18 Giugno 2019 / / Idee

Shopping online per la terrazza: è possibile arredare completamente una stanza della casa senza neanche andare in un negozio di arredi. Ti spiego come.


Lo shopping online è sempre visto con occhio diffidente perché il fatto di non poter vedere e toccare con mano quello per cui vogliamo spendere soldi ci crea ansia. Ansia di ricevere oggetti scadenti, di non riuscire a fare i resi, di non venire rimborsati.

Ti dico che può succedere ma solo se ti affidi a siti poco conosciuti, un po’ confusionari e che non hanno informazioni chiare e precise sul loro modo di lavorare. E’ davvero molto importante scandagliare tutto il sito web di un potenziale negozio da cui acquistare prima di procedere davvero.

Quali sono i negozi online a cui affidarsi? Come procedere prima di acquistare?

Shopping online per la terrazza: i primi passi da muovere

Il primo passo da eseguire è compilare un elenco preciso (quanto più possibile) di tutti gli arredi e i complementi (anche i più piccoli) che ti serviranno sulla tua terrazza. Aver raccolto foto ispirazione e averle poi tradotte in una moodboard ti aiuterà a focalizzare i tuoi gusti e le tue necessità.

Con una check-list dettagliata sarà più facile analizzare i siti dei potenziali negozi online per fare una scrematura di quelli su cui vorrai effettivamente effettuare acquisti. Come capire se un negozio online è credibile? Ci sono due modi.

Il primo è analizzare la parte “chi siamo” e “faq”. Nel “chi siamo” potrai leggere la storia del negozio, capire la loro filosofia in relazione ai clienti e soprattutto da quanti anni sono sul mercato. Dettaglio questo da non trascurare perché definisce la loro autorità sia in termini di posizionamento Google sia in termini di affidabilità. Nella sezione “faq” (che vuol dire le domande più richieste) invece potrai trovare risposta a tutte le questioni più frequenti. Dai metodi di pagamento, ai resi, al servizio clienti.

Focalizza bene come potrai pagare, perché sugli e-commerce si paga tutto insieme. Non c’è possibilità di rateizzare, per cui stai all’occhio. Assicurati che la tua carta sia adatta ai pagamenti online ma anche che il sito da cui vuoi comprare abbia il sistema anti-frode.

Presta particolare attenzione al trasporto: ogni sito ha un suo corriere con tempistiche e costi di consegna differenti (che incidono non poco sul conto finale). Ricordati che la consegna è sempre al piano strada, per cui poi i pacchi in casa te li dovrai portare tu. Firma sempre con riserva la bolla di consegna e conta che tutti i colli ci siano e che siano integri.

shopping online per la terrazza con casashops e i suoi arredi da esterno
| Casashops |

Gli e-commerce a cui puoi affidarti

Ora che hai più chiaro quali sono i punti di partenza di cui tenere conto, è tempo di selezionare gli e-commerce più validi. Io te ne propongo quattro da cui ho comprato o comprerei, che sono molto conosciuti e di cui potrai trovare facilmente delle recensioni. Le recensioni degli altri utenti sono fondamentali perché ti fanno capire come lavorano questi siti, se sono affidabili e come si sono trovati gli altri utenti.

Dove le trovi le recensioni? Direttamente sui loro siti, sulle loro pagine Facebook e su Instagram.

Quando hai trovato l’e-commerce che fa per te, guarda la loro selezione di arredi e stai attento alle dimensioni degli arredi ma anche ai materiali di cui sono fatti. Entrambi i punti sono necessari affinché tu sia sicuro di acquistare oggetti che vadano bene per le attività che dovrai svolgere.

Ad esempio gli arredi da esterno di solito sono in acciaio, alluminio o materiali naturali come corda o rattan. Per contenere il prezzo puoi anche optare per il polietilene. Per cui attenzione.

Ma quali sono i quattro negozi migliori per fare shopping online per la terrazza? Comincio con Casashops, che ha anche una catena di negozi fisici. Per cui se prima vuoi toccare con mano, qui puoi. Una grande selezione di arredi e oggetti per interno ed esterno, soprattutto di decor. Tanti stili diversi e prezzi davvero competitivi, per un’ottima qualità.

Il secondo negozio online è Sklum, dal quale noi abbiamo comprato le sedie del soggiorno. Tantissimi pezzi di design anche storici a dei prezzi davvero competitivi. Grande qualità e grande servizio, in tempi anche celeri. Il posto migliore se siete amanti del design ma tenete anche al vostro portafoglio.

KaveHome è un altro shop con grandissima qualità degli arredi, che rinnova molto frequentemente gli articoli in vendita. Grande attenzione alla fattura degli oggetti e design ricercato i suoi punti di forza. Dai un occhio alla sezione outlet del loro sito per trovare una chicca a prezzo imbattibile.

Infine MadeinDesign per chi non ha problemi di budget e vuole proprio un determinato arredo di design e non qualcosa di simile. E’ un paradiso per chi come me è appassionati di storia del design o di design contemporaneo, anche perché è facile trovare sconti e offerte.

E se ti iscrivi alle newsletter di questi negozi, riceverai ulteriori ribassi. Ne vale la pena no?

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Shopping online per la terrazza: la guida completa sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

14 Giugno 2019 / / Idee

Illuminare correttamente la terrazza per dare rilievo ad uno spazio che ospiterà le tue serate estive. Tante idee da cui prendere spunto.


Arredare la terrazza ed organizzarla in base alle attività che ci vorrai svolgere può sembrare difficile, ma una volta trasformato il processo in una serie di passi tutto si semplifica. Il punto che merita più attenzione però è l’illuminazione.

Senza una corretta illuminazione anche il più bello degli spazi perde di armonia e coesione e soprattutto in spazi esterni, potrebbe venir meno la praticità.

Ogni attività svolta all’esterno necessita di una fonte di luce dedicata, in grado di permettere correttamente la visione senza distorcere troppo i colori. Come sapere quante e quali tipi di luci prevedere ?

Illuminare correttamente la terrazza: la temperatura colore

Il primo punto di cui parlare è la temperatura colore della luce. Cosa significa? Le fonti luminose sono classificate anche in base al tipo di colore che restituiscono mentre illuminano. Con le luci ad incandescenza questa suddivisione aveva poco senso (in quanto tutte luci calde), mentre con le luci Led questa suddivisione è quanto mai importante.

Ci sono tre tipi di temperatura colore (espresse in Kelvin): luce bianco caldo, fino a 3300 K; luce bianco neutro, da 3300 K a 5300 K; luce bianco freddo oltre i 5300 K. La luce calda è così chiamata perché restituisce un colore arancio durante l’emissione, che ricorda le candele o le lampade ad olio. La luce bianca neutra invece è quella maggiormente utilizzata ad oggi, perché restituisce un emissione quasi uguale alla luce del sole. Infine le luci fredde (opposte alle calde) che hanno una maggior emissione di colore blu e illuminano in modo netto e tagliente lo spazio.

Generalmente per spazi esterni si scelgono luci calde che creino atmosfera, evocando le vecchie lanterne. Ma rimane pur sempre un punto a preferenza personale, da definire in base ad esigenze e alle emozioni che si vogliono suscitare.

Illuminare con più fonti luminose

Il modo migliore per pensare l’illuminazione di uno spazio esterno è differenziando le fonti luminose. Un solo tipo di luce non sarà sufficiente a garantire una corretta visione, in uno spazio così esteso e che non da possibilità di riflessione della luce. Per cui come prima idea è bene focalizzarsi su fonti che generino (quanto più possibile) una luce d’ambiente.

Puoi farlo con le ghirlande di luci a bulbo da appendere ad una parete, o con più lampade di carta da dislocare in più aree della terrazza (anche in gruppi di due o tre lampade).

Per chi ha la possibilità di agganciare una lampada ad un soffitto, esistono delle luci a sospensione perfette per gli spazi esterni. Di solito restituiscono una luce neutra molto soffusa perfetta per creare atmosfera all’esterno.

Illuminare correttamente la terrazza con ghirlande di luci, lampade di carta, lanterne e vasi da esterno illuminati
| Dall’alto a sinistra: Lights$Fun | Vasi da esterno illuminati colorati VG New Trend | Vasi da esterno illuminati ViaDurini Lighting |

Una volta che hai definito la luce generale d’ambiente puoi concentrarti su quella di “dettaglio”, che andrà a fornire illuminazione alle varie aree del tuo spazio esterno. Di solito infatti la luce generale serve ad illuminare la parte più consistente, ossia quella in cui si svolgeranno attività come il mangiare o il leggere (che richiedono un’illuminazione più potente).

Per le zone relax in cui ci si riposerà o si converserà amabilmente, puoi pensare a delle luci calde come le lanterne con le candele, in grado di dare calore mentre illuminano in modo discreto. Ma anche delle “luci da fata”, ossia le piccole catenelle di luci perfette per sottolineare un angolo speciale. Se vuoi unire due funzioni, ti consiglio i vasi da esterni illuminati.

Ne esistono più formati e con differenti tipi di luci: quelli di ViaDurini Ligthting ad esempio emettono una luce neutra in grado di illuminare molto bene una zona con divani, ad esempio. Quelli di VG New Trend invece emettono luce colorata e sono perfetti come luce d’accento da dislocare in tutta l’area.

Tu hai già pensato a come illuminare la tua terrazza?

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Illuminare correttamente la terrazza con queste idee sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

11 Giugno 2019 / / Idee

Organizzare la terrazza partendo dalla moodboard è un modo utile per definire le zone d’attività e capire lo stile con cui arredarla.


Arredare una terrazza, piccola o grande che sia, non è mai un’impresa semplice. Può sembrarlo di primo impatto, solo che poi quando si passa alla pratica si incappa in una serie di imprevisti che non si erano calcolati.

Primo fra tutti i costi che hanno gli arredi da esterni: per avere pezzi d’arredo resistenti alle intemperie e al tempo, si deve investire una buona parte del budget. Secondo, definire esattamente cosa si vuole mettere sulla terrazza.

E’ sempre utile ragionare a priori su quelle che sono le nostre necessità quotidiane, per definire un elenco di attività che con molta probabilità trascorreremo sulla nostra terrazza. Da qui è buona conseguenza stilare un elenco dettagliato di tutti gli arredi e complementi che prevedrai di usare, così da cominciare a fare ricerche d’acquisto.

Ma dove trovare le idee per arredare le varie zone funzionali della terrazza? Un buon modo è creando una moodboard. Ti faccio vedere quella che ho realizzato io, per arredare la nostra terrazza.

Organizzare la terrazza aiutandosi con la moodboard

Se ti stai ancora chiedendo così sia la moodboard, te la spiego semplice: un collage di immagini d’ispirazione. E’ utilissima per avere ben chiaro lo stile che vuoi realizzare e per perfezionare magari la ricerca.

Capita molto spesso di raccogliere moltissime immagini che però sono in contrasto tra di loro, per realizzazione o per tipo di decorazione. Se raccogliendo le (massimo) dieci immagini ti rendi conto che ce ne sono un paio che litigano tra loro, scegli quella che davvero senti potresti traslare nei tuoi spazi.

Da li raffina la ricerca individuando le idee che combaciano con le tue dimensioni reali e i tuoi gusti.

organizzare la terrazza soperta utilizzando la moodboard
| 1- fun.it.online | 2- Ikea | 3 – designmag | 4- Hitta Hem | 5- archindugio.wixsite.com | 6- westwing | 7- ideadesigncasa |

Nel nostro caso disponiamo di una terrazza di ben 35 mq, per cui non abbiamo problemi particolari a organizzare più aree funzionali. Al momento sappiamo che vogliamo una zona per pranzare e una per chiacchierare, una zona barbecue e una zona più pratica, in cui ci sono i bidoni della spazzatura.

Al momento abbiamo già un piccolo divano fatto di pallet e un tappeto da esterno, per cui ho tenuto conto di questi dati quando ho cominciato la mia ricerca. Il risultato lo vedi qui sopra: sette immagini che ti danno l’idea di come vorrei che risultasse alla fine la nostra terrazza.

Dall’animo eclettico, come il resto di casa nostra. Vorrei sfruttare la grande parete che abbiamo appendendo dei cesti di vimini che conto di trovare in un mercatino delle pulci. Magari aggiungendo qualche stampa o qualche quadro. Il tutto sarà appeso o con washi-tape o con i ganci adesivi invisibili, perché avendo il cappotto non è possibile forare.

Li sotto ci sarà il nostro divano di pallet, a cui aggiungeremo qualche poltrona e magari un dondolo. Per definire la zona conversazione il tappeto è l’ideale perché sancisce dei limiti precisi all’interno di un’area più ampia. Tavolini bassi, candele e lanterne non potranno mancare.

Avendo molto spazio a disposizione non c’è bisogno di usare i tavoli pieghevoli, per cui ci piacerebbe avere un tavolo grande, da almeno otto persone, da tenere al di fuori. Così da poter organizzare pranzi, cene ed aperitivi sotto le stelle. I tavoli in ferro sono i migliori, ma per motivi di costi è meglio optare per quelli in plastica. Sono comunque durevoli e ultimamente la ricerca estetica ha fatto passi da gigante.

Per finire, avremo l’area barbecue e l’area verde. Per il barbecue ovviamente si tratterà di un modello di quelli elettrici e movibili, così da spostarlo all’occorrenza. Vorremmo schermarlo con delle rastrelliere (da appoggiare alla balaustra del balcone) su cui far crescere delle rampicanti: risultato pratico ed estetico insieme. Mi raccomando se anche stai pensando alla zona cucina sulla terrazza, controlla sempre prima il regolamento condominiale, per evitare spiacevoli inconvenienti.

L’area verde oltre a decorare, creare un oasi di relax e depurare l’aria, ci servirà anche per celare la zona dei bidoni della spazzatura. Utilizzando scaffali da esterno e vasi autoportanti ad incastro è possibile creare delle schermature piacevoli alla vista oltre che funzionali. E poi a chi non piace l’angolo delle spezie?

La tua moodboard come sarà?

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Arredare ed organizzare la terrazza partendo dalla moodboard sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

6 Giugno 2019 / / Idee

Arredare una terrazza scoperta in modo semplice ma con stile è un processo preciso e anche complesso. Ti mostro come fare seguendo cinque passi.


L’estate che arriva, il caldo che ti fa dimenticare quanto lo hai desiderato e ti fa già rimpiangere un po’ la frescura dei giorni passati. Ma la felicità nel poter sfruttare gli spazi all’aperto (che siano balconi mini o giardini maxi) subissa tutto il resto.

Per godere al meglio di questi spazi, bisogna che siano ben arredati ed progettati: come fare? Seguendo cinque semplici passi che ti aiuteranno a realizzare un progetto ad hoc.

Arredare una terrazza scoperta con vista sul mare greco, con divani bianchi e ulivi

Arredare una terrazza scoperta: #1 rilievo delle misure ed esposizione

Quando ho parlato di come arredare casa da zero uno dei primi punti è stato il rilievo delle misure. Può sembrare una fase difficile ed inutile ma nella realtà dei fatti è il punto più importante. Misurando ogni angolo del tuo terrazzo o balcone, prendendo nota e facendo un piccolo schizzo dello stesso ti renderai conto dello spazio effettivo che hai.

Ci sta un divano da esterni con tavolino o puoi permetterti solo qualche poltrona? Un tavolo lungo da esterni puoi permetterlo o meglio optare per un piccolo tavolo da pic-nic?

Altra nota importante è capire bene l’esposizione del tuo terrazzo: il sole quando arriva e quando va via? O è maggiormente in ombra? Questo dato ti servirà per definire le coperture da prevedere in caso di pranzi e cene all’esterno, per avere il giusto riparo da sole cocente e calore.

Arredare una terrazza scoperta: #2 definire delle zone d’uso

Ora che sai lo spazio che hai a disposizione, puoi cominciare a pensare al tipo di attività che vorrai e potrai svolgere sul tuo terrazzo. Sicuramente pranzi e cene all’esterno saranno al primo posto nella tua lista. Hai spazio anche per una piccola zona conversazione e relax, da attrezzare con divani, poltrone e amache? Vuoi anche riservarti un angolo per il barbecue e per il gioco dei bambini?

Definisci cosa vorresti fare e pianifica sulla pianta del tuo terrazzo le zone migliori da adibire a ciascuna funzione, soprattutto in base all’orientamento del sole. Questa fase ti aiuterà a fare chiarezza per il passo successivo.

guida al rilievo delle misure di casa

Step #3: fare una check-list di arredi e complementi da comprare

Ora che sai cosa vuoi e puoi fare sul tuo terrazzo o balcone, puoi definire un budget reale d’acquisto, da utilizzare per arredi e complementi. Stila una check-list di tutto quello che potrebbe servirti per arredare il tuo spazio, inserendo anche i minimi dettagli. Definisci anche un elenco di priorità utile soprattutto nel caso in cui il budget sia ristretto e tu debba arredare poco alla volta.

Comincia a definire gli arredi reali che vorresti acquistare così da cominciare a capire se col tuo budget puoi permetterti certi acquisti o se è meglio cercare delle valide alternative.

arredare una terrazza scoperta con poltrone in rattan, pergola e piante tropicali

#4: attenzione alle regole condominiali

Quando si ha una terrazza scoperta, la previsione di una schermatura è ovvia. Si può trattare di una tenda motorizzata, di una pergola, di una veranda.. le possibilità sono davvero molte, ma in ogni caso prima di fare qualsiasi cosa è bene accertarsi del regolamento condominiale o delle pratiche comunali da seguire.

In caso di tende (se abiti in condominio) ad esempio, ci sarà un modello ed un colore ben preciso a cui attenersi. Oppure in caso di pergole saranno necessarie delle pratiche da far visionare al comune di residenza. Quindi accertati bene di tutti i passi da seguire per non incappare in fastidiose multe.

Arredare una terrazza scoperta: #5 il verde

Una terrazza non è tale se non ha delle piante. Che non possono essere scelte a caso perché dovrai tenere in conto di almeno un paio di fattori. Il primo è l’esposizione della tua terrazza: in base alla luce che riceve e i momenti della giornata in cui li riceve, dovrai orientarti su piante che sopravvivono con quella luce.

Ma devi tenere conto anche del tempo che gli potrai dedicare, per evitare di vederle morte nel giro di pochi giorni. Tieni conto anche dei vasi che vorrai usare, di modo che siano in armonia con lo stile d’arredo scelto per il tuo spazio all’aperto.

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Come arredare una terrazza scoperta in cinque passi sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

16 Maggio 2019 / / Decor

Quando le temperature iniziano a farsi tiepide la voglia di stare all’aperto diventa incontenibile. Terrazze e balconi vanno allora preparati per l’occasione in modo da essere accoglienti.

L’obiettivo è creare un senso di pace e serenità. Non è questo che cerchiamo tutti in fondo? Per ottenere questo risultato ci sono degli elementi che non possono assolutamente mancare!

RELAX

005-wingzor-northbourne-architecture-design-1390x927
Home Adore


PER LA SERA

923c75da-2c49-41ab-921e-93ea461472d0

decor.cloud



BLACK&WHITE

19

Decouvrir l’endroit du decor


15 Aprile 2019 / / Decor

E’ il momento giusto per trasformare balconi e terrazze in bellissime oasi di benessere, in cui i Gerani sono un must!

Assaporare l’aria di vacanza dentro casa? Si può! Quando la bella stagione si avvicina, le giornate si allungano e il clima si fa più clemente è piacevole trascorrere del tempo all’aria aperta, magari in giardino o sul terrazzo, godendo appieno dei benefici della luce del sole come se fossimo al mare oppure in montagna. E sognare un po’.

Ma bella stagione è anche sinonimo di fioriture e di giardinaggio e ‘mettere le mani nella terra’ o circondarsi di fiori può essere una piacevole scoperta, per gli effetti benefici che ne deriveranno, tanto per il corpo quanto per la mente.

Il Geranio è in cima alla lista dei fiori per la bella stagione: una pianta versatile e facile da curare, con un’ampia varietà di colori e forme, che ben si presta alla decorazione delle aree esterne.

Oasi di benessere con i Gerani                               

Decorare balconi e terrazze utilizzando piante verdi e fiorite, come i Gerani, permetterà di creare vere e proprie ‘comfort zone’ dove potersi rilassare e riappropriare di un momento tutto per noi. Oppure accomodarsi con degli amici per fare due chiacchiere.

Il consiglio è di prediligere le tonalità pastello: rosa, lilla, oppure bianco, mescolando delle gradazioni di colori ‘rilassanti’ anche per la vista e lasciarsi avvolgere dalla atmosfera rilassante.

Le nuove varietà di Geranio sanno essere molto accattivanti e si adattano perfettamente anche ad un pubblico giovane e amante di un design moderno ed elegante.

immagini Pelargonium for Europe

L’articolo Fiori e piante da esterno per creare decorazioni uniche proviene da Dettagli Home Decor.

4 Aprile 2019 / / Idee

Anche un piccolo terrazzo può offrire uno spazio da vivere all’aperto comodo e funzionale. Basta scegliere gli arredi giusti.

Arredare un piccolo terrazzo: i mobili giusti Arketicom

Spesso chi possiede un piccolo terrazzo rinuncia ad attrezzarlo per via della mancanza di spazio. E’ una convinzione assai comune, infatti, che gli arredi per l’outdoor siano ingombranti e poco versatili. Niente di più sbagliato. Fortunatamente oggi esistono soluzioni intelligenti per rendere anche i piccoli terrazzi comodi e funzionali.

Organizzare gli spazi

Il primo passo da compiere è quello di organizzare gli spazi. Dopo aver valutato attentamente la metratura e la morfologia del vostro piccolo terrazzo, decidete quali e quante aree funzionali inserire.

In base alle vostre esigenze, scegliete tra le diverse possibilità: zona pranzo, zona relax,  barbecue, ripostiglio, angolo verde con fiori, piante o un orto in miniatura.

Nel posizionare le diverse aree, fate attenzione alle zone di passaggio, tra interno ed esterno e nel terrazzino stesso, in modo da lasciare uno spazio adeguato per muoversi agevolmente.

Ricordatevi che potete sempre sfruttare le pareti e il parapetto per appendere piante e oggetti.

Scegliere l’arredo giusto

L’arredo giusto per un piccolo terrazzo deve essere semplice, versatile e poco ingombrante. 

Zona pranzo

Per la zona pranzo, scegliete sedie pieghevoli, che hanno il vantaggio di occupare poco spazio quando non servono, e sgabelli impilabili, così da avere delle sedute in più per gli ospiti.

Il tavolo rotondo permette di apparecchiare per più persone, ma è meno funzionale di un tavolo quadrato. La soluzione migliore, se lo spazio lo consente, è quella di scegliere un tavolo quadrato o rettangolare allungabile.

Zona relax

Per la zona relax, vi propongo le soluzioni di Arketicom Design, un brand che mi sta particolarmente a cuore. L’anno scorso ho avuto il piacere di intervistare il co-founder Luca Micelli, e di apprezzare il progetto creativo e innovativo che c’è dietro l’azienda.

Vediamo come creare una zona relax bella, comoda e funzionale con l’aiuto dei prodotti Arketicom Design. 

Se vi piace l’idea di attrezzare la zona relax con uno o più divani, e se siete degli appassionati del riciclo e dello stile industrial, ci sono i cuscini per pallet Pallet Idro. Composti da due materassi rigidi per seduta e schienale, sono confezionati con materiali adatti all’outdoor, sono sfoderabili, disponibili in diversi colori e realizzabili anche su misura, così da adattarsi a tutti gli spazi.

Arredare un piccolo terrazzo: i mobili giusti cuscini per pallet Arketicom

I Pallet Idro, assieme alla versione più morbida Soft Pallet, sono davvero una soluzione versatile: se non avete un bancale, potete sempre appoggiarli a terra o su un altro supporto.

I pouf intelligenti

Come fare se lo spazio è davvero striminzito? In questo caso Arketicom Design ha studiato una soluzione geniale: Fu Touf, il pouf trasformabile.

Con questo oggetto veramente smart, vi bastano un bel tappeto da esterni, qualche candela o una ghirlanda luminosa, un paio di cuscini e avrete una zona relax outdoor che gli amici vi invidieranno. Potrete sedervi sul pouf, adagiarvi sulla poltrona, sdraiarvi sul materassino, a voi la scelta.

Arredare un piccolo terrazzo i mobili giusti pouf trasformabile Arketicom

Se vi piace l’idea di utilizzare i pouf per la zona relax, potete abbinare a Fu Touf il pouf su rotelle Uills, perfetto sia per l’outdoor che per l’indoor: leggero e facile da spostare , può servire sia come seduta che come tavolino d’appoggio. 

Arredare un piccolo terrazzo: i mobili giusti pouf rotelle Arketicom

Infine c’è Puffle, il pouf a forma di puzzle, il mio preferito. Allegro, originale, colorato, Puffle sta bene sia da solo che in compagnia: due Puffle incastrati tra loro formano una panca, tre fanno una panca ad angolo, quattro diventano un’isola. 

Arredare un piccolo terrazzo, trasformandolo in un’oasi all’aperto da vivere da soli o in compagnia, come avete visto, non è un sogno impossibile.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

1 Aprile 2019 / / Design

Per stare in terrazzo, sul balcone o in giardino, poltrone a sacco e pouf offrono momenti di vero riposo. Da godere leggendo un libro o conversando con gli amici.

Con l’arrivo della bella stagione è tempo di organizzare gli spazi all’aperto. Grande o piccolo che sia lo spazio outdoor a disposizione, è sempre importante ritagliarsi un angolo tranquillo dove riposare e rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro. E cosa c’è di meglio nello sprofondare nel morbido abbraccio di una poltrona a sacco?

La poltrona sacco è infatti caratterizzata da una imbottitura che la rende ergonomica e quindi estremamente comoda. Lepalline di polistirolo espanso che si trovano al suo interno, non solo la rendono anatomica e resistente, ma anche molto leggera e facile da trasportare.

In commercio esistono tantissimi modelli di poltrona sacco: dalle versioni ispirate a dei semplici pouf, quadrati o rotondi, utilizzabili anche come poggiapiedi, ai modelli completi di schienali che possono sostituire in tutto e per tutto le tradizionali poltrone. L’ampia gamma di colori e le differenti tipologie di materiale con cui sono realizzate, rappresentano un altro elemento importante da tenere in considerazione in fase di acquisto.

Poltrone e pouf sacco da giardino di Arketicom: all’aria aperta comodi e felici!

Leggere, colorate e dalle forme più varie, le poltrone sacco di Arketicom sono arredi pratici e versatili che si adattano perfettamente a qualsiasi contesto.  Interamente realizzate a mano in Italia, grazie ad un attento studio posturale le sedute Arketicom sono adatte a tutti: adulti, anziani e bambini.

Tra gli articoli di punta del brand italiano troviamo la poltrona pouf sacco Diletta.

poltrona sacco Diletta e pouf Soft Cube di Arketicom

Diletta è una seduta dalla forma tonda che permette di scegliere la posizione preferita in tutta sicurezza e comfort, inoltre, essendo molto ampia ci si può anche sdraiare o addirittura sedersi comodamente in due, come se fosse un comodissimo divanetto.  Disponibile in 15 diversi colori, in ecopelle e in tessuto per indoor e outdoor, Diletta è perfetta per creare una zona conversazione all’aperto e la si può abbinare al pouf Soft Cube.

Un altro best seller dell’azienda è la poltrona sacco 68 SESSANTOTTO, una chiara rivisitazione della mitica poltrona sacco di Zanotta, diventata una vera e propria icona del design italiano.

poltrona sacco 68 di Arketicom

La poltrona sacco 68 è il connubio perfetto tra comfort e design. La sua struttura è formata da un nucleo che contiene delle palline di polistirolo espanso ad altissima resistenza, l’imbottitura è ignifuga e antimuffa, mentre il rivestimento esterno è in tessuto anti macchia. Caratteristiche, queste, che rendono la poltrona sacco 68 utilizzabile anche in giardino, in terrazza o sul balcone. Disponibile in tantissime varianti di tessuto e colore la poltrona sacco 68 è comoda per  chiunque, in qualunque modo e in qualunque punto si decida di sedersi.

Il divertimento nell’utilizzare questa poltrona consiste proprio nello scoprire e provare le tante differenti posizioni e sistemazioni che può assumere!

Morbida e avvolgente, la poltrona sacco 68 si adatta perfettamente alle forme del corpo regalando un comfort senza eguali.

Sempre in tema di poltrone ecco le due novità che Arketicom propone per questo 2019: la poltrona giardino Gina Soft  e Gina.

poltroncina sacco Gina Soft di Arketicom

 

Le due poltrone sono state pensate per l’outdoor, infatti sono proposte con tessuti resistenti agli agenti atmosferici che non richiedono manutenzione, appositamente studiati per risultare sempre belli e durare nel tempo. Completamente sfoderabili e ultra leggere, Gina Soft e Gina sono caratterizzate da una sagoma che segue perfettamente l’ergonomia, il che le rende comodissime. Gina ha una solida base in legno di multistrato per esterno e un nucleo a cellula chiusa.

polroncina Gina di Arketicom

A seconda dello spazio a disposizione, le poltrone Gina Soft e Gina possono essere disposte una accanto all’altra per creare una zona conversazione o collocate singolarmente, magari con un comodo poggiapiedi.

Lo stile contemporaneo e versatile fanno delle poltrone Arketicom un prodotto esclusivo che rivede il concetto stesso di seduta. Anche in questo caso, un attento studio posturale rende Gina Soft e Gina la scelta ideale per tutti: adulti, anziani ma è anche una poltrona per bambini sicura e adatta alle loro esigenze.

Per completare l’angolo relax all’aperto e aumentare il comfort, il nostro consiglio è di abbinare un pratico pouf sacco da giardino della collezione Soft Cube di Arketicom.

Disponibili in tre misure, 42x42x4265x65x42 84x4x42, la linea Soft Cube è proposta in ben 21 colori tutti di tendenza e un tessuto idrorepellente ad alta resistenza e solidità alla luce solare, che lo rende la scelta ideale per arredare il giardino, la terrazza o un piccolo balcone.

Soft Cube di Arketicom

Il pouf Soft Cube è un elemento d’arredo pratico e versatile, può essere utilizzato come pouf sacco da giardino, come seduta extra o come morbido poggiapiedi, e lo si può facilmente inserire anche all’interno di casa, dal living alla cameretta dei bambini.

L’imbottitura interna in perle di eps espanso, accuratamente calibrate, regalano una piacevole sensazione di leggerezza e relax non appena ci si siede!

Soft Cube di Arketicom

A differenza di quanto si potrebbe pensare, basta una spesa minima per rinnovare e dare un tocco di stile agli spazi outdoor, aggiungendo qualche elemento originale con le poltrone e i pouf sacco da giardino che piacciono proprio a tutti: grandi e piccini trovano questo tipo di sedute molto invitanti e comode, ma soprattutto difficili da abbandonare una volta provate!

L’articolo Poltrone e pouf sacco in giardino per un morbido relax proviene da Dettagli Home Decor.

11 Marzo 2019 / / Charme and More

La primavera è nell’aria, quindi per chi possiede un piccolo balcone, una terrazza o un patio è tempo di abbellirli con fiori e piante.

La terrazza, un piccolo angolo verde sul balcone o vicino alla finestra sono spazi esterni perfetti per poter godere dei colori e dei profumi della natura, per leggere un libro o prendere una boccata d’aria durante le serate estive.

Per questo, Charme and More oggi vi da alcune idee e spunti per decorare al meglio i vostri spazi green, dove durante la bella stagione ci si potrà rilassare prendendosi cura del verde.

Fiori e piante da organizzare secondo la stagionalità non possono mancare.

Nelle fioriere vedremo sbocciare da metà marzo fino a fine giugno primule, tulipani, narcisi, iris, giacinti, margherite, gerani, petunie e rose.

Per arredare gli spazi esterni con stile via libera poi a mobili da esterno in rattan, in legno Balau, in metallo shabby, in ferro battuto, a candele e lanterne per creare l’atmosfera e dare un tocco magico alle serate estive.

Ph Tanny Do Unsplach
Ph Tanny Do Unsplash

Ecco alcune soluzioni dalle quali farsi ispirare per dare un tocco ricercato all’outdoor di casa.

Come arredare un terrazzo grande.

Creando un angolo elegante e confortevole per un salottino da esterno in rattan dove trascorrere il tempo libero durante la bella stagione.

terrazza-salottino-rattan

Se lo spazio a disposizione è grande si può osare piantando nei vasi e nelle fioriere piante di agrumi e di lavanda e piante aromatiche da disporre accanto ai fiori.

Idee per arredare un terrazzo grande con vasi e fioriere
Idee per arredare un terrazzo grande con vasi e fioriere

terrazza-lavanda

Un salottino da completare con personalità e gusto con piccoli complementi d’arredo e accessori come lanterne, candele, bracieri che regalano luce e calore.

Ph via
Ph via

Idee per illuminare il terrazzo con fantasia durante le sere estive con candele e lanterne in bambù.

Come arredare un piccolo balcone

Esistono soluzioni d’arredo adatte anche a chi ha un terrazzino piccolo con spazio limitato.

Ordine ed essenzialità sono fondamentali per organizzare al meglio lo spazio a disposizione utilizzando elementi d’arredo visivamente leggeri, versatili e sfruttando le altezze ( pareti attrezzate e multiuso, mensole, pannelli).

Ecco alcune idee e ispirazioni salva spazio per il vostro balcone, da copiare con facilità.

 

Ph via
Ph via

Set in stile bistrò con sedie e tavolo pieghevoli, vasi pensili e fioriere da appendere alla parete.

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via

arredare-il-balcone

Ottimizzare gli ingombri sfruttando il parapetto al quale fissare i vasi e un piano d’appoggio.

Negli spazio mini l’illuminazione e i tessili dovranno essere scelti con cura per rendere accogliente ed elegante anche un piccolo angolo.

Quindi spazio a cuscini e tappeti colorati e a fili di luci e lanterne per creare la giusta atmosfera anche in una piccola oasi di relax.

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via 

FirmaFellinSMALL

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Balcone e terrazza; idee outdoor. proviene da Charme and More.

7 Marzo 2019 / / Design

READ IN ENGLISH

La bella stagione è alle porte e viene naturale tornare a guardare il proprio giardino, terrazzo o balcone con occhi diversi.

Molto spesso pensiamo ai divanetti o tavoli da esterno, dimenticandoci di quanto l’illuminazione outdoor sia fondamentale. Infatti una corretta illuminazione permette di godersi al meglio gli aperitivi e le cene primaverili e estive.

Che sia luce diretta sul tavolo dove si mangia, o d’atmosfera per quando si conversa, l’illuminazione per me è fondamentale.

Considera inoltre che l’illuminazione esterna viene spesso utilizzata dal tramonto all’alba e ciò rappresenta un’eccellente opportunità per risparmiare energia con lampade e apparecchi a LED.

Lampade da terra

Le lampade da terra hanno sempre il loro fascino e sono ottime per i giardini o comunque in spazi esterni dove si possono collocare senza che siano di intralcio.

Un modello che mi ha colpito è la Aton di Unopiù, molto semplice e moderna, può essere collocata sia a terra che su un tavolino poiché disponibile in diverse altezze. O anche la lampada da terra Mizar, più romantica con il paralume.

Lampade a sospensione

Anche all’esterno si possono mettere lampade a sospensione!
La lampada Hamper di Unopiù è una delle mie preferite tra le proposte di questa azienda. Ha una struttura a gabbia metallica di forma trapezoidale ed è molto elegante soprattutto per i giardini estivi. È disponibile sia nei colori di bianco che bronzo e il cavo è rivestito interamente in tessuto color corda. Grazie al suo lungo cavo, la Hamper può cadere dal ramo di un albero o anche da un ombrellone.

Lanterne

La maggior parte delle lanterne ha uno stile leggermente vintage, poiché imitano l’aspetto delle lanterne tradizionali; tuttavia tra le proposte di Unopiù esistono lanterne dal design più moderno. Una scelta sempre piacevole per decorare e illuminare gli esterni.
Di solito, questi apparecchi sono realizzati in metallo e vetro e sono disponibili in una varietà di finiture, tra cui rame, ferro, bronzo e altre finiture dai toni argento, offrendo opzioni che possono adattarsi a quasi tutte le case.
Uno dei modelli che amo è il modello Oslo di Unopiù, una lanterna da terra a LED con l’aspetto innovativo grazie alla sua forma squadrata o a trapezio e alla cornice in metallo lucido.

Oslo – Unopiù

Lampade a parete

Chi vive in case indipendenti e non ha problemi di “facciate comuni” può scegliere anche delle lampade da parete particolari. Ritroviamo la lanterna Oslo proposta come applique, che con la sua forma lineare si può adattare ad ogni contesto.

Oslo – Unopiù

L’articolo Illuminare giardini e terrazzi proviene da easyrelooking.