Una tradizionale casa di pietra ristrutturata a Tinos

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture

Una ristrutturazione che ha saputo trasformare un vecchio edificio di 100 anni in una moderna e funzionale casa vacanze mantenendo e valorizzando le caratteristiche originali dell’edificio.

Dentro e fuori questa casa rispecchia fedelmente l’architettura tradizionale tipica delle Cicladi: i bellissimi soffitti a volta alti 4 metri, i materiali e i colori che definisco le superfici, le dimensioni irregolari e insolite delle stanze.

Telai e serramenti delle finestre, così come le porte,  sono stati tutti realizzati artigianalmente mantenendo le dimensioni originali e riproducendo molti degli elementi caratteristici dell’epoca, come le maniglie, i sistemi di chiusura, i bulloni. Anche gli arredi, l’impianto elettrico e alcuni dei corpi illuminanti sono stati realizzati sempre con la stessa filosofia.

La casa è dotata di due cortili accoglienti, uno collocato davanti e l’altro dietro l’abitazione. Ci sono due camere da letto, di cui una si trova su un soppalco in legno alto 2 metri, una piccola cucina a gas e un bagno con lavabo in pietra e doccia. Non vi è nulla di superfluo in questa bellissima casa di pietra, solo l’indispensabile per vivere una bellissima vacanza nel segno del relax e della tradizione.

Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture

Bella vero? Se vi piace e desiderate affittarla per le vacanze la trovate qui.



 
 

 
 

 
 
 

 

Una tradizionale casa di pietra ristrutturata a Tinos

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture

Una ristrutturazione che ha saputo trasformare un vecchio edificio di 100 anni in una moderna e funzionale casa vacanze mantenendo e valorizzando le caratteristiche originali dell’edificio.

Dentro e fuori questa casa rispecchia fedelmente l’architettura tradizionale tipica delle Cicladi: i bellissimi soffitti a volta alti 4 metri, i materiali e i colori che definisco le superfici, le dimensioni irregolari e insolite delle stanze.

Telai e serramenti delle finestre, così come le porte,  sono stati tutti realizzati artigianalmente mantenendo le dimensioni originali e riproducendo molti degli elementi caratteristici dell’epoca, come le maniglie, i sistemi di chiusura, i bulloni. Anche gli arredi, l’impianto elettrico e alcuni dei corpi illuminanti sono stati realizzati sempre con la stessa filosofia.

La casa è dotata di due cortili accoglienti, uno collocato davanti e l’altro dietro l’abitazione. Ci sono due camere da letto, di cui una si trova su un soppalco in legno alto 2 metri, una piccola cucina a gas e un bagno con lavabo in pietra e doccia. Non vi è nulla di superfluo in questa bellissima casa di pietra, solo l’indispensabile per vivere una bellissima vacanza nel segno del relax e della tradizione.

Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture

Bella vero? Se vi piace e desiderate affittarla per le vacanze la trovate qui.



 
 

 
 

 
 
 

 

Una tradizionale casa di pietra ristrutturata a Tinos

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture

Una ristrutturazione che ha saputo trasformare un vecchio edificio di 100 anni in una moderna e funzionale casa vacanze mantenendo e valorizzando le caratteristiche originali dell’edificio.

Dentro e fuori questa casa rispecchia fedelmente l’architettura tradizionale tipica delle Cicladi: i bellissimi soffitti a volta alti 4 metri, i materiali e i colori che definisco le superfici, le dimensioni irregolari e insolite delle stanze.

Telai e serramenti delle finestre, così come le porte,  sono stati tutti realizzati artigianalmente mantenendo le dimensioni originali e riproducendo molti degli elementi caratteristici dell’epoca, come le maniglie, i sistemi di chiusura, i bulloni. Anche gli arredi, l’impianto elettrico e alcuni dei corpi illuminanti sono stati realizzati sempre con la stessa filosofia.

La casa è dotata di due cortili accoglienti, uno collocato davanti e l’altro dietro l’abitazione. Ci sono due camere da letto, di cui una si trova su un soppalco in legno alto 2 metri, una piccola cucina a gas e un bagno con lavabo in pietra e doccia. Non vi è nulla di superfluo in questa bellissima casa di pietra, solo l’indispensabile per vivere una bellissima vacanza nel segno del relax e della tradizione.

Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture
Casa di pietra a Tinos progettata dallo studio Ioannis Exarchou Architecture

Bella vero? Se vi piace e desiderate affittarla per le vacanze la trovate qui.



 
 

 
 

 
 
 

 

In perfetto stile nordico: dieci comandamenti per arredare la tua casa#2

Pubblicato da blog ospite in Tea Stylist
Finalmente il gran caldo è alle spalle e con Ferragosto in vista ci concediamo anche noi qualche giorno di meritata pausa dal lavoro. Al mare tutti insieme con un clima da “estate italiana” che mi ricorda le mie estati da bambina quando il caldo non sembrava mai esagerato.

E fra un castello di sabbia e un intervento da arbitro a dividere i miei bambini litigiosi, scrivo la seconda puntata della fantastica serie “In perfetto stile nordico…”, se ancora non fosse chiaro il mio stile preferito 😉 perchè riflette il mio gusto estetico e lo stile di vita della mia famiglia.

Oggi è la volta del legno e care amiche ed amici, se il legno non lo adorate ebbene lo stile nordico, ahimè, non fa per voi. 
Caldo, ecologico, con la sua presenza il legno dona quel tocco magico che rende la casa accogliente, famigliare e conviviale. Al naturale, verniciato bianco, il legno è uno degli elementi distintivi dell’arredamento in stile nordico. Tavoli, sedie, madie, cucine, armadi, complementi d’arredo, finestre, pavimenti… che si tratti di quercia, noce, frassino, larice, betulla, il legno crea un’atmosfera unica che rimanda direttamente alla natura, o meglio al contatto con la natura. 
Living, cucina, camere da letto per adulti e bambini, bagni e servizi igienici, tutti gli ambienti hanno un filo rosso che li lega in modo indissolubile, in questo caso un “filo di legno”.  
Associato a forme lineari, funzionali e semplici tipiche del design scandinavo, al bianco e a colori tenui rende lo spazio rilassante, confortevole e con una interessante nota di “contrasto” che dona profondità e accenti.
Nel terzo appuntamento della serie scriverò dell’importanza della luce negli spazi domestici arredati in stile nordico. 
Vi aspetto e buon Ferragosto 🙂

Chiara 

Via delle foto: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13


 
 

Angolini outdoor in Trentino

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa

La mia vacanza in Trentino è da poco terminata. Sono stati cinque giorni caldissimi e spensierati. Ho lavorato al planning del 2018 davanti ad una vasca idromassaggio con vista lago, circondata dalle montagne.
Insomma, non mi posso lamentare.


Quello che un comune mortale si chiede mettendo piede in un tipico paesino del Trentino è: “COME PUÒ ESSERE TUTTO COSÌ PERFETTO?” 

Strade pulite, una quantità industriale di fiori, giardini verticali e paesaggi mozzafiato. Per rendere l’idea, le balaustre di legno di case ed hotel, sono naturalmente predisposte di una lunga cavità rettangolare che funge da vaso per i fiori. In questo modo non è necessario agganciare vasi alla ringhiera, quindi l’aspetto degli edifici risulta molto più pulito ed elegante.


Ogni donna vorrebbe avere balconi tanto impeccabili e profumati. 

Quello che ho immagazzinato è che non si deve assolutamente trascurare l’outdoor (e, mea culpa, finora l’ho fatto), perché è vero che non si giudica un libro dalla copertina, ma è anche vero che un esterno strepitoso è un ottimo biglietto da visita e motivo di ammirazione da parte degli ospiti e dei vicini.

Quindi, tra gli obiettivi del 2018 del mio planning, ho aggiunto anche la voce “*curare l’outdoor della Casetta”. Infatti, appena rientrata a Vasto, mi sono subito occupata del mio balcone, fino ad allora totalmente vuoto ed abbandonato. Su IG ho postato la prima foto del balcone in fase di allestimento. Se ti va, dimmi cosa ne pensi!

Gli spunti trentini non hanno fatto altro che riempirmi di idee outdoor che non vedo l’ora di portare a termine.

Ecco una serie di angolini caratteristici, che non ho potuto fare a meno di immortalare, da cui puoi prendere ispirazione per il tuo spazio all’aperto.


E tu, ami di più curare l’outdoor o l’interno della tua casa?

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss

 
 

Caritas Pavilion di Piuarch

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Expo 2015 Padiglione L'Edicola

Progettato per Expo 2015, il Caritas Pavilion si basa sul messaggio: “Dividere per moltiplicare. Spezzare il pane” ovvero il tema della divisione come ricchezza

L’Edicola, questo il nome del padiglione, si presenta come un cubo spezzato che declina anche architettonicamente l’idea della condivisione. La struttura è stata progettata tenendo la semplicità come elemento centrale nella composizione dei volumi e nell’essenzialità delle forme.

Il volume è suddiviso in cinque parti simili ma non uguali per dimensioni, che si configurano in base alle funzioni differenti che ospitano. Sono distribuiti sul terreno e, uniti da un vertice, richiamano la pianta quadrata, caratteristica della tipologia architettonica dell’edicola. L’uniformità dell’insieme è data dal profilo strutturale, dal colore e dalla scelta di un unico materiale.


Expo 2015 Padiglione L'Edicola

L’Edicola, nella sua essenzialità costruttiva, è realmente ecosostenibile. Il rivestimento esterno è realizzato in rete di PVC pre tesata che consente il passaggio dell’aria senza necessità di condizionamento, favorendo la naturale luminosità degli ambienti per ridurre al minimo l’impiego di energia. Inoltre è stata progettata per essere facilmente smontata e rimontata altrove. Il padiglione potrà infatti diventare una scuola, un centro di ascolto o un luogo di servizio per i bisognosi.


Expo 2015 Padiglione L'Edicola
Expo 2015 Padiglione L'Edicola
Expo 2015 Padiglione L'Edicola

Il lotto occupato da Caritas si compone di diversi elementi: una parte esterna pavimentata di 200 mq che accoglie i visitatori, una parte coperta di 150 mq e una parte a verde di 550 mq.

L’architettura di Caritas non genera solo un luogo ma 5 momenti, 5 esperienze, che aiutano il visitatore a entrare in relazione con il tema “Dividere per moltiplicare” e con il mondo Caritas. 

Expo 2015 Padiglione L'Edicola
Expo 2015 Padiglione L'Edicola
Expo 2015 Padiglione L'Edicola
Expo 2015 Padiglione L'Edicola

Protagonista dello spazio era l’opera Energia, realizzata nel 1973 dall’artista tedesco Wolf Vostell. Un’installazione di grande potenza narrativa costituita da una Cadillac piena di armi da guerra cinta da forme di pane, nella quale l’accostamento di simboli di consumo e distruzione con il bene di prima necessità per antonomasia rappresentava una denuncia contro la società consumista. 

Immagini:Andrea Martiradonna



 
 

Ghirlanda Country di stoffa color rosso e beige

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale
Ghirlanda country di stoffa rosso e avorio

Oggi ai miei completi cucina coordinati si aggiunge questa ghirlanda country di stoffa. Che dire… sono già in tema pre Natalizio per quanto riguarda i colori! Le nuove stoffe sono quasi tutte in rosso. Ma nel mio assortimento predomina sempre i grigio che secondo me sarà il colore del 2018. Ma anche se vorrei sbilanciarmi con il grigio ed il rosa … per questa previsione aspettiamo Pantone!

Ghirlanda country di stoffa rossa rotonda

Questa fantastica corona coordinabile si adatta perfettamente ad i vari ambienti della casa. Perfetta in cucina se coordinata ai tessuti country (questa in particolare è perfetta con il coordinato color rosso e beige). Ha un bel fiocco ed un cuore pendente in tessuto coordinato.

 

Ghirlanda country di stoffa rossa

Caratteristiche della ghirlanda country di stoffa.

Il punto forte di questa creazione è la leggerezza e il tessuto in puro cotone.

Misura

La ghirlanda country in stoffa ha un diametro esterno di 42 cm ed un diametro interno  20 cm. La dimensione (come anche il colore) è personalizzabile.

Colore e tessuti

Questa ghirlanda country di stoffa è realizzata con tessuto di puro cotone tinto in filo. La corona ed il cuore imbottito sono in tessuto Adige. Sulla corona è applicato un merletto in puro cotone beige. Il fiocco è in tessuto Bolsena. Il centro del fiocco è in tessuto panama avorio ed il nastro è in cotone. Questi tessuti sono estremamente versatili: perfetti per la cucina ma si adatta benissimo in tutti gli ambienti della casa. I colori disponibili per la realizzazione sono rosso, vede, marrone e grigio; sia a quadretti piccoli che quadri piu grandi, tinta unita e righe. Ha una struttura interna in metallo.

 

Ghirlanda country di stoffa

Presto arriveranno le foto di altre varianti di colori!

Questa ghirlanda country può essere coordinata ai copriforno, al coprifornelli, alle tendine ed anche ai copritermosifoni. Può anche essere richiesta come fiocco nascita con il nome del nascituro.

Ghirlanda country di stoffa rosso e avorio

 

Ciao a tutte care Amiche!!!!

Rosa

 

L’articolo Ghirlanda Country di stoffa color rosso e beige sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

Ghirlanda Country di stoffa color rosso e beige

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale
Ghirlanda country di stoffa rosso e avorio

Oggi ai miei completi cucina coordinati si aggiunge questa ghirlanda country di stoffa. Che dire… sono già in tema pre Natalizio per quanto riguarda i colori! Le nuove stoffe sono quasi tutte in rosso. Ma nel mio assortimento predomina sempre i grigio che secondo me sarà il colore del 2018. Ma anche se vorrei sbilanciarmi con il grigio ed il rosa … per questa previsione aspettiamo Pantone!

Ghirlanda country di stoffa rossa rotonda

Questa fantastica corona coordinabile si adatta perfettamente ad i vari ambienti della casa. Perfetta in cucina se coordinata ai tessuti country (questa in particolare è perfetta con il coordinato color rosso e beige). Ha un bel fiocco ed un cuore pendente in tessuto coordinato.

 

Ghirlanda country di stoffa rossa

Caratteristiche della ghirlanda country di stoffa.

Il punto forte di questa creazione è la leggerezza e il tessuto in puro cotone.

Misura

La ghirlanda country in stoffa ha un diametro esterno di 42 cm ed un diametro interno  20 cm. La dimensione (come anche il colore) è personalizzabile.

Colore e tessuti

Questa ghirlanda country di stoffa è realizzata con tessuto di puro cotone tinto in filo. La corona ed il cuore imbottito sono in tessuto Adige. Sulla corona è applicato un merletto in puro cotone beige. Il fiocco è in tessuto Bolsena. Il centro del fiocco è in tessuto panama avorio ed il nastro è in cotone. Questi tessuti sono estremamente versatili: perfetti per la cucina ma si adatta benissimo in tutti gli ambienti della casa. I colori disponibili per la realizzazione sono rosso, vede, marrone e grigio; sia a quadretti piccoli che quadri piu grandi, tinta unita e righe. Ha una struttura interna in metallo.

 

Ghirlanda country di stoffa

Presto arriveranno le foto di altre varianti di colori!

Questa ghirlanda country può essere coordinata ai copriforno, al coprifornelli, alle tendine ed anche ai copritermosifoni. Può anche essere richiesta come fiocco nascita con il nome del nascituro.

Ghirlanda country di stoffa rosso e avorio

 

Ciao a tutte care Amiche!!!!

Rosa

 

L’articolo Ghirlanda Country di stoffa color rosso e beige sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

La casa di campagna: le 7 caratteristiche fondamentali

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente

Leggo che per il blog sarebbe utile avere un piano editoriale: scegliere giornate fisse in cui pubblicare i post, scrivere pezzi di una determinata lunghezza, usare parole chiave adatte al proprio target. A volte ci provo, tuttavia penso che la cosa bella di dipendere da me stessa {almeno per il blog} è stravolgere i programmi. Se mi innamoro di un oggetto o di un interno lo posto senza schemi fissi. Così come è stato per la casa di campagna di Carlos Sanchez Garcia.

Perché è semplicemente bellissima, piena di amore e buon gusto, come se ne vedono poche. Una casa di campagna, in cui regnano colori calmi e rilassanti che dialogano con un mix di mobili d’epoca provenienti da diversi periodi e con tessuti che richiamano l’Oriente. Soprattutto si può notare una stratificazione generazionale indispensabile a una casa di campagna {inglese}.

In questo periodo la casa di campagna di Carlos Garcia è uno spunto quotidiano per me.
Nonostante il mio piccolo appartamento non abbia nulla in comune con le meravigliose finiture della casa di Carlos, da lui cerco di imparare:

  • la disposizione degli oggetti nello spazio: Carlos predilige la simmetria che amo molto oppure la disposizione in piccoli gruppi, che alterna a uno spazio vuoto per, poi, inserisce un oggetto “solitario” {per esempio una lampada in pieno stile country}
  • l’abbinamento dei colori: tante cromie differenti che, nell’insieme, risultano armoniche
  • l’accostamento di tessuti diversi, nei colori e nei disegni
  • le composizioni floreali: i fiori freschi sono una prerogativa della casa di campagna, Carlos esibisce mazzi favolosi {tra i miei preferiti quelli con le dalie}.

Le 7 caratteristiche di una casa di campagna

Forse in modo particolare nella casa di campagna, il salotto, la cucina, la stanza padronale, il bagno dovrebbero essere tutti parte di una sorta di racconto, comunicando con un linguaggio comune. Aver cura di individuare stampe realizzate da artisti locali o che riproducono il paesaggio circostante, inserite oggetti legati alle vicende locali, per una casa di campagna come quella di Carlos Garcia è fondamentale: non necessariamente deve trattarsi di elementi preziosi, anche una brocca antica o un piccolo utensile impiegato per le attività agricole andrà benissimo.

1. I tessuti
I tessuti in una casa di campagna sono importanti per creare quell’atmosfera calda e confortevole che caratterizza questa tipologia di abitazione.

2. Le poltrone
Nella casa di campagna le poltrone e i divani sono imbottiti. Con fiori, colori, tessuti pesanti.

casa di campagna da ristrutturare

3. I mobili antichi
Sono quelli che solitamente fanno parte della casa, passano di generazione in generazioni. Ricordi che costruiscono la storia delle mura domestiche. 

4. Il legno
Tra i materiali, in una casa di campagna, il principale è sicuramente il legno. Dal tavolo alla madia fino alle sedie della cucina.

5. Le mensole
Per la cucina dimentica pensili e mobili chiusi, la casa di campagna ama le mensole. E anche io 😉

cucina di campagna

6. Le ceramiche
In una casa di campagna le ceramiche non possono mancare. Quello che adoro di Carlos Garcia è la capacità di unire le ceramiche rustiche a quelle più classiche. E’ bravissimo: se stai ristrutturando una casa di campagna la cosa da fare è osservare il lavoro di Carlos e “rubare” con gli occhi i suoi segreti di arredamento.

casa di campagna

7. I quadri
In una casa di campagna i quadri sono importanti {anche le vecchie stampe vengono usate molto}.Come accennavo, dovrebbero richiamare il paesaggio circostante: di solito fanno riferimento al mondo animale o floreale.  In alternativa sono molti affascinanti i ritratti di famiglia, sempre in stile rustico.

 

Ti piace la casa di Carlos Garcia? Cosa vorresti “copiare” del suo stile?

Immagini profilo Instagram Carlos Garcia Interiors

The post La casa di campagna: le 7 caratteristiche fondamentali appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.


 
 

La casa di campagna: le 7 caratteristiche fondamentali

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente

Leggo che per il blog sarebbe utile avere un piano editoriale: scegliere giornate fisse in cui pubblicare i post, scrivere pezzi di una determinata lunghezza, usare parole chiave adatte al proprio target. A volte ci provo, tuttavia penso che la cosa bella di dipendere da me stessa {almeno per il blog} è stravolgere i programmi. Se mi innamoro di un oggetto o di un interno lo posto senza schemi fissi. Così come è stato per la casa di campagna di Carlos Sanchez Garcia.

Perché è semplicemente bellissima, piena di amore e buon gusto, come se ne vedono poche. Una casa di campagna, in cui regnano colori calmi e rilassanti che dialogano con un mix di mobili d’epoca provenienti da diversi periodi e con tessuti che richiamano l’Oriente. Soprattutto si può notare una stratificazione generazionale indispensabile a una casa di campagna {inglese}.

In questo periodo la casa di campagna di Carlos Garcia è uno spunto quotidiano per me.
Nonostante il mio piccolo appartamento non abbia nulla in comune con le meravigliose finiture della casa di Carlos, da lui cerco di imparare:

  • la disposizione degli oggetti nello spazio: Carlos predilige la simmetria che amo molto oppure la disposizione in piccoli gruppi, che alterna a uno spazio vuoto per, poi, inserisce un oggetto “solitario” {per esempio una lampada in pieno stile country}
  • l’abbinamento dei colori: tante cromie differenti che, nell’insieme, risultano armoniche
  • l’accostamento di tessuti diversi, nei colori e nei disegni
  • le composizioni floreali: i fiori freschi sono una prerogativa della casa di campagna, Carlos esibisce mazzi favolosi {tra i miei preferiti quelli con le dalie}.

Le 7 caratteristiche di una casa di campagna

Forse in modo particolare nella casa di campagna, il salotto, la cucina, la stanza padronale, il bagno dovrebbero essere tutti parte di una sorta di racconto, comunicando con un linguaggio comune. Aver cura di individuare stampe realizzate da artisti locali o che riproducono il paesaggio circostante, inserite oggetti legati alle vicende locali, per una casa di campagna come quella di Carlos Garcia è fondamentale: non necessariamente deve trattarsi di elementi preziosi, anche una brocca antica o un piccolo utensile impiegato per le attività agricole andrà benissimo.

1. I tessuti
I tessuti in una casa di campagna sono importanti per creare quell’atmosfera calda e confortevole che caratterizza questa tipologia di abitazione.

2. Le poltrone
Nella casa di campagna le poltrone e i divani sono imbottiti. Con fiori, colori, tessuti pesanti.

casa di campagna da ristrutturare

3. I mobili antichi
Sono quelli che solitamente fanno parte della casa, passano di generazione in generazioni. Ricordi che costruiscono la storia delle mura domestiche. 

4. Il legno
Tra i materiali, in una casa di campagna, il principale è sicuramente il legno. Dal tavolo alla madia fino alle sedie della cucina.

5. Le mensole
Per la cucina dimentica pensili e mobili chiusi, la casa di campagna ama le mensole. E anche io 😉

cucina di campagna

6. Le ceramiche
In una casa di campagna le ceramiche non possono mancare. Quello che adoro di Carlos Garcia è la capacità di unire le ceramiche rustiche a quelle più classiche. E’ bravissimo: se stai ristrutturando una casa di campagna la cosa da fare è osservare il lavoro di Carlos e “rubare” con gli occhi i suoi segreti di arredamento.

casa di campagna

7. I quadri
In una casa di campagna i quadri sono importanti {anche le vecchie stampe vengono usate molto}.Come accennavo, dovrebbero richiamare il paesaggio circostante: di solito fanno riferimento al mondo animale o floreale.  In alternativa sono molti affascinanti i ritratti di famiglia, sempre in stile rustico.

 

Ti piace la casa di Carlos Garcia? Cosa vorresti “copiare” del suo stile?

Immagini profilo Instagram Carlos Garcia Interiors

The post La casa di campagna: le 7 caratteristiche fondamentali appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.


 
 
               

Torna su