Case e Interni






 
 
 

[piccoli spazi] Monolocale diviso da vetrata – 38mq

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-1

La casa di 38 mq è stata riprogettata con lo stile Nordico tipico delle case svedesi, ma con l’aggiunta di contaminazioni in stile Loft-Industriale.

La superficie della camera da letto è ridotta al minimo, tuttavia non è soffocante, poichè è divisa dal soggiorno solo con una vetrata. La trasparenza di questa parete, permette allo spazio di non avere confini visivi, sebbene ci sia una precisa suddivisione degli ambienti.

Questa soluzione, vista più volte anche per altre case presentate qui nel nostro blog, permette di poter beneficiare della luce della zona giorno, mantenendo comunque una discreta intimità e ricavando spazi comodi e funzionali pur nello stesso ambiente.

La vetrata inoltre, che riprende le vecchie pareti vetrate degli uffici dei laboratori artigianali di una volta, è molto scenografica ed aiuta l’ispirazione dell’arredamento verso uno stile industriale.

Parola d’ordine: dimensioni minime, senza mai rinunciare allo stile!

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-2

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-3

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-4

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-5

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-6

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-7

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-9

monolocale-parete-vetrata-soluzione-salva-spazio-10

[Fonte Nooks]

 

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Ispirazioni vintage a colori

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-1

Oggi vi mostriamo una casa eclettica, con una decisa passione per il vintage, le forme semplici, le fantasie fresche, giocose e colorate.

Il colore è un elemento che da solo può far cambiare la percezione di una stanza e queste immagini lo dimostrano. Qui ogni dettaglio è un elemento di carattere dall’inconfondibile tratto rétro, acceso dal colore.

Il vintage oggi è molto trendy, ma spesso si teme di fare l’accostamento sbagliato. Questa casa, che punta sul colore, ci suggerisce come aggiungere qualche tocco rétro ai nostri ambienti.

La gamma cromatica parte da una base neutra (bianco, grigio…) dove sono stati aggiunti toni accesi di colore e  tinte pastello, che spaziano dal giallo al turchese, dal verde all’arancio…

L’arredamento è un mix di mobili di recupero, pezzi trovati in soffitta o nella casa della nonna. Alcuni elementi semplici ed attuali, come le sedie e gli sgabelli Ikea, sono stati dipinti dal proprietario stesso.

La parete in mattoni, dipinta di bianco, aggiunge anche un tocco industriale, accentuato anche dalle sedie in metallo Tolix e da alcune lampade.

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-2

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-3

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-4

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-5

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-6

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-7

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-8

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-9

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-10

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-11

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-12

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-13

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-14

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-15

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-16

arredamento-vintage-colore-ispirazioni-17

Fonte: micasa

 

Anna e Marco – CASE E INTERNI


 
 

Foris: oggetti di luce tra design e funzionalità

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Design

arredamento-illuminazione-lampade-foris-mondrian-1

Oggi vi parliamo di Foris un laboratorio artigianale italiano di illuminazione di design.

Come ben sappiamo, l’illuminazione svolge un ruolo fondamentale nell’arredamento di una casa, perché contribuisce significativamente a creare l’atmosfera. La luce, infatti, con i diversi modi in cui si riflette nell’ambiente, è capace di generare differenti percezioni sensoriali ed emozionali.

In questa direzione, gli architetti e designer di Foris hanno tradotto in nuovi oggetti di luce, lampade per ogni esigenza. Le menti creative si sono espresse attraverso le potenzialità della luce, ma anche della forma unita ai materiali, con il risultato di ottenere manufatti di alta qualità e bellezza.

Se la tecnologia di Foris parte dell’ esperienza di Light Engineering + Design, che negli anni ha approfondito temi legati ai sistemi led ad alta efficienza, con il nuovo brand si è voluto dare espressione a questa tecnologia, evidenziando l’importanza del design e quindi delle idee che nascono per sviluppare forma e funzione.

E’ la qualità del design il filo conduttore delle collezioni Foris, unita all’innovazione tecnica, senza tralasciare l’abilità artigianale, tutta italiana.

Tra i modelli proposti dal nuovo brand Foris, vi segnaliamo in particolare il set di lampade Mondrian, ispirato al celebre pittore olandese. Il set composto da lampade da tavolo e da terra, è un’opera di design funzionale, che si esprime attraverso luce e geometrie dalla forma regolare e definita.

Empty white hall. Vector illustration.

In Foris le linee pulite ed eleganti del migliore design italiano, si integrano con l’artigianalità di qualità, dando vita a lampade capaci di illuminare e allo stesso tempo arredare gli spazi con stile ed eleganza.

arredamento-illuminazione-lampade-foris-mondrian-3

Tags:

 
 

Casale New Country tra modernita’ e tradizione

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-1

Una costruzione tradizionale, con il fascino della modernità. Siamo a Maiorca nelle isole Baleari.

Il casale prima della ristrutturazione era disabitato da tempo. A parte alcuni aggiustamenti strutturali per adattare gli spazi alle nuove esigenze, si sono conservati molti degli elementi e dei materiali originali.

Questo rispetto per la costruzione originale e l’ambiente circostante è il segreto per realizzare spazi accoglienti e di carattere.

La gamma cromatica parte da una base neutra dove sono stati aggiunti toni morbidi e alcuni accenti di colore. Toni pastello mescolati con colori acidi, il tutto riscaldato da lampade con luci calde.

Per combinarsi con le pareti, che mantengono la muratura in pietra tradizionale dell’isola, i pavimenti sono stati rivestititi da listoni in legno di rovere sbiancato.

In linea con il carattere rustico dell’edificio, le finestre, la scala e gli elementi in ferro, che danno un look industriale, ma che sono anche in perfetta armonia con l’architettura della zona.

Riguardo l’arredamento i pezzi vecchi o di antiquariato sono accostati a mobili contemporanei, tessuti naturali, dalla texture grezza e opere d’arte selezionate.

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-2

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-4

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-5

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-6

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-6b

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-7

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-8

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-10

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-11

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-12

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-13

ristrutturare-arredare-casale-new-country-moderno-15

Fonte: nuevo-estilo.micasarevista.com
Progettista: Damián Sánchez

 

Anna e MarcoCASE E INTERNI

Tags:

 
 

Casa in bianco e grigio – stile #nordico

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-1

Grande attenzione ai dettagli su una palette “povera” di colori. Ecco una casa che piacerà a chi ama la linearità e la purezza dello stile nordico.

Noi ci siamo “invaghiti” di questo stile soprattutto grazie ad un viaggio in Olanda di diversi anni fa.

Lo stile nordico è caratterizzato dai materiali naturali e dalle tonalità chiare e neutre. Il segreto infatti, è puntare tutto su “i non colori”. Bianco, grigio, tortora, le bionde sfumature del legno chiaro, sono queste le armonie con cui giocare per ottenere atmosfere rilassanti.

Qui siamo in Danimarca, a nord di Copenaghen, in una casa di ex pescatori, completamente ristrutturata. E’ una casa sulla spiaggia dalla bellezza naturale e semplice.

Il bianco e grigio mixati assieme donano rigore, semplicità e molta luce ad ogni ambiente.

La casa era piuttosto buia ed i proprietari volevano spazi più aperti e luminosi. Con la ristrutturazione, realizzata dallo studio di architettura Norm Architects, tutta la zona al piano terra è diventata un enorme open-space. La luce è libera di fluire senza incontrare ostacoli.

Le grandi vetrate filtrano la luce naturale e il pavimento in resina lucido regala piacevoli riflessi.

Mentre al piano superiore si rimane affascinati dagli ampi soffitti, con travi a vista tutti rigorosamente bianchi e dal pavimento in doghe di legno inchiodate.

Prendete spunto da queste immagini per un relooking della vostre stanze in perfetto Nordic Style.

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-2

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-3

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-5

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-6

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-7

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-7b

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-8

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-9

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-10

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-11

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-12

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-13

arredamento-scandinavo-bianco-grigio-14

LOCATION: Vedbæk, Denmark

[Foto: Jonas Bjerre Poulsen per Elle Décoration Royaume-uni; progetto: Norm Architects]

Tags: ,

 
 

Atmosfere Shabby chic di gran fascino

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-1

L’arredamento della casa di oggi ha è un vero esercizio decorativo usando il bianco come denominatore comune.

La casa si trova a Melbourne, in Australia, ed è di proprietà dell’interior designer Lynda Gardener, che ha anche un negozio di arredi e decorazione.

Era una vecchia fabbrica di materassi, che la proprietaria ha trovato in rovina ed ha deciso di ristrutturare. Si è cercato di mantenere alcune delle originali caratteristiche architettoniche e il carattere del luogo, come, ad esempio, i mattoni a vista, che sono stati dipinti di bianco.

Lynda ha impostato tutto il progetto sull’apertura degli spazi interni, creando un unico grande open space: soggiorno / cucina / sala da pranzo al piano inferiore con bianchi pavimenti in cemento. Al piano di sopra si trova una sola, ma spaziosa camera matrimoniale con bagno privato, la vasca in ghisa originale si trova proprio dentro la camera!

In un secondo momento, Lynda ha aggiunto un nuovo elemento alla sua casa: al di là del giardino, ha creato The White Room, un autonomo spazio di vita completo di bagno, cucina e un proprio ingresso indipendente, dato in affitto o per servizi fotografici.

Su una tela di base chiara e neutra, Lynda ha dispiegato tutta la sua creatività, decorando ogni angolo con bei pezzi, per lo più d’epoca e aggiungendo tocchi di grigio o marrone, sempre dai toni polverosi.

Il gusto shabby chic è predominante, ma ci sono anche tocchi di stile industriale e vintage.

A questo insieme si aggiungono una collezione di quadri e libri antichi, che trovano il loro posto in ogni stanza della casa, creando ambienti di originalità e grande fascino.

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-2

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-3

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-4

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-5

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-6

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-7

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-8

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-9

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-10

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-10b

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-10c

casa-in-bianco-shabby-chic-vintage-total-white-11

 

[fonte: thedesignfiles.net]

 

Anna e MarcoCASE E INTERNI

Tags:

 
 

[Colori Palette] Toni neutri, caldi e accoglienti

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni

arredare-colori-neutri-stile-scandinavo-2

La palette di colori di oggi è tutta declinata sui toni neutri tipici dello stile scandinavo.

Nel soggiorno della foto la parola d’ordine è semplicità. Un ambiente da ammirare, senza dubbio, ma soprattutto da vivere in completo relax. Per suggerire queste sensazioni, gli aspetti più importanti dell’arredo nordico sono i colori e i materiali: il bianco delle pareti rilascia la luce, mentre il legno chiaro del pavimento e dei mobili riscalda e rende tutto più accogliente.

Altri colori chiari, usati in quantità minore, come il grigio e l’azzurro tenue, creano una sensazione di sobrietà e di calma e allo stesso tempo, contribuiscono ad aumentano la luminosità naturale degli ambienti.

Non temete che sia tutto troppo monotono, una base con questi colori nell’arredamento è molto versatile, perchè permette di poter inserire altre note pastello o accenti più vitaminici, attraverso quadri, cuscini e altri oggetti.

Se vi interessa approfondire l’argomento riguardo lo stile nordico troverete altre indicazioni in Arredare in stile nordico-scandinavo

[fonte foto: Maisons du monde]

colori-palette-arredamento

colori-palette-arredamento-neutri-stile-scandinavo-1

Leggi anche:

Anna e Marco – CASE E INTERNI


 
 

Più igiene in bagno con l’innovativo Wizzo

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee

igiene-risparmio-in-bagno-idro-scopino-ecologico-Wizzo

In questo articolo vi parleremo di Wizzo, un accessorio per il bagno che rappresenta la perfetta alternativa al classico scopino per wc.

Vedremo come e dove si può inserire e quali sono i vantaggi, che, vi anticipiamo, non faranno rimpiangere il tradizionale scopino!

 

Scopino per wc: tutto quello che devi sapere

Ormai ci si era rassegnati alla necessità di avere l’orrido scopino nel bagno, magari più bello o “firmato”, ma sempre uguale a sé stesso da tempi immemorabili. Nel corso dei secoli, però, il bagno è cambiato molto. Al giorno d’oggi, questa stanza si utilizza anche per il relax e il benessere, quindi anche l’ambiente è diventato più raffinato ed accogliente.

Eppure, per la pulizia quotidiana del luogo più intimo, si utilizza ancora questo accessorio, che di pulito ha ben poco, purtroppo.

Che sia di plastica, di alluminio, di acciaio o di ceramica, che sia aperto o chiuso, di design o low-cost è fondamentale pulire periodicamente lo scopino, per assicurare l’igiene della nostra sala da bagno. Non solo lo scopino, ma anche il contenitore in cui esso viene riposto, va tenuto ben pulito, sempre per evitare microbi e cattivi odori. E non manca la sgradevole eventualità che, dopo l’uso, si possano lasciare tracce di acqua (non propriamente pulita) sul pavimento, nel momento in cui si va a riporre lo scopino nel suo alloggio. A pensarci bene è proprio una soluzione poco igienica!

 

Che cosa è Wizzo

Wizzo rappresenta un po’ una rivoluzione in fatto di accessori per il bagno. E’ la perfetta alternativa allo scopino tradizionale, che come abbiamo visto può risultare poco igienico, scomodo ed oramai datato.

Non lasciatevi ingannare: nell’aspetto è simile ad uno scopino tradizionale, perchè è composto da una base contenitore (il serbatoio) e da un’asta con un pomolo. La sorpresa è che una volta sfilata l’asta dal suo supporto, ci si accorge che Wizzo somiglia più che altro ad una pompa per la bicicletta. Ed anche il suo utilizzo è simile ed alquanto intuitivo.

igiene-risparmio-in-bagno-idro-scopino-ecologico-Wizzo-3

 

Come funziona

Per poterlo recensire, abbiamo deciso di provare ad utilizzare Wizzo in prima persona.

Il funzionamento è davvero semplice, ma più delle parole, questo video riesce a spiegare perfettamente la semplice sequenza di azioni necessaria per l’utilizzo:

 

Il gesto di spingere l’asta per azionare il getto d’acqua avviene in modo molto naturale. Abbiamo letto infatti, che grazie al particolare brevetto, Wizzo è capace di generare la massima pressione idrica senza sforzo.

La base contenitore, che funge da serbatoio, può contenere fino a 1 litro d’acqua, per 12 utilizzi circa.

Se si desidera, si può attivare la funzione deodorante: basta svitare l’anellino in acciaio dove è posizionato un pezzetto di corda di cotone, che si può inumidire con l’essenza preferita, per profumare l’ambiente durante l’uso.

 

Vantaggi

NESSUNA INSTALLAZIONE – A differenza di un idroscopino, Wizzo non necessita di installazione, per cui si può inserire sia su un bagno da ristrutturare, sia su un locale esistente, senza alcun intervento idraulico o murario, proprio come qualunque accessorio o complemento del bagno.

IGIENE – Come abbiamo visto all’inizio, in uno scopino tradizionale va curata molto la pulizia, se vogliamo evitare la proliferazione di germi, microbi e cattivi odori. Un’operazione poco pratica e tutt’altro che piacevole, nonchè dispendiosa in termini di tempo e prodotti detergenti. Come se non bastasse, anche il gocciolamento mette sempre in pericolo l’igiene del nostro bagno, soprattutto se ci sono bambini piccoli in casa.

Usare Wizzo vuol dire dimenticarsi di tutto questo. Grazie ad un getto sempre preciso, scongiura ogni contatto diretto con il wc e permette di evitare tutti i disagi legati all’igiene. Il risultato è un livello maggiore di pulizia, favorito da un micro getto d’acqua pulita, che non rischia di produrre schizzi indesiderati.

PRATICITA’ – E’ comodo da usare, premendo l’asta si potrà facilmente vedere il getto lineare e deciso all’interno delle superfici del water, sia sopra il livello dell’acqua che sotto. La pulizia risulta da subito impeccabile.

Ha un design moderno e discreto, di facile collocazione in qualsiasi ambiente bagno. Come se non bastasse, abbiamo visto che è pure igienico e la sua manutenzione è ridotta al minimo. Inoltre può anche deodorare l’ambiente.

PREZZO – Semplificando, possiamo dire che Wizzo è un idroscopino, ma di tipo manuale. Il suo, prezzo è però decisamente più accessibile rispetto a qualsiasi idroscopino, a cui per altro vanno aggiunti i costi di installazione. Mentre paragonato ad uno scopino tradizionale, il costo di Wizzo è in linea con quello dei classici set di accessori per il bagno di fascia media, ma le sue qualità lo rendono senza dubbio preferibile a qualsiasi scopino di design.

 

Conclusioni

Il punto di forza di Wizzo è senza dubbio il livello di igiene dello stesso: nell’utilizzo non avviene nessun contatto con il vaso, in perfetta sicurezza e pulizia.

Ciò che, secondo noi, rende Wizzo poi così efficace è la doppia azione di rimozione meccanica dello sporco: quella fornita dalla forza del micro getto d’acqua e quella delle naturali proprietà solventi dell’acqua stessa. Il tutto svolto con un semplice gesto.

Sembra, quindi, sia proprio arrivato il momento di mandare in pensione il vecchio scopino del wc!

Speriamo che la recensione sia stata utile. Per maggiori informazioni vistate il sito Wizzo.

Tags: ,

 
 

Shabby, Etnico e Bohemien Chic per l’arredamento

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-1

Un bel muro di mattoni, doghe di legno a pavimento e travi a vista sono gli elementi essenziali di questa casa di 400 mq di grande atmosfera.

La casa si trova in Olanda ed è raggiungibile solo tramite traghetto, molto affascinante!

Un po’ come a Venezia, l’organizzazione dei lavori di ristrutturazione ha dovuto tener conto dall’elemento acqua. Tutto ha dovuto essere trasportato con il traghetto, comprese le macerie delle demolizioni dei muri.

Gli interni sono un mix di alcune tra le più apprezzate tendenze dell’arredamento: stile Scandinavo, Shabby, Industriale, Bohemien Chic, Vintage ed Etnico. Una combinazione di vecchio e nuovo, decor e minimal, dove i proprietari e i progettisti hanno dato molta importanza ai dettagli e nello scegliere ogni pezzo e colore.

Uno stile eclettico, insomma, cui possono prendere ispirazione tutti coloro che non si identificano completamente in uno stile in particolare e desiderano ambienti unici ed accoglienti.

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-2

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-2b

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-2c

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-3

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-4

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-5

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-6

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-10

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-7

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-8

arredamento-shabby-etnico-bohemien-casa-campagna-9

Source: Vtwonen.dk
Photo: Hans Mossel
Styling: Sabine Burkunk

 

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Consigli per la sicurezza della casa

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee

Consigli per la sicurezza della casa

La sicurezza e la serenità della propria casa e famiglia, spingono sempre più di frequente ad installare sistemi di allarmi nelle proprie dimore.

Installare un antifurto per la casa non é così semplice come sembra, soprattutto se non si dispone delle conoscenze sufficienti. Anzi, può essere una scelta molto complicata, perchè i sistemi di sicurezza per la casa, al giorno d’oggi, possono essere di vario tipo, ma del resto anche le nostre abitazioni sono differenti: appartamenti di diverse metrature, villette a schiera, case uni e bi-familiari ecc.

Insomma è difficile orientarsi in un panorama di soluzioni e prodotti differenti in grado di garantire diversi livelli di sicurezza della casa.

Il punto di partenza per la scelta del migliore allarme per la la propria casa è pensare a ciò di cui si ha veramente bisogno. Per scoprire tutte le possibilità offerte dalla tecnologia non si può fare tutto da soli, ma é indispensabile poter contare sulle conoscenze dei professionisti del settore.

In linea generale, possiamo dire che i sistemi di antifurto presenti sul mercato hanno tutti lo stesso obiettivo: avvisare della presenza di un intruso all’interno della proprietà, grazie all’istallazione di sensori, che vengono posizionati ad hoc.

Per ottenere un miglior risultato il nostro consiglio è quello di affidavi agli esperti che, direttamente a casa vostra, realizzeranno un piano personalizzato, a seconda delle caratteristiche specifiche dell’edificio e in base alle necessità da soddisfare.

Costa meno di quanto si possa pensare. Fino ad alcuni anni fa, installare un sistema di allarme richiedeva un investimento importante, poiché l’installazione era collegata alla predisposizione di un impianto elettrico cablato. Ma oggi questi costi sono stati annullati, dato che i nuovi prodotti ci permettono di utilizzare la tecnologia wireless.

Anche le agevolazioni fiscali, fortunatamente, sembrano essere un buon incentivo. Infatti, anche per l’anno 2017, coloro che hanno intenzione di installare un impianto di allarme per la propria casa possono godere di ottimi sconti fiscali: tutti i cittadini possono detrarre il 50% delle spese sostenute con il Bonus ristrutturazioni prorogato fino al 31 dicembre 2017. Le agevolazioni però non terminano qui. C’è anche l’Iva agevolata al 10%, ma in questo caso solo sui beni significativi.

Allarme per la casa

Come vedete, dunque, i buoni motivi per installare un sistema di allarme sono davvero tanti. Certo è che installare un sistema di allarme è un ottimo deterrente per chi volesse tentare intrusioni e furti in casa vostra, ma occorre affidarsi alle mani di esperti per installare un sistema intelligente e non incorrere così in problemi e falsi allarmi.

Tags: ,

 
 




Torna su