7 Luglio 2019 / / News

Continuiamo con la Milano Design Week e ci spostiamo alla scoperta degli eventi più interessanti della settimana, questa volta in zona Brera.

English version >> http://bit.ly/2nuhbcX

………..

Siamo nel pieno della settimana del design Milanese e tutto è in fibrillazione.

Girando per Milano davvero ci si rende conto del caos che c’è.

Migliaia di persone, centinaia di eventi: un continuo correre per spostarsi da un angolo all’altro della città. Non si può perdere davvero nessuno degli eventi messi in programma.

Mentre si è nel pieno della settimana, si arriva alla fine delle giornate distrutte.

Si tratta di una settimana quasi magica, direi: tutti lavorano per rendere ogni cosa perfetta, per imprimere nella mente delle persone il ricordo di Milano come grande capitale del design.

Ci sono eventi per tutti i gusti e gli stili. Dopo aver visto la ricerca di soluzioni sostenibili e i progetti dei nuovi designer, oggi è la volta dell’eleganza del design milanese.

Pronti per vedere cosa ci offre zona Brera?

MILANO DESIGN WEEK: SI CONTINUA CON LO STUDIO PEPE E WHITE IN THE CITY, ZONA BRERA

Ovviamente non poteva mancare una capatina nel quartiere più patinato e fashion di Milano: Brera. Siamo in centro sparato, dove ci sono i negozi più cool e le case storiche più invidiate.

Tra un’occhiata alle vetrine da sogno e uno sguardo alla Milano di una volta, potreste incappare in uno degli allestimenti fatti ad hoc per White in the city (qui il post dove ne parlavo).

Cinque prestigiosi punti saranno teatro di installazioni architettoniche che indagano tutti i possibili significati del colore bianco.

Accademia e Pinacoteca di Brera, Palazzo Cusani, ex chiesa di San Carpoforo e Class Editori Space; questi i luoghi da visitare per scoprire come gli architetti hanno declinato questo colore nelle loro opere.

zona Brera

Corridoio gessi Accademia di Brera – Image credits: Cosmo Laera | corte interna_ Palazzo Cusani | Pinacoteca_ LOGGIATO SUPERIORE | San Carpoforo

Direttore artistico dell’evento è Giulio Cappellini, affiancato da nomi internazionali dell’architettura e del design: Stefano Boeri, David Chipperfield, Patricia Urquiola, Zaha Hadid Architects, solo per citarne alcuni.

Rimaniamo sempre in questo quartiere, ma spostiamoci verso un allestimento davvero originale: The Visit, dello Studiopepe.

Un appartamento di inizio ‘800 a Milano, caratterizzato da un’infilata di stanze, stucchi e parquet a spina di pesce. Il sapore romantico della storia, che si incontra con la contemporaneità del design.

Una casa ristrutturata dallo Studiopepe, che riporta nel progetto tutto il complesso delle loro ispirazioni. Attraverso una visione eclettica e trasversale, prende vita un progetto che esalta l’iconicità dei grandi maestri, trasbordando la progettualità in un contesto attuale.

Un progetto fatto apposta per il Fuorisalone, con cui le progettiste Arianna e Chiara hanno voluto raccontare una favola; la favola non solo di un luogo, ma di un gesto, un rituale: il rituale della visita.

Visita come atto che implica un luogo fisico, ma anche l’esistenza delle persone ospitanti e ospitate. Un allestimento intimo, che rende questo appartamento la casa delle persone che abitano la città.


Crediamo che la #casa sia la trasposizione fisica del nostro mondo interiore. #Studiopepe
Condividi il Tweet


zona Brera

Credits – Illustrations: Alberto Fiocco

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Milano Design Week: zona Brera, tra Bianco e Studiopepe sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

13 Maggio 2019 / / Design

Alla MDW 2019, una grande mostra ha raccontato al pubblico internazionale il talento creativo di Barcellona e la sua capacità di produrre un design di eccellenza, in cui si armonizzano funzionalità, emozione e i valori della capitale mediterranea. 

Una parete sinuosa di moduli in cotto, ritmata da anse arredate con sedute outdoor e vasi riempiti con erbe aromatiche: ecco il “biglietto da visita” di “Inspired in Barcelona: Mediterranean Design”, il progetto – promosso da Catalonia Trade & Investment, Ajuntament de Barcelona e organizzato da BCD Barcelona Centre de Disseny con la partecipazione di Habitat Cluster Barcelona – che ha portato alla Milano Design Week il meglio del design catalano.

Dal monumentale portone del palazzo ottocentesco di via Dante 14, infatti, si poteva scorgere l’iconica installazione curata da Emiliana Design Studio e realizzata da Ceramica Ferrés, ideata per anticipare i temi “Warm, Diverse, Open ed Emotional” attraverso i quali la mostra – articolata in due differenti sezioni -, ha trasmesso a oltre 10.000 visitatori lo spirito più autentico di Barcellona, con il suo inimitabile lifestyle e la straordinaria vivacità creativa.

Sì, perché la capitale mediterranea è un territorio sempre più affermato come distretto di riferimento mondiale nel settore design e se la scultorea scenografia di ingresso ha “acceso” la sua energia progettuale, i circa 100 prodotti di 50 aziende, presentati nei due ambiti espostivi, l’hanno fatta letteralmente esplodere: dalle mattonelle per la pavimentazione urbana agli sgabelli tipici da bistrò per gli spazi esterni, sedute per le aree lounge di uffici e alberghi, lanterne ricaricabili da usare nel proprio giardino, complementi per la sfera domestica, sino a materiali, tessuti e finiture per interni, è stato ricreato un vero e proprio spaccato concettuale della città e dei suoi valori.

Da un lato, l’allestimento curato da Emiliana Design Studio per BCD – Barcelona Centre de Disseny ha delineato in modo astratto, attraverso un percorso tra prodotti di differenti tipologie, gli spazi urbani, pubblici e residenziali. Brand celebri in tutto il mondo – come Nanimarquina, Kettal, Santa & Cole, Vibia, Mobles 114, BD Barcelona -, affiancati a marchi meno conosciuti e a un collettivo di giovani designer, hanno infatti tracciato la mappa di una Barcellona ricca di contrasti, sempre in equilibrio  tra tradizione e innovazione, concretezza e originalità, capace di rivisitare il linguaggio mediterraneo, senza perderne le regole decorative, le forme essenziali, i colori.

Dall’altro, il layout espositivo di CODIC – Col.legi de Dissenyadores d’Interiore i Decoradors de Catalunya per Habitat Cluster Barcelona si è offerto invece come un laboratorio sperimentale complementare, dove i visitatori hanno potuto respirare le finiture, i materiali più innovativi, i tessuti per l’arredamento e gli accessori indispensabili per completare un progetto, sempre improntati alla matrice comune di “mediterraneità”.

Tre differenti step espositivi, insieme a un centinaio di prodotti e il coinvolgimento di 50 brand, sono stati quindi chiamati a sintetizzare in un’unica grande mostra la complessità culturale della capitale catalana e la sua straordinaria vocazione al design, che ha catalizzato alla Milano Design Week l’attenzione di un’ampia platea internazionale.

www.inspiredinbarcelona.com

L’articolo Inspired in Barcelona: oltre 10.000 visitatori per il meglio del design catalano al Fuorisalone proviene da Dettagli Home Decor.

10 Aprile 2019 / / Dettagli Home Decor

Guardare attraverso, guardare oltre… Society Limonta invita a scoprire il suo modo di concepire la casa. Oltre lo stile, alla ricerca della più intima esperienza, ampliando il proprio orizzonte.

Il concept dell’installazione per il Fuorisalone 2019 è svelato da una linea d’orizzonte, che diventa uno spazio fisico di apertura alla visione, un punto di vista.

La vetrina dello store di Via Palermo 1 si struttura architettonicamente in un luogo articolato, come quello di una casa, che porta alla scoperta progressiva di quattro stanze, quattro ambienti, letto, tavola, bagno ed un walk-in closet, vestiti da stratificazioni tessili.

Ogni stanza è declinata in un colore della nuova collezione Summer Horizon 2019 interpreta uno stile e diventa possibile punto di partenza per la propria esplorazione stilistica. Se l’orizzonte rievoca solitamente un ampio spazio esterno, tutto ciò che è fuori, Society apre alla possibilità di trovarlo e crearlo anche all’interno, nel proprio mondo e negli spazi della propria casa.

L’articolo Society Limonta al Fuorisalone 2019 proviene da Dettagli Home Decor.

8 Aprile 2019 / / La Gatta Sul Tetto

Tra le tante location da visitare durante la MDW 2019, si distinguono alcuni appartamenti milanesi che ospitano, nell’intimità dei loro spazi, gli allestimenti curati da designer.

MDW 2019 appartamenti arredati dai designer

La MDW è famosa per le esposizioni e le installazioni ospitate in palazzi storici o in spazi industriali dismessi. Da qualche anno riscuotono un certo successo anche location insolite, come gli appartamenti. In un certo senso, proprio in un appartamento si possono meglio apprezzare le proposte di design, valutandole in un contesto vicino alla realtà.

Ecco gli appartamenti – location che saranno visitabili durante la MDW 2019.

Brera Design Apartment

La talentuosa designer Cristina Celestino presenterà il progetto “Planetario”, in un magnifico appartamento nel cuore di Brera. Una scenografia retro-futuristica, con la nuova collezione di tappeti che ha creato per Besana Carpet Lab. Ispirato ai temi dello spazio e del mondo sottomarino, questo nuovo progetto trasporterà il pubblico in un viaggio senza tempo.

Brera Design Apartment (via Palermo 1, 3°piano, 8-14 Aprile, ore 10.00 -19.00) 

MDW 2019  gli appartamenti arredati dai designer

A casa con The Socialite Family

Tra i design addict, assidui frequentatori di Pinterest e Instagram, The Socialite Family è ormai un punto di riferimento. Il sito francese, oggi anche studio di design, pubblica ogni settimana un reportage sugli interni e sulla vita di una famiglia della millenial generation. La fondatrice Constance Gennari ha allestito un elegante appartamento tipicamente parigino: pronti a sognare?

In Via Palermo 1

MDW 2019 appartamenti arredati dai designer

Marimekko Shoppable Home

Poco distante, in via Palermo 5, si trova l’appartamento di Marimekko, il brand finlandese delle stampe grafiche. Anche qui c’è da rifarsi gli occhi, quindi segnatevi l’indirizzo.

Ca’ ventiquattro

Ci spostiamo al quartiere isola per entrare in un appartamento affacciato su Piazza Gae Aulenti e sulla torre del Bosco Verticale. L’appartamento, ubicato in palazzo storico, è stato ristrutturato e reso fruibile secondo le esigenze contemporanee, pur mantenendo i riferimenti con la sua storia. Progetto firmato da MAKEYOURHOME STUDIO, in collaborazione con Hiro Design ( in questo articolo potete leggere la mia intervista al fondatore).

In via De Castillia 24.

Per maggiori informazioni:

Brera Design District sito ufficiale

Isola Design District sito ufficiale


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

5 Aprile 2019 / / La Gatta Sul Tetto

Durante la MDW la città si popola di installazioni sempre più coinvolgenti e spettacolari, per veicolare messaggi o mettere in valore prodotti e progetti.

MDW 2019 le installazioni da vedere al Fuorisalone
Maestà Soffrente – Gaetano Pesce per B&B Italia

La MDW è ormai l’evento più importante al mondo non solo per il design. Architettura, arte, fashion, food, tecnologia si incontrano per offrire esperienze sempre più coinvolgenti per il pubblico. Lo scopo è quello di mettere in valore i prodotti proposti dai brand, attirando più visitatori grazie a installazioni spettacolari.

Vediamo, a grandi linee, quali sono le installazioni da vedere durante la MDW 2019:

Raytrace – Benjamin Hubert per Cosentino

Sotto la Stazione Centrale, in via Ferrante Aporti 27, il gruppo spagnolo Cosentino presenta l’innovativo Dekton®, un materiale estremamente resistente e flessibile. Benjamin Hubert, dell’agenzia di design LAYER ha progettato un tunnel nel quale i visitatori avranno l’impressione di camminare sott’acqua.

MDW 2019 le installazioni da vedere al Fuorisalone
Courtesy of Cosentino & LAYER

MateriAttiva – SOS – School of Sustainability e lo studio Mario Cucinella Architects per Iris Ceramica Group

Nella prestigiosa location di via Balzan/via San Marco, nel ditretto di Brera, l’azienda leader nella produzione di grès porcellanato Iris Ceramica Group presenta gli innovativi materiali realizzati con la tecnologia ACTIVE Clean Air & Antibacterial Ceramic™ in una grotta, progettata da SOS – School of Sustainability e dallo studio Mario Cucinella Architects.

MDW 2019 le installazioni da vedere al Fuorisalone

DesignByGemini – The Pool Club

Un’installazione interattiva ispirata alla Miami degli anni ’90, con palme e colori fluo accoglierà i visitatori in un container in Piazza XXV Aprile. All’interno, gli arredi e gli elementi creati dalle designer Elena e Giulia Sella, fondatrici dello studio, e una piscina riempita di palline rosa nella quale il pubblico potrà scattare foto e stamparle in tempo reale.

MDW 2019 le installazioni da vedere al Fuorisalone

Maestà Soffrente – Gaetano Pesce per B&B Italia

Nel 50° anniversario dell’iconica poltrona UP 5 & 6 disegnata da Gaetano Pesce, l’azienda B&B installa in Piazza Duomo la sua versione gigante, trafitta da frecce: un messaggio che vuole sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza sulle donne.

Interstellar – Dimore Studio

L’eclettico duo Emiliano Salci e Britt Moran, titolari del celebrato Dimore Studio, presentano la loro nuova collezione Interstellar in via Pietro Mascagni 8.

An Extraordinary World -Marc Ange

Il designer franco-italiano Marc Ange trasformerà gli spazi di Palazzo Cusani, in via Brera 15, in un mondo onirico costellato di installazioni straordinarie, tra le quali una nuova versione del celebre Le Refuge: Le Refuge de La Nuit.

Les Arcanistes – Studiopepe

Studiopepe promette una nota di misticismo nella sua installazione Les Arcanistes, che esplora il rapporto tra la materia e il potere archetipico dei simboli. Prodotti su misura e riedizioni saranno esposti in uno spazio inedito che un tempo ospitava un’officina per la produzione di oro nel 1900. In via Garofalo 24.

Vi lascio alcuni link per approfondire le informazioni:

2019.breradesignweek.it/it/

fuorisalone.it/2019/it/percorsi/zone-del-design

fuorisalone.it/2019/it/percorsi/percorsi-tematici

I miei articoli-anteprima:

mdw 2019 il design sostenibile è a lambrate

mdw 2019 focus su tortona district


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

3 Aprile 2019 / / Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Ca’ Ventiquattro rappresenta non solo un evento del Fuorisalone 2019, che da tempo avevo segnato sull’agenda, ma anche un progetto di successo che apre le porte durante la Milano Design Week.

Per questo voluto approfondire, facendo alcune domande all’architetta che ha ideato e seguito il progetto. 

Cos’è Ca’ Ventiquattro

Ca’ Ventiquattro è un appartamento di circa 70mq, vicinissimo al Bosco Verticale. Se vuoi visitarlo, puoi scendere alla fermata Gioia della metro, sulla linea verde e dirigerti in via De Castillia, al numero 24 appunto.

La casa si presenta con una zona centrale dedicata alla convivialità, due camere e due bagni.

Perché lo considero un progetto di successo e innovativo

Si tratta di un progetto che vede come interlocutori:

  • due committenti che acquistarono l’appartamento a scopo di investimento
  • l’Arch. Roberta Borrelli, titolare di MAKEYOURHOME STUDIO
  • le aziende partner che hanno contribuito con i loro arredi

E’ un successo perché tutte queste figure possono ottenere una positiva pubblicità aprendo le porte durante il Fuorisalone di questo appartamento che poi sarà un vero e proprio Boutique Hotel.

Un Boutique Hotel per quei turisti amanti del design che vogliono rivivere una vera abitazione milanese stile anni ’30, soggiornando nel cuore della città.

Quando ho conosciuto i clienti, avevano già in mente di realizzare un bnb. Poi io ho elaborato il progetto e trasformato in qualcosa di più grande e interessante da presentare al Fuorisalone“, spiega Roberta. “Un win-win per tutti, anche per le aziende che hanno deciso di sponsorizzare con i loro prodotti“. 

L’idea è quella di coniugare il comfort di un ambiente domestico con le caratteristiche di un Boutique Hotel.

Il concept e i tempi di progetto

I clienti volevano un arredo che si ispirasse al passato, e Roberta ha trovato negli anni ’30 la scelta che l’ha ispirata al meglio. 

I clienti volevano che fosse quasi tutto Made in Italy e in Brianza ho trovato molte aziende che mi hanno ispirato“.

I tempi di progetto sono stati rapidi: i clienti han contattato Roberta a Settembre.

A Dicembre avevamo chiuso il concept, il progetto e il budget” aggiunge Roberta.

E ora, dall’8 Aprile, le porte dell’appartamento si aprono ufficialmente per la Milano Design Week!

 

 

 

L’articolo Ca’ Ventiquattro: ritorno agli anni ’30 nel cuore di Milano proviene da easyrelooking.

3 Aprile 2019 / / La Gatta Sul Tetto

Il design sostenibile, l’industria e la creatività saranno protagonisti nel Lambrate District durante la MDW 2019.

MDW 2019 design sostenibile Lambrate
Scuola Mohole//Ph Simone Furiosi

Oggi focus sul distretto di Lambrate e sui principali eventi previsti durante la Settimana del Design di Milano. Nonostante la partenza, già dal 2018, di due protagonisti di peso come Ventura Project e Ikea, il distretto continua ad attrarre news entries sia italiane che internazionali.

Ecco una panoramica su alcuni eventi :

Din-Design In

Appuntamento fisso da 7 anni, la collettiva Din-Design In organizzata da promotedesign.it nell’iconico spazio di via Massimiano 6 / via Sbodio 9, accoglie, brand innovativi, young label e marchi storici per mostrare il meglio del design contemporaneo. La visita dell’ex capannone industriale è sempre fonte di meraviglia per le audaci sperimentazioni, l’ironia e la freschezza dei progetti proposti sui temi del design sostenibile. Anche quest’anno verrà allestita l’area dedicata al relax e allo street food, per una piacevole sosta.

MDW 2019 design sostenibile Lambrate

Hotel Regeneration

Mi ha incantata l’anno scorso, e scopro con piacere che presto assaporerò il bis di questa mostra-agorà, dedicata alla dimensione Social.

Accanto agli ambienti futuristici e hi-tech immaginati dall’architetto Simone Micheli per Officina Ventura 14, spicca l’avanguardistico recupero della zona bagno, fruibile anche dopo la conclusione della MDW.

Per tutta la settimana, lo spazio sarà animato da un ricco programma di convegni, speech e meeting intorno al mondo del design e dell’hospitality.

MDW 2019 design sostenibile Lambrate hotel regeneration

Convent suites Renaissance 2.0

Nello studio dell’Architetto Simone Micheli in via G. Ventura 6, si potrà ammirare il progetto di due suite immaginate per l’ex Convento Seicentesco nella Fattoria di Maiano di Fiesole. Attraverso le installazioni interattive il pubblico potrà visitare le due suite virtualmente.

MDW 2019 design sostenibile Lambrate

Colour Match

Per chi ama i colori come me, l’evento organizzato da NCS Colour Centre Italia potrebbe essere interessante. Per farvi un’idea, NCS è l’acronimo di Natural Colour System®©, un sistema messo a punto in Svezia negli anni ’60 che ordina i colori in base a come sono percepiti. Come per Pantone, NCS è uno strumento utile per progettisti e creativi. Nel cortile di Via Ventura 6(b), presso la Galleria Monopoli, vedremo 15 opere cromatiche esposte in una scatola bianca.

Non fare il barbone… vieni al Fuorisalone!

Organizzata da DommDeMilan, la mostra Case molto milanesi mette in scena la casa dei sogni. Sono molto incuriosita di visitarla perché, attraverso una serie di risposte a domande specifiche degli organizzatori, ho partecipato alla progettazione della casa dei sogni. In via Massimiano 25.

Fuorisalmone

Sempre in via Massimiano 25, espongono i designer “controcorrente” di Fuorisalmone, un network che crea sinergie tra i creativi e le aziende.

Questi sono solo alcuni dei numerosi eventi in programma a Lambrate. Per approfondimenti vi invito a visitare il sito del distretto di Lambrate e il Fuorisalone Magazine.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

29 Marzo 2019 / / La Gatta Sul Tetto

Il Tortona District è una tappa irrinunciabile nel circuito della MDW: la zona dove è nato il Fuorisalone è da sempre un laboratorio di idee per il futuro.

MDW 2019 focus Tortona District Alex Chinnek

Focus su Tortona District, la zona che ha visto nascere il Fuorisalone con tutto il bagaglio di sperimentazioni che investono il settore del design ma non solo.

Gli eventi di Tortona Rocks 

Tortona Rocks mette in scena oltre 20 progetti espositivi internazionali, 60 designer e 50 aziende che proporranno uno sguardo sul futuro, incentrato sul tema della consapevolezza.

Consapevolezza come capacità di comprendere l’epoca che stiamo vivendo, caratterizzata da grandi trasformazioni e ricca di sfide.

MDW 2019 focus Tortona District BELGIUMDESIGN
BELGIUM DESIGN – Green Mood – Design Alain Gilles

Qui il design si presenta come un sistema culturale trasversale, come elemento capace di coinvolgere tutti gli ambiti delle nostre vite.

MDW 2019 focus Tortona District  ISRAELI DESIGN
ISRAELI DESIGN – C’s – Design Yoni and Mayan

I progetti espositivi si distribuiscono in tre location: all’Opificio 31, in via Tortona 31, dove quest’anno saranno presenti marchi e designer tra Europa e Asia, cui si aggiunge il Medio Oriente con Israele. Da non perdere il progetto IQOS World dell’artista britannico Alex Chinnek:

MDW 2019 focus Tortona District IQOS WORLD REVEALED by Alex Chinneck
IQOS WORLD REVEALED by Alex Chinneck

E poi gli spazi di Archiproducts Milano, con l’appartamento progettato da Marcante testa per illustrare la tecnologia Bticino.

MDW 2019 focus Tortona District Mercante Testa per BTicino
Spazio Archiproducts – Mercante Testa per BTicino

In Via Bergognone 26 c’è l’installazione multisensoriale ed emozionale di Samsung, mentre in via Savona 56 troviamo una mostra sulla visione robotica di Sony Design.

Norwegian Presence presenterà le ultime tendenze del design nordico in via Savona 56, mentre il design all’insegna dell’artigianato sarà protagonista di Functional Art, progetto di Francesca Levi Tonolli, in via Savona 33. 

MDW 2019 focus Tortona District v
Norvegian Presence

Conclude il ricco programma di Tortona Rocks Maison Citroën Centenary Edition, un allestimento curato da Matteo Ragni Studio in via Stendhal 35.

Superdesign show

Torna il Superdesign Show negli spazi di Superstudio, in via Tortona 27. Qui sono passati aziende e designer di prima grandezza, da Tom Dixon a Flos, da Foscarini a Paola Navone, affiancati da designer emergenti e da collettive-paese. Anche quest’anno il direttore artistico è Guido Cappellini.

MDW 2019 focus Tortona District
Korea Craft & Design Foundation

Ventura Projects

Dopo aver lanciato il distretto di Lambrate Ventura Project torna in Tortona, dove tutto è iniziato, con il progetto Ventura Future. L’agenzia olandese, come ogni anno, porta alla ribalta giovani designer e le accademie di design più quotate nel mondo. Da vedere, al BASE, negli spazi dell’ex Ansaldo, in via Tortona 54.

Tenete d’occhio anche il progetto Ventura Centrale, ormai giunto alla terza edizione, che promette meravigliose installazioni, in via Ferrante Aporti 9.

IKEA

Con il progetto Feel Home, sarà presente anche Ikea, con il lancio della nuova serie SYMFONISK, alla Torneria Tortona, via Novi 5.

Murdec-Museo delle Culture

Ricordatevi di inserire nel tour anche il Mudec, Museo delle Culture, in via Tortona 56, per visitare la mostra di Alessi, di cui vi ho già parlato.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

28 Marzo 2019 / / Architettura

Invece delle solite guide zona per zona, vi faccio un breve riassunto di quelli che sono i sei eventi da vedere al Fuorisalone di Milano 2019.


Sono sempre stata una persona dalla noia facile, una di quelle che quando vede una e-mail di millemila righe le prende lo sconforto. Leggo con l’acceleratore per arrivare al succo del discorso. Andavo in fondo alle pagine dei libri per scoprire il finale e quindi capire se valesse la pena finire di leggerlo, quel libro.

Oppure: su wikipedia per leggere la trama della serie successiva di un telefilm che in Italia è uscito ottant’anni dopo. Insomma, avete capito. Vi potete immaginare ora che sono diventata mamma di un pupo di sette mesi, questa necessità di sintesi quanto si sia ingigantita.

Per cui l’idea di ammorbarvi anche quest’anno (potete ringraziarmi dopo) con post dedicati singolarmente al Fuorisalone per ogni quartiere di Milano, proprio non m’è venuta. Piuttosto ho voluto fare un riassunto di quegli eventi che secondo me meritano e che sarebbe bello vedere.

Sono sei e sono distribuiti nei vari quartieri. Eccoli.

Eventi da vedere al Fuorisalone di Milano 2019: zona Tortona

Cominciamo con le aree che sono geograficamente più vicine a dove abito io, quindi l’ordine è per come li vedrei io questi eventi.

Tra le tante esibizioni, installazioni e showroom che ci sono nell’area dietro alla stazione di Porta Genova ce n’è una firmata Ikea. L’evento si chiama “FEEL HOME with IKEA. Living with sound and light.” e avrà luogo tutte le sere dalle ore 20 alle ore 24.

Una festa con Dj in cui si scoprirà la Ikea smart home: un luogo dove interagire con luci e suoni attraverso esperienze, installazioni e Dj set. Grande protagonista è SYMFONISK, nuovo prodotto sviluppato in collaborazione con Sonos per IKEA.

Si continua con il nuovo distretto 5vie

5vie art + design è il distretto che ha debuttato l’anno scorso e che si è già confermato come nuovo polo di ricerca e di design d’avanguardia. Tra le tante mostre ed allestimenti, ce ne sono due che mi hanno colpita maggiormente.

La prima è la prima antologica del designer emergente Carlo Massoud, Libanese. Il Pesce e gli Astanti avrà luogo presso l’Oratorio della Passione in Piazza Sant’Ambrogio ed avrà un taglio attuale ma al tempo stesso fanciullesco. In mostra alcuni dei suoi lavori più significativi, insieme ad altri nuovi. Massoud mira a tradurre il mondo che lo circonda in vivaci oggetti del quotidiano.

Eventi da non perdere al fuorisalone di Milano 2019: le opere di Massoud Allestimento site specific per il Fuorisalone - Arab dolls - Beirut 8
| Allestimento site specific per il Fuorisalone – Arab dolls – Beirut 8 |

Un lavoro che gioca con l’ironia ma che indaga anche il rapporto del passato sul futuro. Sarà possibile ammirare anche un’installazione sitespecific all’interno dell’oratorio, firmato a quattro mani con sua sorella. I due fratelli rileggono le icone classiche della cristianità e della liturgia ecclesiastica per coinvolgere il visitatore in un percorso intenso e
ironico, sospeso tra la fisicità degli oggetti e la tensione spirituale del contesto.

La seconda è la mostra dedicata al maestro Ugo La Pietra, Design Territoriale, Genius Loci, che esplora il suo interesse nei confronti dell’artigianato, al contempo laboratorio artistico e di design. Il risultato di questa attività ha portato alla consapevolezza del grande patrimonio che ancora contraddistingue il nostro territorio facendo nascere la tendenza sempre più evidente del “design territoriale”.

Si potrà ammirare una selezione delle collezioni di oggetti progettati da Ugo La Pietra e da altri artisti e designer e realizzati da artigiani.

Eventi da non perdere al fuorisalone di Milano Ugo La Pietra
| Cofanetto realizzato a Sesto Fiorentino da Ceranima – Itinerari – I segni zodiacali |

Eventi da vedere al Fuorisalone di Milano 2019 : il design consapevole e sostenibile al Brera Design District

Il Brera Design District festeggia i suoi primi dieci anni e sceglie come tema il design consapevole e sostenibile. Voglio segnalarvi un’installazione davvero bella, in Piazza XXV Aprile.

PRATOFIORITO è un terreno realizzato per Eataly Smeraldo, progettato dall’architetto Davide Fabio Colaci in collaborazione con gli studenti del Politecnico di Milano. E’ un giardino temporaneo con caratteristiche di leggerezza e penetrabilità che offre alla città un prato di fiori e piante che stimolano la biodiversità urbana seguendo l’evolversi della primavera. Un sistema che appartiene contemporaneamente a due realtà solitamente contrapposte: città ed energia naturale.

Pratofiorito in piazza XXV Aprile a Milano

Al Lambrate Design District si esplorano i confini del contract

Prima di tutto una digressione su cosa sia il contract: si tratta di una divisione che hanno al loro interno praticamente tutte le aziende di arredi. La divisione contract si occupa principalmente di realizzare progetti d’arredo su misura per spazi pubblici di solito legati all’ospitalità, come gli hotel. Partendo dagli arredi base delle aziende, vengono realizzati dei pezzi personalizzati per ogni progetto.

Proprio di ospitalità tratta uno degli eventi del Lambrate Design District: Social Hotel Regeneration di Simone Micheli. Gli ambienti che siamo soliti vedere negli hotel si trasformano, per incontrare le esigenze dell’uomo contemporaneo e aiutarne l’interazione. Tutti gli elementi saranno connessi ad un network principale che attirerà l’attenzione e darà differenti risposte ai visitatori, che potranno interagire dal vivo con la smart technology.

Eventi da vedere al Fuorisalone di Milano 2019 Lambrate Design District

Ventura Centrale, Lavazza e Gufram

Chiudiamo la nostra panoramica nel distretto di Ventura Centrale, per bere un buon caffè ed ammirare la collaborazione tra due icone: Lavazza e Gufram. La protagonista del Banco Desea è una macchina da caffé in edizione limitata, la Lavazza A Modo Mio Deséa Golden Touch by Gufram.

A metà tra arte e design, artigianalità e innovazione, questa macchina da caffè incarna perfettamente lo spirito del brand Gufram. Una livrea dorata la caratterizza, mentre viene valorizzata e protetta all’interno dell’hangar Ventura Centrale.

Un’opera d’arte all’interno di un coffee club molto speciale, che attrae e meraviglia il visitatore immergendoli in una scenografia inaspettata.

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Sei eventi da vedere al Fuorisalone di Milano 2019, quartiere per quartiere sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

27 Marzo 2019 / / Design

In occasione della Milan Desing Week 2019, Alessi presenta la nuova Moka, disegnata da David Chipperfield.

Alessi presenta la nuova moka al Fuorisalone

Dalla mia casella di posta elettronica inondata, in questi giorni, dalle comunicazioni delle agenzie sugli eventi della Milan Design Week, ho pescato questa bella pepita. Da sempre sono una fan del brand Alessi, sinonimo di qualità, innovazione, design made in Italy.

L’evento che Alessi sta organizzando per la presentazione di Moka, disegnata da David Chipperfield, si chiama A new moka is blooming, elaborato con la direzione creativa di Federico Pepe, di Le Dictateur Studio.

L’evento si sviluppa in tre momenti:

MOKA ALESSI. DESIGN & RE-DESIGN. From Richard Sapper (1979) to David Chipperfield (2019)

Una mostra sull’evoluzione delle caffettiere Alessi, in cui si possono ammirare le creazioni iconiche di designer del calibro di Aldo Rossi, Michael Graves, Richard Sapper,Piero Lissoni, Alessandro Mendini, Mario Trimarchi, Michele De lucchi, solo per citarne alcuni.

Alessi presenta la nuova moka al Fuorisalone
ALESSI Cupola – Aldo Rossi – disegno

ZOETROPE MOKA ALESSI + FILM

da non perdere l’inedita installazione di Virgilio Villoresi, una “fiaba in movimento” realizzata con un linguaggio ispirato agli esperimenti del pre-cinema, e il film realizzato dal cineasta per il progetto.

A new moka is blooming, zoetrope Moka by Virgilio Villoresi, disegno progettuale

MOKERIA

Uno spazio dall’animo pop pensato per vivere un’originale esperienza del caffè. Degustazione, quindi, del caffè preparato con la moka, in un ambiente dai colori vivaci e rinvigorenti. Per una pausa relax che nelle giornate frenetiche del Fuorisalone sarà senz’altro gradita.

Alessi presenta la nuova moka al Fuorisalone

INFO PER IL PUBBLICO
Mudec – Museo delle Culture
via Tortona 56, Milano
da martedì 9 a domenica 14 aprile 2019

INFO SUL FUORISALONE

Tutti i post sulla Milan design week


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: