+deco






 
 
 

Davide Dormino’s studio

Pubblicato da blog ospite in +deco

Lo studio di Davide Dormino è una stratificazione di segni d’arte.

Nulla è lì per caso e ci vuole un pò di tempo per notare e capire tutti quei vari segni disseminati nel studio al Pigneto, una delle zone più in fermento a Roma.

Appena arrivati l’attenzione si concentra sulle grandi opere illuminati dai finestroni di questo spazio inaspettatamente dal sapore industriale. L’occhio indugia sulle sculture -i chiodi in ferro arruginito, i busti, il teschio in legno casualmente appoggiato in un angolo- e sulla parete dedicata al suo ultimo progetto “Anything to Say” che ha avuto grandissima risonanza.

Poi la mente si accomoda e, piano piano, saltano agli occhi mille altri particolari, dalle bellissime tracce della calligrafia di Davide sparse un pò ovunque, alla collezione di vecchi chiodi, gli affascinanti schizzi, le scarpe sulle mensole che sembrano essere lasciate da un personaggio del passato, le tele al contrario, le sedie appese, il punto di ceralacca sotto la scultura di ferro-ghigliottina.

E non che sia difficile passare qui qualche ora perchè Davide Dormino ti mette a tua agio, con quel suo misto di passione ed indifferenza, il sorriso dolce ed i gesti sicuri, quel candore che a tratti lo fa sembrare svampito.

Per saperne di più e per vedere i suoi progetti, compreso “Anything to say”, visitate il suo sito e date anche un’occhiata anche alle immagini che saltano fuori cercando ‘Davide Dormino‘ su google che sono un pò la cronaca a grandi linee del suo fare e apparire.

Fotografie di Elena Giavarini.

deco_davide_dormino_studio_18deco_davide_dormino_studio_5 deco_davide_dormino_studio_28deco_davide_dormino_studio_7deco_davide_dormino_studio_3deco_davide_dormino_studio_20 deco_davide_dormino_studio_6deco_davide_dormino_studio_26 deco_davide_dormino_studio_34deco_davide_dormino_studio_21 deco_davide_dormino_studio_36 deco_davide_dormino_studio_17deco_davide_dormino_studio_37 deco_davide_dormino_studio_23 deco_davide_dormino_studio_2 deco_davide_dormino_studio_24deco_davide_dormino_studio_40 deco_davide_dormino_studio_31

deco_davide_dormino_studio_38

(Foto di Elena Giavarini)

The post Davide Dormino’s studio appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Divani in velluto

Pubblicato da blog ospite in +deco

E’ incredibile come le cose tornino di moda ma in versione diversa. Venti, trent’anni fa, i divani rivestiti in velluto erano molto comuni ma i colori scelti erano prevalentemente beige, marrone-giallo e alcune tonalità di blu. Mia mamma ha recentemente ri-battezzato con una stoffa bianca  il divano e le poltrone di sua nonna, prima in un originalissimo velluto verde/blu di seta (non la perdonerò mai).

Il velluto è tornato di moda ma i toni sono cambiati. I nuovi divani di velluto sono rosa, giallo intenso, verde scuro, viola acceso; vogliono farsi notare e non sparire nello spazio.

Tecnicamente il velluto non è una stoffa ma un intreccio. Il più comune tipo di velluto è fatto di fili di cotone ma può anche essere un intreccio di seta, o un misto dei due o fatto con fibre artificiali. E’ generalmente una copertura morbida, non troppo caldo e abbastanza durevole. Può essere pulito a secco (ma solo se specificato nelle istruzioni, attenzione!) o, per un rapido intervento, può essere pulito strofinando sulla parte interessata con un panno umido (prima lo fai, migliore il risultato).

Il velluto di seta è più lucente degli altri ed anche più costoso. Era largamente usato nei palazzi antichi for il suo aspetto prezioso.

I colori che preferisco fra i divani selezionati per voi qui di seguito sono il rosa pallido in combinazione con una struttura di legno, il verde bottiglia abbinato ad un pavimento grigio (prima e seconda foto dall’alto) e un arancione mattone a copertura di un divano delle linee classiche (penultima foto dal basso).

Quali sono i vostri invece?

deco_velvet-sofa_13

deco_velvet-sofa_11 deco_velvet-sofa_10deco_velvet_sofas_12deco_velvet-sofa_9deco_velvet-sofa_7deco_velvet_sofas_7deco_velvet_sofas_10deco_velvet_sofas_14deco_velvet_sofas_16deco_velvet-sofa_1

(Images from Pinterest)

The post Divani in velluto appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


 
 

Le stampe di Leah Bartholomew

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor, Design

Il sito di Leah Bartholomew è da vedere non solo per le sue vibranti stampe ma anche perché lo styling delle foto che presentano il suo lavoro è molto bello e cibo per la mente creativa. L’immagine qui sotto, ad esempio, presenta un’attraente camera da letto dove tutti gli elementi si combinano in armonia: i pezzi in legno funzionali ma di stile, la biancheria da letto in lino ben abbinata, i quadri dai colori intensi.

Agli Italiani piacciono i muri bianchi. Generalmente investono in lavori di ristrutturazione, materiali e finiture di qualità e per questo motivo scelgono poi soluzioni decorative prudenti, che non li stanchino nel giro di qualche mese. Quando poi si trasferiscono nelle loro case nuove di zecca, trovano lo spazio freddo e privo di personalità e spesso mi chiedono come aggiungere colore e carattere. Il miglior modo è quello di scegliere cose da attaccare al muro originali e accessori colorati. Tieni presente che colorato non significa necessariamente rosso accesso o giallo sole. Può anche significare una ben pensata composizione di tessuti naturali in colori presi dalla natura, una combinazione inusuale di toni (come in alcune delle foto prese dal sito di Leah Bartholomew) o piante e fiori.

 

Non mi stancherò mai di dire che tenere la casa decentemente ordinata e mettere in mostra solo oggetti carini è tassativo. Non importante se la vecchia zia si potrebbe offendere se non vedo l’angelo di porcellana orrido che vi ha regalato al matrimonio. Il tuo benessere estetico è molto più importante.

deco_leahbartholomew_its_bright_and_warm deco_leahbartholomew_sea_dasies deco_leahbartholomew_electric_blue_day deco_leahbartholomew_cool_breeze deco_leahbartholomew_autumn_is_here deco_leahbartholomew_i_think_of_youdeco_leahbartholomew_cunvejoi_plantsdeco_leahbartholomew_mural_kids

The post Le stampe di Leah Bartholomew appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Sulle panche di Torafu Architects e su quello che la gente sostiene con il proprio voto

Pubblicato da blog ospite in +deco, Design

La gente sembra essere sorpresa ma io non lo sono.

Il fatto che gli Americani abbiano votato Trump e che la Gran Bretagna abbia votato di lasciare l’Europa mi preoccupa ma non mi ha stupito.

La gente ha coscientemente votato per un paese più individualista e nazionalista. In un periodo in cui le responsabilità che i paesi capitalistici hanno avuto in aizzare o creare conflitti e atrocità in giro per il mondo stanno venendo a galla, molta gente ha deciso, con il proprio voto, di affermare una tendenza.

Hanno ammesso che non vogliono o possono prendersi la responsabilità delle sorti del mondo, che preferiscono concentrarsi su stessi, sostenere una politica più chiusa e se possibile pretendere che quello che succede altrove non li riguarda. Troppo è il peso di quello che i cittadini non sanno neanche di aver fatto, troppo è il pesa della politica passata.

Oltretutto questi risultati evidenziano il fatto che la gente vede gli immigrati come una minaccia alla propria stabilità e alla propria posizione all’interno della società.

Spero che i nostri governi e noi stessi, abitanti dei paesi capitalistici, saremo capaci di trovare il modo di costruire una società più sostenibile per noi stessi e per i paesi più poveri.

Vi lascio con questi pensieri e con, a supporto, le panche Dozo di  Torafu Architects.

Fatte in legno di cedro rosso e acciaio, queste panchine incorporano un bastone da passeggio. La linea essenziale della seduta è resa più poetica dall’aggiunta di un elemento inusuale, il bastone, che funge anche da supporto nell’alzarsi.

Bellissima!
deco_torafu-architects-dozo-bench

deco_torafu-architects-dozo-bench-1

deco_torafu-architects-dozo-bench_1 deco_torafu-architects-dozo-bench-3jpg

deco_torafu-architects-dozo-bench-4

 

 

The post Sulle panche di Torafu Architects e su quello che la gente sostiene con il proprio voto appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Maud Interiors

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor

Oggi è festa e moltissima gente ha fatto ponte e si è presa una pausa di 4 giorni (in Gran Bretagna le festività, in inglese le ‘bank holidays’, sono sempre di lunedì ed il giorno ovviamente cambia ogni anno; non hanno per questo la possibilità di fare ponte ma neanche il rischio che la festività cada di domenica).

A Roma questo weekend è stato forse l’ultimo tributo all’estate, con temperature miti e un cielo di un blu accecante

In questo periodo, la mia divisa è maglione e una grande sciarpa; ho una collezione di scialli di fatti ed i miei preferiti sono o quelli in tartan o quelli fatti a mano e presi in giro per il mondo. Non viaggio mai senza averne uno in borsa, mi salvano dall’aria condizionata all’aeroporto, fungono da ulteriore copertura se fa freddo o mi permettono di lasciare in albergo la giacca se la temperatura sale.

Amo le trame ed i colori dei tessuti asiatici, africani. Se sei daccordo con me, dai un’occhiata al sito di Maud Interiors. Nicola Paisley, la fondatrice, sembra avere uno dei più bei lavori possibili, girare il mondo per scovare bellissimi artefatti da vendere.

Dopo il lavoro di scrittrice di una colonna in un quotidiano di Carrie Bradshaw nella serie Sex & The City, viaggiare in cerca di tessuti ed arredi interessanti è senza dubbio l’impiego che vorrei.

Adoro la coperta marocchina da matrimonio color crema con lustrini, è uno di quei complementi che troverà sempre un posto a casa tua.

deco_maud-interiors-namibian-collection

deco_maud_interiors

deco_patchwork-cushion-jasmina-maud-interiors

deco_berber-basket-collection-maud-interiors

deco_contemporary-bedroom

deco_kilim-pouf-mounia-maud-interiorsdeco_stylingformaudinteriors-hannahbullivant

deco_ahem-maud-interiors

The post Maud Interiors appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

L’autunno vicino a Roma

Pubblicato da blog ospite in +deco

Ieri siamo andati a fare una passeggiata in un posto che ha riempito il mio cuore di bellezza, la valle di Caldara a Manziana, 50 minuti in macchina da Roma.

Vivere in Italia a volte è difficile: il paese sta attraversando una lunga e difficile crisi economica, migliaia di rifugiati sbarcano sulle nostre coste quasi ogni giorno o perdono la vita nei nostri mari mentre l’Europa nicchia; per non parlare dei terremoti che scuotono le viscere della nostra terra, l’ultimo dei quali, potentissimo, ha fatto nascondere sotto un tavolo pure noi abitanti di Roma.

Grazie al cielo la bellezza del paese controbilancia tutte le cose che stanno minando l’Italia.

Adoro i colori dell’autunno quando incorniciati dal cielo cristallino come in queste foto che ho fatto ieri e che non potevo non condividere con voi.

P.S: Se decidete di visitare Caldara, allungatevi poi per pranzo a Campagnano di Roma da Iotto, una piccola gemma di ristorante che vi lascerà con il sorriso sul volto.

deco_autumn_caldara_manziana_4

deco_autumn_caldara_manziana_3

deco_autumn_caldara_manziana_7

deco_autumn_caldara_manziana_2

deco_autumn_caldara_manziana_10

The post L’autunno vicino a Roma appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Lo studio di Stella Jean

Pubblicato da blog ospite in +deco, Interiors

Alcuni di voi si ricorderanno che due anni fa ho scritto un post intitolato I ♥♥♥ Stella Jean. Beh, mi piace ancora molto il suo lavoro e tutte le volte che ricevo un invito ad un matrimonio penso che il look perfetto per me sarebbe una camicia da uomo e una gonna d’ispirazione africana, ovvero il più iconico outfit di  Stella Jean (vedi la foto di lei con il ‘mio’ outfit qui di seguito).

Qualche mese fa ho conosciuto una giovane donna di talento, Giulia Bertuletti, che lavora come video-maker, regista e fotografa (dai un’occhiata al suo Vimeo) e mi ha fatto vedere le fotografie sottostanti che ha scattato nello studio di Stella Jean a Roma per Marie Claire Corea.

Visto che recentemente sto sviluppando un interesse ossessivo per gli spazi lavoratori di persone creative, ho deciso di chiederle se potevo pubblicare le foto sul mio blog ed eccole qui.

Oggi ho visitato un altro interessante studio d’artista (Gaetano Zampogna) e se riesco tornerò a fare qualche altra foto (ne puoi intanto vedere qualcuna sul mio Instagram).

Inoltre a breve pubblicherò le foto dello studio super-creativo di Davide Dormino. Rimanete sintonizzati per un valanga d’ispirazione!

stella jean, giulia bertuletti fotografia, fashion, moda, studio d'artista,tessuti africani

stella jean, giulia bertuletti fotografia, fashion, moda, studio d'artista,tessuti africani stella jean, giulia bertuletti fotografia, fashion, moda, studio d'artista,tessuti africani

stella jean, giulia bertuletti fotografia, fashion, moda, studio d'artista,tessuti africani

stella jean, giulia bertuletti fotografia, fashion, moda, studio d'artista,tessuti africani

stella jean, giulia bertuletti fotografia, fashion, moda, studio d'artista,tessuti africani

stella jean, giulia bertuletti fotografia, fashion, moda, studio d'artista,tessuti africanistella jean, giulia bertuletti fotografia, fashion, moda, studio d'artista,tessuti africani

The post Lo studio di Stella Jean appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

L’arte negli uffici di Facebook

Pubblicato da blog ospite in +deco, Idee

Mark Zuckerberg – l’uomo responsabile della più diffusa droga dei giorni nostri, Facebook– ha appena pubblicato (su Facebook, va da sè) delle foto scattate nei suoi uffici sparsi in giro per l’America con delle interessanti opere artistiche. Sono le immagini dei suoi pezzi preferiti opera di  artisti emergenti in-residenza (a cui quindi si fornisce vitto e alloggio) chiamati ad riempire i muri degli spazi lavorativi dei colossi americani con la loro creatività.

FB ha anche uno studio di stampa e un workshop chiamato Facebook Analog Research Laboratory “dove gruppi di dipendenti possono rilassarsi durante una pausa e disegnare qualcosa o fare una stampa da attaccare al muro”. Un esempio di questo canale creativo sono le piccole tele nella seconda foto dall’alto, fatte per l’appunto da alcuni dipendenti.

Per  Mark Zuckerberg è un efficace modo di socializzare e sentirsi parte di un progetto in continua evoluzione e io sono perfettamente daccordo; anzi vi dirò di più, se potessi me lo prenderei pure io  un artista in-residenza (con stamperia).

Facebook uffci, arte,artisti in residenza, facebook analog research laboratory

Facebook uffci, arte,artisti in residenza, facebook analog research laboratory

Facebook uffci, arte,artisti in residenza, facebook analog research laboratory

Facebook uffci, arte,artisti in residenza, facebook analog research laboratory

Facebook uffici, arte,artisti in residenza, facebook analog research laboratory

Facebook uffici, arte,artisti in residenza, facebook analog research laboratory

Facebook uffici, arte,artisti in residenza, facebook analog research laboratory

Facebook uffici, arte,artisti in residenza, facebook analog research laboratory

The post L’arte negli uffici di Facebook appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

L’autunno e le carte da parati Rockett St George

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor

L’autunno è finalmente arrivato, i piumoni sono di nuovo sui letti, le foglie stanno diventando gialle e alcuni fanatici stanno già preparando le decorazioni natalizie.

Ho una terribile tosse, da settimane ormai. Non mi ricordo più come si sta senza tossire. I miei polmoni e la mia gola mi fanno male costantemente e la mia voce è molto più bassa del normale.

Devo dire che è in buona parte colpa mia perché non prendo medicine se non quando generalmente è troppo tardi e non mi riguardo; quando sono malata, non mi riposo, cosa che sembra essere altamente consigliata in casi del genere.

Non vedo l’ora di tornare a sentirmi normale e di poter godere a pieno di una delle mie stagioni preferite, l’autunno.

Ho notato che la gente torna dalla vacanze con l’intenzione di risparmiare e la voglia di cambiare il look delle casa, due concetti difficilmente conciliabili.

Se anche tu hai voglia di rinnovare l’aspetto della tua abitazione e credi al fattore wow anche se un pò più costoso, dai un’occhiata a queste meravigliose carte da parati di Rockett St George

Quelle che ho scelto sono molto d’impatto per cui vi consiglio di utilizzarle in spazi piccoli (un piccolo bagno o ingresso, sui muri o sul soffitto), incorniciate come un quadri sopra un letto o su una parete o porzione di una parete.

Rockett St George, un  emporio online inglese di cose per la casa, propone anche arredi, accessori, luci, tessili e tappeti.

Rockett St George mette insieme alcuni dei prodotti più innovativi dei designers più promettenti. Ad esempio la prima carta da parati dall’alto (L’Afrique) e la quarta (Alt Deutsch) sono disegnate da Studio Job.

La seconda con i pesci che mi piace moltissimo, (Fishes In Geometrics)è di Florant Bodart e quella floreale sul fondo nero (Jellyfish) in bagno è di 17 Patterns.

Sono sicura che ne troverete almeno altre quattro o cinque che vi piacciono sul sito, vale la pena dare un’occhiata. Fatemi sapere quale preferite!

studio_job_nlxl_archives_wallpaper_collection_-_l_afrique2

deco_fishesingeometrics-wallpaper

deco_rockett_st_george_jellyfish_wallpaper

deco_studio_job_nlxl_archives_wallpaper_collection_-_labyrinth

deco_studio_job_nlxl_wallpaper_1

tileob-xtra

 

The post L’autunno e le carte da parati Rockett St George appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Il negozio vintage Mercurio & C

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor

Quando sono entrata nel negozio vintage Mercurio & C a Palermo (trovato per caso come la collezione di maioliche), non ci potevo credere.

Mi sono sentita come una ragazzina in un negozio di caramelle. Mercurio è pieno dei più bei vestiti e accessori vintage che abbia mai visto e la scelta è spettacolare.

Posso dire senza esitazioni che lavorare come blogger mi ha salvato dalla bancarotta, l’unico modo in cui sono riuscita a non cadere nella tentazione di comprare decine di pezzi è stato nascondermi dietro alla macchina fotografica e concentrarmi a scattare le fotografie che potete vedere qui sotto (impresa non semplice, dovrei girare con un cavalletto).

Mercurio & C era un negozio di gioielli  aperto dagli inizi del secolo scorso in Via Vittorio Emanuele al centro di Palermo.

Conserva ancora gli arredi originali e le cassaforti dove venivano custoditi i gioielli.

Uno spazio così affascinante è la dimora perfetta per una collezione vintage tanto sofisticata non a caso hai la sensazione che tutto dentro Mercurio & C– le mura, gli arredi, le borse, i vestiti, gli oggetti- abbia una storia da raccontare.

Nelle due sale al piano di sopra, ti senti come in uno showroom privato. Mi piacerebbe portare qui le mie amiche inglese e passarci il pomeriggio facendo shopping e bevendo champagne da un bicchiere anni va.

Senza dubbio questa è la mia idea di divertimento.

(Tornando al sodo, che numero sono quei meravigliosi zoccoli nella foto coi dischi qui sotto?)

 

mercurio, vestiti vintage, vintage, palermo

mercurio, vestiti vintage, vintage, palermo

mercurio, vestiti vintage, vintage, palermo

mercurio, vestiti vintage, vintage, palermo

mercurio, vestiti vintage, vintage, palermo

 

 

deco_mercurio_vintage_shop_02

dsc_0102

dsc_0083

mercurio, vestiti vintage, vintage, palermo

mercurio, vestiti vintage, vintage, palermo

mercurio, vintage clothes, vintage, palermo

mercurio, vestiti vintage, vintage, palermo

The post Il negozio vintage Mercurio & C appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 




Torna su