Cosa fare prima di comprare un armadio?

Come riconoscere se stiamo facendo un acquisto che vale i soldi che ci chiedono?

Un armadio non si compra tutti i giorni e rappresenta una spesa che incide fortemente sul budget destinato all’acquisto dei mobili. Ma è un arredo semplicemente FONDAMENTALE, non possiamo fare a meno di lui e visto che ci aspettiamo duri tutta la vita…meglio comprarne uno fatto per durare (e possibilmente per sopportare anche uno o due traslochi, che non si sa mai).

L’armadio è il contenitore più capiente che abbiamo a disposizione in tutta la casa ed è quello che custodisce i nostri beneamati vestiti, le scarpe, le borse, la biancheria…insomma, un mega scrigno che ha la doppia funzione di organizzare e proteggere tutta la nostra roba. Non per niente l’armadio si chiama anche guardaroba!
Per questo motivo è importante sapere com’è fatto un armadio. Quali sono le parti che lo compongono, come sono realizzate, che modelli di ante esistono e quali possibilità di personalizzazione mi offrono?

Solo conoscendo tutti questi dettagli sarà possibile comprare in maniera consapevole un prodotto di qualità, in linea con il proprio budget.

Leggi la GUIDA COMPLETA >>

Cosa imparerò dalla guida?

Nel video e nella guida testuale scoprirai:

  • quali sono i componenti di un armadio, quindi com’è fatto
  • come sono fatti i pannelli che lo compongono, comprese le ante
  • quanti e quali tipi di finiture esistono per struttura e ante
  • quali sono le potenzialità progettuali delle varie tipologie costruttive in commercio
  • quali sono i tipi di ante, quanti e quali sistemi di apertura esistono

Conoscere tutte queste cose ti servirà a sapere quali sono le informazioni da chiedere prima di comprare un armadio. Saprai distinguere un armadio di qualità da uno di bassa gamma e potrai quindi decidere in maniera più oculata come spendere il tuo budget.

16 Maggio 2018 / / Le Cose Semplici

Dopo il grande successo che ho riscontrato con il garden inspiration #1 ho deciso di continuare a condividere con voi ciò che amo e mi ispira particolarmente.

Oggi vi porto in un giardino dal sapore di latri tempi, un po’ vittoriano, di Tasha Tudor.

Famosa artista e illustratrice americana, del Vermont, vissuta per 93 anni con ferma convinzione tradizionalista. Ha cresciuto la sua famiglia in una casa colonica senza tv, radio ,telefono e luce elettrica. Usava  lampade a olio ,filava il lino per i  suoi vestiti, allevava capre per il loro latte e tutto l’arredo delle sua case era tipicamente vittoriano.

Ha lavorato per 65 anni, ha scritto o illustrato più di 100 opere,in tipico stile vittoriano, in cui i protagonisti sono quasi sempre cani corgi,gatti e conigli.

Con gli anni è diventata anche famosa per il suo bellissimo giardino, così semplice, curato e naturale.

Ho trovato questo video giapponese che oltre a far vedere bene il giardino ,trasmette una sensazione di pace e tranquillità magica.

Buona visione.

26 Ottobre 2015 / / Architettura

Nell’era digitale Lookcast è l’applicazione web che cambia il modo di raccontare e comunicare il design, gestire i progetti e promuovere una collezione.

Lookcast è uno strumento rivoluzionario per creare, condividere e monitorare splendidi lookbook digitali e aiutare i designer, gli architetti e le aziende a promuovere i propri progetti, i propri prodotti, il proprio brand in modo semplice, veloce ed efficace.

Se sei un interior designer, un architetto o uno stylist, sai bene che creare proposte di design professionali che comunichino in maniera efficace le tue idee di design è spesso la parte più noiosa, ma anche la più importante del progetto. Se hai creato una proposta sotto pressione a causa della competizione con altri designer e architetti, sai bene quanto sia importante lavorare velocemente!

Per i brand di Interior Design, le sfide sono simili e uniche allo stesso tempo. Per mantenere aggiornati i rivenditori e gli agenti di vendita sulle collezioni, le variazioni di materiali e le personalizzazioni, è impossibile utilizzare un catalogo in PDF.

LOOKCAST ha creato un’app per l’intera industria del design di interni. Il sistema drag&drop permette la creazione semplice e veloce di proposte digitali bellissime senza dover utilizzare altri strumenti come Photoshop. Potete inserire i dettagli del prodotto, i prezzi di vendita e all’ingrosso, descrizioni, materiali disponibili, link per l’acquisto…tutto “nascosto” all’interno dell’immagine dal forte impatto estetico.

Quando la proposta di design è pronta per essere inviata, LOOKCAST ti permette di creare delle campagne personalizzate da condividere in ogni canale o piattaforma. Potete proteggere il lavoro con una password, creare una data di scadenza, rendere visibili o nascondere le varianti di prezzo e inserire i link che rimandano al vostro sito o ai canali social. Potete inviarlo via email o tramite social media, oppure inserirlo direttamente nel vostro sito.

Infine, i vostri lavori con LOOKCAST sono tracciabili grazie alle metriche nella dashboard interattiva, che mostra se le vostre proposte di design sono state viste e qual è stato il prodotto più cliccato.

Lookcast è nata negli Stati Uniti grazie a un talentuoso team americano e italiano di designer, esperti in tecnologia, marketing e vendite che hanno combinato insieme i 50 anni di esperienza nell’industria del design.

La mission di LOOKCAST è di dare ai designers, agli architetti e ai brand del design, accesso a un potente strumento che permette loro di rappresentare e mostrare in maniera efficace il valore delle loro idee, progetti e prodotti.

Cliccate sulle frecce laterali per sfogliare il lookbook e sugli hotspot per visualizzare i dettagli.

24 Marzo 2014 / / Decor

Come scrivevo nel post precedente, i pallet sono una risorsa incredibile per l’interior decor, soprattutto se avete pochi eurini da spendere. Come dico sempre, avere un budget limitato non vuol dire rinunciare ad ambienti belli e creativi. Su internet si trovano un sacco di tutorial sull’argomento, ma prima di fare una carrellata di progetti realizzabili con i bancali vorrei farvi vedere un esempio di interno realizzato totalmente con pallet. Sto parlando del “Pallet Project“, un ufficio di Amsterdam il cui spazio interno è scandito dal continuo concatenarsi di questi materiali di recupero. L’intento dei progettisti e del committente (MOST Architecture e BrandBase) era infatti non solo creare un arredo funzionale all’interno dello spazio lungo e stretto, ma anche e soprattutto avere una struttura su cui ci si potesse sedere, sdraiare, stare in piedi, in una parola interagire, in modo da poter stimolare la creatività.
Trovate una spiegazione esauriente del progetto su Pokayoke, da cui ho preso le immagini.

Ma delle scale, ne vogliamo parlare? Potete trovare il video della realizzazione qui.
Se cercate “allestimento con i pallet” su google vi viene fuori la qualunque, a dimostrazione della loro versatilità. Vi farei vedere di quanta versatilità stiamo parlando qui ma poi mi viene un post con troppe immagini e non si capisce niente, quindi ne scriverò un altro. Cosa non si fa per divulgare conoscenza, ditemi voi! 😉


English text

As I wrote in my previous post, the pallets are an incredible resource for interior decor, especially if you have a few money to spend. As I always say, have a limited budget does not mean giving up having creative and beautiful environments. On the Internet there are a lot of tutorials on the subject, but before you do a roundup of achievable projects with pallets I would like to show you an example of an interior made ​​entirely with them. I’m talking about “Pallet Project “, an Amsterdam office whose interior space is punctuated by the continuous chain of these recycled materials. The intent of the designers and the client (MOST Architecture and BrandBase ) was in fact not only to create functional furnishings inside the long, narrow space, but also to have a structure on which we could sit, lie down, stand up, in a word interact, in order to stimulate creativity. 
Find a full explanation of the project on Pokayoke, from which I took the pictures.I really love the stairs! You can find the video of the construction on the link of the italian text. If you search for “set-up with pallets ” on google there is any out, to prove their versatility. I’d show you of how much versatility we’re talking about here but then I’d get a post with too many pictures and you would not understand anything, so I’ll write another one. What do you do to spread knowledge, you tell me ! 😉


13 Marzo 2014 / / ArchitettaMI

Ciao architettamici,

oggi inauguro una nuova rubrica o meglio una video rubrica.

Parlerò del mondo dell’interior design mettendolo a confronto con quello della moda e del make up.

Scusate i vari pasticci di montaggio e la luce, che ho dovuto un po’  schermare altrimenti sarebbe stata troppo forte. Cercherò di migliorarmi col tempo.

Qui il link al mio canale youtube,
Buona visione.

12 Marzo 2014 / / Video

Nell’ottobre 2006 una cliente ci ha chiesto maggiori informazioni prima di definire il suo ordine online per un pouf letto.

Con l’amico collega Maurizio Riva ho preso il Nokia e ho girato velocemente questo video .

Nessuna grafica, nessuna regia, solo praticità e poi di corsa veloci a caricarlo su Youtube.

Niente da fare però per i cani del quartiere che non hanno mai smesso di abbaiare!

Ritrovare questo file nell’archivio dopo 100 video caricati, 607 iscritti e 1.248.872 visualizzazioni e dopo quindi un sacco di strada fatta insieme,  mi ha fatto davvero tanto piacere…

10 Marzo 2014 / / Brigi Co.De. House

Oggi è il giorno delle comunicazioni di servizio.
Ho appena scovato la pubblicità della nuova linea Ikea PS 2014. Che ne pensate?

 

26 Febbraio 2014 / / diotti.com - ArredaClick

Il nostro oggetto dei desideri di oggi festeggia quest’anno il suo 10°anniversario. E’ un best-seller dell’arredamento, è un oggetto di design dallo stile inconfodibile.
E’ semplicemente la lampada Bourgie di Kartell.

kartell-lampada-bourgie

Bourgie è nata nel 2004, opera dal designer Feruccio Laviani, e da allora è diventata un’icona di stile e di design. E’ una lampada da tavolo realizzata in policarbonato o in abs in finiture eleganti come il nero, bianco, cristallo e oro o in finiture metallizzate come argento, oro, titanio, fucsia e azzurro. Un gioco di incastri di piani decorati supporta un ampio paralume circolare in effetto plissé che genera suggestivi giochi di luce. Un particolare sistema di aggancio del paralume permette di ottenere tre differenti altezze, 68, 73 e 78 cm. E’ perfetta per qualsiasi contesto: dalla camera da letto per creare luce d’atmosfera sul comò o sul comodino, al salotto posizionata sul tavolino lato divano, fino al piano scrivania dell’ufficio.

Per festeggiare il 10°compleanno di Bourgie, l’azienda Kartell ha invitato 14 designer della sua squadra a reinterpretare questa lampada in modo originale e insolito. Interpretazioni che fanno parte di una mostra itinerante che girerà tutto il mondo e che sarà anche in Italia a Milano durante il Salone del Mobile di aprile 2014. E’ stata poi organizzata per fine anno un’asta online per aggiudicarsi questi pezzi unici; il ricavato sarà devoluto in beneficienza.

lampada-bourgie-nera-kartellkartell-bourgie-lampadalampada-bourgie
lampade-bourgie-kartelllampada-bourgie-kartellbourgie-lampada-kartell

Ecco la lampada Bourgie in un video ufficiale di Kartell. Incantevoli immagini che sottolineano il design di questo complemento.

5 Febbraio 2014 / / La Tazzina Blu

Un bosco in un loft? Si può fare… 🙂
Questa coppia di creativi l’ha ricreato a Philadelphia, per rendere accogliente e personalizzato il luogo in cui vivono e lavorano.
Buona visione 🙂


La domenica mattina è fatta per poltrire a letto un po’ più a lungo del solito.
Si può leggere un libro, fare colazione tra le lenzuola e se piove si può anche guardare un film oppure portarsi il laptop a letto e curiosare Facebook.
OPPURE si può leggere il blog di ArredaClick per trovare tantissime idee per arredare casa, o semplicemente migliorare alcuni spazi. Questa settimana ci siamo dati davvero da fare con gli speciali fotografici dedicati all’arredo di varie stanze della casa.

Se proprio non avete voglia di leggere, vi regaliamo l’esilarante video del backstage della diretta Rai dello scorso 17 gennaio. Per chi non lo sapesse, siamo andati in televisione, e non su una rete qualsiasi, ma su Rai2 in prima serata. Per un riassunto degli argomenti di cui abbiamo parlato con Nicola Porro di VIRUS cliccate qui.
E per chi non ci conoscesse per nulla, sappiate che siamo dei fan dei backstage (qui il backstage del servizio fotografico per le foto della pagina Chi Siamo di ArredaClick.com).

Guardate un po’ cosa è successo prima, durante e dopo le riprese in diretta dall’open space ArredaClick.
Have fun!

Clicca qui per guardare il video su YouTube