Una libreria componibile ed economica per tutta la casa

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende

Progettare angoli della casa sfruttando un sistema componibile richiede tempo e pazienza ma assicura ottimi risultati e un arredamento praticamente su misura.
È il caso della libreria componibile ed economica Bagel, un sistema di montanti e ganci in metallo, ripiani in legno, cassetti in MDF laccato e contenitori in melaminico.

Quest’immagine rappresenta l’anima di Bagel ovvero tutto quello che è possibile realizzare componendo a piacere i singoli elementi.

mcn-libreria-bagel-290

Sistema componibile ed economico Bagel, pensato per arredare ogni angolo della casa.

Gli occhi più esperti coglieranno l’ispirazione alla libreria String System del designer Nils Strinning ma anche chi non è del settore può intuire alcune caratteristiche. Realizzata all’insegna della semplicità e dell’essenzialità, questa libreria modulare ha uno stile minimalista ideale per chi desidera arredare una casa moderna puntando sulla praticità.
Non di meno importanza la resistenza: il tondino metallico la fa decisamente da padrone e, se ben montato, garantisce robustezza e sicurezza di tenuta di tutti gli elementi.
Caratteristica forse di più degna nota è la versatilità: Bagel è un sistema che ha tutte le carte in regola per diventare il protagonista di qualsiasi angolo della casa.
Infine, particolarità da non sottavalutare è l’aspetto trasformista: la struttura a montanti e i ripiani permettono di spostare ed aggiungere elementi in ogni momento, quando se ne ha la voglia o la necessità.

Guardate questa composizione da ingresso: gli elementi a terra sono formati da contenitori con ante a ribalta, cassetto e vani a vista. Un elemento sospeso ad uso libreria completa la parete d’entrata rendendo così l’ingresso più funzionale.

sistema-componibile-economico-ingresso-casa-bagelBagel può essere realizzata anche nella versione divisoria e bifacciale, utilizzata per separare due aree di uno stesso ambiente. In questo caso lo stile minimalista e la leggerezza del tondino sono fondamentali per rendere funzionale la stanza senza appesantirla e creando continuità visiva.

sistema-componibile-economico-soggiorno-casa-bagelBagel può essere utilizzata anche come piccola parete attrezzata in salotto, configurata a piacere secondo spazi ed esigenze; la composizione qui mostrata è tuttavia formata da montanti con ripiani e contenitori a ribalta. Interamente sospesa a parete, questa semplice e lineare configurazione avvantaggia le normali opere di pulizia del pavimento garantendo allo stesso tempo il contenimento di soprammobili od oggetti di uso quotidiano.

sistema-componibile-economico-salotto-casa-bagel

Per definizione, un sistema componibile è formato da tanti singoli elementi che configurati a piacere possono creare composizioni dall’aspetto sempre differente, di dimensioni quasi su misura. Arredare anche gli angoli più piccoli della casa e attrezzare porzioni di parete risulta così facile e pratico.
Bagel in versione mensola segue lo stesso principio di tutte le soluzioni proposte fino ad ora. Dotata di tre ripiani standard con la possibilità di aggiungere fino ad altri due, è disponibile in tre larghezze, per tutti gli spazi.

Questo piccolo scaffale è ideale in bagno per avere sempre a portata di mano tutti i prodotti di make-up e cura del corpo, è utile in lavanderia o in garage per detersivi e prodotti da lavoro ed è perfetto anche in corridoio data la ridotta profondità. Bagel Mensola è un’ottima soluzione anche sul balcone e in terrazzo come appoggio per piccole piante e vasetti di fiori.

mensole-componibili-economiche-bagel (1)
mensole-componibili-economiche-bagel (3)
mensole-componibili-economiche-bagel (2)

Come se tutto ciò non bastasse, Bagel è pensato anche come porta pc, proposto nel modello sospeso o in quello in appoggio a terra. Il ripiano inferiore può essere usato anche come scrittoio o piccola scrivania mentre i ripiani superiori possono contenere libri, cd e dvd, fotografie, oggetti vari.

porta-pc-componibile-economico-bagel (2)
porta-pc-componibile-economico-bagel (1)
porta-pc-componibile-economico-bagel (3)

Lo sviluppo modulare lascia libero sfogo a fantasia e necessità permettendo di realizzare soluzioni su misura per tutte le altezze e larghezze.
Con Bagel praticità e funzionalità sono a portata di mano, o ancor meglio, di click.


 
 

 
 

 
 
 

 

Per Pasqua: uova e… portauova

Pubblicato da blog ospite in Ecce Home
L‘uovo, simbolo di vita, di nascita e di rinnovamento ( per i Cristiani di resurrezione)  è divenuto fin dall’antichità emblema della Pasqua.
A Roma è consuetudine il giorno di Pasqua non solo scambiarsi uova di cioccolata ma anche consumare una colazione molto ricca ed abbondante, con piatti dolci e salati, in cui le uova hanno un posto d’onore.
Come per tutte le feste l’allestimento della tavola è fondamentale, e le uova decorate o al naturale non possono che essere protagoniste assolute, così come i portauova.
Ecco alcune idee. Lasciamoci ispirare.
For Easter: eggs and… egg cups 
The egg, symbol of life, birth and renewal (for Christians of resurrection) since ancient times has become an emblem of Easter.
In Rome, it is customary to give away on Easter chocolate eggs and have a very rich and abundant  breakfast, with sweet and savory dishes, where the eggs have a place of honor.
As with all celebrations the preparation of the table is essential, and decorated or natural eggs are absolute protagonists, as well as egg cups.
Here are some ideas. Let us inspire.
etsy


uovo intagliato di Tamera Seevers

uova by Ecce Home

La giostra di tutti i pesci di Massimo Catalani


 
 

 
 

 
 
 

 

Pasqua 2015: idee per decorare

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni

case e interni - decorare uova pasqua - idee originali (1)

Con la Pasqua sempre più vicina, ho pensato che sarebbe stato divertente mostrare qualche decorazione da fare, all’insegna dell’originalità e del design. Come ad esempio queste uova di Pasqua, ispirate ai tessuti dip-dyed, che potrebbero essere un’idea decor anche quando la festa sarà finita! Il tutorial sul blog Ohjoy vi aiuterà nella realizzazione…

 

case e interni - decorare uova pasqua - idee originali (2)

E che dire di questi delicati quanto eleganti fiori di carta, da usare come centrotavola? Tutto quello che vi serve a parte la carta, sono colori ad acquerello e poco più. Le spiegazioni qui sul blog love grows wild.

 

case e interni - decorare uova pasqua - idee originali (3)

Questo coniglietto porta-ovetti in stile Zakka lo trovo delizioso! Un pensiero simpatico per i piccoli di casa oppure da usare come segnaposto. Tutorial e cartamodello sul blog everything emily.

 

case e interni - decorare uova pasqua - idee originali (4)

Ancora coniglietti, ma questi sono per gli amanti dell’origami. Lisa e Sarah di A Spoonful of Sugar hanno realizzato questi stilosi cestini origami – coniglietto seguendo il tutorial ed il video di Leyla Torres su Origami Spirit.

Ecco quindi quattro idee che hanno attirato la mia attenzione.Sentitevi liberi di segnalarmi le vostre!

Felice sabato creativo :)

Anna


 
 

 
 

 

 

 
 
 

 

Maioliche d’autore: magie di luce tra tradizione e design

Pubblicato da blog ospite in Design, Non Ditelo all'Architetto

1661926_605170642959612_4655016623745861525_n 11043236_605170719626271_1555004000608885926_n

Ho avuto l’occasione di conoscere Gloria e le sue “maioliche d’autore”  e di poter godere delle atmosfere create dalle sue lampade.

Maioliche d’autore è un’azienda familiare che garantisce la massima personalizzazione dei prodotti e dove sono i piccoli dettagli a fare la differenza, meravigliosi i trafori, gli smalti e il particolare effetto a contrasto di cotto e smalto.

10403418_960403823977322_6985779900664723313_n

Passione e design made in Italy

cotto e smalto

Cotto+smalto

uova

Trafori

showroom per rivenditori a velletri

Nuovo showroom per espositori a Velletri

Da una chiacchierata con Gloria, che potete leggere nell’intervista di seguito, ho scoperto quante cose, maioliche d’autore, abbia in comune con Non ditelo all’Architetto: prima di tutto la passione, l’amore e la professionalità, messe nel proprio lavoro e poi il desiderio di unire tradizione e contemporaneità, la voglia di rendere unici, personali e magici, angoli dei nostri spazi, con piccoli tocchi.

Grazie alle meravigliose lampade che Gloria progetta e realizza,lavorando la ceramica come un merletto, la luce si propaga creando giochi di luci e ombre davvero magici e suggestivi capaci di valorizzare qualsiasi ambiente.

10375149_965250080159363_9156442147580474462_n

Piccoli angoli preziosi

11041714_960403300644041_3093130760163516047_n unnamed (1)

Luci e ombre

11071527_965260836824954_2991488690569200813_n

Acceso e spento

Gloria segue l’attualità, il design, la moda, i blog e traduce tutto questo nel suo linguaggio legato alla tradizione della ceramica e ci riesce a perfezione.

Ecco quello che ci ha raccontato:

1.Non ditelo all’architetto:

Cara Gloria, raccontaci da dove nsce l tua passione per la ceramica

Gloria, Maioliche d’autore: 

Fin dove arrivano i miei ricordi ho sempre avuto una matita in mano.. Mi sono avvicinata alla ceramica per curiosita’, un piacevole passatempo mentre concludevo i miei studi universitari. La passione è arrivata dopo con le traduzioni su maiolica di pittori impressionisti, e poi klimt, Raffaello, …spingendomi fino alle opere di grandi incisori.

il tratto sottilissimo, che mi ha sempre contraddistinta, diveniva protagonista nelle traduzioni di grandi maestri da qui l’origine del nome “Maioliche d’Autore”. Con il tempo il decoro e’ diventato traforo, gli oggetti meramente decorativi sono diventati funzionali. Ma la passione per qualcosa di unico e delicato e’ rimasta la stessa.

2. Non ditelo all’architetto:

A cosa ti ispiri per le tue creazioni

Gloria, Maioliche d’autore: 

una foglia, un tessuto, una fotografia, una texture, tutto cio’ che possa essere trasformato in manufatto ceramico, in un decoro, in una lampada. mi ispiro all’idea di un cliente, all’esigenza di illuminare un particolare ambiente, mi ispiro al sogno di chi si rivolge a noi perche’ sul mercato non trova cio’ che cerca.

 3. Non ditelo all’architetto:

raccontaci un episodio legato al tuo lavoro che ti e’ rimasto impresso 

Gloria, Maioliche d’autore: 

Ogni volta che accendo una luce, una nostra luce e guardo il gioco di luci e ombre. Ogni volta che un cliente ci chiama per dirci ‘grazie, non pensavo fossero cosi’ suggestive dal vero’..

4. Non ditelo all’architetto:

Dacci un suggerimento home decor per valorizzare un piccolo angolo con le vostre creazione

Gloria, Maioliche d’autore: 

Solitamente le nostre creazioni che siano lampade, pouf, o sospensioni si caratterizzano per un traforo suggestivo, la lavorazione artigianale rende l’oggetto unico e irripetibile, divenendo cosi’ un piccolo pezzo d’arte. Basta davvero poco per creare un angolo decor: qualche oggetto che vi appassioni, la penombra e i giochi di luce di una nostra lampada accesa! Provare per credere ;)

5.  Non ditelo all’architetto:

Quale è la parte della creazione di un oggetto che ti appassiona di più?

Gloria, Maioliche d’autore: 

sicuramente la ricerca e la parte progettuale. mettere in produzione una nuova lampada significa capire cosa c’e’ in quel momento sul mercato, cosa manca e soprattutto fin dove ci si puo’ spingere con la maiolica (non tutto e’ realizzabile..). la parte piu’ stimolante e’ lo studio sulle nuove tecnologie, sui blog d’arredamento, di lifestyle, di architetti e interior designer, un confronto per capire le tendenze del momento. insieme e successivamente a questo c’e’ il progetto: informe, indeciso, intuitivo, prolifico, appassionato. in realta’ la mia indole creativa mi impone di girare sempre con un taccuino dove appunto idee e impressioni, percio’ il mio e’ un costante progetto :)

6. Non ditelo all’architetto:

Quale è la parte piu difficile e che richiede maggior impegno nella realizzazione di un oggetto di ceramica?

Gloria, Maioliche d’autore: 

La parte piu’ difficile e’ la realizzazione di quell’idea, di quel progetto che tanto ti ha appassionato, il passaggio da idea a oggetto. le forme devono essere tradotte al tornio, le dimensioni ben ponderate, i trafori tradotti in linee, cerchi e filetti. tutto deve mantenere l’idea originale, se solo un elemento viene distorto il risultato sara’ diverso…

una volta realizzato l’oggetto un’altra parte impegnativa resta il completamento della lampada. gli accessori e i cablaggi, tutti rigorosamente Made in Itlay, oltre ad essere a norma e sicuri, debbono risultare esteticamente in linea con il prodotto, a questo scopo abbiamo anche ideato e realizzato agganci particolari.

1908304_965250150159356_8501713491784135807_n

Atmosfere…

11060299_965250016826036_8042598989913306906_n

Produzione artigianale

unnamed (2)

Lampada…o vaso?!

uova.jpg2

Magia in bianco e  nero

UOVAAA

Uova per Pasqua

The post Maioliche d’autore: magie di luce tra tradizione e design appeared first on Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Il colore Oak Buff nell’arredamento

Pubblicato da blog ospite in Consigli d'Arredo

Oak Buff o Pantone 16-1144Dopo il raffinato Dried Herb, un altro colore 2015 selezionato per voi da ArredamentoPerfetto-Consigli d’arredo è il Pantone 16-1144, Oak Buff: colore morbido, terroso, avvolgente appartenente alla gamma dei marroni.

L’Oak Buff, come dice lo stesso nome, ricorda il colore del legno (il giallo quercia) e il giallo del cuoio.

Trasporre il Pantone 16-1144 nell’arredamento non è semplice, ma neanche impossibile dal momento che questo colore è naturalmente richiamato dalle diverse essenze legnose dei mobili.
E’ possibile scegliere l’Oak Buff come colore per il rivestimento di sedie, di divani e di complementi d’arredo, come tappeti e cuscini.
Si può optare per il Pantone 16-1144 anche per gli arredi laccati, quali contromobili, madie e credenze in stile contemporaneo.

Potremmo chiamare l’Oak Buff semplicemente giallo cuoio o color camoscio, ma prefrisco lasciare la denominazione della Pantone LLC o utilizzare il suo codice perché, visionando da vicino la palette, il Pantone 16-1144 sebbene racchiude in se tonalità del classico color cuoio, tende anche al giallo camoscio e nasconde una certa sfumatura di rosa antico.
Dunque è riduttivo chiamare il Pantone 16-1144 semplicemente “color cuoio”.

Vediamo come valorizzare al meglio l’Oak Buff nell’arredamento.

Abbinato alle essenze legnose scure, come l’ebano e il mogano, e a rivestimenti bianchi ed ecrù, 
crea ambienti moderni di grande stile ed eleganza.

Ambiente con abbinamenti color cuoio e mogano
Ambiente con abbinamenti color cuoio e mogano
Accostato a colori tenui come il verde, l’azzurro e il bianco antico, 
crea ambienti incantevoli e dal gusto retrò.

La parete color Oak Buff valorizza la cucina in stile shabby
E’ naturalmente evocato dagli arredi in pino e in noce mielato.

L'oak buff è evocato naturalmente dalle essenze legnose del noce mielato e del pino
Ottimo come colore di design per sedie, sgabelli e divani. In questo caso si abbina 
l’Oak Buff al bianco assoluto e all’antracite per evidenziare il design dell’arredamento.
Design valorizzato dal Pantone 16-1144
Pantone 16-1144 oak buff nell'arredamento
Oak Buff nell'arredamento
Per chi ama i forti contrasti l’abbinamento fra il Dried Herb e l’Oak Buff 
crea ambienti dall’atmosfera calda e rilassante.

Abbinamento Oak Buff e Dried Herb consigliato da Arredamentoperfetto-Consigli d'arredo
Cucina color Dried Herb e parete Oak Buff

Cosa ne pensi di questo colore?


 
 

Casa con soppalco, come si fa

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Design

Quando vi sembra che in casa lo spazio non basta più, forse una soluzione c’è: se avete soffitti alti, per ampliare o addirittura raddoppiare lo spazio, perchè non realizzare un soppalco?

Proprio del soppalco parla l’articolo che noi di cafelab abbiamo scritto per il portale dedicato al design e alla casa, arredamento.it , di quali tipologie esistono, in quali materiali si può realizzare, quali sono le normative da rispettare; se volete, potete leggerlo QUI.

Di seguito alcune regole base da rispettare:

  • la superficie del soppalco non può essere maggiore di 1/3 di quella dell’ambiente dove è realizzato;
  • l’altezza della zona sottostante, cambia da regione a ragione  e va da un minimo di 2.10m (Milano) a un massimo di 2.70m (Roma);
  • i parapetti che delimitano il soppalco dovranno essere alti almeno 1,10m;
  • la superficie finestrata dell’ambiente dovè sarà realizzato il soppalco dovrà soddisfare i rapporti aeroilluminati (1/8 della luce);
  • se il soppalco sarà adibito a ripostiglio, potrà avere altezze inferiori a quelle indicate sopra.

Per realizzare un soppalco sarà necessario chiedere i permessi burocratici all’uffici tecnico del comune, tramite pratica redatta da un tecnico abilitato.
Servirà un Permesso di Costruire se abitabile, una DIA se adibito a ripostiglio.

Il soppalco può essere realizzato in ferro o in legno, con travi e pilastri, ancorato a terra oppure alle pareti; naturalmente anche quello realizzato in muratura come un vero e proprio solaio può rientrare nella categoria dei soppalchi.
Altra tipologia è quella dei letti soppalcati, veri e propri mobili, installabili senza alcuna necessità di pratica urbanistica.


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags: ,

 
 

famous friday: Jessica Alba on Consort Design / via Domaine Home

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home

famous friday: Jessica Alba on Consort Design / via Domaine Home

Tags:

 
 

Pinterest Therapy

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Tazzina Blu

Sapete di cosa sto parlando: la Pinterest Therapy è il genere di cura che dovremmo seguire in caso di giornata no.


Come quella che sto vivendo io oggi: fuori c’è il diluvio universale, la tv trasmette solo notizie orribili e la mia attività cerebrale è pari a quella di un fermacarte proprio nel momento in cui dovrei dare il massimo.
Sarebbe la giornata perfetta per svuotare la carta di credito su qualche sito appetitoso, se non fosse che domani il mio senso di colpa renderebbe le cose ancora più difficili. :)
E’ a questo che serve Pinterest: far finta che il mondo sia un posto meraviglioso e potenzialmente pure la nostra vita.
Il web ultimamente pullula di critiche verso questo social network e sul nostro adorato Instagram, dove le vite degli altri sembrano perfette e la “leggerezza” regna sovrana. 
Sinceramente non riesco a capire quale sia il problema…. Il motivo per cui frequentiamo questi due meravigliosi mondi virtuali è proprio questo: vogliamo abbandonarci alla bellezza e distrarci dalle imperfezioni della vita quotidiana. Voi che ne pensate? Anche voi utilizzate questi social per evadere e sognare ad occhi aperti? :)
Vi auguro un buon weekend e vi lascio con queste immagini scovate durante la mia terapia quotidiana:
(via Virlova)

(via Solebich)

Tags: , ,

 
 

timeless classic: white kitchen (via Entrance Fastighetsmäkleri)…

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home


pensili e piastrelle all white e ripiano a contrasto


doppio forno incassato


tavolo a contrasto

timeless classic: white kitchen (via Entrance Fastighetsmäkleri)

Tags:

 
 

Spring Moodboard – Moodboard ispirazione primavera

Pubblicato da blog ospite in Creative & Ordinette, Decor, Idee

Sarà perché nell’aria si respira già la primavera, sarà perché non vedo l’ora di staccare la spina e godermi qualche giorno di meritata vacanza, sarà perché in questo periodo dell’anno mi sento nostalgica e ho voglia di mare e di vacanze estive, come l’ultima vacanza sull’isola greca, o sarà per tutti questi motivi insieme che la mia moodboard di inizio primavera ruota intorno al blue elettrico e tocchi pastello. La primavera è la quintessenza del pastello. I primi alberi in fiore, la natura che si risveglia e si tinge di rosa, di lilla, sotto il cielo terso di Roma, tutto induce l’animo a rilassarsi e al dolce otium, per rimanere in tema di tradizioni romane di un tempo che fu. E per questo che oggi vi lascio con un moodboard di ispirazione primaverile. Vi troverete outfit in blu elettrico e celeste, illuminati da tocchi rosa pallido. Buon fine settimana a tutti!

via

 via
picture by Creative&Ordinette – Zakynthos Isle Greece- Isola di Zante
Tags:

 
 
               

Torna su