Design






 
 
 

Poltrone e pouf sacco in giardino per un morbido relax

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

Per stare in terrazzo, sul balcone o in giardino, poltrone a sacco e pouf offrono momenti di vero riposo. Da godere leggendo un libro o conversando con gli amici.

Con l’arrivo della bella stagione è tempo di organizzare gli spazi all’aperto. Grande o piccolo che sia lo spazio outdoor a disposizione, è sempre importante ritagliarsi un angolo tranquillo dove riposare e rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro. E cosa c’è di meglio nello sprofondare nel morbido abbraccio di una poltrona a sacco?

La poltrona sacco è infatti caratterizzata da una imbottitura che la rende ergonomica e quindi estremamente comoda. Lepalline di polistirolo espanso che si trovano al suo interno, non solo la rendono anatomica e resistente, ma anche molto leggera e facile da trasportare.

In commercio esistono tantissimi modelli di poltrona sacco: dalle versioni ispirate a dei semplici pouf, quadrati o rotondi, utilizzabili anche come poggiapiedi, ai modelli completi di schienali che possono sostituire in tutto e per tutto le tradizionali poltrone. L’ampia gamma di colori e le differenti tipologie di materiale con cui sono realizzate, rappresentano un altro elemento importante da tenere in considerazione in fase di acquisto.

Poltrone e pouf sacco da giardino di Arketicom: all’aria aperta comodi e felici!

Leggere, colorate e dalle forme più varie, le poltrone sacco di Arketicom sono arredi pratici e versatili che si adattano perfettamente a qualsiasi contesto.  Interamente realizzate a mano in Italia, grazie ad un attento studio posturale le sedute Arketicom sono adatte a tutti: adulti, anziani e bambini.

Tra gli articoli di punta del brand italiano troviamo la poltrona pouf sacco Diletta.

poltrona sacco Diletta e pouf Soft Cube di Arketicom

Diletta è una seduta dalla forma tonda che permette di scegliere la posizione preferita in tutta sicurezza e comfort, inoltre, essendo molto ampia ci si può anche sdraiare o addirittura sedersi comodamente in due, come se fosse un comodissimo divanetto.  Disponibile in 15 diversi colori, in ecopelle e in tessuto per indoor e outdoor, Diletta è perfetta per creare una zona conversazione all’aperto e la si può abbinare al pouf Soft Cube.

Un altro best seller dell’azienda è la poltrona sacco 68 SESSANTOTTO, una chiara rivisitazione della mitica poltrona sacco di Zanotta, diventata una vera e propria icona del design italiano.

poltrona sacco 68 di Arketicom

La poltrona sacco 68 è il connubio perfetto tra comfort e design. La sua struttura è formata da un nucleo che contiene delle palline di polistirolo espanso ad altissima resistenza, l’imbottitura è ignifuga e antimuffa, mentre il rivestimento esterno è in tessuto anti macchia. Caratteristiche, queste, che rendono la poltrona sacco 68 utilizzabile anche in giardino, in terrazza o sul balcone. Disponibile in tantissime varianti di tessuto e colore la poltrona sacco 68 è comoda per  chiunque, in qualunque modo e in qualunque punto si decida di sedersi.

Il divertimento nell’utilizzare questa poltrona consiste proprio nello scoprire e provare le tante differenti posizioni e sistemazioni che può assumere!

Morbida e avvolgente, la poltrona sacco 68 si adatta perfettamente alle forme del corpo regalando un comfort senza eguali.

Sempre in tema di poltrone ecco le due novità che Arketicom propone per questo 2019: la poltrona giardino Gina Soft  e Gina.

poltroncina sacco Gina Soft di Arketicom

 

Le due poltrone sono state pensate per l’outdoor, infatti sono proposte con tessuti resistenti agli agenti atmosferici che non richiedono manutenzione, appositamente studiati per risultare sempre belli e durare nel tempo. Completamente sfoderabili e ultra leggere, Gina Soft e Gina sono caratterizzate da una sagoma che segue perfettamente l’ergonomia, il che le rende comodissime. Gina ha una solida base in legno di multistrato per esterno e un nucleo a cellula chiusa.

polroncina Gina di Arketicom

A seconda dello spazio a disposizione, le poltrone Gina Soft e Gina possono essere disposte una accanto all’altra per creare una zona conversazione o collocate singolarmente, magari con un comodo poggiapiedi.

Lo stile contemporaneo e versatile fanno delle poltrone Arketicom un prodotto esclusivo che rivede il concetto stesso di seduta. Anche in questo caso, un attento studio posturale rende Gina Soft e Gina la scelta ideale per tutti: adulti, anziani ma è anche una poltrona per bambini sicura e adatta alle loro esigenze.

Per completare l’angolo relax all’aperto e aumentare il comfort, il nostro consiglio è di abbinare un pratico pouf sacco da giardino della collezione Soft Cube di Arketicom.

Disponibili in tre misure, 42x42x4265x65x42 84x4x42, la linea Soft Cube è proposta in ben 21 colori tutti di tendenza e un tessuto idrorepellente ad alta resistenza e solidità alla luce solare, che lo rende la scelta ideale per arredare il giardino, la terrazza o un piccolo balcone.

Soft Cube di Arketicom

Il pouf Soft Cube è un elemento d’arredo pratico e versatile, può essere utilizzato come pouf sacco da giardino, come seduta extra o come morbido poggiapiedi, e lo si può facilmente inserire anche all’interno di casa, dal living alla cameretta dei bambini.

L’imbottitura interna in perle di eps espanso, accuratamente calibrate, regalano una piacevole sensazione di leggerezza e relax non appena ci si siede!

Soft Cube di Arketicom

A differenza di quanto si potrebbe pensare, basta una spesa minima per rinnovare e dare un tocco di stile agli spazi outdoor, aggiungendo qualche elemento originale con le poltrone e i pouf sacco da giardino che piacciono proprio a tutti: grandi e piccini trovano questo tipo di sedute molto invitanti e comode, ma soprattutto difficili da abbandonare una volta provate!

L’articolo Poltrone e pouf sacco in giardino per un morbido relax proviene da Dettagli Home Decor.

Tags: ,

 
 

Sgabelli versatili e dalle linee ricercate: un tocco di stile ai vostri ambienti.

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

Comodi e funzionali, gli sgabelli possono anche dare un tocco di stile ai vostri ambienti. Vediamo come scegliere quelli giusti per ogni stile.

sgabelli-versatili-linee-ricercate-tocco-stile

Argomento particolare e alquanto insolito, starete pensando…vero ma dalle mille sorprese! Non solo semplici elementi di arredo ma vero e proprio specchio dell’arredamento di casa vostra e della vostra personalità, sono versatili e dalle mille sfacettature. La chiave risiede nell’atmosfera che volete ricreare: calda, romantica, sobria, moderna, decisa, frizzante. Non si sta parlando di un modesto oggetto per completare il vostro arredo, si tratta di una vera e propria scelta di toni, stili, sensazioni suscitate e trasmesse; tutto in un solo e apparentemente semplice prodotto.

In questo post vi mostrerò degli sgabelli moderni selezionati dal catalogo di ProduceShop , azienda leader nel settore dell’e-commerce e riconosciuta per la sua ricerca minuziosa di qualità ed affidabilità; vi consigliero come abbinarli ai vostri interni, in base allo scenario che volete riproporre e trasmettere ai vostri occasionali ospiti.

Ogni colore ha un suo perché, un suo complemento, suscita diverse emozioni e sensazioni negli occhi di chi guarda e soprattutto, si lega in un particolare contesto. Scopriamo insieme le infinite possibilità che vi si possono presentare abbinando ai vostri interni questi particolari articoli!

Look moderno

Ammirate la vivacità, l’ironia e la dinamicità dello sgabello Dallas, in acciaio al cromo e similpelle, vi farà rivivere il clima rilassato, festivo e gioioso dei bar. Donare un tocco di luce, di allegria è davvero molto semplice con prodotti dalle strutture slanciate, leggere, semplicemente senza tempo. Ed é proprio questa l’idea che riproporrete: la sensazione di abbandonare ogni pesantezza, ogni pensiero per godere appieno della spensieratezza data da questi design.

sgabelli-versatili-linee-ricercate-tocco-stile dallas

Iniziamo con lo stile frizzante, esuberante, quello che richiama il clima gioviale di un aperitivo tra amici, delle serate in compagnia, la voglia di ridere. Per questa atmosfera gli sgabelli alti e lucidi, come lo Spider, sono la soluzione giusta. Sono complementi di arredo dalle linee sinuose, moderne e ricercate: perfette per trasmettere una sensazione di gioia, divertimento, donano eleganza e stile agli ambienti: insomma un must per i locali di tutti.

Per un look moderno ed attuale, basta scegliere un prodotto dalla struttura in acciaio, lucida e delicata, tipica di articoli come l’Hollywood. Create un ambiente alla moda coi tempi, spensierato ed elegante affidandovi a strutture versatili e polivalenti. Fatevi trasportare dai colori, dal design, dalla lucentezza di strutture che non avranno paura del passare del tempo, degli anni, dell’usura. Scegliete i colori di tendenza, come il blu, oppure optate per colori neutri e raffinati come il bianco: qualsiasi scelta facciate, il risultato sarà una atmosfera distinta, grintosa e sempre alla moda.

sgabelli-versatili-linee-ricercate-tocco-stile hollywood

Stile classico

Infine, lo stile classico, elegante, confortevole dato dal legno; per chiunque voglia riprodurre delle atmosfere calorose, famigliari, sobrie, affidarsi a delle strutture in metallo, dipinte con effetto legno, come quella del Towerwood, è la soluzione più idonea e che io, personalmente consiglio. In questo modo avrete la possibilità di sfruttare duplici vantaggi: la stabilità e l’affidabilità del metallo, la versatilità del legno.

sgabelli-versatili-linee-ricercate-tocco-stile towerwood

È un materiale che si ricollega agli stili dell’Arte Povera, capace di ricreare l’atmosfera del nido famigliare, di dare calore agli ambienti… semplice ma estremamente polivalente è perfetto se volete arredare con stile la vostra casa, restando pero su dei colori neutri. Né troppo acceso, né troppo spento, conferisce la giusta eleganza e la giusta raffinatezza ai vostri contesti. Per me semplicemente la scelta migliore e meno impegnativa che possiate fare: non troppo aggressivo ma nemmeno senza carattere, il legno darà un tocco di serietà e signorilità ad ogni scenario. Classico, elegante, versatile: adatto a qualsiasi tempo, a qualsiasi moda, a qualsiasi esigenza.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

LIFE IN PLASTIC IT’S FANTASTIC. Oggetti di design in plastica

Pubblicato da blog ospite in Design, Room by Room
La PLASTICA non è solamente il materiale per eccellenza del boom economico degli anni 50 e 60 che, attraverso la sua nuova tecnologia, ha risvegliato la produzione di oggetti non solo appartenenti alla quotidianità ma anche come piccoli elementi preziosi creati da maestri del design. Sicuramnte a tutt’oggi è ancora un argomento contrastante e se ne parla molto soprattutto come “second life.” Spesso denigrata, perché considerata come materiale inquinante e nemica dell’ambiente, la plastica viene sdoganata come “nobile” appena diventa sostanza di recupero. Anche se, a dire il vero, spesso la funzione a cui viene destinata è la stessa che aveva nell’altra vita: sedie, tavoli, elementi di design e accessori.
Noi abbiamo deciso di sceglierne alcuni, molti iconici altri frutto della creatività di nuovi designer.
COMPONIBILE
Kartell da sempre leader nella produzione di arredi interamente in plastica, nobilita questo materiale donandogli una finitura metallizzata e reinventando gli iconici componibili.

Ideata nel 1960 da Verner Panton, fu la prima sedia a essere realizzata interamente con un unico foglio di plastica. Declinata negli anni in numerosi colori resta tra i componenti di arredo più eclettici, a suo agio in un ambiente moderno, eccentrica in un contesto antico.

Disegnata nel 1968 da Elio Martinelli per i suoi 50 anni si è tinta di rosso. Il Cobra rappresenta uno dei primi apparecchi illuminanti in resina prodotti con un particolare sistema di stampaggio. Formata da due corpi, quello superiore ruota ricordando così un cobra pronto a sferrare un attacco.

Disegnato da Joe Colombo, vincitore del primo premio SMAU e parte della collezione permanente sia del Museum of Modern Art di New York che della “Triennale” di Milano, Boby ha contribuito a scrivere la storia del design. Adatto sia ad un uso domestico che lavorativo l’anima pop di Boby incontra gusti e funzioni differenti.

Interamente in plexiglass PMMA che viene drappeggiata a mano ad alte temperature, il risultato è un tavolino unico e adatto sia per l’outdoor che l’indoor.

Appendiabiti free-standing che si erge solitario, ricordando le tipiche piante grasse del deserto.‎ Dotato di 6 appigli, Lapsus è un oggetto ornamentale per la casa ma allo stesso tempo funzionale.‎ La base in metallo permette una salda stabilità.‎

Tags:

 
 

Alessi presenta la nuova moka al Fuorisalone

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

In occasione della Milan Desing Week 2019, Alessi presenta la nuova Moka, disegnata da David Chipperfield.

Alessi presenta la nuova moka al Fuorisalone

Dalla mia casella di posta elettronica inondata, in questi giorni, dalle comunicazioni delle agenzie sugli eventi della Milan Design Week, ho pescato questa bella pepita. Da sempre sono una fan del brand Alessi, sinonimo di qualità, innovazione, design made in Italy.

L’evento che Alessi sta organizzando per la presentazione di Moka, disegnata da David Chipperfield, si chiama A new moka is blooming, elaborato con la direzione creativa di Federico Pepe, di Le Dictateur Studio.

L’evento si sviluppa in tre momenti:

MOKA ALESSI. DESIGN & RE-DESIGN. From Richard Sapper (1979) to David Chipperfield (2019)

Una mostra sull’evoluzione delle caffettiere Alessi, in cui si possono ammirare le creazioni iconiche di designer del calibro di Aldo Rossi, Michael Graves, Richard Sapper,Piero Lissoni, Alessandro Mendini, Mario Trimarchi, Michele De lucchi, solo per citarne alcuni.

Alessi presenta la nuova moka al Fuorisalone
ALESSI Cupola – Aldo Rossi – disegno

ZOETROPE MOKA ALESSI + FILM

da non perdere l’inedita installazione di Virgilio Villoresi, una “fiaba in movimento” realizzata con un linguaggio ispirato agli esperimenti del pre-cinema, e il film realizzato dal cineasta per il progetto.

A new moka is blooming, zoetrope Moka by Virgilio Villoresi, disegno progettuale

MOKERIA

Uno spazio dall’animo pop pensato per vivere un’originale esperienza del caffè. Degustazione, quindi, del caffè preparato con la moka, in un ambiente dai colori vivaci e rinvigorenti. Per una pausa relax che nelle giornate frenetiche del Fuorisalone sarà senz’altro gradita.

Alessi presenta la nuova moka al Fuorisalone

INFO PER IL PUBBLICO
Mudec – Museo delle Culture
via Tortona 56, Milano
da martedì 9 a domenica 14 aprile 2019

INFO SUL FUORISALONE

Tutti i post sulla Milan design week


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags: ,

 
 

INTERIOR DESIGN & ALTA FALEGNAMERIA

Pubblicato da blog ospite in Amerigo Milano, Design

Lo spazio Amerigo Milano Concept Store di Monza si arricchisce di un nuovi servizi per la propria clientela: Interior Design e  arredamenti su misura di alta falegnameria.

Se sei alla ricerca di mobili su misura e di tutti quei complementi d’arredo che danno stile e unicità alla tua casa, Cadenazzi & Colombo Interior Design ti seguiranno in queste scelte.

Cadenazzi Ramona, Interior Design e la Fratelli Colombo, laboratorio artigianale di alta falegnameria, propongono un servizio chiavi in mano;  dalll’ideazione alla progettazione fino alla produzione.

I loro progetti danno fascino e vita alla tua casa, con arredi che sono l’essenza di quello che tu cerchi.

In tutte le fasi della produzione vengono utilizzate le tecniche più avanzate così da riuscire a soddisfare le richieste più esigenti.

Amerigo Milano Interior Design

Arredare i propri spazi con il legno è la scelta migliore per chi aspira arredare la casa con eleganza. Il legno è ideale sia per uno stile classico che per un look innovativo. I prodotti realizzati con tale materiale sono particolarmente apprezzati per l’aspetto, sono gradevoli al tatto ma anche duraturi nel tempo.

Amerigo Milano interior design

Cadenazzi & Colombo Interior Design dispongono  di falegnami altamente qualificati che mettono tutta la propria competenza e dedizione nel proprio lavoro, ricavando da semplici e grezze materie prime dei prodotti di elevata artigianalità Made in Italy. 

CADENAZZI & COLOMBO Interior Design 

MONZA via Carlo Alberto 35 nello spazio Amerigo Milano Concept Store

CANTU’ via Vivaldi 42   Laboratorio di alta falegnameria 

Tags:

 
 

OGNI COSA AL SUO POSTO! OGGETTI DI DESIGN PER ORGANIZZARE IL TUO SPAZIO

Pubblicato da blog ospite in Design, Room by Room
Ogni cosa al proprio posto!
Quante volte abbiamo sentito questa frase?
Questa regola vale più che mai in cucina, dove spesso si accumulano oggetti, utensili e contenitori, la stanza per eccellenza in cui praticità e l’estetica devono coincidere. Ecco alcuni suggerimenti di prodotti che vi aiuteranno ad avere una cucina più ordinata con un occhio di riguardo al design e alla funzionalità.
L’ordine in casa e in questo caso in cucina passa anche per l’organizzazione dei rifiuti, spesso difficile per la mancanza di spazio o perché non si vuole rovinare l’estetica della stanza. La pattumiera è spesso un elemento che tendiamo a nascondere ma abbiamo pensato di mostrarvi un cestino porta rifiuti che si adatta, grazie alle numerose finiture, a ogni tipologia di arredo per passare inosservata o spiccare grazie a un design che riesce ad essere elegante o divertente.

Singoli ma modulari questi portabottiglie in fibrocemento, riescono ad adattarsi facilmente a ogni ambiente, il design seppur lineare ed essenziale riesce a contenere diverse bottiglie, per un bicchiere di vino sempre a portata di mano.

Per sfruttare anche in altezza lo spazio tra top e pensile, questa struttura è l’ideale si fissa senza viti si possono scegliere gli accessori e permette di organizzare al meglio utensili e oggetti.

Per chi non ama o non possiede pensili in cucina, uno scolapiatti d’appoggio è l’unica soluzione. Interamente in polipropilene stampato il design di questo scolapiatti disegnato da Marc Newson ha un pratico design pop, disponibile in diverse tonalità.

Spesso e volentieri i porta posate non sono della misura esatta dei cassetti. Per sfruttare al massimo tutto lo spazio a disposizione il marchio Joseph e Joseph ha pensato a un porta posate allungabile e quindi adattabile a ogni dimensione.

Tags:

 
 

Una nuova concezione di spazio per il bagno!

Pubblicato da blog ospite in Design, Voglia Casa

Per il 2019, VITRA, azienda leader nel settore bagno, propone tante novità in termini di accessori ma soprattutto di ottimizzazione degli spazi grazie a complementi d’arredo funzionali e all’avanguardia. Oggi parliamo di FRAME, una nuova espressione del bagno moderno.

Frame: la rivelazione del pensiero limpido

Un design autentico e una perfetta funzionalità che si sposano in un’unica collezione con particolari ben studiati e sapientemente realizzati. La sua palette colori, composta da nero, rovere bianco e beige, è l’espressione di un linguaggio contemporaneo, fatto di bordi sottili e linee levigate. Con semplici gesti, si attiva l’opzione per l’illuminazione a LED sui mobili , creando un’atmosfera calda e attraente. Questa applicazione pratica della tecnologia d’avanguardia sottolinea ulteriormente la modernità dello spazio.

Particolari che catturano l’attenzione e colori eterni

Il mobile lavabo presenta una superficie laccata con frontale termoformato che riproduce i motivi del legno naturale, per portare in bagno l’atmosfera intima del living. Inoltre i componenti di questo arredo bagno sono trattati con la tecnologia “soft-touch” resistente a macchie, polvere e graffi.

FRAME plasma lo spazio da bagno non convenzionale, conferendogli allo stesso tempo un senso di benessere accogliente.

Tags:

 
 

Dolce dormire

Pubblicato da blog ospite in Design, Ecce Home
Come ogni anno l’ultimo venerdì prima dell’equinozio di primavera (nel 2019 il 15 marzo) è stata la Giornata Mondiale del Sonno.
Istituita a partire dal 2008 per farci riflettere sull’importanza di un buon sonno ristoratore è l’occasione per ricordarci quali sono le regole per dormire meglio.
Tra i fattori ambientali sicuramente la temperatura (tra i 18 ed i 22°C) e l’umidità sono quelli che maggiormente influiscono sulla qualità del sonno,  ma sono fondamentali anche l’ordine e la pulizia, nonché una piacevole disposizione dei mobili.
L’assenza di rumori e di luce sono invece  fattori la cui importanza varia da individuo ad individuo, e a seconda della fase del sonno in cui ci si trova.
Gli esperti sono concordi nell’affermare che gli apparecchi tecnologici (televisioni, computer e smartphone) non dovrebbero entrare in camera da letto, ma la domotica  può aiutarci a creare degli scenari di temperatura, luce, e suoni  per accompagnarci dolcemente verso il sonno e per assicurarci al mattino un risveglio ottimale.
Per quanto riguarda l’arredo, chi non ha mai sognato di dormire in un bel letto a baldacchino? A me piacciono quelli “minimal” che non appesantiscono visivamente l’ambiente e ben si adattano ad uno stile contemporaneo. E se voleste dare un tocco più personale, perché non osare un bel colore vivace?

Sweet sleep

As every year the last Friday before the spring equinox (in 2019 on March 15th) was World Sleep Day.
Established in 2008 to make us reflect on the importance of a good night’s sleep, it is an opportunity to remind ourselves of the rules for sleeping better.
Temperature (between 18 and 22°C) and humidity are  the environmental factors those most influence the quality of sleep, but order and cleanliness are also essential, as well as a pleasant arrangement of the furniture.
The absence of noise and light are factors whose importance varies from individual to individual, and according to the phase of sleep in which one finds oneself.
Experts agree that technological devices (televisions, computers and smartphones) should not enter the bedroom, but domotics can help us create scenarios of temperature,light, and sounds to gently accompany us to sleep and to ensure optimal morning awakening.
As for the furniture, who has never dreamed of sleeping in a beautiful four-poster bed? I like the minimal ones that do not weigh down the environment visually and are well suited to a contemporary style. And if you wanted to give a more personal touch, why not dare a nice bright color?

foto da Pinterest
Tags:

 
 

Stile nordico per i letti a casetta

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, Non Ditelo all'Architetto

Questo grazioso letto a casetta in pino massiccio, dotato anche di mezza barriera protettiva, dimensioni 80 x 180 , comprensivo di rete, lo trovate QUI lo trovate anche disponibile in diverse dimensioni

La versione Montessori,con letto a pavimento, è comodissima per grandi e piccini. Questo lo trovate disponibile QUI

Legno naturale o bianco sono i colori più adatti a questo modello di letto dallo stile lineare e nordico. Questo bianco lo trovate QUI in diverse dimensioni

Lo stile decorativo nordico è il più adatto a questo genere di struttura, cuscini, tessili, contenitori e arredi con i quali completare un ambiente delizioso

La struttura di questo tipo di letto è molto semplice e lineare, può essere dipinta a piacere, personalizzata con vari elementi come ghirlande, lucine e tende. Molto interessante può essere giocare con le pareti per dare maggior risalto alla casetta, decorandole con stickers, una carta da parati particolare o un colore deciso

Il gusto dal sapore nordico per letti a forma di casetta
imperversa già da tempo ed appassiona grandi e piccini.

I letti a forma di casetta sono delle strutture molto
stilizzate che riprendono la forma di una casa, realizzati in legno, nelle più
disparate misure, dai lettini per bambini fino ai letti matrimoniali per
passare da quelli a castello o con secondo letto a scomparsa.

La struttura a casetta può racchiudere anche una piacevole
area realex/gioco, senza ingombrare data la sua struttura esile.

Struttura angolare per due letti

Comodi i modelli che nascondono un secondo letto a scomparsa scorrevole sotto il primo. Quello in legno scuro con barriere lo trovate QUI anche in versione naturale dimensione 160×80

  • Non solo una cameretta per tre, ma anche una bella casetta sospesa per giocare…nella vita mai dire mai, con la creatività e l’ingegno tutto si può realizzare!

Letto a casetta con sponde, sicuro anche per i più piccoli. Disponibile QUI

La casetta può anche essere rivisita in stile indiano con il letto modello tipi in legno che trovate anche QUI

Utile e bella anche la versione a castello che trovate QUI anche in legno naturale

Il letto a casetta, come abbiamo visto, può essere un modello Montessori con materasso a pavimento, oppure nello spazio sotto il letto può essere inserito un secondo letto a scomparsa o, come in questo modello, dei comodo cassetti.

Modello Montessori con materasso a pavimento, disponibile QUI

Una struttura più ampia può essere utilizzata come divertente area gioco

Se invece siete orientati verso il classico lettino a sbarre anche questo può essere caratterizzato dalla forma a casetta e lo trovate QUI

Io adoro le versioni naturali, come si addice a questo stile,
in legno chiaro o al massimo bianco o sbiancato, ma la struttura in legno può
essere dipinta del colore che si preferisce.

Si tratta di letti unisex e, a seconda dello stile che
vogliamo dargli, potranno diventare la casetta per una bellissima principessa o
il rifugio di un piccolo astronauta o un indianino, grazie anche a tutte le
decorazioni e ai complementi che andremo a scegliere in modo correlato.

La struttura può essere personalizzata con il colore che si preferisce

  • Dedicata a piccoli sognatori
  • Ad austronauti
  • O esploratori!

Anche lo stile indiani e cowboy si presta a questo modello di letto, per realizzare una cameretta-gioco davvero da sogno

Versione romantica per le fanciulle

Nel caso dei letti montessoriani per bambini, adatti alla
più tenera età in alternativa al classico lettino, si possono dotare di sponde
per non far uscire il piccolo, che comunque non rischia di cadere grazie alla
struttura stessa del letto.

I letti a casetta sono molto amati anche dagli adolescenti
per le loro camerette e dagli adulti, soprattutto i più attenti al design e
amanti di quello scandinavo.

Possono essere utilizzati non solo come letti ma anche come
area gioco e relax nelle camerette e come zona relax molto informale nei living
contemporanei.

Questo tipo di letti sono spesso “a pavimento”, anche detti
montessoriani quando si parla di bambini, letti con il materasso che poggia
direttamente a terra spesso su doghe o tavola e che dunque risulta molto sicuro
anche per bambini piccolissimi.

Per i piccolissimi si tratta di un letto sicurissimo, anche più sicuro del letto con le sbarre, alle quali crescendo i bimbi possono arrampicarsi.

  • Per i più grandi la versione super minimale
  • O quella a casetta classica
  • Anche in questo caso si può giocare con i colori della struttura, con gli accessori e con lo stile che si vuole dare all’insieme
  • Area gioco
  • Una struttura da decorare con la nostra fantasia
  • La Casetta in Canadà è un letto a baldacchino moderno realizzato in massello di frassino by Mogg dal design essenziale
  • Anche in salotto per un’informale area relax

Una piccola struttura da arredare e decorare, adatta per i giochi dei bimbi, la trovate QUI realizzata in Pino naturale

Spesso i letti a casetta vengono decorati con diversi
accessori, bandierine, lucine, tende, scacciapensieri e mobìle, per quanto
riguarda la struttura, ma possiamo arredare il letto stesso con cuscini,
coperte, plaid e runner.

Se non trovate in vendita quello che state cercando possiamo
realizzarlo insieme, progettando il vostro letto a casetta su misura, della dimensione
che vi occorre, con i complementi in linea con  lo stile che avrete scelto, mensole a nuvola,
o della forma desiderata, lampade a stella o qualsiasi altra figura,
sceglieremo i cuscini i tessuti i complementi d’arredo che andranno a completare
il letto e la camera e, se occorre, decideremo anche come decorare le pareti,
magari con una bella carta da parati o un murales.

Progetto per una cameretta by NDAA con arredi ikea, carta da parati a pois by Caselio e letto Velinda 

Tanti esempi di come si possa personalizzare una cameretta valorizzata dalla presenza di un letto a casetta, un modello dalle linee pulite che piace ai grandi ma che, allo stesso tempo, fa divertire i bambini. arricchiamo la camera con una bella carta da parati vivace, colorata ed allegra ed il lettino con lucine, bandierine, cuscini, coperte e tendaggi. Scegliamo uno stile, un tema dei colori come linee guida e il risultato sarà ottimo.

È arrivato il momento di progettare e mettere in ordine la
camera dei bambini con un letto che va bene dai 0 a i 18 anni, oppure di
scegliere il modello per la vostra camera da letto, quello che stavate cercando
ma non riuscivate a trovare.

Un modello originale, creativo, moderno e pieno di allegria
e vita perfetto anche per i più grandi che non smettono di sognare.

L’articolo Stile nordico per i letti a casetta proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

ARBOR: opera d’arte o complemento d’arredo?

Pubblicato da blog ospite in Design, Voglia Casa

Designer, architetti e realizzatori
sono sempre alla ricerca di ispirazioni per dar vita a nuovi e originali
complementi d’arredo da introdurre in progettazioni uniche e particolari.

Oggi vi voglio presentare in anteprima, un oggetto speciale che entra in una galleria d’arte, portando con sé l’estro di un architetto, Daniela Cuatto, plasmato dall’amore per la natura e dal bello dell’architettura monumentale torinese e la visionarietà di un minusiere contemporaneo, Roberto Bianchi.

Il progetto è il risultato di un
lavoro durato circa tre anni, tempo dedicato a studiare e a sovvertire il
principio di equilibrio statico, calcolando un nuovo baricentro per questo
albero che senza radici, si innalza libero come farebbe in natura nel bosco.

La straordinarietà di ARBOR risiede proprio nel fatto di possedere fisicamente un’area circoscritta e, al contempo, un perimetro infinito.

Il prodotto finale risulta essere
un elemento versatile che costituisce già in solitudine un prodotto di design
“bello” da osservare nella propria dimora ma ancor più valorizzato se
utilizzato in svariate modalità a seconda dello spazio in cui viene inserito.

Inoltre l’albero è l’icona perfetta della sintesi tra il passato (le radici) il presente (il tronco) e il futuro (lachioma) in totale accordo con le comuni linee filosofiche e concettuali della Artgallery e del Collettivo 37, che hanno creduto fin da subito nella validità del progetto, che sarà presentato e sostenuto anche dall’autorevolezza e competenza dell’ Architetto e Designer Carlo Leonardo Rosa nel vernissage di domani, venerdì 15 marzo a Torino, dove intratterrà una stimolante conversazione con gli autori del progetto.

Ulteriore stimolante interesse desta la presenza dell’artista Anne Cécile Breuer che sabato 16 marzo offrirà al pubblico una live performance – Il Bosco liquido – dove l’albero immaginario si materializzerà in un’opera d’arte pittorica.

Insomma, un elemento d’arredo che si esprime come una vera e propria forma d’arte a 360°, dove idea, geometria e materia, si fondono per dar vita ad un pezzo unico che diventerà sicuramente un’icona di design multifunzionale dall’apparente precario equilibrio che crea nell’osservatore dapprima incredulità e stupore e in seguito ammirazione e volontà di scoperta.

Tags:

 
 




Torna su