Easy Relooking






 
 
 

Cameretta azzurra con una scrivania…per ogni età!

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Chi dice che una cameretta per una bambina non possa avere come colore di partenza l’azzurro?

Bianca è una bambina che ama l’azzurro, di 3 anni. Ti dirò che la cosa non mi sorprende affatto, perché anche io, parlando molto in generale, preferisco gli azzurri ai rosa!

In questo post ti parlo del progetto appena concluso per questa cameretta azzurra, spiegandoti le scelte fatte.

Ho deciso di condividere subito i render finali della cameretta, così potrai seguire al meglio la spiegazione degli arredi scelti!

Il progetto della cameretta

progetto_camerettaLa cameretta presentava un buono spazio, perché nasceva in realtà dall’unione di due camerette. C’era da prestare attenzione al soffitto spiovente con travi a vista.

Le richieste principali per la cameretta erano:

  • colore azzurro
  • zona appenderia per bambino, che in inglese viene chiamato Dress-up stand
  • letto a baldacchino con tendaggi

Chi da bambina non sognava un letto a baldacchino con le tende, dove potersi rifugiare in ogni momento?

Dopo la proposta di diverse soluzioni, si è optato per creare un’ampia zona scrivania con un armadio che la bambina potrà usare anche in futuro.

Il letto a baldacchino sarò inserito a una piazza e mezza, visto che lo spazio è disponibile.  Sarà creato su misura come da disegno, con finitura laccata opaca. Questo per contenere i costi e vista la difficoltà di trovare un letto a baldacchino a una piazza e mezza.

progetto_cameretta

Per la zona di Dress up, utile per i bambini per appendere i loro vestiti, ho pensato a una proposta molto in stile nordico, che comunque è lo stile conduttore di tutta la cameretta.

Ho quindi trovato questo bellissimo appendiabiti per bambini in legno, molto carino! a forma di casetta. Anche questo sarà realizzato su misura perché è introvabile ovunque o è sold out su internet.

 

La scrivania che crescerà col tempo

Per la scrivania ho proposto di creare una soluzione che potrà veramente durare nel tempo ed essere utilizzabile da subito!

Il progetto prevede la creazione di un piano scrivania che scorre su guide a parete. Le gambe della scrivania saranno telescopiche.

Questo permette di:

  •  utilizzare il piano scrivani da subito, ad un’altezza di 40cm, adatta per la bambina. Potrà disegnare, colorare, tagliare liberamente alla sua altezza ottimale
  • quando crescerà, potrà adattare il piano della scrivania alla sua alezza

In questo modo si opta per una soluzione sicuramente di lungo periodo e duratura.

progetto_cameretta

Il mio falegname di fiducia, partner dei miei progetti, sono sicura che farà un lavoro impeccabile!

Cosa ne pensi di questa soluzione?

L’articolo Cameretta azzurra con una scrivania…per ogni età! proviene da easyrelooking.


 
 

Salone del Mobile.Milano Shanghai 2017

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Salone del Mobile. Milano Shangai 2016

Visto il sorprendente successo ottenuto nel debutto del 2016, anche quest’anno, dal 23 e 25 novembre, si terrà, a Shangai, l’esposizione del Salone del Mobile Milano: un appuntamento imperdibile per architetti, arredatori, appassionati di arredamento ed interior designers.

Milano si distingue in Cina

Le collaborazioni tra Milano e Shangai non sono una novità. Nelle fiere organizzate nella metropoli lombarda, già da anni si ha l’onore di avere, come ospiti, importanti esponenti del settore dell’arredamento cinesi. La possibilità, però, di avere stand espositivi a Shangai rappresenta un’occasione importantissima di creare nuovi contatti e collaborazioni che possano coniugare l’innegabile pregio del Made in Italy con la filosofia arredativa orientale. L’obiettivo comune, e la speranza, è che da questi connubi di pensiero possano nascere idee innovative ed originali, che aprano la strada a nuove tendenze e nuovi stili, per questo settore che è sempre in evoluzione, in movimento, in cerca di nuova linfa e creatività.

Stima reciproca

In Cina hanno dimostrato di apprezzare in modo particolare l’arredamento in puro stile italiano: i numeri che il Salone del Mobile ha registrato lo scorso anno ne sono l’inopinabile conferma. Quest’anno ci si aspetta un afflusso di visitatori altrettanto importante. Una vetrina prestigiosissima per Milano e le sue creazioni, un ottimo modo per portare lo stile, l’eleganza, la raffinatezza dell’arredamento italiano su un mercato fertile, in una nazione che sta crescendo economicamente e che promette di investire anche nel settore del mobile.

Salone del Mobile. Milano Shangai 2016

Un’opportunità di business e di crescita

L’incontro tra architetti italiani e cinesi sarà foriero di una vasta gamma di opportunità, tanto a livello culturale quanto affaristico. Cit. Luti – Presidente del Salone del Mobile Milano.

Si mostreranno ed illustreranno agli esperti di arredamento di Shangai le creazioni Made in Italy, sottolineandone gli aspetti tecnici, artistici e stilistici. Contestualmente, gli architetti italiani avranno modo di prendere spunti ed idee dalla filosofia arredativa cinese, sperando che da questo possano nascere collaborazioni proficue, originali ed innovative, che portino alla realizzazione di nuovi trend e collezioni. Si è quindi davanti ad un potenziale punto di svolta per il mercato del mobile italiano e per la concettualità arredativa dell‘interior design.

Salone del Mobile. Milano Shangai 2016

 

Nomi e presenze importanti

Saranno tantissime le presenze italiane al Salone del Mobile Shangai, accuratamente selezionate tra le più prestigiose e rappresentative del Made in Italy. A portare con orgoglio la bandiera in Cina ci saranno, tra le altre: Scavolini, Cattelan Italia, Agresti, Moroso, B&B Italia, Ernestomeda. Nomi altisonanti, brand molto importanti, i fiori all’occhiello della nostra nazione, per quanto concerne il settore dell’interior design. Si attende con ansia l’inizio dell’evento, che promette di essere memorabile ed indimenticabile. Sicuramente, per i rappresentanti italiani presenti a Shangai saranno tre giornate emozionanti ed è certo che torneranno a casa arricchiti non solo da nuove possibilità di business ma anche, e soprattutto, da moltissime nuove idee, che vedremo presto concretizzate sottoforma di nuove proposte di arredamento.

Salone del Mobile. Milano Shangai 2016

L’articolo Salone del Mobile.Milano Shanghai 2017 proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Idee per utilizzare il Marrs Green

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Via Pinterest

Che cos’è il Marrs Green?

Il Marrs Green, secondo un sondaggio online promosso dalla cartiera inglese GF Smith che ha coinvolto 30.000 utenti di oltre 100 Paesi, è il colore più amato al mondo. Il suo nome deriva da quello della persona che per prima ha partecipato al sondaggio, cioè Annie Marrs. Laureata in Belle Arti e di origini scozzesi, ha indicato come colore preferito la tinta che le ricordava i paesaggi della propria terra.
Questo colore ha riscontrato le maggiori preferenze e GF Smith ha deciso di utilizzare il cognome Marrs per identificarlo. Si tratta effettivamente di una tonalità evocativa, che suscita emozioni e riprende le atmosfere bucoliche e misteriose della campagna scozzese.

Il Marrs green è un colore che si posiziona tra il verde acqua e il blu petrolio.

Questo verdeacqua intenso e molto scuro si sta avviando a diventare una delle nuance di tendenza per quanto riguarda il design, la moda e l’arredamento per la stagione 2017-2018.Tra le iniziative si ricorda l’apertura di un temporary shop nella città dove ha sede l’azienda (Hull, Capitale delle Cultura nel Regno Unito per il 2017). Qui sono stati messi in vendita tanti prodotti in verde Marrs: si va da accessori come le borse a oggetti di design, ad esempio le lampade.

Temporary Shop – GF Smith

Come abbinare il Marrs Green?

La stagione autunno-inverno 2017-2018 si caratterizza per essere dominata da colori legati al mondo della natura e in grado di creare un ambiente accogliente e piacevole. Il Marrs Green è una tinta rilassante, che combina perfettamente il verde e il blu scuro. A causa della sua intensità si consiglia di usarlo a piccole dosi: infatti risulta essere un perfetto catalizzatore d’attenzione. Per ottenere un effetto elegante e al tempo stesso sobrio è bene studiare con attenzione come abbinare la tonalità, così da donare personalità e carattere all’ambiente senza effetti cromatici troppo chiassosi. Una soluzione perfetta consiste nell’accostare il Marrs Green a materiali naturali, come il legno. Si tratta di un accorgimento grazie al quale dare calore ed eleganza al contesto; inoltre il colore della natura si sposa bene con superfici eleganti in varie essenze. Il risultato può essere anche molto informale e quindi adatto ad abitazioni giovanili con un tocco di classe tradizionale. Invece l’ambiente diventa particolarmente raffinato quando si abbina questo verdeacqua intenso all’ottone. Se si vuole osare, è possibile abbinare il Marrs Green a colori caldi: infatti questa tonalità è davvero versatile. Ad esempio il rosso e il magenta permettono effetti vivaci e molto originali.

Idee per arredare casa

Un ambiente ideale per il Marrs Green è il bagno, cioè una stanza dove sono preferibili colori rilassanti per creare una vera e propria oasi di benessere. Un’idea funzionale d’arredo consiste di utilizzare le piastrelle in questo colore per rivestire il pavimento e le pareti: il risultato è ancora più luminoso, bello e di carattere se gli elementi modulari sono fatti a mano accostati al bianco o al nero. In altri ambienti domestici si consiglia di impiegare il Marrs Green per le tappezzerie, le moquettes, i tessili e i complementi, dosandolo con cura. Ad esempio in un salotto dove predominano le tinte neutre un ampio divano di questa tonalità spicca sullo sfondo e attira immediatamente l’attenzione. Al tempo stesso dona un tocco di stile in più e calore al contesto senza essere troppo dirompente. In alternativa si può decidere di sperimentare e osare dipingendo un’intera parete con questa sfumatura lasciando le altre bianche o in tinta neutra.

Via Pinterest

L’articolo Idee per utilizzare il Marrs Green proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Hotel di Design: Hoxton Hotel a Parigi

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Interiors

READ IN ENGLISH

Che cos’è l’Hoxton Hotel a Parigi

L’Hoxton Hotel a Parigi viene definito il più importante Boutique Hotel a Parigi e uno dei migliori Design Hotel in tutto il mondo. Si tratta della sede più rilevante del gruppo Hoxton ed è famosa non soltanto per la bellezza dei suoi interni e dell’arredamento, ma anche per la stessa posizione dell’edificio. Infatti è situato proprio nel 2° arrondissement, a pochi passi da ristoranti come Bambou e Frenchie e da tutti i grandi magazzini. Fin dal primo momento si capisce come questo hotel adotti uno stile molto vivace e raffinato, avvolgente e in grado di unire perfettamente design, funzionalità e bellezza estetica.

Ne è un esempio concreto l’hall, preziosamente decorata con la collaborazione di Soho House e pensata per far sentire gli ospiti come se fossero a casa propria.

L’atmosfera di questo Design Hotel

L’atmosfera del Design Hotel realizzato dalla Hoxton è davvero fantastica: l’albergo è ospitato all’interno di un edificio settecentesco di cinque piani e dispone di 172 camere. Le suite all’ultimo piano possono usufruire di una splendida vista direttamente sulla Torre Eiffel. La struttura stessa del palazzo è particolarmente affascinante in quanto era la dimora cittadina di Etienne Rivié, consigliere di Luigi XV, ed è stata costruita dal famoso architetto Nicolas d’Orbay.

Hoxton_Hotel Paris

L’impostazione dell’edificio e le sue caratteristiche sono state mantenute con cura, così da poter alloggiare in uno dei più begli esempi di architettura Rococò. Non per nulla l’edificio è stato dichiarato monumento storico dal governo francese. Particolarmente degni di nota sono la facciata decorata e i due pittoreschi cortili. Anche all’interni si respira un’atmosfera di prestigio che viene data soltanto dalla memoria storica palpabile: sia nel bar che nella hall dominano grandi scale a spirale risalenti al Settecento. Nel bar si può anche ammirare un magnifico mosaico.

Per rendere il contesto ancora più confortevole l’arredamento del ristorante risulta una piacevole commistione di classico e moderno, basato su divani in pelle e sedie in legno. Invece il cocktail bar viene reso particolarmente accogliente dai morbidi pouf e dalla carta da parati floreale verde alle pareti.

Le camere e lo stile d’arredo

L’Hoxton Paris mette a disposizione degli ospiti quattro tipologie di camere: si tratta delle categorie Shoebox, Cosy, Roomy e Biggy. Tutte le stanze sono studiate per essere particolarmente confortevoli e sono dotate di grandi finestre. Lo stile d’arredo è moderno, basato su colori caldi e avvolgenti che donano una sensazione di accoglienza e benessere.

Weekend mode: enabled (ph: @manmeetsfashion) #TheHoxtonParis

Un post condiviso da The Hoxton (@thehoxtonhotel) in data: 29 Set 2017 alle ore 13:13 PDT

Inoltre sono state adottate precise scelte stilistiche di sicuro impatto estetico, come quella di installare in tutte le camere parquet in prezioso legno di quercia con posa ungherese. Ogni stanza è dotata di un bagno urbano privato, abbellito da tocchi raffinati, ad esempio la rubinetteria color rame e gli splendidi rivestimenti in piastrelle di ceramica. Le camere da letto del quarto piano sfoggiano travi di legno esposte a vista che risalgono al XVIII secolo. La progettazione e la decorazione degli interni è stata realizzata dallo studio di design Humbert&Poyet sotto la supervisione dello studio creativo di Ennismore. Per rendere omaggio alla memoria storica del palazzo si sono istallati a parete pannelli in legno e cornici decorative. Al tempo stesso si è inserito un tocco di sapore locale utilizzando arredi realizzati dai più amati designer francesi.

Per me è un’atmosfera adorabile, non credi? Ed è disponibile anche su Booking!

 

L’articolo Hotel di Design: Hoxton Hotel a Parigi proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Japandi: mix between Japan and Scandinavian world

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking

READ IN ITALIAN

Another interesting trend in interior furnishings is Japandi, a new sensational concept of understanding living space. We talked about the Lagom , one of the trends that will be the protagonists of 2018, aiming at revising Scandinavian interiors in the opting for a more “hot” minimalism.

Japandi is born with a mix of Japanese and  Scandinavian style, based on the minimal concept. If you have never heard of it, you are in the right place. Here are the best tips to easily create a unique Japandi style.

The name comes from the melting of Japanese and Scandi

Japandi is easy to recreate

The Japandi trend, the last cry in interior design, is based on a fundamental principle. The simplicity. The spaces featured in this style point to essential furnishings, tones not too bright and order. An important element is to point to the green </ strong>. For this style it is essential to create angles with vases and natural plants. Often attention focuses on plants, which are the focal point of this trend. 

japandi

Via Pinterest

 

Japandi means order

This style comes from a Japanese theory that makes order a style of thought and a lifestyle. Reorganizing means cleaning and wiping the mind. Living in a clean place with very free space gives space to creativity. Excess objects are resized. In this philosophy of thinking that is increasingly developing in Europe, the pursuit of the essence in everyday life is a steady point. What is superfluous must be eliminated to create vital space. So is Japandi’s philosophy. Only the essential in an orderly way, without contrast or excess can create a true relaxation environment.

japandi

Via Pinterest

 

japandi

Via Pinterest

Wood as the main element

In Japandi style an essential element for materials is wood. In the dining room, for example, a rectangular wooden long table can be the protagonist, embellished with a beautiful plant in the center table. Colors are above all pastel colors. A winning co-worker can be a light pink with green. Next to the table, there is enough furniture on which to rest another plant and a small bookcase in the background, nothing more. Order is the element that overrides the interior.

In general, all materials are good that they are natural and of high quality

Via domain.com.au

japandi

Via Pinterest

 Play with accessories for a unique Japanese style

A minimalist decor does not rule out the use of accessories to beautify the environment, but they are rather resized than usual. An idea is to stay in the living room to embellish the wooden table in front of the couch with books arranged stacked in groups of two or three.

Via irisvandermeer.nl

 

Japandi

Via Pinterest

 

Via Pinterest

 

With Japandi, count on neutral and pastel colors

A tip to recreate a Japandi style is to play in neutral and pastel colors. The color tones come from the current Scandi trend, with shades of blue and gray that tend to blue. However the differences consist of the introduction of shades like mint, emerald green, pink and ivory for a subtle difference in accent colors.

For those who want a unique and sought after style, an idea is pointing to a black tinted dark wall with light gray furniture used on sofas and armchairs.

I look very much in Japandi style and I look forward to proposing it to my projects!

Via blog.sampleboard.com

Via elisabethheier.no

 

L’articolo Japandi: mix between Japan and Scandinavian world proviene da easyrelooking.


 
 

Notte nel deserto, in un resort vicino a Dubai

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking

READ IN ENGLISH

©EasyRelooking

L’idea di passare una notte nel deserto mi ha sempre affascinato.

Quando abbiamo scelto di fare tappa a Dubai per il nostro viaggio di nozze, non ci ho pensato due volte nell’inserire almeno una giornata con notte al Bab Al Shams Resort & spa!  è davvero un’esperienza affascinante poter ammirare il sole scendere sulle dune di sabbia.

Se passate da Dubai, non potete non soggiornare, anche solo per una notte, in questo lussuoso resort e vivere una magica esperienza araba!

Info utile: questo resort si può prenotare direttamente su booking, accedendo alle numerose offerte, fino al 50%! Infatti non fa parte di nessuna catena di hotel specifica.

Una notte nel deserto

Dopo più di 40 minuti sopra una Jeep (che viene usata per il Safari nel deserto) e dopo aver percorso chilometri lungo una strada dritta e senza auto,  arriviamo al Bab Al Shams Resort % spa.

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

Ancora sulla jeep, veniamo accolti a destra e a sinistra da dune morbide e bianche. Inizi poi a intravedere la struttura della splendida oasi, con la sua straordinaria pietra color ocra. Si intona perfettamente con il deserto e il verde circostante, che non manca intorno al resort.

Possiamo finalmente entrare in questa cittadella di pietra che tanto avevo sognato! Le immagini sul web erano spettacolari: volevo vedere e fotografare tutto dal vivo!

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

La nostra notte nel deserto ci attende.

Il Bab Al Shams Desert Resort & Spa è costruito nello stile di un tradizionale forte arabo. I cortili con fontane, i rigogliosi giardini e i vicoli in pietra conducono alle camere elegantemente arredate, progettate in stile rustico arabo.

Qui sotto puoi vedere le foto della nostra camera! Era fantastica, e anche il bagno era eccezionale!

DISPONIBILE SU BOOKING

Esperienza araba a 5 stelle

Dopo pochi minuti dall’arrivo, è subito chiaro il livello di servizio altissimo. In Europa noi non siamo abituati a questo tipo di attenzioni. Ogni persona è stata gentile e premurosa con noi, dall’inizio alla fine del nostro soggiorno.

L’aggettivo giusto è: impeccabile.

Tutti gli interni, spazi comuni e non, sono decorati con un elegante stile arabo: tappeti bordeaux, lampade a tema e cuscini.

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

Alla reception viene fornita una vera e propria cartina per potersi muovere al meglio all’interno del Resort. Essendo molto esteso è bene avere una piantina iniziale per orientarsi, ma poi è tutto molto a portata di mano.

La vera protagonista e bellezza di questo posto è l’acqua.

L’acqua azzurra della splendida piscina a fioro sul deserto contrasta con la piestra dorata con cui è costruita tutta la cittadella.

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

 

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

Intorno alla piscina, che è divisa in zone con diverse altezze, sono disposti lettini comodissimi.

Ma noi non riuscivamo a stare a lungo fuori dall’acqua! A inizio Settembre c’erano 42°C percepiti ed era un piacere stare nell’acqua della piscina. La temperatura all’interno era perfetta!

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

Anche a livello di cibo, l’esperienza araba è a 360°. Il Bab Al Shams ospita 4 ristoranti di cucina tradizionale e internazionale. Il famoso ristorante all’aperto Al Hadheerah Desert propone un’esperienza araba unica e noi ci siamo stati!

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

Pensavamo che fosse completamente all’aperto: invece solo la zona buffet è all’aperto, creata come se ci si trovasse in un antico mercato arabo! Si cena invece sotto un grande tendone, dove si può assistere a diversi spettacoli inclusi nel prezzo.

Primo consiglio: portatevi un maglioncino perché l’aria condizionata all’interno del tendone è devastante!

Secondo consiglio: chiedete il prezzo prima, non è economico! 

Il tramonto nel deserto

A seconda del periodo, puoi ammirare il tramonto nel deserto prima o dopo cena! Ti consiglio di salire al Sarab Rooftop Lounge.

Vista sul deserto e sulle dune di sabbia, senza nient’altro: solo il sole che tramonta e le inonda di arancione. 

bab-al-shams-desert-resort

©EasyRelooking

 

L’articolo Notte nel deserto, in un resort vicino a Dubai proviene da easyrelooking.


 
 

Lagom: il nuovo trend per gli interni

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Interiors

READ IN ENGLISH

Il Lagom è solo uno degli ultimi trend per gli interni! Prima di iniziare a leggere il post, lo sai che ho preparato una guida per gli Interior Trend 2018? Puoi scaricarla qui! Troverai 12 interior trends per il prossimo anno! 

DOWNLOAD FREE GUIDE FOR INTERIOR TRENDS 2018 – by EasyRelooking

Dopo che l’avrai scaricata, puoi continuare a leggere!

In medio stat virtus

Lagom arriva dalla Svezia ed è la nuova tendenza per l’arredamento d’interni che punta su semplicità, equilibrio e sostenibilità, in perfetto stile scandinavo. Il nome di questa tendenza è Lagom, un concetto filosofico traducibile con “non troppo, non troppo poco: il giusto”. E la giusta misura delle cose è il principio alla base dello stile Lagom quando si tratta di arredamento di interni. La casa dev’essere un luogo accogliente, rilassante, dove ricaricarti di energie dopo una giornata stressante al lavoro e ritrovare il tuo equilibrio psicofisico.

Per svolgere questo ruolo indispensabile, la casa non può essere caotica, soffocante e piena di oggetti inutili, ma deve offrirti ciò di cui hai bisogno nella misura in cui ne hai bisogno: il giusto.

Lascia circolare luce e aria

Per il tuo equilibrio psicofisico è essenziale un ambiente in cui luce e aria siano presenti in grandi quantità e libere di circolare in ogni angolo, riempiendo le stanze di energia positiva. Quando decidi di rinnovare la tua casa seguendo lo stile Lagom, devi prepararti a rivoluzionare gli spazi, senza temere il risultato: porte scorrevoli, pareti in cartongesso e vetrate sono ottimi strumenti per cambiare l’aspetto della tua abitazione, ma soprattutto devi avere la predisposizione a liberarti di tutto ciò che non è essenziale e ruba solo spazio e aria.

Questo non vuol dire che lo stile Lagom sia trascurato, tutt’altro! Il Lagom stimola a distinguersi senza esagerare e voler stupire a tutti i costi, mettendo in primo piano l’essenza della persona che si esprime e si rispecchia nell’ambiente circostante.

La qualità è meglio della quantità

Il Lagom invita anche a non farsi trascinare dalle mode del momento riempiendo la casa di oggetti più o meno grandi che con il tempo perderanno ogni attrattiva, dato che le mode sono per natura passeggere. Il Lagom ti suggerisce invece di riscoprire e dare nuovo valore a quella che è l’essenza, la qualità degli oggetti così come quella delle persone che ne fanno uso. Questo non vuol dire rinunciare alla personalizzazione dei tuoi spazi, tutt’altro!

Scegli piuttosto per la tua casa pochi oggetti di qualità che ti siano veramente utili e che rappresentino il tuo mondo interiore. I materiali riacquistano la loro importanza, al di là della forma che gli viene data, ed è bene valorizzarne la bellezza e la qualità, senza modifiche invasive: cosa c’è di più bello del legno, mostrato nella sua naturale semplicità? 

Sostenibilità

Un altro aspetto fondamentale per adeguare i propri spazi alla filosofia del Lagom è la sostenibilità, il rispetto per l’ambiente ma anche per noi stessi. Liberarsi del superfluo e circondarsi di arredi e oggetti in cui ci si riconosce, aiuta a riportare ordine fuori e dentro di noi. In particolare per chi lavora da casa, è importante creare un ambiente sereno in modo da non lasciarsi sopraffare dagli impegni e mantenere l’equilibrio tra la vita lavorativa e quella personale.

Infine una casa in perfetto stile Lagom ha come priorità anche il rispetto dell’ambiente, quindi via libera al legno a vista, ai materiali come sughero, canapa, lino e tessuti grezzi in generale, e ben vengano tutti i materiali riciclati e riciclabili, che salvaguardano l’ambiente e il portafogli! 

 
 

L’articolo Lagom: il nuovo trend per gli interni proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Carta da parati anni 70 per rinnovare casa

Pubblicato da blog ospite in Decor, Easy Relooking

READ IN ENGLISH

©easyrelooking

Tutti sanno quanto ami la carta da parati!

Se mi seguite su Pinterest (e se non lo fate provvedete subito!) avrete notato la mia raccolta di immagini di ispirazione per la carta da parati.

Sono sempre alla ricerca di nuove proposte per i miei progetti. In particolare cerco carte da parati che possano:

  • essere di qualità
  • a un prezzo competitivo
  • anche acquistabili in maniera facile dai miei clienti

Per poter consigliare materiali di qualità, sono ben felice di testare e recensire prodotti che siano rigorosamente tra i miei interessi e gli interessi del pubblico di questo blog!

Per partnership e recensioni, contattami in privato

Carta da parati degli anni ’70

Conosco da tempo il sito Carta da parati degli anni 70 che presenta carte da parati incredibili! Voi lo conoscevate?

Le prime carte di questa azienda nacquero con l’ispirazione agli anni ’70.

Già nel lontano 2003 lanciammo il marchio “Veruso” che diede il via ad un appassionato periodo di revival degli anni ’70. Un anno dopo le nostre collezioni furono accolte con entusiasmo alle fiere del settore di New York. Da quel momento in poi il look vintage che si rifà agli anni ’70 ha conquistato tutto il mondo.

Ed è assolutamente così, i disegni degli anni ’70 sono ritornati molto di moda e, per chi ama particolarmente quel perido, sul loro sito è presente una raccolta dedicata “I love the ’70s“.

Ma questa azienda si è poi evoluta ed è cresciuta nel tempo, proponendo anche altri disegni. Si trovano quindi moltissimi modelli di carte, dalle più minimali righe ai disegni floreali.

 

 

 

Volevo saperne di più!

E quindi sono entrata in contatto con Sven, del team carta da parati artistica, direttamente dalla sede dell’azienda, in Germania.

Mi ha inviato diversi campioni di carta delle nuove collezioni, che ho voluto fotografare in un modo un po’ artistico e diverso dal solito!

 

 

 

Sono rimasta piacevolmente colpita dalla qualità!

In particolare per questi punti che ti elenco:

  • la carta è spessa
  • i colori sono uguali a quelli che si vedono sul loro sito, sia per i più tenui che per i più sgargianti
  • le carte che presentano sul sito dei riflessi a seconda della luce, sono effettivamente così anche dal vivo
  • infine, dove è indicato che ci sono rilievi o l’aspetto è liscio o ruvido, è effettivamente così come descritto!

Dalle mie foto si possono intravedere alcune cose di quanto descritto. Soprattutto in alcune si percepisce chiaramento l’effetto che io chiamo “tessuto“, per indicare una superficie ruvida e che ricorda il tessuto.

 

 

 

Grazie a questi campioni, posso dire che per i miei progetti sarei ben contenta di consigliare carte da parati di questa azienda, per chi cerca un buon rapporto qualità-prezzo!

L’articolo Carta da parati anni 70 per rinnovare casa proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Novità Ikea 2018

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Un giro iniziale per vedere dal vivo le prime novità Ikea 2018 già in esposizione e scoprire quelle che arriveranno

Sono attratta dai piani in legno impiallacciato dell’Ikea. Alcuni hanno raggiunto una resa estetica di alto livello.

In particolare ho visto da vicino il nuovo tavolo MÖRBYLÅNGA in impiallacciatura di rovere e devo dire che il piano è bello!

Misure 220x100cm e farebbe la sua bella figura in un’ampia sala da pranzo, con il resto degli arredi studiati a dovere.

Anche i piani della cucina Ikea, in cui si hanno diverse novità 2018, fanno la loro degna figura. Sia quelli effetto legno che effetto cemento. La resa fotografica non è niente male, vero?

Collaborazioni con grandi designer per il catalogo 2018 di Ikea!

Abbiamo grandissime novità per il catalogo 2018!! Per alcune collezioni in edizione limitata per il catalogo 2018, Ikea ha collaborato con designer di fama internazionale. Leggi qui sotto! Quella che più attendo è proprio la prima di questa lista.

YPPERLIG

La collezione e collaborazione più attesa! non vedo l’ora di vederla! E’ la linea creata insieme ad HAY. Pezzi di design nordico che sarà possibile vedere da Ottobre 2017.

DELAKTING

La prima collaborazione è quella con Tom Dixon che per il colosso svedese ha sviluppato il sistema di imbottiti Delaktig. Lancio per Febbraio 2018.

ikea_tomdixon

SPÄNST

E’ una delle collezioni che sarà lanciata a Maggio 2018, per un periodo limitato.

Si tratta del risultato della collaborazione tra Ikea e Chris Stamp, fashion designer.

Una collezione per le persone attive e creative.

Collaborando con un designer di moda come Chris Stamp, possiamo portare l’ispirazione di streetwear in arredamento domestico.

Stamp – Ikea

 

OMEDELBAR

Disegnata dalla fashion stylist Bea Åkerlund, sarà in vendita da marzo 2018.

Per individualisti, per chi non ha paura dei giudizi degli altri, per creativi.

Cosa c’è di meglio di collaborare con la stilista che ha lavorato per celebrità come Madonna, Beyoncé, Katy Perry, Lady Gaga, Rihanna e Fergie?

INDUSTRIELL

Una linea nata in collaborazione con il designer olandese Piet Hein Eek, conosciuto per essere un abile artigiano, con pezzi di recupero. Ha già collaborato con Ikea alla collezione Jassa.

vasi_ikea_2018

 

Cosa ne pensi? stai già pianificando una vistia all’Ikea? 🙂

L’articolo Novità Ikea 2018 proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Design Hotel: Castle of Casole

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking

READ IN ITALIAN

If you love Tuscany and want to enjoy all its most authentic atmosphere, choose Castello di Casole in Siena.
This superb estate, rich in history, will give you memorable stays, or the opportunity to live up to you with the in-house rental housing.

Inside the estate you breathe not only the Tuscan essence, but also the history of ancient peoples who have gone from these rooms, like the Etruscans.

The 10th-century Castle is now a luxurious hotel, while the surrounding estate combines elegance with unrivaled nature and natural landscapes all around.

castello-di-casole

The careful restoration of the entire estate, carried out by architects and artisans of the area and all of the excellent craftsmanship, wanted to maintain its originality. Traditional methods and regenerated materials have been used, such as wooden beams, Tuscan terracotta, ceramic tiles and original tiles, exposed bricks, etc.
A combination of ancient and rural, coupled with the most innovative services in the hotel and in rentable dwellings.

Rent or stay in the hotel: for magic moments

At Castello di Casole in Tuscany, precisely in Siena you can choose to stay at the hotel, or decide to become a renter of magnificent style dwellings, or to make your own event in this estate, between olive trees and vineyards.

The hotel immediately conveys a warm Italian atmosphere, rich in history and traditions, that transpires from the ancient and original walls of the structure. The authentic and rural character blends harmoniously with modern but elegant furnishings, ideal for these rooms and environments. In the hotel you breathe a sober and refined air, perfect to approach discreetly the typical nature of Tuscany’s most authentic and agricultural.

There are several styles of indoor rooms and rooms, all of which are welcoming and of great value, as a frame of wonderful landscapes made of vineyards and olive trees, where wine and oil can still be seen today.

The houses for rent are real historical houses, in perfect style of the Castello di Casole, fabulous atmospheres will crawl you in the summer and winter colder seasons. Enjoying landscapes and environments of this kind is not a price, it is a residence of great style and evocative power, a unique emotional experience and in Italy, in Tuscany.

Immerse yourself in an impalpable atmosphere

Living or staying at the Castello di Casole in Tuscany, in Siena is a unique experience. You can also take advantage of SPA services and take advantage of the ad hoc packages offered for any occasion and occasion.

Spending time at this estate will make you feel suspended in another dimension. You will feel much more than on vacation, immersed in a truly timeless place and able to fully relax you.
In addition to the beautifully cared for furnishings, typical nature and cutting-edge services you will breathe genuine emotions.

A splendid journey in my opinion! nothing to add

If you decide to stop, you will enjoy this natural and architectural experience daily, giving you a real breakthrough and well-being in your life.

L’articolo Design Hotel: Castle of Casole proviene da easyrelooking.


 
 




Torna su