Dettagli Home Decor






 
 
 

Ti serve un aiuto in casa? E’ facile basta un click

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Trova online i professionisti della casa in tutta Italia

Quante volte abbiamo bisogno di un aiuto in casa e non sappiamo a chi rivolgerci?

Dal rubinetto che gocciola all’interruttore della luce che non funziona più, la sostituzione di una tegola del tetto oppure un guasto alla lavatrice, gli inconvenienti che si possono presentare sono tanti e occorre l’intervento di una persona esperta.

Oltre a questo dobbiamo inoltre considerare i normali interventi di manutenzione ordinaria che necessita ogni casa, ad esempio la riparazione e sostituzione di serramenti, sanitari, il rifacimento di pavimenti, interventi sugli impianti; l’installazione di grate o inferiate alle finestre, la riparazione di ringhiere e recinzioni, linstallazione di tende da sole o zanzariere e tanto altro.

Insomma, se non abbiamo una persona di fiducia in grado di aiutarci, cercare di affrontare tutto ciò da soli può risultare decisamente stressante e oneroso, per questo è sempre meglio avvalersi dell’aiuto di un professionista.

Ma come trovare un valido idraulico, elettricista, fabbro o qualsiasi altro tecnico? 

E’ facile, oggi grazie al web, siamo in grado di trovare un aiuto in casa in pochi click.  


Trova online i professionisti della casa in tutta Italia

Il web è un’ottima risorsa per trovare quello che si serve, ma per avere la certezza di trovare un’azienda seria, competente e affidabile, è importante consultare le piattaforme online specializzate nel mettere in contatto gli utenti con i professionisti dei vari settori.

Ad esempio, su www.unaiutoincasa.com  è disponibile un database con tanti contatti di aziende, artigiani, tecnici specializzati, negozi dedicati alla vendita e riparazione di elettrodomestici, negozi di arredamento e molto altro, selezionati in tutta Italia

La ricerca è facile e veloce, basta inserire il tipo di intervento che ci serve, inserire la città o il paese e in pochi secondi si apre una schermata contenente nomi, indirizzi, recapiti telefonici, profilo aziendale, orari di apertura.

Una volta individuata l’azienda oppure il tecnico che fa al caso nostro, possiamo decidere se contattarli telefonicamente oppure tramite mail. Per farlo è sufficiente cliccare su CONTATTA, indicare il nostro nome, l’indirizzo mail e si potrà così inviare una richiesta specifica, richiedere il preventivo su ciò che vogliamo riparare o qualsiasi altra informazione.

Prima di affrontare qualsiasi riparazione o lavoro dentro e fuori casa, per evitare spiacevoli sorprese, è buona norma chiedere anticipatamente un preventivo chiaro e dettagliato su quella che è la spesa che dobbiamo affrontare e conoscere esattamente la durata dell’intervento.  Anche nel caso di una semplice riparazione, ad esempio un piccolo elettrodomestico, conviene sempre richiedere il preventivo perché in molti casi può risultare meno oneroso sostituire l’oggetto anziché ripararlo.

Trova online i professionisti della casa in tutta Italia

Sul portale sono inoltre disponibili contatti di agenzie immobiliari per chi è alla ricerca di una casa da comprare, imprese edili per chi deve ristrutturare casa, ditte di traslochi, molti negozi di arredamento, anche con proposte su misura.

Finalmente è facile trovare un aiuto per la nostra casa, www.unaiutoincasa.com!



 
 

La luce naturale in casa

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Guida alla scelta degli infissi di casa

Nel nostro Paese abbiamo la fortuna di avere circa 2.600 ore di sole all’anno, una media di 7 ore al giorno: perché non sfruttarle e illuminare la tua casa? Per questo, prediligere la luce naturale a quella artificiale è molto importante per il nostro benessere: il sole, infatti, ha un ottimo impatto sia sulla nostra salute che sul nostro umore.


Guida alla scelta degli infissi di casa

Oltre ad essere importante per il nostro benessere, la luce naturale ci permette di risparmiare energia e valorizzare gli ambienti interni della casa, specialmente se si hanno mobili e accessori di colore chiaro. Se ti stai chiedendo come favorire l’ingresso del sole all’interno delle tue camere, la risposta è semplice: con l’uso di infissi!


Posizionando in modo strategico le finestre, potrai godere della luce del sole tutto il giorno. Più grandi sono, più luce avrai: proprio per questo motivo, la tipologia ideale è la finestra scorrevole.

Guida alla scelta degli infissi di casa
Le finestre scorrevoli possono illuminare un’intera stanza: sono una tipologia di infissi molto elegante e permettono l’entrata di molta luce all’interno della casa. Inoltre, nonostante la pulizia delle sue vetrate sia impegnativa, portano notevoli vantaggi:


  • sono maneggevoli, stabili e sicure;

  • richiedono poca manutenzione;

  • non ingombrano l’interno dell’abitazione;

  • connettono gli spazi interni della casa con quelli esterni.

Hai anche la possibilità di scegliere tra diversi materiali per le tue finestre:


  • il pvc;

  • il legno;

  • l’alluminio.

Il primo materiale non necessita di particolari attenzioni ed è disponibile in vari colori che lo rendono un prodotto molto versatile. Le finestre scorrevoli in legno, invece, danno un senso di raffinatezza e accoglienza, mentre quelle in alluminio donano uno stile più moderno alla casa. Esistono anche finestre senza telaio: così la superficie di vetro aumenta, permettendo quindi una maggiore esposizione alla luce.


Guida alla scelta degli infissi di casa

Ecco alcuni consigli per sfruttare al meglio la luce:


  • orienta le stanze in base al movimento del sole: in generale è meglio avere una casa orientata a sud perché l’esposizione a nord si traduce in poco sole durante l’inverno e relativa dispersione termica. In particolare, è preferibile orientare la zona giorno, come cucine e salotti, a sud, in modo tale che siano illuminate durante le ore diurne. L’area notte della casa, invece, andrebbe posizionata a nord-est per poter godere della luce del sole da metà mattina fino al tramonto;

  • scegli il colore adatto alle pareti di ogni stanza: nella zona giorno devi preferire tonalità molto chiare e fredde come il bianco o il verde chiaro, mentre nella zona notte, i colori naturali, come il beige o l’azzurro, perché danno un senso di maggiore relax;

  • utilizza finestre interne: per illuminare ambienti che non possiedono infissi, ad esempio in un bagno, puoi usare delle lastre di vetro nella parte alta dei muri per far si che la luce arrivi dalle stanze adiacenti.

Con questi piccoli accorgimenti potrai godere della luce del sole tutto l’anno e avere una casa illuminata e accogliente!


 
 

Progettare una villa con patio

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Progetto di una villa di nuova costruzione

Chi decide di costruire una villa da zero, lo fa per progettare fin da subito gli spazi in base ai propri gusti e desideri, anziché adattare le proprie abitudini ad una immobile già esistente comprata da terzi.

Per questo motivo un cliente di Pillar, la piattaforma internazionale che ospita concorsi di progettazione architettonica ed interior design per clienti privati, ha deciso di far progettare la sua nuova villa chiedendo ai designer di progettare un patio vivibile in tutte le stagioni.

Il miglior progetto è stato realizzato da Massimo Busnelli

Progetto di una villa di nuova costruzione

Il progetto proposto prevede una casa che si sviluppa su tre livelli:
un ampio piano terra con una grande zona giorno living, pranzo, cucina, camino, ingresso) rivolta a sud e una zona notte composta da tre camere da letto (una di queste matrimoniale con cabina armadio e bagno dedicato); completano il layout un bagno per la zona giorno ed un ripostiglio. La zona giorno è caratterizzata da generose vetrate scorrevoli che permettono alla zona living e alla cucina di collegarsi al portico esterno e alla piscina all’aperto.

Un altro progetto di rilievo è stato realizzato da Emilio Bruno 

Progetto di una villa di nuova costruzione
Per l’esterno seguendo le indicazioni del cliente, si è scelto uno stile sobrio, considerando il contesto in cui si trova la casa, e parte della casa è stata ricoperta in geo-pietra.
La prima operazione fatta è stata quella di collocare le zone della casa in base ai criteri del soleggiamento orientando la zona notte verso EST e la zona giorno verso SUD. Le due parti funzionali sono state divise da una terza parte quella centrale, destinata all’ingresso alla villa ed all’alloggiamento delle scale.

Il piano terra è formato da una zona giorno, molto spaziosa e rivolta a sud con accesso diretto al portico che da cui si potrà godere della vista sulla zona della piscina. La stanza riceve la luce attraverso grandi vetrate con vetri a triplo strato termoisolanti e basso emissivi, che aprendosi completamente in estate, potranno trasformarla assieme al portico, in un unico grande ambiente. 


Un altro progetto da segnalare è quello di Feliciano Luna
Progetto di una villa di nuova costruzione
La villa è stata pensata con un ampio soggiorno a doppia altezza, coperto con tetto in legno a vista, rivolto a sud, con affaccio diretto verso il giardino e la piscina; ampie vetrate consentono la sua continuità spaziale con le aree esterne, mediata dalla presenza del portico. Il giardino e la piscina costituiscono il “sistema esterno” opposto a quello interno dell’abitazione; il suo perimetro ripropone la sagoma di inviluppo del fabbricato principale costituendone la parte “antagonista”.


Progetto di una villa di nuova costruzione


 
 

Relax all’aperto nel segno dello stile nordico

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Arredare giardini e terrazze in stile nordico

In giardino o in terrazza, con le giuste scelte d’arredo è possibile ricreare la deliziosa atmosfera nordica per piacevoli momenti di relax all’aperto tutti da condividere.

Lo stile nordico, che riunisce differenti stili di arredamento dei paesi del nord Europa, va dal minimalismo svedese al bianco e nero tipico della Finlandia, fino al più romantico stile danese contraddistinto dalle tinte pastello.
La miscela di minimalismo e funzionalità rende questo stile così unico ed apprezzato, tanto da essere diventato una tendenza ormai affermata da tempo anche in Italia.


Grazie alla semplicità del design nordico, ai materiali naturali e ai colori soft, lo stile nordico è in grado di creare spazi accoglienti e originali ma per farlo occorre tenere presente quelli che sono gli elementi dominanti di questo stile.
La scelta degli elementi d’arredo e dei materiali più idonei per ricreare l’atmosfera nordica dipende dal proprio gusto e dalle esigenze ma potete optare per soluzioni d’arredo in legno, bambù, oppure in ferro così come scegliere arredi in vimini o rattan.  
Se lo spazio lo permette non dovrà mancare un pergolato, perfetto per ombreggiare la zona attrezzata con tavolo e sedie, inoltre, se amate organizzare spesso pranzi e cene in compagnia di amici e familiari, inserite anche un comodo e pratico barbecue.
L’area dedicata al relax può essere organizzata come un vero e proprio living outdoor, con divano, poltrone, tavolini ed eventualmente anche dei comodi lettini.

Per creare un’atmosfera accogliente anche durante le ore serali, non dimenticate l’illuminazione magari optando per delle ghirlande luminose, delle lanterne di carta o delle semplicissime torce da giardino.
Piante e fiori, naturalmente sono un elemento indispensabile, posizionatele a terra o appese, inoltre, nella zona dedicata alla cucina e al pranzo aggiungete qualche vasetto con delle profumate erbe aromatiche.

Di seguito alcune idee da cui prendere spunti per arredare giardini e terrazze  in stile nordico, con diverse soluzioni da realizzare fai da te che vi faranno risparmiare!
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
Arredare giardini e terrazze in stile nordico
immagini via vtwonen


 
 

Ristrutturare una casa per renderla antisismica? Si può grazie all’intervento di un professionista

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Ristrutturazione antisismica

Il 60% del patrimonio edilizio in Italia è stato realizzato senza adottare norme antisismiche specifiche.

La novità più rilevante in fatto di norme antisismiche è infatti entrata in vigore in seguito alla Legge del 1974,la stessa che ha introdotto l’obbligo di costruire seguendo tutta una serie di norme tecniche per la costruzione di abitazioni in aree sismiche.


La stragrande maggioranza del patrimonio edilizio italiano necessita d’un impegno economico pubblico e privato per essere messo a norma, e fruire della giusta sicurezza e stabilità.

Ridurre il rischio è possibile investendo risorse.


“Bene fa lo Stato a continuare a supportare con incentivi e detrazioni fiscali le opere antisismiche, ma purtroppo non basta – sottolinea Paolo Spagna, Consigliere Nazionale dei Geologi e Vice Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi -.


La parola chiave è prevenzione

La strada maestra è e rimane la prevenzione. Riduce fino al 10% i costi generali e limita il rischio di perdite umane tra i 22 milioni di persone che vivono in zone ad elevato rischio sismico”. 


In base ai dati resi noti dal Consiglio Nazionale dei Geologi la mancata prevenzione del rischio sismico, dal dopoguerra ad oggi, è costata all’Italia circa 200 miliardi di euro e un numero notevole di vittime. 
Costi alla mano per mettere in sicurezza il patrimonio abitativo italiano da eventi sismici si prevede un investimento totale di circa 93 milioni di euro.

La parola chiave è prevenzione e rendere antisismico un edificio è possibile. Non è strettamente necessario demolire per ricostruire, ma è possibile andare a compiere modifiche strutturali, in grado di rinforzare, ma soprattutto regalare all’edificio il giusto grado di ‘dinamicità’ per sopportare le scosse sismiche.


Ristrutturare grazie all’intervento di professionisti accreditati
Prima di effettuare un qualsiasi intervento su un’abitazione già esistente devono essere effettuati controlli ed esami preliminari, avvalendosi della professionalità di un esperto.


Il primo passo consiste nella sistemazione di tiranti per fissare le pareti di una casa da un angolo all’altro. La messa in opera di tubi di metallo per bloccare i muri consente di rendere la struttura più solida. L’intervento deve tenere nella giusta considerazione anche l’estetica della casa, per questo i tiranti dovranno essere nascosti dall’intonaco per abbellire la struttura. 

Le pareti possono essere rafforzate dalla sistemazione di reti elettrosaldate, mentre gli intonaci possono subire la giusta modifica utilizzando materiali all’avanguardia e decisamente più resistenti a base di calce. 

Ristrutturazione casa antisismica

La parte più a rischio dei vecchi edifici è rappresentata dall’area del solaio, per questo è bene intervenire sistemando tiranti in acciaio, che consentono di migliorare di gran lunga il collegamento  fra le pareti.

La struttura può essere rinforzata sistemando pilastri in intonaco armato, in grado di dare sostegno e fungere da ‘elementi assorbenti’ nel caso di vibrazioni.

E’ importante intervenire anche sulle fondamenta, iniettando all’occorrenza materiale stabilizzante.

Quando si interviene su un edificio a più piani è importante farlo in maniera globale. E’ infatti riduttivo limitarsi a mettere in sicurezza un singolo appartamento.

Valutare caratteristiche antisismiche all’atto di acquisto di una casa
All’atto di acquisto di una casa è importante ottenere tutte le informazioni sulla stessa per capire se la costruzione vanta caratteristiche antisismiche.

Come per le aree interne di un edificio è importante, dopo un certo numero di anni, eseguire controlli agli elementi strutturali, soprattutto per controllare che nel tempo non siano intervenute modifiche di rilievo.

Alcuni segnali di difficoltà si possono intravvedere facilmente come le crepe lungo gli intonaci nel caso in cui risultino evidenti ed abbbiano intaccato tutto lo spessore del muro. Un altro segno di sofferenza è la presenza di distacchi fra solai e muri.

Considerando i costi di un intervento per mettere a norma sismica un’abitazione una prima stima considera un costo che ammonta a circa  200-300 euro/mq.

Una ‘polizza terremoto’ per tutela l’abitazione
Sempre più persone scelgono di proteggere la propria abitazione anche dai rischi sismici e per questo sottoscrivono ‘polizze terremoto’.

La copertura sismica di solito è parte integrante delle ‘polizze casa‘.


Ristrutturazione casa antisismica
Le polizze anti-sisma sono studiate per aiutare il sottoscrittore ad affrontare gli eventuali disagi che possono derivare da un evento come il terremoto.

Di norma le polizze offrono un contributo per coprire le spese di ripristino della casacolpita da un sisma. La percentuale del rimborso è stabilita all’atto della sottoscrizione della polizza e può coprire spese per demolizione, sgombero, smaltimento macerie, trasporto al pari di spese per pernottare in albergo nel caso in cui la casa risulti inagibile.

L’assicurazione contro il terremoto, così come quella per le calamità naturali non rientra nella categoria delle polizze obbligatorie.


 
 

Il vero MASTER YACHT a Milano

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
ISAD Master in Yacht Design

ISAD – Istituto Superiore di Architettura e Design di Milano  conferma  per l’ anno  2017/2018 il suo Master di primo livello in Yacht Design.


Il Master in Yacht Design è un corso annuale accreditato da E.A.B.H.E.S. (European Accreditation Board Of Higher Education Schools) che dà la possibilità, a chi lo frequenta, di acquisire 60 crediti europei. Il corso è aperto a tutti i laureati in design, ingegneria ed architettura. Il suo scopo è di formare la figura del progettista nautico a 360°.

I temi che sono trattati, durante le lezioni, variano dal disegno navale alla progettazionedelle varie tipologie di imbarcazioni, toccando così tutti i punti indispensabili per i futuri yacht designer. Il Master fornisce ai professionisti un background che guiderà, attraverso la pratica a progettare autonomamente.

Sono aperte le iscrizioni al corso che inizierà a novembre 2017; ISAD con oltre 35 anni di esperienza non vede l‘ora di creare nuovi designer per un mercato in espansione sia a livello italiano che internazionale. 


ISAD Master in Yacht Design

Per maggiori informazioni e iscrizioni:

ISADIstituto Superiore di Architettura e Design

Via Balduccio da Pisa 16, 20139 Milano

02 55210700 – www.isad.itisad@isad.it



 
 

Letti giapponesi: caratteristiche e vantaggi

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Letti, futon e tatami per dormire in stile giapponese

Tutti sappiamo quanto dormire bene sia fondamentale per la salute. Un riposo profondo e indisturbato ci aiuta a ricaricarci per poter affrontare al meglio i mille impegni della giornata. Ciò che più influenza la qualità del sonno sono naturalmente il letto e il materasso. Dunque è importante sceglierli con attenzione. 

Per molti l’acquisto del letto e del materasso può rappresentare una vera e propria impresa! È facile confondersi nella miriade di possibilità che offre il mercato: letti con reti fisse o motorizzate, a doghe o a molle, le diverse dimensioni, altezze e tipologie, materassi in memory, in lattice, con molle libere o, come va di moda adesso, insacchettate. 

Orientarsi nel vasto mondo del letto diventa difficile, non è sempre facile valutare se un prodotto è realmente valido e in grado di portare benefici alla nostra salute.

Per gli amanti dello stile orientale, in questo articolo vogliamo parlarvi dei vantaggi nello scegliere di acquistare un tradizionale letto giapponese completo di tatami e futon.

In Giappone si è soliti dormire su un materasso futon con imbottitura in puro cotone (o lana per i più benestanti) poggiato direttamente a terra sopra un pavimento di tatami, delle spesse stuoie in paglia di riso intrecciata. Le tradizionali case giapponesi sono per lo più abitazioni molto piccole con stanze destinate a più funzioni. Molto spesso, infatti, la stanza dedicata al riposo notturno di giorno viene utilizzata per altri scopi: di notte i futon vengono srotolati a terra per dormire e, al risveglio vengono arrotolati e riposti in capienti armadi per liberare la stanza per le consuete attività giornaliere. 
Naturalmente da noi le abitudini sono completamente diverse, così abbiamo adattato lo stile giapponese alle nostre esigenze, collocando tatami e futon in una struttura letto leggermente rialzata da terra. Ma quali sono i vantaggi di un letto giapponese?

Il materasso futon dona molto sostegno al corpo

Letti, futon e tatami per dormire in stile giapponese
Il tradizionale materasso giapponese è composto da composto da un’imbottitura di puro cotone naturale a strati. Si tratta di un materasso piuttosto rigido che permette di mantenere una corretta postura durante la notte per un riposo salutare. L’imbottitura fitta e compatta dei futon previene infatti l’infossamento del corpo ed evita che si crei una pressione eccessiva sulle vertebre, le spalle e il bacino.
Per alcuni il classico futon giapponese può risultare un pò troppo duro, ecco perchè sono state sviluppate soluzioni innovative che contengono strati di lattice o memory foam a base di sostanze naturali come la soia o l’aloe. 
Grazie a questi accorgimenti il moderno materasso futon risulta così più morbido e confortevole, si adatta meglio al nostro corpo garantendo un sonno profondo e il massimo riposo. Inoltre, essendo di origine vegetale, il cotone non contiene grassi animali che favoriscono la presenza di acari e batteri mentre il lattice è noto per avere un ‘attività germicida, battericida e funghicida, caratteristiche fondamentali per avere un prodotto altamente igenico.

Un buon sito dove trovare il materasso futon che meglio si adatta alle proprie esigenze è Arpel Arredamenti NaturaliSpecializzato nella vendita di arredamenti in stile giapponese, Arpel propone una vasta gamma di futon in puro cotone o lana vergine, ma anche futon con imbottiture di cotone e lattice o fibra di cocco. 

Il tatami aiuta a rilassare corpo e mente

Sebbene siano in molti a lasciarsi affascinare dallo splendido intreccio di paglia del tatami giapponese, non tutti ne conoscono i benefici.

Letti, futon e tatami per dormire in stile giapponese
La paglia organica di riso e giunco di cui sono fatti i tatami emana un gradevole profumo naturale che ci avvolge con dolcezza e rilassa la mente. Tra gli strati di paglia e giunco c’è dell’aria, isolata all’interno del tatami, che non è influenzata dalla temperatura esterna. Per questo motivo un tatami risultafresco d’estate e caldo durante l’inverno. Il tatami contribuisce a creare un ambiente di vita sano, purifica l’aria e mitiga il clima degli ambienti abitati. Grazie alla loro moderata elasticità, i tatami sono la base d’appoggio perfetta per i materassi al posto delle classiche doghe.
I tatami sono molto resistenti all’usura e hanno lunga durata. Per la loro manutenzione si consigli a l’uso dell’aspirapolvere e di un panno leggermente umido.


I letti giapponesi sono completamente naturali e privi di sostanze nocive 

Letti, futon e tatami per dormire in stile giapponese

Un vero letto giapponese è costruito in legno naturale senza l’impiego di viti o colle in quanto assemblato attraverso uno speciale sistema di giuntura ad incastro del legno. Prima ancora dell’invenzione delle viti infatti, i giapponesi hanno sviluppato tecniche per unire il legno con sistemi di incastro molto avanzate ed intricate. Ogni artigiano custodiva gelosamente le proprie tecniche elaborate nel tempo e si tramandavano solo all’interno della propria famiglia. Grazie a questa tecnica si realizzano dei letti molto robusti e l’assenza di viti o altre parti metalliche ci permette di migliorare la qualità del sonno.


Letti, futon e tatami per dormire in stile giapponese

I letti giapponesi sono inoltre privi di qualsiasi tipo di sostanza nociva in quanto realizzati in legno naturale non trattato, oppure finito con sostanze ecologiche come l’olio, la cera o impregnanti naturali a base d’acqua che proteggono il legno senza coprire completamente la sua venatura e profumo.
Scegliendo un letto giapponese creerete dunque un vero e proprio angolo zen nella vostra casa, in grado di favorire il benessere psicofisico


 
 

Bianco, blu e terracotta per una villa a picco sul mare

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare

‘… sospesa tra cielo e mare …‘ è la definizione utilizzata dai Committenti per ritrarre la bellezza della casa di recente acquistata al Monte Argentario. Una definizione che ha ispirato il lay-out del progetto, eseguito con passione e divertimento dall’architetto Filippo Bombace, nel tentativo di riflettere i sapori del paesaggio circostante anche all’interno dell’abitazione.

L’abitazione rispetta infatti tutti i dettami che da secoli ispirano l’architettura della nostra penisola, dalla palette cromatica al ritmo delle finestre, mai troppo ampie per impedire che il calore del sole penetri negli ambienti interni, sino alle decorazioni in ceramica e alla scelta di un arredo funzionale ed essenziale, che non lascia spazio al superfluo.  
Ne è un esempio il soggiorno, concepito come un ambiente fluido: il lungo tavolo da pranzo, un divano e pochi altri complementi sono gli unici elementi di questa stanza, sulla quale si affaccia anche la cucina, realizzata da Abimis, per offrire la massima convivialità. Un’apertura nella parete crea infatti un’elegante continuità tra i due spazi e la possibilità di vedere, anche mentre si cucina, il paesaggio dominato dai pini marittimi che si spingono fino a toccare la costa. Il profilo inferiore dell’apertura tra i due ambienti è un piano in acciaio a sbalzo, che diventa un pratico snack; quello superiore, identico, contiene invece la cappa aspirante, segnata da un sottile ritaglio all’interno del profilo in metallo. 
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare

Nel concept di Filippo Bombace la cucina segue infatti, secondo una forma a L, le irregolarità del perimetro della villa grazie alla sua completa customizzazione: la profondità e la larghezza dei moduli sono dimensionati in base alle esigenze del locale e sui principi di funzionalità ed ergonomia, ispirati agli impianti di ristorazione professionale. La loro composizione in acciaio AISI 304, materiale biologicamente neutro che assicura elevate performance in termini di resistenza e igiene, traccia inoltre un’immagine pulita, accentuata dall’assenza di maniglie e dalla bordatura che conclude con accuratezza le basi.
Le ante sono squadrate, le gole, sottili, infondono ancora maggiore personalità alla cucina che, grazie alla lucentezza della materia e alla sua finitura orbitata a mano, riflette i disegni delle piastrelle e le loro nuance di blu.  


Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare

Particolarimotivi geometrici, ispirati alle varianti formali e cromatiche dei rivestimenti ceramici, disegnano un po’ tutta la casa frazionando pareti e soffitti, spartiti ora secondo triangoli, rombi, rettangoli, semicerchi, ecc. una sorta di installazione artistica che trova forse proprio nel corridoio, il locale solitamente più funzionale, di semplice transito, il momento più alto.

Arredi e complementi in legno di noce canaletto e caratterizzati ancora dall’utilizzo di tessuti sulle varianti cromatiche del turchese completano l’ambientazione, vintage e marina quanto serve per dare comunque freschezza all’atmosfera generale. 

Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare

Nella zona notte lo stesso mix di colori, sempre giocato tra il turchese e il blu più profondo del mare, disegna i diversi campi generati dalle falde, dalle travi e dai soppalchi esistenti, mentre i due bagni trovano nuovi allestimenti ancora incentrati sulla gamma cromatica già ritratta e sul contrasto tra le ultime novità di prodotto messe a disposizione dal mercato attuale con elementi realizzati artigianalmente.

Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare
Il progetto di ristrutturazione di una villa al mare
fotografie di Luigi Filetici


 
 

8 modi ecologici per pulire la casa

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
guida alla pulizia ecologica della casa

I detersivi industriali, anche se efficaci, sono costosi e possono creare problemi di allergie, asma, irritazioni. Inoltre vanno sempre usti cin parsimonia perché i tensioattivi che contengono sono molto inquinanti per mari, laghi e fiumi e gli animali che ci vivono.


In questa utile guida scoprirai otto modi assolutamente ecologici ed ecocompatibili per pulire la casa, spendendo davvero poco. Oltre agli ingredienti naturali, ti consigliamo di utilizzare panni in microfibra da lavare in lavatrice per riutilizzarli e non quelli usa e getta, poiché contengono saponi chimici e detersi

1.    Le mille virtù del bicarbonato
Il bicarbonato in polvere, usato puro oppure sciolto in acqua calda per lavare e a terra o diluito su di una spugnetta, è uno dei rimedi ecologici e convenienti per pulire e far brillare tutte le superfici della casa. In particolare, il bicarbonato toglie le macchie di calcare dai piani di acciaio, quindi ad esempio lavello e fornelli, sgrassa il forno e il frigorifero. Per il grasso più ostinato, si diluisce con acqua e aceto e si lascia agire per qualche ora.


2.    Il potere anticalcare dell’aceto di vino bianco
L’aceto è il rimedio ideale per togliere il calcare da stoviglie, rubinetterie del bagno e sanitari, acciaio. Come anticalcare si versa puro e si lascia agire per circa venti muniti prima di risciacquare. È ottimo anche come sgrassante per pulire a fondo il piano di cottura e tutta la cucina. Per pulire il forno tradizionale e il forno a microonde in modo naturale, basta accendere il forno e inserire una teglia con mezzo litro di aceto. Dopo meno di mezz’ora potrai risciacquare con un panno tutto il grasso sciolto. Se vuoi dare la cera al tuo parquet, puoi realizzare una cera naturale miscelando in parti uguali aceto di vino e olio d’oliva.


guida alla pulizia ecologica della casa

3.    Il limone, disinfettante naturale
Il limone, spremuto in succo, è ottimo per pulire e disinfettare vetri e superfici di plastica. Sui vetri si diluisce con un po’ di acqua e si può passare con la carte di giornale, che è un rimedio economico e ottimo per pulire i vetri senza lasciare aloni.


4.    Il sale grosso
Una bella manciata di sale grosso assorbe macchie e odori da pentole, caffettiere, e se diluito nell’acqua per lavare a terra, è anche un ottimo disinfettante.

guida alla pulizia ecologica della casa

5.    Gli oli essenziali
Per lavare i pavimenti e lasciarli puliti e soprattutto profumati in modo naturale, è sufficiente aggiungere 4 o 5 gocce di olio essenziale di lavanda o di tea tree all’acqua calda per lavare: gli oli essenziali puliscono in modo naturale e lasciano un fresco profumo. Gli oli essenziali sono ideali in realtà per pulire tutta la casa. La lavanda in particolare è ottima per tutte le superfici, diluita in 10 gocce in una bacinelle con acqua tiepida e aceto di vino o di mele.
6.    Il potere naturale del vapore
Per rimuovere grasso e incrostazioni, ma anche per la pulizia quotidiana di tutta la casa, è utile la forza del vapore, quindi si consiglia di acquistare un elettrodomestico a vapore: rimuove la sporcizia senza bisogno di aggiungere sapone o detersivi.


guida alla pulizia ecologica della casa
7.    Il sapone naturale
Nei punti vendita specializzati e nelle erboristerie puoi acquistare il sapone naturale, come il sapone di Marsiglia, che si trova in polvere o solido, è composto soltanto da ingredienti di origine vegetale. È sicuro e ideale per pulire tutte le superfici, anche quelle più delicate come legno o porcellana, e per pretrattare i tessuti prima di metterli in lavatrice: basta strofinarlo sulle macchie. Per pulire tutta la casa, si diluisce in acqua calda e si passa con uno straccio.

8.    La cipolla, lucidante naturale
Lo sapevi che la cipolla pulisce e lucida perfettamente l’oro che si è opacizzato? Basta strofinarla sugli oggetti, come cornici e gioielli.


Crea i tuoi flaconi personalizzati per conservare i saponi ecologici o per un regalo originale

guida alla pulizia ecologica della casa
Conserva i tuoi prodotti ecologici per pulire la casa in scatole e flaconi personalizzati: lo sai che esistono dei siti sui cui puoi acquistare etichette e nastrini in tessuto personalizzate? Puoi anche pensare a delle simpatiche confezioni regalo, come una confezione di sapone di Marsiglia fatta in casa e personalizzare in modo creativo e assolutamente unico con la scritta che desideri.


Tags:

 
 

Ibiza, una piccola casa vacanza all’insegna del design

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors
The little house in the campo, Ibiza

Dove un tempo sorgeva una finca costruita 200 anni fa, oggi c’è una piccola casa di soli 45 mq, chiamata The little house in the campo, il cui progetto è stato realizzato dai designer e proprietari di Ibiza Interiors insieme al team di architetti di StandardStudio.

L’edificio, inutilizzato per anni e in pessime condizioni, è stato ristrutturato conservando intatto il suo carattere originale. Una ristrutturazione eseguita attraverso l’impiego di materiali semplici, inoltre sono stati conservati e valorizzati alcuni elementi tipici come le travi a vista dei soffitti e alcuni muri in pietra


L’acqua proviene da un pozzo privato e sono stati installati dei pannelli solari sul tetto che garantiscono l’acqua calda, il riscaldamento a pavimento e la produzione di energia elettrica. La casa è quindi completamente autosufficiente e sostenibile.

Per gli interni i designer di Ibiza Interiors hanno scelto diversi brand e aziende con le quali collaborano abitualmente nella loro città natale, Amsterdam. Dai letti realizzati con materiali 100% naturali di Coco-mat alle opera della galleria Vroom & Varossieau di Amsterdam. Arredi, luci e tappeti sono del negozio-partner Modern Vintage, la cucina in acciaio con piano in marmo è firmata Eginstill e la tappezzeria è Etoffe Unique.


La cosa bella è che tutto è in vendita, tranne la casa si possono acquistare dai mobili ai complementi d’arredo e naturalmente anche i tanti oggetti decor!


The little house in the campo Ibiza
The little house in the campo Ibiza
The little house in the campo Ibiza
The little house in the campo Ibiza
The little house in the campo Ibiza
The little house in the campo Ibiza
The little house in the campo Ibiza
The little house in the campo Ibiza
The little house in the campo Ibiza


Tags: ,

 
 




Torna su