Decor






 
 
 

Ottobre, le piante rientrano in casa

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor
Idee e consigli per disporre le piante in casa

Le temperature si stanno abbassando ed è il momento di riportare le piante al riparo dentro casa in attesa della prossima primavera. Ma come disporre le piante in casa?

Le piante sono un vero e proprio complemento d’arredoin grado di valorizzare gli interni delle nostre case, inoltre favoriscono il ricambio di ossigeno, trasmettono energia positiva e ci regalano una piacevole sensazione di benessere.
Con un pò di fantasia e la giusta dose di creatività, si possono creare deliziose composizioni green per ravvivare qualsiasi angolo della casa, dal soggiorno alla camera da letto, così come nella stanza da bagno. Grazie alle proprietà di depurazione dell’aria, il bagno è certamente l’ambiente della casa più idoneo ad ospitare le piante in quanto riossigenano l’aria e assorbono l’umidità presente.

Naturalmente le piante di grandi dimensioni andranno necessariamente collocate a terra, disposte singolarmente o in gruppo. Potete ad esempio sistemarle in soggiorno vicino al divano, oppure al tavolo da pranzo. Le piante di medie e piccole dimensioni possono trovare posto sopra una mensola, una panca o sopra un mobile. Se lo spazio proprio non c’è e le piante sono molte, potete appenderle acquistando appositi porta piante o meglio ancora, creando fai da te originali porta piante in corda d’appendere

Quando create dei gruppi di piante, che siano da collocate a terra oppure sopra un piano, ricordate sempre di giocare con le altezze per dare maggior movimento alla composizione e un senso di profondità.
Qualsiasi ambiente anonimo, una volta arricchito con alcune piante verdi, si trasformerà in uno spazio caldo e accogliente.

Se non sapete dove mettere le piante in ecco una carrellata di immagini che abbiamo selezionato per voi.


Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
immagini via Pinterest

Se vuoi scoprire qual’è la pianta giusta per la tua casa, clicca qui!

Tags: ,

 
 

Decorare con l’autunno parte #2: usare la carta da parati

Pubblicato da blog ospite in Decor, VDR Home Design

Tra i tanti modi per decorare con i colori autunnali, c’è la decorazione delle pareti. Ma non con della semplice vernice: con la carta da parati. Che ne dite? 

English version here 

……….

Settimana scorsa vi ho parlato di qualche idea carina per poter usare a nostro favore i regali dell’autunno. Ormai dovreste essere convinti che questa sia una stagione favolosa e non depressa, come molti pensano.

Cerchiamo di vedere il lato positivo e trasformare le nostre amate case in nidi caldi e accoglienti, per affrontare al meglio l’inverno che arriverà. Cosa meglio dell’usare i colori autunnali per arredare e decorare casa a tema?

State cercando dei colori e delle decorazioni per le pareti di casa? Sapete che non c’è solo la vernice lavabile vero? Ora, nulla contro per carità però esistono anche delle alternative.

Tipo la carta da parati. Io la adoro e voi?

DECORAZIONI AUTUNNALI E CARTA DA PARATI: UN MIX PERFETTO

carta da parati

Photo by Jeremy Thomas on Unsplash

Guardate questa foto: non è bellissima? E guardate i colori che belli. Pensateli declinati in cuscini, tappeti e tende: anche se fuori la luce va diminuendo e il freddo aumentando, in casa sembrerà che l’estate non sia ancora finita.

Colori saturi e pieni di luce, che vi daranno la giusta spinta per sentirvi al caldo e coccolati. Se però invece che cambiare solo gli accessori di casa vi sentite ispirati a osare un po’ di più, possiamo pensare alle pareti.

Se volete mantenere un profilo basso allora potete tranquillamente optare per la classica lavabile e osare accenti di colori su alcune pareti di casa. Però se come me siete dell’idea di dare carattere alla vostra casetta, perché in fondo è la vostra opera d’arte, allora c’è la carta da parati.

Non abbiate paura, che non sono più quelle di una volta difficilissime da mettere e altrettanto difficili da togliere. Non vi si staccherà il muro una volta che decidete di toglierla. E no, non dovrete chiedere un fido in banca per comprarle.

carta da parati

Keila

carta da parati

Pencil Drawing

Ce ne sono davvero di tutti i tipi, per i più timidi e i più audaci. Cominciamo con calma, per quelli che non vogliono proprio una pacchianata in casa (anche se non vi proporrò mai pacchianate, sia chiaro).

Che ne dite delle classiche righe in toni pastello del marrone? Perfetta per un ingresso o un soggiorno, dona eleganza ed è un classico intramontabile.

E queste bellissime foglie quasi ad effetto 3d? In una camera da letto troverebbero la giusta collocazione.

CHE NE DITE DI OSARE UN PO’?

carta da parati

Davila B

carta da parati

Samarina A

carta da parati

Sitka C

Amici audaci e amanti del decorativo, questa parte è per voi!! Abbiamo optato per una carta da parati? E allora che sia unica ed eccentrica.

Prettamente a tema autunnale, con alberi e foglie, ne ho trovate alcune che per me sono strepitose. La prima che vedete è un po’ in stile nordico, con alberi stilizzati e dai colori freddi. Oppure ancora queste due qui sopra, che rimandano un po’ alle case di campagna inglesi.

Nel post precedente vi parlavo di quadri a tema autunnale: questa carta da parati qui sopra fa tutto da sola. Non avrete neanche bisogno di raccogliere le foglie per creare i vostri quadri  😉

Di temi e decorazioni ce ne sono migliaia, dovete solo trovare quelle che più si adattano a voi. Queste che ho trovato e scelto per voi sono dell’azienda Carta da parati degli anni ’70 che ha un catalogo di carte sempre in rinnovamento.

Ce ne sono per tutti gli stili e i gusti e la cosa più bella è che potete stamparvi un campione della carta in formato A4 per vedere come starebbe!

A voi la scelta 🙂

 

L’articolo Decorare con l’autunno parte #2: usare la carta da parati sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

WHAT THE TIME IS IT?

Pubblicato da blog ospite in Decor, Room by Room
Le vuoi passare delle belle ore?
Allora devi anche avere un bell’orologio.
E’ proprio così… un bell’orologio fa la differenza! Hai una parete libera? Hai un angolo della casa che vuoi valorizzare ma non sai come? Vuoi semplicemente movimentare la tua scrivania? Hai mai pensato di arredare un ambiente con un bell’orologio? 
Che sia da parete, da appoggio o da tavolo… in ogni casa non deve mancare un orologio di design!
Vitra | collezione Wall Clocks design by George Nelson
Non c’è che l’imbarazzo della scelta, i Wall Clocks sono disponibili in diverse serie di forme e materiali. Caratterizzati da un movimento al quarzo di alta qualità, continuano a rappresentare un‘originale alternativa agli orologi convenzionali grazie alle loro forme sempre più geniali.
ROCHE BOBOIS | HALF & HALF design by Cristian Mohaded
Acciaio e legno impiallacciato, il mix perfetto per un design d’effetto di questo orologio da parete!
moooi | ALTDEUTSCHE
design by Studio Job
E per chi ama osare, l’orologio disegnato da Studio Job è una giocosa interpretazione dell’arredamento Franco. Un piccolo regalo di Studio Job è nascosto in uno scomparto segreto all’interno. Un tesoro da scoprire. Pezzo unico e raro, realizzato in legno di pino massello e completamente dipinto a mano. 
Sei indeciso su che misura usare? Mod è una famiglia di orologi ispirata all’arte e alla grafica contemporanea. Un modo di intendere l’orologio. Un modello che corrisponde a un quadrato con gli angoli che all’aumentare della dimensione si arrotondano fino a trasformare la forma di partenza in un cerchio. Moderno perché suggestionato dal design del mondo dell’elettronica e dalla grafica degli orologi di stazioni e metropolitane.
CAR-MET | OTTO
design by Leonardo Fortino
Vuoi un orologio che rievochi il passato? Ecco Otto un oggetto originale che, grazie ad un elemento in ottone, ricorda la chiavetta di carica dei vecchi orologi. Caratterizzato da un’estetica fresca e moderna questo orologio è realizzato a mano in acciaio e legno massello di frassino.
Puik | CLORK
design by Ilias Ernst
Orologio in sughero e acciaio, ideali per i piani di lavoro. Design minimal ed essenziale esaltato dalla scelta stessa dei materiali.
MAGIS | Cu-Clock design by Naoto Fukasawa
A chi non piace l’intramontabile orologio a cucù?
RETEGUI | TANKO d
Orologio da parete realizzato in marmo, ideale per gli ambienti più minimal e total white.
Salva
Salva
Salva
Tags:

 
 

#8 idee antiletargo per decorare in autunno

Pubblicato da blog ospite in Decor, VDR Home Design

L’autunno è tutt’altro che una stagione triste e malinconica. Ma li avete visti i colori di questa stagione? Un inno allo stile, da usare dappertutto.

……….

La stagione de “siamo l’esercito dei selfieee” e “despacito” è finita, così almeno smettiamo di sentire queste canzoni millemila volte in un’ora. Quindi ora che il tormentone ce lo semo levati dai piedi, e il sole pure, che si fa?

Per favore non dite: la tristezza mi salta addosso perché l’autunno è una stagione malinconica. Io trovo che questa affermazione non sia vera e se l’avete detta, non siete attenti a tutte le meraviglie che questa stagione porta con se.

Una così su due piedi: i colori. Guardatevi intorno e ditemi se i colori autunnali non sono incredibili: arancione, prugna, rosso amaranto e bordeaux. Insomma, wow. Ma ancora: le castagne, le pigne, le zucche, le foglie secche… tutti elementi naturali che potrete trovare a zero sbatti in pratica, ma che fanno stile solo a metterli sul tavolo.

Che ne dite se vi parlo di qualche idea per convincervi che tutto sommato questo autunno non fa così pena?

DECORARE CASA CON I FRUTTI DELL’AUTUNNO

Cominciamo con le idee più facili: decorare le pareti di casa con quadri a tema autunnale o con colori autunnali. Perché non qualche splendida foto di New York in autunno? O di qualche bel bosco vicino a casa vostra?

Il periodo offre degli scorci così belli che non è necessario essere dei fotografi top, per avere delle belle foto.

Se però di quadri ne avete a bizzeffe e non volete star li a cambiarli tutti, potreste optare per raccogliere pigne, castagne, foglie e piccole zucche, da usare per comporre splendidi centrotavola. A voi la scelta poi: se siete dei draghi del fai-da-te, potete proprio comporvelo il centrotavola; altrimenti basteranno anche degli alti vasi trasparenti da riempire a piacimento.

autunno

Photo credit: Ikea

autunno

Ricordatevi anche che questa è la stagione di Halloween: non è detto che i vasi centrotavola debbano essere per forza pieni di castagne. Potete riempirli di caramelle e simili, per la gioia di grandi e piccoli.

Vediamo un po’, avete un camino per caso? Allora il gioco è fatto. Niente di più semplice e scenografico che decorare il camino per dare il benvenuto alla stagione. Pigne, corone di foglie e candele sono le benvenute. Il risultato sarà accogliente e caloroso.

Ma pigne & co possono anche essere usate per costruire delle splendide ghirlande, che fanno un po’ Natale è vero, ma danno un senso di tepore a chiunque le veda e si appresti ad entrare a casa nostra.

autunno autunno

Il modo più immediato però per dare una ventata di aria nuova in casa è sicuramente quello di cambiare gli accessori in base alle stagioni. E con accessori intendo: cuscini, coperte, lenzuola, tende e tappeti.

Usate le pallet autunnali che spaziano dal giallo senape al prugna per portare in casa tutto quel calore che fuori non c’è più. Create un nido confortevole, in cui sia rincuorante pensare di dover tornare. A questo contribuiscono benissimo anche candele e profumi per ambiente nelle fragranze delle spezie. A me piace l’odore di cannella in giro per casa, ma voi potete trovare il profumo speziato che più vi si addice.

Il letargo lasciamolo a qualcun’altro  🙂

L’articolo #8 idee antiletargo per decorare in autunno sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Carte da parate: nuove alternative al tropicale

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor

Non so voi ma io mi sarei anche un pò stufata delle carte da parati tropicali, delle  foglie di palma e di uccelli esotici fra una vegetazione lussureggiante.

Non mi fraintendete, mi piacciono molti dei disegni tropicali classici o nuovi, mi sono perà annoiata del look in genere, anche perché è visto e stravisto.

Ho selezionato alcune carte da parati diverse e nuove per tutti quelli che, come me, si chiedono che alternative ci siano allo stile paradiso terrestre.

La prima dall’alto è  Circus di Wall&Decò, un’alternativa al muro effetto sbiadito.

Devo dire che Wall&Decò riesce spesso a lanciare prodotti degni di nota. Il brand italiano, famoso soprattutto per le sue carte da parati da esterni o con motivi di grandi dimensioni, si sta imponendo sempre di più nell’ambito dei rivestimenti per pareti.

La più tropicale delle carte selezionate è senza dubbio la seconda dall’alto, Miami dalla collezione Icon di Cole& Son. E’ disponibile in bianco e nero ma preferisco questa variante che è visivamente meno aggressiva.

La terza dall’alto è ancora di Wall&Decò e si chiama 17130EWC. L’ho scelta per chi, di voi, ama uno stile più lineare ed elegante.

La carta da parati rossa uguale al rivestimento del divano non poteva non essere Mey Meh by House of Hackney ed è per le persone a cui piace osare. Una carta così ricca di colore e dettagli e così particolare sta meglio in case d’epoca e sicuramente richiede una grande attenzione nel coordinare tutti gli elementi decorativi della stanza. In poche parole, non sceglierla se il resto degli arredi non si presta: un mobile bianco di Ikea su uno sfondo del genere, ad esempio, è un pugno in un occhio.

Proseguendo, abbiamo Hornbeam by Farrow & Ball, in una graziosa combinazione di due varianti divise da una cornice in legno pitturata di verde chiaro, un colore presente in entrambe. Hornbeam non è un design nuovo della casa inglese conosciuta prevalentemente per le sue pitture, ma è un’opzione da tenere presente, in tutte le sue declinazioni cromatiche.

La carta da parati nel bagno (seconda immagine dall’alto) è disegnata da Christian Lacroix per Designers Guild e si chiama Bain the Minuit-Mediterranee.

Devo dire che Christian Lacroix è una delle principali ragioni per cui seguo ancora Designers Guild che, nell’insieme,  mi era più congegnale anni fa.

Ultima ma non per rilevanza, la carta di Pierre Frey chiamata Soccorro, ispirata dalle geometrie Maya. Sono una grande fan dei tessuti di Pierre Frey per cui non potevo non includere una delle sue carte da parati anche se mi piacerebbe vedere più foto ambientate delle carte sul loro sito.

The post Carte da parate: nuove alternative al tropicale appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Vintage mirrors

Pubblicato da blog ospite in Decor, REDaddress

Specchi di tutte le dimensioni, da terra, a parete, da tavolo…ma rigorosamente 
vintage! Con la loro patina speciale, piccole imperfezioni e forme sinuose danno 
luminosità e profondità agli ambienti. Se posizionati in punti strategici, di 
fronte o a fianco delle finestre amplificano lo spazio con grande efficacia. Ecco 
la nostra selezione di questa settimana per personalizzare le vostre stanze.

sezane.com
livingforpretty.com
urbanoutfitters.com
apartmenttheraphy.com

1/2 pinterest.com


peone.tumblr.com
cotemaison.fr
myworldapart.com
scentofobsession.com

Tags:

 
 

Decor casa: regala stampe da appendere

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Decor

Un regalo vuol dire pensare alla persona a cui è destinato. Solo così sarà personale e non casuale. Un regalo, però, ha anche l’ambizione di durare per sempre. Come un diamante 😉 Se rivolgiamo lo sguardo al decor della casa, troveremo facilmente il “regalo per sempre”. Del tipo? Una stampa da appendere alla parete. 

Ci pensavo proprio l’altro giorno guardando l’illustrazione di Emanuele Luzzati, o meglio la stampa di una sua illustrazione, che qualche anno fa mia sorella ci ha regalato con tanto di cornice da appendere al muro.

Regalo che continuo ad apprezzare nel tempo. L’ho attaccato sopra la panca, in cucina. I colori si abbinano perfettamente e mi mettono allegria. Soprattutto di mattina mentre preparo il caffé.

decor casa

decorazione pareti

Decor casa da regalare: l’elenco di stampe

Ho voluto condividere questa ispirazione sul blog proprio perché ho apprezzato tanto questo regalo. E perché una stampa è pur sempre un pezzo d’arte, che possiamo comprare a costi contenuti e aggiunge stile a qualsiasi casa, facendo felice un amico.

La lista

Ho scoperto Elisa Talentino su Facebook {a volte anche Fb può essere utile}. Ho adorato il suo tratto, i colori e la sua ironia.

stampe

La rivincita di Cappuccetto Rosso

decorazioni per pareti

Espandersi vermiglio

Quelle di Print Collection sono stampe che potrebbero facilmente piacere a un uomo, perché hanno quell’aria vintage che di solito piace al mondo maschile e ritraggono oggetti maschili, come le automobili.

Da considerare quando il proprio compagno avrà il compleanno o in vista di qualche altra ricorrenza 😉

stampe vintage

stampa d'arte

Decisamente più femminili, vagamente malinconiche e romantiche, le stampe d’arte di Clare Elsaesser. Io le adoro.

Un’altra idea regalo, che vedo bene anche per un uomo, sono le stampe di lottaXstreet. Che ne dici?

Le ultime stampe selezionate sono quelle di Adeegan . Le ho scelte per i colori e la versatilità: stanno bene in qualsiasi ambiente… a dir la verità l’arte sta bene ovunque.

A te piace l’idea della stampa come regalo per la casa? Se ti va puoi condividere le tue scoperte nei commenti.

 

 

The post Decor casa: regala stampe da appendere appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 

Carta da parati anni 70 per rinnovare casa

Pubblicato da blog ospite in Decor, Easy Relooking

READ IN ENGLISH

©easyrelooking

Tutti sanno quanto ami la carta da parati!

Se mi seguite su Pinterest (e se non lo fate provvedete subito!) avrete notato la mia raccolta di immagini di ispirazione per la carta da parati.

Sono sempre alla ricerca di nuove proposte per i miei progetti. In particolare cerco carte da parati che possano:

  • essere di qualità
  • a un prezzo competitivo
  • anche acquistabili in maniera facile dai miei clienti

Per poter consigliare materiali di qualità, sono ben felice di testare e recensire prodotti che siano rigorosamente tra i miei interessi e gli interessi del pubblico di questo blog!

Per partnership e recensioni, contattami in privato

Carta da parati degli anni ’70

Conosco da tempo il sito Carta da parati degli anni 70 che presenta carte da parati incredibili! Voi lo conoscevate?

Le prime carte di questa azienda nacquero con l’ispirazione agli anni ’70.

Già nel lontano 2003 lanciammo il marchio “Veruso” che diede il via ad un appassionato periodo di revival degli anni ’70. Un anno dopo le nostre collezioni furono accolte con entusiasmo alle fiere del settore di New York. Da quel momento in poi il look vintage che si rifà agli anni ’70 ha conquistato tutto il mondo.

Ed è assolutamente così, i disegni degli anni ’70 sono ritornati molto di moda e, per chi ama particolarmente quel perido, sul loro sito è presente una raccolta dedicata “I love the ’70s“.

Ma questa azienda si è poi evoluta ed è cresciuta nel tempo, proponendo anche altri disegni. Si trovano quindi moltissimi modelli di carte, dalle più minimali righe ai disegni floreali.

 

 

 

Volevo saperne di più!

E quindi sono entrata in contatto con Sven, del team carta da parati artistica, direttamente dalla sede dell’azienda, in Germania.

Mi ha inviato diversi campioni di carta delle nuove collezioni, che ho voluto fotografare in un modo un po’ artistico e diverso dal solito!

 

 

 

Sono rimasta piacevolmente colpita dalla qualità!

In particolare per questi punti che ti elenco:

  • la carta è spessa
  • i colori sono uguali a quelli che si vedono sul loro sito, sia per i più tenui che per i più sgargianti
  • le carte che presentano sul sito dei riflessi a seconda della luce, sono effettivamente così anche dal vivo
  • infine, dove è indicato che ci sono rilievi o l’aspetto è liscio o ruvido, è effettivamente così come descritto!

Dalle mie foto si possono intravedere alcune cose di quanto descritto. Soprattutto in alcune si percepisce chiaramento l’effetto che io chiamo “tessuto“, per indicare una superficie ruvida e che ricorda il tessuto.

 

 

 

Grazie a questi campioni, posso dire che per i miei progetti sarei ben contenta di consigliare carte da parati di questa azienda, per chi cerca un buon rapporto qualità-prezzo!

L’articolo Carta da parati anni 70 per rinnovare casa proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Vimini: idee decor senza tempo

Pubblicato da blog ospite in Decor, Tea Stylist
Foto: Eticamente

Ricordo benissimo quando da bambina rubavo i cesti in vimini di mia nonna per farne fantastiche cullette per le mie bambole. Ne è passato di tempo ma è rimasto in me quel legame con gli oggetti che un tempo colonizzavano le case dei nonni: cesti in vimini, damigiane giganti (…viste con gli occhi di una bambina 😉 ) in vetro, cassette di legno, contenitori in terracotta, utensili in ferro battuto e tanto altro. Oggetti da mercatino oggi, oggetti indispensabili che scandivano il quotidiano ieri. 

Ma sono oggetti che oggi possono essere ri/utilizzati per dare personalita’ agli spazi interni, parlo ad esempio dei cesti in vimini, veri capolavori dell’artigianato sempre più presenti in tanti angoli della casa e in giardino. Quindi, carissime amiche e amici, riapriamo le cantine dei nonni e rimettiamo a nuovo cesti e contenitori in vimini e utilizziamoli dove ci pare, perchè in fondo sono così flessibili che possono trovare posto in cucina, dispensa, in bagno, nel soggiorno. 
Possiamo affidare ad essi un compito funzionale, ad esempio contenere, nascondere, oppure semplicemente una funzione decorativa. 
Vi assicuro che utilizzati in un senso o nell’altro, i cesti in vimini saranno un elemento decor di grande personalita’ perfetti per una casa in stile shabby, ma anche country, rustico, eclettico e ci aggiungo lo stile nordico per il suo amore per i materiali naturali.

Tags:

 
 

Il rattan è di moda e sta bene con l’urban jungle

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Decor

I mobili in rattan sono utilizzati sia per arredare la zona outdoor che per completare quella indoor.

Non hanno tempo e non rispettano tendenze: sono elementi eterni. 
Il rattan è un materiale leggero e robusto. Gli intrecci e le lavorazioni che ne derivano sono perfette per aggiungere texture ad un ambiente.
Hai mai visto una sedia da esterni con lo schienale a coda di pavone in un mercatino dell’usato? Quei disegni tridimensionali sono resi possibili dall’alta malleabilità di questa fibra naturale.

Non è mai passato di moda grazie alle sue qualità. Puoi lasciarlo all’esterno senza preoccuparti delle temperature o dell’umidità, puoi spostarlo senza sforzi ed utilizzarlo per anni di fila, non si scheggerà né subirà altre grosse alterazioni.

Se hai dei mobili in rattan in terrazzo o in cantina, corri a recuperarli! Sono tornati in voga, tanto da essere anche nella nuova collezione IKEA!
Puoi sistemarli indoor e renderli attuali semplicemente collocandoli in un mood urban jungle.

Cos’è l’urban jungle? L’urban jungle è uno stile di vita che consiste nel condividere gli spazi abitativi urbani con molte piante (da qui il termine jungle), di diverse specie e varietà. Ne deriva un contrasto tra luoghi antropici e atmosfera selvatica che si rivela esso stesso la chiave vincente di questo stile.

Il rattan dà il meglio di sé quando accostato al green.
Otterrai un ambiente fresco e naturale con un tocco boho-etnic.

Puoi usare un sacco di piante di piccole e medie dimensioni o due o tre piante grandi e scenografiche a contorno del tuo complemento in rattan. Crea un bel display, avendo cura di scegliere con criterio i vasi e di disporre le piante in modo armonioso.

Se non hai il pollice verde puoi inserire solo poche piantine, facili da coltivare (puoi consultare questa guida per coltivare le piante più trendy del momento) e fare di poster, tessuti e carte da parati a tema botanico il punto focale del tuo styling.

Vedrai, non ti pentirai di aver conservato il tuo mobile in rattan!
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 




Torna su