+deco






 
 
 

Tiffany’s Everyday Objects : i miei preferiti

Pubblicato da blog ospite in +deco

Non ho mai desiderato andare da Tiffany per colazione anche se ho sempre voluto assomigliare a Audrey Hepburn (e sospetto di non essere la sola…)e ho sempre trovato il verde di Tiffany fastidiosamente un tono troppo chiaro per essere bello per questo, quando ho letto che Tiffany aveva lanciato la sua linea di accessori per la casa, le mie aspettative non erano alte.

Sono stata piacevolmente sorpresa invece da alcuni pezzi, luccicanti e fatti così bene da ricordarti che sono stati prodotti da un brand che fa gioielli e da farti ammettere che il verde Tiffany è molto bello sulla porcellana.

Questi sono i pezzi che preferisco:

 

The post Tiffany’s Everyday Objects : i miei preferiti appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

La perfetta villa per una vacanza a Rio de Janeiro

Pubblicato da blog ospite in +deco

Chez Georges a Rio De Janeiro è la villa perfetta per una vacanza a mio avviso, la trovo bellissima.

L’edificio è stato costruito negli anni settanta da Wladimir Alves De Souza, un architetto brasiliano, famoso anche per le sue opere brutaliste.

E’ stato recentemente ristrutturato dentro e fuori. Mi domando come fossero gli interni originarialmente; adesso sono scaldati e amalgamati dalla presenza diffusa del legno e di varie tonalità di pelle.

Gli arredi sono prevalentemente vintage, di periodi e aree geografiche differenti (prevelentemente degli anni 50 e 60).

Le finestre incorniciano una vegetazione lussureggiante e rendono superfluo decorare le pareti con quadri.

Persiane, porte di armadi e porte sono bellissimi esempi di come il legno può essere declinato diversamente, intarsiandolo, usandolo a pannelli o facendone assi.

Questo per quanto riguarda la villa Chez Georges, poi ovviamente fuori c’è l’affascinante Rio De Janeiro, che io non ho ancora visto ma che deve essere voluttuosa come un nettare.

La casa si trova in affitto su Airbnb.

Abbiamo parlato in precedenza di un’altra bellissimo spazio arredato con elementi vintage e tanto legno, la casa vicino a Goa della disegnatrice di gioielli Nishu Karimjee che puoi vedere qui.

The post La perfetta villa per una vacanza a Rio de Janeiro appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

La Snoopy Matt in edizione limitata

Pubblicato da blog ospite in +deco

Lo so che può sembrare un suggerimento per i miei regali di Natale (magari!) ma non posso non menzionare il fatto che Flos ha prodotto la versione opaca della luce Snoopy per celebrarne il suo cinquantesimo anniversario.

E’ un’edizione limitata di 1700 pezzi dell’iconica lampada da tavola disegnata dai fratelli Castiglioni nel 1967, identica a quella in catalogo a parte per la finitura opaca del paralume a ispirata al muso del cane più famoso della storia del fumetto.

Un oggetto del desiderio per collezionisti e amanti del design, nonchè un sicuro investimento.

The post La Snoopy Matt in edizione limitata appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Non adatto a chi soffre di vertigini!

Pubblicato da blog ospite in +deco

Buona sera miei amatissimi lettori, come state?

Io sono felicemente stra-impegnata. Il lavoro va a gonfie vele, Giulio ha appena cominciato la prima elementare e noi stiamo pensando di cambiare case ma avremo modo di parlare di questo piu’ in là.

Oggi volevo presentarvi un’idea inusuale e intelligente di Scott Jarvie, una mente creativa scozzese che si muove senza esitazione fra posizioni da direttore creativo e designer.

Il Void Rug (‘tappeto vuoto’) è fatto di lana merino al 100% ti da l’impressione di vuoto sul pavimento quanto visto da un particolare angolo.

Non è in vendita ancora ma è in fase di produzione per il mercato in versione rotonda e rettangolare.

The post Non adatto a chi soffre di vertigini! appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Amazonico

Pubblicato da blog ospite in +deco, Interiors

Per favore portatemi da Amazonico a Madrid!

Il ristorante di Sandro Silva e Marta Seco è incredibilmente invitante e sembra che anche il cibo, con piatti da paesi diversi, dal Brasile alla Cina, Argentina, India, Perù e Giappone sia assolutamente da provare.

Beh, si vede che avrò un’altra scusa per tornare a Madrid…

The post Amazonico appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Le carti da parati removibili di Samantha Santana

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor

Mi sono entusiasmata parecchio per le carte da parati di Samantha Santana quando le ho scoperte. Prima di tutto sono un’esplosione di vivaci colori, una detonazione di fiori; queste carte sono anche, nella loro versione ‘stacca e attacca’ (peel and sticl, in inglese), molto comode, sono convenienti e facili da attaccare e rimuovere, a differenza di quelle tradizionali  (che comunque puoi trovare sul sito di Samantha Santana).

Sono anche una buona idea come fondali per un servizio fotografico (e per questo hanno attirato la mia attenzione all’inizio).

I design di Samantha Santana hanno una definizione quasi fotografica che gli dà profondità e un look più contemporaneo. Sono molto più audaci di molte carte da parati floreali che trovi sul mercato.

Nel sito di Samantha Santana, c’è un video dove mostra come applicarle al muro e sembra molto facile.

Queste carte da parati sono stampate su un materiale tessuto con inchiostri ecologici che rendono il tutto ancora più bello.

Prima di applicarle, assicurati che l’intonaco del muro sia solido e non sul punto di sbriciolarsi (anche se non sembra a vista). E’ consigliabile infatti provare il materiale sul muro interessato prima.

In ogni caso, sono sicura che troverai molti altri modi per usare queste carte da parati così solari.

Samantha vive e lavora in USA ma consegna senza problemi in tutto il mondo. E’ molto carina e disponibile e risponde alle tue domande in brevissimo tempo.

Quindi, vi ho convinto, facciamo un ordine cumulativo?

Se vuoi vedere una selezione di carte da parati tropicali, guarda qui e se vuoi vederne altre che non passano inosservate, clicca qui.

The post Le carti da parati removibili di Samantha Santana appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Illusioni dell’antica Roma

Pubblicato da blog ospite in +deco

Non succede spesso di sentirsi catapultati nel passato ed avere l’impressione di trovarsi in un accampamento Romano duemila anni, per lo più sotto un cielo di un blu così intenso che neanche un pittore saprebbe replicare.

Ho scattato queste foto nell’affascinante sito archeologico del Circo di Massenzio, lungo l’Appia Antica a Roma, circa una settimana fa.

L’unico particolare che ti fa evincere che le immagini sono recenti sono le rovine sullo sfondo, scheletri resistenti dello  sfarzo antico. Immagina invece, a sfondo dei legionari, mura altissime e palazzi decorati ricoperti di marmi, fregi e statue.

Le persone che vedi nelle foto sono tutti volontari che si incontrano regularmente per studiare e riscostruire la vita degli antichi Romani. Sono uomini e donne di tutte le età, proveniente da tutta Italia e anche da altri paesi europei, che viaggiano per tutto il paese per illustrare gratuitamente a curiosi come me come i Romani combattevano, si accampavano, tingevano stoffe, cucinavano quando accampati etc. Indossano fedeli riproduzioni di vestiti, armi, calzari Romani e parlano latino.
Lo fanno per piacere e per la soddisfazione di tenere la storia e la cultura di un Impero che può essere definito, senza timore di essere contraddetti, culla di molte civiltà.

Imperdibile.

P.S: Versace deve aver visto gli scudi blu negli anni ’90….

The post Illusioni dell’antica Roma appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Carte da parate: nuove alternative al tropicale

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor

Non so voi ma io mi sarei anche un pò stufata delle carte da parati tropicali, delle  foglie di palma e di uccelli esotici fra una vegetazione lussureggiante.

Non mi fraintendete, mi piacciono molti dei disegni tropicali classici o nuovi, mi sono perà annoiata del look in genere, anche perché è visto e stravisto.

Ho selezionato alcune carte da parati diverse e nuove per tutti quelli che, come me, si chiedono che alternative ci siano allo stile paradiso terrestre.

La prima dall’alto è  Circus di Wall&Decò, un’alternativa al muro effetto sbiadito.

Devo dire che Wall&Decò riesce spesso a lanciare prodotti degni di nota. Il brand italiano, famoso soprattutto per le sue carte da parati da esterni o con motivi di grandi dimensioni, si sta imponendo sempre di più nell’ambito dei rivestimenti per pareti.

La più tropicale delle carte selezionate è senza dubbio la seconda dall’alto, Miami dalla collezione Icon di Cole& Son. E’ disponibile in bianco e nero ma preferisco questa variante che è visivamente meno aggressiva.

La terza dall’alto è ancora di Wall&Decò e si chiama 17130EWC. L’ho scelta per chi, di voi, ama uno stile più lineare ed elegante.

La carta da parati rossa uguale al rivestimento del divano non poteva non essere Mey Meh by House of Hackney ed è per le persone a cui piace osare. Una carta così ricca di colore e dettagli e così particolare sta meglio in case d’epoca e sicuramente richiede una grande attenzione nel coordinare tutti gli elementi decorativi della stanza. In poche parole, non sceglierla se il resto degli arredi non si presta: un mobile bianco di Ikea su uno sfondo del genere, ad esempio, è un pugno in un occhio.

Proseguendo, abbiamo Hornbeam by Farrow & Ball, in una graziosa combinazione di due varianti divise da una cornice in legno pitturata di verde chiaro, un colore presente in entrambe. Hornbeam non è un design nuovo della casa inglese conosciuta prevalentemente per le sue pitture, ma è un’opzione da tenere presente, in tutte le sue declinazioni cromatiche.

La carta da parati nel bagno (seconda immagine dall’alto) è disegnata da Christian Lacroix per Designers Guild e si chiama Bain the Minuit-Mediterranee.

Devo dire che Christian Lacroix è una delle principali ragioni per cui seguo ancora Designers Guild che, nell’insieme,  mi era più congegnale anni fa.

Ultima ma non per rilevanza, la carta di Pierre Frey chiamata Soccorro, ispirata dalle geometrie Maya. Sono una grande fan dei tessuti di Pierre Frey per cui non potevo non includere una delle sue carte da parati anche se mi piacerebbe vedere più foto ambientate delle carte sul loro sito.

The post Carte da parate: nuove alternative al tropicale appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Seletti e Studio Job presentano “Blow”

Pubblicato da blog ospite in +deco

E’ solo mercoledì. Lo scorso weekend è un ricordo lontano e il prossimo un’oasi lontana.

Avete bisogno di un’iniezione di divertimento e leggerenza. Eccola!

L’ultima, scintillante, collezione Seletti firmata da Studio Job che non si poteva non chiamare Blow.

Comprerei il divano Hot Dog e i tappeti per un ostello, la lampada a neon Mouth per un single e la lampada da tavolo Banana per me!

P.S: Guarda i mosaici Bisazza di Studio Job, clicca qui.

The post Seletti e Studio Job presentano “Blow” appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Les coléopterès

Pubblicato da blog ospite in +deco

E’ incredibile come situazioni, cose, persone ed intenzioni si intreccino ed intersechino secondo disegni inaspettati.

Un sabato mattina di metà settembre, mi sono trovata al Gatsby Cafè a fare colazione con un perfetto sconosciuto ‘adescato’ in rete. Avevo visto su Instagram le sue creazioni e volevo scrivere un post su Les Coléopterès, i bellissimi coleotteri in ceramica che disegna e produce a mano.

Quando mi sono alzata per andar via, mi sembrava di aver trovato un potenziale amico e finalmente un interlecutore interessante e divertente (merce rara di questi giorni). Il lato positivo della rete è proprio questo, la possibilità di tessere, per l’appunto, una rete di persone, virtuali o meno, che condividono i tuoi interessi.

Maurizio Minerva è un uomo elegante, dallo sguardo dolce che vive fra Roma e Tel Aviv e lavora free-lance come art director e graphic designer, dopo anni passati in una grande agenzia di comunicazione. Voglioso di mettere la sua versatile e frizzante creatività a frutto in forme diverse, ha studiato ceramica a Parigi per poi sviluppare una collezione di coleotteri pitturata a mano in tiratura limitata.

Les Coléopterès arrivano in cornici di legno di pino di misura 19 x 26 x 5 cm, incartate accuratamente con delle belle carte e identificate dal bellissimo logo disegnato ovviamente da Maurizio. Sono indubbiamente il regalo perfetto e per-sempre da chi sa distinguersi dal coro. Prendete nota, amici!

The post Les coléopterès appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 




Torna su