BLOG ARREDAMENTO Posts

21 Febbraio 2019 / / Architettura

In occasione della Milano Design Week 2019 Superstudio, ospiterà l’installazione “Reevaluating Wood, Research into the Benefits Wood brings” firmata da Sumitomo Forestry Group

 Sumitomo Forestry Group, divisione aziendale del gruppo giapponese Sumitomo, dal 1691 specializzata nella lavorazione del legname, nei secoli, ha sviluppato un know how tale da renderla leader a livello mondiale in questo settore unitamente all’impegno per la tutela ambientale, all’insegna di uno stile di vita sempre più green.Dal 1903, Sumitomo Forestry Group si impegna a preservare le risorse che l’ambiente ci offre con l’istituzione dell’ Operation Forestry Plan che si basa sul principio di “sustainable forestry” per cui è previsto il continuo rinnovo degli alberi utilizzati.

Per la prima volta presente alla Milano Design Week, Sumitomo Forestry Group tradurrà la sua filosofia aziendale in alcune soluzioni di design, elementi modulari dalle forme ovali, che hanno come obiettivo quello di rendere più naturali e funzionali gli ambienti abitativi, incoraggiando così nuovi utilizzi dei materiali e più validi criteri di scelta degli oggetti di cui ci circondiamo, per uno stile di vita sostenibile all’insegna del motto “Happiness grows from trees”.

L’installazione, che riproduce un ambiente che interagirà con i visitatori, mostrerà come è possibile beneficiare dei sette vantaggi che il legno può produrre, frutto della ricerca e dal know how secolare nella lavorazione del legno di Sumitomo Forestry.

Questo è solo un ulteriore passo verso la realizzazione del progetto visionario di Sumitomo Forestry Group – Changing City into Forest – che prevede l’utilizzo del legno a 360 gradi per riformulare la città. In occasione del 350esimo anniversario della sua fondazione che cadrà nel 2041, l’azienda ha annunciato la costruzione della torre W350, un grattacielo di 350 m interamente realizzato in legno.

L’obiettivo è quello di creare città rispettose dell’ambiente unicamente costruite con il legname, in modo che diventino “foreste” urbane grazie a un maggiore impiego dell’architettura in legno per edifici di grandi dimensioni. Questo piano di sviluppo è stato preparato principalmente presso Tsukuba Research Institute, il dipartimento di ricerca di Sumitomo Forestry, dove sono sviluppate nuove tecnologie di costruzione sostenibili e green.

L’articolo Il progetto visionario di Sumitomo Forestry Group al FuoriSalone 2019 proviene da Dettagli Home Decor.

21 Febbraio 2019 / / Design

Il centro focale della sala da pranzo sono tavolo e sedie. Ma come scegliere e abbinare tavoli e sedie per un risultato perfetto? Qui qualche idea.


Ogni stanza ha un suo focus, un elemento centrale attorno a cui ruota tutto il resto dell’arredo e che catalizza l’attenzione.

Nel caso della sala da pranzo questo focus sono il tavolo da pranzo con le sedie, da scegliere molto attentamente.

Quando si tratta di scegliere i punti focali della stanza è sempre bene riservare una parte del budget abbastanza corposa, proprio perché si tratta di pezzi che attireranno l’attenzione.

In questo modo avrete degli arredi di alta qualità, durevoli e di design.

Nel caso della sala da pranzo come si fa a scegliere? Come abbinare tavoli e sedie nel migliore dei modi senza avere risultati discordanti?

Come abbinare tavolo e sedie: stesso stile e una piccola variazione

Ma veniamo al lato pratico: vediamo come abbinare tavoli e sedie senza andare nel panico ed ottenendo il massimo.

Io ho scelto tra i numerosissimi e bellissimi prodotti unici della falegnameria Laquercia21. Situata nella campagna umbra è gestita da quattro ragazzi che sperimentano stili e forme diverse, per creare oggetti incredibili.

Mettiamo che siate per uno stile unico senza troppe concessioni all’astrazione. In questo caso andate sul sicuro e scegliete tavoli e sedie nello stesso stile. Quindi stessi materiali e stessi colori, così da avere armonia e coesione. Come nel caso del Tavolo luce ombra e della Sedia sed_09: struttura portante in ferro e piani in legno (o mdf nel caso della sedia), che creano un insieme perfettamente coordinato.

Tavolo luce ombra con struttura in ferro e piano in legno di recupero e sedia con struttura in ferro e piani in mdf e resina
|Image credits: Lorenzo Porazzini|

Volete un pizzico di brivido, ma senza esagerare? Allora facciamo una piccola variazione del punto precedente: stesso stile per tavolo e sedie ma le sedie le scegliamo in due colori diversi. Creeremo una piccola variazione nel ritmo, dando un’enfasi speciale al punto centrale della stanza.

Prendiamo il tavolo e la sedia di prima: se inseriamo la stessa sedia in un colore diverso il risultato è completamente diverso, con un tocco più personale e creativo.

Tavolo luce ombra con struttura in ferro e piano in legno di recupero e sedie con struttura in ferro e piani in mdf e resina in due versioni, una in grigio e una in verde acido
|Image credits: Lorenzo Porazzini|

Come abbinare tavolo e sedie: per i più creativi

Non sapete scegliere un solo stile perché in ognuno trovate qualcosa di speciale? Tranquilli, vi capisco. Molto probabilmente siete amanti dello stile eclettico e quindi la scelta migliore per voi è avere il tavolo in uno stile e le sedie in un altro.

Magari stili contrapposti che si bilanciano negli estremi della loro estetica.

L’esempio perfetto sono il Tavolo Trapezio, tutto in legno e dalle forme fortemente geometriche e la Sedia sed_07 second life, con struttura in ferro.

Il tavolo fa capire subito di essere di fattura artigianale, contrapposizione perfetta alla sedia che ricorda lo stile industriale con la produzione seriale. Ma attenzione: lo ricorda solo, perché la sedia è un pezzo unico ed artiginale, come tutte le realizzazioni della Falegnameria.

Tavolo Trapezio in legno massello e sedia con struttura in ferro verniciata blu e piani in legno di recupero
|Image credits: Lorenzo Porazzini|

L’ultima opzione che è la più estrema consiste nell’avere tavolo e sedie di stile diverso con le sedie in più colori. Non vi preoccupate, non avrete un effetto carnevale perché le sedie saranno armonizzate dall’essere identiche nella forma.

Il colore sarà solo una variazione nel ritmo della composizione.

L’ultimo esempio sono il Tavolo Stalagmite che con la sua struttura rimanda alle splendide formazioni naturali ed è un pezzo preziosissimo, caratterizzato da incalcolati pezzi di legno differenti l’uno dall’altro. Mettere sedie tutte uguali nella forma, come le Blocco 55, ma diverse nel colore semplifica la complessità del tavolo. Ultima chicca: il punto in comune dato dalla trasparenza dei piani.

Tavolo Stalagmite con struttura composta da pezzi di legno differenti e piano in vetro temperato e sedia Blocco 55 con struttura in legno e piani in plexiglass
|Image credits: Lorenzo Porazzini|

L’articolo Come abbinare tavoli e sedie: le combinazioni migliori sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

21 Febbraio 2019 / / Decor

La cucina è il cuore della casa, il luogo in cui si creano i pasti per la propria famiglia ed è la stanza in cui si passa tanto tempo.

La cura di stile e i dettagli di design in cucina è molto importante. Infatti, basta qualche accorgimento per rendere questa stanza più piacevole e con stile.

Mobili a vista

Gli ultimi trend di home decor e cucina vogliono tutto in bella mostra. Utensili, stoviglie, ma anche piccoli elettrodomestici non vanno più nascosti, ma esposti e pronti per essere usati. Innanzitutto, è meglio partire dallo stile già presente in casa. La scelta delle mensole lineari e molto semplici sono perfette in una cucina contemporanea. Per le cucine molto anguste, si potrebbe usare la barra porta utensili per un effetto visivo più leggero.

cucina con stile

cucina con stile

Un tocco di colore in cucina con stile

Nuance allegre o pastello che vivacizzano la cucina e danno un tocco di personalità. I colori sono magici e hanno un potere forte nell’arredare un interno. Gli accessori colorati in cucina oltre ad avere una loro funzione sono anche belli da vedere. Ad esempio, tendiamo sempre a nascondere la pattumiera negli armadi oppure fuori dalla vista. Invece, se va scelta con cura può trasformarsi in un oggetto di design e rendere più bella la nostra cucina con stile.

botouchbin-08_lowrescucina con stile485220-FlatBack+40L-Passion-Red-Mood-01Mood_Shot_Bo_Touch_Bin_NR-10955_lowres

Organizzare la cucina

Una cucina con stile deve essere ordinataorganizzata e funzionale. Tutto quello che usi ogni giorno più volte va in vani che puoi aprire senza sforzo. Invece, tutte le cose che utilizzi di meno possono stare nei ripiani più alti nei contenitori di legno o plastica. Puoi trasferire la pasta e il riso in barattoli trasparenti, cosi hai tutto sott’occhio e tieni lontane le farfalline.

cucina con stile

Se ti è piaciuto questo articolo condividi sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto. Puoi scriverti al mio blog per non perderti i miei post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

Credits: brabantia.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’articolo Come avere una cucina con stile proviene da Design ur life blog.

20 Febbraio 2019 / / Architettura

Villa Jako è una splendida dimora situata sulle colline del quartiere Blankenese di Amburgo, dove visse Karl Lagerfeld tra il 1991 e il 1998.

Una villa da sogno costruita negli anni ’20 su commissione dell’’imprenditore Herrmann Witte e progettata ispirandosi alle antiche ville romane .

Immersa in nel verde, occupa una superficie di 12mila metri quadrati ed ha una vista spettacolare sul fiume Elba.

Villa Jako, ribattezzata così da Karl Lagerfeld quando ne divenne proprietario, si sviluppa su due piani e occupa una superficie di 443 mq e ogni camera è esclusiva ed unica nel design.

Entriamo assieme per scoprire gli interni.

casa-karl-lagerfeld

villa-jako-lagerfeld

casa-karl-lagerfeld-jako
Un salotto enorme

casa-karl-lagerfeld-jako5

casa-karl-lagerfeld-jako3
Luminosità su due piani

casa-karl-lagerfeld-jako6

casa-karl-lagerfeld-jako4

casa-karl-lagerfel-jako7

Photo Credits ufficio stampa Engel & Völkers

Via 

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Villa Jako: la casa dove visse Karl Lagerfeld proviene da Charme and More.

20 Febbraio 2019 / / Dettagli Home Decor

La strategia di marketing e valorizzazione immobiliare nata in America ed arrivata da qualche anno anche in Italia segna l’ennesimo risultato positivo. Grazie all’home staging la casa si vende prima e meglio. Lo hanno scoperto anche i costruttori, che sempre più numerosi chiedono di allestire “appartamenti campione” per facilitare la vendita. Ecco la storia della “Casa cantiere”.

LA CASA CANTIERE: una casa ‘campione’

Siamo a Camaiore, in provincia di Lucca. A 10 minuti dalla Versilia, in un angolo di paradiso toscano. Il progetto è firmato da Ilaria Mari, architetto e home stager professionista dell’Associazione Nazionale Home Staging Lovers, in collaborazione con Marianna Arfanotti.

Base di partenza, una villetta allo stato grezzo, ferma sul mercato da oltre 2 anni. L’obiettivo dell’intervento era quello di arredare temporaneamente l’ambiente, che si presentava completamente vuoto e non finito, così da rendere leggibili e accoglienti gli spazi per i potenziali acquirenti. Il risultato?

UN SUCCESSO GRAZIE ALL’HOME STAGING

L’intervento di home staging curato da Ilaria Mari, conclusosi con un servizio fotografico emozionale, ha permesso al committente di attuare una campagna pubblicitaria sul web e non solo; è stato anche realizzato un open house che ha visto un’ottima presenza di potenziali acquirenti, e infatti… proposta accettata dopo 4 giorni dell’evento! E con uno sconto irrisorio rispetto al prezzo richiesto. Perché una buona immagine, studiata a partire dal target di riferimento, fa la differenza e permette di migliorare la presentazione di un immobile, valorizzandone i punti di forza e riuscendo a venderlo in tempo breve e ad un prezzo adeguato.

“L’home staging è un’operazione di marketing per cui è necessario definire bene il target da colpire. La casa va caratterizzata in base al potenziale acquirente e questo si può realizzare solo se si sviluppano competenze specifiche”, afferma Fosca de Luca, Presidente dell’Associazione Nazionale Home Staging Lovers. “Per questo come Associazione puntiamo moltissimo su una formazione puntuale e costante, per preparare al meglio i nostri home stager ed ottenere risultati ancora migliori in futuro”, conclude.

Home Staging Lovers HSL è associazione di categoria degli home stager italiani, i professioonisti della valorizzazione immobiliare che preparano gli immobili per una loro collocazione sul mercato veloce e redditizia.

www.homestaginglovers.it 

L’articolo Home Staging: il successo della “Casa cantiere” proviene da Dettagli Home Decor.

20 Febbraio 2019 / / Coffee Break

Ormai tutti quelli che ci seguono, crediamo, sanno che noi di cafelab oltre all’architettura ci dedichiamo al design ed alla visual art; in questo periodo ci è capitata la possibilità di provare a stampare uno dei nostri disegni su tela, grazie a Saal Digital.

Saal Digital è una ditta che stampa prodotti digitali su differenti supporti, come fotoquadri (con opzioni quali stampa su alluminio dibond, su metacrilato,  su tela, l’opzione che abbiamo testato noi!), posters, cartoline, fotoquaderni, fotolibri e molto altro.

L’esperienza è stata molto intuitiva e piacevole ed il risultato oltre le aspettative; abbiamo per prima cosa scaricato l’app digitale di Saal Digital sul nostro pc, abbiamo caricato la nostra immagine, scelto il supporto su cui volevamo stamparla, settato e le dimensioni et voilà, l’ordine è partito!
Nel giro di davvero pochissimi giorni, abbiamo ricevuto la nostra stampa su tela; dalle immagini di dettaglio potete notare dettagli nitidissimi, qualità ottima nei materiali, la resa dei colori corrispondente al 100% all’immagine fornita… che dire ancora? Una piacevole esperienza ed un risultato ottimo, grazie a Saal Digital per averci dato l’opportunità di provare!

We tried the Photo Canvas by Saal Digital

By now all those who follow us, we believe, know that in addition to architecture we devote ourselves to design and visual art; in this period we had the opportunity to try to print one of our drawings on canvas, thanks to Saal Digital.
Saal Digital is a company that prints digital products on different media, such as photo frames (with options such as printing on dibond aluminum, on methacrylate, on canvas, the option we tested!), Posters, postcards, photo books, photo books and much more.
The experience was very intuitive and pleasant and the result beyond expectations; first we downloaded the digital Saal Digital app on our PC, we uploaded our image, chose the media on which we wanted to print it, set the size and voila, the order started!
In a few days we have received our print on canvas; from the detailed images you can see very clear details, excellent quality, colors corresponding to 100% of the image provided … what to say? A pleasant experience and a great result, thanks to Saal Digital for giving us the opportunity to try!

_________________________
CAFElab | studio di architettura

20 Febbraio 2019 / / ChiccaCasa

La panca è il mobile più social del momento: immortalato in solo all'ingresso, in compagnia di pouf e divani in salotto, ai piedi del letto in camera, o come componente di una zona pranzo.


è la seduta pluriposto più pratica perché è facile da spostare, ma questo non è il suo unico vantaggio.
Trova posto in ogni stanza, ed anche outdoor: una panca non è mai un complemento "di troppo". Se non ti serve più in un ambiente, è facile da ricollocare in un altro spazio, magari per un altro tipo di utilizzo.
In più, accessoriarla è un vero piacere. Sono proprio i tessili ed i complementi a definirne la funzione.

Anche se l'uso della panca in sala da pranzo non è un vezzo tipicamente italiano, vale la pena considerare questa soluzione.

Io preferisco l'alternanza panca-sedie soprattutto se il dining set è disposto parallelamente ad una parete. 
 In questo modo è possibile dare valore estetico alla panca e quindi, alla zona pranzo, aggiungendo effetti speciali alla stessa parete.
Per esempio, installando una boiserie che faccia da sfondo alla composizione dei mobili. 

La boiserie
Si può rivestire la parete di listelli di legno, a formare un motivo plissettato, come nel ristorante Michel ad Helsinki. Il mood finale è molto conviviale e tutto incentrato sulla tavola. 



Michael Restaurant Helsinki via Joanna Laajisto

La boiserie più classica, invece, ha modanature rettangolari e ravvicinate. Può estendersi a tutta la parete o ricoprirne solo una porzione. Una soluzione molto decorativa, consiste nel far terminare la boiserie a mezza parete, con una mensola, da riempire di quadri come una galleria d'arte o da allestire con piante, fiori e portacandele. La panca  risalta e l'effetto wow è garantito.




Lo stesso impatto della boiserie si può ottenere attraverso la pittura. Basta scegliere una tinta con la quale rivestire una porzione orizzontale di parete. Che ne pensi, ad esempio di questa soluzione ad effetto acquerello?


Lo schienale da parete
Un aspetto che mi piace un sacco dell'avere una panca integrata nella zona pranzo, è la possibilità trasformare la parete su cui poggia in comodo schienale. 
Il contrasto del muro con le linee sinuose e con la morbidezza dello schienale è il quid che rende speciale questo abbinamento.
Super trendy al momento, sono le cighie di pelle da agganciare alla parete per sorreggere un cuscino stretto e largo su cui appoggiare la schiena mentre si mangia. Un progetto facile da realizzare anche con il fai da te!
Ecco una serie di ispirazioni belle, tutte da copiare!





La panca contenitore
Dotare la panca di uno spazio interno è un sistema furbo ed intelligente. Alzando il sedile si accede ad un contenitore pronto per essere riempito.
In commercio esistono panche con contenitore per tutte le tasche, ma puoi anche fartene fare una in muratura, integrata nella parete, oppure usare un robusto mobile a sospensione e dotarlo di seduta imbottita o semplicemente di cuscini. Ecco una carrellata di idee!






Dunque, Cupido ha scoccato la sua freccia anche su di te, facendoti innamorare di queste soluzioni?
Alzi la mano chi ha già una panca nella zona pranzo! Sei soddisfatto della tua scelta?








20 Febbraio 2019 / / Design

Grandi novità Ikea: il primo catalogo primavera/estate, nuova collezione outdoor e prestigiose collaborazioni.

Catalogo Ikea anteprima 2019 collezione Sommar

Ikea lanciatissima in questo inizio 2019. Per prima cosa, è on line il catalogo primavera / estate 2019, almeno qui in Francia. Dunque, la prima novità riguarda proprio il catalogo, che da ora in poi sarà a cadenza semestrale. Un regalo graditissimo per tutti gli appassionati del brand.

  • Catalogo-Ikea-anteprima-2019
  • Catalogo-Ikea-anteprima-2019
  • Catalogo-Ikea-anteprima-2019
  • Catalogo-Ikea-anteprima-2019
  • Catalogo-Ikea-anteprima-2019
  • Catalogo-Ikea-anteprima-2019

I prodotti sono presentati attraverso la visita ispirante di cinque interni con universi variegati, dalla casa di famiglia al piccolo loft urbano, tra cui una casa nel container, il piccolo appartamento di un padre single e gli interni di giovani neo-genitori.

Sfogliate qui il catalogo ikea on line.

La nuova collezione Sommar per l’outdoor

Un grande spazio è dedicato, come prevedibile, alle collezioni outdoor, come la novità assoluta Sommar.

Disegnata da Lotta Kühlhorn e Malin Unnborn in collaborazione con Textilgruppen & Papperian, un collettivo che garantisce l’inclusione di artisti disabili, la nuova collezione pensata per l’outdoor Sommer è una sinfonia di colori primari e di motivi grafici.

Collaborazioni prestigiose

Per quanto riguarda i prodotti scaturiti dalle prestigiose collaborazioni già annunciate l’anno scorso, dovremo però aspettare ancora qualche mese.

Il 27 febbraio, al Design Indaba Festival di Cape Town, Ikea lancerà la nuova collezione in edizione limitata ÖVERALLTA, creata da 10 designer africani, tra i quali Selly Raby KaneIssa Diabaté and Renee Rossouw. 

La collezione sarà disponibile per la vendita a partire da maggio.

Catalogo Ikea anteprima 2019 overallta

E’ attesa invece per la fine del 2019 la collezione creata da Virgil Abloh, founder del marchio Off-White e direttore artistico della collezione uomo di Louis Vuitton: si chiamerà MARKERAD, e già promette meraviglie, da quello che si può intuire dalle immagini dei prototipi diffuse in rete.

Catalogo Ikea anteprima 2019
La collezione Markerad in prototipi © Julie Guillermet/Journal des Femmes
Le borse Frakta by Virgil Abloh © Julie Guillermet/Journal des Femmes
Daybed Markerad © Julie Guillermet/Journal des Femmes

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

19 Febbraio 2019 / / +deco

Molte cose son state dette e molte altre parole saranno spese per Karl Lagerfield adesso che è morto, non credo che sia necessario che mi metta anch’io qui ad affermare l’ovvio.

Vorrei semplicemente rendere omaggio ad una persona incredibilmente creativa e ribadire che la creatività è alimentata dalla curiosità.

The post La creatività è alimentata dalla curiosità appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

19 Febbraio 2019 / / Charme and More

Le mollettine per i capelli sono tornate alla ribalta e sono gli accessori  capelli must di stagione.

Direttamente dagli anni ’90 le barrette per i capelli sono tornate in voga in versione maxi, glitterate con loghi e messaggi o in versione classica con perle e cristalli.

Le forcine bling bling e quelle impreziosite da perle sono gli accessori sui quali puntare durante la primavera-estate 2019 per mettere in risalto i capelli.

Le abbiamo viste in passerella e indossate da it-girl e influencer per tenere a bada un ciuffo ribelle o per creare acconciature stravaganti.

Scopritele  nella gallery e prendete ispirazione.

Ph via
Ph via

clip-per-capelli-etsy-strass

Forcine luccicanti con strass e slogan di WildflowerandCompany

Ph via
Ph via

barrette-per-capelli-trend

Maxi fermagli per capelli con perle di NeverNotRetro

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via
Ph via
Ph via 

FirmaFellinSMALL 1

 

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Accessori capelli 2019: tendenza mollettine. proviene da Charme and More.