Un appartamento di charme a Roma

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq

Un progetto di restauro e ristrutturazione improntato sul recupero di un appartamento nel cuore del centro storico di Roma, situato in un palazzo del ‘600.

Il recupero architettonico è stato studiato con lo scopo di mantenere vivo il fascino antico della struttura in legno dei soffitti, delle pareti portanti realizzate in pietra ma soprattutto riportare alla luce gli affreschi del ‘600ritrovati nel corso della fase di pulizia delle vecchie vernici applicate sulle pareti.

Il progetto ha inoltre rivisto il vecchio lay out dell’intero appartamento, prevedendo in 90mq: 2 camere da letto con bagni e cabina armadio annessi, un piccolo bagno per gli ospiti, un ampio living e una cucina-pranzo annessa al living attraverso un varco esistente.

Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq

Restauro, eleganza e scelte architettoniche, rendono vive ancora oggi le pareti affrescate che affacciano direttamente sulla storica e affascinante via Sistina.
I materiali utilizzati nel restyling richiamano i materiali di un tempo, ad esempio la quercia naturale scelta per i pavimenti con trattamento ad olio, inoltre, all’interno delle pavimentazioni del living sono stati progettati due inserti a tappeto colorati, con le marmette antiche a richiamo di quelle esistenti ritrovate durante i lavori e riutilizzate solo in parte.
Le linee essenziali e la luce studiata nel dettaglio illuminano e animano tutti gli elementi storici amalgamati con i nuovi interventi della ristrutturazione, rendendo ancor più ricercato il design del restyling.

Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Progetto di restauro e ristrutturazione di un appartamento di 90mq
Grazie allo studio della luce, la scelta dei colori, il restauro e la scelta dei materiali, l’appartamento è stato completamente rinnovato, risultando accogliente e ricco di charme.


Progetto Architetto Serena Romanò 
Fotografie Vincenzo Giglio


Tags:

 
 

Un loft a doppia altezza

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors
Questo loft si sviluppa su una doppia altezza che moltiplica gli spazi quasi all’infinito; dotato di un fascino industriale, grazie al tetto di legno a vista, si snoda in spazi ampi e luminosi, dove non mancano numerosi spunti d’ispirazione.

A double height loft

This loft develops on a double height that multiplies the spaces almost infinitely; equipped with an industrial charm, thanks to its exposed wooden roof, winds in spacious and bright spaces, where there are many inspirational insights.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

La casa di Chiara| Storia di luce, libri e balene

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Picsilli

 Non posso fare a meno dei libri di illustrazione, adoro le loro storie i loro disegni e le copertine, mi piace lasciarli in giro per casa come oggetti di arredamento, sono una continua fonte di ispirazione

Lei si chiama Chiara e sparpaglia libri per casa perchè è una designer e illustratrice, appassionata di cartoni animati, balene e mondi acquatici.  Vive a Bruxelles ed ha sempre avuto ammirazione per chi ha il coraggio di lasciare tutto e cogliere la sfida di rifarsi una vita altrove. 

Si è trasferita nella capitale belga con il suo ragazzo e vive in una di quelle tipiche maison bruxelloise en enfilade, che si chiamano così perchè tutti i locali sono disposti in fila senza porte che li separano, fatta eccezione per la camera da letto.

Ricordo una battuta del mio ragazzo appena vide la casa “ma qui ci possiamo addirittura correre!

Una casa scelta per la voglia di spazio e di luce, caratteristiche che mancavano alla casa che abitava a Milano, seppur fosse una di quelle adorabili case di ringhiera milanesi. 

Quando ho visto le finestre ampie ho pensato subito che fosse lei la casa giusta. Le mie piante prima erano tristi e crescevano con difficoltà. Qui invece anche in una giornata nuvolosa la casa è molto luminosa.

Ad ampliare la luminosità, oltre che alle finestre, ci sono i soffitti alti che Chiara ama tanto quanto i camini di marmo presenti in ogni stanza. Per lei sono elementi di arredo molto eleganti che sono rimasti e nonostante siano stati murati in precedenza ha sfruttato per disporci mensole piene di libri, ovviamente.

Questi camini sono presenti in ogni stanza e lasciano due spazi ai lati creando due nicchie, l’impresa è stata quella di riuscire a trovare mobili che avessero misure uguali agli spazi da riempire.

Questa maison ha anche una stanza dedicata al pranzo, quasi inusuale per le nostre abitudini odierne:

All’inizio quando guardavo gli annunci delle case e leggevo “salle à manger” (sala da pranzo) ridevo. In Italia in genere non viene dedicata una stanza solo per mangiarci, mentre qui in Belgio a quanto pare è molto comune avere la sala da pranzo a parte (specie nelle case vecchie) e quando lo raccontavo all’inizio ai miei amici mi sentivo molto aristocratica a possederne una.

Per quanto riguarda l’arredamento in generale, invece, Chiara aveva idee precise e un motto:

…più piante e meno mobili.

Per quanto riguarda le piante il piano è stato rispettato, abbiamo fatto della sala una piccola giungla.” Gli ultimi che si sono aggiunti alla cerchia dei green friends sono stati un filodendro gigante e un piccolo banano che ho piazzato per il momento davanti alla finestra in modo da fargli prendere più luce possibile.


Complice il fatto che a Bruxelles ci sono molti posti dove è possibile acquistare piante e fiori di ogni tipo. Ad esempio il marché du Midi rimane uno dei suoi posti preferiti dove passare la domenica.

Oltre alla scelta di essere circondata da piante, Chiara ha scelto di avere ambienti dove il bianco la fa da padrone. Lavora in prevalenza da casa e il bianco ha su di lei un effetto rilassante e le permette di concentrarsi.

Durante il trasloco sono riuscita a staccarmi da alcuni oggetti, vestiti e ricordi che ormai non mi trasmettevano più la stessa gioia del momento in cui li avevo acquistati. Non è stato facile liberarmi di loro, ma in un certo senso una volta eliminati ho provato anche una sorta di liberazione.

Quello che non mancano sono alcuni pezzi vintage che arrivano da viaggi e da recuperi che ad esempio alcune sedie

Anni fa mi sono presentata a casa del mio ragazzo con delle sedie che avevo trovato in un vecchio cinema di provincia che stavano smantellando. Rimangono tutt’ora uno dei miei pezzi di recupero preferiti.

Chiara mi racconta che a Bruxelles è facile trovare pezzi vintage nei mercatini, tutti i giorni nel quartiere di Marolles ad esempio, dove si tiene il mercato delle pulci più famoso della città, Jeu de Balle. Si possono trovare mobili, lampade, macchine da scrivere, vestiti e cianfrusaglie di tutti i tipi. Non mancano anche i negozi di antiquariato e design e magazzini di seconda mano, uno in particolare vicino casa sua dove i pezzi sono belli e i prezzi convenienti e non ultimo, il ricavato va ai senza tetto della città.

Una casa limpida, con finestre ampie dalle quali affacciarsi e vedere il mondo, come da un immenso acquario, immaginare un mondo marino nascosto, con balene e personaggi di fantasia, grandi e piccole piante sotto le quali fermarsi a leggere un buon  libro o sfogliarne uno con tante figure da guardare per ore, come i bambini.

Così mi immagino il mondo di Chiara e l’atmosfera che si respira in casa sua. Grazie per averci permesso di fare parte, anche con poche righe scritte, del tuo mondo!

Se vuoi conoscere meglio Chiara e il suo lavoro la trovi qui chiaraeffe.it

credits Chiara Effe per Picsilli, ottobre 2017.

L’articolo La casa di Chiara| Storia di luce, libri e balene proviene da Picsilli.

Tags:

 
 

Una vecchia carpenteria trasformata in una grande casa di famiglia

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors, Stili
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen

Il grande edificio di mattoni rossi che un tempo ospitava una carpenteria, oggi è una casa unifamiliare circondata da tanto verde, situata vicino a Copenaghen a poca distanza dal mare.

La casa, che si sviluppa su due livelli, è organizzata con la zona giorno al piano terra, mentre al piano superiore si trovano le camere da letto e un ampio bagno.

Tutte le pareti interne sono state interamente intonacate di bianco, tranne una porzione di muro presente zona giorno, mantenuta grezza con i mattoni a vista

L’arredamento scelto è molto semplice e sobrio, un bel mix di mobili d’epoca e stile industriale. Naturalmente, non poteva mancare qualche tocco in stile scandinavo, perfettamente in armonia con il resto dell’arredo e delle decorazioni.


Il grande giardino che circonda l’intero edificio, sul retro porta fino ad un bosco.


La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
La riconversione di un'ex carpenteria vicino a Copenaghen
immagini via Landgren – agenzia immobiliare


Tags:

 
 

I toni del grigio per una casa scandinava

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors
Atmosfere desaturate caratterizzano gli ambienti di questa casa scandinava; bianco e grigio illuminano ogni stanza di una luce neutra. Unico punto focale, una parete lasciata “al grezzo”, dove si intravede la texture materica del cemento.

The gray tones for a Scandinavian home

Desaturated atmospheres characterize the environments of this Scandinavian home; white and gray light up every room of neutral light. Only one focal point, a wall left “in the rough”, where you can see the concrete texture of the cement.

 

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 

Verde salvia per lo stile scandinavo – industriale

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-1
Il verde salvia è un colore polveroso e tenue, che mescolato sapientemente riesce a formare una gradazione grafica e luminosa allo stesso tempo.
Questa casa olandese mescola il verde salvia con il bianco, il grigio, una punta di nero e il colore naturale del legno. Il risultato è un interno scandinavo con tocchi industriali e vintage, ma anche un po’ country chic.

Ci piace l’armonia dei colori, ma anche i dettagli curatissimi dell’arredamento e dei complementi. Nulla è lasciato al caso. Gli arredi sono stati accuratamente selezionati, tra pezzi di tendenza e mobili vintage, per dare carattere e personalità con eleganza e stile.

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-2

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-2b

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-3

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-4

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-5

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-6

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-7

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-8

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-9

arredamento-verde-grigio-stile-scandinavo-10

Dove: Katwijk
Tipo di casa: Casa indipendente
Tipo di costruzione: Esistente
Superficie abitabile: 140 m²
Fonte: vtwonen 13-2015 | Fotografia Jeltje Photography

Tags:

 
 

Un vecchio fienile trasformato in abitazione a Firenze

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors

Sulle colline della campagna poco a sud di Firenze, in prossimità del comune di Mosciano, l’architetto Francesco Busi ha ristrutturato un vecchio fienile a due piani per trasformarlo in una moderna abitazione.


Prima del lavoro di trasformazione e adeguamento, l’edificio era utilizzato come magazzino agricolo, inoltre i due piani erano due ambienti indipendenti privi di collegamento e di qualsiasi partizione o divisorio.
Le aperture esistenti del primo piano, caratterizzate da mattoni a stella, erano state murate nel tempo e tutta la struttura, dalla copertura al solaio a terra, aveva bisogno di un forte recupero.
L’obiettivo del progetto è stato quello di dividere nettamente la zona notte da quella giorno in modo razionale ottenendo spazi puliti, in grado di valorizzare i materiali,  gli elementi architettonici e la luminosità degli ambienti.



Fotografie di Simone Padelli


Tags:

 
 

Un appartamento fuori dall’ordinario

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors

Studioata cura la ristrutturazione di un alloggio al piano nobile di un palazzo eclettico nel centro di Torino, dando vita ad uno spazio insolito e flessibile tra preziosi elementi classici e soluzioni di design.

L’appartamento è caratterizzato da ampi saloni voltati di cui è stata preservata e valorizzata la spazialità, coniugandola con le esigenze del vivere contemporaneo.

Internamente troviamo una successione di ambienti collegati tra loro da lievi scarti di quota che si offrono a una percezione dinamica, cangiante al variare della luce e delle viste, dove lo spazio di distribuzione è ridotto al minimo. 
Le due direttrici principali, dall’ingresso alla cucina e dal terrazzo alla zona notte, si incontrano nel salone, confermandone la centralitàL’articolazione tra questo spazio, affacciato sul terrazzo e il cortile interno, e una seconda sala prospiciente la via costituisce il nodo fondamentale del progetto. Se il primo spazio è mantenuto nel suo stato originario, un setto centrale e un soppalco, leggermente discostati dal perimetro per lasciare percepire la stereometria ottocentesca, dividono il volume del secondo in tre spazi con funzioni differenti: camera da letto, sala tv e studio
Due aperture permettono di modulare la connessione funzionale e visiva tra la prima e la seconda sala e consentono, tramite una scala a sbalzo in acciaio, di accedere al soppalco

In fase di ristrutturazione è stata interamente restaurata la volta affrescata presente nel salone originale, così come i pavimenti in legno ancora esistenti. I nuovi materiali scelti sono perfettamente in armonia con gli aspetti cromatici e sensoriali originali: il pavimento in rovere massello posato a lisca di pesce integra i palchetti esistenti, mentre i pavimenti della cucina, dei bagni e del terrazzo sono in lastre di ardesia grigia.


Studioata ha curato questo progetto operando all’interno di PLAN BUY ® team di professionisti che, ottimizzando i processi, accompagna il cliente dalla scelta dell’immobile fino alla personalizzazione dei dettagli.

Progettazione: Studioata
Sviluppo: PLAN BUY ®
Progettazione terrazzo: Suingiardino



Tags:

 
 

WORLD 🌿 INTERIORS #21

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Paz Garden

Settimana di ripresa dopo la precedente che mi ha invece visto barricata in casa con entrambi i bimbi malati (che alla fine hanno contagiato anche me!!!)… giornate stressantissime che finalmente sono passate e hanno lasciato tanta voglia di tornare ai progetti rimasti in stand-by.
Volevo però dirvi, prima di lasciarvi sbirciare un nuovissimo Home tour :-), un grandissimo grazie per come state accogliendo la rubrica dedicata alle Interior stylist… ormai lo sapete, il vostro supporto e le vostre reazioni mi fanno davvero brillare il cuore e mi spinge ad impegnarmi ancor di più per regalarvi qualcosa di speciale, creato anche su misura delle vostre passioni o interessi!!!

Ma veniamo a questo Home tour di oggi. Appena ho visto la cucina di questo appartamento originario del 1923, che si sviluppa su due livelli, invaso dalla sua meravigliosa luce nordica, nel cuore della città svedese di Kungsladugård, in un quartiere brulicante di vita e negozi carinissimi, ho pensato fosse un appartamentino perfetto per farci un giro virtuale insieme a voi.

La palette colori scelta per gli arredi e i complementi è in linea con un Mood di ispirazione autunnale e, a tratti, vista la sobrietà del numero degli elementi presenti, minimalistica. 

Vogliamo parlare della splendida vista che si gode guardando fuori dalla finestra della cucina? 
Un cortile che ispira giochi, relax e voglia di fare giardinaggio insieme ai bimbi! 
L’idea del piano in legno massello contiguo alla cucina poi è un tocco davvero di gran gusto estetico, oltre che essere ovviamente un’idea estremamente pratica e funzionale per ricreare un elegante angolo colazione/bar, non trovate?

E poi quello scrittoio riesce immediatamente a far partire la mia immaginazione (non sapete la voglia che ho di avere una scrivania altrettanto bella nella mia futura camera da letto) parlandomi di tempo passato insieme ai propri segreti, alle lettere da rileggere che ognuno di noi conserva o agli infiniti appunti da scrivere su tutti i sogni ancora da realizzare.
Dite che sto immaginando un po’ troppo ;-)?

All the pics are via STADSHEM









Tags:

 
 

Un cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chic

Pubblicato da blog ospite in Interiors, La Gatta Sul Tetto

Un cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chic

Buon inizio settimana! Oggi vi porto a visitare uno splendido cottage del 1690 che si trova nel Surrey, in Inghilterra.

Il cottage, che fa parte dell’elenco dei Monumenti Classificati, era composto da due costruzioni distinte, che i proprietari hanno unito e ristrutturato, avendo cura di mantenere la struttura originale costituita da travi e pilastri in legno. Il lavoro è stato lungo e complesso, visto che erano necessari interventi di non poco conto su parti che erano in cattive condizioni, come il tetto, l’impianto idraulico e di riscaldamento, parte del pavimento in cotto, che è stato sostituito con mattonelle simili.

Un cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chic

Un cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chicUn cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chic

Inoltre, si dovevano rispettare i vincoli per le case Classificate, come l’obbligo di dipingere le pareti con pittura a base di gesso: la scelta è caduta naturalmente sul bianco, un colore adatto a queste antiche costruzioni dotate di piccole finestre e dalle stanze anguste e buie. Il bianco, oltre a rischiarare l’ambiente, ha il pregio di mettere in evidenza le bellissime travi di quercia che i proprietari hanno riportato al naturale, rivelando un caldo color miele.

Un cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chicUn cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chicUn cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chic

Lo stile scelto per l’arredamento non poteva essere altri che il rustico country inglese con alcuni accenti shabby chic, come si nota dai mobili usurati, dal mix di elementi recuperati e dai colori pastello.

Un cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chicUn cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chic

Tutte le stanze sono delle piccole bomboniere, ma sono che mi hanno lasciata senza parole: il lavabo in rame nel bagno di servizio e la vasca su piedini del bagno principale sono favolosi…Se avessi una casa di campagna, penso proprio che la vorrei come questa!

Un cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chic

The post Un cottage del 1690 ristrutturato in stile country e shabby chic appeared first on La gatta sul tetto.

Tags: ,

 
 




Torna su