Dettagli Home Decor






 
 
 

Ibiza, villa di lusso con piscina a sfioro

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
Can Trull Ibiza

Can Trull  è una villa situata in posizione strategica con una splendida vista sul Mar Mediterraneo. 

Un progetto realizzato da  Blakstad Design Consultants, un prestigioso studio di architettura che opera da oltre 40 anni con la filosofia di combinare tecniche di costruzioni antiche e moderne per rispondere al meglio allo stile di vita contemporaneo.

Can Trull, perfettamente integrata nel paesaggio che la circonda, è scandita da ampi spazi interni che si aprono verso l’esterno.  Le pareti in calce bianca, i soffitti in legno a vista sono un chiaro richiamo alla tradizione mediterranea.

L’arredamento scelto coniuga elementi dal design moderno con particolari elementi dallo stile etnico chic che donano carattere alla casa.

Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Esternamente si sviluppa un elegante cortile, una ampio salone vista mare e una grande piscina a sfioro con zona relax.
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Can Trull Ibiza
Foto: Conrad White


Villa Can Trull dispone di 7 camere da letto ed è dotata di ogni comfort, per affittarla cliccate qui.


Tags:

 
 

Realizzare una zona pranzo in giardino

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Idee per pranzi e cene all'aperto

Con l’arrivo dell’estate, chi ha la fortuna di possedere un giardino può organizzare lo spazio creando una zona attrezzata per pranzi e cene all’aperto.


Per creare un angolo accogliente e funzionale occorre innanzitutto scegliere uno spazio che sia abbastanza vicino alla cucina di casa. Una volta stabilita l’area da utilizzare bisogna pensare alla copertura, all’eventuale pavimentazione, scegliere l’arredamento, l’illuminazione e le decorazioni con piante e fiori,  il tutto scelto in base allo stile che desiderate ricreare.
Lo spazio necessario per realizzare una zona pranzo in giardino deve essere sufficiente per collocare il tavolo da pranzo con le sedie e proporzionato alle dimensioni del vostro giardino.  Per quanto riguarda la copertura si può optare per un gazebo, un pergolato, delle tende ombreggianti oppure delle semplicissime vele
La pavimentazione può essere realizzata con diversi materiali, come il legno, la pietra oppure scegliere un pavimento in PVC effetto legno.
La scelta dell’arredo per creare la zona pranzo in giardino dipende dallo spazio a disposizione. Il design permette di soddisfare ogni esigenza di stile, colori, materiali, forme e dimensioni, così, una volta definita la posizione del tavolo, si potrà scegliere il modello più adatto.

A questo punto è importante aggiungere un punto luce per poter sfruttare lo spazio anche per organizzare piacevoli cene estive. Se l’area pranzo è situata sotto un gazebo l’ideale è appendere una lampada a sospensione che illumini il centro del tavolo, in caso contrario si può valutare una lampada da giardino a piantana con luce indiretta. In entrambi i casi occorre portare un cavo elettrico da casa, ma se non fosse possibile, in commercio si trovano delle interessanti lampade a led da esterno alimentate a batteria e quindi ricaricabili.

Per completare la zona pranzo non possono certamente mancare vasi con piante e fiori utili sia per decorare che per separare l’area dal resto del giardino.

Di seguito alcune immagini da cui prendere ispirazioni per realizzare una zona pranzo in giardino, accogliente e funzionale


Idee per pranzi e cene all'aperto
Idee per pranzi e cene all'aperto
Idee per pranzi e cene all'aperto
Idee per pranzi e cene all'aperto
Idee per pranzi e cene all'aperto
Idee per pranzi e cene all'aperto
immagini via pinterest

Tags:

 
 

Shopping ad Amsterdam: Atelier Sukha

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Visita al noto store Atelier Sukha

In occasione di un recente viaggio nella capitale olandese non potevamo non visitare il notostore dedicato alla casa.


Situato in una zona centrale di Amsterdam, a poca distanza dalla stazione centrale, Atelier Sukha  si distingue per i suoi prodotti decorativi rigorosamente ecofriendly, scanditi da un design semplice e ricercato, dove prevalgono materiali naturali come legno, bamboo, carta, ceramica, cotone e lana, tinte neutre e delicate, texture morbide, in grado di rendere caldo e accogliente ogni ambiente domestico.


All’interno dello store si possono acquistare originalissimi complementi d’arredo, accessori per la tavola e la cucina, originali decorazioni realizzate handmade, saponette e olii per il corpo, oltre ad un ricco assortimento di bellissimi capi d’abbigliamento dal look fresco e di tendenza.


Lo spazio si presenta come un ampio open space total white dal carattere unico, con soluzioni espositive che rispecchiano perfettamente la filosofia del brand.

Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha
Visita al noto store Atelier Sukha

Atelier Sukha

Haarlemmerstraat 110,

1013 EW Amsterdam



Tags: ,

 
 

Ristrutturazione di una villa unifamiliare degli anni ’50

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Casa Buda di Tisselli Studio

Una villa ricevuta in eredità da una cara zia e la volontà di mantenere vivi i ricordi e gli affetti che ad essa lo legano guidano il committente alla scelta di una ristrutturazione che la restituisca a vita nuova, adeguandola alle esigenze della propria famiglia.
Da questa premessa parte il progetto di ristrutturazione realizzato da Tisselli Studio che punta all’espressione di tutte le potenzialità di una bella villa degli anni ’50, ormai invecchiata e sbiadita.


La casa, distribuita su tre livelli e circondata da un ampio giardino, sorge sulle primissime pendici delle colline cesenati, appena fuori dalle mura cittadine in posizione privilegiata.

Esternamente la casa si presenta di un colore distante dall’omogeneità cromatica del vicinato: un grigio carico e caldo, in netto contrasto col candore delle banchine e delle soglie, che scivolando lungo il muro, rivedono le proporzioni di una composizione volumetrica originale complessa, riordinandola e slanciandola. Un riproporzionamento delle volumetrie originali a cui partecipa anche l’elegante disegno del parapetto del piccolo terrazzino angolare, riproposto nelle inferriate sulle aperture del retro.

L’accesso principale all’edificio attraversa un sistema di cancelli in legno fresato e verniciato bianco, che richiamano il disegno del portoncino di ingresso originale, completamente restaurato. Cancelli e portoncino sono i due estremi di un percorso pedonale articolato, una sequenza di gradoni che sfrutta la particolare morfologia precollinare del lotto, fiancheggiati da vasche di verde che emergono dal suolo con altezze e dimensioni differenti: il progetto nega il tradizionale accesso frontale, in asse con l’ingresso, privilegiando una visuale di scorcio, un approccio più graduale, che consenta anche di godere dei colori e dei profumi del giardino.

L’accesso carrabile, necessariamente più lineare, si innesta tra il fabbricato e il muro di contenimento, confine con la proprietà vicina, ingentilito nelle proporzioni da piccole “fresature” verticali opportunamente posizionate e dosate. Muro e vasche ripropongono lo stesso colore della casa, accompagnando così l’avvicinamento.

L’ingresso è al piano rialzato, e si accede con una scala esterna rivestita in pietra, un limestone crema oriente, come le banchine. Si attraversa un ampio porticato, un filtro tra esterno e interno, che nel disegno della pavimentazione in legno e pietra e delle eleganti inferriate in ferro verniciato bianco anticipa il mix di modernismo e contemporaneità che è stato il filo conduttore di tutto il progetto.


Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio

Varcata la soglia si apre lo spazio a tutta altezza dell’androne. Dominano il grande scalone, che collega il piano rialzato al piano primo, e la pavimentazione in rovere a spina di pesce, che corre senza soluzione di continuità attraverso tutti gli ambienti della casa, e prosegue il disegno di posa, attraverso i gradini, al piano superiore.
Il contrasto tra il sapore del passato e il nuovo intervento è subito posto in evidenza dal sinuoso corrimano in cartongesso, laddove tradizione proponeva un tipico parapetto in ferro e legno: la sua linea continua protegge e accompagna lo sguardo, incorniciando ed esaltando la texture del rivestimento in legno della scala.
Attraversando i vari ambienti non mancano continui rimandi al design degli anni ’50, reinterpretato in chiave contemporanea. Conduttori discreti del gioco di richiami sono porte e battiscopa, i cui profili, disegnati e realizzati ad hoc, costantemente presenti in ogni stanza della casa, ripropongono le linee dell’epoca.

Si tratta di presenze rassicuranti, così come le strombature interne delle finestre, strenuamente conservate, o il disegno mite e familiare della nuova cucina, che convivono con episodi più intensi e graffianti. Il nuovo camino del soggiorno, angolare anziché frontale, una scultura oltre il focolare, o le composizioni di arredo dei due bagni al piano superiore, rivendicano e marcano, tra linee spezzate e superfici scomposte, il passaggio generazionale.


Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio
Casa Buda di Tisselli Studio

Tags:

 
 

Oceano, la nuova cappa della collezione E.ion® System di Falmec

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Cappa aspirante da cucina di Falmec

Purezza geometrica, minimalismo e contemporaneità sono le prerogative estetiche di questa cappa, in grado di aspirare lungo tutta la sua struttura, raggiungendo così una superficie molto più ampia di aspirazione. 

Fenomeni naturali come fulmini, cascate e onde marine sono alcuni degli artefici della produzione di ioni atmosferici che, a loro volta, grazie all’azione energizzante e stimolante, consentono una maggiore sensazione di benessere psicofisico. 

Questo processo viene ricreato da Falmec, all’interno degli ambienti domestici, con la collezione di cappe aspiranti E.ion® System che, mediante la ionizzazione bipolare controllata, agisce eliminando i cattivi odori fino al 95% e tutti quegli agenti inquinanti e irritanti rappresentati da batteri, polveri, fumi nocivi, gas di scarico e sostanze chimiche dei prodotti dedicati alla pulizia della casa. 

Di questa innovativa collezione fa parte la nuova cappa Oceano che assicura performance straordinarie sia nella filtrazione degli odori, sia nella sanificazione degli ambienti.



Come tutte le altre soluzioni con tecnologia E.ion® System – Mare, Spring, Zephiro, Marilyn, Lumière, Eolo, Twister, Rubik e Libra – anche Oceano è caratterizzata da un sensore a forma di ‘fogliolina’ – diventato il simbolo ben riconoscibile della collezione – che rileva la presenza di agenti ‘nemici’, dalla formaldeide al fumo di sigaretta.
La ‘fogliolina’ misura la qualità dell’aria domesticaattraverso il cambiamento della colorazione del sensore che, gradualmente, si converte dal giallo al verde, segnalando, così, il ripristino di un ambiente sano e purificato. Il processo di ‘riequilibrio’ avviene in modo automatico: quando la qualità dell’aria peggiora, il sistema di ionizzazione si riattiva da solo.

Non diffondendo l’ozono nell’ambiente domestico, la ionizzazione bipolare controllata assicura una straordinaria purificazione e sanificazione dello spazio, e un significativo miglioramento dell’umore e della concentrazione di chi ‘vive’ la casa. 



Alla tecnologia innovativa, Oceano e tutte le cappe E.ion® System, infine, uniscono un design esclusivo e un sistema che permette una facile installazione poiché non necessita di tubazioni per lo scarico esterno di fumi e odori, né di lavori di muratura.  Questo si traduce in risparmio  energetico e comfort termicoottimale data la mancanza di tubazioni verso l’esterno che causerebbero una dispersione del calore del riscaldamento invernale e dell’aria fresca della climatizzazione estiva. Quello che ne consegue è un migliore impatto estetico e una maggiore versatilità di collocazione all’interno dell’ambiente cucina. 

Tags:

 
 

Come esaltare l’importanza di un parquet flottante

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Progetto di interior design per una casa anni '50

Una cliente dal Lussemburgo si è rivolta a Pillar (ex CoContest) – prima piattaforma al mondo di crowdsourcing per l’architettura e l’interior design che mette in contatto i clienti con oltre cinquantaquattromila professionisti di tutto il mondo –  per rinnovare lo stile della sua villetta. Lo stile attuale è quello di una vecchia costruzione, e la cliente si raccomanda nella stesura del brief di valorizzare questo aspetto.


Progetto di interior design per una casa anni '50

L’architetto Alessandro Rizzo, presenta un progetto sviluppato in chiave moderna ma che rispetta le caratteristiche di un tipico edificio anni ’50.
Gli interventi sono minimi, demolendo infatti poche partizioni si crea un ambiente unico di soggiorno e cucina  creando uno spazio più fluido. La pavimentazione della cucina viene sostituita con lo stesso parquet  del soggiorno in modo favorire l’unione dei due ambienti mantenendo la separazione delle due aree con la realizzazione di due camini, uno in acciaio nella sala da pranzo e uno vetrato tra il soggiorno e la cucina.


Progetto di interior design per una casa anni '50

Anche lo studio di architettura Dom-StudioMilan-Moscow riprende il parquet esistente nella zona living anche nella cucina, ma separa le due zone con una parete attrezzata sospesa dando il tocco di modernità richiesto dalla cliente. Per le pareti inoltre viene suggerita una tonalità beige, tono su tono con il parquet.


Progetto di interior design per una casa anni '50

A vincere il Contest è l’architetto Giovanna Procopio che propone una soluzione aperta unendo tutta la zona giorno dall’ingresso alla cucina, lasciando la possibilità di chiudere le diverse zone con una porta scorrevole, il parquet viene utilizzato in tutte le stanze e la scelta di un arredamento moderno e funzionale garantisce alla cliente la perfetta coabitazione di uno stile moderno dal gusto classico.



Tags:

 
 

IHF Italian Hotels & Friends: Nuova affiliazione con la Casa sull’Albero

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio

IHF – prima rete italiana di hotel indipendenti – presenta il suo nuovo affiliato: La Casa sull’Albero, dimora esclusiva a Malgrate, immersa in un parco con alberi secolari sul lago di Como, dove godere momenti di libertà e riservatezza. Più che un rifugio è un nido di design eco-sostenibile, dove il legno sposa le ampie vetrate e i dettagli moderni e minimaldell’arredamento. 

La Casa sull’Albero è composta da due ville affascinanti e moderne realizzate in vetro e legno, con 12 camere da 20 a 35 mq con incredibili viste panoramiche sul lago e sul parco privato, dove un suggestivo viale la collega direttamente al lungolago ed al suo ristorante, lo storico “Da Giovannino”, che propone una cucina legata al territorio secondo la filosofia Slow Food

La Casa sull’Albero dispone di una particolare sala bar e libreria denominata “Honesty Kitchen”una sala cinema e riunioni, una splendida piscina all’aperto, una palestra attrezzata e un ampio spazio dedicato al wellness. 
Tutti gli ambienti sono caratterizzati da ampie pareti in vetro che consentono di ammirare le bellezze paesaggistiche del lago di Como e del parco secolare, arredato con dei focolari di design e con divani e poltrone da esterni, donando la sensazione tangibile di ritrovarsi immersi nel paesaggio naturale. 

Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio

La natura è il cuore pulsante della Casa sull’Albero: dalle piante secolari del parco, alle montagne che incoronano il paesaggio che la circonda, dal blu del lago, fino ai prodotti a km zero che l’hotel offre ai propri ospiti. Le materie prime vengono selezionate accuratamente dallo Chef e provengono dalle fattorie circostanti del Lago di Como, dalle valli limitrofe e dalla Brianza. Gli ospiti riscoprono così  la natura del territorio, fatto di luoghi suggestivi, naturali e inaspettati.

Molto attenta al turismo ecosostenibile, la Casa sull’Albero mette a disposizione per i propri ospiti delle e-bike per scoprire il territorio circostante e ha da poco installato all’interno della proprietà una colonnina per la ricarica TESLA per autoelettriche. L’hotel ha inoltre un impianto fotovoltaico e solare e utilizza legno di recupero proveniente dai boschi locali per l’arredo dei tavoli, ripiani e rivestimenti. 


Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio
Casa sull'Albero Boutique Hotel a Magreglio

Per maggiori informazioni: www.ihf-hotels.it


Tags:

 
 

Nuove finiture “new metal look” di Tubes

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Tubes presenta le nuove finiture anodizzate

TUBES  presenta  la  nuova  finitura  in  rame  spazzolato  opaco  per  i  modelli  Kubik,  Bath  25,  Smart  e  t.b.t.  e  la  versione  in  Alluminio  Anodizzato  Bronzo  per  Soho  e  Soho  Bathroom  Version,  che  si  aggiunge  alle  precedenti  versioni  anodizzate  argento,  titanio  e  nero  per  gli  stessi  modelli. 

 

Bellezza  e  funzionalità,  alte  prestazioni  unite  a  un  look  sofisticato.  Da  sempre  Tubes  ripone  particolare  attenzione  all’equilibrio  fra  le  alte  performance  funzionali  e  l’aspetto  formale  dei  propri  prodotti,  ormai  in  molti  casi  diventati  nuove  icone  e  protagonisti  dall’indubbio  carisma  estetico  in  ogni  ambiente,  residenziale  o  collettivo.   

L’attenzione  alla  “forma”  si  riscontra  tanto  nel  design,  tanto  nella  “pelle”  dei  caloriferi  Tubes,  ovvero  la  finitura  e  il  colore  che  lo  rendono  perfettamente  inseribile  in  ogni  contesto  abitativo,  andando  a  rispecchiare  perfettamente  il  gusto  del  cliente. 


Tubes presenta le nuove finiture anodizzate

La  customizzazione  del  prodotto  non  solo  spazia  nel  colore  -­  offrendo  al  cliente  più  di  260  varianti  colore  RAL  oltre  a  cromie  speciali  realizzate  ad  hoc  per  le  collezioni  Tubes  –  ma  oggi  riguarda  anche  alcune  particolari  finiture  come  la  nuova  versione  galvanica  in  rame  spazzolato  opaco  da  oggi  disponibile  nei  modelli  Kubik,  Smart,  Bath25  e  t.b.t.  o  quella  in  Alluminio  Anodizzato  Bronzo  ora  disponibile  nei  modelli  Soho  e  Soho  Bathroom  Version  in  aggiunta  alle  versioni  anodizzate  Argento,  Titanio  e  Nero  degli  stessi  modelli. 
Oltre  a  queste  nuove  versioni  si  ricordano  anche  le  altre  finiture  galvaniche  a  catalogo:  cromo  lucido,  nichel  satinato,  nichel  nero,  stagno  lucido,  oro  14K. 


Tubes presenta le nuove finiture anodizzate
Tubes presenta le nuove finiture anodizzate
Tubes presenta le nuove finiture anodizzate
Tubes presenta le nuove finiture anodizzate
Tubes presenta le nuove finiture anodizzate

Ancora  una  volta  Tubes  si  distingue  per  la  forte  componente  innovativa,  tanto  funzionale  quanto  estetica,  dei  suoi  prodotti.  Oggi  il  calore  e  l’alta  performance  scelgono  vestiti  alla  moda  dall’effetto  metal…anche  se  evergreen! 

 

  

Tags:

 
 

Cucinare all’aperto

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina

In giardino, in terrazza o nel pario di casa, cucinare all’aperto è uno dei must dell’estate grazie alle tante soluzioni di design

Con l’estate ormai alle porte aumenta la voglia di trascorrere più tempo all’aria aperta e così anche la cucina si trasferisce “fuori casa” per piacevoli pranzi o cene in compagnia dei nostri amici.

Lasciatevi ispirare da questa selezione di cucine per esterni, barbecue e qualche utile carrello che vi aiuterà ad organizzare un perfetto pranzo all’aperto!


Cucina a Gas con tre fuochi in acciaio inossidabile con struttura verniciata a polveri color antracite. Modello freestanding da esterno, 50x50x80h di Roshults.se come la combinazione della prima immagine.


Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina

Oko è un carrello portavivande in acciaio inox e teak ideato per l’esterno. Disegnato da Vincent Cantaert, Barbara Widingtias e prodotto da Mamagreen. OKO misura 90x50x76h.

Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina

Piastra di cottura a gas GPL da appoggio realizzata in acciaio inox 18/10. Disponibile anche su carrello in due larghezze: cm 60 e 80 di Edilkamin.


Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina
Cucina ad Isola da esterni a gas con grill facilmente installabile costituita da una superficie di lavoro in granito grigio, finitura HPL bianco e ante con chiusura ermetica, di Indian Ocean.


Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina
HELIX, di Fisher Mobil, è un carrello nato per godersi il giardino in puro relax. Helix è caratterizzata da linee pulite della sua struttura in acciaio inox. Minimalismo al più alto livello per eleganza e leggerezza.


Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina
L’idea che sta dietro alla creazione dell’innovativa cucina da esterni firmata Samuele Mazzaaffonda le sue radici nella spiccata attitudine ad una progettualità taylor made e alla ricerca di soluzioni uniche da perseguire e raggiungere senza alcun limite di categoria merceologica. Forme uniche, dettagli preziosi, finiture inusuali, tecnologia all’avanguardia, questi gli ingredienti per una cucina destinata ad aprire la strada a nuove tendenze nell’arredamento outdoor di lusso. Tutte le cucine sono a libera installazione, ogni modulo contiene tutto quanto necessario per renderle estremamente funzionali.

Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina

Il carrello da thè 900 di Artekdisegnato nel 1937 dall’architetto finlandese Alvar Aalto, è caratterizzato da un telaio in legno di betulla laccato naturale. Il piano d’appoggio bordato in betulla è realizzato con piastrelle ceramiche bianche o nere. Il carrello si correda inoltre di cestino in rattan e ruote in MDF laccato bianco e profilate con anelli di gomma nera. 


Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina
Bob Grillson è un barbecue a pellet in acciaio inox sabbiato e lamiera zincata verniciata a polvere. Programmabile tramite App da smartphone è autopulente. Dimensionicm 134×53,5x118h di Puntode.it


Cucine per esterno, barbecue e carrelli da cucina

Q-Cina è una cucina mobile ispirata al mondo dello street-food, alla bancarella, alle postazioni auto costruite, riproponendone in chiave contemporanea le funzioni proprie del cucinare all’aperto. Q-Cina è interamente realizzata in tubolari di ferro verniciati, il piano di lavoro è costituito da un top in legno di okoumè forato per accogliere la vaschetta in acciaio. Il piano di appoggio inferiore è realizzato in tubolare in acciaio. Un modulo con piano in acciaio inox accoglie la zona della cottura. Una barra porta utensili, due top amovibili e un tagliere circolare in legno aumentano la versatilità e funzionalità. Di Officine Tamborrino

Per altre idee e soluzioni per cucinare all’aperto leggi “Cucine da esterno



Tags:

 
 

Il sapiente recupero della Masseria “Le Edicole”

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana

Completamente reinterpretata dall’architetto Arturo Montanelli, che con il suo progetto ha trasformato l’edificio in un’unica dimora, la masseria ha mantenuto la sua natura rustica e semplice, divenendo al contempo un laboratorio d’arte.


Situata in uno degli scenari più suggestivi della Sicilia, la Masseria “Le edicole” è immersa in un paesaggio tipicamente mediterraneo dell’altopiano ibleo, Ragusa.
L’edificio è stato sottoposto ad un accurato intervento di restauro volto al recupero conservativo e alla sua valorizzazione
In corso d’opera sono stati eseguiti lavori di consolidamento delle strutture, di ripristino delle tessiture murarie, di pulitura e levigatura di tutte quelle parti che manifestavano patine biologiche e degrado superficiale, inoltre sono state integrate alla casa nuove parti, realizzate con materiali come il corten, l’acciaio e il legno. 
Un progetto dove la materia è l’elemento dominante.


Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Fotografo Mads Mogensen

Tags:

 
 




Torna su