Le belle pentole e padelle di KnIndustrie

Pubblicato da blog ospite in +deco

Pentole e padelle sono parte predominante dell’arredamento della cucina, li usiamo praticamente tutti i giorni e se sono oggetti di qualità, li teniamo per sempre.

Sfortunatamente spesso non riteniamo necessario investire in pentole e padelle di un certo livello anche se ne varrebbe la pena, perché i pezzi giusti durano per sempre e li devi comprare solo una volta nella vita; inoltre, se sono belli  non ti dovrai più affannare a nasconderli negli armadi ma sarai felice di lasciarli a vista, che non è da poco.

KnIndustrie è un brand italiano lanciato nel 2011 che costruisce a mano strumenti e utensili per la cucina solidi, belli ed eco-sostenibili.

La pentola in vetro trasparente è il pezzo visivamente più accattivante ma anche la linea Beyond Basic (seconda immagine dall’alto), con maniglie in noce che puoi usare con molte altre casseruole di KnIndustrie, è assolutamente da considerare.

Anche i taglieri fatti di acciaio, ceramica e legno sono molto belli, mi ricordano le stupende ceramiche Déchirer disegnato da Patricia Urquiola per Mutina.

Per darvi un’idea dei prezzi, la pentola trasparente in vetro costa circa 200 dollari. Una pentola standard di Ikea costa circa 40 dollari ma non è un oggetto per la cucina duraturo di cui vantarsi, non credi?

KnIndustrie utensili, padelle, pentole, taglieri per cucina KnIndustrie utensili, padelle, pentole, taglieri per cucina KnIndustrie utensili, padelle, pentole, taglieri per cucinadeco_kn-industrie-chopping_boardsKnIndustrie utensili, padelle, pentole, taglieri per cucinaKnIndustrie utensili, padelle, pentole, taglieri per cucina KnIndustrie utensili, padelle, pentole, taglieri per cucina

The post Le belle pentole e padelle di KnIndustrie appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

 
 

 
 
 

 

SÄLLSKAP: la nuova collezione IKEA in edizione limitata

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
dettagli home decor

Dal prossimo ottobre, nei punti vendita Ikea, sarà in vendita SÄLLSKAP, la nuova collezione ispirata alla tradizione artistica e artigianale della Scandinavia e all’idea, un tempo rivoluzionaria, di una grande stanza per tutta la famiglia.
Mobili, piccoli complementi, tessili e articoli per la tavola dove prevale il nero, piacevolmente abbinato a delicati colori pastello come il verde e il rosa.
Una collezione molto fresca e vivace caratterizzata da un design che fa spazio a tutta la famiglia!


 
 

 
 

 
 
 

 

Strumenti e trucchi per un caldo buono: seconda puntata

Pubblicato da blog ospite in Non Solo Arredo

Abbiamo analizzato approfonditamente, alcuni giorni fa, due degli strumenti più “performanti” per generare calore nei nostri spazi in maniera efficiente e con consumi contenuti: il riscaldamento però non è solo pompe di calore o caldaie a condensazione, perché esiste anche la “tradizione” del fuoco vero e proprio, quello da ottenere tramite caminetti o stufe che brucino legna oppure il ben più ecologico pellet.

Le prestazioni migliori sono assicurate dai termocamini a camera chiusa o stagna, il cui sportello è provvisto di vetro termico che impedisce il dissipamento del calore generato, condensandolo solo dove fa valere i suoi benefici effetti; tali condizioni si possono ottenere anche con alcuni tipi di stufe-caminetto. Il termocamino inoltre, con adeguati interventi nemmeno troppo invasivi può fungere da generatore di calore per tutta la casa, alimentando i termosifoni e i radiatori o comunque distribuendo aria calda per gli ambienti che si desidera rendere confortevoli: naturalmente in questi casi sarà necessario documentarsi prima sui vari modelli, per scegliere quello adatto con la sua potenza alla propria metratura.

Il nostro consiglio principale riguarda però il combustibile: si ottiene migliore efficienza e tutto è più semplice da gestire se si opta per i modelli che brucino il cippato di legno o ancor meglio il pellet, ma in quest’ultimo caso si deve sempre porre la massima attenzione alla sua provenienza per evitare spiacevoli sorprese con prodotti scadenti o addirittura pericolosi.

Tra tutte queste proposte e soluzioni, però, non possiamo trascurare un aspetto importantissimo per il migliore riscaldamento come l’isolamento termico.
Serramenti datati o mura non a norma sono le prime cause della dispersione del calore e quindi di un maggior dispendio energetico (ed economico) per mantenere la temperatura desiderata, e vanificano qualsiasi sforzo fatto in termini di strumenti.
Prendendo tutti i dovuti accorgimenti, per infissi ed isolamento delle mura, sarà sufficiente anche un impianto più piccolo e meno potente, per cui meno costoso e dai consumi inferiori.
Non va dimenticato che in questi casi si può anche beneficiare dei bonus governativi, che rendono molto meno gravoso questo tipo di interventi!

 

ShareThis


 
 

 
 

 
 
 

 

Città e scenari del futuro, con la XXI Triennale

Pubblicato da blog ospite in VDR Home Design

English version >> http://bit.ly/2cY3sIN

L’Expo in città è ormai solo un ricordo molto bello; un periodo in cui a Milano sembrava essersi trapiantato un pezzo di ogni continente.

Si è trattato di un evento irripetibile ma è stato emozionante poterci tornare e ricordare tutto quello che è passato tra quelle costruzioni.

Ed è stato possibile grazie ad una mostra spin-off della XXI Triennale, “City after city”.

Nei padiglioni che ospitavano il supermercato del futuro della Coop hanno trovato posto 6 allestimenti tematici; ognuno volto a indagare un aspetto delle città in cui viviamo.

Expo e la città dopo la città 

Si comincia con Landscape Urbanism: una videoproiezione di trenta metri in cui si alternano vedute di città, progetti recenti e rappresentazioni.

Attraverso alcune parole chiave narrative (nuvole, infrastrutture, skyline.. ) viene mostrata una nuova sensibilità. Non più città come distesa di cemento, ma come natura che rompe i confini e che confonde costruito e paesaggistico.

città

città

Photo credit: Michele Nastasi

città

Photo credit: Michele Nastasi

Si continua con Urban Orchard: i movimenti legati all’agricoltura urbana; la città vissuta e vista come tessuto su cui coltivare e auto-prodursi.

Si tratta ormai di un fenomeno globale, nato dal mutamento delle esigenze e dalla voglia di riappropriarsi della spontaneità della natura.

Questo crescente interesse verso gli orti urbani è testimoniato da tutti gli elaborati grafici esposti sui tavoli: libri, manifesti, manuali…

Sette i temi chiave esposti sui tavoli: occupazione (dello spazio), ritorno degli orti, estensione degli orti sui tetti, agricoltura urbana, i giardini trasformati in spazi produttivi, l’autogestione e le comunità locali.

città

© Gianluca Di Ioia

città

© Gianluca Di Ioia

L’ultima sezione del primo padiglione si chiama Expanded Housing e mette in mostra alcuni pezzi d’arredo (alcuni storici) che da soli creano uno spazio abitabile.

Al di là dell’ambiente in cui vengono esposti, sono elementi a metà tra l’architettura e il design che creano un dialogo tra le due discipline.

Gli elementi esposti ci invitano ad abitare all’esterno, nella natura e negli ambienti che ci circondano.

città

© Gianluca Di Ioia

città

© Gianluca Di Ioia

La città dopo la città parte due

Nel secondo padiglione invece trovano posto People in Motion, Street Art e la libreria.

Il primo allestimento è una proiezione di immagini sul pavimento dell spazio espositivo, a tema migrazioni. Migrazioni come movimento di culture e rimescolamento delle identità.

Ci sono le mappe di Alighiero Boetti, le migrazioni e gli esodi di oggi e le immagini dei campi profughi della Giordania, dell’Iraq e e dell’Algeria.

Questi luoghi di transito se osservati come città rivelano le caratteristiche dell’abitare urbano.

La mostra Street Art porta all’attenzione di tutti questo fenomeno sempre più presente nelle nostre città, riconducendo le opere ad immagini e poster.

A sottofondo i rumori delle metropoli e ai lati  due muri; da un lato l’origine della Street Art a New York. Dall’altro la varietà del panorama contemporaneo.

In mezzo ai due padiglioni, cinquemila metri quadri di orto planetario. Un giardino atemporale omaggio all’agricoltura diffusa.

http://www.triennale.org/

L’articolo Città e scenari del futuro, con la XXI Triennale sembra essere il primo su VHD.


 
 

Ceramica Globo al Cersaie 2016, una ventata di novità

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break

E’ partito ieri il Cersaie 2016, a Bologna, l’esposizione annuale dedicata alla ceramica ed all’arredo bagno.

Lo Stand di Ceramica Globo è strutturato come un percorso guidato conduce i visitatori a scoprire le numerose innovazioni sia dietro alle collezioni 2016, sia dietro a quelle già a catalogo, rinnovate nel design o dotate di nuovi elementi.

In particolare, l’attenzione per il Cersaie è focalizzata sui lavabi in ceramica integrati a sistemi di contenimento nel progetto Incantho by CreativeLab+ e Display by GamFratesi.
Importanti innovazioni anche sul piano tecnologico nei plus Ceraslide, Fissaggioghost®,
Senzabrida®, Easy detach, Multi, Bataform®, sempre più trasversali alle collezioni.
Omaggio al colore e alla leggerezza con il programma Bagno di Colore e i nuovi bordi sottili
spessore 6mm.


_________________________

CAFElab | studio di architettura



 
 

Qinni Art, illustrazioni ad acquerello fatte col cuore

Pubblicato da blog ospite in Things I Like Today

qinniart illustrazioni ad acquerello

Le incantevoli e delicate illustrazioni ad acquerello della talentuosa Qinni, raccontano le emozioni e i sentimenti dell’artista

Qinni è il nome d’arte di Qing Han, una giovanissima illustratrice di origine cinese dal grande talento, famosa in rete per le sue illustrazioni ad acquerello.
Non è semplice trovare informazioni su di lei ma sappiamo che è cresciuta in Canada, a Toronto, si è laureata in Arti Applicate e Animazione presso lo Sheridan College e ora vive a Vancouver e lavora come illustratrice professionista in un’agenzia che realizza sfondi per film e video di animazione della Dreamworks.

In una sua intervista su Deviantart Qinni racconta come l’arte abbia sempre fatto parte della sua vita:

“Vengo effettivamente da una famiglia di artisti da parte di mio padre.  Mio padre era un illustratore freelance oltre al suo lavoro da ingegnere e lo zio di mio padre era un famoso artista in Cina. Era il direttore artistico per la mascotte olimpica e così, immagino, sono stata molto influenzata da ciò quando ero più giovane.”

qinni4

Qinni è un’illustratrice di professione ma come se non bastasse, nel suo tempo libero continua a disegnare e per hobby si dedica alla pittura ad acquerello sui suoi taccuini Moleskine.

Su Facebook spesso descrive le situazioni da cui nascono le sue opere: Qing Han usa la sua arte come mezzo per esprimere il suo mondo interiore, i suoi sentimenti ed emozioni soprattutto riguardo ai suoi problemi di salute. E’ stata operata 3 volte a cuore aperto per un problema congenito a una valvola cardiaca e molte delle sue illustrazioni ad acquerello sono dedicate alla sua sofferenza fisica e psicologica prima e dopo le operazioni e all’accettazione della lunga cicatrice che la attraversa in due.

illustrazioni ad acquerello di qinniart

Questi acquerelli sono toccanti e poetici e sembrano risplendere di luce propria. Qinni infatti ha una sua particolare tecnica ad acquerello e rifinisce sempre i suoi disegni con colori acrilici fluorescenti per dare un effetto coprente e luminoso e con inchiostri color oro per dare tocchi preziosi.
Alla fine del processo ritocca le sue illustrazioni in Photoshop per renderle perfette e pubblicarle in rete, dove ha un seguito di follower davvero impressionante su Deviantart, Instagram e Facebook, fan che la ammirano e la sostengono. Le sue illustrazioni ad acquerello sono sempre delicate e incantevoli e una cosa è sicura: Qinni ha una forza e un talento straordinari!

qinni illustrazioni ad acquerello forget me not

illustrazioni acquerello qinni art

qinniart watercolor illustration

Il video in time lapse di “Starred Freckles”, un mini corso di pittura ad acquerello!

qinni watercolor illustrazioni ad acquerello

qinni fine art illustrazioni ad acquerello

illustrazioni ad acquerello

illustrazioni ad acquerello qinniart


 
 

Decorazioni acquario: i prodotti per un allestimento di stile

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti

L’acquario non rappresenta solo la materializzazione di una passione, quella per il mondo acquatico, ma anche un affascinante modo per arredare ed aggiungere stile e valore all’ambiente di casa. Per questo motivo è necessario avere una buona conoscenza in materia e scegliere con attenzione gli elementi, compiere una manutenzione adeguata e curare i pesci e gli altri animali con la massima premura. Vediamo alcuni consigli per la scelta delle decorazioni dell’acquario.

come-allestire-un-acquario-di-acqua-dolce_ng4

L’acquario non è un soprammobile

A volte, soprattutto i neofiti, sono così eccitati all’idea di decorare il proprio acquario da trascurare il fatto che all’interno vi siano degli essere viventi; in realtà bisogna considerare l’inserimento di elementi che lascino spazio vitale, permettano una facile manutenzione e, soprattutto, siano adatti ai pesci. Una volta preso atto di questa situazione, si può lasciare libero sfogo alla creatività.

Decorazioni per acquario: quali non utilizzare

Dopo aver superato la tentazione di riempire la vasca con ogni sorta di oggetto, è bene sapere che alcuni elementi decorativi, ritenuti di prestigio, sono in realtà dannosi. E’ sconsigliato inserire in acquario rocce e pietre prelevati dal mare, dai fiumi o dai laghi poiché non trattate e non pulite e quindi possibilmente pericolose per il vostro acquario poiché derivanti da ambienti con valori chimici completamente diversi. Le rocce finte, al giorno d’oggi, sono invece estremamente realistiche e prive di materiali potenzialmente dannosi.
Da evitare anche oggetti con profili taglienti, in cemento, in rame o in plastica verniciata. Il rame è tossico, il cemento rilascia sostanze nocive e la vernice potrebbe intossicare i pesci. Il legno è meglio procurarselo da appositi rivenditori di decorazioni per acquario, in quanto va pretrattato e le rocce non devono contenere minerali dannosi per l’ecosistema dell’acquario.

Piante finte e oggetti in resina: approvati!

Le piante vere sono in realtà ideali per decorare con stile un acquario e per garantire una migliore qualità dell’acqua; d’altro canto, però, esse richiedono un’importante manutenzione e andrebbero scelte anche in base ai pesci.
Per quanto riguarda gli oggetti, è la resina il materiale adatto. Si possono trovare infatti riproduzioni realistiche di rocce, tronchi, radici, teschi di animali, scheletri di dinosauri, piante, cimeli e quant’altro, tutto realizzato in resina non tossica, ideale per la convivenza con i pesci dell’acquario. Sul sito Aquashopping è presente un’ampia gamma di prodotti tra cui scegliere per decorare in maniera personalizzata ed originale il proprio acquario.

 

(Immagine presa da Google)


 
 

“Country Road”: accessori e oggetti decor per una casa minimalista

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
dettagli home decor

Country Road veste la casa minimalista con la semplicità dei suoi oggetti unita a una raffinata tavolozza di colori neutri, due tratti distintivi che ne hanno decretato il successo.
Nato 40 anni fa a Melbourne, Country Road è diventato nel tempo uno dei marchi più popolari e apprezzati in tutta l’Australia e anche oltre oceano, grazie alla ricca selezione di accessori casa e decor sempre di altissima qualità e di tendenza.
Nel sito countryroad.com.au è possibile acquistare cuscini d’arredo, tessile per la zona notte e per la stanza da bagno, piccoli complementi d’arredo, oggettistica decor, oltre ai tanti accessori casa, per la tavola e la cucina, il tutto proposto in un fantastico mix di materiali naturali come lana, cotone, legno, marmo, porcellana. Per completare l’offerta, non poteva certo mancare una collezione di accessori originali e divertenti per la cameretta dei più piccoli!
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Country Road spedisce nella maggior parte dei paesi europei, Italia compresa, addebitando  per il trasporto 15 dollari, se invece si acquista per un valore minimo di 100 dollari la spedizione è gratuita!


 
 

white tiles in the kitchen (via LONNY)

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home

white tiles in the kitchen (via LONNY)


 
 

stylish flat in Stockholm (via fantasticfrank)

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home

stylish flat in Stockholm (via fantasticfrank)


 
 
               

Torna su