Nell’Essenziale






 
 
 

Cuscini per cucina open space in muratura

Pubblicato da blog ospite in Decor, Nell'Essenziale
Cuscini per cucina open space in muratura

E’ da un po di giorni che medito su quale modello scegliere  per i copri sedia o cuscini per cucina open space in muratura. La cucina è in ambiente aperto con salotto, al momento il tavolo ancora non c’è, ma c’è un’isola che adoro! … Ed  il dubbio su quali cuscini segliere per la mia cucina rimane! So che posso sempre cambiarli, modificarli o rifarli, ma non riesco a decidermi sui colori.

Cuscini per cucina open space in muratura

Sgabelli con cuscini per cucina open space in muratura

Questi che vedete in foto sono stupendi, ma non sono per la mia cucina! Sono partiti qualche giorno fa e sono stati realizzati su misura per delle sedie modello Viennese. Per i miei sgabelli da isola continuo a pensare di utilizzare solo tessuto bianco (in puro cotone) per dare più luce. Infatti, nonostante nella stanza ci siano 4 finestre, il pavimento scuro, il muro in pietra e la muratura della cucina color cappuccino tendono a scurire molto l’ambiente. Con tutti i tessuti bianchi vorrei illuminare maggiormente la stanza.

sgabelli con Cuscini per cucina open space

Sgabelli per la mia cucina open space Zappalorto in muratura

Gli sgabelli dell’isola sono color avorio, e con il nocciola starebbero davvero bene, ma nel complesso la stanza sembra più scura. Il bianco dovrebbe illuminare il tutto!

sgabelli cucina open space zappalorto

Quali cuscini mettere in una cucina open space in muratura?

Ti ho già parlato del modello di questi cuscini per sedie in stile romantico in questo post:

Cuscini per sedie in stile romantico

Questi cuscini del precedente post erano per una cameretta, ma il modello si presta benissimo per degli sgabelli inseriti in un contesto tra shabby e country chic. La mia cucina infatti è una unione tra stile country e shabby. Il country è molto soft e non eccessivo e si sposa benissimo con le sfumature shabby che ho voluto riportare. La balza lunga a pois ed i fiocchi in tessuto rustico addolciscono lo stile country e fanno da ponte tra la muratura più rustica ed il divano più shabby.

Direi che sono quasi convinta, ma si sa … il calzolaio va sempre con le scarpe rotte.. e chissà quando realizzerà i cuscini per me!

Se i miei cuscini ti piacciono puoi prenotarli sul mio Etsy in tutti i colori e misure che desideri. A breve potrai anche comprare il cartamodello per realizzarli da sola.

Oggi ti ho raccontato tutto e… non so se hai notato i fiori di cotone che ho messo sulla mensola di fianco alla cappa! non sono stupendi??

Ciao

A prestissimo

Rosa

 

 

L’articolo Cuscini per cucina open space in muratura sembra essere il primo su Nell’Essenziale.

Tags:

 
 

Il mio tappeto shabby rotondo scendiletto

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale

Nella mia lista di oggetti mai avuti e a cui non potevo rinunciare c’è il mio tappeto shabby rotondo. Ho sempre pensato che prima o poi ne avrei avuto uno da usare come tappeto scendiletto.

Il mio tappeto shabby scendiletto

Il tappeto scendiletto è un tappeto presente ai piedi del letto che protegge i nostri piedi dal pavimento freddo. Cio’ soprattutto nella stagione invernale.  Ormai si sa che pur lavando spesso la casa il pavimento non è  mai perfettamente pulito. Ed il tappeto scendiletto regolarmente lavato o pulito ci protegge anche da germi e batteri che si annidano sul pavimento.

Il mio tappeto shabby rotondo scendiletto

Il mio tappeto rotondo rigorosamente in stile shabby è in 100% lana di pecora, in colore naturale. Nessuna tintura è stata effettuata su questo tappeto. Mi è stato regalato ed arriva direttamente dal Marocco. E’ un tappeto Berbero Beni Ourain.

Il mio tappeto shabby rotondo Beni Ourain

Gli antichi e tradizionali tappeti berberi venivano realizzati da tribù Beni Ourain. Queste tribù Berbere erano originarie del Medio Atlante del Marocco. I colori di questi tappeti variano dall’avorio al beige ed hanno disegni geometrici con vari significati. Ogni tappeto è realizzato da una o piu donne diverse, e nelle geometrie dei disegni è rappresentata parte della loro vita e della loro spiritualità.

scendiletto shabby rotondo

Il mio tappeto proviene dalla collezione di tappeti Berberi Beni Ourain di Sukhi e mi è stato regalato, la donna che lo ha realizzato si chiama Mkelthoum. Vedere il bigliettino con il suo nome mi ha emozionata! Mi ha colpito davvero sapere il suo nome. I tappeti Sukhi sono fatti interamente a mano e sono realizzati su ordinazione con materiali di alta qualità.

tappeto scendiletto shabby

 

Il mio dubbio su questi tappeti a pelo lungo era la pulizia, la cosa che temevo di più era la perdita di pelo durante  il lavaggio. Infatti la prima cosa che ho fatto quando mi è stato consegnato è stata scrivere all’assistenza e chiedere informazioni su come pulirlo. Devo dire che pulirlo non è difficile e sul sito ci sono tutte le istruzioni necessarie per igienizzarlo alla perfezione.

Il mio tappeto rotondo come sfondo delle mie foto shabby

Un’altro motivo per cui desideravo uno di questi tappeti pelosi è quello di utilizzarlo come sfondo per le  foto delle mie creazioni. Alcuni soggetti che creo non riesco a fotografarli da nessuna parte… e guardate un po le mie bamboline Tilda che belle che sono fotografate su questo morbido tappeto shabby!!

scendiletto shabby

Ragazze che dire! vi consiglio acquisti creativi e orientati per più utilizzi! Io infatti penso sempre al lato creativo di ogni oggetto!

Ora vi saluto e vi auguro BUONA creatività!!!

 

L’articolo Il mio tappeto shabby rotondo scendiletto sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

Come fare una merenda equilibrata

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale
merenda equilibrata

La mia merenda ideale equilibrata non è mai fissa, varia con le stagioni e con il variare dell’umore. Oggi ti parlo di come fare una merenda equilibrata realizzata in modo da essere light e nutritiva allo stesso tempo!

Come fare una merenda equilibrata

Ogni merenda deve fornire circa il 10 % delle calorie totali giornaliere, quindi un bimbo che consuma tra le 1500 e le 2000 kcal in tutta la giornata dovrebbe fare una merenda di circa 150 – 200 calorie.

Mangiare poco e spesso è davvero molto importate non solo per i bimbi ma anche per noi adulti. Questo perchè i piccoli pasti durante la giornata contribuiscono a fornire la giusta quantità di energia e nutrienti senza appesantire l’organismo.

Piccoli pasti inoltre forniscono senso di sazietà, in questo modo sia il bambino che l’adulto gestiscono meglio l’insorgere del senso di fame.

Inoltre merenda e spuntino contribuiscono anche a stabilizzare l’umore. Questo perchè il digiuno prolungato causa un’innalzamento dell’ormone dello stress che, oltre ad essere dannoso per il nostro organismo ci porta a preferire cibi grassi e ricchi di zuccheri rispetto a cibi proteici e salutari.

 

Cinque pasti al giorno per una vita equilibrata

E’ stato scientificamente dimostrato che cinque pasti al giorno ben distribuiti migliorano il nostro stato di salute e di resa.

merenda equilibrata

Questi pasti sono:

  1. prima colazione
  2. spuntino a metà mattina
  3. pranzo
  4. merenda pomeridiana
  5. cena

Una merenda equilibrata dovrebbe fornire in media tra le 150 e le 200 kcal suddivise in

  • 50% da carboidrati
  • 15-20% da proteine
  • 30-35% da grassi

Io cerco di mantenere queste proporzioni per la mia merenda sana equilibrata.

Come fare una merenda equilibrata: un esempio

Oggi vi parlo di  una pratica confezione monodose che permette di fare una merenda nutrizionalmente completa e leggera. La merenda è realizzata da Parmareggio che l’ha realizzata  in collaborazione con un esperto di alimentazione e nutrizione. Ciò al fine di  garantire il corretto apporto nutrizionale durante la merenda per ogni fascia di età.

Davvero utile è il confezionamento in vaschetta monodose che permette di portare il pasto in borsa e di mangiarlo quando se ne ha voglia!

Come fare una merenda equilibrata

Dal 21 gennaio 2018 l’ABC della merenda dolce è in tv con la promozione ‘A spasso nel tempo’ grazie alla quale è possibile trovare in ogni confezione una ‘pallina rimbalzina’ dei Topolini in giro per il mondo.

Link utili su come fare una merenda equilibrata:

  1. Pagina Facebook con tutte le rubriche, ricette, nuovi prodotti, giochi e iniziative …
  2. Alcuni consigli del nutrizionista per una dieta equilibrata.
  3. Info generali sui prodotti.
  4. Combinazioni disponibili di gusti e prodotti.

Ora ti lascio al video dello spot ed al pdf con i miei consigli per invogliare il tuo cucciolo a fare una merenda sana!

Pe oggi è tutto

Rosa

 

L’articolo Come fare una merenda equilibrata sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

Come fare un cuscino per San Valentino

Pubblicato da blog ospite in Decor, Nell'Essenziale
Come fare un cuscino per San Valentino

Ormai a San Valentino è quasi d’obbligo regalare cuori … ma ci sono cuori e cuori… oggi ti mostro come fare un cuscino per San Valentino con un cuore in rilievo!

Il cuscino che realizzerai da sola è senza cerniera ed è coordinato al cuscino termico a forma di cuore di troppotogo! insieme sono meravigliosi ed io me ne sono davvero innamorata!

Con questi cuscini la tua casa, ma soprattutto la tua camera da letto sarà davvero romantica!

Come fare un cuscino per San Valentino

Il regalo perfetto per San Valentino: i cuori

Si narra che San Valentino fu il primo religioso che celebrò l’unione tra una giovane cristiana ed un legionario pagano e per questo è fu considerato il patrono degli innamorati. E cosa c’è di meglio di un cuore realizzato con le proprie mani per festeggiare questo evento?

Allora cosa aspetti? ecco di seguito i materiali che ti saranno necessari!

tutorial cuscino con cuore

Materiale occorrente per realizzare un cuscino senza cerniera

  • 70x180cm di tessuto bianco
  • 40x30cm di tessuto rosso
  • Imbottitura piatta 20 x 30cm
  • Interno Cuscino 40x40cm
  • 35 cm di nastro rosso .
  • Macchina da cucire.
  • Ago, filo trasparente,filo bianco, mulinè bianco, spilli, forbici.

Tutorial su come fare un cuscino per San Valentino

Step 1 su come fare un cuscino per San Valentino

Stampare il cartamodello del cuore e Tagliare tutti i tessuti.

Tessuto bianco:

  • una sezione 42×42
  • due sezioni 42×30
  • una sezione 180×20

Tessuto rosso:

  • due sezioni 20×30

Immbottitura piatta

  • una sezione 20 x30

Step 2 su come fare un cuscino per San Valentino

Disegnare il cartamodello del cuore sul tessuto rosso. Posiziona dritto su dritto le due sezioni di tessuto, inserire come ultimo strato l’imbottitura piatta e cucire lungo il disegno del cartamodello. Tagliare la stoffa in eccesso, realizzare un taglio nella parte centrale del cuore e dei taglietti sulle zone curve. Rivoltare il cuore sul diritto tramite il taglio fatto sulla parte centrale.

Come fare il cuore da applicare

Step 3 su come realizzare un cuscino per San Valentino

Posizionare il cuore sul tessuto bianco 42x42cm e cucirne il bordo con un punto a zig zag utilizzando il filo trasparente.

Come fare l'applique su un cuscino

Step 4

Piegare in due il tessuto bianco 180x20cm, stirarlo e pieghettarlo per realizzare la balza. Puoi pieghettare con il piedino pieghettatore, o realizzare le pieghe a mano. Chiudi la fascia su se stessa ed applica la balza intorno al quadrato con il cuore applicato spillando bene il tutto.

Come fare un cuscino con cuore

Step 5

Realizzare un orlo do 0,5cm sui tessuti bianchi 42x30cm e posizionarli dritto su dritto sopra il tessuto quadrato con il cuore. Spillare bene e cucire tutto intorno lasciando un margine di1 cm. Togliere gli spilli e rivoltare.

Come fare un cuscino senza cerniera

Step 6

Realizzare un fiocco con il nastro e cucirlo con qualche punto nell’angolo in alto a destra. Realizzare un punto filza intorno al perimetro interno del cuore.

Come fare un cuscino con fiocco

 

Il cuscino per San Valentino, senza cerniera e con cuore in applique è pronto per ornare la tua casa!

E tu hai iniziato a pensare a cosa regalerai o vorresti ricevere come regalo di San Valentino?

A questo proposito ti segnalo il fantastico contest di Troppotogo!

Partecipare al contest  è semplice, ti basta fare una foto, anche un selfie, con il biglietto scaricabile dal blog di Troppotogo. Infine dovrai condividere la foto sui social con l’hastag #sanvalentinotroppotogo. Puoi vincere un buono per i tuoi regali! Maggiori dettagli del contest li troverai nel post.

Con questo Post su come fare un cuscino per San Valentino partecipo alla raccolta di progetti per San Valentino di Troppotogo, ecco di seguito la rivista online!

Per oggi è tutto!

Infine ti invito a realizzare questo cuscino e ti saluto aspettando un parere sul mio progetto romantico!

Rosa

L’articolo Come fare un cuscino per San Valentino sembra essere il primo su Nell’Essenziale.

Tags: ,

 
 

Come fare uno strofinaccio con balza

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale
Come fare uno strofinaccio con balza e cuori

Lo strofinaccio è uno straccio usato in cucina per asciugare i piatti o per spolverare durante le pulizie domestiche.  Sono oggetti utilissimi! Per san Valentino ho deciso di mostrarvi come fare uno strofinaccio con balza e cuori per rendere la cucina super romantica e a tema per questo giorno!

Come fare uno strofinaccio con balza e cuori a tema San Valentino

Come fare uno strofinaccio con balza e cuori

 Materiale occorrente

  1. Tessuto a nido d’ape 54×74.
  2. Cotone a rige bianco e rosso 12x100cm.
  3. Tessuto rosso con cuori bianchi 12x52cm.
  4. Ago, filo, spilli, macchina da cucire.

Tutorial su come fare uno strofinaccio con balza e cuori a tema San Valentino!

Prendi il tessuto a nido d’ape e realizza l’orlo di 1cm sui due lati lunghi e su solo 1 lato corto da 54cm.

Scegli solo nido d’ape 100% cotone ed in colori naturali o certificati. Lo strofinaccio verrà in contatto con piatti, pentole e posate e se i coloranti usati per la tintura non fossero di qualità potrebbero essere nocivi per la salute.

tutorial strofinaccio nido d'ape

Prendi la striscia di tessuto a cuori, fai una piega di 1cm su un lato lungo e su due lati corti. Posiziona la striscia a cuori sul tessuto a nido d’ape dritto su rovescio, in modo che le due parti non rifinite combacino. Spilla e cuci con la macchina da cucire.

Rovescia la striscia sul dritto del tessuto a nido d’ape e cuci tutto intorno.

Come fare uno strofinaccio a nido d'ape

Rifinisci la striscia a righe di 12 cm facendo un’orlo tutto intorno. Arriccia con piedino arricciatore a 2cm da uno dei due orli.

balza strofinaccio

Posiziona la balza sopra la fascia a cuori, spilla e cuci.

tutorial strofinaccio con balza

Lo strofinaccio per San Valentino è pronto!

banner strofinaccio con balza

 

Con questo tutorial partecipo all’iniziativa *Handmade Valentine 2018* del gruppo  The Creative Factory.

Vi invito tutte a visitare i progetti delle altre creative di questo meraviglioso team per scoprire cosa hanno creato per questo evento super romantico!

Ho realizzato altri tutorial per questo gruppo, sono tutti disponibili nella sezione dedicata al gruppo! se ne hai perso qualcuno corri a leggerlo!

Ciao
Rosa

L’articolo Come fare uno strofinaccio con balza sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

Cuscini per sedie in stile romantico

Pubblicato da blog ospite in Decor, Nell'Essenziale
Cuscini per sedie in stile romantico

Oggi ho cominciato a riflettere su quali cuscini scegliere per le sedie della mia cucina neo country. Come modello ho scelto questo con il quale ho realizzato tempo fa dei cuscini per sedie in stile romantico per una cameretta da sogno!

La mia cucina sarà uno stile misto, infatti ho scelto una Cucina Country di Zappalorto, in particolare “Sogno di Oggi“, nei colori bianco e cappuccino (ma di questo vi parlerò più avanti). Queste delicate cromie di colori neutri mi permetteranno di giocare in futuro con dettagli in colori più decisi. Per iniziare ho deciso di utilizzare per i tessuti il total white, per ora quindi solo bianco, forse nocciola (ma non credo).

Cuscini per sedie in stile romantico

Cuscini per sedie in stile romantico

Cuscini per sedie in stile romantico per una casa da sogno

Questi cuscini per sedie in stile romantico sono stati realizzati tempo fa per una stanza di una bimba, ma il modello mi è piaciuto talmente tanto che l’ho riadattato per la mia cucina. I cuscini hanno una base di tessuto panama robusta in tinta unita e dei volant bianchi a cuoricini. I fiocchi sono stati realizzati con tessuto rosso che ha cuoricini bianchi stampati. Tutto è in cotone.

Questo modello andrà per la maggiore quest’anno, perché oltre che adattabile ad ogni stanza e ad ogni sedia è estremamente personalizzabile nei colori.

Cuscini romantici per la mia casa

Il total white mi è sempre piaciuto, ma nella mia casa questo tipo di arredamento non sarebbe stato l’ideale per via dei molti elementi rustici scuri. Ho optato quindi per l’utilizzo di tessuti tutti bianchi alternati a dettagli amovibili, in modo da poter cambiare in base al periodo e all’umore. Immaginate che belli i dettagli rossi a Natale e Azzurri a Pasqua! o ancora in giallo arancio in estate e grigio in inverno! Ma come sapete il calzolaio va sempre con le scarpe rotte… chissà quando finirò… ma il durante sarà fantastico!

Cuscino per sedie in stile romantico

Cuscino per sedie in stile romantico

Ora care amiche vi invito a guardare tutti i cambiamenti che realizzerò nella mia casa da sogno neo country!

Questo è solo uno scorcio, ma prometto che presto arriverà la visione d’insieme!

L’articolo Cuscini per sedie in stile romantico sembra essere il primo su Nell’Essenziale.

Tags:

 
 

Libri da leggere – Stoner di John Williams

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale

Care amiche oggi in questo blog inauguro la sezione dei libri da leggere! Libri che mi hanno colpita, libri letti e libri che leggerò. Li troverete tutti nel tag apposito. Io comincio il mio anno di Libri da leggere con Stoner di John Williams. Ed ora vi spiego il perché.

libri da leggere stoner di John Williams

Libri da leggere: Stoner di John Williams

Dall’Epifania e per ogni sabato saranno in Edicola, con la Repubblica e l’Espresso 15 grandi casi editoriali, romanzi scritti nel 1900 e che sono stati riscoperti e apprezzati solo nel 2000! Sono così curiosa di leggerli e di scoprirne il contenuto! Purtroppo molti dei miei libri preferiti sono andati persi durante i miei traslochi. Soprattutto dopo il trasferimento a New York li ho persi quasi tutti… Ma nella mia nuova casa è prevista una bella libreria che comincerà proprio da questa collezione vista la convenienza del prezzo.

La mi collezione sarà piccola ma assortita. La novità è che ogni libro avrà la sua custodia, rigorosamente in stoffa e rigorosamente handmade. La prima sarà realizzata da Valeria Sapienza, lei abbinerà ad ogni libro un colore ed uno stile particolare.

La raccolta si chiama Novecento nel Duemila. La trovate sui social con questi hashtag:  #Duemila #Letteratura2000.

Il primo libro è Stoner di John Williams

Il primo libro da leggere della raccolta è un caso emblematico, quello di “Stoner” di John Williams, che inizialmente, nel 1965, non riscosse molto successo, vendette infatti solo duemila copie. Nel 2003 però è stato ripubblicato  dalla casa editrice statunitense, la “Vintage Classics” e poi nuovamente nel 2006 dal “New York Review of Books Classics”.

Grazie ai social network ed al passaparola è diventato ben presto un libro di successo ed  in Italia ha venduto piu di centomila copie.

Sono davvero curiosa di sapere che copertina realizzerà Valeria per questo primo libro! A me Stoner di John Williams inspira un po lo stile country.. colore non so ancora!

I prossimi libri da leggere assolutamente,  presenti nella raccolta sono:

  1. Israel Joshua Singer con “La famiglia Karnowski”
  2. Patrick Dennis  con “Zia Mame”
  3. Elisabeth Jane Howard con “Il lungo sguardo”
  4. Beppe Fenoglio  con “Una questione privata”
  5. Irene Némirovsky “Suite francese”

Amiche non perdete il prossimo post con la fantastica copertina handmade di Valeria!

Ciao

Rosa

L’articolo Libri da leggere – Stoner di John Williams sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

Come fare un guanto da forno

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale
come fare un guanto da forno imbottito

Care amiche oggi vi do il buongiorno con un tutorial che mi avete chiesto in tante! Il tutorial è  su come fare un guanto da forno imbottito e resistente alle alte temperature! Di conseguenza, per realizzarlo il mio consiglio è di utilizzare stoffe in cotone 100% tinto in filo e imbottiture di qualità. Il guanto, infatti, verrà in contatto con fonti di calore. Diversamente, tessuti acrilici di bassa qualità tenderebbero a sciogliersi emettendo sostanze nocive.

Comicio con l’elencarvi l’occorrente!

Materiale occorrente per realizzare il guanto:

  • Cartamodello su come fare un guanto da forno (scaricabile alla fine del post)
  • Cm 10 x 40 di Tessuto 1
  • Cm 6 x 25 di Tessuto 2
  • 2 x Cm 30 x 50 di Tessuto 3
  • 2x Cm 30 x 50 di  imbottitura ignifuga
  • 2 x Cm 30 x 50  di Imbottitura piatta
  • 2x Cm 30 x 50 imbottitura trapuntata
  • Fiori all’uncinetto
  • Macchina da cucire
  • Accessori vari come ago, filo, cutter, forbici, penna evanescente per tessuti

tutorial guanto da forno occorrente

 

Come fare un guanto da forno: procedura da seguire.

  1. Scaricare, stampare e tagliare il cartamodello (attenzione! le misure che ho scritto devono coincidere).
  2. Disegnare il cartamodello sulla stoffa 3 con la penna evanescente per tessuti.
  3. Ritagliare lasciando circa 1cm di stoffa intorno al disegno.

tutorial guanto da forno

4. Disporre le stoffe sul piano di lavoro una sopra l’altra partendo dall’imbottitura piatta. Quindi disporre sopra questa l’imbottitura ignifuga, e ancora uno strato di stoffa 3. Ed infine la stoffa sulla quale abbiamo disegnato e ritagliato il cartamodello.

tutorial guanto da forno 1

5. spillare e cucire lungo il disegno, ritagliare tutto il guanto ed effettuare con le forbici tante incisioni lungo tutte le curve del guanto.

6. Risvoltare.

tutorial guanto da forno 2

7. Disegnare il cartamodello sul retro del tessuto trapuntato, Posizionare dritto su dritto le due sezioni e cucire lungo il disegno.

8. Riragliare e NON risvoltare.

tutorial guanto da forno 3

9. Inserire il secondo guanto (composto da tessuto trapuntato) all’interno del primo (in stoffa e imbottitura) avendo cura di far combaciare bene le parti.

10. Tagliare la stoffa in eccesso.

 

come fare un guanto

11. Piegare il tessuto 1 in due parti uguali e stirarlo.

guanto da forno

12. Bloccare il tessuto appena stirato sul guanto come nella figura successiva. Quindi cucire, risvoltare verso l’interno e bloccare con qualche punto nascosto.

come fare un guanto da forno

13. Realizzare il gancio per appendere il guanto da forno: stirare il tessuto piegandolo in 4 per lungo. Ribattere lungo la piega. Ripiegare quindi le estremità come nella foto seguente e cucire nella parte interna del guanto.

come fare il gancio per il guanto da forno

 

14. Decorare il guanto da forno con i fiori realizzati all’uncinetto. Io ho utilizzato fiori in lana e nastro in ciniglia visto il tema invernale del momento! Comunque per  le realizzazioni all’uncinetto mi fornisco da Crochet Tatting & Co. by Ale, perché per l’uncinetto sono negata. Al link trovate il tutorial per realizzare le rose!

 

come fare un guanto da forno imbottito

Cartamodello per realizzare il guanto da forno:

Ecco il  cartamodello per realizzare il guanto. Stampalo assicurandoti che le misure coincidano.

Infine qualche consiglio in più per te:

  1. Per le prime realizzazioni utilizza del tessuto tinto in filo, in questo modo non rischierai di confondere il dritto con il rovescio del tessuto!
  2. Utilizza puro cotone di media pesantezza.
  3. Non utilizzare tessuti acrilici.

Con questo tutorial partecipo all’iniziativa “Handmade Winter 2018” del gruppo  The Creative Factory. Mi Raccomando di far visita alle altre crafter del team per scoprire cosa hanno realizzato per questo evento!

come fare un guanto da forno

L’articolo Come fare un guanto da forno sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

Copritermosifoni shabby chic

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale

Se desideri una casa in stile shabby i copritermosifoni shabby chic in tessuto sono complementi di arredo che non devono mancare nella tua casa. I Copritermosifoni shabby chic non solo utili a proteggere il calorifero dal depositarsi della polvere, ma anche a nascondere un brutto termosifone un po’ datato e a dargli un’aria chic. Potrai infatti coordinare il copricalorifero a tutti gli altri tessili della tua casa.

I copritermosifoni shabby chic sono realizzati su misura e sono completamente artigianali. Sono composti da tessuti di alta qualità in puro cotone o lino. Sono lavabili in lavatrice e non si rovinano nel tempo.

 

copritermosifoni shabby chic in stoffa

Cosa sono i copritermosifoni?

I copri termosifoni o chiamati anche copritermo, copricaloriferi, copriradiatori, sono complementi di arredo in tessuto solitamente posizionati sopra il termosifone. Il loro scopo è quello di impedire il depositarsi della polvere tra gli spazi del radiatore e contemporaneamente arredare.

Con questi elementi infatti è possibile arredare intere stanze coordinando tutti i tessuti. E’ possibile infatti coordinare i corpitermosifoni a tutti i coordinati cucina, ed alle tende.

Per i copritermosifoni che sceglierai puoi dar sfogo alla tua fantasia. E’ possibile infatti abbinarli ad altri complementi, chiederli nei colori più disparati e nelle forme che più si adattano all’arredamento della tua casa.

Copritermosifoni shabby chic artigianali

Quali tessuti scegliere per realizzare dei copritermosifoni shabby chic?

Puoi realizzare o far realizzare i copritermosifoni shabby chic in qualsiasi fantasia di tessuto, l’importante è che siano in puro cotone, lino o fibre naturali. Con la stagione invernale, infatti, il copritermosifone dovrà rimanere a contatto con una grossa e continua fonte di calore e le fibre sintetiche potrebbero danneggiarsi, sprigionare cattivi odori o sostanze nocive. Assicuratevi sempre che il tessuto sia di alta qualità!

Copritermosifone shabby

L’utilizzo di tessuti naturali per elementi decorativi sta sempre più prendendo piede nelle case Italiane, soprattutto in quelle case in cui i componenti tengono ad una vita green ed ecosostenibile.

 

Copritermosifone shabby in stoffa

I tessuti di questi copri termosifoni shabby chic sono cotone panama color ecrù con stampe floreali bianche. Il retro è tinta unita (100%cotone). Il Cuore pendente è in tessuto stampato. Il nastro da cui pende il cuore è in tessuto di puro cotone.

Copritermosifoni shabby chic fiocco

Copritermosifoni shabby chic cuori

Ora vi saluto e vi lascio l’indicazione di come lavare questi complementi d’arredo!

Come lavare i copritermosifoni shabby chic

Lavare a mano massimo a  40°C – Non candeggiare – Strizzare  delicatamente a mano- Asciugare disteso all’ombra – Stirare con vapore.

 

L’articolo Copritermosifoni shabby chic sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

Carta da parati neo country o shabby chic?

Pubblicato da blog ospite in Decor, Nell'Essenziale
Carta da parati neo country o shabby chic per la mia craft room

Ciao a tutte amiche, come sapete sono in fase di ristrutturazione e da un po mi sta frullando nella testa di utilizzare una carta da parati nella mia craft room. Ma ciò che non riesco a decidere è se utilizzare carta da parati neo country o shabby chic!

Navigando su questo sito di carte da parati mi sono imbattuta nella sezione carta da parati shabby chic e ne sono rimasta folgorata. Già immagino la parete libera della stanza destinata alle mie arti creative con carta di queste carte:

Carta da parati neo country o shabby chic per la mia craft room?

Ma quale di queste carte metterò? sono tutte fantastiche, colori tenui, il bianco e il tinta sabbia sono adorabili e calzano a pennello per i colori che ho scelto per mobili e armadio sottotetto (questa è una novità che presto vi mostrerò).

Carta da parati shabby chic Vintage

Questa carta da parati ha elementi barocchi beige su fondo shabby grigio variegato. E’ in tessuto TNT rivestita in vinile con effetto opaco e liscio. Il rivestimento in vinile rende la superficie della carta particolarmente restistente e facile da pulire. Inoltre questa caratteristica fa si che abbia un’alta resistenza alla luce diretta del sole. E’ lavabile, ha bassa infiammabilità ed è rimovibile. Le dimensioni sono di 53×100,5 cm. La grammatura è di  271 g/m2.

Carta da parati neo country o shabby chic per la mia craft room

Carta da parati shabby vintage con elementi barocchi

Carta da parati shabby chic a strisce con effetto legno invecchiato

Questa carta da parati sarebbe fantastica come set fotografico delle mie realizzazioni. E’ composta da un tessuto base in TNT con rivestimento in vinile che rende anche in questa carta la superficie fine ed opaca. Il design di vecchie tavole di legno ha sfumature beige grigiastro pallido, bianco, marrone e grigiastro. La grammatura è di 233 e le dimensioni sono 53×100,5 cm. Anche questa carta possiede un’alta resistenza alla luce del sole ed è lavabile. ha bassa infiammabilità ed è rimovibile.

carta da parati neo country effetto legno

Carta da parati a strisce effetto legno .

Carta da parati con crepe evidenti

E’ proprio vero che le cose vissute hanno una propria perfezione. Questa carta mostra un aspetto invecchiato incredibilmete reale. Le squame sembrano davvero sollevarsi per lasciar intravedere il colore scuro sottostante. Questa carta incarna il perfetto stile shabby tanto ricercato da  Rachel Ashwell fin dagli anni ’80. Il design segnato dalle intemperie ha sfumature che partono dal grigio brunastro per arrivare al bianco, passando per il  marrone. La grammatura è  232 e le dimensioni sono 53×100,5cm. E’ composta da un tessuto in TNT rivestito in vinile che rende la superficie fine ed opaca.

Carta da parati shabby damascata

Questa carta da parati come le precedenti è realizzata in tessuto in TNT rivestito in vinile. Il design di vecchie tavole di legno ha sovraimpressionato un’elegante motivo damascato che la rende romantica e fine. Le dimensioni di queasta tipologia di carta sono  53×100,5 cm. La grammatura è di 229 g/m2.

Tutte queste carte da parati hanno un rapporto sfalsato e sono rimovibili possono quindi essere rimosse senza essere bagnate e senza lasciare alcuna traccia. Per mantenere questa caratteristica è necessario che la colla usata sia quella consigliata dal fornitore.

Ma ora il mio dubbio è per la mia craft room è meglio una carta da parati neo country o shabby chic? E quale??

Voi quale mi consigliate? nei prossimi giorni i lavori saranno terminati ed io potrò mostrarvi le prime foto. Le troverete nella sezione La mia casa.  A questo punto non potrete sottrarvi ad un consiglio!

 

Un bacio

Rosa

L’articolo Carta da parati neo country o shabby chic? sembra essere il primo su Nell’Essenziale.

Tags:

 
 




Torna su