (in marmo, legno o pietra), vasche e box doccia anch’essi rivestiti in resina e pochi alti elementi di arredo. Tutti elementi in grado di conferire uno stile elegante ma minimal ed essenziale.

Bagni in micro cemento, una scelta di stile per ristrutturazioni e non solo

La tendenza del momento è ristrutturare utilizzando il microcemento per pareti e rivestimenti. Un materiale  ultra resistente e pratico da pulire. Mixando top in legno a complementi d’arredo dal gusto retrò (con specchi a cornice o mensole laccate) anche case classiche, rustiche oppure in stile acquistano un mood contemporaneo, moderno. Questo particolare rivestimento è, infatti, estremamente versatile e si combina alla perfezione con differenti stili, sia classici che moderni. L’atmosfera che si respira è quella di un ambiente intimo e accogliente ma con carattere ed eleganza. Il senso di ampiezza degli spazi e la continuità delle dimensioni sono garantite dalla possibilità di utilizzare il microcemento anche per rivestire interamente una vasca, un lavabo o addirittura un box doccia.

Via Pinterest

Microtopping: cos’è e perché sceglierlo

Il microtopping, o micro cemento, è perfetto per rinnovare gli ambienti, è veloce da applicare, è innovativo ed ecologico, ma è soprattutto un elemento di design grazie all’effetto materico che conferisce agli spazi. Si tratta di un prodotto unico, in grado di personalizzare bagni o altre stanze grazie alla realizzazione a mano.

Perchè sceglierlo rispetto ad altri rivestimenti?

Il microtopping è utilizzabile sia in ambienti esterni sia interni, grazie alla sua particolare resistenza agli agenti atmosferici. E’ estremamente resistente alle sollecitazioni e agli urti, è facile da pulire e anche da riparare in caso di danneggiamento. Ma la caratteristica principale è la resa in termini estetici unica e particolare. Può essere applicato sopra qualsiasi superficie evitando di dover rimuovere vecchi pavimenti o rivestimenti e viene realizzato in pochi giorni. Questo particolare tipo di rivestimento è uno dei pochi in grado di offrire al cliente soluzioni estetiche di design innovative, visto che è personalizzabile in base al gusto estetico. Un box doccia interamente in microtopping con nicchia per accessori o una vasca da bagno con scalini sono solo alcuni esempi di cosa si può fare con il microtopping.

Voi lo utilizzereste nel vostro bagno?

L’articolo Bagni in resina e microcemento proviene da easyrelooking.

Tags: , ,

 
 

Summer house: una casa scorrevole in Inghilterra

Pubblicato da blog ospite in Interiors, La Gatta Sul Tetto

Il progetto Sliding House, o casa scorrevole, nasce dall’idea di casa trasformabile, adattabile ed altamente tecnologica, e potrebbe essere un modello per il futuro.

summer house casa scorrevole in inghilterra

Progettata dallo studio londinese dRMM Architects, è stata costruita nella campagna del Suffolk, e a prima vista sembra la tipica fattoria locale in legno con il tetto spiovente. In realtà l’involucro in legno non è altro che un guscio in larice scorrevole che nasconde un nucleo modernissimo: un valido escamotage che gli architetti hanno studiato per rispettare le restrittive norme urbanistiche locali.

summer house casa scorrevole in inghilterra

Così, un semplice edificio dalla forma convenzionale ingloba tre zone distinte: l’abitazione principale, una casa per gli ospiti e una piscina. Il garage è stato collocato fuori asse per creare un cortile chiuso su tre lati che divide le due abitazioni. Ma il colpo di genio del progetto sta nel guscio, una struttura in acciaio e legno ben coibentata che, scorrendo su binari, apre innumerevoli scorci dell’edificio e ne modifica la fruizione. Il movimento delle ruote è alimentato da motori elettrici integrati nello spessore della parete e si attiva con un telecomando.

summer house casa scorrevole in inghilterra

summer house casa scorrevole in inghilterra

Il guscio scorrevole può muoversi dalla piscina, coprendola o scoprendola, fino alla casa degli ospiti sul lato opposto, creando nel mezzo via via un portico sul fronte, una veranda in vetro e acciaio con cucina e soggiorno, una terrazza con sala da bagno “on the roof”. E poi c’è anche il lato ecologico: le batterie dei motori elettrici si ricaricano grazie alle celle fotovoltaiche installate sul tetto.

vedi le altre incredibili summer house

summer house casa scorrevole in inghilterra

summer house casa scorrevole in inghilterra

Gli interni sono arredati in stile scandinavo minimalista, con poche concessioni alla decorazione, affidata ai colori, soprattutto al rosso, e ai materiali, come acciaio pietra e legno. Come ci spiega il proprietario, questa casa ispira un senso di meraviglia continuo:

Le pareti mobili e il tetto mobili consentono di sperimentare le innumerevoli qualità della luce, che variano in base alla stagione, all’ora del giorno e al tipo di clima.

Una casa perfetta per godersi il panorama della campagna inglese e rilassarsi nei week end, decisamente fuori dal comune.

Project: dRMM Architects//Director, Alex de Rijke//Photography © Alex de Rijke, Ross Russell


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

Home tour: effetto scandi-wow in 39 m² a Sӧdermalm

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Interiors

Ormai i tour di mini case stanno diventando un must del blog!

Le case molto piccole mi colpiscono di più: sarà perché un ambiente ristretto diventa subito intimo, quando è ben arredato?
Altro must è la location: bazzico sempre sui siti delle agenzie immobiliari scandinave e quasi sempre mi innamoro di una abitazione in vendita tanto da sceglierla per un home tour da condividere.

Questa qui è a Sӧdermalm e, anche se stenterai a crederci quando inizierai a guardare le foto, misura solo e soltanto 39 metri quadri. Hai presente 39 metri quadri?
Eppure, in questo grazioso nido, pronto ad essere vissuto, ci sono tutti i comfort di una casa media. Anche la vista sui tetti di Sӧdermalm, piuttosto caratteristica.

Forse però quello che ti colpirà di più, è quello che ha affascinato anche me! Il delizioso aspetto curato, che è il punto di forza della casa.

A partire dalla galleria d’arte creata sulla stessa parete su cui poggia il divano, fino alla tappezzeria in camera da letto, ogni dettaglio, è un elemento accattivante da gustare con gli occhi.

Sono tantissimi gli elementi da copiare, tipici dello stile scandinavo: il divano in tessuto grigio posto sotto la finestra, la scaffalatura (sistema String system) total white, la cucina super minimal e poi, la panca di recupero utilizzata per coprire i posti a sedere vicino alla parete.

Lo styling, poi, è impeccabile: i vestiti agganciati alla porta, i fiori sulla tavola, i quadri ed il plaid sulla sedia in salotto contribuiscono a creare l’effetto scandi-wow!

Il resto lo lascio scoprire a te!

Happy home tour!









P.s. Mi piacerebbe sapere cosa pensi della carta da parati in camera da letto. Ti sembra troppo audace, troppo retrò o trovi stia divinamente, abbinata ai complementi ed agli arredi della stanza? Scrivi il tuo sincero parere in un commento!

pics via historiskahem.se

GUARDA ALTRE CASE!
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

The Student Hotel a Barcellona: un nuovo successo di Masquespacio

Pubblicato da blog ospite in Interiors, VDR Home Design

Anche i ragazzi sono stati piccoli e meritano un posto in questo mese. Vi voglio parlare di un hotel per studenti (quindi ragazzi), The Student Hotel a Barcellona.

Quando eravate ragazzi e studenti e organizzavate i viaggi con i vostri amici, sognavate un hotel a misura di ragazzo. Divertente ma pratico, in cui poter passare qualche giorno ma senza sentirsi a casa della nonna.

Per gli studenti e i giovani non sono molti i posti che ne rispecchiano il gusto e l’anima. L’hotel di cui vi parlo oggi è assolutamente audace e originale e per questo son sicura piacerà ad adolescenti e universitari ma anche ai più piccini.

THE STUDENT HOTEL A BARCELLONA: IL NUOVO PROGETTO DI MASQUESPACIO

Dell’agenzia e studio di consulenza creativa Masquespacio vi ho già parlato e anche di alcuni loro progetti. Li adoro perché sono capaci di creare progetti assolutamente inaspettati, fuori dalle righe e audaci. Pieni di colore, grafica e pattern e rimandi colti a stili di design che non molti conoscono.

Tutto ciò dando agli spazi che creano un tocco divertente e scanzonato. E questo hotel non è da meno: The Student Hotel è un gruppo di Hotel tedesco che offre un’esperienza unica di co-living (vivere insieme) e co-working. Hanno appena aperto ben due sedi a Barcellona e hanno affidato la progettazione proprio allo studio Masquespacio.

La sede nella Marina di Barcellona trova spazio in un edificio di quattro piani con ben 500 stanze. Comprende spazi comuni come piscine e zone gioco, così come zone più appartate da dedicare allo studio.

The Student Hotel a Barcellona

| Design: Masquespacio (http://www.masquespacio.com) | Photography: Luis Beltran (http://www.luisbeltran.eu)|

 

Nel progetto trovano sintesi la forte immagine del brand tedesco e la clientela internazionale, attraverso un mix di stili che da vita ad un hotel assolutamente eclettico. Un’immagine finale che coniuga lo stile già conosciuto del gruppo ad un tocco mediterraneo, attraverso l’uso di materiali locali e colori audaci. 

Un mix perfettamente riuscito dello stile Memphis, degli anni settanta e dell’estetica industriale, che si ripercuote fin nei minimi dettagli. Ogni angolo, dettaglio decorativo o elemento visuale vuol essere parte integrante della vita degli studenti, accompagnandoli nelle loro attività quotidiane ed essendone fonte di ispirazione.

The Student Hotel a Barcellona

| Design: Masquespacio (http://www.masquespacio.com) | Photography: Luis Beltran (http://www.luisbeltran.eu)|

Colori audaci, grafica, linee e forme geometriche si fondono in hotel che già di per sé è un’esperienza. E come Ana Hernandez (direttore creativo del gruppo) afferma:


Bisognerebbe notare come l’uso del colore non solo influenza il modo di essere di una persona, ma può essere utilizzato per creare una coraggiosa affermazione di design in un ambiente.
Condividi il Tweet


The Student Hotel a Barcellona

| Image credits: Masquespacio – Luis Beltran |

 

L’articolo The Student Hotel a Barcellona: un nuovo successo di Masquespacio sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Sottotetto e luce naturale, binomio vincente

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors

I sottotetti o mansarde emanano da sempre un grande fascino; soprattutto le forme geometriche dei tetti, se a una o più falde inclinate conferiscono a questi ambienti un fascino tutto particolare. Inoltre, spesso, almeno potenzialmente, il sottotetto è la stanza più luminosa della casa, grazie alle finestre aperte sul tetto stesso stesso, che ricevono luce naturale zenitale, cioè perpendicolare. Infatti le finestre sul tetto, grazie alla loro posizione, se ben orientate (sud-ovest), forniscono praticamente il doppio della luce di una finestra normale. I vantaggi di una buona illuminazione naturale sono molti, a partire da quelli che incidono sulla nostra salute; in più si risparmiano soldi in bolletta e si può godere di una bellissima visuale.
Il loft delle foto si trova in Svezia; i colori tenui tipici degli interni nordici gli conferiscono un’atmosfera luminosa ma fredda, affascinante insieme alla struttura particolare a vista delle falde del tetto.

Attic and natural light, a winning combination


Attics always give off great charm; above all the geometric shapes of the roofs, if one or more inclined pitches give these environments a special charm. Moreover, often, at least potentially, the attic is the brightest room in the house, thanks to the open windows on the roof itself, which receive natural light zenithal, ie perpendicular. In fact, the windows on the roof, thanks to their position, if well oriented (south-west), provide almost twice the light of a normal window. The benefits of good natural lighting are many, starting with those that affect our health; in addition you save money on bills and you can enjoy a beautiful view.

The photo loft is located in Sweden; the soft colors typical of the Nordic interiors give it a bright but cool, charming atmosphere together with the particular structure of the roof pitches.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

A Londra tre ex gasometri trasformati in appartamenti di lusso

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors

Nel corso della riqualificazione nell’area di King’s Cross, gli architetti britannici Wilkinson Eyre hanno trasformato tre ex gasometri in un complesso residenziale con negozi, uffici e 145 appartamenti di lusso. 


Il progetto di interior design di alcuni appartamenti all’interno del Gasholders London, è stato curato dallo studio di design e architettura N°12.
Gli interni sono scanditi da un design contemporaneo e dettagli raffinati, arredati con mobili e complemeti realizzati quasi tutti su misura.
Ogni appartamento dispone di una terrazza o un balcone, con vista su tutta la città e sul Regent’s Canal che scorre a poca distanza, elemento fondamentale che permette agli spazi interni  di essere inondati dalla luce naturale per tutta la giornata.
Gli appartamenti si differenziano tra loro per dimensione, disponibili a due o tre camere, e per stile: quelli più grandi hanno un look più “maschile” e un gioco di colori dove prevale il blu e verde, mentre i più piccoli sono caratterizzati da un’atmosfera più “femminile” e nuance più delicate.
Oltre agli interni, N°12 ha curato la progettazione degli spazi comuni: dalle lobby alla reception, dalla business suite alla sala meeting, dalla sala intrattenimento alla spa, fino al giardino pensile condiviso.


Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London
Gasholders London

Tags: ,

 
 




Torna su