BlogArredamento Aziende



Divani relax: guida ai meccanismi

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Idee

Volevi solo un divano comodo per guardare la TV ma hai trovato solo ingombranti sofà che non hanno niente a che fare con la tua idea di design.

O magari volevi proprio un divano alzapersona per la nonna, ma invece hai trovato solo divani super moderni con relax…ma senza l’indispensabile recliner motorizzato per il nonno.

Prima di comprare un divano relax online o in negozio è meglio informarsi su modelli e meccanismi in commercio, su quali sono e su come funzionano. Una volta scoperte le varianti – che credimi non sono poche – potrai davvero scegliere il divano con schienale regolabile, il relax o il divano con sedute allungabili più adatto alle tue esigenze. Se poi hai dei bisogni speciali, o se stai acquistando per conto dei tuoi genitori o nonni, su alcuni modelli potrai addirittura usufruire di agevolazioni per l’acquisto. 

Modelli e misure: divano relax 2 posti, 3 posti, angolare, con chaise longue

A livello di modelli e dimensioni i divani con meccanismo relax integrato sono sostanzialmente uguali ad ogni altro divano. Sono quindi disponibili in tutte le misure standard o componibili che si trovano comunemente in commercio:

divano relax due posti: può avere una o due sedute con meccanismo

divano relax tre posti: può avere uno o due recliner, solitamente predisposti nelle sedute laterali

divano angolare relax: uno o due sedute reclinabili laterali, in corrispondenza dei braccioli

divano relax con penisola: una o due sedute con meccanismo

I meccanismi: 8 foto di divani relax per tutte le esigenze

divano con schienale scorrevole: per regolare la profondità di seduta in base alle esigenze ed ai momenti del giorno, la spalliera mobile permette di ottenere uno stile di seduta più o meno formale e di usare il divano anche come letto all’occorrenza

divano con poggiatesta reclinabile: i poggiatesta regolabili sono la soluzione perfetta per coniugare design e funzionalità. Una volta abbassati mantengono il look moderno del divano, ma nei momenti di riposo possono essere sollevati e impostati sull’altezza che si desidera

divano con seduta estraibile: le sedute scorrevoli e allungabili permettono di ricavare più spazio per stendere le gambe, come avere una chaise longue a disposizione ma solo quando serve. Esistono anche divani con seduta allungabile motorizzata

divano relax manuale: in questo modello il meccanismo reclinabile si attiva manualmente attraverso una leva che può essere applicata sul fianco del bracciolo o nascosta tra cuscino e bracciolo

divano elettrico: il recliner motorizzato è il non plus ultra della comodità, per i nonni (o per veri pigroni) il telecomando permette di regolare l’inclinazione senza nessuno sforzo

divano con alzapersona: un divano reclinabile con seduta ad alzata assistita elettrica e dotata di telecomando è la scelta perfetta per persone anziane o con problemi di movimento. Inoltre grazie alla legge 104 i soggetti disabili possono usufruire di agevolazioni fiscali. Tutti coloro che sono riconosciuti come soggetti portatori di handicap ai sensi dell’art. I del D.M. 14.03.1998, provvisti della documentazione richiesta, potranno beneficiare dell’acquisto con iva agevolata al 4% al posto del 22%. Contattaci per sapere come ottenere l’agevolazione.

divano con poggiapiedi: il meccanismo estraibile manuale consente di ottenere un comodo poggiapiedi a scomparsa integrato. Perfetto se combinato a poggiatesta regolabili

Se quello che cerchi è semplicemente un divano comodo per riposare, leggere, guardare la televisione o giocare ai videogames, ma lo vuoi senza meccanismi, allora opta per un divano ergonomico con schienali con sostegno lombare che fungono da comodi poggiareni, seguendo le linee del corpo.

Hai trovato il divano relax perfetto per le tue esigenze? Hai bisogno di un divano comodo e bello e hai bisogno dei consigli di un interior designer? Vuoi un divano motorizzato con recliner e sistema di sollevamento elettrico per una persona con problemi di deambulazione?

Clicca qui sotto e chiedi ai nostri Arredatori di darti una mano.

Tags: , , ,

 
 

Lavabo del bagno: quale materiale scegliere?

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Idee

In questa guida troverai molti consigli su come scegliere il materiale del lavabo del mobile bagno.

Prima di scoprire i materiali dei lavandini, puoi leggere la mini guida dedicata alla scelta della tipologia di lavabo in base alla posa: integrato, in appoggio, a incasso, a semincasso e a sbalzo, consolle e monoblocco.

Per scegliere il lavabo che fa per te parti da due semplici domande:

1. quale uso farai del mobile e del lavabo: è per il bagno padronale, per l’unico bagno di casa e ne usufruisce tutta la famiglia, per il tuo bagno privato en suite (nella camera matrimoniale), per un bagno di servizio solo per gli ospiti?

2. qual è il tuo budget: questa seconda domanda è connessa alla prima. Per un bagnetto di servizio piccolo magari vorrai un lavamani in ceramica poco caro; per il tuo bagno in camera potresti volere il lusso di un marmo ricercato o il design di una vasca a bacinella in pietra naturale; se il bagno è per i bambini punterai sulla praticità della ceramica o del gres.

Vediamo subito quali sono i materiali più diffusamente impiegati nella produzione di lavabi di qualità:

LAVABO IN CERAMICA

CONSIGLIATO A CHI CERCA elevata resistenza ai detergenti aggressivi e un ottimo rapporto qualità-prezzo

SCONSIGLIATO A CHI CERCA flessibilità in termini di forme, dimensioni e soprattutto colori

 

LAVABO IN VETRO

CONSIGLIATO A CHI CERCA un mobile bagno dal grande valore estetico, numerosissimi colori, igiene

SCONSIGLIATO A CHI CERCA un lavabo resistente agli urti e allo shock termico, senza particolari esigenze di pulizia, se il bagno di casa è unico ed è utilizzato da tutta la famiglia, compresi i bimbi…meglio optare per materiali pratici e meno scenografici

 

LAVABO IN MINERALGUSS

CONSIGLIATO A CHI CERCA una sensazione tattile unica, varie forme e dimensioni; resistenza al calore umido, alla sigaretta e al calore secco; estrema igiene

SCONSIGLIATO A CHI CERCA un lavabo “da battaglia”: è sensibile ai solventi e alle lozioni alcaline, detergenti in polvere e abrasivi

 

LAVABO IN RESINA E MARMORESINA

CONSIGLIATO A CHI CERCA un look moderno, ampia flessibilità in termini di dimensioni, semplice manutenzione, alta resistenza

SCONSIGLIATO A CHI CERCA un lavabo dalle forme classiche e un piano su cui…farsi le unghie, la resina infatti è sensibile all’acetone

 

LAVABO IN MARMO O PIETRA

CONSIGLIATO A CHI CERCA un design minimal con tutta la bellezza del materiale naturale come protagonista assoluto del bagno

SCONSIGLIATO A CHI CERCA materiali pratici che non necessitano di particolari cure e attenzioni

 

LAVABO IN STRATIFICATO HPL

CONSIGLIATO A CHI CERCA un materiale pratico, igienico, resistente, non delicato, non poroso, privo di giunzioni, resistente a muffe, batteri, facile da pulire

SCONSIGLIATO A CHI CERCA flessibilità in termini di forme

Mobile bagno con lavabo in ceramica

Com’è fatto
La ceramica è uno dei materiali più antichi tra quelli utilizzati in casa. Si tratta di un composto naturale e inorganico a base di argille, caolino, minerali feldspati (origine magmatica) e quarzo. A questi si possono aggiungere sabbie silicee, ossidi di ferro, allumina. Prima della cottura la ceramica è facilmente malleabile e la sua plasticità consente di lavorarla in  varie forme. Una volta cotta diventa rigida e resistente. I lavabi in ceramica vengono sempre smaltati per garantire la massima impermeabilità, proprietà che si aggiunge alla già bassissima porosità del materiale. Un altro tipo di ceramica venuto alla ribalta negli ultimi anni è il gres porcellanato. È una ceramica a pasta compatta (greificata, da qui il suo nome) ricavata da una miscela di acqua, argille, caolino, sabbia e sostanze naturali. Queste vengono cotte a temperatura elevata e si trasformano, attraverso il processo di estrusione a crudo, in una lastra dalle straordinarie proprietà meccaniche. La vetrificazione chiude i pori garantendo impermeabilità e igiene.

Manutenzione e pulizia
La smaltatura della ceramica protegge dall’usura, agevolando la pulizia. Ceramica e gres possono essere puliti utilizzando acqua e i detergenti più comuni, anche i più aggressivi come l’acido cloridrico (attenzione però alla piletta e al rubinetto!). Detergenti liquidi, candeggina, creme leggermente abrasive tra le più vendute anche per sanitari e piatti doccia, possono essere utilizzati per igienizzare.

  • CERAMICA: il mobile bagno con lavabo in ceramica è una delle scelte migliori in fatto di prezzo e manutenzione: ha un ottimo rapporto qualità-prezzo, è resistente ai graffi e alle abrasioni. Le sue elevate performance includono la resistenza a tutte le temperature e all’esposizione alla luce (non ingiallisce).

  • GRES: la vetrificazione assicura massima resistenza all’assorbimento dell’acqua, alle macchie e all’abrasione. Resiste agli urti, ai graffi e alle sostanze chimiche: basti pensare che ad oggi è uno dei materiali più utilizzati ed amati nella produzione di piastrelle e pavimenti, tutte superfici estremamente sollecitate. Il gres ha il notevole vantaggio di poter imitare qualsiasi materiale, dal legno alla pietra, fino all’effetto corten e metallo

Lavabo in gres per il bagno moderno e pratico N53 Atlantic

Mobile bagno con lavabo in vetro

Il vetro e il cristallo sono materiali splendidi, resistenti ma sensibili agli urti violenti. Se preferisci la praticità all’estetica allora il vetro non è la scelta adatta al tuo bagno. Se invece l’estetica è al primo posto il bagno con lavabo in vetro è perfetto. I colori a disposizione sono tantissimi e molte aziende offrono vari tipi di vetro in finiture lucide o satinate, in extrachiaro, laccato, satinato, effetto pietra, effetto legno.

Com’è fatto
Il vetro si ottiene da diossido di silicio (sabbia silicea) e altri componenti chimici (a seconda dell’uso, del colore e della qualità che si vuole ottenere) cotti in fornace. Il liquido ottenuto si solidifica e diventa vetro che può essere temprato per ottenere una maggiore resistenza. Il materiale ottenuto può essere trasparente, extrachiaro, satinato, acidato, stampato, laccato: le lavorazioni possibili sono molteplici e sono destinate a vari usi decorativi e/o pratici.

Manutenzione e pulizia
I lavabi in cristallo sono estremamente decorativi ma devi tenerli in perfetto ordine: graffi, calcare, aloni sono dietro l’angolo ed immediatamente visibili. Evita di appoggiare boccette di profumo, deumidificatori e profumatori ambientali sulla superficie. Il consiglio è asciugare sempre il piano evitando ristagni.
Le aziende più serie trattano i propri piani e lavabi in vetro con appositi anticalcare e sostanze antistatiche per mantenerne a lungo la lucentezza ed assistervi nella manutenzione. Sono comunque da evitare urti violenti, la caduta di corpi contundenti e l’appoggio di corpi caldi per non incorrere nel rischio di shock termico.
Un’altra precauzione da osservare durante l’installazione è quella di non creare tensioni laddove il cristallo incontra parti metalliche: quindi non stringere troppo miscelatore, sifone e piletta ed utilizza le apposite guarnizioni.

Mobile bagno con lavabo e top in vetro satinato nero Atlantic N56

Mobile bagno con piano e lavabo in cristallo N04 Atlantic

Mobile bagno con lavabo in resina

Parlare di mobile bagno in resina è in realtà improprio. Nel caso di piani e lavabi in resina questo materiale è impiegato come matrice per la creazione di compositi: una base, cioè, che viene mescolata con altri elementi.

Il Tekorstone, il marmoresina, l’Ocritec, gli agglomerati di marmo e di quarzo, hanno tutti una matrice in resina.

  • TEKORSTONE: materiale composito minerale tecnologicamente avanzato, con film in resina, può essere stampato in molte forme e dimensioni. Piacevole al tocco ed igienico, presenta una superficie leggermente increspata che imita la pietra naturale. Non è poroso, è insensibile alla luce, non ingiallisce ed è resistente al calore.
    Eventuali graffi o scheggiature possono essere rimossi con una spugnetta leggermente abrasiva, mentre per la normale pulizia sono sufficienti acqua e detergenti comuni.
    Si sconsiglia l’uso di sostanze acide (acetone, trielina, acidi aggressivi). È importante risciacquare bene le superfici dopo il lavaggio

Mobile con lavabo di grande spessore in resina Tekortstone N55 Atlantic

  • MARMORESINA: materiale composito costituito da una matrice in resina poliestere con carica minerale di carbonato di calcio, rivestito superficialmente con una pellicola protettiva (gelcoat). Non poroso e solido, può essere pulito con semplici detergenti casalinghi. Per ripristinare la finitura lucida è sufficiente usare una pasta lucidante; se la finitura opaca viene graffiata o leggermente danneggiata può essere ripristinata con una carta abrasiva finissima (grana 800/1000)

Top con lavabo integrato in marmoresina bianco Blizzard 02

  • OCRITEC: materiale acrilico di nuova generazione che viene colato su tutto lo spessore del lavabo. È immune ai raggi UV quindi non ingiallisce, resiste agli urti, ai graffi e alle sostanze acide. Il suo aspetto è più brillante rispetto ad altri marmoresina, avvicinandosi alla ceramica. Eventuale comparsa di opacità dovuta al calcare e piccoli graffi possono essere eliminati con un panno morbido e comune pasta lucidante. È sconsigliabile usare prodotti abrasivi, preferire invece normali detergenti liquidi. Si trova in molte forme, sia opaco che lucido

Mobile bagno Blizzard 14 con lavabo e top in Ocritec disponibile lucido, opaco e colorato

Lavabo di design in Ocritec in due colori

Mineralguss

I mobili bagno con lavabo in mineralguss solitamente presentano il lavabo integrato nel top.

Si tratta di un materiale composito costituito da carbonati di calcio e triidrati di alluminio, legati da una bassa percentuale di resina poliestere. Un mineralguss di alta qualità è solitamente trattato con un film gelcoat per aumentare la resistenza della superficie. È resistente al calore e offre un’elevata igiene poiché non consente la proliferazione di batteri e muffe. La superficie continua e priva di giunture è un grande pregio estetico oltre che un vantaggio a livello igienico.

Per la pulizia utilizzare una spugnetta con acqua e un normale detersivo. Non deve entrare in contatto con solventi e lozioni alcaline quali l’ammoniaca. Le tinture per capelli sono da evitare e devono essere immediatamente risciacquate. Eventuali macchie possono essere eliminate con una spugnetta leggermente abrasiva, ma si consiglia sempre di consultare le istruzioni del produttore a riguardo.

Mobile bagno curvo con piano e lavabo in mineralguss N12 Atlantic

Bagno con lavabo in pietra o marmo

Per la costruzione di mobili bagno con lavabi in marmo o pietra vengono impiegati agglomerati o pietra pura.
La natura non facilmente plasmabile di marmi e pietre rende i lavabi di questo tipo più costosi rispetto agli agglomerati. Questi ultimi sono un’ottima alternativa, più pratica ed economica: sono ugualmente indistruttibil e si compongono di graniglie di marmo / pietra a cui vengono miscelate resine neutre o colorate a seconda dell’effetto che si vuole ottenere.

  • AGGLOMERATO DI MARMO O QUARZO: composto da graniglie di marmo naturale, particelle di quarzo o pietre naturali calcaree con resina poliestere insatura, teme gli acidi e le sostanze aggressive. Allo stesso tempo il lavabo in marmo assicura una grande resistenza. L’acqua contenente elevate quantità di calcare va rimossa, in generale si consiglia di evitare solventi e prodotti a base alcalina o alcolica, utilizzando invece sostanze neutre a pH basico per mantenere inalterate le caratteristiche estetiche. L’agglomerato garantisce prestazioni superiori rispetto alla pietra da cui deriva. È sottoposto a compattazione sottovuoto prima dell’indurimento che avviene tramite cottura in forno.

Mobile bagno con lavabo in marmo moderno Atlantic Consolle P.50

  • PIETRA E MARMO: materiali naturali di grandissimo pregio, belli e resistenti nel tempo, sempre attuali e dal fascino immortale. Sono la scelta ideale per bagni di lusso, ma anche per atmosfere ispirate al Feng Shui o ad ambienti wellness come SPA, saune o semplicemente in bagni privati in stile giapponese, in una baita di montagna o in una casa al mare.

    La superficie di pietre naturali e marmi presenta microporosità in cui liquidi e sostanze macchianti possono penetrare causando la comparsa di macchie difficilmente debellabili, per questo motivo è consigliabile una manutenzione semplice ma quotidiana. Oltre a seguire sempre le indicazioni del produttore, che suggerirà operazioni specifiche di pulizia ordinaria e straordinaria, la cosa migliore è asciugare sempre il lavabo in pietra o marmo dopo il suo utilizzo. Inoltre, massima attenzione a ristagni di acqua (calcare), smalti, cosmetici, profumi, tinture per capelli, prodotti anticalcare.

    In caso di macchie ostinate segui sempre le indicazioni del produttore e utilizza prodotti specifici. Se pensi ci sia bisogno di smerigliare la superficie, rivolgiti ad uno specialista.

Mobile bagno con lavabo in pietra Piasentina N67 Atlantic

Stratificato HPL

Il lavabo stratificato HPL è costituito da un laminato di elevato spessore (10 mm) costituito da strati di fibre cellulosiche impregnate con resine e sottoposte a policondensazione sotto forte pressione (9 Mpa), ad una temperatura di 150°. Il risultato è una superficie non porosa assolutamente igienica e resistente a muffe e batteri, a graffi ed urti, agenti chimici e organici, impermeabile, atossica (è utilizzata per i piani cucina), termo-resistente fino a 170°.

Grazie all’elevato livello di igiene garantito, lo stratificato sta avendo larga applicazione in bagno, cucina ed anche in ambienti pubblici come centri benessere, ristoranti, laboratori ed hotel.

Lavabo bagno sospeso con vasca integrata in stratificato N65 Atlantic

Abbiamo visto quali sono i materiali principalmente impiegati per i lavandini dei mobili bagno moderni: ceramica, gres, vetro e cristallo, resina, pietra e marmi, stratificati innovativi. Tra pregi, difetti, esigenze di manutenzione molto diversi tra loro, questi sono i lavabi per bagno che puoi trovare in commercio al momento.
Prima di scegliere ricorda di pensare bene all’uso che farai del lavabo (quotidiano, frequente o occasionale), a chi userà il bagno (solo tu, tutta la famiglia, i bambini, solo gli ospiti) e a qual è il tuo budget (che spesso dipende anche dai due altri fattori appena elencati).

Hai trovato il bagno che fa per te? Oppure hai trovato la soluzione perfetta ma la vuoi di un altro colore? Sei indeciso tra due materiali? Devi arredare il bagno degli ospiti e non sai che materiale scegliere? Clicca qui sotto e mandaci la tua richiesta.

Guarda il video “Mobili bagno: da dove iniziare”

Leggi la guida “Come scegliere il lavabo per il mobile bagno?”

Tags: ,

 
 

Come arredare una camera da letto grigia

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

Camera da letto grigia: si o no, perchè sceglierla, che colori abbinare, foto ispirazione.

Conquista per la sua equilibrata eleganza, per il look sempre alla moda, per la sua raffinata semplicità. Meno scontata e comune di una camera bianca, all’apparenza fredda e austera, è ricca di personalità, capace di creare spazi rilassanti e accoglienti.

 

Perché dovresti usare il grigio in camera da letto

  1. Perché è un colore elegante, raffinato, calibrato, privo di eccessi, sta bene con tutto, non annoia e non stanca mai. È una tinta rilassante capace di infondere tranquillità e serenità, proprio quello che serve in una camera da letto.
  2. Per chi vuole osare, ma non troppo. Il grigio è perfetto per interrompere la monotonia del bianco senza esagerare con i colori.
  3. Perché la sua palette di sfumature non ha niente da invidiare alla scala cromatica di altre nuance. Solo per citarne alcuni: grigio perla, grigio piombo, grigio talpa, grigio antracite, grigio ardesia,  grigio basalto, grigio cenere, grigio fumo, grigio ferro, grigio ghiaccio, grigio londra, grigio lavagna, grigio nuvola, grigio quarzo, grigio tortora, grigio sabbia, grigio seta, grigio balena.
    Gli abbinamenti possono essere infiniti e coinvolgere tutto quello che c’è nella stanza, dal letto agli accessori, dalle pareti al pavimento.
  4. Per far risaltare alcuni colori. Il grigio può essere usato come colore di base, da vivacizzare con tinte in contrasto sparse qua e là.
    Nella camera matrimoniale in legno frassino grigio londra e nella camera matrimoniale grigia e nera proposte nell’immagine qui sotto, ad esempio, il grigio la fa da padrone ma lascia spazio al blu e al nero.

    Tra gli abbinamenti da copiare ci sono i classici grigio & nero e grigio & bianco ma ci si può davvero sbizzarrire. Il grigio scuro antracite sta molto bene con le brillanti tinte oro, il grigio può essere vivacizzato dal tenue rosa o dall’acceso rosso, o ancora dal giallo e dal verde, sempre il grigio è perfetto con mobili in legno scuro.

Camera da letto con mobili grigi, pareti grigie, complementi blu
Camera da letto grigia e nera con decorazioni blu

 

Camera grigia, mobili grigi, pareti grigie

Arredare con il grigio: camera grigia, total look grigio

Mobile grigio su parete grigia e su pavimento grigio: giocando con le sfumature e studiando l’ambiente il risultato potrebbe essere davvero spettacolare. Si può ad esempio imbiancare le pareti con un grigio più chiaro, sceglierne uno più scuro per letto, comodini e armadio e un altro ancora per tende e accessori.
A volte utilizzare lo stesso colore per mobili, complementi, pareti, pavimento e, se c’è, anche per il termosifone potrebbe rivelarsi una scelta un po’ complicata e azzardata, il grigio in grandi dosi potrebbero infatti rendere l’ambiente piuttosto cupo e austero. Per scongiurare l’effetto “scatola” e smorzare il grigiore consigliamo di inserire oggetti, complementi e decorazioni di un altro colore d’accento oppure giocare con le superfici a specchio.

Arredare con il grigio: i mobili grigi

Letto grigio, comodini grigi, comò grigi, cassettiere settimanali grigie, armadio grigio: un unico colore per tutti i mobili della camera. Per un effetto in coordinato è bene accertarsi che tutti gli arredi appartengano alla stessa collezione di mobili per la zona notte: stessa azienda produttrice, stessi materiali, stessa tonalità, stessa resa estetica.
Le composizioni camere da notte matrimoniali complete di Napol propongono abbinamenti studiati a livello cromatico, di stile e di arredi abbinati tra loro.

Da ricordare poi che tutto ciò che è di legno potrebbe diventare grigio. Si può donare nuova vita ad alcuni mobili vintage e renderli perfettamente in mood con il resto della stanza semplicemente tingendoli di grigio.

Camera da letto matrimoniale completa con mobili grigi

Arredare con il grigio: le pareti grigie

Se invece dei mobili preferite optare per pareti grigie potete dare via libera alla fantasia e sbizzarrivi con idee originali e di grande effetto.
Tingerne una sola parete della camera con un grigio scuro e le altre con uno più chiaro è perfetto per chi vuole creare una zona d’accento che cattura l’attenzione. Personalizzare le pareti giocando con le geometrie aiuta a realizzare una camera unica: si possono fare righe verticali, orizzontali o oblique, pois oppure effetti sfumati. È possibile anche spezzare idealmente la parete in due e scegliere un colore per la parte superiore e un altro per quella inferiore. Con il colore si possono mettere in evidenza pilastri, colonne o ribassamenti e trasformare così un limite della stanza in un punto di forza da sottolineare. Da valutare anche la possibilità di creare un contrasto tra pareti e soffitto.

Camera da letto matrimoniale completa con pareti grigie e mobili bianchi

 

Camera da letto bianca e grigia

L’arredamento bianco e grigio è una delle più classiche soluzioni d’arredo, un abbinamento sempre moderno e alla moda.
Tra le camere da letto grigie e bianche di Napol non possiamo non citare uno dei nostri ultimissimi modelli: la camera grigia e bianca 50.93. I mobili basterebbero per farla entrare di diritto nella top ten delle camere con arredamento bianco e grigio, ma le pareti, il soffitto e il pavimento le donano sicuramente un tocco in più. Vetro, legno e laccati si alternano così come i colori bianco e grigio.

Camera da letto bianca e grigia

 

Camera da letto blu e grigio

Il grigio chiaro sta bene anche con il blu notte scuro; sono due tonalità che si completano a vicenda e che definiscono uno spazio notte estremamente raffinato ed elegante. Degno rappresentante di questo piacevole abbinamento è la composizione 50.80 proposta in foto, una camera da letto con mobili in frassino laccato grigio cenere e una parete blu. Acquistare mobili grigi e colorare le pareti è il modo più economico per stravolgere il look della stanza tutte le volte che si vuole. Quando il blu non piace più si possono scegliere mille altre tonalità, con la certezza che il grigio sta bene praticamente con tutto.

Camera da letto mobili grigi e pareti blu

 

Camera da letto grigia: variazioni sul tema

Camera da letto bianca e grigia stile contemporaneo

La camera da letto di lusso dal gusto contemporaneo 50.121 è bianca? È grigia? È bianca e grigia?
I mobili sono bianchi laccati con inserti in pelle bianca stampata; le pareti sono un po’ bianche e un po’ grigie, con bordino grigio in evidenza; il pavimento è proposto in legno grigio; la poltroncina di design è in laccato lucido grigio. Le tonalità vanno dosate a seconda dei gusti.

 

Sei alla ricerca di idee e foto ispirazione per arredare una camera da letto grigia? Ti piacciono le composizioni proposte in questo articolo, vuoi sapere i prezzi e vuoi vedere dal vivo qualche mobile? Clicca qui sotto e prendi appuntamento con un arredatore.

Cerca rivenditore Napol in Italia

Tags: ,

 
 

Letto oro: come arredare una camera di lusso

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

Un letto oro è una scelta di stile di grande impatto scenografico, per una camera da letto di lusso improntata su finiture eleganti e su un’atmosfera formale estremamente ricercata.

Camera da letto oro

Solitamente quando si parla di doratura in arredamento si intende la lavorazione foglia oro, una preziosa tecnica che consiste nell’applicazione di sottilissimi strati dorati su una superficie di legno o metallo. Il più delle volte questa finitura si trova in camere da letto classiche, ma un letto matrimoniale oro moderno è la scelta perfetta anche per una camera contemporanea.
Per la nostra interpretazione moderna di questo colore tanto amato abbiamo scelto una laccatura metallizzata, attualissima e resistente nel tempo.

Arredare una camera con un letto color oro: che colori abbinare?

Il colore giallo brillante dell’oro non è tra i più semplici da abbinare, ma se il vostro sogno è una camera da letto principesca il consiglio è di non mischiare troppi colori, puntando su abbinamenti già ben collaudati. L’oro deve essere messo in risalto e non contrastato da colori chiassosi.

Vediamo come abbinare un letto color oro per creare una camera dallo spirito contemporaneo.

Camera da letto bianca e oro

Bianco, avorio e panna creano il palcoscenico perfetto perché l’oro spicchi in tutta la sua bellezza.
Se il bianco puro di una superficie laccata non fa per voi, pensate ad altri modi per creare questo elegante abbinamento, ad esempio puntando su un armadio in vetro o sul marmo Calacatta. Se avete dei pavimenti in questa splendida variante del marmo, saprete che si caratterizzano per le venature dorate.

Oro e laccato bianco

Oro e vetro bianco con decori

Oro e marmo Calacatta

Camera da letto nera e oro

Giallo oro e nero sono una potentissima combinazione di colori, con una grande carica simbolica ed un risultato finale assolutamente raffinato. Il nero crea lo sfondo ideale per far sì che l’oro brilli completamente di luce propria. Il nero o le tonalità di grigio scuro, come l’antracite, in camera da letto esprimono relax e conciliano il riposo.

Oro e nero

Oro e grigio

Osare con una un letto oro e rosso

La parola d’ordine qui è OSARE. La camera impostata su questi due colori può essere una vera sfida in termini di complementi e finitura dell’armadio. Il consiglio è di mantenere questi arredi più low profile rispetto al letto ed agli eventuali comò e comodini abbinati. Tutto deve far da sfondo all’oro-rosso/rame. Attenzione a non scegliere un rosso troppo vivace, pena l’effetto natalizio.

Camera da letto di lusso Genesi

Sei alla ricerca di un letto di lusso per arredare una camera da letto davvero unica? Ti piace la collezione Genesi e vuoi sapere prezzi e finiture disponibili per personalizzarla su misura? Clicca qui sotto e prendi appuntamento con un arredatore.

Cerca rivenditore Napol in Italia

Tags: ,

 
 

Mobili curvi in legno: come sono fatti

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti

I mobili curvi in legno sono una firma riconoscibile del brand Napol. Da oltre 40 anni produciamo mobili in vero legno e la nostra incessante sperimentazione ci ha portato a specializzarci anche nella curvatura del legno e nella produzione di mobili dalle linee sinuose e arrotondate. Produrre mobili di qualità curvi e in vero legno non è da tutti. Occorre maestria artigianale e esperienza, è necessario conoscere le proprietà del materiale, le caratteristiche e le lavorazioni alle quali può essere sottoposto.

 

Quale legno si usa per produrre mobili curvi?

Noi di Napol utilizziamo per lo più pannelli di legno multistrato ovvero pannelli semilavorati che si ottengono sovrapponendo e incollando tra loro fogli di legno molto sottili. I vari fogli vengono sovrapposti in modo che le fibre risultano alternate, questo dettaglio permette di compensare i naturali movimenti e assestamenti del legno garantendo al pannello grande resistenza e al tempo stesso malleabilità. La facilità di lavorazione del legno multistrato permette di realizzare mobili dalle forme armoniose e dalla piacevoli curve. Durante la fase di sovrapposizione sono gli esperti artigiani a donare ai pannelli la forma curvata che desiderano attraverso l’uso di strumenti e macchinari.

PER SAPERNE DI PIÚ…
Cos’è il multistrato? Come è fatto un mobile in multistrato? Quali sono le sue caratteristiche? Leggi l’approfondimento sui mobili in multistrato di legno.

 

Quale essenze vengono usate per realizzare mobili curvi in legno?

Utilizziamo pannelli in multistrato impiallacciato in vero legno essenza olmo, ciliegio, frassino, rovere di recupero proveniente dalle briccole veneziane, rovere laccato a poro aperto. I mobili curvi Napol sono impiallacciati in vero legno ovvero sui pannelli in multistrato vengono applicati esternamente dei fogli di vero legno essenza molto pregiati, nelle finiture sopra elencate.

PER SAPERNE DI PIÚ…
Come sono i piallacci allo stato naturale, senza spazzolatura, lucidatura o laccatura? Guarda il campionario materiali legno/essenze

 

Mobili curvi in legno per il soggiorno

La curvatura non è sempre uguale. Quando si parla di mobili curvi si può far riferimento a mobili completamente rotondi ideali a centro stanza, a mobili da appoggiare alla parete che presentano frontali curvati, o ancora, a mobili con un solo angolo curvo perfetti ad esempio per terminare una composizione. Ognuno di questi arredi si distingue per il piacevole effetto ondulato.

La base contenitore fotografata nella prima immagine qui sotto, per esempio, presenta una leggera curvatura al centro mentre quella nella seconda foto è curvata su un lato.

Base contenitore con frontali curvi. SCOPRI DI PIÚ >

Base contenitore in legno curvo con elemento ad Onda. SCOPRI DI PIÚ >

Chi preferisce dettagli curvi più discreti può optare per una mensola porta tv con doppia curvatura simmetrica.

Mensola porta tv curva. SCOPRI DI PIÚ >

 

Mobili curvi in legno per la camera da letto

I mobili curvati possono diventare i protagonisti anche della camera da letto. Testiere letto, comodini, comò, settimanali e anche armadi si possono rivelare gli elementi ideali per portare un po’ di curve nella stanza.

Il comodino fotografato nelle seguenti immagini è curvo su tre lati e dritto sul retro. Frontalmente la struttura, i cassetti e i piani d’appoggio presentano una piacevole linea arrotondata, il retro perfettamente dritto consente invece di affiancarlo alla parete.
Anche la testiera del letto si fa notare per la sua linea leggermente curvata ma il vero dettaglio di stile sta nello spessore decrescente, ulteriore firma riconoscibile del brand Napol.

Comodino curvo e letto con testiera arrotondata. SCOPRI DI PIÚ >

Comodino in legno curvo. SCOPRI DI PIÚ >

Dettagli sempre curvi ma effetto decisamente diverso per il letto e il comodino presentati in quest’altra soluzione.
La testiera è curvata solo da un lato, quasi arricciata su se stessa. Il comodino presenta linee curve diverse a seconda del punto in cui lo si osserva: a destra i frontali dei cassetti si raccordano al fianco con linee curve e senza spigoli, allo stesso modo a sinistra il top si raccorda al fianco.

Comodino con fianco arrotondato e letto con testiera arricciata. SCOPRI DI PIÚ >

Tripla curvatura per l’armadio angolare: le ante curve in multistrato sono al centro in corrispondenza dell’angolo e ai lati, intervallate da ante dritte in tamburato. I moduli curvi oltre ad essere un dettaglio di pregio e un’impronta inconfondibile del marchio Napol permettono di sfruttare al meglio tutti gli spazi a disposizione. Al centro si ricavano centimetri preziosi per riporre piccoli oggetti e vestiti, ai lati si smussano gli angoli e si agevola il passaggio soprattutto in camere piccole o corridoi stretti.

Armadio angolare con ante curve centrali e terminali. SCOPRI DI PIÚ >

 

3 cose da sapere sui mobili curvi in legno Napol

  1. Sono capienti
    L’elemento curvo permette di guadagnare spazio contenitivo. Con la curva si recuperano centimetri preziosi che con un mobile dritto non sarebbero stati sfruttati.
  2. Sono realizzati in vero legno
    Il legno multistrato che noi utilizziamo è impiallacciato con fogli di vero legno massello ricavati dalla tranciatura di un tronco. Nella nostra falegnameria impieghiamo solo materiali di qualità per offrire sempre prodotti sicuri, affidabili, resistenti nel tempo e dallo stile inconfondibile.
  3. Sono Made in Italy
    Tutti i mobili Napol nascono in Veneto nella provincia di Treviso, in una delle aree industriali italiane più produttive. L’iter produttivo viene interamente eseguito nella nostra fabbrica, dalla progettazione alla produzione, fino ai controlli di qualità. Nella nostra segheria interna produciamo tutti i pannelli dritti e curvi che utilizziamo per i nostri mobili in legno.

     

    Speriamo di aver chiarito le idee a chi è alla ricerca di un mobile curvo in legno di qualità. Per qualsiasi altra informazione potete rivolgervi agli arredatori presenti nei negozi dei nostri Rivenditori Partner presenti in tutta Italia.


     
     

    Trasformare una mansarda abitabile in soggiorno / salotto (Progetto)

    Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Interiors

    In questo articolo vediamo come trasformare una mansarda in un soggiorno relax con zona tv, area gioco e sala lettura. Per farlo prendiamo spunto dal progetto per mansarda abitabile realizzato da Elisa di EasyRelooking, partner di ArredaClick nella realizzazione di progetti d’interni completi e su misura per tutte le case.

    I lavori di ristrutturazione del sottotetto erano già stati portati a termine quando l’interior designer Elisa è stata contattata per definire come trasformare l’ampio spazio mansardato in un accogliente salotto da sfruttare nel tempo libero per guardare la televisione o leggere. A recupero ultimato ad Elisa è spettato il compito di scegliere l’arredamento della mansarda e la disposizione di mobili e complementi.

    Soggiorno in mansarda: pianta del progetto

    Pianta progetto mansarda realizzato da EasyRelooking
    Sezione laterale della mansarda - salotto - soggiorno
    Render progetto - visione sulla zona tv
    Render progetto - visione sulla zona lettura

    Mansarda open space oppure mansarda con muri e porte divisorie?

    Un ambiente open space è consigliato in mansarde di ridotte dimensioni dove è indispensabile far sembrare l’ambiente più grande e in sottotetti con poche finestre o lucernari per riuscire ad illuminare ogni angolo. Un grande ambiente unico permette di sfruttare meglio gli spazi, invita alla comunicazione e alla condivisione. Al contrario, gli spazi chiusi con porte e divisori interni sono ideali per limitare la diffusione di rumori e odori e per garantire più privacy.

    Mansarda open space: come arredarla

    Le richieste dei committenti erano ben precise: Elisa avrebbe dovuto trasformare la mansarda in una zona giorno da destinare a più funzioni e da condividere con tutta la famiglia. Sala cinema, angolo lettura, area giochi e spazio contenitore: un ambiente, quattro utilizzi.

    La distribuzione interna consigliata dall’esperta arredatrice EasyRelooking (e anche famosa! VogueAustralia l’ha nominata una delle interior designer italiane da seguire su Instagram) è una mansarda open space. Una zona giorno unica, ampia e luminosa divisa solo idealmente con l’aiuto degli arredi e la loro disposizione. Vediamo subito le soluzioni suggerite per arredare questi spazi bassi.

    Angolo TV e Area Giochi

    Dove: spalle alla porta e alle scale, l’angolo tv e l’area giochi sono state ricavate sulla sinistra.
    Destinazione d’uso: guardare la televisione, conversare, dormire, riposarsi, giocare.
    Mobili e complementi indispensabili: divano, mobile porta tv, tappeto.

    Il divano inserito da Elisa nei render del progetto è un divano a 3 posti in tessuto verde acqua con piedini alti sottili in metallo. I cuscini di schienale e bracciolo sono staccati dalla struttura e possono essere facilmente spostati tutte le volte che si desidera.
    Per godere di maggior comfort si è poi deciso di cambiare il modello di imbottito e di optare per un divano lineare cm 252 con 3 sedute maxi estraibili e regolabili in profondità. La possibilità di variare la profondità della seduta permette di assumere sempre la posizione che si preferisce: si può stare seduti composti, si possono tenere le gambe leggermente rialzate e la testa inclinata indietro oppure ci si può praticamente sdraiare.

    Schema di apertura divano Bruce con sedute regolabili

    Il progetto prevede poi di posizionare davanti al divano un tappeto rettangolare a pelo corto, tinta unita con bordatura. Il modello proposto può essere realizzato su misura e i Clienti hanno così potuto scegliere le dimensioni esatte al centimetro; un grande vantaggio in fatto di personalizzazione.

    Sulla parete di fronte al divano è stato posizionato un mobile contenitore componibile da usare anche come base porta tv. Nel progetto il mobile è formato da tre cassettoni superiori e tre vani con anta a ribalta inferiori affiancati da un elemento a giorno con tre vani di dimensioni diverse, da sinistra a destra dal più piccolo al più grande. Tutti gli elementi sono disponibili in nobilitato, rovere laccato poro aperto, laccato opaco, laccato lucido e in una particolare finitura chiamata fashion wood. Elisa ha suggerito l’abbinamento di laccato Sahara, Tortora e Polvere ma dato l’ampio catalogo di colori disponibili ci si può sbizzarrire e ognuno può trovare le tinte che preferisce.

    Mobile porta tv sospeso

    Foto campioni colori laccati

     

    L’area gioco per i bambini può essere ricavata negli ampi spazi lasciati liberi: sul tappeto, dietro il divano, davanti all’ingresso. Per far giocare i bambini in tutta tranquillità si potrebbero acquistare dei grandi cuscini da pavimento; isolano dal freddo delle piastrelle e rendono più soffice e comoda la superficie.

    Angolo lettura

    Dove: spalle alla porta e alle scale, l’angolo lettura è stato ricavato sulla destra.
    Destinazione d’uso: leggere un libro, sfogliare una rivista, riposarsi, dormire
    Mobili e complementi indispensabili: chaise longue / poltrona, pouf

    Per arredare l’angolo relax da destinare alla lettura di un buon libro Elisa ha optato per chaise longue e pouf colorati.
    Il modello di chaise longue previsto riprende lo stile e i colori del divano inizialmente inserito nel progetto: chaise longue imbottita con pannello di schienale che sorregge uno o più cuscini, piedini alti e sottili in metallo cromato. Chi preferisce soluzioni differenti può optare per moltissimi altri modelli imbottiti e rivestiti in tessuto, ecopelle, pelle, dormeuse di design, ergonomiche, moderne o classiche, chaise longue trasformabili, girevoli.
    Prendi spunto dalle ambientazioni proposte nelle seguenti immagini per arredare il tuo angolo relax.

    Posizionando la chaise longue in corrispondenza del lucernario si può sfruttare la luce naturale che proviene dall’alto. Per avere luce anche di sera basta affiancare alla seduta una lampada da terra.

    Angolo lettura con chaise longue, tavolino, lampada, libreria Angolo lettura con chaise longue, lampada, madia contenitore Angolo relax con chaise longue imbottita e pouf

     

    Massima libertà di scelta anche per i pouf. I modelli inseriti nel progetto sono rotondi, in tessuto antimacchia, alti cm 42, perfetti per essere sfruttati come poggiapiedi o come sedute. Esistono poi pouf contenitore, girevoli, con ruote, trasformabili in letto e anche quelli da usare come panchette. Se hai dubbi sul modello migliore per te chiedi informazioni ai nostri arredatori.

    Pouf imbottito colorato, disponibile in diverse forme e rivestimenti Pouf basso quadrato da usare come poggiapiedi o come seduta

    Contenitori: credenze moderne, armadi per mansarde e librerie su misura

    Dove: spalle alla porta e alle scale, lo spazio contenitore è stato ricavato esattamente di fronte, sulla destra in fondo contro il muro e anche sulla sinistra in fondo dietro il divano.
    Destinazione d’uso: contenere libri, soprammobili, cornici di foto e oggetti vari.
    Mobili e complementi indispensabili: credenza, armadio per mansarda, libreria.

    La credenza sospesa inserita nel progetto è formata da quattro ante a ribalta e un vano a giorno, è posizionata all’ingresso sulla parete di fronte alle scale e vicino all’angolo lettura così da essere sfruttata anche per appoggiare libri e riviste.
    Lo spazio dietro al divano è stato arredato con una libreria angolare componibile con ripiani nella parte superiore e vano con due ante in quella inferiore. Invece lo spazio vicino alla zona lettura è stato arredato con un armadio componibile ad ante battenti.
    Ma le altezze? Siamo in una mansarda e il tetto è irregolare…

    Libreria componibile su misura che segue la linea obliqua del tettoArmadio per mansarda realizzato su misura. L'armadio segue la forma del tetto.

    Arredare una mansarda bassa: come sfruttare tutte le altezze

    Con armadi per mansarda realizzati su misura e librerie componibili su misura.
    In una mansarda con tetto spiovente è imprescindibile adattarsi alla linea del tetto. Il soffitto obliquo in alcuni punti limita gli spazi di manovra e richiede specifici accorgimenti per sfruttare anche gli angoli più bassi e scomodi da raggiungere.
    Ci sono molti modi per arredare la parte bassa sotto il tetto, i più gettonati (ma anche quelli più pratici e funzionali) sono armadio per mansarda e libreria per mansarda, entrambi generalmente realizzati su misura. Soluzioni con altezza massima in corrispondenza del centro della stanza, che diminuisce progressivamente verso i lati.

    Nel progetto Elisa ha previsto l’armadio Tilt e la libreria Almond, due best seller del nostro portale per il loro ottimo rapporto qualità / prezzo. L’armadio è componibile e personalizzabile, è disponibile in 16 larghezze con moduli interni di diverse dimensioni, in 5 altezze, in numerose finiture e colori ed è realizzabile con oltre 10 modelli di maniglie. La libreria è modulare e componibile, realizzata sfruttando quattro elementi base che possono essere affiancati a piacere fino a creare composizioni su misura. Per entrambi è addirittura possibile prevedere tagli su misura.

    Da sottotetto a mansarda abitabile: acquista il tuo progetto

    Grazie alla partnership che abbiamo stretto con EasyRelooking puoi chiedere ad Elisa un progetto online per la tua mansarda e usufruire poi di uno sconto sull’acquisto dei mobili online sul nostro sito. In più, un’arredatrice del team ArredaClick ti seguirà nelle fasi di acquisto di tutto l’arredamento e nella fase post-vendita. Per qualsiasi dubbio o domanda clicca qui sotto.

     

    Sei un Professionista e come Elisa vuoi attivare la partnership con ArredaClick? Contattaci subito e chiedi maggiori informazioni sul Programma di Affiliazione.

    Tags:

     
     

    Camere da letto matrimoniali complete

    Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti

    Qualche mese fa abbiamo lanciato una nuova collezione di mobili per la zona notte, abbiamo introdotto nuovi modelli di letto e nuovi gruppi letto con comodini, comò e settimanali in coordinato. Ad oggi il nostro catalogo vanta 27 composizioni per camere da letto matrimoniali complete ma nella realtà le soluzioni che possiamo realizzare vanno ben oltre questo numero.
    Tutte le nostre proposte per arredare la camera da letto sono personalizzabili per dimensioni, finiture, colori e anche per singoli elementi. Amiamo le eleganti camere matrimoniali con mobili in coordinato e nei nostri cataloghi accostiamo letti, comodini e comò della stessa collezione. Ci piace avere un filo conduttore, un dettaglio che mette in risalto la testiera del letto e che viene ripreso anche sul fianco del comodino e del settimanale, ma realizziamo anche camere da letto complete moderne con mobili spaiati. Non vendiamo composizioni bloccate come da foto (o almeno non solo), usiamo piuttosto le immagini per mostrare il grande potenziale della nostra collezione notte.
    Puoi innamorarti delle nostre camere da letto complete così come sono proposte nelle immagini ma se qualche dettaglio non ti convince puoi modificarlo, puoi aggiungere tocchi personali oppure stravolgere completamente il look.

     

    50.10 è una camera in legno chiaro completa di letto matrimoniale, comodini curvi, comò doppio e tavolino

    Tutte le nostre camere da letto si distinguono per la presenza del vero legno. Abbiamo sposato questo materiale nel 1967 e da oltre 50 anni realizziamo letti, comodini, comò e settimanali in legno di qualità, pezzi unici destinati a durare nel tempo, capaci di sopravvivere ad ogni moda passeggera e di mantenere intatta nel tempo la bellezza del loro primo giorno. Il nostro campionario legno comprende essenze, laccati opachi, lucidi, tinte a poro aperto e essenze frassino, finiture tutte disponibili in diverse nuance.

    Le camere da letto complete firmate Napol Arredamenti si fanno notare non solo per design, finiture e gamma di colori ma anche (e soprattutto!) per i dettagli di lavorazione. Non è comune trovare testiere curve e frontali di cassetti curvi, per noi invece è la quotidianità, la nostra firma d’autore. Realizziamo mobili curvi per la camera utilizzando pannelli in multistrato di legno, un materiale resistente derivato da sottili fogli di legno uniti e plasmati nella forma desiderata.
    Per dare un aspetto bombato e tondeggiante ad alcuni mobili contenitore per la zona notte curviamo i pannelli in senso verticale e realizziamo una lavorazione “ad elica” sui fianchi.
    Un’altra lavorazione della quale andiamo molto fieri è quella a 45°: realizziamo la struttura di un comodino, comò o cassettiera settimanale con pannelli di legno sagomati con accoppiamento a 45°.
    Ad eccezione della collezione Cemi, i nostri gruppi letto sono privi di maniglie applicati sui frontali. Precedenza a minimalismo e pulizia formale, con un occhio di riguardo per la funzionalità: alcuni cassetti si aprono inserendo la mano in una fresatura appositamente ricavata, altri afferrando il pannello che sporge dalla struttura, altri ancora presentano maniglie artistiche ricavate con tagli e incisioni a onda.

    50.40 è una camera con letto con testiera curvata ad elica, como e comodini presentano la stessa lavorazione

    Testiera, frontale del comò e dei comodini con lavorazione ondulata.

    Il nostro amore per il legno è rimasto ben saldo nel corso di tutti i nostri anni d’esperienza, il gusto si è evoluto.

    Negli anni in cui il ciliegio era il legno più in voga abbiamo progettato una camera da letto completa tutta in legno ciliegio.

    232 è una camera da letto matrimoniale in legno ciliegio

    Con il lancio del nostro ultimo catalogo abbiamo voluto proporre una composizione notte con una finitura simile.

    Il ciliegio è il protagonista della composizione 50.30 completa di letto, comodini, comò, settimanale

    Quando lo stile nordico e i mobili scandinavi erano i protagonisti indiscussi dell’interior design noi abbiamo sviluppato una composizione camera da letto con mobili tutti bianchi.

    Camera da letto matrimoniale bianca con mobili tutti in legno bianco

    A chi ama il legno naturale e la sua texture unica proponiamo una camera bicolore in legno naturale briccola venezia e laccato.

    50.91 è una camera matrimoniale bicolore: testiera letto, frontale comò e frontale comodini sono in laccato e legno di recupero

    Abbiamo pensato anche a chi preferisce una camera il legno scuro e abbiamo introdotto nel nostro campionario il legno essenza Olmo Brown e Fresno Carbone.

    Mobili per camera da letto in legno scuro e chiaro, carbone e grigio.

    Per chi pensa che il bianco sta bene con tutto abbiamo fotografato mobili total white per la camera in abbinamento a dettagli in grigio e rosa.

    Camera con mobili bianchi, pareti e pavimento grigi, tappeto, cuscini e dettagli rosa.

    Con il nostro ampio catalogo di camere da letto personalizzabili riusciamo a soddisfare i gusti di chi ama il minimalismo e la semplicità.

    50.50 è una camera matrimoniale in legno olmo perla chiaro.

    Catturiamo l’attenzione anche di chi ama il lusso contemporaneo… e di chi lo ama ma non vuole ammetterlo.

    50,120 è una camera da letto matrimoniale di lusso dal gusto sofisticato. In laccato metallizzato oro e rame.

    Camera da letto bianca stile contemporaneo. In legno con inserti in pelle stampata.

    Agli eterni indecisi, a chi piace tutto e a chi non sa scegliere tra legno/laccato e tessuto proponiamo invece una camera con letto in legno e testiera in tessuto oppure una in cui gli inserti in tessuto impreziosiscono testiera, comodini e comò.

    50.61 è una camera da letto matrimoniale in legno con dettagli in tessuto colorato.

    50,92 è una camera da letto in laccato opaco con inserti in tessuto applicati su cassetti e testiera.

    Altri abbinamenti di tendenza sono il legno / vetro e il legno / specchio: materiali diversi tra loro che dimostrano tutta la loro eleganza e raffinatezza anche accostati. Nel nostro catalogo è presente una composizione per camera matrimoniale bianca e grigia con fascia decorativa su comò e comodino in vetro e un’altra proposta che vede il vetro protagonista dei frontali del comodino e del settimanale.

    50,93 è una camera da letto bianca e grigia in laccato poro aperto e vetro decorato.

    Camera da letto completa in legno e vetro. Il vetro può essere sostituito da finiture a specchio.

    Abbiamo progettato anche alcuni mobili per una camera da letto matrimoniale moderna e elegante, di tendenza ma legata alla tradizione, che si fa notare ma non troppo.

    Camera da letto matrimoniale completa moderna con decorazioni ad effetto onda

    Non è la nostra specialità, lo ammettiamo, ma per soddisfare i gusti e le esigenze di chi vuole una camera matrimoniale con letto imbottito abbiamo realizzato anche questa soluzione.

    Camera da letto matrimoniale con letto imbottito in finta pelle bianca, comodini e comò in legno bianco.

     

    Letto, comodino, comò, settimanale…per arredare una camera matrimoniale completa manca l’armadio. Guardaroba ad ante battenti, ad ante scorrevoli o in versione cabina armadio: il nostro ampio catalogo di armadi in legno componibili offre l’imbarazzo della scelta.

     

    Hai dubbi o domande sui prodotti Napol? Vorresti un preventivo per la tua camera matrimoniale completa? Vorresti dei consigli per scegliere i mobili della tua camera? Lasciati consigliare dagli esperti arredatori presenti nei negozi rivenditori Napol.


     
     

    Trasformare il salotto in cinema: consigli per veri tv-dipendenti

    Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Idee

    Il salotto ideale di chi ama passare ore davanti alla tv è composto da:

    • divano comodo / poltrona accogliente
    • tavolino per appoggiare cibo e bevande
    • lampade e luci d’atmosfera, meglio se soffuse e non dirette
    • televisore, ovviamente, meglio se con maxi schermo ad alta definizione e impianto audio home theatre.

    Il re del salotto: sua maestà il DIVANO >>>

    Per il massimo del comfort ti consiglio di scegliere un modello di divano con seduta profonda con cuscinature ampie ed accoglienti. Più spazio per sedersi e per stendersi, più comodità.

    Attenzione alla consistenza delle imbottiture e ai materiali con i quali sono realizzate. Un divano dev’essere comodo anche dopo molte ore che lo si utilizza, non ci sia alza da un divano di qualità con mal di schiena, torcicollo o dolori alla cervicale. L’imbottitura dovrebbe garantire il giusto mix di morbidezza e resistenza, dovrebbe essere più consistente sulle sedute perché devono sostenere il peso del corpo e più morbida sugli schienali perché hanno solo funzione di appoggio. I materiali sono diversi: poliuretano espanso indeformabile anche a quote differenziate, piuma sintetica, vera piuma d’oca, memory foam. Per maggiori informazioni chiedi all’arredatore: il servizio clienti ArredaClick è a disposizione per approfondimenti e spiegazioni.
    Diffida di divani economici con imbottiture poco sostanziose realizzate con materiali scadenti.

    Divani in pelle e divani in ecopelle hanno un look davvero invidiabile ma attenzione in estate, con il caldo potresti avere la sensazione di “appiccicarti” alla seduta. Se non ti interessa l’estetica ma punti tutto sulla comodità (e la freschezza) basta stendere un lenzuolo o un telo di cotone; se non vuoi intaccare la bellezza del tuo divano opta per un modello in tessuto ed elimina a priori questo fastidioso dettaglio.

    Se trascorri davvero molte ore seduto sul divano è bene pulirlo molto frequentemente, per questo motivo ti consiglio di valutare un divano sfoderabile e lavabile. Di solito i salotti in tessuto sono sfoderabili e quelli in pelle non sono sfoderabili ma è bene approfondire questo dettaglio in fase d’acquisto e verificare quali sono i metodi di pulizia corretti per non rovinare il rivestimento.

    Un imbottito può essere reso ancor più comodo se scelto nella versione con sedute e schienali regolabili ed estraibili. Una seduta con cuscini indipendenti può scorrere in avanti e può essere allungata così da aumentare la profondità di seduta, uno schienale con meccanismo basculante può essere reclinato a discrezione, un poggiatesta può essere regolato per offrire un diverso sostengo a collo e testa e per garantire un corrette supporto anche a persone di alta statura.
    L’unico rischio nel quale si potrebbe incappare è quello di addormentarsi davanti allo schermo…ma se sei un vero tv-addicted questo pericolo è scongiurato.

    Salotto piccolo, spazio solo per un divano a 2 o 3 posti ma ti piacere guardare la televisione in compagnia? Acquista un morbido e caldo tappeto e circondati di cuscini da pavimento grandi e colorati. Probabilmente tu non ti sogneresti mai di sdraiarti per terra a guardare la tv ma qualcuno si, soprattutto i più piccoli… a mali estremi estremi rimedi. Sapersi adattare è un’abilità, un’arte da non sottovalutare.

    Divano con cuscino di seduta unico e schienali in piuma - modello LEVIODivano lineare a tre posti in tessuto scuro - modello BALTIMORADivano con penisola con seduta profonda - modello CORAL

    Non c’è re senza regina: sua maestà la POLTRONA DA SALOTTO >>>

    Se non hai mai pensato di sostituire il tuo divano con una morbida poltrona è ora che tu ci pensi. Abbandonati a soffici imbottiture, lasciati abbracciare da schienali arrotondati e avvolgenti e perché no, allunga i piedi su una panchetta poggiapiedi coordinata o un pouf.
    Il vero vantaggio di una poltrona è che puoi ritagliarti un angolo di relax solo per te senza rischiare che qualcuno ti rubi spazio, cuscino e coperta.

    Esistono poltrone relax reclinabili elettronicamente che permettono di trovare la posizione più comoda semplicemente azionando un tasto. I meccanismi motorizzati consentono di abbassare lo schienale, allungare la seduta, alzare il poggiapiedi tutte le volte che si desidera. Piccoli gioielli all’insegna del comfort assoluto.

    Poltrona con schienale morbido e avvolgente - modello ILARYPoltrona relax - modello DENVER

    Rifarsi gli occhi…e lo stomaco! Bibite e vivande sul TAVOLINO >>>

    “Sul divano non si mangia e non si beve!”. Tutti siamo stati rimproverati almeno una volta con questa frase…ma quanto è bello restare comodamente sdraiati sul divano a sorseggiare una calda tazza di tè con biscotti o a gustarsi una birra ghiacciata sgranocchiando patatine e noccioline!? È ancora più bello farlo quando si ha un piano vicino, un tavolino sul quale appoggiare tutto quello che vogliamo avere a portata di mano. Via libera a merende e spuntini ma attenzione alle briciole!

    I tavolini servetto si rivelano il modello più comodo: per la loro forma a “C” con basamento sottile possono essere affiancati facilmente alla seduta ed essere sfruttati come tavolini di servizio. Altrettanto funzionali sono i modelli alti pensati per il lato divano: in questo caso è sufficiente allungare una mano ed voilà, bicchiere afferrato. Infine ci sono i modelli bassi da posizionare nella zona davanti al divano, questi sono leggermente più lontani ma comunque facilmente raggiungibili e in più possono avere dimensioni maggiori ed ospitare più oggetti.

    Tavolino servetto - modello VICTORTavolino contenitore bianco - modello DOUBLETavolino rotondo alto per lato divano - modello CORA

    Senza lui non si può stare: MOBILE PORTA TV >>>

    Dove posizionare il televisore?
    Perfettamente davanti a te. La visione dello schermo dovrebbe essere il più possibile frontale per permettere al collo e alla schiena di tenere una posizione il più naturale possibile. Non troppo in alto, non troppo in basso, non di lato, dritto.

    Quale modello di mobile porta tv scegliere?
    Scegli un modello fisso a terra con cassetti, cassettoni e ripiani se desideri che il mobile porta tv sia anche un contenitore. Potresti riporre cd, dvd, joystick e numerosi altri oggetti.
    Se la forma del tuo salotto non ti consente di posizionare il televisore esattamente sulla parete di fronte al divano scegli un porta tv orientabile e girevole. All’occasione basta spostare il pannello e indirizzarlo verso la tua postazione, quando il televisore è spento puoi riposizionare il pannello al suo posto.
    Opta per un televisore su ruote se ti piace stravolgere il look del tuo soggiorno e cambiare frequentemente la disposizione dei mobili. Se invece il salotto è davvero tanto piccolo è bene sfruttare le pareti in altezza e appendere il televisore al muro.

    Come illuminare il televisore?
    La tv non si guarda al buio per non affaticare la vista e non stancare gli occhi. È bene direzionare la luce verso l’alto, il basso o verso la parete e non direttamente contro lo schermo. Sono da preferire luci soffuse, lampade ad intensità regolabile, faretti direzionabili. Per approfondire questo aspetto leggi > come illuminare la zona tv.

    Porta tv tecnologico - modello COCOONPorta tv a muro girevole ed orientabile - modello RACK

    Ssshhh, sta per iniziare il programma. Tutti sintonizzati su…
    www.arredaclick.com

    Acquista online arredamento italiano di qualità, mobili personalizzabili per rendere il tuo salotto unico. Sfoglia il catalogo digitalizzato, divertiti a personalizzare i prodotti, calcola velocemente il preventivo e contatta gli arredatori per qualsiasi informazione. 

     

    Contatti ArredaClick

    Il salotto è organizzato, ogni mobile è al suo posto, che la maratona tv abbia inizio!
    Non importa che tu sia appassionato di Gomorra, Blacklist o Black Mirror, non importa se ti piacciono i film d’azione, le commedie romantiche o i polizieschi, non importa se conosci a memoria tutte le puntate de La Signora In Giallo e nemmeno se passi ore a guardare i documentari sui predatori della savana o le dirette del tuo reality show preferito. Se sei un televisore-dipendente, una di quelle persone che preferisce sprofondare nel divano in salotto piuttosto che mettere la testa fuori di casa, allora sei in ottima compagnia . 😉

    Tags:

     
     

    Letti in legno, ad ognuno il suo

    Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

    Di letti in legno ce ne sono a bizzeffe, di letti in legno Napol esclusivamente 13 modelli ampiamente personalizzabili. “Pochi ma buoni“.
    Buoni perché sono letti in legno 100% Made in Italy, un ottimo biglietto da visita per qualità, design, affidabilità e innovazione. Buoni perché sono il frutto di anni d’esperienza nella falegnameria di alto livello, realizzati dalle mani esperte di professionisti. Gioielli di maestria artigianale che riflettono le tendenze, gli stili e i gusti della casa contemporanea. Buoni perché sono realizzati con materie prime selezionate e vero legno impiallacciato: ogni letto è unico e si differenzia dagli altri per le texture e le venature, ogni elemento è realizzato con legno proveniente dallo stesso tronco per garantire uniformità e continuità della venatura.

    Tra i modelli disponibili si trovano letti eleganti e minimal abbinati a letti eclettici e chic, degni della copertina di una rivista. Letti con testiere lisce e sottili che si fanno spazio tra quelli con testiere decorate, bicolore, a righe e modellate. Giroletti con piedini alti sottili che vanno a braccetto con giroletti più alti e capienti. Insomma, ce n’è per tutti i gusti, e considerando che ogni letto può essere scelto in diverse dimensioni, modelli e finiture il numero di opzioni possibili si moltiplica, ma cosa dico, si triplica, se non addirittura quadruplica.

    Seguimi in questo breve viaggio alla scoperta dei letti in legno Napol. Qui sotto trovi una carrellata di fotografie accompagnate dalle caratteristiche principali di ogni letto. Ricordati che le foto mostrano solo una delle numerose varianti possibili e che puoi personalizzare il letto per dimensioni, finiture, colori, modelli di giroletto, modello di piedini.
    Puoi approfondire tutte le informazioni leggendo la scheda prodotto dedicata a ciascun letto o facendo visita al Rivenditore Napol più vicino a casa tua. In negozio oltre a vedere alcuni mobili puoi toccare con mano i nostri amati legni e configurare il letto a tuo piacimento con l’aiuto di un esperto arredatore.

     

    Letto in legno minimal

    Minimal, essenziale e naturale nella finitura e nella forma, sempre attuale e alla moda. Un occhio attento può notare alcuni dettagli di pregio che fanno di questo letto un ottimo esempio di qualità e artigianalità. Piedini alti a cono, giroletto senza spigoli vivi in corrispondenza degli angoli, testiera di spessore variabile realizzata in legno multistrato massellato sui fianchi.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “ADAM”

    Letto in legno Olmo Perla

    Letto in legno con testiera curvata

    Il giroletto è il medesimo di quello mostrato nella foto precedente, con piedini alti e senza spigoli vivi agli angoli. La testiera raggiunge quasi 1 metro d’altezza e presenta da una parte un elegante risvolto laterale arrotondato, dall’altra un profilo dritto e arrotondato solo nell’angolo superiore.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “CORA”

    Letto in legno con testiera curvata Cora

     

    Letto in legno moderno

    Sfatiamo il mito per cui il letto in legno è classico e fuori moda. Il legno è un materiale antico ma le tecniche di lavorazioni di oggi e la fantasia dei designer sanno renderlo estremamente moderno e al passo con le ultime tendenze. Un esempio su tutti è il letto H2O con testiera particolare modellata a forma di onda. Guardandolo di profilo si può apprezzare tutta la sua originalità.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “H2O”

    Letto in legno con testiera particolare H2O

     

    Letto in legno naturale e laccato

    Per chi non sa scegliere tra legno naturale e legno laccato nasce questa testiera composta da tre fasce orizzontali che creano un gioco di linee, volumi asimmetrici, materiali e colori. Il legno Briccola Venezia ricavato dai pali in disuso della laguna veneziana è qui abbinato ad un legno bianco con venature ben in vista ma può essere accompagnato anche da altre essenze legno trattate, laccati e laccati a poro aperto.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “ZIP TAJ”

    Letto in legno naturale e laccato Taj

     

    Letto in legno originale

    Riflettori puntati sull’originale testiera di questo letto. Quattro pannelli asimmetrici con forma, dimensioni e spessori diversi sono stati affiancati per creare un’insolita testiera, proposta poi in abbinamento ad un semplice e sottile giroletto. A me questa testiera ricorda la sagoma di alcuni sassi levigati, a te?

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “STONE”

    Letto in legno Fresno Cenere Stone

     

    Letto in legno e tessuto

    Anche in questa proposta è la testiera a richiamare tutti gli occhi a se, questa volta per un motivo in più, o meglio, un materiale in più, il tessuto. Quattro pannelli di testiera: i due esterni in legno e i due centrali in tessuto. Per un tocco di stile scegli lenzuola e coperte in una tinta simile a quella del tessuto di testiera oppure in netto contrasto.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “STONE HYBRID”

    Letto in legno e tessuto Stone

     

    Letto in legno contenitore

    Grande attenzione per l’aspetto pratico e funzionale: il letto dev’essere bello e comodo ma anche capiente, soprattutto in camere piccole con pochi spazi contenitivi. Il giroletto contenitore modello Mag ha un’altezza importante e piedini bassi ed è dotato di rete con meccanismo a doppia alzata che facilita l’accesso al vano interno e il rifacimento del letto.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “MAGNUS”

    Letto in legno contenitore Magnus

    Letto in legno Fresno

    Chi desidera un letto in legno chiaro può lasciarsi ispirare dalla composizione in legno Fresno Biondo nell’immagine. La finitura perfetta per dar luce al materiale più naturale che ci sia e di riflesso a tutta la camera. Da sottolineare la testiera sottile in multistrato curvata in un leggero movimento ad onda.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “FOGLIO”

    Letto in legno fresno Foglio

    Letto in legno bicolore

    Il look bicolore va ora di moda. In camere eleganti e formali sono consigliate finiture neutre e palette tono su tono, in ambienti giovani e informali si può giocare con i colori e scegliere tra l’ampia gamma di legni e laccati presenti nel nostro campionario. Questo letto va oltre il design bicolore e si fa notare anche per il motivo ad onda che impreziosisce la testiera e i comodini in coordinato.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “ZIP SLALOM”

    Letto in legno bicolore Zip Slalom

    Letto in legno laccato

    Il letto laccato si presta ad essere realizzato in un’ampia gamma di colori capaci di soddisfare i gusti di tutti. Le finiture laccate dalla superficie liscia si sposano alla perfezione sia con il piedino modello Blade mostrato in foto, alto a lama in metallo cromato dall’effetto riflettente, sia con piedini più tradizionali anch’essi in laccato in tinta.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “ZIP LINEA”

    Letto in legno laccato Zip Linea

    Letto in legno ciliegio

    Il legno ciliegio è una finitura presente da tempo nell’arredamento, sempre preziosa e dalla bellezza senza tempo, si fa notare per l’aspetto caldo e brillante. Un letto in legno ciliegio è una chiara scelta di stile, da abbinare con attenzione ad altre finiture legno eventualmente già presenti nella stanza. Questo letto si distingue per l’originale linea curvata della testiera realizzata con un pannello dallo spessore variabile.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “MAGNUS”

    Letto in legno ciliegio Magnus

    Letto in legno bianco laccato a poro aperto

    Il bianco è elegante, chic, raffinato, versatile, sta bene con tutto, sempre attuale, mai esagerato, luminoso. Un letto in legno bianco è la scelta consigliata anche a chi ama lo stile nordico e scandinavo. Per vivacizzarne il look si può giocare con gli accessori e l’oggettistica.

    SE DESIDERI PIÚ INFORMAZIONI CHIEDI AL RIVENDITORE DEL LETTO “CLIO”

    Letto in legno bianco Clio

     

    Se ti piacciono i letti in legno proposti in questo articolo e vorresti avere maggiori informazioni su dimensioni, caratteristiche e prezzi contatta il negozio rivenditore Napol più vicino a casa oppure clicca sul banner qui sotto.

    Tags: ,

     
     

    Cameretta singola a ponte per stanza lunga e stretta (Progetto)

    Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Idee

    Come trasformare una stanza lunga e stretta in una cameretta singola per una ragazza adolescente? Come incastrare letto, comodino, armadio, libreria, scrivania, sedia, tappeto, lampada… e chi più ne ha più ne metta?!
    Un quesito sempre più diffuso per via degli appartamenti-tipo di oggi che si sono rimpiccioliti e delle forme ostiche degli ambienti. La sfida si fa seria ma la soluzione è a portata di mano (o meglio di click!): cameretta a ponte con armadio, letto singolo e angolo studio.

    Se sei impaziente e vuoi approfondire subito il progetto salta queste poche righe e concentrati su render e spiegazione. Se vuoi sapere come risolvere un problema arredativo con un click continua a leggere qui di seguito.
    Ti spiego subito in cosa consiste il servizio di progettazione d’interni offerto da Easy Relooking e ArredaClick, perché è la soluzione migliore per progettare casa online e come utilizzarlo per risparmiare tempo e denaro.
    Easy Relooking è lo studio di progettazione di Elisa Monico, ingegnere e interior designer, vincitrice del premio Best of Houzz 2016, 2017 e 2018 nella categoria Soddisfazione Clienti, una delle arredatrici italiane più popolari e apprezzate. Progettare casa con Elisa significa ricevere: un progetto su misura corredato da piantine, elaborati, prospetti, disegni tecnici, render fotorealistici e moodboard + un buono sconto per l’acquisto dei mobili su www.arredaclick.com + l’assistenza gratuita da parte di Chiara, un’arredatrice del team ArredaClick che ti seguirà durante le fasi pre e post vendita.

     

    IL PROGETTO: render fotorealistici

    Condivido subito i render realizzati da EasyRelooking per aiutarti a capire le scelte progettuali e per mostrarti gli arredi inclusi nel progetto.

    Armadio a ponte con colonna libreria e letto singolo senza testieraAngolo studio attrezzato con scrittoio, sedia e mensole

    Visione laterale della cameretta singola per una ragazza

    Sulla parete di fronte alla porta trova posto la composizione a ponte con armadio ad ante battenti, moduli sospesi e letto singolo.
    La parete di fianco alla porta è stata adibita ad angolo studio con scrittoio sospeso, sedia e composizione di ripiani e pensili. Uno specchio alto verticale completa la stanza.

    L’ARMADIO A PONTE: come progettare la zona contenitore

    I CONSIGLI DELL’ARREDATORE
    In una stanza lunga e stretta è necessario adottare soluzioni salvaspazio, flessibili e versatili. Solo un armadio a ponte permette di inserire un letto e un armadio su un’unica parete e di lasciare il resto della stanza libero di essere arredato con altri complementi (in questo caso scrivania e mensole).

    IL PROGETTO
    La camera è lunga 4,20 metri e per sfruttare al massimo tutto lo spazio l’interior designer ha previsto un armadio lungo 4,08 m, profondo 60,6 cm e alto poco meno di 2,60 m. Sono stati volutamente lasciati liberi alcuni centimetri in larghezza per permettere il montaggio della spalla finale della composizione e per garantire spazio in cui riporre piccoli oggetti come sedie pieghevoli e valigette scolastiche.
    L’armadio a tre ante battenti con cassetti è affiancato da una colonna libreria con sette vani contenitore a giorno sulla quale poggiano i moduli a ponte sospesi.
    L’attrezzatura interna è personalizzabile: puoi scegliere il numero di ripiani e di tubi appendiabiti e la loro disposizione. Negli schemi qui sotto puoi valutare alcuni esempi.

     

    Coppie di cassetti inferiori. Ante con 6 tubi appendiabiti.Cassetti inferiori, ripiani superiori, vani con tubi appendiabiti centraliCassetti inferiori, una colonna con ripiani inferiori, una con ripiani superiori e quattro vani con tubi appendiabiti.

     

    Perché questo armadio?
    Tilt è disponibile in 20 larghezze, più di 40 modelli, 5 altezze, oltre 60 colori, 8 modelli di maniglie.
    SCOPRI L’ARMADIO TILT >

     

    IL LETTO: come posizionarlo sotto l’armadio a ponte

    1) Letto parallelo alla composizione

    Armadio a ponte Tilt con terminale libreria e mensola sottoponte. Due letti singoli estraibili.

    2) Letto perpendicolare alla composizione

    Armadio a ponte Tilt attrezzato con mensola, comodino e letto singolo imbottito.Armadio a ponte Tilt in una composizione cameretta angolare per una stanza grande.

     

    I CONSIGLI DELL’ARREDATORE
    Se la cameretta è davvero stretta è inevitabile inserire il letto parallelo alla composizione ma anche in camerette più larghe è preferibile disporre il letto in questo modo per garantire una migliore percorribilità dell’ambiente e per sfruttare al massimo tutti gli spazi.

    IL PROGETTO
    Easy Relooking in questo progetto ha optato per un letto sommier parallelo alla composizione. L’assenza della testiera aiuta a guadagnare solo pochi centimetri ma sufficienti per scegliere un letto leggermente più lungo e quindi più comodo e accogliente.

     

    Perché un letto sommier senza testiera?
    Per chi vuole recuperare spazio prezioso in cameretta. Per chi ama il design minimalista
    SFOGLIA IL CATALOGO LETTI SINGOLI SOMMIER >

     

    L’ANGOLO STUDIO: come ricavarlo in poco spazio

    I CONSIGLI DELL’ARREDATORE
    Se la cameretta è piccola è preferibile non appesantire l’ambiente con scrivanie a terra, cassetti, cassettiere e arredi ingombranti. Sfruttare le pareti in altezza si rivela spesso il giusto compromesso tra funzionalità ed estetica.

    IL PROGETTO
    L’angolo studio di questa cameretta è stato attrezzato con un mensolone sospeso, un pensile con anta battente, una mensola con schienale e ripiani e una sedia. Pochi elementi ma sufficienti per studiare e lavorare comodamente e in tutta tranquillità.
    Se lo spazio per riporre libri e quaderni non basta si può sfruttare la colonna libreria incorporata nell’armadio.

    Mensolone ad uso scrittoio abbinato ad uno schienale con ripiani e pensili a ribalta incorporati.Si può creare un home office o angolo studio con mensolone, pensili e schienale con mensole.

     

    Perché questo mensolone?
    Plan è disponibile in 2 modelli, 7 larghezze, 5 finiture, quasi 90 colori, con optional a scelta.
    SCOPRI IL MENSOLONE PLAN >

     

    Come arredare una stanza stretta e lunga: consigli generali

    • elimina il disordine: il primo segreto per far sembrare una stanza meno angusta è quello di eliminare il superfluo, scegliere l’indispensabile e tenere tutto in ordine e sempre organizzato.
    • gioca con i colori: è risaputo che le tinte chiare illuminano e fanno sembrare gli ambienti più grandi. Opta per arredi in bianco minimal, inserisci macchie colorate con i complementi e se proprio non riesci a resistere al fascino del colore adotta piccoli escamotage; ad esempio potresti dipingere solo una parte di una parete e del soffitto, come mostrato nei render.
    • sfrutta l’altezza: se non c’è spazio in basso sul pavimento tu sfrutta quello in alto sulle pareti. Ricordati di non esagerare e di non appesantire troppo l’ambiente.

     

     

    > Vuoi affidarti ad un esperto per progettare gli interni della tua casa? Contatta EasyRelooking.

    > Sei un Professionista e come Elisa vuoi attivare la partnership con ArredaClick? Contattaci subito e chiedici maggiori informazioni sul Programma di Affiliazione.

    Tags: , ,

     
     




    Torna su