Architettura






 
 
 

Mini home Tour: Paris apartment

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Creative & Ordinette, Interiors, Interni
There are places where you feel comfortable and at home the moment you step in. That’s what I feel when I come across beautiful places like this. And Paris has that particular flair that captures the attention of everybody. In Paris you feel like stepping into an interior that carries beauty, love for design, contemporary art and classical beauty. Architectural design and styles from the different historical periods mix together in a perfect fusion that gives life to that wonderful city that we all love. Flair and beauty is not something that you can decide to create arbitrarily. We say Rome wasn’t built in a day and cities like Paris and other historical European beauties are the outcome of centuries of art, culture and let’s even say, revolutionary upheavals. Today I want to share this small but very nice Paris apartment with loads of light and the perfect mix of beautiful contemporary furniture, an airy open space living with a beautiful essential and minimalist dining area and bedroom. Please, have a virtual tour of it while dreaming about Paris. 

Tags:

 
 

Villa a Mykonos: progetto di lusso!

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Voglia Casa

Due ville di lusso ben progettate e decorate da un proprietario con grande talento.

Una fusione di architettura moderna,materiali innovativi ed eleganti mobili più tipici per la località.

La posizione è ideale, con vista mozzafiato sulla baia di Glyfadi e il Mar Egeo, in posizione panoramica e riparata dal vento sulla punta sud-occidentale di Mykonos.

Entrambe le ville hanno un ingresso che consiste in uno spazio aperto adiacente ad una confortevole zona soggiorno con sala da pranzo formale,  inondata di luce grazie alle numerose porte  francesi che conducono sulla terrazza di fronte.

Villa a Mykonos: progetto di lusso!Villa a Mykonos: progetto di lusso! Su ogni lato di questo spazio sono collocate le camere da letto per gli ospiti con accesso ad una intimità terrazza privata e, sul lato opposto, la cucina funzionale dalla quale  si accede alla terrazza con piscina. Pavimentata  in finitura industriale bianca dona un effetto unico agli spazi che circondano la splendida piscina a sfioro con ciottoli e vasca idromassaggio.

Mykonos-Villa-MYKMIN-2Mykonos-Villa-MYKMIN-4Mykonos-Villa-MYKMIN-7Al piano inferiore si trovano tre camere da letto ben arredate e con accesso a un patio arredato comune. Ciascuna ha bagno privato, aria condizionata e salottino con TV a schermo piatto.

Mykonos-Villa-MYKMIN-14Mykonos-Villa-MYKMIN-25Un vero paradiso dove poter trascrrere una vacanza da sogno.

Tags:

 
 

Casa al mare da sogno: mix moderno e boho chic

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Case e Interni, Interiors, Interni, Stili

Casa al mare da sogno: mix moderno e boho chic
L’home tour di oggi prevede la visita ad una moderna ed accogliente residenza greca, in costante dialogo con il paesaggio naturale.

La Grecia è di per sé un mix irresistibile di bellezza naturale e architettonica e la Villa Olion, in questo panorama colpisce, sia per la sua architettura che per la decorazione degli interni, un mix tra stile contemporaneo e boho chic.

 

Situata sulle alture dell’isola greca di Thassos, questa casa su due livelli è il frutto del lavoro di una coppia di architetti, che sono anche i proprietari. Una villa circondata da ulivi secolari e un clima mediterraneo, per rilassarsi in tranquillità.

Le pareti esterne della residenza sono dipinte dell’immancabile colore bianco, che ritroviamo spesso in Grecia, anche nelle case tradizionali. Nel patio, un vero e proprio soggiorno all’aperto si affaccia sulla piccola piscina di forma quadrata. Qui tende in cotone bianco e poltrone in midollino invitano al relax.

Anche all’interno il bianco è dominante. Troviamo un arredamento fresco e sobrio che prevede l’uso di molti materiali naturali: ante in legno, midollino intrecciato, marmo bianco con venature, cesti appesi alle pareti e facciata a vista bianca per il camino.

Sul lato della cucina, le piastrelle cementine retrò, con disegni grafici bianchi e neri, sono state posate lungo il piano di lavoro e diventano così un elemento decorativo molto suggestivo.

La zona living è composta da un semplice divano bianco, dalle linee molto leggere, appena decorato con cuscini dai toni turchesi e verde acqua. Una poltrona di design, come la Peacock Chair di Hans J. Wegner, sembra richiamare lo stile scandinavo.

La camera da letto è ispirata a un mood boho chic molto raffinato e sobrio, come il resto degli ambienti. Cuscini etnici di tessuto rosso mattone con motivi grafici e floreali sono disposti sul letto completamente bianco.

Nell’altra camera da letto, si può accedere direttamente al bagno, attraverso una porta scorrevole realizzata interamente in legno. La doccia è separata da un vetro, per lasciar trasparire la purezza degli interni permettendo anche di allargare gli spazi.

Le tinte terrose e turchesi, i materiali naturali, le superfici pulite e gli oggetti etnici contribuiscono alla personalità della casa, pur mantenendo intatta la purezza estetica.

Ti lasciamo scoprire di più con le foto che seguono …

casa-al-mare-moderno-boho-chic (2)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (3)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (4)

casa-al-mare-moderno-boho-chic (5)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (6)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (9)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (10)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (11)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (13)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (14)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (15)
casa-al-mare-moderno-boho-chic (16)
Fonte: www.archilovers.com , Olion Villa AA progettato da Ark4lab e costruito da NovalisTerra

Foto: N. Vavdinoudis, cap. Dimitriou, studiovd.gr

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici su Facebook!
Anna e Marco CASE E INTERNI

Tags: ,

 
 

Fuga a Puerto Escondido

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Coffee Break

Per il nostro #hometour delle case più belle su Airbnb oggi arriviamo a Puerto Escondido, nella idilliaca costa di Oaxacan in Messico.

Tiny House è una piccola costruzione in cemento armato isolata in mezzo della vegetazione a soli 200 metri dalla spiaggia.

La costruzione è piccola ma affascinante, interamente realizzata in cemento armato a vista e legno locale, bellissimo il piano in cemento della cucina che fuoriesce dalla casa per diventare tavolo all’aperto, è da notare il divertente dettaglio delle persiane in legno sagomate per richiudersi sul piano.

Questa piccola scultura è in affitto su Airbnb a 128€ a notte,
utilizzando questo link potrete avere uno sconto di 25€ sul vostro prossimo viaggio!

A jewel in Puerto Escondido

For our #hometour of the most beautiful houses on Airbnb today we arrive in Puerto Escondido, in the idyllic coast of Oaxacan in Mexico.

Tiny House is a small building made of reinforced concrete isolated in the middle of the vegetation just 200 meters from the beach.

The building is small but fascinating, entirely made of exposed concrete and local wood, the beautiful concrete floor of the kitchen that emerges from the house to become an outdoor table, it is worth noting the fun detail of the wooden shutters shaped to close on plan.

This small sculpture is rented on Airbnb at € 128 a night, and using this link you can have a discount of € 25 on your next trip!

Immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Da fortezza a palazzo green: la domotica applicata alla Rocca di Sant’Apollinare

Pubblicato da blog ospite in Architettura, La Gatta Sul Tetto

Rocca di Sant Apollinare

L’Italia ha un nuovo primato green grazie alla domotica:

le vecchie scuderie del Monastero benedettino della Rocca di Sant’Apollinare si sono infatti aggiudicate la certificazione di Gbc Historic Building per il restauro e la riqualificazione sostenibile degli edifici storici, assegnato per la prima volta a un edificio di questo tipo.

Nuova vita per la Rocca

Situate nei pressi di Spina, in provincia di Perugia, le ex scuderie hanno una storia tanto lunga quanto interessante: l’area fu scelta nel X secolo per ospitare una fortezza a difesa di una nobile famiglia locale, sfruttando la natura e la posizione sul colle. Tra i vari edifici c’erano appunto le strutture adibite a scuderie, anch’esse poi “convertite” con la trasformazione ad abbazia benedettina.

domotica applicata Rocca di Sant Apollinare

Tradizione e innovazione insieme 

Facendo un salto nel tempo arriviamo ad oggi, quando la Fondazione per l’Istruzione Agraria ha avviato un complesso intervento di restauro, adeguamento sismico e di riqualificazione energetica, che ha portato nelle scorse settimane alla conquista del prestigioso riconoscimento. Per la precisione, le scuderie della Rocca di Sant’Apollinare hanno ottenuto il livello di certificazione “oro”, con 72 punti su 100.

domotica applicata Rocca di Sant Apollinare il cantiere

Il cantiere

Soluzioni all’avanguardia

Per raggiungere questo risultato è stato decisivo anche il supporto delle soluzioni di automazione integrate per la domotica di BTicino, che si sono confermate ideali per garantire sicurezza, risparmi energetici ed efficienza; per la precisione, sono stati installate varie tipologie di prodotti della gamma per la domotica, come impianto di videocontrollo e postazioni videocitofoniche, sia di tipo classico che interconnesso, che consente di comunicare anche da remoto e via smartphone con gli ospiti al cancello.

Utilizzo di prodotti tecnologici 

Si tratta di soluzioni relativamente comuni e replicabili in qualunque abitazione, utilizzando i canali di distribuzione tipici, a cominciare dallo shop digitale di PuntoLuce: la novità dell’edificio perugino è stata quella di adattare i prodotti del catalogo di Bticino a un contesto di valore architettonico, utilizzando una modalità operativa completamente nuova. Il protocollo GBC, come spiegato dai protagonisti di questa iniziativa, impone di rispettare una serie di regole specifiche, a partire dal reperimento dei materiali da utilizzare in cantiere e dalle esigenze di recupero della parte più pregevole e storica del parco edilizio nazionale, all’insegna di una filosofia mirata all’efficientamento energetico e riduzione dell’impatto ambientale dell’esistente.

Un intervento sostenibile

Inoltre, questo protocollo valuta il livello di sostenibilità degli interventi di conservazione, riqualificazione, recupero e integrazione di edifici storici con diverse destinazioni d’uso, unendo i criteri di sostenibilità dello standard LEED (ispirato ai principi costruttivi americani) con le conoscenze del mondo del restauro dove invece è l’Italia a rappresentare un’eccellenza.

domotica applicata Rocca di Sant Apollinare GBC Historic Building

Gli sviluppi futuri del progetto 

Il professor Franco Cotana, ordinario di Fisica tecnica industriale presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Ateneo di Perugia e tra i promotori dell’iniziativa, ha dichiarato che il progetto “ha dimostrato che possediamo un patrimonio di competenze e tecnologie che possono aiutarci a valorizzare il nostro capitale storico e architettonico, oltre alle nostre eccellenze in campo tecnologico”. Inoltre, “essere il primo edificio al mondo certificato GBC Historic Bulding, tra l’altro a livello Oro, rappresenta un motivo di orgoglio, ma anche uno stimolo a investire ulteriormente in questa direzione”, aggiungendo che l’esperienza consentirà di “utilizzare la rocca di Sant’Apollinare come palestra per sperimentare sul campo nuove soluzioni tecnologiche utili anche per le Smart Home e gli Smart Building del futuro”.

crediti foto: Fondazione per l’istruzione agraria

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

Una casa moderna prefabbricata total red

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Dettagli Home Decor
La Roja progetto Felipe Assadi Arquitectos

Nei boschi delle montagne cilene si sviluppa La Roja, una casa moderna prefabbricata, progettata da Felipe Assadi Arquitectos.


Grazie all’intenso colore rosso che caratterizza l’interno esterno dell’edificio, questa casa moderna spicca tra la vegetazione cilena.

La Roja gode di una superficie complessiva di 90 mq disposti su due livelli, con parti scavate utilizzate come verande, ingressi, aree all’aperto coperte e tetti spioventi.  Intorno alla casa un giardino privato recintato in prossimità del bosco.

Una casa prefabbricata costruita direttamente sul posto, dove l’inserimento di ampie vetrate permette di godere del meraviglioso panorama naturale che la circonda.


La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos

Gli interni sono caratterizzati da travi neri, legno chiaro, piastrelle beige e il risso che ritorna in qualche arredo moderno.  Il piano terra è uno spazio aperto dedicato al living con cucina moderna a vista, mentre ai piani superiori si trovano le camere da letto, il cui traguardo visivo attraversa naturalmente una parete brise soleil per poter ammirare il bosco circostante.


La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos


 
 

My Cocoon Hostel, un capsule hotel a Mykonos

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Coffee Break, Idee
My Cocoon Hostel è un hotel molto particolare, che forse non ci si aspetta di trovare in un’isola come Mykonos, una fra le destinazioni top della Grecia. L’hotel infatti mixa con successo l’architettura tipica delle Isole Cicladi con le suggestioni ispirate ai capsule-hotel giapponesi; gli interni sono pensati in stile minimalista, in un bianco puro, con un tocco di naturalezza dato dal legno e dal bamboo degli arredi e propone stanze anche multiple con bagno privato o in comune. Sul fronte, un bar-ristorante aperto anche al pubblico.
Prenota il tuo prossimo viaggio su Booking QUI e risparmia 15€!

My Cocoon Hostel, a capsule hotel in Mykonos

My Cocoon Hostel is a very special hotel, which you might not expect to find on an island like Mykonos, one of the top destinations in Greece. In fact, the hotel successfully mixes the typical Cycladic architecture with the suggestions inspired by the Japanese capsule-hotels; the interiors are designed in a minimalist style, with a touch of naturalness given by the wood and the bamboo of the furnishings and also offers multiple rooms with private or shared bathroom. On the front, a bar-restaurant also open to the public.

Book your next trip on Booking HERE and save € 15!

 

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 

I pannelli in OSB, caratteristiche tecniche e idee di progetto

Pubblicato da blog ospite in Architettura, HomeRefreshing, Idee
Se fate parte del popolo di Pinterest o se anche solo amate sfogliare riviste di Interior Design (e se state leggendo questo blog molto  probabilmente è così…) avrete notato foto e articoli con arredi o rivestimenti realizzati con i tipici pannelli di legno solitamente utilizzati in edilizia. Per chiarirvi le idee sto parlando di questo:
Questi pannelli si chiamano OSB,  acronimo di Oriented Strand Board. Altro non sono che pannelli tecnici, di scaglie di legno, che negli ultimi tempi hanno attirato l’attenzione di architetti e designers, per il loro aspetto industriale, grezzo, che si presta in realtà a moltissime interpretazioni, anche molto sofisticate. 
I pannelli di OSB sono relizzati con scaglie di legno di varie misure,  incollate con l’utilizzo di resine sintetiche e tramite un processo di pressatura a caldo. 
Le caratteristiche tecniche dei pannelli variano in base agli spessori e ai collanti che vengono utilizzati, che li rendono adatti anche per l’utilizzo in ambienti umidi e per utilizzo sia strutturale che di  semplice rivestimento. In generale, in funzione del loro spessore, i pannelli in OSB presentano ottime caratteristiche meccaniche e di resitenza.
Queste caratteristiche prestazionali e il basso costo ne hanno fatto un materiale di uso e sperimentazione in ambienti sia commerciali che residenziali e vengono usati sia per la costruzione di elementi strutturali (scale, ad esempio) che per il rivestimento di pavimenti, pareti e la realizzazione di arredi o di intere partizioni interne.
Data la presenza di collanti nella composizione dei pannelli, è importante controllarne la provenienza e richiedere sempre una certificazione che attesti l’assenza di rilascio di formaldeide. I pannelli OSB prodotti in Europa rispondono ai requisiti per l’uso in ambienti di soggiorno (classe E1). E’ comunque sempre opportuno farsi rilasciare dal fornitore la scheda tecnica del materiale che ne attesti formalmente la classe di emissione . 
Ho selezionato diverse realizzazioni che rendono l’idea della varietà di applicazioni e di stili offerti dall’uso di questo materiale. Nonostante l’aspetto grezzo, l’utilizzo sapiente e dosato permette di creare ambienti che personalmente trovo molto interessanti e anche molto raffinati.

 1.  2.  3.  4. 5. 6. 7. 
 Ed ecco alcuni esempi di utilizzo di bagno, non solo privati ma anche per ambienti pubblici:

8.  9.  10. 11.
Proprio per le sue peculiarità materiche ed estetiche, che lo rendono protagonista indiscusso dello spazio, l’OSB ben si presta per la caratterizzazione di ambienti di lavoro , pubblici o  commerciali.  Che sia una semplice porta piuttosto che un bancone per una reception o un bar, che sia una scala, rigorosa o dalla forma azzardata, ogni volume realizzato con questo materiale si impone e dà risalto al contesto in cui viene inserito.

Infine l’ultima idea, nel caso in cui i pannelli di OSB vi convincano per le loro caratteristiche ma non vi dovessero proprio andare bene nel loro colore naturale…
16.  17.
 
Qui, verniciato di nero, è stato utilizzato come elemento strutturale e di arredo per realizzare una scala/contenitore e un volume che ingloba al suo interno ambienti di servizio (due bagni e e una cucina in linea, su uno dei lati lunghi del volume).
Cosa ve ne sembra? Io credo siano tutte soluzioni interessanti che fanno davvero venire voglia di utilizzare questo materiale per rendere personale e unico il proprio spazio di vita o di lavoro. Credo che possa essere una valida idea per realizzare la nuova camera di mio figlio ormai adolescente, sono più che certa che sarebbe di suo gusto.

Enjoy Your Home!
 
Bibliografia : Fonte 1      Fonte 2;
Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ proprio qui sotto. Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche un lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!

Tags: ,

 
 

9 motivi per innamorarsi delle piscine in microcemento

Pubblicato da blog ospite in Architettura, La Gatta Sul Tetto

piscine in microcemento

Oggi parliamo di piscine, in particolare di quelle realizzate in microcemento, un materiale sempre più apprezzato dagli addetti ai lavori e dal pubblico.

I motivi sono molteplici: estetica e resistenza, possibilità di personalizzazione, varietà nelle finiture e un aspetto pulito e rilassante, tutte qualità che contribuiscono a rendere lo spazio esterno unico e originale. Vediamo se riesco a farvi innamorare di queste 9 piscine che, sicuramente, vorreste già avere nel vostro giardino.

1-Piscine senza limiti

9 motivi per innamorarsi delle piscine in microcemento bianca

Le piscine di microcemento si adattano a tutte le dimensioni e a tutti gli spazi. È un materiale molto versatile: si può utilizzare sia per creare una grande piscina esterna sia per una piccola piscina nella corte dietro la casa. Inoltre, questo materiale si adatta a qualsiasi superficie, visto che si possono utilizzare linee rette o curve, senza limiti: bordi arrotondati, piccole fonti, piscinette ad angolo e triangolari, a sfioro o con vistose cascate.. c’è di che dar sfogo alla propria immaginazione!

2-I dislivelli? Nessun problema!

Oltre ad adattarsi alle dimensioni del terreno, le piscine in microcemento sono una meravigliosa opzione per gli spazi con grandi dislivelli. La sua resistenza in questi casi è davvero sorprendente: offre completa stabilità di fronte ai movimenti strutturali che possono presentarsi a lungo andare.

piscine in microcemento dislivelli

3-Piscine personalizzate

La possibilità di personalizzare a piacimento la propria piscina in microcemento è probabilmente uno dei suoi più grandi vantaggi. Non solamente nelle forme e nelle dimensioni, ma anche negli effetti finali. Il microcemento si può combinare con differenti pigmenti naturali per poter scegliere differenti tonalità. E’ possibile, per esempio, dare all’acqua della vostra piscina un tono più azzurro, o più verde, o più bianco che mai . Si può optare per finiture lisce, stuccate, opache o lucide o perfino effetto legno. Topciment, l’impresa spagnola leader nell’utilizzo di questo materiale, conta ben 40 tonalità differenti tra cui poter scegliere. Come potete vedere, è quasi impossibile non trovare una piscina di microcemento che soddisfi tutte le esigenze.

4-Un consiglio? Piscine in Microstone

Topciment consiglia l’uso di Microstone, il microcemento più adatto per esterni grazie alla sua elevata resistenza e per la sua proprietà antiscivolo. La sua texture assomiglia a quella di una pietra, e grazie alla varietà di pigmenti si può scegliere il colore che si preferisce per perfezionarla a proprio gusto. Facciamo una scommessa? Il color “pizarra”, simile all’ardesia,  non vi lascerà indifferenti!

piscine-in-microcemento-microstone

5-Spazi moderni al 100%

Nonostante le piscine in microcemento si possano adattare a qualsiasi stile decorativo, non si può negare che sono una scelta interessante quando si vuole ottenere un esterno in stile moderno: eleganti, dalle linee rette e nitide che si trasformeranno nel complemento perfetto per una casa minimalista, come nell’esempio qui sotto.

piscine-in-microcemento

6-Approfittare di una piscina già esistente

Costruire una piscina di microcemento a partire da zero dà sicuramente molta libertà progettuale. Nonostante ciò, il rivestimento di microcemento di 2 o 3 millimetri si può anche applicare su una piscina già esistente. La sua finitura continua coprirà completamente i materiali sottostanti dandole un aspetto completamente nuovo. Senza dubbio è una delle opzioni più interessanti per rinnovare una vecchia piscina.

piscine-in-microcemento

7-Continuità della superficie

Un’altra delle grandi virtù estetiche di questo materiale è l’effetto di continuità che conferisce all’ambiente. Il microcemento non ha giunti di dilatazione: per questo rappresenta una soluzione ottimale sia per grandi superfici che per piccole zone, come può essere per esempio un bagno. E sì, con il microcemento si può creare una superficie unica integrando interno ed esterno, ottenendo così quella continuità visiva che ci darà pace e relax.

piscine-in-microcemento

8-Combinare il microcemento con altri materiali

Se preferite combinare il microcemento con altri materiali, non c’è nessun problema! Il legno, per esempio, è un eccellente alleato: si potrà dare, per esempio, uno stile più rustico alla terrazza con piscina nel giardino di casa, o rendere più caldo un esterno minimalista. Unico fattore da tenere presente: i materiali con cui si decide di abbinare il microcemento devono essere adatti all’esterno !

piscine in microcemento con legno

9-Una grande resistenza anno dopo anno

Oltre ai vantaggi estetici cui ho accennato, nella scelta del materiale per la piscina esterna bisogna tenere presente anche altri aspetti molto importanti, come la durabilità e la resistenza dei materiali: il microcemento, in questo caso, convince ancora di più. La finitura protettiva, infatti, lo rende resistente a qualsiasi impatto o graffio, e per questo è adatto per essere applicato nelle zone più usate e calpestate, come può esserlo una piscina in estate. Inoltre, il microcemento è un materiale che non richiede  troppa manutenzione, un altro importante vantaggio che vi convincerà ancora di più!


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

Pavimenti per esterni: continuità stilistica fra indoor e outdoor

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Dettagli Home Decor
pavimento collezione Urbanature 20mm di Panaria Ceramiche

La scelta di materiali in armonia fra loro è importante per conservare una continuità stilistica tra l’indoor e l’outdoor. 


Grazie alle elevate caratteristiche tecniche di ingelività, resistenza allo scivolamento e ai carichi di rottura, durabilità e assenza di manutenzione, i prodotti di Panaria Ceramiche caratterizzati da uno spessore di 20 mm,  valorizzano ulteriormente la vita all’aria aperta con soluzioni ideali per arredare con gusto Made in Italy l’outdoor della propria casa. 


pavimento Primestone 20mm di Panaria Ceramiche
Primestone amplifica le potenzialità estetiche e funzionali delle lastre ceramiche Panaria, per offrire nuove soluzioni compositive che estendono la continuità visiva, fra interno ed esterno, di una superficie dal fascino esclusivo.

pavimento collezione Wood Chic 20mm di Panaria Ceramiche

La collezione Chic Wood si adatta a qualsiasi spazio e destinazione d’uso in ambito residenziale e commerciale, e si estende anche agli spazi outdoor in due versioni per esterni per piacevoli applicazioni con posa diretta su ghiaia, erba, sabbia e massetto.

pavimento collezione Horizon 20mm di Panaria Ceramiche

La collezione Horizon si compone, invece, di diversi formati modulari e di una ricca gamma di decori e pezzi speciali per un utilizzo in interni ed esterni. Nasce un nuovo concetto di pietra ceramica: calibrato e raffinato nell’estetica per trasferire atmosfere calde e avvolgenti a ogni tipologia di ambiente.

La bellezza di superfici dall’estetica naturale e raffinata e le qualità distintive del gres porcellanato laminato, sono ideali per spazi che non pongono limiti alla creatività. Superfici con elevate prestazioni tecniche unite ad uno stile unico e personale, in grado di adattarsi ad ogni contesto. 

Tags:

 
 




Torna su