2 Febbraio 2019 / / Architettura

IKEA sempre più green. Con il sistema di pannelli SOLSTRÅLE l’energia solare ora è democratica e alla portata di tutti grazie alla partnership commerciale con Wölmann.

Dal 1 febbraio sul sito IKEA.it sarà possibile acquistare anche in Italia i pannelli solari del partner commerciale Wölmann, coniugando autonomia e risparmio e riducendo gli sprechi, le inefficienze ed i costi dell’attuale modello produttivo e distributivo.

L’Italia è la terra del sole. E proprio il sole potrebbe essere la risposta agli interrogativi circa il futuro del pianeta. Il cambiamento climatico è un dato di fatto tuttavia per vivere comodamente dentro casa nessuno di noi può prescindere dall’energia elettrica: per coprire il consumo medio di una famiglia di quattro persone servono circa 3.500 kWh.

IKEA, da sempre impegnata a migliorare la vita quotidiana delle persone, ha deciso di mettere a disposizione dei clienti la sua expertise nel campo dell’energia rinnovabile, forte degli oltre 700.000 moduli solari installati sui tetti dei suoi edifici, con la serie SOLSTRÅLE. Dal 1 febbraio sul sito IKEA.it sarà possibile acquistare anche in Italia i pannelli solari del partner commerciale Wölmann. In 8 store (Milano Carugate, Milano San Giuliano, Milano Corsico, Brescia, Rimini, Villesse, Padova e Catania) saranno inoltre allestiti dei corner informativi dove esperti saranno a disposizione dei consumatori per avere informazioni dettagliate su come ottenere un notevole vantaggio economico. I pannelli solari permettono infatti di ridurre i costi dell’elettricità in bolletta fino al 50%.

L’ingresso del colosso svedese nel mercato dell’energia rinnovabile costituisce una svolta epocale, paragonabile solo all’apertura della prima sede italiana 30 anni fa, ed avrà un notevole impatto sulla vita delle persone. I pannelli solari, costosi e spesso considerati fuori dalla portata di molti, potranno diventare ora più accessibili sia economicamente che culturalmente.

Siamo fatti per cambiare”, tema dell’anno di IKEA, assume quindi una nuova declinazione per l’azienda, da sempre impegnata nella salvaguardia dell’ambiente, che rende ora accessibile (e democratica) la fonte energetica più pulita e sostenibile di tutti: il sole.

WÖLMANN, UN PARTNER COMMERCIALE D’ECCEZIONE

È la prima volta che IKEA affronta direttamente il campo dell’energia rinnovabile, e lo fa insieme ad un partner commerciale d’eccezione. Con oltre 6.000 sistemi solari installati in tutta Italia, 7.000.000 KWH di energia elettrica prodotta e 5.000 tonnellate di anidride carbonica non emessa nell’atmosfera Wölmann consente di sviluppare soluzioni su misura, rispondendo alle esigenze di tutte le famiglie.

A differenza di quanto avviene per i mobili, la vendita e l’installazione della serie SOLSTRÅLE sarà gestita in toto da Wölmann. I pannelli solari non dovranno essere montati e installati una volta acquistati, ma sarà l’azienda stessa ad occuparsi di tutto, dalla progettazione fino all’installazione. Il nuovo sistema si compone di tre soluzioni, tutte personalizzabili dal punto di vista della potenza, con una garanzia di qualità di 5 anni sull’intero impianto e di 25 anni sui pannelli solari.

COME FUNZIONA IL SISTEMA DI PANNELLI SOLSTRÅLE

Il funzionamento alla base di SOLSTRÅLE è molto semplice: i moduli assorbono la luce del sole e la utilizzano per produrre corrente continua. Un inverter monitora l’impianto e converte la corrente continua in corrente alternata. Se l’elettricità viene consumata direttamente, ad esempio dal frigorifero, dall’aspirapolvere o dalla lavatrice, si parla di autoconsumo. La corrente in eccesso può essere immessa nella rete e retribuita dall’azienda elettrica. Oppure, tramite l’installazione di una batteria, è possibile immagazzinare l’elettricità prodotta durante il giorno e di consumarla la sera, aumentando di fatto l’autoconsumo e riducendo i costi.

La vendita dei pannelli è riservata ai soci IKEA FAMILY e IKEA BUSINESS, per maggiori informazioni e conoscere i costi visitate la pagina dedicata di IKEA

www.ikea.com

L’articolo IKEA lancia il nuovo sistema di pannelli SOLSTRÅLE proviene da Dettagli Home Decor.

1 Febbraio 2019 / / Design

All’ultimo piano di un ex fabbrica tipografica, nella zona portuale di Copenaghen, si sviluppa un appartamento di 400 metri quadrati che rappresenta il nuovo concept di ospitalità ideato dalla nota azienda danese Vipp.

Il progetto porta la firma dell’architetto danese David Thustrup, che ha realizzato uno spazio unico e suggestivo in perfetto stile nordico, che trasmette una forte sensazione di calore.

Ma ciò che più caratterizza questo loft è la struttura portante originaria in legno Douglas dal colore naturale e gli arredi di design dove spiccano molti prodotti Vipp.

La palette cromatica neutra e l’uso del bianco rendono gli ambienti particolarmente luminosi.

Protagonista della zona giorno è indubbiamente la Vipp Kitchen,  inserita con l’obiettivo di far testare ai propri ospiti una cucina di alto design in un luogo che non è casa, ma con le stesse comodità della propria casa.

Al primo piano si trova anche una camera da letto con vasca freestanding inserita all’interno della stanza.

La scala a chiocciola porta alla mansarda che ospita una seconda camera da letto, uno studio e una biblioteca.

Il progetto Vipp Hotel è in continua evoluzione e non ci resta che aspettare di scoprire quale sarà la prossima destinazione.

 

L’articolo Vipp Loft Hotel a Copenaghen proviene da Dettagli Home Decor.

31 Gennaio 2019 / / Design

Protagonista più che mai, in casa la cucina è anche l’epicentro di uno stile di vita più salutare e sostenibile.

Arredare la cucina in maniera ecologica è possibile, oggi più che mai, e per farlo è importante valutare alcuni aspetti fondamentali.

La cucina ecologica, per essere definita tale, deve infatti rispettare alcuni criteri: consumo minimo di materie prime e di energia impiegate per la produzione, riciclabilità dei materiali, impiego di legni provenienti da foreste certificate, utilizzo di vernici naturali e prive di elementi tossici, minima emissione di formaldeide, elettrodomestici a basso consumo energetico quindi in classe A o superiori.

Se il tuo desiderio è una cucina ecologica, ecco alcune soluzioni che coniugano design, estetica e sostenibilità

Cucine moderne rispettose dell’ambiente

Sin dalla fase di sviluppo, i produttori prestano attenzione al risparmio di materiale, alla riduzione della spesa energetica nei processi di fabbricazione e allo smaltimento ecologico dei prodotti. L’utilizzo di elementi di minor spessore conferisce ai nuovi modelli di cucine eleganza e leggerezza, riducendo al contempo la quantità di materiale.

Bulthaup, nota a livello internazionale per le sue cucine all’avanguardia e fortemente innovative, è cosapevole della responsabilità verso la società e l’ambiente. Nell’ideare, progettare e costruire ciascun elemento delle proprie cucine, l’azienda presta la massima attenzione agli standard aziendali ed ai requisiti di qualità. Le cucine Bulthaup sono  realizzate in legno massello e laminati originari dell’Europa e Nord America, non ritenuti dannosi a livello ecologico, mentre per le finiture impiega esclusivamente vernici ecologiche a base d’acqua.

cucina Bulthaup b1

Ikea, ad esempio, ha inserito nel proprio assortimento KUNGSBACKA, l’anta progettata pensando all’ambiente. Il pannello in legno riciclato è rivestito con una lamina in plastica riciclata da bottiglie in PET. Molto resistente e facile da pulire, questa finitura ha una garanzia di 25 anni. I designer John Löfgren e Jonas Pettersson l’hanno progettata con un bordo smussato a 45° che permette di creare combinazioni pulite e lineari, da completare con luci e accessori interni.

cucina IKEA METOD con ante KUNGSBACKA

Anche Scavolini da sempre ritiene prioritaria la salvaguardia dell’ambiente. Per le strutture delle proprie cucine  utilizza il Pannello Ecologico F****, realizzato con materia prima post consumo e con le più basse emissioni di formaldeide  certificate attraverso il Cosmob Qualitas Praemium: Indoor Hi-Quality, certificazione che attesta le basse emissioni di VOC (tra cui la formaldeide) attraverso controlli periodici e continuativi sia sul prodotto che sul processo produttivo.

Scavolini Diesel Open Workshop

Rubinetti innovativi che permettono di risparmiare

Pensa per un attimo a quante volte al giorno hai bisogno dell’acqua bollente, e quanto tempo sprechi ad aspettare che l’acqua vada in ebollizione. Per risparmiare tempo ed energia, Grohe propone modelli innovativi in grado di erogare acqua calda istantaneaGrohe Red, o acqua filtrata e, a scelta, gassataGrohe Blue. Le ripercussioni ecologiche di questi rubinetti sono evidenti: nel primo caso si risparmia l’energia consumata per riscaldare l’acqua sul fornello o con il microonde; nel secondo si compensalo le emissioni di CO2 derivate dalla produzione di acqua minerale.

rubinetto Grohe Red – Grohe Blue

Piani di lavoro naturali

Le superfici dei piani di lavoro devono essere resistenti agli urti e ai graffi, impermeabili e dalle ottime proprietà igieniche.  Cosentino propone Silestone, un materiale composto per il 94% da quarzo naturale che include nella sua composizione un sistema di protezione batteriostatica grazie al rilascio controllato di ioni d’argento che impedisce la diffusione di batteri. Questa caratteristica garantisce al consumatore un alto grado di sicurezza nella preparazione degli alimenti sulla superficie del materiale.

piano lavoro Silestone di Cosentino

Cucinare senza odori risparmiando energia

L’aspiratore per piano cottura BORA originale è più efficace delle tradizionali cappe aspiranti. Perché? Con BORA i vapori di cottura e gli odori non salgono in alto, ma vengono aspirati nel punto in cui si formano. Dietro si nasconde la fisica applicata secondo i principi base della fluidodinamica: la corrente trasversale è maggiore della velocità di ascensione del vapore di cottura che si forma nelle pentole e nelle padelle. Vapore e odori salgono al massimo a 1 m/s verso l’alto. L’aspiratore per piano cottura BORA aspira tuttavia direttamente verso il basso con una potenza di circa 4 m/s. In questo modo il vapore viene totalmente aspirato, le particelle di grasso e gli odori non possono disperdersi nell’ambiente, né depositarsi sulle superfici dei mobili o penetrare nei tessuti. Le particelle di grasso rilasciate mentre si cucina non si disperdono nel locale, ma vengono imprigionate nel filtro per i grassi in acciaio inossidabile.

aspiratore per piano cottura originali BORA

Gli aspiratori per piano cottura originali BORA, diversamente dalle tradizionali cappe aspiranti, vantano notevoli vantaggi: consumano decisamente meno energia e aspirano meno aria ambiente, riscaldata con grande dispendio di costi, infatti si lavora con la velocità del flusso e non con il volume di aria. Funzionano in modo più efficace, in quanto il vapore che si trova direttamente sopra il piano cottura non può diffondersi nell’aria liberamente come avviene in una cappa. Il motore efficiente e potente risparmia corrente e funziona in modo decisamente più silenzioso.

Forno autopulente dai consumi ridotti

I forni pirolitici hanno rappresentato un grande progresso nell’ambito della cucina. L’unico inconveniente è che utilizzano alte temperature, fino a 500°C,  per scomporre la materia organica e trasformarla in cenere, consumando molta energia. Per ovviare a ciò, Gaggenau ha progettato un sistema completamente automatico con connessione diretta al carico e scarico d’acqua, che pulisce l’interno del forno con acqua e una cartuccia di detergente con una temperatura decisamente inferiore.

forno pirolitico Gaggenau

 

L’articolo Cucina ecologica con stile. Soluzioni di design sostenibile proviene da Dettagli Home Decor.

30 Gennaio 2019 / / Colori

Il nuovo anno è appena iniziato e Cromology Italia lo celebra con Luce-19: un’emozione cromatica che annuncia un anno di bellezza, ambizione, energia e speranza

Cromology Italia è parte del Gruppo Cromology, player mondiale nel settore delle vernici e pitture per edilizia e architettura. In ambito tecnico e creativo Cromology Italia riveste da sempre un ruolo strategico per il Gruppo e proprio nel nostro paese ha trovato la sua collocazione il “Global Centre of Excellence for Tinting Systems”, il centro di competenza Cromology preposto allo sviluppo di nuove collezioni colori e formulazioni di prodotti sempre più performanti, sia dal punto di vista estetico che tecnico.

Nell’ambito di questa continua ricerca cromatica e tecnica e in collaborazione con Francesco Zavattari, noto artista italiano contemporaneo, nasce Luce-19: una intensa tonalità di giallo ocra concettualizzata sulla base di una attenta analisi della società moderna e volta a colmare il bisogno della “riscoperta” delle emozioni e della possibilità di immaginarsi un futuro colmo di luce.

Un anno di bellezza, ambizione, energia e speranza: Luce-19 è molto di più di un colore, è un messaggio di positività per il nuovo anno, che trova il proprio compimento nell’interior design. Questo intenso e specifico punto di giallo ocra, che sarà disponibile a sistema tintometrico Cromology, ha l’intento di creare bellezza, piacere e benessere in tutti i luoghi in cui troverà spazio. Applicato ad una parete, impiegato per elementi architettonici o dettagli, nasce per illuminare le abitazioni e gli spazi pubblici, influenzando la percezione della bellezza relativa agli ambienti interni. L’impiego di Luce-19 sia in ambito domestico che in ambito lavorativo favorisce la concentrazione nello svolgimento delle attività quotidiane lavorative o di studio. I rapporti interpersonali e la comunicazione vengono facilitati dal “calore” emanato da questa tonalità di giallo che rende semplice l’interazione interpersonale.

Luce-19 è un vero portatore di energia positiva e il Color Design Center di Cromology Italia suggerisce di abbinarlo, per l’impiego in interior design, con una palette di colori neutri, disponibili nelle collezioni Cromology, che spaziano dal grigio cemento al tortora.

L’articolo Giallo Luce-19, l’emozione cromatica dell’anno proviene da Dettagli Home Decor.

29 Gennaio 2019 / / Architettura

Agevolare chi ha difficoltà motorie è un obbligo di legge, inoltre, è utile ricordare che l’abbattimento delle barriere architettoniche aumenta il valore di un immobile e le spese si possono detrarre.

Piattaforme, montascale, mini ascensori, le soluzioni per una casa priva di barriere architettoniche sono diverse e la scelta dipende dal contesto: condomini con molti piani, edifici con un massimo di 3 o 4 piani e abitazioni unifamiliari disposte su due livelli.

Ecco le tre soluzioni a confronto per poter fare la scelta più adatta alle proprie esigenze.

Piattaforme e Montascale: i modelli per ogni necessità

In commercio esistono varie tipologie di montascale, per il trasporto delle persone sedute, in piedi o su carrozzina. Nel caso di un condominio di vecchia costruzione, dove per legge gli spazi comuni devono essere adeguati per consentire l’accesso a tutti, la scelta di installare un montascale a piattaforma risulta sempre la più indicata e versatile.

Servoscala a piattaforma

Rispetto ai modelli a poltroncina, l’innovativo servoscala a piattaforma permette di garantire assistenza a tutte le tipologie di disabilità e di trasportare persone fino a 300 kg. Un notevole vantaggio quando non si conosce con esattezza chi sarà l’utente finale.

Caratterizzati da sicurezza, comfort e design, la diffusione di questa tipologia di montascale è dovuta anche alle misure compatte, la facilità di installazione, che non prevede opere invasive di muratura, e l’adattabilità ad ogni scala.

Il servoscala a piattaforma va sempre scelto in base al tipo di scala da percorrere, dal numero delle rampe e dei pianerottoli. Se la scala è priva di angoli, curve e non vi sono interruzioni nei pianerottoli, si opterà per un montascale a piattaforma per scale dritte; in presenza di scale con rampe curvilinee o composte da più rampe interrotte da pianerottolo, la scelta dovrà ricadere su un montascale a piattaforma per scale curve. Può essere montato all’interno o all’esterno dell’edificio, garantendo il trasporto di cose e persone in assoluta sicurezza.

La trazione dei  servoscala a piattaforma è elettrica e la velocità è regolata autonomamente attraverso una centralina automatica o tramite telecomando.
I consumi sono particolarmente ridotti e assicurano anche un notevole risparmio. Inoltre, sono impianti che rientrano nella normativa che regola gli interventi atti al superamento delle barriere architettoniche; pertanto sono soggetti ad agevolazioni fiscali.

Montascale a poltroncina

Per una casa priva di barriere architettoniche, l’alternativa ai montascale a piattaforma sono i modelli a poltroncina. Ideali per scale interne e rampe di ingresso, i montascale a poltroncina sono la scelta più pratica e veloce per chi ha difficoltà motorie. I modelli in commercio prevedono diverse tipologie di sedute tra cui scegliere, completamente personalizzabili per finiture e rivestimenti, coniugando così estetica e funzionalità.

Rispetto al servoscala a piattaforma gli ingombri sono ridotti, la poltroncina, infatti,  una volta chiusa occupa circa 30 cm, mentre la rotaia su cui scorre non supera i 15/20 cm, garantendo quindi lo spazio necessario alle altre persone per salire e scendere la scala.

Anche in questo caso l’installazione è facile e non richiede opere di muratura o modifiche alla configurazione della scala. L’alimentazione è generalmente elettrica, anche se alcuni modelli sono proposti con alimentazione a batteria.

Installazione di montascale a piattaforma, a poltroncina

Poiché l’apparecchio andrà scelto in base al tipo di scala, per evitare errori è sempre consigliato richiedere un sopralluogo dell’azienda che dovrà eseguire l’installazione.

Per il montaggio, generalmente, occorre al massimo una giornata di lavoro. Non sono richiesti lavori di muratura o di modifica alla scala. La rotaia viene fissata alla parete, alla ringhiera o ai gradini con appositi tasselli e per la sua installazione non servono permessi di alcun genere.

L’alimentazione è elettrica e non occorre prevedere un apposito impianto dedicato.

La manutenzione non è obbligatoria ma il consiglio è di effettuarla periodicamente appoggiandosi, naturalmente, alla ditta installatrice. La garanzia del montascale e del relativo impianto, dura due anni.

Mini ascensori: guida alla scelta

Per una casa priva di barriere architettoniche si può valutare l’installazione di un ascensore dalle dimensioni ridotte.

Rispetto ai tradizionali ascensori presenti nei condomini, i mini ascensori sono indicati per case con un massimo di 3 o 4 piani e alcuni modelli sono espressamente progettati per chi ha disabilità o difficoltà motorie.

In fase di acquisto è importante valutare attentamente le caratteristiche dei mini ascensori tenendo conto del contesto in cui andrà installato e delle persone che lo utilizzeranno.

Alcuni modelli possono essere installati in spazi decisamente ridotti, larghi meno di un metro e con un ingombro di poco superiore a un metro quadrato di superficie, mentre altri modelli all’interno di un vano scala. Quando manca lo spazio in casa, il mini ascensore può essere installato anche all’esterno.

La portata è in genere compresa tra 250 e 400 kg, sufficiente per trasportare da 3 a 5 persone.

In commercio ci sono modelli privi di porte che si azionano manualmente tenendo premuto il pulsante fino al raggiungimento del piano , oppure modelli con porte di chiusura e manovra automatica, in questo caso il funzionamento è identico ad un normalissimo ascensore.

Naturalmente anche i mini ascensori possono essere personalizzati in base alle proprie esigenze: porte con diversi tipi di apertura, anche salvaspazio, rivestimenti e finiture interne, pulsantiere, corrimano, specchi, seggiolino per anziani o disabili. Tra le dotazioni, anche luci a led per un maggiore risparmio energetico.

Installazione, permessi e manutenzione

Per installare un miniascensore è sempre necessario rivolgersi a ditte specializzate e con approvata esperienza nell’installazione di ascensori. A seconda dello spazio a disposizione, l’apparecchio può essere inserito all’interno o all’esterno della casa. In entrami i casi, prima di consegnare l’impianto , l’azienda installatrice dovrà effettuare le opportune verifiche di funzionalità.

Per l’iter burocratico il consiglio è di rivolgersi al proprio comune di residenza. In generale, trattandosi di interventi che rendono una casa priva di barriere architettoniche, se l’ascensore è installato all’interno e non incide quindi sulla struttura dell’edificio, si può procedere con i lavori in edilizia libera, senza dunque richiedere permessi. Se invece l’ascensore viene installato all’esterno con lavori che mutano l’aspetto dell’edificio, allora in questo caso serve la CILA – comunicazione inizio lavori asseverata.

Una volta installato il mini ascensore, è importante eseguire la manutenzione ordinaria due volte all’anno, attraverso l’azienda installatrice. Ogni due anni, invece, viene eseguita una verifica periodica da parte di un organismo notificato, Arpa, da eseguirsi con il manutentore.

L’impianto è accompagnato da un libretto da conservare con cura e sul quale vanno riportati tutti i controlli, eventuali anomalie o sostituzioni.

L’articolo Una casa priva di barriere architettoniche proviene da Dettagli Home Decor.

28 Gennaio 2019 / / Design

Arbi Arredobagno presenta Code: la nuova collezione perfettamente in linea con gli attuali trend dell’arredo bagno, orientati a creare ambienti con una forte vocazione al design e al benessere.

L’ampia gamma di finiture disponibili, i pensili e le consolle di ogni tipo, unite alla vasta selezione di complementi, consentono ad Arbi Arredobagno di offrire un altissimo livello di personalizzazione.  La modularità del progetto Code permette, infatti, un’estrema flessibilità nella progettazione che dà vita a realizzazioni “sartoriali”, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza d’arredo e di gusto personale.

Il costante impegno nella ricerca e nell’interpretazione di nuovi materiali, ha permesso all’Azienda di introdurre in questa nuova collezione nuove essenze, come il legno di eucalipto e nuovi metalli, come l’alluminio, che si abbinano armoniosamente tra loro, sviluppando progetti esclusivi caratterizzati da un’identità precisa, unica e immediatamente riconoscibile.

Estetica, attenzione al dettaglio e qualità sono i valori che guidano da sempre Arbi Arredobagno nella continua ricerca di un design innovativo, dando la possibilità a chiunque di portare nella propria quotidianità arredi originali e totalmente made in Italy.

Il Rosso Casale è il protagonista assoluto della nuova composizione Code Mono 04 di Arbi Arredobagno, proposto nella misura L 143,8 x P 50,5. La struttura monoblocco in alluminio Nero è abbinata alla base folding in laccato Rosso Casale velvet e al piano top in Fenix (stessa tonalità) con doppio lavabo integrato Kuki. La specchiera Hide con profilo in alluminio nero completa l’ambiente.

www.arbiarredobagno.it

L’articolo CODE: il fascino della materia unito all’armonia del design proviene da Dettagli Home Decor.

26 Gennaio 2019 / / Architettura

A Sondrio, l’architetto Alfredo Vanotti firma il progetto di recupero di un fabbricato risalente agli inizi del ‘900, adibito a stalla e magazzino al piano terra, a fienile e deposito al primo piano, trasformandolo in Ca’ Giovanni.

Un intervento di recupero che ha voluto ridare vita ai materiali del passato, restando il più possibile fedele al fabbricato esistente.

L’intonaco presente sulle facciate esterne è stato mantenuto, mentre all’interno della casa le pareti sono state completamente ripulite per riportare alla luce la pietra originaria. Per quanto riguarda la copertura sono state mantenute, mediante un intervento di recupero e ripristino, sia la struttura portante e l’assito in castagno che il manto di copertura in lamiera ondulata arrugginita. Sono state mantenute anche tutte le aperture inserendo serramenti in legno.

Il pavimento è stato realizzato in cemento senza alcuna finitura al fine di riproporre i pavimenti tipici delle abitazioni di una volta. Quanto all’impianto di illuminazione lo stesso è stato realizzato utilizzando dei semplici cavi a cui sono stati collegati gli interruttori di accensione delle luci.

 

Al piano primo, nell’originario fienile sono stati realizzati cucina e soggiorno mentre dove c’era il deposito sono stati realizzati camera e bagno. Al piano terra, nella porzione di fabbricato adibita a stalla, è stata realizzata una taverna mentre il magazzino è stato trasformato in studio.

Gran parte degli arredi sono stati disegnati dall’architetto e realizzati su misura da abili artigiani. Il blocco cucina e il camino sono stati realizzati in ferro verniciato; il blocco cucina è stato completato con opere di falegnameria (cassetti e ante); anche i catenacci dei portoni d’ingresso sono stati commissionati ad un abile ed esperto fabbro.

Ca’ Giovanni è un progetto di recupero totale, infatti anche parte degli arredi (sedie, poltrone, armadi, lampadari ecc..) sono stati “salvati” dalla distruzione, restaurati e riutilizzati.

L’articolo Cà Giovanni: progetto di recupero di un fabbricato rurale proviene da Dettagli Home Decor.

25 Gennaio 2019 / / Dettagli Home Decor

La festa degli innamorati è alle porte. Croce e delizia per molti, il 14 febbraio resta uno degli appuntamenti più attesi e… temuti!

Si può essere romantici senza essere sdolcinati? Si può stupire la propria dolce metà senza i soliti cuori e tappeti di rose? Per un pensiero originale, divertente o semplicemente sfizioso, quest’anno si può fare affidamento su yellowa.it – il portale curato direttamente da designer e architetti che selezionano gli oggetti di design e le idee regalo più trendy del momento.

Ecco qualche proposta per lei e per lui in vista di San Valentino.

5 idee regalo per lei





  • Il cesto da picnic by eGenuss: regalare qualcosa da usare insieme è sempre una buona idea per San Valentino. Il cesto da picnic è un regalo per tutte le stagioni e soprattutto per tutti i luoghi che amiamo vivere nel tempo libero: lago, mare, montagna, o perché no il parco vicino a casa. Il servizio è per quattro persone, quindi potrà essere utilizzato anche con amici o con la famiglia. In tre colori: rosso a quadretti, a righe blu o a fantasia grigio e bianco. Prezzo: 65 euro.
  • Soppy, il libricino illustrato. E’ una storia, non un fumetto, e racconta micro situazioni di coppia disegnate in modo simpatico e ironico. Vi immedesimerete sicuramente perché rispecchiano atteggiamenti molto comuni. L’autrice è una donna e i disegni sono molto divertenti per entrambi, anche se l’universo femminile emerge nel modo migliore. Esiste inoltre la versione originale in inglese. Prezzo (in italiano): 11 euro.
  • Regalale il sole: la lampada a carica solare Little Sun è un’idea dal forte valore simbolico. Progettata dall’artista di fama mondiale Olafur Eliasson, è un oggetto romantico e ha anche un valore sociale perché sostiene il progetto di portare la luce, a un prezzo accessibile, al 20% della popolazione mondiale che non ha accesso all’energia elettrica o a una fonte di illuminazione non nociva. Prezzo: 30 euro.
  • Trucco e cellulare, due in uno. Un oggetto che renderà una donna felice, con trucco impeccabile e cellulare carico: lo specchietto luminoso by Orime è dotato di una batteria da 3.000 mAh da tenere in borsetta come batteria di scorta per caricare il cellulare nei momenti d’emergenza. Disponibile nei colori rosa, oro e oro rosa. Prezzo: 27 euro.
  • La parigina-Guida allo chic. L’autrice di questo libretto by L’Ippocampo è un’icona dell’eleganza francese e ha raccolto i suoi personali consigli di stile per vestirsi come una parigina con solo sette capi di abbigliamento. Comprende anche un prontuario di buone idee di stile e una guida ai segreti parigini di Ines de La Fressange: alberghi, ristoranti, luoghi insoliti da visitare e una guida su misura per divertirsi con i bambini. Prezzo: 22 euro.

5 idee regalo per lui





  • Map of love di Awesome Maps è un itinerario quasi infinito per programmare un viaggio memorabile in due. Gli Stati sono ben 196! E’ disegnata a mano ed è fatta apposta perché ogni stato visitato venga colorato di rosso (ma si può scegliere il colore preferito). Con la mappa gli adesivi per aggiungere commenti ad ogni viaggio. Prezzo: 30 euro.
  • Un orologio per l’uomo sportivo dai gusti classici: Nokia Steel by Withings è un orologio smart, che permette di monitorare le attività fisiche giorno per giorno tramite app (nuoto, corsa, sonno…) ma niente display. Lo stile è quello tradizionale con una lancetta in più con la percentuale di risultato giornaliero. Disponibile nei colori nero e bianco. Prezzo: 100 euro.
  • Una colazione col sorriso è quella che non mancherà mai in casa grazie al Clouduccino, il bicchiere monta latte per preparare un ottimo cappuccino in casa. Se lui è un appassionato di colazione al bar, questa è l’idea perfetta. Facile da usare e da pulire permette di trasformare il latte in crema da cappuccino. Prezzo: 20 euro
  • Se lui è un tipo casalingo e adora il sushi, invece, ecco il kit sushi fai da te con video ricette e libro di Doodee. Oltre agli strumenti base, come le tovagliette in bambù, le bacchette, la spatola e il cucchiaio per il riso, è incluso il libricino di ricette e l’accesso ai video tutorial per imparare la preparazione. Per chi ama sperimentare! Prezzo: 15 euro.
  • Se lui è uno che sa godersi la vita, infine, con questo oggetto farete breccia definitivamente nel suo cuore: il piano d’appoggio da utilizzare nella vasca da bagno by Umbra, in bambù. Per leggere con un buon bicchiere di vino mentre ci si rilassa a fine giornata. Prezzo: 33 euro.

L’articolo San Valentino chic e di design: dieci idee per lei e per lui da Yellowa proviene da Dettagli Home Decor.

24 Gennaio 2019 / / Decor

Sempre di tendenza e super richiesti, gli adesivi murali permettono di conferire un’aria fresca e divertente alle pareti  in un attimo e con poca spesa.

Realizzati in vinile e proposti  in un’ampia gamma di colori e dimensioni, gli adesivi murali hanno un’innata capacità di trasformare una parete anonima nel punto focale della stanza in modo temporaneo. Si possono scegliere  scritte, frasi celebri,  decorazioni per bambini, disegni floreali, grafiche in 3d oppure immagini coloratissime.

Resistenti, facili da attaccare e staccare, ma soprattutto economici, questi divertenti accessori decorativi si adattano a qualsiasi stile d’arredamento.  Ideali soprattutto nella cameretta dei bambini, dove si potranno sostituire velocemente in base alla loro età, gli adesivi murali sono in grado di regalare un nuovo volto a qualsiasi stanza della casa: dal soggiorno alla camera da letto, ma anche in cucina o nell’ingresso, insomma ovunque si voglia aggiungere un tocco di colore in modo creativo.

adesivo murale Mappamondo stile giungla

adesivo murale Pesciolini colorati

Gli adesivi murali sono una valida alternativa ai quadri, in questo modo si eviteranno fori nel muro e una volta staccati la parete risulterà integra e senza alcun segno.

Attraverso il loro impiego possiamo scegliere di decorare piccoli angoli oppure realizzare intere pareti per creare delle scenografie suggestive e originali.  A seconda del risultato finale che si vuole ottenere, possiamo infatti scegliere di applicare un unico grande disegno o abbinare diversi adesivi affini per forma e tema ma in differenti colori e dimensioni. L’importante, in questo caso, è mantenere una certa armonia di forme e colori che risulti piacevole alla vista e che si abbini perfettamente allo stile della stanza.

adesivo murale Lavagna a forma di casa

adesivo murale Pesci oro e argento

adesivo murale Cuore Origami

Le nuove collezioni di adesivi murali, però, non si limitano alla sola decorazione delle pareti. Tenstickers, ad esempio, completa la sua ricca offerta di stickers murali con una selezione interessante di adesivi  in vinile pensati per decorare anche pavimenti, piastrelle, mobili, superfici in vetro, porte, elettrodomestici e tanto altro.

Anche in questo caso le proposte sono in grado di soddisfare qualsiasi gusto e necessità, pensate per tutti gli ambienti della casa e anche per decorare l’ufficio.

adesivo in vinile effetto Strada

adesivo in vinile grigio e nero per piastrelle

Adesivi murali personalizzati per ogni stile

Come detto le proposte decorative in termini di colori, forme e dimensioni sono moltissime, ma per chi desidera un disegno unico in grado di rispecchiare al meglio il proprio gusto e stile d’arredo, grazie a Tenstickers possiamo creare adesivi personalizzati.

Per farlo è semplice, basta infatti inviare l’immagine, una foto, un disegno, oppure una scritta e Tenstickers la realizza in esclusiva. In questo caso è importante che il file sia in alta definizione, meglio se nel formato vettoriale, inoltre, tenete presente che per quanto riguarda le immagini sagomate gli elementi più sottili del disegno devono avere uno spessore non inferiore ai 4mm.

adesivo murale cactus Love

adesivo murale Uccellini e Paesaggio

Come si applicano gli adesivi murali?

La posa è facile e veloce, basta solo qualche piccolo accorgimento e avere pazienza.  Per consentire all’adesivo di aderire bene alla parete ed evitare che in seguito si possa staccare, è importante che il muro sia liscio e privo di qualsiasi imperfezione e senza polvere. Per questo è bene passare prima un panno per eliminare qualsiasi residuo di polvere. Fatto ciò si può passare a stendere l’adesivo con l’aiuto di una spatola, in modo da farlo aderire perfettamente alla parete o su qualsiasi altra superficie da decorare.

L’articolo Adesivi murali: dettagli di stile per pareti anonime proviene da Dettagli Home Decor.

23 Gennaio 2019 / / Dettagli Home Decor

A Stoccolma Lookofsky Architecture firma la completa trasformazione di un appartamento di 80 metri quadri per una giovane coppia, ottimizzando lo spazio con soluzioni intelligenti che coniugano estetica e funzionalità.

Nella zona giorno, dove un tempo c’era un classico muro che divideva lo spazio in due ambienti separati, i progettisti lo hanno demolito per creare uno spazio aperto, sostituendolo con una parete di design che al suo interno nasconde in modo ordinato funzioni diverse.

La nuova parete attrezzata, lunga ben 7 metri, si presenta come una composizione giocosa dove si alternano profondità e altezze diverse. Per sottolineare il carattere giocoso della composizione la scelta di un giallo brillante e caldo che si alterna al bianco.

Soluzioni analoghe e stessa alternanza di colori anche per le altre stanze della casa: il bagno-nicchia, dotato di un muro con ampie possibilità di stoccaggio, e la camera da letto, dove non poteva mancare un capiente armadio a muro, collocato a cavallo del vano porta.

Progetto “Function Walls” – Lookofsky Architecture

Credits: Foto di Mattias Hamrén

L’articolo Un appartamento anni 20 trasformato grazie a pareti attrezzate e tanto giallo proviene da Dettagli Home Decor.