Idee






 
 
 

Rinnovare gli arredi e i complementi da esterno in legno

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

Il legno è un materiale nobile e vivo. Per proteggerlo, nutrirlo e conservarlo nel corso del tempo, è importante utilizzare i prodotti giusti.

L’avvicinarsi della bella stagione è il momento ideale per rinnovare gli arredi e i complementi da esterno in legno, quali sedie e tavoli da giardino, dondoli, staccionate in legno. Esistono soluzioni apposite per il trattamento del legno outdoor, esposto agli agenti atmosferici e a forti sollecitazioni affinché la sua bellezza e funzionalità rimangano inalterate.

Lo Specialista di MisterColor – storico marchio di Cromology Italia che si rivolge agli appassionati di fai da te – presenta un’ampia gamma di prodotti per la cura, la manutenzione e la decorazione del legno, in moltissime varianti e colorazioni:

  • 16 varianti di smalto all’acqua per legno, satinato o brillante, in numerose colorazioni e altrettante nella versione a solvente specifica per esterni;
  • Flatting all’acqua, impregnanti protettivi per legno con formula all’acqua e a solvente e nella variante arricchita con cere speciali, per un totale di 52 referenze e 8 diverse colorazioni;
  • Soluzioni per preparare il fondo e stuccare.

La manutenzione e decorazione del legno in esterno

Il legno ha bisogno di essere nutrito, l’impregnante protettivo a solvente e l’impregnante protettivo a cera sono i due prodotti per compiere quest’importante operazione. Gli impregnanti protettivi con formula a solvente sono la soluzione ideale per la protezione e manutenzione di elementi e manufatti in legno collocati all’esterno dell’abitazione. Penetrano in profondità nelle fibre del legno, esaltandone il tipico aspetto naturale. Inoltre, la formula a cera resiste alle intemperie e lascia scivolare l’acqua, rendendo la superficie idrorepellente, prevenendo così il degrado della finitura. La sua speciale formula “anti UV” consente infine di resistere all’azione dei raggi solari.

Lo Specialista di MisterColor mette a disposizione degli amanti del fai da te anche una gamma di smalti per legno con formula a solvente, ideale per l’utilizzo in ambienti esterni, in otto varianti colore. Lo smalto a solvente – disponibile in finitura brillante e satinata – è caratterizzato da un’elevata resistenza agli agenti atmosferici e garantisce un’ottima durata nel tempo, con un colore che conserva la sua tonalità originaria, senza ingiallire.

L’articolo Rinnovare gli arredi e i complementi da esterno in legno proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Relooking cucina: cambiare stile in poche mosse

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

Relooking per una cucina.Come cambiare stile in poche mosse. Dal country chic all’industrial.

Recentemente sono stata invitata, insieme ad altre blogger e professioniste, a redigere un progetto di relooking di una cucina. L’intento era quello di dare un look più attuale a cucine un po’ datata, senza cambiarla.

Noi abbiamo scelto le immagini delle cucine ed elaborato i progetti, mentre lo staff di Homelook.it si è occupato di preparare il rendering del progetto.

Per chi non lo conoscesse, Homelook è una piattaforma specializzata in interior design.

La cucina before

La cucina di partenza è arredata in stile country chic. Ampia ed elegante, ha però alcuni punti deboli. Il frigorifero in acciaio no si accorda con lo stile rustico chic. Le maniglie sono troppe e di foggia diversa

Relooking cucina cambiare stile poche mosse

Ho pensato che lo stile industrial sarebbe stato perfetto per darle un aspetto più fresco e contemporaneo, pur mantenendo la struttura.

Del resto i due stili, pur con risultati diametralmente opposti, hanno alcuni elementi in comune, come l’utilizzo di elementi retrò, o il ruolo centrale della cappa aspirante.

Il mio intervento

Con l’intento di valorizzare la parete di fondo, ho rimosso la cappa, i due mobili pensili e il rivestimento in piastrelle e mosaico, anche sul lato finestre.

Per la parete di fondo ho scelto una pittura murale impermeabile nera, decisamente industrial. Uno sfondo ideale per valorizzare la nuova cappa acciaio inox e le due mensole dello stesso materiale, fissate al soffitto. Per rifinire la zona cottura ho scelto uno schienale in acciaio.

Relooking cucina cambiare stile poche mosse

Ho poi sostituito alcuni elementi. Ho scelto due lampade nere in stile industrial per illuminare il tavolo, e le Tolix in metallo turchese, un classico dello stile industrial.

L’ultimo intervento ha riguardato le maniglie. Per le ante, ho pensato al sistema di apertura push and pull, che permette di eliminare le maniglie, per un aspetto più minimalista. Per i cassetti ho scelto dei piccoli pomelli in zama pressofusa cromati a forma di croce.

——->> Leggi tutti gli articoli sull’argomento cucina.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Segnaposto acquerello per la tavola pasquale

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, La Gatta Sul Tetto

Segnaposti con graziose violette dipinte con l’acquerello da stampare per decorare la tavola pasquale o dare un tocco colorato alle tavole primaverili.

Segnaposto acquerello per la tavola pasquale

Pasqua si avvicina e ho pensato di farvi un piccolo regalo: dei segnaposto con graziose violette dipinte da me con l’acquerello, per decorare la tavola pasquale o dare un tocco di colore alle tavole primaverili.

E’ un modo per dimostrare la mia gratitudine ai lettori del blog, che sono sempre più numerosi, e agli iscritti alla newsletter che hanno già ricevuto in anteprima il link e le istruzioni per creare questi simpatici segnaposto acquerello.

Ecco come fare in pochi passi:

  • dopo aver scaricato il file PDF, stampatelo a colori su un cartoncino da 300 g/mq bianco. Potete stampare tante copie quante ve ne servono per avere più segnaposti.
  • ritagliate i quadrati che formeranno il segnaposto lungo i bordi grigi
  • con un taglierino affilato, incidete i bordi superiori delle violette, fermandovi dove incontrano la linea di piegatura nel mezzo, e staccate delicatamente la mezza violetta
  • aiutandovi con un righello, piegate il cartoncino a metà come vedete nella foto

Per scaricarli clicca qui:
Download>>

Se li utilizzerete per le vostre feste e se vi fa piacere, potete taggarmi nelle vostre foto su Instagram @lagattasultetto.

Vi ricordo che questi printables sono per uso personale e non commerciale.

Segnaposto acquerello per la tavola pasquale

Tutti i DIY a tema Pasqua

Per chi ama le decorazioni fai da te, ecco i link a tutti i tutorial a tema pasquale che ho preparato negli anni:

Parte 1°>>
Parte 2° >>

Buona Pasqua a tutti.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags: ,

 
 

Giorno #3: le app migliori per arredare casa

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Quali sono le app migliori per arredare casa, ora che avete definito lo stile e sapete quali arredi e complementi scegliere? Vediamone alcune sia per pc fisso che da mobile.


Abbiamo visto da cosa cominciare quando ci apprestiamo ad arredare casa, come fare il punto della situazione, di cosa tenere conto e come trovare ispirazione.

Ma anche come definire il nostro stile in questa marea di informazioni che ci stordiscono e ci creano ancora più confusione. E ora? Che ne facciamo di tutte queste informazioni che abbiamo raccolto?

Cerchiamo di metterle in pratica per vedere se effettivamente si tratta di scelte che stanno bene insieme, creando armonia ed equilibrio oppure se c’è qualcosa da rivedere. Come? Utilizzando delle app e dei software online e gratuiti.

banner blog

Le app migliori per arredare casa: cominciamo da quelle per fisso

Cominciamo dalle risorse che esistono online e che si possono usare da PC fisso, sicuramente più comodo (per praticità di utilizzo) quando si tratta di disegnare in 2d e 3d. Sono tutti programmi gratuiti (ci si deve solo registrare con la mail ma nulla più) e molto semplici da utilizzare.

C’è da prendere confidenza con l’interfaccia, cercando di capire i comandi e come ragiona il software, ma una volta capito, è davvero intuitivo. Si tratta di programmi che hanno al loro interno migliaia di arredi tra cui scegliere, per cui vi semplifica il lavoro non dovendo trovarli in giro e inserirli nel modello.

Tranquilli: non sono programmi di disegno professionali, per cui vanno benissimo per chi non ha né dimestichezza né confidenza con questo mondo.

Floorplanner

Il primo è quello che uso anche io, per la qualità di restituzione delle immagini e la libreria di arredi davvero completa: Floorplanner. Con questo programma l’interfaccia è di semplice utilizzo: potete scegliere la forma di una stanza, oppure disegnare la vostra muro dopo muro. Le misure in partenza sono in pollici, ma nell’angolo in basso a sinistra potete cambiarle in cm.

Dopo aver disegnato i muri, inserito porte e finestre, siete pronti per la parte divertente: arredi, complementi e colori alle pareti. Quando siete soddisfatti, potete scattare delle foto sia in 2d della pianta che in 3d, per vedere l’effetto finale. Nella versione gratuita potete disegnare solo un piano alla volta, ma direi che è più che sufficiente.

Potete anche dare un’etichetta ad ogni stanza e scegliere tra allestimenti tipo già predefiniti per ogni stanza.

Domusplanner

Il secondo programma di cui vi parlo è Domusplanner, meno accattivante graficamente e un po’ meno intuitivo, ma comunque di semplice utilizzo. Con questo software si possono realizzare solo piante in 2d, ma se avete esigenza di configurare solo gli ingombri degli arredi va benissimo. E’ utile perché permette di generare un report con tutti gli elementi inseriti nel progetto e di mandare il progetto via email.

La modalità di disegno è pressoché uguale a quella di Floorplanner, con la differenza che qui si possono solo disegnare i muri e non scegliere la forma della stanza.

Arrange a Room

Questo semplice programma è della rivista Better Homes&Gardens ed è davvero il più semplice di tutti. Scegliete la forma di una stanza, la modificate nella forma e nelle dimensioni e poi passate alla fase d’attacco. Questo software è comodo perché vi permette di scegliere anche i colori, per cui se avete una stanza già parzialmente arredata e dovete dargli una rinfrescata, questo è il programma perfetto.

Le app migliori per arredare casa: quelle da mobile

Ed eccoci alla parte che forse interessa la maggior parte di voi: quali app usare per arredare casa? Ce ne sono molte, ma di app davvero utili non così tante. Il cerchio si stringe vertiginosamente, ma meglio poche e buone.

CamToPlan

Cominciamo con l’app più utile di tutti: quella per prendere le misure di una stanza. Questo primo step fondamentale manda tutti in panico, per la paura di sbagliare e quindi ordinare tutti i mobili errati. Per fortuna la tecnologia ci viene in auto: algoritmi ad apprendimento automatico si combinano con i dati dei sensori del cellulare analizzando in tempo reale il video della telecamera e basandosi su dettagli visivi delle immagini, per scansionare l’ambiente e trovare la posizione e l’angolo di rotazione del dispositivo .

Potrete misurare qualsiasi superficie orizzontale o verticale, senza bisogno di rimuovere i mobili (ci pensa l’app a determinare l’intersezione tra piano ed obiettivo). Potrete disegnare le linee di misurazione in 3d direttamente su tablet o cellulare ed esportare in PNG o DXF.

MagicPlan

Questa app è come la precedente ma più completa. Oltre a rilevare le misure della stanza, vi permette di disegnarne la planimetria e arredarla.

Si può collegare un laser ed esportare in tanti formati (PDF, JPG, PNG, SVG, CSV, DXF); è compatibile con Autocad ed Excel e permette di creare statistiche automaticamente (per perimetri, distanze). Ultima chicca? La possibilità di creare preventivi di materiali e costi con listini prezzi personalizzati.

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Giorno #3: le app migliori per arredare casa sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

Tags:

 
 

MONOLOCALE: come dividere le zone!

Pubblicato da blog ospite in Idee, Interiors, Interni, Voglia Casa

Arredare un monolocale non è un progetto così ambizioso dal momento che gli spazi sono piccoli e oltremodo contenuti?

Niente di più sbagliato. A volte le soluzioni più creative e originali nascono proprio dall’ingegnarsi nel trovare escamotage per rendere un’area limitata, funzionale, incantevole e di stile.

Probabilmente, il punto nodale è la suddivisione tra zona giorno e zona notte. Riuscire a creare ambienti distinti, ma che si completino, può essere impresa ardua ma non impossibile.

Ecco che il team di VogliaCasa.it ha trovato per voi alcune idee che potranno ispirare.

Pareti vetrate, mobiletti bassi, muri separatori….ecco che cosa può venire in aiuto per separare le funzioni in una casa. Ottenere un risultato unico e di design dipende molto dalla scelta degli accessori, dall’utilizzo dei colori e dalla disposizione degli arredi.

Affidarsi ad un professionista? Una mossa vincente nella fase progettuale.

Per info contattare vogliacasa.it@gmail.com

Tags:

 
 

Idea decor fai da te con i bulbi primaverili

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

Un facile progetto fai da te per portare la primavera dentro casa!

Con l’inizio della bella stagione i bulbi fioriscono, ma se non li hai piantati puoi sempre acquistarli già fioriti per creare delle decorazioni in modo veloce e soprattutto economico!

Giacinti, narcisi, muscari, iris e tulipani, con i loro colori, sono perfetti per portare la primavera dentro casa. Naturalmente, per creare qualcosa di personale, andranno sostituiti gli anonimi vasetti di plastica in cui sono stati coltivati, optando per soluzioni alternative e di riciclo: contenitori in latta, barattoli in vetro, tazze mug, da caffè o da tè, o qualsiasi altro contenitore che non usi più.

Per realizzare questa semplice idea decor fai da te con i bulbi primaverili ti servirà del terriccio da invasatura già concimato e dei sassolini da mettere sul fondo del contenitore per favorire il drenaggio.

Prendi i bulbi fioriti e posizionali sopra un foglio di giornale. Procedi mettendo un po’ di sassolini sul fondo del contenitore e aggiungi del terriccio. A questo punto inserisci il bulbo con la sua terra e le radici e poi annaffia a dovere senza inzuppare il terriccio.

Ripeti il procedimento per ogni buldo e quando hai finito posizionali sopra un mobile, un tavolino o sul davanzale della finestra!

Come curare i bulbi fioriti? E’ semplice, ti basterà bagnarli ogni 4/5 giorni. Dopo la fioritura, quando lo stelo sarà secco, taglialo e non bagnarlo più. Una volta che anche le foglie saranno secche, togli il bulbo dalla terra, avvolgilo nella carta e conservalo in un luogo fresco, la cantina è perfetta.

L’articolo Idea decor fai da te con i bulbi primaverili proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Giardino perfetto: come arredarlo

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento, Idee

Il giardino è probabilmente lo spazio più importante di tutta la casa. Nonostante questo, però, spesso molti se ne dimenticano, focalizzandosi soltanto sugli spazi interni. Per avere una casa in totale armonia è indispensabile l’equilibrio tra tutti gli ambienti, ecco perché lo spazio outdoor è così importante.

Arredare un giardino perfetto significa prima di tutto pensare a quello che è lo stile giusto, quello che vada a fondersi con naturalezza agli altri complementi di arredo delle stanze interne alla casa. Del resto pensare al giusto arredamento significa riuscire a sfruttare al
meglio gli spazi a disposizione.
Uno degli elementi più acquistati anche se gli spazi non sono enormi è la piscina. Chiaramente se i metri a disposizione non sono così tanti, si parla di piscine fuori terra che oggi rappresentano la realizzazione di quel sogno di lusso fino a poco tempo fa era considerato irrealizzabile.
Modelli, grandezze e strutture diverse che sono facilmente acquistabili anche online, basta affidarsi a realtà che sappiano unire perfettamente la qualità con un prezzo accessibile. Il sito prezzoforte è uno di quelli che propongono un ottimo rapporto qualità-prezzo. Elemento che ognuno ricerca nei suoi acquisti.

Idee per il giardino

Se abbiamo un giardino con piscina è importante saper gestire gli spazi ottimizzandoli e rendendoli altamente sicuri, perché si tratta del primo obiettivo. Per spazio sicuro s’intende un luogo in cui la piscina sia lontana da elementi di ingombro come complementi di arredo e radici di alberi che potrebbero non soltanto danneggiare la struttura, ma anche mettere in pericolo chi la utilizza.
Un’idea capace di rendere unico lo spazio è quella che prevede la scelta di complementi d’arredo che siano in armonia con lo stile delle altre stanze interne perché il segreto è proprio quello di pensare che si tratti di un unico spazio, un unico ambiente in cui di respira la stessa armonia.
Quando si parla di complementi di arredo per il giardino con piscina ci riferiamo a lettini prendisole, tavoli e sedie per aperitivi o pasti con la famiglia e gli amici, elementi per creare una zona d’ombra che sia un gazebo o un semplice ombrellone. Tutto dipende dal tipo di esigenza e soprattutto di spazio disponibile. Attenzione a non posizionare tavoli e sedie vicino all’acqua perché, nonostante siano realizzati con materiali resistenti, è bene evitare contatti.

L’illuminazione del giardino

Il giardino è fatto di tanti piccoli dettagli che rendono unico l’arredamento scelto. Tra questi dettagli ce n’è uno che merita più attenzione di altri: l’illuminazione.
Con le giuste luci il nostro giardino si trasforma in qualcosa di veramente unico e suggestivo dove trascorrere piacevolmente le ore serali per trovare relax o scambiare momenti di svago con gli amici.
Luci soffuse (che dovranno necessariamente essere da esterno) posizionate intorno alla piscina e agli spazi in cui si trascorre il nostro tempo, saranno perfette per rendere magico e di tendenza il nostro giardino così come il resto della casa che grazie allo spazio esterno sa trasformarsi in qualcosa di completamente nuovo.

Tags:

 
 

Ricavare un angolo computer in soggiorno

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, diotti.com - ArredaClick, Idee

Pc, tablet, smartphone sono ormai parte integrante della nostra vita quotidiana. Sempre più persone lavorano da casa (o si portano a casa il lavoro). Una cosa è certa: chi per il tempo libero, chi per studio o lavoro, tutti abbiamo bisogno di un angolo computer in soggiorno con una scrivania, una consolle oppure un mensolone su cui poter organizzare un’area attrezzata da piccolo home office.

Progetti e idee per una postazione pc in salotto

Magari sei tra i fortunati ad avere una stanza adibita a studio o un home office, se non è così allora avrai bisogno di una postazione per il computer nella zona giorno.

Richieste di progetti per un angolo computer in soggiorno sono costanti, in particolare nelle grandi città dove moltissimi single e coppie vivono in monolocali e bilocali. Anche le nuove costruzioni impongono una riorganizzazione delle aree della casa, perché le famiglie scelgono sempre più spesso la formula del trilocale (cucina e soggiorno in open space, 2 camere, 1 o 2 bagni). Nelle case tradizionali e nei grandi appartamenti degli anni 60 e 70 esisteva spesso “lo studio” ma nei trilocali moderni un ambiente dedicato è oggi impensabile, a meno che non si trasformi – almeno temporaneamente – la cameretta in home office.

#1: scrivania a penisola

Per rispondere alle esigenze di case dagli spazi ridotti l’arredamento si deve adeguare con soluzioni versatili e salvaspazio, alternative ai soliti standard: la scrivania non deve per forza avere 4 gambe, si può fissare alla parete e deve offrire un’ampia flessibilità. L’esempio perfetto è la scrivania a penisola di questo progetto.

Plan scrittoio è l'ideale per sfruttare l'angolo del soggiorno con un piano a penisola

In questo progetto il committente desiderava un angolo home office in soggiorno.

Questi scrittoi sono pensati per essere integrati a mobili soggiorno perfettamente abbinati. La componibilità è stata studiata proprio per andare incontro a chi per ragioni di spazio deve integrare più funzioni all’interno dello stesso mobile.

Esempi di come utilizzare queste soluzioni:

Scrittoio alto a penisola Hyperion

Scrittoio Plan integrato in mobile soggiorno

#2: una vera e propria scrivania attrezzata per un pc

Se hai spazio non rinunciare a creare il tuo personale angolo da dedicare ai tuoi dispositivi elettronici e strumenti tecnologici. In questo caso c’è solo l’imbarazzo della scelta. Il nostro consiglio è una scrivania super attrezzata con foro passacavi e copri cavi per evitare il disordine e mantenere uno spazio ordinato e presentabile, visto che si trova in soggiorno o in salotto.

#3: postazione pc sospesa

Ecco un altro progetto in cui abbiamo sfruttato i moduli di una parete attrezzata per ricavare un angolo studio-lavoro. In questo caso la postazione pc è ricavata da una mensola con schienali a protezione della parete e mensole superiori.

Se preferite arredi non coordinati alla parete attrezzata, potete optare per altre soluzioni come consolle a parete o mensole apribili.

Consolle sospesa per pc Kosmos

Mensola apribile Riddle

#4: angolo pc integrato a mobile tv

Qualsiasi parete attrezzata componibile che si rispetti comprende sicuramente dei moduli ideati per creare una zona dedicata a studio e lavoro al computer. Nel progetto qui sotto la parete attrezzata e il mensolone porta computer sono perfettamente integrati. La postazione risulta così completa di pensili contenitore e piccola libreria.

#5: libreria con postazione per pc

Le librerie componibili sono la soluzione perfetta per integrare tutte le funzionalità che cercate in un unico mobile per il soggiorno. Oltre a poter essere trasformate in pareti attrezzate porta tv, le librerie modulari possono integrare scrivanie, scrittoi, ripiani profondi adatti ad ospitare un angolo dedicato al lavoro o allo studio

Libreria a montanti con scrittoio integrato Airport

Scaffale componibile Bagel con ripiano porta pc

Libreria componibile su misura Almond a ponte con scrivania

#6: ricavare un angolo studio in una nicchia

Può accadere di trovarsi con nicchie che non si sa mai come utilizzare. In questo caso sono bastate poche mensole e un armadio a muro su misura per ricavare una zona studio nel piccolo soggiorno con cucina a vista.

Progetto di un monolocale con angolo studio in nicchia

L'angolo studio è stato ricavato da una rientranza, attrezzata con ripiani

#7: una consolle dietro al divano

Se il divano è a centro stanza, lo usi per separare la zona living dalla cucina o per delimitare un’area di passaggio o un ingresso, puoi posizionare una consolle proprio dietro allo schienale. Puoi completarla con una sedia o un pouf in base allo spazio che hai a disposizione. A seconda della profondità del mobile potrai usarlo per un pc fisso o per un portatile. Se vuoi davvero una soluzione perfetta opta per una consolle su misura in larghezza ed altezza, in modo da rispettare le proporzioni del divano. Il tocco in più: una lampada da tavolo di design e una pianta.

#8: uno scrittoio per un angolo computer di classe

Se hai tanto spazio in soggiorno, magari con una zona dedicata solo alla libreria, alla lettura, allo studio e al lavoro, la scelta diventa più semplice. Non dovendo scendere a compromessi con metri e centimetri puoi optare per la soluzione ideale: un vero e proprio scrittoio, moderno o di design, perfetto per definire la tua “area tecnologica”.

#9: consolle fissa o allungabile

La profondità di una consolle standard si aggira tra i 35 e i 50 cm, ma tutto dipende dal modello e dallo stile. Le consolle allungabili possono essere più profonde perché contengono le prolunghe e i meccanismi. Semplici nella forma e sempre più spesso adornate da gambe dal design spettacolare, questi mobili sono diventati fondamentali nelle case moderne, in particolare i modelli trasformabili ed estensibili. Il vantaggio di questa soluzione è che puoi usarla come arredo “di bellezza” quando non ti serve per lavorare, e trasformarlo in scrivania da pc solo se necessario. Se il piano si apre o si allunga, ancora meglio!

#10: un piccolo home office in sala

Se hai uno spazio vuoto abbastanza capiente puoi pensare di attrezzarlo con un piccolo home office completo di postazione pc, ripiani e armadietti. Nel progetto qui sotto l’angolo computer è stato addirittura ricavato all’ingresso.

#11: mensola porta computer o laptop

Un’altra valida soluzione è una semplice mensola o un piccolo scaffale. Una soluzione relativamente low cost (dipende dal materiale che scegli!) e che occupa il minimo spazio. Perfetta se lavori con laptop o tablet, per pc fissi controlla bene dimensioni e peso.

Quale sedia scegliere per la postazione pc in salotto

La risposta è: dipende. Dipende da quante ore usi il computer e di conseguenza da che tipo di supporto hai bisogno.

Lavori da casa

Se la tua postazione è in realtà il tuo home office allora meglio optare per una sedia da ufficio ergonomica. Non sarà esteticamente in linea con il resto della zona giorno, ma non puoi rischiare di rovinarti la schiena lavorando 8 ore al giorno su una seduta non adeguata.

Usi la postazione per studiare

Tu – o i tuoi figli – usate l’angolo pc per studiare o fare i compiti. Anche in questo caso l’ideale sarebbe una sedia da ufficio, ma non è strettamente necessaria se punti su uno sgabello o una sedia ergonomica. L’obiettivo è favorire una postura corretta.

Usi il pc poche ore a settimana

Se la zona computer è usata saltuariamente o qualche ora nell’arco della settimana, puoi puntare molto di più sull’estetica. In ogni caso, non dimenticare il comfort. La postura davanti a laptop portatili e pc è sempre poco naturale, quindi una buona seduta può aiutare a scongiurare fastidi al collo, alla cervicale e alla zona lombare. Una poltroncina con braccioli è sempre la più indicata.

Spero di averti aiutato con i suggerimenti che hai trovato in questo articolo. Hai visto che, come sempre, anche in una casa piccolissima è possibile creare un angolo computer in soggiorno o una postazione pc in salotto…perfino all’ingresso di casa. Basta cercare e organizzare al meglio gli spazi, anche i più impensati.

Non dimenticare gli angoli, spesso impiegati male o semplicemente ignorati. Una nicchia nella parete, un ingresso, un disimpegno: se hai bisogno di un angolo computer per lavorare, studiare, giocare, non disperare ma guardati intorno e individua le aree della casa con maggiori potenzialità. Poi, immagina cosa puoi farci e comincia a cercare quello che ti serve: una mensola? degli scaffali componibili o una parete attrezzata modulare? uno scrittoio o una vera scrivania da lavoro? o magari la soluzione è un piccolo porta pc dal design curato?

Il decalogo ANTI-mal di schiena

  1. 1. usare sedie convenzionali quando si lavora al pc è una delle principali cause di disturbi muscolo scheletrici, meglio optare per sedie da ufficio o sedie ergonomiche o a seduta attiva
  2. 2. la postura ideale è la neutral position della colonna vertebrale: mantenere in verticale l’asse collo schiena per non sovraccaricare nessun punto
  3. 3. il tuo peggior nemico è la staticità, stabilisci delle pause in cui alzarti per sgranchire le gambe e muoverti, mentre sei al telefono approfitta per alzarti dalla sedia e camminare o fare dei piccoli esercizi (alzarsi sulle punte dei piedi, ruotare collo, spalle, tronco, flettere le gambe in avanti e indietro)
  4. 4. una seduta “attiva” con opportuni sistemi di oscillazione e che permette il cambio di posizione è l’ideale
  5. 5. ogni tanto fermati e fai caso alla postura che stai mantenendo: sei troppo in avanti col collo? sei troppo indietro e stai inarcando la zona lombare? hai le gambe accavallate? siedi sul bordo della sedia? cosa fanno i piedi? le spalle sono troppo rigide? Questo ti aiuterà a capire di cosa hai bisogno: occhiali? una seduta con supporto lombare? una sedia con braccioli? un poggiatesta?…
  6. 6. se passi tanto tempo davanti agli schermi scegli una sedia ad altezza regolabile e ricorda che la posizione degli avambracci rispetto al corpo deve essere di 90°
  7. 7. i piedi attivano il flusso di ritorno del sangue verso il cuore e le gambe lavorano come un sistema di “pompaggio”, ma quando non camminiamo questo diventa più difficoltoso: un poggiapiedi regolato alla giusta altezza può aiutare
  8. 8. la lordosi lombare (una leggera curvatura in avanti) è normale, non è possibile stare completamente dritti con la schiena e anzi potrebbe essere origine di dolori
  9. 9. se lo schermo del pc è troppo basso alzalo con appositi supporti per evitare di sforzare troppo gli occhi
  10. 10. bevi! Acqua, si intende. Con i caffè meglio non esagerare!

Ti stai ancora chiedendo dove mettere il computer in casa? Parlane con i nostri arredatori

Contatta un arredatore di ArredaClick

Tags:

 
 

5 trucchi per arredare un piccolo salotto

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Idee
Questo è un post dedicato a tutti gli orgogliosi proprietari di mini-case, o di case normali dotate di mini-soggiorno.
Arredare un piccolo spazio, spesso significa fare a botte con il metro, cercare per ore mobili di misure non-standard e pensare a lungo a quale sia la migliore disposizione degli arredi, affinché gli spazi siano più liberi da ingombri.
Per fortuna esistono dei trucchi evergreen che ci facilitano la vita. Qui ti svelo qualche tip per far sembrare più grande un piccolo soggiorno.
Come fonte di ispirazione, ho preso un meraviglioso salotto – all’interno di un appartamento proposto dalla super cool agenzia immobiliare svedese Entrance Makleri – il quale, di fatto, non è per niente piccolo (50mq). Ma quando mi ricapitava di trovare un salotto grande con tutte le caratteristiche per ampliare visivamente gli spazi? 
E poi non lo trovi anche tu accogliente ed extra-trendy?
come far sembrare un soggiorno piccolo più grande

Sedute extra basse
Lasciare che la luce transiti indisturbata all’interno della stanza, è senza dubbio uno dei modi migliori per aprire visivamente un ambiente. 
Le sedute complementari al divano, sono ammesse, anche se la stanza è piccola. Meglio però se basse, o visivamente leggere.

far sembrare un salotto più grande

Spazi vuoti
Uno dei principali “segreti” per far sembrare uno spazio più grande è far percepire l’essenza dello stesso spazio. In pratica, permettere a chi osserva di immaginare senza troppi sforzi come sarebbe la stanza, senza niente dentro.
Basta tenere lo spazio leggero, curando gli intervalli tra un arredo e l’altro, e lasciare una o più aree del tutto libere da ingombri.

far sembrare una salotto più grande

Mobili stretti
Le dimensioni, nell’interior design contano eccome! Per le credenze, le madie, le librerie e tutti gli altri mobili da accostare alla parete (come ad esempio la panca in questo salotto) opta per profondità ridotte. In questo modo recupererai qualche centimetro calpestabile in più. Non dovrai per forza ricorrere al “su misura”, perché in commercio ci sono un sacco di proposte di mobili con una profondità inferiore ai 40 cm. 

come far sembrare un soggiorno piccolo più grande
Decorazioni discrete
Less is more è un principio sempre valido nel campo della decorazione dei piccoli interni.
Scegli decorazioni discrete, sia nei toni che nelle dimensioni, ma soprattutto, non sovraccaricare pareti, mensole, nicchie o quant’altro con troppi oggetti addossati. Ricordati che le decorazioni hanno il compito di avvalorare un ambiente, non di sminuirlo.

come far sembrare un soggiorno piccolo più grande


Pareti bianche
When in doubt, go white! Il bianco è sempre la soluzione più semplice per dare profondità ad una stanza. Inoltre, se usi il bianco come tinta di base, oltre che per le pareti, anche per il divano o i tendaggi, tutti i dettagli colorati saranno messi in risalto.

trucchi per arredare un piccolo salotto

Allora, cosa ne pensi di questo salotto?

Sono sicura che questi semplici consigli, ti saranno utili. D’altronde, sono i piccoli accorgimenti a fare grande uno spazio! 

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags: ,

 
 

4 soluzioni smart per valorizzare una casa piccola

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Idee

Una casa di dimensioni ridotte {come la mia} potrebbe inizialmente scoraggiare chi vi abita, per via delle minori possibilità di personalizzazione che sembra offrire. Eppure basta un po’ di astuzia per sfruttare al meglio anche uno spazio in formato ridotto e, per farlo, è sufficiente ricorrere ad alcune pratiche soluzioni. La ristrutturazione è sicuramente una delle strade più consigliate, ma non è l’unica disponibile: è infatti possibile ottimizzare al massimo gli spazi con qualche piccolo ma utilissimo accorgimento.

Ristrutturare: sì o no?

Davanti all’ipotesi di ristrutturare casa sorge sempre qualche scrupolo e ci si domanda se ne varrà davvero la pena. Sebbene gli interventi in casa possano risultare piuttosto impegnativi, c’è da dire che grazie ad alcuni lavori di ristrutturazione mirati si può creare più spazio di quanto si pensi: un esempio lampante è l’aggiunta di un piano soppalcato, così come non è da escludere l’opzione dell’open space. Ovviamente lo scoglio più grande della ristrutturazione è la spesa da sostenere, ma non farti prendere dal panico e informati il più possibile sulle soluzioni migliori in questo senso, scoprendo come trovare un prestito per la casa a tassi vantaggiosi su Prestiti.it, per esempio.

1 Giocare con gli specchi

Una delle soluzioni più semplici e stilose? gli specchi, sono ottimi alleati se si parla di valorizzare un ambiente di piccole dimensioni. Basta posizionarli in posti strategici per dare un’idea di maggiore spazio e profondità in casa, aumentando inoltre la luminosità degli ambienti a costo zero. Osa pure creando un’intera parete a specchi, oppure posizionandoli su un punto focale della stanza. Ultimo consiglio: mai posizionarli per terra o in basso, se non vuoi e creare l’effetto opposto!

piccoli spazi

Immagini 1, 2

2 Sfruttare ogni angolo

Abitare in una casa piccola e non utilizzare alcuni spazi è un paradosso: fatti furbo e cerca  piuttosto di sfruttare ogni angolo in maniera intelligente. Come fare? Affidatevi ad esempio a mobili e complementi d’arredo multifunzione, come le librerie che fanno anche da parete divisoria oppure i tavolini e letti sotto i quali è possibile riporre libri e riviste.

 

Immagini 1, 2

3 No ingombro: soluzioni smart

Sempre nell’ottica di fare economia di spazio, evita tutto ciò che finisce per occuparlo in maniera superflua. Preferisci ad esempio i pouf alle classiche poltrone che rischiano anche di essere sproporzionate rispetto alla dimensione del soggiorno e opta per porte scorrevoli: non danno ingombro, sono super pratiche e risultano anche chic!
Scegli mobili sospesi, mensole e pensili sono di grande aiuto, non occupano superficie e offrono leggerezza visiva se non troppo profonde.

4 I colori

Hai mai pensato alla possibilità di puntare tutto sui colori per dare l’impressione di uno spazio più ampio? Se hai intenzione di intervenire con lavori di ristrutturazione, prendi in considerazione l’idea di giocare con i contrasti dei colori del pavimento (con il parquet ad esempio, ma anche con delle maioliche particolari o con i tappeti) tra due o più ambienti: li aiuterà a differenziarli, dando l’illusione di maggiore spazio.
Pavimenti a parte, i colori in generale sono di grande aiuto in questa missione: sii furba quindi nella scelta dei colori degli arredi e cerca di puntare sui contrasti e  sul richiamo di alcune tonalità per delimitare e differenziare in maniera particolare i vari ambienti della casa.

Immagini 1 e 2

The post 4 soluzioni smart per valorizzare una casa piccola appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 




Torna su