3 Luglio 2019 / / Blog Arredamento

Spesso quando si ristruttura una casa si fa un errore di cui poi ci si può pentire a lungo: risparmiare sull’arredamento del bagno.
A volte si pensa infatti che essendo una stanza che si usa più che altro per necessità e in cui non si “vive” la casa, anche la scelta di articoli di bassa qualità non influisca nella buona riuscita della casa.
Niente di più sbagliato!

Arredo bagno di qualità, le differenze

Quando ci si affida a professionisti del settore, le differenze si vedono. Innanzi tutti i materiali di alta qualità garantiscono una migliore riuscita dei pezzi, che dureranno di più nel tempo oltre a dare un aspetto più elegante alla tua casa.
Inoltre, in questo caso la possibilità di scelta è davvero ampissima. Modelli di lavabi, wc, mobili, vasche o box doccia e di ogni tipo di complemento di arredo bagno andranno ad adattarsi perfettamente alle esigenze degli spazi della tua casa.

Arredo bagno online

Se ritieni di non avere abbastanza tempo per andare in giro alla ricerca di tutti i complementi di arredo necessari al tuo bagno, niente paura, i professionisti del settore si trovano anche on line!
Diversi infatti sono gli e-commerce di arredo bagno su cui potrete scegliere i migliori pezzi per arredare al meglio il vostro bagno, come maisonplus.com. Esperienza e serietà garantiranno al tuo bagno una lunga durata ed un aspetto bellissimo, grazie ad un arredamento che può andare dal classico al moderno a seconda dei tuoi gusti e dell’arredamento del resto della casa.

6 Giugno 2019 / / Design

rubinetteria bagno guida alla scelta

Arredare la stanza da bagno richiede tanta attenzione e dedizione; questa stanza ha ormai assunto un ruolo essenziale nell’economia della casa e le viene affidata la cura di un aspetto importante della giornata: il momento dedicato al relax.

Tra i tanti aspetti da valutare, uno dei più importanti è la scelta della rubinetteria. Tonda, squadrata, moderna, retrò: i modelli a disposizione e le aziende produttrici sono moltissime e scegliere tra questo vasto panorama può quasi diventare un secondo lavoro!

Al di là del gusto personale che guida nella scelta della forma preferita, ci sono delle piccole regole che aiutano nella scelta del rubinetto più giusto sulla base del lavabo che si è scelto di installare. Sì, perché il miscelatore non deve essere solo bello ma anche (e soprattutto!) giusto per il suo lavabo.

Una delle aziende produttrici di rubinetteria da bagno più all’avanguardia e che più di tutte è attenta al giusto rapporto dimensionale tra miscelatore e lavabo è senza dubbio Hansgrohe.

Quanti tipi di miscelatori lavabo esistono?

I tipi di miscelatori lavabo in commercio sono essenzialmente quattro:

  • Miscelatore monoforo: è senza dubbio il miscelatore più diffuso nelle case degli italiani e il più comodo sia da usare che da installare. Le serie che vengono prodotte sono ovviamente complete di tutta la rubinetteria per il bagno e uno dei vantaggi per i fanatici degli abbinamenti è la possibilità di avere il rubinetto del bidet identico a quello del lavabo (a volte è solo leggermente più piccolo ma nella maggior parte dei casi è proprio uguale)

rubinetto bagno monoforo

  • Miscelatore 3 fori: è quello dal sapore più retrò e che si addice perfettamente agli ambienti bagno classici. Negli ultimi tempi con la riscoperta di quello che viene definito “classico rivisitato” vengono prodotti anche rubinetti 3 fori con un taglio più moderno. Unica nota negativa è che l’acqua non viene miscelata automaticamente in uscita e quindi la regolazione va fatta manualmente usando le due manopole.

miscelatori bagno a trefori

  • Miscelatori a parete: belli, nuovi, sofisticati. Il miscelatore a parete è senza dubbio molto scenico e soprattutto molto utile per quelle zone lavabo non molto spaziose. Un’unica nota negativa: per installare questo tipo di miscelatore serve che l’impianto sia appositamente progettato in modo che l’acqua venga portata su per il muro, nell’esatta posizione in cui si troverà il miscelatore.

miscelatore bagno a parete

  • Miscelatori a pavimento e bocche a soffitto… per un effetto “wow” garantito! Sono una chicca di design per gli ambienti più chic non solo domestici ma anche per luoghi pubblici di un certo livello. Non c’è molto da dire, sono semplicemente spettacolari!

rubinetteria bagno da terra

Passando ora alla parte un po’ più tecnica, proviamo a darvi qualche istruzione su come scegliere il miscelatore lavabo giusto.

Partendo dai classici lavabi sospesi a parete, questi montano un semplicissimo miscelatore monoforo o 3 fori. Alcuni modelli hanno già il foro per ospitare la rubinetteria, altri invece hanno solo la predisposizione e spetterà all’installatore aprire il foro (oppure i 3 fori).

Per i lavabi da appoggio, chiamati anche bacinelle, si prospettano 2 alternative: il miscelatore a parete oppure il miscelatore alto.  I miscelatori a parete vengono solitamente murati a 1m di altezza (per intenderci, la stessa altezza delle prese elettriche). Considerando che il bordo superiore del lavabo va posizionato a circa 90cm di altezza da terra, la distanza ottimale tra la bocca di erogazione e il lavabo è da stimare intorno ai 10-15cm. Questa distanza permette di lavarsi le mani comodamente ed evitare spruzzi di acqua su tutta la zona lavabo. È anche una distanza sufficiente per permettere l’effetto “cascata” una volta aperto il rubinetto. Per i miscelatori alti invece la distanza tra il piano di appoggio e la bocca di erogazione è di circa 20-25cm, considerando un’altezza del miscelatore che varia da 12-18cm. Lo spazio ideale per unagevole utilizzo del miscelatore è di circa 5/7cm.

In linea di massima comunque, più alto è il miscelatore e più comodo sarà il suo utilizzo. È da valutare anche la larghezza del lavabo, per valutare anche l’eventuale acquisto di un miscelatore con la bocca prolungata che permette di allontanare la zona in cui cade l’acqua dal bordo del lavabo.

L’articolo Rubinetteria per il bagno: come sceglierla proviene da Dettagli Home Decor.

22 Maggio 2019 / / Dettagli Home Decor

Le notti non finiscono all’alba nella vita ma talvolta l’amore si, e quello degli italiani per la stanza da bagno sembra non essere piu’ forte come in passato. Questo e’ quanto emerge dall’analisi interna effettuata da Instapro sulle richieste effettuate nel 2018 per ristrutturazioni di case e bagni.

Il 40% delle richieste di ristrutturazione, su case e appartamenti in media di 95 mq, non include il bagno, mentre le richieste per interventi specifici al bagno sono state solo il 18% del totale.

Mettendo a confronto i dati nazionali con gli altri paesi europei in cui Instapro è presente, la differenza risulta essere piuttosto rilevante: in Olanda, le percentuali di ristrutturazione casa che includono anche lavori sul bagno sono dell’80%, mentre le richieste di intervento specifiche sul bagno sono il 65% del totale. Per i cugini francesi le percentuali si fermano solo al 70 e 38%.

Differenze importanti tra i diversi stati europei, e seppur in piccola parte il concorso indetto da Instapro in collaborazione con Iperceramica mette mano proprio a questa disparità. Una bella iniziativa per rimettere gli italiani in contatto con il loro amore, ed è sempre un buon proposito.

Il concorso è iniziato il 2 Maggio, fino al 31 sarà possibile partecipare postando la foto del proprio bagno tanto bisognoso di una ristrutturazione alla pagina www.instapro.it/concorsi/vinci-bagno-nuovo.

Da quel momento ha inizio la votazione , aperta a tutti, che andrà a selezionare i 12 candidati per la vittoria finale decretata dalla giuria d’onore. Condividendo la propria foto e la propria storia, i concorrenti possono raccogliere voti e guadagnarsi il passaggio in finale.

Il premio, e’ un’allettante ristrutturazione del valore massimo di 6.000 euro per il proprio bagno. Se il vostro bagno non è poi così male, potete sempre votare e apprezzare tutti quelli in gara.

 

L’articolo La stanza da bagno in Italia, un amore che sta finendo secondo le statistiche di Instapro proviene da Dettagli Home Decor.

22 Maggio 2019 / / Architettura

Quando si progetta o si arreda il bagno è molto importante che la progettazione e gli elementi inseriti rispondano non solo a criteri estetici ma anche e soprattutto a ben precisi criteri funzionali.

Questo è un principio generale, che diviene tuttavia ancora più importante quando si deve progettare un bagno facilitato per una persona anziana.

Per una persona anziana con problemi di mobilità l’utilizzo del bagno può diventare molto difficoltoso, e talvolta anche pericoloso. Si pensi ad esempio alla vasca da bagno: entrare o uscire dalla vasca può essere un gesto tanto semplice e banale per una persona nel pieno delle forze, quanto complesso e pericoloso per una persona anziana che fa fatica a muoversi. Non solo infatti diventa difficoltoso e frustrante dover ogni volta fare un’immensa fatica semplicemente per entrare e uscire dalla vasca ma, ancor più importante, c’è ogni volta il pericolo di cadere o scivolare e farsi male.

Occorre poi tener presente che spesso una persona anziana con disabilità o mobilità ridotta viene aiutata da altre persone (una badante, un parente, un caregiver etc.), e il fatto di riuscire a progettare un bagno “facilitato” gioverebbe molto non solo alla persona anziana stessa bensì anche a chi presta aiuto, riducendo ansie e pericoli e migliorando decisamente la situazione.

Abbiamo menzionato più sopra la vasca da bagno: questo è in effetti uno degli aspetti su cui maggiormente si è concentrato il mercato in tempi recenti, riconoscendo una difficoltà oggettiva per le persone anziane ad usare la vasca da bagno tradizionale e facendosi dunque carico di trovare una risposta con delle soluzioni ad hoc.

Sono così nate le cosiddette vasche con porta, o “vasche con sportello”, spesso più semplicemente chiamate “vasche per anziani”. Va in realtà detto che il settore delle vasche con porta si è concentrato su modelli e soluzioni sia per le persone anziane che per le persone disabili, e alcuni modelli esistenti in commercio sono specificamente pensati per agevolare in particolare le persone disabili in generale, non necessariamente anziane. Alcuni modelli di vasche con porta hanno misure e caratteristiche strutturali (altezza, larghezza, accessibilità ecc.) pensate ad esempio per le persone disabili in carrozzina. Qui stiamo facendo naturalmente una panoramica generale senza entrare nello specifico di marche e modelli, è bene comunque ricordare che quando parliamo di vasche apribili con porta ci stiamo riferendo a una possibile soluzione sia per le persone anziane che per le persone disabili a seconda dei casi specifici e dei modelli.

Vasca con porta per bagno anziani

Una delle preoccupazioni, probabilmente secondaria ma non per questo meno legittima, è spesso quella della resa estetica della vasca con porta. Si tratta primariamente di un ausilio che risponde a una necessità specifica, ma è anche un elemento che entra a far parte dell’arredamento del bagno, e a tutti piace un arredo ben curato ed esteticamente gradevole.

Nel caso delle vasche con porta occorre dire che le aziende produttrici negli ultimi anni si sono molto date da fare per proporre soluzioni sempre più curate sotto il profilo estetico, e probabilmente ha molto aiutato la competizione fra i vari produttori in un mercato con una domanda sempre crescente e una clientela attenta ed esigente. Oggi possiamo dunque dire che molti modelli di vasche con porta sono talmente curati nel design da risultare decisamente più belli della vasca tradizionale che vanno a sostituire.

I modelli di vasche con porta oggi in commercio sono davvero tanti, e variano, come accennavamo, non solo per misure ed estetica ma anche per caratteristiche funzionali. Sfogliando ad esempio la sezione dedicata alle vasche con porta del sito web di Centaurus Rete Italia, una fra le più importanti aziende multimarca in Italia nel settore delle soluzioni per la mobilità (con aziende installatrici affiliate su tutto il territorio italiano), vediamo come siano presenti modelli di diversi tipi e misure, e modelli particolari pensati per esigenze specifiche, come ad esempio vasche con porta studiate per bagni piccoli, con misure contenute, o con porta apribile verso l’interno anziché verso l’esterno, fino ad arrivare alle vasche più ampie e spaziose per bagni grandi.

Un altro aspetto fondamentale che tipicamente caratterizza le vasche con porta, oltre al fatto di avere appunto l’accesso facilitato con porta apribile, è la seduta: le vasche per anziani sono infatti normalmente dotate di una seduta che rende l’utilizzo di queste vasche più facile da parte dell’anziano, facilitando altresì anche il compito di chi eventualmente presta aiuto.

2 Maggio 2019 / / Design

Quadro Design, brand leader nel settore del rubinetto in acciaio inox, è da sempre attento alle esigenze e alle richieste di architetti e designer per offrire qualcosa di unico. E lo dimostra ampliando la disponibilità di erogatori per i suoi modelli bagno. A disposizione dei progettisti ci saranno 33 varianti di bocche – da muro, da piano e da terra – tutte facilmente combinabili con le 5 tipologie di miscelatori a catalogo. 

Quadro Design mette a disposizione del cliente un ampio ventaglio di opportunità e di suggestioni compositive. 

L’azienda, grazie a questa evoluzione, conferma la propria vocazione alla flessibilità totale. La struttura snella e la produzione interna garantiscono che, anche su piccoli quantitativi, si possa avere un’estrema personalizzazione. 

Che vogliate usare ModoStereoHBLevo o Ottavo ogni progetto di bagno trova la sua soluzione. Diverse altezze e disposizioni, profondità differenti e comandi singoli o doppi, ora si può lasciar scorrere la creatività. Liberamente, come acqua.

Levo è la nuova collezione di rubinetti dal disegno essenziale sia per l’ambiente bagno sia per la cucina. Disegnat adallo Studio Adolini, la nuova linea è realizzata in acciaio inossidabile. Accosta la forma semplice alla tecnologia, con un’attenzione all’ergonomia. La cartuccia progressiva riduce l’utilizzo della caldaia, l’areatore aiuta a ridurre il flusso dell’acqua-per garantire il risparmio idrico. 

HB riporta alla memoria la traccia della matita sul foglio, luogo di nascita di ogni progetto. La matita è il prolungamento della mano, come il miscelatore è quello dell’acqua. Entrambi sono portatori di qualcosa di ancestrale, che da sempre definisce l’uomo e il suo rapporto col mondo. L’elegante profilo di HB riprende questo legame e lo porta nella stanza più preziosa e intima della casa.

Modo con le sue profonde scanalature a lunetta propone un dialogo tra essenzialità e tecnica. Da una parte l’ergonomia ben studiata garantisce una precisa regolazione del flusso, dall’altra il linguaggio estetico gioca con i riflessi metallici delle finiture rame e cromo nero e veste nuove sensuali scenografie del benessere. Disponibile in due altezze e due diametri,con manopole simmetriche o asimmetriche affiancate da una semplicissima canna lineare. Modo diventa il passepartout dell’eleganza,in qualsiasi contesto.

La forma di Ottavo è ispirata ad una naturale goccia d’acqua in caduta libera. Esaltato nelle forme dal simbolo infinito.Abbracciato per sempre dall’acciaio inossidabile.

Stereo, ispirato al mood Eightees e alle manopole dei mitici Hi-Fi stereo, nasce da un essenziale dettaglio tecnico, il minuto segmento verticale che ne arricchisce la forma. Un segno preciso e deciso che fa di questo modello l’elemento decor del bagno contemporaneo. La perfezione della lavorazione meccanica,la purezza estetica e le nuove finiture lo rendono perfettamente riconoscibile nel vasto panorama della rubinetteria di design.Un archetipo di stile senza tempo.

www.quadrodesign.it

2 Maggio 2019 / / Design

In occasione della MDW 2019, EX-T ha presentato le nuove collezioni arredobagno. La classe e l’eleganza del Made in Italy.

Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Ph Cristina Galliena Bohman

Le nuove collezioni arredobagno di EX-T, brand italiano pluripremiato presente sul mercato dal 1945, sono un condensato di classe ed eleganza. In poche parole: sono bellissime.

Dopo averle viste con i miei occhi nel nuovo showroom di via Tortona 34, non vedevo l’ora di condividerle con voi. Siete pronti per rifarvi gli occhi?

Cominciamo con la novità 2019, già presentata a M&O. Disegnata dal duo femminile Paola Vella e Ellen Bernhardt, la collezione Nouveau è un dialogo poetico di forme classiche come il cerchio, il semicerchio e il parallelepipedo. L’ispirazione Art Déco è evidente, nei dettagli raffinati e nell’eleganza delle linee. Fanno parte della collezione, oltre ai lavabi, i contenitori, gli specchi e i nuovissimi accessori. Altra novità: il lavabo, in LivingTec®, ora è disponibile anche in rosa cipria.

Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Ph Nooto

Tra le novità della MDW 2018 c’era il sistema multifunzionale Arco, firmato dallo studio spagnolo Mut. Visto il successo planetario, quest’anno Arco entra di diritto tra le nuove collezioni arredobagno, con tre novità. Arco S, elegante consolle circolare che nasconde nel retro pratiche mensole portaoggetti, Arco Mirror e Arco S Mirror. I due specchi si possono usare singolarmente o combinati tra loro, grazie alle diverse profondità.

Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Ph Cristina Galliena Bohman

Passiamo a Stand, la collezione icona del brand dal 2015, che si arricchisce di due specchi, uno rotondo e uno ovale. Purezza geometrica, minimalismo soft, cura dei dettagli, riassumono la cifra stilistica dello studio danese Norm Architects.

Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Ph Nooto

Altro gioiello, la collezione Ribbon Square, nuova linea della collezione Ribbon, lanciata a Milano lo scorso anno. Il designer Sebastian Herkner, nominato best designer 2019 a M&O, ci delizia con il piccolo lavabo sospeso, perfetto per spazi dalle dimensioni ridotte.

  • Ph Cristina Galliena Bohman
  • Ph Nooto
Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Il nuovo showroom di via Tortona 34
Ph Cristina Galliena Bohman

Sito ufficiale Ex-T


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

25 Aprile 2019 / / Design

Con il tempo le mode e le abitudini cambiano,
anche nell’arredamento, ma la vasca
da bagno
mantiene sempre il suo fascino e la sua comodità.

Ne esistono di tutti i modelli, per andare
incontro ad ogni esigenza, quindi non abbiamo alcuna scusa per rinunciare a
questo comfort e, anche chi ha un bagno solo, con il modello vasca/doccia non
sarà costretto a scegliere tra l’una e l’altra.

Vasca da bagno idromassaggio

La vasca idromassaggio è per alcuni ancora un
vero status symbol e un momento di grande benessere e relax, un’evasione dalla
vita frenetica e stressante della maggior parte di noi.

Al contrario di qualche anno fa, ormai, anche
il prezzo delle vasche idromassaggio è diventato più che accessibile e, dunque,
ognuno di noi potrebbe levarsi questo sfizio, se lo desiderasse.

Vasca da bagno Freestanding

Io personalmente adoro le vasche freestanding, ma per quelle effettivamente ci vuole un po’di spazio in più e non tutti lo hanno; se ne avete la possibilità però, una vera sala da bagno che si rispetti, nel mio immaginario, dovrebbe avere una bellissima vasca centro stanza. Ne esistono per tutti i gusti, di stile retrò su piedini, minimali o scultoree e di design come quella disegnata dalla Urquiola per Axor.

Una vasca da bagno free standing potrebbe
trovare un’ottima posizione anche all’interno della camera da letto, potremmo
ovviare così alla problematica spazio, se in bagno non ne abbiamo abbastanza e
creare una vera suite nella nostra camera padronale.

Vasca da bagno angolare

Per ottimizzare gli spazi ed andare incontro ad ogni esigenza progettuale esistono comodissime vasche angolari, idromassaggio e non; si trovano anche forme più particolari, come le vasche trapezoidali ed esagonali, come quelle proposte da Bette,  che ci permettono anche esse di sfruttare abilmente l’angolo.

Vasca da bagno rotonda

Ci sono poi le vasche di forma rotonda molto affascinanti ma anch’esse un po’ più difficili da inserire in un bagno dalle dimensioni standard, bellissime e da scegliere se avete la possibilità di realizzare una sala da bagno un po’ più ampia e particolare.

Le vasche da bagno possono essere da incasso
o già pannellate, quelle ad incasso nascono per essere rivestite; generalmente
si usa lo stesso rivestimento utilizzato per il resto del bagno o un formato
diverso ma coordinato nel colore e decori, come ad esempio un mosaico. Possiamo
anche essere più creativi ed utilizzare invece colori ed effetti differenti dal
resto, per caratterizzare l’area della vasca.

Vasca da bagno da incasso o pannellata?

La vasca da incasso va solitamente inserita
direttamente nel pavimento, dopo che è stato effettuato un lavoro di muratura.
Se il pavimento esiste già e non c’è la previsione di una ristrutturazione, si
può prevedere di appoggiarla su di una piattaforma
rialzata.

Scegliendo questa opzione la vasca si inserisce e mimetizza alla perfezione nell’ambiente bagno, creando un piacevole effetto di continuità.

Le vasche già pannellate, arrivano già “finite” con
il loro rivestimento; questa tipologia è una variazione sul tema del
modello da incasso. In questo caso la vasca è dotata già all’acquisto di un pannello
di rivestimento. Solitamente le aziende offrono svariate
possibilità nella scelta: i pannelli possono essere bianchi e realizzati con
il medesimo materiale della vasca oppure possono essere di differente
materiale, texture e colorazione. Il vantaggio di questo tipo di vasca è che il
pannello è ispezionabile in ogni momento, con notevole risparmio in caso di
guasto.

Dettagli

Le vasche vengono realizzate in acrilico o
ceramica, possono avere forma ergonomica o linee scultoree, possiamo
completarle con numerosi accessori come cuscini, vassoi, portasapone, sedute e
altro.

A questo punto sfido chiunque a non dire che questo articolo gli ha fatto venire una gran voglia di un bagno rilassante in una bella vasca!

L’articolo Mai più senza…vasca da bagno proviene da Architettura e design a Roma.

2 Aprile 2019 / / Blog Arredamento

La cura dell’arredamento della stanza da bagno è diventata una priorità di tutti coloro che stanno costruendo o ristrutturando la propria casa.
Da ambiente riservato e di servizio del quale non valeva darsi troppa pena, è diventata una vera e proprio stanza da vivere e a cui è affidato un aspetto molto importante, anzi quasi essenziale, della vita di tutti i giorni: il momento dedicato al relax.

Arredare il bagno: puoi farlo anche online!

Stai pensando di rendere più accogliente il tuo bagno ma non hai tempo per andare in negozio?
Allora sarà il negozio a venire da te!
Vai su acquaclick.com: troverai una gamma completa di sanitari, piatti doccia, box doccia e vasche di tutte le migliori marche presenti sul mercato. E se vuoi un preventivo completo per ristrutturare il tuo bagno, devi solo completare un velocissimo questionario e l’ufficio progettazione farà tutto il resto per te!

Arredo bagno: i piatti doccia colorati

Una delle novità di tendenza degli ultimi tempi è il piatto doccia colorato.
Dopo anni di onorato servizio, la classica ceramica bianca sta lasciando il passo a nuove miscele naturali, più duttili e soprattutto colorate: benvenuti piatti doccia in acrilico!

Un ottimo piatto doccia in acrilico è l’Ultra Flat S di Ideal Standard.
È realizzato in Ideal Solid, una miscela di minerali naturali e resine brevettata e prodotta proprio da Ideal Standard. I piatti doccia Ultra Flat S hanno finitura opaca effetto pietra, elegante e contemporanea e sono disponibili in cinque colori: bianco, sabbia, grigio cemento, moka e nero.
Per rendere ancora più raffinato il tuo piatto doccia puoi abbinare la griglia di scarico dello stesso colore, per ottenere così un elegante effetto tono su tono.

I piatti doccia in acrilico si possono tagliare facilmente su misura sia in lunghezza che in larghezza.
Per esigenze di progettazione particolari, come ad esempio la presenza di una colonna all’interno del box doccia, l’installatore può seguire le istruzioni presenti nella confezione ed effettuare direttamente in cantiere lo scasso su misura.
La flessibilità del materiale con cui i piatti doccia Ultra Flat S sono realizzati si traduce anche nella produzione di piatti doccia su misura dal più piccolo 70×70 fino alla dimensione massima 90×250.
Hai scheggiato o graffiato il piatto doccia? Niente paura, l’Ultra Flat S è riparabile con un apposito kit che lo fa tornare come nuovo!

Con uno spessore di soli 3 cm, sono tra i più sottili piatti doccia in acrilico sul mercato e possono essere installati sopra pavimento o a incasso a filo pavimento.

I piatti doccia filopavimento Ultra Flat S sono davvero un’eccellenza! Belli, resistenti, facilmente adattabili ad ogni ambiente bagno e ad ogni esigenza di spazio e… garantiti 5 anni!

Arredare il bagno: puoi farlo anche online!

Vuoi dare un’occhiata ai piatti doccia Ultra Flat S di cui ti abbiamo parlato così bene? Vuoi farti un’idea di quali altri articoli Ideal Standard potresti acquistare per il tuo bagno? Vai su Acquaclick e dai un’occhiata alla gamma completa di prodotti Ideal Standard!

2 Aprile 2019 / / Design

Dall’estetica industriale, Multiplo è una soluzione intelligente per arredare la stanza da bagno in modo dinamico e versatile. Pochi elementi danno vita ad una molteplicita’ di combinazioni: dal semplice piano in ceramica su cui appoggiare diverse collezioni di ciotole alla soluzione piu’ completa con vano contenitore o vano portaoggetti a vista.

Multiplo, disegnato da Andrea Parisio e Giuseppe Pezzano per Ceramica Cielo, è l’innovativo sistema componibile di piani in ceramica e contenitori, che mette in scena sofisticate micro-architetture contemporanee che esaltano funzionalità e semplicità.

Cuore del progetto è sempre la ceramica, caratterizzata da dimensioni, spessori, superfici e colori inediti, frutto dello straordinario lavoro di ricerca di Ceramica CIELO, che ha declinato questo materiale in una collezione dal concept unico e geniale. La libera componibilità dei piani in ceramica, integrati in strutture modulari in acciaio ed elementi contenitori e vani portaoggetti a vista, origina, infatti, un sistema flessibile ed articolato in grado di vestire gli ambienti con elementi orizzontali e verticali, in soluzioni simmetriche e speculari, in un gioco di pieni e vuoti che dà ritmo alle pareti.

Le numerose configurazioni di Multiplo permettono di ridisegnare gli spazi attraverso un linguaggio dinamico. Ad arricchire questa eccezionale collezione, caratterizzata da forte personalità e adattabilità, è Minimultiplo, l’inedito modulo compatto concepito per rispondere alle esigenze arredative di spazi particolarmente contenuti.

Con un’estetica minimal all’insegna della massima personalizzazione, Multiplo sorprende per l’estrema modularità e gli incomparabili abbinamenti cromatici: ben 18 i lavabi compatibili e installabili su piani in ceramica – disponibili in 6 formati (40×29 cm, 50×48 cm, 70×48 cm, 90×48 cm e 120×48 cm) e nelle 16 nuance e tattilità ispirate alla natura della straordinaria palette cromatica “Terre di Cielo” e contenitori e vani portaoggetti in legno laccato, declinabili in 8 delicate tonalità della gamma: Talco, Pomice, Brina, Arenaria, Avena, Cemento, Basalto e Muschio. Massimizza la funzionalità delle composizioni senza mai comprometterne l’armonia, l’elemento portasciugamani di design in finitura Nero Matt e Cemento come la struttura.

Una soluzione trasversale ideale per arredare ambienti residenziali e contract di ogni dimensione.

MULTIPLO: una collezione semplicemente unica

L’articolo Multiplo: industrial mood reloaded proviene da Dettagli Home Decor.

18 Marzo 2019 / / Design

Per il 2019, VITRA, azienda leader nel settore bagno, propone tante novità in termini di accessori ma soprattutto di ottimizzazione degli spazi grazie a complementi d’arredo funzionali e all’avanguardia. Oggi parliamo di FRAME, una nuova espressione del bagno moderno.

Frame: la rivelazione del pensiero limpido

Un design autentico e una perfetta funzionalità che si sposano in un’unica collezione con particolari ben studiati e sapientemente realizzati. La sua palette colori, composta da nero, rovere bianco e beige, è l’espressione di un linguaggio contemporaneo, fatto di bordi sottili e linee levigate. Con semplici gesti, si attiva l’opzione per l’illuminazione a LED sui mobili , creando un’atmosfera calda e attraente. Questa applicazione pratica della tecnologia d’avanguardia sottolinea ulteriormente la modernità dello spazio.

Particolari che catturano l’attenzione e colori eterni

Il mobile lavabo presenta una superficie laccata con frontale termoformato che riproduce i motivi del legno naturale, per portare in bagno l’atmosfera intima del living. Inoltre i componenti di questo arredo bagno sono trattati con la tecnologia “soft-touch” resistente a macchie, polvere e graffi.

FRAME plasma lo spazio da bagno non convenzionale, conferendogli allo stesso tempo un senso di benessere accogliente.