Colori






 
 
 

LIVING: semplice, elegante, ospitale!

Pubblicato da blog ospite in Colori, Idee, Interiors, Interni, Voglia Casa

Pochi colori per una zona living semplice, elegante e ospitale.

Il bianco fa da padrone dal soffitto alle pareti passando per gli arredi. Tocchi di legno nel parquet e in alcuni mobili scaldano l’atmosfera, resa ancor più accogliente dagli immancabili accessori in blu.

Immagini che parlano davvero da sole!

Idee da studiare e riprorre in nuovi progetti.

Tags:

 
 

Guida all’uso: come usare l’arancione per arredare

Pubblicato da blog ospite in Colori, VDR Home Design

Uno dei colori della stagione è sicuramente l’arancione. Bello carico e avvolgente, è anche difficile da usare. Vediamo come usare l’arancione per arredare.

……….

L’autunno è qui e con lui i primi freddi e gli splendidi colori della natura che ci saluta. Marrone, giallo, rosso, arancione. Tutte tonalità affascinanti soprattutto per quanto riguarda l’arredo e il decoro di casa. Essendo colori pieni però c’è il rischio di usarli troppo e quindi creare ambienti che stancano gli occhi facilmente.

L’arancione in particolare è un colore molto amato, quando si tratta di scegliere le tinte per decorare casa. Quasi sempre diventa protagonista assoluto della stanza, posandosi sia sulle pareti che sui mobili. L’effetto? Chiesa senza luci: ambienti bui e un po’ claustrofobici. Ma di arancione non ce n’è uno solo: c’è il tangerine, il mango, l’arancione acceso o quello che vira verso il marrone. Si può anche giocare con più sfumature dello stesso colore, creando ambienti movimentati e interessanti.

USARE L’ARANCIONE PER ARREDARE: PITTURARE LE PARETI

Il primo (e più scontato) modo per usare l’arancione è dipingendo le pareti. Piuttosto che tinteggiare tutte le pareti della stanza, sceglietene una sola. Quella che sarà il focus della stanza, che attirerà l’attenzione. Colorate le altre in bianco o in colore a contrasto o tono su tono, ma più chiaro. La luminosità della stanza non ne risentirà.

usare l'arancione per arredare

usare l'arancione per arredare

|Image credits: Ikea|

USARE L’ARANCIONE PER ARREDARE: ACCENTI DI COLORE

Se le pareti sono troppo, perché volete che il colore sia presente ma non invadente, allora la via migliore sono gli accenti di colore. Un divano in arancione, dei pouf, qualche piccolo mobile. In questo modo il colore sarà presente e anche protagonista ma senza sovrastare nell’insieme.

usare l'arancione per arredare

usare l'arancione per arredare

USARE L’ARANCIONE PER ARREDARE: NEI DETTAGLI

Per finire, un modo comunque valido per usare l’arancione nelle sue mille declinazioni: i dettagli. Piccoli particolari che fanno la differenza, che completano uno stile e che danno quel non so che che mancava.

Sembrano particolari insignificanti ma non è così. I dettagli riempiono la stanza, essendo quel tocco finale che non può mancare. Quindi via libera a quadri, vasi, vassoi, tende e lenzuola in arancione.

usare l'arancione per arredare

CON QUALI COLORI ABBINARE L’ARANCIONE?

Ma con quali altri colori possiamo abbinare l’arancione? In realtà sono molte le tonalità che ben dialogano con questa nuance. Partiamo da grigio e nero, per un’accoppiata elegante e d’altri tempi. Per interni dall’arredo anche classico, ma con un tocco di contemporaneità.

Perfetto anche il blu navy, il blu cobalto; insomma il blu in ogni sua sfumatura (anche il turchese). In questo caso si ottengono interni freschi e giovani, dove il mix tra caldo e freddo è perfettamente riuscito.

Volete qualcosa di più femminile? Provate arancione e rosa: colpo di fulmine assicurato.

 

L’articolo Guida all’uso: come usare l’arancione per arredare sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Sobria eleganza

Pubblicato da blog ospite in Colori, Dettagli Home Decor, Interiors, Interni
restyling di un appartamento del XIX secolo a Berlino

La designer e stilista di interni Annabell Kutucu, in collaborazione con Michael Schickinger, ha recentemente curato il progetto di restyling di un appartamento del XIX secolo a Berlino per una coppia di appassionati viaggiatori.


Mettendo in evidenza il pavimento in legno lucidato, le finestre ad arco e preservando i soffitti decorati originali, in ogni stanza si respira una sobria eleganza.


Kutucu e Schickinger bilanciano il profondo rispetto per la storia dell’appartamento con eleganti tocchi contemporanei, dando vita a uno spazio dove un’antica stufa può essere decorata con stoviglie, opere d’arte e cimeli raccolti dai committenti nel corso dei loro viaggi.


La tavolozza di colori naturali, dove prevalgono i marroni e grigi, sapientemente abbinati a materiali come legno, pelle e lino, ampiamente utilizzati, regalano un’atmosfera rilassata in tutto l’appartamento.


dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

Interior design:  Annabell Kutucu e Michael Schickinger  

Fotografie:  Claus Brechenmacher

Tags:

 
 

Powder shades and a great use of (a small) space.

Pubblicato da blog ospite in +deco, Colori

Questa casa ha attirato la mia attenzione per il suo uso del colore: rosa, terracotta/rosa, rosa cipria, rosa carne. Le diverse area e stanze sono unificate dall’uso di questi toni che l’occhio percepisce come declinazioni dello stesso colore rosa ma che in realtà sono colori distinti; tonalità che cambiano anche a seconda della quantità e qualità della luce che filtra dalle finestre.

Guardando bene poi, sono rimasta colpita dalla sapiente divisione dello spazio.

Non manca nulla in quest’appartamento di 48 metri quadri; è praticamente una grande stanza divisa a seconda delle funzioni, più un ingresso e un bagno (di cui non sono state pubblicate foto perchè forse è molto piccolo, o cieco). I proprietari sono una coppia Svedese che è stata capace di trasformare un problema (la mancanza di spazio) in un’opportunità.

La posa del pavimento di legno e i colori aiutano a separare e allo stesso tempo unire le varie aree.

La camera da letto è chiusa intelligentemente con un muro in cartongesso alzato a 3/4 e delle vetrate incorninciate in legno, per lasciare fluire la luce ma anche rendere la stanza privata (è una tenda a righe quella che vedo a destra della vetrata nella terza foto dall’alto? Credo proprio di sì!)

Nel complesso è un’appartamento pieno di stimoli e accorgimenti da copiare, inclusa la cucina con i pensili rivestiti in compensato di pino.

Se vuoi vedere un esempio in stile più industriale di come dividere lo spazio, guarda anche l‘appartamento di Parigi di Studio Moc.

Photos by Jonas Gustavsson for Elle Decoration Sweden through Planete Deco

The post Powder shades and a great use of (a small) space. appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags: ,

 
 

Non chiamatelo semplicemente rosa

Pubblicato da blog ospite in Colori, Ecce Home
Avete presente tutto quello che vi fa venire in mente il colore rosa? Dimenticatelo.
Le tonalità di cui voglio parlarvi oggi, dal “nude” al  terracotta, non evocano affatto atmosfere infantili, bonbon, o romanzi sentimentali.
Sono invece le sfumature più trendy, adatte a creare in casa atmosfere calde e particolari, per niente zuccherose.
Accostatele tra loro, al nero, al blu scuro, o al verde ed il risultato sarà di sicuro effetto e molto, molto contemporaneo. E per favore, non chiamatelo semplicemente rosa.
Don’t just call it pink
You know everything that reminds you of the pink color? Forget it.
The shades of which I want to talk to you today, from “nude” to terracotta, do not evoke atmospheres childish, bonbons, or sentimental novels.
Instead, they are the trendiest shades, suitable for creating warm and particular atmospheres in the home, not at all sugary.
Stand them together, with black, dark blue, or green and the result will be very effective and very, very contemporary. And please, don’t just call it pink.

Foto da Pinterest
Tags: ,

 
 

Stile di campagna minimalista. Il nostro stile su misura

Pubblicato da blog ospite in Colori, Maison Rock Coucou, Stili

Alla fine di questo mese il blog acquisterà una nuova veste, con un’estetica che mi rappresenta di più.
Ma ci saranno anche delle altre novità, oltre alla nuova impaginazione.
Non le voglio rivelare subito altrimenti rischio di mandare all’aria l’effetto sorpresa, però do una piccola anticipazione.
Ci sarà una pagina dedicata alle mie progettazioni e proprio con questo post voglio introdurla.
Sai che mi piacciono le case con personalità, quelle in cui si respira l’animo di chi le abita, perché sono un’estensione di loro stessi, del loro modo di vedere e vivere la vita.
Non è importante che l’arredo sia di alta fattura e design, ma è importante il cuore che ci metti, l’emozione che trasmette, che sia funzionale alle tue esigenze.
E bastano piccoli ingredienti e suggerimenti per realizzare tanto con poco.
E il primo progetto che voglio presentare è proprio quello della nostra casa, da quale partire altrimenti?

La mia famiglia. Una mia illustrazione

Oggi non ti parlerò di planimetrie e arredi, ma ti parlerò di cosa mi piace circondarmi, di quale deve essere il filo conduttore per ogni scelta. Del primo passo che considero in una progettazione.

Può sembrare una scelta semplice, ma non lo è così tanto.
Per riuscire ad individuare il mio vero stile, e non semplicemente quello che mi piace molto, ho osservato con attenzione tutto quello che mi faceva “innamorare”, nel senso che mi creava delle emozioni (interni, stili di vita, abbigliamento), fino ad individuare uno stile base, che è quello di casa accogliente, calda, avvolgente.
Quelle case dove si coltivano le proprie passioni e si costruisce un proprio mondo fatto di profumi, famiglia e di verde.
Spazi dedicati al relax e allo studio, con linee pulite e ariose.
Fonte: 1 2 3

Fonte: 1 2 3

Fonte, in senso orario: 1 2 3 4 5 6
Poi ho individuato i dettagli, in modo sempre più minuzioso.
Ed emerge sempre che mi piace la campagna. E mi piace farla entrare in casa con piante e fiori.
Una passione per i tessuti naturali e floreali, lo stile inglese fatto di tartan e mobili laccati (opachi, ovviamente!). Ma alleggerito dalle ariose tende in lino intagliato, dalle tonalità pastello sui muri e negli accessori. E dalla sensazione di pulizia e minimalismo caldo, quello tipico delle case nordiche.
Fonte: 1 2 3
Fonte: 1 2 3
Ho combinato tutti questi ingredienti tra di loro per creare uno stile molto personalizzato, che ho riassunto in una moodboard finale. 
Fonte:
tessuti 1 ; carta da parati: 2 ; tavolo antico: 3 ; Libreria: 4
La nostra casa è ancora incompleta, aggiungeremo gli arredi che mancano poco alla volta, ma quello individuato è lo stile che seguiremo in qualunque scelta che faremo. Sarà la nostra linea guida.
Nel prossimo post ti farò vedere la seconda fase della progettazione, quella in cui emozioni e desideri prendono forma.
A giovedì prossimo!

Tags:

 
 

Dipingere le pareti con il color blocking

Pubblicato da blog ospite in Colori, La Gatta Sul Tetto

Il color blocking é una tecnica pittorica che utilizza forme geometriche di colori diversi per decorare le pareti.

Dipingere le pareti con il color blocking

Molto di tendenza da qualche anno, il color blocking continua ad essere utilizzato da architetti e interior designer per dare agli spazi una personalità unica ed un aspetto accattivante.

E’ adatto a tutti gli ambienti di casa, anche negli uffici e nei locali pubblici, e offre un ventaglio di soluzioni pressoché infinite, tra abbinamenti di colori e di forme. Si parte dal più semplice zoccolo che divide a metà le pareti in orizzontale, fino a geometrie più complesse che possono contemplare parallelepipedi e curve combinati tra loro.

Dipingere le pareti con il color blocking tono su tono

Decorazione con una tonalità dominante

Se desiderate un interno di carattere, allora il color blocking è la soluzione giusta, a patto che il lavoro sia eseguito in modo impeccabile. Per questo è importante affidarsi ad un imbianchino esperto che accetti di eseguire un lavoro così impegnativo.

Combinazioni di colori

Di fronte ad una parete vuota da decorare, scegliere la combinazione giusta di colori può essere difficile. L’essenziale è riuscire a creare un insieme armonico che non stanchi la vista e che si integri correttamente all’arredo.

Dipingere le pareti con il color blocking policromatico

Decorazione policromatica

Ogni colore, (o tonalità o tinta), viene percepito in modo diverso secondo diversi parametri, come la chiarezza e la saturazione: i colori possono risultare chiari, neutri, pastello, brillanti, vividi, tonali, scuri. Per aiutarvi nella scelta potete utilizzare un cerchio cromatico, come spiegato in questo post.

Per scegliere i colori e gli accostamenti giusti, basta seguire un paio di semplici regole:

  1. Se la parete è una quinta per diversi elementi d’arredo, scegliete uno o due colori della stessa tinta ma con chiarezza e saturazione diversi (tono su tono).
  2. Se la parete è protagonista, si possono invece creare schemi policromatici.
  3. Ricordatevi che i colori scuri “avvicinano” le pareti, cosicché lo spazio sembra più piccolo; viceversa i colori chiari “allontanano” le pareti generando un effetto opposto. Considerate quindi le dimensioni della stanza.
  4. Infine, i colori scuri assorbono la luce, mentre quelli chiari la riflettono. Valutate la luminosità della stanza e scegliete il grado di chiarezza della tinta di conseguenza.

Combinazioni di forme

Anche nel caso delle forme, ci si può sbizzarrire nel creare combinazioni all’infinito. Le più semplici sono le strisce di colore diverso, dipinte in orizzontale o in verticale. Si può scegliere di far proseguire la decorazione anche sulle porte, sul pavimento, nella stanza accanto: non avete paura di osare!

Dipingere le pareti con il color blocking

Il classico zoccolo che divide a metà la parete in altezza

Dipingere le pareti con il color blocking

Decorazione a strisce in bianco e verde

Seguono le figure geometriche regolari, come triangoli, quadrati, rombi: queste si possono dipingere al centro della parete, oppure, come nel caso delle strisce, si possono collocare in modo insolito per una soluzione originale. Si possono poi tracciare linee rette o curve per creare poligoni estesi su tutte le pareti della stanzaInfine, una maniera molto interessante quella che di usare i blocchi di colore per sottolineare porzioni di parete significative, ad esempio in corrispondenza di porte e passaggi, di mobili come letti o scrivanie, oppure per valorizzare nicchie o altri elementi architettonici.

Dipingere le pareti con il color blocking

Tecniche pittoriche

Il colore può essere steso in campiture piatte con i bordi netti, e questa è la soluzione più semplice. Se vogliamo movimentare la parete, invece, si può giocare sui bordi, come in questi esempi:

Dipingere le pareti con il color blocking

Usando la tecnica della velatura, si può ottenere un effetto simile all’acquerello, ancora più spettacolare se si sovrappongono le forme. Per la buona riuscita del progetto è fondamentale rivolgersi ad un imbianchino che sappia padroneggiare tutte le tecniche pittoriche.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

Schemi di colore per bambini anti-noia ed energetici

Pubblicato da blog ospite in Colori, VDR Home Design

Quando si parla di schemi di colore per bambini e ragazzi, si tende a rimanere nel campo dei colori soft e neutri. Mai scelta più ovvia.. E se invece andassimo a tutto colore?

……….

Di solito succede sempre così: siamo li con le mazzette colore per scegliere le tinte da usare in cameretta. Partiamo con l’idea di scegliere delle tonalità diverse dal solito, per rendere la stanza divertente e accogliente. Però la paura di sbagliare, esagerare e fare un pastrocchio ci attanaglia. Risultato?

Scegliamo sempre i soliti colori: blu, azzurro, giallino, rosino. Che per carità, sono ottime scelte. Forse un po’ troppo usate e inflazionate, no?

Per darvi una mano e farvi vedere che scegliere ed usare colori audaci non vuol dire creare stanze da incubo, vi ho fatto tre schemi di colore a cui ispirarvi. 

Sono partita da caramelle e giocattoli. Curiosi?

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI IN ROSSO E TURCHESE


SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

Eccolo qui il primo schema: ispirato a delle piccole statuine in colori davvero esplosivi. Rosso e turchese come colori saturi e poi azzurro chiaro, rosa e arancione. Può sembrare uno schema per sole bimbe, ma non è così. Se usate il turchese in maggior parte, automaticamente la stanza prenderà un’aria mascolina. Anche se ci sono accenti di rosso e arancione qui e là. Il mio consiglio (che vale per tutti e tre gli schemi) è di non usare nessuno di questi colori a parete, ma solo negli accessori e nei dettagli. 

Questo perché eviterete di creare stanze sovraccariche di colore e stimoli e perché sarà più facile aggiornare la stanza man mano che il piccolo / a cresce.

Pensate che così la stanza sia troppo anonima? Guardate questa stanza che bella che è. I muri sono una tela bianca e si è intervenuti poi con stampe e trame. Il filo di unione sono proprio i colori.

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

|Image credits: fourcheekymonkeys.com|

SCHEMI DI COLORE IN ROSSO, FUCSIA E AZZURRO

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

Qual è il cibo preferito dei più piccoli? I dolci e le caramelle. E per invitarli a mangiarli i dolciumi di solito si presentano in colori sgargianti a cui è impossibile resistere. Perché quindi non ispirarsi a loro per uno schema colore?

Anche qui ci sono il rosso e l’arancione, ma in tonalità più chiare perché con più presenza di bianco all’interno. E poi fucsia, giallo e azzurro come il cielo d’estate.

Un mix davvero esplosivo per delle camerette uniche nel loro genere!

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

|Image credits: Oh Joy for Nod – ohjoy.blogs.com|

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI IN LILLA E VERDE

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

Ed eccoci qui con l’ultimo schema che forse è anche il più adatto a ragazzi e ragazze già adolescenti. Colori sempre audaci e coraggiosi, ma meno giocosi. Lilla e verde sono un’accoppiata senza tempo, per stanze dal sapore romantico e dal fascino d’altri tempi. Se ve la sentite in questo caso potete usare il lilla per le pareti: è un colore pastello che non fa mancare luce e non appesantisce l’insieme.

Anche in questo caso in base a come decidete di usare i colori, lo schema è perfetto sia per i maschi che per le femmine.

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

|Image credits: Benjamin Moore – Adairs.com|

L’articolo Schemi di colore per bambini anti-noia ed energetici sembra essere il primo su VHD.

Tags: ,

 
 

Come abbinare fantasie diverse nell’interior design

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Colori, Decor

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Una delle cose che ci divertiamo a fare come interior designer è mixare le pattern. Anche se noi lo vediamo come qualcosa di facile e divertente, sappiamo che molte persone non sanno da che parte iniziare. Tu sei tra quelle? Oggi cercheremo di rendere così facile abbinare fantasie diverse nell’interior design che non vedrai l’ora di provarci.

In uno dei nostri ultimi post, ti abbiamo fatto vedere l’arredo di una camera di una ragazza in cui si mixavano più colori e fantasie. Dai vari messaggi e like abbiamo capito che il risultato mix and match è piaciuto molto, dunque è arrivato il momento di dedicare un articolo esclusivamente all’abbinamento delle fantasie.

Innanzitutto, quando mescolare tessuti differenti in una casa? Ad esempio, quando ci si appresta a scegliere i cuscini per il divano, oppure si vuole “vestire” la camera da letto, ma anche arredare con brio la camera dei tuoi figli. L’abbinamento non deve riguardare per forza di cosa i tessuti, ma anche una carta da parati e un tappeto, ad esempio.

Come abbinare fantasie diverse nell'interior design

Il mix&match, peraltro, è una tendenza molto utilizzata nell’arredamento degli ultimi anni. Come ti abbiamo descritto più volte, oggi si tende a preferire una mescolanza di stili e di trend contemporanei in tema di interior design, piuttosto che seguire un filone solo, in modo da spezzare la monotonia e dare personalità alla propria casa. Ecco dunque che si può partire dagli elementi tessili: cuscini, tappeti, plaid, copriletti, tende ecc.

Non sempre, però, le stampe diverse (fiori, righe, quadri, pois) stanno bene vicine l’una all’altra. L’armonia e l’equilibrio è la chiave di tutto. Bisogna porre grande attenzione nell’uso del colore e nel dosaggio dei disegni presenti sul tessuto. Di certo parliamo di abbinamenti che si fanno notare per dare carattere, come avviene nello stile Boho Chic. Se, però il tuo stile è più sobrio, puoi comunque optare per un tono su tono o su sfumature neutre (bianco e nero ecc), come si vede spesso nello stile scandinavo (guarda anche le foto più in basso).

mix-match-bianco-nero

Nella nostra casa ci piace mantenere una palette di colori abbastanza neutra nei mobili, in modo da poterci sbizzarrire con le fodere dei cuscini del divano, che cambiamo quando ne abbiamo voglia. Ma capiamo perfettamente quanto possa essere faticoso mettere insieme anche dei semplici cuscini se si vogliono utilizzare diverse pattern, che si abbinino perfettamente senza sembrare un’accozzaglia confusa.

Se abbinare fantasie diverse può conferire carattere al nostro ambiente, di contro il rischio di sembrare dal gusto a dir poco discutibile è dietro l’angolo.

Avere delle linea guida da seguire è utile e ti dà un buon punto di partenza per aiutarti a ottenere il perfetto mix di pattern. Anche tu puoi mescolare e abbinare le fantasie di tessuto come un professionista, basta seguire alcune piccole, ma semplici regole.

Scopri come abbinare fantasie diverse nell’interior design per un arredamento totalmente unico e ricco di personalità!

Due fantasie

Abbinare stampe completamente differenti tra di loro è sicuramente difficile. Come regola generale, soprattutto se non si è degli esperti, c’è quella di scegliere solo due fantasie con almeno un colore in comune. In questo modo avrai comunque un mix armonioso. I cuscini possono essere gli accessori giusti per sperimentare gli abbinamenti. Certo, scegliere due fantasie su migliaia può sembrare impossibile, ma non con questi pochi passi successivi.

Scegli il principale

Per prima cosa, scegli il tessuto principale. Dovrebbe essere una pattern multicolore che attira l’attenzione, come una fantasia floreale, etnica o grafica con motivo di media/grande dimensione. Deve essere qualcosa che, per fantasia e colori, ti piace veramente, perchè questo sarà il pezzo che servirà come ispirazione.

Seleziona il secondo – attenzione alla scala!

Successivamente, seleziona la seconda fantasia. Per non sbagliare, ti consigliamo di scegliere una fantasia di colori neutri o con un solo colore accento che riprenda uno dei colori del tessuto principale. La scala dovrebbe essere opposta a quella del tessuto principale. Come scala si intende la dimensione del motivo: scala grande o piccola a seconda se il disegno è ampio o minuto. Maxi pattern o micro disegni, insomma.

Facciamo un esempio, se come tessuto principale si sceglie un motivo floreale di grande scala, come secondo tessuto si può abbinare una fantasia geometrica di piccola scala (piccoli pois, righe, rombi…). I disegni geometrici sono generalmente i nostri preferiti per il secondo abbinamento, in quanto sono molto versatili.

mix-match-fiori-righe

In sostanza, uno dei due tessuti deve risaltare sull’altro: il primo dei due avrà i colori e i disegni più evidenti e luminosi, l’altro (anche se in fantasia) sarà un po’ più discreto e neutro.

mix-match-fiori-pois

3 il numero perfetto

Nella decorazione d’interni, i numeri dispari sembrano funzionare meglio. La selezione di tre diversi tipi di tessuto è l’ideale, soprattutto se stiamo parlando di cuscini. Quindi, dopo aver selezionato le due fantasie, aggiungi una tinta unita per legare insieme gli elementi. Ancora una volta, seleziona un colore che è presente nel tessuto principale. In tutto, scegli tre tonalità al massimo, che puoi declinare anche su vari arredi o complementi. Se non si è esperti o se si hanno dei dubbi, mixare fantasie differenti a tessuti di colore neutro è la soluzione migliore per bilanciare il tutto.

Con un po’ di pratica e di sicurezza in più si può osare con una terza o quarta pattern, come in alcuni degli esempi seguenti. Quale preferisci?

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte e info

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte – foto Shanti Broeng

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte e info

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte e info

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte e info

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte e info

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte – foto The Design Chaser

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte e info

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte – rivista Domino

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte e info

abbinare fantasie diverse nell'interior design

Fonte – foto David Brittain

Immagine di apertura: Fonte – foto Mark Scott

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo su Facebook!

Anna e Marco CASE E INTERNI

Tags: ,

 
 

5 Awesome Tips to Make a Small Bedroom Look Attractive

Pubblicato da blog ospite in Colori, Decor, Dettagli Home Decor, Idee
bedroom Ikea

A bedroom is one of the most important rooms in a house. You can attribute this to the fact that you spend more time here resting and sleeping. You get time to rewind your day and make plans. This room has the duty to be calming, soothing and offering a great ambience to the owner.

With the right design, a large bedroom is bound to satisfy you after a hard day. But, what if the bedroom is small? The design tricks discussed below will not only offer you the perfect sleep environment but also an attractive room.

Declutter and remove unnecessary furniture

No one loves getting into a room that has things scattered all over the floor especially after a tough day at work. Often, make up, lotions and books are scattered all over. Always arrange the items neatly on the mirror table or drawers.

For those who have kids, I know scattered toys are inevitable. However, keep the kids toy box in their room and collecting the toys every so often to keep in the box isn’t hard. Additionally, avoid scattering dirty linen all over by keeping your laundry basket nearby.

Make it a habit to make your bed the moment you wake up. This will make your room clean and free of clutter. Place everything in its place. Another thing that makes a small room untidy is too much furniture. If it’s a table that you rarely use, shoe rack or stool moving them out of the room makes it attractive.

The furniture you use in this room shouldn’t be bulky as that will reduce the space. Instead, downsize your bed by an inch and reduce the wood or metal you use to make it. Extra space will beautify your room.

For those master unsuited rooms, consider using flushing toilets that are designed to use limited space. This is because small rooms are bound to have small bathrooms and you don’t want to make it squeezed.



Declutter and remove unnecessary furniture



Increase the lighting

The reason for increasing the lighting is to make the house look bright, attractive and bigger. Go for rooms with bigger windows or make the modern big windows. Large windows allow more natural light into the room, offer it a perfect ambience and gives your room an aesthetic appeal.

The large windows will add color to your room especially if your bedroom overlooks a forest, sea or a city. They can also make nice focal points for your house. Aside from that, they offer the perfect ventilation for your room thus making you comfortable.

Another sassy trick is adding a mirror to the wall that is adjacent to the window. This will bring a nice view to your room while enhancing the lighting. Mirrors are good for dressing but they also create imaginary space by making the room feel big.

When you place the lamps in the right place in your room, the room will appear spacious. Consider increasing the wall lights while making sure you don’t go overboard.



Increase the lighting



The wall paints

Most people believe that using white in a small room is the only option. But this is never the case. Of course, white and other pale colors is the easy way to make a room wider. However, the designers today are saying that the bedroom is your personal space and you can use whichever color you like.

But be creative with darker colors. Using darker colors require an increase in lighting to make it visible. However, using pale colors make your work easier. The colors may range from white, blue hues, cream, shades of green among others. Go for the soft hues.

The wall paint should blend well with the color of the curtains you use. Basically, take a keen interest on your interior design. Remember, soft colors will give you a soothing effect for easy rest and sleep.



the wall paints



Let’s talk of storage

A human being must have things that are vital for their comfortable existence. While most of use love closets we may not have room for them. So, most people opt for a wardrobe but unless they are built in, they may reduce space in your room.

Make multifunctioning furniture. For example, you can have a bed with storage cabins underneath or the bedside drawers. If your bed has no storage cabins then arrange your suitcases neatly under the bed. Moreover, make drawers under your dressing table for more storage.

If you know how to organize your room you may put storage bench or baskets on the foot of your bed. Here you can squeeze your books, clothes or even shoes neatly. Consider the floor to ceiling shelves at the corner of your room.  This will help you keep the books and other items to make the room neat.



Let’s talk of storage



Create a single focal point

Regardless of whether you arrange things and tidy your room, having so many things in the room make it unattractive. The room appears busy and the easy thing is to reduce them. You then use your imagination to create a focal point that draws attention from the size of the room.

You may use a beautiful piece of art on the wall, sometimes people make the large windows their focal point. This is effective if your windows let the outdoors in and the surrounding is a forest, mountain or even the sea.

With proper arrangement, the room will feel comfortable. Other ideas to create the focal point is focusing on artwork, bring arranged flowers in the house or painting one side of the room a different color.



Create a single focal point

Conclusion

Now you know that just because your room is small doesn’t mean you can’t make it attractive.

Making a small bedroom attractive is easy because you only need creativity. There hundreds of ways you can arrange your room to make it appealing. Note that, its challenging to make it attractive but once you decorate it, you won’t live the room in a rush ever.

It’s important to make the bed inviting. Make use of many nicely arranged pillows and straightened bed sheets. Rest assured that this process will not require that you spend tons of money on the process. You only use what you have to make the room attractive and inviting.


Autore Sophie Elise


About The Author

Sophie Elise is a passionate cyclist, author, and blogger. She is very passionate about writing on different types of women’s bikes, accessories, health, fitness and more. She regularly writes on Sportsly.Net

Tags:

 
 




Torna su