Easy Relooking






 
 
 

Relooking soggiorno…anche a prova di cane!

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Spesso ristrutturazione, comprare mobili nuovi, rinnovare non vanno di pari passo con l’idea “voglio prendere un cane”.

Si ha la concezione che cane cucciolo e casa perfetta siano agli antipodi!

Non è il caso del progetto che sto per raccontarti, dove abbiamo come protagonisti:

  • un cucciolo femmina di Golden Retriever
  • un soggiorno da rinnovare

La piccola di Golden era ovviamente una furia come solo i cuccioli possono esserlo! giocherellona, bellissima e…piena di peli!

Per questo ho pensato durante il progetto ad alcuni piccoli accorgimenti per ottenere un risultato ovviamente ottimo, tenendo con di un bel cucciolotto pronto a crescere!

La richiesta

Nell’ottica di relooking del soggiorno (all’interno di un progetto più ampio che comprendeva anche rinnovamento mansarda e cameretta) e non di ristrutturazione completa, la cliente voleva mantenere diversi suoi mobili oltre al pavimento che non andava toccato.

In particolare:

  • un tavolo con piano in cristallo extrachiaro e gambe nere
  • sedie nere
  • grande libreria in legno
  • madia (ma in realtà poi vedremo che ho fatto cambiare idea su questo punto 😀 )

Il progetto con alcuni accorgimenti a prova di cuccioli

Il relooking del soggiorno è quindi partito con il ridisegno della zona TV.

Vista la mole della libreria che  occupa visivamente gran parte dello spazio in soggiorno, ho optato per un mobile molto TV semplice ma che potesse offrire un ottimo spazio contenitivo.

Inoltre volevo che fosse assolutamente chiuso, e qui abbiamo il primo accorgimento a prova di animale domestico!

Con gli animali domestici consiglio di evitare vani a giorno a pavimento, perché sono le zone in cui facilmente si possono accumulare peli insieme a polvere.

Il mobile sarà quindi composto da soli elementi con apertura a ribalta. Inoltre i vani chiusi permettono di dare una parvenza di ordine maggiore piuttosto che i vani a giorno! a meno che non si sia super ordinati.

relooking soggiornoIl divano voleva essere un luogo dove ritrovarsi alla sera a guardare comodamente la TV.

Visto lo spazio ridotto, ho optato per la scelta di un divano con le sedute estraibili: questo permette di straiarsi o allungare le gambe senza dover avere una chaise longue. Alla cliente è piaciuto subito!

Stiamo parlando del divano Attitude che puoi trovare su Arredaclick. Il divano sarà abbinato alla poltroncina Janet, adorabile con le cuciture a contrasto!

Nella moodboard qui sotto, trovi gli abbinamenti di tessuto per il divano, in grigio chiaro caldo, e per la poltrona, in grigio blu spento con cuciture a contrasto color Conchiglia, un tortora chiaro con cui sarà laccato anche il mobile soggiorno.

Adesso ti svelo anche la seconda scelta a prova di animale domestico!

Non volevo rinunciare al tappeto, perché secondo me in questo soggiorno era fondamentale inserire un tappeto che spezzasse la monotonia del pavimento.

Si sa, cani o gatti non vanno molto d’accordo con i tappeti…tra fili tirati, peli e sporchevolezza, soprattutto per colori chiari, si rischia di investire tanto in un bel tappeto per poi pentirsene.

La mia proposta: i tappeti in vinile di Beija Flor. Li avevamo già visti in un altro progetto per la taverna di Paolo e nel mio articolo sulla visita a Homi.

I tappeti in vinile sono resistenti e facilmente lavabili! Poi quelli di Beija Flor hanno dei disegni realizzati in maniera impeccabile.

Il tappeto proposte è di una tonalità Ocra scuro/dorato, che ben si abbina al pavimento sul grigio chiaro.

La cliente ha potuto vederli dal vivo a Milano ed è rimasta entusiasta!

 

relooking soggiorno

Come ti ho anticipato, ho fatto cambiare anche idea sulla madia da mantenere! La madia esistente aveva bisogno di una sistemata, per questo ho comunque di proporre alla cliente una nuova madia, che si potesse abbinare ai colori del tavolo poiché la sua funzione sarà servire quella zona.

Amore a prima vista per la madia Incontro del brand Sangiacomo.

relooking soggiorno

I render fotorealistici finali

Prima di passare ai render finali, si è passati anche dalla scelta per i colori delle pareti.

La mia proposta è stata di evidenziare la parete dietro il mobile TV, e ho proposto:

  • un grigio con una punta molto leggera di blu
  • un grigio con una punta più carica di blu

relooking soggiorno

Come puoi vedere dai render, la scelta è ricaduta sul grigio con la punta più carica di blu! Questo colore dà molto più carattere all’ambiente.

Cosa ne pensi di questo relooking a…prova di cane? 🙂

L’articolo Relooking soggiorno…anche a prova di cane! proviene da easyrelooking.


 
 

Bagno con colonna lavatrice: il progetto di Paolo

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Il bagno di cui ti parlo in questo post è il bagno del progetto di Paolo. Progetto che puoi vedere anche nella sezione del Portfolio dedicata.

Il bagno in questione è il bagno principale dell’abitazione e solo in questo bagno sono stati previsti gli attacchi della lavatrice.

Le richieste

Le richieste iniziali per questo bagno erano:

  • inserire una vasca a libera installazione: Paolo aveva in mente proprio le bellissime vasche di design e come dargli torto! La doccia sarebbe stata inserita nel suo secondo bagno in camera
  • inserire la lavatrice

Essendo la stanza da bagno pricipale, ho pensato subito di creare un bagno con colonna lavatrice.

Il progetto

Disegno e rivestimenti

La colonna lavatrice risulta indicata in questi casi perché nasconde la lavatrice, che altrimenti si troverebbe a vista in un ambiente che sarà visto sicuramente dagli ospiti.

Non c’era lo spazio per creare soluzioni stravaganti. Ho optato per l’inserimento della colonna lavatrice subito a sinistra della porta di ingresso per poi proseguire con un mobile con 4 cassetti e lavabo in appoggio.

E’ stato necessario predisporre lo spostamento degli attacchi di qualche centimetro.

bagno colonna lavanderia

Per i mobili bagno, la composizione è stata creata con i moduli della serie Atlantic disponibile su Arredaclick.

La composizione sarà completamente in finitura laccata opaca Grigio Manhattan, con cassetti con gola. Solo un pensile a giorno sarà di un blu Ottanio, sempre laccato opaco, a riprendere la parete in smalto lavabile dietro ai sanitari.

Per i rivestimenti di pavimento e pareti si è optato per:

  • gres effetto legno a pavimento: un gres con un effetto molto materico, che ripropone le venature e i nodi del legno
  • mosaico a tutta altezza per la parete dietro al lavabo

I marchi presi in considerazione per il mosaico sono stati Marazzi Mutina.

A livello estetico, la colonna lavatrice si integra molto bene nel bagno, non risultando un elemento troppo pesante!

In queste situazioni in cui il bagno non è grandissimo ma c’è necessità di inserire colonne lavanderia, è’ meglio utilizzare colori chiari per i mobili. I colori chiari sono meno invadenti!

La scelta della vasca e le luci

Le misure della vasca che si sceglierà sono fondamentali!

L’inserimento della colonna lavanderia porta via sicuramente un po’ di spazio, che è ben calcolato per poter lasciare comunque un buono spazio per la vasca a libera installazione. Il vincolo pricipale è la larghezza del bagno, di 168cm! Si perderà sicuramente qualche altro cm per la posa del mosaico, mentre lato sanitari lo smalto lavabile permette di non ridurre ulteriormente la larghezza.

Non possiamo superare i 150cm in larghezza con la vasca a libera installazione, tenendo conto che può eventualmente essere messa leggermente obliqua per guadagnare qualche cm.

Esistono comunque vasche con queste larghezze, qui alcune proposte:

Per le luci si è optato per la creazione di un ribassamento con linea di faretti centrali.

La particolarià è l’inserimento dell’IC Light di Flos S1 pendente di fianco alla vasca, con diametro 20cm.

Qui trovi i render di progetto finali!

 

 

L’articolo Bagno con colonna lavatrice: il progetto di Paolo proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Hotel di Design: Hotel Zash in Sicilia

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Interiors

READ IN ENGLISH

Nella mia ricerca di hotel di design, che possano distinguersi per l’architettura e l’arredamento curato, mi ha colpito molto l’Hotel Zash.

Incastonato tra il blu intenso del mar Ionio e il verde brillante e incantevole degli agrumi di Sicilia, come il più prezioso dei gioielli di un’antica collezione, sorge l’Hotel Zash.
Immerso nella natura incontaminata, adagiato tra verdi foglie di zagara profumata, l’Hotel Zash di Sicilia offre relax e comfort. Mette a disposizione tutta l’energia e tutta la dedizione, che solo la vicinanza con l’essenza pura del vivere può donare.

Un luogo magico e misterioso, dove ascolterai solo il respiro prezioso della natura vera, che lo avvolge con i suoi colori e i suoi profumi agresti, per ritrovare il benessere psicofisico. La maestosa presenza del vulcano sovrasta e completa tanta perfezione. Come a vigilarne la tranquillità, che solo i suoi zampilli di incandescente fervore, che di quando in quando squarciano l’azzurro cielo, possono contaminare.

I colori e la natura dell’Hotel Zash

Un amore per la natura che è stato declinato nei colori usati per realizzare questa oasi di pace. I colori sono pacati e veri, capaci di risvegliare il senso di appartenenza con un luogo ricco di storia e di cultura, dove ancora si percepiscono nitidamente, le tracce di un passato glorioso, carico di emozioni e di conquiste. Lo scambio della diversità naturale e culturale ha permesso di mantenere una variegata biodiversità, frutto di impegno e di esperienza.

A piedi o in bicicletta, potrai respirare i profumi e ascoltare i rumori della natura, tra le immense distese di agrumeti, che sono eredità dell’antica dominazione araba. Oltre ai preziosi ulivi di Sicilia, che regalano un olio profumato e ricco di vivace intensità. Potrai ammirare le terrazze dove sono collocate le delicate e nobili viti, che custodiscono inalterato, il ricordo indelebile del passaggio dei greci. Per ricordarti del luogo in cui ti trovi, le numerose e pungenti piante di ficodindia, testimonial per eccellenza di un’isola a volte rude, ma che nasconde al suo interno dolci e prelibati frutti.

Il design

L’amore incondizionato per la natura suggella un incontro assolutamente inedito con l’arte del design che caratterizza gli ambienti. Le stanze sono appositamente realizzate per accoglierti, affinché ci si possa prendere cura dell’ospite.
Il Country Boutique Hotel Zash sintetizza dentro e fuori la ricchezza di una natura armoniosa, con il verde delle foglie lo circonda, il bruno della terra che gli dona ospitalità, l’azzurro del cielo che lo sovrasta, il bianco delle nuvole che avvolge tutto l’ambiente interno, alternandosi con la morbida severità delle lastre di pietra lavica. Siamo di fronte ad un’architettura attenta ai dettagli.

Le camere si affacciano sul mare da una parte e godono della meravigliosa vista dell’Etna dall’altra. Offrono la comodità di un ambiente essenziale e luminoso, pulito nelle linee e morbido nei colori. Gli arredi riflettono la naturale luminosità dell’hotel, grazie a cromie bianco laccato che si alternano all’essenza calda del legno. Sono assaggi di stile che giocano con altezze e volumi, come i comodini, alloggi ideali per i corpi illuminanti della linea GloBall di Flos, che garantiscono massima diffusione della luce, grazie all’uso sapiente del vetro opalino bianco e acidato.

I bagni sono piccole zone relax, personalizzate e riservate, un tripudio di lastre di pietra lavica. Pietra che troviamo anche intorno al camino. Nel bagno invece sono presenti gli arredi del noto marchio Agape Design.

Per assaporare tramonti indimenticabili, dove il sole si perde nell’orizzonte, dipingendo il cielo con sfumature di rosso, troverai ad accoglierti un’ampia terrazza, arredata con comode sedie della serie Masters di Kartell, che definiscono uno spazio raffinato e chic.

L’hotel Zash è uno scrigno custode di storia, natura e incontaminata bellezza, arricchito da design e modernità. Le immense vetrate dividono spazi e aree e offrono uno sguardo limpido verso la natura circostante che garantirà la privacy degli ospiti.

Insomma, un posto incantevole!

L’articolo Hotel di Design: Hotel Zash in Sicilia proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Arredare piccoli balconi per l’estate

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Se vuoi trascorrere del tempo all’esterno con l’arrivo della bella stagione, puoi cogliere l’occasione per valorizzare e arredare piccoli balconi per l’estate. Trasformare un semplice spazio esterno inutilizzato in una zona vivibile e adatta a rilassarti è molto facile: rinnovando la superficie a disposizione con attenzione non dovrai rinunciare a nessuna comodità.

Poco spazio ma ottimizzato

L’arredamento per i piccoli balconi da utilizzare d’estate è ben pensato per offrirti tutti ciò di cui hai bisogno senza occupare troppo spazio. Per questo motivo puoi acquistare un tavolino e due sedie per goderti una piacevole colazione al mattino all’aria aperta, oppure una cena romantica col tuo partner. Molti brandi quest’anno propongono un arredo dal sapore vintage a tratti parigino, ovviamente tutto esclusivamente piegabile e riponibile. E’ il caso ad esempio della sedia Melissa di Unopiù. Avere poco spazio non significa che devi rinunciare al piacere di mangiare all’aperto, anzi puoi anche optare per cuscini e centrotavola magari realizzato con fiori freschi o con delle candele. Altrimenti puoi valutare l’acquisto di un divanetto, ovviamente devi decidere tra quest’ultimo e il tavolino con le sedie, per esterni e, magari, e di un soffice tappeto per una perfetta area relax.

Un po’ di ombra

Nell’arredare piccoli balconi per l’estate bisogna tener conto dell’esposizione dell’edificio: se posto verso Sud è utile creare una zona d’ombra. A questo proposito puoi scegliere se oscurare con una tenda, magari realizzata in materiale vegetale, oppure acquistare un ombrellone. Attualmente sono prodotti dei modelli compatti, adatti a poggiare sulla parete rinunciando alla famosa forma rotonda e optando per il semicerchio. E’ proprio il caso dell’ombrellone di Ikea!

Rinnovare la superficie

L’occasione è perfetta per rinnovare i piccoli balconi con una pavimentazione moderna e piacevole da vedere. Se il tuo terrazzo mostra qualche segno dell’età oppure avrebbe bisogno di una sistemazione ma non vuoi iniziare una ristrutturazione, puoi prendere in considerazione le mattonelle di legno da poggiare senza bisogno di cemento. Utili e pratiche, ti permettono di rinnovare completamente uno spazio senza interventi edilizi e, in qualsiasi momento lo desideri, puoi toglierle ad esempio per pulire o per riporle durante l’inverno. Esistono diverse forme e geometrie tra cui puoi scegliere in base ai tuoi gusti personali e al colore che più si adatta all’ambiente da ricreare. E’ il caso del pavimento da esterni Runnen di Ikea.

Arredare con la luce

Non devi dimenticare l’importanza nella luce quando vai ad arredare i balconi per l’estate: la presenza di fonti luminose decorative rende l‘atmosfera più accogliente e curata. Se non ti piacciono le candele naturali, puoi valutare l’acquisto di quelle innovative a led, una soluzione pratica ed economica per dare dinamismo al tuo balcone. Oppure, ultimamente sono molto utilizzate le catene luminose a luce chiara o gialla per vivacizzare alcuni elementi come l’ombrellone o una parete. Sorseggiando un cocktail ti sembrerà di trovarti in qualche zona modaiola tipica dell’estate.

Un armadietto: semplice comodità

Nell’arredare i tuoi piccoli balconi per la stagione estiva è consigliabile scegliere un giusto armadietto compatto per riporre ciò che deve essere riparato come i cuscini o le luci. Ci sono molte soluzioni più o meno eleganti secondo le tue preferenze. Non è necessario che contenga molte cose, tuttavia può esserti molto utile e, inoltre, vengono prodotti dei modelli interessanti in legno o, se ti piace il design industriale, in acciaio verniciato. Oppure puoi verniciarlo tu stesso come ha fatto un utente di Instagram, con la pittura Farrow&Ball!

 

L’articolo Arredare piccoli balconi per l’estate proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Attico con cucina aperta: il progetto di Laura e Paolo

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Interiors

progetto attico

READ IN ENGLISH

La casa di Laura e Paolo è un attico su due livelli ancora in costruzione, che si affaccia su ampi terrazzi. Mi avevano contattato per supportarli nell’arredo completo di:

  • soggiorno
  • cucina
  • camera matrimoniale con cabina armadio

Pianta_2DSe hai già visitato la sezione del portofolio dedicata hai potuto farti un’idea del progetto per la cucina e il soggiorno.

Qui invece troverai anche il riferimento agli arredi utilizzati e il perché di alcune scelte progettuali!

 

 

 

Cucina aperta

Da pianta iniziale, la cucina si presentava completamente chiusa mentre una delle richieste di Laura e Paolo era proprio quella di avere un ambiente aperto.

La cucina aperta sul soggiorno è stata la soluzione ottimale, creando una composizione a ferro di cavallo con penisola a bancone snack.

Questa soluzione non prevede un doppio tavolo tra cucina e soggiorno, ma i pasti veloci potranno essere consumati sul bancone snack, utilizzando il grande tavolo per pranzi e cene.

L’apertura della cucina permette anche di avere piena visione sul bel terrazzo, che ha un’ampia vetrata scorrevole per la zona giorno oltre ad un’altra porta finestra per la cucina. Luce naturale assicurata!

Come da disegno, la cucina sarà semplice e lineare ma con uno spazio di tutto rispetto!

Ritengo che quando le cucine sono a vista sul soggiorno è meglio che siano lineari e semplici. I colori ovviamente devono legarsi al contesto!

La cucina sarà laccata opaca grigio chiaro, con schienale tra piano e pensili della stessa finitura del piano. Semplice e poco invadente!

cucina aperta su soggiorno

L’idea di partenza per le mensole in ingresso

Le mensole, in linea con la penisola, sono l’unico elemento che va a spezzare la composizione e saranno in Briccola di Venezia. Queste saranno riprese dalle mensole di fianco all’armadio dell’ingresso e nel mobile soggiorno.

 

 

 

 

 

Linee per il soggiorno

Linee e geometrie diventano protagonisti in soggiorno!

Per la parete TV ho disegnato un mobile con due basi con apertura a ribalta, con la particolarità di avere il taglio a 45° per l’apertura.

Alla sinistra delle basi inizia una composizione asimettrica composta da elementi in finitura Briccola di Venezia e ante a ribalta laccate opache.  In particolare, le finiture scelte sono appunto:

  • Briccola di Venezia per le mensole e l’elemento a giorno
  • un pensile a ribalta in laccato opaco Grigio Londra, in modo da ricollegarsi ai colori di cucina e tavolo
  • gli altri pensili e basi laccato opaco Bianco Panna

Il mobile soggiorno è stato creato con la serie Logic disponibile su Arredaclick che ha tra i campioni la finitura in Briccola di Venezia.

SCOPRI LA PARTNERSHIP CON ARREDACLICK

Di fianco al divano si è deciso, analizzando la soluzione con i clienti, di inserire la libreria Lagolinea, che ha solo 3cm di spessore ed è profonda solo 18cm. Dimensioni corrette per una libreria di fianco al divano!

La libreria Lagolinea, in una sua forma più semplice, sarà inserita anche nel disimpegno, ma con colori differenti. In particolare sarà utilizzato il verde, il grigio e, per un solo ripiano, un rosa cipria

Le sedie del tavolo da pranzo sono di Midj in cuoio, disponibile anche loro su Arredaclick.

Tutte le lampade di questo progetto sono di Artemide, a partire dalla Droplet della zona giorno e dalla Nur sull’isola, entrambe già in possesso dei clienti. 

Gli spicchi di colore

Gli spicchi di colore danno personalità a un arredo che è stato, volutamente, lasciato neutro.

Si tratta del codice colore Agave 40 della Caparol, un verde comunque spento e non invadente. 

Colore_pareti

Come in tutti i miei progetti, gli arredi inseriti nei render sono tutti realmente acquistabili!

I clienti sono consapevoli del risultato che li aspetta, grazie ai render e ad un risultato costruito su misura.

 

L’articolo Attico con cucina aperta: il progetto di Laura e Paolo proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

I (miei) regali di design per i miei 30anni!

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Oggi 30 Giugno compio 30 anni! il sogno di molti è quello di avere una casa splendida, arredata con gusto e con pezzi particolari e raffinati. Per oggi ho deciso di creare la mia lista dei desideri, questa volta per me!

I (miei) regali di design per il living

Five Pouf XL di Muuto

Il pouf nel corso degli anni si è fatto sempre più strada nei nostri salotti, non solo perchè è davvero comodo, ma anche perchè molto gradevole da un punto di vista estetico, andando di fatto ad impreziosire il carattere di un ambiente.

Questo pouf di Muuto è stato progettato dai designer novergesi Anderssen e Voll. Si tratta di un pezzo ultramoderno ed estremamente elegante, un complemento d’arredo particolare con la sua forma esagonale che lo rende decisamente versatile nell’utilizzo. Resistente, grazie alla sua struttura in legno, ma confortevole per via del rivestimento in schiuma modellabile. I miei colori preferiti? Grigio scuro e arancione.

Rope modular Sofa di Normann Copenaghen

Questo divano modulare a tre posti, dello storico marchio danese Normann Copenaghen, è stato disegnato dal giovane designer Hans Hornemann ed è caratterizzato dall’elegante stile scandinavo caratteristico del brand. Oltre ad essere un divano innegabilmente bello con il suo design compatto e moderno, è anche molto confortevole e si integra alla perfezione nelle zone living arredate in stile contemporaneo. I materiali scelti da Normann sono resistenti e di qualità: la struttura è, infatti, in legno, mentre l’imbottitura è in schiuma poliuretana espansa. Il tessuto del rivestimento è personalizzabile in tantissime tonalità, dalle più classiche alle più eccentriche, nel mio caso i colori prescelti sono il rosa cipria mischiato al grigio: un risultato davvero di grande eleganza e di classe! Un divano che meriterebbe decisamente un ruolo centrale nel mio living.

Tappeto Beni Ourain

Si tratta di un tradizionale tappeto marocchino, realizzato completamente in lana di pecora e non tinto. I tappeti Beni Ourani sono di altissima qualità e rappresentano dei pezzi da tramandare a figli e nipoti! Conferiscono all’ambiente un senso di accoglienza e calore ma al tempo stesso di eleganza, con quel tocco tradizionale dei tappeti berberi dato dal disegno geometrico. Il mio tappeto prescelto è bianco con rombi scuri, con dimensioni di 200×300 cm. Lo adoro!

 

I (miei) regali di design per il bagno

Il bagno è uno dei luoghi più importanti della casa: un ambiente privato, dove ci si rilassa con una bella doccia a fine giornata. Nel mio bagno ideale mi piacerebbe molto inserire due elementi:

Ic Light di Flos

Un raffinato e minimalista lampadario a sospensione, perfetto per ogni ambiente della casa ma che in questo caso io vorrei collocare in bagno, cadente sopra al lavabo o in un angolo. Questa straordinaria creazione è frutto del progetto di Michael Anastassiades, ed è caratterizzato da una sfera (la luce) in equilibrio sulla punta di un’asta. Ogni volta che la vedo sono rapita dalla sua bellezza!!

regali_design

Le Cementine di Mutina Azulej

Questi pattern creati da Patricia Urquiola, che io preferisco nelle tonalità del grigio blu, sono stati progettati per valorizzare il cemento idraulico e sono resi particolari da splendide geometrie e pixel.

regali design

L’articolo I (miei) regali di design per i miei 30anni! proviene da easyrelooking.

Tags: ,

 
 

Hotel di design: Hotel Continentale a Firenze

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Interiors

READ IN ENGLISH

Collocato nel cuore di Firenze, l’Hotel Continentale rappresenta un vero e proprio rifugio dallo stress e dagli impegni della quotidianità. Mi piace definire Hotel come questi “Hotel di design”, dove si può respirare la passione dei progettisti in ogni suo angolo.

Il suo design, contraddistinto da forme armoniose e da colori tenui, si caratterizza per una straordinaria cura di ogni dettaglio e per la volontà di rinunciare a tutto ciò che è superfluo, così da cogliere l’eleganza dell’essenziale.

Tutti i complementi d’arredo utilizzati sono dotati di elevato potere ornamentale ma, al tempo stesso, risultano funzionali e resistenti.

hotel design

In questo Hotel di design si respira un’atmosfera d’altri tempi, anche grazie al suggestivo panorama che gli ospiti possono contemplare dalla terrazza. I locali suggeriscono un’immagine di leggerezza, equilibrio, bellezza: immerso in un contesto tanto affascinante e al contempo rassicurante, non potrai fare a meno di sentirti a casa. L’arredamento dell’Hotel è impreziosito da una serie di raffinati particolari, tra cui spiccano i bauli-scrittoi lavorati a mano e gli originali tavolini-orologio.

Le camere da letto e il loro pregevole design

Le camere da letto dell’Hotel Continentale si distinguono per uno stile lineare e minimalista e per l’eccellente illuminazione. Si tratta di locali accoglienti, moderni, valorizzati da una splendida vista e da un sapiente uso dei colori. La tinta dominante è il bianco, emblema di ordine e di purezza: i pavimenti in legno e le sfumature chiare delle pareti costituiscono la cornice ideale di uno spazio intimo, familiare, da condividere con le persone amate.

Tutte le camere sono arricchite da dettagli accuratamente selezionati, come le delicate tendine in mussola che avvolgono il letto e le fresche lenzuola di lino, un’autentica garanzia di pulizia e di igiene. In alcune stanze avrai la facoltà di usufruire di un comodo tappetino da yoga, in altre potrai ammirare delle lampade di design di ottima fattura.

La bellezza di molti ambienti è accentuata dalla presenza di fotografie di moda in bianco e nero: un vero tocco di classe, frutto di una longeva esperienza nel settore nonché della volontà di dar vita a una struttura completa in ogni singolo aspetto. Tutti questi elementi vanno a delineare un quadro generale in grado di far leva sulle emozioni dei clienti.

 

 

 

 

 

La conciliazione perfetta di eleganza e funzionalità

Nell’Hotel Continentale di Firenze hai la possibilità di trascorrere piacevoli ore di relax sulla Terrazza Rooftop Bar, situata all’ultimo piano della struttura e garante di una spettacolare visione dei capolavori della città, tra cui la Cupola del Brunelleschi e il Campanile di Giotto. Davvero stupenda!

 

 

 

 

 

In un simile spazio puoi sorseggiare un gustoso cocktail al tramonto, conversare con gli amici, oppure semplicemente godere in silenzio delle bellezze circostanti. Ogni ambiente dell’Hotel, del resto, è progettato per farti sentire a tuo agio anche se lontano da casa. Ciò vale anche per i bagni, di notevole raffinatezza nel loro rigore e dotati di ogni comodità. I materiali utilizzati per i complementi d’arredo, come il legno e il vetro, contribuiscono ad accentuare la luminosità, l’eleganza e il calore dell’insieme.

Insomma, la posizione dell’Hotel è invidiabile e l’arredamento è stupendo nelle linee e colori! Direi che l’Hotel Continentale rientra tra i miei favoriti 🙂

L’articolo Hotel di design: Hotel Continentale a Firenze proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Pareti da interno effetto Corten

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Quest’anno l’effetto metallico e materico è il vero protagonista e io lo adoro! per questo ho sviluppato un nuovo e profondo interesse per i rivestimenti da interni effetto Corten! Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cos’è il Corten?

Il corten, Cor.Ten, tecnicamente, è una lega metallica composta da acciaio ed altri materiali tra i quali il rame, caratterizzato da alti standard prestazionali.

effetto_corten

L’aspetto estetico del Corten è dovuto all’ossidazione a contatto con gli agenti atmosferici, che però non corrode il materiale ma si ferma, lasciando il caratteristico colore bruno-rossastro, tendente al color rame appunto.
La capacità di resistere intatto nel tempo e l’aspetto accattivante e moderno lo rendono perfetto per i rivestimenti delle pareti da interno.
In commercio si trovano anche piastrelle in gres di marchi prestigiosi come Marazzi ad esempio, pannelli sintetici e simili realizzati proprio con effetto corten, perfetti per rivestire gli ambienti interni domestici o commerciali, dando un aspetto molto apprezzato e versatile.
Non solo, esistono anche vernici e prodotti che riproducono il processo di ossidazione su svariati materiali, così da poter avere l’effetto Corten dove si voglia, creando miscellanee e sfumature davvero particolari ed irripetibili.
Questo effetto ruggine, specifico del Corten è già un vero must tra i decoratori, designer ed architetti ed addetti ai lavori! e infatti piace molto anche a me!

Pareti effetto Corten: come arredare gli interni domestici

Le pareti da interno effetto Corten sono perfette per qualsiasi ambiente domestico, ma anche commerciale. La loro grande versatilità le rende adottabili in diversi stili d’arredo ed assicurando un effetto senza tempo.

Il bagno in Corten

Per realizzare un bagno accattivante ad esempio, l’ideale è scegliere un gres porcellanato come il modello Storm di Marazzi, per rivestire il pavimento. Con questa nuance potrete abbinare, per rivestire l’interno della doccia, il modello Gala sempre di Marazzi, creando pendant e mettendo a contrasto il bianco dei sanitari, il bagno così potrà diventare in stile Vintage, Industrial o Etnico a scelta, in base al resto degli arredi e complementi.

La camera da letto in Corten

Per una camera da letto accogliente, da arredare in stile moderno o tradizionale, penso invece al modello Corten di Cotto d’Este per la pavimentazione, raffinato e che difficilmente stancherà.

 effetto corten

Il soggiorno in Corten

In soggiorno invece l’idea vincente può essere rivestire una sola parete. Immagino quella che accoglie un pratico e funzionale camino a bioetanolo, oppure quella che accoglie la TV e la parete attrezzata.

Per questo rivestimento sono perfette le piastrelle di Iperceramica, come il modello Oxide Corten, oppure la pittura Ironic di Novacolor.
In ogni caso si consiglia di realizzare una sola parete in stile Corten, lasciandola a contrasto con le altre. In questo modo si focalizza l’attenzione su questa, dando carattere all’ambiente e consentendo di giocare con i vari stili.

La cucina in corten

Una cucina Industrial ad esempio è perfetta in abbinamento a pavimento, o proprio a rivestimento dei pensili con effetto corten; altrettanto un ambiente etnico, come un salotto o una camera con letto a baldacchino.

 

Quali colori abbinarci?

Vanno benissimo i bianchi, i marroni e i grigi! Un ambiente moderno si presterà molto bene ad accogliere questo rivestimento.

Questa raffinata ed accattivante tinta “rugginosa” è idonea anche per dare nuova luce ad un arredo datato. Qui l’effetto corten darà luce e dinamismo.
Un’altra idea particolare è alternare una parete dipinta o rivestita con materiale Corten, con carta da parati anche fiorata. All’interno della trama della carta bisognerebbe avere nuance che si avvicinano al rame stesso della parete.
Le pareti da interno effetto Corten stupisco e permettono di creare ambienti accoglienti, eclettici, raffinati e molto scenografici.

L’articolo Pareti da interno effetto Corten proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Camera da letto rosa pastello

Pubblicato da blog ospite in Decor, Easy Relooking
 
Allontana ogni stereotipo dalla camera da letto rosa!

Quando vedi una camera da letto rosa pastello probabilmente penserai alla tipica stanza che i genitori realizzano per la propria figlia, invece, attualmente è una soluzione d’arredo moderna e rivalutata. Il colore caldo e giovanile, un design ricercato possono trasformare una camera in un locale totalmente nuovo e fresco, lontano dall’effetto kitsch che, appunto, vuoi evitare. Questo ambiente si adatta perfettamente a stili classici o recenti riuscendo ad inserire delle tipologie di mobili in pregiato legno massello oppure dalle linee semplici ed essenziali come quelli in commercio al giorno d’oggi.

Il colore rosa pastello della camera da letto: atmosfera e clima

La camera da letto in rosa pastello, ovviamente, rapirà la tua attenzione grazie al colore predominante. Questa tonalità è in grado di creare un’atmosfera dal sapore delicato e piacevole, ideale per tutti quei momenti di stanchezza in cui desideri un ambiente confortevole e rilassante. Il rosa pastello non è infatti una sfumatura eccessivamente carica e, data la sua consistenza quasi attenuata, è perfetta se stai cercando una soluzione accogliente e particolarmente intima. Inoltre, di recente questo colore ha trovato apprezzamento anche degli uomini poiché la modernità ha dato nuova vita ad una tonalità da sempre configurata come femminile. Per questo, i produttori di arredamento propongono sempre più spesso soluzioni matrimoniali per le coppie che, di certo, trarranno beneficio dal clima romantico conferito dal colore.

Qui sotto, le mitiche moodboard di progetto create dallo Studio David Thulstrup.

Gioca sulle tonalità e sui contrasti

Ovviamente la camera da letto rosa pastello non presenta un’unica sfumatura ma bisogna giocare sui contrasti e sull’associazione di diverse tipologie di colore per creare un ambiente dinamico evitando la monotonia. Perciò, se opti per questo stile, ricordati di abbinare rosa di intensità diverse, magari utilizzando un completo per il letto variegato, una tinteggiatura che metta in rilievo i profili o le aree della stanza creando una separazione dal punto di vista ottico, oppure variando il mobilio scegliendo legno verniciati come quelli effetto antico. Puoi anche creare degli accostamenti che puntino sul contrasto, magari introducendo il colore nero piuttosto che il bianco per segnare meglio i punti focali della camera.

Il rosa pastello si sposa davvero molto bene con i verdi e i marroni!

Arredamento classico e moderno

L’arredamento che puoi abbinare ad una camera da letto in rosa pastello è limitato esclusivamente dalla fantasia che metti nel realizzare la tua stanza. Esistono molteplici mobili adatti a questa soluzione, prima di tutto quelli classici. Si integrano perfettamente gli elementi realizzati in legno, da preferire quello massello, come le cassettiere, gli armadi e anche la struttura del letto. Questo materiale rende calda la stanza, se chiaro si lega con il colore rosa mantenendo una linea delicata e senza eccesso. Altrimenti, se ami lo stile moderno, puoi optare per idee più fresche come l’impiego della pelle e della stoffa per la testiera. Particolare è la scelta di un divanetto e di una poltroncina in pelle trapuntata, un dettaglio che certamente apprezzerai per l’effetto che questo mobilio crea nella tua camera.

Oppure puoi introdurre elementi dorati.

Ciò che definisce la tua camera da letto in rosa pastello non è solamente l’arredo ma anche gli accessori, molto importanti per completare la tua stanza. Essi sono capaci di conferire carattere e vivibilità all’ambiente, pensa ad un comodo e soffice tappeto, o i cuscini di diverse tonalità da disporre sul letto. Le idee in questo settore sono molte e le opzioni non mancheranno di sicuro per arredare la tua camera.

E’ un colore che mi piace moltissimo perché dona serenità. Deve però essere un rosa molto soft e leggero! Cosa ne pensi? 

L’articolo Camera da letto rosa pastello proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Le case in legno: design ecosostenibile

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Novello Case è un’azienda che si occupa di realizzare case in legno. Ho scoperto questa realtà che ha sede in provincia di Varese, in una struttura ovviamente realizzata per la maggior parte in legno.

Novello Case infatti si occupa di progettazione e realizzazione di pannelli in legno coibentati per l’edilizia
residenziale, industriale e commerciale. Il suo obiettivo è supportare il cliente partendo dal progetto per proseguire
eventualmente con la fase logistica e di montaggio delle strutture.

Perché le case in legno

L’utilizzo del legno risale a secoli fa. È facile imbattersi in antiche costruzioni in legno nelle città europee o in Nord America. Questi edifici spesso hanno resistito egregiamente nel corso degli anni ed è possibile riconoscere la struttura a telaio a vista, con traversi, pilastri e controventamenti.

I vuoti venivano riempiti da blocchi di laterizio o da altri materiali leggeri ed isolanti come ad esempio la paglia impastata con l’argilla e finitura ad intonaco.

Le moderne case prefabbricate in legno derivano da queste antiche costruzioni. Ovviamente dietro queste case moderne c’è un accurato studio in modo che la resa estetica, la sicurezza e la durata negli anni sia impeccabile. 

Al momento ne esistono davvero di bellissime, dall’aspetto moderno e curato. Mi ricordano moltissimo l’architettura nordica: lineare e squadrata! Adorabile.  Però devo aggiungere che le case in legno sono completamente personalizzabili, quindi se vi piacciono di più i modelli di case in legno con il tetto inclinato, è possibile realizzarlo.

I vantaggi delle case in legno

Non tutti li conoscono!

  • Alta personalizzazione: come scrivevo sopra, ti piace il modello col tetto piatto e con un grande patio? tutto è personalizzabile grazie alla leggerezza a maneggevolezza del legno
  • Durata: se ben progettate, possono durare in eterno! 
  • Ecosostenibilità: il legno è un materiale ecologico e naturale e lo smaltimento è più semplice e rispettosto dell’ambiente
  • Velocità di costruzione: sono molto più veloci da realizzare rispetto alle case in calcestruzzo
  • Comportamento antisismico: una casa in legno reagisce meglio a un sisma
  • Isolamento: il legno, si sa, è un ottimo isolante sia per la temperatura che per i rumori. Con conseguente risparmio per il riscaldamento 

Ricordiamoci però che bisogna avere un terreno edificabile su cui poter costruire la casa! I terreni edificabili spesso sono venduti da agenzie immobiliari. 

Sicuramente una volta fatto il passo di acquistare il terreno, la scelta della forma della casa è lo step più piacevole oltre a capire come dividere gli ambienti interni. Novello case mette a disposizione del cliente anche un team di progettisti.

Le case in legno sono anche indistinguibili da quelle tradizionali! 

Le realizzazioni

Di seguito due esempi di case in legno realizzate da Novello Case e puoi vedere come a prima vista sono indistinguibili dalle case tradizionali.

casa in legno

Arch. Claudia Pellizzaro

Ci troviamo in provincia di Varese per una casa ad alta efficienza energetica. Come tecnica costruttiva è stata scelta la struttura a telaio, per l’alto grado di efficienza energetica che questa soluzione consente di raggiungere. Le pareti a telaio utilizzate sono dotate di isolamento in fibra di legno e cappotto esterno in lana minerale. Esternamente, i committenti hanno optato per la finitura ad intonaco.

casa in legno

acdm architetti

Per questo secondo progetto di casa in legno prefabbricato siamo sempre a Varese. Il progetto ha riguardato la realizzazione di un edificio unifamiliare, che presente una copertura con geometria ricercata, finiture esterne di pregio con elementi lignei, il tutto unito alla progettazione degli interni.

Io avrei già scelto la possibile struttura per la mia nuova casa, cosa ne dici? Questo edificio prefabbricato in legno è una proposta progettuale di Novello Case per ospitare il nuovo studio di LCA Architetti. Molto nordico come stile, non credi? 

  

 
 

L’articolo Le case in legno: design ecosostenibile proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 




Torna su