31 Dicembre 2015 / / Hugs and Violence

Il fatto è che a me dell’ultimo dell’anno non frega niente.
Quello che veramente mi godo è il primo dell’anno, quando tutti sono ancora sbronzi, vomitano orsetti gommosi alla vodka, piangono sulle vesciche ai piedi, brindano con il Geffer e ruttano cotechino e glitter.
Sarà perché ormai non riesco più a dormire fino all’una di pomeriggio, o perché se anche riuscissi a farlo mi sentirei impallata tutto il giorno, ma credo che il mio periodo di festa sfrenata sia inesorabilmente finito. The end.
Non dico che non mi capiterà mai più eh, solo che non riesco a farlo a comando. Il tasto di attivazione della modalità partyON è poco usato e leggermente impolverato ed è stato soppiantato da un furbissimo “E se ci alzassimo presto e andassimo a farci una gita?”
È questo il mood che vi voglio lasciare con l’ultimo post dell’anno, con colazioni voluttuose e invernali, boschi ghiacciati e neve da calpestare. Certo quest’anno di neve ce n’è poca, ma nulla vieta di continuare a sbirciare il cielo in attesa di vederla scendere, tra muesli con lo yogurt, uova e bacon, caffè, pancake con lo sciroppo d’acero e focaccine ai mirtilli rossi.
Non vi lascio con consigli e mise en place per l’ultimo cenone ma con atmosfere rustiche e accoglienti per la prima colazione, per non pensare alla fine ma ad un inizio ricco di buoni presupposti.


Images_ 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11

Emily

30 Dicembre 2015 / / Ecce Home

Ecce Home ha selezionato dieci cose da portare nel prossimo anno: all’insegna di Natura, Relax, Trasparenza, Equilibrio, Empatia, ma anche un pizzico di Imprevedibilità. Colori e tendenze per guardare al futuro con serenità ed ottimismo, senza dimenticare il passato ma con la convinzione che ogni giorno si aprono nuove fantastiche opportunità.

Questo è il mio augurio per voi. Buon 2016.  

Ten things to take in 2016
Ecce Home has selected ten things to take in the coming year: in the name of Nature, Relax, Transparency, Balance, Empathy but also a bit of Unpredictability. Colors and trends to look forward with confidence and optimism, without forgetting the past but with the conviction that every day you open up exciting new opportunities.

This is my wish for you. Happy 2016.







1 Pink  Eleganza e bon ton/Elegance and bon ton
2 Glass Trasparenza e leggerezza/ Transparency and lightness

3 3D surfaces  Pareti sensoriali da  guardare e da toccare/
Sensory walls to look at and touch

4 Weave Artigianato e design/Crafts and design


5 Tweed and Taratan New classic

6 Botanic style Natura anche indoor/Nature also indoor

7 Cork  Riciclo ed ecologia/Recycling and ecology

8 Knit-design  DIY therapie

9 Brown Calde tonalità/Warm tones

10 Shibori  Imprevedibili sfumature/unpredictable nuances

30 Dicembre 2015 / / Picsilli

Quasi alla fine dell’anno, mi imbatto in immagini di home decor a tema.

La palla da discoteca anni Settanta, la disco ball o mirror  ball, è riusata come decorazione per ambienti. Ma non solo, i suoi piccoli specchi illuminano le pareti e vengono usati anche come rivestimento per pareti e piccoli vani.

L’effetto è assicurato.

Trovato su fuckyournoguchicoffeetable.tumblr.com

fuckyournoguchicoffeetable.tumblr.com

Trovato su tumblr.com

tumblr.com

Glitter Guide

Glitter Guide

Trovato su joannagoddard

joannagoddard

Polly Wreford via Moon to Moon

Polly Wreford via Moon to Moon

Trovato su aboutfashion.com.b

aboutfashion.com

30 Dicembre 2015 / / Design

Eccoci arrivati con la seconda parte del Best of del 2015, cioè degli articoli che nel corso dell’anno avete letto con più piacere.

Oggi tocca alle micro-case di cui almeno una volta a settimana vi parlo, facendovi vedere le trovate più geniali che architetti e interior designer hanno inventato per far stare l’impossibile in case di meno di 60 m².

 

Vediamo quindi quali sono state le vostre casette preferite:

 

1- Torniamo all’università e ci troviamo una casa così?

Il primo posto tocca alla micro-casa per studenti universitari progettata da Marc Benoit (qui il link al post http://bit.ly/1mpKQmM)

Di solito quando si pensa alle case per studenti vengono in mente stanze tristissime da dividere con altri studenti o appartamenti in condivisione, con arredi raffazzonati e di ogni forma e colore.

Invece in questo monolocale ogni dettaglio è studiato e non manca nulla; l’altezza viene sfruttata appieno col soppalco sul quale trova posto la zona notte.

Il difetto? Al momento si tratta solo di un 3D.

21https://www.behance.net/marcbenoit6ef6

5https://www.behance.net/marcbenoit6ef6

2- A Milano, 58 m2 di colore e luce

Al secondo posto troviamo invece un progetto tutto italiano, dell’architetto Francesca Mazziotti (qui il link al post http://bit.ly/1OkZ5V4).

Siamo a Milano, in un loft che viene ristrutturato con due concetti chiave in mente: spazi aperti e luce naturale.

In 58 m² trovano spazio tante idee salva-spazio e pezzi d’arredo d’autore, che rendono questa casa un vero gioiello.

Il colore dominante è il bianco, che viene scaldato da un bellissimo rosso amaranto.

 

Photo courtesy: Francesca Mazziotti

Copyright del progetto: Francesca Mazziotti

1

2

3

3- 30 m2 di cassetti e armadi

Il terzo posto ci porta dritti nel 17° arrondissement di Parigi, dove gli architetti dello studio Schemaa  hanno realizzato questa casa tutta cassetti e armadi (qui il link al post http://bit.ly/1UgF1Dn)

Quando lo spazio è così piccolo la necessità primaria è quella di avere spazio per riporre, conservare e nascondere.

Nell’unico grande ambiente troviamo una bella cucina e una scala a doppio passo che porta nella micro camera da letto.

http://www.schemaa.fr/index.php/projets/ap17-appartement-c-paris/#

34

44

65

 

E a voi, quale casa piace di più?

And you, which house you like the most?

 

30 Dicembre 2015 / / Idee

Eccomi qui, spero abbiate passato un buon Natale! Siamo agli sgoccioli, ultimi due giorni e poi comincerà un nuovo anno… avete scelto le vostre nuove agende, calendari e planner per un homeoffice bello ed organizzatissimo? Ecco una piccola selezione dei miei preferiti, che sono di ispirazione tipografica e prodotti da designer indipendenti:
1. l’agenda più instagram-friendly dell’anno, quella di Marjolein Delhaas… io l’ho già ordinata nella versione bianca e nera e non vedo l’ora che arrivi. 2. i planner in color carta craft di Poketo, non sono bellissimi? Mi viene voglia di collezionarli tutti. 3. Il calendario grigio e oro disegnato dalla danese Kristina Krog, da incorniciare come un quadro, assieme alla versione grigia e argento la trovate su theposterclub.com, sito da saccheggiare 😉 4. Questa bellissima agendina rosa e oro che riporta la dicitura “This is my year” l’ho trovata su Etsy, non è adorabile? Su Etsy trovate tante altre idee se quelle che ho selezionato non fanno per voi. 5. Last but not least il calendario Toyblock del collettivo tedesco più cool del momento; Snugstudio, che fa già bella mostra di sé nel mio living 🙂


Mi viene proprio voglia di salutare il vecchio anno e di iniziare il nuovo assieme a queste meraviglie di carta! WayHome vi augura un sereno e produttivo 2016!

30 Dicembre 2015 / / Idee

Filofax

L’anno vecchio sta per finire e il nuovo è pronto a cominciare… qual momento migliore per acquistare un’agenda nuova dove organizzare impegni e progetti?

Da poco abbiamo conosciuto la celebre Filofax e ne siamo già innamorate, ma andiamo con ordine. Al contrario di quel che molti pensano, Filofax ha una lunga storia alle spalle che inizia durante la Prima Guerra Mondiale per arrivare “senza una ruga” fino ad oggi. Era il 1930 quando il marchio Filofax – (file of facts ndr) – veniva registrato a Londra come sistema di organizzazione per la carta e da quel momento non ha conosciuto crisi.

 Filofax SAFFIANO Poppy

Filofax Filofax saffiano poppy color papavero piccola e maneggevole, perfetta da portare sempre con sé!

Filofax Saffiano A5 Organiser Pear

Filofax Filofax Saffiano A5 Organiser Pear grande e capiente, ottima da tenere sulla scrivania

Filofax - Agenda Saffiano, color lampone filofax

Bellissima la Filofax Saffiano anche nel color lampone o Acquamarina

La fortuna di questa agenda risiede nella sua più totale personalizzazione. Partendo dalle dimensioni: cinque diverse per ogni esigenza. Dalla piccola mini (105×67 mm) alla grande A4 (297×210 mm). Passando dai colori dei raccoglitori monocromo o a fantasia per finire nella più personale organizzazione degli spazi interni.

Agenda Filofax 2016

Filofax agenda 2016 versione settimanale in due pagine, dove scrivere tutti i vostri appuntamenti

Filofax Planner 2016

Filofax Planner 2016 per avere una visione completa del nuovo anno

Filofax 100 Fogli

Filofax pacchetto di 100 fogli… non vi mancherà lo spazio dove appuntare le vostre idee, spese, progetti… e tanto altro!

Quest’ultimo aspetto è sicuramente il più divertente per chi come noi ama far proprio ogni oggetto!

La parte più stimolante da creare è il divisorio: un piccolo foglio di carta che con un po’ di fantasia, una plastificatrice e della carta colorata può trasformare la tua Filofax in un oggetto unico. Inoltre, per chi vuole osare di più ci sono in commercio milioni di stickers, magneti, washitape e molto altro per farvi rilassare nelle serate invernali e farvi diventare delle vero “Filofax-addicted” proprio come noi!

Plastificatrice

plastificatrice a caldo … un oggetto di cui non potrete più farne a meno!

filofax w

Washi Tape perfetti per organizzare le ferie natalizie e i progetti per il nuovo anno. Li trovate QUI

Washi Tape

Washi Tape Fantasia a fiori nei colori del mare per pianificare le vacanze estive li trovate QUI

w

Originale il Washi Tape effetto lavagna

w in tessuto

Washi Tape in tessuto

 molto trandi gli stickers per èpersonalizzare l'agenda in stile guapponese adesivi Rilakkuma Factory penne clip calendario dal Giappone

Molto trandy gli stickers per personalizzare la nostra agenda in stile giapponese con i deliziosi orsetti Rilakkuma li trovate QUI

stikers filofax

Stickers Filofax con icone per personalizzare i vostri appunti

Stickers

… e ancora stickers, stickers, stickers! Questi li trovate QUI

cuoclip magnetiche

clip magnetiche con golosi capcake, comodi segnalibro per le nostre agende

Allora cosa aspettate a realizzare anche voi la vostra fantastica agenda su misura, a personalizzarla, a realizzare divisori creativi ed originali? Vedrete che sembrerà tornare in dietro nel tempo, a quando a scuola scrivevamo dediche sui diari, facevamo disegni e mille altre cose tranne che scrivere i compiti! La Smemoranda di oggi, io l’ho scoperto da poco . è la Filofax!

20140630_162401 20140721_160151

IMG_1156

filofax

Perfetti esempi di “Filofax-addicted”!

30 Dicembre 2015 / / Creative & Ordinette

Questo è l’ultimo appuntamento dell’anno e per l’occasione ho scelto una meravigliosa casa arredata in colori neutri e tocchi di rosso, il tutto usato con maestria e arte. Per molti sono giorni frenetici. Le preparazioni febbrili sulla scelta del posto dove innalzare i calici, con chi trascorrere gli ultimi istanti dell’anno che ci lascia? Insomma, non avreste voglia di trascorrere questa serata in un rustico arioso come questo? Buon anno a tutti!!!!

30 Dicembre 2015 / / Coffee Break

In questa ristrutturazione di un appartamento nel centro di Madrid, a cura di Nacho Olive, dello studio Diseño Interior, si è scelto di inserire la cucina in una sorta di scatola vetrata, che lasciasse entrare la luce e la mantenesse a vista ma la separasse allo stesso tempo dal resto della casa.
Del resto gli spazi sono omogeneizzati e dal pavimento in parquet, che corre in tutto l’appartamento, e dal bianco che caratterizza le pareti.

 

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


29 Dicembre 2015 / / Idee

Nello scorso autunno mi sono imbattuta in un libretto che ha calamitato la mia attenzione.
Sempre alla ricerca di soluzioni per organizzare e ri-organizzare (non si finisce mai!) la casa, era un periodo in cui avevo bisogno di uno stimolo per sbloccarmi dalla situazione “sposta da qua per mettere là”, che di fatto non risolveva i miei problemi di spazio.
In molti conoscerete già Marie Kondo e il suo metodo, detto KonMari (se volete curiosare, sui principali social cercate l’hashtag #konmari).
Io ne avevo sentito parlare e avevo visto un paio di video, ma indubbiamente leggere Il magico potere del riordino (prendendolo con le pinze, con spirito critico e applicando solo quanto di buono vi troviate) può fare la differenza.
Se siete stanchi del disordine che regna in casa, di quel nervosismo che vi prende quando cercate e non trovate qualcosa, è il momento di farsi ispirare!
E quale momento migliore se non l’inizio di un Nuovo Anno?
Tra l’altro è in uscita (primavera 2016) anche la KonMari App ufficiale che aiuta ad “applicare il metodo”.
Io personalmente ho sperimentato che lo spazio si è moltiplicato e sono riuscita a disfarmi di tante inutilità.
Certo, il mio stile non è asettico e super minimal…ma ho preso ciò che di buono questo metodo poteva darmi, adattandolo al mio stile e alla mia personalità.

Che la vostra aspirazione sia il minimalismo o semplicemente la razionalizzazione degli spazi, godetevi l’home tour di questa casa, alle porte di Vancouver, i cui proprietari hanno seguito e applicato il metodo KonMari.
Sono sicura che, anche grazie alle didascalie sotto alcune immagini con le indicazioni su dove acquistare i pezzi che vedete in foto, trarrete interessanti spunti per  riprodurre queste atmosfere, tenere la vostra casa in ordine e affrontare al meglio il 2016!
Buon Anno Nuovo!

Panca IKEA PS 2014

Credenza vintage anni ’70 in teak
Mensolina String, in vendita online da Scandinavian Design Center
Sedie in stile Eames Chair by Vitra

Cassettiera in teak anni ’70, luminaria simile da High Tech by Cargo Milano
Credits
29 Dicembre 2015 / / BlogArredamento Aziende

La cabina armadio non è solo questione di moda: è una soluzione che permette di razionalizzare gli spazi a disposizione ed organizzarli al meglio sfruttandoli fino all’ultimo centimetro. Camera da letto permettendo, una cabina armadio è preferibile ad un guardaroba, specialmente se l’ambiente da arredare è una mansarda.
Le cabine nascono infatti per permettere di realizzare composizioni modulari altamente personalizzate, da disporre come si preferisce e da completare con attrezzature e accessori utili e funzionali.
Spesso si pensa che la cabina armadio sia più costosa di un armadio, non è sempre così soprattutto quando si ha la possibilità di ricavare uno spazio con una semplice parete in cartongesso. Proprio quello che ha fatto il cliente che si è rivolto alla nostra Pamela del Team Tecnico per realizzare una cabina armadio angolare in mansarda.

Ricavare una cabina armadio in camera: misure

Le misure minime (in profondità) per ricavare una cabina armadio in una camera da letto sono:
– 60 cm per i vestiti
– almeno 70 cm per accedere e muoversi agevolmente all’interno della cabina

Ogni persona avrà bisogno di almeno 130 cm in larghezza (più o meno come un armadio a due ante molto capiente). Il bello della cabina è che non esistono limiti in altezza e gli angoli sono più accessibili rispetto a quelli di un armadio con ante. Il nostro cliente ha creato uno spazio molto ampio con una semplice parete in cartongesso alle spalle del letto. Ma vediamo nel dettaglio richiesta e progetto finale.

Piantina ambiente

Il progetto: che cabina armadio in mansarda?

La richiesta del cliente era quella di “progettare una cabina armadio in un ambiente di cm 389×190 circa con tetto spiovente da 1.40 mt a 3.30 mt”. 

Misure ambiente

Data la particolarità dell’ambiente Pamela ha consigliato immediatamente le due opzioni migliori: la cabina autoportante a pali Byron e la cabina a parete Easy. Questa è particolarmente indicata ad ambienti mansardati perché si compone di pannelli sospesi con ripiani che possono essere posizionati liberamente, adattandosi così al profilo inclinato della copertura.

Cabina armadio a parete Easy

Cosa fare prima di progettare

Per progettare al meglio lo spazio e quindi la cabina è necessario definire quali sono le attrezzature e gli accessori più utili partendo dalle vostre necessità: consigliamo quindi di fare una sorta di inventario del vostro guardaroba per capire quali elementi servono davvero e di conseguenza progettare come disporli.

Esempi: se avete molte camicie sarà necessario dotarsi di ripiani appositi; per la biancheria intima si può pensare di aggiungere una cassettiera; se la cabina ospiterà anche scarpe e stivali sarà utile predisporre panche a terra, perfette anche per scatole, contenitori, beauty case e valigie…insomma, le possibilità per ampliare e sfruttare al meglio ogni centimetro non mancano.

Una volta individuato il modello che più vi piace e le dotazioni che volete inserire nella cabina…c’è Pamela pronta a darvi una mano! Il cliente ha scelto Easy e la soluzione pensata per questo specifico progetto è stata la seguente:
– elemento cm 66 h. 240
– elemento cm 86 h. 240 con pannello angolare
– elemento cm 86 h. 240
– elemento cm 86 h. 96 + elemento cm 86 h. 96 in sovrapposizione
– elemento cm 86 h. 96 + elemento cm 86 h. 48 in sovrapposizione
– elemento cm 66 h. 96 – cassettiera cm 86 h. 4 cassetti
– panca a terra 

Cosa vuol dire “elemento cm 66 / 86 h.96 / 240”? Parliamo di pannelli dotati di ripiani e appendiabiti, disponibili in varie altezze e che differiscono per numero di mensole.
Questi possono essere combinati e affiancati a piacere per creare composizioni su misura in grado di rispondere a specifiche necessità.

Pannelli per cabina armadio h.48

Pannelli per cabina armadio h.96

Pannelli per cabina armadio h.240

Un altro progetto intelligente e un’altra missione compiuta per il nostro Team Tecnico! Vi ricordiamo che Pamela e tutti i colleghi del servizio clienti sono disponibili da lunedì a sabato 9.00-13.00 / 14.00-18.30. Rispondiamo telefonicamente allo 0362.682.682 e via mail all’indirizzo servizioclienti@arredaclick.com