5 Agosto 2020 / / Idee

Spesso mi capita di vedere in un negozio dei prodotti particolari, ed altrettanto spesso mi chiedo se i materiali che li compongono siano sicuri e senza tempo… La domanda che ancor più spesso mi pongo è se anche altri come me siano attenti e corretti nella selezione del materiale per la realizzazione delle creazioni artigianali. Da qui è nata la necessità di creare una zona in questo sito che descrivesse materiali e le certificazioni di qualità già esistenti in letteratura.

Certificazioni di qualità
Acquerello realizzato da Valentina de Chirico – Fine Art.

 Come riconoscere materiali sicuri dalle certificazioni di qualità

Ogni prodotto destinato alla grande distribuzione, e realizzato industrialmente (non in modo artigianale) possiede delle certificazioni che ci permettono di riconoscere un prodotto sicuro e non dannoso alla nostra salute. Questo sistema di certificazioni è fondamentale per la tutela dei consumatori.

Per chi acquista è necessario saper leggere e comprendere il significato dei vari codici che identificano le certificazioni per poter scegliere dei prodotti in modo sicuro ed ecosostenibile.

Le certificazioni più importanti sono:

  • LGA (TÜV)
  • OEKO-TEX
  • REACH
  • ISO9001:2015
  • ISO14001:2004
  • ISO50001:2011
  • DS/OHSAS 18001:2008

LGA (TÜV)

La certificazione LGA è TÜV SÜD certifica la conformità agli standard internazionali e/o ai requisiti stabiliti dall’ente stesso. E’ una certificazione riconosciuto a livello globale e  viene rilasciata dopo un programma di verifica e ispezione prevede una ispezione annuale di controllo sulla produzione.

OEKO-TEX

La certificazione OEKO-TEX è un sistema di controllo internazionale delle materie prime,  semilavorati e i prodotti finiti del settore tessile per ogni step di lavorazione. E’ il sistema di certificazione più diffuso e mira a prevenire reazioni avverse causate da materiali potenzialmente contaminati da sostanze tossiche.  Sono certificabili tutti i componenti del prodotto finito come filati greggi, filati tinti finiti, tessuti, maglie, accessori come bottoni, cerniere, etichette. Il settore comprende articoli di abbigliamento di tutti i tipi, tessuti da casa e arredamento, biancheria da letto, spugne.

Un prodotto certificato è privo di metalli pesanti, coloranti tossici, sostanze utilizzate nelle colture agricole (glifosato, pesticidi, diserbanti), sostanze cancerogene come la formaldeide, ftalati, benzene ecc. Per approfondimenti leggi la nostra rubrica sui tessuti tossici.

REACH

La certificazione REACH è una normativa ambientale tra le più complete e avanzate realizzate dall’Unione Europea. L’obiettivo è quello di valutare tutti i rischi che possono derivare dalle sostanze chimiche. Le analisi di laboratorio sono condotte sempre da terzi.

ISO9001:2015

La certificazione ISO9001:2015 è una serie di  normative  internazionali per i Sistemi di Gestione per la Qualità (SGQ), pubblicata dall’ISO (International Organization for Standardization). La norma è stata aggiornata l’ultima volta nel 2015. Questa normativa permette di mantenere i requisiti di qualità nel tempo.

ISO14001:2004

La certificazione ISOv14001:2004 è una normativa internazionale con adesione volontaria, applicabile a qualsiasi tipologia di organizzazione pubblica o privata. Questa normativa specifica i requisiti di un sistema di gestione ambientale (SGA).

ISO50001:2011

La certificazione ISO50001:2011 riguarda i sistemi di gestione dell’energia, ne stabilisce i requisiti e le linee guida per  migliorare in modo continuo le prestazioni energetiche di produzione.

DS/OHSAS 18001:2008

La certificazione DS/OHSAS 18001:2008 garantisce la sicurezza e la salute dei lavoratori regolamentando il rispetto delle norme vigenti. Questo sistema è integrato alla gestione ambientale (ISO14001:2004).

Tutte queste certificazioni mirano alla tutela del consumatore e dell’ambiente. E’ nostro dovere comprenderle e selezionare i prodotti in base alle certificazioni fornite dai produttori. Orientiamoci a scelte ecosostenibili per garantire alle generazioni future un mondo migliore.

Per oggi è tutto!

Alla prossima!

Rosa

Questo articolo Certificazioni di qualità: riconoscerle e comprenderle proviene da NellEssenziale.

10 Luglio 2020 / / Idee

Aggiornato al Giugno 12th, 2020 –

Cos’è il colore country? Il colore country è una gamma di colori dai toni forti e pastello che richiama sfumature naturali della campagna. Prima dei colori chimici, infatti, esistevano i colori naturali ottenuti dalle terre e dalle pietre, i colori country chic sono proprio questo: colori dei paesaggi naturali ottenuti da elementi naturali.

Il colore country è il colore della natura … il nocciola del legno degli alberi, marrone terra bruciata del terreno, il giallo ocra dei colori del grano, il rosso dei papaveri e del focolare domestico… Il verde che rievoca foglie e praterie…

Il cuore dello stile country è la natura, una natura campagnola ed incontaminata, ed i colori svolgono un ruolo fondamentale nel rendere lo stile country elegante, accogliente e confortevole. Il colore infatti possiede l’enorme potere di trasformare gli ambienti, ed è proprio grazie ai colori caldi, vivaci ma allo stesso tempo naturali che il fascino della vita rurale viene enfatizzato al massimo.

cucina country lube in muratura modello beatrice
Cucina country in muratura Lube modello Beatrice Collezione Borgo Antico.

In questa cucina country LUBE si identificano colori tipicamente country: i colori di terra sono riprodotti nella muratura, il colore della pietra è riprodotto nel piano cottura e nel lavandino, la palette degli attrezzi di campagna è replicata nel rame anticato e nero del piano cottura, forno ed elementi decorativi.

Guida ai colori country chic

Per fare chiarezza e per aiutarti a scegliere il colore country piu adatto alla tua casa abbiamo realizzato una guida.

In questa guida i colori e tessuti country si mescolano per insegnarti ad arredare il tuo interno in modo originale, coordinato e personalizzato.

Le palette cromatiche in stile country

I Colori country comprendono ricche palette cromatiche:

  • Palette dei toni del legno che variano dal nocciola al giallo chiaro.
  • Palette con toni naturali che richiamano i colori della terra come marrone e rossiccio dei terracotta, gli ocra e terra di Siena bruciata.
  • Colori delle pietre che comprendono colori freddi come i grigi ed i tortora.
  • Palette con i colori delle praterie con tutte le sfumature di verde e toni pastello dei fiori di campagna: rosa sbiaditi, giallo tenue,
  • Palette di colori del cielo dal blu dell’azzurro e alle sfumature viola arancio del tramonto.
  • Colori degli attrezzi di campagna come il nero, grigio, ruggine, rame, bronzo e ottone.

Colori country del legno:

Il legno è uno dei materiali rurali più diffusi, vanta solidità, robustezza, elasticità. Si presta ad antiche tecniche di decorazione garantendo una lunga durata. E’ soggetto però all’usura del tempo e degli agenti atmosferici, ma grazie alla sua estrema resistenza questo materiale dona sfumature meravigliose che spaziano dal marrone scuro al giallo pallido. Le splendide venature calde e sfumate vengono esaltate dal passare del tempo ed acquistano valore e bellezza.

Il marrone scuro, spesso caratteristico degli elementi strutturali come travi, soffitto pavimento e mobili è spesso accostato a tinte chiare come l’avorio per creare luminosità, o a colori forti e sgargianti come il rosso, giallo, il verde acceso per creare contrasto.

palette colori country naturali
Palette di colori country naturali. Scatto di un particolare di una casa di montagna in Svizzera.

I colori della pietra

Insieme al legno, la pietra è uno degli elementi più diffusi nell’architettura delle tradizionali e antiche case di campagna. Compone pareti, pavimenti, camini ed intere cucine. Può essere presente in vaste aree come intere mura oppure in elementi come lavandini, piano cottura, mattonelle o piccoli inserti decorativi. In base alla composizione minerale ha toni che spaziano dai grigi ai tortora, dal bianco sporco al caldo avorio per sconfinare nei rosa.

Colori della terra

La terra non solo ha fornito sostentamento, ma ha anche offerto una vasta gamma di materiali economici ed utili alla costruzione di abitazioni. I mattoni di argilla e sabbia essiccati al sole e la terracotta più resistente e robusta hanno permesso la costruzione di masserie, fattorie, casolari e cottage tuttora esistenti. Le sfumature della terra variano in base alla zona di provenienza, dal color sabbia più chiaro al rosso ocra e terracotta più scuro come la pirite. In particolare il rosso dei terracotta è il colore country per eccellenza che si abbina perfettamente con tutte le sfumature dello stile country. Perfetto sia con le tonalità di legno chiaro che più scuro, dona calore e movimento agli interni e non appesantisce l’ambiente.

Di solito questi colori sono accostati a tessili chiari per dare luminosità all’ambiente.

I colori delle praterie

I colori delle praterie comprendono tutte le sfumature fredde del verde e i toni pastello dei fiori di campagna: rosa sbiaditi, giallo limone e girasole, giallo dorato del grano, lilla malva, rosso papavero.

Le sfumature naturali del verde sono tantissime: verde assoluto dei pini, verde-giallo dei germogli primaverili, verde oliva, verde pistacchio, verde menta, lime, verde muschio, verde mela… le sfumature del verde country sono innumerevoli e tutte meravigliose.

Il colore verde è stato spesso protagonista della decorazione d’interni in molti stili, ma nello stile country trova una più larga diffusione appunto perché incarna completamente lo spirito del paesaggio naturale.

Colore tipico delle praterie è il giallo, sia nella sfumatura più accesa del giallo limone e girasole, che nella tonalità più dorata del grano maturo. Il giallo è utilizzato sia per dipingere le pareti sia per la tappezzeria, in questi casi sono più opportune tinte unite, quadrettati righe e fiorati.

Colori del cielo

Toni del blu e dell’azzurro ariosi e luminosi fanno da contorno ad un ambiente country sereno e piacevole. Non a caso il colore Pantone del 2020 è il Calssic Blu.

Il colore blu, in tutte le sue sfumature si abbina benissimo con moltissimi colori, a partire dal classico bianco o avorio per finire al suo opposto giallo, perfetto in fantasie fiorate o quadrettate.

Altre sfumature più calde del cielo come il blu violaceo o il freddo blu notte sono spesso abbinate a colori tenui.

Colori degli attrezzi di campagna

I colori degli attrezzi di campagna sono i colori del metallo invecchiato come il nero, grigio, ruggine, rame, bronzo e ottone. Il nero è un colore elegante che nel country ha trovato largo uso sia per i tessili quadrettati sia per mobilio e pareti oltre che per lampadari, letti e sedie in ferro battuto dal caratteristico colore tra nero e ruggine. I toni freddi del Grigio metallico che sembrano collimare con lo stile country, al contrario hanno trovato largo impiego soprattutto nel country più moderno. I freddi grigi della pietra e il grigio metallo sono utilizzati in lampadari, vecchi sgabelli portati a nuova vita, vecchio pentolame e soprammobili decorativi. Anche nei tessili il nero ed il grigio creano particolari effetti grafici mettendo in risalto il colore con loro abbinato. L’oro antico, l’ottone ed il bronzo completano la decorazione degli interni country aggiungendo dettagli a mobili e pareti.

Colori Country nelle pareti

Lo stile Country solitamente prevede pareti in muratura bianca, in colori pastello o con mattoni a vista. Nel primo caso, i toni chiari come bianco, avorio e crema servono a dare luminosità all’ambiente, creando magari un contrasto con le tinte scure dei mobili in legno. Per lo stesso scopo si possono dipingere le pareti anche con toni pastello come giallo pallido, rosa, o azzurro chiaro.

Nel caso si scelga invece di optare per tinte più vivaci, come un rosso o un arancione, è necessario fare attenzione ai colori dei mobili da abbinare, che non dovranno discostarsi dalla palette cromatica di partenza o dovranno essere neutri. Solitamente se vengono scelte tinte forti è opportuno tinteggiare solo una parete.

Nel caso di muri con mattoni a vista, prevarranno toni che vanno dal marrone, al rosso fino al grigio scuro. Anche in questo caso si dovrà fare molta attenzione alla scelta di arredamento e decorazioni, per creare un ambiente armonico e accogliente.

Colori country nei mobili

L’arredamento in stile country ha un comune denominatore, che è dato dall’utilizzo del legno. Questo può essere declinato in tutte le sue forme e colori. Si può spaziare infatti da quello più chiaro, come frassino e ciliegio, a quello più rossiccio come il faggio, fino a quello più scuro, come noce e rovere.

Nelle tendenze più chic dello stile country moderno, frequenti sono i mobili smaltati in bianco, o bianchi con dettagli in legno naturale. In alcuni casi abbiamo invece armadietti dipinti di blu o verde, o con motivi floreali dipinti.

Colori Country nelle decorazioni

Le decorazioni degli ambienti nel Country seguono le stesse palette cromatiche tipiche dello stile, con colori accesi e prevalentemente caldi che richiamano la terra e il mondo contadino. E’ frequente una prevalenza di rosso, giallo e marrone, che troviamo in suppellettili come brocche, tazze, piatti… e in ornamenti appesi alle pareti come ghirlande, quadretti… ecc.

Non mancano  toni metallici con il rame delle pentole e il grigio degli attrezzi da giardino.

Colori degli interni country chic

Nelle varie stanze della casa lo stile Country prevede una distinzione tra zona giorno e notte. In cucina e salotto prevalgono infatti i toni vivaci e accoglienti che più rappresentano lo stile e quindi c’è una prevalenza di colori caldi dei mobili e complementi d’arredo, che risaltano sul bianco delle pareti.

Nella zona notte e nel bagno sono invece concessi toni più soft, con colori pastello su pareti e decorazioni che creano un’atmosfera più rilassata. Ritroviamo quindi il rosa per dare un tocco romantico e accostamenti di giallo e azzurro. Questi si possono trovare nelle coperte, nei cuscini e nella carta da parati, che spesso presenta fantasie con sottili righe o fiori.

Anche tovaglie e tende country seguono le medesime tonalità, con accostamenti di bianco a rosso, blu o marrone. Sono frequenti anche tocchi di verde nei barattoli in cui vengono riposte le conserve.

Il colore e fantasie country nei complementi tessili

I  Colori country nei complementi tessili sono prevalentemente accostati a fantasie quadrettate, abbinati a fiori righe o tinte unite. Tessuti con trame e motivi differenti spesso abbinati insieme creano equilibri di movimentati effetti di profondità ad ambienti country chic. L’effetto finale è l’armonia di un rifugio caldo e accogliente.

I quadrettati: I tessuti quadrettati sono i tessuti country per eccellenza. Tinti in filo con indantrene sono durevoli e resistenti e non scoloriscono agli agenti atmosferici.

I rigati: Il classico rigato è perfetto per tutti gli stili country, dal classico al moderno. Spesso tinti in filo ed abbinati al quadrettato non stancano e non appesantiscono l’interno country.

I fiorati: anche il fiorato è il classico motivo country che rievoca la natura. Se il fiorato è caratterizzato da colori tenui e sbiancati tende allo stile shabby. Spesso il fiorato nello stile country è abbinato a righe e quadretti.

Le tinte unite: Le classiche tinte unite d’un tempo non tramontano mai. Trame di filati con lavorazioni diverse creano texture che donano profondità e movimento agli ambienti country.

Rosso country

Il rosso country è un rosso sgargiante e brioso, ricorda il rosso del focolare e si abbina perfettamente a mobili sia scuri che chiari. Per altri tessili adatti alla cucina leggi l’articolo Una cucina country chic in rosso.

Colori country chic rosso country
Rosso country quadrettato, coordinato Nell’Essenziale – collezione country basic.
Runner country flowers rosso
Abbinamento del tessuto fiorato al quadrettato ed alla tinta unita, collezione country flowers.
Marrone country

Anche il classico marrone che rievoca la terra e il legno si abbina perfettamente sia a mobili chiari che a mobili scuri. Nocciola, Terra bruciata, e beige creano caldi movimenti neutri senza appesantire l’ambiente country.

Copriforno marrone a quadretti
Copriforno marrone a quadretti, Nell’Essenziale collezione country.
Giallo country

Il giallo molto comune nello stile country varia dalle tonalità più chiare del giallo sole o giallo limone per scurire nel giallo ocra.

coordinato giallo ocra
Coordinato giallo ocra, Nell’Essenziale collezione country.
Arancione country

L’arancione, molto comune nello stile country riconduce ai colori dei fiori di campo, al cielo che tramonta, alle sfumature del focolare domestico.

arancione country chic
Coordinato arancione quadrettato, Nell’Essenziale collezione country.
Verde country

Un classico dello stile country chic è il verde, colore della natura molto diffuso per la realizzazione di tappezzeria in soggiorni country. Nelle tonalità più chiare di verde-giallo, colore dei germogli, stimola all’apertura, al rinnovamento, allegria, e infonde speranza. Puoi approfondire il colore verde nei seguenti post: Stile Urban Jungle.

Copritermosifone country con merletto
Copritermosifone country con merletto, Nell’Essenziale collezione country.
Blu country

I blu delle palette del cielo possono variare da sfumature più chiare dell’azzurro a quelle più scure dei blu notte, per sfumare nei freddi celesti polvere o caldi blu-violacei. Ma qualunque sia la sfumatura il blu in cucina, ma anche in tutta la casa, porta rilassamento e simboleggia affidabilità, credibilità, fiducia, apertura verso il prossimo.

copriforno blu
Copriforno con cuori pendenti blu quadrettato, Nell’Essenziale collezione country.
Viola country

Il viola è un colore particolare è scelto dalle persone più sensibili e nel country appartiene alle palette dei fiori di campo e delle sfumature del cielo.

Viola country chic
Completo per cucina in viola country chic. Collezione country basic – Nell’Essenziale.
Rosa country

Il delicato e classico rosa, in base alla sfumatura che presenta appartiene alle palette della terra e dei fiori di campo. Un classico colore romantico che nelle cucine country ha trovato largo impiego. Il rosa a piccole dosi esprime altruismo, innocenza, fiducia e spiccata sensibilità. Trasmette romanticismo e dolcezza. Tipico di chi ama l’amore. Puoi approfondire il significato del colore rosa nel post una cucina in rosa.

runner a quadretti rosa con fiocco linea neo country
Runner a rosa quadrettato, Nell’Essenziale collezione country.
Grigio Country

Il grigio country quadrettato è perfetto per ambienti caratterizzati da toni freddi. E’ adatto solo a cucine dal legno chiaro o da sfumature di legno piu fredde, o meglio ancora a legno verniciato ma sempre con caratteristici lineamenti country.

Copriforno in stoffa grigio
Copriforno in stoffa grigio quadrettato, Nell’Essenziale collezione country.
Nero country

Il colore nero è il colore dell’eleganza e si abbina alla perfezione con lo stile country chic. Questo colore è perfetto infatti con un arredamento country moderno dal mobilio chiaro. Le cucine country chiare, infatti, altro non sono che versioni moderne di questo stile. Spesso si presentano come riproduzioni di versioni di cucine del  XVII e XVIII secolo.

Round centerpiece Country chic
Centrotavola nero country chic, collezione Black country.
Colori country e colori shabby

Il colore è una delle principali differenze tra stile shabby e stile country. Se nello stile country si ha a che fare con toni forti e pastello e colori che richiamano la terra e la campagna, nello stile Shabby si vedranno colori tenui e sbiancati sulle tonalità del rosa antico, salvia e carta da zucchero. Per approfondire questo argomento leggi il post “differenze tra stile shabby e stile country chic“.

Questo articolo Colori country chic proviene da NellEssenziale.

5 Maggio 2020 / / Nell'Essenziale

Oggi parliamo di Stile Country Americano, delle sue origini, di colori, tessuti, fantasie e decorazioni.

Le origini dello stile country americano

Le radici dell’arredamento country americano si possono rintracciare nello stile coloniale. Questo stile si è definito nel corso del 1700 quando i coloni portarono in America le influenze degli stili europei.

Lo stile della country house americana ,caratterizzato da un approccio rilassato e dalla mescolanza di vecchio e nuovo, si sviluppò però nella sua forma più completa dopo il 1885.
Non a caso il periodo d’oro di questo stile si colloca tra la fine dell’Ottocento e i primi due decenni del Novecento. Dopo la Guerra Civile americana infatti le città iniziarono ad espandersi e la ricca élite del Paese cominciò a identificare nella casa di campagna un luogo dove poter “sfuggire” al trambusto della metropoli e respirare aria buona. Queste case  diventarono un simbolo tangibile di ricchezza.

Col procedere dei decenni, poi, lo stile country americano è diventato decisamente di moda, e negli anni Settanta del secolo scorso poteva capitare di trovarlo nelle case rurali del Midwest così come nei grattacieli di Uptown a Manhattan.

cucina country verde scavolini collezione belvedere
Cucina country verde Scavolini collezione belvedere.

Colori, tessuti e fantasie

Nell’arredamento in stile country americano abbonda il bianco caldo abbinato – soprattutto nelle rifiniture – ai colori primari tradizionali, oppure al verde, al grigio, al ruggine. Per approfondire l’argomento leggi il post sul colore country.

I tessuti hanno una predilezione per l’ “handmade”, con asciugamani e copriletto in spugna, tappeti e trapunte fatti a mano, dettagli ricamati a mano.

L’altro aspetto fondamentale per quanto riguarda i tessuti è la naturalezza: vengono utilizzati cotone, lino, lana nei tendaggi, ma anche percalle con fiori tenui e trame naturali, elementi essenziali per il design delle stanze.

Le texture fanno la differenza, in particolare con l’abbondante utilizzo di tappeti spessi e di plaid corposi: i pattern tipici sono i quadri o le strisce, in tonalità come blu, verde lime e ocra, oppure nel classico black&white.

L’arredamento e i materiali utilizzati

Gli interni della casa in stile country americano rimandano alle case coloniche costruite secoli fa, dove il design era semplice, efficiente e pratico.

Diversamente dal delicato stile europeo, questo décor si caratterizza per un mobilio dall’aspetto rustico realizzato con materie prime locali. Il legno è il materiale prevalente. Lo troviamo sia sui pavimenti che sul soffitto,  dove elementi strutturali come le travi svolgono un ruolo importante nel definire l’atmosfera dello spazio. Non mancano le pietre grezze.

Spazi interni e spazi esterni vivono una sorta di sincretismo e la transizione dall’uno all’altro è resa armoniosa attraverso l’uso di grandi finestre e ampi ingressi. Non a caso il patio e il portico sono elementi tipici della classica country house americana.

Gli spazi sono invitanti, accoglienti e rilassati. I mobili tipici includono poltrone in vimini o sedie a dondolo in legno con cuscini in cotone a colori vivaci, ma anche (nelle aree più formali della casa) poltrone e divani imbottiti con schienale alto.

Un oggetto tipico del décor country americano è la sedia Windsor. Questa sedia è la versione country di una tipica sedia da scrivania inglese, che divenne di uso comune sia in Inghilterra che nelle colonie americane nei primi decenni del 1700. Gli esemplari originali di questa sedia erano dipinti di verde, ma in seguito sono state spesso verniciate anche in altri colori.

Salvo rare eccezioni, tuttavia, piuttosto che i raffinati mobili d’ispirazione europea nelle case di campagna americane l’arredamento è utilitaristico, pratico e resistente, con mobili decorati, dipinti e verniciati in modi semplici ed essenziali.

Decorazioni in stile country americano

Per fare di una casa una vera e propria dimora country americana non possono mancare elementi decorativi:

  • Giocattoli scolpiti a mano.
  • Oggetti in legno intagliato.
  • Brocche e latte in alluminio.
  • Collezioni di pentole in rame.
  • Cestini in vimini.
  • Mazzi di fiori rigorosamente collocati in secchi rustici.
  • Trapunte patchwork sia da tenere sul letto o al lato del divano, sia da appendere alle pareti.

Infine, contribuiranno ancor più a creare la giusta atmosfera dei cartelli vintage e un richiamo identitario come la bandiera americana dipinta o appesa alle pareti.

 

Questo articolo Stile Country Americano proviene da NellEssenziale.

11 Aprile 2020 / / Nell'Essenziale

Buongiorno amiche! oggi con immensa felicità vi mostriamo le nuove tende in pizzo san gallo in stile shabby. Tra tutte le tende shabby fino ad oggi realizzate queste per me sono le più belle. Io adoro il pizzo San Gallo sia per la casa che per l’abbigliamento.

Composizione delle tende in pizzo san gallo in stile shabby

Queste meravigliose tendine a vetro sono realizzate in pizzo San Gallo di puro cotone. L’attaccatura ai bastoni a vetro è realizzata in tessuto con lavorazione panama in cotone 100%.

Realizziamo queste tende solo su ordinazione, se le desideri, puoi chiedere un preventivo. Il prezzo parte da 90 euro a telo per la misura piccola.

Storia del pizzo san gallo

La produzione del pizzo San Gallo inizia nel XV secolo nella città svizzera Sankt Gallen. Questa città ha una lunga tradizione nella  lavorazione tessile del cotone e nella realizzazione di ricami a mano. Con l’avanzare del tempo, il progresso tecnologico e la rivoluzione industriale ebbero grandi conseguenze sull’industria tessile di questa città. Josse Heilmann, infatti non tardi creò la prima macchina manuale da ricamo in grado di ricamare utilizzando più di 300 aghi simultaneamente. La produzione di questo fantastico tessuto ha cominciato quindi ad automatizzarsi ed a diffondersi per divenire oggi completamente automatizzata.

Questo articolo Tende in pizzo san gallo in stile shabby proviene da NellEssenziale.

4 Aprile 2020 / / Nell'Essenziale

Aggiornato al Aprile 5th, 2020 -

Sembra che il colore bianco sia ‘il colore degli indecisi’, eppure la scelta di una cucina in questa tonalità potrebbe stravolgere questa definizione. Infatti, il bianco è il colore versatile per eccellenza, che offre la possibilità di personalizzare cucina e accessori con un’infinità di abbinamenti.

Chi sceglie il bianco per la sua cucina, sta scegliendo ogni possibilità di cambiamento e trasformazione, sceglie il tutto. Forse, sarà proprio grazie a questa sua grande malleabilità e versatilità che viene etichettato come colore degli indecisi?

La vecchia bottega - cucina-in-muratura-etnea
Particolare shabby di una cucina in muratura La vecchia bottega collezione Etnea

Significato del colore bianco: la luce dei nuovi inizi

Se il nero è il colore dell’assenza, il bianco è, invece, l’unico colore che comprende tutti quelli dello spettro luminoso. Il colore bianco è sinonimo di brillantezza e luminosità, la cosiddetta: luce dei nuovi inizi.

Non è un caso, infatti, che, secondo la tradizione, proprio le spose debbano vestirsi di bianco. Non solo, il colore bianco esprime anche apertura, speranza per il futuro e fiducia nel prossimo e nel mondo.

Nella sfera dei simboli, il colore bianco viene identificato come uno dei colori della purezza, dei nobili sentimenti e dalla voglia di cambiamento. Più precisamente, alcune culture associano il bianco alla saggezza perché è la colorazione dei capelli in età matura; in altre, invece, il bianco è il simbolo di pace e libertà.

La personalità di chi tende a prediligere il colore bianco, invece, è di tipo creativa con una forte immaginazione. È la continua sensazione di presenza di una pagina bianca su cui poter cominciare a scrivere… l’individuo che ama il bianco, in generale, desidera acquisire un nuovo stato, passare a una nuova condizione, o, più semplicemente, vuole sentirsi continuamente stimolato ed ispirato dalle novità.

Il bianco in cucina nei diversi stili

E se le novità le volessimo ritrovare anche a tavola, ecco che il bianco in cucina diventa il colore dell’ispirazione. Ma vediamo come si comportano i diversi stili.

Il total white del bianco shabby style

Per le amanti dello stile shabby versione chic allora il total white è il colore prediletto di partenza. Abbinabile con qualsiasi altra tonalità, nello shabby si tende ad utilizzare moltissimo il colore bianco con altri colori soprattutto pastello, con tonalità più delicate, in modo da mantenere l’idea di purezza, semplicità ma anche eleganza.

Anche i mobili in questo stile vengono perlopiù verniciati in bianco con la tecnica shabby che li riveste completamente lasciando patine di ‘vecchio’ o ‘usato’ tipiche dello stile. In questo senso, il bianco rende evidenti gli angoli consumati, risaltando la storia del mobile stesso.

Cucina Cucina di colore bianco  Montserrat di Marchi cucine
Cucina Cucina di colore bianco in stile shabby contemporaneo Montserrat di Marchi cucine realizzata su misura.

Lo stile country ed il colore bianco

Proprio come per lo stile shabby, anche nello stile country è possibile ottenere la versione chic, grazie ad un utilizzo più intenso del bianco che illumina e risalta i colori rustici tipici dello stile.

In questo senso, infatti, è l’effetto contrasto che prevale, con elementi di arredo in toni più intensi come il marrone e il verde che ricordano la terra e la campagna. I mobili country, invece, rimangono prettamente color legno senza utilizzare la verniciatura in bianco. Quando invece il legno è verniciato in bianco, la muratura viene messa in contrasto un un tono dominante, come nella cucina Lube mostrata di seguito.

cucina lube modello luisa
Cucina Lube modello Luisa collezione Borgo Antico

L’influenza del bianco nella cucina

Molti arredatori, consigliano il bianco in tutte le sue sfumature per dare profondità ad una cucina total white. Nelle ultime tendenze possiamo apprezzare cucine a tutt’altezza che sprigionano luminosità e perfezione.

Scegliendo il bianco per la propria cucina, si decide di rimanere in un’atmosfera lucente, in cui ogni dettaglio ha la possibilità di essere esaltato con semplicità ed eleganza, grazie alla versatilità e forte personalizzazione di questo colore.

Complementi tessili in bianco

La nostra nuova collezione Shabby prevede molti prodotti in questo colore, come ad esempio i cuscini total white o il cuscino con tre balze che puoi vedere di seguito.

Molto richiesto è il bianco abbinato all’avorio o al tortora della collezione shabby Basic.

Questo articolo Il colore Bianco proviene da NellEssenziale.

28 Marzo 2020 / / Blog

Aggiornato al 29 Marzo, 2020 -

Certi contrasti sono irresistibili, come quello che caratterizza lo stile country industrial, ovvero la contaminazione tra  stile country e stile industrial.  Rilassato e vintage il primo, moderno e urbano il secondo.

Le origini country dello stile industrial

Il country è uno stile caldo e invitante che predilige il legno, i colori pastello, motivi floreali e tessuti corposi. È uno stile con un’anima femminile e decorativa. L’arredamento industrial è invece l’esatto opposto: ha un’anima più maschile, con materiali freddi e colori scuri.

Le origini dello stile industrial risalgono agli anni ’60 e ’70 del Novecento. L’ispirazione sono i primi loft degli artisti americani, con un mood allo stesso tempo contemporaneo e vintage. Le abitazioni-studio, ricavate proprio da ambienti industriali o commerciali dismessi conservavano caratteristiche della struttura originaria, come, per esempio, le tubature a vista.

In tempi più recenti si sono iniziate a sperimentare contaminazioni dell’industrial con il country e il risultato ha riscosso un immediato successo. Per quanto opposti, questi due stili di arredo funzionano alla perfezione insieme. Cio avviene grazie alla loro capacità di bilanciare i contrasti sia a livello materico che cromatico. Una sfida intrigante che può regalare grandi soddisfazioni!

Colori, tessuti e fantasie dello stile country industrial

Lo stile industrial è caratterizzato da colori scuri o neutri come il grigio, il nero, il grafite, o tinte piene come il verde scuro. Le finiture sono perlopiù opache ed è molto tipico l’effetto cemento o ruggine.

Quando l’industrial si mischia al country la durezza dei colori viene stemperata grazie all’introduzione nell’ambiente di elementi in colori pastello. I toni tendono ad essere naturali e attenuati, non c’è niente di eccessivamente luminoso o audace.

Nel country industrial un ruolo importante è giocato dai tessuti, con la presenza di tappeti, cuscini e tende magari in fibre naturali come lo juta, il lino, il sisal, comunque niente di troppo delicato.

Come è facile immaginare, nell’arredamento country industrial non trovano posto i motivi leziosi o floreali del country più classico, ma si privilegeranno ad esempio decori a strisce o a quadri. Spesso si troveranno cuscini in pelliccia o con pattern che richiamano gli animali (ad esempio lo zebrato o il maculato), che grazie al richiamo della natura danno un immediato tocco stravagante all’ambiente.

cucina industrial astra
Fonte: Cucina industrial Astra

L’arredamento e i materiali utilizzati (legno, mobili, pavimenti)

Lo stile industrial è caratterizzato da spazi aperti e minimal, con soffitti alti e spaziosi tipici dei loft.
Le forme sono geometriche, spesso spigolose, e i materiali duri, grezzi ed esposti. Il metallo è il materiale industrial per eccellenza – dalla latta all’alluminio, dal ferro all’acciaio – e spesso viene abbinato a mattoni a vista.

Quando l’industrial si fonde il country, il freddo del metallo viene stemperato dal legno. In questo modo si crea quella connessione con la natura che è l’elemento tipico del country. Così in una casa in questo stile non possono mancare pezzi in legno grezzo: ad esempio un tavolo in legno di recupero, magari caratterizzato da un elemento originale come un dettaglio in ferro battuto o una ruota.
Le forme dure e squadrate dell’industrial sono ammorbidite dall’incontro con quelle più morbide e tondeggianti del country, e si declinano in cassettiere, madie e carrelli in legno e metallo.

Per il salotto si può puntare sia su un divano snello e minimal con piedi in metallo, sia, per un effetto più accogliente, su un divano grande e tradizionale.

cucina stosa country industrial moderno
Cucina Stosa in stile country industrial.

Decorazioni in stile country industrial (fiori, soprammobili)

Per dare subito un tocco di country al tuo loft industrial puoi utilizzare un tappeto dal pattern fantasioso e dalla texture corposa: una certa varietà di trame rende subito lo spazio più accogliente e caldo.

Punta inoltre su soprammobili dalle forme tondeggianti per stemperare la geometria tagliente dei mobili industrial: ad esempio una lampada da tavolo dalle forme morbide o un semplice vaso con i tuoi fiori preferiti.

Anche lo stile country-industrial ama le grandi librerie a parete, magari con una scaletta di metallo per raggiungere i libri collocati più in alto.

Rispetto agli altri tipi di arredamento country, nel decor country industrial il caos e la mescolanza sono meno casuali e più bilanciati: è importante che caldo e freddo, legno e metallo, morbido e duro, insomma le due anime femminile e maschile, yin e yang di questi due stili siano sempre bilanciate a dovere. Il risultato sarà una casa piena di carattere e assolutamente unica.

Questo articolo Il country industrial proviene da NellEssenziale.

14 Marzo 2020 / / Nell'Essenziale

Aggiornato al Aprile 4th, 2020 -

Delicato e accogliente, lo stile country inglese è emblema di un’eleganza naif e disimpegnata, tutta da vivere tra chiacchiere in salotto, afternoon tea e letture davanti al camino. Anche questo stile fa parte dello stile country, ma si differenzia da questo per le sue origini.

Le origini dello stile country inglese

Questo stile di arredo si è definito nella forma attuale verso la metà del 1900 grazie alla fortunata unione d’idee del designer d’interni inglese John Fowler e della decoratrice e designer di giardini americana Nancy Lancaster, che negli anni ’40 divenne proprietaria dell’azienda Colefax & Fowler.

I due lavorarono al rinnovamento delle case di campagna inglesi che avevano subito danni durante la Seconda Guerra Mondiale e diedero vita da subito a uno stile pulito e sobrio ma con un tocco di eclettismo e di rilassata informalità.

cucina lube beatrice verde salvia
Cucina Lube Beatrice verde salvia

Colori, tessuti e fantasie del country inglese

L’arredamento country inglese si caratterizza per un irresistibile equilibrio tra colori e stili diversi, amalgamati dalla patina del tempo.

La tavolozza cromatica è neutra, con verdi tenui, rosa sbiaditi, blu e grigi acquosi ispirati alla natura e ad un’atmosfera bucolica. In alternativa si possono trovare cromie calde, color crema oppure ocra, con tocchi di giallo solare a ravvivare l’insieme. Nelle versioni più contemporanee, le case in stile country inglese riscoprono invece il fascino del bianco.

La vecchia bottega - cucina-in-muratura-etnea
La vecchia bottega – cucina in muratura etnea 

La carta da parati è sempre un must, spesso abbinata a tende ton-sur-ton. Il pattern preferito è quello floreale, oppure a quadri e a strisce, e lo si trova anche su lenzuola e tessuti.

Tra questi ultimi protagonista assoluto è il cotone, ma anche il chintz, che in genere fodera tipici mobili “a gonna”, ma non mancano anche tessuti caldi come il tartan, il tweed, la ciniglia, il cashmere o la delicata percalle.

L’arredamento e materiali utilizzati

Un’autentica country house inglese esprime calore, intimità e un fascino senza tempo, grazie a mobili in legno splendidamente intagliati, letti a gonna o a baldacchino, sedute profonde rivestite in tessuto fantasia, un divano Chesterfield trapuntato e poltrone imbottite ricoperte da morbidi cuscini.

Una splendida chaise longue troverà posto di fianco alla finestra e sarà la postazione ideale per godersi pigramente le giornate di pioggia, mentre al posto del tavolo da cocktail in salotto ci sarà un pouf oversize coperto da pile di libri e da un grande vassoio su cui poggiare le bevande.

Niente di troppo nuovo o moderno può far parte di queste dimore: i mobili, meglio se in legno massiccio scuro, devono lasciar trapelare la loro età, enfatizzando la componente vintage dell’insieme.

Il legno è il più possibile a vista, così come le travi rustiche del soffitto: tutto concorre a dare un senso di calore e naturalezza, con tutta la bellezza di un’atmosfera rurale.

stile country inglese vintage
Cucina in stile country inglese vintage della ditta Marchi Cucine, collezione con finitura in verde.

Decorazioni in stile country inglese

Una casa country inglese deve apparire vissuta: dunque, no a tutto ciò che è troppo studiato e via libera invece a complementi imbottiti, ceste in rattan intrecciato che custodiscono accessori di utilizzo quotidiano e ciotole decorative in ceramica e porcellana, altri grandi must della tradizione inglese.

Gli accessori antichi come tappeti o candelabri sono usati per aggiungere un tocco di stile vintage e in tutta la casa trovano posto piante in vaso disposte su davanzali e mensole in fioriere di terracotta e colorati fiori freschi, preferibilmente presentati in ricercate composizioni di fiori country.

Nessuna casa di campagna inglese può dirsi completa senza scaffali pieni di libri e angoli accoglienti per la lettura, ideali per godersi al meglio i pomeriggi più pigri coccolati da morbidi e caldi plaid.

Infine, in ogni casa in stile country inglese che si rispetti non può mancare qualche tributo a Sua Altezza Reale, la Regina Elisabetta II. Che sia una tazza, un canovaccio o una tovaglietta, non rinunciare a dare quest’ultimo tocco british alla tua casa di campagna!

Questo articolo Stile country inglese proviene da NellEssenziale.

7 Marzo 2020 / / Nell'Essenziale

Aggiornato al Marzo 29th, 2020 -

Nello stile Shabby chic i fiori hanno un fascino particolare, perché ne rappresentano in pieno l’ideologia. I fiori shabby infatti, da un lato rappresentano la natura, e dall’altro assumono una funzione decorativa importantissima per arredare in questo stile.

rose
Rose Bianche in perfetto stile shabby.

Ecco per te la lista dei fiori perfetti per lo stile Shabby.

Varietà

Alcune varietà di fiori sono più adatte allo Shabby, tuttavia l’importante è scegliere i colori giusti, in modo che si abbinino sia ai mobili che alle altre decorazioni presenti in casa. Le varietà più indicate sono:

  • Rose
  • Peonie
  • Ortensie
  • Tulipani
  • Ranuncoli
  • Fiori di campo
  • Lavanda

Questi fiori spesso sono associati ad altri elementi vegetali e non:

  • Rami di eucalipto.
  • Fiori secchi vari come i fiori di cotone.
  • Fiori finti come fiori di yuta

Si tratta quindi di associare un mix di fiori semplici e tipici della campagna con varietà più ricercate ed eleganti. L’ideale è creare composizioni floreali con una sola o al massimo due varietà, che rendano l’ambiente rilassante e piacevole.

ortensie

Le composizioni floreali shabby sono caratterizzate soprattutto dall’eleganza e vanno per questo realizzate con cura, senza tralasciare alcun dettaglio. Sarebbe meglio utilizzare fiori freschi, ma in mancanza anche quelli finti sono perfetti perché svolgono la loro funzione decorativa.

I fiori possono essere collocati in qualunque stanza della casa e utilizzati in modo classico o fantasioso: dal classico vaso centrotavola, alla ghirlanda sulla porta d’ingresso, al mazzolino sulla mensola della cucina.

Colori dei fiori nello stile shabby

Un aspetto importantissimo dei fiori shabby è, come ti ho già detto, il colore, che segue perfettamente le tendenze in linea con lo stile. Le tonalità da utilizzare sono quindi i colori pastello, soprattutto bianco, rosa e lilla, insieme eventualmente al verde delle foglie. Spesso il verde perfetto è quello delle foglie di eucalipto, prediletto per il colore naturalmente sbiancato.

Le tonalità delle composizioni vanno scelte in modo armonico, facendo attenzione che siano coordinate tra loro ed abbinati ad altri elementi delle stanze.

Abbinamenti dei fiori

Il nostro suggerimento è di abbinare bianco e colore in questo modo:

  • Se hai mobili bianchi puoi optare per qualunque colore, scegliendolo ovviamente in tono con le pareti e le decorazioni. Rose, peonie e ortensie colorate sono le varietà più adatte.
  • Se hai mobili tinteggiati e colorati, i fiori bianchi sono la scelta perfetta. L’ideale in questo caso sono mughetto e ranuncoli in bianco.

Il bianco nello shabby si abbina sempre senza problemi, quindi nel dubbio scegli i tuoi fiori in questo colore.

tulipani
Tulipani bianchi perfetti per un arredamento shabby.

Idee per decorare con i fiori nello Shabby

Avendo lo stile Shabby una forte componente decorativa, i fiori in questo stile possono essere sistemati in modo molto creativo spaziando molto con la fantasia. Per una sistemazione più tradizionale sono perfetti i vasi e le brocche in porcellana bianca, da collocare su tavoli, mensole e comodini.

Per una composizione più originale, un’idea potrebbe essere invece di utilizzare vasi di latta o cassette di legno sbiancato e anticato e disporli sul davanzale della finestra. Potresti recuperare barattoli di vetro di conserve e marmellata e utilizzarli come vasi. Questo tra l’altro andrebbe perfettamente incontro alla filosofia del recupero tipica dello shabby.

peonie decorative
Peonie decorative.

Per finire, un’ulteriore idea creativa potrebbe essere appendere dei fiori secchi o finti alle pareti, saranno un romantico quadretto. I fiori di cotone ed i fiori di yuta si adattano benissimo a questo scopo.

Fiori di cotone
Fiori di cotone
Tutorial per realizzare decorazioni con fiori shabby

Con i fiori, veri o finti puoi creare tantissime decorazioni, qui di seguito ti indichiamo dei tutorial per realizzare da sola bellissime decorazioni floreali shabby:

Immagini di fiori shabby direttamente da Pinterest:

Ti piacciono i fiori in stile Shabby? oppure preferisci quelli i fiori in stile Country?

Le nostre collezioni floreali
Nuova linea flowers coordinato con runner coprifornelli e copriforno

Coordinato shabby flowers

coordinato con copriforno stile provenzale

Coordinato blu Provenza

Questo articolo Fiori Shabby proviene da NellEssenziale.

29 Febbraio 2020 / / Blog

Aggiornato al Marzo 6th, 2020 -

I fiori in stile Provenzale caratteristici sono la Lavanda, i Ranuncoli, la Gipsofila, rose, margherite ed erbe aromatiche, In questo articolo ti descriveremo le loro principali caratteristiche e come abbinarli al tuo arredamento.

Lo stile provenzale così delicato e romantico trae ispirazione dallo stile country chic, ma da questo si discosta per le tinte più delicate e più vicine come tonalità allo stile shabby. In questo stile, come per il Country classico, protagonista è la voglia di vivere in campagna e all’aria aperta ma rispetto allo stile Country è amplificata la componente romantica che dona a questo stile un tocco di eleganza in più.

fiori in stile provenzale ranuncoli

Fiori in stile Provenzale classici hanno tonalità pastello, sistemati anche in modo inusuale, con vecchi oggetti di recupero che diventano vasi. Le varietà sono quelle tipiche del sud della Francia e richiamano i paesaggi da fiaba della regione della Provenza, fatti di case bianche e infiniti campi di Lavanda.

La lavanda di Provenza,  protagonista tra i fiori in stile Provenzale

Proprio la lavanda, con i suoi rametti color lilla è il fiore più utilizzato nello stile Provenzale, grazie al suo profumo inconfondibile e ai suoi molteplici utilizzi. Lo si può infatti trovare sia come decorazione all’interno e all’esterno della casa, sia per profumare la biancheria all’interno dei cassetti.
Di solito i rametti vengono usati da soli, magari legati con un nastrino, o insieme ad altre varietà, in composizioni più elaborate. Il colore di questo fiore è uno dei più utilizzati nello stile Provenzale e ben si adatta al resto dell’arredamento della casa.
Il profumo di lavanda ha inoltre proprietà rilassanti e contribuisce a dare l’idea di pace e tranquillità tipica di questo stile.
Le altre varietà di fiori
Insieme alla lavanda lo stile Provenzale presenta, come ti ho detto all’inizio, fiori soprattutto in colori pastello con tonalità chiare tra cui prevalgono rosa, bianco, giallo pallido e azzurro carta da zucchero.
Tra le varietà di fiori più usate abbiamo:

La Gipsofila

La Gipsofila, detta anche “velo da sposa”; si tratta di un fiorellino bianco simile al garofano, perfetto per completare le composizioni e renderle armoniche

gipsifolia

Le Rose

Roselline, di colore rosa o bianco; si usano soprattutto in bocciolo, per esaltare il lato romantico e fiabesco dello Stile Provenzale

Ranuncoli

Margheritine e camomilla, dei fiori di campo per eccellenza, che con la loro semplicità richiamano la vita in campagna

Erbe aromatiche

Oltre ai fiori veri e propri, nello stile Provenzale abbiamo anche le erbe aromatiche, che diffondono il loro profumo per la casa sono perfette da disporre sulle mensole in cucina o in giardino. Si possono trovare ad esempio: basilico, maggiorana, rosmarino, timo…

Decorare con i fiori nello stile Provenzale

Nello stile Provenzale i fiori possono essere disposti sia in casa che in giardino creando delle composizioni libere ma al tempo stesso studiate per dare all’ambiente un’atmosfera chic. Si passa infatti dal classico rametto posato in maniera casuale sul comodino, ai fiori sul davanzale, fino ai romantici centrotavola perfettamente coordinati.
Come nello stile Shabby Chic, anche oggetti inusuali possono diventare vasi da fiori. Bottiglie di vetro, brocche, vecchi contenitori di latta e cestini di vimini diventano così vasi caratteristici ed originali. Questi possono essere decorati con nastrini o fili di rafia per renderli più graziosi e adattarli allo stile.
Una bella idea potrebbe essere di disporre i fiori in un vecchio annaffiatoio di ferro, magari dipinto di bianco, oppure piantare la lavanda all’interno di cassette di legno per abbellire il tuo giardino.

Questo articolo Fiori in stile Provenzale proviene da NellEssenziale.

22 Febbraio 2020 / / Nell'Essenziale

Aggiornato al Aprile 17th, 2020 -

In tutte le sue sfumature, il colore rosa dona quel tocco di romanticismo e femminilità in ogni angolo della casa. La delicatezza che esprime in una nuance pastello o nella sua versione antico, è l’ideale sia come sfondo su parete che nei dettagli come set da cucina o arredamento in genere.

Proprio perché ricorda il fiore omonimo, le persone che scelgono una cucina in rosa sono perlopiù emozionali. Così come nella vita, anche nella cura della propria casa, la scelta del colore rosa riflette un animo gentile e sensibile. Un vero tocco di fascino e di altruismo che può essere respirato anche nella stanza dedicata al cibo.

cucina marca home in rosa e nero modello imperial
Cucina marca Home cucine, modello Imperial

Significato del colore rosa: l’amore per il prossimo

Associato al genere femminile, che mette il proprio corpo al servizio della procreazione, il colore rosa esprime l’amore per il prossimo in ogni sua sfaccettatura. Conferendo passione e vitalità per sé stessi e gli altri, il rosa è il simbolo dell’altruismo per eccellenza.

Le reazioni alla visione di questo colore sono principalmente di alleggerimento della mente, lasciando andare i pensieri negativi, e di apertura verso il prossimo. In genere le persone che prediligono questo colore, vivono l’amore in modo più puro e sentimentale.

Infatti, il rosa è un derivato del rosso mitigato alla purezza del bianco, che dona leggerezza proprio al colore intenso della passione, rilasciando nella sua percezione sprazzi di innocenza.

Le persone rosa sono giovani di spirito, calme e dolci ma non per questo non raffinate ed eleganti. Un utilizzo eccessivo di questo colore, potrebbe cambiare l’intero scenario, rendendo l’ambiente troppo  infantile. È importante saper dosare il rosa, soprattutto nell’arredamento o accessori per la casa, abbinandolo con altri colori.

©Maisons du Monde France Classic chic
Linea ©Maisons du Monde France Classic chic. Il rosa è abbinato a nero e oro.

L’armonia del rosa in cucina nei diversi stili

Con l’ideale di armonia con gli altri accostamenti di colore, il rosa in cucina può creare meravigliosi abbinamenti per tutti gli stili di arredamento.

Il colore rosa nello stile shabby: rosa shabby

Per i fan del romanticismo, il rosa non può mancare nello stile shabby. Generalmente, se abbinato esclusivamente al bianco che ne esalta il candore, può essere utilizzato ovunque.

L’utilizzo del rosa insieme al bianco solitamente nello shabby si alterna abbinandolo con altri colori.

Se il rosa è pastello, allora è possibile utilizzare il mono-abbinamento rosa-bianco con altri colori sempre nella tonalità pastello. In questo modo, anche le altre personalità che vivono nella casa, che poco si rispecchiano nel colore rosa, potrebbero convivere rimanendo comunque coinvolti in modo leggero dalla femminilità presente.

Dall’altro lato, invece, è possibile trovare abbinamenti di tonalità più intense di rosa e bianco abbinate con colori come tortora o beige con dei dettagli di colore nero. In questo modo si rimane nello stile shabby  creando visivamente un impatto meno vivace.

cucina colore rosa marca home modello imperial
Cucina rosa  ditta Home, modello imperial.

Gli abbinamenti in rosa per lo stile country: rosa country

Derivando dal rosso, e rimanendo un colore caldo, nello stile country il colore rosa è utilizzato nelle sue tonalità più chiare come ad esempio il rosa cipria.

Abbinabile in questo senso con colori come bianco, nero, marrone, tortora, ocra o acciaio, il rosa country mantiene la sua femminilità accentuata da un’atmosfera più rustica e accaldata. Un risultato raffinato nell’accoglienza di una casa country, utilizzato moltissimo negli appartamenti moderni in centro città.

Tessili in rosa

runner a quadretti rosa con fiocco linea neo country
Runner a quadretti rosa con fiocco stile country.

Il coordinato rosa shabby è perfetto se ami lo stile shabby ma non vuoi osare. Puoi infatti scegliere i dettagli in color rosa rimovibili, e sostituire il rosa con qualsiasi altro colore per rinnovare!

Una cucina in Rosa antico
Un tocco di Rosa antico per la collezione shabby basic.

L’influenza del colore rosa nella cucina

Prediligere il rosa in cucina è una scelta di personalità. Vuol dire mantenere un animo romantico e gentile, leggero e altruistico, ma soprattutto femminile nella zona dedicata alla preparazione del cibo.

Rimanere in modalità relax, emozionale e speranzoso anche in cucina è il mood delle persone rosa, quelle che di amore per il prossimo sono le protagoniste.

Questo articolo Il colore Rosa proviene da NellEssenziale.