27 Giugno 2020 / / Clever

Piccole, lunghe e strette. Oppure grandi, spaziose e ampie. Di camere per ragazzi ce ne sono davvero un’infinità. Ma c’è una categoria di stanze che merita un’attenzione davvero particolare: le camerette angolari.

Sono speciali, sì, perché sfruttando l’angolo tra due pareti permettono di risparmiare tanto spazio e lasciare libero il centro della camera.

Sono anche funzionali, certo, perché completate con armadi, guardaroba, letti e scrivanie hanno tutto quello che serve per arredare un ambiente da vivere sia di giorno che di notte, anche quando i fratellini sono due o più.

Qualche idea? Lasciati ispirare dalle nostre soluzioni.

Camerette angolari: dove dormire?

Cameretta a ponte angolare

Le camere a ponte sono già campionesse di salvaspazio, se poi sono anche angolari… la convenienza è doppia!

Cameretta a ponte ad angolo P23

Cameretta a ponte con angolo P23

Piantina della cameretta a ponte angolare P23

Per eccellenza, sono le alleate delle stanze piccole, quelle dove è preferibile occupare spazio in altezza piuttosto che in larghezza.

Con i loro moduli a ponte, riescono a sopperire alla mancanza di un armadio lineare, che nelle camerette mini risulta difficile da collocare.

Cameretta per bambini con ponte angolare P25

Cameretta per bambini con ponte angolare P25

Piantina di cameretta a ponte con armadio angolare P25

La vera particolarità, però, è la posizione del letto: inserito in una nicchia sottoponte, parallelo al muro, riduce al massimo la superficie occupata in profondità, liberando il centro stanza.

Camera dei ragazzi con ponte angolare P27

Camera per ragazzi con ponte angolare P27

Piantina di camera per ragazzi con ponte angolare P27

Cameretta con soppalco ad angolo

Lontane parenti delle stanze a ponte, le camerette con soppalco ne condividono la missione salvaspazio.

Proprio come i ponti, prediligono l’altezza alla larghezza, occupando la parete in senso verticale. Lo stesso accade anche con i soppalchi angolari, sviluppati su due muri al posto di uno.

Cameretta a soppalco con angolo S30

Cameretta a soppalco con angolo S30

Piantina di cameretta con soppalco e armadio angolari S30

A seconda dei modelli, le camerette possono avere soppalco singolo o doppio, a sua volta declinato nelle versioni con due letti sopra oppure un letto sopra e uno sotto, con piani di riposo ad L oppure paralleli.

Camera per ragazzi con soppalco ad angolo S31

Camera per ragazzi ad angolo soppalcata S31

Piantina per camera dei ragazzi ad angolo soppalcata S31

Varianti a parte, una cosa è certa: negli ultimi anni, questo tipo di configurazione ha davvero spopolato nelle camerette condivise tra fratelli e sorelle.

Cameretta con 2 letti ad angolo

Chiamati anche ad L, i letti angolari sono il mantra delle camerette doppie in cui lo spazio è poco.

Quando ogni centimetro è indispensabile, sfruttare un angolo per muoversi liberamente nella stanza e ricavare altre zone funzionali (uno fra tutti, l’angolo gioco o lettura) diventa la soluzione migliore per organizzare un ambiente a prova di bambini.

Cameretta con due letti ad angolo P20

Cameretta con due letti ad angolo P20

Piantina di cameretta angolare con 2 letti P20

Per portare l’ottimizzazione degli spazi al livello successivo, alcuni lettini da terra condividono addirittura lo stesso comodino, sistemato (guarda caso!) proprio nell’angolo.

Cameretta angolare con 2 letti a elle P26

Cameretta angolare con 2 letti a elle P26

Piantina di camera per bambini con letti ad angolo P26

Ma perché chiamarli “letti ad elle”? Per lo speciale posizionamento dei materassi, sistemati in direzione perpendicolare su due muri vicini.

Un’ottima soluzione da adottare anche per due gemelli, che avendo la stessa età potrebbero avere le medesime esigenze quanto a mobili.

Cabine e armadi ad angolo per camerette organizzate

Cameretta con armadio angolare

Se il dormire è il primo dei bisogni appagati in una cameretta, il vestirsi arriva subito dopo. Uno dei problemi maggiori riscontrati da chi non possiede una camera grande, è proprio il non sapere dove sistemare il guardaroba.

Perché, ammettiamolo, la tenera età dei bambini non basta a giustificare la presenza di un armadio piccolo, vero? Tra i cambi estivi, quelli invernali, i vestiti dell’asilo e le tute del calcetto, la quantità di abiti necessari a bimbi e ragazzi è notevole (e non
abbiamo parlato di adolescenti…).

Cameretta con armadio e ponte ad angolo T11

Cameretta con armadio a ponte ad angolo T11

Piantina di cameretta con ponte e armadio ad angolo T11

Come fare, dunque? Ancora una volta, si agisce d’astuzia optando per un bell’armadio angolare. E l’interrogativo sorge spontaneo: meglio battente o scorrevole?

Se lo spazio in profondità lo consente, sarebbe ideale scegliere un armadio da cameretta con ante battenti. Più pratico di quelli scorrevoli, permetterà anche ai bambini più piccoli di aprire le porte e accedere al contenuto in totale autonomia e senza sforzo.

Cameretta con angolo cabina

Stesso discorso vale per le cabine armadio, con la differenza che i modelli angolari sono il vero must have delle camerette moderne.

Che tua figlia sia una stilista in erba o meno, le cabine angolari hanno il loro risvolto pratico: moltiplicano esponenzialmente il volume contenitivo traendo vantaggio da un angolo inutilizzato.

Leggermente più ingombranti di un armadio standard, le cabine richiedono che nella stanza ci sia una profondità sufficiente per la parte centrale del modulo ad angolo, maggiore rispetto ai moduli terminali.

Per il resto, sono solo vantaggi!

Cameretta con angolo cabina S33

Cameretta con angolo cabina S33

Camera dei ragazzi con cabina angolare S33

Un’idea per rendere una cabina ad angolo davvero, davvero unica? Trasformarla in libreria! La struttura del guardaroba, completa di tutti gli accessori necessari, rimane tale e quale.

Quello che cambia è uno dei fianchi che, al posto di un pannello di chiusura, viene attrezzato con una serie di mensole e ripiani ad uso scaffale o porta libri.

La zona studio delle camerette con angolo

Cameretta con scrivania angolare

Dormire, vestirsi e infine studiare, passatempo imprescindibile dei ragazzi in età scolare. La cameretta deve diventare il luogo d’elezione dove fare i compiti diventi non solo un’attività ordinaria, bensì una piacevole scoperta.

Soprattutto in fase di definizione del progetto, diventa indispensabile individuare l’area migliore per allestire una piccola zona studio confortevole e intima. E, anche in questo caso, disporre di una cameretta ad angolo può fare la differenza.

Cameretta con scrivania ad angolo T06

Cameretta con scrivania ad angolo T06

Piantina di cameretta con scrivania angolare T06

E perché non approfittare di un angolo vuoto per posizionare la scrivania? Dove, sarai tu a deciderlo, ma ricorda sempre che luminosità, dimensioni del piano di lavoro e scelta della sedia sono altrettanti fattori da tenere in considerazione.

Cameretta con angolo studio

Quando si parla di angolo studio, si tende ad estendere il significato a quella piccola area di cameretta dedicata allo svolgimento delle attività scolastiche che non sempre coincide con la definizione data dalla geometria.

Speculazioni goniometriche a parte, la zona compiti è il cuore pulsante della camera dei ragazzi, il luogo in cui si impara e si riflette, e come tale deve essere organizzato nei minimi dettagli.

Angolo studio in cameretta con scrivania di design

Angolo studio con scrivania minimalista – Cameretta completa T02

Zona studio per camera dei ragazzi con scrittoio e mensole

Angolo studio con scrittoio e mensole – Cameretta con letto a castello S33

Angolo studio vicino al letto della cameretta

Angolo studio vicino al letto – Cameretta a terra T09

Anche se non posizionata in un angolo, l’area studio dovrebbe essere confortevole, facilmente accessibile e grande abbastanza per accogliere sia una sedia ergonomica che il materiale scolastico.

Ma se lo spazio non è molto… via libera a soluzioni sospese, modulari, componibili o a scomparsa, anche integrate nel letto o nell’armadio.

Angolo studio con scrittoio sospeso

Angolo studio con scrittorio sospeso – Cameretta componibile T10

Angolo studio a scomparsa per cameretta

Angolo studio a scomparsa – Cameretta per ragazza T05

Zona studio con scrivania incorporata nella libreria

Angolo studio con scrivania e libreria insieme – Cameretta per ragazzo T15

A caccia di altre idee per arredare al meglio la camera dei bambini? Non perdere i consigli, le idee e i suggerimenti dei nostri articoli!

Leggi anche:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

17 Aprile 2020 / / Clever

Quando la cameretta è piccola, o i bambini sono due, diventa indispensabile riuscire ad ottimizzare gli spazi. La prima regola è trovare la soluzione più adatta alle esigenze dei bimbi e alle dimensioni della stanza. Facile a dirsi, ma come individuare quella giusta?

Lasciati conquistare dalle nostre idee: ti presentiamo 13 soluzioni salvaspazio per la camera dei ragazzi, ricche di foto e immagini da cui prendere spunto per arredare al meglio la stanza dei piccoli, anche quando è condivisa.


Sfrutta l’altezza con un letto a castello

Letto a castello salvaspazio Sky

Letto a castello salvaspazio Sky

La prima regola delle camerette piccole: se non c’è spazio in larghezza, sfrutta l’altezza! Il mantra delle stanze ridotte trova conferma nelle camere condivise tra fratelli e sorelle, per cui il letto a castello è il vero campione salvaspazio.

La logica di questi letti sovrapposti è semplice: nell’ingombro di un letto (quello inferiore), si possono ricavare due piani di riposo, uno sopra l’altro. Considerando che l’altezza standard dei letti a castello si aggira intorno ai 180 cm, questa soluzione trova spazio in quasi tutte le camerette moderne.

L’idea in più: per risparmiare preziosi centimetri, è bene scegliere la giusta scala per letto a castello. Le scalette frontali occupano pochissimo spazio ma, essendo più ripide dei ben noti gradini con contenitore, sono più adatte ai bambini grandi.


Limita l’ingombro con un letto richiudibile a muro

Letto per cameretta a scomparsa verticale Shin

Letto per cameretta a scomparsa verticale Shin

Alcune camerette non sono piccole, sono piccolissime! Nelle stanze mini gli accorgimenti da prendere sono tanti, ma il primo resta - se possibile - l’impiego di mobili a scomparsa o ribaltabili, da riporre in speciali strutture dopo l’utilizzo.

Fatta eccezione per l’armadio, nella camera dei bambini è il letto ad occupare lo spazio maggiore. Scegliere un letto piccolo è fuori discussione: per i ragazzi è indispensabile dormire in maniera confortevole, e un piano di riposo inadatto può portare a conseguenze poco piacevoli. La soluzione migliore è optare per un letto richiudibile a muro, che durante il giorno può essere sistemato all’interno della parete.

Problema sicurezza. In molti starete pensando che un letto apri e chiudi possa non essere sicuro, ma vi sbagliate. I migliori letti ribaltabili sono dotati di sistemi di sgancio brevettati, che garantiscono chiusura e apertura assistita.


1, 2 o 3? Letti estraibili per bambini

Letto scorrevole per cameretta Lobby

Letto scorrevole per cameretta Lobby Alto

Camerette doppie o triple, abbiamo la soluzione per voi! Quando la stanza è condivisa tra due o tre fratelli, ottimizzare e suddividere lo spazio diventa un’operazione chirurgica. E la cosa più complicata è non fare differenze tra i bambini, pena una crisi di pianto interminabile...

I letti scorrevoli nascono dalla necessità di inserire più materassi in uno spazio davvero ridotto, dove anche l’altezza può rappresentare un vincolo. La peculiarità di questi letti sovrapposti sta nella struttura, più alta di un letto normale ma capace di contenere fino a tre materassi.

Utilizzare i lettini doppi è davvero semplice, per non dire "a prova di bambino". Quando arriva il momento di dormire, è sufficiente estrarre la rete per disporre di un piano di riposo comodo e accogliente - a tutti gli effetti, si tratta di un letto vero e proprio, la cui movimentazione è resa ancor più facile dalle rotelle posizionate sotto la struttura.


Letto alto con cassetti per nascondere proprio tutto

Letto con cassetti sotto Lobby Corner

Letto con cassetti sotto Lobby Corner

Una delle regole d’oro per ottimizzare una cameretta piccola è sfruttare quanti più cassetti possibili. Ma attenzione, si tratta di cassetti speciali, posti in punti strategici della stanza e incorporati ad altri arredi.

Indiscussi portavoce di questa soluzione sono i letti con cassetti integrati, presenti in commercio in almeno due varianti. La prima è rappresentata dal classico letto con cassetti sotto, in cui lo spazio contenitivo è concentrato nel vano compreso tra la rete e il pavimento. L’idea è ottima in camerette strette e lunghe, dove gli arredi principali sono disposti su un’unica parete e nulla ostacola l’apertura dei cassetti.

Letto con cassetti laterali XL

Letto con cassetti laterali XL

La seconda variante è rappresentata dal letto con cassetti laterali. La sostanziale differenza sta nell’apertura dei contenitori, a cui si accede sia da destra che da sinistra. La filosofia salvaspazio persiste, perché i vani sono abbastanza capienti da accogliere biancheria, vestiti e accessori. Bisogna però considerare che l’apertura laterale richiede uno spazio maggiore in larghezza, che non tutte le camerette piccole possono garantire.


Scala con gradini contenitore

Letto a castello con scala contenitore Slide

Letto a castello con scala contenitore Slide

I gradini contenitore, l’accessorio immancabile dei letti a soppalco! Il successo dei gradoni - cassetti è la loro versatilità: da chiusi, costituiscono la via d’accesso al lettino superiore; da aperti, si trasformano in un pratico vano dove nascondere (ops, sistemare) tanti giocattoli, libri e accessori.

Se nei classici soppalchi la scala contenitore è posizionata posteriormente, lungo la parete, i letti a soppalco salvaspazio lanciano una novità. Per limitare ancora di più l’ingombro, la scaletta viene affiancata al letto e il numero di grandoni ridotto a 3 o 4 (a fronte di una inclinazione leggermente maggiore). L’accesso al materasso sopra è comunque garantito da una “pedana corridoio”, sicura per i bambini e utile a mamma e papà per rifare il letto.


Ottimizza gli angoli con una cabina armadio angolare

Cabina armadio ad angolo per cameretta Maxy

Cabina armadio ad angolo per cameretta Maxy

Anche le stanze più piccole meritano il loro armadio. Ma quando si tratta di mini camerette, la faccenda si complica. I guardaroba dei bambini richiedono una certa organizzazione, vuoi per il numero esorbitante di vestiti regalati dai nonni e dagli zii, vuoi per la necessità di avere sempre scorte a portata di mano.

Se non si può sfruttare appieno una parete, l’idea è di sfruttare gli angoli scegliendo di arredare la cameretta con una cabina armadio angolare. Sì, una cabina ad angolo, proprio come quella degli adulti, ma in formato bambino.

Cabina angolare da cameretta Maxy

Cabina angolare con libreria Maxy

Il vantaggio degli armadi ad angolo è duplice. Da una parte, la struttura modulare consente di realizzare una soluzione su misura mettendo a frutto un angolo inutilizzato. Dall’altra, il modulo angolare è molto capiente e può essere usato anche come armadio 4 stagioni. A questi vantaggi se ne aggiunge un terzo: la versatilità delle cabine armadio da cameretta è tale da poter personalizzare il modulo terminale con una libreria.


Mensole contenitore aperte e chiuse

Mensole contenitore per cameretta Box

Mensole contenitore per cameretta Box

I muri sono gli alleati delle camere dalle dimensioni ridotte, lo avresti mai detto? Sì, perché se i metri quadrati sono pochi (ricorda che c’è una legge che regola la superficie minima delle camerette) diventa indispensabile usare lo spazio in verticale - sfruttando appunto l'altezza dei muri.

Per arredare le pareti della camera dei bambini, le idee non mancano. Anzi, c’è proprio l’imbarazzo della scelta. Ma tra tutte le soluzioni, ce n’è una che gioca la carta del salvaspazio: sono le mensole contenitore.

Mensola contenitore aperta Gate

Mensola contenitore aperta e colorata Gate

Alcuni modelli sono veri e propri moduli contenitivi ad anta - in pratica, si tratta di mensole tutte chiuse - mentre altri ricordano cubotti aperti, costituiti unicamente da una struttura con pannello posteriore. Questo è il caso delle mensole quadrate o rettangolari, dotate di uno schienale di protezione ma prive di copertura frontale. Le une come le altre sono validissime soluzioni salvaspazio che, oltre a non ingombrare il pavimento, permettono di creare in pochi centimetri scenografiche e coloratissime composizioni sospese.


2 in 1: scrivania con libreria incorporata

Scrivania per cameretta con libreria Start

Scrivania da cameretta con libreria incorporata Start

Pur piccola che sia, la camera dei ragazzi deve garantire ai bambini di tutte le età una zona dedicata ai compiti. Idealmente, il perfetto angolo studio è costituito da una scrivania, una sedia, una libreria e una cassettiera, gli arredi indispensabili dove sistemare i libri, i quaderni, i dizionari, la cancelleria e i fogli di brutta.

Ma quando lo spazio non c’è, come organizzare la zona compiti? Il segreto è incorporare più mobili in uno, optando per arredi multifunzione e poco ingombranti. Tra questi, il nostro preferito è la scrivania con libreria integrata, un’idea moderna e pratica per allestire un home office in miniatura.

Molte scrivanie incorporano una libreria sopra il piano di lavoro, utilizzando la parete in altezza. Le più originali, però, stupiscono con effetti speciali sostituendo parte della loro struttura - in particolare le gambe - con ripiani accessibili anche ai più piccoli.


La richiudibile: scrivania ribaltabile a parete

Scrivania ribaltabile da parete Voilà

Scrivania ribaltabile da parete Voilà

Figli adolescenti e camerette condivise: una storia infinita. Quanti ragazzi e ragazze, appena superata l’infanzia, chiedono una stanzetta tutta per loro? Può capitare, dunque, di dover trasformare uno studio poco utilizzato in una piccola camera da letto, e mai come in questa situazione diventa indispensabile razionalizzare lo spazio.

Una delle idee migliori per rendere la cameretta funzionale è utilizzare una scrivania ribaltabile. Come dice il nome, si tratta di uno scrittoio a ribalta, fissato a parete e richiudibile a muro, che si apre e si chiude a seconda delle esigenze.

Il piano di lavoro funziona come una tradizionale scrivania sospesa, senza gambe, su cui poter lavorare, studiare, ripassare in tutta comodità. L’unica differenza è la profondità che, quando il piano è chiuso, misura pochissimi centimetri.


La rotante: scrivania con piano girevole

Scrivania con piano rotante Sestante

Scrivania con piano rotante Sestante

Un’altra idea salvaspazio per la scrivania? Nasconderla! Che sia utilissima per fare i compiti, studiare, stare al PC o svagarsi, non c’è dubbio. Ma anche le scrivanie più piccole occupano un certo volume, che si traduce in un vero e proprio ingombro quando non vengono utilizzate.

La soluzione? Optare per un mobile scrivania con piano girevole. Il vantaggio delle scrivanie rotanti è la possibilità di sfruttare il piano solo quando l’esigenza lo richiede, e di sistemarlo nella posizione di partenza una volta terminata la necessità.

Oltre alla parte mobile, vero elemento salva spazio, le scrivanie rotanti possiedono una parte fissa, spesso proposta sotto forma di pratico mobile contenitore dove riporre materiale scolastico, zaino, libri e dizionari.


Da sedia a pouf per scrivania

Pouf cubo in tessuto colorato Start

Pouf cubo in tessuto colorato Start

Un’ottima soluzione salvaspazio consiste nel sostituire la classica sedia da scrivania con un pouf. Senza schienale né braccioli, questa seduta alternativa si ripone perfettamente sotto il piano di lavoro, consentendo una circolazione agevole nella cameretta.

Per ottimizzare ancora meglio la superficie disponibile, il suggerimento è di utilizzare un pouf contenitore. Da chiuso servirà come sedia da scrittoio, da aperto potrà accogliere tutti i giocattoli dei bambini.

Un’avvertenza. Il pouf per scrivania è perfetto per un uso sporadico, ma non garantisce il corretto sostegno della schiena durante sessioni di studio prolungate. Se i bambini passano tanto tempo davanti sui libri, è meglio valutare una sedia ergonomica da cameretta, anche senza braccioli.


Il multifunzione: la cassettiera con appendiabiti

Cassettiera con appendiabiti Ambrogio

Cassettiera con appendiabiti Ambrogio

Biancheria, magliette, maglioncini, canottiere, lenzuola… sì, avere una cassettiera nella cameretta può fare la differenza. Ma a fronte di un buon numero di cassetti, questo mobile può avere un ingombro notevole, tale da far pensare se sia davvero possibile inserirne uno nella camera dei piccoli.

Anche in questo caso, serve giocare d’astuzia: la soluzione salvaspazio si chiama cassettiera con bastone appendiabiti. Si tratta di un mobile intelligente e multiuso, che incorpora la funzionalità di un settimino a quella di una barra per appenderia.

Quanto a spazi, l’ottimizzazione è massima e l’ingombro è minimo: per disporre di cassetti, appendiabiti e piano d’appoggio a terra, possono bastare poco più di 90 cm.


Testiera letto a pannelli modulari

Pannelli imbottiti modulari per testiera letto della cameretta Wall

Pannelli imbottiti per cameretta Wall

Quando si parla di stanze molto piccole, ogni centimetro risparmiato è un centimetro guadagnato. Ottimizzare gli spazi non significa solamente sgombrare il pavimento o non occupare le pareti: bensì, la filosofia salvaspazio professa la necessità di rendere arredi e ambiente un tutt’uno armonioso.

Uno dei problemi principali delle camerette small è la profondità. Passi l’armadio, che può essere scelto nei modelli poco profondi, passi la scrivania, che può essere richiudibile, e passino anche le mensole, che fissate in altezza non creano particolare disagio. Ma come fare a ridurre la profondità occupata dal letto? Ebbene, la soluzione esiste: basta eliminare la testiera o sostituirla con dei pannelli imbottiti.

Pannelli imbottiti modulari per cameretta Wall

Pannelli modulari per testiera letto Wall

Posizionati a mo’ di boiserie, i pannelli modulari sono un’ottima soluzione decorativa, che conferisce carattere alla stanza senza saturare l’ambiente. Il loro impiego ha anche un risvolto pratico: sono poco ingombranti, sono personalizzabili per colori, finiture, forma e dimensione, e possono essere impiegati anche come spalliera laterale imbottita per proteggere sia i bimbi che la parete.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

7 Febbraio 2020 / / Clever

Non sai come rinnovare la stanza dei bambini? Lasciati ispirare dalla nostra selezione di 11 camerette colorate moderne e super originali.

Fai il pieno di idee, prendi spunto dai nostri abbinamenti di colore e organizza una camera per ragazza, bambino o adolescente all’insegna dell’eleganza.

Cameretta color tortora, grigio e bianco cemento

Cameretta color tortora, grigio e bianco

Cameretta per ragazzo grigia

Questa camera da ragazzo gioca con colori naturali e finiture materiche per stupire con effetti speciali. Color tortora e grigio antracite si sposano alla perfezione con il metallo brunito delle strutture, un abbinamento che evoca il mix & match tipico dello stile industriale.

Una stanza colorata dai toni chiari, dominata da un grande armadio bianco in effetto cemento, alternativa contemporanea ai classici armadi da cameretta laccati.

Il tocco in più? I ripiani delle mensole in color rame: è tutto ciò che serve per dare il giusto twist cromatico a una camera per ragazzi che gioca sui toni del bianco, del grigio scuro e del tortora chiaro.

Cameretta in legno chiaro, con tocchi di grigio e dettagli d’azzurro

Cameretta in legno chiaro, grigio e azzurro

Cameretta per bambino in legno chiaro

Chi dice azzurro, dice cameretta per bambino…. oppure no?

Bando ai pregiudizi! Finalmente, anche le bambine possono rivendicare il diritto di giocare, studiare e riposare in una camera da letto azzurra, a maggior ragione se la stanza ruota attorno ad una finitura rassicurante come l’olmo chiaro, rallegrata da tocchi di celeste.

Legno a parte, questa cameretta dallo stile nordico dimostra ancora una volta come il grigio (perla) sia una tinta unisex, senza tempo e sempre attuale, perfetta anche quando i bambini saranno cresciuti.

Cameretta beige e rosa: il paradiso delle bambine

Cameretta beige e rosa

Cameretta per bambina rosa e beige

Prendi un lettino rosa, un armadio in olmo sbiancato (o bianco, come preferisci), aggiungi qualche tocco di viola e… voilà! Ecco a te la perfetta camera da bambina.

I colori sono quelli tipici dell’universo femminile, rischiarati da un prezioso effetto legno che ha un doppio vantaggio.

Il primo: sarà difficile stancarsene.

Il secondo: se un domani tua figlia decidesse di cambiare letto, sedia o comodino, non rischierai di incappare in abbinamenti sbagliati.

Il consiglio? Cura i dettagli, anche quelli meno visibili. Se non vuoi azzardare con troppi colori, opta per un effetto ton sur ton ma sbizzarrisciti con le finiture. Ti piace il legno? Abbinaci del beige chiaro.

Cameretta verde scuro (e come abbinarla)

Cameretta verde scuro

Camera da letto verde per un ragazzo

Pastello, prato, malva, petrolio, menta, mela: il verde, in tutte le sue gradazioni, non passa mai di moda, anche quando si parla di arredamento per cameretta.

La conferma arriva dalla cromoterapia, secondo cui l’uso del verde nella camera da letto aiuterebbe a creare un’atmosfera distesa e rilassante, motivo in più per adottarlo nella stanza dei ragazzi.

Il verde si sposa con i colori vivaci (motivo del successo delle camerette che abbinano verde, giallo e arancione), con le tinte neutre – tortora e beige in primis – e con quelle delicate come il lilla.

Funzionano benissimo anche le camere total green che alternano colori saturi come il verde acido a sfumature più tenui o ad essenze chiare.

Cameretta grigia per due adolescenti

Cameretta grigia con due letti

Cameretta per ragazzi grigia

Camerette di colore grigio: o le ami, o le ami. Sì, perché è davvero difficile resistere al fascino di questa tinta, tornata alla ribalta con la tendenza scandinava.

Da alcuni considerato smorto, in realtà il grigio è una tinta molto versatile, meno scontata del bianco e altrettanto utile per illuminare stanze piccoline.

In versione chiara, il grigio è utilizzato come colore base per le pareti o per enfatizzare arredi gialli, rossi o blu; in versione scura, invece, diventa colore d’elezione per un armadio, un letto, un tappeto o uno scrittoio.

Qualche abbinamento per la cameretta di una bambina? Grigio e rosa, senza dubbio. E per la stanza di una ragazza? Grigio e bianco, un accostamento sempre vincente.

Cameretta in legno con sfumature blu avio e verde muschio

Cameretta in legno, blu avio e verde muschio

Cameretta a ponte in legno e laccato

Hanno segnato l’infanzia di intere generazioni; hanno conquistato il cuore di centinaia di genitori; sono state il nido di decine e decine di bambini. Di cosa parlo? Delle camerette color legno, che continuano a suscitare una sincera ammirazione.

Niente a che vedere, però, con le classiche camere da ragazzi in color ciliegio, noce o in finitura naturale: le stanzette moderne celebrano tinte chiare e venature delicate, e fanno dell’olmo bianco uno dei capisaldi della tendenza contemporanea.

Se l’abbinamento bianco-legno è in assoluto uno dei più riusciti per le camere dei ragazzi, è altrettanto vero che le essenze legnose si sposano perfettamente a tinte pastello come l’azzurro polvere, il color carta da zucchero o il verde muschio.

Cameretta gialla, grigia e bianca per teenager al top

Cameretta gialla, grigia e bianca

Cameretta colorata in grigio e giallo

Durante la scelta dei colori, bisogna ricordarsi che la cameretta è il luogo deputato allo studio, motivo per cui tinte molto sature potrebbero incidere negativamente sulla concentrazione. Anche in questo, la cromoterapia dà una grande mano, eleggendo il giallo come colore dell’intelletto, della creatività e della concentrazione.

Adatto sia ai maschi che alle femmine, il giallo può essere utilizzato per colorare una parete o, come spesso accade, per dare qualche tocco di colore senza strafare (mai dimenticarsi che less is more!).

La testiera del letto, le gambe della scrivania o lo schienale della libreria: tanto basta per dare alla stanza dei ragazzi quel tocco di modernità che fa la differenza.

Se ti piace l’idea di inserire nella cameretta un colore vivace e luminoso, con il giallo non puoi sbagliare! Il consiglio è di scegliere finiture neutre per gli arredi (laminato in legno naturale e grigio laccato vanno benissimo), a cui aggiungere dettagli color miele, senape oppure ocra.

Cameretta rossa e grigia per una ragazza moderna

Cameretta rossa e grigia

Cameretta rossa da ragazza

Mai sentito parlare della Stanza Rossa, celebre quadro di Matisse? Beh, sembra quasi che il pittore francese abbia anticipato la tendenza!

Caldo e saturo, il rosso è un colore ricco di contraddizioni, che suscita fascino e reticenza quando è legato alla zona notte. Il segreto sta tutto nell’equilibrio: se ben dosato e abbinato correttamente, può essere adottato anche per decorare la stanza dei più piccoli.

Gli abbinamenti classici sono quelli con il bianco e il grigio chiaro… ma qualcuno azzarda con camerette rosse e blu (da molti considerati i nuovi rosa e azzurro) in pieno stile marinaretto.

Di norma, le camerette rosse vengono associate al pubblico femminile, tant’è che gradazioni di carminio, cremisi o amaranto fanno la loro comparsa nelle stanze delle ragazze adolescenti.

Il consiglio: se temi di esagerare, confina il rosso a colore della scrivania o dell’armadio e riequilibrane l’effetto tinteggiando le pareti della stanza in color tortora.

Cameretta a ponte bianca e verde pastello

Cameretta a ponte bianca e verde pastello

Cameretta a ponte verde e bianca

Quando si parla di camerette condivise, la scelta dei colori si fa ancora più difficile. Se poi la stanza ospita un bimbo e una bimba… si scatena il panico!

In casi come questo, la scelta migliore è optare per tinte unisex, che esulano dall’antica (e antiquata) divisione tra colori da maschi e colori da femmine. Eliminati glicine e celeste, entrano in campo tutte le sfumature di arancione o blu, sia in versione pastello che in gradazioni squillanti.

Impara ad utilizzare i colori a tuo vantaggio, anche per differenziare gli arredi. Immagina la camera a ponte di due gemelli: basterà scegliere pensili e mensole di colori diversi (verde prato e giallo paglierino, per esempio, che con il bianco ci vanno a nozze) per dedicare ad ogni bambino uno spazio contenitivo tutto suo… ed evitare così inutili litigi.

Cameretta azzurra da bambini: versione #1

Cameretta azzurra per bambini

Cameretta azzurra per due bambini

E per la camera di due fratelli piccoli? La scelta è quasi scontata: dominano l’azzurro, il celeste e il turchese, tipici colori da maschietto.

Per evitare l’effetto bebé tipico delle camerette dei neonati, però, è consigliabile dedicare un ruolo predominante a tinte neutre come l’avorio o il panna, ottime alternative al bianco ottico e al taupe.

Le camere azzurre si sposano alla perfezione con il blu, ma non sdegnano abbinamenti più moderni con il verde acqua o il giallo senape, come dimostra questa cameretta con letto a castello lineare.

Bonus! Camera da ragazzi azzurra: versione #2

Camera da letto azzurra per ragazzi

Camera da letto colorata
per due fratelli grandi

Prima o poi accade: i bambini crescono e le esigenze cambiano. E se dovessi mai trovarti nella situazione di dover rinnovare la cameretta, il mio consiglio è uno solo: sii lungimirante!

Immagina i tuoi figli come se fossero già dei piccoli adulti, e accompagnali nel loro percorso di crescita allestendo una camera da grandi, colorata sì, ma con le dovute precauzioni.

Questo non significa che siano da escludere il blu cielo o l’acquamarina: basterà orientarsi su sfumature delicate e senza tempo, adatte anche alla stanza di uno o due adolescenti.

In questa cameretta con letto a castello sfalsato, è il color avio a farla da padrona. Discreto ma presente, offre il giusto compromesso tra eleganza e modernità, poiché non satura l’ambiente e si presta a innumerevoli abbinamenti.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

16 Gennaio 2020 / / Blog Arredamento

La vita all’interno di un’abitazione è scandita da tempi e ritmi ben precisi, da luci e complementi d’arredo: è il luogo personalissimo dove ciascuno di noi si sente a proprio agio e dove passa la maggior parte del tempo. La buona qualità dell’aria che si respira nelle stanze così come quella dell’illuminazione dei vari ambienti sono elementi imprescindibili per far sì che la casa risulti accogliente. In particolare il pianeta delle luci deve essere preso in considerazione con grande attenzione, facendo ricerca nel campo dello stile, per una buona performance finale nelle stanze deputate al riposo. Soprattutto quelle dove studiano e dormono bambini e ragazzi.

Foto di Tatiana Syrikova da Pexels

La soluzione migliore, che consente anche un alto livello di personalizzazione, è quella di ricorrere a luci Led (acronimo di light emitting diode): garantiscono una lunga durata, un basso impatto ambientale e la possibilità di regolare e direzionare il flusso di illuminazione. Innanzitutto occorre valutare la posizione e l’orientamento stesso della stanza, per capire quanta illuminazione di tipo naturale e in che punti possa entrare. La fase della progettazione è molto importante, niente deve essere lasciato al caso, ecco perché sarà utile affidarsi al team di Arena Luci. Se l’esposizione durante il giorno alla luce naturale e diretta del sole risulta scarsa, allora ci saranno maggiori problematiche da “correggere” in fase di progettazione: nel caso in cui l’ambiente risulti troppo buio, visto che i ragazzi utilizzano la stanza per dormire e riposarsi ma anche per lo studio e la lettura, si dovranno utilizzare fonti luminose ad hoc. I Led, di facile applicazione, possono andare anche a illuminare determinati scorci e angoli della stanza che sarebbero altrimenti risultati inutilizzabili perché “nascosti”.

L’illuminazione è un presidio di sicurezza

Il letto, il divano e la scrivania sono punti di riferimento imprescindibili nella progettazione della stanza di bambini e ragazzi. Qui la luce rappresenta anche un presidio di sicurezza: faretti e plafoniere, spesso incastonati nel controsoffitto di cartongesso (effetto cielo di stelle), risultano eleganti o sbarazzini ma soprattutto sono irraggiungibili. I lampadari e tutta una serie di lampade a sospensione possono invece rappresentare un pericolo: occorre evitare che i più piccoli si arrampichino e cadano nel tentativo di raggiungerli oppure urtino su mobili e altri oggetti. Con i faretti Led si potranno poi creare rilassanti giochi di luce dal sicuro impatto scenico. Potranno scintillare come tanti piccoli frutti incastonati nei rami di un albero sulla parete dell’angolo-giochi oppure brillare dentro le nuvole sul soffitto sopra al letto, per propiziare sonni profondi. Piccoli punti luce Led, sfumati, potranno essere un valido ausilio per i bambini che hanno paura del buio e fanno fatica a prendere sonno. Il dettaglio delle mensole luminose, molto apprezzate dai ragazzi, completa poi lo scenario di una camera da letto accogliente e ricca di soluzioni intelligenti. A seconda dell’orario e dell’attività che si sta per intraprendere, con le luci Led sarà possibile regolare la gradazione dell’illuminazione. Per le ragazze, è sempre più diffuso un dettaglio di tendenza: il filo di luci Led sul quale appendere, con delle simpatiche mollette, le foto di viaggio e quelle con le amiche per una parete “parlante”.

8 Gennaio 2020 / / Charme and More

Etsy Finds of the Week: nursery rosa.

Ecco alcune idee e ispirazioni per arredare e decorare la nursery nei delicati toni del rosa e renderla accogliente con i complementi d’arredo fatti a mano da My Little Space Shop.

etsy-nursery-rosa-2

1.| Baldacchino rosa in cotone naturale. Perfetto per la culla, il lettino o per creare uno spazio per giocare, per leggere e decorare la cameretta in modo originale. (€ 99,45 € 117,00)

2.| Morbido cuscino in velluto a forma di stella. (€ 24,00)

3.| I bambini piccoli amano gli oggetti appesi sopra la culla; giostrine, carillon, pon pon.  Luna in velluto e stelle in cotone glitterato.  (€ 29,00)

4.| Morbido tappetino da gioco con volant. Può essere utilizzato come base per il baldacchino. (€ 69,00)

5.| Paracolpi rosa indispensabile per la sicurezza del bebè, realizzato in morbido e liscio sateen di cotone premium 100% (la qualità è confermata dai certificati riconosciuti a livello internazionale Oeko-Tex) (€ 19,00+)

6.| Ghirlanda decorativa con stelle in cotone da appendere alla parete o al baldacchino. Donerà alla nursery una nota di colore e di buonumore.

Cliccate qui se siete alla ricerca di giocattoli, accessori, vestiti e calzature per i vostri bambini.

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Etsy Finds of the Week: nursery rosa. proviene da Charme and More.

6 Gennaio 2020 / / Idee

Buoni propositi per il nuovo anno…continuare a realizzare la cameretta perfetta, bellissima e comodissima, per bambini e genitori felici.

Questa che vi sto per raccontare è la cameretta per due bambine la cui esigenza era di avere una zona notte nella parte inferiore e una zona gioco (prima) e studio (successivamente) nel soppalco superiore.

La stanza aveva il soffitto molto alto ma non era ampissima, inoltre le due pareti lunghe erano occupate una dalla finestra e l’altra dalla porta, quindi lo spazio per posizionare un ampio armadio era limitato e la progettazione in generale ha richiesto un po’ di lavoro.

Proposta 1

Alla fine sono giunta a due proposte: una con soppalco più piccolo, scala contenitore superaccessoriata, con cassetti, libreria e comodini integrati e l’armadio posto sulla parete della portafinestra, a tutt’altezza con apertura ad ante scorrevoli, di più semplice realizzazione nel complesso.

Proposta 2

L’altra proposta prevede invece un soppalco più lungo che occupa praticamente metà stanza e l’armadio a tutta altezza e tutta parete posto sulla parete corta della camera, dietro al soppalco, accessibile sia dalla parte bassa che dalla parte alta del soppalco.

In questo modo si sarebbe riusciti ad avere un armadio e un soppalco più ampio ma certamente la struttura si rivela essere molto imponente, di complessa realizzazione e occupa più di metà stanza, si è dunque optato per la prima proposta che permette comunque di aumentare lo spazio con il soppalco e di moltiplicare i contenitori grazie alla scala.

La struttura è dipinta di bianco con piccoli dettagli rosa, per renderla piu legere e non eccessivamente leziosa.

Dettagli decorativi

La parete di fronte ai letti viene decorata da una carta da parati che riproduce una foresta incanta e da poter decorare con specchi, casette per uccelli, lampade ed elementi poco ingombranti ma molto decorativi degni di una cameretta da bosco incantato.

Trova spazio vicino alla porta finestra anche una Swing chair, realizzata in rattan, materiale naturale che ben si addice all’ambientazione, avvolgente come un nido e divertente come un’altalena.

La carta da parati Wood & stars è disponibile in vari colori, per questo progetto ho scelto il color tortora , un colore naturale e rilassante e che si abbina bene al bianco e rosa dei mobili.

Questa adorabile lampada da parete a forma di nido con due uccellini, perfetta per il concept della cameretta, la trovate QUI

Anche la carta da parati di Muralswallpaper è molto graziosa anche se più infantile rispetto alla precedente. Io ho preferito proporre uno stile meno naïf , ma per chi ama gli animaletti questa è perfetta.

Un meraviglioso angolo relax che sembra perfetto per una casetta nel bosco: 1 swing chair Oeuf Sika design, 2 casette per uccelli in legno di Maison du Monde 3 tavolino in abete a forma di tronco sempre maison du Monde

Swing Chair

Ho scelto lo storico modello Euf (Uovo) di Sica Design, disegnato nel 1959 un vero pezzo storico di design ma ne esistono di tantissimi tipi tutte molto affascinanti e confortevoli.

L’ideale è attaccare questo genere di poltrona direttamente al soffitto e solitamente non ci sono particolari problemi per farlo, a meno che non si tratti di un solaio in cemento armato cosa che di solito in un appartamento non accade, altrimenti ne esistono anche modeli con base d’appoggio a terra meno suggestivi ma comunque confortevoli.

In questo caso però, dato il poco spazio disponibile vicino alla portafinestra, dove volevamo posizionare la poltrona, la versione con base non si sarebbe potuta inserire, fortunatamente è stato possibile appenderla a soffitto.

swing chair Oeuf Sika design,

Swing chair in cotone intrecciato disponibile QUI

Poltrona sospesa con supporto disponibile QUI

Poltrona sospesa a sacco con fantasia Hello Kitty, disponibile QUI anche in altre fantasie

L’articolo La cameretta nel bosco proviene da Architettura e design a Roma.

23 Dicembre 2019 / / Clever

Arredare una cameretta condivisa significa ricorrere a soluzioni pratiche e, allo stesso tempo, a prova di bambino.
E non è un segreto, cari mamme e papà, che tra tutti i modelli in commercio i letti a castello, a soppalco e scorrevoli restino tra i preferiti di grandi e piccini.

Vuoi per la struttura verticale, vuoi per il meccanismo a scomparsa, il segreto del loro successo è piuttosto evidente. La disposizione in altezza dei letti, sovrapposti uno sull’altro, permette infatti di risparmiare preziosi, ma che dico, preziosissimi centimetri in larghezza – un vero toccasana per l’organizzazione di camere poco spaziose.

E fin qui, la teoria regge.

Ma ti sei mai chiesto, nella pratica, cosa dovresti valutare prima di scegliere un letto doppio per i tuoi ragazzi? E quale modello sia preferibile inserire nella camera di bambini più piccoli?

Ecco tutto quello che devi sapere per ogni modello.

Il letto a castello: il paradiso dei bambini

Prometto: non parlerò di fantastici lettini con scivolo o bellissimi letti sopraelevati a forma di casa (che noi adulti un po’ invidiamo ai piccoli, ammettiamolo…)! Mi concentrerò piuttosto sul modello più classico, senza variazioni sul tema.

Il letto a castello è uno speciale tipo di letto doppio, la cui struttura dispone di due reti posizionate in altezza, ad una certa distanza l’una dall’altra.

Rientra a pieno titolo nella famiglia dei letti salvaspazio poiché si sviluppa verso l’alto e non richiede molto spazio in profondità. Può essere posizionato semplicemente contro la parete più lunga della cameretta, lasciando libero il centro della cameretta.

Cosa caratterizza un letto a castello?

  • la presenza di due letti, in genere singoli. Esistono anche modelli che combinano sopra un letto a 1 piazza, e sotto un matrimoniale o piazza e mezza
  • una scaletta a pioli frontale o laterale. Alcuni letti “ibridi” sostituiscono la scala con dei veri gradini, più facili da salire
  • una solida struttura salvaspazio, più o meno minimalista, che nello spazio occupato da un solo letto ne integra due (con una notevole diminuzione dell’ingombro in profondità e larghezza, tenuto conto anche del fatto che esistono letto a castello corti).

Qual è l’altezza del soffitto per un letto a castello?

Considerate le misure standard degli appartamenti moderni, un letto a castello si inserisce senza problemi in una cameretta con soffitto alto 2,70 metri.

È necessario preservare dello spazio al di sopra del lettino affinché sia possibile sedersi e sdraiarsi sul materasso in maniera agevole.

Quanti tipi di letto a castello esistono?

  • i letti a castello classici, con struttura fissa e due dormite parallele
  • i letti a castello a sbalzo laterale (o frontale, in cui il letto inferiore è leggermente più ampio di quello superiore)
  • i letti a castello a elle, ovvero perpendicolari
  • i letti a castello richiudibili o a scomparsa (che a tutti gli effetti sono annoverati tra i mobili trasformabili)

Esempio di un letto a castello a L

Un modello speciale: il letto a castello a scomparsa

Cosa rende i letti a castello richiudibili a parete unici nel loro genere? La possibilità di nascondere reti e materasso all’interno della struttura. Il meccanismo di apertura orizzontale è in tutto simile a un comune letto a scomparsa, con la differenza che i due letti possono essere aperti e chiusi insieme o singolarmente.

Il letto a soppalco: il regno di ragazzi e ragazze

Generalmente, per soppalco si intende una struttura autoportante che suddivide lo spazio in altezza aumentando la superficie calpestabile di un locale. Per associazione, il termine è stato assorbito dal linguaggio comune e adottato per definire sia un tipo di letto sovrapposto che la camera (o cameretta) che lo contiene.

Quali sono le caratteristiche dei letti con soppalco?

  • la presenza di uno o due materassi, a seconda del modello scelto
  • la struttura complessa che, oltre ai piani di riposo, permette di integrare mobili da cameretta come una scrivania, un armadio, un divanetto
  • la modalità di salita tramite una scala contenitore con cassettoni o cassetti.

Dettaglio della scala contenitore con cassettoni

Quali sono i vantaggi di un letto a soppalco?

I moderni letti a soppalco offrono una libertà di personalizzazione davvero straordinaria. A differenza dei classici castelli, bloccati nella configurazione, i soppalchi permettono di progettare composizioni complete che integrino, in uno spazio relativamente limitato, tutto ciò che serve nella camera di bambini, adolescenti e giovani adulti.

Se il letto superiore è una delle costanti, la parte inferiore del soppalco può essere personalizzata e attrezzata in base alle necessità di tuo figlio. Basta inserire una scrivania per creare un’ottima zona studio, un letto a scomparsa da aprire quando ospita un amico o un divanetto per creare un piccolo salottino esclusivo.
E se ti stai chiedendo come sia possibile sistemare un letto a soppalco senza troppi intoppi, sappi che alcuni modelli sono abbastanza facili da rifare.
Il segreto è salire i gradini, stare in piedi davanti al letto e utilizzare la pedana della scala come base per spostare coperte e lenzuola in sicurezza, rapidamente e con poco sforzo.

Letto a soppalco con secondo letto a scomparsa

Quanti tipi di letto con soppalco esistono?

  • i letti a soppalco con un solo letto, utili per chi vuole sfruttare lo spazio sottostante inserendo mobili
  • i letti a soppalco con due reti, più simili ai letti a castello
  • i letti a soppalco con scrivania, armadio o divano
  • i letti a soppalco angolari, con materassi in posizione perpendicolare
  • i letti a soppalco sfalsati, posizionati sulla stessa parete ma non lungo lo stesso asse verticale
  • i letti a soppalco scorrevoli

Un modello speciale: il letto a soppalco scorrevole

Si tratta di un letto a soppalco spostabile in avanti o indietro. La profondità della struttura, che corre su un binario a muro, può essere modificata per adattarsi alle esigenze dei ragazzi.

Di giorno, quando il letto superiore non serve, il soppalco può rimanere vicino al muro, adeso alla parete per rendere la stanza più ampia e gli spostamenti più agili. Di sera, quando è ora di andare a dormire, basterà riportare il letto in posizione di partenza per accedere liberamente alla scala contenitore.

Cameretta con letto a soppalco scorrevole: struttura aperta

Cameretta con letto a soppalco scorrevole: struttura chiusa

Il letto scorrevole: il salvaspazio per eccellenza

Scelta obbligata per i piccoli ambienti, i letti scorrevoli non hanno nulla da invidiare né ai soppalchi, né ai castelli. Come dice il nome, questo tipo di letto possiede reti estraibili e materassi nascosti in una struttura rialzata, capace di contenere fino a 3 lettini singoli.

Utilizzare un letto estraibile è davvero semplicissimo, a prova di bambini: basta far scorrere in avanti il piano di riposo proprio come si farebbe per un cassettone (motivo per cui devi sincerarti che nella cameretta ci sia spazio sufficiente per aprire e movimentare le reti aggiuntive). Non a caso, alcuni definiscono questo sistema di apertura del letto “a cassetto”!

In termini di spazio, il risparmio in centimetri è notevole. Quando le reti sono chiuse, l’ingombro totale si riduce alle dimensioni del letto principale.

Quali sono le caratteristiche dei letti estraibili?

  • la facilità di movimentazione dei letti a scomparsa, apribili e richiudibili senza sforzo grazie a rotelle che ne agevolano lo scorrimento
  • la possibilità di trasformare un letto singolo in doppio… o triplo! I letti sono divisibili e possono essere utilizzati separatamente
  • l’altezza ridotta: in termini di struttura, un letto scorrevole è meno alto di un letto a castello, dettaglio che ne facilita l’inserimento sotto un modulo a ponte. Anche tra i lettini l’altezza è diversa: puoi sfruttare questa differenza a tuo vantaggio per adattare i piani di riposo all’età dei bambini (bimbo più piccolo = lettino più basso).

Quanti tipi di letti a scomparsa scorrevoli esistono?

  • il letto doppio scorrevole, il salvaspazio più utilizzato. Il letto rialzato integra una seconda rete che può essere utilizzata sia tutti i giorni, che in caso di emergenza (i famosi pigiama party…). Per alcuni modelli si può scegliere di inserire una pratica scrivania a scomparsa tra i due materassi
  • il mobile con 3 letti scorrevoli. Ottimi per arredare una cameretta tripla, sono leggermente più alti dei modelli doppi perché devono garantire l’inserimento di tre reti e altrettanti materassi. Per questo, l’accesso al lettino superiore può essere facilitato da una scaletta a scomparsa
  • il letto sottoponte con seconda rete estraibile. A tutti gli effetti è uno scorrevole doppio, pensato per inserirsi nella nicchia di un armadio a ponte. Come tutti i letti estraibili, può essere attrezzato con protezioni anticaduta e pratici accessori.

Come scegliere il letto giusto per i bambini?

Dopo questa panoramica, non resta che evidenziare quali sono gli elementi che dovresti considerare per scegliere il miglior letto doppio.

1 – Lo spazio e la forma della camera dei ragazzi

Camera grande o stanza piccola? Cameretta lunga e stretta, quadrata di forma irregolare?

Benché banali, queste domande sono determinanti per effettuare una scelta corretta. Nati per ovviare a problemi di spazio, letti a cassetto o sopraelevati occupano comunque un certo ingombro.

Dai centimetri utili dipende l’individuazione del modello e, nel caso dei castelli o dei soppalchi, la posizione dei lettini. In linea generale, è più facile optare per un letto con seconda (o terza) rete estraibile o per un soppalco con letti a elle se nella camera dei bimbi c’è una buona larghezza.

2 – Il numero dei bambini e l’età dei ragazzi

Quanti bambini dormiranno in camera, due o tre? E quanti anni hanno i piccoli abitanti di casa, 8 o 14?

Sul numero di bimbi c’è poco da discutere: se hai tre figli, avrai bisogno di tre posti letto nella stessa camera! Sempre che tu non decida di riconvertire lo studio e trasformarlo in una cameretta aggiuntiva…

Sull’età dei ragazzi hai più margine d’azione. Se i bambini sono ancora in tenera età puoi giocare d’anticipo e scegliere un letto divisibile come quelli a scomparsa, in cui rete e materasso possono essere movimentati abbastanza facilmente grazie alle rotelle che hanno in dotazione.

Una volta cresciuti, i tuoi figli potranno disporre i letti singoli come meglio credono. Allo stesso modo, se la camera è condivisa tra ragazzi grandicelli o sorelle adolescenti, lascia che ognuno abbia la sua privacy. In questo, i letti a castello sfalsati ma paralleli sono piuttosto vincenti.

3 – Un letto pratico da usare

Immagina la camera dei ragazzi. Ora immagina i tuoi figli pronti per la favola della buonanotte. Se pensi che aprire ogni sera un letto estraibile sia per loro una vera scocciatura, opta per una struttura fissa e pronta all’uso.
Lascia i letti a castello richiudibili ai ragazzi più grandi. Per loro sarà una passeggiata sistemare il letto, ognuno il suo s’intende, prima di andare a scuola!

4 – In cameretta, la sicurezza prima di tutto

“I letti a castello sono sicuri o pericolosi”? – si chiesero mamma e papà aria interrogativa.

Scherzi a parte, è plausibile che un genitore si faccia questa domanda se ha intenzione di arredare la cameretta con un letto diverso dai modelli a terra.

I letti a castello moderni sì, possono essere considerati sicuri. Sono infatti dotati di protezioni che garantiscono la sicurezza ed evitano pericolose cadute a chi occupa il lettino superiore ed evitano pericolose cadute. A seconda delle proposte, sbarre e sponde possono essere rimovibili o fisse, perlopiù imbottite e perfettamente integrate nel sistema letto.

Allo stesso modo, i migliori letti a castello a scomparsa laterale devono integrare sistemi di blocco a prevenzione di aperture accidentali e improvvise.
Tuttavia, pur non esistendo un’età giusta per il letto a castello, è raccomandato un uso a partire dai 6 anni; in caso di bambini più piccoli è preferibile considerare una soluzione con letti a terra.

5 – Materiali di qualità per lettini robusti e solidi

La scelta di un letto robusto e solido passa anche dai materiali con cui è realizzato. Sempre più attenti alla salvaguardia dell’ecosistema e alla tutela dei piccoli, molti produttori hanno deciso di utilizzare solo materie di altissima qualità, reperibili sul territorio nazionale e la cui estrazione ha un impatto limitato sull’ambiente.

A questo si aggiunge l’attenzione per le finiture esterne che, come nel caso della laccatura ad acqua, devono essere realizzate con vernici atossiche e prive di sostanze chimiche dannose per la salute.

Ora che sai tutto sui letti sovrapposti, quale modello sceglierai?
Vorresti qualche consiglio per arredare al meglio la camera di un adolescente o una piccola stanza da bambina? Non perdere i nostri articoli:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

15 Novembre 2019 / / Idee

Progettazione e realizzazione

Sapete quanto io ami realizzare ogni volta con la stessa passione ogni cameretta per bambini, poter creare un luogo speciale per loro, ma che aiuti anche i genitori nella gestione dello spazio e del sonno dei piccoli.

Indubbiamente una cameretta bella e un po’ magica invoglierà i nostri figli a trascorrerci del tempo e soprattutto a dormirci!

Del resto chi di noi non ha mai sognato nella propria vita una cameretta particolare e un po’ fatata in cui giocare?
Progettare queste strutture mi fa realizzare ogni volta questo sogno e tornare un po’ bambina.

L’ultima bellissima impresa, realizzata in collaborazione con un bravissimo falegname di nome Carolina, una collaborazione meravigliosa che ha portato ottimi frutti e che continuerà a portarne (quando incontri certe persone speciali devi tenertele belle strette) è stata la realizzazione di una struttura per la cameretta di due sorelline.

Stile nordico

La mamma voleva per la loro nuova meravigliosa villa ai castelli romani, una villa storica che già di per sé era un luogo da favola, una cameretta altrettanto magica per le due sorelline, in cui dormire e giocare.

Ci ha richiesto due strutture a forma di casetta con finestrelle apribili, accessibili da una scaletta, con cui giocare e divertirsi insieme, ognuna con la sua, ma anche condividendo.

I colori scelti per rendere la camera luminosa e non eccessivamente leziosa, sono stati il bianco per la struttura, il grigio chiaro per il tetto spiovente e il giallo e il rosa pastello per le persiane delle due finestrelle.

Colori che riprendono anche le nuances delle due sedioline Kartell delle bimbe, in questo modo si è creata un’armonia luminosa e un po’ nordica, in perfetto accordo anche con il parquet.

Una struttura allegra, dallo stile minimale e nordico, adorata dai bambini ma anche dalle mamme con gusti un po’ più contemporanei e non troppo fanciulleschi.
Trattandosi inoltre di una struttura dai tratti non esageratamente infantili, potrà andare senza dubbio benissimo anche quando le bambine cresceranno un po’.

Bellissima la versione baby delle Lou Ghost di Kartell versione rosa e gialla che trovate QUI

Letti e comodini

I due elementi verticali fanno praticamente da testata ai letti, abbiamo scelto il modello Brimnes di Ikea con 2 ampi cassetti con apertura laterale, dalle linee minimali ma non eccessivamente lineare.
Questo modello ha una graziosa pediera ed è privo di testata e risultava perfetto per la nostra struttura, poiché dietro alla testiera del letto abbiamo inserito un ripiano/comodino apribile, sul quale appoggiare un eventuale luce, libro, acqua, ma anche in cui riporre e contenere giochi, coperte e cuscini per mantenere l’ordine!
Lo spazio per contenere si sa non basta mai e cerchiamo sempre di studiare soluzione belle, divertenti, comode da utilizzare e funzionali.

Decorazione della parete

La committente voleva inserire nella cameretta anche due librerie già in loro possesso, le ho consigliato di decorarle realizzando sulla parete, in corrispondenza con la cima delle librerie, dei triangoli di carta adesiva rosa e gialli a simulare dei tetti, per integrare le libreria nel tema della cameretta.

Per la carta da parati ho proposto un pattern di nuvole su fondo grigio, molto nordico e in linea con il tema interno/esterno delle casette.

On line si trovano comunque moltissime proposte per tutti i gusti di carte da parati con nuvole, c’è l’imbarazzo della scelta!

Nuwolpaper disponibile QUI

Carta adesiva rosa e gialla per realizzare i tetti alle due librerie

La carta da parati che trovate QUI ci permette di immergerci in un cielo di nuvole rosa

Molto bella anche la carta da parati fotografica che trovate disponibile QUI

L’articolo Un nuova bellissima cameretta per bambini in stile nordico proviene da Architettura e design a Roma.

28 Ottobre 2019 / / Clever

Chi dice mensole da cameretta dice soluzioni salvaspazio per le stanze piccole.

Alleati degli spazi ridotti, ripiani colorati e dalle forme più strane invadono la camera dei ragazzi per ridurre al minimo l’ingombro e offrire, allo stesso tempo, intelligenti superfici d’appoggio per libri, giocattoli e peluches.

… A patto, però, di scegliere la disposizione migliore e adatta alle esigenze dei tuoi figli!

Se sei a corto di idee per posizionare le mensole nella cameretta, lasciati guidare dai nostri consigli e dalle nostre immagini. Troverai, oltre ai classici connubi letto o scrivania con mensole sopra, soluzioni originali per arredare, abbellire e decorare muri spogli e pareti vuote o inutilizzate.

Dove posizionare le mensole #1: le soluzioni classiche

Le mensole sopra il letto

Partiamo dalla disposizione più comune: le mensole sopra il letto della cameretta. SI tratta di una delle soluzioni più adottate per sfruttare al meglio la parete corrispondente al piano di riposo. Di norma, infatti, sul muro del letto rimane parecchio spazio libero in altezza, la condizione ideale per poter fissare qualche ripiano sopra la testiera.

Mensola semplice sopra il lettino

La disposizione classica:

mensola sopra il letto della cameretta

Per questo posizionamento vengono scelte sia mensole semplici e lineari (le classiche “mensole da muro” dell’immaginario comune) che mensole particolari, più o meno lunghe a seconda dello spazio disponibile.

Mensole sopra il letto della cameretta

Sfrutta la parete sopra il lettino con mensole particolari e sagomate

Non ci sono regole che stabiliscono quale sia la disposizione corretta dei ripiani. Si può scegliere di disporre le mensole sopra la testiera, ad una certa altezza rispetto al cuscino…

Idee per sistemare le mensole sopra il letto


Mensole sfalsate
: idea per decorare le pareti

…oppure fissare una mensola lunga sopra il letto, sfruttando la parete parallela al materasso.

Mensola lunga sopra il letto

Esempio di

mensola lunga posizionata sopra il letto

Le mensole sopra la scrivania

Un’altra idea consiste nel creare nella cameretta un piccolo angolo studio con scrivania e mensole. I piccoli studenti di casa potranno utilizzare i ripiani sopra lo scrittoio per avere libri, quaderni, dizionari e appunti sempre a portata di mano. L’accesso ai libri sarà agevole e la camera risulterà più ordinata.

Per ottenere un effetto minimalista, puoi scegliere di decorare la parete della scrivania con mensole porta libri, anche sfalsate se ti piace l’idea.

Mensola sfalsate sopra la scrivania


Mensole porta libri
ideali sopra la scrivania

Alcuni modelli, detti mensole con schienale, sono dotati di uno speciale fondo per proteggere il muro.

Mensole con schienale da cameretta


Mensole con schienale
, funzionali e decorative

Anche le mensole a L, ovvero i ripiani chiusi su un lato, riscuotono un certo successo. La particolare forma della struttura permette infatti di fermare i libri sulla mensola senza l’ausilio di accessori aggiuntivi.

Mensola a elle per cameretta

Il plus di una mensola a elle? Funziona come originale reggilibri!

Se invece vuoi creare una vera e propria parete di libri (il tuo bambino è già un appassionato di manga giapponesi, ammettilo…), l’idea è di posizionare sopra la scrivania un pannello a muro con mensole coloratissime e asimmetriche, dal particolare effetto dinamico.

Pannello a muro con mensole per la camera di ragazzi

Riempi il muro di ripiani utilizzando dei
pannelli con mensole

E perché non arredare la parete della scrivania con delle mensole chiuse? Valida alternativa ai pensili, si collocano a metà strada tra le mensole aperte e quelle contenitore, ma sono prive di sportello. Ne esistono tantissimi tipi, tra cui spiccano le mensole rettangolari, quelle quadrate e le imperdibili mensole a cubo.

Mensola a cubo gialla


Mensola a forma di cubo
, perfetta come portaoggetti

Mensole a cubo e rettangolo per la cameretta

Una fila di

mensole chiuse
permette di sistemare libri, accessori e quadretti

Mensole rettangolari per la stanza dei ragazzi

Esempio di mensola rettangolare con schienale e divisori

Estremamente versatili, rettangoli e cubi da parete possono essere usati singolarmente o all’interno di originali composizioni con mensole e pensili. Il vantaggio? La possibilità di comporre una piccola parete attrezzata proprio sopra la scrivania, completa del necessario per tenere in ordine libri e esporre piccoli accessori.

Parete attrezzata con mensole e cubi in una stanzetta

Originale composizione di
mensole asimmetriche

e contenitori sospesi

Dove mettere le mensole #2: le idee più originali

Mensole integrate nella scrivania

In questa soluzione, mensole e scrivania formano un tutt’uno. La base dello scrittoio è costituita da ripiani laterali che, oltre ad essere una solida base d’appoggio, compongono una micro libreria dove sistemare i libri più consultati.

È un’idea salvaspazio intelligente e originale, perfetta per creare un angolo studio quando la stanza è davvero piccola.

Scrivania con libreria a mensole integrata

Poco spazio? Opta per una
scrivania con mensole laterali

Mensola-scrivania a muro

Non più parte integrante piano di lavoro, in alcuni casi è la stessa mensola ad essere utilizzata come scrivania. Utile per sfruttare una parete vuota, lo scrittoio sospeso è una soluzione d’arredo moderna e di tendenza, apprezzata per la sensazione di leggerezza che restituisce.

Senza gambe, il piano non occupa spazio a terra; al contrario, lascia il pavimento libero per l’inserimento di una cassettiera su ruote, indispensabile per riporre cancelleria e materiale scolastico.

Mensola usata come scrittoio sospeso

Scrittoio sospeso costituito da una mensola con schienale

Mensole dietro al letto

Avresti mai pensato di poter mettere delle mensole dietro al letto della cameretta? Ebbene, non è raro utilizzare ripiani al posto della testiera. Oltre ad essere un’ottima idea per abbellire una parete vuota, questa disposizione rientra a pieno titolo tra le soluzioni salvaspazio.

Se temi che il letto occupi già molti centimetri in profondità, basterà scegliere una mensola poco profonda, ma che possa tuttavia accogliere una sveglia, qualche pupazzo o il diario segreto.

Mensola posizionata dietro al letto della cameretta

Una

mensola dietro la testiera
aiuta a ottimizzare preziosi centimetri

Mensole al posto della testiera del letto

Mensole dietro il letto: idea alternativa alla testiera

Mensole vicino al letto

Sopra il materasso, dietro il cuscino… e ai lati del letto? Le mensole, sì, possono diventare anche degli originali comodini sospesi. Puoi optare per semplici ripiani spessi, oppure orientarti su moderne mensole con cassetto per garantire ai ragazzi un piccolo nascondiglio per i loro effetti personali.

Mensole fissate al lato del letto

Composizione di mensole dritte posizionate vicino al letto

Mensola contenitore per la stanza dei ragazzi


Scaffale orizzontale
utile come mensola o comodino

Mensola comodino con cassetto


Mensole con cassetto?
Complemento 2 in 1!

Mensola comodino originale per la cameretta

Mensola aperta utilizzata come originale comodino

Nulla vieta di posizionare le mensole accanto al letto, ma in altezza. Esteticamente la composizione risulterà leggera, e tu potrai sistemare sui ripiani più alti gli accessori meno utilizzati dai bambini.

Mensole sospese vicino al letto della cameretta

Mensole sospese vicino al letto: idea per arredare i muri

Mensola cubo posizionata vicino al letto

Mensola cubo utile per decorare la parete accanto al letto

Mensole nella nicchia

Nella cameretta c’è una nicchia troppo piccola per inserire un mobiletto o un armadietto? Arredala con le mensole! Puoi usarne una sola oppure creare un piccolo scaffale con tanti ripiani colorati.

Se la rientranza della parete è vicino alla scrivania, la mensola sarà perfetta per i libri dei bambini; in caso contrario, potrà essere utilizzata come espositore di trofei, quadretti o souvenir delle vacanze.

Ottimizzare una nicchia con le mensole

Nicchia con una mensola lineare, utile sopra la scrivania

Mensole nella nicchia di una cameretta

Sfrutta gli spazi più piccoli con le mensole contenitore

Mensole accanto a un letto a soppalco

Come sfruttare una nicchia:

mensole accanto a un letto a soppalco

Arredare con le mensole: idee per una cameretta colorata

Scegliere dove posizionare le mensole nella cameretta risponde a esigenze di spazio, certo, ma non solo! Mensole e ripiani sono utili per sistemare e tenere in ordine la stanza, esporre e classificare libri, ma anche arredare, decorare e abbellire le pareti per dare un tocco di modernità all’ambiente.

Quindi, spazio alla fantasia, alle forme e ai colori!

Mensole in legno

Arredare con il legno è una scelta che non passa mai di moda. Naturale e caldo, questo materiale sposa tutti gli stili e si abbina facilmente a colori pastello o tonalità vivaci. Le sfumature ideali per la stanza dei ragazzi? Color rovere, noce o ciliegio, per mensole fini e discrete.

Mensola color rovere per la cameretta


Mensola color rovere
da posizionare sopra il letto

Mensole in legno di rovere per la camera dei ragazzi


Mensole in legno chiaro
per una cameretta scandinava

Nelle camere dei ragazzi più grandi, invece, il legno incontra altri materiali per sottolineare un mood più… adulto. Primo fra tutti, lo stile industriale: basta qualche mensola in metallo e legno, minimalista e moderna, per dare alla stanza tutto un altro aspetto.

Mensole-scaffale in metallo e legno

Industrial style:

mensola sospesa in metallo e legno

Mensole colorate

Che siano destinate ad abbellire la stanza ragazzi o per bambini, le mensole colorate trovano sempre posto nella camera da letto. Allegre e decorative al punto giusto, sono l’accessorio perfetto per dare un tocco di brio senza stravolgere lo stile dell’ambiente.

Dai toni chiari a quelli vivaci, i colori si scelgono in base all’età di chi occupa la cameretta: azzurre o blu per i maschietti; rosa, lilla o viola per le bambine; nuances pastello per i bimbi, quelle d’accento per gli adolescenti.. E le mensole arancioni o verdi? Unisex e passe-partout.

Mensola gialla per la camera dei bimbi

Mensola da cameretta gialla

Mensole rosa per la cameretta di una ragazza

Mensole contenitore rosa e viola: girl power!

Mensola lilla per la camera di una bimba

Mensola lilla dal forte potere decorativo

Mensole verdi e azzurre per la parete della cameretta


Mensole proteggi-muro
in toni chiari e di tendenza

Mensola per la cameretta di un bambino


Mensole dai colori pastello
perfette per la stanza dei bimbi

Mensole azzurre dal design originale


Mensole azzurre
per decorare la camera di un bambino

Mensole laccate

Indiscutibilmente moderne, le mensole laccate sono sempre più utilizzate per decorare le pareti della cameretta. Stravaganti in rosso, classiche in laccato bianco, la loro qualità passa anche per il processo di laccatura che subiscono. Le migliori aziende, attente alla salute dei più piccoli, utilizzano vernici ad acqua, non tossiche e rispettose dell’ambiente.

Mensola contenitore laccata rossa

Una

mensola rossa e legno
è quel che serve nella cameretta di una ragazza

Mensole originali

Mensole per libri originali e stravaganti? Ne esistono di tutte le forme (e alcune sono proprio strane!). Qualche ripiano asimmetrico, sagomato, irregolare, con bordi arrotondati è sufficiente per vivacizzare le pareti della cameretta e sistemare intere collezioni di fumetti.

Mensola dalla forma particolare


Mensola o casellario?
A te la scelta!

Mensole asimmetriche e sagomate


Mensola sagomata
perfetta per abbellire la parete

Mensole con pannello per la camera dei ragazzi


Pannello con mensole sfalsate
, idea vincente nella camera di uno studente

Consiglio: per osare con le forme, non devi per forza scegliere mensole a nuvola o a forma di casa! Puoi usare semplici mensole dritte di spessori diversi o creare una straordinaria composizione multicolor.

Mensola reggilibri da cameretta


Mensola da parete asimmetrica
da comporre a piacere

Mensole… scaffali

A metà tra mensole e librerie, gli scaffali portaoggetti fanno il loro grande ritorno nella camera dei bambini. Usati dai piccoli per sistemare i giochi (così sperano mamma e papà!) e dai grandi per tenere in ordine CD, videogiochi o riviste, offrono un’ottima alternativa alle mensole da parete.

Gli scaffali a mensole possono essere collocati ovunque: vicino al letto, accanto alla scrivania o, nel caso di alcuni modelli, al centro della stanza per dividere una cameretta in due.

Scaffale per la cameretta dei ragazzi


Scaffale a mensole
in alluminio e laccato

Mensola scaffale per la camera di un ragazzo


Scaffale per la cameretta di un ragazzo

Libreria-scaffale per i libri della cameretta


Libreria modulare sospesa
con scrivania integrata

Mensole-librerie sospese

Parete attrezzata per cameretta: scaffale sospeso per i libri

Ora che hai deciso dove mettere le mensole nella cameretta, dai un’occhiata allo speciale scrivanie!

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

24 Ottobre 2019 / / Design

I toni pastello vantano innate proprietà rilassanti, riequilibrano mente e corpo e favoriscono la meditazione… sono quindi perfettamente adatti per una camera da letto.  

L’azzurro, il rosa tenue e il verde menta sono, inoltre,  colori capaci di donare luminosità ad una stanza e si abbinano perfettamente a diversi stili – dal shabby, al country, al vintage, al moderno – arredando in modo elegante e grazioso.

Di seguito una selezione di proposte Bontempi Casa Letti Design che possano essere fonte d’ispirazione e creatività.

LETTO FLY

La ricerca dell’originalità delle forme e l’assidua cura del dettaglio si esprimono sapientemente nel caratteristico bottone, rivestito con lo stesso tessuto del letto, che fissa i due morbidi cuscini della testata del modello Fly, disponibile con giroletto sottile oppure alto 27 cm. I cuscini si sospendono sulla barra della testata parzialmente visibile, armoniosamente abbinata ai piedi obliqui disponibili in legno, cromo o in tutte le colorazioni Pantone®.

Nell’immagine, modello Fly H10 presentato nella versione matrimoniale con rete/materasso da 160×200 cm e rivestimento Special Natural – Windsor Belfast – contraddistinto da texture e tonalità ricercate che donano un look raffinato e di tendenza. Barra testata e piedi obliqui sono presentati nella finitura natural. Misura letto: 178,6 x 236 x H 113,5 cm.

LETTO LUISE

Louise è la collezione caratterizzata da linee semplici ed eleganti, esaltate dal morbido movimento della testata che, grazie alla delicata inclinazione, regala uno stile confortevole e accogliente; soluzione perfetta per arredare ambienti dallo spirito contemporaneo o dal mood più classico. Per completare il design del letto Louise, è possibile scegliere tra diversi piedi: in legno, in metallo o in plexiglas.

Nell’immagine, modello Louise presentato nella versione singola con rete/materasso da 90×200 cm e rivestimento bicolor, variante 3. Piede obliquo in wengè. Misura letto: 122 x 231 x H 114 cm

LETTO KUNA

Profili decisi e volumi generosi per Kuna: una proposta che diventa il baricentro progettuale della zona notte e rappresenta la soluzione ideale per chi ama uno stile moderno e rilassato. Per rispondere a tutte le esigenze di spazio e stile, Kuna propone 8 dimensioni e due tipologie di testata: 0.50 con imbottitura divisa e 0.60 con imbottitura unica.

Nell’immagine, modello Kuna 0.60  proposto nella versione singola con rete/materasso da 90×200 cm e rivestimento in tessuto color azzurro (TN005 cat.A), totalmente sfoderabile e lavabile. Misura letto: 122 x 233 x H 101,5 cm

LETTO SANDY

Il letto Sandy si caratterizza per una base importante dai profili leggermente obliqui e per una testata dotata di morbida cuscinatura disponibile in due versioni: con imbottitura unica (0.60) o divisa in due cuscini (0.50). Le sue geometrie decise sono ingentilite da un leggero voulant che profila il giroletto e la testata, facendo così di Sandy un letto dallo stile giovane e attuale che invita al riposo, perfetto per arredare sia ambienti casual sia dimore classiche.

Nell’immagine, modello Sandy 0.50 presentato nella versione singola con rete/materasso da 90×200 cm e rivestimento in tessuto azzurro TA035, cat. A. Misura letto: 115 x 227 x H 111 cm.

LETTO ELENA

Elena è la raffinata e pregiata collezione di Bontempi Casa Letti Design che si distingue per l’ampio spessore della testata che ne sottolinea i morbidi volumi e la qualità della lavorazione. Una speciale cucitura ne definisce il profilo, esaltando le geometrie del suo design.

Nella foto è presentata la versione singola con rete/materasso da 90×200 cm e rivestimento sfoderabile in un vitaminizzante tessuto verde acido. Misura letto: 123×235 x H 110 cm.

LETTO JENNY

La raffinata trapuntatura del nuovo tessuto Trend in tonalità Violet si adatta perfettamente alle linee del letto JENNY 0.60 di Bontempi Casa Letti Design. Le sue rigorose geometrie si fondono armoniosamente alle linee classiche di un letto tessile.

Nella foto è presentata la versione matrimoniale con rete/materasso da 160×200 cm e rivestimento in tessuto trapuntato TND12 cat. A. Piede in alluminio obliquo H11 cm. Misura letto: 186 x 223 x H 126 cm.

 

Tutti i modelli citati sono disponibili in versione fisso oppure con contenitore Folding Box®, l’innovativo sistema contenitore, ideato e brevettato da Noctis, che consiste in un pannello di fondo, posto all’interno del box salvaspazio, ripiegabile senza alcun sforzo che facilita l’accesso al pavimento sotto il letto, per pulirlo comodamente senza dover spostare o sollevare la struttura.

Per maggiori informazioni vai su www.bontempilettidesign.it

L’articolo Letti Bontempi: 6 modelli nei colori pastello proviene da Dettagli Home Decor.