VDR Home Design






 
 
 

Cameretta in mansarda: il nostro progetto

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Idee, VDR Home Design

Come si arreda una cameretta in mansarda? Vi faccio vedere il progetto che abbiamo pensato per la nostra, a budget contenuto.

……….

Come ormai saprete bene, abbiamo cambiato casa ed avuto un bimbo. Un sacco di novità insomma, per essere solo a settembre di questo 2018. E in questi cambiamenti ci sono due variabili abbastanza complicate, che oltretutto si presentano insieme. Arredare una mansarda e arredare una cameretta. Mettete insieme le due cose e il livello di difficoltà diventa incalcolabile.

Che mobili scelgo per sfruttare al meglio l’altezza della mansarda? Quanti armadi mi serviranno per il neonato che poi diventerà adolescente? Dove li trovo dei mobili che si trasformino nel tempo?

Dopo aver spremuto le meningi per mesi su queste e altre duemila domande, siamo arrivati ad una soluzione pratica ed economica che ci permettesse di realizzare una cameretta che resistesse alla crescita del nostro piccolo.

LA NOSTRA SOLUZIONE PER ARREDARE LA CAMERETTA IN MANSARDA

Cominciamo da un punto che può sembrare scontato ma non lo è. Le dimensioni (larghezza e altezza) della cameretta che avete in mansarda. Molto spesso le mansarde hanno altezze quasi ridicole, nel senso che sono troppo basse per rendere davvero vivibile (e arredabile) la stanza. Tenete conto che in Lombardia una mansarda per essere abitabile deve avere altezza minima di 1,5 mt e altezza media di 2,4 mt.

Ma anche l’altezza massima è un dato importante, perché sarà proprio sulle pareti più alte che troveranno posto la gran parte degli armadi e degli arredi in generale. I metri quadri minimi per una cameretta sono 9, per cui attenzione anche a questo dato.

Nel nostro caso, l’altezza massima che abbiamo è di 3,8 mt per un totale di quasi 13,5 mq. Per cui non abbiamo molti vincoli, a parte il tetto inclinato in legno.

cameretta in mansarda

Abbiamo valutato la possibilità di far fare armadiature su misura ma il budget non lo permetteva. Abbiamo perso un po’ di mesi alla ricerca di armadi più alti di 2,4 mt che non costassero una fortuna, ma non abbiamo trovato molto. Finché qualche mese fa ci siamo imbattuti in una novità di Ikea: il sistema Platsa. Si tratta di un sistema modulare componibile, con strutture disponibili in quattro altezze: 40 cm, 60 cm, 120 cm, 180 cm. Le strutture sono sovrapponibili ed attrezzabili con ante e cassetti, oppure si possono lasciare aperte come scaffali.

Potete capire quanto sia flessibile questo sistema e quanto sia perfetto per noi e per chi come noi abita in mansarda. Combinando un modulo da 180 cm, con uno da 60 cm e uno da 40 cm riusciamo ad arrivare a ben 2,8 mt di altezza! Che per un armadio è davvero notevole.

I tre moduli che vedete (due larghi 80 cm e uno largo 60 cm) sono attrezzati con tubi appendiabiti ma soprattutto cassetti ed hanno un prezzo che si aggira intorno agli € 800. Ovviamente noi per gli armadi abbiamo scelto la parete più alta, mentre su quella opposta (che ha altezza sotto trave di 1,1 mt) abbiamo pensato ad una serie di cassetti e scaffali (sempre serie Platsa). Si tratta di moduli da 40 cm di altezza sovrapposti, in cui inseriremo alcuni cassetti.

Il letto è il modello Flekke sempre di Ikea che ha due cassetti sotto e un doppio materasso, in quanto all’occorrenza può diventare letto matrimoniale. Di giorno invece funziona come comodo divano.

In tutto la spesa per una cameretta del genere è intorno ai € 1200, ma si tratta di un arredo che non necessita di essere cambiato man mano che il bimbo cresce. Al massimo si possono sostituire gli accessori interni degli armadi, ma direi che si tratterebbe di una spesa assolutamente accessibile.

 

L’articolo Cameretta in mansarda: il nostro progetto sembra essere il primo su VHD.

Tags: ,

 
 

Costruire una scrivania girevole fai da te? Il post passo passo

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Vi piacciono le scrivanie girevoli, di quelle che si aprono e chiudono all’occorrenza? Vediamo come costruirne una, di scrivania girevole fai da te.

Settimana scorsa ho scritto un post dedicato alle scrivanie dei bimbi ed in particolare vi ho dedicato un post per realizzarne una molto particolare. Perché si sa che una delle attività maggiormente amate dai piccoli è disegnare e scrivere, indipendentemente dalla superficie. Quindi per evitare di rovinare muri e mobili, perché non trasformare una scrivania in un grande blocco da disegno? 

Se però i vostri piccoli di casa non sono più cosi piccoli e pensate che questa idea per voi sia un po’ superata, allora magari il post di oggi fa al caso vostro. Mettiamo che stiate cercando una scrivania un po’ speciale, che abbia anche una libreria. Che si possa aprire e chiudere all’occorrenza. Però non ne trovate come dite voi. Perché non ce la costruiamo?

STEP BY STEP: LA SCRIVANIA GIREVOLE FAI DA TE

E quando quello che cerchiamo non si trova, perché non farcelo da noi? Vedrete che è più semplice di quello che sembra e i pezzi necessari non sono neanche tanti.

scrivania girevole fai da te

| 1- Libreria Kallax Ikea | 2- Doerner + Helmer 441609 perno filettato | 3- Pannello compensato multistrato pioppo | 4- SO-TECH Gamba da Tavolo Altezza Regolabile | 5- Emuca set 4 rotelle |

Ecco qui sopra l’elenco dei pezzi utilizzati per realizzare questa scrivania girevole, che come vedete è composta da una libreria aperta di Ikea, modello Kallax in bianco opaco. Essendo aperta da entrambi i lati rende facile inserire e prendere libri, quaderni e tutto quello che può servire durante lo studio o il lavoro.

La scrivania in sé è formata da un piano da 60 cm di profondità per 200 cm in lunghezza, da farsi tagliare a misura. Io ne ho scelto uno di quelli a disposizione da Leroy Merlin, in compensato multistrato di pioppo con spessore 30 mm.  Le gambe è meglio siano regolabili, in base alla dimensione del perno girevole che trovate. Quello che ho trovato su Amazon ha lunghezza totale di 4,4 cm, con perno filettato da 1 cm (L1), rondella centrale da 8 mm e perno inferiore da 2,6 cm (L2).

Le gambe sono regolabili in altezza, da 70 cm fino a 120 cm. Sotto le gambe dovranno essere incollate o avvitate due rotelle piroettanti per mobili, per garantire l’apertura e chiusura della scrivania.

Io ho scelto di fare libreria bianca e scrivania nera per dare un po’ di contrasto ma nulla vieta di fare tutto nella stessa finitura o nei colori che più preferite.

 

 

L’articolo Costruire una scrivania girevole fai da te? Il post passo passo sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Come si vende con Mercatopoli? Vi racconto com’è andata per noi

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Come si vende con Mercatopoli, come funziona il processo e noi come abbiamo fatto. Tutte le risposte alle domande che avete.

……….

Il nome Mercatopoli ormai non dovrebbe esservi nuovo perché se leggete i miei post di tanto in tanto, lo riconoscerete. Dovreste ricordarvi che si tratta di una catena di negozi presenti in tutta Italia, dedicati alla compra-vendita di oggetti usati.

Luoghi in cui nulla rimane inutilizzato perché si cerca di dare una seconda possibilità a ciò che per noi ha significato qualcosa. In una società rapida e consumistica come la nostra è quanto mai importante soffermarsi a riflettere sul destino che vogliamo riservare a tutto quello che per noi non ha più utilità.

Davvero tutti quei vestiti, scarpe, borse e mobili sono destinati all’abbandono? Magari sono ancora in buono stato e qualcun’altro dopo di noi potrebbe amarli alla follia. Diamogli una seconda chance e facciamo da testimoni del circolo del riuso.

Noi lo abbiamo fatto anche perché ci siamo liberati spazio in casa, abbiamo guadagnato qualcosa e abbiamo anche trovato accessori per la nostra nuova casetta!

COME SI VENDE CON MERCATOPOLI: LA NOSTRA ESPERIENZA

Questo 2018 per noi è stato un anno pieno di nuovi avvenimenti e bellissime sorprese, infatti come saprete abbiamo cambiato casa ed avuto un bellissimo bambino. Ovviamente ciò ha significato un trasloco.. e tutto il marasma di oggetti che ci sono ricaduti addosso.

Accessori e ninnoli vari distribuiti nella vecchia casa ma anche nelle case dei genitori.. li avevamo lasciati li perché magari ci sarebbero serviti, “magari quando troviamo la casa giusta ce li portiamo dietro”.. e invece ci siamo ritrovati con tantissime cose di cui non sapevamo che fare. Che abbiamo fatto? Abbiamo fatto una sorta di inventario di quegli oggetti che effettivamente avrebbero potuto avere riuso fantasioso e quegli oggetti per cui non avevamo più alternative.

vende con Mercatopoli

| Mercatopoli di Cesano Maderno |

Tra questi ci sono veramente oggetti di tutti i tipi; una collezione pressoché infinita di Topolino, delle vecchie macchine da cucire, i giochi della Playstation con la Playstation. Per quanto riguarda gli oggetti più piccoli, li abbiamo portati direttamente in negozio per farli valutare dal personale del punto vendita. In questo modo abbiamo definito velocemente quali oggetti fossero adatti alla vendita e quali no.

Come si fa invece per gli oggetti più grandi, ad esempio i mobili? Basta contattare il punto vendita per capire con loro il modo migliore per procedere.

vende con Mercatopoli

| Mercatopoli di Cesano Maderno |

La cosa più bella? Oltre ad aver liberato spazio e aver la possibilità di guadagnare qualcosa, abbiamo anche trovato tanti accessori fantastici per la nostra nuova casetta! Un ottimo modo per dare una seconda vita a quello che a noi non serviva più e per accogliere oggetti che invece erano perfetti per questa nostra nuova emozionante parte di vita.

 

 

 

 

L’articolo Come si vende con Mercatopoli? Vi racconto com’è andata per noi sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Idea da copiare: una scrivania per disegnare a prova di bimbi

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Cosa piace di più fare ai bambini e ai ragazzi? Disegnare e scrivere liberamente, magari avendo una scrivania per disegnare intera.

………..

Pensate un po’ a quando eravate bambini o ragazzi: qual era la cosa che vi piaceva fare di più? Disegnare e scrivere liberamente. Lo facevate dappertutto, su qualsiasi superficie dritta. Con buona pace dei santi che tiravano giù i vostri genitori quando vi scoprivano a usare il muro del soggiorno come tela.

Meno male che negli ultimi anni sono state inventate pitture lavagna e carte da parati che si possono colorare, così da ridurre un po’ i danni. Ma quando si tratta di mobili? Come si fa a ridurre i danni da penna e pennarello?

Mi è venuta un’idea anche abbastanza facile per realizzare una scrivania per disegnare e con un budget sotto i € 100 (precisamente € 75,75).

UNA SCRIVANIA PER DISEGNARE E PER STUDIARE

La scrivania in cameretta serve, già da quando i vostri piccoli cominciano ad andare all’asilo e prendono confidenza con i pennarelli. L’attività del disegno è una delle più belle da far fare ai piccoli, perché permette loro di sfogare e allenare la loro fantasia.

Il disegno diventerà poi scrittura quando si comincerà la scuola. Quindi si tratta di un elemento fondamentale quando si pensa ad arredare la stanza. Invece che prendere una semplice scrivania e tenerla come tale, perché non trasformarla in un grande blocco da disegno? 

scrivania per disegnare

| Ikea | Linnmon / Adils |

Io sono partita dalle dimensioni dei fogli bianchi che ci sono in commercio, mi sono basata sui fogli da disegno in formato A1 (84 cm x 59,4 cm). In particolare questi che trovate su Amazon di Artway Studio da 13o gm². Date le dimensioni dei fogli ho cercato una scrivania semplice, che non mi dispiacerebbe modificare e senza un costo esorbitante.

Il modello che ho trovato è il piano bianco con le gambe nere di Ikea Linnmon / Adils.  Il costo è di soli € 19,95 e potete sceglierlo in più varianti di colore, se l’accoppiata bianco – nero non vi convince.

Infine vi serviranno degli anelli apribili in alluminio, come questi di Niji dal diametro di 5,2 cm (ci sono anche da 8 cm di diametro). A cosa servono? Ad attaccare i fogli da disegno alla scrivania e girarli quando sono completamente scritti. Proprio come se si trattasse di un blocco da disegno.

scrivania per disegnare

| Fogli da disegno formato A1 Artway Studio | Anelli apribili di alluminio diametro 5,2 cm Niji | Scrivania Ikea Linnmon / Adils |

Come vedete si tratta di fare una sola operazione: fare 5 fori da 3 cm di diametro sulla scrivania, utilizzando la punta del trapano per il legno nel diametro indicato o che preferite voi. Il piano della scrivania è lungo 100 cm, le gambe hanno diametro 4 cm e sono poste a 5 cm dal bordo del piano al centro della gamba.

Rimangono all’incirca 86 cm, a cui dovrete togliere i 15 cm dei fori che andrete a realizzare. Per definire a che distanza fare i fori, dividete per 6 i 71 cm rimasti. Io per comodità ho tenuto i due fori esterni a 11 cm dalla gamba della scrivania e quelli centrali a 12 cm. Ma potete anche farli tutti alla stessa distanza, cioè circa 11,8 cm.

Una volta fatti i fori anche sui fogli non vi resta che assemblare il super blocco da disegno e far sfogare i vostri artisti!

 

L’articolo Idea da copiare: una scrivania per disegnare a prova di bimbi sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

#7 carte da parati per bambini che faranno giocare anche i grandi

Pubblicato da blog ospite in Decor, VDR Home Design

Una scelta che può sembrare coraggiosa ma che in realtà può essere anche molto divertente: le carte da parati per bambini come decoro nelle camerette.

……….

Scegliereste mai la carta da parati per decorare la cameretta dei vostri bimbi? So che può sembrare un azzardo perché si tratta di un rivestimento impegnativo, però ci sono delle possibili scelte davvero valide.

Si tratta di carte da parati moderne, molte delle quali stacca e attacca. Quindi anche dal punto di vista del “cresce e cambia gusti” siamo a posto. Sono tutte decisamente divertenti, non ne troverete di classiche con disegnini e fumetti.

Ho trovato sette carte da parati per bambini decisamente originali e che vi faranno cambiare idea.

CARTE DA PARATI PER BAMBINI: DAL VELCRO AL PENNARELLO

Cominciamo subito con una delle più originali che ho scoperto, prodotta dall’azienda di design Lago: si chiama Playwall Wallpaper ed è composta da velcro su base TNT, quindi lavabile e con ottima resistenza alla luce.

Qual è la sua particolarità? Si tratta di una carta in velcro su cui sono attaccati morbidi cuscini che i bimbi possono divertirsi ad attaccare e staccare. In tutta morbidezza, per una parete di gioco anche infinita.

carte da parati per bambini

Image credits: Lago

Continuiamo con le carte da parati da colorare: sì avete letto bene. Carte da parati con sagome di disegni, pronte da incollare alla parete e colorare come più preferite. Perfette quindi per le camerette di bambini e ragazzi, ma anche in uffici speciali. Attaccatele e godetevi l’opera d’arte finale.

Sono dell’azienda Murals Wallpaper, la serie Colour In (disponibile in 8 varianti); il prezzo è di circa € 31 al mq.

carte da parati per bambini

| Fruity | Monsters | Pug | Murals Wallpaper | Colour In series |

Passiamo invece ad una carta da parati ed un adesivo murale molto speciali, dell’azienda inglese Graham Brown. La carta da parati è una delle loro più famose, si chiama Frames (cioè “quadri”). Il motivo è presto detto. Sulla carta sono disegnate cornici di varie forme e dimensioni, sulle quali i bimbi (ma anche voi adulti) possono attaccare i loro capolavori e le foto più varie.

Anche qui il lato fantastico è la possibilità completa di personalizzazione della carta e quindi dell’ambiente in cui viene applicata. Un assoluto divertimento per tutti.

Se però volete dare un tocco divertente ma senza impegnarvi (fisicamente ed economicamente) come con una carta, l’azienda propone anche degli adesivi murali stacca – attacca.

Guardate questo che rappresenta il planisfero: si chiama appunto “The Whole Wide World”  ed è una stilizzazione in toni da cartone del mondo. Assolutamente perfetta per i più piccini e anche facilmente rimovibile quando i piccini crescono.

carte da parati per bambini

| Graham Brown | Frames | The Whole Wide World |

Continuiamo con due carte che ho trovato su questo concept store italiano dedicato al design per i bimbi. Nato dall’idea di due “mamme metropolitane”, Alberta e Giorgia, si tratta di un negozio (sia fisico a Milano, che online) in cui trovate tutto quello che riguarda l’arredo del mondo camerette. Sul negozio online Le Civette sul comò ho trovato queste due carte; la prima è da colorare con i pennarelli che si usano per le lavagnette, quindi cancellabile ogni volta che si vuole.

La seconda invece è di Groovy Magnets ed è proprio una carta da parati lavagna. È in base vinile con particelle magnetiche che la rendono perfetta per appendere foto e disegni ma anche per le note e i disegni dei piccoli e grandi di casa.

carte da parati per bambini

Le Civette sul comò

Finiamo con un “template” cioè una sagoma da disegnare sulle vostre pareti. Idea molto divertente soprattutto se i vostri ragazzi sono più grandi e quindi possono darvi una mano attiva nella realizzazione del disegno. L’azienda che li produce si chiama Gemakker e il prodotto si chiama Make Up The Wall.  Sono disponibili numerose sagome in alluminio, fornite su contatto con Gemakker.

Come funziona? Dipingete la parete del colore che avete deciso e poi con dei pennarelli Uniposca disegnate le vostre sagome sulla parete. Potete fare un piccolo angolo o tutta la parete; lasciare solo la sagoma o riempire le sagome di vernice. A voi la scelta.

carte da parati per bambini

| Gemakker | Make Up The Wall |

 

L’articolo #7 carte da parati per bambini che faranno giocare anche i grandi sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

#7 trend di design molto di moda ma… non per tutti

Pubblicato da blog ospite in Interiors, VDR Home Design

Non è sempre vero che tutti i trend di design di cui sentiamo parlare vadano bene per tutti. Oggi sfatiamo il mito su sette di questi trend.

………..

Quanto sono belle certe immagini che vediamo sui siti di arredo e sulle riviste di settore eh? Immagini incredibili di interni perfettamente in ordine, senza un filo di polvere. Dove il tempo, i bambini e gli animali sembrano non passare e non lasciare traccia. E anche noi veniamo irrimediabilmente catturati da queste ispirazioni e ci ritroviamo a copiarne i dettagli.

Solo che poi.. il divano in velluto con i nostri cani e gatti non è l’ideale. La cucina senza pensili è un po’ scomoda… quindi prima di avventurarvi in acquisti di cui potreste pentirvi, vediamo insieme i 7 trend di design a cui pensare bene prima di portarli in casa.

TREND DI DESIGN #1: LA CUCINA SENZA PENSILI

trend di design

|Image credits: Mikael Cho on Unsplash|

Belle le cucine senza pensili eh? Come sono ordinate e pulite a guardarle.. Si esatto, a guardarle. Sono estremamente di moda in questo periodo ma non vanno bene per tutti. Soprattutto se già avete una cucina piccola, non potete rinunciare anche ai pensili. Dove mettereste le provviste, i piatti e i bicchieri?

Dovreste avere tutto più o meno a vista e se avete troppi accessori il rischio caos è dietro l’angolo. Quindi ok a cucine senza pensili quando c’è abbastanza spazio per le basi e tutto può trovare un suo posto.

TREND DI DESIGN #2: IL DIVANO IN VELLUTO

trend di design

|Image credits: Hi Light Architects|

Il divano in velluto è decisamente uno dei trend più in voga di questo 2018. Divani di ogni forma e colore, rigorosamente in velluto. Vi piace? Avete pensato anche ai contro di una scelta del genere?

In estate un divano di questo tipo terrà un caldo incredibile e assorbirà qualsiasi cosa. Quindi dovrete essere pronti a pulirlo e disinfettarlo ogni settimana, soprattutto in presenza di bambini. Oltretutto in presenza di animali è una scelta ancora più da evitare, se non volete vedere le fodere del divano macchiate e rotte dopo 2 minuti. Meglio scegliere una stoffa più economica e facile da rattoppare.

TREND DI DESIGN #3: LE PARETI ROSA

trend di design

|Image credits: H&M|

Eccolo qui un altro trend che ha riempito le pagine di riviste e siti web: le pareti rosa. O comunque il rosa come colore protagonista degli interni di mezzo mondo. Allora, ok se lo scegliete in una nuance neutra quindi molto leggera. In questo caso sarà facilmente abbinabile a colori come il grigio che ne smorzeranno un po’ l’aura da fiaba.

Se però scegliete un rosa shocking e oltre che per le pareti lo usate anche per gli accessori, il rischio del too much è proprio dietro l’angolo. Finirete per stufarvi dopo due mesi. E cosa fate? Re-imbiancate e arredate da capo?

Quindi se proprio volete usare del rosa, magari sceglietelo per gli accessori e non per gli arredi e le pareti di tutta casa.

TREND DI DESIGN #4: I TAPPETI A PELO LUNGO

trend di design

|Image credits: Another Ballroom|

Si ok sono belli, fanno atmosfera e arredano. Ma da pulire? Ci avete pensato? Raccolgono il doppio della polvere e dei peli, in caso di animali. Anche in presenza di persone allergiche non sono la scelta migliore, perché anche se si puliscono tutti i giorni rimangono un ricettacolo di polvere.

Quindi meglio i tappeti a pelo corto o in fibre sintetiche soprattutto in presenza di bimbi e animali.

TREND DI DESIGN #5: LE PARETI GALLERIA

trend di design

|Image credits: Ikea|

Belle le pareti piene di quadri, tutti perfettamente disposti, vero? Non è un risultato che si improvvisa. Bisogna fare l’elenco dei quadri a disposizione con le loro misure e tagliare delle figure con le stesse misure. Provare e riprovare gli schemi, finché il risultato non è soddisfacente. Non avete tempo / voglia? Allora semplicemente appoggiateli ad una mensola e ripensate alla parete galleria quando avrete energie a sufficienza.

TREND DI DESIGN #6: I PAVIMENTI BIANCHI

trend di design

|Image credits: Kaboompics|

Belli gli interni in total white, con i pavimenti bianchi eh? Chissà perché nelle foto sono sempre puliti e non si vede neanche un capello. Provate a pensarli a casa vostra, i pavimenti bianchi. Siete disposti a vederli sporchi dopo dieci minuti che ci camminate sopra? Se come la maggior parte di noi, lavorate tutti i giorni, non avrete il tempo di pulirli sempre. Quindi dovrete accettare il fatto che non saranno mai perfetti.

Potete accettare questo compromesso?

TREND DI DESIGN #7: LE PIANTE

trend di design

|Image credits: Mike Marquez on Unsplash|

Lo dico spesso che le piante servono in casa, per dare un tocco di calore e benvenuto che non guasta mai. Però vanno scelte attentamente, in base al locale, all’esposizione di casa vostra e alle attenzioni che gli potete dare. Non scegliete piante che vogliono ombra se casa vostra è perennemente al sole. Non scegliete piante che necessitano di tante attenzioni se poi ve ne dimenticate. Chiedete consiglio prima di portare in casa piante sbagliate e ricordate che esistono sempre quelle finte.

 

L’articolo #7 trend di design molto di moda ma… non per tutti sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

#7 mobili trasformabili e salva-spazio per case sotto i 50 metri quadri

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Poco spazio in casa? Avete un angolino ostico di cui proprio non sapete che fare? Con questi sette mobili trasformabili e salva-spazio avete risolto.

…………

Soprattutto quando si vive in case piccole. con poco spazio a disposizione, bisogna ricorrere a soluzioni originali e fuori dagli schemi. Pensare ad arredi e soluzioni d’arredo che non siano i soliti sistemi che si trovano facilmente in quasi tutti i negozi di arredo.

Magari abbiamo quell’angolo proprio all’ingresso che è troppo piccolo per un armadio ma che è troppo grande per lasciarlo senza nulla. Oppure quella parete in cucina che sappiamo potrà servirvi a qualcosa ma non sappiamo ancora cosa.

Il più delle volte basta pensare un po’ fuori dagli schemi e cercare delle idee semplici, ma al tempo stesso geniali. Soluzioni che permettano di sfruttare il poco spazio a disposizione e raddoppiarlo.

Ho raccolto sette idee tutte per voi di mobili trasformabili e salva-spazio, vi va di vederle?

MOBILI TRASFORMABILI E SALVA-SPAZIO #1: IL LETTO A SCOMPARSA

|Image credits: Piotr Matuszek|

Questa è la soluzione principe per chi vive in un monolocale ma non vuole proprio sentir parlare di divano letto. Se solo l’idea del divano letto vi urta i nervi, allora il letto matrimoniale a scomparsa nella parete attrezzata è quello che fa per voi. Pochi gesti per far apparire e sparire il letto, che rimarrà completamente nascosto quando non serve.

Di giorno avrete tutto lo spazio dell’appartamento libero per cucinare, pranzare e lavorare, senza l’ingombro di un gran divano o di un gran letto in bella vista.

MOBILI TRASFORMABILI E SALVA-SPAZIO #2: IL LETTO CONTENITORE

mobili trasformabili e salva-spazio

www.avocadoconcept.com

Vivete in un bilocale, ma sempre molto piccolo e con i metri contati? Allora il letto matrimoniale dovete sceglierlo proprio bene. Invece del solito letto contenitore un po’ scomodo da alzare e abbassare, perché non optare per un letto pieno di cassetti e vani libreria sotto la rete? Vi meraviglierete di quante cose troveranno posto in questo tipo di struttura. Se poi ci aggiungete una bella testata – libreria, avrete un prezioso alleato a cui agganciare tutte le mensole di cui sentirete di aver bisogno.

MOBILI TRASFORMABILI E SALVA-SPAZIO #3: IL DIVANO LETTO

mobili trasformabili e salva-spazio

www.zukkini.ru

Come dite? Vivete in un monolocale ma oltre ai metri scarseggiano anche i soldi? Allora dovete scegliere per forza un divano letto, non avete alternative. Invece che scegliere uno di quei modelli da aprire e chiudere tutti i giorni, scomodi e un po’ pesanti anche, perché non optate per uno di quei modelli con la seduta ampia?

Non vi servirà neanche aprire e chiudere, ma semplicemente attrezzare la seduta del divano con un lenzuolo e un piumino. In pochissimi gesti il vostro letto sarà proprio sotto i vostri occhi.

MOBILI TRASFORMABILI E SALVA-SPAZIO #4: IL LETTO A SOPPALCO

mobili trasformabili e salva-spazio

|Image credits: Project Interiors|

Un’altra soluzione originale per chi vive in un monolocale e ha poco spazio disponibile, è il letto a soppalco. Sopra troverà posto la vostra zona notte, schermata dalla vista di chi entra subito in casa (così non è proprio necessario rifare sempre il letto). Sotto tanto spazio per il divano, la zona lettura, la zona ufficio.. Sfruttando l’altezza otterrete due stanze in una.

MOBILI TRASFORMABILI E SALVA-SPAZIO #5: LA PARETE LAVAGNA

mobili trasformabili e salva-spazio

|Image credits: www.int2architecture.ru|

Avete una parete da un metro di larghezza vicina alla cucina ma non sapete esattamente che farci? Perché non la dipingete con la pittura lavagna magnetica? Oltre ad avere una lista della spesa in continuo aggiornamento, avrete anche un posto in cui appendere lettere e bollette.

MOBILI TRASFORMABILI E SALVA-SPAZIO #6: LA SCALA CUCINA

mobili trasformabili e salva-spazio

|Image credits: www.behance.net.adrianiancu|

Chi ha detto che le scale siano uno spreco di spazio? Se ben progettate possono diventare l’elemento protagonista della casa regalandovi un sacco di spazio che non pensavate di avere.

Come in questo progetto di Adrian Iancu, in cui la scala oltre a essere contenitore (in ogni gradino) fa anche da spalla portante per una parte della cucina. Tre in uno. Non male eh?

MOBILI TRASFORMABILI E SALVA-SPAZIO #7: LA SCALA ARMADIO

mobili trasformabili e salva-spazio

|Image credits: Specht Harpman|

La scala cucina è troppo ambiziosa per voi? Allora c’è la scala armadio. Ma pensate a quanto spazio ricavereste trasformando il sotto scala da spazio vuoto a spazio organizzato. La biancheria di casa, gli elettrodomestici, i detersivi, i piatti e i bicchieri.

Tutto quello che ora non sapete dove mettere e che trova posto nel primo angolo che si libera.

 

L’articolo #7 mobili trasformabili e salva-spazio per case sotto i 50 metri quadri sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Vendere con Mercatopoli e far parte del circolo virtuoso del riuso

Pubblicato da blog ospite in VDR Home Design

Pensate un po’ a tutti gli oggetti che avete accumulato nel corso degli anni: vi servono davvero tutti o li tenete solo per affezione? Volete liberare un po’ di spazio? La soluzione è vendere con Mercatopoli.

……….

Avete mai provato a fare un giro per casa vostra e a fare un inventario di tutti gli oggetti che avete? Sono il frutto della vostra vita e di tutte le esperienze che avete vissuto ed accumulato ed in quanto tali, ricoprono per voi un ruolo speciale.

Fa niente che magari sono chiusi in un armadio da sempre, perché non sapete cosa farvene. Metti caso che possano tornare utili… In realtà, se un qualsiasi oggetto non viene utilizzato per almeno un anno, vuol dire che non ci serve più e che può essere regalato o venduto a qualcun altro che saprà cosa farsene.

Potrà sembrarvi difficile all’inizio fare decluttering e mettere da parte tutto quello che ha finito il cammino con voi, ma vedrete che alla fine il processo avrà avuto anche un che di psicoterapeutico.

Ora vi starete chiedendo: ma una volta che ho messo da parte tutto quello che non voglio più, che ne faccio? Una soluzione è regalarli, ma un’altra soluzione ancora più pratica è di vendere con Mercatopoli.

ALIMENTARE IL CIRCOLO VIRTUOSO DEL RIUSO E VENDERE CON MERCATOPOLI

Quindi la situazione attuale ora è che avete messo da parte tutta una serie di oggetti a voi molto cari, ma che effettivamente hanno finito il cammino con voi: libri, vestiti, piatti, bicchieri, mobili.. Come si fa a venderli con Mercatopoli?

Dovete andare nel negozio a voi più vicino e fargli visionare i vari pezzi (che devono essere puliti, in buono stato e funzionanti). Ogni negozio ha la sua modalità di ritiro e alcuni punti vendita hanno addirittura un numero whatsapp col quale mandare foto degli oggetti più grandi e ingombranti.

Comodo eh? Cosi non dovrete neanche spostare il pezzo inutilmente. Nei casi di grandi mobili è anche possibile organizzare una visita dello staff a casa per una prima valutazione gratuita.

vendere con Mercatopoli

Mercatopoli Cesano Maderno

Gli oggetti idonei alla vendita verranno valutati dallo staff, che vi dirà il compenso che otterrete a vendita ultimata e vi darà la card di Mercatopoli. Con la card potrete registrarvi sul sito e visionare la vendita in tempo reale, ma anche acquistare e vendere altri pezzi.

A questo punto tutti gli articoli con valore inferiore a €50 rimangono in esposizione per 60 giorni, mentre quelli con valore superiore a €50 rimangono in esposizione per 90 giorni. Ci ripensate? Nessun problema: dopo 15 giorni siete liberi di riportare a casa i vostri oggetti.

Al termine, tutto quello che è invenduto verrà devoluto in beneficenza o smaltito. Si tratta di un ottimo modo per spezzare la catena del consumismo sfrenato e rimettere in circolo oggetti che hanno ancora qualcosa da dire a qualche altra famiglia.

Realizzerete tre obiettivi nello stesso tempo: guadagnerete qualcosa, liberando spazio utile in casa per accogliere il nuovo e darete una seconda vita a dei pezzi che hanno significato qualcosa per voi.

vendere con Mercatopoli

Mercatopoli Cesano Maderno

L’articolo Vendere con Mercatopoli e far parte del circolo virtuoso del riuso sembra essere il primo su VHD.


 
 

Colori audaci, design nordico e cura dei dettagli per l’appartamento Kent

Pubblicato da blog ospite in Interiors, VDR Home Design

Una ristrutturazione a Milano Marittima che ha unito ergonomia e design. Il risultato? L’appartamento Kent, di soli 60 mq.

………

Uno dei luoghi turistici più conosciuti e frequentati d’Italia: Milano Marittima. È qui che siamo oggi, dando una sbirciatina ad un appartamento di 60 mq che è proprio una chicca.

La ristrutturazione è stata seguita dallo studio di architettura Gruppo Lithos, che si occupa di progettazione architettonica a 360°. Dal residenziale, all’alberghiero, al sanitario. Il loro obiettivo? Portare qualità nella vita degli altri, attraverso una progettazione che porti benessere negli ambienti e cercando di capire ed intercettare le esigenze del cliente.

Con la ristrutturazione dell’Appartamento Kent direi che ci sono ampiamente riusciti e per voi?

APPARTAMENTO KENT: QUANDO ERGONOMIA E DESIGN SI INCONTRANO

La prima cosa che salta all’occhio di questo appartamento sono i colori usati e i materiali. Turchese, blu cobalto e malva a contrasto con legno di larice e grandi piastrelle che esaltano la sensorialità dell’insieme.

Una divisione razionale degli spazi è la base di partenza per un progetto che è si estetico, ma soprattutto funzionale. Entrando, ci si trova proiettati in quella che è la zona cucina – soggiorno – pranzo: un unico ambiente schermato solo da listelli di legno che fungono da quinta.

appartamento Kent

| Image credits: Gruppo Lithos Architettura|

Forme quadrate e rotonde convivono, alternando la rigidità del design nordico ad un design più organico. Ne risultano spazi luminosi ed eleganti, in cui il contrasto tra il legno ed i materiali contemporanei degli arredi crea un interno prezioso in cui il confort e l’atmosfera di casa non mancano.

appartamento Kent

| Image credits: Gruppo Lithos Architettura |

Che dire della zona notte? Due camere, con due colori audaci che danno personalità agli spazi, anche senza tantissimi pezzi d’arredo. Le camere sono attrezzate con pochi pezzi ma essenziali e hanno tutta una serie di mensole e nicchie per sfruttare lo spazio.

La camera padronale non ha neanche la testata del letto. Quando le dimensioni della camera non lo permettono, è meglio evitare di scegliere letti molto grandi con testate ingombranti. Copiate l’idea di questo progetto: scegliete una struttura letto standard (di solito 160 x 190 cm) e poi sfruttate tutta la parete dietro come testata del letto. Come per magia lo spazio sembrerà moltiplicarsi.

Dipingendo tutto dello stesso colore avrete l’impressione che le superfici siano una il continuo dell’altra e i pochi metri a disposizione non sembreranno neanche così pochi.

appartamento Kent

| Image credits: Gruppo Lithos Architettura |

L’articolo Colori audaci, design nordico e cura dei dettagli per l’appartamento Kent sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

#4 stili per #4 scrivanie pieghevoli e salva-spazio

Pubblicato da blog ospite in VDR Home Design

Le scrivanie non devono per forza essere immense, esistono anche le versioni per i micro spazi. Vediamo insieme alcune scrivanie pieghevoli e salva-spazio.

……….

Qualche giorno fa abbiamo parlato di qualche idea per ricavare un ufficio in casa anche quando la casa ha dimensioni estreme (nel senso ridotto del termine). Abbiamo visto quali sono i requisiti base e lo spazio che serve per realizzare il vostro personale ufficio, ma quali scrivanie scegliere?

Molto spesso le scrivanie che ci sono in commercio sono molto grandi e richiedono almeno un metro e mezzo, due metri per occupare correttamente lo spazio. Ma che fare se noi non abbiamo così tanto spazio a disposizione?

Si ricorre alle scrivanie pieghevoli e salva-spazio, che hanno bisogno di massimo un metro in larghezza. Ma non vi faccio vedere solo le scrivanie.. d’altronde, un ufficio senza accessori che ufficio è ?

SCRIVANIE PIEGHEVOLI E SALVA-SPAZIO #1: IN STILE FLAMINGO

Ma quanto vi piacciono i fenicotteri? Cominciamo con la prima proposta: una scrivania a muro, tipo mensola. L’azienda produttrice si chiama SoBuy ed è specializzata in complementi d’arredo per organizzare casa, ma che occupino poco spazio.

Questa in particolare è profonda solo 35 cm ed è lunga 100 cm. Un buon ufficio però deve avere un orologio, una sedia comoda, una buona luce da scrivania e tanti complementi per scrivere ed organizzare lo spazio. Ecco la mia moodboard: 

scrivanie pieghevoli e salva-spazio

| SoBuy (amazon) scrivania a muro € 60 | Maisons du monde Poltrona in rattan intrecciato €199 | Maisons du monde cornice multipla in metallo verde menta 80×30 €16,99 | Maisons du Monde Neon da appoggio cactus € 16,99 | Maisons du monde orologio da tavolo € 16,99 | Maisons du monde quaderno per appunti € 4,99 | Maisons du monde block notes € 9,99 | Maisons du monde nastri adesivi con dispenser € 6,99 | Maisons du monde scatole in cartone € 16|

Uno stile estivo, fresco e colorato che diverte mentre lavoriamo. Anche i prezzi non sono eccessivi e con meno di €300 il vostro angolo ufficio è fatto.

SCRIVANIE PIEGHEVOLI E SALVA-SPAZIO #2: IN STILE FLOREALE

Se i fenicotteri li odiate, allora magari i fiori fanno più al caso vostro. Tanti accessori dai colori rosa pastello, per un home office romantico e delicato. Sicuramente con questi toni la concentrazione non mancherà.

La scrivania è sempre dell’azienda SoBuy ma è ancora più piccola: una versione ad angolo, che ha bisogno di 60 cm per lato. Direi che questa la possiamo utilizzare tutti in un angolo a casa, no?

scrivanie pieghevoli e salva-spazio

| SoBuy (amazon) scrivania ad angolo € 45 | Maisons du monde tazza in porcellana bianca € 11,98 | Maisons du monde Lampada da tavolo € 39,99 | Maisons du monde cornice multipla € 12,99 | Maisons du monde tela stampata € 34,99 | Maisons du monde scatola rotonda € 5,99 | Maisons du monde quaderno per appunti € 6,99 | Maisons du monde orologio € 9,99 | Maisons du monde accessori da ufficio € 19,99 | Maisons du monde Poltrona in fili di resina rosa cipria € 69,99 |

SCRIVANIE PIEGHEVOLI E SALVA-SPAZIO #3: IN STILE URBAN JUNGLE

In questa terza proposta la scrivania è una versione pieghevole, con piano ribaltabile. Da chiuso il tavolo occupa solo 14 cm in profondità per un metro di lunghezza, da aperto misura 60 cm. Una scrivania in piena regola, che scompare al bisogno.

Il modello è Quadro di Calligaris ed è perfetto per i piccoli spazi. Che ne dite di attrezzare l’ufficio in stile Urban Jungle?

scrivanie pieghevoli e salva-spazio

| Maisons di monde MEMORIES Scaffale di filo con clip nero € 6,99 | Maisons du monde tazza in porcellana € 9,98 | Maisons du monde scatola € 2,99 | Tavolo Quadro di Calligaris € 144 | Maisons du monde portalettere con porta matite € 9,99 | Ikea Poltrona Byholma € 99,99 | Maisons du monde quaderni per appunti € 1,49 | Maisons du monde lampada da tavolo € 29,99 |

SCRIVANIE PIEGHEVOLI E SALVA-SPAZIO #4: IN STILE MARINO

Finiamo con una scrivania pieghevole e richiudibile, per tutti quelli che non amano avere disordine e che preferiscono aprire la scrivania solo all’occorrenza. È il modello Spaceo in bianco, che da chiusa occupa solo 45 cm di profondità. La larghezza? 90 cm.

Che stile ci abbiniamo? Lo stile marino, così in voga e così perfetto per questa stagione.

scrivanie pieghevoli e salva-spazio

| Leroy Merlin scrivania a scomparsa Spaceo € 259,90 | Ikea Poltrona Agen € 39,99 | Maisons du monde Orologio da parete Strap €10 | Maisons du monde portaoggetti da parete € 22,99 | Maisons du monde scatola 7 cassetti € 32,99 | Maisons du monde Lampada da tavolo € 39,99 | Maisons du monde portadocumenti € 6,99 | Maisons du monde tazza in porcellana € 5,98 | Maisons du monde cesto in seagrass € 4,99|

L’articolo #4 stili per #4 scrivanie pieghevoli e salva-spazio sembra essere il primo su VHD.


 
 




Torna su