12 Febbraio 2020 / / Design

vasca da bagno verde

Vasche e lavabi in Cristalmood, la resina di nuova generazione trasparente, resistente e versatile, frutto della ricerca antoniolupi.

Alla vigilia del suo settantesimo compleanno antoniolupi è oggi una delle aziende che si distingue sul mercato italiano ed internazionale per la progettazione e realizzazione di arredi per il bagno. Una realtà in continuo sviluppo riconosciuta per investimenti sostenuti in tecnologia e creatività, per la capacità di creare design e per ricerca su materiali innovativi, come il Cristalmood.

Cristalmood: resistente come la pietra, trasparente come il cristallo

Cristalmood è una resina colorata, trasparente, a finitura lucida, composta da resina poliestere di alta qualità e pigmenti coloranti; ha superato i test anticorrosione (nebbia salina) e può essere pulito con tutti i detergenti più comuni, resistendo anche ad alcool denaturato, acetone, olii, benzene o gasolio.

Grazie alla loro composizione, gli oggetti in Cristalmood hanno un peso inferiore di circa il 30% rispetto a quelli realizzati con i solid surface.

Cristalmood, date le sue caratteristiche può essere utilizzato per la realizzazione di lavabi e in scala più grande per realizzare vasche. antoniolupi ha creato dieci colori di tendenza che confeririscono identità all’oggetto integrandolo al meglio nel contesto di stile dell’ambiente bagno. Le diverse tonalità conferiscono colore, eleganza e vivacità ai volumi plastici realizzati in Cristalmood. Le variazioni cromatiche assecondano le geometrie e le linee curve di lavabi e vasche donanando plasticità agli elementi, in un costante dialogo con la luce.

Lavabi bagno a colonna colorati

Dato il tipo di lavorazione e l’artigianalità della produzione, ogni oggetto in Cristalmood è unico e irripetibile, due lavabi non potranno mai essere identici, per leggere differenze di colore, di dimensione, di spessore!

Lavabo OPALE

design Carlo Colombo_Andrea Lupi

Opale è la collezione di lavabi in Cristalmood colorato,  il cui nome rimanda in maniera esplicita alla geometria e agli infiniti riflessi delle pietre preziose, la magia unica della natura invade l’ambiente bagno in un continuo rimando tra materia, superfici e cromatismi raffinati.  Disponibile in 10 colori Cristalmood, il lavabo è disponibile nell’inedita forma decagonale o nella più tradizionale forma tonda, nella versione soprapiano, perfetto per abbinarsi con le altre proposte di antoniolupi, , o a colonna, anch’essa cilindrica o prismatica.

lavabo a colonna blu trasparente

lavabo bagno blu

Lavabo VITREO 

designed by Carlo Colombo_Andrea Lupi

Non più due parti distinte e sovrapposte come per Opale ma un unico blocco in Cristalmood che senza soluzione di continuità esprime tutta l’eleganza del materiale e la geometria classica delle forme del lavabo. Disponibile in 10 colori, Vitreo si inserisce con eleganza in diversi contesti di stile, donando luminosità allo spazio, grazie agli infiniti riflessi generati dal dialogo con gli elementi architettonici, le superfici e gli arredi che lo compongono.

lavabo a colonna rosso trasparente

 

Una forma decagonale, un’immagine caratteristica che non toglie però all’acqua il ruolo di assoluta protagonista, anzi la esalta perché proprio la vista dell’elemento primordiale che viene raccolto nel capiente bacino cambia la percezione del lavabo nel suo complesso.

lavabo a colonna rosso con accessori acciaio

Vitreo è una gemma che viene riscoperta e impreziosisce il centro stanza o il cristallo che si arrocca alla parete, l’elemento che attrae lo sguardo ed esprime l’approccio contemporaneo al progetto di antoniolupi.

Vasca da bagno REFLEX

design AL Studio

La purezza della forma è esaltata dal materiale con cui è realizzata. Armonia e minimalismo ne caratterizzano la linea. Reflex è la prima vasca trasparente di antoniolupi, realizzata in Cristalmood, nuovo materiale brevettato antoniolupi che diventa protagonista.

 

La vasca da bagno ovale – L167 xA86 xH53 –  è completa di piletta con sistema di scarico a pressione click- clack, sifone e tubo flessibile. Disponibile nei colori Fumè, Nebbia, Ocra, Bottiglia, Petrolio, Ginger, Cobalto, Sangria, Ambra e Lime.

www.antoniolupi.it

L’articolo Design, colori e trasparenze nella stanza da bagno proviene da Dettagli Home Decor.

28 Gennaio 2020 / / Idee

Se esplorando il catalogo di un negozio di rubinetteria siete rimasti colpiti dalle caratteristiche dell’idroscopino, è arrivato il momento di fare chiarezza sui pro e contro garantiti da questo prodotto, che nasce per assicurare una maggiore pulizia e un’igiene migliore ai sanitari in bagno. Si tratta di una soluzione alternativa e molto più efficace rispetto al tradizionale scovolino per il wc, specialmente dal punto di vista igienico: merito della potenza del getto dell’acqua, che consente di rimuovere con facilità lo sporco.

Certo, uno scovolino classico costa molto meno ma essendo soggetto maggiormente a usura, va sostituito molto più spesso: ecco perché l’idroscopino si fa sempre preferire. Il prezzo è variabile, si può andare da poche decine fino a un centinaio di euro.

Nel bagno di casa, la soluzione ideale è l’idroscopino a scomparsa, che assicura un impatto estetico gradevole ed è in grado di adattarsi a qualunque contesto.

Idroscopino e doccetta bidet non sono la stessa cosa

Chi è alla ricerca di un idroscopino può esplorare l’assortimento di Idroclic, negozio di rubinetteria bagno online che mette a disposizione una grande varietà di modelli per assecondare le esigenze più disparate.

In questo modo ci si può facilmente rendere conto della differenza tra l’idroscopino e la doccetta bidet: i due dispositivi, infatti, non vanno confusi, anche se hanno un aspetto piuttosto simile, e si distinguono sia in base al contesto a cui sono destinati che in base alla funzione d’uso.

L’idroscopino viene utilizzato per la pulizia del WC mentre la docetta bidet per l’igiene personale e questa è una delle differenze principali.

Per questo possiamo trovare, ed è un’ottima cosa, l’idroscopino anche in ambienti pubblici, mentre è più raro che vi sia la docetta bidet.

Comfort e praticità

Disponibili ormai in qualsiasi negozio di rubinetteria, gli idroscopini fanno della praticità e del comfort le proprie caratteristiche distintive.

In realtà sono presenti sul mercato ormai da qualche anno, ma è da poco che essi hanno iniziato a fare capolino nei bagni delle abitazioni private. Così, questi prodotti non si trovano più solo negli ambienti pubblici, ma anche in appartamenti e ville.

Paragonabili per il loro aspetto ai doccini delle docce, essi presentano un foro da cui proviene il getto dell’acqua.

Chi inizia a utilizzare l’idroscopino si rende conto di quanto sia molto più comodo rispetto allo scovolino tradizionale, obsoleto e, soprattutto, poco igienico.

Gli svantaggi correlati all’impiego del classico scopino, infatti, sono evidenti, vuoi per i cattivi odori, vuoi per il fastidio di doverlo utilizzare. Senza dimenticare lo sgocciolio, che rischia di compromettere ancora di più l’igiene del bagno.

Ovviamente un idroscopino ha un prezzo più alto, ma si tratta di un piccolo investimento economico che vale la pena compiere a fronte dei benefici che se ne possono ricavare.

Gli idroscopini a scomparsa

In un negozio di rubinetteria bagno online si possono trovare anche modelli di idroscopini a scomparsa, soluzioni moderne che limitano l’impatto estetico.

Noti anche come idroscopini a incasso, essi sono consigliati in modo particolare nei bagni arredati in stile minimal o dalle linee essenziali; vengono scelti, inoltre, da chi ritiene che sia preferibile nascondere questo accessorio alla vista.

Un esempio di idroscopino in grado di coniugare qualità e design è quello a scomparsa in acciaio, che non solo non stona nel contesto del bagno, ma addirittura valorizza la sua estetica.

… e gli idroscopini tradizionali a muro

Le varianti tra cui scegliere, comunque, sono numerose: gli idroscopini a muro, per esempio, sono dotati di un supporto a parete e sono progettati per risultare ergonomici e facili da usare.

Ci sono, poi, quelli con il portarotolo integrato. Uno dei benefici offerti dagli idroscopini va individuato nella loro versatilità: essi, infatti, possono essere installati non solo nei bagni nuovi, ma anche in quelli già esistenti, semplicemente con l’ausilio di adattatori ad hoc.

Il consiglio è di installare il dispositivo a un’altezza non superiore ai 50/60 centimetri rispetto al pavimento e a una distanza dal water di circa 10 o 15 centimetri. La predisposizione di un innesto rapido con valvola di sicurezza e di un punto acqua permette di poter già iniziare a usare l’idroscopino.

Scopino
classico o idroscopino?

Come si sarà intuito, l’idroscopino è destinato a prendere il posto del classico scovolino nel corso dei prossimi anni nella maggior parte delle abitazioni.

Questa sorta di doccetta igienica con ugello erogatore e flessibile comprende un corpo erogatore con leva e una presa d’acqua, che può essere chiusa in automatico o a mano.

Ovviamente, è importante tener presente che non si tratta di una doccetta che può essere adoperata per l’igiene personale.

Come
funziona

Per azionare l’idroscopino è sufficiente intervenire sul grilletto o sulla piccola leva presente sull’impugnatura: a quel punto l’acqua fuoriesce dal foro e può essere indirizzata nei punti da pulire.

Diversi modelli offrono una chiusura di sicurezza, che si rivela preziosa sia per scongiurare un uso indesiderato da parte dei bambini sia per evitare le conseguenze fastidiose di un guasto all’impianto.

A questo punto spero che queste informazioni siano state per voi abbastanza esaurienti e che come me abbiate ormai le idee abbastanza chiare sul mondo dell’idroscopino!

Cosa è l'idroscopino? che tipologie esistono e perchè si usa? Queste e molte altre domande troveranno soddisfazione leggendo questo articolo.

L’articolo Idroscopino bagno, a favore di una maggiore igiene e pulizia per i tuoi sanitari proviene da Architettura e design a Roma.

23 Gennaio 2020 / / Blogger Ospiti

Acquistare dei nuovi sanitari e arredi per il bagno è sempre piuttosto difficile, perché i prezzi sono molto elevati e la spesa totale può arrivare alle stelle. Rinnovare questa stanza della casa infatti è una delle operazioni più dispendiose e se non si presta attenzione si rischiano di spendere cifre davvero esagerate. Per questo motivo, in moltissimi consigliano di acquistare sanitari ed arredi per il bagno online: un’alternativa senz’altro vantaggiosa, che consente di risparmiare parecchi soldi.

Tuttavia, rivolgersi ad un sito online per questo genere di arredi potrebbe rivelarsi anche piuttosto pericoloso. Oggigiorno sono moltissimi i portali che propongono sanitari a prezzi convenienti e non tutti sono effettivamente affidabili e seri. Occorre dunque prestare attenzione, in modo da evitare di commettere gli errori più comuni e ritrovarsi con prodotti di scarsa qualità.

Oggi vi diamo alcune dritte per non sbagliare ed acquistare i vostri arredi per il bagno online senza rischiare brutte sorprese.

arredo bagno

Trovare il portale giusto

La prima cosa da fare, se volete acquistare mobili e sanitari per il bagno online, è individuare il portale giusto che sia affidabile e che offra delle soluzioni di buona qualità. Detta così sembra facile, ma in realtà non lo è affatto perché da una fotografia e da una descrizione è spesso complicato capire se quello che stiamo per acquistare sia effettivamente un arredo valido. Per evitare di commettere errori, conviene cercare siti che si occupano di vendita a prezzi di fabbrica, come ImportForMe.it che ormai è tra i più famosi in assoluto. Questo portale è affidabile ed è in grado di offrire prezzi concorrenziali perché elimina tutti i costi degli intermediari. La qualità dunque è la stessa che possiamo trovare in negozio e possiamo andare sul sicuro.

Controllare la garanzia su arredi e sanitari

Prima di procedere con l’ordine, è fondamentale controllare che la merce che si intende acquistare sia coperta da garanzia italiana. I siti seri ed affidabili la offrono sempre ed è importantissima, perché si tratta di una tutela non da poco. Se il portale in questione non dovesse specificare nulla in tal senso conviene lasciare perdere perché si rischia di acquistare un prodotto contraffatto.

Verificare la disponibilità di pezzi di ricambio

Su molti arredi e sanitari conviene sempre controllare che il portale offra anche la possibilità di acquistare in futuro dei pezzi di ricambio. Questo è un aspetto che in molti tendono a sottovalutare, ma se dovesse rompersi qualcosa poterlo sostituire senza dover acquistare per intero tutto il mobile è un grande vantaggio. Solitamente i ricambi sono disponibili gratuitamente se l’articolo è ancora in garanzia, mentre vanno pagati se questa risulta scaduta.

Il pagamento: un dettaglio importante

Su molti portali online i metodi di pagamento accettati sono pochi e questo non è mai un fattore positivo. Per avere la sicurezza di non prendere brutte sorprese infatti è importante che ci venga offerta anche la possibilità di pagare al momento della consegna, in contanti o con assegno. I siti che non prevedono questa opzione potrebbero avere qualcosa da nascondere ed è meglio dunque diffidare.

20 Gennaio 2020 / / Blogger Ospiti

Quando si parla di arredo bagno il primo pensiero va ai sanitari che conferiscono un carattere ben preciso all’ambiente. Altra scelta fondamentale è quella dei mobili, disponibili in diverse varietà da quelli classici a quelli più moderni e contemporanei. La scelta dei mobili bagno è del tutto soggettiva, ma ha l’obbligo di rispondere a due criteri fondamentali: deve adattarsi ai sanitari ed all’ambiente circostante e deve avere forme, materiali e colori che maggiormente rappresentano l’utente. Infine, per dare un ulteriore tocco personale, è possibile aggiungere degli accessori bagno. Una vasta gamma di mobili e di accessori per il bagno sono disponibili sul sito di Sorelle Chiesa, dove gli utenti possono scegliere tra un ventaglio molto ampio di soluzione moderne, contemporanee ma anche classiche e vintage.

Prima regola: verificare lo spazio disponibile per una scelta mirata dei mobili

Il bagno deve essere arredato secondo due criteri fondamentali: comfort e praticità. Solo dopo è possibile dedicarsi al design, ma la prima regola è verificare lo spazio a disposizione. In tal modo la scelta risulta molto più oculata e, soprattutto, orientata a favorire una movimentazione in bagno sicura e pragmatica.

I mobili da bagno aperti privi di porte e cassetti, come ad esempio le mensole contenenti spazzolini, pettini, spazzole ecc. devono essere posizionati all’altezza dell’utilizzatore per favorire l’accesso immediato.

I mobili da bagno con cassetto richiedono uno spazio di apertura sufficiente e generalmente contengono prodotti più ingombranti come phon, scaldabagni, rasoi elettrici ecc. Devono essere installati ad un’altezza compresa tra gli 80 ed i 110 cm ed è consigliabile creare degli scomparti all’interno, per tenere i propri oggetti in ordine.

I mobili bassi sono utilizzati per contenere asciugamani e tappetini per la doccia, non hanno scomparti e garantiscono un maggior volume.

Nei bagni piccoli, può essere estremamente utile affidarsi ai ganci da muro per appendere prodotti non particolarmente pesanti e poco ingombranti.

Bisogna poi fare una scelta di campo tra mobili d’appoggio e mobili sospesi. I primi tendono ad occupare una superficie maggiore, quindi sono indicati nei bagni di grandi dimensioni. I secondi invece, occupano meno spazio e rendono più facile la pulizia: la scelta ideale per i bagni di piccole dimensioni.

Quale tipologia di mobili scegliere?

Ogni mobile da bagno ha una sua struttura che può ottimizzare le prestazioni di un ambiente.

Uno dei modelli più apprezzati per la sua versatilità è il mobile basso da bagno. Generalmente questo mobile è dotato di due rotelle che consentono di spostarlo, inoltre può anche essere usato come sgabello. Può essere dotato di uno o due cassetti e va collocato in un angolo o sotto un mobile più alto, così da non occupare troppo spazio.

Altro modello molto apprezzato è il mobile a colonna da bagno che si sviluppa in verticale verso l’alto, riducendo così l’ingombro. Questo modello può essere dotato di vari spazi aperti, cassetti, porte e ripiani dove collocare ordinatamente tutti i propri oggetti.

Il mobile sottolavabo è un’altra soluzione salvaspazio molto pratica, che può essere inserita in ogni angolo del bagno. Solitamente dispone di cassetti e porte dove riporre i propri oggetti.

L’armadio da bagno è un modello particolarmente versatile capace di adattarsi alle diverse esigenze. Può essere dotato di varie porte, specchi, cassetti, illuminazione a LED e lampadine a basso consumo.

Il portasciugamani da bagno può essere concepito in vari design per offrire il massimo comfort senza occupare troppo spazio. Alcuni modelli sono anche riscaldanti, così da asciugare velocemente asciugamani e tappetini.

Quali materiali scegliere per i mobili da bagno

La scelta dei materiali da bagno è estremamente soggettiva, l’importante è che i modelli si integrino con il design circostante così da garantire un senso di continuità.

Il legno massello conferisce un senso di calore e di intimità alla casa con un tocco esotico molto suggestivo. Questo materiale è resistente ma allo stesso tempo piuttosto delicato, quindi richiede una pulizia a base di oli o vernici specifiche.

Rappresentano soluzioni più moderne, i mobili realizzati in materiali compositi come il melaminato o l’MDF (Medium Density Fiberboard). Il melaminato è composto da piccole particelle di legno incollate e poi ricoperte col laminato. Questo modello può essere declinato in vari rivestimenti, colori e finiture. L’MDF è realizzato con fibre di legno ed un legante, spesso è ricoperto da un rivestimento laccato. Grazie alle sue finiture moderne, che spaziano dall’alluminio ai colori metallici, conferisce un aspetto deliziosamente contemporaneo.

Gli accessori bagno

Dopo aver scelto i mobili per il bagno è possibile dare un’occhiata agli accessori che contribuiscono a dare un senso di completezza all’ambiente. I colori e le forme degli accessori bagno devono sposarsi perfettamente con i sanitari e con i mobili. Gli accessori bagno comprendono una serie di prodotti molto ampi come: portasapone, portarotolo, sgabelli, mensole ed anche specchi che possono aumentare visivamente lo spazio disponibile. I materiali che spaziano dal marmo alla pietra, dal vetro al silicone, dalla plastica alla resina fino all’acciaio inox, che caratterizzano lo stile dell’ambiente, perciò vanno scelti con attenzione in base alle modalità di utilizzo del bagno e dell’arredo.

29 Novembre 2019 / / Architettura

Il bagno è sicuramente uno degli ambienti più importanti della casa in quanto è il luogo dove ci si dedica alla cura del proprio corpo e all’igiene personale in diversi momenti durante la giornata. Visto che viene utilizzato spesso (e da diverse persone qualora si tratti di una famiglia) è molto importante che venga realizzato in maniera funzionale e prestando attenzione a determinati elementi che lo rendano il più efficiente e confortevole possibile.

Per creare un bagno pratico e che comunque sia al tempo stesso ben è importante rivolgersi prima di tutto ad un idraulico per tutto quel che riguarda le tubature ed altri componenti importanti dal punto di vista tecnico: la scelta dell’idraulico è infatti importante in quanto un buon idraulico sceglierà per noi componenti di qualità e di brand affidabili quali ad esempio i circolatori di marca Grundfos o le Caleffi Valvole che sono prodotti che durano nel tempo.

Dopo aver quindi realizzato il bagno dal punto di vista tecnico, si passa poi a realizzarlo dal punto di vista estetico e della funzionalità: prima di tutto bisogna pensare che il water e il bidet vanno sempre messi di fianco e questo è bene tenerlo presente quando si andranno a predisporre i tubi dell’acqua. È importante che fra water e bidet ci sia una distanza di almeno 25/30 cm.

Bisogna poi procedere alla scelta del lavabo che è sicuramente uno degli aspetti su cui si hanno maggiori opzioni di scelta visto che ne esistono tante tipologie diverse: ci sono infatti i lavabo a colonna, ad incasso, sospesi, da appoggio e altre tipologie diverse. Nella scelta della tipologia di lavabo diventa molto importante la contestualizzazione dello stesso all’interno del bagno e bisogna anche cercare di prendere un lavabo che non risulti troppo difficile da pulire.

Si passa poi alla decisione se mettere solo la doccia oppure se mettere la vasca con la doccia: su questa decisione influiscono inevitabilmente le dimensioni del bagno in quanto chiaramente la vasca può essere installata solo in bagni di dimensioni più grandi.

Dopo aver disposto i sanitari all’interno del bagno, si passa poi ad arredarlo per cercare di creare uno spazio bello dal punto di vista visivo: è molto importante scegliere accuratamente le varie tipologie di luci e collocarle nei punti giusti sia per illuminare al meglio il viso e il corpo, che per creare degli effetti di luci gradevoli all’interno del bagno stesso.

Si passa poi alla scelta dei mobili che sono quelli da mettere sotto e intorno al lavabo (sulle pareti) che sono utili per metterci asciugamani, creme, trucchi e altri oggetti tipici della cura della persona; oltre ai mobili è sempre bene anche installare delle mensole che serviranno per dare più ordine al bagno e per collocarvi i prodotti che vengono utilizzati all’interno del bagno.

Questi sono alcuni consigli per cercare di realizzare un bagno che sia funzionale e allo stesso tempo bello dal punto di vista estetico: molto importante è anche cercare di personalizzare il più possibile il bagno in base alle proprie preferenze.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

18 Novembre 2019 / / Design

Un grande classico del design Duravit si rinnova per diventare ancora più completo: la famosa collezione Happy D.2 si evolve e diventa Happy D.2 Plus.

Sieger Design ha realizzato la collezione Happy D.2 che per molti anni ha arredato gli ambienti bagno delle case di tutto il mondo. Si tratta di una collezione bagno completa, che esprime appieno i concetti di eleganza e versatilità. Le sue forme arrotondate, estremamente femminili, hanno aperto le porte della stanza da bagno all’arredamento moderno.

I lavabi a consolle si abbinano perfettamente alle basi con bordi arrotondati e sono impreziosite dal rivestimento bilaminato con finitura lino, che al tatto risulta molto piacevole e naturale, proprio come il lino.

Anche i sanitari seguono il fil rouge della forma arrotondata e sono disponibili nelle versioni sospese, a terra filo parete e monoblocco.

 

La novità Duravit: Happy D.2 Plus

Un altro capolavoro di Sieger Design. La nuova Happy D.2 Plus si combina perfettamente con la serie Happy D.2 e ne completa le possibilità: nuovi colori, nuovo design per sanitari, vasche e mobili.  Il comune denominatore rimane sempre la femminilità e la delicatezza delle linee arrotondate.

I sanitari Happy D.2 hanno mantenuto la loro linea originale ma si sono arricchiti di una nuova colorazione: oltre al tradizionale bianco si può scegliere l’antracite. La finitura antracite opaca caratterizza gli esterni di bidet e wc, il cui interno è antracite lucido per agevolare la pulizia.

Anche i lavabi sono disponibili nella doppia colorazione, ma con una variante in più: il bicolore, con interno bianco lucido ed esterno antracite opaco.

La vasca in acrilico Happy D.2 Plus è la vera chicca di questa nuova linea bagno: realizzata in acrilico lucido con pannello integrato grigio grafite super opaco. Le vasche, grazie alle differenti possibilità di installazione, sono molto versatili, anche se la regina indiscussa del bagno rimane sempre la versione centro stanza.

Ultimi ma non ultimi i mobili Happy D.2 Plus, che pur mantenendo la loro anima iniziale, sono stati completamente rivisitati. Grazie ai tanti nuovi colori e alle finiture disponibili è possibile acquistare il mobile bagno secondo il proprio gusto personale.

I mobili lavabo sono abbinabili alle colonne laterali che, oltre ai classici ripiani interni, hanno dei comodi scomparti anche nell’anta per garantire maggior spazio contenitivo e il massimo ordine.

L’articolo Duravit e le grandi novità: Happy D.2 Plus proviene da Dettagli Home Decor.

12 Novembre 2019 / / Dettagli Home Decor

Spesso bastano piccoli cambiamenti per ottenere un grande effetto. Ecco alcune soluzioni.

Nel bagno di casa ci si vuole sentire a proprio agio in ogni fase della propria vita. Anche se il bagno svolge perfettamente le proprie funzioni, quando gli anni aumentano ci si rende conto che la sua dotazione non è più adeguata, che la libertà di movimento è limitata, che il bordo della vasca è troppo alto o che la doccia presenta pericolo di inciampo. È in questi casi che ci si rende conto che non si può più rinviare un ammodernamento del bagno, per adeguarlo alle esigenze legate ad un’età che avanza.

Kaldewei presenta diverse soluzioni per realizzare un bagno accogliente anche per le generazioni più anziane, con proposte che non pesino troppo sui budget.

Le soluzioni di Kaldewei per rendere accogliente il bagno per tutte le età

Prima o poi si arriva al momento in cui muoversi agilmente, anche tra le mura domestiche, diventa, giorno dopo giorno, sempre più difficile. La dotazione della propria casa deve quindi essere adeguata alle specifiche esigenze delle persone più anziane, in modo da consentire di vivere in modo autonomo il più a lungo possibile.

Soprattutto nella stanza da bagno, l’ambiente più intimo dell’abitazione, è indispensabile una dotazione adatta alle generazioni più anziane per consentire loro la massima indipendenza possibile nella gestione dell’igiene personale. Come si possono evitare gli inciampi? Cosa fare quando non si riesce più ad entrare nella vasca da bagno in modo sicuro? Come si possono rendere più ampi gli spazi in cui ci si muove? Kaldewei supporta chi desidera ammodernare il bagno in una progettazione sostenibile, con soluzioni funzionali e convenienti per uno spazio confortevole, adatto anche alle generazioni più anziane.

Prodotti in foto (immagine a destra): Cayonoplan di Kaldewei in tonalità nero lava opaco con trattamento antiscivolo Secure Plus e lavabo da appoggio Puro color bianco alpino

Doccia a filo pavimento in formato XXL al posto della vasca da bagno

Gli installatori propongono sempre più spesso una doccia a filo pavimento al posto di una vasca da bagno, per ottimi motivi. Le docce senza soglie creano infatti un accesso senza discontinuità rispetto al pavimento ed offrono quindi comfort e sicurezza, senza rinunciare ad un’estetica piacevole. Fanno apparire l’ambiente più grande e consentono di accedere alla doccia senza ostacoli ed inciampi. Kaldewei, produttore di soluzioni per l’arredo bagno in acciaio smaltato, offre, per le sole zone doccia a filo pavimento, oltre 100.000 possibili combinazioni. Per la ristrutturazione sono utili soprattutto i piatti doccia di formato più grande, perché possono essere facilmente installate al posto delle vecchie vasche da bagno. Grazie alla posizione dello scarico non è necessario un costoso adeguamento delle tubature di scarico.

Il prezzo per una doccia smaltata Kaldewei in formato XXL – ad esempio la doccia Cayonoplan di Kaldewei da 90 x 140 centimetri – parte dai 570 Euro circa. Su richiesta il cliente può scegliere una superficie antiscivolo, come Secure Plus, una finitura pressoché invisibile che garantisce un’ulteriore sicurezza, disponibile per molti modelli inclusa nel prezzo.

Prodotto in foto: Cayonoplan di Kaldewei in tonalità nero lava opaco con trattamento antiscivolo Secure Plus

Lavabi dalle forme “intelligenti” per una maggiore libertà di movimento

La perfetta integrazione di un piatto doccia smaltato a filo pavimento è rappresentata dai lavabi Kaldewei in acciaio smaltato. Sono disponibili in diversi formati e design, tra i quali diverse versioni da parete abbassabili. Chi non volesse rinunciare ad avere superfici libere, può scegliere un lavabo da appoggio combinato con una console da bagno sospesa. Kaldewei propone quattro diverse versioni di lavabi da appoggio, partendo dal modello base Puro, da 340 Euro.

Prodotti in foto: Lavabi da appoggio Kaldewei in tonalità bianco alpino

Maggiore comfort e sicurezza domestica

Chi si occupa della progettazione di una stanza da bagno adatta alle persone in età avanzata può contare sulla sicurezza garantita dalle docce a filo pavimento di Kaldewei, che possono essere dotate di un trattamento superficiale antiscivolo e quindi soddisfano non solo le esigenze estetiche e di design, ma anche i requisiti di sicurezza e stabilità nell’accesso e nell’uso della doccia.

Fonte: Franz Kaldewei GmbH & Co. KG.

L’articolo Come ristrutturare il bagno in modo semplice ed efficace? proviene da Dettagli Home Decor.

29 Ottobre 2019 / / Design

Di ispirazione antica, il lavabo rotondo da appoggiare su piani top o sui mobili dona un tocco di moderna eleganza alla stanza da bagno e l’impatto estetico è assicurato.

Se stai pensando di rinnovare il tuo bagno ecco quattro proposte di Arbi Arredobagno, ideali per ambienti bagno raffinati e di classe.

Composizione bagno Code Wave 01

Elegante superficie opaca enfatizzata da un’estetica rigorosa e minimale per il lavabo d’appoggio Belt – design by Meneghello Paolelli Associati – inserito nella composizione Code Wave01 di Arbi Arredobagno.  Il nome “Belt” nasce dalla particolarità del bordo esterno che appare strizzato da una “cintura”; particolare formale che crea una variazione di profondità materica con un interessante gioco di luci e ombre. Il volume si alleggerisce e si staglia così verso l’alto, trasmettendo una sensazione di leggerezza e di raffinata pulizia estetica.

La composizione Code Wave 01 è costituita da piano folding Bio in Pino tarlato, su cui sono appoggiati i due lavabi Belt 40 in tekno, abbinato al mobile Wave in finitura laccato bianco opaco e allo specchio bagno con luce led in alluminio Bianco come la mensola Slide.

Composizione bagno Code 17

Un raffinato design sinuoso e femminile contraddistingue il lavabo Panier – design by Meneghello Paolelli Associati – proposto nella composizione Code 17 di Arbi Arredobagno.

Il profilo superiore del lavabo Panier dalla forma tondeggiante si unisce sapientemente alla base squadrata, generando un delicato morphing e ricordando il classico “panier” da cui deriva il nome. Gli eleganti bordi dagli spessori ultrasottili ne esaltano lo stile, donando alla stanza da bagno un tocco di fascino e raffinatezza, senza tralasciare l’aspetto funzionale grazie all’ampio bacino. 

La composizione Code 17 è costituita dal piano folding Bio in Pino tarlato, su cui è appoggiato il lavabo Panier 42 in ceramica, abbinato alla base in laccato bianco opaco con piedi in alluminio nero. La specchiera Forma girevole e il pensile in alluminio Nero completano l’ambiente.

Composizioni bagno Sky 182 e Absolute 05

Ha il bordo sottile ed è contraddistinto da un design essenziale il lavabo rotondo d’appoggio Semisfera proposto nelle composizioni Sky182 e Absolute05 di Arbi Arredobagno.

Nella composizione Sky182 l’emozione senza tempo del rovere nella tonalità Masai, incontra lo stile minimalista delle ciotole Semisfera in appoggio. La maniglia Lato in finitura bronzo valorizza i frontali e la specchiera Bishop con luce led perimetrale, rivestita in rovere Masai, riprende con coerenza l’estetica del mobile.

Atmosfera raffinata, studiata in ogni minimo dettaglio, per la proposta Absolute 05 costituita da alzata e piano top in gres Florim Amani opaco su cui sono appoggiati i due lavabi Semisfera in tekno opaco. In abbinamento cassettoni con frontali in Rovere Spessart a rombi e telaio nero; piano in finitura laccata Carruba opaco. Completa l’ambiente la specchiera Boheme  con profilo in alluminio nero con luce led sul lato inferiore.

Design esclusivo, ricerca stilistica e tecnologie all’avanguardia hanno da sempre guidato l’Azienda nella propria produzione, di altissimo livello ed espressione del Made in Italy più puro, frutto di un profondo know-how che si esprime come sintesi di esperienza artigianale e avanzata tecnologia produttiva.

Per maggiori informazioni visita www.arbiarredobagno.it

L’articolo Lavabo rotondo da appoggio: 4 soluzioni per ambienti bagno raffinati e di classe proviene da Dettagli Home Decor.

25 Ottobre 2019 / / Architettura

Vasca da bagno in camera da letto? Idee e consigli per realizzarla

Negli ultimi anni è cresciuta la tendenza di collocare la vasca da bagno in camera da letto. Alcuni considerano questa soluzione un vero e proprio lusso, altri una scelta incomprensibile.

Naturalmente, per poter installare una vasca nella propria camera da letto, occorre avere abbastanza spazio ed eseguire alcuni lavori, ma il risultato sarà notevole.

Quali sono i lavori necessari?

Per poter inserire una vasca da bagno in camera da letto è necessario realizzare i collegamenti agli scarichi per portare l’acqua nella stanza. Un fattore che potrebbe rendere più complicato e costoso questo lavoro è la distanza dell’impianto idraulico. Nel caso sia troppo distante, sarà necessario valutare con un tecnico specializzato la soluzione migliore per procedere con i collegamenti. Anche la pendenza degli scarichi è un altro fattore da non sottovalutare, ma un buon tecnico saprà consigliarvi al meglio.

Quale vasca da bagno scegliere?

La vasca da bagno in camera da letto è indubbiamente molto scenografica e conferisce allo spazio un tocco chic e romantico. La scelta ottimale è di scegliere un modello freestanding, in questo modo potrà essere collocata in qualsiasi punto della camera, ad esempio al centro della stanza, sotto una finestra oppure in prossimità di una parete libera; meglio se caratterizzata da un design semplice ma d’effetto. Si può puntare su una vasca dal design contemporaneo e dalle linee essenziali, oppure optare per un modello con piedini dal sapore vintage, tutto dipende dallo stile della camera da letto. Come per qualsiasi altro elemento d’arredo, anche la vasca dovrà risultare in perfetta armonia con il contesto.

Di seguito una selezione di immagini da cui prendere idee e spunti per inserire la vasca da bagno in camera da letto.

Progetto Casale Mongibello

Hotel Monteverde Tuscany

Progetto di interior by Constantin Benoit Interieurarchitect

L’articolo Vasca da bagno in camera da letto proviene da Dettagli Home Decor.

15 Ottobre 2019 / / Design

lavabo integrato nel piano

La scelta del lavabo è una decisione importante quando si arreda la stanza da bagno: deve essere funzionale e creare allo stesso tempo armonia con i mobili scelti. I lavabi integrati nel top si contraddistinguono per la particolare funzionalità e resa estetica: facilitano le operazioni di pulizia e contribuiscono a donare all’arredo uno stile fluido e uniforme.

Per un bagno grande o di piccole dimensioni, le proposte in tema di arredo bagno sono davvero molte. Ecco una selezione di 10 mobili con lavabi integrati scelti per rispondere alle diverse esigenze di stile e spazio.

Arbi Arredobagno

Nelle collezioni di Arbi Arredobagno, espressione di una produzione totalmente Made in Italy, le proposte sono tantissime per soddisfare qualsiasi mood: minimal e ultra-moderno o più classico e raffinato. Qui di seguito alcuni progetti con piani in Tekno Resina, Tekno, Laminam e Fenix che sottolineano la bellezza e la versatilità dei lavabi integrati e che possono essere di ispirazione a chi sta valutando un nuovo arredo dell’ambiente bagno.

Piano top in Tekno con lavabo integrato Stopper per la composizione Code 09 (misura L200,3 x  P50,5 cm), abbinato alle basi in Rovere Inchiostro e alla specchiera Hide con profilo in alluminio Nero.

Composizione Code 03, in finitura eucalipto opaco comprende: base portalavabo L70 x H71 x P50 cm con zoccolo H5 cm in alluminio Nero, lavabo Mantra L70,5 x H12,2 x P50,5 cm in Laminam Statuarietto opaco, abbinati a mensola Slide DX in alluminio nero, specchiera Light tonda con luce led perimentrale  e 2 colonne con luce led.

Piano top in Fenix Grigio Bromo con lavabo integrato Kuki per la composizione Materia Vip 07 (misura L120,6 x P50,5 cm), in cui il tono scuro della struttura laccato Grigio Bromo viene smorzato dal calore della vena del Rovere Antico Essenza.  La base con cassettone e vano a giorno valorizza il profilo a 45° della struttura. La specchiera Bishop con profilo in Rovere Essenza riprende la finitura del cassettone dando ulteriore funzionalità all’insieme grazie al led perimetrale integrato.

Composizione Materia

Piano top in Fenix Bianco Kos con lavabo integrato Plaza per la composizione Materia Vip 01 (misura L120,6 x P50,5 cm), contraddistinta da linee semplici, razionali e pulite. Il cassettone con frontale in Rovere Antico Crema fa risaltare tutta la matericità e il calore del legno, enfatizzato anche dalla struttura del mobile laccata Bianco velvet: un incontro tra natura e tecnologia che esalta entrambi i materiali. La specchiera Pulsar completa l’arredo.

Scavolini Bagno

Nell’immagine, ambiente bagno arredato con il programma Juno di Scavolini, disegnato da Vuesse. Leitmotiv della collezione è l’anta con presa maniglia a “J” (sp. 22 mm) che assicura ergonomia e semplicità agli arredi. Base sospesa con ante laccato opaco Verde Minerale e piano in Corian Glacier White (sp. 1,2 cm) con lavabo integrato Spring. Completa l’ambiente sulla destra, il Sistema Parete “Fluida” in Decorativo Noce Garden.

Essenzialità e purezza per la collezione Rivo di Scavolini Bagno. Mobile collezione Rivo di Scavolini Bagno, design Studio Castiglia Associati .  La collezione di mobili, caratterizzata dall’anta con gola a 45° che funge da presa e apertura, è presentata nelle finiture: laccato lucido e opaco, decorativo, decorativo laccato, impiallacciato, tutte disponibili in numerose varianti cromatiche. Le basi sono proposte nelle due profondità di 38 e 52 cm.

Ideagroup

Per la prima volta Ideagroup inserisce l’alluminio in una collezione di mobili bagno, utilizzandolo come struttura di appoggio per le basi del mobile impreziosito da un piano in legno massello di abete “vintage”. Il lusso incontra lo stile industriale con Dogma by Aqua, la collezione di mobili bagno moderni dal carattere minimale, resa unica dai nuovi materiali e dall’uso non convenzionale delle geometrie.

Fiora

SYNERGY di Fiora riacquista l’essenza del legno solido con una collezione con due superfici di tendenza: una scanalata e una arrotondata.‎ La collezione si differenzia per la sua linea contemporanea, minimalista, ma con carattere.‎ La diversità di moduli, finiture e colori, possono essere combinati con diverse opzioni di lavabi e specchi retroilluminati, adattandosi così agli spazi residenziali così come al contract.‎ Oltre alla gamma di colori Fiora sono possibili 3 colori esclusivi per la collezione: Ultramare, Kermes e Tuile.‎  SYNERGY è disponibile in 2 texture (Listello e Surato) e in 9 colori standard e possibilità di RAL.

BLOC di Fiora  è un mobile lavabo in poliuretano.‎ ‎Come un grande blocco di materiale puro, Bloc è un mobile dalle forme semplici, ma con una presenza importante.‎ I lati, il fronte e la parte superiore condividono tutti la stessa texture che sorregge un lavabo extra large.‎ Bloc ha due finiture: Betao, sviluppato esclusivamente per la collezione e che si distingue per un intenso aspetto rustico; e Pazarra, che riproduce la trama caratteristica del materiale dell’ardesia.‎ Bloc è disponibile in 2 texture (Pizarra e Betao) e in 9 colori standard e possibilità di RAL.‎

 

L’articolo Arredo bagno: 10 mobili con lavabi integrati nel piano proviene da Dettagli Home Decor.