16 Novembre 2020 / / Idee

Dedico questo articolo alla mia amica del cuore e a suo marito, che stanno per comprare i primi mobili tutti loro e che sono sicura si saranno già posti la domanda “ma quanto costa arredare casa?!?”. Ebbene amici miei, non esiste una risposta univoca alla domanda. Si tratta di un antidoto, mix di diversi fattori: pazienza nella ricerca del p(R)ezzo giusto, dimensioni degli ambienti da arredare, stile e qualità del mobilio con cui si vuole convivere.

prezzo salotto ikeacosto arredamento salotto

Quanto costa arredare casa, i consigli per non sforare dal budget

Consiglio #1

Da dove iniziare? Senza dubbio da un progetto concreto. Non potete pensare di andare in un negozio di arredamento e comprare quello che vi capita sotto gli occhi. Prendete un bel pezzo di carta, fate un disegno della vostra stanza dall’alto e disegnate cosa vorreste e dove lo vorreste mettere. Ecco qui che avrete una lista di arredi per stanza, essenziale per non comprare cose a caso e sforare subito il vostro budget.

Consiglio #2

Scegliete qual’è lo stile di arredamento che fa per voi. Questo vi permetterà di selezionare i negozi che vendono i mobili adatti al vostro stile. Raggruppate ciò che vi piace della loro offerta e alla fine riuscirete ad avere una rosa di mobili suddivisa per budget. Sicuramente riuscirete a trovare il giusto compromesso tra ciò che vi piace e ciò che vi potete permettere 🙂

Consiglio #3

Mix. Mixate i vostri arredi e i vostri marchi preferiti come se non ci fosse un domani!
Con un budget infinito si possono creare, in poco tempo, dei capolavori di design. Con un budget ristretto serve più tempo per completare l’opera, ma alla fine, con la giusta pazienza ci riuscirà anche chi non ha risorse infinite. Con un budget medio, riuscirete ad avere la giusta combinazione tra brand di design e brand low cost. Quello che vi stiamo dicendo è di non rinunciare a quel pezzo costoso che tanto vi piace, e che sicuramente darà quel tocco unico a casa vostra, perchè l’offerta attuale di arredamento è talmente ampia che vi permetterà di averlo insieme ad altri mobili più a buon mercato.

prezzo cucina ikea
Quanto costa una cucina

Quanto costa arredare casa da zero

Consideriamo una casa media del nostro secolo, di circa 70/80 mq (ovviamente il discorso cambia per chi abita nelle grandi città ed è abituato anche a meno mq e per chi abita in campagna che avrà sicuramente più spazio a disposizione).

In media quali sono gli spazi che avremo a disposizione?

  • Cucina
  • Bagno
  • Bagno di servizio
  • Salotto/sala da pranzo
  • Camera
  • Cameretta (opzionale)
prezzo mobili bagno
Prezzo mobili bagno

Vediamo quindi un prezzo medio dedicato ad ognuna di queste camere.

Prezzo cucina: partiamo dai €1.000 di una cucina Mondo Convenienza fino ad arrivare ai prezzi delle cucine su misura che arrivano tranquillamente a €100.000 in base a dimensioni e materiali scelti. In media però, per una cucina “normale” siamo sui5.000.

Prezzo Bagno: diamo per scontato che il bagno sia già pronto, quindi ci siano sanitari e doccia, allora qui avrete bisogno solo di un mobile sotto lavabo, uno specchio ed eventualmente un altro mobile contenitore. Una composizione del genere da Ikea costa mediamente €300. Con €1.000 siamo già ad un buon mobilio da bagno di design. Diciamo quindi che per un giusto mix siamo sui €500.

Prezzo salotto: consideriamo un open space, in cui divano e tavolo da pranzo si trovano nella stessa stanza, bisognerà quindi prevedere un tavolo con delle sedie (€600 in media) , un divano (€1.000 in media) e quasi sicuramente un mobile tv (€200 in media). Possiamo trovare dei set tavolo/sedie o divano/mobile tv già composti e spesso convenienti (ma ricordate il nostro consiglio sul mix 🙂 ). Per tutti questi mobili vi serviranno quindi circa €1.800.

Prezzo camera: la composizione qui prevede un letto, dei comodini ed un armadio. Su La Redoute, uno dei nostri negozi online preferiti, potete avere una composizione del genere per circa €1.300. Potete trovarne per molto meno, ma diciamo che questo budget è quello che rientra sempre nella nostra teoria mix.

quanto costa arredare la camera da letto
Quanto costa arredare la camera da letto

Facendoci quindi un conto, con meno di €10.000 si possono comprare i mobili base per arredare 4 camere importanti della nostra casa. Si può riuscire a rimanere in questo budget decidendo di arredare casa low cost aggiungendo anche illuminazione e accessori principali. Potete invece partire da questo budget per l’arredamento di base e aumentarlo di molto per dare quel tocco unico con accessori di design.

 

 

L’articolo Quanto costa arredare casa: il prezzo per ogni stanza proviene da My Happy Place.

28 Ottobre 2020 / / Idee

Come faccio a sapere se un progetto mi soddisfa le mie aspettative? Dove trovo l’ispirazione? Come faccio a creare composizioni equilibrate? È arrivato il momento di parlarti più approfonditamente della mia professione. Romina, Set Stylist: come realizzo un progetto armonico?

Innanzitutto chi è e cosa fa una Set Stylist? La definirei una sottocategoria dell’interior stylist, una figura professionale che realizza progetti di arredo, dotata di una forte sensibilità estetica ed esperta di stili, colore, luce e materiali. Solitamente l’Interior Stylist opera all’interno di abitazioni o edifici commerciali. 

Quindi cos’è una Set Stylist?

La Set Stylist ha la stessa identica mansione dell’Interior Stylist ma con la specializzazione di operare in situazioni temporanee, come l’arredamento di un set fotografico, l’allestimento di uno show room e la progettazione di set in virtual reality. Il mio lavoro è proprio questo, progetto e arredo set sia reali (set fotografico o allestimento stand in fiera o show room) che virtuali (3d rendering).Questi (tranne gli allestimenti) hanno l’unico obiettivo di essere fotografati o renderizzati. In poche parole questi set arredati hanno l’unico obiettivo di essere immortalati per creare immagini e/o video per la comunicazione del brand che lo richiede. Questi contenuto serviranno principalmente per arricchire e valorizzare cataloghi di prodotto, siti web e canali social.

Come si fa un progetto di Set Styling?

Non voglio annoiarti spiegandoti passo a passo come si compone un progetto, però voglio invece raccontarti come deve essere un progetto esteticamente equilibrato e armonico.

Ho definito infatti le 6 caratteristiche fondamentali, che secondo me ogni progetto dovrebbe rispettare. Non solo nel mio lavoro, ma penso che queste informazioni potrebbero esserti utili quando ad esempio devi arredare casa o sistemare l’arredo di una stanza. Sono semplici suggerimenti che, se applicati correttamente e con buon gusto, possono dare davvero valore e armonia alla tua casa.

#1 Altezze

Photo by Terratinta

E’ importante che siano presenti arredi con altezze differenti oppure elementi verticali, come in questo caso la struttura della finestra e la nicchia portaoggetti, che slanciano e rendono armonica l’intera composizione. 

#2 Proporzioni e profondità

Photo by Coem

In questo esempio seppur essenziale, gli arredi e gli elementi costruttivi definiscono le giuste proporzioni all’interno di un ambiente. Inoltre l’inserimento di arredi dinamici, come questo pouf di Kristina Dam, creano profondità. Il risultato è quello di una composizione equilibrata e armonica. 

#3 Gruppi

Photo by ABK

Mai “sparpagliare” a caso gli elementi di arredo all’interno di uno spazio, molto meglio invece creare dei gruppi. In questo esempio vediamo tanti gruppi di arredi e oggetti: poltrona+lampada, tavolino+divano+quadro, libri+sfera, vassoio+vaso.

Tutti questi gruppi visti nell’insieme formano come una grande composizione dinamica ed equilibrata. Per entrare nello specifico su come si crea una composizione, dai un’occhiata a questo articolo: Lezione di styling: Come creare una composizione di oggetti 

#4 Palette colori

Photo by Edimax Astor

Ogni progetto deve avere una palette colori, solitamente una palette si compone di 5 o 6 colori principali. Questi colori devono essere bilanciati tra loro in maniera equilibrata, ancor meglio se si rispetta la regola del 60-30-10.

#5 Illuminazione

Photo by ABK

Che sia vivace, morbida o d’atmosfera, l’illuminazione deve sempre essere ben studiata.

#6 Carattere e personalità

Photo by Edimax Astor

Questo è il concetto che non tutti tengono in considerazione, ma invece è uno dei più importanti: creare e raccontare una storia, esprimendo la personalità di chi, ipoteticamente, abita quel luogo.

Utilizzo spesso Pinterest oppure siti come Archiproducts oppure Archilovers per prendere ispirazione. Se ci sono immagini che mi piacciono, non so come ma queste entrano dentro di me, si fissano nella memoria, a volte senza che io ne sia consapevole. Quando progetto capita che saltino fuori sotto forma di idee da concretizzare, è come una sorta di magia! 

I miei studi, le mie passioni e soprattutto la mia esperienza decennale in ambito di progettazione e arredamento di set fotografici e virtuali, hanno permesso di scaturire in me un spiccata sensibilità estetica, che si adatta ad ogni stile. Anche se il mio preferito, come ben saprai, rimane quello scandinavo🤩

Quando realizzo un progetto ho sempre in mente le regolette qui sopra citate, o meglio dire, col tempo si sono radicate dentro di me. Quando arredo un set, metto, tolgo e poi sposto, aggiungo… a un certo punto una vocina dentro di me mi dice: ok, stop, così è perfetto! È un fenomeno particolare, quasi magico, potrei chiamarlo istinto o sesto senso.

Questo lavoro è davvero bello e regala tante soddisfazioni. Conoscevi questo mestiere? Scrivimi qui sotto nei commenti.


Se questo articolo ti è davvero piaciuto, clicca sul bottone Facebook Like oppure fai un screenshot e condividimi nelle tue Instagram Stories, naturalmente non scordarti di taggare @rominasitablog

Ci vediamo alla prossima! 😉

P.S. Se non vuoi perderti neanche uno dei miei prossimi consigli iscriviti subito alla newsletter e ogni volta che pubblico un articolo riceverai una email nella tua casella di posta elettronica.

L’articolo Romina, Set Stylist: come realizzo un progetto armonico? sembra essere il primo su ROMINA.

26 Ottobre 2020 / / A forma di casa

Devi arredare o fare un restyling di casa e non sai quale stile di arredamento fa al caso tuo? Nei social, blog e riviste vedi molte cose che ti piacciono e non sai quali scegliere? Chi vive con te non ha i tuoi stessi gusti in fatto di arredo? Niente paura, in questo articolo voglio darti qualche dritta per individuare qual’è lo stile di arredamento più giusto per la tua casa, che la renderà unica, mettendo d’accordo tutti.

Capire qual’è il giusto stile di arredamento è fondamentale per creare ambienti che riflettono il proprio modo di vivere e i propri gusti personali, per riuscire ad abitare la casa come se fosse una seconda pelle che sa accogliere e mettere a proprio agio chi ci vive. Sottovalutare questo aspetto rischia di portare a risultati che non soddisfano perché spesso appaiono freddi e impersonali. Ogni persona è unica e merita di abitare in uno spazio creato apposta per lei e per la sua famiglia, senza doversi accontentare di soluzioni preconfezionate.


Crea un moodboard

Quello che ti devi chiedere prima di tutto è che tipo di atmosfera vuoi creare nelle tue stanze e che sensazioni vuoi provare al loro interno. La comprensione di questi aspetti ti farà da guida per fare le giuste scelte.

Avrai bisogno della tua immaginazione e, per aiutarti in questo, puoi fare una ricerca visuale di immagini d’ispirazione, non necessariamente di interni, puoi infatti scegliere qualsiasi tipo di immagini, come un tramonto, un paesaggio, un fiore che ami, un oggetto che hai visto in una rivista, ecc… Poi, per ogni stanza da arredare, metti insieme le immagini che secondo te raccontano l’atmosfera giusta, creando così un moodboard ispirazionale. Funzionerà quando l’insieme delle immagini riuscirà ad emozionarti e ti renderai conto di aver scelto determinate forme e colori, che saranno proprio quelle giuste per i tuoi interni.

Nel fare questo tieni conto della tua personalità, delle tue passioni, delle cose che ti piacciono e che ti fanno stare bene, di come ti piace vestirti, delle persone che frequenti e coinvolgi in questa attività anche chi vive insieme a te.

Svetlana Eckert – Eclectic Trends

Considera il contesto

Altro aspetto da considerare è dove vivi, anzi: in che contesto hai scelto di abitare. C’è infatti un legame da mantenere tra interno ed esterno che non può essere sottovalutato. Certo, tutto si può fare, ma ti immagini un appartamento rustico al 39° piano di un grattacelo di New York? Oppure una cascina minimal-tech nel cuore della campagna toscana? Per evitare questi paradossi, pensa a cosa ti piace del luogo in cui vivi, perché lo hai scelto, e cerca di portarne il meglio nella tua casa. Questi richiami possono essere ad esempio un colore o un materiale, un oggetto o un accostamento caratteristico. Ogni luogo può regalare spunti molto interessanti, sta a te saperli cogliere e farli vivere nei tuoi ambienti.

contesto interior
Domino

Valuta cosa hai già a disposizione

Se devi fare un restyling dei tuoi arredi o se devi cambiare casa chiediti quali sono gli oggetti che vuoi mantenere nelle tue nuove stanze e cosa invece va cambiato. Stabilisci quali sono i mobili e gli accessori che ti hanno fatto compagnia finora e da cui non ti vuoi separare, perché offrono un ottimo servizio o ti piacciono particolarmente, oppure perché ne sei emotivamente legato.

Anche se devi arredare da zero un ambiente, può capitare che tu abbia ricevuto in regalo o ereditato degli oggetti a cui tieni, che magari fanno parte della storia della tua famiglia e che hai piacere di integrare nel tuo arredamento.

Questi oggetti d’arredo hanno un legame con te e nulla dovrebbe obbligarti o vietarti di inserirli nei tuoi nuovi ambienti così come sono o reinventandoli in base alle tue nuove esigenze. Questo ti permetterà di avere interni che raccontano la tua storia e che ti ricordano momenti significativi della tua vita, permettendoti anche di risparmiare in termini economici.

stile interior design

Crea il tuo stile unico di arredamento

A questo punto hai tutti gli elementi necessari per passare alla fase più creativa, quella in cui definisci lo stile unico di arredamento della tua casa. Considera le idee di tutti, cercando il giusto compromesso tra i desideri di ognuno. Individua gli stili esistenti che meglio interpretano le tue esigenze e che sanno esprimere il mood della tua casa e mettili insieme, aggiungendo alcuni tocchi personali.

Qui trovi gli articoli in cui parlo di vari stili d’arredo ambientati all’interno delle stanze della casa. Dai un’occhiata per vedere se ti sono di ispirazione e se individui quelli che fanno al caso tuo. Contemporaneo, classico-moderno, minimal, nordico, industrial, vintage, eclettico, rustico, bohèmien, shabby sono solo alcuni esempi dell’infinito mondo degli stili d’arredo da cui puoi prendere spunto per creare il tuo stile personale.

Analizzali e prendine in prestito gli aspetti che preferisci: linee, colori, materiali, luminosità, abbinamenti, ecc… Lasciati guidare dal moodboard che hai creato per la scelta degli arredi e delle finiture, fai entrare gli aspetti che ami del contesto in cui vivi e porta con te gli oggetti a cui sei legato, anche rinnovandoli se necessario.

Il segreto per uno stile davvero unico è riuscire a creare il giusto mix che riesce a valorizzare i tuoi ambienti e a far sentire chi ci vive a proprio agio in ogni momento, grazie alla sua forte impronta personale. Mi raccomando, mentre lo crei devi divertirti!

L’articolo Come creare il tuo stile unico di arredamento proviene da A forma di casa.

26 Ottobre 2020 / / Decor

Ormai personalizzare qualsiasi cosa si abbia in casa è diventato un vero e proprio must. Come decorare casa in modo unico? Si va dalle etichette personalizzate, agli asciugamani, agli zerbini per l’ingresso con i nostri nomi fino ai cuscini per il divano in salotto. Il nostro obiettivo è sempre quello di avere una casa che sappia raccontarci e che abbia oggetti unici.

Online troverete tantissimi siti web che permettono di personalizzare tutto quello che ci viene in mente. Noi abbiamo scelto Wanapix, che ha una vastissima selezione di oggetti per la casa oltre che di oggetti personali di qualsiasi tipo. Potrete personalizzare con un logo, una foto, una scritta o una grafica a vostro piacimento, il sito è chiaro e semplicissimo da usare.
Ecco qualche esempio di quello che si può fare per decorare la propria casa in modo unico.

Come decorare il salotto con oggetti personalizzati

 

Forse la stanza più semplice da personalizzare, dove solitamente si ha più spazio per i complementi d’arredo.
Partiamo dai cuscini. Spesso siete alla ricerca dei cuscini perfetti per il vostro divano e non riuscite a trovarne in commercio, quale migliore soluzione di crearsene di personalizzati? Una fantasia, il vostro logo e il colore che tanto stavate cercando, potrete realizzarne come più preferite. Volendo potreste abbinarli ad un orologio da parete in tono con la stessa fantasia o scritta. Non correrete mai il rischio che qualcuno vi dica “bello! Ce l’ho anche io” 🙂

Come decorare la cucina in modo unico

L’ambiente di casa più vissuto e in assoluto pieno di cianfrusaglie indispensabili. Wanapix ci permette di personalizzarle tutte, dalle tazze, ai sottobicchieri, ai grembiuli fino ai taglieri. Ma la cosa che ci è piaciuta di più in assoluto sono le tovaglie. Noi non troviamo mai quella giusta e alla fine finiamo sempre per comprarne a tinta unita. Invece basta scegliere la fantasia che ci piace di più e inserirla sull’editor del sito, per creare la tovaglia perfetta per il nostro tavolo.

Un must: biancheria personalizzata

Adesso i nostri bagni saranno decisamente unici, con i nuovi asciugamani personalizzati My Happy Place “Bath edition”. Tutti quelli che entrano in bagno ci chiedono “stupendi, ma dove li avete presi!?!”. Spesso anche le idee più semplici non vengono in mente finché non le si vede con i propri occhi. Quale sarà il prossimo passo? Senza ombra di dubbio il copripiumino personalizzato per la camera da letto, stiamo preparando un logo anche per la “Bed edition” e quest’inverno vogliamo dormire sonni super custom 🙂

Se state cercando di capire come decorare casa con oggetti personalizzati, per renderla unica, introdurre alcuni oggetti creati con vostre grafiche o foto nell’ambiente sarà un’ottima soluzione. Cercate un pò di ispirazione online, non rimarrete delusi.

L’articolo Come decorare casa con oggetti personalizzati proviene da My Happy Place.

26 Ottobre 2020 / / Idee

Tra le richieste che ci vengono fatte, quella su come arredare casa con pochi soldi sicuramente è la più frequente.
In molti ci ritroviamo a dover completare degli ambienti a cercare il mobile perfetto con un budget ristretto a disposizione. In questi casi ci vuole pazienza, occhio clinico e un pò di fantasia per immaginare il risultato finale ma arredare casa spendendo poco è possibile e noi ne abbiamo la prova in casa nostra.
Instagram è il nostro canale principale di comunicazione con voi, ma anche un grande strumento di informazione e ricerca. E’ proprio su Instagram che abbiamo scoperto Erika, l’ideatrice de l.angolino e di un’idea molto utile per aiutarvi ad arredare con poco.
arredamento low cost ikea
Arredamento low cost Ikea

Arredare casa spendendo poco

Erika ha voluto dedicarsi alle soluzioni e andare dritta al punto, ecco che infatti ha creato la rubrica “MINI budget per MINI angolini” dove offre consulenze gratuite d’arredamento per tutti quei piccoli spazi che spesso cadono nel dimenticatoio, non vengono curati oppure non si sa come valorizzare. La particolarità delle soluzioni che trova stanno nel prezzo: infatti la prima cosa che fa durante le consulenze è la richiesta del budget minimo che si è disposti a spendere.

E’ bello vedere che questa idea risponda effettivamente ai bisogni di molte persone, non pensavo anzi ci fossero così tanti MINI SPAZI da salvare.

Erika si definisce un’appassionata. Di cosa? Di tutto quello che le cattura la mente, dall’arte alla danza, dalla fotografia alla pittura. I suoi studi non c’entrano molto con questo progetto dedicato all’interior design, che in realtà è una delle sue passioni più intime, perché legate agli spazi della sua casa, lontano dagli occhi altrui. Durante questo periodo di lockdown è riuscita a dare libero sfogo a suoi pensieri e a questo amore per l’arredo. Ecco infatti che nasce l.angolino, un’avventura attraverso cui ha deciso di raccontare di Casa attraverso le sue foto e i suoi pensieri.

Idee per arredare casa con poco

Come abbiamo scritto tutto nasce da un’esigenza. Si studiano gli spazi e il budget a disposizione cercando di valorizzare al massimo gli ambienti. Decorazioni, stampe, mensole, di solito sono pezzi a basso prezzo e che donano grande valore alle camere. Un mobile, anche se low cost, può essere valorizzato con oggettistica che ne esalti lo stile. Queste qui sotto sono alcune idee che Erika ha confezionato durante le sue consulenze.

L’angolino dimenticato di Laura è stato impreziosito da un semplicissimo tappeto in juta, specchi, macramé, pouf vasi e una bellissima sedia a dondolo. Stile boho a basso prezzo e il suo spazio ha cambiato radicalmente aspetto.

idee arredamento casa spendendo poco
Il mini angolino di Laura

Virginia ha invece un budget di € 300,00. Erika è riuscita a trovare la soluzione perfetta per il suo angolino con soli €180,00. Utilità e design a basso costo, è possibile. Una scarpiera slim in legno di Ikea, un pouf e degli accessori nero e oro per un angolo dal gusto chic e contemporaneo.

come arredare casa spendendo poco
L’angolino di Virginia

Arredare casa senza architetto

Con Erika stiamo pensando di organizzare delle dirette/consulenze proprio sul nostro canale Instagram, per poter rispondere alle esigenze di chi sta cercando un aiutino. Vi dimostreremo che non sempre c’è bisogno di un architetto per arredare una casa e soprattutto non c’è bisogno di un big budget per farlo con gusto.
Cosa farà l.angolino insieme a My Happy Place?
Dare alle persone la soluzione ad un loro problema; vedendolo avrebbero capito il necessario gioco di equilibri, di scelte consapevoli e di capacità di “vedere oltre” che sta alla base dell’arredamento; il tutto….a basso costo!

L’articolo Come arredare casa con pochi soldi: l’idea de l.angolino proviene da My Happy Place.

16 Ottobre 2020 / / Idee

Il bilocale è oggi la tipologia più diffusa di abitazione. Lungi dall’essere difficili da valorizzare, i bilocali possiedono grandi potenzialità: bastano pochi stratagemmi e un po’ di fantasia.

Non sottovalutare il potenziale di un bilocale

Al giorno d’oggi tra le tipologie di mini appartamento che risultano maggiormente diffuse – in modo particolare nei contesti di carattere urbano – ci sono i bilocali, spazi domestici che presentano una metratura piuttosto ridotta. Quando si ha per esempio a disposizione un bilocale di 40mq non bisogna fare l’errore di credere che la relativa ristrutturazione sia necessariamente limitata e non consenta voli di fantasia. Basta seguire alcune semplici regole e sfruttare i giusti trucchi e accorgimenti per stravolgere letteralmente l’aspetto delle varie stanze.

E’ possibile andare a progettare un ambiente del tutto nuovo e diverso iniziando a giocare con materiali e colori, riflessi e stili dell’illuminazione con l’intento dichiarato di riuscire a modificare la percezione dei volumi. Sempre tenendo presenti quelli che sono i possibili costi, i necessari permessi e le occasioni di intercettare detrazioni fiscali: elementi da scoprire e mettere a fuoco consultando questo approfondimento

Gli spazi aumentano creando un open space con più anime

Trasformare una casa anonima e fin troppo vintage di 40 mq in un appartamento elegante e molto luminoso è questione di fantasia, pazienza e armonia. Bisogna partire da un presupposto: diversamente da quanto accade con le abitazioni di nuova e moderna costruzione, le case più antiche possiedono tutte una stanza ‘extra’, ovvero l’ingresso (ambiente a sé o corridoio a servizio degli altri locali). E’ qui che si potranno mettere a segno gli interventi più interessanti.

Il trucco è ricorrere a una carta da parati originale 

Si potrà innanzitutto intervenire con una carta da parati originale, accessorio di home decor che sta conoscendo una seconda vita dopo alcuni anni di totale dimenticatoio: è il perfetto invito a entrare per scoprire il resto della casa. I materiali con cui la carta da parati viene realizzata oggi consentono una più lunga durata e una facilità di pulizia assoluta. Possono contribuire a definire gli spazi, a donare una piacevole sensazione di ordine o un surplus di accoglienza a chi entra in casa. 

Nel caso in cui il corridoio d’ingresso sia troppo impattante oppure in casa vi sia un tinello che altrimenti resterebbe inutilizzato, la cosa migliore da fare sarà ‘aprire’ questi spazi verso la zona giorno e in questo modo ampliare il contesto complessivo. Un open space è per sua essenza pratico, bello e funzionale: un ambiente unico all’interno del quale insistono le varie anime della casa: sala da pranzo, soggiorno e cucina a vista (meglio se con penisola). 

L’illuminazione mette l’accento su elementi artistici e architettonici

Per quanto riguarda invece l’illuminazione, l’ideale sarà inserire faretti in cartongesso orientabili – detti anche luci d’accento – che potranno regalare la necessaria armonia all’intero ambiente (attenzione però alle ombre sul piano cottura) e porre in evidenza certi elementi architettonici di pregio o oggetti d’arte per un perfetto ‘effetto museo’. Se invece avete di partenza un contesto ‘open’ e avete la necessità di distribuire diversamente gli ambienti, potreste ricavare con delle pareti ad hoc nuovi spazi facendo sempre attenzione a una regola d’oro. Un ambiente che opprime lo sguardo non sarà mai accogliente: posizionate specchi di ampie dimensioni per ottenere un surplus di luce e una maggiore profondità. Porte a scomparsa aiuteranno poi a ridurre l’ingombro rispetto a soluzioni tradizionali, il che vale anche per le armadiature.

La sfida dell’home decor negli spazi domestici piccoli

Riuscire ad arredare spazi piccoli o molto piccoli nel nome di eleganza e funzionalità è spesso una vera e propria sfida che, come tale, garantirà un surplus di soddisfazione una volta raggiunto l’obiettivo. Dopo aver compreso lo stile da assegnare alla casa e aver definito correttamente gli spazi – progettando open space e ‘liberando’ metri quadri realizzando ex novo ambienti con pareti anche in cartongesso – sarà la volta di immergersi nel pianeta dell’home decor. A farla da padrone in un bilocale di 40mq sarà senza dubbio un tipo di arredamento con soluzioni ‘salvaspazio’. Andare in verticale con mensole (in legno come in vetro) e scaffalature, librerie e armadietti non è infatti più un tabù. Così come ormai hanno preso piede divani letto, pouf contenitori e tavoli da pranzo che scompaiono e si trasformano in eleganti madie moderne a guarnizione delle pareti. Bianco, verde e grigio sono colori perfetti – al netto delle incursioni della carta da parati – per decorare l’appartamento piccolo e renderlo allegro e luminoso.

15 Ottobre 2020 / / Idee

Tante sono le possibilità e i vantaggi per sfruttare un sottoscala aperto. Si tratta infatti di un’area della casa che, se non utilizzata, rimane uno spazio sprecato. Dal momento che ogni centimetro è sempre prezioso, è bene ottimizzarlo e caratterizzarlo cercando anche di integrarlo il più possibile con la scala

sottoscala aperto
Specht Architects

L’utilizzo più diffuso per potenziare questa zona è quello di adottare delle soluzioni contenitive, anche perché – si sa – lo spazio in casa sembra non essere mai abbastanza. Largo quindi ad armadiature, sistemi push and pull estraibili o cassetti. Per case più moderne, belle sono le ante filomuro e con maniglie nascoste, che si mimetizzano nella parete. Per case dal design più classico, invece, preferite modanature e maniglie a vista.

Per realizzare la maggior parte delle idee che seguono, occorre una progettazione molto precisa e su misura, quindi rivolgetevi a dei professionisti per avere un risultato impeccabile.

LBMVarchitects

Soluzioni utili e funzionali

Vediamo quali sono le funzioni più utili da inserire per sfruttare un sottoscala aperto.

– Guardaroba. 

Se avete la scala vicino all’ingresso, vi sarà sicuramente comodo adibire questo spazio a guardaroba, per riporre cappotti e scarpe. Avrete così più superficie da poter sfruttare e anche maggiore ordine visivo. 

– Dispensa

Altro modo utilissimo per recuperare quest’area è realizzare una dispensa, soprattutto se la scala è nei pressi della cucina. Può essere organizzata con ante e cestelli estraibili o con semplici ripiani in legno. 

– Bagno di servizio/lavanderia

Un bagno in più in casa può essere ricavato nella parte più alta della scala ed è sufficiente un wc e un piccolo lavabo. Potete anche inserire qui la lavatrice, così da lasciare più spazio nel bagno principale. 

– Postazione lavoro

Se state cercando un posto per lavorare in tranquillità, attrezzate il vostro sottoscala con un piano d’appoggio e delle mensole.

sottoscala aperto
Ardesia Design

Sfruttare un sottoscala aperto in modo originale

Ecco altri modi, più particolari, per organizzare il sottoscala.

– Area gioco

Farete sicuramente felici i più piccoli utilizzando il sottoscala per creare un mondo a dimensione bambino: create uno spazio racchiuso e raccolto in cui possano giocare e sentirsi liberi di sognare.

– Portabici

Gli amanti della bike non potranno che scegliere questa soluzione, sfruttando lo spazio del sottoscala per riporre la bicicletta, che può essere fissata alla scala stessa con dei ganci appositi.

sottoscala aperto
Nic Darling

– Enoteca

Questa zona può essere usata anche per collocare la propria collezione di vini, attrezzandola con vari supporti per le bottiglie.

– Angolo verde

Perché poi non recuperare questo spazio inutilizzato per inserire un angolo verde o un piccolo giardino zen?

– Cuccia

Altra soluzione originale è quella di posizionare, magari tra le altre armadiature, la cuccia per il proprio animale domestico. Sarà sufficiente dotarla di un morbido cuscino e, volendo, la ciotola della pappa.

Se avete bisogno di ottimizzare lo spazio del sottoscala, consultate il sito https://zeumadesign.com.

6 Ottobre 2020 / / Dettagli Home Decor

 

Puoi vivere comodamente in soli 50, 60 o 70 metri quadrati di appartamento. Ecco qualche consiglio per sfruttare al massimo gli spazi piccoli e aumentare il comfort domestico.

Gli appartamenti di nuova costruzione o quelli ricavati all’interno di case vecchie ristrutturate, molto spesso hanno metrature limitate.  Per molti vivere in pochi metri quadrati può sembrare un problema, ma non è così. Infatti, con una corretta distribuzione degli spazi e scegliendo le soluzioni giuste per quanto riguarda arredi, finiture e decorazioni un piccolo appartamento può risultare più spazioso, funzionale e confortevole.

Più luce naturale

La luce naturale gioca un ruolo fondamentale negli spazi piccoli. Sfrutta al massimo tutte le fonti di luce naturale scegliendo finestre con profili ridotti che regalano una maggiore luminosità allo spazio.

Unisci la zona giorno

Organizzando la cucina, la sala da pranzo e il soggiorno nello stesso ambiente puoi evitare pareti divisorie in muratura che occupano spazio e creano corridoi spesso inutili.

Non abbinare pavimenti diversi

Abbinare pavimenti diversi in tutta la casa, non è una buona idea.  Quando la superficie abitabile è poca, meglio uniformare tutti gli ambienti con il medesimo materiale. I pavimenti in legno, o gres porcellanato effetto legno, sono un valido alleato, soprattutto nei toni chiari come faggio o betulla.

Scegli i mobili giusti

I mobili bassi fanno sembrare i soffitti più alti. I mobili leggeri, invece, rendono l’ambiente meno pesante: sedie in metallo, schienali in rete, tavoli con gambe sottili, lampade con forme snelle…..

Sfrutta le nicchie

Se le pareti sono caratterizzate dalla presenza di nicchie, queste andranno sfruttate. Le nicchie grandi puoi utilizzarle per creare un armadio a muro optando per una chiusura con ante a libro. Le nicchie più piccole, invece, sfruttale per inserire delle mensole sulle quali riporre libri, piccoli accessori e oggetti decorativi.

Sfrutta il balcone per dare continuità tra interno ed esterno

La continuità tra interno ed esterno è un elemento importante che può aiutare ad allargare gli spazi, sia visivamente che funzionalmente. Se disponi di un balcone, anche piccolo, il consiglio è di installare una porta finestra con ante scorrevoli.

Scegli delle porte salvaspazio

Le porte salvaspazio sono indubbiamente le più adatte in quanto permettono di ottimizzare ogni centimetro. Scegli le porte scorrevoli per la camera da letto e per il bagno, mentre le ante con apertura a libro puoi utilizzarle per gli armadi a muro. In questo modo eviterai l’ingombro dell’anta aperta.

Mantieni tutto in ordine

Un piccolo appartamento mantenuto sempre in ordine è percepito come più spazioso. Disporre di mobili contenitivi nei quali riporre tutto rende la vita domestica più efficiente e offre maggiore serenità.

Toni bianchi, neutri o chiari

Alcune tonalità hanno la virtù di ampliare visivamente un ambiente. I colori chiari , e in particolare il bianco, aggiungono luminosità e riflettono la luce. Anche i toni del sabbia,  beige e grigio fanno sembrare lo spazio più ampio. Per imbiancare le pareti di casa la scelta ideale è usare un bianco intenso.

immagini appartamento via Fantastic Frank

L’articolo 8 consigli per ottimizzare gli spazi in un piccolo appartamento proviene da Dettagli Home Decor.

30 Settembre 2020 / / Idee

Tu e il tuo partner avete appena acquistato casa e tu muori dalla voglia di iniziare ad arredarla? Ti senti capace di buttare giù tutte le idee che ti passano per la testa e metterle in fila? Permettimi in ogni caso di darti una mano, infatti vorrei darti alcuni suggerimenti prima di iniziare ed arredare casa in autonomia.

Finalmente è arrivato il momento di arredare la tua casa, quella che hai sempre sognato di costruire e abitare con la tua famiglia.

Arredare casa è un’esperienza emozionante, divertente e appagante, ma può essere difficile mettere a fuoco i bisogni e le necessità di una casa. Quando si parte da zero può capitare di sentirsi disorientati da una casa tutta vuota, per questo sono qui per guidarti e suggerirti 10 chiari passaggi per poter partire, senza ansia e panico, a progettare e arredare casa in autonomia e vivere questo momento in totale serenità.

SUGGERIMENTO #1

Fai ricerca

arredare casa

Come primissima cosa è importante fare ricerca, ad esempio su Pinterest, per capire cosa ti piace. Salva le immagini che ti piacciono, quelle che ti emozionano. Raccogli ambientazioni, scorci, dettagli, idee che ti ispirano, materiali, colori, accostamenti di colore, forme, insomma tutto ciò che cattura la tua attenzione. E’ probabile che ti ritrovi a selezionare immagini di cui non sai nemmeno il perché, ma che magari contengono un micro dettaglio che ti ha fatto venire in mente o ti ha portato a immaginare una certa cosa che ti piace. Conserva tutte le tue ricerche, perchè potrebbero esserti utili per concretizzare i prossimi suggerimenti che ti sto per dare.

SUGGERIMENTO #2

Definisci uno stile o un tema principale

Photo by My Scandinavian Home

Io sono favorevole alla definizione di uno stile, ma che deve essere personale quindi ben venga il fatto che sia contaminato da altri stili. Definisci quindi il tuo stile personale, che contenga un tema come filo conduttore e che sia visibile per tutta la casa. Riguarda tutte le immagini che hai precedentemente selezionato come ispirazione per definire il tuo tema.

SUGGERIMENTO #3

Casa pratica, funzionale e accogliente

Credo che questo sia il comune denominatore di qualsiasi casa in qualsiasi stile, quindi quando fai le tue scelte tieni bene a mente queste parole chiave: pratica, funzionale e accogliente. Arredare casa con arredi e complementi in sintonia con la nostra personalità è sicuramente la strada giusta per comporre ambienti dove vivere serenamente la nostra quotidianità.

SUGGERIMENTO #4

Definisci una palette colori

Scegli i colori e i materiali che ti piacciono, quelli che ti fanno stare bene, quelli che hanno catturato la tua attenzione durante la ricerca iniziale. Butta giù una palette colori e rispettala il più possibile, cerca inoltre di applicare in ogni ambiente la regola del 60-30-10, per realizzare una casa ancora più armonica.

SUGGERIMENTO #5

Domande sulle proprie abitudini familiari

Photo by My Scandinavian Home

Chi sono i componenti della famiglia? Quali sono i vostri interessi/hobby? Ti piace ricevere ospiti a cena? Ti piace cucinare? Lavori da casa? Pensa alla tua storia e a quella dei componenti della famiglia e al futuro che verrà. Questo tipo di domande ti farà ragionare e portare a scelte più giuste e razionali.

SUGGERIMENTO #6

Definisci delle priorità

Photo by The Design Chaser

Crea una lista di cose che desideri assolutamente e di cose che vorresti ma che non sono strettamente necessarie, ad esempio: open space, cantinetta in cucina, libreria perchè hai tanti libri da riporre ed esporre, bagno con vasca, angolo studio, zona lettura, luogo di relax ecc… In base alle risposte che ti sarai data riuscirai molto meglio a formulare le tue scelte. 

SUGGERIMENTO #7

Scegli prima gli arredi principali e poi i complementi d’arredo

Photo by The Design Chaser

Ora veniamo alla scelta vera e propria dell’arredamento. Inizia sicuramente dagli arredi principali, perché sono proprio quelli, che occupando la superficie maggiore, definiscono i colori e i materiali principali. Poi, solo successivamente, occupati dei complementi e accessori vari. Quindi non lasciarti prendere dallo shopping compulsivo prima ancora di aver definito gli arredi principali e aspetta ad acquistare oggetti e accessori. Rischi che questi siano sì molto belli presi singolarmente, ma che probabilmente poi non vadano bene insieme.

SUGGERIMENTO #8

Definisci i complementi d’arredo che esprimono la tua personalità

Photo by The Organized Home

Dopo aver scelto gli arredi principali puoi dedicarti agli oggetti e accessori. Osa col colore, le fantasie, elementi artistici ed esprimi la tua personalità, senza perdere di vista però il suggerimento #2 e #4.

SUGGERIMENTO #9

Scegli un’illuminazione adeguata

Photo by My Scandinavian Home

Progetta un’illuminazione dinamica e non accontentarti del lampadario a centro stanza. Definisci dei luoghi caratteristici della casa ed illuminali con una lampada dedicata, come ad esempio il tavolo da pranzo, una zona lettura in salotto o in camera da letto, un quadro importante, ecc…

SUGGERIMENTO #10

Non avere fretta ad arredare casa

Photo by The Design Chaser

Ultimo ma non meno importante dei suggerimenti: non avere fretta! Accetta consigli ma non farti contagiare troppo. La scelta sta a te e devi esserne convinta, davvero! Perché poi si fa fatica a tornare indietro, senza contare la delusione di aver fatto una scelta sbagliata.


Bene, dopo aver letto i miei preziosi suggerimenti puoi sentirti pronta per partire. Se c’è qualcosa che ti pone ancora dei dubbi o perplessità scrivimi qui sotto nei commenti, oppure se hai una domanda specifica da farmi ti ricordo il mio servizio gratuito di consulenza personalizzata

Se invece sei ancora allo step precedente e cioè stai ancora cercando casa, ti invito allora a leggere questo articolo: Come saper riconoscere la casa giusta.

Se questo articolo ti è davvero piaciuto, clicca sul bottone Facebook Like oppure fai un screenshot e condividimi nelle tue Instagram Stories, naturalmente non scordarti di taggare @rominasitablog

Ci vediamo alla prossima! 😉

L’articolo Come arredare casa da soli: in autonomia e senza ansie sembra essere il primo su ROMINA.

26 Settembre 2020 / / Questioni di Arredamento

L’articolo Soluzioni di arredamento moderno: 5 consigli facili da seguire è stato scritto da Biagio Barraco e si trova su Questioni di Arredamento.

Scegliere la giusta soluzione di arredamento moderno per la propria casa, è una delle opzioni più ambite del momento. Si tratta di un genere di arredamento molto versatile che talvolta non richiede la disponibilità di budget sostanziosi. Non ci sono regole ferree da rispettare quando si sceglie lo stile moderno: l’arredo è semplice, funzionale e dalle geometrie pulite, ma anche eccentriche. Insomma, la vostra casa dovrà sembrare “leggera”, senza fronzoli e allo stesso tempo vantare ogni comodità.

Lo stile moderno, per sua natura, si contrappone a quello classico che prevede, invece, ambienti arricchiti da una grande quantità di mobili, spesso pomposi e ingombranti, i quali rendono la casa poco pratica. Ora vi svelo 5 semplici consigli da seguire per arredare casa in stile moderno.

1. L’open space

Siete alla ricerca di soluzioni di arredamento per case piccole? La soluzione è puntare su un arredamento open space moderno. Quando, infatti, la casa ha una metratura contenuta, il modo migliore per sfruttare gli spazi è quello di creare un open space nella zona giorno. Per farlo si possono eliminare le pareti divisorie o qualunque altro elemento rappresenti una “barriera” tra la zona living e la cucina. Laddove non è possibile intervenire in maniera drastica, porte standard e pareti si possono sostituire con porte a vetri scorrevoli a scomparsa, cosiddette “a scrigno”, o eliminarle completamente.

2. Gli accessori

Fino ad ora abbiamo parlato di quanto sia importante l’esaltazione della semplicità e dei particolari per soluzioni d’arredo moderno. Ora viene il bello: come scegliere gli accessori giusti per caratterizzare casa? Innanzitutto è bene limitare il numero di oggetti. Sì, perché riempire gli ambienti di casa con troppi ammennicoli, seppure moderni, rischia di rovinare la semplicità dello stile moderno e la praticità della casa.

arredamento moderno consigli

In secondo luogo, è importante scegliere gli accessori sia in base al gusto individuale che per il valore aggiunto che possono donare all’ambiente, in fin dei conti sono accessori! In questo modo non si rischia di trasformare gli ambienti in un miscuglio di oggetti poco legati tra loro, preservando l’armonia dell’insieme. A tal proposito, sul sito di Mohd troverai interessanti soluzioni di arredamento moderno per ottimizzare i tuoi ambienti in termini estetici e di funzionalità.

3. La luce naturale

Questo elemento, insieme all’effetto luminosità dato dalla scelta dei colori delle pareti, è da tenere in debita considerazione. La luce deve essere presente ovunque, in maniera omogenea, evitando che si creino degli angoli bui in casa.

Come fare? Allargare le prospettive scegliendo mobili lineari, possibilmente chiari e poco ingombranti può essere un primo passo. Optare per tendaggi sottili e di colore chiaro o per le veneziane, che lascino filtrare la luce, è un’ottima soluzione.

Per quanto riguarda l’illuminazione artificiale, invece, è bene sostituire l’alogeno con il led per ottenere una diffusione omogenea della luce, oltreché efficiente in termini di consumi energetici.

4. I colori

Altro aspetto fondamentale è quello della scelta dei colori, che va valutata anche in base ai mobili che si intendono sistemare in una stanza. Non esistono colori più moderni di altri, qualunque colore può essere quello giusto! La cosa importante è che le tinte rendano la stanza più luminosa e ampia possibile, specie quando si tratta di ammobiliare una casa piuttosto piccola o di arredare un monolocale moderno.

Spesso la scelta ricade sulle varianti del bianco, colore che anche dopo diversi anni si adatta a qualunque complemento d’arredo, o su colori neutri. Tuttavia il bianco non è l’unica soluzione. Se si amano i colori scuri oppure quelli vividi e sgargianti, è possibile unirli a tonalità più chiare, ma senza esagerare. Una soluzione è dipingere una sola parete che risalti e caratterizzi l’ambiente invece di appesantirlo.

Photo by Yannes Kiefer on Unsplash

5. La funzionalità

Come già accennato in precedenza, l’arredo moderno ha come obiettivo primario quello di definire gli ambienti in maniera più funzionale possibile. L’arredamento, quindi, va studiato in modo tale da risultare multifunzionale e salva-spazio.

Qualche esempio? Il tavolino nel salotto potrebbe essere utilizzato anche come contenitore portaoggetti. Oppure, nel caso di un monolocale con soffitti alti, si potrebbe optare per un soppalco che divida la zona giorno dalla zona notte, sfruttando lo spazio a terra per posizionare un armadio o una piccola scrivania.

Per concludere, le soluzioni di arredamento moderno favoriscono un ambiente ordinato e rilassante che segue una linearità ben definita pur lasciando spazio a qualche elemento stravagante.

L’articolo Soluzioni di arredamento moderno: 5 consigli facili da seguire è stato scritto da Biagio Barraco e si trova su Questioni di Arredamento.