È online diotti.com: tradizione e personalizzazione al servizio dell’Arredo

Pubblicato da Eleonora Caseri in BlogArredamento Aziende, diotti.com, diotti.com - ArredaClick, News

diotti.com è una società specializzata nella vendita di arredamento italiano personalizzabile e su misura, realizzato su commessa. Si pone come obiettivo la volontà di offrire, ai propri clienti, un’esperienza di interni completa e fruibile su più fronti, in autonomia o seguiti da professionisti, online o in showroom.
Nonostante la recentissima pubblicazione (il sito è attivo da poche ore!), quella di diotti.com è una storia dal sapore (e dal sapere) antico, radicata nella conoscenza del materiale, del prodotto e della fabbricazione artigianale.

Tuttavia, come la medaglia ha due facce, anche diotti.com ha due anime: da un lato c’è la tradizione brianzola, che ha fatto del classico mobilificio il suo emblema, e dall’altro l’online, che con ArredaClick ha rivoluzionato il modo di comprare e acquistare gli arredi per la propria casa.

Un po’ di storia: Arredamenti Diotti A&F e i mobili artigianali

storia arredamenti diotti a&f

Dirlo sembra anacronistico, ma diotti.com nasce nel 1911, fondata dalla famiglia di cui porta il nome. Vanta dei trascorsi da bottega artigianale, prima specializzata nella produzione di sedie in legno, poi nella realizzazione di mobili per tutti gli ambienti della casa. È una storia comune a quella di tante famiglie lombarde che, nel secolo scorso, hanno fatto della falegnameria, e della Brianza, i loro punti fermi.

Con il passare degli anni, la bottega si è trasformata in un laboratorio più grande, poco distante dalla sede originaria, capace di ospitare macchinari, una zona di carico, un magazzino e uno showroom. La vera svolta avviene alla fine degli anni 60, quando è chiara la necessità di disporre di uno spazio espositivo di dimensioni maggiori. Nel 1968, dunque, apre al pubblico lo showroom di Lentate sul Seveso, ancora oggi sede e quartier generale della società.

Per più di mezzo secolo, Diotti A&F è stato un punto di riferimento nel settore dell’arredo e dei mobili su misura, ed ha servito l’intero territorio lombardo non solo in showroom, ma anche attraverso un corredo di servizi di presa misure, installazione e montaggio effettuati da tecnici professionisti.

2008: ArredaClick, l’e-commerce, i mobili online

ArredaClick è stato il primo e-commerce di arredamento personalizzabile e acquistabile online in Italia. Facendo tesoro dell’immediatezza e dell’accessibilità del web, ha saputo creare un modello di distribuzione e vendita di mobili e complementi davvero innovativo, in grado di offrire una gamma di prodotti di qualità eccellente e Made in Italy.

Personalizzazione, trasparenza e prezzo competitivo: ecco alcuni dei valori su cui è stato fondato ArredaClick. Quanto alla possibilità di personalizzazione, ogni prodotto in catalogo è stato sviluppato per essere adattato per dimensioni, finiture e colori alle proprie esigenze.
A differenza di molti negozi online, ArredaClick ha fatto di un Campionario Digitale affidabile la sua punta di diamante: questo ha permesso a molti clienti, in Italia come in Europa, di non macinare chilometri per rendersi di persona nella sede di Lentate, ma di poter acquistare comodamente da casa, in qualsiasi momento, 7 giorni su 7.

All’estrema libertà di personalizzazione si aggiungono la trasparenza e i prezzi competitivi: ogni fase della Configurazione ha sempre mostrato il costo delle opzioni scelte, affinché il cliente potesse ritrovare nel carrello un prezzo coerente con le preferenze selezionate (va da sé, la vera pelle è notoriamente più costosa del tessuto!).

Se già conoscevi ArredaClick, come vedi, nulla è cambiato… a parte il nome! Puoi continuare ad utilizzare il sito come uno strumento per la tua creatività e rubare qualche idea dal suo Blog.
Invece, se non ti sei mai imbattuto in uno dei suoi 6.000 prodotti, non temere. Puoi ancora leggere e farti un’idea delle opinioni e recensioni lasciate dai clienti; nel corso degli anni, a partire dal 2008, ne sono stati serviti più di 35.000!

Cosa troverai sul sito diotti.com (e non solo)

diotti. com scheda prodotto per personalizzazione

Su diotti.com potrai usufruire di tutti i servizi di ArredaClick: un ampio catalogo di prodotti da personalizzare, l’acquisto rapido e sicuro, la consegna a domicilio con corrieri specializzati e una squadra di arredatori pronti ad assisterti in caso di necessità. L’ordine può essere inoltrato al telefono o online, basta creare un account e il gioco è fatto.

Puoi navigare liberamente per categoria, oppure fare una ricerca precisa in alto a destra, da ogni pagina. La gamma di prodotti è davvero ricca, e spazia da mobili per il soggiorno a divani e poltrone, dai letti all’arredo bagno, senza dimenticare la cucina. A questo proposito, sai che puoi addirittura comporre e personalizzare la tua cucina online?

Se ti piace l’idea di rendere il tuo arredo unico, ma preferisci essere consigliato da un esperto o visualizzare di persona alcune delle numerose proposte, recati nello Showroom di Lentate sul Seveso. È sufficiente programmare la visita e fissare un appuntamento compilando un semplice form.

Per qualsiasi informazione, non esitare a contattare il Servizio Clienti!

Tags: , ,

 
 

 
 

 
 
 

 

Mix di colori in una casa parigina

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Mix di colori in una casa parigina, accostati con occhio esperto e senza timore di sovraccaricare l’ambiente.

Mix di colori  in una casa parigina

Questa casa parigina è una gioiosa esplosione di colori, a dimostrazione che, con una progettazione attenta, si possono accostare con stile tutti i colori dell’arcobaleno.

Del resto, sono proprio i colori ad avermi colpita, soprattutto quelli delle meravigliose cementine originali. Ma andiamo con ordine.

Costruita nel 1913 in quello che era un sobborgo per operai di Parigi, vista dal giardino interno sembra una casa di campagna. La proprietaria ha decisamente il pollice verde, ed è riuscita a creare una vera e propria giungla urbana in pochi metri quadri di terra.

Ma la vera meraviglia è custodita all’interno. 

In  origini la casa aveva i tipici problemi di questa tipologia di costruzioni, fatte per famiglie operaie numerose. Costruita su 4 livelli, era divisa in tante piccole stanze buie distribuite attorno ad una scala ripida.

Mix di colori  in una casa parigina cementine

Dopo la ristrutturazione, la sala era cucina formano un unico ambiente. Pur avendo eliminato le pareti divisorie, i proprietari sono riusciti a conservare i pavimenti originali. Un parquet di rovere a spina di pesce originale per la sala, e bellissime cementine di cui vi parlavo. Queste porzioni di pavimento dal decoro diverso sono la cosa più originale della casa, e formano una decorazione grafica di grande effetto.

La sala da pranzo si apre, tramite una porticina, sul giardino interno, e da essa si sale ai piani superiori. Le scale, liberate dalle pareti, sono bellissime da vedere e l’ambiente sembra molto più grande. 

Come sono mixati i colori

I colori ricchi e in contrasto sottolineano le zone funzionali. Il rosso, che richiama le cementine, avvolge la zona pranzo, mentre la tromba delle scale, con il suo blu polveroso, introduce alla zona notte.

Le tinte pastello delle sedie disegnate da Verner Panton (Vitra) aggiungono altri colori al mix, ma il tavolo Tulip di Saarinen bianco riporta l’equilibrio cromatico nella stanza.

Mix di colori  in una casa parigina

La cucina, zona operativa e funzionale, si veste di bianco e nero, mentre in soggiorno dominano le tinte neutre, che favoriscono il relax.

Mix di colori  in una casa parigina

Nei corridoi dei piani superiori, si è scelto un colore chiaro leggermente dorato, per riflettere la scarsa luce e rendere caldo l’ambiente. 

La cameretta del bimbo è dipinta in grigio e azzurro con una partizione orizzontale, mentre nella camera dei genitori ritornano i colori neutri.

Visto il risultato, avete ancora paura di usare il colore in casa vostra?

Visita tutte le case nei nostri House Tour

Crediti: Nicolas Millet, Côte Maison


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:


 
 

Rendi uniche le tue pareti con la carta da parati personalizzata

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor

Per una stanza intera o una sola parete, la carta da parati è tornata di grande tendenza e con così tante proposte, per ogni esigenza di stile e prezzo, da stimolare anche i più cauti a osare.

Resistente e super  decorata, la carta da parati oggi torna a decorare e personalizzare le pareti di casa con materiali innovativi, grafiche e pattern a dir poco sorprendenti, pensati per adattarsi a qualsiasi ambiente e stile d’arredo.

Contrariamente al passato la carta da parati oggi è usata più che altro come elemento decorativo per dare risalto a una zona della casa, per dividere idealmente due ambienti, per vivacizzare una stanza o dare carattere a un ufficio.  La carta da parati inoltre permette, visto il ritorno in voga del colore, di vivacizzare un ambiente spento senza dover cambiare un singolo elemento d’arredo.

Per esempio, per valorizzare un ambiente piccolo, come un ingresso, il guardaroba o il bagno degli ospiti, una carta da parati a tinte decise e disegni macro applicata anche al soffitto, crea un effetto “scatola” avvolgente e d’impatto. In questo modo le dimensioni passeranno inosservate. Basta anche una sola parete in un soggiorno di ampia metratura per definire la funzione di uno spazio: dalla zona relax all’angolo pranzo, fino allo studio.

La scelta del decoro dipende dallo stile e dall’atmosfera che si vuole creare e naturalmente dall’arredamento. Per quanto riguarda l’aspetto stilistico, non c’è alcun limite: decori figurativi, astratti, optical, multicolor, fantasie geometriche e persino riproduzioni di fotografie per creare una carta da parati personalizzata.

Per chi è alla ricerca di un prodotto completamente personalizzato e di qualità, vi consigliamo Impresso carte da parati, il brand nato dall’azienda Dardanelli Srl che fin dagli anni ’80 opera nella stampa digitale di grande formato sia su supporto flessibile che rigido, specializzata nel segmento carta da parati per l’interior design.

Le carte da parati Impresso sono disponibili con supporto TNT (tessuto non tessuto), in TNT-carta mista e in pura fibra di vetro, stampate con tecnologia HP che prevede l’uso di inchiostri green – certificati ‘Green Guard Gold’ – e realizzate con strumenti all’avanguardia. Queste caratteristiche assicurano al materiale un’elevata performanza ed una posa perfetta, inoltre tutte le carte sono certificate ignifughe.

Punto di forza dell’azienda è la personalizzazione a 360° offerta a progettisti e clienti finali: Impresso può infatti stampare su 5 differenti tipologie di carta da parati a scelta, grafiche e fotografie su richiesta, garantendo un supporto tecnico per l’ottimizzazione dell’immagine in grande formato. Un servizio “taylor-made” efficace e competitivo ideale per chi desidera ottenere ambienti unici e al passo con le più attuali tendenze d’arredo.

carta da parati Impresso – collezione muri effetto Murales

Le carte da parati Impresso sono declinabili in numerosi effetti superficie – canvas, carta antica, sabbia, carta liscia e tela – tra cui poter scegliere per ottenere l’effetto visivo e tattile desiderato.

carta da parati Impresso – collezione muri effetto Intonaco fiorentino

La carta da parati personalizzata Impresso

Come funziona? E’ facilissimo, ti basta mandare una mail con le misure della parete che desideri rivestire e l’idea che vorresti sviluppare sulla texture per attivare il supporto tecnico del team Impresso.

Una fotografia famosa o che hai scattato, un disegno che hai realizzato, un quadro, una scritta, sono molte le grafiche sviluppabili su misura per ottenere una carta da parati personalizzata con cui impreziosire e dare carattere alla tua casa o al tuo ufficio.

carta da parati Impresso realizzata da una fotografia

I vantaggi di scegliere Impresso non finiscono qui. Nel sito sono inoltre disponibili alcune video lezioni che spiegano passo dopo passo come disegnare fai da te la carta da parati, ma anche come ingrandire una foto per renderla adatta a rivestire una parete intera.

Dunque, cosa aspetti? Rendi uniche le tue pareti con la carta da parati Impresso, in questo modo potrai vantarti con le amiche di essere tu la designer del tuo nuovo rivestimento!

Per maggiori informazioni visita www.impressoitaly.com

L’articolo Rendi uniche le tue pareti con la carta da parati personalizzata proviene da Dettagli Home Decor.


 
 

 
 

 
 
 

 

Fashion Editorial| BCBGMAXAZRIA Spring Summer 2019

Pubblicato da admin in Charme and More

Fashion Editorial

Zoey Grossman for BCBGMAXAZRIA Spring Summer 2019 Campaign with Rosie Huntington-Whiteley

BCBGMAXAZRIA’s Spring/Summer 2019 campaign, featuring Rosie Huntington-Whiteley, was styled by Kate Young and photographed by Zoey Grossman. The campaign, titled, “Modern Goddess”, celebrated feminine creativity and today’s woman, fusing versatility with a level of modern sophistication. Given the grace and confidence shown throughout her career, Rosie Huntington-Whiteley was the ideal choice for this campaign. Expressing her excitement to work with such powerful voices in fashion, Huntington-Whiteley said, “The BCBGMAXAZRIA Spring/Summer 2019 campaign was about relaying the message of fearless femininity that is woven throughout this collection. It was an honor to work alongside two women who I admire, Zoey Grossman and Kate Young. Working with them further amplified the message of this collection of today’s fearless, strong woman.”

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-3-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-1-2-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-2-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-5-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-4-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-1-3-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-3-2-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-2-2-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-4-2-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-6-683x1024

zoey-grossman-rosie-huntington-whiteley-5-2-683x1024

Ph via

 

L’articolo Fashion Editorial| BCBGMAXAZRIA Spring Summer 2019 proviene da Charme and More.


 
 

Arredare in stile Boho Chic

Pubblicato da admin in Design Ur Life

Un insieme di caratteristiche riconoscibili che comprendono una serie di elementi riconoscibili agli interni, è uno stile di arredo. In questo articolo parliamo dello stile “Boho Chic” che è una tendenza degli ultimi anni.

Lo stile Boho Chic è l’accostamento di due stili Bohémien, che si riferisce allo stile d’artisti del 19esimo secolo e lo stile Chic, Parola francese che significa elegante. E’ nato da partire dagli anni 2000 nel mondo della moda e poi è arrivato nel mondo di arredamento e design. 

Boho Chic
Source Pinterest
boho chic1
Source Pinterest
boho chic 3
Source Pinterest

Lo stile Boho Chic è un mix di stili diversi come etnico, hippy, far west, orientale, nordico e cosi via. Infatti è uno stile molto originale e personalizzato, pieno di colori, tanto verde, i pezzi unici dei paesi lontani e le finiture diverse sono delle caratteristiche fondamentali di questo stile. E’ anche il mix tra il vecchio e il nuovo e gli spazi sono sempre pieni di oggetti d’arredo che raccontano la personalità di chi ci abita. Infatti, questo stile punta a spezzare la monotonia di interni moderni con i mobili vintage e fatti a mano per rendere unico e esclusivo l’ambiente.

Lo stile Boho Chic è anche green

In questo stile cosi colorato non possono mancare le piante che diventano un elemento d’arredo molto importante. La presenza delle piante aiutano a creare un ambiente caldo e un pò hippie.

Boho Chic

Shop here

Questo stile secondo me è perfetto per arredare gli spazi outdoor . Arredi e dettagli sono leggeri e riconfigurabili. Cuscini, pouf, teli decorativi e i tappeti insieme alle presenze green rendono il terrazzo molto accogliente e all’insegna del relax.

Boho Chic

Shop here

Alcuni must-have di questo stile sono: Pouf etnici, il divano di fibre naturali, cuscini di vario tonalità e stampe, tappeti orientali, Arte, Peacock chair e i patchwork. 

Boho Chic

Shop here

Boho Chic

Shop here

Boho Chic

Shop here

Boho Chic

Shop here

Quindi i Colori sgargianti e i materiali più possibile naturali sono le caratteristiche fondamentali di questo stile libero e spensierato. Per maggiori ispirazioni e idee d’arredo potete dare uno sguardo qui.

Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

L’articolo Arredare in stile Boho Chic proviene da Design ur life blog.


 
 

Arredare in stile Boho Chic

Pubblicato da admin in Design Ur Life

Un insieme di caratteristiche riconoscibili che comprendono una serie di elementi riconoscibili agli interni, è uno stile di arredo. In questo articolo parliamo dello stile “Boho Chic” che è una tendenza degli ultimi anni.

Lo stile Boho Chic è l’accostamento di due stili Bohémien, che si riferisce allo stile d’artisti del 19esimo secolo e lo stile Chic, Parola francese che significa elegante. E’ nato da partire dagli anni 2000 nel mondo della moda e poi è arrivato nel mondo di arredamento e design. 

Boho Chic
Source Pinterest
boho chic1
Source Pinterest
boho chic 3
Source Pinterest

Lo stile Boho Chic è un mix di stili diversi come etnico, hippy, far west, orientale, nordico e cosi via. Infatti è uno stile molto originale e personalizzato, pieno di colori, tanto verde, i pezzi unici dei paesi lontani e le finiture diverse sono delle caratteristiche fondamentali di questo stile. E’ anche il mix tra il vecchio e il nuovo e gli spazi sono sempre pieni di oggetti d’arredo che raccontano la personalità di chi ci abita. Infatti, questo stile punta a spezzare la monotonia di interni moderni con i mobili vintage e fatti a mano per rendere unico e esclusivo l’ambiente.

Lo stile Boho Chic è anche green

In questo stile cosi colorato non possono mancare le piante che diventano un elemento d’arredo molto importante. La presenza delle piante aiutano a creare un ambiente caldo e un pò hippie.

Boho Chic

Shop here

Questo stile secondo me è perfetto per arredare gli spazi outdoor . Arredi e dettagli sono leggeri e riconfigurabili. Cuscini, pouf, teli decorativi e i tappeti insieme alle presenze green rendono il terrazzo molto accogliente e all’insegna del relax.

Boho Chic

Shop here

Alcuni must-have di questo stile sono: Pouf etnici, il divano di fibre naturali, cuscini di vario tonalità e stampe, tappeti orientali, Arte, Peacock chair e i patchwork. 

Boho Chic

Shop here

Boho Chic

Shop here

Boho Chic

Shop here

Boho Chic

Shop here

Quindi i Colori sgargianti e i materiali più possibile naturali sono le caratteristiche fondamentali di questo stile libero e spensierato. Per maggiori ispirazioni e idee d’arredo potete dare uno sguardo qui.

Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

L’articolo Arredare in stile Boho Chic proviene da Design ur life blog.


 
 

Le tendenze del Salone del Mobile di Milano 2019: i trend del futuro

Pubblicato da blog ospite in VDR Home Design

Le tendenze del Salone del Mobile di Milano 2019: cosa si è visto e cosa aspettarsi per il prossimo futuro nel campo dell’arredo casa.


Il Salone del Mobile di Milano è ormai finito da un paio di settimane ma continuiamo a parlarne e guardarne le immagini per cercare di capire quali siano le effettive tendenze che vedremo nel prossimo futuro.

Non tutto quello che viene proposto infatti prenderà piega nella vita di tutti i giorni. Ci sono però delle grandi tendenze (di cui avevamo già sentito il profumo nell’aria) che sicuramente troveranno terreno fertile.

Ne ho viste quattro molto interessanti.

Le tendenze del Salone del Mobile di Milano: a tutto colore

Addio colori pastello e neutri: il tempo della timidezza nell’uso dei colori è finito. Si osa con colori coraggiosi e pieni, che danno subito un carico di energia. Si va dal blu cobalto al malva.

Anche le accoppiate azzardate in realtà funzionano: pareti grandi protagoniste di allestimenti che attirano l’attenzione. Ma anche arredi dai materiali eco-sostenibili ed innovativi che vengono proposti in più colori. Interni assolutamente all’insegna della creatività e dell’estro.

Tendenze del Salone del Mobile: lo stand di SCAB Design
SCAB Design

Le tendenze: forme geometriche e rigore

Il tempo degli arredi ispirati alle forme organiche è lontano e si è tornati al rigore e alle forme geometriche. Sperimentazioni di forme sia negli arredi che nei complementi, che diventano così pezzi scultorei.

Elementi si funzionali, ma assolutamente d’enfasi: vere e proprie dichiarazioni di stile. In molti casi l’anniversario della Bauhaus ha sicuramente avuto un ruolo importante della progettazione di quello che abbiamo visto. Un ritorno alla progettualità ragionata che coniuga funzione ed estetica.

Tendenze del Salone del Mobile: le collezioni di FABBIAN
FABBIAN

Le tendenze del Salone del Mobile di Milano: gli splendidi anni ’50 sono tornati a salutarci

Gli anni ’50 e i grandi maestri del Design non smettono di ispirare ed insegnare. La ricerca che deve dare risposte a domande che molto spesso non sono ancora state fatte. Il continuo spostare l’asticella più in alto per trovare materiali e forme sempre più performanti.

Ma anche prodotti che suscitino emozioni, evocando memorie specifiche. Tanti aspetti che continuano ad esserci anche ai nostri giorni e che danno vita ad oggetti davvero speciali.

Tendenze del Salone del Mobile: tappeti e pouf MOHEBBAN Milano
MOHEBBAN Milano

Addio Minimalismo, benvenuto Massimalismo

Se c’è un trend su cui tutti possiamo essere d’accordo è proprio questo. Il tempo del minimalismo sembra proprio essere tramontato. Ambienti carichi di stimoli, con differenti materiali e texture che dialogano tra loro.

Un eclettismo non solo estetico e stilistico, ma anche tecnico a volte. Vetro e metallo, oro ed essenze pregiate di legno. Non c’è limite alle combinazioni, purché siano pensate con attenzione e creino unità ed armonia in un interno.

Il solo limite è la creatività.

Tendenze del salone del Mobile: lo stand Covet House.
Covet House
Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Le tendenze del Salone del Mobile di Milano 2019: i trend del futuro sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.


 
 

Rinnovare la cucina, 5 progetti da cui farsi ispirare!

Pubblicato da blog ospite in Voglia Casa

Il cuore della casa….il luogo per antonomasia dove ci si ritrova in famiglia e con gli amici per trascorrere momenti indimenticabili!

La CUCINA è lo spazio domestico più amato e ricercato dagli italiani, secondo i dati della nota piattaforma Homelook.it, specializzata in interior design e arredamento.

L’ambiente che riceve più attenzioni dagli utenti e che si traducono in una continua e costante ricerca di idee e spunti per essere rinnovato. Ecco che Homelook.it ha chiesto ai migliori interior designer come rinnovare la cucina senza cambiarla. Il risultato sono 5 progetti di interior relooking da cui trarre ispirazione, per migliorare la propria stanza del cuore nel rispetto dello stile di appartenenza ma senza rinunciare a nuovi mood e tendenze.

1. Stile industriale, che passione.

Basta intervenire su pochi elementi per modificare del tutto l’aspetto della propria cucina. Lo sa bene Cinzia Corbetta, La gatta sul tetto, che si confronta con un ambiente dalle linee country chic per virare verso l’industriale.

Due stili che si combinano perfettamente, come dimostra l’ampio utilizzo per entrambi di elementi retrò. Come la nuova lampada a sospensione, un oggetto di design dal cuore nostalgico. Guardano al passato anche le sedie in metallo anticato.

Emerge sul fondale nero la cappa in acciaio inox. Dello stesso materiale anche le mensole introdotte in sostituzione dei mobili pensili.

2. Scandinava nell’anima.

Insegue l’armonia dello stile nordico il progetto di Mariana Bettinelli, Interior Notes, alle prese con una tipica cucina degli anni ’80.

Nel segno della sobrietà, profili e maniglie si adattano al bianco dell’arredo, mentre la scelta per il top della cucina va verso un legno in essenza chiara. Uniformità anche per le pareti, ritinteggiate in grigio chiaro.

Le linee del tavolo si ammorbidiscono sulle tracce del nordic style. Il legno delle gambe richiama quello delle sedie e della credenza in quercia naturale. La pulizia è di casa anche grazie al disegno leggero della lampada a sospensione.

3. Il calore della modernità.

Una cucina in stile scandinavo diventa con la guida
di Giorgia Congiu, GiCiArch, un ambiente decisamente più vicino
ai gusti degli italiani.

Ecco che l’area adotta
uno stile contemporaneo, con le pareti
arricchite da una speciale carta da
parati
in fibra di vetro caratterizzata dai toni del grigio e dell’azzurro.
Colori che si ritrovano anche nelle nuove sedie
in velluto turchese e naturale.

L’eleganza entra in scena con il lampadario a sospensione in vetro. Dalle linee moderne e attuali, accompagna le linee arrotondate del rivestimento delle pareti. L’atmosfera si alleggerisce anche grazie alla sostituzione delle veneziane con morbide tende a pacchetto.

4. Contemporanea con accenti boho chic .

La cucina rinnovata da Fabio Cipriano ed Emanuela Carratoni, CAFElab architetti, è un concentrato di energia, grazie alla forte presenza del colore.

Se l’arredamento di partenza trasmetteva un senso di confusione, qui è tutto più ordinato. Il colore prescelto per basi e pensili è il verde petrolio, utilizzato in due tonalità diverse.

Una ventata di calore arriva dalle finiture cromate e satinate di nuovi elementi, quali lavello, rubinetto e pomelli. A centro stanza compaiono un ampio tavolo dalle linee scolpite circondato da sedie.  La ricercatezza dei materiali si rivela nell’uso del Marmo di Carrara per piano e backsplash. Il lampadario dalle forme geometriche aggiunge all’ambiente contemporaneo un tocco boho chic.

5. Minimal sì, ma traboccante di vita.

La cucina è un ambiente vivo, e così va trattato. Lo sa bene Martina CimaSpunti e Virgole, qui alle prese con una cucina minimal rigorosa e severa.

E allora, spazio sul piano di lavoro ad oggetti della quotidianità, come l’immancabile macina sale e pepe. E poi, ancora, un thermos e una tazza rigorosamente bianca in cui versare la propria bevanda preferita. Anche le erbe aromatiche, accompagnate da un coprivaso in legno, danno corpo all’ambiente.

Di tendenza e funzionale il tappeto in iuta davanti al lavandino. Due mensole nere aggiungono superficie utile e segnano lo spazio che sovrasta il piano di lavoro, interrotto da due lampade in stile industriale.   


 
 

Riciclo goloso del cioccolato di Pasqua.

Pubblicato da admin in Charme and More, Idee

 

Charme and More vi suggerisce una ricetta golosa per riciclare il cioccolato avanzato delle uova di Pasqua per non sprecare proprio nulla e fare la felicità di grandi e piccini.

Ingredienti

(Dosi per 30 persone)

400 g farina

300 g burro morbido

200 g zucchero di canna

200 g cioccolato al latte a pezzetti

65 g zucchero semolato

4 g sale

4 g bicarbonato

mezzo baccello di vaniglia

Preparazione

Per la ricetta dei biscotti al burro e cioccolato al latte, impastate la farina, lo zucchero di canna, quello semolato, il sale, il bicarbonato, il cioccolato, i semi raschiati da mezzo baccello di vaniglia e il burro.

Formate due salsicciotti di 5 cm di diametro, avvolgete ciascuno in due fogli di carta da forno e lasciateli riposare in frigo per almeno 1 ora: alla fine anche il cuore dovrà essere freddo.

Eliminate la carta e tagliate i salsicciotti in rondelle spesse poco meno di 1 cm. Accomodate i biscotti su una placca foderata di carta da forno e infornateli a 160 °C per 20’ circa. Sfornate i biscotti e lasciateli raffreddare del tutto prima di servirli.

Credit LaCucinaItaliana

Ph via Unsplash
Ph via Unsplash

Una ricetta semplice e veloce, perfetta per la colazione o la merenda dei bambini.

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Riciclo goloso del cioccolato di Pasqua. proviene da Charme and More.

Tags:

 
 

La casa che nasconde un giardino segreto

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors, Interni

Questa casa del XIX secolo nel centro storico di Barcellona ospita un giardino pieno di luce dove felci, fiori e piante rampicanti convivono in armonia. Un rifugio rigoglioso dove fuggire dal caos della città.

Gli architetti dello studio Acabadomate, Valeria Merola e Alessandra Faraone, hanno ristrutturato questo appartamento che un tempo ospitava una galleria d’arte. Nel corso della ristrutturazione sono state mantenute le modanature originali e recuperati tutti i serramenti.

Nel cortile interno, è stato ricreato un giardino romantico, con una fontana al centro, ninfee bianche, muschio e alcune panchine in pietra. Le piante rampicanti e le felci, convivono con tanti fiori diversi, tra cui le begonie, tipiche del patio, ma anche vasi con erbe aromatiche. Un albero di limoni è stato aggiunto all’ulivo e all’arancio già presenti in questo spazio centenario.

Il risultato è una casa con un giardino selvaggio, privato, segreto e di facile manutenzione.

www.acabadomate.com

L’articolo La casa che nasconde un giardino segreto proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Casa Cook Ibiza – Bohemian minimallism on the White Isle

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Nook Twelve

Casa Cook Ibiza – Bohemian minimallism on the White Isle

Casa Cook Ibiza is set to open on the White Isle in July 2019 and it will be the fourth hotel under the boutique lifestyle brand and the first in Spain.

The post Casa Cook Ibiza – Bohemian minimallism on the White Isle appeared first on Nook Twelve.


 
 
               

Torna su