Idee






 
 
 

Plantui: l’orto del futuro in pochi centimetri quadrati

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
il giardino idroponico di design per coltivare in casa senza terra

Arriva dalla Finlandia il giardino idroponico di design per coltivare in casa insalate, erbe e fiori senza terra. 

Cosa può unire una qualunque casa italiana e il ristorante stellato di un famoso chef di Helsinki? Fino a oggi, probabilmente, quasi niente. Ma la passione per il verde e il desiderio di avere una parte attiva nella coltivazione dei cibi che arrivano sulla nostra tavola tutti i giorni sono destinate a costruire un ponte fino a poco tempo fa impensabile. Sasu Laukkonen, nome di punta dell’enogastronomia finlandese, è infatti solo uno dei testimonial d’eccezione di Plantui, un avveniristico strumento che consente di avere un giardino idroponico direttamente in casa.



Le trasmissioni televisive e gli articoli in cui si denunciano tutte le falle della catena che unisce la raccolta nei campi all’arrivo sul banco di frutta e verdura hanno fatto crescere nei consumatori la voglia di tornare un po’ produttori, per sapere da dove viene e di cosa è fatto davvero quello che mangiano. Purtroppo, fino a oggi, il problema oggettivo è stato quello dello spazio e del tempo: anche volendo, per coltivare qualsiasi cosa, ci vuole un campo o, quantomeno, della terra.



Plantui rivoluziona completamente questa concezione, sintetizzando tutto quello che serve in pochi centimetri quadrati e in un oggetto di design, in grado di crescere contemporaneamente fino a 12 piante finalmente gustose – e le migliori foglie di ravanello del mondo, secondo il parere di Sasu Laukkonen – grazie a un sistema brevettato che funziona tutto l’anno in virtù di uno speciale spettro luminoso e aumenta di 2 o 3 volte il contenuto di vitamina C e beta-carotene rispetto a quelle asfitticamente accatastate nelle cassette dei supermercati.

Il processo di crescita, abbinato a un sistema intelligente di irrigazione con nutrimenti, riproduce lo spettro luminoso della fotosintesi fornendo alle piante la giusta quantità e qualità di luce necessaria per uno sviluppo ottimale. La luce e il sistema di irrigazione automatica vengono regolate dal Plantui Smart Garden™ durante le diverse fasi di crescita dalla pianta, creando le condizioni per ottenere erbe e insalate salutari, fresche e gustose.


Con un raccolto giornaliero per 3 o 4 settimane che non prevede l’utilizzo di terra, le foglie non devono essere lavate, non necessitano la conservazione in frigorifero, crescono direttamente in casa e sono pure al cento per cento, senza nemmeno l’ombra di OGM.

Tra gli svariati modelli, Plantui 3 Smart Garden è la versione compatta che porta l’allegria del giardinaggio in tutte le cucine. L’unica attività richiesta è quella di introdurre 3 capsule nell’apparecchio: sarà a quel punto il giardino idroponico a farle crescere. L’irrigazione e l’illuminazione completamente automatizzate consentono anche a chi non sa cosa sia il pollice verde, di coltivare erbe aromatiche, insalate e fiori senza nessuna esperienza di dissodamento, semina e tutte quelle cose che è meglio lasciare a chi le sa fare…



In attesa dell’imminente arrivo del modello da 12, Plantui 6 Smart Garden™ è la versione, per così dire, deluxe, con 6 capsule, per coltivare fino a 6 piante contemporaneamente, e 18 luci a led controllate automaticamente che producono il corretto spettro luminoso con l’intensità necessaria alla fotosintesi.  Il sistema di irrigazione intelligente – che pompa silenziosamente acqua alle radici 1-7 volte al giorno, in base alla fase di crescita – è lo stesso utilizzato nelle serre e assicura alle piante il giusto apporto di acqua, nutrimenti e ossigeno.

                            

Tags:

 
 

XALA: annaffiare con stile!

Pubblicato da blog ospite in Idee, Voglia Casa

Un oggetto di uso quotidiano come un annaffiatoio, per chi possiede un giardino e dei fiori, può essere oltre che utile, anche bello e di tendenza.

I designer di questa collezione, che arriva dal Belgio, hanno applicato lo stile e la forma di una teiera a un annaffiatoio, creando un nuovo e sorprendente prodotto: XALA.

 

Una teiera e un annaffiatoio possono avere molto in comune, entrambi servono a versare ed entrambi hanno le stesse parti: contenitore, manico, becco.

Ingigantendo letteralmente un oggetto comune sono riusciti a creare qualcosa di nuovo e divertente: un giardiniere che serve l’acqua alle sue piante con la sua teiera XXL.

Le dimensioni sono 3 in base alla capienza dell’oggetto: 12l, 6l, 2,5l e i colori vanno dal nero, al verde, al blu, al giallo, al rosa, al rosso, al grigio.

Per gli acquisti e maggiori info potete cliccare quì.

Salva

Salva

Tags:

 
 

NORD PIUMINI sbarca in cucina con i suoi canovacci in lino!

Pubblicato da blog ospite in Idee, Voglia Casa

Novità da NORD PIUMINI.

Il brand, leader nel settore della biancheria da letto con i suoi piumini 100% made in Italy e realizzati con materie prime di qualità e innovative, sbarca in cucina.

In anteprima i bellissimi canovacci in lino stampato.

Un accessorio utile e fondamentale che nelle 8 varianti proposte potrà diventare un piccolo complemento d’arredo grazie al suo tocco di colore in casa.

www.nordpiumini.it

 

Salva

Salva

Salva

Tags:

 
 

6 soluzioni per arredare un loft moderno

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

Trucchi e consigli per trasformare un vecchio locale in disuso in un esclusivo appartamento

arredare un loft
foto da homedesign.com

 

Nella New York degli anni ‘50 artisti e bohemien, alla ricerca di un posto alternativo ed economico dove abitare o lavorare, iniziarono a trasferirsi in edifici industriali, capannoni, depositi o magazzini abbandonati e in disuso. Da allora, il loft è diventato prima la risposta americana all’atelier parigino, poi un’abitazione di lusso.

Contrariamente alle origini, oggi i loft sorgono sempre più spesso in prestigiosi palazzi, con vista mozzafiato sulle più belle città del mondo.

arredare un loft
foto da homedsgn.com

Gli elementi caratterizzanti del loft? Spazi aperti e ampi, open space senza pareti divisorie, soffitti alti, soppalchi, finestre a tutta altezza che garantiscono luce naturale e – ovviamente – un arredamento caratteristico che combina stile industriale e design moderno.

arredare un loft
foto da espaceloft.com

Arredare bene un loft, dalla scelta dei colori e della pavimentazione agli elementi di arredo, significa saper mettere in risalto la peculiarità dell’ambiente e trarne la massima funzionalità.

Come arredare un loft moderno

1- Conservare l’ambiente originario
Per valorizzare un loft bisogna conservare – nell’arredamento, nella divisione dello spazio e nei colori – gli elementi di continuità con la storia dell’edificio.

Da ex magazzino a loft a pianta aperta per la ristutturazione realizzata da Sadie Snelson Architectssu www.elledecor.it
Da ex magazzino a loft a pianta aperta per la ristutturazione realizzata da Sadie Snelson Architects su http://www.elledecor.it[/caption%5D

2- Pavimentazione in parquet o mattoni a vista

Chi vuole optare per  l’eleganza, deve puntare sul legno. Gli amanti dello stile industriale, invece, su cemento, mattoni, pietra o gres porcellanato.

un loft dallo stile industriale in Messico, progettato  dalla designer di interni Margaret Bissu un loft dallo stile industriale in Messico, progettato dalla designer di interni Margaret Bissu

arredare un loft
Materiali grezzi e texture ricercate per un open-space a Seattle ristrutturato da SHED Architecture & Design su http://www.living.corriere.it[/caption%5D

3- Riutilizzare arredi originali

Scaffalature industriali a mo’ di armadi o librerie  e altre strutture riciclate dal vecchio ambiente servono a richiamare l’anima industriale della location. I paraventi possono servire per dividere gli spazi che hanno più bisogno di privacy. La semplicità, nel loft, equivale a lusso ed esclusività.

Via Pinterest l'immagine di una semplice ma affascinante e funzionale libreria realizzata con scaffali industriali di metallo su Pinterest l’immagine di una semplice ma affascinante e funzionale libreria realizzata con scaffali industriali di metallo

arredare un loft
Fascino vintage industriale
arredare un loft
Una libreria scaffalatura/libreria semplice e comoda per ogni ambiente
arredare un loft
Foto da http://www.mansarda.it[/caption%5D

4- La cucina: geometrica e illuminata

Linee rigorose ed essenziali per la cucina, che rappresenta il fulcro del loft. Da collocare nella zona più luminosa della casa e da arredare con materiali che richiamano lo stile scelto.

arredare un loft Una perfetta cuscibna in stile industriale

Scaffali industriali in cucina perfetti per avere ogni cosa al suo posto
Scaffali industriali in cucina perfetti per avere ogni cosa al suo posto

5- Colori chiari e neutri

Il bianco e i suoi derivati (beige e diverse tonalità di grigio) conferiscono luminosità e profondità, dando allo spazio una percezione senza orizzonti.

arredare un loft
Su Pinterest Total White

6- Zona letto in soppalco

La camera da letto in un loft va collocata su un soppalco, per razionalizzare l’ambiente e lasciare al piano inferiore la zona living.

arredare un loft Mini-loft con zona letto sul soppalco a Praga. Su http://www.living.corriere.it[/caption%5D

Il loft è divenuto negli ultimi anni la soluzione abitativa preferita dai vip di tutto il mondo: i progetti su misura, gli ampi spazi, gli ambienti raffinati e unici hanno fatto di questa soluzione abitativa il miglior compromesso per far convivere nel centro delle metropoli più grandi e rinomate spazio, lusso e design.

L’articolo 6 soluzioni per arredare un loft moderno proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Il baule ridipinto con le pitture decorative Wilson&Morris

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Come rinnovare un vecchio baule con il colore

Sfumature green per riportare a nuova vita un vecchio baule inutilizzato!

Grazie alle fantastiche pitture decorative ricevute dal noto brand Wilson& Morris, questa sarà un’estate all’insegna del restyling attraverso il colore! La palette che abbiamo scelto e che ci rappresenta al meglio, è il verde in 5 raffinate nuance in gradazione: 1072 Green Fortune, 1069 Single Blade, 1071 Green Trail, 2010 Duck Egg, 1075 Cloudy Day


Come rinnovare un vecchio baule con il colore

I colori fanno parte della linea Emulsion Matt di Wilson&Morris, una pittura decorativa con base all’acqua, finitura opaca e vellutata al tatto. Si tratta di un prodotto di alta qualità, adatto alla decorazione di pareti e soffitti per interni ma utilizzabile anche per intonaci vecchi e nuovi, sia a base di calce che cementizi, cartongesso e legno, previa opportuna preparazione della superficie da trattare.

Nel caso specifico, prima di poter procedere con la nuova verniciatura del baule, è stato necessario scarteggiare interamente la superficie esterna per rimuovere il vecchio strato di colore giallo, utilizzando una levigatrice orbitale.

Come rinnovare un vecchio baule con il colore

Una volta rimosso tutto il vecchio colore abbiamo preparato il fondo applicando due mani di cementite bianca su tutta la superficie esterna.

Per il nuovo look abbiamo scelto di utilizzare tre colori: 1071 Green Trail, 2010 Duck Egg e il 1075 Cloudy Day


Come rinnovare un vecchio baule con il colore
Come rinnovare un vecchio baule con il colore

Prima di procedere con la verniciatura è stato applicato del nastro di carta per evitare sbavature e infine abbiamo steso i tre colori utilizzando un rullo di piccole dimensioni.


Come rinnovare un vecchio baule con il colore

Dopo una prima mano di pittura decorativa, lo abbiamo lasciato ad asciugare per circa 8 ore e poi steso una seconda mano di pittura.

Ed ecco il baule con il nuovo look, pronto per la sua nuova funzione contenitiva! 


Come rinnovare un vecchio baule con il colore
Come rinnovare un vecchio baule con il colore

La pittura decorativa è un elemento in grado di influenzare il nostro umore, di stiolare le nostre emozioni. La palette cromatica di Wilson&Morris offre una ricca gamma di sfumature per una scelta personalizzata del colore.

Tags: ,

 
 

Arredare col bambù, 5 mobili esotici per la casa estiva

Pubblicato da blog ospite in Idee, Things I Like Today

arredare col bambù la casa estiva

Arredare col bambù è la soluzione giusta per la casa estiva, per creare un’atmosfera esotica e regalare un tocco etnico all’ambiente

Se amate lo stile etnico e volete dare un tocco esotico alla vostra casa, una soluzione è quella di arredare col bambù, un materiale forte, leggero e naturale. Il bambù è un materiale molto flessibile e resistente e perciò estremamente versatile, sempre più usato da architetti e designer anche per essere ecosostenibile.
Le nuove linee di design sono modernissime ed eleganti, lasciando ormai al passato l’aspetto “artigianale” dei vecchi mobili in bambù. Nella casa estiva il bambù consente di creare ambienti dall’atmosfera etnica e coloniale che si sposa perfettamente al clima caldo e può essere declinato in infinite possibilità, sia per gli spazi interni sia per i mobili da esterno o i mobili da giardino.

Tokyo Chaise Longue di Cassina

Tokyo Chaise Longue in bambù

Chaise Longue in bambù

Questa elegantissima chaise longue ha una struttura di base e una seduta composta da 12 fasce di legno di bambù curvato e una linea minimalista ed essenziale. Progettata nel 1940 dalla designer francese Charlotte Perriand (che collaborò per oltre 10 anni con Le Corbusier e Pierre Jeanneret), la chaise longue Tokyo di Cassina è il risultato di un suo soggiorno in estremo oriente, che la portò a interpretare la realtà del’abitare mescolando tradizione e modernità, come negli arredi da lei prodotti, con le antiche tecniche di lavorazione del bambù.
E’ perfetta sia all’interno, per il soggiorno, sia per il giardino o la veranda!

Fare ombra con stile

paravento in bambù

Black199 dell’architetto Paola Navone, prodotto per Gervasoni1882, è un paravento in black bamboo con cornice in noce canaletto. Il bambù nero è una varietà di bambù proveniente principalmente dalla Cina e dal Giappone e i suoi steli neri (o quasi) particolarmente lucidi, sono stati molto apprezzati da architetti e designer negli ultimi anni.
Questo paravento è un oggetto dalla linea essenzialem modernissimo e versatile che può essere usato in interno o esterno e fungere da parete divisoria mobile oppure come schermo contro il sole cocente dell’estate.

Lampadario Flower, bambù al laser

lampadario di design in bambù

I lampadari in bambù regalano all’ambiente una luce calda e naturale e anche quell’atmosfera esotica che d’estate ci fa subito immaginare luoghi lontani e meravigliose isole tropicali. Questo si chiama Flower ed è un bellissimo lampadario a sospensione in bambù progettato dal designer olandese Djanim Fabian Van Der Schalk.
Semplice ed elegante, è ispirato alla simmetria del fiore con i suoi petali che si congiungono al centro.  Assemblate con lo stesso principio, le 30 lamelle in bambù di Flower lasciano passare la luce in modo progressivo, dal centro verso l’esterno, creando dei bellissimi giochi di ombre.
Le lamelle sono realizzate con pannelli di bambù tagliato a laser. Grazie alla tecnica del crash bambù, in cui il legno delle canne viene lavorato e pressato, si possono infatti creare dei pannelli dalla texture molto interessante e caratteristica.

flower - lampadario in bambù - design olandese

Otto, l’elegante ventilatore in bambù

OTTO ventilatore in bambù

C’è un caldo torrido ma non volete cedere alla tentazione dell’aria condizionata?
Potete optare per l’elegante ventilatore da terra OTTO  dell’azienda svizzera Stadler Form  con telaio in bambù ecosostenibile e con i piedini regolabili in altezza. Comodo, pratico e facilmente trasportabile, con la sua linea essenziale si può integrare perfettamente in quasiasi tipo di arredamento, caratterizzando l’ambiente con il tocco naturale del legno.

Arredare col bambù: il letto a baldacchino

letto a baldacchino in bambù

E per finire sul classico, ecco Coconut, il letto a baldacchino in bambù di Maison du Monde con tanto di tendaggi in tessuto bianco per filtrare la luce del sole. Esotico e romantico al tempo stesso, questo letto dallo stile etnico è perfetto per arredare la camera da letto della casa al mare. Il letto a baldacchino ha origini molto antiche, nato probabilmente già nel medioevo per creare intimità, riscaldarsi e proteggersi dagli insetti indesiderati ma ancora oggi può essere un elemento d’arredo particolare per rendere unica una stanza da letto.

LEGGI ANCHE: Geometria ed esotismo, Vito Selma e l’intrinseca bellezza del legno

Tags:

 
 

Calcolo metri quadri casa: come realizzarlo?

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

Calcolo metri quadri casa come realizzarlo

Quando abbiamo bisogno di arredare una casa appena acquistata o vogliamo rinnovare quella in cui abitiamo da tempo ci serve capire con esattezza quanta superficie abbiamo a disposizione per realizzare tutti i nostri sogni.

Vi avevo già spiegato, in un articolo sulla ristrutturazione del bagno, come fare un rilievo in scala per posizionare gli elementi esistenti, ma come funziona il calcolo metri quadri? Come facciamo a capire se nella stanza da letto possiamo inserire una scarpiera più ampia, una cabina armadio con spogliatoio o se nel bagno possiamo mettere sia una doccia che una vasca idromassaggio? In cucina un forno, una lavastoviglie e un bel frigo ci starebbero bene, soprattutto se si potesse creare una bella penisola dove poter anche mangiare. Sognare non costa nulla, ma bisogna fare i conti con le superfici che si hanno a disposizione. Il calcolo dei metri quadri non serve solo a questo, ma è utile anche quando si vuole costruire un cappotto esterno ed in ogni caso serve ad avere preventivi sempre più precisi dalle varie imprese a cui ci si è rivolti per i lavori.

Dalle nozioni di geometria agli strumenti giusti

Alcuni lavori necessitano di professionisti del mestiere, ma per altri si può cercare di fare da soli. Per calcolare i metri quadri di casa l’imperativo è quello di muoversi in maniera molto precisa ed usare gli strumenti giusti. Le pareti interne o esterne, ma anche i pavimenti richiedono strumenti di rilievo delle superfici diversi. Calcolare i metri quadri del pavimento sarà facilissimo e richiederà di tornare indietro nel tempo. Servirà cioè rispolverare le nozioni di geometria imparate alle elementari e trovare così l’area della superficie di un quadrato o rettangolo dopo aver controllato la forma esatta sulla pianta della propria casa. Come si calcola l’area di un quadrato? Sapendo la formula ci si accorge immediatamente che bisogna misurare la lunghezza di una parete. Per fare questo basterà utilizzare un semplice metro a nastro ed essere il più precisi ed accurati possibile. Per l’area di un rettangolo, invece, bisogna misurare ben due lati, ovvero la base e l’altezza. Anche in questo caso sarà il metro a nastro a correre in aiuto di ciascuno di noi, ma si potrebbe utilizzare, se lo si possiede, un misuratore laser. Quest’ultimo attrezzo diventa indispensabile se si vogliono misurare i metri quadri delle pareti esterne proprio perché è quasi impossibile riuscir a raggiungere tutte le altezze anche con l’utilizzo di una scala e di un metro a stecca ovvero un metro rigido.

Calcolo metri quadri casa come realizzarlo

Piccoli accorgimenti per non commettere errori

Quando si calcolano i metri quadri del pavimento bisogna considerare che per la posa di parquet o piastrelle dovrà essere calcolato uno scarto dovuto alle lavorazioni. Quando si calcola, invece, la superficie delle pareti per ricontrollare scrupolosamente i preventivi ricevuti dai vari professionisti, bisogna ricordarsi che gli imbianchini, ad esempio, rilasciano preventivi chiamati “vuoto per pieno” dove non viene sottratta la superficie di porte e finestre. Se, infine, si esegue il calcolo dei metri quadri casa per una valutazione dell’immobile, è bene sapere che il balcone, il terrazzo e il box dovranno essere considerati al 50% della loro metratura mentre per tutte le murature interne dell’immobile bisognerà aggiungere un 10% rispetto al calcolo ottenuto.

Calcolo metri quadri casa come realizzarlo

The post Calcolo metri quadri casa: come realizzarlo? appeared first on La gatta sul tetto.

Tags:

 
 

Le 4 migliori novità Ikea di Agosto 2017

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH 

L’Ikea si preoccupa da sempre di migliorare il nostro stile di vita e di rendere il più piacevole possibile la quotidianità, realizzando prodotti a basso costo di cui vengono particolarmente curate la funzione, l’estetica e la qualità. Come ho potuto riscontrare più volte pone effettivamente una grande cura nel rispettare l’ambiente, tanto da organizzare controlli periodici dei prodotti realizzati per prevenire la possibilità di causare inquinamento.

Siamo fatti per cambiare” è il nuovo slogan che l’Ikea ha deciso di promuovere per il 2018, ponendo alla base dei suoi nuovi prodotti il tema del “cambiamento”. L’idea principale sarebbe quella di promuovere la realizzazione di prodotti innovativi, colorati e originali, ponendo grande attenzione alla sostenibilità.

In questo post voglio mostrarti alcuni dei prodotti più creativi e vantaggiosi che troviamo nelle anticipazioni di Agosto e che si ritroveranno anche nel catalogo 2018.

Comfort e innovazione: sedia ODGER

Mi è piaciuta a prima vista! Per le sue linee morbide e molto “nordiche”, mi ricorda la sedia Visu di Muuto  e in parte anche la Form Chair di Normann Copenhagen. Si tratta di una vera e propria icona del design, data la morbidezza delle linee e la sua innovativa realizzazione in legno e plastica riciclata. Oltre ad essere al passo coi tempi, risulta molto confortevole in quanto, grazie alla presenza di un sedile concavo, è perfettamente adatta a chi è costretto a starvi seduto per molte ore.

Un mix di prodotti perfetto per i bambini: serie letto SLÄKT

Hai dei figli? Se la risposta è affermativa, allora troverai questo prodotto assolutamente indispensabile per la cameretta dei tuoi bambini. La serie letto SLÄKT si adatta soprattutto ai bambini di età compresa tra gli 8 e i 12 anni. Un’età un po’ particolare in cui avere spazio per giocare nella propria camera è fondamentale tanto quanto poter condividere tale spazio con i propri amici.

La serie letto SLÄKT mi piace perché risulta funzionale in entrambi i casi perché include un elemento con rotelle che può servire da comodino, un letto con cassetti inferiore estraibile e una seduta con contenitore sottostante. Ovviamente il tutto è costruito nel massimo rispetto dei requisiti di sicurezza, così che i tuoi bambini avranno la possibilità di divertirsi da soli o in compagnia senza correre mai alcun pericolo.

La naturale bellezza del piano di lavoro PINNARP

Il piano di lavoro PINNARP è costruito in truciolare e presenta un rivestimento in frassino massiccio che ricorda alla perfezione la naturale bellezza del legno. Per di più è realizzato con una tecnologia innovativa e sostenibile, perché costruito nel pieno rispetto dell’ambiente e con l’utilizzo di una minore quantità di legno, ottenendo comunque un piano durevole e resistente sia all’acqua che all’umidità. PINNARP è caratterizzato da una finitura unica che dura nel tempo e, come tutti i piani di lavoro Ikea, ha una garanzia di 25 anni. Dunque il piano di lavoro PINNARP è perfetto per chi vuole rinnovare la sua cucina con un bell’effetto legno!

Novità Ikea 2018

Un dettaglio naturale per valorizzare i tuoi mobili: maniglie in pelle ÖSTERNÄS

Le maniglie ÖSTERNÄS sono assolutamente innovative perché vengono realizzate con la pelle ricavata dagli scarti di altri processi produttivi. Sono perfette per l’uso quotidiano perché molto durevoli e resistenti all’acqua.

Sono disponibili in due misure e sono utilizzabili sia in bagno che in cucina. Desideri dare un tocco di originalità ai tuoi vecchi mobili? Le maniglie in pelle ÖSTERNÄS esaudiranno il tuo desiderio, accompagnandolo con una piacevole estetica e una grande funzionalità.

Queste secondo me sono le novità più interessanti di Ikea per Agosto 2017 e 2018! Cosa ne pensi?

L’articolo Le 4 migliori novità Ikea di Agosto 2017 proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Arredare con la muratura ed il cartongesso per progetti su misura.

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

Semplicità, unzione e bellezza con il cartongesso

 

Definire le aree con controsofitti e faretti nella zona giorno e notte

cucina in muratura

Chi è che dice che la cucina in muratura sia solo classica?

 

Elementi contenitivi e divisori

cucina in muratura

Quando si dice isola in muratura!

cucina in muratura

Cucinain muratura marinara…deliziosa!

Soppalco libreria in muratura, comodo e bello.

Il cartongesso permette la realizzazione di progetti sartoriali VIA

libreria in cartongesso

Anche ondulato

La muratura, o meglio ancora il cartongesso, possono essere un validissimo aiuto per progettare la nostra casa su misura, ottimizzando gli spazi nel migliore dei modi.

Dalla parete attrezzata in soggiorno, studiata appositamente per le abitudini della famiglia (grande libreria, spazio tv, spazio acquario, integrazione termosifone, finestre o porte) ad altri elementi d’arredo per tutta la casa.

Le strutture in cartongesso, soprattutto parlando di librerie, pareti attrezzate &co, oltre ad essere belle a vedersi e a rendere gli ambienti molto ordinati, sono molto utili poiché sfruttano tutto lo spazio che si ha a disposizione, anche angoli morti ed irregolari che sarebbe molto difficile arredare e sfruttare.

Possono essere dipinte dello stesso colore delle pareti per sparire all’interno di esse o essere pitturate a contrasto  per metterle in risalto .

Nelle strutture in cartongesso possono essere inseriti dei faretti, dei controsoffitti, sportelli, cassetti e tutto ciò che ci occorre.

Questo tipo di parete attrezzata può essere progettata su misura per gli oggetti che andrà ad ospitare; a noi è capitato di progettarne una che avrebbe dovuto funzionare da libreria, porta tv ed avrebbe dovuto accogliere una cassapanca di famiglia, l’abbiamo dunque studiata ad hoc inserendo anche un piccolo controsoffitto con faretti orientabili e abbiamo dipinto il fondo di alcuni riquadri a contrasto per rendere il disegno più movimentato e decorativo.

libreria in cartongessolibreria in cartongesso

Linee rette o curvelibreria in cartongesso

La parete attrezzata integra anche la finestralibreria in cartongesso

Angolare..

libreria in cartongesso

Nicchie a contrastolibreria in cartongesso

Colonna  e termoarredi integratilibreria in cartongesso

Bellissima la libreria in caryon gesso dalle aperture regolari e i forti spessorilibreria in cartongesso

Una curiosa libreria nell’imbotto della finestra, realizzabile se si hanno muri molto spessi o ricreabile con cartongesso

libreria in cartongesso libreria in cartongesso

Angoli di relax vissuti e da vivere e zona studio ben organizzata…in ogni caso non può mancare una libreria su misura.
libreria in cartongesso

Tono su tonolibreria in cartongesso

Con il cartongesso possiamo costruire su isura una livbreria ovunque occorra

Nella zona giorno il cartongesso ci può essere d’aiuto, oltre che per realizzare i controsoffitti, spesso utili a creare delle aree diversificate di illuminazione, anche a creare un bel camino (in questo caso si tratta di cartongesso speciale ignifugo.

Anche per chi non ha canna fumaria esiste la possibilità di avere un bel caminetto in casa grazie ai moderni focolari al bioetanolo, che spesso hanno un design molto moderno, ma ne esistono anche dei modelli semplicissimi che possono essere inseriti in una struttura in cartongesso, assumendo l’aspetto di un vero e proprio classico camino.

Con la muratura o il cartongesso c’è anche la possibilità di creare un intero  salotto in muratura e cioè la base dei divani che andranno poi rivestiti da morbidi cuscini.

libreria in cartongesso

libreria con stufa a pellet integrata

Un camino in salotto con il cartongesso ignifugo

Salotto in muratura all’interno…

…e all’esterno.

Divani in muratura dalle linee moderne od etniche

Base del divano e tavolino per un salottino minimal in muratura

Conbtrosoffitti per dividere gli ambienti o circoscriverli.

Perimetro di luce

In camera da letto si può realizzare una controparete dietro al letto che potrà accogliere mensole o librerie o un divisorio per realizzare una cabina armadio.

Inoltre si possono costruire vere strutture in muratura per letto, armadio e comodini come si fa nelle meravigliose case isolane interamente in muratura.

La nicchia illuminata dietro al letto.

Bellissima la camera da letto completamente in muratura del  b&b a Santorini “Villa Anemolia” ristrutturato dallo studio Mplusum che ha sapuito interpretare lo stile dell’isola

Comodino nella muratura di grande spessore

Guardaroba dietro alla testata con la parete in cartongesso.

Controparete/muretto come testata del letto e base d’appoggio

Comodini in muratura integrati nella testatalibreria in cartongesso

Controparete dietro alla testata del letto per mensole e nicchie

Anche un piccolo guardaroba n muratura può essere molto grazioso. 

Elemento divisorio guardaroba tra camera da letto e bagno privato

Il cartongesso ci permete di eseguire lavori su misura utili per ambienti particolari come le mansarde, in modo da poter sfruttare al massimo lo spazio

Bagni e cucine in muratura si fanno da sempre, è il metodo di costruzione più antico, ma siamo abituati ad associarli a qualcosa di estremamente rustico o addirittura demodé. Qui non vi parleremo dei classici bagni e cucine in muratura, la maggior parte delle volte piastrellati, che siete abituati a vedere, ma vi mostrerò l’interpretazione che piace a me…un’interpretazione molto più brutalista (w Le Corbusier) e spoglia, che plasma la muratura come se fosse una creta per trasformare cucine e i bagni in spazzi davvero affascinanti.

Con la muratura in questi casi si costruisce l’intero arredo dell’ambiente, in bagno: vasca, doccia, base per il lavabo a volte con vasca integrata, mensole, muretti, mobiletti. 

bagno in muraturabagno in muratura

Basi in muratura per il bagno, utilizzate anche come elemento divisorio.

bagno in muratura  bagno in muratura

Comodi muri e muretti in bagno per dividere e appoggiare

bagno in muratura

Un bagno in muratura come un vero hammambagno in muratura Lavabi in muratura con vasca integratabagno in muratura

Elemento divisorio contenitorebagno in muratura

Vasca in muratura

bagno in muraturabagno in muratura

Nicchie per contenerebagno in muratura

A tutto colore l’elemento in muratura rivestito di mosaico.bagno in muratura

Bellissimo e dal sapore mediterrano il bagno in muratura con lampadario chandelier

In cucina piani con sottopiani per mobili ed elettrodomestici, mensole, isole e penisole e chi più ne ha più ne metta.

cucina in muratura

Stravagante e molto originale la cucina in muratura con angoli stondati, moderna, eclettica e rustica allo stesso tempo.

cucina in muratura

cucina in muratura industrial stylecucina in muratura

Semplicità ed eleganza, il pavimento…un tocco di classe

cucina in muraturacucina in muratura

Elegante e minimale la cucina in muratura scaldta dagli sportelli in legno.cucina in muratura

Sapore antico per un eleganza moderna

cucina in muratura

Cucina in muratura con penisola e lavabo integrato

cucina in muraturaCucina in muratura tra il classico e il moderno.cucina in muratura

Collezione di tazze in cucinacucina in muratura

Sapore etno chic

Progettare in questo modo permette di disegnare al millimetro lo spazio secondo le vostre esigenze non sprecando nemmeno un cm e donando agli ambienti un’immagine pulita e spesso minimalista, ma pur sempre calda e non estremamente ultramoderna.

La muratura, soprattutto bianco calce o nei colori della terra, ma qualche volta anche in grigio, ha il potere di trasferirci con la mente in meravigliosi paesaggi mediterranei e di donare una sensazione di piacevolezza ed accoglienza ai luoghi costruiti in questo modo.

bagno in muraturaMuratura di un grigio elegante e legno naturale connubio perfetto

Un b&b a Santorini che interpreta in chiave contemporanea le tipiche Yposkafa

La muratura tipica delle case isolane in versione moderna; gli arredi sono modellati seguendo le linee delle alcove.

Le stanze di questo meraviglioso b&b a Santorini sono prive di arredo free-standing, gli elementi sono  sono tutti in muratura.

Sempre a Santorini, la favolosa isola greca, si trova Cave home una casa scavata nella roccia che ha origini antichissime.

La Design Home Ostuni è invece una deliziosa casa vacanze scavata nella roccia pugliese.

Sassi, questa volta lontani dal mare, ma famosissimi, avvolgono il Sant’Angelo Resort di Matera

Arredamento in muratura sia nella zona giorno che in quella notte, anche per questo interno di Mikonos.

Bagno completamente realizzato in muratura, elegante e minimale.

La casa nella roccia è anche un bnb luxury ad Avellino

Con muratura e cartongesso possiamo inoltre realizzare, in ogni stanza ove occorra, contropareti per creare nicchie, per allineare muri, per correggere o nascondere difetti, in fine, la cosa forse più importante: con il cartongesso (in questo caso meglio che con la muratura) possiamo dividere: creare un divisorio tra ingresso e living, tra cucina e salotto, in ufficio, in casa, in un negozio, ovunque occorra creare una separazione. In alcuni casi è sufficiente anche un muretto, come ad esempio accade spesso di fare tra cucina e zona giorno con una penisola in muratura, che divide senza separare e crea un ulteriore piano di lavoro.

cucina in muratura

La muratura può essere molto moderna e funzionale.cucina in muratura

Un muretto nasconde il piano della cucina mimetizzandola.cucina in muraturacucina in muratura

Scelta comune è anche quella di fare un bancone in muratura con piano in legno, marmo, corian, gres o acciaio, che funga da piano di lavoro e divisorio

parete in cartongesso

Una parete divisoria può diventare utile anche quando non si sa dove poszionare la tv o magari si desidera aggiungere un elemento come un caminoparete in cartongesso

Con una controparete in cartongesso, o se si ha una muratura molto spessa, si possono realizzare comode nicchie..magari per creare un piccolo angolo home officeparete in cartongesso parete in cartongesso

Contropareti e muretti d’arredo nella zona giorno per creare scenografie e giochi di luce

parete in cartongesso

Controparete scenica in salotto

parete in cartongesso parete in cartongesso

Anche in uno spazio di lavoro può essere utile e comodo usare il cartongesso per creare elementi divisori

parete in cartongessoparete in cartongesso

Librerie, passanti o meno, come pareti divisorie attrezzate

parete in cartongesso

Linee stondate e disegno creativo e moderno per questo ingresso con elementi in cartongesso

parete in cartongesso

Elemento divisorio con camino passante tra living e zona pranzo.

Con il cartongesso, ma anche con la muratura Potrete realizzare proprio quella cosa che volevate tanto e realizzerete la casa dei vostri sogni.

L’articolo Arredare con la muratura ed il cartongesso per progetti su misura. proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Inspiration mood – Lifestyle

Pubblicato da blog ospite in Idee, REDaddress

Colori vivaci e contrastanti per illuminare la casa dell’estate, mauve, 
giallo e azzurro per trovare soluzioni fresche e regalarsi nuovi ambienti 
che trasmettono benessere. Soluzioni estetiche che ci danno serenità ed 
armonia. 

www.paperandstitch.com
www.indulgy.com
3 wild flowers www.lovelylife.se
4 living room www.elledecoration.se

1 pouf www.paolalenti.com
www.rockmystyle.co.uk
www.casamanuelformentera.com
www.pinterest.de

1 living room www.designersguild.com
www.pinterest.com
3 secret garden Kingham Hill House Cotswold www.telegraph.co.uk
4 Muller Van Severen www.dondup.com

Tags:

 
 




Torna su