Piscina interrata o fuori terra? Piccola guida per decidere

Pubblicato da blog ospite in Architettura, La Gatta Sul Tetto

Che gioia! Sta iniziando la bella stagione e da qualche giorno possiamo uscire di casa senza giacca o felpa! Andiamo al mare o al lago a prendere il primo sole, ma purtroppo non sempre ci si può andare ogni giorno. 

Piscina interrata o fuori terra Piccola guida per decidere

Se hai un giardino con un po’ di spazio, ora è il momento in cui potresti iniziare a sognare una piscina interrata o fuori terra nel giardino di casa tua. Ma quale delle due è la soluzione migliore per te?

Le due soluzioni sono differenti, sia per costi, che per procedure burocratiche. Scopriamo le loro caratteristiche assieme.

Piscina interrata

La piscina interrata è un’ottima soluzione di design, ma non solo. A differenza di una piscina fuori terra, può:

  • avere diverse forme e dimensioni e deve essere incassata nel terreno. 
  • essere corredata di trampolino e di altri accessori, 
  • essere personalizzata al massimo insieme al bordo piscina: Ad esempio puoi scegliere un rivestimento in PVC color sabbia per ottenere un effetto caraibico, e puoi scegliere tra piastrelle di ogni tipo e colore, un rivestimento in pietra o un rivestimento effetto legno per il bordo piscina. 

Il materiale di costruzione può variare tra cemento, vetroresina e acciaio

Piscina interrata in cemento

La più classica e costosa è certamente quella in cemento. Si tratta di una piscina che può essere personalizzata e che può raggiungere dimensioni ragguardevoli. Il cemento dona solidità e robustezza alla struttura, ma causa una forte dispersione termica. La piscina interrata in cemento va inoltre verniciata ogni anno, quindi il costo di manutenzione è più alto.

Piscina interrata o fuori terra Piccola guida per decidere

Piscina interrata in vetroresina

Più economica, invece, la piscina interrata in vetroresina, un materiale moderno e resistente, con poche esigenze di manutenzione: Anche i monoblocchi in vetroresina consentono di interrare piscine di varie forme e dimensioni. Al loro interno, la temperatura dell’acqua si mantiene sempre costante. Queste vasche richiedono però un terreno molto stabile per durare a lungo. Inoltre, con il tempo, le piscine in vetroresina tendono a perdere brillantezza e a presentare delle crepe.

Piscina interrata in accaio

La piscina interrata in acciaio è forse la scelta migliore rispetto alle strutture precedenti. Non tutti i costruttori offrono questa soluzione che esiste solo da pochi anni. Ecco le sue caratteristiche:

  • A differenza di quello che potresti aspettarti quando senti “acciaio”, non c’è alcun limite nella scelta della forma della piscina;
  • I pannelli in acciaio, tra l’altro, hanno la stessa solidità e tenuta del cemento, con il vantaggio di non richiedere eccessive o costose manutenzioni. 
  • Dura fino a 30 anni senza dover sostituire pannelli;
  • La sua installazione è notevolmente veloce: Una volta ottenuto il permesso dal Comune e pianificato la piscina, si costruisce in massimo 3 settimane. Se vuoi sapere come fanno, c’è una guida dettagliata di i.Blue sulle piscine interrate.
Piscina interrata o fuori terra Piccola guida per decidere

Piscina fuori terra

La piscina fuori terra presenta il vantaggio di poter essere posata sul terreno senza necessità di incasso o di costosi lavori. 

Ne esistono di due tipi: rigide e morbide. Le piscine rigide sono in acciaio, legno o pvc, mentre le morbide sono gonfiabili. 

Questa piscina è ideale in caso di piccoli spazi esterni non adatti alla posa di piscine interrate. Le piscine gonfiabili sono certamente più economiche, ma poco stabili e richiedono una superficie pianeggiante e liscia. Quelle rigide, invece, sono strutturalmente più stabili e resistenti. Non hanno però la stessa resa estetica della piscina interrata. I modelli di grandi dimensioni possono persino apparire ingombranti negli spazi ridotti.

Anche nella scelta di accessori e nella personalizzazione non si è poi così liberi.

Scopri i must have dell’estate 2019 per il mare e la piscina

Piscina interrata o fuori terra Piccola guida per decidere

Autorizzazioni per piscine

Una cosa che non tutti si aspettano è che sia le piscine interrate sia quelle fuori terra richiedono autorizzazioni e permessi diversi per essere installate. 

La piscina interrata è, a tutti gli effetti, una costruzione edile in grado di modificare la struttura urbanistica di un immobile. Quando viene incassata, questa piscina diviene una vera e propria “pertinenza” della casa. Per realizzare una piscina interrata, bisogna dunque chiedere la concessione edilizia o il permesso di costruire al proprio comune. Per chiarire cosa ti serve, fai quindi una telefonata al Comune e/o chiedi al costruttore di piscine scelto da te.

Un altro aspetto da verificare è se esiste un vincolo paesaggistico.

Diverso, il discorso, per le piscine fuori terra. Se di dimensioni ridotte e se rimovibili (come quelle gonfiabili), queste piscine non richiedono alcun permesso edilizio. Se invece superano certe dimensioni (fissate dai regolamenti edilizi comunali), le piscine fuori terra potrebbero aver bisogno di una comunicazione di inizio lavori


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

La piscina in giardino, da sogno a realtà

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Dettagli Home Decor

Uno specchio d’acqua in cui immergersi ogni volta che lo si desidera per rilassarsi, per trovare refrigerio o per fare sport. Un tempo privilegio di pochi, la piscina si trasforma da sogno a realtà. Vi spieghiamo come.

Da sempre desiderio di chi possiede uno spazio adeguato, la piscina in giardino oggi è diventata un sogno raggiungibile per molti. Grazie infatti ai nuovi sistemi di fabbricazione proposti dal mercato, i costi si sono notevolmente abbassati, permettendo a chiunque di realizzare un impianto privato. Inoltre la piscina rappresenta anche un’opportunità per aumentare il valore del proprio immobile.

Un ultimo elemento che ha sicuramente incentivato la voglia di piscina è rappresentato dalle temperature che negli ultimi anni hanno raggiunto valori più alti del normale. Quindi sempre più persone optano per creare un luogo di refrigerio nella propria abitazione, dove potersi rilassare in totale privacy senza essere costretti a weekend fuori porta.

Progetto piscina

Il primo passo per realizzare una piscina in giardino è quello di valutare l’utilizzo che se ne vorrà fare, aspetto che condiziona forma, dimensioni e posizione, e il luogo dove la vasca verrà realizzata. Quest’ultimo rappresenta infatti un elemento importante su cui riflettere: se il terreno prescelto è sottoposto a vincoli geologici o urbanistici,oppure è destinato a usi agricoli, sarebbe addirittura vietato costruire una piscina. E’ bene quindi rivolgersi sempre al proprio Comune di  residenza per conoscere eventuali vincoli o regolamenti .

Detto questo si può procedere a delineare la nostra piscina valutando lo spazio a disposizione, la posizione della casa e la presenza di eventuali alberi o siepi. La cosa più importante è che la piscina riesca ad integrarsi con l’ambiente circostante, e che la sua posizione venga studiata nei minimi dettagli. Se, per ragioni climatiche la piscina potrà essere utilizzata per pochi mesi all’anno è sconsigliabile costruirla in una posizione visibile dalla casa. Una piscina vuota per 8/9 mesi all’anno non è certo esteticamente piacevole e può togliere parte del fascino al giardino. In questo caso, infatti,  è bene sfruttare i dislivelli naturali del terreno per evitare lo sguardo sull’impianto.

Oltre a ciò è bene pensare al personale utilizzo della piscina. Se, per esempio, verrà utilizzata dai bambini è meglio realizzarla vicino all’abitazione, per avere un controllo costante da parte di un adulto.

Un altro fattore che incide sulla scelta della posizione  è l’esposizione al sole: sfruttando le risorse energetiche naturali, si potrà innalzare la temperatura dell’acqua fino a 5/6 gradi. Sempre a questo proposito bisognerà valutare anche le ombre, proiettate dalla casa o da piante ad alto fusto per decidere dove creare uno spazio ombreggiato. Generalmente vicino al solarium.

Dimensioni

La cosa principale da considerare è lo spazio a disposizione: se si ha un immenso giardino, la piscina dovrebbe avere delle dimensioni notevoli  per  non sfigurare. Le dimensioni considerate ideali per un impianto privato sono di 5×10 o, meglio ancora, 6×12. Se amate praticare tuffi ricordatevi che nella zona a essi dedicata la profondità dovrà essere di almeno 3 metri, mentre per i tuffi dal bordo della vasca la profondità minima è di 2/2,25 metri.

Una forma classica o creativa?

Le attuali tecnologie permettono di realizzare qualsiasi forma vogliate. Attenzione però ai costi: più ci si allontana dalla classica forma rettangolare e più questi lieviteranno. Inoltre le forme geometriche e regolari sono quelle che stancano meno e permettono una manutenzione più semplice. Le piscine in cemento armato sono quelle che permettono una maggiore libertà espressiva. Questa tecnica di costruzione tradizionale garantisce una durata e una stabilità maggiori, ma è anche la più costosa e i tempi di realizzazione sono più lunghi.

Come soluzioni alternative esistono le vasche in cemento armato prefabbricato con ottime doti di resistenza  e costi di costruzione simili a quelli degli altri modelli prefabbricati. Un’ulteriore alternativa  è quella delle vasche monoblocco in vetroresina: un materiale resistente e impermeabile, realizzato con poliesteri stratificati e armati con fibre di vetro. Il montaggio è veloce, avviene a secco e si conclude in pochi giorni. Infine esistono anche vasche a tecnologia mista, che abbiano cioè il fondo in calcestruzzo armato a pareti costituite da elementi modulari prefabbricati  realizzati in diversi materiali.

Piscine fuoriterra smontabili e fuoriterra interrate

Una soluzione economica è rappresentata dalle piscine fuoriterra che vengono spesso utilizzate per la loro facilità di essere smontate e traslocate, nel caso in cui l’abitazione non sia di proprietà. Si installano velocemente e non richiedono interventi particolari sul terreno.

L’impatto estetico di una piscina fuoriterra è sicuramente inferiore rispetto a quello di una interrata. Per questo, a volte, possono essere interrate, previo scavo e drenaggio del terreno. Ovviamente, in questo caso, il costo sarà maggiore.

Ma quanto costa una piscina?

I costi di realizzazione sono molto vari perché dipendono dalla tipologia, dalle dimensioni e dal produttore e così via.  In linea di massima si può dire che realizzare una piscina interrata in cemento armato (fra materiali, opere murarie e di scavo, installazione) può avere un costo compreso tra 13.000,00 € e 20.000,00 €.

Per l’acquisto e l’installazione di una piscina interrata prefabbricata in vetroresina, come riferimento si può dire che la spesa si aggira intorno ai 16.000,00 € – 18.000,00 €.

Il costo delle piscine fuoriterra dipende dal materiale con cui sono realizzate, dalla dimensione e dall’azienda produttrice. Indicativamente, per una piscina fuori terra in PVC di 12 mq, il costo va da 400,00€ a 1800,00€; una vasca fuoriterra in acciaio di 24 mq può costare dai 900,00 € fino a 6.000,00 €; per una piscina fuori terra in legno di 50 mq si va da una spesa di circa 1.750,00 € fino a 15.000,00 €.

Costi di manutenzione 

Una piscina di medie dimensioni (6×12 m) costa, in linea di massima, tra i 1.200 e i 1.500 euro all’anno e comprende  il consumo dell’acqua, dell’energia elettrica, il gasolio per il riscaldamento, i prodotti chimici, le spese di manutenzione dell’impianto e polizza assicurativa, non obbligatoria ma raccomandata.

 

 

L’articolo La piscina in giardino, da sogno a realtà proviene da Dettagli Home Decor.

Tags: ,

 
 

Estate sotto il portico; idee d’arredamento.

Pubblicato da admin in Charme and More, Idee

Durante l’estate il portico, la veranda, il giardino o anche il balcone possono essere trasformati in salottini dove rilassarsi all’ombra o dove trascorrere piacevoli serate sotto le stelle da soli o in compagnia.

Gli spazi esterni alla casa, per coloro che hanno la fortuna di poterne disporre, se arredati con gusto, con mobili e accessori che uniscono la bellezza alla funzionalità possono essere trasformati in  vere e proprie stanze all’aperto da sfruttare in svariate occasioni.

 Ecco una gallery fotografica dalla quale trarre spunto con idee e ispirazioni per rendere l’outdoor rilassante e comodo.

estate-sotto-il-portico-2

Portico con arredi in vimini dalle sfumature calde e naturali e pavimento in pietra in perfetta armonia con la natura circostante.

esatte-sotto-il-portico-3

Una rigogliosa e lussureggiante zona di verde, un angolo di puro relax con zone d’ombra e piante rampicanti.

Una tavola rotonda per momenti conviviali con gli amici durante le sere d’estate o per gustarsi in tutta tranquillità una fresco cocktail leggendo un libro.

Un progetto di Auquer Prats Arquitectes.

estate-sotto-il-portico-4

Un tripudio di colori e di soffici cuscini dove trascorrere momenti di relax all’ombra della bouganville stesi su una comoda “dormeuse” in ferro battuto dal gusto bohèmien.

estate-sotto-il-portico-5

Una comoda area salotto sotto il portico.  Un divano in legno con morbidi cuscini,  un tavolino con le ruote, sedie a sdraio e lanterne per illuminare le serate.

estate-sotto-il-portico-6

Per gli amanti del mare e dell’ atmosfera marinara ecco un portico  in stile coastal, nei toni del bianco e dell’azzurro diviso in zona pranzo e salotto.

Ph via 

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

 

L’articolo Estate sotto il portico; idee d’arredamento. proviene da Charme and More.

Tags:

 
 

Due nuove sedute per il tuo outdoor

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

Donna e Paloma, le nuove proposte outdoor per la primavera di Baleri Italia

Lanciate in occasione dell’ultimo Salone del Mobile, Donna, la nuova sedia impilabile firmata Studio Irvine, e Paloma, sedia iconica e minimalista disegnata da Radice Orlandini design studio.

Donna, firmata da Studio Irvine, è una sedia impilabile leggera ed essenziale, un complemento d’arredo versatile dalla struttura snella che nel modello outdoor è realizzato in metallo micro forato. Seduta e schienale sono un tutt’uno che si incastra perfettamente nella struttura portante, anch’essa in metallo.

sedie colorate da giardino

Ricerca di leggerezza e agilità, sia per la forma che per l’utilizzo, alla base del progetto di Donna, che nelle sue configurazioni è assolutamente adattabile a ogni ambiente. La versione outdoor, tutta in metallo, e la sua palette di colori la rendono perfettamente abbinabile a qualsiasi stile, creando un arredamento per esterni di carattere permeato da una sottile delicatezza.

sedia impilabile da giardino

Pulita e decisa nella sua essenziale semplicità, tuttavia sinuosa e leggera, quasi leggiadra, Paloma, disegnata da Radice Orlandini design studio, incarna lo spirito versatile del brand, sempre funzionale e ad alto contenuto progettuale.

sedie inmetallo colorate da giardino

Dallo schizzo a matita puro e semplice nasce il progetto di questa sedia minimalista, lo schizzo che da segno grafico tracciato su carta prende corpo e tridimensionalità trasformandosi in oggetto di design, un tubo piegato nello spazio che disegna i contorni della sedia.

La versione outdoor, la più pura in tutta la sua semplicità, è realizzata interamente in metallo nei colori azzurro polvere, giallo senape, rosso brillante e rosa antico. Perfette per i pranzi in giardino o in terrazza e per concedersi una pausa all’aria aperta.

sedie moderne da giardino

E come da tradizione per le collezioni di sedie Baleri, entrambe portano un nome di donna.

L’articolo Due nuove sedute per il tuo outdoor proviene da Dettagli Home Decor.

Tags: ,

 
 

Idee per arredare il bordo piscina

Pubblicato da admin in Design Ur Life, Idee

Le giornate si dilatano e il bordo piscina diventa il luogo più coinvolgente, destinato al divertimento e il relax durante la bella stagione.

Per chi ha una piscina in giardino non può che cercare di arredarlo nel migliore modo per poter sfruttare al meglio gli spazi. Nel post di oggi vediamo alcune idee per arredare il bordo piscina. Ma prima di iniziare ad arredare il bordo piscina vi consiglio di sistemarlo un pò. Ad esempio, tagliare il prato e sistemare le piante e mettere qualche fiore e togliere tutti oggetti inutili in giro. Dopo la sistemazione e la pulizia dell’esterno possiamo iniziare con l’arredamento del bordo piscina.

Lettino prendi sole

Ci sono elementi di arredo che rendono piacevole la permanenza in questo spazio. Come la presenza di lettini per prendere il sole, quindi per abbronzarsi.

Bordo piscina

Dettagli del lettino

Clicca sulla foto per visualizzare maggiori informazioni sul prodotto

Arredare il bordo piscina con il salottino

La piscina come il luogo di benessere si completa con un salottino per i momenti di relax all’aria aperta e condividere il piacere con gli amici magari durante un barbecue.

Bordo piscina

Dettagli del salotto

Clicca sulla foto per visualizzare maggiori informazioni sul prodotto

L’ombra e relax con gli ampi ombrelloni

In ogni tipo di giardino la zona d’ombra è molto importante per poter usufruire di tranquilli spazi al riparo dai raggi solari. Infatti, gli ombrelloni sono un prodotto indispensabile per arredare lo spazio outdoor.

ombrellone

Dettagli dell’ombrellone

Clicca sulla foto per visualizzare maggiori informazioni sul prodotto

Illuminazione bordo piscina

La piscina è un elemento di design affascinante e la sua illuminazione la rende ancora più interessante sopratutto di sera. Un’idea molto carina per fare un gioco di luce è utilizzare le lampade galleggianti per piscina. E’ una luce decorativa multicolor per uso interno ed esterno con la possibilità di galleggiamento in acqua.

Lampada-starlight-illuminazione-piscina-2.jpg

Lampada galleggiante

Lampada galleggiante

click_Lampada-starlight-illuminazione-piscina

Lampada galleggiante//Lampada galleggiante

Clicca sulla foto per visualizzare maggiori informazioni sul prodotto

Poltrona a dondolo

Interessante come seduta relax da bordo piscina la poltrona a dondolo in rattan con la struttura in acciaio. Il rattan è intrecciato a maglie larghe, per far passare la luce e sentirci in contatto con l’esterno.

click_stir1

Dettagli della poltrona a dondolo

click_angel

Dettagli della poltrona a dondolo

Clicca sulla foto per visualizzare maggiori informazioni sul prodotto

Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

L’articolo Idee per arredare il bordo piscina proviene da Design ur life blog.

Tags:

 
 

Leggerezza e design in una sedia pieghevole!

Pubblicato da blog ospite in Design, Voglia Casa

Ospiti improvvisi e ambienti da organizzare all’ultimo minuto.

Nel periodo estivo può succedere…dopo una giornata trascorsa in allegria a chi non è capitato di concludere con una aperitivo o una cena tra amici a casa propria?

Se lo spazio è esiguo ecco che le semplici, ma utilissime sedie pieghevoli, vengono in nostro aiuto dal momento che ben si adattano ad ogni location, sia esterna che interna.

Da quelle colorate, al tessuto o completamente realizzate in metallo, possiamo trovare le più adatte alle nostre esigenze.

Caratterizzate da versatilità e leggerezza, diventano nostre complici, per rendere unico uno spazio che si trasforma in un set dal design raffinato da condividere con le persone più care! 

NARDI – SEDUTA ZAC SPRING: Sedia pieghevole in polipropilene fiberglass trattato anti-UV e colorato in massa. Dotato di piedini antiscivolo. Finitura in quattro varianti di colore.

FERMOB – SEDUTA BISTRO: La gamma Bistro dal modello originale descritto nel brevetto “Simplex” registrato nel 1889 – e di cui il marchio è ora il trustee – è il prodotto di una collezione geniale e semplice che esplode di gioia e che non ha perso nulla del suo fascino e autenticità! Bistro continua a deliziare oggi, con le sue sedie distintive e 10 formati di tavoli da abbinare. 

EMU – SEDUTA CIAK: Ricerca formale, attenzione al dettaglio e combinazione di materiali tecnologici caratterizzano la seduta da regista contemporanea di Stefan Diez. Essenziale e raffinata, Ciak rappresenta la sintesi perfetta tra funzionalità e design. La linea a spirale della struttura in alluminio e il tessuto altamente performante caratterizzano la seduta, creando un prodotto da esterno solido e di lunga durata, adatto a diversi ambienti.

ETHIMO – SEDUTA LAREN: Sedia chiudibile in metallo e teak decapato. Fa parte di una collezione strepitosa insieme a tavoli e sgabelli. Elegante e meravigliosa con i semplici caratteri di una pieghevole.

Tags:

 
 

Preparare la zona piscina e i must have estate 2019

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

Come preparare la zona piscina per l’estate, i lavori di pulizia e riattivazione, l’organizzazione degli spazi e i “must have” dell’estate 2019.

Con l’arrivo della bella stagione, per i fortunati possessori di una piscina è arrivato il momento di preparare l’area per renderla di nuovo accogliente.

Dopo la necessaria manutenzione della piscina, ci si può dedicare alla parte più divertente: l’arredo. Oggi vi propongo i “must have” dell’estate 2019, che renderanno la vostra piscina il luogo di ritrovo ideale per la vostra famiglia e per i vostri amici.

Se vuoi sapere come installare una piscina fuori terra, leggi qui.

La manutenzione innanzi tutto

Prima di potervi nuovamente tuffare , che si tratti di una piscina interrata o fuori terra, dovrete intraprendere i necessari lavori di manutenzione.

Rimuovete il telo di protezione e riponetelo, dopo averlo pulito e asciugato con cura. Se le operazioni di copertura per la stagione invernale sono state fatte a regola d’arte, non dovrete svuotare piscina: vi basterà pulire il fondo e le pareti con un pulitore elettrico e purificare l’acqua con un trattamento al cloro.

A questo punto pulite e riattivate l’impianto di filtrazione, dopo aver rabboccato la quantità d’acqua per ripristinare il livello di riempimento ottimale.

Organizzare gli spazi

zona piscina must have Arketicom estate 2019

Nella zona piscina, quella che non deve mancare è un’area dedicata al relax, attrezzata con lettini o chaise longue sui quali sdraiarsi tra una nuotata e l’altra. 

Se la vostra zona piscina è abbastanza spaziosa, prevedete un angolo conviviale per ricevere gli amici o gustare un pranzo in famiglia, comodamente seduti a bordo piscina.

Non dimenticatevi di disporre le adeguate coperture per le ore più calde. Se la piscina  è a ridosso dell’abitazione, potete sfruttare l’ombra delle tende da sole a braccio o della pergola. Altrimenti, attrezzatevi con ombrelloni, tende velo, o un gazebo pieghevole.

Ma la piscina è fatta anche per il divertimento di grandi e piccini, e le soluzioni che vi propongo oggi sono perfette anche per piccole piscine e piccoli spazi.

Must have dell’estate 2019: i galleggianti di design

Tra i “must have” dell’estate 2019, ci sono i galleggianti, meglio se di design. Il mio consiglio, come sempre, è quello di puntare sulla qualità e sul Made in Italy, così da assicurarsi prodotti belli, funzionali e fatti per durare nel tempo.

zona piscina must have Arketicom estate 2019

La collezione Impermeabile di Arketicom, studiata per arredare la zona piscina, vi aiuterà anche ad allestire le aree relax e salotto. Tutti i pezzi della collezione, infatti, si possono utilizzare dentro e fuori dall’acqua, sono rivestiti con tessuti da esterni resistenti e impermeabili, freschi e asciutti al tatto. 

La nuovissima ed esclusiva poltrona sacco galleggiante impermeabile Apollo 11 , è adatta sia per galleggiare in piscina che per arredare la zona salotto del giardino. In acqua, Apollo 11 si trasforma in una comoda e soffice chaise longue, perfetta per leggere, gustare una bibita o rilassarsi, cullati dal dolce movimento dell’acqua.

zona piscina must have Arketicom estate 2019
Poltrona – chaise longue galleggiante Apollo 11

Un altro fantastico galleggiante di Arketicom è il cuscino galleggiante Flot!, che in realtà è un cuscinone lungo 190 cm e largo 130 cm. Soffice come una nuvola, è perfetto per il relax, ma può diventare il complemento preferito dai più piccini, sia per giocare in acqua che nel giardino.

zona piscina must have Arketicom estate 2019

Per completare la gamma dei galleggianti, c’è il lettino galleggiante a due posti Kiatta, sempre di Arketicom. Rigido ma confortevole, con la zona testa leggermente rialzata, è adatto sia per la piscina che per il mare, come gli altri pezzi della collezione Impermeabile. Ci sono anche le tasche per inserire lo smartphone in tutta sicurezza.

zona piscina must have Arketicom estate 2019

Il tessuto con cui sono confezionati i galleggianti, infatti, è resistente sia al cloro che all’acqua salata, oltre che ai raggi UV, allo sfregamento e all’abrasione.

Il comodo taschino porta smartphone

Un ultimo consiglio: aggiungete delle lampade LED galleggianti e la zona piscina diventerà un angolo da sogno per le vostre serate estive.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Arredo giardino Maisons du Monde: le nostre scelte per l’estate

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor

La nostra selezione di arredi e complementi (a prezzi accessibili) per la vostra terrazza

Quest’anno i protagonisti della stagione primavera-estate 2019 di Maisons du Monde sono i materiali naturali, i nostri preferiti, che ritroviamo nelle poltrone, divani e sedie, tavoli e tavolini, ma anche nei tanti accessori e oggetti decor che compongono la collezione.

Vimini, rattan, tek, legno massello e bambù sono proposti nella versione più affascinante, ovvero nella finitura grezza,  l’ideale per creare una zona relax all’aperto dal tocco esotico.

Grazie alla poltrona da giardino KILIMANJARO, caratterizzata da motivi grafici bianchi e beige, ti sembrerà di essere in un paese esotico come la Tanzania.

poltrona da giardino KILIMANJARO Maisons du Monde € 249,00

Realizzata in legno massello di acacia (certificato FSC) e resina di poliuretano intrecciata, questa seduta punta tutto sul look esotico e ti trasporterà nel cuore di un lodge africano.

Completala con un tappeto outdoor in fibra naturale e un ombrellone kaki per un’atmosfera safari chic. Una poltrona da esterno che si avvicina il più possibile ai materiali naturali, resistendo perfettamente alle condizioni esterne… Ci piace

ombrellone Ubud Maisons du Monde € 149,00

Parasole in legno di teak e cotone écru, decorato con motivi dorati

tappeto giardino in polipropilene 120×180 Maisons du Monde € 59,90

Resistente e lavabile, questo tappeto da esterni  completerà il tuo spazio dedicato al relax in terrazza con eleganza e modernità. 100% polipropilene, questo tappeto grigio/beige proteggerà il pavimento completando al contempo l’arredo del tuo salotto da giardino. Il dettaglio decorativo: l’intrecciatura sobria abbinata a un colore attuale e moderno.

Usalo per delimitare il tuo angolo relax in terrazza e aggiungi qualche cuscino colorato per vivacizzare lo spazio.

Cuscino da esterni 45×45 HORTON Maisons du Monde € 17,99

Il cuscino da esterni HORTON, con il suo rivestimento giallo mette perfettamente in risalto la stampa raffigurante un elefante nero. Adorabile il suo look che ci fa viaggiare! Il vantaggio di questo cuscino 45×45 cm? Sostiene perfettamente la schiena o la nuca nei momenti di relax.

Cerchi il pezzo forte del tuo spazio outdoor? Scegli subito la poltrona da giardino in resina intrecciata e tela écru, KABANE.

poltrona da giardino KABANE Maisons du Monde € 269,00

Lasciati conquistare dal suo rivestimento in resina di polietilene dal colore effetto rattan che offrirà un tocco esotico al terrazzo. Ideale per i tuoi momenti di relax grazie alla seduta dotata di un comodo cuscino e di uno schienale avvolgente, questa poltrona da esterno ti accompagnerà per tutta la bella stagione. Resistente alle intemperie grazie alla struttura in acciaio nero con rivestimento epossidico, saprà farsi notare anche all’interno. Un colpo di fulmine!

cuscino in iuta 30×50 cm Maisons du Monde €26,00

Il cuscino decorativo in iuta e motivi a righe in cotone multicolore, BAYA,  è perfetto per completare la zona relax!

Evasione garantita con la poltrona da giardino in resina effetto rattan e metallo nero BOTSWANA. Con le sue influenze esotiche, ti farà viaggiare in terra d’Africa e seguirà perfettamente la tendenza safari chic del momento.

poltrona da giardino BOTSWANA Maisons du Monde € 129,00

I suoi punti di forza? Una solida struttura in acciaio ricoperta di vernice epossidica e un rivestimento in resina 100% polietilene, effetto rattan che resisteranno perfettamente alle aggressioni esterne.

Per puntare tutto sul total look, posa su questa poltrona da esterno, un cuscino stampato da esterni SUNDARA.

cuscino da esterni stampato 45×45 Maisons du Monde € 17,99

Rivestito da una stampa nera raffigurante dei rinoceronti, adornerà a meraviglia una poltrona o un lettino prendisole. Non ti resta che prendere parte al viaggio e approfittare del comfort di questo cuscino.

tavolino da salotto GILI Maisons du Monde € 89,90

Regalati il tavolino con piano in vetro e gambe intrecciate in simil rattan per completare il tuo angolo relax all’aperto. Le sue gambe intrecciate gli conferiscono un’originalità che indubbiamente ti sedurrà. Pratico, estetico, ha tutto per piacere!

brandina in legno SELOUS Maisons du Monde € 99,99

Lasciati conquistare dall’aspetto caldo e accogliente di questa brandina realizzata in legno di acacia e tessuto talpa. Con la sua tonalità calda e il suo cuscino in schiuma, mescola estetica e comfort.  Il suo vantaggio? Questa brandina da 195 cm è pieghevole: pratica per spostarla e sistemarla facilmente! Per chi non può rinunciare al sole anche in città, questa brandina è l’ideale!

cuscino da esterni AFRICA 45×45 Maisons du Monde € 17,99

Una tinta verde kaki dolce e calda, una stampa che invita all’evasione… Viaggia pur restando nel tuo giardino con il cuscino da esterni con stampa carta AFRICA. Con la sua imbottitura morbida e comoda, ti accoglierà nelle migliori condizioni per goderti al massimo le belle giornate.

tavolo da giardino e 2 sedie ARUBA Maisons du Monde € 149,00

Realizzato in legno massello di acacia con finitura in teak chiaro leggermente sbiancato, questo tavolo da giardino con 2 sedie rivestite in corda color talpa, resistente ai raggi UV, completerà con stile la tua terrazza. Grazie al suo diametro di 60 cm, potrai organizzare romantiche cene o pranzi per tutta la bella stagione!

Il tocco finale? una candela e una bella lanterna.

candela profumata in vetro e corda Maisons du Monde € 20,00

lanterna in fibra vegetale intrecciata Maisons du Monde € 30,00

Per acquistare gli articoli selezionati vai su www.maisonsdumonde.com

L’articolo Arredo giardino Maisons du Monde: le nostre scelte per l’estate proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Il mondo Lapalma si arricchisce di un nuovo spazio: l’outdoor

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

Alla 58° edizione del Salone del Mobile, Lapalma ha presentato LAPALMA SPACES, un’esposizione di oltre 500mq dedicata a una collezione di arredi che si snoda attraverso diversi scenari, accompagnandoci nei molteplici ambienti e momenti che attraversiamo durante la giornata: dalla casa all’ufficio, durante il pranzo, nei momenti di pausa o relax, in aeroporto o davanti alla TV.

Un universo progettuale dove le differenti proposte, dotate di una propria unicità o pensate per un determinato contesto, dialogano tra loro pronte a farsi sistema, per vestire di misurata eleganza o gioioso colore ogni ambiente. Arredi italiani per la maestria artigiana delle lavorazioni e internazionali per l’essenzialità delle linee e dei disegni, pensati per gli spazi Lounge, Light Office, Home e Café di Lapalma, a cui oggi si aggiunge l’Outdoor, conferma luminosa e fresca di uno stile riconoscibile.

L’Outdoor innanzitutto, immediatamente riconoscibile poiché accolto all’interno di una vera e propria serra. Leggera e trasparente, con profili sottili, questa struttura si posiziona lungo tutta la parete di testa dello stand e si apre al centro per invitare i visitatori alla scoperta del mondo Lapalma.

Al suo interno due nuovi prodotti, espressamente pensati per l’outdoor, si combinano elegantemente con elementi già in collezione, proposti in una versione consona all’utilizzo in esterni o ripensati per garantire una elevata resistenza agli agenti atmosferici.

Tra le novità, IDA, la sedia disegnata da Anderssen & Voll, una rilettura contemporanea della classica seduta da caffè, sorprendente nell’incontro tra il metallo sinuoso della struttura e la trasparenza di una mesh in 3D che accoglie con naturalezza.

Nuovo anche il progetto che amplia la famiglia del PANCO, il sistema modulare di tavoli di Romano Marcato che organizza gli ambienti secondo le necessità spaziali. Si rinnova l’accostamento materico metallo-legno, ma cambiano le dimensioni e con esse la funzionalità del tavolo che, grazie ad un piano più ampio e ad una altezza ridotta, ospita comodamente una panchina realizzata negli stessi materiali, ideale completamento di una proposta outdoor dallo spirito conviviale.

Accanto alle novità, alcune proposte di Lapalma che da indoor si spostano outdoor, grazie ad un’attenta selezione e ricerca sui materiali e i rivestimenti.

Non solo Outdoor. Il Salone del Mobile è altresì l’occasione per presentare il risultato di una indagine progettuale che ha portato Lapalma ad esplorare differenti mondi e a mettere a punto proposte puntuali ad essi dedicate: Home, Office e Café.

Al Salone del Mobile una proposta completa, pronta ad arredare tutti gli spazi e a personalizzare la nostra giornata con l’elegante linearità e lo stile tutto italiano di Lapalma. E l’avvio di una nuova stagione, chiamata Outdoor.

L’articolo Il mondo Lapalma si arricchisce di un nuovo spazio: l’outdoor proviene da Dettagli Home Decor.

Tags: ,

 
 

Giardino perfetto: come arredarlo

Pubblicato da blog ospite in Blog Arredamento, Idee

Il giardino è probabilmente lo spazio più importante di tutta la casa. Nonostante questo, però, spesso molti se ne dimenticano, focalizzandosi soltanto sugli spazi interni. Per avere una casa in totale armonia è indispensabile l’equilibrio tra tutti gli ambienti, ecco perché lo spazio outdoor è così importante.

Arredare un giardino perfetto significa prima di tutto pensare a quello che è lo stile giusto, quello che vada a fondersi con naturalezza agli altri complementi di arredo delle stanze interne alla casa. Del resto pensare al giusto arredamento significa riuscire a sfruttare al
meglio gli spazi a disposizione.
Uno degli elementi più acquistati anche se gli spazi non sono enormi è la piscina. Chiaramente se i metri a disposizione non sono così tanti, si parla di piscine fuori terra che oggi rappresentano la realizzazione di quel sogno di lusso fino a poco tempo fa era considerato irrealizzabile.
Modelli, grandezze e strutture diverse che sono facilmente acquistabili anche online, basta affidarsi a realtà che sappiano unire perfettamente la qualità con un prezzo accessibile. Il sito prezzoforte è uno di quelli che propongono un ottimo rapporto qualità-prezzo. Elemento che ognuno ricerca nei suoi acquisti.

Idee per il giardino

Se abbiamo un giardino con piscina è importante saper gestire gli spazi ottimizzandoli e rendendoli altamente sicuri, perché si tratta del primo obiettivo. Per spazio sicuro s’intende un luogo in cui la piscina sia lontana da elementi di ingombro come complementi di arredo e radici di alberi che potrebbero non soltanto danneggiare la struttura, ma anche mettere in pericolo chi la utilizza.
Un’idea capace di rendere unico lo spazio è quella che prevede la scelta di complementi d’arredo che siano in armonia con lo stile delle altre stanze interne perché il segreto è proprio quello di pensare che si tratti di un unico spazio, un unico ambiente in cui di respira la stessa armonia.
Quando si parla di complementi di arredo per il giardino con piscina ci riferiamo a lettini prendisole, tavoli e sedie per aperitivi o pasti con la famiglia e gli amici, elementi per creare una zona d’ombra che sia un gazebo o un semplice ombrellone. Tutto dipende dal tipo di esigenza e soprattutto di spazio disponibile. Attenzione a non posizionare tavoli e sedie vicino all’acqua perché, nonostante siano realizzati con materiali resistenti, è bene evitare contatti.

L’illuminazione del giardino

Il giardino è fatto di tanti piccoli dettagli che rendono unico l’arredamento scelto. Tra questi dettagli ce n’è uno che merita più attenzione di altri: l’illuminazione.
Con le giuste luci il nostro giardino si trasforma in qualcosa di veramente unico e suggestivo dove trascorrere piacevolmente le ore serali per trovare relax o scambiare momenti di svago con gli amici.
Luci soffuse (che dovranno necessariamente essere da esterno) posizionate intorno alla piscina e agli spazi in cui si trascorre il nostro tempo, saranno perfette per rendere magico e di tendenza il nostro giardino così come il resto della casa che grazie allo spazio esterno sa trasformarsi in qualcosa di completamente nuovo.

Tags:

 
 




Torna su