8 Settembre 2021 / / Design

Milano ricomincia dal Fuorisalone 2021, che si svolge dal 4 al 10 settembre, in concomitanza con il supersalone della Fiera di Rho.

Fuorisalone 2021
Foscarini

Dopo un anno di stop e dopo l’edizione digitale dello scorso aprile, torna la kermesse dedicata al design, che animerà le vie di Milano dal 4 al 10 settembre. Il concept di base rimane lo stesso: organizzato in distretti, la manifestazione offre eventi dislocati in diverse sedi, dagli show room alle location espositive. Forme dell’Abitare è il tema scelto per questa edizione, particolarmente segnata da mesi di chiusura tra le pareti domestiche. 

Fuorisalone 2021, alcune novità in anteprima

Come tutti gli anni, gli eventi del Fuorisalone sono numerosissimi, quindi risulta difficile elencarli tutti in un semplice articolo. Oltre agli eventi organizzati al supersalone, di cui vi ho già parlato in questo articolo, potete integrare il programma consultando la guida ufficiale Fuorisalone 2021.

Per quanto riguarda le novità presentate dalle aziende, avrò modo di parlarvene ancora nelle prossime settimane. Oggi cominciamo con alcuni prodotti presentati in anteprima: cliccando sulle didascalie è possibile raggiungere il sito di riferimento.

6 Settembre 2021 / / Design

fuorisalone 2021

L’attesa è stata lunga ma anche il Salone del Mobile ed il consueto alleato Fuorisalone per le vie di Milano ripartono dando una sterzata positiva e facendo il tutto completo di hotel e strutture cittadine. Dal 5 al 10 settembre quindi, il design riapre i battenti il tutto il suo splendore.

Ecco alcuni appuntamenti che vi consigliamo.

Fuorisalone installazione Oasi

Un Fuorisalone che punta al green: parliamo dell’architetto Massimiliano Mandarini che presenterà al Superstudio di Via Tortona 27 l’installazione Oasi per l’evoluzione dell’ambiente del futuro. Si tratta di uno spazio modulare, un piccolo chalet bio, per un’immersione completa nella natura ma che unito ad altri elementi può andare a comporre una casa a tutti gli effetti con tutte le stanze necessarie. Qui si studiano natura e tecnologia per uno sguardo al futuro.

Fuorisalone showroom Abimis

Un Fuorisalone che punta sul fulcro della casa: appuntamento da Abimis, in Via Pontaccio 19, con le sue cucine di design in acciaio inox che sono eleganti di alto livello prestazionale. Le cucine sono il focolaio domestico, si misura per il cliente e si adattano anche agli spazi esterni, soprattutto grazie a materiali resistenti alle intemperie ed agli agenti atmosferici.

Fuorisalone Infinity Bed Noctis

Un Fuorisalone che punta all’ottimizzazione degli spazi: in Piazza Gae Aulenti l’azienda Noctis presenta Infinity Bed. Come si definisce l’azienda stessa, per veri sognatori, nella zona notte ha pensato un nuovo sistema pop-up di comodini e cassettoni estraibili, contenitori e completi di optional, tutto da provare e toccare con mano nell’installazione in pieno centro cittadino.

Fuorisalone showroom Porcelanosa

Un Fuorisalone che punta al legame con le radici: Quattro Chiacchiere In Cortile è composto da una serie di appuntamenti durante i quali l’azienda di pavimenti e rivestimenti Porcelanosa si apre al pubblico ed è già sold out. Ma nel nuovo showroom di Piazza Castello 19 sono moltissime le novità per questo brand che vuole fare da ponte tra Spagna e Italia sul tema Mediterranean lifestyle and design.

Fuorisalone showroom SnowdenLight

Un Fuorisalone che punta sull’illuminazione: in via della Spiga 52 SowdenLight presenta SHADES, una collezione di lampade con molteplici possibilità di configurazioni, grazie alla modularità dei suoi componenti in silicone, un favoloso materiale per la diffusione della luce, dai colori brillanti, resistente e lavabile. Il risultato della ricerca che lo studio di George Sowden ha sviluppato nel corso del 2020 comprende lampade a sospensione, lampade da tavolo, lampade da terra, lampade senza fili per uso interno ed esterno.

Articolo di Silvia Fabris

L’articolo Tappa al Fuorisalone, cosa vedere proviene da Dettagli Home Decor.

6 Settembre 2021 / / Design

CUF Milano, La divisione di office design che fa capo a Centrufficio S.p.A. debutta alla prestigiosa manifestazione milanese, Supersalone 2021 a Milano. FUSION GREEN: il celebre e pluripremiato sistema d’arredo per ufficio “Fusion”, disegnato da John Bennett e Sakura Adachi, riletto in un’ottica di economia circolare. Una nuova interpretazione, frutto della collaborazione con l’architetto Matteo Silverio e le startup Krill Design e Vitesy, in risposta alla Call4Solutions lanciata dal programma di Open Innovation HiHack.

salone del mobile milano, supersalone fusion green l'ufficio sostenibile

L’ufficio sostenibile di CUF Milano

Gli esseri umani sono biologicamente predisposti a ricercare il contatto con la natura. Il celebre biologo Edward O. Wilson, la definisce come una «tendenza innata a concentrare il proprio interesse sulla vita e sui processi vitali». Essere circondati da un ambiente ricco di vegetazione procura benessere e positività, oltre ad aiutare la concentrazione e influire sulle capacità d’apprendimento.

Partendo da questo assunto, CUF Milano debutta al supersalone by Salone del Mobile. Presentando uno spazio di lavoro coadiuvato dall’ecologia, in cui la natura non solo aiuta i lavoratori a ridurre lo stress, ma viene sfruttata soprattutto come potente alleato per il controllo della qualità dell’aria. Agli elementi botanici si affianca l’utilizzo di materiali rigenerati, a rimarcare l’importanza che il brand milanese dà alla sostenibilità ambientale e al concetto di economia circolare.

Sono già diversi anni che il brand di design che fa capo a Centrufficio S.p.A. si impegna per un futuro più sostenibile, adottando comportamenti virtuosi e orientando la sua ricerca verso il recupero della materia di consumo, facendo ricerca in house, ma anche stringendo delle partnership con aziende o start-up che ci stanno già lavorando.

È il caso della collaborazione con l’architetto Matteo Silverio e con le due startup Krill Design e Vitesy. UNA partnership che ha portato CUF Milano a combinare nuovi accorgimenti costruttivi legati a modelli di economia circolare e al benessere ambientale con FUSION, il versatile sistema d’arredo per ufficio disegnato nel 2018 da John Bennett e Sakura Adachi, già pluripremiato per la portata innovativa nel permettere una varietà di configurazioni per il lavoro operativo. Ma anche per riunioni e brevi pause in atmosfere più rilassanti e conviviali. Perfetto anche nel residenziale e quindi per un home office.

Supersalone

Fusion Green: le postazioni per ufficio sostenibili dagli scarti del caffè

Fusion, premiatissimo sistema d’arredo per ufficio pensato per interpretare le esigenze di co-working e smart working, viene rivisitato in ottica di sostenibilità e si traforma in Fusion Green. Questa novità prevede l’utilizzo di materiali naturali per limitare le emissioni nocive, e sostituisce i classici pannelli divisori fra le diverse postazioni con grandi pareti verdi, prodotte da Krill Design utilizzando una bioplastica realizzata con gli scarti del caffè. Queste pareti, oltre a immergere il lavoratore in una piccola “giungla indoor”, permettono di purificare l’aria grazie al sistema Natede sviluppato da Vitesy. Il nuovo prodotto di CUF Milano, divisione di “office design” che fa capo a Centrufficio S.p.A., sarà presentato al supersalone by Salone del Mobile a Milano dal 5 al 10 settembre 2021.

Supersalone

Anche i tappi di chiusura dei tubolari derivano dagli scarti del caffè. I piani di lavoro, le mensole e i mobili contenitivi di FUSION GREEN sono realizzati, invece, con pannelli multistrato rivestiti in linoleum, un materiale ormai in disuso ma di derivazione naturale: olio di lino, farina di legno, canapa e pigmenti coloranti calandrati su tessuti di juta naturale.

FUSION GREEN
Supersalone
FUSION

FUSION GREEN viene presentato al supersalone by Salone del Mobile, in una configurazione originale e di grande impatto che prevede un lunghissimo piano d’appoggio sul quale saranno allestite diverse soluzioni botaniche, tutte diverse e originali. A delimitarne lo spazio, il pannello bifacciale free standing fonoassorbente e decorativo FEI, costituito da fibra di poliestere 100%, totalmente riciclabile e realizzata attraverso il riuso di bottiglie di plastica. Come fonoassorbenti sono i pannelli a forma romboidale della linea Shape, che fanno da soggetto all’originale disegno in macro-camouflage scelto come parete di sfondo.

Supersalone

Evento da non perdere durante il Supersalone

Lunedì 6 settembre, dalle ore 18.00, nello showroom di CUF Milano in via Rosales 3/5, nel cuore di Porta Nuova a Milano, si tiene il primo Archi-Torneo di Calciobalilla organizzato in collaborazione con RS Barcelona, azienda spagnola leader nella progettazione e realizzazione di tavoli da gioco. Il torneo sarà classico e a eliminazione diretta, con squadre di 2 giocatori fra architetti, designer e progettisti, che si sfideranno per aggiudicarsi il primo premio: uno dei due calciobalilla RS Barcelona utilizzati per il torneo. A tutti i partecipanti spetterà come consolazione una bellissima asta completa di sagome giocatori da utilizzare come appendiabiti.


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram , facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornato.


L’articolo SUPERSALONE 2021 con l’ufficio sostenibile di CUF Milano proviene da Design ur life blog.

31 Agosto 2021 / / Blogger Ospiti

Una ripartenza nel segno dell’illuminazione a misura d’uomo progettata per durare nel tempo: Delta Light sarà protagonista del Fuorisalone 2021 presentando prodotti che danno forma alla sua innovativa visione di human-centric e future-proof design.

Presenti nel catalogo The Lighting Bible 14, gli innovativi sistemi di illuminazione della multinazionale belga saranno al centro di iniziative ospitate sia nello showroom di via Bugatti
che in diverse location del capoluogo lombardo.

Tra le attività in programma dal 4 al 10 settembre, da segnalare:

  • installazione multisensoriale #wantyouclose Fuori Salone 2021 Edition;
  • presentazione del progetto Soliscape con l’attesa presenza di Ben van Berkel, fondatore e principal di UNStudio;
  • partecipazione in qualità di lighting partner a quattro eventi speciali.

“La nostra presenza al Fuori Salone 2021 è ricca di significati e iniziative che vanno nella direzione di un futuro sostenibile e migliore” ha dichiarato Gianluca D’Avino, country manager di Delta Light Italia. “C’è bisogno di ritrovare ciò che si è smarrito durante la pandemia: riapriremo il Delta Light Studio Milano con un’installazione che è un ponte di ritrovate connessioni emotive e sensoriali, un simbolico link tra l’uomo e la natura. Estenderemo questo ponte a tutta la città di Milano, con appuntamenti ispirati alla storia, alla cultura, alla solidarietà e alla contemporaneità.”

Il Fuori Salone 2021 sarà anche una finestra sul futuro di Delta Light: “Proporremo soluzioni illuminotecniche che mostrano concretamente come migliorare la vivibilità degli spazi residenziali e lavorativi, tutelando l’ambiente e la salute delle persone senza rinunciare a raffinate soluzioni estetiche” ha dichiarato Jan Ameloot, CEO di Delta Light NV “Il nostro percorso aziendale è sempre più orientato verso una nuova sostenibilità.”

Want You Close, un’installazione multisensoriale

La partecipazione di Delta Light al Fuorisalone 2021 prenderà il via sabato 4 settembre alle ore 18.00 con l’inaugurazione di #wantyouclose Fuori Salone 2021 Edition, presso il Delta Light Studio Milano.
Simbolica rappresentazione di una ripartenza post pandemica ispirata all’uomo, alle relazioni interpersonali, ai sensi ed alla natura, l’esposizione ridisegnerà gli spazi dello showroom di via Bugatti con un percorso di profumi, colori ed emozioni: un giardino urbano indoor, illuminato dai nuovi prodotti Delta Light, guiderà il visitatore in una suggestiva esperienza multisensoriale.

“L’installazione #wantyouclose Fuori Salone 2021 Edition ci darà l’opportunità di presentare, finalmente dal vivo, le nostre più recenti creazioni, come il sistema Soliscape, realizzato insieme ad UNStudio, o come Nime di Dean Skira, un apparecchio unico, invisibile eppure tangibile” ha sottolineato Danilo Mandelli, direttore della Project Management Division Delta Light HQ. “Questo lungo periodo di difficoltà ci ha reso più forti e più creativi, consentendoci di lavorare per una migliore versatilità estetica e funzionale dei nostri prodotti.”

L’installazione #wantyouclose Fuori Salone 2021 sarà visitabile fino al 9 settembre dalle ore 10.00 alle ore 21.00 ed ancora il 10 settembre dalle 10.00 alle 14.00 con ingresso gratuito previa preregistrazione a questo link.

Ben Van Berkel presenta il progetto Soliscape

Uno dei momenti più importanti del programma di iniziative di Delta Light sarà la conferenza stampa di presentazione del sistema di illuminazione Soliscape con l’attesa e davvero speciale partecipazione di Ben van Berkel, fondatore di UNStudio; di Jan Ameloot, CEO di Delta Light NV e di Danilo Mandelli, direttore della Project Management Division Delta Light HQ.

L’incontro avrà luogo lunedì 6 settembre alle ore 16.00 presso il Delta Light Studio Milano. Frutto della stretta collaborazione tra Delta Light e il prestigioso studio di architettura e design olandese, il sofisticato sistema combina l’illuminazione con l’acustica e l’IOT, regolando il proprio funzionamento in modo dinamico ed adattativo in relazione al comportamento delle persone ed alle condizioni in cui queste operano.

Le partecipazioni sociali di Delta Light

Delta Light sarà lighting partner di diversi eventi promossi nel segno della solidarietà e della cultura.

Dal 5 al 10 settembre il Nime by Dean Skira sarà protagonista dell’iniziativa benefica “A flame for research”, promossa a favore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri. La più piccola lampada da incasso mai realizzata è stata scelta dagli organizzatori per illuminare i dieci candelabri d’autore messi in vendita presso lo studio Offstage di piazza Bertarelli. Progettata da Dean Skira, Nime è stata scelta per la sua luce drammatica e per la sua capacità di illuminazione estremamente puntuale.

L’iniziativa “Vietato l’ingresso” vedrà invece le luci Delta Light fare il loro ingresso nel Teatro degli Arcimboldi. Qui, dal 6 al 10 settembre, sarà possibile vedere come i sistemi luminosi della multinazionale belga stanno contribuendo alla ristrutturazione di 4 tra i 17 storici camerini.

Nel monumentale Palazzo Bovara, poi, Delta Light sarà unico partner di illuminazione architettonica della mostra “La casa Fluida” organizzata da Elle Decor. Visitabile dal 4 al 12 settembre, l’esposizione esplora le nuove frontiere del design residenziale, suggerendo un’idea di casa sospesa tra lavoro e tempo libero, studio e vissuto domestico.

Le iconiche Superloop, invece, daranno letteralmente luce agli ambienti espositivi di Spazio Gessi, lo showroom di 1500 metri quadri ricavato da un vecchio cinema nel centro del Distretto della Moda.

Da citare, infine, la presenza di Delta Light all’interno della meravigliosa arena del caffè in Starbucks Roastery a piazza Cordusio. In quello che è considerato il “teatro del caffè” sarà possibile scoprire le peculiarità di un sistema di illuminazione tailor-made, dominato da luci, progettate e realizzate ad hoc, la cui forma richiama la paletta usata per raccogliere i chicchi di arabica.

Insomma, Delta Light torna protagonista del Fuorisalone 2021 con una ricca offerta di soluzioni luminose, che ne conferma la leadership tecnica e creativa nei mercati internazionali e sempre più in quello italiano.

Il calendario completo delle iniziative promosse è consultabile sul sito Delta Light.
Tutti gli eventi in programma si svolgeranno nel rispetto delle misure vigenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19.

Per informazioni: Press Office
Antonio De Guglielmo 3332374088
Romolo Napolitano 3896847010

18 Maggio 2021 / / Dettagli Home Decor

Lambrate Design District

Lambrate Design District, annuncia ufficialmente lo slittamento dell’appuntamento annuale col mondo del Design al 2022. Dopo attente valutazioni e data l’attuale instabilità mondiale dovuta all’emergenza sanitaria, la prossima edizione del Fuorisalone di Lambrate riaprirà i battenti nel 2022.

Nonostante gli ultimi aggiornamenti dichiarino che il Salone del Mobile si terrà dal 5 al 10 settembre 2021 in versione light e digitale, gli spostamenti da e verso l’Italia risentirebbero comunque di molte restrizioni e il Governo italiano applicherà, fino alla fine del 2021, rigide limitazioni allo svolgimento di eventi aperti al pubblico. In seguito a questi vincoli, il Lambrate Design District sceglie di spegnere i riflettori sulla prossima edizione. Stop a tutti gli eventi, esposizioni e appuntamenti nel Distretto. In esclusiva per quest’anno verrà dato appoggio ad un nuovo e innovativo progetto organizzato dall’associazione Formidabile Lambrate presso lo Scalo di Lambrate.

Durante il 2020 e 2021 Lambrate Design District ha coordinato la progettazione partecipata del progetto “Lambrate Park District” per Co-Inventing, per la riqualificazione dello Scalo Ferroviario di Lambrate. I promotori “C40“, “FS Sistemi Urbani” e Comune di Milano hanno selezionato questo progetto tra i quattro finalisti. Il bando prevede il recupero di un lotto di oltre 60.000 mq tra i quartieri Ortica, Lambrate e Città Studi.

L’interruzione consentirà di prendere la rincorsa per un’edizione 2022 al pieno del suo potenziale, garantendo non solo alle realtà già coinvolte ma anche a tutte quelle che si uniranno in seguito, la visibilità che meritano.

La programmazione prevista per il Fuorisalone 2022 supererà ogni aspettativa confermandosi come presenza forte e iconico punto di riferimento della Design Week che si prevede ricca di eventi ed appuntamenti sovrastando i numeri dell’ultima edizione, quella del 2019 che registrò 100.000 visitatori e circa 400 espositori protagonisti di 25 eventi diversi. Da ricordare, in particolare, Din – Design In, esposizione collettiva organizzata da Promotedesign.it che nel 2019 diede voce ai progetti di più di 100 designer, aziende e scuole di design, tra cui il Masterstudio Design del FHNW Academy of Art and Design di Basilea, l’Università degli studi G. d’Annunzio di Chieti-Pescara e il NID – Nuovo Istituto di Design di Perugia.

Il Fuorisalone 2022 di Lambrate Design District è alla terza gestione di Prodes Italia, società da anni attiva nei settori dell’alta gioielleria, del design e dell’arte, che ha contribuito, di edizione in edizione, alla crescita nel numero dei partecipanti e degli eventi all’interno del distretto rafforzandone la natura di destination cosmopolita, giovane e attenta ai trend.

L’articolo Lambrate Design District rimanda al 2022 l’appuntamento con il Fuorisalone proviene da Dettagli Home Decor.

28 Settembre 2020 / / Design

Milano Design City 2020

Dal 28 settembre al 10 ottobre torna Il Fuorisalone con la Design City Edition. Un nuovo percorso di eventi e talk dedicati al mondo del design e della cultura del progetto, il tutto nella cornice del format proposto dal Comune di Milano dal nome Milano Design City.

Fuorisalone Design City Edition è il punto di arrivo di un percorso di comunicazione, unico nel suo genere, che ha avuto inizio il 15 giugno con il lancio di Fuorisalone Digital e il rilascio di Fuorisalone.it, Fuorisalone TV e dei nuovi canali Fuorisalone Cina e Fuorisalone Japan.

Cosa c’è da fare e da vedere?

Nel corso di queste due settimane Milano sarà ricca di eventitalkworkshoptavole rotondeesposizioni per la diffusione della cultura del progetto. Gli eventi sono ospitati negli showroom, nei musei e nelle gallerie d’arte, e in alcuni spazi appositamente allestiti.

Scopri il programma con tutti gli eventi

Come il Fuorisalone, Milano Design City è un evento collettivo, con diversi protagonisti che hanno organizzato eventi o piccoli circuiti indipendenti. Su Fuorisalone.it è disponibile il programma completo degli eventi, con date, orari, mappa e modalità di accesso ad ogni evento.

Come partecipare agli eventi

L’organizzatore di ogni singolo evento ha stabilito le modalità di accesso, per garantire la sicurezza dei partecipanti. Alcuni eventi sono accessibili solo su invito, altri invece saranno gratuiti, aperti al pubblico con accesso regolamentato o previa registrazione.

Come accedere agli eventi se non sei a Milano

Per chi non si trova a Milano o non è riuscito ad iscriversi, potrà seguire l’evento direttamente sul sito di Fuorisalone.it. Oltre agli orari e alla mappa, la pagina di ogni evento mostrerà approfondimenti, foto, allegati da scaricare, video, contatti delle aziende e dei designer. In alcuni casi sarà possibile visitare virtualmente lo showroom attraverso una navigazione interattiva in 3d. Alcuni talk e tavole rotonde saranno disponibili anche in live streaming su Fuorisalone TV.
Inoltre, su Fuorisalone TV ogni giorno saranno rilasciati alcuni contenuti disponibili solo online, e sarà possibile partecipare a webinar su Fuorisalone Meets.






 

L’articolo Fuorisalone 2020: al via oggi la design week autunnale proviene da Dettagli Home Decor.

7 Luglio 2019 / / News

Continuiamo con la Milano Design Week e ci spostiamo alla scoperta degli eventi più interessanti della settimana, questa volta in zona Brera.

English version >> http://bit.ly/2nuhbcX

………..

Siamo nel pieno della settimana del design Milanese e tutto è in fibrillazione.

Girando per Milano davvero ci si rende conto del caos che c’è.

Migliaia di persone, centinaia di eventi: un continuo correre per spostarsi da un angolo all’altro della città. Non si può perdere davvero nessuno degli eventi messi in programma.

Mentre si è nel pieno della settimana, si arriva alla fine delle giornate distrutte.

Si tratta di una settimana quasi magica, direi: tutti lavorano per rendere ogni cosa perfetta, per imprimere nella mente delle persone il ricordo di Milano come grande capitale del design.

Ci sono eventi per tutti i gusti e gli stili. Dopo aver visto la ricerca di soluzioni sostenibili e i progetti dei nuovi designer, oggi è la volta dell’eleganza del design milanese.

Pronti per vedere cosa ci offre zona Brera?

MILANO DESIGN WEEK: SI CONTINUA CON LO STUDIO PEPE E WHITE IN THE CITY, ZONA BRERA

Ovviamente non poteva mancare una capatina nel quartiere più patinato e fashion di Milano: Brera. Siamo in centro sparato, dove ci sono i negozi più cool e le case storiche più invidiate.

Tra un’occhiata alle vetrine da sogno e uno sguardo alla Milano di una volta, potreste incappare in uno degli allestimenti fatti ad hoc per White in the city (qui il post dove ne parlavo).

Cinque prestigiosi punti saranno teatro di installazioni architettoniche che indagano tutti i possibili significati del colore bianco.

Accademia e Pinacoteca di Brera, Palazzo Cusani, ex chiesa di San Carpoforo e Class Editori Space; questi i luoghi da visitare per scoprire come gli architetti hanno declinato questo colore nelle loro opere.

zona Brera

Corridoio gessi Accademia di Brera – Image credits: Cosmo Laera | corte interna_ Palazzo Cusani | Pinacoteca_ LOGGIATO SUPERIORE | San Carpoforo

Direttore artistico dell’evento è Giulio Cappellini, affiancato da nomi internazionali dell’architettura e del design: Stefano Boeri, David Chipperfield, Patricia Urquiola, Zaha Hadid Architects, solo per citarne alcuni.

Rimaniamo sempre in questo quartiere, ma spostiamoci verso un allestimento davvero originale: The Visit, dello Studiopepe.

Un appartamento di inizio ‘800 a Milano, caratterizzato da un’infilata di stanze, stucchi e parquet a spina di pesce. Il sapore romantico della storia, che si incontra con la contemporaneità del design.

Una casa ristrutturata dallo Studiopepe, che riporta nel progetto tutto il complesso delle loro ispirazioni. Attraverso una visione eclettica e trasversale, prende vita un progetto che esalta l’iconicità dei grandi maestri, trasbordando la progettualità in un contesto attuale.

Un progetto fatto apposta per il Fuorisalone, con cui le progettiste Arianna e Chiara hanno voluto raccontare una favola; la favola non solo di un luogo, ma di un gesto, un rituale: il rituale della visita.

Visita come atto che implica un luogo fisico, ma anche l’esistenza delle persone ospitanti e ospitate. Un allestimento intimo, che rende questo appartamento la casa delle persone che abitano la città.


Crediamo che la #casa sia la trasposizione fisica del nostro mondo interiore. #Studiopepe
Condividi il Tweet


zona Brera

Credits – Illustrations: Alberto Fiocco

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Milano Design Week: zona Brera, tra Bianco e Studiopepe sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

13 Maggio 2019 / / Design

Alla MDW 2019, una grande mostra ha raccontato al pubblico internazionale il talento creativo di Barcellona e la sua capacità di produrre un design di eccellenza, in cui si armonizzano funzionalità, emozione e i valori della capitale mediterranea. 

Una parete sinuosa di moduli in cotto, ritmata da anse arredate con sedute outdoor e vasi riempiti con erbe aromatiche: ecco il “biglietto da visita” di “Inspired in Barcelona: Mediterranean Design”, il progetto – promosso da Catalonia Trade & Investment, Ajuntament de Barcelona e organizzato da BCD Barcelona Centre de Disseny con la partecipazione di Habitat Cluster Barcelona – che ha portato alla Milano Design Week il meglio del design catalano.

Dal monumentale portone del palazzo ottocentesco di via Dante 14, infatti, si poteva scorgere l’iconica installazione curata da Emiliana Design Studio e realizzata da Ceramica Ferrés, ideata per anticipare i temi “Warm, Diverse, Open ed Emotional” attraverso i quali la mostra – articolata in due differenti sezioni -, ha trasmesso a oltre 10.000 visitatori lo spirito più autentico di Barcellona, con il suo inimitabile lifestyle e la straordinaria vivacità creativa.

Sì, perché la capitale mediterranea è un territorio sempre più affermato come distretto di riferimento mondiale nel settore design e se la scultorea scenografia di ingresso ha “acceso” la sua energia progettuale, i circa 100 prodotti di 50 aziende, presentati nei due ambiti espostivi, l’hanno fatta letteralmente esplodere: dalle mattonelle per la pavimentazione urbana agli sgabelli tipici da bistrò per gli spazi esterni, sedute per le aree lounge di uffici e alberghi, lanterne ricaricabili da usare nel proprio giardino, complementi per la sfera domestica, sino a materiali, tessuti e finiture per interni, è stato ricreato un vero e proprio spaccato concettuale della città e dei suoi valori.

Da un lato, l’allestimento curato da Emiliana Design Studio per BCD – Barcelona Centre de Disseny ha delineato in modo astratto, attraverso un percorso tra prodotti di differenti tipologie, gli spazi urbani, pubblici e residenziali. Brand celebri in tutto il mondo – come Nanimarquina, Kettal, Santa & Cole, Vibia, Mobles 114, BD Barcelona -, affiancati a marchi meno conosciuti e a un collettivo di giovani designer, hanno infatti tracciato la mappa di una Barcellona ricca di contrasti, sempre in equilibrio  tra tradizione e innovazione, concretezza e originalità, capace di rivisitare il linguaggio mediterraneo, senza perderne le regole decorative, le forme essenziali, i colori.

Dall’altro, il layout espositivo di CODIC – Col.legi de Dissenyadores d’Interiore i Decoradors de Catalunya per Habitat Cluster Barcelona si è offerto invece come un laboratorio sperimentale complementare, dove i visitatori hanno potuto respirare le finiture, i materiali più innovativi, i tessuti per l’arredamento e gli accessori indispensabili per completare un progetto, sempre improntati alla matrice comune di “mediterraneità”.

Tre differenti step espositivi, insieme a un centinaio di prodotti e il coinvolgimento di 50 brand, sono stati quindi chiamati a sintetizzare in un’unica grande mostra la complessità culturale della capitale catalana e la sua straordinaria vocazione al design, che ha catalizzato alla Milano Design Week l’attenzione di un’ampia platea internazionale.

www.inspiredinbarcelona.com

L’articolo Inspired in Barcelona: oltre 10.000 visitatori per il meglio del design catalano al Fuorisalone proviene da Dettagli Home Decor.

10 Aprile 2019 / / Dettagli Home Decor

Guardare attraverso, guardare oltre… Society Limonta invita a scoprire il suo modo di concepire la casa. Oltre lo stile, alla ricerca della più intima esperienza, ampliando il proprio orizzonte.

Il concept dell’installazione per il Fuorisalone 2019 è svelato da una linea d’orizzonte, che diventa uno spazio fisico di apertura alla visione, un punto di vista.

La vetrina dello store di Via Palermo 1 si struttura architettonicamente in un luogo articolato, come quello di una casa, che porta alla scoperta progressiva di quattro stanze, quattro ambienti, letto, tavola, bagno ed un walk-in closet, vestiti da stratificazioni tessili.

Ogni stanza è declinata in un colore della nuova collezione Summer Horizon 2019 interpreta uno stile e diventa possibile punto di partenza per la propria esplorazione stilistica. Se l’orizzonte rievoca solitamente un ampio spazio esterno, tutto ciò che è fuori, Society apre alla possibilità di trovarlo e crearlo anche all’interno, nel proprio mondo e negli spazi della propria casa.

L’articolo Society Limonta al Fuorisalone 2019 proviene da Dettagli Home Decor.

8 Aprile 2019 / / La Gatta Sul Tetto

Tra le tante location da visitare durante la MDW 2019, si distinguono alcuni appartamenti milanesi che ospitano, nell’intimità dei loro spazi, gli allestimenti curati da designer.

MDW 2019 appartamenti arredati dai designer

La MDW è famosa per le esposizioni e le installazioni ospitate in palazzi storici o in spazi industriali dismessi. Da qualche anno riscuotono un certo successo anche location insolite, come gli appartamenti. In un certo senso, proprio in un appartamento si possono meglio apprezzare le proposte di design, valutandole in un contesto vicino alla realtà.

Ecco gli appartamenti – location che saranno visitabili durante la MDW 2019.

Brera Design Apartment

La talentuosa designer Cristina Celestino presenterà il progetto “Planetario”, in un magnifico appartamento nel cuore di Brera. Una scenografia retro-futuristica, con la nuova collezione di tappeti che ha creato per Besana Carpet Lab. Ispirato ai temi dello spazio e del mondo sottomarino, questo nuovo progetto trasporterà il pubblico in un viaggio senza tempo.

Brera Design Apartment (via Palermo 1, 3°piano, 8-14 Aprile, ore 10.00 -19.00) 

MDW 2019  gli appartamenti arredati dai designer

A casa con The Socialite Family

Tra i design addict, assidui frequentatori di Pinterest e Instagram, The Socialite Family è ormai un punto di riferimento. Il sito francese, oggi anche studio di design, pubblica ogni settimana un reportage sugli interni e sulla vita di una famiglia della millenial generation. La fondatrice Constance Gennari ha allestito un elegante appartamento tipicamente parigino: pronti a sognare?

In Via Palermo 1

MDW 2019 appartamenti arredati dai designer

Marimekko Shoppable Home

Poco distante, in via Palermo 5, si trova l’appartamento di Marimekko, il brand finlandese delle stampe grafiche. Anche qui c’è da rifarsi gli occhi, quindi segnatevi l’indirizzo.

Ca’ ventiquattro

Ci spostiamo al quartiere isola per entrare in un appartamento affacciato su Piazza Gae Aulenti e sulla torre del Bosco Verticale. L’appartamento, ubicato in palazzo storico, è stato ristrutturato e reso fruibile secondo le esigenze contemporanee, pur mantenendo i riferimenti con la sua storia. Progetto firmato da MAKEYOURHOME STUDIO, in collaborazione con Hiro Design ( in questo articolo potete leggere la mia intervista al fondatore).

In via De Castillia 24.

Per maggiori informazioni:

Brera Design District sito ufficiale

Isola Design District sito ufficiale


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: