PIN-LOVE#6: tendenza interni Urban Jungle

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking
La tendenza ad arredare gli interni in stile Urban Jungle ha preso sempre più piede nel 2016, tant’è che anche H&M ha creato linee dedicate a questo stile!
Si tratta per lo più di piante tropicali e da qui la tendenza di definire questo tipo di arredamento Urban Jungle. 
E’ una tendenza che mi piace molto, perché avere piante e fiori arricchisce la casa. Bisogna ovviamente saperle curare e posizionare nel punto giusto, meglio se davanti a finestre luminose.

Per questo ho cercato alcune foto di ispirazione per interni Urban Jungle e mi sono innamorata sempre di più.

Interni Urban Jungle
airows.com

Bellissime le piante ancorate al soffitto e pendenti e originale la collocazione nel bagno, che approvo assolutamente! 
​Prima di lasciarti alle immagini di ispirazione, devi sapere che il Ficus Lyrata è una delle piante indicate, molto di moda negli Stati Uniti. Pianta da appartamento che richiede però abbastanza attenzioni: luce prima di tutto e frequenti annaffiature d’estate, senza stagnazione.
 
Un’altra molto bella è la Monstera Deliciosa, di grande impatto visivo! 
Interni Urban Jungle
decouvrirdesign.com

Interni Urban Jungle
happyinteriorblog.com

Interni Urban Jungle
mydomaine.com

Interni Urban Jungle
sfgirlbybay.com

Interni Urban Jungle
veticaultralight.tumblr.com

Se anche a te piacerebbe avere un interno in stile Urban Jungle ma vuoi dei consigli, scrivimi e mandami le foto dell’interno e vediamo se questo stile è adatto al tuo ambiente!  

 
 

 
 

 
 
 

 

PIN-LOVE#6: tendenza interni Urban Jungle

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking
La tendenza ad arredare gli interni in stile Urban Jungle ha preso sempre più piede nel 2016, tant’è che anche H&M ha creato linee dedicate a questo stile!
Si tratta per lo più di piante tropicali e da qui la tendenza di definire questo tipo di arredamento Urban Jungle. 
E’ una tendenza che mi piace molto, perché avere piante e fiori arricchisce la casa. Bisogna ovviamente saperle curare e posizionare nel punto giusto, meglio se davanti a finestre luminose.

Per questo ho cercato alcune foto di ispirazione per interni Urban Jungle e mi sono innamorata sempre di più.

Interni Urban Jungle
airows.com

Bellissime le piante ancorate al soffitto e pendenti e originale la collocazione nel bagno, che approvo assolutamente! 
​Prima di lasciarti alle immagini di ispirazione, devi sapere che il Ficus Lyrata è una delle piante indicate, molto di moda negli Stati Uniti. Pianta da appartamento che richiede però abbastanza attenzioni: luce prima di tutto e frequenti annaffiature d’estate, senza stagnazione.
 
Un’altra molto bella è la Monstera Deliciosa, di grande impatto visivo! 
Interni Urban Jungle
decouvrirdesign.com

Interni Urban Jungle
happyinteriorblog.com

Interni Urban Jungle
mydomaine.com

Interni Urban Jungle
sfgirlbybay.com

Interni Urban Jungle
veticaultralight.tumblr.com

Se anche a te piacerebbe avere un interno in stile Urban Jungle ma vuoi dei consigli, scrivimi e mandami le foto dell’interno e vediamo se questo stile è adatto al tuo ambiente!  

 
 

 
 

 
 
 

 

Octopus duo: tutorial uncinettoso

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa


Che simpatica questa coppia di amici. Realizzarla è facile facile. 

Partiamo dalla testa. Io ho usato il bianco come colore di base. 
Per prima cosa montiamo 5 catenelle dalle quali ricaveremo un quadratino di 4pb x 4 giri.


In seguito facciamo un giro di punto basso in costa per tutto il perimetro del quadrato (16pb). Lavorare in costa significa prendere solo uno dei lembi della V. In questo caso, prenderemo quello interno. Questa operazione serve a far “sollevare” i giri successivi in modo che non risultino in piano come la base, ma che si sviluppino in altezza. Chiudiamo il giro in costa con un punto bassissimo, sempre in costa.




Torniamo alla lavorazione “normale” e continuiamo per tre giri di perimetro, dopodichè chiudiamo il lavoro. 

Passiamo l’uncinetto in una maglia qualsiasi e afferriamo il filo del nuovo colore dall’altra parte delle maglie. Realizziamo una catenella per assicurare il nuovo filo e continuiamo con un giro di punto basso. Arrivati alla fine del giro (dove abbiamo iniziato a lavorare con il nuovo colore), chiudiamo con un punto bassissimo. 


Realizziamo un nuovo giro con il secondo colore, alla fine del quale montiamo 4 catenelle. 


Nel secondo anello (a partire dalla posizione dell’uncinetto) facciamo un punto bassissimo, nel terzo un punto basso, nel quarto una mezza maglia alta.


Come si fa la mezza maglia alta?
Filo sull’uncinetto, puntiamo l’uncinetto nella catenella. Estrarre il filo, filo su uncinetto. 
Concludere facendo passare il filo attraverso le tre maglie sull’uncinetto.


Abbiamo così facendo, ottenuto un triangolo che sarà uno dei tentacoli del polipo. Fissiamo il triangolo con un punto bassissimo, nella terza maglia dopo la catenella (vedi foto).



Realizziamo altri tentacoli e chiudiamo il lavoro.

Il nostro polipo è pronto!



Facciamo passare uno spago attraverso la “testa” ed effettuiamo un nodo nella parte interna. Ora possiamo appenderlo al soffitto o utilizzarlo come paralume. 



L’Octopus duo è perfetto per decorare camerette, porte, balconi, case al mare, ristoranti e co., con ironia.


Se non avete voglia di uncinettare, trovate l’Octopus duo nel mio shop online! Scrivetemi pure qui per ordinare il vostro duo personalizzato.



http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss

 
 

 
 

 
 
 

 

Tom Haugomat, minimalismo cinematico

Pubblicato da blog ospite in Things I Like Today

illustrazioni minimaliste tom haugomat

Tom Haugomat è un illustratore e animatore parigino dallo stile molto personale che realizza immagini minimaliste dal forte contenuto narrativo

Tom Haugomat è un giovane illustratore nato a Parigi nel 1985. Fin da giovanissimo si è interessato al disegno e al suo potenziale narrativo. Dopo un anno di studi di Storia dell’Arte e Archeologia, ha deciso di seguire la sua vena artistica iscrivendosi alla rinomata scuola di arti visive Gobelin, dove ha scoperto una passione per l’animazione e ha conosciuto il cartoonist Bruno Mangyoku col quale ha realizzato alcuni corti.
Tom Haugomat ha lavorato a lungo come animatore prima di tornare al disegno e dedicarsi completamente all’illustrazione ma a tutt’oggi non ha perso il suo occhio da regista.

tom haugomat illustrazioni vettoriali

Le sue illustrazioni vettoriali sono piene di atmosfera e sanno raccontare storie attraverso una composizione visiva curatissima che richiama alla mente inquadrature cinematografiche dal forte impatto visivo.
Il suo è uno stile minimalista elegante e composto, che si esprime attraverso un uso  particolare dei colori che hanno il compito di creare lo spazio attraverso i contrasti positivo/negativo. Tom Haugomat gioca con i colori piatti in tinta unita, con ampie campiture di bianco e di nero, con le ombre e i contorni, creando originali effetti di spazio negativo dai quali emerge la storia che vuole raccontare.

illustrazioni vettoriali tom haugomat

Tom stesso definisce  le sue illustrazioni come “fotografie sovraesposte” perchè spesso i contorni sfumano perdendosi nello sfondo bianco. Ma i contrasti sono anche fra gli elementi naturalistici, resi in modo sommario, quasi come macchie di colore, e gli elementi architettonici ricchissimi di dettagli e particolari.
Le illustrazioni vettoriali di Tom Haugomat sono apparentemente semplici, costruite con una tavolozza ridotta di colori, ma alla fine subiscono un trattamento di texturizzazione che dona loro un fascino retrò molto poetico.
Attualmente Tom Haugomat è uno degli illustratori emergenti più richiesti in Francia e ha lavorato per Air France, Evian e Le Monde. Qui il suo portfolio su Behance.

tom haugomat until forever runs out

illustrazioni vettoriali di tom haugomat

tom haugomat illustrazioni minimaliste

Tom Haugomat con Bruno Mangyoku – Tribute to Drive


 
 

I consigli per un barbecue perfetto

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
dettagli home decor

Estate, tempo di grigliate… ma il barbecue non si può improvvisare, è un’arte!
A braciere o a gas, portatile o in muratura, sul portale italiano di e-commerce di arredo e design, Arredatutto.com,è possibile trovare la soluzione più adatta ad ogni casa e, soprattutto, ad ogni palato. Arredattutto.com si può infatti definire un vero e proprio specialista di quest’arte culinaria grazie alla disponibilità di oltre 15 marchi leader del settore e centinaia di prodotti di tutti i tipi, dalla pinza per girare la carne al super BBQ in muratura.
Come scegliere il barbecue perfetto?
Grande, piccolo, in muratura o portatile, a gas, legna o carbonella. La scelta del barbecue è il punto di partenza per chiunque voglia cimentarsi in una grigliata. La tipologia del prodotto influisce infatti sul gusto della carne, ma anche sui tempi di cottura. Generalmente, chi ama il gusto della carne alla brace preferisce un barbecue a legna, a carbone e carbonella, mentre chi punta alla praticità si orienta verso soluzioni pratiche come a gas oppure elettriche.
Dimensioni
Su Arredatutto.com la scelta è ampia, a partire dalle soluzioni portatili, con struttura leggera, piedini e rotelle, o addirittura ultraportatili, facili da smontare e da riporre in una valigetta. In questo caso sono le dimensioni, i materiali e gli accessori a fare la differenza: l’acciaio è preferibile per motivi di resistenza e pulizia, ed è fondamentale la presenza di un cassettino di raccolta per la cenere.
Alcuni esempi? Il modello DolcevitaAlex 57N, dalle linee morbide ed eleganti, o il Tornado Rosso di Ferraboli, con la sua pratica valigetta.

dettagli home decor
La scelta della legna
Per i puristi del barbecue en plein air, non c’è niente di meglio che cuocere la carne con la brace prodotta dal legno, meglio ancora se derivata da piante “forti”, come ulivo, frassino e quercia, faggio, pioppo e ciliegio. L’opzione migliore per chi ama questo tipo di barbecue sono indubbiamente i modelli con braciere, un elemento aggiuntivo situato sulla parte posteriore della griglia, dove inserire la legna da ardere. Ne sono dotati il Ferraboli Planet Inox, barbecue professionale che dispone anche di ruote, e il BK 12ELITE di Famur.

dettagli home decor
dettagli home decor
Carbone o carbonella?
Chi invece non ha tempo o possibilità di fare una brace con la legna, può sempre ricorrere al classico sacco di carbone o carbonella. Anche qui ci sono alcune differenze da considerare: il carbone è il prodotto di combustione di legna bruciata lentamente, è di dimensioni medio-grandi e può bruciare a lungo; la carbonella deriva invece da diversi tipi di legno, in genere di bassa qualità, e si consuma più rapidamente. Non mancano, anche in questo caso, le novità in grado di coniugare praticità e design, ma soprattutto di velocizzare i tempi di preparazione. Si tratta ad esempio del sistema
Quick Start Technology adottato da Campingaz per il suo modello Bonesco Small: i tempi di accensione si riducono a soli 15 minuti grazie a un effetto camino controllabile attraverso il regolatore del flusso d’aria.

dettagli home decor
Barbecue a gas per chi ha poco tempo
Una soluzione ancora più pratica e veloce è rappresentata dal BBQ a gas. I prezzi in questo caso variano da poche decine di euro alle migliaia di euro, e a fare la differenza sono dimensioni, materiali, ripiani, numero e qualità di piastre e bruciatori. Anche in questa categoria Arredatutto.com propone un’offerta estremamente ampia, passando dai barbecue a gas più economici, come Expert Plus di Campingaz, a quelli più lussuosi, come Turbo Classic 6 BDT6C di Dolcevita, senza dimenticare quelli con speciale bruciatore radiante studiati da Campingazper cucinare senza fumo o fiammate, presente sui modelli 2 SERIES RBS L e 2 SERIES RBS LXS.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Barbecue in muratura o a incasso
Chi invece preferisce una struttura stabile, da lasciare in un angolo del giardino, può scegliere tra modelli in muratura o a incasso, di dimensioni variabili in base agli scomparti che si vogliono avere a disposizione. Inoltre, la presenza di una canna fumaria, seppure non obbligatoria, può aiutare a canalizzare i fumi. Su Arredatutto.com la soluzione in muratura Outdoors New Jersey Crystal di Sunday, estremamente elegante, che funziona sia a carbonella che a legna.

dettagli home decor
Ultimi ma non meno importanti, gli accessori, in grado di facilitare le operazioni di cottura e ottenere risultati sempre impeccabili: Arredatutto.com è in grado di esaudire i desideri di ogni appassionato di BBQ: dalla bistecchiera in pietra ollare ai kit girarrosto e giraspiedini, senza dimenticare le griglie per il pesce e… il soffiatore a manovella per ravvivare la fiamma!

Tags: ,

 
 

Il loft ideale

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors

arredare-loft-raffinato-chic-1

Luce naturale, mattoni a vista, finestre ad arco ed una gamma di colori morbidi definiscono questo loft, perfetto in ogni dettaglio.

Siamo un po’ abituati a vedere appartamenti open space e loft un po’ freddi, recuperati da spazi industriali, ma con poca personalità. Questo loft ad Atlanta, dallo stile contemporaneo, risulta molto accogliente e raffinato, grazie all’abbondanza di luce naturale e ad una semplice tavolozza di colori neutri, che unificano tutto.

arredare-loft-raffinato-chic-2

arredare-loft-raffinato-chic-3

arredare-loft-raffinato-chic-4

arredare-loft-raffinato-chic-5

arredare-loft-raffinato-chic-6

arredare-loft-raffinato-chic-7

arredare-loft-raffinato-chic-8

arredare-loft-raffinato-chic-9

Interior Design: Elizabeth Hanson

Photography: Erica George Dines

Source: Atlanta Homes & Lifestyles

Tags:

 
 

Shower cabin vs Bathtub – Cabina doccia o vasca? Meglio la prima!

Pubblicato da blog ospite in Creative & Ordinette, Idee
Con l’arrivo dell’estate i bagni sono riservati al mare. La vita frenetica e a volte dai ritmi impossibili, (in questo momento sto pensando alla mia) non ci permette certo di fare dei bagni lunghi immersi nelle nostre vasche, isolati da tutto e da tutti. E’ la doccia la scelta di milioni e milioni di persone che ogni giorno si recano a lavoro e che nella maggior parte dei casi hanno appartamenti con un unico bagno, come nel mio caso. E se vi dicono il contrario, non stanno raccontando la verità. Ebbene, sto seriamente pensando di sostituire la mia vasca con una comoda doccia che nel mio caso avrebbe due risvolti essenziali: in primis, guadagnerei dello spazio vitale e in secundis, ottimizzerei il mio risicato tempo mattutino. Devo anche ammettere che spero di avere in un prossimo futuro una casa più grande, magari con due bagni per potermi permettere anche quei lunghi e rilassanti bagni pieni di olii essenziali e sali minerali profumati. Nel frattempo, vi lascio con delle idee cabine doccia che renderebbero sicuramente l’esperienza della doccia mattutina, indimenticabile e sicuramente molto godibile. Buon fine settimana!

 

Tags: ,

 
 

The familiar world of Vito Nesta

Pubblicato da blog ospite in +deco, Design
Stasera voglio cominciare il mio nuovo libro “The beautiful fall – Fashion, Genius and Glorious Excess in 1970s Paris” di Alicia Drake. Mi voglio stendere a letto, muovendomi quanto meno possibile per non sudare (ci sono 35 gradi qui) ed entrare il magico mondo di Yves Saint Laurent e Karl Lagerfield, l’epitome della creatività, due creature eleganti che hanno saputo mantenersi prolifiche per tutta la vita perchè hanno nutrito le loro menti con arte e culura, non solo moda. 
Anche se non l’ho ancora incontrato (a proposito, mi piacerebbe conoscerti Vito; ti va un caffè la prossima volta che vengo a Milano?), sono convinta che  Vito Nesta, il talento che ha disegnato i bellissimi oggetti qui sotto, è  anche lui una persona con molto da dire. 
Le sue creazioni raccontano un mondo che sta sparendo in Italia ma che è ancora parte delle nostre famiglie, se non nei fatti nella memoria; è un mondo dove le cose venivano fatte lentamente e bene, dove gli oggetti venivano riparati e non sostituiti. Ditali, rocchetti, gomitoli, pettini, pennelli da barba, bottoni sono parte del magico mondo di Vito Nesta
Per sua mano gli oggetti di uso quotidiano diventano oggetti di design evocativi in colori alla moda. 
I miei preferiti? La noce e il ditale, sono già nella mia lista dei desideri.
E i vostri?

SalvaSalva

Tags:

 
 

Friday Favorite: Primary Half Clock

Pubblicato da blog ospite in Decor, Rooms Interior Design Lab

Concept semplice per risultato grafico niente male: l’orologio da parete Primary Half, disegnato da David Weatherhead per il brand inglese by… mi piace perché sembra uno di quegli esercizi di educazione tecnica (si studia ancora educazione tecnica?) che si facevano alle medie, in versione design.

via by…
Tags:

 
 

Viteri e Lapeña progettano il ristorante Sushi & Buey & Okela

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
dettagli home decor

Dopo aver riscosso grande successo con il ristorante Sushi & Ox, progettato per coniugare armoniosamente l’essenza della cultura giapponese e di quella americana, lo studio di architettura madrileno Viteri e Lapeña ha affrontato una nuova sfida: fondere in un unico spazio non solo i sapori di cucine diverse – giapponese, americana e basca – ma anche l’iconografia di queste tre culture, apparentemente lontane.

dettagli home decor
È nato così il nuovo Sushi & Buey & Okela, un ristorante elegante e sofisticato, nel quartiere Sanchinarro di Madrid. Filo conduttore di tutto il progetto è la natura; ogni elemento decorativo riprende questo tema dalle culture tradizionali dei tre paesi, reinterpretandolo in chiave moderna.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

E la natura è ricreata in ogni angolo, spesso con abbinamenti inusuali ma di grande effetto; i motivi floreali della carta da parati, ad esempio, si sposano benissimo con il bianco dei mattoni a vista e ne accentuano la luminosità. Sulle pareti crescono gli alberi: sottili strutture di legno chiaro che si propagano fino al soffitto avvolgendolo con la loro chioma. Il parquet si fonde con le cementine esagonali per generare un senso di movimento ed enfatizzare la luce.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Poltrone vintage in pelle, sgabelli stile industriale e tavoli in legno contribuiscono a rendere ancora più accogliente l’atmosfera.
dettagli home decor


Tags:

 
 
               

Torna su