+deco






 
 
 

Una nuova versione di Sketch dell’artista David Shingley

Pubblicato da blog ospite in +deco, Interiors

Da quando India Mahadavi ha fatto Sketch a Londra, è stato copiato, copiato e stracopiato. A dirla tutta, la stessa India Mahadavi ha proposto una formula molto simile in alcuni monomarca di Valentino.

Dopo Sketch, il velluto rosa, le sedute tondeggianti, i lumini da tavolo, i divani per ristorante anni ’50 e i marmi policromi sono stati sdoganati.

Una buona parte di questo successo è dovuta ai disegni di David Shrigley che hanno dato a questo spazio sensuale, un marcia in più.

L’artista britannico ha recentemente selezionato 91 schizzi che hanno rifatto il look a Sketch; la nuova collezione d’arte è più d’impatto e colorata della precedente. Potrei mostrarvi alcuni dei suoi pezzi singoli ma per me è l’insieme che funziona.

E’ una forma artistica da leggere, non solo da guardare; come una libreria in una casa, è spunto di conversazione.

Sono stata da Sketch (per un tè a base di champagne 🙂 due volte e vi assicuro che è un posto che ti avvolge.

Se poi vuoi approfondire la conoscenza di David Shrigley, sfoglia il suo bellissimo sito.

SalvaSalva

The post Una nuova versione di Sketch dell’artista David Shingley appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Kiki Slaughter’s studio in Atlanta

Pubblicato da blog ospite in +deco

Adoro gli studi: il più delle volte raccontano la storia di una passione, non solo di un lavoro.

Lo studio di Kiki Slaughter ad Atalanta è meraviglioso, ha grandi finestre, pareti di mattoni e l’armonia dei colori dei suoi dipinti tutt’intorno.

L’ultima creazione di Kiki Slaughter è la carta da parati Oh La La in Verdigris  per FEATHR, parte della collezione  di carte da parati Oh La La. 

Questo rivestimento, con la sua palette di “verde menta tenue, verde mare tendente al blu con inserti di rosso mattone e terracotta” – come ben descritto sul sito di FEATHR, rappresenta lo sperimentale, spontaneo approccio pittorico dell’artista americana.

Guarda lo studio di Davide Dormino o gli studi degli stilisti Antonio Marras e Stella Jean e dimmi quale più si avvicna al tuo stile.

Se invece di piace l’idea del colore steso ad acquarello, ma preferiresti dei cuscini guarda quelli di Romo.

Photographs by Jimmy Johnston

The post Kiki Slaughter’s studio in Atlanta appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Non perdere Leandro Erlich!

Pubblicato da blog ospite in +deco

Le scale di Leandro Erlich ai grandi magazzini di Le Bon Marchè a Parigi fino al 18 Febbraio!

 

Foto di Gabriel De La Chapelle

The post Non perdere Leandro Erlich! appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Anni Settanta, il trend del 2018

Pubblicato da blog ospite in +deco

Anche quest’anno la bellissima rivista online The Lux Padmi ha chiesto di indicare quale sarà il trend più interessante del 2018.

Sono convinta che quest’anno sarà incentrato sui motivi d’impatto; questo è il mio contributo:

“Il 2018 vedrà un nuovo trend che arriva direttamente dagli anni Settanta. Ci siamo già abituati a decorare con le piastrelle, con disegni coraggiosi, sfumature inusuali e arredi vintage ma  quest’anno sceglieremo grafiche ancora più pronunciate per le nostre ceramiche, in combinazioni di colori che per anni abbiamo considerato noiose, se non brutte – come il marrone e arancione o verde menta e grigio.

Le porcellane vintage di ispirazione anni Settanta faranno bella mostra sulle nostre mensole e nuove versioni delle piastrelle anni ’70 renderanno i nostri pavimenti più interessanti e appariscenti”.

 

Leggi qui la mia previsione per il 2017.

Piastrella di Bisazza

Piastrelle di Bisazza

Ceramiche di K+R

Carta da parati di Wallpaper from the 70’s

The post Anni Settanta, il trend del 2018 appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Kensington sophistication

Pubblicato da blog ospite in +deco

Londra ha sempre occupato un posto speciale nel mio cuore; lì ho speso alcuni anni della mia vita molto formativi e un pò folli.

Quando vivevo nella capitale britannica, vagavo per le strade con il naso all’insù, immaginando di vivere in alcune delle sue innumerevoli belle case. Avrei dovuto comprare un casa al tempo, considerato quanto hanno guadagnato in valore le proprietà a Londra ultimamente, prima della Brexit.

La casa nelle fotografie qui di seguito è una gemma situata nell’elegante quartiere di Kensington.

Questa vecchia stalla è stata completamente trasformata dall’architetto Adriana Natcheva (nell’immagine in basso) che ha reso questi 45 metri quadri accoglienti ma anche estremamente funzionali.

La zona giorno e la cucina sono le zone scure della casa mentre la parte alta e la camera da letto sono pitturate di bianco per creare un’atmosfera più rilassante e intima.

Diverse declinazioni di marrone (il legno, le vene del marmo, il rame, la pelle) e alcuni accenti di bianco (le luci incluse le lampadine, il divano) riscaldano il predominante nero.

Negli spazi privati, è il contrario, il predominante bianco viene reso più interessante dalla testiera del letto in marmo Portoro e da eleganti dettagli.

Photographs by Mortem Holtum from Homes To Love.

SalvaSalva

SalvaSalva

The post Kensington sophistication appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Natale in Cornovaglia

Pubblicato da blog ospite in +deco

Questo è stato il nostro secondo consecutivo Natale al mare.

L’anno scorso siamo andati ai Caraibi (guarda le  foto dell’incredibile posto che abbiamo scoperto a Dominica, dove Orlando Bloom e Johnny Depp andavano a nascondersi dal mondo), quest’anno, invece, lo abbiamo passato in Cornovaglia; due scenari diversi ma entrambi governati da potenti mari.

La Cornovaglia è l’estrema punta sud-ovest della Gran Bretagna, limitata a Nord e a Ovest dal mare Celtico e a Sud dal canale della Manica; è una zona famosa e molto frequentata per le sue dramatiche scogliere, i suoi affascinanti villaggi di pescatori e una storia di miniere.

Se non rientri fra le rotte che atterrano e partono da New Quay, puoi volare a Bristol e affittare una macchina (ci vogliono poi tre e quattro ore per scendere, a secondo di  che parte della Cornovaglia vuoi raggiungere) o andare a Londra e prendere un treno (anche in questo a seconda di dove sei diretto, ci vogliono 4 o 5 ore).

L’estate è la stagione migliore, il tempo ti permette di godere a pieno della bellissima natura e delle spiagge (anche se ve lo dico, riuscire a stare in acqua per più di tre minuti è impresa per pochi).

A Natale il meteo è estremamente e rapidamente variabile ma nel complesso molto piovoso, anche se le temperature sono più miti che in buona parte dell’Inghilterra.

A seguire, alcune mie foto della parte Sud della Cornovaglia, tanto per invogliarti….

Mousehole

Mousehole

Mousehole

Mousehole

Porthleven

The Ship Inn Pub in Porthleven

The Ship Inn Pub in Porthleven

Giulio and Isobel drawing in The Ship Inn Pub in Porthleven

The Tate Gallery in St.Ives

The Tate Gallery in St.Ives

The Tate Gallery in St.Ives

A pint of amazing ale at The Lamp & Whistle in Penzance

Fish and chip shop

A café/vintage shop

The post Natale in Cornovaglia appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Regali dell’ultimo minuto che fanno bene

Pubblicato da blog ospite in +deco

Questo è il periodo dell’anno in cui la gente è più stimolata a spendere: si fa incetta di cibo e bibite, si decora la casa il più possibile, si comprano regali, anche cose piccole ed inutili, si esce di più.

Io non sono mai stata una malata dello shopping, lo trovo soddisfacente solo quando compro cose che uso e negli ultimi anni sono diventata ancora più pratica, compro meno ma meglio. Oltretutto non sono mai stata una persona molto ‘natalizia’ quindi non corro il rischio di strafare.

In un mondo in cui comprare è diventata una compulsione che ha ripercussioni sull’ambiente e sulla nostra società, non è solo importante ma anche segno di modernità ed intelligenza fare delle scelte differenti.

Se non sei ancora pronto ad eliminare del tutto i regali di Natale però, e sei ancora indeciso su cosa comprare alle persone che ami (più o meno), ti propongo delle BUONE idee alternative.

  • PIANTA UN ALBERO

In un mondo che ha bisogno di respirare di più, piantare un albero è un prezioso atto d’amore. Io ne ho piantati alcuni atraverso il sito Treedom ma ci sono diverse valide opzioni in rete. Devi solo scegliere un albero a seconda del tuo budget, pagarlo e poi dare o mandare tutte le coordinate alla persona a cui lo vuoi regalare di modo che possa seguirne la crescita e monitorare quanto ossigeno produce.

Regalare un albero e’ letteralmente una boccata di aria fresca.

  • OFFRI UN’ESPERIENZA

Invece di comprare un oggetto probabilmente inutile o qualcosa che la gente ha già (che al giorno d’oggi è facilissimo), regala un’esperienza.

Il che non significa necessariamente un giro in mongolfiera ma anche semplicemente organizzare qualcosa di carino con la persona a cui vuoi bene e a cui vuoi fare un regalo. Per esempio puoi portarla al cinema e aprire di nascosto una bottiglia di bollicine mentre guardate il film o andare con tua mamma in un posto bellissimo a prendere il thè.

  • COMPRA DELLA STOFFA

Alex mi prende sempre in giro quando propongo di regalare della stoffa ma se ci pensi, è un’idea meravigliosa: la gente la può usare in molti modi diversi, cucendosi o facendosi cucire dei cuscini, delle shoppers, scialli, camicie, bandierine, borse porta scarpe da viaggio ecc. Occupa poco spazio e se non ti piace, puoi sempre trovare un modo per usarla perchè indossare un paio di orecchini che non ti piacciono è diverso che fare una borsa per la biancheria con un tessuto che non ti piace.

  • COMPRARE DELLE QUOTE IN UN’INIZIATIVA DI CROWD-FUND

Questa è il regalo che preferisco perchè è il più originale. Sono sicura che il tuo amico o amica apprezzerà l’idea  e la possibilità di avere una piccola quota in un’attività potenzialmente di successo.

Uno dei miei fornitori mi ha raccontato che una volta ha comprato 10 gratta e vinci alla sua amica per ogni anno che compiva. La festeggiata ha ricevuto 400 gratta e vinci e non ha vinto nulla, neanche un’euro.

Questa è tutta un’altra storia. Quando partecipi a un’iniziativa di crowd-funding, aiuti qualcuno a realizzare un sogno, in molti casi contribuisci a realizzare un’oggetto o servizio interessante e utile e nel migliore dei casi investi in un’idea  che può esplodere ed avere successo.

  • COMPRARE UN LIBRO

Io penso che i libri arrichiscano e possano essere un regalo molto personale se scegli bene. E dopo tutto se arrichisci culturalmente le persone attorno a te, ne trai benificio pure tu, quindi in qual che modo è un regalo a te stesso.

 

Spero di avervi convinto a vedere in maniera un pò diversa riguardo i regali di Natale e a investire in qualcosa che abbia un impatto migliore sulla persona a cui il regalo è destinato e in un mondo sempre più materialistico.

Se invece non sono riuscita nel mio intento però, puoi sempre guardare i miei post “Qualche buona idea per i regali di Natale” o “Idee per i regali di Natale” oppure “Il post dei regali di Natale”!

SalvaSalva

SalvaSalva

The post Regali dell’ultimo minuto che fanno bene appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Tiffany’s Everyday Objects : i miei preferiti

Pubblicato da blog ospite in +deco

Non ho mai desiderato andare da Tiffany per colazione anche se ho sempre voluto assomigliare a Audrey Hepburn (e sospetto di non essere la sola…)e ho sempre trovato il verde di Tiffany fastidiosamente un tono troppo chiaro per essere bello per questo, quando ho letto che Tiffany aveva lanciato la sua linea di accessori per la casa, le mie aspettative non erano alte.

Sono stata piacevolmente sorpresa invece da alcuni pezzi, luccicanti e fatti così bene da ricordarti che sono stati prodotti da un brand che fa gioielli e da farti ammettere che il verde Tiffany è molto bello sulla porcellana.

Questi sono i pezzi che preferisco:

 

The post Tiffany’s Everyday Objects : i miei preferiti appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

La perfetta villa per una vacanza a Rio de Janeiro

Pubblicato da blog ospite in +deco

Chez Georges a Rio De Janeiro è la villa perfetta per una vacanza a mio avviso, la trovo bellissima.

L’edificio è stato costruito negli anni settanta da Wladimir Alves De Souza, un architetto brasiliano, famoso anche per le sue opere brutaliste.

E’ stato recentemente ristrutturato dentro e fuori. Mi domando come fossero gli interni originarialmente; adesso sono scaldati e amalgamati dalla presenza diffusa del legno e di varie tonalità di pelle.

Gli arredi sono prevalentemente vintage, di periodi e aree geografiche differenti (prevelentemente degli anni 50 e 60).

Le finestre incorniciano una vegetazione lussureggiante e rendono superfluo decorare le pareti con quadri.

Persiane, porte di armadi e porte sono bellissimi esempi di come il legno può essere declinato diversamente, intarsiandolo, usandolo a pannelli o facendone assi.

Questo per quanto riguarda la villa Chez Georges, poi ovviamente fuori c’è l’affascinante Rio De Janeiro, che io non ho ancora visto ma che deve essere voluttuosa come un nettare.

La casa si trova in affitto su Airbnb.

Abbiamo parlato in precedenza di un’altra bellissimo spazio arredato con elementi vintage e tanto legno, la casa vicino a Goa della disegnatrice di gioielli Nishu Karimjee che puoi vedere qui.

The post La perfetta villa per una vacanza a Rio de Janeiro appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

La Snoopy Matt in edizione limitata

Pubblicato da blog ospite in +deco

Lo so che può sembrare un suggerimento per i miei regali di Natale (magari!) ma non posso non menzionare il fatto che Flos ha prodotto la versione opaca della luce Snoopy per celebrarne il suo cinquantesimo anniversario.

E’ un’edizione limitata di 1700 pezzi dell’iconica lampada da tavola disegnata dai fratelli Castiglioni nel 1967, identica a quella in catalogo a parte per la finitura opaca del paralume a ispirata al muso del cane più famoso della storia del fumetto.

Un oggetto del desiderio per collezionisti e amanti del design, nonchè un sicuro investimento.

The post La Snoopy Matt in edizione limitata appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 




Torna su