Coffee Break






 
 
 

Dallo Zoo di Cartunia, ecco Pino il Pinguino

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break

Direttamente dallo Zoo di Cartunia, con molto piacere vi presentiamo Pino il Pinguino!
Nuovi divertenti animali si sono aggiunti a quelli che già ne facevano parte, tra questi Pino il Pinguino, venuto dal freddo dei ghiacci del’Antartide.

Le lampade di Cartunia Design sono realizzate in cartone WoodWave e arrivano nella scatola da montare; il cartone, già sagomato ed intagliato, ha un assemblaggio divertente ed intuitivo, realizzabile senza l’ausilio di alcun utensile. L’idea di base è coniugare estetica e eco-sostenibilità attraverso l’uso del cartone WoodWave, un cartone vegetale con anima in carta e rivestimento in polipropilene, che lo rende durevole e resistente all’umidità, nonchè riciclabile al 100%.

L’intera collezione di animali è dotata di un KIT LED ricaricabile (200 lumen – 5 volt) tramite cavo USB, che permette di avere ben 12 ore di autonomia. Questo tipo di tecnologia, oltre ad essere molto comoda perchè permette di trasportare la lampada senza il vincolo di alcun cavo, è assolutamente sicura anche per i più piccoli.

 

Info & Acquisti: Cartunia Design

*post sponsorizzato*
_________________________
CAFElab | studio di architettura

 
 

Un loft dal sapore industriale a Parigi

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Stili
Questo loft a Parigi è decisamente caratterizzato da un mood industriale; strutture in cemento liberate dall’intonaco e riportate a vista, così come le pareti in mattoni e gli infissi della parete interna in ferrofinestra grigio scuro. Gli arredi, di design, mischiano vari stili ed epoche, per un risultato decisamente interessante.

 

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags: ,

 
 

Una casa in rovina in Portogallo

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors

La piccola casa in pietra, sorgeva un tempo in un grande appezzamento di terra in una zona in gran parte disabitata di Melgaco; il progetto dell’architetto portoghese Nuno Brandão Costa ha realizzato ciò che l’architetto steso definisce “una costruzione senza tempo, senza confini definiti, ma limitata dai materiali locali”. Il progetto, recuperando le vecchie rovine, ha annullato la distanza temporale tra la vecchia casa e la nuova.

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags:

 
 

Una piccola casa per vacanze a Madrid

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors

Questa piccola casa nel centro storico di Madrid, è stata recuperata per essere affittata per brevi periodi; è stata sfruttata la doppia altezza per realizzare la zona notte sopra il soppalco mentre i muri sono stati lasciati in parte pressochè allo stato grezzo. Il bianco è il colore dominante, insieme al legno chiaro e all’acciaio, per un effetto finale minimale e contemporaneo.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags: ,

 
 

Loft by Snaidero: lo stile industriale reinventa la cucina

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Design

Oggi Snaidero ci racconta la cucina Loft, dallo stile industriale e dal design contemporaneo, una cucina insomma dall’anima metropolitana.

Qual’è lo stile che vi ha ispirato nella ideazione e realizzazione della cucina Loft?

Uno stile di interior design relativamente recente, e che si sta progressivamente affermando, è quello “industriale” che sfrutta materiali e forme mutuati dai contesti produttivi per rivisitarli in chiave contemporanea.
L’origine di questa tendenza può essere ricercata nella conversione in unità abitative di vecchie fabbriche, magazzini e altri edifici destinati ad attività produttive: scegliendo di mantenere parte di ciò che esisteva già, si può creare una sapiente combinazione tra il moderno e lo storico. Lo stile industriale è caratterizzato da elementi come muri in mattoni o cemento, pavimenti grezzi, illuminazione essenziale tramite faretti e ampio ricorso a materiali come l’acciaio inossidabile, le cromature o il legno.
In grado di integrarsi perfettamente in contesti di questo tipo sono le cucine Loft, create da Snaidero con la collaborazione del designer Michele Marcon. Questi mobili per la cucina sono realizzati con materiali solidi e resistenti come legno, vetro e metallo che, sapientemente rifiniti e resi “vissuti” nel loro aspetto, conferiscono alla linea Loft un aspetto fortemente evocativo degli attuali status symbol urbani.

Quali sono gli aspetti che la caratterizzano?

Tra gli aspetti più caratterizzanti e originali della gamma di arredo cucina Loft troviamo ad esempio le cappe Oslo e St Louis che svolgono una duplice funzione pratico-estetica e le maniglie Nolita, realizzate con finitura in peltro, che sono espressione di solidità e di personalità; ampio risalto viene inoltre dato al legno materico e naturale che viene piacevolmente contaminato da finiture in peltro per un effetto “mix&match” di grande pregio estetico.

Di quali dotazioni e accessori dispone la cucina?

Pur nel loro attraente stile dal fascino un po’ rétro, queste cucine a marchio Snaidero non si fanno mancare nulla in termini di dotazioni e accessori al passo coi tempi: tutti gli elementi sono creati con particolare attenzione alle questioni dell’ergonomia e della praticità, e sono inoltre componibili a piacimento così da creare uno spazio multifunzionale estremamente appagante da vivere nella propria quotidianità.

Info: Snaidero

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags:

 
 

Un attico tra modernità e tradizione

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Design

In quest’attico dalle forme geometriche particolari, modernità e tradizione si fondono in un riuscito progetto di interior design.
Agli arredi contemporanei e di design fanno da contrappeso le travi a vista in legno e i muri in mattoni riportati a vista.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags: ,

 
 

Red Dot Design Award per Mia Chair

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break

Mia Chair, iconica sedia disegnata da James Almeida per Sollos vince il Red Dot Design Award 2017 per la categoria arredi.

La linea MIA è un design equilibrato tra scala, linee e proporzioni, Jader Almeida ci dice di aver progettato la sedia come un’estensione del corpo umano, un “elemento protesico” che si adatta alle specifiche esigenze accogliendo il corpo in maniera naturale.

immagini Via Sollos

_________________________
CAFElab | studio di architettura

 
 

Una terrazza coperta per ampliare la mansarda

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break

A questa mansarda in Spagna, dalle dimensioni limitate, grazie al progetto dell’architetto Alba Castelo, è stato aggiunto lo spazio di una terrazza, coperta nello stile dei giardini d’inverno, fruibile tutto l’anno.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

 
 

La casa dei collezionisti a Taiwan

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors

Questa particolare casa è stata progettata dallo studio Ganna Design a Taiwan e commissionata da una coppia di fashion designer. Ogni elemento è stato creato e posizionato affinchè la coppia possa viverci ed allo stesso tempo lavorare in modo confortevole; inoltre è fondamentale che tutti gli oggetti collezionati dai due abbiamo un posto preciso, affinchè non generino caos.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags: ,

 
 

Il ritorno della graniglia (Terrazzo Style)

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Design
Vi ricordate i pavimenti in graniglia colorata, che sicuramente avrete visto in casa delle vostre nonne? Ebbene, all’estero per ora, con il nome di Terrazzo Style (provate a fare una ricerca su Pinterest, troverete tantissime immagini!), sono tornate ormai in gran voga!
Utilizzate di solito come pavimentazione, sono ora state riscoperte anche per rivestire cucine e bagni; piccoli frammenti di marmo o pietra naturale di vari colori sono miscelati con il cemento, che viene poi lucidato per regalargli un aspetto lucido e liscio.

L’effetto è molto grafico e minimale, ed è addirittura stato scelto, nella versione in grigio e bianco dall’architetto David Chipperfield per il suo progetto del nuovo negozio di Valentino a Roma!

E noi di cafelab cosa abbiamo fatto? Ci siamo fatti coinvolgere anche noi da questa texture particolare e gli abbiamo dedicato un’intera colleione fra i nostri design, prodotti dai nostri patner POD; potete vederla QUI!

Adesso siamo curiosi di vedere al Salone che si terrà fra poco a Milano, come sia stata recepita nache in Italia!

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags:

 
 




Torna su