In Piscina

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Arredi e complementi di design per il bordo piscina

Per vivacizzare lo spazio a bordo piscina ecco per voi una selezione di arredi e complementidal design ricercato e dalle tinte accese, pensati per il massimo relax all’ombra o sotto il sole caldo!
arredi e complementi di design a bordo piscina
CARIBE, una linea composta da una sedia, una lounge-chair, due tavolini, uno basso e uno alto, oltre a un pratico coffee-table. Tutti con struttura in acciaio e corda plastica intrecciata, ideali per l’uso esterno. I colori? Un’esplosione di vivacità, tipica dei Caraibi: dal turchese all’arancio ‘Curry’, mischiati al nero, al verde menta e al rosa acceso. In vendita da tanini home.


arredi e complementi di design a bordo piscina
Per un pò di riparo dal sole abbiamo scelto l’ombrellone MOGAMBO, design Paola Lenti


arredi e complementi di design a bordo piscina

Copacabana multicolor, la divertente poltrona da giardino rotonda in vendita da Maison du Monde


arredi e complementi di design a bordo piscina
Panto POP di Verpan, la poltroncina impilabile in plastica colorata in vendita da tanini home. Un complemento d’arredo pratico e funzionale.

arredi e complementi di design a bordo piscina
Batignoles, poltrona da giardino con poggiapiedi in metallo blu o giallo, in vendita da Maison du Monde


arredi e complementi di design a bordo piscina
Immancabili per l’estate in piscina o al mare, i teli della collezione estate 2017 firmata Society Limonta

arredi e complementi a bordo piscina
Set due tavolini da giardino realizzati in ferro smaltati, proposti in diversi colori sono in vendita da Maison du Monde


arredi e complementi di design a bordo piscina
FLOAT, pouf in diverse dimensioni design F. Rota per Paola Lenti





 
 

 
 

 
 
 

 

L’Ice Cream Museum

Pubblicato da blog ospite in +deco

Stavo già morendo dalla voglia di andare a Los Angeles ma adesso, dopo aver visto le immagini del Museo del Gelato o Ice Cream Museum, il mio desiderio è diventato imperativo!

L’Ice Cream Museum, fondato dai giovani Maryellis Bunn e Manish Vora, ha già esaurito i biglietti fino ad Agosto dopo che Beyoncè e altre divi ne hanno pubblicato su Instagram.

Foto di Cameron Dallas

The post L’Ice Cream Museum appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

 
 

 
 
 

 

Interno contemporaneo nel cuore di Marrakech

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
una casa dalla forte ispirazione scandinava

Una casa dalla forte ispirazione scandinava dove prevale il bianco assoluto delle pareti e dei pavimenti che mette in risalto arredi, comlementi e i tanti oggetti decor.

La zona giorno, suddivisa tra il living e la sala da pranzo, è un piacevole mix di stili diversi perfettamente combinati tra loro. Le bellissime sedie di cuoio e le lampade a sospensione anni ’50 provengono da un mercatino delle pulci.

In netto contrasto con il resto della casa, la cucina è stata interamente decorata con tonalità scure, scegliendo piastrelle nere e pareti grigie. Sulle mensole a vista, le ceramiche colorate tipiche del Marocco, ravvivano l’ambiente.

All’esterno completa la casa una bella terrazza in stile etnico chic.


una casa dalla forte ispirazione scandinava
una casa dalla forte ispirazione scandinava
una casa dalla forte ispirazione scandinava
una casa dalla forte ispirazione scandinava
una casa dalla forte ispirazione scandinava

immagini di Gaelle Boulicaut  Via Bo Bedre



 
 

 
 

 
 
 

 

Come trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Alzi la mano chi non è affascinato dall’idea di vivere in una mansarda. Nell’immaginario comune i sottotetti hanno un’aura romantica e sono legati a leggendarie figure di artisti.  

Sentire il rumore della pioggia sui vetri o guardare le stelle prima di addormentarsi sono alcuni dei vantaggi che la mansarda può regalare, a patto che i locali siano confortevoli, ovvero ben progettati e coibentati. Se possedete un sottotetto e state pensando di renderlo abitabile, per ricavarne un’intero appartamento o solo delle stanze aggiuntive, ecco le 4 mosse da seguire passo passo per trasformare il sottotetto in una mansarda confortevole:

Verificate se il sottotetto è convertibile

Sembra banale, ma questo primo passo è importantissimo e merita tutta la nostra attenzione: chi ben comincia è a metà dell’opera, dice un saggio proverbio. Del resto, la normativa in materia parla chiaro: per capire se un sottotetto ha i requisiti per essere convertito in abitazione, bisogna prima valutare le sue dimensioni iniziali, e verificare se lo spazio può raggiungere l’altezza consentita. (Scarica la tabella con i parametri regione per regione). In questa fase vanno valutate alcune caratteristiche, come l’altezza del tetto, l’angolo di inclinazione, la struttura portante, la presenza di camini, cisterne o locali tecnici. Il mio consiglio è quello di affidarsi a un professionista, che effettuerà un rilievo accurato del luogo, indicherà le criticità e preparerà un preventivo di massima. A questo punto sarete in grado di decidere se vale la pena di imbarcarsi nel progetto o meno: tenete presente che i costi strutturali che dovrete affrontare in ogni caso sono quelli relativi all’isolamento del tetto, alla creazione della scala dal piano sottostante e alla predisposizione degli impianti.

Usufruite delle agevolazioni fiscali

Fino alla fine del 2017 le ristrutturazioni usufruiscono dell’IVA agevolata al 10% e della detrazione Irpef del 50%. Inoltre, il recupero del sottotetto è considerato come un intervento che migliora l’efficienza termica dell’edificio, grazie alla coibentazione del tetto, dunque potete usufruire dell’ecobonus che prevede detrazioni Irpef del 65%.

Qui trovate tutte le informazioni sull’ecobonus: informazionefiscale.it.

Anche per chi ha già una mansarda abitabile, vale la pena di usufruire delle agevolazioni, mettendo in cantiere interventi sui serramenti. La detrazione Irpef del 65% è applicabile alla posa, al costo delle finestre, delle tapparelle e delle tende esterne acquistate contestualmente alle finestre; scegliendo un modello VELUX di ultima generazione, è detraibile anche il costo per l’integrazione con l’ interfaccia per l’impianto demotico di apertura e chiusura.

trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

© love chic living

Sfruttate la luce naturale

Uno dei vantaggi della mansarda è quello di poter sfruttare la luce naturale, grazie alla posizione sopraelevata rispetto agli altri edifici e all’inclinazione del tetto, che permette alla luce di inondare i locali praticamente dall’alba fino al tramonto. Il mio consiglio è quello di non lesinare sulle aperture nel tetto, rispettando al millimetro i coefficienti del rapporto aeroilluminante fissati dalla normativa: abbondate e non ve ne pentirete! La luce naturale aumenta il confort psicofisico e consente di risparmiare sul consumo di energetico per la luce artificiale e per il riscaldamento. Preferite le finestre da inserire nel tetto agli abbaini, così da poter sfruttare la luce zenitale e distribuite le aperture lungo tutto il tetto, anche nella parte alta e su tutte le falde: con un impianto di regolazione automatizzato potrete aprirle e chiuderle a piacimento, usufruendo anche di una di una fonte di ventilazione soft.

trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

© pura arquitectura

trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

© 42 magazin.rs

Sfruttate ogni centimetro della zona vicino alla gronda

Uno dei limiti più significativi degli spazi ricavati nel sottotetto è quello dello spazio: le zone sotto il colmo del tetto vanno lasciate libere per i disimpegni e per la circolazione delle persone, dunque non sono sfruttabili per posizionare tutti i mobili di cui abbiamo bisogno. La temuta zona vicino alla gronda, con le sue altezze minime, sembra a prima vista uno spazio poco utilizzabile, mentre in realtà bastano pochi accorgimenti per renderlo utile e vivibile, posizionandovi alcuni elementi come i mobili bassi del salotto, gli armadi su misura, il letto, la vasca da bagno. Un consiglio puramente estetico: non fatevi prendere dall’horror vacui e lasciate anche qualche spazio libero, per evitare di restringere troppo lo spazio.

Ecco qualche soluzione creativa: collocare una parte del piano di lavoro della cucina lungo il muro di gronda.

trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

© Hugo Hébrard photo

nel bagno qui sotto, lo spazio tra la gronda e la doccia accoglie il cesto della biancheria e un paio di mensole.

trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

© Love it Or List it Vancouver

Prevedete armadi su misura da collocare sia lungo il muro di gronda, sia lungo le pareti spioventi. Evitate di posizionare mobili ingombranti nella zona sotto il colmo.

trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

© schreinerei heidenreich

Nella zona di gronda potete installare anche la doccia: sfruttate le finestre per ridurre lo spessore delle falde e guadagnare spazio in altezza.

trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

© Ute Günther Wachgeküsst

Anche il letto si può posizionare in zona gronda, lasciando libero lo spazio al centro.

trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse

© trendir.com

The post Come trasformare il sottotetto in una mansarda in 4 mosse appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Parliamo di Japandi style sul Giornale di Sicilia

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break

Torniamo a parlare di Japandi style sul Giornale di Sicilia; è veramente un piacere per noi poter collaborare con professionisti così seri e disponibili.

Il Japandi style è uno dei più interessanti trend del 2017, una ricercata combinazione tra il già conosciuto e apprezzato stile scandinavo e l’interior design di ispirazione nipponica.
Il risultato? Una casa che resta minimale ma diventa più calda e raffinata.

We talk about Japandi Style on Giornale di Sicilia

Let’s talk about style Japandi on Giornale di Sicilia; it’s really a pleasure for us to work with such serious and helpful professionals.

Japandi style is one of the most interesting trends of 2017, a sought-after combination of the well known and appreciated Scandinavian style and the Japanese interior design inspiration.
The result? A house that remains minimal but becomes more warm and refined.

_________________________
CAFElab | studio di architettura


 
 

Una scala verso il cielo

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Casa G un progetto di Francesco Librizzi

Il progetto di ristrutturazione di una antica casa di pescatori a Cefalù dove una scala di 10 metri che conduce alla terrazza ne è la protagonista indiscussa.

Casa G, ad opera dell’’architetto milanese Francesco Librizzi,  è il risultato della fusione di più unità immobiliari, all’interno del nucleo che formava l’antico villaggio dei pescatori a ridosso del mare. 

Uno straordinario intervento di restauro seguito da una significativa reinterpretazione dello spazio. 


La distribuzione dei locali su più livelli ha permesso di stabilire un percorso principale in grado di attraversare la casa con un’unica scala. Il percorso verticale che porta alla vista del mare crea durante l’ascesa inaspettati punti di introspezione sugli spazi interni. La scala, alta ben 10 metri, è costituita da un telaio in profili trafilati in acciaio da 14 mm che collaborano strutturalmente con gradini e alzate realizzati in blocchi autoportanti di rovere massello.

I pavimenti sono realizzati in cementine colorate esagonali da 20 cm e ceramiche artigianali smaltate a mano. Sulla superficie di copertura del terrazzo le ceramiche diagonali a tinte verdi riprendono i colori del mare.

Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi

Fotografie: Alberto Moncada


 
 

Happy Monday

Pubblicato da blog ospite in REDaddress

www.instagram.com


 
 

IKEA: tante novità in arrivo ad Agosto

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Scopri le novità IKEA di Agosto

Per rendere la tua casa ancora più accogliente, IKEA presenta un assortimento di nuovi prodotti caratterizzato da colori intensi, accenti dorati e atmosfere tropicali.


Per il soggiorno IKEA propone una poltrona in diversi colori, tutti molto freschi, da abbinare alle nuove lampade, gli oggetti decorativi e i tessili, dai tappeti ai plaid, che rendono l’ambiente accogliente e creano la giusta atmosfera.

Per la zona pranzo troviamo una sedia che unisce un design iconico a una sostenibilità innovativa. Per la tavola arriva una nuova serie di piatti e ciotole realizzata con il vetro riciclato delle fabbriche di IKEA.

Il tema della sostenibilità prosegue in cucina, con un nuovo piano di lavoro in frassino, realizzato usando una quantità inferiore di legno, e maniglie in pelle ottenute con materiale di scarto, che donano carattere all’ambiente. Per il bagno, infine, sono disponibili nuovi miscelatori, in diversi stili, che permettono di risparmiare acqua ed energia. 
Tutte queste novità sono un esempio di come sia possibile realizzare prodotti che uniscono stile e funzionalità e rispetto per l’ambiente.


Scopri le novità di Agosto di IKEA
Pensata per il tuo relax, la poltrona KOARP dona al tuo soggiorno uno stile moderno e ti offre diversi colori tra cui scegliere, tutti molto freschi.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Crea una calda luce d’ambiente in casa con la lampada da tavolo FADO, in vetro giallo o grigio, e la lampadina a LED LUNNOM, che ha un fascino d’altri tempi.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Tessuto a mano da artigiani esperti di India e Bangladesh, ogni tappeto NÖDEBO è unico e presenta diverse sfumature di verde. 

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Con il suo motivo d’ispirazione tropicale, la fodera per cuscino GILLHOV porta una ventata di novità nella tua casa.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Crea un’accogliente luce d’ambiente con le lampade da terra e da tavolo MAJORNA, realizzate con due strati di carta di alta qualità applicati a mano a una struttura in metallo. In 50% ramiè e 50% cotone, la fodera per cuscino MAJBRITT è lavabile a 40 gradi.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Scopri la sedia ODGER, un’icona del design realizzata con un materiale innovativo costituito da un mix di legno e plastica. Non solo. Il 50% di quest’ultima è riciclato.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Dona alla tua cucina il calore del legno con il piano di lavoro PINNARP in truciolare rivestito di frassino, realizzato con una tecnologia innovativa e sostenibile che permette di usare meno legno massiccio. Con il loro colore naturale, le maniglie in pelle ÖSTERNÄS sono quello di cui hai bisogno per valorizzare i tuoi mobili donando loro carattere.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Dona stile alla tua tavola con le posate TILLAGD color ottone o nere, che si abbinano a piatti e bicchieri sia tradizionali che moderni e sono lavabili in lavastoviglie.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
La forma elegante della coppa STORHET è ideale non solo per champagne e cocktail, ma anche per servire gelati, macedonie e altri dessert.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Se ami il vintage, il motivo floreale d’ispirazione tradizionale del vassoio PRISTELLA è quello che fa per te.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Lasciati avvolgere dalla morbidezza dei nuovi plaid IKEA in diversi stili e materiali, dal moderno al tradizionale, dal poliestere alle fibre naturali come lana e cotone. Il miscelatore HAMNSKÄR è perfetto per un bagno dallo stile tradizionale, ma ha funzioni moderne che ti fanno risparmiare acqua ed energia.


Ricorda, tutte queste novità saranno disponibili nei punti vendita IKEA a partire dal mese di Agosto.


 
 

La camera da letto bianca

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti

La camera da letto è lo spazio privato per eccellenza, un luogo di riposo in cui ci si deve sentire sempre a proprio agio. L’arredamento contribuisce a creare l’atmosfera che desideriamo, insieme ad un uso studiato dei colori delle pareti, degli arredi e degli accessori.
Fantasia e gusti personali sono alla base di tutte le scelte in casa ma la psicologia del colore consiglia di scegliere tinte tenui e colori pastello per la zona notte, tonalità accese e vivaci per la zona giorno. Le tendenze degli ultimi anni ci hanno mostrato soluzioni diverse e molto lontante tra loro ma tra tutte le mode del settore arredamento, ai primi posti permane la camera da letto bianca. Una stanza rasserenante dal punto di vita cromatico perché pensata per conciliare il relax totale, infondere calma e pace, rilassare.

 

Camera bianca 8030 con letto, comodini e settimanale

 

Una camera con mobili bianchi piace a tutti, non stanca mai e il suo look può essere rivoluzionato tutte le volte che si desidera senza incorrere in spese eccessive. È possibile cambiare la biancheria del letto, giocare con le tende o il tappeto, scegliere un nuovo colore per una o più pareti della stanza.

Da notare in questa foto la presenza di letto, comodini e comò bianchi in abbinamento ad una parete d’accento color rame e ad accessori e complementi grigio / neri.

 

Camera matrimoniale 4022 con mobili in laccato bianco

 

Spesso il colore bianco viene visto come un colore di ripiego low cost ed economico, che va bene con tutto, da scegliere quando non si hanno idee e si vuole andare sul sicuro. È riduttivo pensare al bianco in quest’ottica, piuttosto è bene trovare il modo di sfruttare questa sua grande versatilità. Da dosare e usare con criterio, in modo equilibrato e studiato, il bianco diventa a volte il miglior alleato della camera da letto. Pensate allo stile scandinavo, questo colore / non colore la fa decisamente da padrone e abbinato alle calde sfumature del legno arreda in modo lodevole.

Camera da letto bianca, ma bianco come? Puro, latte, panna, avorio, ghiaccio, freddo, sporco? Chi più ne ha più ne metta.
Chi pensa che esiste un’unica sfumatura di bianco si sbaglia. Scegliere e acquistare mobili bianchi può rivelarsi più arduo del previsto, soprattutto quando si inizia a ragionare anche sul materiale.

 

Camera da letto 1000 in rovere laccato poro aperto bianco segnale. Armadio con dettagli in vetro millerighe bianco

 

Camera 2532 con letto bianco, comodini bianchi, comò bianco

 

Quelli che potete notare qui sotto sono campioni di diversi materiali bianchi presenti nel nostro campionario online. Da notare come l’impatto visivo cambia a seconda del materiale e della texture.

Dal campionario Napol, campioni in bianco

 

Naturalmente tutte le nostre camere da letto possono essere completate da armadi coordinabili per finiture e colori a letti, comò, comodini e settimanali. Chi ama il look total white può scegliere tra armadi ad ante battenti o scorrevoli bianchi, soluzioni componibili al centimetro e realizzabili praticamente su misura.

 

Armadio bianco Cono, componibile al centimetro e su misura

 

Armadio scorrevole bianco Greta con fascia decorativa in vetro bianco

 

Vi piacciono le soluzioni proposte in questo articolo? Vorreste conoscere dimensioni, finiture e prezzi? Prendete un appuntamento gratuito con un arredatore, pronto a rispondere a tutte le vostre domande e consigliarvi il miglior acquisto.


 
 

CASA MF by msplus architettura

Pubblicato da blog ospite in Voglia Casa


 
 
               

Torna su