ArredaClick






 
 
 

Le venature del legno rendono unici i tavoli Miniforms

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick

Se è vero che i dettagli fanno la differenza allora le diverse venature del legno rendono unici i piani dei tavoli di Miniforms.
Più volte abbiamo sottolineato come sia proprio il legno il protagonista della collezione di quest’azienda e ve ne abbiamo già parlato in questo articolo. Quando ultimamente Miniforms ci ha inviato nuove foto dei loro prodotti abbiamo notato con piacere la presenza di immagini e dettagli che possono aiutarci ad esprimere al meglio questo concetto.

Il moderno tavolo Gustave è disponibile in diversi modelli, dimensioni e finiture. È l’originale e minimalista struttura a gambe incrociate a catturare subito l’attenzione ma è il legno a caratterizzare l’arredo.
L’importante spessore e il bordo irregolare del piano sono elementi distintivi di questo modello di tavolo ed è la scelta del legno a determinarne l’aspetto finale. Un materiale così antico riesce sempre a sorprendere e a farsi apprezzare in tutte le sue varianti.

Il legno nella finitura rovere termotrattato ha un aspetto caldo e deciso, addolcito da venature in una sfumatura più chiara. Un colore così scuro, unito ad un bordo lavorato ma non regolare e ad uno spessore di 3 cm, è un importante dettaglio da non sottovalutare nella scelta di un arredo simile.

tavolo-legno-gustave-miniforms

Tavolo Gustave con piano in legno rovere termotrattato

Il legno nella finitura abete antico ha una superificie semigrezza apprezzabile sia alla vista sia al tatto. Guardando il piano si possono notare irregolarità, venature e nodi propri del legno, ancor più evidenti passando dolcemente la mano sulla superficie. L’aspetto finale è rustico e grezzo e suggerisce l’atmosfera tipica delle case di montagna.

tavolo-legno-gustave-2-miniforms

Tavolo Gustave con piano in legno abete antico

Il legno nella finitura rovere naturale ha al contrario un aspetto fine ed elegante che rende il tavolo discreto ed equilibrato. La superficie liscia al tatto è impreziosita da leggere striature notabili solo alla vista.

tavolo-legno-gustave-3-miniforms

Tavolo Gustave con piano in legno rovere naturale

Questi tre esempi fanno capire come le diverse finiture di un materiale possono cambiare totalmente l’aspetto e le sembianze di un arredo. Scegliendo il piano del tavolo in un determinato legno rispetto ad un altro si possono creare ambientazioni totalmente differenti e arredare case dallo stile più diverso.


 
 

Condividi le foto dei tuoi acquisti e potresti ricevere un buono

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, News

L’abbiamo pubblicato sull’homepage e l’abbiamo scritto nella nostra newsletter ma ancora non abbiamo dedicato un articolo di blog ad una delle nostre ultime novità, non aspettiamo ancora…

Sei già nostro Cliente? Hai acquistato mobili e complementi sul nostro portale? Scatta delle foto a questi prodotti, condividile con noi e potresti ricevere un buono da usare per i tuoi possibili futuri acquisti.

banner-newsletter-condividi le tue foto

Una volta ricevute le foto, i nostri Product Manager le valuteranno attentamente e decideranno se pubblicarle nelle schede prodotto relative. Nel caso in cui una o più foto vengano da noi utilizzate, riceverai un buono Store Credit di 20 €.

Abbiamo dedicato una pagina a questa iniziativa con alcuni nostri consigli su come effettuare lo scatto migliore e l’indirizzo a cui poter inviare le immagini, pics@arredaclick.com

Ricevere le tue foto sarà un piacere per te, per noi e per tutti gli altri nostri Clienti.
Per te perchè potresti ricevere un buono sconto. Per noi perchè è sempre bello vedere “i frutti del nostro lavoro”. Per gli altri Clienti perchè potranno avere un’idea dell’impatto visivo di un determinato arredo e attingere idee per migliorare i propri spazi.

Alcuni nostri Clienti hanno già approfittato di tutto ciò e se ti stai chiedendo come hanno fatto a sapere di quest’iniziativa le risposte sono davvero semplici e a dir la verità alcuni suggerimenti già li ho scritti. Homepage, newsletter e… la nostra pagina Facebook.
Hai messo “mi piace” ad ArredaClick? Fallo subito e potrai divertirti con immagini simili a queste…

3 2 1

 

 

Tags:

 
 

Come scegliere la specchiera per il bagno?

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Decor

“Specchio specchio delle mie brame, quali sono le specchiere più belle del reame?”.
Anche per noi esperti e appassionati d’arredamento è difficile rispondere a questa domanda. Non esiste infatti una verità oggettiva: ogni articolo è perfetto per qualcuno e ideale in un determinato ambiente.
Possiamo però darvi alcuni consigli su come scegliere la specchiera per il bagno per non trovarvi impreparati quando dovrete compiere questo acquisto.
La caratteristica su cui vogliamo concentrarci oggi è la forma: diversi modelli e diversi dettagli per poter scegliere quella che meglio si adatta ai gusti e alle necessità.

Specchiere bagno dalla forma regolare e classica.
Per un bagno dalle linee rigorose e per gli amanti delle forme standard vi sono specchiere rettangolari, quadrate, rotonde od ovali. Unite a mobili bagno e lavabi squadrati e affiancate da mensole lineari completano l’atmosfera con precisione. L’impatto visivo finale è pulito e semplice e la loro funzionalità è massima.

specchiere-bagno-sun-2specchiere-bagno-sun-3specchiere-bagno-sun-1

Specchiere bagno dalla forma irregolare.
Per un tocco di originalità in bagno e per gli amanti delle forme fantasiose e bizzarre vi sono specchiere dalle linee strane e insolite. Specchiere che richiamano la forma di un fiore completate da cornice oppure con inserti in vetro colorato. Specchiere a forma di cuore, di triangolo o con profilo sagomato e astratto. Specchi originali dal forte impatto visivo che arredano con stranezza ma rendono comunque il bagno efficiente e funzionale.

specchiere-bagno-daisyspecchiera-bagno-margespecchiera-bango-flora

Nel luogo per eccellenza del benessere e della cura del corpo non possono mancare luci e lampadine che illuminano lo specchio. Spesso si è abituati ad una lampada da soffitto a modello plafoniera o a lampade più piccole applicate sulla parete di fianco allo specchio. Vi sono però modelli di specchiere con luce integrata o applicata che incorporano in un unico arredo diverse funzioni e rendono un angolo del bagno ancor più pratico.

Specchiere bagno con luce integrata.
È il caso di Oslo, specchiera rettangolare con cornice laterale in vetro completata da lampade fluorescenti incorporate nella struttura. Un interruttore ad infrarossi permette l’accensione della luce e la funzione antiappannamento evita appunto sgradevoli offuscamenti della superficie.

specchiere-bagno-oslo

Specchiere bagno con luce applicata.
È il caso di Egg, specchiera rotonda con specchio decentrato rispetto alla cornice circolare in legno, completata da due importanti faretti. In questo modello la luce proviene da una posizione laterale ed illumina in modo irregolare l’intera specchiera offrendo comunque una fonte luminosa di grande utilità e comodità.

specchiere-bagno-egg

Specchiere bagno contenitore.
Modello utile per avere sempre tutto a portata di mano e per risparmiare spazio nel caso in cui le dimensioni del bagno non consentono di inserire numerosi altri spazi contenitore.
L’anta è dotata di superficie e specchio e di movimento a ribalta che permette di celare od utilizzare all’occorrenza il vano interno per riporre oggetti vari. I ripiani interni possono ospitare trucchi e accessori per il make-up, sapone e saponette, profumi e deodoranti, spazzole e spazzolini, tutto quello che si desidera.
La specchiera fotografata è Flores ed ha un’apertura push-pull con anta a ribalta ma nel nostro catalogo vi sono specchiere dalle forme più diverse con anta battente singola o doppia o anta a vasistas.

specchiere-bagno-flores

Non ci siamo certo dimenticati di dimensioni e colori. Una volta scelto il modello bisogna infatti assicurarsi che in bagno vi sia lo spazio necessario per poterlo comodamente inserire e che materiali e finiture si sposino perfettamente con l’arredo bagno restante.
Ma questa è tutta un’altra storia. Per questi dettagli dovrete attendere le prossime puntate dedicate all’arredo del bagno.
Nel frattempo potete guardare questa gallery di immagini di specchiere e se non riuscite a trovare la vostra preferita potete cercarla nel nosto catalogo.

specchiere-bagno-floraspecchiere-bagno-fiordospecchiere-bagno-every
specchiere-bagno-dedicaspecchiere-bagno-wobispecchiere-bagno-tippy
specchiere-bagno-stripespecchiere-bagno-soleilspecchiere-bagno-oklahoma
specchiere-bagno-pasadenaspecchiere-bagno-oblòspecchiere-bagno-norway
specchiere-bagno-medleyspecchiere-bagno-lolaspecchiere-bagno-glamour

Tags: ,

 
 

Idee per arredare casa: divano Marshmallow Sofa

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Design

Con l’oggetto dei desideri scelto oggi, la nostra rubrica “Idee per arredare casa” si arricchisce di un oggetto di design dal fascino intramontabile.
Lo vogliamo annunciare subito, oggi per voi abbiamo scelto il divano Marshmallow Sofa.

divano-marshmallow-sofaMarshmallow Sofa, disegnato da George Nelson nel 1956.

18 dischi colorati, imbottiti e rivestiti in tessuto o in pelle fungono da morbidi cuscini di seduta e schienale. Tutti collegati e sorretti da una struttura in telaio d’acciaio laccato nero.
Ad un primo sguardo il divano sembra fragile e scomodo ma in realtà è molto resistente e comfortevole. La posizione distanziata dei cuscini sorregge il corpo durante la seduta permettendo di assumere una corretta postura.
I rotondi cuscini possono essere realizzati in tinta unita o bicolore, fino ad un massimo di 9 tonalità. Gli abbinamenti proposti in queste immagini sono solo degli esempi delle innumerevoli possibilità.

divano-marshmallow-sofa-6divano-marshmallow-sofa-7divano-marshmallow-sofa-8
divano-marshmallow-sofa-9divano-marshmallow-sofa-1divano-marshmallow-sofa-3
divano-marshmallow-sofa-4divano-marshmallow-sofa-5divano-marshmallow-sofa-2

(Alcune immagini sono state prese da Pinterest)

Marshamallow Sofa è stato disegnato da George Nelson nel 1956 e da allora continua ad essere un’icona del design, un classico dell’arredamento, degno rappresentante dello stile Bauhaus.
Segni inconfodibili di questa appartenenza sono la forma semplice e geometrica, la funzionalità intrinseca dell’oggetto e la cura dei dettagli e dai materiali utilizzati. Tutte caratteristiche che denotano prodotti in stile Bauhaus e l’inizio di una nuova era del design. Con Marshmallow il concetto di divano viene trasformato in qualcosa di tridimensionale. Il suo straordinario ed originale aspetto diventa un punto di riferimento per il design moderno.

È un divano divertente, spiritoso e sorprendente, perfetto per il salotto ricercato di una casa o per un ambiente contract. La hall di un albergo, la sala d’aspetto di uno stimato dottore, l’angolo camerini di un negozio o ancora la sala vip di un aereoporto, ovunque Marshmallow diventerà l’oggetto prima da guardare e poi da provare!

Tags: , ,

 
 

Mobili soggiorno decorati ad alto tasso di effetti speciali

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Decor, Design

Se siete stanchi delle solite pareti attrezzate con le solite finiture e state cercando qualcosa di davvero unico e originale…l’abbiamo trovato prima di voi! Sono i mobili soggiorno Igea, appena aggiunti alla già vastissima gamma di arredamento living di ArredaClick.

Mobili soggiorno finemente decorati con motivi damascati.

Mobili soggiorno finemente decorati a motivi damascati.

Bassorilievo a righe discontinue per i mobili pensili Igea.

Bassorilievo a righe discontinue per i mobili pensili Igea.

Avrete già capito che questi nuovi moduli giorno per pareti attrezzate ultra-personalizzate si caratterizzano per le superfici “con effetti speciali”. Le decorazioni damascata e a righe nelle foto qui sopra non sono le uniche. Ma vediamo prima come sia possibile creare tali meraviglie. Le ante e i frontali degli elementi giorno Igea sono placcati in HPL. Questo materiale ne permette le incisioni e le lavorazioni a bassorilievo ed altorilievo. L’HPL è un laminato ad alta pressione prodotto attraverso la compressione di fogli di spessore variabile da 0,5 mm a 20 mm e resine termoindurenti. È molto resistente, igienico e poco poroso: grazie a queste proprietà ed al rilascio praticamente nullo di sostanze chimiche, viene usato anche per rivestimenti esterni, in bagno e cucina. La decorazione della superficie risulta durevole nel tempo, mentre dal punto di vista estetico dona al soggiorno le suggestioni di texture tessili o di effetti 3D.

Pensili Igea con decorazioni alfabetiche.

Pensili Igea con decorazioni alfabetiche.

Le decorazioni disponibili sono pensate per soddisfare le più svariate esigenze di stile. Una casa moderna troverà la sua espressione perfetta nei disegni geometrici e nelle incisioni simmetriche. Per chi invece preferisce suggestioni romantiche, i pattern floreali offrono motivi damascati, foliage e ghirlande dal sapore orientale e nordico. Eccone alcuni. Effetto geometrico

Incisione geometrica 21 con motivo a nido d'ape.

Incisione geometrica 21 con motivo a nido d’ape.

Incisione 25: un decoro tipicamente tessile conosciuto come pied de poule.

Incisione 25: un decoro tipicamente tessile conosciuto come pied de poule.

Effetto floreale

Mobili soggiorno pensili con bassorilievo floreale a "foliage".

Mobili soggiorno pensili con bassorilievo floreale a “foliage”.

Incisione dal sapore orientale con rosone e foglie a motivi concentrici.

Incisione dal sapore orientale con rosone e foglie a motivi concentrici.

Le potenzialità di questi mobili soggiorno non si esauriscono nella personalizzazione delle ante e dei frontali. Sono liberamente abbinabili tra loro e permettono così di creare pareti attrezzate su misura.
I moduli offerti comprendono tutto il necessario per una zona living pratica e funzionale: basi per l’appoggio del televisore, pensili contenitore di varie forme, mensole collocabili orizzontalmente o diagonalmente, librerie a terra e sospese. Igea lascia tutto lo spazio che volete alla vostra fantasia.

Tags: ,

 
 

Sgabelli alti: con o senza schienale?

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Decor

La tendenza della penisola in cucina ha sancito il ritorno degli sgabelli alti.
Come scegliere lo sgabello giusto per voi?
Le due caratteristiche principali che potremmo individuare ed in cui potremmo dividere la categoria “sgabelli alti da cucina” sono: con o senza schienale. Vediamo alcune linee guida e quali sono pregi e difetti di entrambi.

Fattore estetico
La seduta deve essere di vostro gusto, ma la scelta è talmente vasta che è impossibile non trovare un modello che piaccia. Non possiamo dare consigli a riguardo, come si suol dire: “è bello ciò che piace”.

Sgabelli regolabili

Calice: sgabelli regolabili con sedute variopinte.

Stile, materiale e colore
Gli sgabelli devono abbinarsi con lo stile della vostra cucina o, nel caso in cui cucina e soggiorno siano insieme, potete decidere se abbinarli con altri tessili o rivestimenti presenti nella stanza: ad esempio, con il colore del divano, con il materiale del tavolo da pranzo o con la tinta scelta per le ante della cucina. Finiture, materiali e colori non mancano: le aziende che producono sedute sono davvero attente a offrire una gamma ampia e versatile.

Uso degli sgabelli: sporadico o quotidiano?
Un terzo fattore nella scelta dello sgabello per la cucina è l’uso: se si tratta di un utilizzo sporadico perché i pasti sono consumati al tavolo da pranzo, allora i vostri sgabelli potranno puntare su una linea di design, minimalista, magari anche senza schienale: insomma l’estetica prima di tutto. Rimangono comunque indispensabili dei comodi poggiapiedi.

Sgabello senza schienale eduta cuoio nero.

Sgabello Smooth senza schienale e seduta in cuoio nero.

Sgabello legno Milk.

Look tradizionale per lo sgabello in legno Milk.

Uno sgabello senza schienale non è consigliabile per un uso quotidiano e periodi prolungati. Allo stesso tempo l’assenza di un punto di appoggio permette di mantenere una posizione eretta e stabile, con una positiva ripercussione sul collo e la cervicale. Se il vostro obiettivo è questo, allora puntate su sgabelli ergonomici che favoriscono una seduta dinamica.

Sgabello ergonomico senza schienale

Move di Varièr è uno sgabello ergonomico senza schienale, con seduta a sella.

Se invece fate un uso quotidiano della penisola in cucina, a pranzo e cena, per lavorare al pc o leggere il giornale, oppure i vostri bambini ci fanno i compiti e studiano, allora si rendono necessarie sedute più comode e accoglienti: sgabelli con schienale, poggiapiedi e braccioli, possibilmente ergonomici. Se in casa ci sono dei bambini è opportuno valutare sedute regolabili in altezza.

Sgabello alto schienale ergonomico regolabile

Eight è un sgabello alto con schienale ergonomico, regolabile in altezza.

Geo presenta uno schienale sottile e originale, utilizzabile anche come bracciolo o frontalmente.

Geo presenta uno schienale sottile e originale, utilizzabile anche come bracciolo o frontalmente.

Per il massimo del comfort si possono scegliere sgabelli alti in versione poltroncina, con tanto di braccioli, poggiapiedi e schienale dalla forma arrotondata.

Lo sgabello Gerry è simile ad una poltroncina, con braccioli e schienale imbottiti.

Lo sgabello Gerry è simile ad una poltroncina, con braccioli e schienale imbottiti.

Infine possiamo dire che per scegliere gli sgabelli della cucina non esiste certo una regola, ma un insieme di fattori fra cui spiccano le vostre necessità pratiche e naturalmente quelle estetiche.

Tags: , ,

 
 

Specchi strani | inarts ihccepS

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Decor

Lo specchio è un complemento immancabile ed è anche uno dei più misteriosi della casa. Da sempre ha risvegliato l’interesse di poeti e scrittori, non a caso una delle prime avventure di Alice era intitolata “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò“. E chi può dimenticare il celeberrimo “Specchio, specchio delle mie brame…“?
Le due protagoniste avrebbero certamente apprezzato questa carrellata di specchi strani a partire da, guarda caso, Biancaneve:

Biancaneve è uno specchio a forma di albero con appendiabiti-mela.Biancaneve è uno specchio a forma di albero con appendiabiti-mela.

Proseguiamo con questo portale spazio-temporale chiamato Les Brothers. Alice ci si sarebbe tuffata a capofitto:

Grande specchio circolare dalle linee essenziali Les Brothers.Grande specchio circolare dalle linee essenziali Les Brothers.

Dalle profondità marine arriva un tripudio di bollicine e pesciolini: i Fish e i Bubbles. Scelta perfetta per tutti i Capitan Nemo là fuori e per chi la mattina sotto la doccia non può fare a meno di intonare “in fondo al mar, in fondo al mar, vedi lassù che sgobbano, sotto quel sole svengono…”

Specchi a forma di pesce palla Fish.Specchi a forma di pesce palla Fish.

Bubbles: specchi circolari in una struttura in legno.Bubbles: specchi circolari in una struttura in legno.

Strani inquietanti figuri si aggirano per i corridoi di questa casa black & white. Non dite ad alta voce che cosa vi ricordano, per favore…noi li chiameremo Adamo ed Eva stilizzati.

Adamo ed EvaAdamo ed Eva

Fanno pensare alla copertina di un vinile di musica anni ’70: sono i Tropicana, famiglia di specchi psichedelici.

Tropicana: specchi strani in parte riflettenti in parte colorati.Tropicana: specchi strani in parte riflettenti in parte colorati.

Specchi mutanti rivelano la loro vera natura: un’anima neoclassica con cornice in gesso finemente fregiato…ma illuminazione fluo. Son proprio pazzi questi specchi strani.

Specchi Breccia con retroilluminazione fluo.Specchi Breccia con retroilluminazione fluo.

Chiudiamo con l’animalier, che non guasta mai.

Silvetro: specchio appendiabiti a forma di gatto.Silvetro: specchio appendiabiti a forma di gatto.

Miao a tutti!

E se ancora non avete trovato gli specchi strani e originali delle vostre brame: che gallery sia.
bon-specchio-strano-hang-up02esl-specchio-strano-nuvolamnf-specchi-strani-retroviseur-domestique
pec-specchio-strano-poppec-specchi-strani-margherita-03pnt-specchio-strano-casual
pnt-specchi-strani-fruit-applepnt-specchi-strani-mulansov-specchi-strani-lego
sov-specchi-strani-gocce-di-rugiadamnf-specchio-strano-margarita-02pec-specchio-strano-decorato-pop
pec-specchio-strano-pop-04

Tags: , ,

 
 

Idee per arredare casa: portaoggetti di design in legno

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Decor

Anche la nostra rubrica “Idee per arredare casa” ha risentito di queste vacanze estive, per circa due settimane “si è presa le ferie” ma torna oggi con un oggetto del desiderio davvero originale. Un oggetto che vi farà dare i numeri…e le lettere. Non per niente si chiama Letters&Numbers.

portaoggetti-design-legno-letters-numbers

Contenitori e spazi dove riporre gli oggetti sono graditi e tanto bramati in ogni casa. Si tenta sempre di mantenere tutti gli ambienti in ordine, di trovare ad ogni cosa il proprio posto ma spesso non si riesce o si finisce per acquistare grossi contenitori che stonano con l’arredamento già presente.
Non vogliamo certo che le nostre case si trasformino in un caos di oggetti sparsi o in ripostigli per contenitori scelti per disperazione e necessità.
Letters&Numbers è una soluzione discreta, elegante ed estremamente originale a tutti questi problemi.
È un contenitore portaoggetti dotato di anta battente, suddiviso all’interno in vani di diverse dimensioni che lo rendono pratico e multifunzionale. Se ci fermassero qui nella descrizione non renderemmo giustizia al prodotto. Dobbiamo per forza aggiungere che la vera particolarità è la forma che rappresenta numeri da 1 a 9 e lettere dalla A alla Z.
Affiancando più portaoggetti si possono così creare parole o addirittura frasi e date di nascita; le 37 forme differenti possono essere infatti assemblate e posizionate a piacere.

Letters&Numbers è la scelta perfetta per arredare la cameretta dei bambini per riporre i loro giocattoli più piccoli, libri o quaderni dei disegni. È adatto alla camera degli adulti e può essere utilizzato come comodino ed ospitare all’interno tutto ciò che si desidera e sul piano superiore una lampada da tavolo e una sveglia. È ideale in soggiorno e in salotto vicino al divano per un tocco di stravaganza nell’ambiente e per contenere piccoli oggetti e riviste. O ancora, se vogliamo sdrammatizzare, possiamo posizionarlo anche in bagno per riporre oggetti di make-up o piccoli barattoli.

portaoggetti-design-legno-letters-numbers-1portaoggetti-design-legno-letters-numbers-3portaoggetti-design-legno-letters-numbers-2
portaoggetti-design-legno-letters-numbers-4portaoggetti-design-legno-letters-numbers-5portaoggetti-design-legno-letters-numbers-6

Se ancora tutte queste caratteristiche non fossero sufficienti per farlo diventare un oggetto del desiderio, possiamo aggiungere che è realizzato con un’attenta e precisa lavorazione. Presenta una maniglia integrata nell’anta e una giunzione a 45° stuccata a mano.
Letters&Numbers è disponibile in legno d’abete sbiancato e in laccato opaco in innumerevoli finiture, perfetto per essere abbinato ai colori già presenti in qualsiasi ambiente.

Tags: ,

 
 

Ferragosto, giornata di vita all’aria aperta

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, News

ArredaClick è un e-commerce che vende articoli d’arredamento in tutto il mondo, Ferragosto è una festività nata in tempi molto antichi.
Vi state forse chiedendo qual è il collegamento? La risposta è “Nessuno!”.

In un giorno tradizionalmente dedicato alle gite fuori porta, alle grigliate e ai picnic vogliamo semplicemente darvi l’ispirazione giusta per trascorrere una piacevole giornata…

Buon Ferragosto

pic-nicpic-nic-montagnapic-nic-mare


 
 

Sedie girevoli, originale scelta per un salotto moderno

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Decor

Quando pensiamo alle sedie girevoli subito ci viene in mente il modello con ruote e braccioli utilizzato in ufficio. Questo nesso logico è valido e lecito, chi trascorre molte ore davanti ad un pc conosce bene l’utilità di un modello simile di seduta: comodità, flessibilità e sicurezza. Non dobbiamo però pensare che le sedie girevoli siano destinate solo all’ambiente lavorativo. Hanno infatti soprendenti usi e collocazioni che solo chi sa osare riuscirà a svelare.
Ammetto, questa frase è forse una sviolinata alle sedie girevoli ma quando ho visto alcune immagini ho subito pensato che a volte questo modello è davvero sottovalutato.

sedie-girevoli-he-chair

Siamo in casa, precisamente in salotto e quello che cattura la mia attenzione sono i sei arredi che circondano il tavolo rotondo. Fotografando l’ambiente con sedie fisse a cui siamo abituati sono sicura che l’effetto non sarebbe stato lo stesso.
L’abbinamento e l’alternarsi di colori, le linee essenziali e decise della seduta, la base quadrata con angoli arrotondati caratterizzano la sedia He Chair.
Il modello girevole sembra favorire il dialogo e garantire comodità. Ci si può leggermente girare e guardare chi sta parlando mantenendo sempre la schiena in una posizione dritta ed ergonomicamente corretta.

sedie-girevoli-cookie

Anche con questa immagine siamo catapultati in un ampio salotto, questa volta con lungo tavolo da pranzo rettangolare. Qui la protagonista si chiama Cookie ed è una sedia girevole in policarbonato colorato con cuscino di seduta in tessuto e basamento in alluminio. Ha uno stile giovane, moderno e quasi dinamico che si abbina alla semplicità formale del tavolo e, lasciatemelo dire, anche al mozzafiato skyline che si vede dalle ampie vetrate. Chi è seduto rivolto verso le finestre può godere quando vuole del panorama ma chi da le spalle come farebbe a vederlo comodamente se non con una sedia girevole?!

sedia-girevole-vita

Se qualcuno è ancora convinto che una sedia girevole non sia abbastanza elegante e chic sicuramente si dovrà ricredere guardando l’effetto di Vita in questa sala da pranzo.
Il dettaglio di stile è lo schienale sagomato ed ergonomico che evoca comodità solo alla vista. La scelta di un supporto centrale dona alla sedia un senso di leggerezza, quasi inconsistenza che si abbina perfettamente al robusto basamento centrale del tavolo ovale.

sedie-girevoli-fluteLa sedia girevole Flute ha un aspetto moderno e pratico ed è proposto in un look total white. Ancora una volta questo modello si abbina perfettamente ad un tavolo di design, completandolo con comodità e stile. Flute è perfetta sia per l’angolo home office della casa, sia per una sala da pranzo informale o una cucina di tendenza. I braccioli sono un ulteriore dettaglio che garantisce grande comfort durante il suo l’utilizzo.

sedie-girevoli-f12sedie-girevoli-erossedie-girevolizelig
sedie-girevoli-twistsedie-girevoli-tulipsedie-girevoli-troy
sedie-girevoli-morissedie-girevoli-loopsedie-girevoli-hip-gr
sedie-girevoli-loop (2)sedie-girevoli-dandasedie-girevoli-diva
sedie-girevoli-one-chairsedie-girevoli-pin-upsedie-girevoli-bombo
sedie-girevoli-niclasedie-girevoli-nadiasedie-girevoli-ice

Tags: , ,

 
 




Torna su