30 Giugno 2020 / / Design Ur Life

Una tecnica di marketing che ha lo scopo di migliorare la presentazione di un immobile, si chiama Home staging.

Hai presente quando hai un appuntamento romantico o di lavoro? Bene! Sicuramente anche tu, in base al tipo di appuntamento, pensi a come pettinarti, cosa metterti e come truccarti in modo da presentarti all’incontro al meglio. Allo stesso modo, se decidi di vendere l’auto, la prima cosa che fai è lavarne gli interni e gli esterni e poi fare delle belle foto per metterle online, in modo da catturare l’attenzione dei futuri acquirenti. Ebbene, l’home staging funziona proprio allo stesso modo per le case.

Si pensa a quale possano essere le persone interessate a quel tipo di appartamento e le si prepara in modo da poterle fotografare quando sono al top della loro forma. Il che non significa assolutamente che se ne nascondono i difetti, solo si allestiscono in modo tale che possano emergere tutti i lati positivi, creando un’atmosfera tale che già dalle foto una persona possa pensare “Wow! Che bella casa!”

Fai clic qui per vedere lo slideshow.

Oggi come oggi si cerca sempre più spesso casa navigando prima nei vari siti online e basta un click per passare alla casa successiva. Le foto sono tutte uguali: brutte, scure, storte, magari con una panoramica distorta (fish eye) che fa sembrare le pareti rotonde. Spesso ci sono stendini a vista con le mutande stese ad asciugare, bollette da pagare sulla tavola, disordine e roba ammassata ovunque. Insomma, sei lì che cerchi casa e ti trovi a navigare vedendo foto che trasmettono tutto fuor che sensazioni positive e rasserenanti.

Ecco perché l’home staging fa la differenza:

Una casa bella, pulita, allestita con attenzione e fotografata in maniera più professionale emerge in mezzo a tutte le altre case in vendita e fa venir voglia di andare a vederla dal vivo. Durante la visita, tutto quello che si è visto nelle foto online c’è e aiuta a capire quali sono i reali spazi della casa e a immaginare la propria vita lì.

Fai clic qui per vedere lo slideshow.

Si tratta di una strategia di marketing immobiliare

Ancora non molto in uso in Italia, ma che all’estero è una realtà già diversi anni e lì non esistono quasi più agenzie immobiliari che mettono online appartamenti e case senza che prima siano state allestite da delle home stager. Perché? Perché una casa allestita viene venduta più velocemente, al giusto prezzo e il costo dell’allestimento è di gran lunga inferiore al primo ribasso che l’agente immobiliare italiano ti proporrà di fare, se rimane sul mercato senza visite per qualche mese.

Home staging
Home staging

L’home staging è perfetto sia per case già abitate che per case nuove finite ma vuote, che al grezzo (senza finiture e con pavimenti ancora senza piastrelle, per capirci). La sua versatilità lo rende uno strumento davvero prezioso, perché nulla è lasciato al caso e alla base c’è una strategia ben studiata e ragionata.

Prova a fare un giro sui siti immobiliari e fai caso a quante case hanno belle foto e quante invece no: quali ti saltano all’occhio e ti fanno dire “io qui ci andrei!”?

Come arredare una casa al mare e affittarla in poco tempo

Guest post by Elsa lacasaimperfetta.com

L’articolo Home staging, vendere casa con allestimenti temporanei; Guest Post proviene da Design ur life blog.

7 Novembre 2019 / / Idee

Soluzioni vincenti

Home staging Prima e dopo camera da letto

Home staging Prima e dopo zona giorno

Allestire una casa vacanza di successo

Vuoi allestire una casa di vacanza di successo anche con un budget contenuto?

Vuoi ottenere buoni risultati canalizzando al meglio le energie e le risorse per allestire
una struttura ricettiva?

Investire in una casa da affittare come casa vacanza va fatto nella giusta maniera perchè l’impresa si riveli vincenti

Potrebbero bastare poche mosse mirate.

Voglio parlarvi di una casa vacanza che mi è capitato di allestire in tutta fretta per una
cliente, trattandosi di un appartamento preso in affitto a tale scopo, non
avevamo un attimo da perdere e anche il budget era davvero contenuto, insomma,
diciamo che mi sono dovuto rimboccare le maniche ma il risultato è stato
davvero soddisfacente.

Fondamentale era il servizio fotografico finale, che mettesse in evidenza al massimo i pregi
dell’appartamento, ma che ovviamente non risultasse ingannevole e che lo
illustrasse in tutti i suoi dettagli estetici e funzionali.

L’home staging è una vera e propria tecnica di Marketing che si incontra con linterior
design e anche quando può sembrare superfluo può rivelarsi un vero asso nella
manica.

In meno di una settimana siamo riuscite ad allestire la casa e fare il servizio fotografico
e la proprietaria, già dai primi giorni del mese, ha potuto accogliere i suoi
ospiti.

Il bagno

L’appartamento era stato rimbiancato da poco e il bagno era stato ristrutturato completamente,
in un elegante stile inglese con vasca free standing su piedini, vero fiore all’occhiello dell’appartamento, ma per il resto la casa andava arredata e personalizzata completamente.

Home staging Prima e Dopo, la fotografia professionale permette di valorizzare e dare il giusto merito anche ad ambienti dalle buone potenzialità di partenza come era il bagno di questo appartamento

Posizionare elementi e suppellettili aiuta a far comprendere gli spazi, le superfici e le basi d’appoggio di un ambiente, anche questo è uno dei segreti dell’home staging

La casa si trova in una zona semicentrale e molto elegante e ricercata di Roma, vicino a
Piazza Vescovio e villa Ada.

L’impronta che volevamo dare all’appartamento, date anche le sue caratteristiche architettoniche e la posizione geografica, era giovane ma ricercata, creativa e un pizzico bohemienne per artisti, coppie e giovani famiglie.

La camera da letto

In camera da letto c’era solo una grande libreria a muro in legno, che abbiamo subito
provveduto a trasformare in armadio, poiché un arredo così ingombrante avrebbe
avuto costi di acquisto e trasporto che abbiamo preferito evitare, optando per
una soluzione creativa e molto funzionale.

Quindi abbiamo levato le mensole alla libreria, inserito la barra porta-abiti e una
tenda al posto degli sportelli.

Del resto, per una struttura ricettiva come una casa vacanza, possiamo anche scegliere
degli arredi non tradizionali, poiché le esigenze degli ospiti non sono certo
quelle di chi abita in un appartamento tutto l’anno.

Per chiudere il guardaroba e lo sgabuzzino, che si vede in lontananza oltre la porta della camera da letto, sono state scelte delle tende, funzionali, d’arredo e scenografiche, oltre che economiche e veloci da montare

La soluzione creativa scelta per il guardaroba si è rivelata davvero vincente

La camera è stata completata con una semplice rete per il letto colorata però da un bel
runner vivace di Marimekko, che desse un bel colpo d’occhio e carattere
all’arredamento minimal, due tavolinetti vintage in vetro e metallo per i
comodini, un tavolino basso e una bellissima scala per la raccolta delle olive,
utilizzata come decorazione e appendi-abiti, hanno completato la zona notte.

Home staging rima e dopo camera da letto

Comodini semplici ma eleganti, in cristallo e metallo, dei tessili colorati e di design e l’home staging della zona letto è perfetto

La camera da letto ha pochi arredi ma ben studiati per renderla affascinante ,accogliente, abbastanza minimale ma curata nei dettagli e che dia un senso di ordine e pulizia

Oggetti ricercati e non banali facili da spostare per pulire

Il bagno, come detto, era praticamente perfetto ma abbiamo terminato l’allestimento con
piante, saponi e lanterne, che lo facessero sembrare davvero un’oasi di piacere
ed infatti gli ospiti lo hanno tutti saputo apprezzare profondamente.

La zona giorno

Per la zona giorno, che è composta da una piccola cucina a vista sulla camera da pranzo con
divano letto e piccolo sgabuzzino, si è pensato a pochi arredi scelti con cura.

La cucina è stata risolta con elementi freestanding, un lavandino in acciaio con ripiani,
piccola lavatrice e forno con piastre a induzione. La cucina, ridotta veramente
al minimo è stata comunque completata con cura di tutti gli accessori, gli
utensili e le dotazioni base, comprensive di sale zucchero caffè, carta scottex
e saponi, necessarie per passare almeno una notte in autonomia senza doversi
procurarsi nulla.

Home staging Prima e dopo cucina

Anche la zona giorno è colorata, ordinata, molto accogliente e ben organizzata

Direte voi “ma un’interior designer deve pensare anche a questo?”.

Beh io si. perché oltre ad occuparmi abitualmente di strutture ricettive come case vacanza e b&b, assieme ai miei colleghi di Bed&buzz specializzati in questo campo e quindi a conoscerne e saperne consigliare al meglio ogni dettaglio con una consulenza a 360°, penso a prescindere che a volte siano anche questi banali dettagli ad essere fondamentali.

Senza tralasciare ovviamente i colori giusti le decorazioni e i particolari, quello
che si sol dire “unire l’utile al dilettevole” insomma, senza perdersi dietro a
troppa filosofia, senso pratico e senso estetico devono sempre incontrarsi, per
realizzare ambienti abitativi che risultino soddisfacenti.

Dicevamo quindi, alla cucina allestita in maniera semplicissima il colore è stato dato
con tazze e tovagliette, ma il pezzo forte è stato senza dubbio il grande frigo
Smeg a righe colorate.

La zona giorno è dotata di tutti i confort e della giusta dose di colore

Il bellissimo frigo Smeg a righe colorate pezzo forte dell’arredamento

Ogni dettaglio viene curato per far sentire gli ospiti come a casa loro

La cucina, seppur minima, è attrezzata di tutto il necessario, nei minimi dettagli

Scelte di design

Scelta di design per donare carattere e il giusto colpo d’occhio a tutta la zona giorno,
avendo potuto risparmiare sulla cucina si è pensato di puntare tutto sul frigo
e la decisione si è rivelata vincente…come dimenticare la casa con lo Smeg a
righe multicolore?

Un altro elemento presente nella casa che abbiamo sfruttato in modo creativo e
funzionale è stato il rivestimento di sughero presente sulla trave e sulla
colonna della zona giorno, che abbiamo scelto di sfruttare come bacheca per le
comunicazioni con gli ospiti.

Uno spazio dove attare piccole cartoline e immagini decorative insieme a messaggi utili (password
wi-fii, comunicazioni di servizio, istruzioni della lavatrice!).

La colonna inoltre divide visivamente l’area soggiorno dalla zona cucina, lasciando anche maggior privacy a chi dovesse dormire sul divano letto.

La soluzione per il pranzo è stata quella di un tavolo consolle, che chiuso occupa
pochissimo spazio e va bene per due persone, ma aprendosi può arrivare ad
accogliere fino a 6 persone, trattandosi di una casa che può ospitare fino a 4
persone (e con l’aggiunta di una brandina di fortuna anche 5).

Tavolo di design con base in cartone e piano in legno scuro e sedie stile anni ’50 tutto di seconda mano ma di design.

Per il divano letto abbiamo invece scelto il comodissimo modello Asarum di Ikea, facile da fare e disfare, di un bel color grigio antracite che non interferisca con il resto dei colori e fantasie.

Anche la scelta di sedie e tavolo dimostra l’attenzione e la ricercatezza nei dettagli, la zona giorno risulta infatti arredata con carattere e in modo funzionale e originale in ogni dettaglio

La casetta è dotata anche di un piccolo ma preziosissimo sgabuzzino, che abbiamo provveduto
a chiudere con una tenda rossa, colore che si ripete nella zona giorno donando
forza carattere ed energia a questa casa vacanza.

La colonna rivestita in sughero diventa una bacheca su cui attaccare postcard e comunicazioni di servizio

La colonna divide la zona cucina dall’area soggiorno/pranzo

Controcampo della zona giorno

Area pranzo di design, funzionale e colorata

Il modello di divano scelto è molto comodo e funzionale sia nella versione giorno che nella versione notte

L’home staging che ho eseguito, seguito da un buon servizio fotografico, ha dimostrato
come in poche mosse si può allestire una casa per mostrarne le potenzialità e
renderla appetibile sul mercato ottenendo grandi risultati con un piccolo
budget ben gestito e ottimizzato.

L’articolo Home staging per una casa vacanza in affitto. proviene da Architettura e design a Roma.

26 Maggio 2019 / / Coffee Break

L’Home Staging, che significa letteralmente “mettere in scena la casa”, nasce negli anni ’70 negli Stati Uniti per aiutare a vendere un immobile; si stima che, in caso di vendita di un’abitazione, un intervento di Home Staging pre-vendita consente di vendere la casa fino a otto volte più velocemente e di poter alzarne sensibilmente il prezzo.

A small apartment renovated with Home Staging

Home Staging, which literally means “staging a home”, was born in the 1970s in the United States to help sell a property; it is estimated that, in the case of the sale of a home, a pre-sale Home Staging intervention allows the house to be sold up to eight times faster and to be able to raise its price significantly.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

25 Marzo 2019 / / Decor

home staging living

Dopo aver realizzato una lieve ma significativa ristrutturazione per una casa vacanza, che ci ha permesso di aumentare i vani dell’appartamento, grazie ad una saggia riprogettazione dell’ingresso, mi sono recata a fare il sopralluogo per l’home staging, propedeutico al servizio fotografico che si terrà tra qualche giorno.

Abbiamo ristrutturato l’appartamento recentemente e dunque risulta già di per sé bello e rinnovato, ma di certo sono i dettagli a fare la differenza e a rendere gli spazi ancora più accoglienti e confortevoli.

La scelta delle stampe, dei quadri e dei poster per le pareti, è uno degli aspetti fondamentali e, nel caso dell’home staging per un’abitazione in vendita o una casa vacanza in affitto, io adoro utilizzare stampe con frasi che si riferiscono alla casa come quelle che possiamo trovare sul sito di Posterlounge.

Mi sono trovata benissimo a lavorare con questa azienda che ha una vastissima possibilità di scelta di immagini molto belle, queste possono essere stampate su svariati tipi di supporto come tela, alluminio, poster, vetro acrilico, adesivo, legno, forex e plexi-alluminio,con o senza cornice che può essere scelta in tre colori.

Il servizio è preciso e dettagliato e il customer service molto gentile e disponibile.

  • A Home is. Di M. Belle è la frase che abbiamo scelto per il nostro home staging

Alcune delle stampe a tema casa disponibili sul sito Posterlounge; ( credits Finlay and Noa, GreenNest, Elisabeth Fredriksson, Lily & Val, GreenNest, Andrea Haase)

L’home staging è una vera e propria tecnica di marketing, uno strumento che aiuta i proprietari di casa a valorizzare un immobile con l’obbiettivo di favorirne la vendita o la locazione per breve o lungo termine. Il termine è composto dalle parole inglesi “home” (casa) e “stage” (palcoscenico) e si riferisce all’arte di allestire la casa per mostrarla al meglio.

Nella zona giorno

Secondo le regole dell’home staging, nella zona giorno, è consigliabile valorizzare divano o poltrone aggiungendo cuscini colorati o dalle stampe geometriche. Per un aspetto curato e minimal si possono inserire sulle mensole pochi oggetti selezionati come libri, vasi in ceramica contenenti fiori freschi o piccole stampe. Se poi vogliamo unire le due cose perchè non scegliere una stampa a tema floreale? Mi raccomando che sia minimal e di tendenza come quelle raffiguranti la Craspedia, l’Eucalipto o piante grasse che trovate anche sul sito di Posterlounge, tendenze green dell’interior design degli ultimi tempi. In un salotto l’elemento decorativo essenziale è la presenza di quadri che completano la ricercatezza e l’eleganza dell’ambiente.

  • La scelta dei colori, i giusti arredi e sopratutto i giusti complementi rendono un ambiente perfetto!
  • Tele di Posterlounge : Equilibrio di danza by 
    © Editors Choice. A Home is by  M. Belle  e Craspedia by Ohkimiko

Stampe Posterlounge raffiguranti eucalipto e piante grasse. Credits by
© Science Photo Library; Goed Blauw; Mandy Reinmuth G.

In camera da letto

La camera da letto deve ispirare tranquillità e relax, una stanza curata nei dettagli che eviti gli eccessi e che focalizzi l’attenzione solo su alcuni complementi di arredo.
I cuscini ed il copriletto sono da preferire nelle tonalità pastello non eccedendo in stampe e colori eccessivamente vivaci. Per rinnovare ambienti classici, si possono inserire stampe moderne e poltroncine di design, come quelle che abbiamo scelto noi con la committente, il modello Master di Kartellsapientemente collocate per creare dei piacevoli angoli lettura.

  • Per la camera da letto copriletto dai colori pastello e stampe rilassanti
home staging bedroom
Anche su una carta da parati molto decorativa, come quella di Caselio che abbiamo deciso di posare in senso orizzontale invece che verticale, può essere interessante porre un quadro, che crei il giusto equilibrio e valorizzi ancora di più l’insieme. In questo caso abbiamo scelto su Posterlounge Flower di Jens Berger, stampata su legno per un effetto ancora più naturale e pastello
home staging bedroom
Angolo relax!

In bagno

Il bagno, secondo i canoni dell’home
staging, deve essere arredato con alcuni elementi essenziali, lasciando poco
spazio agli oggetti personali, sistemati all’interno dei mobili.  Anche in quest’ambiente possono trovare spazio
decorazioni come stampe e vasi, come in qualsiasi altra stanza della casa.

home staging bagno
home staging bagno
Anche il bagno si può arredare!

L’articolo L’home staging con il supporto delle stampe decorative proviene da Architettura e design a Roma.

20 Febbraio 2019 / / Dettagli Home Decor

La strategia di marketing e valorizzazione immobiliare nata in America ed arrivata da qualche anno anche in Italia segna l’ennesimo risultato positivo. Grazie all’home staging la casa si vende prima e meglio. Lo hanno scoperto anche i costruttori, che sempre più numerosi chiedono di allestire “appartamenti campione” per facilitare la vendita. Ecco la storia della “Casa cantiere”.

LA CASA CANTIERE: una casa ‘campione’

Siamo a Camaiore, in provincia di Lucca. A 10 minuti dalla Versilia, in un angolo di paradiso toscano. Il progetto è firmato da Ilaria Mari, architetto e home stager professionista dell’Associazione Nazionale Home Staging Lovers, in collaborazione con Marianna Arfanotti.

Base di partenza, una villetta allo stato grezzo, ferma sul mercato da oltre 2 anni. L’obiettivo dell’intervento era quello di arredare temporaneamente l’ambiente, che si presentava completamente vuoto e non finito, così da rendere leggibili e accoglienti gli spazi per i potenziali acquirenti. Il risultato?

UN SUCCESSO GRAZIE ALL’HOME STAGING

L’intervento di home staging curato da Ilaria Mari, conclusosi con un servizio fotografico emozionale, ha permesso al committente di attuare una campagna pubblicitaria sul web e non solo; è stato anche realizzato un open house che ha visto un’ottima presenza di potenziali acquirenti, e infatti… proposta accettata dopo 4 giorni dell’evento! E con uno sconto irrisorio rispetto al prezzo richiesto. Perché una buona immagine, studiata a partire dal target di riferimento, fa la differenza e permette di migliorare la presentazione di un immobile, valorizzandone i punti di forza e riuscendo a venderlo in tempo breve e ad un prezzo adeguato.

“L’home staging è un’operazione di marketing per cui è necessario definire bene il target da colpire. La casa va caratterizzata in base al potenziale acquirente e questo si può realizzare solo se si sviluppano competenze specifiche”, afferma Fosca de Luca, Presidente dell’Associazione Nazionale Home Staging Lovers. “Per questo come Associazione puntiamo moltissimo su una formazione puntuale e costante, per preparare al meglio i nostri home stager ed ottenere risultati ancora migliori in futuro”, conclude.

Home Staging Lovers HSL è associazione di categoria degli home stager italiani, i professioonisti della valorizzazione immobiliare che preparano gli immobili per una loro collocazione sul mercato veloce e redditizia.

www.homestaginglovers.it 

L’articolo Home Staging: il successo della “Casa cantiere” proviene da Dettagli Home Decor.